Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


URANIO impoverito - MILITARI ammalati e/o morti, Uranio o VACCINI ?
Conclusioni della Commissione Uranio Impoverito:
i nostri militari sono stati ammalati ed alcuni uccisi dai vaccini che gli hanno propinato
Il Thimerosal dei vaccini distrugge e/o altera la flora intestinale essendo una sostanza altamente tossica
Ecco il recente studio che ha coinvolto più di 17.000 bambini fino a 19 anni
Questo studio-indagine attualmente in corso è stato avviato dall’omeopata Andreas Bachmair.

Bibliografia aggiuntiva:
http://treasoncast.com/2014/04/05/anti-vaccination-peer-reviewd-research-list/
 

La tragica notizia dei militari italiani morti di leucemia ed altre malattie causate, si dice impropriamente, dall'uso di proiettili all'uranio impoverito durante la guerra dei Balcani, è circolata su tutti i giornali italiani tra la fine di dicembre del 2000 e l'inizio di gennaio del 2001. 

ULTIME info
Nel 2012 i soldati italiani ammalati sono circa 3.700 e 560 quelli gia' morti e si registrano 10 casi di figli nati con gravi deformazioni
 !!!  Ed aumenteranno ancora di piu...purtroppo, perche' sono tutti super vaccinati ....
il 70 % di questi militari ammalati e/o morti NON si e’ MAI recato in zone di guerra, ne' e' stato a contatto con Uranio impoverito ! ! e' una strage di stato.....!
Il personale non militare (non vaccinato) che si e’ recato nei Balcani, pur essendosi trovato nelle zone bombardate, NON ha avuto i problemi dei militari.

Ricordiamo che tutti i militari all'arrivo in caserma ricevono una dose di vaccini importante che si somma a quella gia' ricevuta da bambini, per cui al servizio militare hanno gia' ricevuto nel loro corpo, sommando le cose,  circa 20-25 vaccini !

Conclusioni finali della Commissione del Senato Italiano, sull'Uranio impoverito ? NO sono i vaccini !

Quindi  NON esiste nessun militare NON **super vaccinato** - quelli che dovevano andare  da qualche parte nel mondo, per varie operazioni, li hanno ri-vaccinati ancora di piu'; quindi facendo la somma totale, quei poveri militari hanno nell'organismo circa 30-35  vaccini, con tutte le conseguenze del caso: intossicazioni, infiammazioni, immunodepressioni e mutazioni genetiche piu' o meno occulte trasmissibili alla prole ! - vedi: Uranio o Vaccini
 


Video, registrato
(telecamera nascosta) in una ASL italiana, una pediatra racconta la verita' sui Vaccini !
 

Tratto da: http://www.difesa.it/ministro/compiti+e+attivita/dettaglio+comunicato+stampa.htm?detailid=2104
Il Ministro - Comunicato stampa del: 28 settembre 2007

Uranio: dati dossier da tempo resi disponibili dalla Difesa
In merito alle notizie trattate da alcuni organi di stampa relative a presunti nuovi elenchi di personale affetto da gravi malattie, che sarebbero stati ottenuti solo da ufficiali di polizia giudiziaria, il Ministero precisa:
I dati in possesso della Difesa sono sempre stati forniti con spirito collaborativo a chiunque avesse titolo ad averli.
Infatti gli elenchi comparsi erano noti e già trasmessi alle Commissioni Parlamentari di inchiesta di questa e della precedente legislatura. Su tali elenchi vi sono state interpretazioni assolutamente fuorvianti, anche riguardo le cifre di casi di patologie tumorali.
Il Ministro PARISI, il 18 luglio u.s., aveva già comunicato alla Presidente della Commissione Senatrice Lidia MENAPACE la volontà della Difesa di collaborare, oltre che con la piena trasparenza, sempre applicata sulla materia, con uno sforzo tecnico di riorganizzazione delle informazioni in modo più intelligibile e gestibile allo scopo di favorire ogni ulteriore verifica.
Il prossimo 9 ottobre il Ministro PARISI presenterà alla Commissione Parlamentare di inchiesta i primi risultati di tale attività e si rimanda pertanto a tale occasione ogni ulteriore precisazione.

Contatti:
Ministero della Difesa - Palazzo Baracchini - Via XX Settembre 8 - 00187 Roma - Tel. (+39) 06-4691.1

Stato Maggiore della Difesa - Palazzo Caprara - Via XX Settembre 11 - 00187 Roma - Tel. (+39) 06-4691.1
Sito internet: www.smd.difesa.it

Centro Alti Studi della Difesa - Palazzo Salviati - Piazza della Rovere, 83 - 00165 Roma - Tel. (+39) 06-4691.1
Sito internet: www.casd.difesa.it

Direzione Generale della Sanità Militare - Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) - Villa Fonseca - Via Santo Stefano Rotondo, 4 - 00185 Roma - Tel. (+39) 06-777039058
Sito internet: www.difesan.difesa.it

Commento NdR: alcuni ex militari ammalati....hanno chiesto per iscritto, di ottenere quei dati, ma “stranamente” il Ministero della Difesa, contrariamente a quanto affermato in questo Comunicato, NON ha fornito loro quei dati……che sia per il fatto che quei militari ammalati, non avevano il “titolo” per averli…..???...cosa bisogna fare per averli...citare in giudizio il ministro... e quindi lo Stato ?

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Caso Uranio impoverito - News
Jutranji List (quotidiano croato) parla dei militari italiani che si sarebbero ammalati a causa del vaccino.
Ecco la traduzione dell'articolo pubblicato da da Jutranji List (quotidiano croato) il 22.11.07

La morte di soldati italiani a causa del Vaccino
La morte di soldati italiani che parteciparono a missioni all'estero è stata provocata dalla presenza di metalli pesanti nel sangue, e la causa della loro presenza non è dovuta al contatto con uranio impoverito ma da un vaccino somministrato ripetutamente senza controllo.

Questo dato è stato più volte presentato nelle sedute della Commissione parlamentare per la Difesa, sicché i dati sono reperibili anche su Internet, ma praticamente sono inesistenti nei media italiani e quindi anche nella vita pubblica.
Di quanto siamo a conoscenza lo ha reso noto soltanto Striscia la notizia, una trasmissione satirica del Canale 5 di Mediaset, dando la possibilità alla madre di un soldato di raccontare alcuni fatti.

Secondo quello che è stato reso noto davanti alla Commissione parlamentare risulta che assolutamente tutte le vittime del linfoma (per lo più di Hodgkin) e alcune altre malattie maligne che sono legate al sangue(non alle vie respiratorie ad esempio), furono soldati prima di partire per la missione, mentre non c'è nemmeno una vittima fra il personale civile che si trovava nello stesso posto, ma non era vaccinato.

Scrivendo di ciò a tempo debito, abbiamo espresso il dubbio sul perché non esistessero dati numerici sull'aumentato di linfomi nella popolazione civile del Kosovo e della Bosnia Herzegovina. La tesi che metalli pesanti (mercurio, antimonio e simili) sarebbero entrati nel sangue attraverso un vaccino, forse offre la risposta.

Nel Parlamento italiano è stato reso noto che diverse partite di vaccino per bambini sono state ritirate dopo analisi obbligatorie poiché contenevano quantità inammissibili di metalli pesanti, ma non ci sono dati se i vaccini per i soldati siano stati mai sottoposti a controlli.

Ancora più incredibile sarebbe il fatto, assolutamente certo, che i soldati venivano vaccinati ogni volta prima di partire in missione, senza che si controllasse se questi avevano già sviluppato gli anticorpi, il che significa che per molti di loro il vaccino era solo superfluo ma addirittura nocivo. In definitiva, la quantità di metalli pesanti che in una dose di vaccino poteva essere innocua, poteva diventare mortale se il soggetto veniva vaccinato sei, dieci o persino sedici volte, e casi simili si sono verificati.
I dati sul numero dei morti sono stati diffusi in ritardo e non sono certi.
Il Ministero della Difesa ha reso noto che cinque anni fa gli ammalati sono stati 270, mentre l'anno scorso gli ammalati erano 513, i morti sarebbero una cinquantina ed una diecina di bambini sarebbe nata con gravi malformazioni.
Invece le organizzazioni dei veterani nel settembre scorso hanno affermato che gli ammalati sarebbero più di 2600 e i morti 170, mentre più di 1427 vittime non avrebbero mai frequentato zone di guerra, ne sarebbero entrate in alcun modo in contatto con uranio impoverito, però si sono egualmente ammalate ed alcuni sono morti.
In quel rapporto i veterani parlano di "strage di stato".
Tratto da: http://www.striscialanotizia.mediaset.it/news/2007/12/03/news_2614.shtml
 

Commento NdR: ma di cio' se ne parlava gia' nel 1995 nel Comunicato stampa di Universo Bambino:
Ecco il testo del "Comunicato Stampa" inviato a tutta la stampa italiana nel mese di Dicembre del 1995, dal presidente dell’Associazione Universo Bambino e che è passato in totale sordina:

L’Associazione Universo Bambino di Bari, comunica:
"Lo studio presentato e pubblicato su:
The Mediterranean Journal of Surgery and Medecine dal Dott. Massimo Montinari, Medico Chirurgo, Presidente dell’Associazione Universo Bambino, è riferito a 48 pazienti che si sono rivolti alla sua Associazione dopo essere stati ricoverati presso numerosi Centri Ospedalieri nazionali e stranieri; questi sono stati selezionati da ben 186 malati, affetti da patologie del SNC (Sistema Nervoso Centrale), osservati nel periodo Apr/94 - Ott/95.
Nella storia di ogni paziente si documentava l’insorgenza di segni clinici relativi al SNC ed apparato digerente, in concomitanza o immediatamente dopo la somministrazione di vaccini (per la Polio Sabin e Salk, Difterite-Tetano,  Morbillo, Difterite, Tetano, Pertosse, TBC).
La proposta di studio è riferita alla valutazione del quadro immunitario dei pazienti ed al ruolo dell’immunogenetica nella diagnosi di patologie ad eziopatogenesi spesso dubbia ed handicappanti; l’attento studio del braccio corto del Cromosoma 6 dell’uomo, la caratteristica genetica e l’azione di virus a DNA in soggetti sottoposti a vaccinoprofilassi in età pediatrica, ha consentito di valutare una caratteristica ricorrenza di alleli nel quadro genetico di tutti i pazienti sottoposti a vaccinoprofilassi e insulto da virus a DNA ".
By UNIVERSO BAMBINO
.......e se ne parla anche nell'Interrogazione parlamentare
del On. Pedrizzi (AN): Interrogazione Parlamentare


Definizione: Con il nome di cromosoma 6 si indica, per convenzione, il sesto cromosoma umano in ordine di grandezza. Come di ogni autosoma, si hanno due copie anche del cromosoma 6.
Il cromosoma 6 possiede all'incirca 170 milioni di nucleotidi. I due cromosomi 6 rappresentano all'incirca il 6% del DNA totale nelle cellule umane. Sono stati individuati oltre 1300 geni. Si ritiene però possa contenerne fino a 1600. Tra di essi, figurano oltre cento geni correlati al complesso maggiore di istocompatibilità (o MHC), meccanismo immunologico fondamentale per l'organismo umano.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

11-GEN-01 2001, ore16:34 - Da PALAZZO BOLOGNA SENATO - ROMA 
URANIO: SENATORI AN, VACCINI VERA CAUSA della SINDROME
        CHIEDEREMO COMMISSIONE d’INCHIESTA a TUTTO CAMPO   (fino alla fine del 2004 la commissione NON e' stata ancora istituita, come mai ? )
Roma, 8 Gen, - (Adnkronos) -  Sulla “sindrome dei Balcani’ “sta emergendo una realta’ pìu’ drammatica e Vergognosa: il Ministero della Sanita’ e l’Istituto Superiore della Sanìta’ omettono di rendere noto che la vera causa sono i vaccini”.
Lo affermano i senatori di An Ettore Bucciero e Antonino Caruso, secondo i quali il ministero e l’Iss sanno da tempo che migliaia sono i casi clinici in osservazione e che 600 sono i casi che hanno dimostrato la stretta relazione tra l’impiego dei vaccini e l’insorgenza di gravi danni alla salute”. “Chiederemo una commissione d’inchiesta che indaghi a tutto campo, sui danni e sulle cause che li hanno originati”, anticipano.
Nessuno - denunciano i due senatori di An - ha detto che i militari sono stati sottoposti ad una micidiale raffica di vaccini tra obbligatori e facoltativi da 35 a 40, senza in molti casi che tra l’una e l’altra inoculazione sia stato rispettato l’intervallo prescritto”.
Tanto piu’, sostengono Bucciero e Caruso, che “i vaccini contengono stabilizzanti dannosissimi per la salute” ed “e’ dimostrato scientificamente il crollo delle difese immunitarie in chi subisce l’inoculazione”,
Per questo, i due senatori di An definiscono “delittuoso” il comportamento del Ministero della Sanita’ che “oppone un rifiuto sospetto ad ogni tentativo di indagine sulle connessioni tra vaccini, handicap, mutazioni genetiche”.
Pec/Rs/Adnkronos  08-GEN-O1 13:42

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

11/01/2001 ore 16,35 -   Da PALAZZO BOLOGNA SENATO - ROMA
URANIO: SOTTO ACCUSA le VACCINAZIONI OBBLIGATORIE per MILITARI
INTERROGAZIONE AN a PDC e MINISTRI SANITA’ e DIFESA

Roma, 9 Gen. - (Adnkronos) - Sospensione immediata delle vaccinazioni obbligatorie e facoltative dei nostri militari in missione. Lo chiedono gli esponenti di An Bucciero e Caruso in una interrogazione al presidente del Consiglio e ai ministri della Sanita’ e della Difesa nella quale derunciano la pericolosita’ delle vaccinazioni che infatti sarebbero “state revocate in molti Stati”.
I due esponenti dell’opposizione chiedono poi se e’ vero che “nel 1uglio del 1993 fu presentata una denuncia alla Procura della Repubblica di Milano, indirizzata all’allora pm Di Pietro, nella quale sì afferma che nel febbraio del 1991 il Presidente della "Smith Kline Beecham", casa produttrice del vaccino "Engerix B" contro l’epatite B, avrebbe versato 600 milioni (lire) al ministro della Sanita’ dell’epoca e che nel maggio del 1991 la vaccinazione antiepatite B fu resa obbligatoria”.
Sottolineando come i militari italiani siano tuttora sottoposti ad “un cocktail di vaccini (tra obbligatori e facoltativi) che variano da 35 a 40”, Bucciero e Caruso affermano nell’interrogazione che “e’ stato scientificamente accertato di come questi riducano di molto le difese immunitarie specie se non sono rispettati i tempi di intervallo della somministrazione tra l’uno e l’altro”.
E chiedono se sia vero che “i residenti civili nei Balcani e i contingenti militari di altri paesi europei non hanno subito la stessa incidenza di tumori, leucemia e malattie degenerative che invece presentano i nostri militari’.
(Cic-Sin/ZnlAchikronos)  -
09-GEN-01 10:54

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>


11/01/2001 - Da PALAZZO BOLOGNA SENATO - ROMA
URANIO: SENATORI AN, SOSPENDERE le
VACCINAZIONI  
(AGI) - Roma. 9 Gen. - “La proposta di moratoria sull’uso dell’uranio impoverito avanzata dai Ds e condivisa dal governo non serve a nulla poiche’ l’eventuale danno inflitto alI’ambiente e’ stato gia’ provocato con la disseminazione dei proiettili.
Piuttosto e’ urgente procedere alla
sospensione immediata dello numerosissime vaccinazioni obbligatorie e facoltative dei nostri militari in missione, dalle quali probabilmente derivano l’insorgenza delle malattie che hanno provocato la morte di alcuni soldati”.
Lo chiedono i senatori di An Ettore Bucciero e Antonino Caruso, che hanno presentato sull’argomento un’interrogazione ai ministri della Sanita’ e de1la Difesa. Nell’interrogazione i due sanatori di An chiedono fra l’altro “quale esito ha avuto la denuncia presentata nel 1993 nel quale si afferma che alcune vaccinazioni sotto state rese obbligatorie solo per favorire alcune
case produttrici di vaccini”. (AGI)
Red/Geni - 091902 GEN 01  


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

SENATO DELLA REPUBBLICA : COMUNICATO STAMPA
URANIO  !  BUCCIERO e CARUSO (AN): altro che moratoria sull’uranio
Occorre sospendere le vaccinazioni obbligatorie !

La richiesta di moratoria all’uso del’uranio impoverito avanzata oggi dai DS non serve a nulla poiché l’eventuale danno all’ambiente è stato già provocato con la disseminazione dei proiettili.
E a nulla servirà —   affermano i senatori Ettore Bucciero e Antonino Caniso di A.N. — se non si procederà contestualmente alla sospensione immediata delle vaccinazioni obbligatorie e facoltative dei nostri militari in missione come già richiesto in una interrogazione oggi depositata in Senato.
Nella quale interrogazione si chiede inoltre di sapere che fine ha fatto una denuncia del 1993 nella quale si afferma che alcune vaccinazioni sono state rese obbligatorie solo per favorire alcune case produttrici di vaccino.
Sen. Avv. Ettore Bucciero

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

SENATO DELLA REPUBBLICA
Pr. n. 3/01 - Bari, 9 Gennaio 2001
Ill.mo Sig. Dott. EMILIO MARZANO  - Procuratore della Repubblica  Tribunale di Bari
Ill.mo Sig. Dott CIRO ANGELILLIS  - Sostituto Procuratore Tribunale di Bari

Oggetto:
indagine uranio
Ho appreso che le SS.LL. hanno avviato indagini sulla presenza di uranio impoverito nei nostri territori e relative conseguenze ambientali e sanitarie.
All’uopo mi permetto di allegare due miei comunicati e copia dì un’interrogazione parlamentare, ritenendo razionale che, prima di procedere ad una onerosa indagine sulla presenza di uranio impoverito, si debba accertare se detto uranio arrechi danni alla salute e se tali danni siano solo “mediati”, parendo molto probabile che leucemie, tumori e altre malattie siano stati originati da un ‘incosciente, indiscriminata e folle raffica di vaccinazioni con un conseguente crollo delle difese immunitarie.
All’uopo informo che proprio a Bari opera uno dei massimi esperti in materia (il ricercatore dr. Massimo Montinari) che, da solo, ha già trattato “positivamente” oltre 600 casi di danni da vaccinazione (1997).
Con i migliori saluti.
Sen. Avv. . Ettore Bucciero  

Commento (NdR): ad oggi (2014) il dott. Montinari ha trattato oltre 6.500 casi.....ed il loro numero aumenta sempre piu'.........

Fino
ad oggi il Ministro della "salute", pur informato, NON ha ancora risposto alle Interrogazioni Parlamentari effettuate (vedi anche qui sopra) ......chissa' perché.....

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

SENATO DELLA REPUBBLICA
Roma 08/03/06 - Uranio impoverito: nessun legame con Sindrome Balcani
Con 8 voti a favore e 5 astenuti la commissione parlamentare del Senato, che ha indagato sul possibile legame tra l'utilizzo dell'uranio impoverito negli armamenti e le malattie sviluppate dai militari italiani che sono stati in missione nell'area Balcanica, ha approvato la relazione finale del
Presidente Paolo Franco (Lega Nord). Si sono astenuti dal voto i commissari dell'opposizione di centrosinistra.

ROMA - Non sono emersi elementi per affermare una responsabilità diretta dell'uranio impoverito. Con queste parole il presidente della commissione d'inchiesta del Senato sull'uranio impoverito, Paolo Franco (Lega Nord), ha spiegato la decisione dell'organismo parlamentare di approvare la relazione finale che di fatto assolve l'uranio impoverito, slegandolo dalla cosiddetta Sindrome dei Balcani.

Secondo il presidente Franco relativamente alle morti e alle malattie che hanno colpito i militari italiani impegnati nell'area balcanica, non è stata trovata traccia di uranio nei campioni istologici esaminati, mentre sono state trovate nanoparticelle che potrebbero essere state prodotte dall'esplosione dei proiettili ad uranio impoverito. I commissari hanno richiamato l'attenzione sul poco tempo a disposizione della Commissione e sul fatto che vi fossero limiti scientifici che non avrebbero permesso una conclusione con dati univoci.
Mancherebbero, infatti, conferme scientifiche sulla pericolosità tossicologica di queste nanoparticelle.
Intanto l'opposizione di centrosinistra giudica illogici e del tutto insoddisfacenti i risultati finali a cui è giunta la commissione di inchiesta e qualcuno parla di passi indietro rispetto alla stessa commissione Mandelli.
Gigi Malabarba, capogruppo PRC al Senato e segretario della Commissione d'inchiesta apre la strada alla possibilità di ricorsi legali da parte dei militari malati e delle loro famiglie. La speciale elargizione prevista per i superstiti deve essere estesa anche ai militari che abbiano contratto infermità permanentemente invalidanti e l'importo della stessa, pari a lire 50 milioni, deve essere aumentato in misura consistente, anche in relazione all'aumento del costo della vita  ha detto il senatore -
Così è scritto nelle conclusioni della Commissione: dopo 15 anni dalla definizione di quell'importo e dopo che alle vittime di Nassiriya sono stati concessi 400 milioni, credo che un risultato sia stato raggiunto.

Commento NdR: Bene la decisione e' giusta !
Le nanoparticelle sono anche e non solo, quelle di MERCURIO che e' un'eccipiente dei VACCINI ! Ma ora occorre istituire una speciale commissione che vada ad indagare sui vaccini che hanno sicuramente reso malati i soldati sia quelli che sono andati nei Balcani sia quelli che si sono ammalati pur rimanendo in Italia e sono nel luglio 2007 ormai 1427, nel 2012 sono gia' quasi 4.000 gli ammalati e 350 i morti !! 
Finalmente
quella commissione e' stata istituita, dalla quale il redattore di questa pagina e' stato audito, presentando una relazione sui danni dei vaccini, e queste sono state le conclusioni