Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


Decreto in Italy, per ritiro Vaccini con Mercurio
MINISTERO della SALUTE
  - l'uso dei vaccini al Tiomersal = mercurio
(un successivo decreto del ministro, ha spostato al 2008, per far terminare le scorte)
Il Thiomersal dei vaccini produce danni anche gravi
Metalli tossici  + Amalgami dentali al mercurio
Danni al sistema enzimatico da Vaccini e metalli 
By Giusy Arcidiacono (CT) - arcidiaconogiusy@hotmail.com -
Perito Commerciale - chimico
Sindrome della permeabilita' intestinale ed autismo
Metalli tossici dei vaccini = Autismo vedi: PDF dott. M. Proietti
Il Thimerosal dei vaccini distrugge e/o altera la flora intestinale essendo una sostanza altamente tossica
Ecco il recente studio che ha coinvolto più di 17.000 bambini fino a 19 anni
Questo studio-indagine attualmente in corso è stato avviato dall’omeopata Andreas Bachmair.

La Verita' sullo studio del dott. Wakefield
Dalle fibre minerali alle nanoparticelle:
....quali caratteristiche chimico-fisiche determinano la patogenicità delle polveri inalate PDF

Premi in denaro ai medici che vaccinano...
http://www.francoverzella.it/autismo-malattie-croniche/metalli-tossici-e-terapia-chelante-2/
Metalli tossici ed autismo
https://www.dionidream.com/autismo-metalli-pesanti/?utm_source=browser&utm_medium=push_notification&utm_campaign=PushCrew_notification_1492188065&pushcrew_powered
 

NON VERRANNO PIU' RITIRATI i VACCINI CONTENENTI TIOMERSALE - 11/07/2003 - (NdR: fino al 1° gen. 2008)

Commento:
Federfarma informa che il Decreto del Ministero della Salute 27 giugno 2003 pubblicato sulla G.U. n. 153 del 4 luglio 2003 ha mantenuto la commercializzazione dei lotti dei vaccini contenenti mertiolato (
Mercurio) o altri composti organomercuriali come conservanti o come residui nel processo produttivo, nonostante un precedente decreto dell’11 novembre 2001 avesse disposto il divieto di vendita a partire dal 1 luglio 2003.
In sostanza, con il Decreto del 27 giugno 2003 i lotti di vaccini contenenti mertiolato saranno esitabili fino a 45 giorni dopo l’autorizzazione della formulazione di un nuovo vaccino senza tale componente.
Con tale decreto il Ministero della Salute ha inteso garantire continuita’ nella reperibilita’ sul circuito distributivo dei vaccini in questione.
vedi:
Thimerosal


Il microbioma intestinale è necessario per una protezione completa contro la tossicità acuta dell'arsenico e non solo,  nei modelli sui topi.

Da almeno 15 anni gli scienziati americani (dei CDC) sono consapevoli di una correlazione fra il mercurio dei vaccini (Timerosal) e l'Autismo. Ma invece di dare l'allarme, hanno preferito seppellire tutto“ - 23/05/2016
http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=3671

DECRETO MINISTERIALE
Visto il decreto legislativo 29 maggio 1991, n. 178, e successive modificazioni ed integrazioni ed in particolare l'art. 16;
Visto il CPMP Position Paper on Thiomersal del 21 ottobre 1999;
Vista l'EMEA Position statement on thiomersal del 29 giugno 2000 che raccomanda di promuovere l'uso dei vaccini privi di mertiolato;
Visto il decreto 15 giugno 2000 "Adeguamento degli stampati di specialita' medicinali contenenti mertiolato o altri composti organomercuriali come conservanti o come residui nel processo di fabbricazione e modifica di composizione dei prodotti monodose" ed in particolare l'art. 2;
Visto il parere espresso dal Consiglio superiore di sanita' il 12 luglio 2000;
Tenuto conto della necessita' di evitare carenze sul mercato di vaccini monodose iniettabili nell'ambito delle politiche di prevenzione;
Preso atto della programmazione del processo di eliminazione del mertiolato formalizzata dalle ditte produttrici di vaccini monodose iniettabili in considerazione dei tempi tecnici necessari all'allestimento del dossier di modifica di composizione e all'avvio della produzione;
Visti i pareri della Commissione unica del farmaco dell'8-9 maggio 2001 e 11-12 settembre 2001;
Decreta:
Art. 1.
1. E' fatto obbligo a tutte le aziende titolari di autorizzazioni all'immissione in commercio di vaccini monodose iniettabili contenenti mertiolato o altri conservanti organomercuriali, autorizzati con procedura di autorizzazione all'immissione in commercio nazionale di presentare al Ministero della salute, Dipartimento della tutela della salute umana, della Sanita' pubblica veterinaria e dei rapporti internazionali - Direzione generale della valutazione dei medicinali e della Farmacovigilanza -  ufficio IV, viale della Civilta' Romana, 7 - 00144 Roma, entro il 31 dicembre 2002, 

Domanda di variazione di tipo II riguardante l'eliminazione del mertiolato o degli altri conservanti organomercuriali.
2. I lotti delle confezioni dei suddetti medicinali contenenti mertiolato o altri conservanti organomercuriali devono essere ritirati dal commercio entro il 30 giugno 2003.
3. Ai competenti organi di controllo e' demandata la vigilanza relativa all'effettiva attuazione di quanto disposto al comma precedente.
vedi: Metalli tossici nei vaccini - Bibliografia

Commento NdR: in realta' il mercurio NON e' stato tolto dai vaccini, ma se ne e' ridotta la quantita' per rimanere sotto le soglie permesse dalle leggi....

METALLI TOSSICI
Qualche anno fa li chiamavano metalli pesanti, e se ne parlava soprattutto nei giorni di grande afa estiva quando l'inquinamento e il caldo rendevano l'aria irrespirabile.
Oggi anche gli esperti li definiscono metalli tossici, e sono sostanze tossiche che penetrano in maniera insidiosa nella nostra vita attraverso, Vaccini, farmaci, amalgami dentali, protesi, cibi, acque, bevande, prodotti per l’igiene personale, rossetto, aria.
vedi anche: http://www.informasalus.it/it/articoli/tossicita-metalli-autismo.php 

Alluminio ed altro....nei Vaccini ecco i gravi danni:
http://edgytruth.com/2016/07/18/vaccine-ingredients-comprehensive-guide/#
Ecco le prove, con studi, delle varie Micro e NanoContaminazioni dei Vaccini - PDF + Nanoparticelle + Ricerca e Studio dimostrativo sul contenuto di sostanze pericolose nei Vaccini + Nanobatteri nei Vaccini


US National Library of Medicine National Institutes of Health See comment in PubMed Commons below
Toxicol Appl Pharmacol. 2010 Mar 15;243(3):283-91. doi: 10.1016/j.taap.2009.08.026. Epub 2009 Sep 2.
Mercury toxicokinetics--dependency on strain and gender.
Ekstrand J1, Nielsen JB, Havarinasab S, Zalups RK, Söderkvist P, Hultman P.
1 Molecular and Immunological Pathology, Department of Clinical and Experimental Medicine, Linköping University, SE-58185 Linköping, Sweden.

Tratto dall'Estratto:
".....La ritenzione del corpo intero (detta in inglese WBR) è stata monitorata fino allo stato stazionario dopo 5 settimane (NdR: nei topi di laboratorio), quando è stato valutato il contenuto di Hg dell'organismo.
 Nonostante l'assunzione di Hg simile, i maschi A.SW hanno raggiunto un 20- 30% di WBR significativamente più elevato e 2-5 volte più elevati di ritenzione / concentrazione renale renale totale rispetto alle femmine A.SW e ai topi B10.S.
 Un accumulo selettivo di Hg renale, ma di minore intensità è stato visto anche nei maschi B10. Rispetto ai femmine. Le differenze nell'accumulo di WBR e dell'organo Hg sono quindi regolate da geni non-H-2 e da sesso. I linfonodi mancavano il profilo di accumulo del rene, del fegato e della milza dipendente dal sesso e dal genere.
 Dopo 15 giorni senza Hg A.SW i topi hanno mostrato un 4 volte più alto WBR e fegato concentrazione di Hg, ma 11 volte maggiore concentrazione renale renale, mostrando il ruolo chiave per i reni nel spiegare l'eliminazione più lenta dell'Hg nei topi A.SW. Il tratto che ha causato un maggiore accumulo di mercurio non è stata ereditata dominante negli ibridi F1.
 I topi F2 hanno mostrato una grande variabilità inter-individuale nell'accumulo di Hg, mostrando che fattori genetici multipli influenzano la tossicocinetica Hg nel topo. La popolazione umana geneticamente eterogenea può quindi mostrare una grande variazione nella tossicocinetica di mercurio".


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

CORRIERE della SERA
Interni  -  8 luglio 2003 - Vietati negli Usa ma non in Italia - solo nel 2008 sono stati "eliminati" ma non da tutti i vaccini.....

Il Mercurio
Molti vaccini obbligatori e non facoltativi, tipo quelli contenuto nell'esavalente), anche quelli per i bambini, contengono sali di mercurio, allo scopo di evitare la formazione di muffe nei preparati. Molti studi hanno però accertato che questa componente presenta dei rischi per la salute.
La PROROGA
Negli Usa i vaccini con il mercurio sono stati ritirati fin dal 1999. In Italia dovevano essere vietati a partire dal 30 giugno scorso, ma il Ministero ha prorogato «sine die» la vendita.
Dovevano venire ritirati entro il 30 giugno i Vaccini al Mercurio; il Ministero rinvia la messa al bando - Ass. consumatori: "Sono pericolosi"

MILANO - Il ministero della Salute ha rinviato la messa al bando dei vaccini contenenti sali di mercurio, nocivi per la salute. Entro il 30 giugno scorso i vaccini monodose, come quello per evitare il tetano, a cui i bambini vengono sottoposti obbligatoriamente, dovevano infatti essere ritirati dal commercio, «invece sono ancora in vendita», sostiene l’«Osservatorio farmaci e salute» del Movimento consumatori.
A stabilire il ritiro dal mercato era stato un decreto ministeriale del 13 novembre 2001. 
La normativa era stata adottata dopo che numerosi studi avevano dimostrato la pericolosità dei composti di mercurio. Fra i rischi: la paralisi a nervi e muscoli e perfino l’autismo. Il termine entro il quale le aziende farmaceutiche avrebbero dovuto adeguarsi è scaduto, «ma negli ambulatori medici e in farmacia non è cambiato nulla - insiste il Movimento consumatori -. In verità il ministero ha decretato una proroga sine die per la modifica dei prodotti farmaceutici».
Ieri in Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato un decreto di modifica in cui si invitano le case farmaceutiche ad aggiornare quanto prima i prodotti in questione. Solo quando saranno stati sostituiti con vaccini depurati dal mercurio, il ministero ne autorizzerà la commercializzazione. Entro 45 giorni da tale autorizzazione, i farmaci vecchi andranno fuori legge.
«Il problema fondamentale però - denuncia Alessandro Miano, dirigente nazionale del Movimento consumatori - è che da nessuna parte viene indicata la data di scadenza entro cui compiere l’aggiornamento e questo potrebbe indurre le case farmaceutiche a tergiversare ancora per un bel pezzo».
Nel 1999 l’americana Food and Drug Administration (Fda) aveva accertato che la quantità di mercurio utilizzata per evitare la formazione di muffe nei vaccini superava i limiti di sicurezza.
Negli Stati Uniti, ma non solo, i vaccini con eccipienti di questo tipo furono dunque subito proibiti. In Italia, invece no, è stato consentito alle industrie farmaceutiche di esaurire le scorte.
Il ministero replica ricordando che i massimi organismi scientifici europei - il Cpmp (Comitato specialità medicinali) e l’Emea (Agenzia europea per la valutazione dei medicinali) - hanno ribadito che «i benefici offerti alla popolazione dai vaccini esistenti» compresi quelli contenenti tiomersale (della famiglia del mercurio) «sono ampiamente superiori rispetto ai rischi potenziali di esposizione a tali sostanze». Ma nel resto d’Europa, come negli Usa, quei prodotti sono già stati banditi.
By Ele. Pra - Tratto da www.condav.it

COMUNICATO STAMPA
Vaccini antinfluenzali al
Mercurio ! - I Verdi invitano i consumatori a boicottarli - vedi: Timerosal
By Marco Moruzzi

Le allarmanti notizie provenienti da oltreoceano, sulla virulenza della influenza invernale, stanno spingendo molti cittadini ad effettuare la vaccinazione antinfluenzale, vaccinazione che per altro il Ministero della Salute (in base alle linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità), consiglia per i soli soggetti a rischio, anziani e bambini. 
A questo proposito non tutti i pediatri condividono la necessità della vaccinazione dei bambini in buono stato di salute.
Per altro chi ha contratto la malattia, nei due anni precedenti, non può contrarre la malattia dal medesimo tipo di virus, ma la scelta se vaccinare o meno è ovviamente delicata, personale e legata a molteplici fattori.
Ciò che è certo è che sono state autorizzate alla commercializzazione due tipi di vaccino contenente mercurio, che al 30 giugno di quest’anno erano fuorilegge a seguito di un apposito Decreto emanato il 13 novembre 2001.
A tre giorni dall’entrata in vigore della disposizione il Ministro Sirchia ci ha ripensato e le due multinazionali che hanno continuato a produrli, la GlaxoSmithKline e la Solvay li hanno commercializzati a prezzi stracciati.

Commento (NdR): Come fanno le aziende dei vaccini a preparare in anticipo di mesi....grossi quantitativi di vaccini, se non "sanno" preventivamente quale sara' il virus dell'influenza sei mesi dopo.........eppure cio' avviene regolarmente da anni, cio' vuol dire semplicemente che: 
1 - il virus NON non e' la causa dell'influenza (vedi qui in dettaglio le cause e concause); infatti in medicina naturale insegniamo che l'influenza  (parola che contiene in se stessa la verita' della sua definizione di significato) e/o il raffreddore, che questi stati di malessere,  sono la risposta naturale a situazioni di infiammazioni intestinali che, richiamando il sangue dalla periferia verso le viscere infiammate, permettono l'influire del tempo (freddo/caldo e ionizzazione dell'aria diversa) sulla cute della persona raffreddandola !
Da qui il raffreddore (dolore da freddo) catarro, tosse e l'influenza (della termica e della ionizzazione dell'aria); infatti questi due "malanni" sono il risultato del freddo (classico dei periodi di passaggio da una stagione all'altra) che si introduce nel corpo attraverso la pelle non ben irrorata sufficientemente dal sangue periferico per le croniche infiammazioni intestinali e per il pH digestivo e la flora batterica alterati, che richiamano il sangue nelle viscere sottraendolo alla cute. Quindi l'influenza e' un'azione benefica della natura. per aiutare gli organismi malati ad eliminare i  propri problemi di infiammazione.
2 - Che le case produttrici di vaccini inventano il nome del virus 6 mesi prima, virus che poi "cercano e ri-trovano" nei loro esami di laboratorio........ecco la forza del marketing.....
vedi: Metalli tossici nei vaccini - Bibliografia

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
 

Vaccini: Adiuvanti in Alluminio = disordini Biologicineurologici, immunitari, autismo, ecc.
https://autismovaccini.org/adiuvanti-in-alluminio-e-disordini-neurologici/  

Uno studio pubblicato qualche mese fa a dicembre 2016 sulla rivista Metabolic Brain Disease dimostra il legame tra intossicazione di metalli pesanti (specialmente piombo e mercurio) e l’insorgenza dell’autismo.
Ecco cosa affermano gli autori:
Un totale di 100 bambini sono stati analizzati in questo studio. Sono stati classificati in tre gruppi: bambini con ASD (40), bambini sani come gruppo di controllo (40), e fratelli sani dei bambini ASD (20).
I risultati hanno mostrato che i bambini con ASD avevano livelli significativamente più elevati di Hg (mercurio), Pb (piombo) e porfirine pentacarboxyporphyrin, coproporphyrin, precoproporphyrin, uroporfirine e hexacarboxyporphyrin rispetto al gruppo di controllo sano e al gruppo dei fratelli sani dei bambini ASD.
Le madri dei bambini autistici hanno mostrato una più alta percentuale di otturazioni in amalgama dentali rispetto alle madri del gruppo di controllo sano suggerendo che alti livelli di mercurio nei bambini con ASD possono riguardare la maggiore esposizione al mercurio dall’amalgama dentale materna durante la gravidanza e l’allattamento. I risultati hanno mostrato che i bambini con ASD nel presente studio avevano più elevati livelli di Hg e Pb nel sangue rispetto ai bambini sani di controllo che indicano che il metabolismo disordinato della porfirina potrebbe interferire con la patologia associata con il fenotipo neurologico autistico.

Studi dimostrano il legame tra autismo e alti livelli di mercurio
Gli scienziati hanno quindi determinato il grado di avvelenamento da mercurio nei bambini attraverso la misurazione dell’escrezione urinaria di composti organici chiamati porfirine, che fungono da biomarcatori per la tossicità del mercurio.
I ricercatori hanno anche misurato i livelli ematici di mercurio e piombo. Quindi da entrambe le analisi è stata confermata totalmente l’elevato livello di questi metalli pesanti. I ricercatori hanno dimostrato una forte correlazione tra la tossicità del mercurio e la presenza di autismo, e una correlazione diretta tra i livelli di tossicità del mercurio e la gravità dei sintomi di autismo.
Ma non è l’unico. 
Almeno sei studi americani hanno collegato presenza autismo e elevata esposizione al mercurio misurando porfirine urinarie.
Il primo studio, completato da Heyer et al. nel 2012 ha mostrato una correlazione tra la presenza di autismo e specifici porfirine urinarie associate a tossicità del mercurio. Questo lo afferma anche uno studio precedente da Kern et al. (2011, Pediatr Int 53: 147) dove porfirine specifiche associate con la tossicità del mercurio erano significativamente più alte nei bambini con autismo rispetto al gruppo di controllo non-autistico. Woods et al. nel 2010 ha osservato anche che il metabolismo della porfirina è disordinato nei bambini autistici, che non è stato osservato nei bambini di controllo non autistici. Questo ancora una volta suggerisce un aumento della tossicità del mercurio associato ai disturbi dello spettro autistico.

La più o meno gravità dei sintomi dell’autismo è stata anche correlata a livelli di porfirine specifici associati con la tossicità del mercurio. Kern et al. nel 2010 ha mostrato una forte correlazione tra il livello di gravità dell’autismo (misurato attraverso la Autism Treatment Evaluation Checklist (ATEC)) e la quantità di porfirine urinarie osservate nei bambini autistici. Geier et al. ha dimostrato anch’esso la correlazione tra porfirine urinarie e la gravità dell’autismo in uno studio in cieco utilizzando la scala di misurazione dell’autismo CARS. Questo studio è stato ulteriormente chiarito da Geier et al. (2009, J Neurol Sci 15: 280) dove i bambini con grave autismo hanno mostrato porfirine urinarie significativamente più elevate associate alla tossicità del mercurio rispetto a quei bambini con autismo lieve o controllo non autistico.

Ulteriore studio mostra il legame tra metalli pesanti e autismo
Questi risultati sono supportati da una recente ricerca che collega le esposizioni industriali di piombo, mercurio e arsenico alla prevalenza di disturbi dello spettro autistico (ASD). Lo studio, condotto da un team di 13 scienziati provenienti da università e ospedali americani, è stato pubblicato nel numero di luglio 2016 del Environmental Monitoring and Assessment. Gli autori hanno studiato i dati del Center for Disease Control e Prevention (CDC) su 4.486 bambini con spettro autistico residenti in 2.489 aree in tutto il paese. Hanno usato una sovrapposizione dei dati di inquinamento atmosferico regionale della Environmental Protection Agency per determinare se le concentrazioni nell’aria di vari metalli potrebbero essere collegati con l’autismo e hanno trovato forti correlazioni tra concentrazioni nell’ambiente di piombo, mercurio e arsenico e il verificarsi dell’autismo. Nei tratti con concentrazioni nell’aria di piombo più alte, era significativamente più alta la prevalenza di autismo, rispetto a tratti con concentrazioni di piombo più basse. Inoltre, tratti con concentrazioni di mercurio e di arsenico al di sopra del 75esimo percentile avevano una significativa più alta prevalenza di autismo rispetto ai tratti con concentrazioni di arsenico, piombo e mercurio al di sotto del 75esimo percentile.

Correlazione tra autismo e inquinamento ambientale (fumi prodotti dalle fabbriche e centrali elettriche)
Uno studio precedente pubblicato nel 2015 da un gruppo di ricerca ancora più grande ha trovato un’associazione tra la vicinanza residenziale urbana ad impianti industriali che emettono inquinanti atmosferici (arsenico, piombo o mercurio) e una maggiore prevalenza di autismo.

Altri studi recenti hanno trovato associazioni significative tra le fonti ambientali di esposizione al mercurio e l’ASD.

Uno studio, condotto dalla Division of Environmental and Occupational Disease Control, California Department of Health Services pubblicato nell’Environmental Health Perspectives nel 2006, ha implicato il mercurio, tra gli altri metalli, come l’inquinante dell’aria che è più associato a rischi di diagnosi di autismo tra un campione di bambini nati nella zona di San Francisco Bay nel 1994.
Nel frattempo, una tesi di laurea completata alla Louisiana State University nel 2006 ha rilevato un’associazione tra mercurio nel pesce, le emissioni nell’aria e i disturbi dello sviluppo, tra cui l’autismo. Sempre nel 2006 e poi nel 2009, i ricercatori hanno dimostrato che gli aumenti di mercurio ambientale emesso dalle centrali elettriche e la distanza dalle fonti di esposizione al mercurio in Texas erano significativamente correlati al rischio di un individuo di contrarre autismo.

Lo studio del 2006 ha rilevato che “in media, per ogni 1.000 libbre (453 kg) di mercurio rilasciato nell’ambiente, c’è stato un aumento del 43% del tasso di servizi di educazione speciale e un aumento del 61% del tasso di autismo.”

Lo studio del 2009 ha riferito che “per ogni ulteriori 10 miglia di distanza da fonti industriali o da centrali elettriche è associata una diminuzione del rischio del 2,0% e 1,4%, rispettivamente.”

Uno studio del 2013, svolto dai ricercatori di Harvard, ha scoperto che le donne che vivevano nelle zone con i più alti livelli di particolato diesel o mercurio nell’aria avevano due volte più probabilità di avere un bambino con autismo, rispetto a coloro che vivevano nelle zone con  livelli più bassi di inquinamento atmosferico. Tra i contaminanti “il mercurio e il cloruro di metilene sono i più associati all’autismo“, ha riferito lo studio

Conclusione. L’evidenza è confermata
A settembre 2016 è stata pubblicata una review sulla rivista Journal of Trace Elements in Medicine and Biology che analizza tutti gli studi scientifici dal 1999 ad oggi che discutono il legame tra autismo e mercurio. Ecco cosa hanno concluso i ricercatori:
“Questa revisione ha trovato 91 studi che esaminano la potenziale relazione tra mercurio e autismo dal 1999 al febbraio 2016. Di questi studi, la stragrande maggioranza (74%) suggeriscono che il mercurio è un fattore di rischio per l’autismo, rivelando effetti sia diretti che indiretti. La preponderanza delle prove indica che l’esposizione al mercurio è causale e/o contributiva nell’autismo.”
Chiaramente siamo in un disperato bisogno di ridurre l’esposizione a questi metalli altamente tossici che agiscono sinergicamente nel corpo per causare danni. Qui non abbiamo menzionato i vaccini che sono ad alto contenuto di mercurio ed altre fonti di inquinamento come il consumo di pesci predatori (tonno, pesce spada). Abbiamo bisogno di modi efficaci che aiutino a ripristinare la salute di coloro che sono stati danneggiati.
“I fattori sono molteplici: l’inquinamento, pesticidi negli alimenti, il mercurio nei cibi, le radiazioni elettromagnetiche.
Si può fare un parallelo con le malattie che colpiscono le api. Oggi si ammalano di più per colpa dei pesticidi, delle radiazioni e dei parassiti. La stessa cosa succede all’uomo e soprattutto ai bambini, più fragili e quindi più a rischio”. By Luc Montagnier, premio Nobel per la medicina
Tratto da: dionidream.com


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

COMUNICATO STAMPA
Vaccini antinfluenzali al
Mercurio ! - I verdi invitano i consumatori a boicottarli - vedi: Timerosal
By Marco Moruzzi

Le allarmanti notizie provenienti da oltreoceano, sulla virulenza della influenza invernale, stanno spingendo molti cittadini ad effettuare la vaccinazione antinfluenzale, vaccinazione che per altro il Ministero della Salute (in base alle linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità), consiglia per i soli soggetti a rischio, anziani e bambini. 
A questo proposito non tutti i pediatri condividono la necessità della vaccinazione dei bambini in buono stato di salute.
Per altro chi ha contratto la malattia, nei due anni precedenti, non può contrarre la malattia dal medesimo tipo di virus, ma la scelta se vaccinare o meno è ovviamente delicata, personale e legata a molteplici fattori.
Ciò che è certo è che sono state autorizzate alla commercializzazione due tipi di vaccino contenente mercurio, che al 30 giugno di quest’anno erano fuorilegge a seguito di un apposito Decreto emanato il 13 novembre 2001.
A tre giorni dall’entrata in vigore della disposizione il Ministro Sirchia ci ha ripensato e le due multinazionali che hanno continuato a produrli, la GlaxoSmithKline e la Solvay li hanno commercializzati a prezzi stracciati.

Commento (NdR): Come fanno le aziende dei vaccini a preparare in anticipo di mesi....grossi quantitativi di vaccini, se non "sanno" preventivamente quale sara' il virus dell'influenza sei mesi dopo.........eppure cio' avviene regolarmente da anni, cio' vuol dire semplicemente che: 
1 - il virus NON non e' la causa dell'influenza (vedi qui in dettaglio le cause e concause); infatti in medicina naturale insegniamo che l'influenza  (parola che contiene in se stessa la verita' della sua definizione di significato) e/o il raffreddore, che questi stati di malessere,  sono la risposta naturale a situazioni di infiammazioni intestinali che, richiamando il sangue dalla periferia verso le viscere infiammate, permettono l'influire del tempo (freddo/caldo e ionizzazione dell'aria diversa) sulla cute della persona raffreddandola !
Da qui il raffreddore (dolore da freddo) catarro, tosse e l'influenza (della termica e della ionizzazione dell'aria); infatti questi due "malanni" sono il risultato del freddo (classico dei periodi di passaggio da una stagione all'altra) che si introduce nel corpo attraverso la pelle non ben irrorata sufficientemente dal sangue periferico per le croniche infiammazioni intestinali e per il pH digestivo e la flora batterica alterati, che richiamano il sangue nelle viscere sottraendolo alla cute. Quindi l'influenza e' un'azione benefica della natura. per aiutare gli organismi malati ad eliminare i  propri problemi di infiammazione.
2 - Che le case produttrici di vaccini inventano il nome del virus 6 mesi prima, virus che poi "cercano e ri-trovano" nei loro esami di laboratorio........ecco la forza del marketing....

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

J Toxicol Environ Health A. 2010;73(10):637-40. doi: 10.1080/15287391003613994."Mercury in vaccines from the Australian childhood immunization program schedule".
By Austin DW1, Shandley KAPalombo EA. - Author information
Abstract
Nonostante l'eliminazione del mercurio (Hg) -based thimerosal conservante dai vaccini presenti nel prospetto australiano del Programma per i bambini di Vaccinazione, permangono preoccupazioni tra alcuni ricercatori e genitori per la sicurezza del presente programma, in parte a causa di una paura di tracce residue di Hg.
Lo scopo di questo studio era di valutare in modo indipendente vaccini per l'infanzia per la presenza di Hg. Otto vaccini somministrati ai bambini sotto l'età di 5 anni sono stati valutati per il contenuto Hg attraverso un analizzatore di mercurio diretta DMA-80.
Sette dei vaccini 8 conteneva livelli rilevabili di Hg (meno di 1 ppb); tuttavia, 1 vaccino (Infanrix hexa) sono risultati positivi per Hg a 10 ppb. Il risultato è stato confermato e validato da ripetere le prove del campione originale. Test di follow-up è stato condotto su tre campioni supplementari di Infanrix hexa (uno dallo stesso lotto di produzione e due da molto diverso). Tutti e tre sono risultati positivi per Hg (media di 9,7 ppb).
Sebbene i livelli di Hg rilevati sono sostanzialmente inferiori rispetto a qualsiasi limite di sicurezza di esposizione stabiliti, i risultati di questo studio rivelano che esistono inesattezze nei messaggi pubblici della salute, comunicazioni professionali e documentazione ufficiali per quanto riguarda il contenuto di Hg in almeno un vaccino infanzia.
Nell'interesse della salute pubblica, spetta a produttori di vaccini e le agenzie responsabili, come la Therapeutic Goods Administration e il Dipartimento federale della Sanità e invecchiamento di affrontare la questione come una questione di urgenza.
PMID: 20391108 [PubMed - indexed for MEDLINE]

Commento NdR: come potete osservare, malgrado la "buona volonta" all'indagine, NON si effettuano delle ricerche serie per trovare TUTTE le sostanze tossico-nocive dei vaccini !
...infatti NON si sono cercate tutte le sostanze tossiche vaccinali, ma solo il mercurio e suoi derivati, inoltre le analisi di laboratorio NON hanno previsto la ricerca delle nanoparticelle dei metalli tossici, SEMPRE PRESENTI in TUTTI i Vaccini.... e' evidente che sono tutte ricerche "pilotate" !
 

Metalli TOSSICI nei Vaccini e nel corpo:

- https://www.intechopen.com/online-first/nanofibers-in-mucosal-drug-and-vaccine-delivery

- https://link.springer.com/article/10.1007/s12221-012-0709-4

- https://www.researchgate.net/figure/Electrospun-nanofibrous-membrane-fabricated-using-Nanospider-technology-A-and-detail-of_fig3_330954152

- https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0032386111007026

Un magnete al neodimio potrebbe renderli inutili ?

- https://magazine.unibo.it/archivio/2004/04/07/nanospider