Tetano e immunità naturale -

L’immunità permanente al tetano è possibile e documentata; senza vaccini ovviamente.
Ed è nozione depositata da quasi un secolo.
Immunità naturale ceppo specifica - 1926, Journal of Experimental Medicine
- https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/19869129/
Agglutinine e anticorpi antitossina in soggetti sani non vaccinati - 1922, e 1923 sempre Journal of Experimental Medicine
- https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/19868669/
- https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/19868740/
Si sono poi dimenticati...., volutamente, di perseguire questa strada economica ed ecologica.

TETANO
Per evitare che divenga importante occorre che la ferita sia ben pulita (dal punto di vista chirurgico), che vengano rimossi eventuali corpi estranei penetrati all’interno (anche piccoli frammenti), che la ferita non venga chiusa in superficie, ma cominci a guarire “dal basso”, dall'interno.
Considerato tutto ciò, il caso della bambina colpita dal tetano a Torino dovrebbe essere visto con altri occhi e “l’ipotesi secondo la quale, se fosse stata vaccinata, "non avrebbe contratto il tetano” non è sostenibile.
http://torino.corriere.it/cronaca/18_febbraio_06/non-fu-vaccinata-contro-tetano-genitori-indagati-lesioni-b506c3ca-0ab7-11e8-aeb9-f008c9e7034a.shtml
1 - Graziani S. IMMUNE RESPONSES TO TETANUS VACCINATION IN ITALIAN HEALTHY SUBJECTS AND CHILDREN WITH RECURRENT INFECTIONS.
J Biol Regul Homeost Agents. 2013 Jan-Mar;27(1):95-103.
2 - Marta Luisa Ciofi degli Atti et al. I correlati immunologici di protezione indotti dalle vaccinazioni. Rivista di Immunologia e Allergologia Pediatrica. 20110;01:27-31.
3 -
 J. S. K. BOYD. TETANUS IN THE AFRICAN AND EUROPEAN THEATRES OF WAR 1939-1945. Lancet 1946;I:113. 
4 -  de Moraes-Pinto MI. Neonatal Tetanus despite Immunization and Protective Antitoxin Antibody. JID 1995;171:1076-77
5 - Marjaana Luisto and Matti Livariairren. Tetanus of Immunized Children. Developmental Medicine and Child Neurology, 1993;35:346-358.
6 -   Crone NE, Reder AT. Severe tetanus in immunized patients with high antitetanus titres. Neurology 1992;42:761-4.
7 -  Severe (grade III) tetanus occurred in three immunized patients who had high serum levels of anti-tetanus antibody.
The disease was fatal in one patient.


Tetano e anomalie
Come sappiamo che il vaccino a base di tossoide tetanico attualmente in uso è efficace nella prevenzione del tetano ? Semplice, non lo sappiamo.
Il modo scientifico per verificarlo consiste nel condurre studi clinici randomizzati controllati RCT.
Bene, il vaccino a base di tossoide tetanico non è stato MAI sottoposto ad un RCT per verificarne l’efficacia nella prevenzione del tetano bensì è stato introdotto nella popolazione civile statunitense nel 1947 poiché il suo impiego nell’esercito degli USA durante la seconda guerra mondiale era stato definito “valido”.
Perché ? Semplicemente perché vi fu una riduzione della frequenza di diagnosi di morte per tetano tra i soldati feriti nel secondo conflitto mondiale rispetto al primo.
- http://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJM194709112371108

Bene, qualunque conclusione rispetto al ruolo del vaccino antitetanico ai fini di tale riduzione è scientificamente priva di valore, ora, udite udite, sapete qual è la notizia fondamentalmente interessante ?
Durante la prima metà del novecento, nella popolazione civile statunitense, la mortalità per tetano si era drasticamente ridotta già prima dell’introduzione del vaccino  ! !
http://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJM196903132801101
Ed a distanza di 60 anni ce lo propinano ancora come oro colato.

“Can and do vaccinated people get tetanus ?” è una sezione del sito Beyond conformity il quale fornisce una lunga lista di riferimenti della letteratura nei quali vi siano resoconti di soggetti, i quali presentavano livelli sanguigni elevati di anticorpi presumibilmente immunizzanti verso il tetano, che hanno comunque contratto il tetano anche con conseguenze fatali.
 In base al dogma della protezione mediata dagli anticorpi contro la tossina queste vittime del tetano avrebbero dovuto essere immuni, ma non era così.
Anche il presunto meccanismo della protezione dovuta agli anticorpi non appare molto sensata, dal momento che la tossina agisce nel sistema nervoso centrale, non nel sangue: gli anticorpi non possono raggiungere il sistema nervoso centrale che è un sito immunoprivilegiato.
Come potrebbero mai neutralizzare le tossine al suo interno ?
Il vaccino a base di tossoide antitetanico e somministrazione di immunoglobuline umane antitetaniche sono diventate la cura standard per la prevenzione e la terapia del tetano SENZA alcun fondamento scientifico valido e di efficacia.
Tratto da:
vaccinformato.wordpress.com
Fonte: Tetyana Obukhanych – immunologa PhD
vedi anche:
https://www.palmerini.net/blog/il-vaccino-contro-il-tetano-puo-far-morire-di-sindrome-antifosfolipidica/


In Italia la vaccinazione per il tetano è divenuta obbligatoria dal 1938 per i militari, dal 1963 per i bambini nel 2° anno di vita e per alcune categorie professionali a rischio (ad es. agricoltori, allevatori di bestiame).
Dal 1968 la vaccinazione è stata anticipata al 1° anno di vita e il calendario vaccinale vigente prevede la somministrazione ai bambini, di tre dosi al 3°,5° e 11°-12° mese di età. I bambini-Ragazzi, al ciclo di base fanno seguito due dosi di richiamo rispettivamente al 5°-6° anno di vita e fra gli 11 e i 15 anni; ulteriori dosi di richiamo sono raccomandate a cadenza decennale, secondo le direttive del WHO (OMS).
Quindi cio' significa che tutti i soggetti nati prima del 1963, (i cinquantenni e sono milioni si italiani) su  una popolazione di oltre 65 milioni, NON sono stati vaccinati per il tetano,  e fino ad oggi poche decine di loro, in 50 anni, ha contratto il tetano e fra questi ultimi vi sono anche alcuni che avevano fatto il vaccino...quindi quale "ipotetica copertura" effettua la vaccinazione ?, dato che fra i vaccinati vi e' la stessa minima incidenza di malati di tetano che fra quelli non vaccinati...!

Ecco un esempio
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/1565228/
Tetano grave (di grado III) si è manifestato in tre pazienti (vaccinati) che avevano alti livelli di anticorpi anti-tetano, proprio perche' vaccinati. La malattia fu fatale in un paziente. Un paziente era stato iper-immunizzato (vaccinato) per produrre immonogluboline tetaniche commerciali. Due pazienti avevano ricevuto vaccinazioni un anno prima della malattia.
I titoli di anticorpi anti-tetano erano 25 IU/ml e 0,15 IU/ml dell'emoagglutinazione e test ELISA; oltre lo 0,01 IU/ml è considerato protettivo.
Fonte: neurology 1992; 42: 761-764 - http://www.neurology.org/content/42/4/761.abstract
.....Misteri della fede allopatica dei medici indottrinati da Big Pharma...

Commento NdR
: quando vi sono dei danni da vaccino, siccome i medici vaccinatori, debbono coprire i veri danni dei vaccini, raccontano che e' sempre un errore umano, oppure negano l'evidenza !
Vedi anche:
https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1472245072828670&id=100001295757504
in realta'.....:
il DTP può aumentare la suscettibilità alle infezioni non correlate (Aaby et al., 2003bAaby et al., 2004aAaby et al., 2012) (Appendice A). 
La rivista SAGE ha notato che la maggior parte degli studi ha rilevato un effetto negativo del DTP (Higgins et al., 2014)

Mortalita' 5 volte superiore dei bambini Vaccinati rispetto a quelli NON vaccinati ! (vedi QUI lo studio dimostrativo)
DPT (diferite, pertosse, tetano)
L'introduzione della difteriale-tetano-pertussis e del vaccino orale per la polio, tra i giovani neonati in una comunità urbana africana: Un “esperimento naturale”….
Il recente studio del Dr. Aaby, il primo confronto randomizzato naturale della mortalità tra i bambini che ricevono il DTP e quelli che non sono vaccinati, ha trovato che i bambini vaccinati con il DTP avevano 10 volte più probabilità di morire nei primi 6 mesi di vita rispetto a quelli non vaccinati.
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5360569/

MENO si vaccina, MENO morti ci sono !
http://journals.sagepub.com/doi/10.1177/0960327112440111
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3170075/
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21543527 
https://vactruth.com/vaccines-and-mortality-rates/
http://www.stopmandatoryvaccination.com/parent/vaccine-injury/2-month-old-dies-48-hours-after-8-vaccines-owens-mom-speaks-out/

"Da sempre la paura è il miglior strumento di controllo sociale, la gente spaventata non riesce a pensare con la propria testa perciò attacca l'asino dove vuole il padrone"

Il Tetano è una "malattia" NON infettiva, ma infiammatoria, non contagiosa, provocata dalla infiammazione latente, termine tecnico ASIA,  prodotta dalla Vitamina K1 e dai successivi Vaccini (qualsiasi).
Il batterio
Clostridium tetani, che trovano nel sangue dei malati di ASIA (scambiato per tetano o di qualsiasi altro sintomo come: morbillo, varicella, vaiolo, pertosse, epatiti, meningiti, polio-mieliti, difteriti, sclerosi, leucemie, influenze, ecc.,) e' un derivato dalle mutazioni batteriche provocate anche da quel tipo di infiammazione, che in certi casi produce quella mutazione in Clostridium tetano, batterio che si può trovare anche se raramente, sotto forma di spore nelle feci di alcuni mammiferi e quindi nel terreno attiguo a dove esse cadono. Questo batterio,  è un batterio mutageno presente facilmente nell'intestino umano e animale e viene espulso attraverso le feci e l'ossigeno dell'aria lo rende innocuo, perche' muore quando a contatto con l'ossigeno o si muta in spora.

Quando un organismo umano subisce un trauma, un taglio od una ferita, l'infiammazione presente e latente, ASIA o diversa come nome ufficiale, viene attratta, come se volesse uscire da quella ferita, e si localizza in essa, ed a conseguenza delle indotte mutazioni batteriche, che cambiando forma e funzioni, in alcune volte si mutano in Clostridium tetani, quindi le tossine emesse dal batterio mutato, non fanno che aumentare il problema perché sono neurotossiche,  e che se raggiungono certe parti del sistema nervoso centrale, provocano contrazioni e spasmi muscolari tipo epilessia. 
Le contrazioni possono poi diffondersi in tutto il corpo, a partire dal viso e dal collo fino a raggiungere gli arti passando per il torace e l’addome.
La "malattia" NON ha un tempo di incubazione che varia tra i 3 giorni e qualche mese, come ci dicono i medici impreparati della medicina ufficiale, ma essa puo' manifestarsi per via che la causa e' l'infiammazione ASIA latente che puo' mutare i batteri autoctoni in quelli tossici, perche' le condizioni del Terreno fanno modificare la forma di alcuni tipi di batteri e quindi anche le loro funzioni  - vedi: Poliformismo dei batteri + Teoria dei germi e' falsa + Poliformismo
Un inciso:
Béchamp riteneva che i microbi fossero un "processus": provenienti da un'unica fonte [delle particelle "prebatteriche" presenti in tutte le strutture organiche, dette "microzimi", essi possono cambiare dimensioni e forma secondo lo stato di salute dell'organismo nel quale vivono.
Le sue tesi sono state poi confermate da molti altri ricercatori e, nel 1980 alcuni studiosi e ricercatori (Sorin, Sonea, Panisset, Naessens) hanno confermato che il polimorfismo batterico era un fatto scientifico inconfutabile: "se si sconvolge il mondo dei batteri con il nostro intervento, le conseguenze possono arrivare a compromettere la vita sulla terra", essi affermano.
Alcuni studi hanno egualmente dimostrato che i batteri possono trasformarsi in virus in funzione di ci
ò che gli viene dato come substrato nutritivo (cfr. S. Sonea e M. Panisset in "Introduzione alla nuova batteriologia", stampa dell'Università di Montreal, 1980).
Per Pasteur il microbo provoca la malattia. Per B
échamp è la malattia che muta il microbo autoctono in generatore di tossine.
Commento NdR: La tipologia delle vaccinazioni obbligatorie, nel mondo, da parte di Big Pharma,dipende dal metodo scientifico o dal metodo politico-finanziario ?

Il problema "tetano"
Tutte le fonti ufficiali della medicina di Big Pharma, raccomandano la VACCINAZIONE che purtroppo induce altra infiammazione che va a sommarsi a quella gia' latente;

Cure: DISINFEZIONE totale della FERITA
1 - Lavare bene la ferita con Urina, saliva, acqua ossigenata, facendo sanguinare la ferita e tenendola aperta per un po', togliendo le zone necrotiche e la sporcizia.

2 - evitare ingiustificati allarmismi: bisogna tenere sempre a mente che il Tetano è una malattia praticamente inesistente tra i bambini.
Infine vale sempre il principio di Pasteur, (si pentì in punto di morte) "...il terreno è tutto, il microbo e' niente" .
Il controllo e l'eliminazione delle cause della infiammazione ASIA, sono la base per OGNI ammalamento, compreso quello che i medici impreparati chiamano impropriamente "tetano", che è solo un sintomo che potrebbe essere totalmente prevenuto con la semplice pulizia dell'intestino e disinfezione  anche delle ferite, al limite anche con la propria urina.

Dotato di forma a bastoncino, Clostridium tetani è un batterio Gram-positivo, esistente in natura sia in forma vegetativa che in forma di spora. In forma vegetativa, si comporta come un microrganismo anaerobio obbligato, dove per “anaerobio obbligato” s'intende che: Cresce, si replica ed è in grado di germinare soltanto in assenza di ossigeno molecolare, come ad esempio l'intestino animale ed umano; quindi soffre, al punto da non riuscire più a sopravvivere, in presenza di ossigeno molecolare.
A giustificare il passaggio, da parte di Clostridium tetani, alla forma di spora è la presenza di ossigeno molecolare e il dover sopravvivere in condizioni ambientali avverse per lunghi periodi di tempo.- vedi:  Poliformismo dei batteri

La tossina, emessa dal batterio mutato in Clostridium tetani, arriva poi al sistema nervoso, risale i nervi sino a raggiungerne il corpo cellulare, dove blocca il rilascio di neurotrasmettitori ad azione inibente e causa contrazioni involontarie e dolorose della muscolatura, continue o a crisi discontinue.
Quando la quantità di tossina prodotta è elevata, può anche diffondersi dalla ferita, tramite il sangue anche altrove,  provocando il tetano generalizzato, la forma più grave a elevata letalità.
Di solito, le ferite superficiali e pulite non comportano particolari rischi: basta disinfettarle con cura.
Un’attenta disinfezione e medicazione è fondamentale per le ferite più profonde e contaminate; in certi casi occorre somministrare immunoglobuline specifiche, ma con esse, il pericolo di morte e' comunque da tenere presente.
Basta conoscere le cose per evitare inutili allarmismi, in quanto il cosiddetto batterio del tetano, risiede già normalmente all'interno del nostro organismo, ma in forma non tossica, perche' non mutato, e se seguiamo le corrette indicazioni possiamo, anzi possiamo evitare gravi conseguenze, seguendo il protocollo di MedNat.org

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>