Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


TRIVALENTE - 1 (3 Vaccini con una iniezione)
SPARITI  3 Vaccini SINGOLI,
per obbligare alla vaccinazione anche quelli Facoltativi = Trivalente
= Esavalente
Sparita anche la quadrivalente dal commercio per obbligare utilizzo Esalvalente
Nel 2017 grazie alla Legge Lorenzin sono improvvisamente ritornati...e resi tutti 10 obbligatori  !

MMR = MorbilloParotite - Rosolia: i vaccini singoli non si TROVANO più (03/02/2005) 


BUGIARDINO delle Sanofi-Pasteur del vaccino Tripedia (fonte FDA)

Vaccini obbligatori o no, tutti quanti sono da sempre sbandierati come utili e sicuri anche e non solo dal Ministero della salute, ma esiste una sentenza ben precisa (ignorata da tutti…) che mostra come tali distinzioni fra vaccini obbligatori e non, NON possono sussistere - vedi: Sentenza Corte Costituzionale
Le famiglie dei danneggiati da vaccino dal canto loro sottolineano “lo stato di abbandono in cui sono  state lasciate dalle cosiddette “istituzioni che dovrebbero tutelare”, infatti “tutelano” ma solo i fatturati di Big Pharma….". + Corruzione per i Vaccini

Il Thiomersal dei vaccini produce danni anche gravi
Metalli tossici
Danni al sistema enzimatico da Vaccini e metalli 
By Giusy Arcidiacono (CT) - arcidiaconogiusy@hotmail.com -
Perito Commerciale - chimico
Sindrome della permeabilita' intestinale ed autismo
Metalli tossici dei vaccini = Autismo vedi: PDF dott. M. Proietti
Il Thimerosal dei vaccini distrugge e/o altera la flora intestinale essendo una sostanza altamente tossica
Ecco il recente studio che ha coinvolto più di 17.000 bambini fino a 19 anni
Questo studio-indagine attualmente in corso è stato avviato dall’omeopata Andreas Bachmair.

Premi in denaro ai medici che vaccinano...

SUD SUDAN - Giugno 2017
Quindici bambini che avevano meno di 5 anni sono morti in Sud Sudan a causa di una somministrazione sbagliata di vaccini per il morbillo. Lo ha annunciato il ministero della sanità spiegando che si è trattato di un "errore umano": i vaccini non erano stati ben conservati, è stata usata una siringa per tutti i bambini e tra chi somministrava i farmaci c'erano persino bambini di 12 anni.
Il governo del Sud Sudan ha creato una commissione per trovare i responsabili della morte dei bambini e capire se sarà possibile risarcire le famiglie. Sono 2 milioni i bambini in tutto il paese che sono sottoposti al programma di vaccinazioni contro il morbillo. L'Organizzazione mondiale della sanità ha organizzato dei corsi per gli operatori sanitari sud-sudanesi ed è l'Unicef a fornire i vaccini al governo. Fonte ANSA


Commento NdR: quando vi sono dei danni da vaccino, siccome i medici vaccinatori, debbono coprire i veri danni dei vaccini, raccontano che e' sempre un errore umano, oppure negano l'evidenza !
Vedi anche:
https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1472245072828670&id=100001295757504
in realta'.....:
il DTP può aumentare la suscettibilità alle infezioni non correlate (Aaby et al., 2003bAaby et al., 2004aAaby et al., 2012) (Appendice A). 
La rivista SAGE ha notato che la maggior parte degli studi ha rilevato un effetto negativo del DTP (Higgins et al., 2014)


In GUINEA-BISSAU i BAMBINI TRATTATI con il TRIVALENTE RIVELANO una MORTALITÀ QUINTUPLA (5+) RISPETTO ai BIMBI NON VACCINATI
Un recente articolo pubblicato da ricercatori danesi dello Statens Serum Institut dimostra come nella Guinea-Bissau i bambini trattati con il vaccino trivalente contro difterite, tetano e pertosse cui era aggiunto il polio orale avevano una mortalità quintupla rispetto ai soggetti non vaccinati
LINK - http://www.ebiomedicine.com/article/S2352-3964(17)30046-4/fulltext


https://koenig2099.wordpress.com/2017/11/06/i-bambini-non-vaccinati-sembrano-essere-immuni-al-virus-misterioso-che-si-diffonde-attualmente-nel-midwest-statunitense/

Bibliografia aggiuntiva
:
http://treasoncast.com/2014/04/05/anti-vaccination-peer-reviewd-research-list/
http://www.vacciniinforma.it/2014/10/26/vaccini-ritirati-dal-commercio/1481
 

Vaccino morbillo-parotite-rosolia e reazioni allergiche - 01/12/2004

http://www.farmacovigilanza.eu/node/245 (vaccino ritirato)
http://www.agenziafarmaco.gov.it/it/content/ritirato-dal-commercio-vaccino-anti-morbillo-parotite-rosolia-morupar

Trovati Virus vaccinali in sangue di malati di morbillo, ecc.
Il Dr. Suzanne Humphries è un nefrologo praticante (medico del rene), e si riferisce uno studio condotto in Croazia [1] dove un bambino vaccinato con il vaccino MMR è stato testato positivo per il ceppo Schwarz del vaccino per il morbillo otto giorni dopo la vaccinazione.
Questo è stato un riscontro significativo, in quanto i sintomi del bambino sono stati considerati simili alla rosolia e, senza prove, la malattia sarebbe stata probabilmente diagnosticata male, come la rosolia od il ceppo di morbillo di tipo come impropriamente descritto come "selvaggio" (inesistente vedi qui il perche') che il vaccino dovrebbe essere progettato per "proteggere".
Questo concetto di "spargimento", della malattia, dove il bambino somatizza la malattia del virus del vaccino stesso, ha sorpreso i ricercatori:
L'escrezione del virus nei vaccini è stata segnalata prima, ma alla nostra conoscenza, questo è documentato per la prima volta per il ceppo vaccino Schwarz. [1]

Dal 2010, questo fenomeno di vaccinazione e ritrovamento nel malato del virus del morbillo MMR è stato osservato in almeno altri due studi:
- Differenziando il selvatico dagli attenuati durante uno scoppio di morbillo. Paediatrcis and Child Health, 2012:
In mezzo a un focolaio di morbillo locale, un bambino recentemente vaccinato è stato indagato per una nuova eruzione cutanea di tipo morbido. I test sull'acido nucleico hanno identificato che un virus del morbillo vaccinale era stato sparso nell'urina. 
Clinicamente differenziare il morbillo da un rash non messa a fuoco è impegnativo, ma può essere supportato da una valutazione completa della storia medica. Le lesioni dovrebbero avvenire dopo la vaccinazione; possono essere utilizzati test di acido nucleico per quando sia molto difficile differenziare tra ceppi selvatici e attenuati. [2]

- Caso di vaccino-associato morbillo cinque settimane post-immunizzazione, Columbia Britannica, Canada, Eurosurveillance, 2013:
Abbiamo descritto un caso di morbillo associato al vaccino in un paziente di due anni dalla Columbia Britannica, Canada, nell'ottobre 2013, che ha ricevuto la sua prima dose di vaccino contenente morbillo, 37 giorni prima dell'inizio di sintomi prodromali. L'identificazione di questo caso associato a vaccino ritardato si è verificato nel contesto di un'inchiesta sull'epidemia di un cluster di morbillo. [3]

I funzionari sanitari sperimentano casi di morbillo nell'epidemia attuale negli Stati Uniti, per determinare se il ceppo del morbillo è il ceppo "selvatico" o quello del ceppo del vaccino ?

Non è probabile, e non è probabile che i media mainstream i "medici televisivi" che discutano di questo, invece di falsamente denigrare genitori che scelgono di non somministrare il vaccino MMR ai loro figli perche' causa questi focolai/cluster di malati di morbillo. 
Domanda
Alcuni di questi casi sono confermati tra quelli che hanno ricevuto il vaccino MMR e per coloro che non sono stati vaccinati è possibile che siano stati infettati da quelli vaccinati di recente quando il vaccino era ancora "spargente" e che il vaccino- il ceppo di morbillo è stato trasmesso dal bambino vaccinato al bambino non vaccinato ?

Riferimenti
1.  Spotlight sul morbillo 2010: escrezione del virus del morbillo di strain di vaccino nelle urine e nelle secrezioni faringeide di un bambino con malattia cutanea febrile associata a vaccino, Croazia, marzo 2010. Istituto croato di sanità pubblica, Dipartimento di epidemiologia delle malattie infettive, Zagabria, Croazia. Eurosurveillance, volume 15, numero 35, 02 settembre 2010 ( testo completo )
2.  Differenziare il selvaggio dall'attenuato durante un focolaio del morbillo. Controllo delle malattie trasmissibili, Alberta Health Services. Pediatri e salute dei bambini, Aprile 2012; 17 (4) ( Astratto )
3.  Caso di vaccino associato a morbillo cinque settimane dopo l'immunizzazione, Eurosurveillance, Volume 18, Numero 49, 05 dicembre 2013 ( Full Text )

Controindicazioni del vaccino quadrivalente: Priorix

- dolore alle articolazioni e ai muscoli
-  reazioni allergiche.
- Eruzioni cutanee che possono dare prurito o formare vescicole, gonfiore agli occhi e al viso, difficoltà di respirazione o di deglutizione, improvviso abbassamento della pressione sanguigna e perdita di conoscenza. Queste reazioni possono verificarsi dopo la vaccinazione alle volte anche prima di lasciare l’ambulatorio del medico vaccinatore. In ogni caso, se il suo bambino presenta uno qualsiasi di questi sintomi contattare immediatamente un medico
- infezione o infiammazione del cervello, midollo spinale e nervi periferici con il risultato di difficoltà quando si cammina (instabilità) e/o perdita di controllo dei movimenti del corpo, ictus cerebrale, infiammazione di alcuni nervi, possibilmente con formicolio o perdita della sensibilità o dei movimenti normali (sindrome di Guillain-Barré)
- restringimento o blocco dei vasi sanguigni
- emorragia puntiforme o a piccole macchie, o lividi più frequenti del normale a causa di una diminuzione delle piastrine
- eritema multiforme (i cui sintomi sono macchie rosse, spesso pruriginose simili all’esantema del morbillo che cominciano dagli arti e a volte dal viso e dal resto del corpo)
- eruzione simile alla varicella
- fuoco di Sant’Antonio (herpes zoster)
- sintomi simili al morbillo, rosolia, varicella, parotite (incluso gonfiore doloroso ai testicoli e gonfiore delle ghiandole del collo)
ecc.


In GUINEA-BISSAU i BAMBINI TRATTATI con il TRIVALENTE RIVELANO una MORTALITÀ QUINTUPLA (5+) RISPETTO ai BIMBI NON VACCINATI
Un recente articolo pubblicato da ricercatori danesi dello Statens Serum Institut dimostra come nella Guinea-Bissau i bambini trattati con il vaccino trivalente contro difterite, tetano e pertosse cui era aggiunto il polio orale avevano una mortalità quintupla rispetto ai soggetti non vaccinati
LINK - http://www.ebiomedicine.com/article/S2352-3964(17)30046-4/fulltext


BREVE STORIA del VACCINO MMR e del MORUPAR

1 - 1990: Viene ritirato dal commercio in Canada il ceppo virale denominato URABE AM9 in quanto ritenuto responsabile di un numero di cd “reazioni avverse” superiore alla norma.

2 - 1991: Nonostante quanto accaduto in Canada, l’italiana Biocine Sclavo (nel frattempo acquistata dalla Chiron e successivamente divenuta Novartis) inizia la commercializzazione del Vaccino trivalente MMR MORUPAR (antimorbillo, antipertosse, antirosolia) contenente il predetto principio attivo URABE AM9.

3 - 1992: L’agenzia Europea del farmaco, su segnalazione del Ministero della Salute inglese, ritira dal commercio i vaccini trivalenti MMR PLUSERIX della Smith Kline & Beecham ed IMMRAVAX contenenti il medesimo principio attivo URABE AM9. Negli articoli della stampa italiana dell’epoca si evidenzia come altri due vaccini contenenti il medesimo principio attivo URABE AM9 – MMR MORUPAR prodotto da Biocine Sclavo (joint venture tra Istituto Sclavo e Chiron Corporation) e MPR TRIMOVAX prodotto dalla Merieux – per il momento non sarebbero stati ritirati ma sottoposti ad attenta osservazione e ad accertamenti per verificarne la dannosità.

4 - 1993: Il Giappone decide dapprima il ritiro dal commercio e dalla somministrazione del vaccino MMR MORUPAR ritenuto, evidentemente, dannoso e quindi la sospensione di tutte le vaccinazioni MMR.
Nonostante ciò, il Ministero della Sanità italiano e l’AIFA non ritengono di avere sufficienti prove della dannosità del vaccino visto e considerato che non prendono alcun provvedimento. E’ probabile che il protrarsi di tale “negligenza” sia dovuto al fatto che, a partire dagli anni ’80 l’Istituto Sclavo era stato acquistato dall’ENI divenendo un punto di eccellenza dell’ENICHEM, all’epoca società a partecipazione statale, che forniva vaccini anche alle Forze Armate italiane.
Negli anni successivi il vaccino viene via via ritirato da altri paesi rimanendo commercializzato, tra i paesi maggiormente industrializzati, solo in Italia grazie al “colpevole silenzio” di chi doveva essere deputato al suo controllo. La scarsa farmacovigilanza dei paesi sudamericani ed asiatici, nei quali il vaccino continuava ad essere somministrato, ha fatto passare sotto silenzio i problemi arrecati dallo stesso fino al 2004 quando la situazione degenera. 

5 -  2004: nel mese di agosto il Brasile interrompe la somministrazione del vaccino MMR MORUPAR  in seguito a quello che il giornalista del New York Times definisce “…un numero inaspettatamente alto di bambini che hanno ricevuto gravi reazioni allergiche in seguito ad un programma sperimentale di immunizzazione…”. Nell’articolo in questione il giornalista statunitense, al fine di tranquillizzare i propri lettori, sottolinea che il vaccino “…è venduto solo in Italia, Asia e Sud America, ma non negli Stati Uniti d’America…” .
E’ proprio in questo anno che, secondo quanto riportato dall’AIFA all’atto del successivo ritiro, iniziano a pervenire una serie di segnalazioni di “maggior allergenicità” del MMR MORUPAR rispetto ad altri vaccini omologhi.

6 -  2005: nel mese di dicembre l’AIFA diffonde tra gli operatori sanitari un’informativa tesa ad aggiornare il profilo di sicurezza del vaccino MMR Morupar che, si ricorda, era già stato messo sotto osservazione nel 1992!

7 - 2006: Finalmente, nel marzo 2006 l’AIFA comunica il “…divieto di vendita con ritiro dal mercato di Morupar…”.
Al fine di mascherare le reali motivazioni che hanno portato al ritiro del prodotto e quindi le proprie gravissime responsabilità per l’innegabile negligenza dimostrata in 14 anni oltre che per prevenire la proliferazione delle cause di indennizzo e di risarcimento danni, l’AIFA giustifica tale provvedimento con “…una maggior frequenza di segnalazioni di reazioni allergiche con Morupar rispetto ad altri prodotti analoghi utilizzati in Italia.”. L’inconsistenza di tale motivazione appare palese a chiunque sia dotato di sufficiente raziocinio; se il vaccino non fosse stato riconosciuto palesemente più dannoso della norma non sarebbe stato certo ritirato (come accade tuttora per altri vaccini) col rischio di subire una causa da parte della casa farmaceutica!

8 - 2010: Il 24 ottobre, come riportato dal Sunday Times, le autorità sanitarie inglesi sono costrette ad annunciare che il vaccino MMR avrebbe provocato il decesso di 40 bambini ed oltre 2.100 gravi danni tra i quali: due gravi danni cerebrali; 1.500 danni neurologici tra i quali 11 encefaliti e 13 casi di epilessia e coma. In realtà, tali dati corrisponderebbero solo al 10% dei casi.

Considerato che ogni anno in Italia nascono circa 550.000 bambini e che circa il 95% di questi viene vaccinato, ciò significa che in 14 anni circa 7 milioni di bambini (più i richiami) sono stati vaccinati con un prodotto che avrebbe potuto (e dovuto) essere bloccato sin dal 1992 !

vedi anche:

The Cochrane Library : Vaccines for measles, mumps and rubella in children
http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1002/14651858.CD004407.pub3/abstract
 
CRONISTORIA:  https://autismovaccini.org/2012/06/02/vaccino-mpr-la-storia-non-si-cancella/ 

Italia: Cominciano ad arrivare le proteste dei genitori che non riescono a reperire i vaccini singoli contro morbillo, parotite o rosolia. Ossia: sono disponibili solo vaccini combinati trivalenti con tutti e tre gli antigeni insieme. Non è più possibile scegliere di vaccinarsi contro una soltanto di queste malattie.
E' infatti stato confermato che ormai da parecchi mesi non sono più in produzione vaccini come il Morbilvax o il Rouvax per il morbillo, oppure come Gunevax per la rosolia, eccetera.
Le ditte farmaceutiche hanno ritenuto che non ci fosse sufficiente mercato per questi prodotti, tale da consentire un utile e un profitto adeguati.
Così i genitori vengono di fatto privati della scelta: o tutto o niente....Big Pharma ringrazia...

Infanrix HepB.: vaccino combinato antidifterico, antitetanico, antipertossico acellulare e antiepatite B
Composizione. Principi attivi: sostanze non infettive provenienti da batteri della difterite (non meno di 30 UI) e del tetano (non meno di 40 UI), tre proteine purificate provenienti dai batteri della pertosse (PT (25 µg), FHA (25 µg) e pertactina (8 µg)) e la proteina di superficie (HbsAg - 10 µg) del virus dell'epatite B.
Infanrix HepB contiene come eccipienti: alluminio idrossido, alluminio fosfato, formaledeide, 2-fenossietanolo (NdR: potenzialmente può agire anche sul sistema riproduttivo), polisorbato 20 e 80 (aditivo alimentare), sodio cloruro e acqua per preparazioni iniettabili.

La Sanofi Pasteur''s (Sanofi-Aventis) ha aggiornato il bugiardino del vaccino DTaP, e nell''elenco delle reazioni avverse si legge esattamente: …SIDS, anaphylactic reaction, autism, convulsion/grand mal convulsion, encephalopathy, hypotonia, neuropathy (NdR: e' una specie di Poliomielite), …ecc., ecc. + vedi i danni di questo vaccino

Vaccini obbligatori o no, tutti quanti sono da sempre sbandierati come utili e sicuri anche e non solo dal Ministero della salute, ma esiste una sentenza ben precisa (ignorata da tutti…) che mostra come tali distinzioni fra vaccini obbligatori e non, NON possono sussistere - vedi: Sentenza Corte Costituzionale
Le famiglie dei danneggiati da vaccino dal canto loro sottolineano “lo stato di abbandono in cui sono  state lasciate dalle cosiddette “istituzioni che dovrebbero tutelare”, infatti “tutelano” ma solo i fatturati di Big Pharma….". + Corruzione per i Vaccini

FUOCO di sant'ANTONIO = INFIAMMAZIONE Intestinale
La gastroenterite (malattie gastrointestinali) è una forte infiammazione intestinale ed è responsabile, dopo la puberta', di milioni di casi di diarrea o stitichezza o stipsi e molto altro ancora, ad esempio epatiti.

In Italia ogni anno 450.000 bambini (ne nascono 500.000 all'anno, nel 2016 = 480.000) vengono ammalati dai vaccini di queste malattie infiammatorie, che in eta' adulta possono, se non eliminate con la medicina naturale, ma mantenute latenti nell'organismo con i farmaci che medici impreparati propinano ai pazienti, riesplodere anche e non solo, nel fuoco di sant'Antonio, infatti in questo  "fuoco", si trovano gli stessi virus, come conseguenza, NON come causa, di quello del vaccino della varicella, ecc. !, cio' significa che nei vaccinati la cosa e' molto piu' frequente.

Quando la termica viscerale, scatenata dalle disbiosi, generate dai vaccini, farmaci, alimenti inadatti,  cioe' quella dell'apparato grastrointestinale, per le indotte alterazioni di pH digestivo, flora batterica, sistema enzimatico, aumenta anche di poco, - vedi:
Dottrina Termica - nasce l'infiammazione, ed essa DEVE essere eliminata dall'organismo ed il "fuoco di sant'antonio" e' una delle varie modalita' che la Natura ha inventato per eliminarla, facendola fuori uscire dalla pelle....naturalmente questo fuoco = infiammazione, crea dolore intenso nella fase di uscita.
Alle volte nella fase di eliminazione l'infiammazione invade dei centri nervosi sottocutanei e quindi produce dolori intensi e continui all'addome che in alcuni casi possono arrivare anche alle braccia.
Solitamente colpisce piu' facilmente chi ha contratto in precedenza la varicella e/o chi e' stato vaccinato anche per la varicella e e/o e' frutto di un intenso e continuo stress emotivo; questa infiammazione-infezione esordisce con dolore intenso, debolezza fisica, poi passa in certi soggetti a prurito ed intorpidimento, seguito da un'eruzione di vescicole su base eritematosa che si sviluppano lungo tutto il decorso della malattia.
Che cosa e' questa FORTE infiammazione (che i medici impreparati/allopati chiamano impropriamente Fuoco di s. Antonio) che infiamma Intestino, mesenterio, peritoneo, nervi relativi e viciniori e che si manifesta con forti dolori all'addome, di cui non si comprende l'origine e che inizia la parte virulenta con esantemi cutanei dolorosi, e quali ne sono le cause, che nei bambini quando e' in forma lieve, e' chiamato spesso rosolia, morbillo, meningite, epatite, orecchioni, ecc., ed alle volte si trasforma in vescicole per cui viene chiamato varicella o lieve/leggero vaiolo !

Quindi questo "fuoco" e' BENEFICO e va aiutato ad uscire con le varie tecniche della medicina naturale, che i medici impreparati della medicina allopatica NON conoscono, infatti tendono a bloccare l'infiammazione con dei farmaci che mantengono dentro l'infiammazione; cio' generera' nel tempo altri e piu' gravi danni, perche' l'infiammazione puo' spostarsi altrove e generare altri guai.
Coloro che vivono con il malato, e che lo toccano, magari solo per errore, nelle parti interessate, devono stare attenti a lavarsi bene le mani, per non assumere per via cutanea i liquidi tossici che il malato sta eliminando e che  
sono contenuti nelle vescicole in fase umida (primi giorni di malattia) e quindi occorre stare attenti per non venire a contatto con le lesioni, tenendo presente comunque che non tutti coloro che vengono a contatto con sostanze tossico-inquinanti o con batteri o virus eterologhi=estranei, si ammalano, perche' tutto dipende dalla qualita' immunitaria del loro terreno psico-biofisiologico, e quindi dalla matrice.
In genere questo tipo di infiammazione e relativa eliminazione, arriva una volta sola nella vita, se eliminata con la medicina naturale.

Per eliminare l'infiammazione si inizia con il cambiare alimentazione che DEVE necessariamente essere assolutamente CRUDISTA (vegetali, meglio verdure, insalate, crude ecc., e poca o niente frutta se non come centrifugati, oppure digiuno e centrifugati di verdura e frutta crude) + aglio  (compresse mattina e sera) + Equilibratore Ionico + clisteri giornalieri + cataplasmi freddi sul ventre giorno e notte (voce cataplasmi) + riposo a letto, magari con frizioni fredde ogni ora, senza passare sulla parte irritata, sulla quale puo' essere messo del bianco di uovo sbattuto (che si solidifica per l'alta temperatura) per piu' volte, oppure il cataplasma di argilla o fango freddo anche sulle parti ove compaiono le macchie.
Alle volte puo' comparire uno stato febbrile, buon segno perche vuol dire che state eliminando tutta la infiammazione.

Sindrome infiammatoria chiamata "Asia" scatenata dai vaccini !
ASIA_Sindrome infiammatoria-dai-vaccini-Riassunto.pdf
Tratto da:  http://www.assis.it/wp-content/uploads/2014/12/ASIARiassunto.pdf
... ed e' noto che... le infiammazioni sono foriere di qualsiasi tipo di sintomi, che i medici impreparati allopati chiamano erroneamente "malattie"....
e se questa infiammazione raggiunge le meningi, si chiama meningite, se raggiunge la pelle, si chiama morbillo, e se raggiunge il cervello ed i neuroni si chiama autismo oppure SIDS...ecc. a seconda di dove va l'infiammazione la cosiddetta "malattia" cambia nome, ma e' sempre la stessa...i vari nomi servono per spaventare i popoli che ignorano i fatti, per farli vaccinare !

Per chi è a favore delle vaccinazioni, si consiglia questo bel scritto, questa lettera concisa e convincente scritta dal medico neurologo dott. Russell Blaylock di fama mondiale, saprà smantellare tutti gli argomenti utilizzati a sostegno di questa disumana pratica barbarica. -  Dicembre 2009
Ho avuto il privilegio di incontrare il dottor Blaylock nel corso di una conferenza pochi anni fa.
Lui è molto intelligente, un pensiero chiaro, logico medico che non ha paura degli effetti negativi sulla sua carriera nell’affermare la verità sulle atrocità delle vaccinazioni. Ascoltare un medico come il dottor Blaylock che non ha alcun interesse finanziario o di altro tipo su questo argomento, solo per parlare della verità per amore dell’obbiettività è infinitamente più prezioso che ascoltare medici e altri "esperti" che lo fanno per interesse.
By Sarah, TheHealthyHomeEconomist.com

VACCINI: PERTOSSE, con quello  ACELLULARE (DTPa) si DIFFONDE l’INFEZIONE – Nov 2013
Still contagious. The current whooping cough vaccine may allow people to spread the disease even if they don't get sick, a new animal study suggests (…) “There's a difference between protecting individuals from illness and bringing down the incidence of pertussis in the population,” Merkel says. “To do both we may need a different vaccine.”
TRADUZIONE
Ancora contagiosa. Un nuovo studio sugli animali suggerisce che l’attuale vaccino contro la pertosse può permettere alle persone di diffondere la malattia, anche se non si ammalano (…) "C'è differenza tra proteggere gli individui dalla malattia e abbattere l'incidenza della pertosse nella popolazione", dice Merkel "Per fare entrambe le cose potremmo aver bisogno di un vaccino diverso."

FONTE: Science 25 Novembre, 2013
http://news.sciencemag.org/health/2013/11/whooping-cough-vaccine-does-not-stop-spread-disease-lab-animals

Tod J. Merkel ricercatore presso l'Ufficio ricerca vaccini e revisioni della FDA, è l' autore principale di uno studio condotto dalla stessa FDA e pubblicato in PNAS dal titolo: “Acellular pertussis vaccines protect against disease but fail to prevent infection and transmission in a nonhuman primate model” http://www.pnas.org/content/111/2/787.full.pdf )
Lo studio ha evidenziato come i babbuini vaccinati fossero protetti da sintomi severi associati alla pertosse ma non dalla colonizzazione del batterio, non si liberassero dell’infezione prima degli animali “naive” (ndt: non da esperimento), e trasmettessero facilmente la Bordetella pertussis ai loro contatti non vaccinati.
I ricercatori hanno argomentato che questo era dovuto alle differenze tra l’ immunità conferita dalla infezione contratta naturalmente e quella conferita dal vaccino. L’infezione naturale conferisce una robusta immunità cellulo-mediata (cioè mediata da cellule: i linfociti) che la vaccinazione in realtà previene favorendo l’immunità umorale (cioè mediata da anticorpi), che significa che il vaccino stimola la produzione di anticorpi ma non la memoria di cui le cellule hanno bisogno per una immunità robusta e di lunga durata.
“When you’re newly vaccinated you are an asymptomatic carrier, which is good for you, but not for the population” ovvero “quando sei stato da poco vaccinato, sei un portatore asintomatico, cosa che va bene per te ma non per il resto della popolazione” - By Tod J. Merkel
http://www.nytimes.com/2013/11/26/health/study-finds-vaccinated-baboons-can-still-carry-whooping-cough.html?_r=0

Commento NdR: Questo è esattamente l’opposto di quanto viene solitamente detto ai genitori riguardo la necessità di vaccinarsi, perché il “gregge” ha bisogno di essere vaccinato per proteggere coloro che non possono essere vaccinati (neonati, immunodepressi, ecc.)
Infatti la BALLA spaziale dell’effetto gregge (protezione del gregge = le pecore) NON esiste !

SENSAZIONALE
Dal primo aprile 2016 si registra il tutto esaurito per la visione di Vaxxed all'Angelika Film Center di New York
Nel FILM si INTERVISTANO SCIENZIATI, RICERCATORI, FAMIGLIE di BAMBINI COLPITI da AUTISMO. 

E' la STORIA della Piu' GRANDE FRODE SCIENTIFICA che ha COLPITO MILIONI di PERSONE, il CDC USA, l'AGENZIA CHE DOVREBBE PROTEGGERE la SALUTE PUBBLICA ACCUSATA do CRIMINI CONTRO l'UMANITA' per AVER NASCOSTO e DISTRUTTO PROVE che DIMOSTRANO la CORRELAZIONE DIRETTA VACCINO TRIVALENTE ed AUTISMO. 


 
Un'altro studio recente della FDA, afferma che negli US:
"Ci sono stati 48.000 casi denunciati lo scorso anno 2014, nonostante gli alti tassi di vaccinazione", ha detto Anthony Fauci, MD, direttore del National Institute of Allergy e Malattie infettive del NIH. "Questa rinascita suggerisce la necessità di ricerche sulle cause che stanno dietro l'aumento di infezioni e modi più efficaci per prevenire la diffusione della malattia."
"
Questa ricerca suggerisce che, anche se gli individui immunizzati con un vaccino acellulare possono essere protetti dalle malattie, essi possono ancora essere infettati con i batteri e sono in grado di diffondere l'infezione ad altri, inclusi i bambini piccoli che sono suscettibili di malattia pertosse".
In parole povere: i vaccinati NON sono protetti dal vaccino e possono anche infettare altri soggetti.....
Tratto da: http://www.fda.gov/NewsEvents/Newsroom/PressAnnouncements/ucm376937.htm
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20200027

Il passaggio a un vaccino per la pertosse creato artificialmente, in laboratorio, con le tecniche di ingegneria genetica, è responsabile dell’aumento dei casi di mortalità verificatisi per la malattia negli Stati Uniti.
E’ quanto suggerisce e dimostra un nuovo studio a firma della Monash University, la più grande Università australiana, con campus localizzati in Malesia, Sud Africa, India e Italia.
I risultati sottolineano la necessità di condurre una ricerca simile in Australia e nel Regno Unito, sotto la supervisione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, dove i casi di pertosse sono entrati in una pericolosa spirale verso l’alto negli ultimi dieci anni, come afferma il Dr. Manoj Gambhir, Professore Associato presso la sede australiana della Monash University.


vedi: Pertosse e Cure naturali + Pertosse +  Pertosse 2 + Polio e Vaccini + Come nasce l'Unica malattia del Vivente + I germi non solo causa di malattia + Effetto Gregge Pertosse 2 + Trivalente - 2 +  Interrogazione Parlamentare + Morti per vaccino + Penta Vaccini, i loro pericoli + Meccanismo dei danni dei vaccini

UK (Gran Bretagna)
Negli anni 1950 (mese di aprile), l'Associazione Medicale Britannica, ha sospeso e proibito il vaccino per la difteritepertosse a seguito di numerosi casi di poliomielite (paralisi infantile) constatati sui bambini vaccinati da quel vaccino.
Tratto da: I ciarlatani della medicina, a pag. 170.


VACCINI: PERTOSSE, con quello  ACELLULARE (DTPa) si DIFFONDE l’INFEZIONE – Nov 2013
Still contagious. The current whooping cough vaccine may allow people to spread the disease even if they don't get sick, a new animal study suggests (…) “There's a difference between protecting individuals from illness and bringing down the incidence of pertussis in the population,” Merkel says. “To do both we may need a different vaccine.”
TRADUZIONE
Ancora contagiosa. Un nuovo studio sugli animali suggerisce che l’attuale vaccino contro la pertosse può permettere alle persone di diffondere la malattia, anche se non si ammalano (…) "C'è differenza tra proteggere gli individui dalla malattia e abbattere l'incidenza della pertosse nella popolazione", dice Merkel "Per fare entrambe le cose potremmo aver bisogno di un vaccino diverso."

FONTE: Science 25 Novembre, 2013
http://news.sciencemag.org/health/2013/11/whooping-cough-vaccine-does-not-stop-spread-disease-lab-animals

Tod J. Merkel ricercatore presso l'Ufficio ricerca vaccini e revisioni della FDA, è l' autore principale di uno studio condotto dalla stessa FDA e pubblicato in PNAS dal titolo: “Acellular pertussis vaccines protect against disease but fail to prevent infection and transmission in a nonhuman primate model” http://www.pnas.org/content/111/2/787.full.pdf )
Lo studio ha evidenziato come i babbuini vaccinati fossero protetti da sintomi severi associati alla pertosse ma non dalla colonizzazione del batterio, non si liberassero dell’infezione prima degli animali “naive” (ndt: non da esperimento), e trasmettessero facilmente la Bordetella pertussis ai loro contatti non vaccinati.
I ricercatori hanno argomentato che questo era dovuto alle differenze tra l’ immunità conferita dalla infezione contratta naturalmente e quella conferita dal vaccino. L’infezione naturale conferisce una robusta immunità cellulo-mediata (cioè mediata da cellule: i linfociti) che la vaccinazione in realtà previene favorendo l’immunità umorale (cioè mediata da anticorpi), che significa che il vaccino stimola la produzione di anticorpi ma non la memoria di cui le cellule hanno bisogno per una immunità robusta e di lunga durata.
“When you’re newly vaccinated you are an asymptomatic carrier, which is good for you, but not for the population” ovvero “quando sei stato da poco vaccinato, sei un portatore asintomatico, cosa che va bene per te ma non per il resto della popolazione” - By Tod J. Merkel
http://www.nytimes.com/2013/11/26/health/study-finds-vaccinated-baboons-can-still-carry-whooping-cough.html?_r=0

Commento NdR: Questo è esattamente l’opposto di quanto viene solitamente detto ai genitori riguardo la necessità di vaccinarsi, perché il “gregge” ha bisogno di essere vaccinato per proteggere coloro che non possono essere vaccinati (neonati, immunodepressi, ecc.)
Infatti la BALLA spaziale dell’effetto gregge (protezione del gregge = le pecore) NON esiste !

Quindi secondo le fonti ufficiali i soggetti, bambini, ragazzi, adulti, vaccinati con il vaccino per la Pertosse, Varicella o con il Morbillo, ecc., possono facilmente "infettare" gli altri,... purtroppo questa possibilita' e' valida anche per tutti gli altri soggetti vaccinati di QUALSIASI VACCINO  !

Nel 2014, un innovativo studio pubblicato sulla rivista Clinical Infectious Diseases
, tra gli autori del quale ci sono scienziati che lavorano per Bureau of Immunization, New York City Department of Health and Mental Hygiene e National Center for Immunization and Respiratory Diseases, Centers for Disease Control and Prevention (CDC),  ha preso in esame le prove che, nel  focolaio di morbillo scoppiato a New York nel 2011, sia gli  individui precedentemente vaccinati che quelli con "immunità" da vaccino, erano in grado di essere infettati con il morbillo e di infettare altri (trasmissione secondaria).
Questa scoperta ha suscitato anche l’attenzione dei media, come l’articolo apparso su Sciencemag.org nell’aprile 2014 intitolato:
“Per la prima volta una epidemia di morbillo è stata ricondotta ad un individuo completamente vaccinato“.
Questo studio rivoluzionario intitolato “Epidemia di morbillo tra persone "immunizzate" (vaccinate) in precedenza, New York City,  2011”, ha riconosciuto che, “il morbillo può manifestarsi anche in individui vaccinati, ma non è stata documentata la trasmissione secondaria da tali individui”.
Al fine di scoprire se individui completamente vaccinati per il morbillo siano capaci di essere infettati e di trasmettere l’infezione ad altri, gli studiosi hanno preso in esame i casi sospetti ed i contatti esposti durante l‘epidemia di morbillo del 2011 a New York. Si concentrarono su un paziente che aveva ricevuto due dosi di vaccino per il morbillo e fu scoperto che,
”su 88 contatti, quattro casi secondari avevano ricevuto due dosi di vaccino anti- morbillo o avevano una precedente positività di anticorpi IgG per il morbillo . Tutti i casi sono stati confermati in laboratorio, i sintomi clinici erano coerenti con il morbillo e presentavano un’alta presenza di anticorpi IgG caratteristica di una risposta immunitaria secondaria.”

La loro importante conclusione fu la seguente:
 ”Questa è la prima segnalazione di trasmissione del morbillo da un individuo vaccinato due volte. La manifestazione clinica e i dati di laboratorio erano tipici del morbillo in un individuo mai esposto al virus.
Casi secondari avevano risposte anticorpali anamnestiche robuste. Nessun caso terziario si è verificato nonostante i numerosi contatti. Questo focolaio sottolinea la necessità di una approfondita indagine epidemiologica e di laboratorio dei casi sospetti di morbillo a prescindere dallo status vaccinale“.
Ovviamente questo fenomeno: individuo completamente vaccinato che infetta altri individui completamente vaccinati, è stato ignorato dalle agenzie sanitarie e dai media.
Questi dati confermano la possibilità che, durante il focolaio di morbillo verificatosi a Disney, soggetti precedentemente vaccinati (chiunque facente parte del 18% che si sa essersi infettato-ammalato) possono essere stati infettati o anche aver contratto il morbillo dal vaccino e aver trasmesso il morbillo sia ai vaccinati che ai non vaccinati.
Fonte: http://www.greenmedinfo.com/blog/measles-transmitted-vaccinated-gov-researchers-confirm - a mezzo: comilva.org

Ecco altra bibliografia che dimostra questi fatti:
- http://www.hopkinsmedicine.org/kimmel_cancer_center/patient_information/Patient%20Guide%20Final.pdf
- http://www.stjude.org/stjude/v/index.jsp?vgnextoid=20206f9523e70110VgnVCM1000001e0215acRCRD
- Outbreak of Measles Among Persons With Prior Evidence of Immunity, New York City, 2011
http://cid.oxfordjournals.org/content/early/2014/02/27/cid.ciu105
- Detection of Measles Virus RNA in Urine Specimens from Vaccine Recipients 

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/7494055
- Comparison of the Safety, Vaccine Virus Shedding and Immunogenicity of Influenza Virus Vaccine, Trivalent, Types A and B, Live Cold-Adapted, Administered to Human Immunodeficiency Virus (HIV)-Infected and Non-HIV Infected Adults 
http://jid.oxfordjournals.org/content/181/2/725.full
- Sibling Transmission of Vaccine-Derived Rotavirus (RotaTeq) Associated with Rotavirus Gastroenteritis 
http://pediatrics.aappublications.org/content/125/2/e438

- Polio vaccination may continue after wild virus fades 
http://www.cidrap.umn.edu/news-perspective/2008/10/polio-vaccination-may-continue-after-wild-virus-fades
- Engineering attenuated virus vaccines by controlling replication fidelity 
http://www.nature.com/nm/journal/v14/n2/abs/nm1726.html
- CASE of VACCINE-ASSOCIATED MEASLES FIVE WEEKS POST-IMMUNISATION, BRITISH COLUMBIA, CANADA, October 2013 

http://www.eurosurveillance.org/ViewArticle.aspx?ArticleId=20649
- The Safety Profile of Varicella Vaccine: A 10-Year Review

http://jid.oxfordjournals.org/content/197/Supplement_2/S165.full
- Comparison of Shedding Characteristics of Seasonal Influenza Virus (Sub)Types and Influenza A(H1N1)pdm09; Germany, 2007 - 2011 
http://journals.plos.org/plosone/article?id=10.1371/journal.pone.0051653
- Epigenetics of Host-Pathogen Interactions: The Road Ahead and the Road Behind 

http://journals.plos.org/plospathogens/article?id=10.1371/journal.ppat.1003007
- Animal Models for Influenza Virus Pathogenesis and Transmission
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3063653/
- Acellular pertussis vaccines protect against disease but fail to prevent infection and transmission in a nonhuman primate mode 

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24277828
- Study Finds Parents Can Pass Whooping Cough to Babies
http://www.nytimes.com/2007/04/03/health/03coug.html?_r=0

- Immunized People Getting Whooping Cough
 http://www.kpbs.org/news/2014/jun/12/immunized-people-getting-whooping-cough/
 


L'ente federale FDA, l'analogo della nostra commissione del farmaco, ammette in un suo documento:

http://www.fda.gov/downloads/biologicsbloodvaccines/vaccines/approvedproducts/ucm101580.pdf
che i vaccini DPT (difterite tetano pertosse) possono avere effetti tremendi, causare la MORTE IMPROVVISA (SIDS sudden infant death syndrome) e l'AUTISMO, ma anche trombocitopenia, reazioni anafilattiche, convulsioni, encefalopatia, neuropatia, sonnolenza, (vedi pagina 11, terzo capoverso, sotto la voce adverse events reported post approval use, ovvero reazioni avverse registrate dopo l'approvazione del vaccino).
Altre possibili reazioni avverse sono: febbri oltre 40,5 gradi, causare pianti persistenti per più di 3 ore (vedi a pagina 5 la lista delle avvertenze elencata nel sito sopra elencato, sotto la parola WARNINGS oppure nel PDF della FDA).

ITALY:
Vaccinazioni per il morbillo, parotite, rosolia e varicella: segnalazioni di reazioni avverse per l’anno 2012
Le segnalazioni ricevute nel 2012 per le vaccinazioni per il morbillo, parotite, rosolia e varicella riguardano essenzialmente i vaccini trivalenti MPR Priorix:
Nel 2004 il vaccino trivalente MPR
Priorix fu ritirato dal commercio italiano perchè causava crisi convulsivi gravi e patologie cerebrali demielinizzanti. Nel 2006 venne ritirato dal commercio il vaccino trivalente Morupar nonostante si sapesse già dal 2004 che causava reazioni avverse doppie rispetto al Priorix.
- e M-M-R-VaxPro da soli o in co-somministrazione con i due vaccini contro la varicella Varivax e Varilrix, e il tetravalente MPRV Priorix Tetra.

Il 17 aprile 2013 u.s. è uscita una nota dell’AIFA di Aggiornamento sul rischio di febbre e convulsioni febbrili dopo somministrazione della prima dose di vaccino tetravalente morbillo, parotite, rosolia e varicella.
Anche da questo ultimo documento emerge come, malgrado i tanti buoni propositi scritti sulla carta, i nostri bambini sono di fatto oggetto di sperimentazione attiva

UK, Londra - 40 bambini uccisi dal vaccino MMR, la realtà potrebbe essere 10 volte più grave - 3 marzo 2012
Quaranta bambini sono morti dopo una vaccinazione di routine con MMR  (Morbillo, Parotite e Rosolia) e 2.100 in più hanno subito una reazione post-vaccinale grave, le autorità sanitarie del Regno Unito sono state costrette a divulgare questa notizia in settimana - e queste cifre sono solo la punta dell'iceberg.
Due dei bambini vaccinati hanno subito danni al cervello irreversibili, e altri 1500 bambini soffrono di problemi neurologici, tra cui 11 casi di encefalite e 13 casi di epilessia e coma. Nel complesso, ci sono stati più di 2.100 reazioni avverse al vaccino per l’infanzia nel Regno Unito negli ultimi sette anni. 
La sanità inglese il Healthcare Products Regulatory Authority (MHRA), è stata costretta a rivelare questi dati in seguito ad una richiesta di un giornalista che ha fatto appello alla legislazione per la libertà di informazione.
In realtà la situazione è probabilmente molto peggiore. 
I casi MHRA sono solo quelli che i medici hanno riferito; dunque se i medici non credono che il vaccino sia la causa di simili patologie non lo segnaleranno.
Si sospetta che solo il 10% di tutte le morti e le reazioni gravi da vaccino vengano realmente segnalate; se è così, questo significa che almeno  400 bambini siano morti a causa di un vaccino e 21.000 hanno sofferto di una reazione avversa post-vaccinale, nel solo Regno Unito.
In realtà, la situazione potrebbe essere molto peggiore in paesi come Stati Uniti, Italia e Francia, dove la vaccinazione per l'infanzia è tutt’ora obbligatoria.
Il mese scorso, il governo britannico è stato costretto da un tribunale a pagare i danni ad una madre il cui figlio ha subito gravi danni cerebrali, dopo una vaccinazione MMR. Altri 500 casi simili sono attualmente in esame presso i tribunali del Regno Unito.
Queste cifre rappresentano una grave battuta d'arresto nei rapporti tra medici e genitori.
Molti genitori hanno sempre accettato le rassicurazioni dei medici e delle autorità sanitarie che dichiarano che i vaccini sono sicuri, e che stanno facendo il loro meglio per i bambini e la comunità.
Ora invece, se le cose vanno male, i genitori potrebbero essere meno propensi a credere alle parole dei medici, che negano che il vaccino possa essere messo in causa.
Il numero più elevato di segnalazioni riguarda il tetravalente MPRV (Priorix tetra); le reazioni segnalate con maggiore frequenza dopo la febbre iperpiressia (93), piressia (90) e le eruzioni cutanee (45) sono state le convulsioni febbrili (28). 
I dati nazionali hanno confermato il trend già osservato in precedenza di una maggiore frequenza di convulsioni febbrili in particolare dopo la prima dose.
Questa eventualità è stata considerata in una circolare emanata ad ottobre 2012 dal Ministero della Salute con la quale venivano fornite indicazioni in particolare sulla vaccinazione antivaricella. 
Inoltre nel 2012 si sono resi disponibili i risultati di uno studio di sorveglianza post-marketing promosso dalla ditta produttrice del vaccino che ha evidenziato un aumento del rischio di febbre e convulsioni febbrili da 5 a 12 giorni dopo la prima dose di Priorix Tetra in confronto alla somministrazione concomitante di vaccino MMR (morbillo – parotite – rosolia) e varicella.
Tali dati hanno portato successivamente alla modifica della scheda tecnica e alla pubblicazione di un aggiornamento sull’argomento da parte dell’AIFA entrambi effettuati nel 2013.
Tra le segnalazioni di reazioni gravi segnalate dopo somministrazione di Priorix è incluso un caso di shock anafilattico, con esito di completa risoluzione, insorto in un ragazzo di 17 anni vaccinato contemporaneamente per il meningococco.

Seguono per numerosità le segnalazioni di reazioni avverse a MMRVaxPro (vaccino MPR) con una più alta percentuale di casi gravi sia rispetto all’anno precedente sia rispetto agli altri vaccini MPR.
In due segnalazioni, già state descritte nelle pagine precedenti, è stato riportato l’esito fatale in bambini con condizioni patologiche. 
Da evidenziare un caso di anemia emolitica Coombs negativa, insorta in una ragazzina di 13 anni pochi giorni dopo essere stata vaccinata contemporaneamente contro il meningococco, tetano e difterite (Diftavax).
Per la persistenza dell’anemia, anche dopo ripetute trasfusioni, non-responsiva al trattamento con alte dosi steroidi, la paziente fu trasferita in ematologia. In questo caso si tratta di un quadro clinico complicato dalla comparsa a distanza di circa un mese dalla vaccinazione di lesioni infiltrative alla schiena diagnosticate alla biopsia come Sindrome di Sweet con associata ipertensione arteriosa e dalla comparsa dopo un altro paio di mesi di dolori al rachide che impedivano la deambulazione; furono quindi riscontrate numerose microfratture vertebrali da D10 ad L5.
L’ultimo aggiornamento a distanza di sei mesi dalla vaccinazione riferiva l’esecuzione di controlli regolari ma senza ancora la risoluzione del quadro clinico.
Rispetto all’anno precedente risultano aumentati i casi di orticaria 21 vs 9 dopo somministrazione di questo vaccino, si tratta comunque di una reazione nota già presente nella scheda tecnica.
E’ stato riportato anche un caso di morbillo insorto, in una bambina di sei anni, nove mesi dopo la seconda dose di vaccino.
La maggior parte delle reazioni osservate dopo somministrazione di vaccini MPR e MPRV afferisce a tre SOC (System Organ Class) principali sia pure con una differente distribuzione percentuale: patologie sistemiche e condizioni relative alla via di somministrazione, patologie della cute e del tessuto sottocutaneo, e patologie del sistema nervoso. (Tratto in parte da Xagena2013)
Fonte: AIFA, 2013

TROVATO il meccanismo di azione delle tossine dei VACCINI anche sul cervello  !
ANSA, Roma, 22 Mar. 2009 - Esiste un passaggio segreto che permette alle cellule immunitarie di penetrare nel cervello e di aprire la strada ad una seconda ondata di cellule pericolose, capaci di scatenare malattie autoimmunitarie, come la sclerosi multipla, nelle quali il sistema immunitario aggredisce l’organismo al quale appartiene.
La scoperta della nuova porta, pubblicata sulla rivista Nature Immunology, potrebbe portare in futuro a nuove armi per contro la sclerosi multipla, "ma non solo: lo stesso meccanismo potrebbe essere coinvolto in altre malattie autoimmuni", osserva la coordinatrice della ricerca, l’italiana Federica Sallusto, dell’Istituto svizzero per la Ricerca in Biomedicina (Irb) di Bellinzona, diretto da Antonio Lanzavecchia.
Oltre che con Lanzavecchia, il lavoro e' stato condotto in collaborazione con Andrea Reboldi, dell’Irb, e da Antonio Uccelli, dell’università di Genova. Il passaggio segreto che permette di entrare nel cervello alle cellule apripista e' il plesso coroideo, una vera e propria matassa di vasi sanguigni nella quale viene prodotto il liquido spinale. e' una via d’ingresso alternativa a quella che da tempo e' considerata il «portone principale», ossia la barriera emato-encefalica.
Che ci fosse un’altra entrata era noto, spiegano i ricercatori, ma questa era considerata una sorta di "porta di servizio", di importanza secondaria. Adesso, osserva Lanzavecchia, "conosciamo la funzione di questa porta segreta e si può pensare a future strategie terapeutiche in grado di bloccare questo ingresso".

Altro meccanismo di azione delle tossine vaccinali di qualsiasi vaccino, anche nel cervello:
I Macrofagi molte volte trasportano le sostanze vaccinali nel cervello ed in tutti i tessuti del corpo, ecco una descrizione del  meccanismo:
L'alluminio (od altri metalloidi tossici, ad esempio il Thiomersal) contenuto in vari Vaccini esempio: influenza, esavalente  comprese, viene trasportato nel cervello dai macrofagi .... e cio' spiega il meccanismo della cosiddetta SIDS o morte nella culla, che nei fatti e' una danno vaccinale e non una nuova malattia !
Ecco spiegato il meccanismo biologico ed il diagramma del tragico evento....
Il meccanismo viene ben spiegato qui:  ciò che in realtà accade è che un tipo di globuli bianchi chiamati a macrofagi (MF) ingerisce (processo è chiamato "fagocitosi") gli AANs prima che si sciolgano. (
Aluminum Adjuvant Nanoparticles = AANs)
L'ingestione di corpi estranei è un comportamento normale per MF.
La loro funzione principale è la fagocitosi cioè la capacità di inglobare nel loro citoplasma particelle estranee, anche nanoparticelle, compresi i microrganismi (batteri e funghi estranei), e di distruggerle. Inoltre, fatto importante da tenere in considerazione in  questi casi, secernono citochine ad attività proinfiammatoria e presentano l'antigene ai linfociti T-CD4.
Quando MFs rilevano batteri o altri agenti patogeni, i loro campi magnetici li invitano ad ingerire gli agenti patogeni, e distruggerli con gli enzimi. I MFs sanno assieme ad altre cellule del sistema immunitario circa il patogeno introdotto e come rilevarlo. MFs ingeriscono anche molti tipi di nanoparticelle.
Il problema è che AANs non sono digeriti dagli enzimi MF. E gli AANs, una volta all'interno degli MF, si sciolgono lentamente.
Le AANs persistono per lungo tempo (anni) e causano nei MF a far fuoriuscire lentamente alluminio.
Gli MF che consumano gli AANs divengono altamente contaminati con l'alluminio o con altri metalli tossici e nanoparticelle ingerite, e li diffondono ovunque vanno. E vanno in tutto il corpo. MFs e non viaggiano solo nel sangue, il che spiega il motivo per cui non si trova facilmente nel sangue l'alluminio dopo la vaccinazione
, perche' e' gia stato fagocitato (ingerito) dagli MF e perche' gli MF viaggiano anche attraverso il sistema linfatico.
I campi magnetici sono in grado di "viaggiare" (informare) attraverso la barriera emato-encefalica (BBB). Gli MFS, una volta caricati con AANs, agiscono come un cavallo di Troia e trasportano le AANs nel cervello. Questo è dannoso, perché il cervello è molto sensibile all' alluminio.
Senza contare le possibili microischemie (vedi le scoperte del Dott. Andrew Moulden) che possono intervenire nella microcircolazione, soprattutto cerebrale od in altri luoghi...per il fatto che i globuli bianchi e di conseguenza i macrofagi nel loro processo di fagocitosi, (ingestione delle sostanze tossiche vaccinali) possono generare,.... inoltre i macrofagi secernono, nella loro azione quando hanno ingerito le sostanze vaccinali, altre sostante PRO-infiammazioni.... con tutte le conseguenze del caso, polio = paralisi, distrofie, meningiti, sclerosi, infiammazioni croniche, gastroenteriti croniche, ecc....fino alla morte nella culla = SIDS !!

Qui nel diagramma, viene spiegato nei particolari il tragico evento:
http://vaccinepapers.org/al-adjuvant-nanoparticles-can-travel-brain/

 

vedi: Disfunzioni dello Sviluppo  +  MMR ed autismo  +  Autismo dai vaccini +  Vaccini distruggono Neuroni  + Falsita' della medicina ufficiale  +  1000 studi sui Danni dei Vaccini  +  Malassorbimento +  Produzione dei vaccini

La maggior parte delle reazioni osservate dopo somministrazione di vaccini MPR e MPRV afferisce a tre SOC (Classi Sistemico Organiche) principali sia pure con una differente distribuzione percentuale:
1. Patologie sistemiche e condizioni relative alla via di somministrazione.
2.Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo.
3. Patologie del sistema nervoso.

E su quest’ultimo punto cadono molti tabù in quanto la Sindrome Autistica, ad oggi, è ormai considerata a tutti gli effetti come un disordine di origine neurologica contemplato nei documenti aziendali delle industrie farmaceutiche, alla voce reazioni avverse, per  le vaccinazioni proposte in età neonatale.
Molti bambini autistici hanno infatti elevati livelli di anticorpi per il morbillo. Sempre utile la titolazione degli anticorpi per il Morbillo-Parotite-Rosolia e gli auto anticorpi MBP (Proteina Basica della Mielina). E’ rilevabile la presenza inusuale di anticorpi MPR nei soggetti autistici, ed inoltre i bambini autistici positivi al MPR hanno anticorpi contro la Proteina Basica della Mielina.

Questi risultati avvalorano ulteriormente una forte associazione tra vaccinazione MMR e autoimmunità del Sistema Nervoso Centrale nell’Autismo, come evidenziato anche da uno studio pubblicato sulla rivista Annals of Clinical Psychiatry dove si suggerisce che l’Autismo è probabilmente innescato da un virus, e che il virus del morbillo (MV e / o vaccino MMR) potrebbe essere un ottimo candidato, supportando l’ipotesi che una risposta autoimmune indotta dal virus può giocare un ruolo causale nell’Autismo.

IMPORTANTE: OGNI tipo di Vaccino produce Stress ossidativo cellulare e quindi tissutale !


Questi sono i principali vaccini per le quali si effettua la vaccinazione
:

Polio + Vaiolo + Tetano  + Epatite B + Pertosse + Morbillo + Parotite + Rosolia + Meningite + HPV (Cervarix-Gardasil per Tumore all'utero) +  Varicella + Influenza


L’Immunità di gregge, è la supposta carta vincente per la difesa della vaccinazione in TV, Internet, riviste mediche e giornali, sul motivo per cui dovremmo essere vaccinati più e più volte per tutta la vita, con un numero sempre crescente di vaccini e cio' per ogni malattia.
 
Lo sbandierato a 360° "supposto successo delle vaccinazioni" è basato fondamentalmente su "teorie" che si danno per scontate, senza controllarle. Quando si entra nei particolari si evince e si dimostra invece che il tasso di incidenza e di morte di molte malattie infettive, è diminuito radicalmente nel e dal momento in cui si registrava un miglioramento delle condizioni, igienico-sanitarie, abitative, alimentari e delle procedure di isolamento,
 Pero' siccome nello stesso periodo sono stati introdotti i vaccini, la medicina ufficiale ha dato per scontato che la sola vaccinazione sia stata interamente responsabile della scomparsa di queste "malattie" e per far quadrare questa teoria fasulla, ha cambiato nome alle malattie.....QUI in queste pagine ve ne daremo la dimostrazione !

vedi:
Spariti i Vaccini quadrivalenti Meningite dai vaccini + Danni dei vaccini + DICHIARAZIONE  di PERICOLOSITA’ + Altri morti da Vaccino Pentavalente ecco i Pericoli  +  Cerebrolesa da esavalente


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Le BUGIE di DE LORENZO, BIANCO, CIRINO POMICINO e SOCI  oltre ai Politici, per far varare l'obbligo alla Vaccinazione:

VACCINI PEDIATRICI CORRUTTORI & VENDUTI (leggete QUI, e' importante) Corruzione e CORROTTI
Si inventano malattie e si alimentano epidemie per imporre nuovi mercati e fagocitare profitti stellari.
vedi: "Vaccine Nation" è un documentario che racconta l'incredibile storia di Alan Yurko e della sua famiglia.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>


VACCINO TRIVALENTE ritirato in Francia
I farmacisti francesi NON sanno che il vaccino trivalente obbligatorio DTP e' stato ritirato dal commercio...e lo hanno sostituito con l'esavalente; e gli italiani ? oggi vendono solo  l'esavalente...che contiene 2 vaccini NON obbligatori, come in Francia.
L'insostenibile leggerezza e/o l'ignoranza dei farmacisti francesi - vedi Video
http://www.dailymotion.com/video/xf8at3_le-vaccin-ou-la-coqueluche-des-phar_fun
http://www.dailymotion.com/video/xf8ci2_le-vaccin-ou-la-coqueluche-des-phar_fun
Precisazioni per i genitori francesi: vedi PDF


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Bambino autistico dopo i vaccini: la famiglia sporge denuncia - 06/02/2012
Al decimo mese di vita la bambina tremava e non riusciva più ad alzare la testa.
Gli esami hanno rivelato un ritardo psicomotorio causato dal mancato sviluppo della materia bianca nel cervello.
I medici non riuscivano a spiegare la disabilità e i genitori di Elisa hanno vissuto per anni con il senso di colpa. Credevano si trattasse di un difetto genetico, ma dopo sette anni di indagini sono riusciti a capire che alla piccola era stata somministrata per due volte la terza dose del vaccino. Alla Asl di Monza Brianza si erano dimenticati di registrare la prima vaccinazione.
video QUI: http://inchieste.repubblica.it/it/repubblica/rep-it/2012/07/30/news/il_tribunale_in_corsia-39556452/?ref=HREC1-3

Un bambino di Spilimbergo, comune della provincia di Pordenone, è diventato autistico a causa delle vaccinazioni cui è stato sottoposto tra i 3 ed i 5 mesi di vita.
Questo, perlomeno, è quanto sostengono i genitori del ragazzino ed i legali che si sono rivolti al giudice affinché venga riconosciuto il nesso di causalità tra le vaccinazioni e la malattia. Al momento, infatti, il bambino non gode dei benefici di legge in quanto non è stato riconosciuto dall'Ass 6 il legame tra i vaccini e l'insorgenza della malattia.

(NdR: le ASL e lo stato stesso, NON riconoscono mai i Danni dei Vaccini, anche perche' dovrebbero risarcire cosi tanti danneggiati che fallirebbero in 3 mesi...)
La famiglia del bambino – che ha deciso di ricorrere alle vie legale impugnando l'atto con il quale l'azienda sanitaria ha negato al figlio i benefici – ha presentato una perizia redatta da uno specialista secondo cui l'Ass 6 avrebbe dovuto essere più prudente prima di vaccinare il bambino.
Quest'ultimo, infatti, all'età di due mesi, una quindicina di giorni prima dell’appuntamento per i vaccini, aveva manifestato una dermatite atopica sul volto e sulle braccia. Secondo la perizia tale dermatite era un segno che il sistema immunitario poteva avere dei problemi. Si trattava insomma di un segnale d'allarme che avrebbe dovuto indurre i sanitari ad assumere un atteggiamento di prudenza.

Al bimbo furono somministrate l’antipolio, la Difto-Tetano-Pertosse (trivalente) ed il vaccino per l’epatite B. L’unico segnale evidente fu un aumento della dermatite. Alcuni mesi dopo, furono fatti i richiami, ma a distanza di tre giorni iniziarono i problemi: spasmi, movimenti non controllati del corpo, dondolio della testa, urla e irritabilità. Con il tempo i sintomi aumentarono finché, nel 2000 quando il bambino aveva 13 mesi gli accertamenti al Burlo di Trieste indicarono la diagnosi: autismo con crisi epilettiche.

Soltanto nel 2007 la famiglia decise di chiedere all’Ass 6 il riconoscimento dei benefici assistenziali a fronte di reazioni avverse post vaccinali, ma l’Azienda 6 ha negato i benefici, indennizzo ed esenzioni al ragazzino, che oggi ha dodici anni. Gli avvocati hanno dunque deciso di opporsi al rifiuto.
Tratto da: informasalus.it


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

VACCINO TRIVALENTE DTP UCCIDE NEONATI ! - Articolo pubblicato sul BMJ

Guardate QUI sotto nella Foto del bugiardino del vaccino Trivalente (DTP)
la casa produttrice per salvarsi dai risarcimenti ha introdotto che il vaccino puo' produrre anche e non solo l'Autismo !
 

Effetti indesiderati del vaccino Morbillo, Parotite, Rosolia 
Caratteristiche generali dei vaccini disponibili in Italia. 
In tutto il mondo si producono un gran numero di vaccini antimorbillo attenuati, provenienti per la maggior parte dal ceppo Edmonston. Il virus e' generalmente coltivato su cellule di embrione di pollo, alcuni vaccini sono invece attenuati in coltura di cellule diploidi umane.
Nel mondo si utilizzano pių di una dozzina di ceppi vaccinali parotitici (Jeryl Lynn, Urabe, Hoshino, Rubini, Leningrad-3, Zagreb, Miyahara,  NK M-46, S-12 et RIT 4385). Numerosi paesi utilizzano il ceppo Jeryl Lynn.
Il virus e' per lo piu' preparato su fibroblasti d'embrione di pollo (come nel caso dei vaccini contenenti i ceppi Jeryl Lynn e Urabe)
La maggior parte dei vaccini antirosolia utilizzati nel mondo contengono il ceppo virale RA 27/3.  
La maggioranza dei vaccini contiene delle quantita' di antibiotici (per esempio 25 mg di neomicina per dose)
Questi vaccini non contengono penicillina. Come stabilizzante, si utilizza del sorbitolo e/o della gelatina. 
vedi: Contenuto dei vaccini


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Vaccini TDAP secondo linee guida
L'Advisory Committee on Immunization Practices (ACIP) ha disposto le linee guida sulla prevenzione di pertosse, tetano e difterite durante e dopo la gravidanza e nel neonato.
I dati attualmente disponibili non dimostrano la sufficiente sicurezza del vaccino (trivalente) difto-tetanico-pertossico acellulare (TDAP) nelle donne gravide, nel feto o ai fini degli esiti della gravidanza.
Essi inoltre non indicano se gli anticorpi materni transplacentari indotti dal vaccino garantiscano una protezione precoce contro la pertosse nel neonato o interferiscano con la risposta immune del neonato ai vaccini pediatrici somministrati di routine.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Il Journal of American Physicians and Surgeons nel volume 9 numero 3 del 2004 ha pubblicato uno studio dettagliato e curato contenente considerazioni sul legame tra vaccino per il morbillo - parotite -rosolia ed autismo. 
I due autori, ricercatori e medici, Yazbak e Goldman smontano pezzo per pezzo lo studio danese di Madsen et al. pubblicato nel 2002 che rigettava l'ipotesi di correlazione e pareva voler mettere una pietra sopra alla questione.
Quello studio era diventato la bandiera dietro la quale era stata condotta la feroce battaglia al medico Andrew
Wakefield, primo a pubblicare su casi clinici che mostravano il legame tra vaccino e autismo su Lancet.
Lo studio del J. of Ph. and Sur. ora constata e dimostra errori statistici e di metodo, che invaliderebbero l'intero studio di Madsen.  
Testo integrale dello studio in: www.jpands.org/vol9no3/goldman.pdf


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Un altro dei tanti studi che dimostra gli effetti dannosi delle vaccinazioni è stato pubblicato a febbraio 2012 sul British Medical Journal:
http://adc.bmj.com/content/early/2012/02/13/archdischild-2011-300646.full
e documenta chiaramente che il vaccino DTP (difterite, tetano, pertosse) aumenta la mortalità nelle femmine soprattutto quando è somministrato in seguito al Bacillo Calmette-Guérin (o Bacillo di Calmette e Guérin, acronimo BCG) un microrganismo attenuato utilizzato come vaccino contro la tubercolosi.

Lo studio ha dimostrato anche che bambine neonate in buono stato nutrizionale, dopo aver ricevuto il vaccino DTP, presentano un tasso di mortalità maggiore rispetto alle bambine neonate in cattivo stato nutrizionale che non ricevono il vaccino.
Pertanto, il vaccino Difterite-Tetano-Pertosse (link del bugiardino) è un vaccino killer !

Gli autori hanno utilizzato varie tecniche statistiche tendenti ad oscurare i risultati. Hanno riportato tassi relativi di mortalità, ovvero una misura del rapporto tra le probabilità che si verifichi un risultato atteso rispetto a un altro non atteso.
Purtroppo non c'era modo di manipolare la verità, i risultati erano talmente evidenti che gli autori hanno dovuto concludere affermando:
"Sorprendentemente, anche se i bambini con il migliore stato nutrizionale sono stati vaccinati precocemente, la vaccinazione precoce con DTP è stata associata a un aumento della mortalità per le bambine neonate".
Le bambine neonate vaccinate muoiono con un tasso 3 volte superiore rispetto a quanto sarebbe accaduto senza il vaccino.
Lo studio sottolinea che l'introduzione precoce del vaccino DTP in Guinea-Bisseau (a sud del Senegal in Africa) "è stata associata con un aumento dell'84% della mortalità".

L'OMS ha sponsorizzato diversi gruppi per rianalizzare i dati esistenti, perchè tutti ancora segnalano che il vaccino DTP ha avuto importanti effetti benefici. Tuttavia, gli autori affermano che:
"Al contrario, abbiamo continuato a trovare gli effetti negativi del vaccino DTP nelle bambine neonate in Gambia, Senegal, Ghana, Sudan, Congo e Malawi".

Lo studio riporta alcuni punti non di poco conto che coinvolgono anche altri vaccini (tra i quali il solito contestato vaccino per il-morbillo):
problemi metodologici che hanno riguardato gli studi passati sovvenzionati dall'OMS; vaccini attenuati come il vaccino per il morbillo e il bacillo di Calmette-Guérin per la tubercolosi, non hanno specifici effetti benefici in aree con alto tasso di mortalità; precedenti studi provenienti da diversi paesi africani in via di sviluppo hanno suggerito che i vaccini inattivati, compreso il vaccino difterite-tetano-pertosse (DTP), potrebbero avere effetti negativi non specifici per la sopravvivenza delle ragazze; malgrado il buono stato nutrizionale, i bambini vaccinati con DTP vaccinati bambini (specialmente femmine) avevano una elevata mortalità (tre volte superiore) tra 2 e 6 mesi di età; lo stato nutrizionale è stato un forte predittore di mortalità tra i maschi ma non tra le femmine; c'è una contraddizione continua tra gli studi relativi al vaccino DTP nei paesi in via di sviluppo e la politica vaccinale attuale;
Per quanto riguarda lo stato nutrizionale, i neonati nutriti meglio, sono stati vaccinati precedentemente a quelli mal nutriti, ma sono deceduti ad un tasso maggiore !
Si noti che l'OMS ha utilizza ancora oggi vecchi dati raccolti nell'ambito di protocolli non dichiarati, e che lo stesso ha speso ingenti somme di denaro per vaccinare le persone piuttosto che fornire cibo adeguato, acqua e servizi igienico-sanitari.
Incredibilmente, l'OMS ha dichiarato che "la fornitura di acqua sufficientemente sicura dal punto di vista igienico-sanitario non è un compito del settore salute". E allora cosa ci sta a fare l'OMS ? .
Forse i conflitti d'interesse rivelatesi con lo scandalo H1N1 (influenza suina) hanno destabilizzato definitivamente gli equilibri interni all'OMS ?

Ciò che rammarica è che non abbiamo studi relativi ai tassi di mortalità da vaccinazione DTP somministrata nei paesi industrializzati.
Le scuse utilizzate sono duplici:
- si rifiutano di produrre studi caso-controllo con l'affermazione falsa che non sarebbe etico negare i benefici che le vaccinazioni hanno fornito a molti bambini. Proprio così, i benefici che non sono mai stati documentati - ed ora sembrano essere, nella migliore delle ipotesi, inesistenti - non sono mai stati testati perchè sarebbe sbagliato portare prove.
Questo ragionamento è totalmente disonesto
.
- gli studi di inefficacia dei vaccini vengono elusi utilizzando la facciata della produzione di anticorpi. Il problema è che gli anticorpi sono "solo un indicatore di immunità" (NdR: FALSO - sono solo indicatori di debolezza immunitaria !).
Non rappresentano l'immunità perenne, così come nessuno conosce quale sia effettivamente il valore adeguato di questi anticorpi.
I livelli anticorpali non ci forniscono dati sul fatto che l'immunità deriva dall'aver sviluppato la malattia.
Ancora una volta, su una rivista medica, abbiamo la prova che un vaccino (in questo caso il DTP) uccide. Quale sarà mai la risposta ufficiale a queste informazioni di importanza vitale ?
Da febbraio 2012 ad oggi (Agosto) non è stata pubblicata alcuna risposta.

Questo studio, così come i precedenti, è stato accolto inizialmente con un pò di preoccupazione. Nonostante i piani per mantenere da sempre l'idea di sicurezza sul vaccino DTP, la verità è chiaramente delineata. Anche la nuova varietà acellulare, DTaP, può o non può essere più sicura/insicura.
Come facciamo a saperlo ?
In che modo chiunque può giustificare l'utilizzo del vaccino DTP che, nei paesi in via di sviluppo, si è dimostrato chiaramente un assassino ?
Nel foglietto illustrativo del TRIPEDIA (pagina 11), vaccino DTaP della Sanofi, è riportato tra gli innumerevoli e gravi effetti collaterali proprio l'AUTISMO !
Dove sono gli studi per dimostrare la sicurezza del più recente DTaP ?
Sono nello stesso posto di tanti altri studi di sicurezza: nell'immaginazione dei promotori di vaccini.
Tratto da: autismovaccini.com


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

No effect of MMR withdrawal on the incidence of autism: a total population study
Honda H, Shimizu Y, Rutter M.
Yokohama Rehabilitation Center, Yokohama, Japan. honda@yokohama.email.ne.jp

BACKGROUND: A causal relationship between the measles, mumps, and rubella (MMR) vaccine and occurrence of autism spectrum disorders (ASD) has been claimed, based on an increase in ASD in the USA and the UK after introduction of the MMR vaccine. However, the possibility that this increase is coincidental has not been eliminated. The unique circumstances of a Japanese MMR vaccination program provide an opportunity for comparison of ASD incidence before and after termination of the program. METHODS: This study examined cumulative incidence of ASD up to age seven for children born from 1988 to 1996 in Kohoku Ward (population approximately 300,000), Yokohama, Japan. ASD cases included all cases of pervasive developmental disorders according to ICD-10 guidelines. RESULTS: The MMR vaccination rate in the city of Yokohama declined significantly in the birth cohorts of years 1988 through 1992, and not a single vaccination was administered in 1993 or thereafter. In contrast, cumulative incidence of ASD up to age seven increased significantly in the birth cohorts of years 1988 through 1996 and most notably rose dramatically beginning with the birth cohort of 1993. CONCLUSIONS: The significance of this finding is that MMR vaccination is most unlikely to be a main cause of ASD, that it cannot explain the rise over time in the incidence of ASD, and that withdrawal of MMR in countries where it is still being used cannot be expected to lead to a reduction in the incidence of ASD.
Tratto da: PMID: 15877763 (PubMed - indexed for MEDLINE)

Commento NdR: per prima cosa, visto che altri studi medici al contrario hanno dimostrato il nesso fra vaccinazione trivalente ed autismo, sarebbe interessante sapere che "finanzia" lo Yokohama Rehabilitation Center.....se per caso non vi sia fra gli sponsor direttamente od indirettamente qualche azienda produttrice di vaccini.....
Inoltre si deve dire che, indipendentemente da questi dati, il problema e' che NON e' solo il vaccino per il morbillo che produce l'autismo nei bambini, ma lo produce OGNI tipo di Vaccino, in quanto e' il principio stesso del vaccino a dover essere rimesso in discussione
vedi:
Timerosal

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

La COMPOSIZIONE del VACCINO TRIVALENTE DPT e L'AZIONE FISIOLOGICA 
Ogni anno circa 3,3 milioni di bambini sono sottoposti ad iniezione di vaccino DPT, composto dai tossoidi del tetano e della difterite, con l'aggiunta del batterio a cellule intere della pertosse.

Composizione. Anatossine difterica e tetanica purificate ed adsorbite su idrossido di alluminio. Una dose di 0,5 ml contiene: principi attivi: non meno di 30 U.I. di anatossina difterica purificata (preparata a partire dalla tossina difterica neutralizzata con formolo). Non meno di 40 U.I. di anatossina tetanica purificata.

Controindicazioni. Ipersensibilità accertata verso uno dei componenti della formulazione (come si fa a saperlo? ndr). Evitare la vaccinazione in caso di accertata ipersensibilità ai componenti del vaccino e durante qualsiasi affezione febbrile. Il verificarsi di qualsiasi reazione neurologica successiva alla vaccinazione costituisce controindicazione alla somministrazione di ulteriori dosi di vaccino.

Precauzioni. Come per ogni altro prodotto di natura biologica non può essere esclusa la comparsa di reazioni di ipersensibilità: mantenere disponibili adrenalina 1:1000 e corticosteroidi per trattare eventuali reazioni di tipo immediato.

Tra gli Effetti indesiderati. Disturbi neurologici post-vaccinali e reazioni di ipersensibilità, conseguenti alla somministrazione di tutti i prodotti biologici, sebbene estremamente rari, devono essere sempre valutati. In tal caso si raccomanda di consultare il medico per adottare idonee misure terapeutiche.
Foglietto illustrativo revisionato dal Ministero della Sanità il 5/1995

Si definiscono "tossoidi" le tossine che vengono emesse dagli organismi nel loro sviluppo in una coltura cellulare.
Le tossine del tetano vengono prodotte in colture che consistono in una infusione di cuore di manzo, contenenti per natura batteri animali, virus ed antigeni estranei al corpo umano, destrosio (zucchero), cloruro di sodio (sale da cucina) e caseina (un derivato del latte bovino). I tossoidi della difterite sono prodotti in modo simile dal sangue di cavallo. Dal momento in cui si stabilisce la formazione di un numero sufficiente di derivati tossici, le colture vengono filtrate per ottenere una soluzione sufficientemente limpida contenente i derivati cellulari tossici del batterio più virus di origine animale e antigeni proteinici estranei. A questo punto viene aggiunta formalina per far agglomerare le particelle presenti: questa sostanza è un derivato della formaldeide (sostanza cancerogena, utilizzata nelle procedure di imbalsamazione dei cadaveri). Quindi viene aggiunto metanolo (una sostanza tossica) per far precipitare i tossoidi sotto forma di polvere fine. Le cellule intere del batterio della pertosse uccise dal thimerosal (noto anche come mertiolato), un composto del mercurio, vengono quindi additavate alla miscela: sono sufficienti 35 mg di thimerosal per uccidere un coniglio.
Il thimerosal è in grado di distruggere anche la concentrazione del vaccino, interferisce con la riproduzione cellulare umana per contatto, e inibisce l'azione dei globuli bianchi limitando fortemente il processo di fagocitosi. Il thimerosal è 5 volte più tossico per le cellule dell'uomo rispetto ai batteri dello Stafilococco e come composto del mercurio produce reazioni allergiche anche gravi.

Infine viene aggiunta una sostanza definita "adiuvante" che ha il compito di iniziare il processo di formazione di anticorpi. Comunemente vengono utilizzati l'idrossido di alluminio ed il solfato potassio di alluminio.
Il prodotto viene quindi riposto in fiale pronte per l'iniezione. Nel corpo umano il rivestimento di formalina si dissolve, rilasciando i batteri e le particelle virali derivanti dalle colture cellulari animali.
Il thimerosal e gli adiuvanti chimici iniziano l'irritazione dei tessuti e aumentano l'azione di batteri e virus stimolando la reazione del sistema immunitario agli antigeni ed alle proteine estranee, danneggiando gravemente le membrane neurologiche, specialmente nei bambini dove la guaina mielinica ha protetto solo parzialmente il sistema nervoso, causando in definitiva gravi danni neurologici che si esplicano molto spesso in difficoltà nell'apprendimento o in forme ben più gravi, fino alla paralisi ed alla morte, specialmente nel caso di richiami successivi della vaccinazione.
Infatti in questo caso la struttura cellulare dell'organismo è già stata sensibilizzata, promuovendo reazioni allergiche e risposte immunitarie di natura ben più grave.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Trivalente, Bibliografia
-
Paradiso G. et al.: ”Neuropatia multifocale demielinizzante a seguito di vaccino anti-tetano”, Medicina (B Aires), 1990, 50(1):52-54
- Yuelian Sun, PhD; Jakob Christensen, PhD, Anders Hviid, PhD; Jiong Li, PhD; Peter Vedsted, PhD; Jørn Olsen, PhD, Mogens Vestergaard, PhD: “Rischio di convulsioni febbrili ed epilessia dopo vaccinazione con la difterite, tetano, pertosse acellulare, antipolio inattivato e Haemophilus Influenzae tipo b”, JAMA 22 Febbraio 2012
-
Walker AM, Eventi neurologici a seguito di vaccinazione anti-difterica-tetano-pertosse, Pediatrics, marzo 1988; 81(3):345-349
-
Wilson J, Complicazioni neurologiche delle vaccinazioni DPT nell'infanzia, Arch Dis Child, ott. 1973; 48(10): 829-830
-
Greco D, Studio con controllo su encefalopatie associate con la vaccinazione anti-difterica e tetano in Campania, Italia, Bull World Health Organ 1985; 63(5):919-925
- Griffin MR: “Rischio di epilessia ed encefalopatia a seguito di vaccinazione con il vaccino difteria-tetano-pertosse”, JAMA, Marzo 1990; 263(12): 1641-1645
- Cizewska S, Sluzewski W: “Vaccinazioni e attivita' epilettica seguita con EEG”, Neurol Neurochir Pol., Sett.- Dic. 1981, 15 (5-6): 553-557
- Blumberg DA: “Gravi reazioni associate al vaccino difteria-tetano-pertosse: dettagliato studio di bambini con epilessia, episodi ipotonici iporesponsivi, elevati febbri e pianto continuo”, Pediatrics, Giugno 1993; 91(6): 1158-1165
- Baraff LJ: “Neonati e bambini con convulsioni ed episodi ipotonici-iporesponsive a seguito di vaccinazione anti-difterica-tetano-pertosse”, Pediatrics, Giugno 1988; 81(6):789-794
- Ballerini, Ricci B: “Complicazioni neurologiche delle vaccinazioni, con particolare riferimento alle sindromi epilettiche”, Riv Neurol, Luglio-Agosto 1973, 43:254-258
- Wolf SM, Forsythe A: “Epilessia e ritardo mentale a seguito di attacchi febbrili nell'infanzia”, Acta Paediatr Scand, marzo 1989; 78(2):291-295
- "Epilessia a seguito di vaccinazioni infantili", J. of Pediatrics, Vol 102, n.1
- Ehrengut W: “Conseguenze delle vaccinazioni sul sistema nervoso centrale”, Lancet, 31 Maggio 1986; 1(8492): 1275-1276
- Tomljenovic L , Shaw CA:”L'alluminio usato come adiuvante nei vaccini contribuisce alla crescente incidenza dell’autismo?”,J Inorg Biochem. Nov 2011 
- Christopher A. Shaw, Michael S. Petrik: ”Iniezioni di idrossido di alluminio portano ad un deficit motorio e alla degenerazione dei neuroni motori”, J Inorg Biochem. Novembre 2009
- Tomljenovic L, Shaw CA:”Vaccini all'alluminio: sono sicuri?”, Curr Med Chem. 2011
- Dórea JG: ”Integrazione sperimentale (in vitro e in vivo) di studi sulla neurotossicità a basse dosi di Thimerosal relative ai vaccini”, Neurochem Res. Jun 2011 
- Geier D, Geier MR: ”Disturbi dello sviluppo neurologico a seguito di vaccinazioni infantili contenenti Thimerosal: successive analisi”, Int J Toxicol. Nov-Dic 2004 
-
Olczak M, M Duszczyk, Mierzejewski P, K Meyza, Majewska MD: ”Disturbi comportamentali persistenti e alterazioni dei tassi di dopamina nel sistema cerebrale, in seguito a somministrazione precoce postnatale di Thimerosal nei topi”, Behav Brain Res. Sep. 2011

Altra BIBLIOGRAFIA:
 

Vaccino MPR e disturbi neurologici: danni del Sistema Nervoso Centrale, Panencefalite Subacuta sclerosante, Sindrome di Guillain Barré

- Bottiger, M., et al. “Swedish experience of two dose vaccination programme aiming at eliminating measles, mumps and rubella.” British Medical Journal 1987; 295:264-67.

- Thomas, E. “A case of mumps meningitis: A complication of vaccination?” Journal of the Canadian Medical Association 1988; 138:135.

- Champagne, S., et al. “A case of mumps meningitis: a post-immunization complication?”Canadian Disease Weekly Report 1988; 13-35:155-156.

- Ehrengut, W. “Mumps vaccine and meningitis.” Lancet 1989; 2:751.

- Von Muhlendahl, K.E. “Mumps meningitis following measles, mumps and rubella immunisations.” Lancet (August 12, 1989), p. 394.

- Cizman, M., et al. “Aseptic meningitis after vaccination against measles and mumps.”Pediatric Infectious Disease Journal 1989; 8:302-308.

- McDonald, J., et al. “Clinical and epidemiological features of mumps meningo-encephalitis and possible vaccine-related disease.” Pediatric Infectious Disease Journal(November 1989), pp. 751-754.

- Gray, J.A., et al. “Mumps meningitis following measles, mumps, and rubella immunisation.” Lancet 1989; i:98.

- Gray, J.A., et al. “Mumps vaccine meningitis.” Lancet 1989; i:927.

- Murray, M.W., et al. “Mumps meningitis after measles, mumps, and rubella immunisation.” Lancet 1989; ii:877.\

- “Mumps meningitis and MMR vaccination.” (Editorial) Lancet 1989; ii:1015-1016.

- Forsey, T., et al. “Mumps viruses and mumps, measles, and rubella vaccine.” British Medical Journal 1989; 299:1340.

- Forsey, T., et al. “Mumps vaccines and meningitis.” Lancet 1992; 340:980.

- Miller, E., et al. “Risk of aseptic meningitis after measles, mumps, and rubella vaccine in U.K. children.” Lancet 1993; 341:979.

- Sawada, et al. Lancet 1993; 342:371.

- Schneck, S.A. “Vaccination with measles and central nervous system disease.” Neurology1968; 18 (Part 2):79-82.

- Jabbour, J.T., et al. “Epidemiology of subacute sclerosing panencephalitis (SSPE).” Journal of the American Medical Association 1972; 220:959-62.

- Belgamwar, R.B., et al. “Measles, mumps, rubella vaccine induced subacute sclerosing panencephalitis.” Journal of the Indian Medical Association 1997; 95(11):594.

- Landrigan, P.J., et al. “Neurological disorders following live measles-virus vaccination.”Journal of the American Medical Association 1973; 223 (13):1459-62.

- Miller, C.L. Lancet (September 17, 1983).

- Beale, A.J. “Measles vaccines.” Proceedings of the Royal Society of Medicine 1974; 67:1116-1119.

- Roden, A.T. “Fits following immunization.” Proceedings of the Royal Society of Medicine1974; 67:24.

- Jagdis, F., et al. “Encephalitis after administration of live measles vaccine.” Journal of the Canadian Medical Association (April 19, 1975); 112(8):972-75.

- Hirayama, M. “Measles vaccines used in Japan.” Reviews of Infectious Diseases 1983; 5:495-503.

- Pollock, T.M., et al. “A 7-year survey of disorders attributed to vaccination in Northwest Thames Region.” Lancet 1983; 1:753-57.

- Jorch, G. et al. “Coincidence of virus encephalitis and measles-mumps vaccination.”Monatsschr Kinderheilkd 1984; 132(5):299-300.

- Martinon-Torres, F., et al. “Self-limited acute encephalopathy related to measles component of viral triple vaccine.” Rev Neurol (May 1-15, 1999); 28(9):881-82.

- Grose, C., et al. “Guillain-Barre syndrome following administration of live measles vaccine.” American Journal of Medicine 1976; 60:441-43.

- Norrby, R. “Polyradiculitis in connection with vaccination against morbilli, parotitis and rubella.” Lakartidningen 1984; 81:1636-37.

- Morris, K., et al. “Guillain-Barre syndrome after measles, mumps, and rubella vaccine.”Lancet 1994; 343:60.

- Wakefield, A., et al. “Measles, mumps and rubella vaccine: through a glass, darkly.”Adverse Drug Reaction and Toxicologica Reviews2000; 19(4):265-283.

- Templeton, S. “MMR vaccine should not have been licensed.” Sunday Herald(London: December 10, 2000). (Article)

- Petrovic, M., et al. “Second dose of measles, mumps, and rubella vaccine: questionnaire survey of health professionals.” British Medical Journal2001; 322:82-85. (Doctors and nurses do not recommend it.)

- BBC News. “Why Japan stopped using MMR,” (February 8, 2002).

 

Vaccino MPR  e meningite: statistics

- Sugiura, A., et al. “Aseptic meningitis as a complication of mumps vaccination.” Journal of Pediatric Infectious Diseases 1991; 10:209-213. (1 case of meningitis per 2000 doses of mumps vaccine.)

- Fujinaga, T., et al. “A prefecture-wide survey of mumps meningitis associated with measles, mumps and rubella vaccine.” Journal of Pediatric Infectious Diseases 1991; 10:204-209. (6 cases of meningitis per 2000 doses of mumps vaccine.)

- Colville, A., et al. “Mumps meningitis and measles, mumps, and rubella vaccine.” Lancet1992; 340:786. (1 case of meningitis per 3800 doses of mumps vaccine.)
 

Vaccino MPR e diabete

- Sultz, H.A., et al. “Is mumps virus an etiologic factor in juvenile diabetes mellitus?” Journal of Pediatrics 1975; 86:654-656.

- Sinaniotis, C.A., et al. “Diabetes mellitus after mumps vaccination (letter).” Archives of Disease in Childhood 1975; 50:749-750.

- Quast, U., et al. “Vaccine-induced mumps-like diseases.” Developments in Biological Standardization 1979; 43:269-272.

- Otten, A., et al. “Mumps, mumps vaccination, islet cell antibodies and the first manifestation of diabetes mellitus type I.” Behring Institute Mitteilungen 1984; 75:83-88.

- Helmke, K., et al. “Islet cell antibodies and the development of diabetes mellitus in relation to mumps infection and mumps vaccination.” Diabetologia 1986; 29:30-33.

- Fescharek, R., et al. “Measles-mumps vaccination in the FRG: an empirical analysis after 14 years of use. II. Tolerability and analysis of spontaneously reported side effects.”Vaccine 1990; 8:446-456.

- Pawlowski, B., et al. “Mumps vaccination and type-1 diabetes.” Deutsche Medizinische Wochenschrift 1991; 116:635.
- Adler, J.B., et al. “Pancreatitis caused by measles, mumps, and rubella vaccine.” Pancreas1991; 6:489-490.

- Albonico, H., Klein, P., et al. “The immunization campaign against measles, mumps and rubella — coercion leading to a realm of uncertainty: medical objections to a continued MMR immunization campaign in Switzerland.” JAM 1992; 9(1). (180 European medical doctors jointly noted that the mumps vaccine “can trigger diabetes, which only becomes apparent months after vaccination.”)
 

Il vaccino anti-morbillo e trivalente MPR, associato a gravi disturbi ematici
-
Oski, F.A. and Naiman, J.L. “Effect of live measles vaccine on the platelet count.” New England Journal of Medicine 1966; 265:352-56.
-
Bottiger, M., et al. “Swedish experience of two dose vaccination programme aiming at eliminating measles, mumps, and rubella.” British Medical Journal 1987; 295:1264-67.

- Koch, J. et al. “Adverse events temporally associated with immunizing agents 1987 report.” Canada Diseases Weekly Report 1989; 15:151-58.

- Fescharek, R., et al. “Measles-mumps vaccination in the FRG: an empirical analysis after 14 years of use. II. Tolerability and analysis of spontaneously reported side effects.”Vaccine 1990; 8:446-56.

- Nieminen, U., et al. “Acute thrombocytopenic purpura following measles, mumps and rubella vaccination: A report on 23 patients.” Acta Paediatrica 1993; 82:267-70.

- 146. Farrington, P., et al. “A new method for active surveillance of adverse events from diphtheria/tetanus/pertussis and measles/mumps/rubella vaccines.” Lancet 1995; 345: 567-69.

- Jonville-Bera, A.P., et al. “Thrombocytopenic purpura after measles, mumps, and rubella vaccination: a retrospective survey by the French Regional Pharmacovigilance Centres and Pasteur-Merieux Serums et Vaccins.” Pediatr Infect Dis J 1996; 15:44-48.

- Beeler, J. et al. “Thrombocytopenia after immunization with measles vaccines: review of the Vaccine Adverse Events Reporting Systerm (1990-1994).” Pediatr Infect Dis J 1996; 15:88-90.
 

Il vaccino anti-morbillo e trivalente MPR, associato a disfunzioni sensoriali, inclusi disturbi visivi e uditivi

- Kazarian, E.L., et al. “Optic neuritis complicating measles, mumps, and rubella vaccination.” American Journal of Ophthalmology 1978; 86:544-47.

- Marshall, G.S., et al. “Diffuse retinopathy following measles, mumps, and rubella vaccination.” Pediatrics 1985; 76:989-991.

- Brodsky, L., et al. “Sensorineural hearing loss following live measles virus vaccination.”International Journal of Pediatric Otorhinolaryngology 1985; 10:159-63.

- Nabe-Nielsen, J., et al. “Unilateral deafness as a complication of the mumps, measles, and rubella vaccination.” British Medical Journal 1988; 297:489.

- Hulbert, T.V., et al. “Bilateral hearing loss after measles and rubella vaccination in an adult.” New England Journal of Medicine 1991; 325:134.

- Stewart, B.J.A., et al. “Reports of sensorineural deafness after measles, mumps, and rubella immunisation.” Archives of Diseases of Childhood 1993; 69:153-54.
 

Il vaccino anti-morbillo e trivalente MPR, e  disfunzioni immunitarie

- Hirsch, R.L., et al. “Measles virus vaccination of measles seropositive individuals suppresses lymphocyte proliferation and chemotactic factor production.” Clinical Immunology and Immunopathology 1981; 21:341-50.

- Nicholson, J.K.A., et al. “The effect of measles-rubella vaccination on lymphocyte populations and subpopulations in HIV-infected and healthy individuals.” Journal of Acquired Immune Deficiency Syndromes 1992; 5:528-537.


Il vaccino anti-morbillo e trivalente MPR, e  gravi reazioni allergiche

- Aukrust, L., et al. “Severe hypersensitivity or intolerance reactions to measles vaccine in six children: clinical and immunological studies.” Allergy 1980; 35(7):581-87.

- McEwen, J. “Early-onset reaction after measles vaccination: further Australian reports.”Medical Journal of Australia 1983; 2:503-505.

- Koch, J., et al. “Adverse events temporally associated with immunizing agents 1987 report.” Canada Diseases Weekly Report 1989; 15:151-58.

- Kelso, J.M., et al. “Anaphylaxis to measles, mumps, and rubella vaccine mediated by IgE to gelatin.” J Allergy Clin Immunol 1993; 91:867-72.

- Sakaguchi, M., et al. “IgE antibody to gelatin in children with immediate-type reactions to measles and mumps vaccines.” J Allergy Clin Immunol 1995; 96:563-65.

Morbillo atipico

- Cherry, J.D. “The ‘new’ epidemiology of measles and rubella.” Hospital Practice (July 1980), pp. 53-54.

- Fulginiti, V.A., et al. “Altered reactivity to measles virus; atypical measles in children previously immunized with inactivated measles virus vaccines.” Journal of the American Medical Association 1967; 202:1075.

- Martin, D.B., et al. “Atypical measles in adolescents and young adults.” Annals of Internal Medicine 1979; 90:877.

- Gold, E. “Current progress in measles eradication in the United States.” Infect Med 1997; 14(4):297-300, 310.

- Nichols, E.M. “Atypical measles: a continuing problem.” American Journal of Public Health1979; 69(2):160-62.

- Scott, T.F., et al. “Reactions to live-measles-virus vaccine in children previously inoculated with killed-virus vaccine.” New England Journal of Medicine 1967; 277(5):248-251.

- Cherry, J.D., et al. “Atypical measles in children previously immunized with attenuated measles virus vaccines.” Pediatrics 1972; 50(5).

- St. Geme, J.W., et al. “Exaggerated natural measles following attenuated virus immunization.” Pediatrics 1976; 57:148-150.

- “Atypical measles syndrome.” Lancet 1979, pp. 962-963.
 

Vaccino anti morbillo ed MMR, e  malattie intestinali

- Thompson, N.P., Wakefield, A.J, et al. “Is measles vaccination a risk factor for inflammatory bowel disease?” Lancet1995; 345:1071-1074.

- Barton, J.R., et al. “Incidence of inflammatory bowel disease in Scottish children between 1968 and 1983: marginal fall in ulcerative colitis; three-fold rise in Crohn’s disease.”Gut1989; 30:618-622.

- Whelan, G. “Epidemiology of inflammatory bowel disease.” Med Clin N Am1990; 74:1-12.

- Ekbom, A., et al. “The role of perinatal measles infection in the aetiology of Crohn’s disease: a population-based epidemiological study.” Lancet1994; 334:508-510.

- Miyamoto, H., et al. “Detection of immunoreactive antigen with monoclonal antibody to measles virus in tissue from patients with Crohn’s disease.” Journal of Gastroenterology1995; 30:28-33.

- Wakefield, A.J., et al. “Evidence of persistent measles virus infection in Crohn’s disease.”Journal of Medical Virology1993; 39:345-53.

- Wakefield, A.J., et al. “Crohn’s disease: pathogenesis and persistent measles virus infection.” Gastroenterology1995; 108:911-916.

- Lewin, J., et al. “Confirmation of persistent measles virus infection of intestinal tissue by immunogold electron microscopy.” Gut 1995; 36:564-69.
 

Vaccino trivalente MMR o monovalente anti-morbillo ed Autismo

- Oleske, J. “Elevated rubeola (measles) titers in autistic children.” Abstract presented by D. Zecca and Dr. Graffino at an NIH meeting (September 23, 1997). As quoted by Richard Gallup in “Autismand autoimmunity.” 
http://www.chiroweb.com/archives/18/14/10.html (April 15, 2002.)

- Fudenberg, H.H. “Dialysable lymphocyte extract (DlyE) in infantile onset autism: a pilot study.” Biotherapy1996; 9:143-147.

- Gupta, S. “Immunology and immunologic treatment of autism.” Proceedings of the National Autism Association, Chicago 1996: 455-460.

- Wakefield, A.J., et al. “Ileal-lymphoid-nodular hyperplasia, non-specific colitis, andpervasive developmental disorder in children.” Lancet1998; 351:637-641.

- Yazbak, F.E. “Autism:Is there a vaccine connection? Part I. Vaccination after delivery.” 1999. 
http://www.garynull.com/documents/autism99b.htm

- Yazbak, F.E. “Autism:Is there a vaccine connection? Part II. Vaccination around pregnancy.” 1999. 

http://www.garynull.com/documents/autism99b2.htm

- Yazbak, F.E. “Autism:Is there a vaccine connection? Part III. Vaccination around pregnancy, the sequel.” 2000. 
http://www.garynull.com/documents/autism99b3.htm

- “Autism:Present Challenges, Future Needs — Why the Increased Rates?” Government Reform Committee Hearing, Washington, DC. (April 6, 2000.)

- “Autism:Why the Increased Rates? A One-Year Update.” Government Reform Committee Hearing, Washington, DC. (April 25-26, 2001.)

- “The AutismEpidemic: Is the NIH and CDC Response Adequate?” Government Reform Committee Hearing, Washington, DC. (April 18, 2002.)

- “The Status of Research into Vaccine Safety and Autism.” Government Reform Committee Hearing, Washington, DC. (June 19, 2002.)

-Kawashima, K., et al. “Detection and sequencing of measles virus from peripheral mononuclear cells from patients with inflammatory bowel disease and autism.” Digestive Diseases and Sciences(April 2000); 45:723-729.

- Reuters Medical News. “Measles persistence confirmed in some patients with IBD,autisticenterocolitis.” (June 20, 2000)
http://www.id.medscape.com/reuters/prof/2000/06/06.20/20000620scie001.html

- Wakefield, A.J. et al. “Enterocolitis in children with developmental disorders.” American Journal of Gastroenterology2000; 95(9):2154-2156.

- Wakefield, A., et al. “Measles, mumps and rubella vaccine: through a glass, darkly.”Adverse Drug Reaction and Toxicologica Reviews2000; 19(4):265-283.

- Kiln MR, “Autism, inflammatory bowel disease, and MMR vaccine.” Lancet1998 May 2;351(9112):1358.

- Selway, “MMR vaccination and autism 1998. Medical practitioners need to give more than reassurance.” BMJ1998 Jun 13;316(7147):1824.

- Nicoll A, Elliman D, Ross E, “MMR vaccination and autism 1998,” MJ1998 Mar 7;316(7133):715-716.

- Lindley K J, Milla PJ, “Autism, inflammatory bowel disease, and MMR vaccine.”Lancet1998 Mar 21;351(9106):907-908.

- Bedford H, et al, “Autism, inflammatory bowel disease, and MMR vaccine.” Lancet1998 Mar 21;351(9106):907.

- Vijendra K. Singh, Sheren X. Lin, and Victor C. Yang, “Serological Association of Measles Virus and Human Herpesvirus-6 with Brain Autoantibodies in Autism,” Clinical Immunology and Immunopathology, Oct 1998, Vol. 89, No. 1, p 105-108.

 

Il vaccino anti morbillo è inefficace, infatti spesso si verificano focolai tra popolazioni altamente o pienamente vaccinate

- FDA. “FDA workshop to review warnings, use instructions, and precautionary information (on vaccines).” (Rockland, Maryland: FDA, September 18, 1992), p. 27.

- Faich, G.A., et al. “Measles outbreak in Rhode Island.” Public Health Report1981 May-June; 96(3):264-266.

- CDC. MMWR(February 1, 1985).

- CDC. MMWR(June 1984).

CDC. MMWR(June 6, 1987).

- Gustafson, T. “Measles outbreak in a fully immunized secondary school population.” New England Journal of Medicine1987; 316:771-74.

- Markowitz, L.E., et al. “Patterns of transmission in measles outbreaks in the United States, 1985-1986.” New England Journal of Medicine1989; 320:75-81.

- Robertson, S.E., et al. “A million dollar measles outbreak: epidemiology, risk factors, and a selective revaccination strategy.” Public Health Reports(January-February 1992), p. 24.

- Edmonson, M.B., et al. “Mild measles and secondary vaccine failure during a sustained outbreak in a highly vaccinated population.” Journal of the American Medical Association1990; 263:2467-71.

- Minnesota Department of Health. “Measles summary, 1987.”

- CDC. “Measles.” MMWR1989; 38:329-330.

- CDC. “Measles — Quebec.” MMWR1989; 38:329-30.

- CDC. “Measles — United States, 1990.” MMWR1991; 40(2):369.

- CDC. “U.S. Childhood Immunization Update: Measles.” (March 1997).

- CDC. “Measles — United States, 1999.” MMWR 2000; 49(25): 557-560.
 

L’immunità naturale è l'unica soluzione

- CDC. “Babies of vaccinated moms more susceptible to measles.” Pediatrics(November 1999).

- “Natural immunity to measles yields greater neutralizing capacity than vaccination.”Journal of Medical Virology 2000; 62:91-98.
 

Vaccino per il Morbillo contro il Morbillo
 Il vaccino anti morbillo altera l’epidemiologia della malattia provoca tassi più elevati di morbillo in gruppi ad alto rischio

- Cherry, J.D. “The ‘new’ epidemiology of measles and rubella.” Hospital Practice(July 1980), p. 51.

- Macgregor, J.D., et al. “Epidemic measles in Shetland during 1977 and 1978.” British Medical Journal1981; 282(6262):434-436.

- Gold, E. “Current progress in measles eradication in the United States.” Infect Med1997; 14(4):297-300, 310.

- CDC. “Measles — United States, 1999.” MMWR 2000; 49(25): 557-560.
 

Sperimentazioni sui bambini comprovano la mortalità del vaccino anti morbillo

- Sabin, A.B., et al. “Successful immunization of children with and without maternal antibody by aerosolized measles vaccine. I. Different results with undiluted human diploid cell and chick embryo fibroblast vaccines.” JAMA1983; 249:2651-62.

- Sabin, A.B., et al. “Successful immunization of children with and without maternal antibody by aerosolized measles vaccine. II. Vaccine comparisons and evidence for multiple antibody response.” JAMA1984; 251:2363-71.

- Whittle, H.C., et al. “Immunisation of 4-6 month old Gambian infants with Edmonston-Zagreb measles vaccine.” Lancet1984; ii:834-37.

- Whittle, H., et al. “Trial of high-dose Edmonston-Zagreb measles vaccine in The Gambia: antibody response and side-effects.” Lancet1988; ii:811-814.

- Aaby, P., et al. “Trial of high-dose Edmonston-Zagreb measles vaccine in Guinea-Bissau: protective efficacy.” Lancet1988; i:809-811.

- Garenne, M., et al. “Child mortality after high-titre measles vaccines: prospective study in Senegal.” Lancet1991; 338:903-907.

- Whittle, H.C. “Effect of dose and strain of vaccine on success of measles vaccination of infants aged 4-5 months.” Lancet1988; i:963-66.

- Khanum, S., et al. “Comparison of Edmonston-Zagreb and Schwartz strains of measles vaccine given by aerosol or subcutaneous injection.” Lancet1987; i:150-53.

- Tidjani, O., et al. “Serological effects of Edmonston-Zagreb, Schwartz, and AIK-C measles vaccine strains given at ages 4-5 or 8-10 months.” Lancet1989; ii:1357-60.

- Markowitz, L.E., et al. “Immunization of six-month-old infants with different doses of Edmonston-Zagreb and Schwartz measles vaccines.” New England Journal of Medicine1990; 332:580-87.

- Awadu, K.O. Outrage! How Babies Were Used as Guinea Pigs in an L.A. County Vaccine Experiment.(Long Beach, CA: Conscious Rastra Press, 1996).
 

Parotite atipica dai vaccini

- Gunby, P. “‘Atypical’ mumps may occur after immunization.” Journal of the American Medical Association 1980; 243(23): 2374-75.

- Family Practice News (July 15, 1980), p. 1
 

Il vaccino per la parotite è spesso inefficace e altera l’epidemiologia della malattia, perche' provoca tassi più elevati in gruppi ad alto rischio

- Fiumara, N.J., et al. “Mumps outbreak in Westwood, Massachusetts — 1981.” MMWR1982; 33(29):421-430.

- Kaplan, K.M., et al. “Further evidence of the changing epidemiology of a childhood vaccine-preventable disease.” Journal of the American Medical Association 1988; 260(10):1434-1438.

- Briss, P. A., et al. “Sustained transmission of mumps in a highly vaccinated population: assessment of vaccine failure and waning vaccine-induced immunity.” Journal of Infectious Diseases 1994; 169:77-82.

- Sawada, et al. Lancet 1993; 342:371.

- CDC. “Mumps — United States, 1985-1988.” MMWR 1989; 38:101-05.
 

Statisticamente le Ragazze che hanno contratto la parotite naturalmente durante l’infanzia, hanno meno probabilità di sviluppare il cancro ovarico da adulte

- West, R. “Epidemiologic study of malignancies of the ovaries.” Cancer 1966; 19:1001-1007.

- Wynder, E., et al. “Epidemiology of cancer of the ovary.” Cancer 1969; 23:352.

- Newhouse, M., et al. “A case control study of carcinoma of the ovary.” Brit J Prev Soc Med1977; 31:148-53.

- McGowan, L., et al. “The woman at risk from developing ovarian cancer.” Gynecol Oncol1979; 7:325-344.

Bibliografia per i Danni dei vaccini - vedi anche: http://www.greenmedinfo.com/page/vaccine-research

Continua in:

Ritirati vaccini + Ritirata esavalente + Trivalente - 2 + danni del Vaccino trivalente + Danni dei vaccini (English)