Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


GARDASIL &  CERVARIX
- 4
Bibliografia aggiuntiva:
http://treasoncast.com/2014/04/05/anti-vaccination-peer-reviewd-research-list/
Ormoni e menopausa: sabotaggio farmacologico della salute delle donne, oltre al Vaccino per HPV
 

Continua da: Gardasil & Cervarix - 1 + Gardasil & Cervarix - 2 + Gardasil & Cervarix - 3

Il Vaccino per il Cancro all’utero (per lo HPV) e’ un grande “esperimento” di massa
- Venerdì 16 Gen., 2009 
Negli Stati Uniti l’FDA e i CDC, (NdR: Enti governativi sotto il controllo di
BIG PHARMA) dopo aver revisionato le segnalazioni de eventi avversi riportate con la vaccinazione per il papillomavirus con il vaccino quadrivalente, ora nonovalente,  Gardasil 9, hanno comunicato di "non aver riscontrato correlazioni tra il vaccino e gli eventi riportati".
(
NdR: ....e ti pareva.... che non dicessero cosi !)
Gardasil è stato approvato negli Stati Uniti nel giugno 2006; qualche settimana più tardi i
CDC (Centers for Disease Control and Prevention ) hanno emesso una raccomandazione affinche' fossero vaccinate tutte le bambine di 11 e 12 anni.
Al 30 giugno 2008, gli effetti indesiderati dopo vaccinazione, riportati dal sistema VAERS (Vaccine Adverse Event Reporting System ) sono stati 9.749. Di questi, il
6% era definito grave.
Venti ragazze/donne sono morte poco dopo la vaccinazione, ed altre hanno manifestato una rara malattia neurologica, Sindrome di Guillain-Barre'.
VAERS è un programma di sorveglianza post-marketing riguardante la "sicurezza" dei
vaccini. Le informazioni riportate nel sistema VAERS mancano di conferma clinica. ...(NdR: ma vi e' un'ampia letteratura in tal proposto !)

L’FDA ha chiesto alla società produttrice di Gardasil di aggiornare la scheda tecnica solo per le reazioni avverse definite minori, come: dolore muscolare, senso di fatica, debolezza fisica e malessere generale.
Merck & Co sta spingendo per rendere
obbligatoria la vaccinazione, ed estenderla a fasce sempre più ampie di persone.

Uno dei maggiori esperti di vaccinazione per il papillomavirus, Diane Harper della Dartmouth Medical School (in
Hanover, New Hampshire) ha espresso perplessità su come questa vaccinazione viene effettuata.
Innanzitutto gli studi clinici effettuati con Gardasil sono stati incentrati su 25.000 donne di età compresa tra 15 e 26 anni. Nonostante la mancanza di dati per popolazioni di età inferiore ai 15 anni, l’FDA ha approvato vaccino per persone dai 9 ai 26 anni, ed i CDC hanno raccomandato la vaccinazione alle ragazze di 11-12 anni.
Secondo l’Harper il vaccino Gardasil
non è stato adeguatamente valutato su ragazze al di sotto dei 15 anni.
Ed ora siccome non lo vendono facilmente,questi CRIMINALI, FARABUTTI, ASSASSINI, lo stanno proponendo anche ai ragazzi (maschi), raccontando delle BALLE alla ignorante ed ignara popolazione mondiale.....

Inoculazioni di uno o più vaccini in età precoce, può mandare in TILT il sistema immunitario, e non può essere esclusa l’insorgenza di reazioni di tipo autoimmune. (Xagena Medicina
Fonte: NHPR News, 2009
NdR: i vaccini trivalenti, fino agli esavalenti possono "regalare" anche questi gravi problemi !

I vaccini Gardasil + Cervarix sono a DNA ricombinante, per cui in pratica pare si tratti di un farmaco OGM (EMEA, “Relazione di valutazione pubblica europea - EPAR) – Gardasil”, settembre 2006).
In più contiene come adiuvante un composto a base di Alluminio (vedere la quantita' di alluminio inoculato ad esempio con l'esavalente) che per l'organismo, specie per il sistema linfatico, non è propriamente una passeggiata...., come molti studi hanno dimostrato.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

CHIEDIAMO una MORATORIA di ALMENO 3 ANNI PERCHE':
1. mancano informazioni corrette ed esaustive sui reali effetti indesiderati di questa vaccinazione
2. stanno diventando sempre più numerose le segnalazioni di gravi danni da vaccino per lo HPV nel mondo;
3. mancano completamente informazioni sulla durata della protezione e sulla reale capacità di prevenire veramente il carcinoma del collo dell'utero;
4. non sappiamo ancora come si modificheranno i numerosissimi tipi di HPV in risposta allo stimolo vaccinale: gli altri tipi virali ancora non coperti da vaccino diventeranno ancora più cancerogeni ?
5. mancano studi clinici longitudinali condotti da ricercatori indipendenti dalla case farmaceutiche sull'efficacia del vaccino.
6. il più efficace sistema di prevenzione esiste già ed è; il Pap-Test che può dare risposte su tutti i tumori dell'utero di qualsiasi eziologia.

La maggior parte delle analisi costo-efficacia condotte fino ad ora è stata finanziata dalle compagnie che commercializzano i vaccini per lo HPV e gli studi di efficacia pubblicati, tutti, senza eccezione, sono sponsorizzati dalle case produttrici dei vaccini.
La prudenza nell'accettare per valide le conclusioni cui sono giunti quegli studi è d'obbligo e sarebbe stato doveroso condurre delle sperimentazioni indipendenti prima di pronunciarsi in merito ad una vaccinazione di massa effettuata su bambine in una fascia di età particolarmente delicata.
Gli effetti indesiderati locali sono molto frequenti. Il 70% dei vaccinati lamenta dolori di lieve e media entità nelle sedi di inoculazione, il 5% dolori di intensità maggiore. Si sono registrati 5 eventi seri su 11.640 vaccinati, fra i quali un caso di broncospasmo, uno di gastroenterite, uno di cefalea ed ipertensione, uno di emorragia vaginale, un altro di dolore e deficit di mobilità.
Comunque, pur omettendo del tutto i dubbi sulla sicurezza a medio e lungo termine, solo considerando gli eventi più seri e supponendo un'adesione del 90% alla vaccinazione, dovremmo attenderci nel nostro Paese, di qui a 30 anni, prima di osservare il benché minimo risultato positivo, 3247 casi indesiderati di una certa gravità che i servizi sanitari saranno chiamati a gestire.
Perché nonostante tutti i dubbi e le incertezze documentate è; stata deliberata la somministrazione della Vaccinazione  per lo HPV ? Non c'è il rischio di una sperimentazione sulle nostre figlie ?

Ogni cittadino ha il dovere ed il diritto ad un'informazione aggiornata e indipendente perché ognuno possa trovarsi nella condizione di fornire il proprio consenso o diniego con conoscenza, coscienza e consapevolezza.
Per firmare la petizione on-line clicca qui: www.omeopatia.org/it/contatti/petizione-omeopatia.php


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Les Echos online - 25 gennaio 2008
In merito al decesso di due giovani donne, una in Germania ed una in Austria, a cui era stato somministrato Gardasil, per la profilassi del cancro al collo dell'utero commercializzato da Sanofi-Aventis e Merck & Co - EMEA "precisa" che in entrambi i casi la causa del decesso non è ancora stata identificata. (NdR: vi immaginate che i produttori dicano che invece fa male ??? -
BIG PHARMA produce SOLO prodotti innocui....che pero' ammalano e/o uccidono....)
Infatti un porta voce di Sanofi Pasteur MSD spiega che non esiste alcuna ragione di pensare che le morti siano legate alla somministrazione di Gardasil.

Commento
NdR: certo che ne hanno di coraggio queste industrie farmaceutiche....della salute della gente NON gliene frega proprio NULLA ! avrebbero per prima cosa dovuto ritirare dal mercato il vaccino e solo dopo aver accertato e dimostrato che esso e' assolutamente innocuo, rimetterlo in vendita.
Come al solito l'EMEA e' prudenziale, per favorire......, le industrie farmaceutiche, senza far ritirare dal commercio il prodotto per il suo controllo, cosi' l'EMEA fa per tutte le volte che vi sono problemi sui vaccini.....essa e' **legata** al potere dell'industria farmaceutica, cosi come l'OMS, l'UNICEF, CDC, FDA, Ministeri della sanita', Ordini dei medici, medici allopati ecc.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Gardasil Vaccine Ingredients - Roach Killer, Aluminum, and Polysorbate 80 - Aug 13, 2008
Manufactured by Merck, the proud maker of Vioxx, the Gardasil vaccine is perhaps one of the most controversial vaccines to date. The push to mandate this, which supersedes the individuals rights to choose how to care for their own health. Should the vaccine prove 10 to 15 years from now to be a sterilizing agent, we would lose and entire generation of child bearing girls, and do not think it cannot happen. Gardasil vaccine ingredients include amorphous aluminum hydroxyphosphate sulfate, sodium chloride,
L-histidine, polysorbate 80, sodium borate, (roach killer), and water for injection.

Gardasil vaccine ingredients - Polysorbate 80: Although Polysorbate 80 is a food additive that enables solubility of flavoring oils with water, injection is quite different. Polysorbate 80 injected into prepubescent rats caused a rapid growth of reproductive organs, but growth was abnormal and the rats were sterile, unable to have children. When used intravenously with vitamins it has been known to cause anaphylactic shock. According to the
Polysorbate 80 MSDS, it may be a carcinogenic, (cause cancer), as well as a
mutagenic, (birth defects).

Sodium Borate, AKA Roach Killer: From the National Library of Medicine, "Sodium borate is no longer used in medical preparations", until now. The U.S. National Library of Medicine and the National Institutes of Health declares Sodium Borate to be a dangerous poison. Two of the medical uses of the past were for disinfecting wounds, until people started dying from repeated cleaning), and cleaning nursery's, (until too many babies started dying) Side effects of Roach killer, I mean Sodium borate are vomiting, diarrhea, skin rash, blisters, collapse, coma, convulsions, drowsiness, fever, lack of desire to do anything, low blood pressure, decreased urine output, sloughing of the skin, twitching of facial muscles, arms, hands, legs, and feet.
(google translate)

Prodotto da Merck, il creatore del orgoglioso Vioxx (che ha ucciso molte persone), il vaccino Gardasil è forse uno dei più controversi vaccini fino ad oggi. La spinta enorme data a questa vaccinazione, che sostituisce i singoli diritti di scegliere il modo di prendersi cura della propria salute. Nel caso in cui il vaccino provare da 10 a 15 anni da ora a essere un agente sterilizzante, ci perderebbe e tutta la generazione di bambini che porta le ragazze, e non credo che non possa accadere.
Vaccino Gardasil: gli ingredienti includono amorfo idrossifosfato solfato di alluminio, cloruro di sodio, L-istidina, polisorbato 80, Sodio borato, (Roach killer), e acqua per preparazioni iniettabili.

Polisorbato 80: Anche se Polisorbato 80 è un additivo alimentare che consente la solubilità degli oli (aroma) in acqua, l'iniezione è ben diversa. Polisorbato 80 iniettato in topi prepubescent causato una rapida crescita di organi riproduttivi, ma la crescita è stata anomala e i ratti sono stati resi sterili, cioe' incapaci di avere figli. Quando viene usato con vitamine via endovenosa è stato riconosciuto per causare shock anafilattico. Secondo la scheda Polisorbato 80, può essere una sostanza cancerogena, (provocare il cancro), così come una mutagene, (difetti di nascita).

Borato di sodio, aka Roach Killer: Dalla National Library of Medicine "Borato di sodio non è più utilizzata in preparati medici", fino ad ora. La National Library of Medicine statunitense e il National Institutes of Health dichiarano il borato di sodio essere un pericoloso veleno. Due degli impieghi medici del passato sono stati per la disinfezione delle ferite, e' stato sospeso quando l'igiene e' migliorata.
Gli effetti indesiderati di Roach killer, cioe' del Sodio borato sono: vomito, diarrea, eruzioni cutanee, vesciche, collasso, coma, convulsioni, sonnolenza, febbre, mancanza di desiderio di fare qualcosa, bassa pressione sanguigna, diminuzione della quantità di urina, sloughing della pelle, spasmi dei muscoli del viso, braccia, mani, gambe e piedi.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ammontano a migliaia gli effetti indesiderati provocati dal Gardasil
6 Ottobre, 2007 - © 2007 WorldNetDaily.com - Link alla pagina originale:
http://worldnetdaily.com/news/article.asp?ARTICLE_ID=58004

Altre otto morti, avvenute nei mesi scorsi, stanno per essere ricondotte al Gardasil, il vaccino della Merck & Co (il piu' costoso vaccino al mondo = 360 $ alle ASL italiane)  per il papillomavirus umano trasmesso per via sessuale. Secondo documenti rilasciati dal Judicial Watch, molti stati stanno valutando di rendere obbligatoria questa vaccinazione per tutte le donne in età scolare.
Si sono inoltre verificati altri 1.824 casi di effetti indesiderati del farmaco, portando il "totale noto" di questi problemi a quota 3.461.
"Alla luce di queste informazioni, è allarmante che gli stati e i governi locali possano imporre, in qualsiasi maniera, questo vaccino alle giovani ragazze," dice Tom Fitton, presidente del gruppo. "I report di queste reazioni avverse indicano non solo che il vaccino provoca seri effetti collaterali ma che può risultare anche fatale"...leggasi MORTE !

L'articolo : www.wnd.com/news/article.asp?ARTICLE_ID=54360,  ha già riferito di come la Merck stesse facendo lobbying sui legislatori statali per rendere obbligatoria la vaccinazione, ed abbia poi smesso una volta che queste attività erano state svelate.
La WND ha anche già riferito quando un ricercatore di punta sul papillomavirus umano, cui è diretto il Gardasil, ha affermato che erano necessari ulteriori sperimentazioni, e di come anche il Centers for Disease Control abbiano suggerito che il vaccino non dovrebbe essere obbligatorio.

La disputa è stata incentrata primariamente sulle richieste di alcuni stati ed enti governativi affinché le scolare fossero vaccinate contro un'infezione trasmessa solo tramite contatto sessuale.
L'obbiettivo del vaccino è il cancro della cervice uterina, in quanto ci sono studi che mostrano che avendo avuto l'HPV si ha una probabilità maggiore di sviluppare più tardi questo tipo di cancro. Comunque, gli oppositori fanno osservare che tali cancri si sviluppano più spesso nelle donne anziane, mentre il progetto è di richiedere l'inoculazione per le ragazze dell'età di 11 o 12 anni. Citano inoltre la mancanza di prove che il vaccino possa avere un effetto prolungato negli anni.

Il Judicial Watch ha affermato di aver ottenuto i documenti dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti, a seguito del Freedom of Information Act, pagine che dettagliano i nuovi 1.824 casi.
Questi nuovi casi comprendono otto casi di decesso collegato al vaccino, rispetto alle tre MORTI verificatesi nei 1.637 precedenti casi di effetti collaterali.

La marea di reazioni avverse verificatesi nel 2007 e riferite alla FDA dal Vaccine Adverse Event Reporting System (Sistema informativo sulle reazioni avverse ai vaccini), comprende 347 reazioni gravi.

"Delle 77 donne che hanno ricevuto il vaccino mentre erano incinte, 33 hanno accusato effetti collaterali quali aborto spontaneo o anomalie fetali. Altre reazioni avverse continuano ad essere segnalate e includono, paralisi di Bells, sindrome di Guillain-Barre e convulsioni," dice il Judicial Watch.
E questi numeri potrebbero non riferirsi nemmeno a tutti i casi, dice il Judicial Watch, che ha intentato una causa questa settimana contro la FDA per avere omesso una risposta completa alle reiterate richieste di informazioni riguardanti il vaccino.

Nello specifico, Judicial Watch chiedeva l'accesso alla corrispondenza tra la Merck e la FDA in merito al vaccino, alle comunicazioni tra la FDA e la GlaxoSmithKline, che sta sviluppando un vaccino analogo, chiamato Cervarix (NdR: Il secondo vaccino piu' costoso al mondo = 335 $ alle ASL italiane) ed ai resoconti dei consumatori, dei medici e altri resoconti concernenti i problemi riscontrati con il vaccino HPV.
Quando la faccenda dell'indagine della sua organizzazione sul vaccino HPV emerse, e i primi report cominciarono ad uscire, Fitton li descrisse come "un catalogo degli ORRORI."

Il referto, N°. 275438-1, descrive la reazione come trombosi dell'arteria coronarica, immediata morte cardiaca. "Somministrato il vaccino Gardasil dose n.1 12/3/07. Collassata e morta il 26/3/07. L'ecocardiogramma ha rivelato il ventricolo destro molto allargato, il ventricolo sinistro piccolo assieme a vasti coaguli sanguigni nell'atrio destro e nel ventricolo destro."

Il Michigan, per primo, ha introdotto un piano per imporre il vaccino per le ragazze giovani, ma la proposta è fallita. Anche l'Ohio ha esaminato un progetto, poi fallito, nel 2006.
Quindi nel 2007, dopo l'aggressiva campagna lobbistica della Merck e le donazioni a Women in Government.... i legislatori in almeno 39 stati e il District of Columbia hanno lavorato per sponsorizzare questi progetti…...chissa' perche'  ? per i $$$

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Il TGA (Therapeutic Goods Administration) ha avviato un'indagine per valutare se la somministrazione del vaccino per il papillomavirus Gardasil causi pancreatite.

Sono pervenute all'Agenzia per il controllo dei farmaci australiana 3 segnalazioni:
a) Una donna di 26 anni è stata ricoverata in ospedale 4 giorni dopo aver ricevuto la prima dose del vaccino Gardasil. La donna ha presentato febbre, rash, dolore intenso e vomito. E' stata diagnosticata pancreatite. Dopo 10 giorni i sintomi si sono attenuati e la donna è stata dimessa dall'ospedale.
b) Una donna ha presentato un aumento dei livelli di enzimi pancreatici dopo somministrazione di Gardasil, gli enzimi si sono normalizzati entro 24 ore;
c) Una donna dopo vaccinazione con Gardasil ha manifestato pancreatite ed è attualmente in cura.

La pancreatite si manifesta con forte dolore addominale. Le complicanze della pancreatite comprendono l'insufficienza respiratoria acuta, shock, emorragia, insufficienza renale. La pancreatite può avere decorso anche fatale.
Finora, TGA ha ricevuto 1.013 segnalazioni di sospette reazioni avverse con Gardasil, tra cui dolore, gonfiore, rossore o altre reazioni al sito di iniezione ( 20% ), cefalea ( 20% ), capogiri ( 15%), nausea ( 16% ) e vomito ( 6.9% ).
In Australia sono state distribuiti 3.7 milioni di dosi di vaccino.
Xagena2008  - Fonte TGA, 2008


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Gardasil: un vaccino contro il papillomavirus realmente sicuro ? - A quanto pare proprio NO !
L’emittente televisiva statunitense CBS ha riportato il caso di una ragazza di 13 anni di nome Jenny, che vive nel Nord Carolina, sana fino a 15 mesi prima. Subito dopo aver assunto la terza iniezione del vaccino tetravalente contro il papillomavirus, Gardasil, la ragazza ha iniziato a manifestare i primi segni di una malattia muscolare degenerativa. Ora Jenny è quasi completamente paralizzata.

Gardasil può aver causato la paralisi ?
La famiglia di Jenny ritiene che ci sia un legame tra la vaccinazione con Gardasil e la paralisi della figlia.
La società produttrice del vaccino, Merck & Co, ha negato l’esistenza di una casualità tra vaccinazione e questo grave evento avverso.
Il caso di Jenny non è isolato, tuttavia le Autorità Sanitarie non hanno finora avvallato la relazione tra paralisi e vaccinazione.

L’FDA (Food and Drug Administration) ha comunicato che dal 2006, anno dell’approvazione del vaccino, quasi 8 milioni di ragazze hanno ricevuto almeno una iniezione di Gardasil; in totale sono state somministrate 13 milioni di dosi.
La stampa americana ha riportato anche il caso di Katherine Davison, una ragazza di 20 anni, che dopo aver assunto la terza dose di Gardasil ha avvertito giramenti di testa, ed ha sviluppato sintomi simil-influenzali. In pochi giorni la ragazza ha perso la sensibilità sul lato sinistro del corpo.
I medici hanno accertato che la ragazza era stata colpita da un ictus.
Merck & Co non ha inserito la trombosi tra gli effetti indesiderati del Gardasil.
La parte sinistra del corpo di Katherine è ancora insensibile, con giramenti di testa, stanchezza; la ragazza sta assumendo ben7 farmaci al giorno.
Una ragazza di 14 anni Katherine Kimzey ha manifestato cefalea debilitante, svenimenti, e rigidità artrite-simile, con frequenti giramenti di testa e difficoltà a stare in piedi. La ragazza è stata ricoverata in ospedale, ed ha sofferto di crisi convulsive.
I sintomi di Katherine iniziarono subito dopo aver ricevuto la seconda iniezione di Gardasil.

Dall’analisi del sistema di sorveglianza post-marketing, VAERS, è emerso che tra le segnalazioni pervenute ( 9.749 al 30 giugno 2008 ) i casi gravi sono una minoranza ( 6% ), ma con un’incidenza maggiore di quanto atteso.
Non è da escludere che in alcune persone, la somministrazione di un vaccino come Gardasil, talvolta somministrato contemporaneamente ad altre vaccinazioni, possa scatenare una reazione di tipo autoimmune.
A sostenere questa tesi è Diane M Harper, direttore del Gynecologic Cancer Prevention Research Group al Dartmouth Medical Scholl nel New Hampshire ( Stati Uniti ), che già nel 2007 aveva avvertito del possibile presentarsi di malattie autoimmuni dopo somministrazione a giovani ragazze di Gardasil. ( Xagena2008 )
Fonte: CBS News 2) NHPR News, 2008

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Nel 2007, l’Australia ha dato avvio ad un Programma di vaccinazione con il Gardasil per le donne di età compresa tra 12 e 26 anni, utilizzando 3 dosi del vaccino,  per i sierotipi 6, 11, 16 e 18.
Il vaccino è stato somministrato in ambiente scolastico per le giovani donne di 12-18 anni, e nell’ambulatorio del medico di medicina generale per le donne di 19-26 anni.
Ricercatori del Children’s Hospital a Westmead in Australia sono stati incaricati di studiare le reazioni anafilattiche, che si erano presentate nel corso della vaccinazione con Gardasil.
Nel 2007 nello stato del New South Wales sono state somministrate 269.680 dosi di vaccini Gardasil, così ripartite: prima dose ( n=95.000; copertura 83% ), seconda dose ( n=91.289; copertura 80% ), terza dose ( n=83.845; copertura 74% ).
Dei 155 eventi avversi riportati dopo la vaccinazione con il Gardasil, 110 si sono presentati durante la somministrazione in ambiente scolastico ( 41 per 100.000 dosi ).
L’indagine è stata compiuta su 11 casi di sospetta anafilassi; 8 casi hanno rispettato la definizione di Brighton: 6 soggetti hanno manifestato orticaria, 1 angioedema, 1 stridore e ipossia.
Dei tre casi non classificati come anafilassi, 2 erano classificati come reazioni allergiche generalizzate.
Fonte: CMAJ, 2008

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>> 

Vaccini per l'aids...pericolosi
La Merck continua a proporre ed imporre - spingendo le autorità sanitarie a renderlo obbligatorio - il suo vaccino per il cancro cervicale Gardasil, consigliandolo non solo alle fanciulle, ma anche ai ragazzi, di sicuro poco esposti al cancro dell'utero - ma gli affari sono affari.
Nell'agosto 2007, il National Vaccine Information Center ha informato che l'uso del Gardasil ha rivelato effetti dannosi in 20.207 casi. Fra i quali cinque fanciulle morte, 51 invalidate, 1.358 ricoverate d'urgenza (e 451 non ancora guarite nel luglio 2007).
Ora anche il professor U. Veronesi consiglia caldamente il vaccino per il cancro cervicale delle ragazzine.
"Non sono solo le donne in menopausa ad ammalarsi, ma anche le giovani". Le giovani, va precisato, che hanno una vita sessuale promiscua da discoteca.
Il virus del papilloma (HPV), che il Gardasil è supposto contrastare, è la causa principale del cancro della gola e dell'ano nella gioventù che non fuma e non beve, dovuti dunque a trasmissione sessuale.
I ragazzi sono portatori del virus e lo trasmettono alle ragazze nei modi facili da intuire.
Da qui la pressione lobbistica di Merck per vaccinare obbligatoriamente anche i maschietti, onde consentire una vita sessuale «libera e felice senza rischi».
Qualche studioso ha obiettato che basta vaccinare obbligatoriamente le fanciulle per frenare la diffusione del virus.
Ma Merck mette in vendita il Gardasil a 360 dollari a dose (tre iniezioni), e ciò forse spiega la robusta necessità di vaccinare anche i maschi.
Allegre, mini-cubiste dodicenni ! .....La "scienza medica" pensa a voi.....
....Mamma Merck, papà ....U.Veronesi.

Ecco Riportate dal sito xagenasalute.it le notizie sui danni da vaccino per il cancro all'utero.
Sembra proprio che a parte le irrorazioni clandestine uno dei mezzi più nefasti per controllare ed avvelenare le persone sia proprio quello di inoculare direttamente sostanze dai pericolosissimi "effetti collaterali".

Purtroppo bisogna proprio chiudere gli occhi di fronte al male per pensare che questi effetti siano "indesiderati" e "collaterali".
Dopo 70 anni di vaccinazioni l'establishment medico non è riuscito a partorire uno studio non dico in doppio cieco, ma nemmeno con un semplice gruppo di controllo per testare validità ed innocuità dei vaccini.
Questa inadempienza dopo 70 anni NON si può addebitare solo a "coincidenze", "incapacità", "distrazioni".

Se per 70 anni nessuno specialista del settore ha fatto uno studio simile ci può essere solo un motivo: le aziende che producono vaccini sarebbero state danneggiate dai risultati dei test che di conseguenza sono stati scoraggiati (e c'è da pensare che di alcuni test eseguiti non abbiamo avuto notizia perchè sono stati censurati). Se le aziende che producono vaccini ed i vari ministeri della salute di ogni nazione non avessero avuto paura della verità, come mai non avrebbero mai fatto dei seri studi per testare i vaccini ?
Nessuno studio, in nessuna nazione per 70 anni per testare la validità e l'innocuità dei vaccini !
Bisogna essere proprio ciechi per non vedere il marciume che si cela dietro la propaganda della profilassi vaccinale.

L'emittente televisiva statunitense CBS ha riportato il caso di una ragazza di 13 anni di nome Jenny, che vive nel Nord Carolina, sana fino a 15 mesi prima. Subito dopo aver assunto la terza iniezione del vaccino tetravalente contro il papillomavirus, Gardasil, la ragazza ha iniziato a manifestare i primi segni di una malattia muscolare degenerativa. Ora Jenny è quasi completamente paralizzata.

La famiglia di Jenny ritiene che ci sia un legame tra la vaccinazione con Gardasil e la paralisi della figlia. La società produttrice del vaccino, Merck & Co, ha negato l'esistenza di una casualità tra vaccinazione e questo grave evento avverso. Il caso di Jenny non è isolato, tuttavia le Autorità Sanitarie non hanno finora avvallato la relazione tra paralisi e vaccinazione. L'FDA (Food and Drug Administration)  ha comunicato che dal 2006, anno dell'approvazione del vaccino, quasi 8 milioni di ragazze hanno ricevuto almeno una iniezione di Gardasil; in totale sono state somministrate 13 milioni di dosi.

La stampa americana ha riportato anche il caso di Katherine Davison, una ragazza di 20 anni, che dopo aver assunto la terza dose di Gardasil ha avvertito giramenti di testa, ed ha sviluppato sintomi simil-influenzali. In pochi giorni la ragazza ha perso la sensibilità sul lato sinistro del corpo. I medici hanno accertato che la ragazza era stata colpita da un ictus. Merck & Co non ha inserito la trombosi tra gli effetti indesiderati del Gardasil. La parte sinistra del corpo di Katherine è ancora insensibile, con giramenti di testa, stanchezza; la ragazza sta assumendo ben7 farmaci al giorno.

Una ragazza di 14 anni Katherine Kimzey ha manifestato cefalea debilitante, svenimenti, e rigidità artrite-simile, con frequenti giramenti di testa e difficoltà a stare in piedi. La ragazza è stata ricoverata in ospedale, ed ha sofferto di crisi convulsive. I sintomi di Katherine iniziarono subito dopo aver ricevuto la seconda iniezione di Gardasil.

Dall'analisi del sistema di sorveglianza post-marketing, VAERS, è emerso che tra le segnalazioni pervenute (9.749 al 30 giugno 2008) i casi gravi sono una minoranza ( 6% ), ma con un'incidenza maggiore di quanto atteso.

Non è da escludere che in alcune persone, la somministrazione di un vaccino come Gardasil, possa scatenare una reazione di tipo autoimmune. A sostenere questa tesi è Diane M. Harper, direttore del Gynecologic Cancer Prevention Research Group al Dartmouth Medical Scholl nel New Hampshire (Stati Uniti), che già nel 2007 aveva avvertito del possibile presentarsi di malattie autoimmuni dopo somministrazione a giovani ragazze di Gardasil.
By Marco A. - Fonti: 1) CBS News -  2) NHPR News

Commento NdR:
Questi vaccini saranno fra poco la "tomba" dei vaccini per i
disastri annunciati, che verranno alla luce sulle povere donne che si sottoporranno a queste infauste profilassi vaccinali !
Anche le vaccinazioni ai bambini in tenera età quando il loro sistema immunitario è ancora in fase di strutturazione e maturazione, producono proprio questo “depistage” al sistema immunitario stesso, mandandolo in confusione; i vaccini lo
alterano e quindi il vaccinato NON è più sano come prima  e si può ammalare di qualsiasi tipo di malattia.
Questa è la follia dei
medici vaccinatori al servizio delle case produttrici dei vaccini che vogliono mantenere ed aumentare il mercato dei malati.

Esempio: La SmithKlainBeekam (SKB produttrice del vaccini engerixB, quello dell’epatiteB ha “foraggiato” il poco onorevole De Lorenzo negli anni 90, con una TANGENTE (bustarella) di 600 milioni di lire (300.000 euri), per far varare dal Parlamento l’obbligo alla vaccinazione per l’epatiteB di tutti i piccoli nel primo anno di età e nel dodicesimo.
De Lorenzo è stato condannato e rinchiuso in carcere…..ma la
legge iniqua fatta varare con documentazione statistica falsa, è rimasta in auge,  a dimostrazione della “potenza” imperiale delle multinazionali dei vaccini sui governi nazionali !


L'Epatite B e' stata "inventata" con il vaccino per la Polio Sabin = visionare le comprovanti statistiche Istat  !
Cosi come la Meningite e' stata inventata dai vaccini per la Polio  +  EpatiteB  + 
Danni del Vaccino per il tumore all'Utero  +  Guerra contro le Donne

vedi: Statistiche Istat sui vaccini + Le 3 ZONE della Moderna Medicina  +  CANCRO RENALE ....rischio congenito  +  Terreno Oncologico  +  Diagnosi sul cuore in un secondo  +  Semeiotica-Biofisica  +  Rischio congenito Oncologico  +  Tumore all'utero + TABELLA del VARES (USA) per i Danni dei VACCINI

Vaccini obbligatori o no, tutti quanti sono da sempre sbandierati come utili e sicuri anche e non solo dal Ministero della salute, ma esiste una sentenza ben precisa (ignorata da tutti…) che mostra come tali distinzioni fra vaccini obbligatori e non, NON possono sussistere - vedi: Sentenza Corte Costituzionale
Le famiglie dei danneggiati da vaccino dal canto loro sottolineano “lo stato di abbandono in cui sono  state lasciate dalle cosiddette “istituzioni che dovrebbero tutelare”, infatti “tutelano” ma solo i fatturati di Big Pharma….". + Corruzione per i Vaccini


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

INFORMATIVA
I vaccini anti HPV (human papilloma virus) attualmente sul mercato sono due: Gardasil (? 564 per tre iniezioni) commercializzato negli Stati Uniti dalla Merck Phalmaceutical, coadiuvata in Europa dalla partner francese Sanofi-Pasteur.

Ecco cosa scrive sul suo sito: IMPORTANT INFORMATION ABOUT GARDASIL
GARDASIL may not fully protect everyone and does not prevent all types of cervical cancer, so it is important to continue regular cervical cancer screenings.
Anyone who is allergic to the ingredients of GARDASIL should not receive the vaccine. GARDASIL is not for women who are pregnant.
GARDASIL will not treat cervical cancer and genital warts and will not protect against diseases caused by other HPV types.
GARDASIL is given as 3 injections over 6 months and can cause pain, swelling, itching, and redness at the injection site, fever, nausea, and dizziness.
Only a doctor or healthcare professional can decide if GARDASIL is right for you or your daughter. Ask about GARDASIL today.

L’obiettivo che si prefigge Merck è quello di indurre i legislatori a rendere obbligatoria la vaccinazione, in modo da vendere quantità più elevate di vaccino.
La mancata obbligatorietà avrebbe come conseguenza un numero decisamente più basso di vaccinazioni e minori guadagni.
Per raggiungere il proprio scopo, Merck & Co sta esercitando una forte azione di lobbing.
Merck ha finanziato in modo particolare l’associazione Women in Government, che raccoglie le donne legislatrici in modo bipartisan. Negli ultimi 2 anni, Women Government ha tenuto cene e conferenze per tutti gli Stati Uniti promuovendo la lotta contro il tumore della cervice uterina……cioe’ promovendo la vendita per arricchire il fatturato dei produttori….

In concorrenza pronto anche il Cervarix prodotto dalla GlaxoSmithKline britannica (GSK).
Si profila una guerra tra aziende per conquistare il mercato. L'indicazione alla vaccinazione data dalle autorità è dai 9 anni ai 26, dopo i 26 solo screening. La vaccinazione proteggerebbe dai ceppi 16 e 18 sui 100 virus HPV conosciuti.
Si tratta di un'iniezione intramuscolare iniziale e due richiami entro sei mesi. Si prevedono altri richiami dopo 5 anni al termine della presunta protezione.

La POTENZA della GSK, il MAGGIORE PRODUTTORE di VACCINI del MONDO
Dopo aver registrato una crescita degli utili del 5,4%, pari a 1,18 miliardi di sterline, nell'ultimo trimestre 2006 - risultato inferiore alle attese degli analisti - GSK prevede un 2007 migliore.
Fonte: The Financial Times online: Les Echos on line; li Sole 24 Ore Finanza & Mercati, pag. 38. 9 febbraio 2007 e su http://www.aboulpharma.it

Anche i Paesi europei hanno reso disponibili sul mercato il vaccino HPV, ma l'Italia è il primo che lo distribuisce gratuitamente alle 11enni. I finanziamenti in Italia ammontano a 100 milioni di euro, e forse più, che fa capire che questo è un business sanitario per gestire fondi da capogiro.
Fonte : AEDfemminismo - Associazione Educazione Demografica - Consultorio autogestito.

Il National Cancer Institute (USA), ente statale, sostiene che il rapporto di casualità diretta virus-tumore non sia mai stato dimostrato, infatti, da uno studio controllato su donne accoppiate in base all'età è emerso che sia il 67% di quelle affette da cancro cervicale che il 43% di quelle non affette sono risultate comunque positive all'HPV, quindi infette dallo stesso virus.
Negli USA, in base a questo, i professori statunitensi Peter Duesberg e Schwartz ipotizzano la possibilità che i virus non producano il cancro ma semplicemente approfittino della debolezza dei tessuti causata da altro.
Gli effetti collaterali ufficiali del vaccino comprendono infiammazioni pelviche, asma, broncospasmi
ed artrite… e molto altro... oltre alla morte !

Secondo il ginecologo di Trieste Dr. Francesco Morosetti, vi sono 100 tipi diversi di papillomavirus umani. Di questi solo 13 hanno potenzialmente un alto potere tumorale. Mentre sono stati preparati due vaccini ciascuno con i due tipi più pericolosi.
I vaccini preparati con pezzi di proteine del DNA ricombinati e deattivati, ma allora a cosa servono ?  di questi virus che sono in una soluzione che contiene tra le altre cose componenti di alluminio, (crea molto facilmente alterazioni nei linfonodi e nel sistema linfatico) sicuramente tossiche. E non si sa assolutamente per quanto tempo faccia effetto e se veramente abbia effetto, nonostante gli studi dicano il contrario.

VAERS: 371 Gravi reazioni avverse DOPO vaccinazione con Gardasil
Judicial Watch, un’associazione di interesse pubblico, ha ottenuto dall'FDA ( Food and Drug Administration ) la possibilità di visionare gli effetti indesiderati correlati al vaccino contro il papillomavirus umano ( HPV ), Gardasil.
All'11 maggio 2007, il sistema di farmacosorveglianza post-marketing sui vaccini VAERS ( Vaccine Adverse Event Reporting System ) degli Stati Uniti, annoverava 1.637 reazioni avverse digitando la sigla HPV4, che corrisponde alla vaccinazione con Gardasil, un vaccino quadrivalente.
Di queste reazioni, 371 sono definite gravi.
Delle 42 donne che hanno ricevuto Gardasil mentre erano incinte, 18 sono andate incontro a reazioni avverse, che variavano tra l'aborto spontaneo ed i danni fetali.
La paralisi, la paralisi di Bell ( paralisi facciale ), la sindrome di Guillain Barre e le convulsioni sono alcuni dei gravi eventi avversi neurologici associati alla vaccinazione con Gardasil.

Nel database sono segnalati anche 3 casi di 3 persone morte dopo aver ricevuto il vaccino. Una ragazza è morta per trombosi 3 ore dopo aver assunto Gardasil.
Due ragazze di 12 e 19 anni sono morte per problemi cardiaci e/o per trombosi.
Secondo l'FDA queste morti non sarebbero correlate al vaccino.
Riguardo ai 1.637 effetti indesiderati riportati da Judicial Watch, l'FDA ritiene che siano in linea con i quasi 3 milioni di persone vaccinate negli Stati Uniti con Gardasil.
Inoltre non tutte le reazioni avverse sarebbero correlate alla vaccinazione contro il papillomavirus.
Nonostante la rassicurazione dell'FDA rimangono molti dubbi sulla sicurezza del Gardasil.

vedi:
Danni del Vaccino per il tumore all'Utero  +  Guerra contro le Donne

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

L’HPV non è un tumore.
Se hai l’HPV NON hai un tumore, hai un’infezione e te la devi curare, se sei una persona carina informa il/la tizio/a da cui l’hai preso che deve controllarsi e curarsi anche lui/lei. Se sei una persona carina fai da un ginecologo e fatti spiegare come diminuire la possibilità di trasmetterlo ad altri. Se il ginecologo ti consiglia l’astinenza sino al matrimonio esci dalla sagrestia e cerca un ginecologo vero.
Perchè da un certo tipo di HPV si passi a forme tumorali occorrono almeno 15 anni, se avete già contratto l’HPV il vaccino non lo cura, se avete avuto in passato l’HPV e ve lo siete curato il vaccino avrà un bassissimo effetto, forse persino nullo.

Gli studi delle case produttrici….parlano di quattro anni di copertura del vaccino: dopo quattro anni dovrebbe essere rifatto.
Le raccomandazioni italiane sono di NON co-somministrare il vaccino insieme ad altri.
Di non farlo al di sotto dei 10 anni.
Di non farlo se siete in gravidanza.
Se avete tempo da perdere e curiosità da buttare, potete leggervi gli scritti dedicati al vaccino HPV, di come salvò il “mondo dal papilloma virus” e la Merck..... dal fallimento……
Dubbi sull’efficacia avanzati dall’Università di Harvard, Montreal, San francisco.
Vi e’ un ampio dibattito internazionale che in Italia è stato ignorato. Totalmente ignorato.

Insomma la campagna di vaccinazione contro il Papilloma Virus continua, in sordina, partendo al contrario: innanzitutto lo si mette in vendita in farmacia, successivamente informiamo i ragazzi e forse poi verranno formati i genitori e successivamente ancora gli operatori sanitari, dopo di ciò…. verrà istituito un registro per la vigilanza della vaccinazione ed infine, proprio a campagna vaccinale conclusa, il ministero della salute emanerà le linee guida sulla vaccinazione contro il papilloma virus.

Da gennaio del 2008 le bambine nate nel 1996, che compiranno entro i dodici mesi successivi il dodicesimo anno di età, potranno sottoporsi alla vaccinazione contro il papillomavirus ( HPV ).
La vaccinazione anti HPV sarà consigliata, ma non obbligatoria, per tutte le donne di età compresa tra i 12 e i 25 anni, ma in questa prima campagna la gratuità del vaccino sarà garantita soltanto alle bambine di dodici anni: 280 mila ragazze. Le donne che hanno un’età compresa tra i 13 e i 25 anni potranno ricorrere alla vaccinazione individuale: il vaccino può essere acquistato in farmacia a proprie spese
La Merck dona 3.000.000 di dosi di Gardasil ai paesi del terzo mondo con reddito più basso.
Bisognerebbe dargli al minimo un premio Nobel per la medicina.
Pero’ aveva fatto fuori 27.000 persone ? Niente premio, sconto di pena al massimo.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Consiglio Superiore di Sanità Italiano, NON lo consiglia: “… sono attualmente in corso specifici studi in merito alla possibilità di associare la vacciniazione per l’infezione da HPV a quella antitetanica. Al momento è nota l’impossibilità di associare la vaccinazione anti-HPV con quella antiepatitica. Nell’incertezza delle conoscenze scientiliche a disposizione, si sconsiglia per il momento di seguire strategie di co-somministrazione vaccinale che includano la vaccinazione anti HP.

Inoltre: il Gardasil ed i Cerivax non hanno mostrato di avere effetto terapeutico. Quei vaccini non sono pertanto indicati per il trattamento del carcinoma del collo dell’utero, delle lesioni displastiche di alto grado del collo dell’utero, della vulva e della vagina o dei condilomi genitali.Quei vaccini non sono altresì indicati per prevenire la progressione di altre lesioni già esistenti correlate con il papillomavirus umano.

Inoltre: One unknown property of the vaccines now being researched is their longevity. Since the studies have been of short duration, it is unknown whether the vaccines will last just a few years or for much longer. Further study over time is required to answer this question.

270,000 women died of cervical cancer worldwide in 2002.[35] Acting FDA Administrator Dr. Andrew von Eschenbach said the vaccine will have "a dramatic effect" on the health of women around the world.[16] The American Cancer Society estimated that 9,700 women would develop cervical cancer in the United States in 2006, and 3,700 would die.[9]

Merck and CSL Limited are expected to market Gardasil as a cancer vaccine, rather than an STD vaccine. It remains unclear how widespread the use of the three-shot series will be, in part because of its $360 list price ($120 each for three shots). Merck and CSL have also suggested that governments make vaccination with Gardasil mandatory for school attendance, which has upset some conservative groups.[16][36] Many such groups also expressed fears that vaccination with Gardasil might give girls a false sense of security regarding sex and increase their level of promiscuity.[37][16][38] According to the Cleveland Clinic, "Genital HPV is spread through direct skin-to-skin contact with someone who has an HPV infection. Contact includes vaginal, anal, and oral sex. Some types of HPV cause genital warts, which are hard, rough lumps that develop on the skin. Anyone who is sexually active can get HPV and genital warts."[39] [40] The types of HPV the vaccine treats are transmitted by sexual activity. [41][42]
Both men and women are carriers of HPV. To eradicate the disease, men will eventually need to be vaccinated. Studies are being conducted now to determine the efficacy of vaccinating boys with the current vaccine.[43]

Tratto da en.wikipedia.org

Quindi: Il Gardasil + Cerivax ? Lo abbiamo detto: non sono efficaci rispetto al loro costo e non ne conosciamo gli effetti collaterali.
Però la grande macchina è ormai in moto e si procederà all'introduzione di questa prassi preventiva a livello di medicina di base.
Ci sorge così il dubbio, ancora una volta, di essere di fronte alla necessità commerciale di rimpinguare le casse delle ditte farmaceutiche che hanno investito nella ricerca.
Un crudele meccanismo economico che fa della salute di noi tutti un palcoscenico dove mostrare baldanzosi i propri successi e dove invece nascondere magagne, rischi, medicalizzazioni inutili: la salute ha un prezzo stabilito che non vuole essere pagato da chi fa ricerca.

Il bene del singolo sacrificato per la collettività ?
Crediamo più verosimilmente che la logica celata dietro a questa ed altre simili imprese commerciali, spacciate per altruistici interventi di sanità pubblica, sia un'altra: drammaticamente il bene della collettività talvolta messo a rischio un po' troppo allegramente per l'interesse di pochi ma potenti giganti economici….di BIG PHARMA !!!

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Il Vaccino per il Tumore all'Utero: E' un modo di guadagnare dei soldi ingannando la persone e mettendo in pericolo la loro salute.
Tratto da:
www.omeopatianet.it/index.php?option=com_content&task=blogcategory&id=38&Itemid=114

La commercializzazione menzognera di un nuovo vaccino contro il cancro è un incredibile inganno alle donne svedesi e rischia di creare nuovi pericoli per la salute. Sono state poste alte aspettative su due nuovi vaccini contro certi virus che potrebbero causare cancro al collo dell'utero.
Il Consiglio Nazionale svedese per la salute e previdenza sta subendo pressioni per inserire questi vaccini nel programma vaccinale dei bambini. Una valutazione scientifica presentata nel gennaio 2008 dimostra che gli studi sono insufficienti e incerti sugli effetti preventivi del vaccino contro il cancro. Con la vaccinazione generale esiste un serio rischio che un minor numero di donne si sottoporrà a visite ginecologiche di controllo causando nuovi rischi per la salute.
Il modo in cui la pubblicità ingannevole fatta al vaccino aumenta le speranze, è un tradimento alle donne" scrivono la direttrice e il manager dell'agenzia governativa svedese per la valutazione medica.
(SBU).

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Uno studio scientifico mostra che il vaccino quadrivalente per il papilloma virus può causare vasculopatia autoimmuni fatali (ovvero mortali).
Lo studio realizzato dai due medici canadesi Lucija Tomljenovic e Cristopher A. Shaw si intitola "Morte dopo il vaccino contro il papilloma virus, c'è una relazione causale o è una coincidenza ? " e si può leggere (in inglese) al seguente link
http://sanevax.org/wp-content/uploads/2012/10/Tomljenovic-Shaw-Gardasil-Causal-Coincidental-2167-7689-S12-001.pdf.
Le conclusioni dell'articolo non sono per niente ambigue: il vaccino in questione può innescare una reazione autoimmune che può essere talora mortale. Le conclusioni sono motivate dal fatto che molte delle reazioni avverse a tale vaccino finora registrate corrispondono a sintomi di vasculopatia cerebrale.
Studi come questo ovviamente mettono in un angolo tutti i ministeri della sanità che negano continuamente ogni correlazione tra le morti ed i vaccini.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Le informazioni incomplete della FDA sul Gardasil (vaccino per il “cancro all’utero” - vedi Bugiardino del Gardasil PDF)
Il tradimento della fiducia del pubblico ? - 28 ottobre 2011 - By Norma Erickson, Presidente
In risposta al recente annuncio da parte SANE Inc. Vax, della scoperta di organismi geneticamente modificati residui di DNA di HPV in più flaconcini di Gardasil, la FDA ha pubblicato la seguente pagina sul loro sito: “Informazioni FDA su Gardasil”
- Presenza di frammenti di DNA attesi, nessun rischio di sicurezza .
La lista FDA dei 'fatti salienti' e’ un diversivo ed un evidente tentativo di placare i timori che possono essere sorti per la scoperta di DNA estraneo in un altro vaccino precedentemente dichiarato 'sicuro ed efficace'.
Purtroppo, questi 'fatti chiave' sollevano più domande che risposte. - vedi: Contenuto dei vaccini
Nonostante il fatto che la FDA affermi che la loro missione è aiutare il pubblico ad ottenere informazione accurata, basata sulla scienza di cui hanno bisogno chi deve usare i farmaci, non ci sono riferimenti scientifici e nessuna indicazione che questi 'fatti salienti' sono qualcosa di più di istruzioni sul controllo del danno.
Consumatori e medici americani, meritano di meglio da un'agenzia finanziata dai contribuenti a cui e’ affidata la missione di essere l’Ente responsabile per la protezione della salute pubblica garantendo l'efficacia e la sicurezza dei farmaci umani e veterinari, prodotti biologici, dispositivi medici ... ... (dichiarazione di missione della FDA)
Secondo il Gruppo Giustizia dei Consumatori, negli ultimi 27 anni, ci sono stati 31 farmaci, riconosciuti sicuri ed efficaci "da parte della FDA che sono stati successivamente ritirati dal mercato per motivi di sicurezza non scoperti durante gli studi clinici.
 Nessuno saprà mai il vero costo in sofferenza umana risultanti dalle reazioni avverse a questi farmaci e vaccini che la FDA ha approvato come  'sicuri ed efficaci'.
I consumatori di tutto il mondo sanitario non sono disposti a rischiare la salute dei propri figli e forse la loro stessa vita in un vaccino che 'potrebbe' e dovrebbe prevenire il cancro 20 ai 30 anni lungo la strada della vita.
I genitori non sono disposti ad aspettare fino a quando gli eventi avversi del Gardasil che intervengono dopo la vaccinazione, raggiunga gli stessi numeri del Vioxx ha fatto, prima che il farmaco venisse ritirato dal mercato.
Consumatori e sanitari di tutto il mondo non sono più disposti ad accettare la “parola della FDA”, quando si tratta di vaccini in genere e specialmente quello per lo HPV per la salute e la sicurezza dei loro figli.
Chiedono la prova scientifica delle affermazioni fatte dalla FDA e quella dei produttori dei vaccini.
FDA 'Key Facts,' e le questioni sollevate da SANE Vax Inc. per conto dei consumatori sanitari:
- Gardasil contiene ricombinante L1-specifici frammenti di DNA di HPV, ma questi non sono contaminanti.
DNA codificante, il gene di HPV L1, viene usato nel processo di produzione per produrre il vaccino particelle virus-simili che compongono il vaccino.
La presenza di questi frammenti di DNA (NdR: estraneo = eterologo, quindi TOSSICO) è prevista, non è un rischio per i soggetti vaccinati, e non è un fattore di insicurezza. Il DNA è il "programma" per la maggior parte degli organismi viventi e porta le istruzioni genetiche per come le cellule funzione e crescere.
Questi 'atteso' frammenti di DNA contenenti plasmide ?
Si prega di spiegare perché, se questi frammenti di DNA ricombinante da HPV sono 'attesi,' come mai il produttore deve inventare un processo brevettato per rimuoverli ?
Si prega di fornire le sequenze di DNA di tutti 'attesi' frammenti di DNA di HPV contenuti nel vaccino.
Fornire copia di tutti gli studi scientifici che provano questi frammenti di DNA non sono un rischio per i soggetti vaccinati.
Gli studi sopra indicati devono comprendere studi sui potenziali problemi di sicurezza di questi 'attesi' frammenti di DNA che sono anche strettamente legati alle micro-particelle di  idrossifosfato alluminio ?
Il processo di produzione del vaccino è altamente regolamentato i requisiti della FDA di produzione dalle attuali “buone pratiche”, tra cui ispezioni effettuate dalla FDA dei processi produttivi e delle strutture delle fabbriche.
Si prega di pubblicare tutti i rapporti delle ispezioni della FDA dei quattro impianti di produzione da cui i campioni di Gardasil testati a Milford, laboratorio medico di origine dall'approvazione della FDA Gardasil, incluse le sequenze di DNA del rilevabili residue molecole di DNA di HPV e la quantità totale di DNA di HPV per dose di Gardasil, dal momento che allo sviluppo precoce e veloce del Gardasil, la FDA ed il produttore (Merck and Co., Inc.) hanno saputo che dopo la purificazione del vaccino, piccole quantità di residui ricombinante HPV L1- specifici frammenti di DNA rimangono nel vaccino.
Gardasil non contiene il DNA di altri geni HPV o qualsiasi genomi infettive full-length HPV ?.
Se Merck & Co., Inc. e la FDA sapevano di piccole quantità di residui ricombinante HPV L1-specifici e che frammenti di DNA rimangono nel vaccino Gardasil, perché i pacchetti di marketing e di informazioni di tutto il mondo hanno specificamente indicato che il vaccino non contiene DNA virale' ?
Si prega di pubblicare la relazione del produttore, indicando i quantitativi accettabili e le sequenze del residuo HPV ricombinante L1-specifici frammenti di DNA che rimangono nel vaccino.
Si e’ consapevoli del fatto che la FDA ha iniettato microbici nudo o DNA virale e non deve essere full-length o 'contagiosa' per causare potenzialmente un problema di salute ?
Come fa con tutti i vaccini, la FDA continua a controllare la “sicurezza” anche del Gardasil.
Per esempio, l'FDA ha recentemente valutato i risultati di uno studio postmarketing, che includeva 189.629 donne dai 9 ai 26 anni, il 51% dei quali 9 a 15 anni di età per valutare il rischio di insorgenza di nuove malattie autoimmuni dopo la vaccinazione con Gardasil: esempi di questi tipi di malattie includono artrite reumatoide, lupus, sclerosi multipla, ecc
I risultati di questo studio hanno dimostrato che non c'è rischio elevato di insorgenza di nuove malattie autoimmuni associate con l'uso di Gardasil ?.
Ha fatto il 189.629 femmine selezionate per lo studio post-marketing includono casi segnalati al VAERS ?
È la FDA a conoscenza che ci sono 75 vaccini approvati per l'uso negli Stati Uniti e per i primi cinque anni dopo l'approvazione dei vaccini HPV, gli eventi avversi riportati dopo la vaccinazione HPV contengono per un pieno 16% dell'intero database VAERS ?
Vedi l'analisi qui.
Perché non questo fatto non ha fatto alzare una bandiera rossa che richiede un'indagine ulteriore ?
FDA ha anche recensionato continuamente tutti i rapporti del Sistema di eventi avversi “Segnalazione vaccino” dopo la vaccinazione con Gardasil, e non vi è nessuna evidenza di insoliti modelli clinici o alti tassi di segnalazione di eventi avversi, tra cui le malattie autoimmuni.
La FDA è a conoscenza del fatto che su 75 vaccini approvati dalla FDA, i rapporti lesioni avversi post-HPV conto di vaccinazione per le seguenti percentuali di rapporti di VAERS per tutti i vaccini  ?
- 24% di tutti gli eventi pericolosi per la vita
- 26% di tutti i pronto soccorso visite
- 25% di tutti i ricoveri
- 33% di tutti gli ospedali soggiorni lunghi
- 36% di tutti gli eventi invalidanti
Perché le statistiche di cui sopra, qui non verificabili, non possono alzare una bandiera rossa che richiede indagini ulteriori ?
Forse la FDA considera casi di immuno-base encefalomielite acuta disseminata dopo prove Gardasil iniezioni (1-7) di insoliti modelli clinici ? Se no, perché no ?
Consumatori e medici di tutto il mondo stanno chiedendo le stesse domande. Essi non accetteranno più giochi semantici, le definizioni che cambiano, o dichiarazioni in pubbliche relazioni incomplete.
Il Consumatori ed il medico domandano prove scientifiche.
Se la FDA è in realtà un ente proposto a tutelare la salute pubblica, non ci dovrebbero essere problemi fornendo la documentazione scientifica rispondendo alle domande di cui sopra.
Se cio’ non avviene è un pieno tradimento della fiducia del pubblico, per non parlare di una violazione del diritto del pubblico al consenso informato. Nozioni di parità di trattamento dovrebbero essere messi da parte, in quelle circostanze, può davvero sostenere la FDA di non esporre i nostri ragazzi a questi rischi significativi per la salute ?
Riferimenti:
- Sutton io, Lahoria R, Tan io, Clouston P, M. Barnett demielinizzazione del SNC e vaccinazione quadrivalente HPV. Mult Scler. 2009; 15:116-9.
- Wildemann B, Jarius S, M Hartmann, Regula JU, Hametner C. encefalomielite acuta disseminata a seguito della vaccinazione contro il virus del papilloma umano. Neurologia. 2009; 72:2132-3.
- Mendoza Plasencia Z, González López M, Fernández Sanfiel ML, Muñiz Montes JR. Encefalomielite acuta disseminata con lesioni tumefactive dopo la vaccinazione contro il papillomavirus umano. Neurologia. 2010; 25:58-9.
- Chang J, D Campagnolo, Vollmer TL, Bomprezzi R. malattia demielinizzante e polivalente vaccinazione papilloma virus umano. J Neurol Neurosurg Psychiatry. 2010 Oct 9. doi: 10.1136/jnnp.2010.214924
- DiMario FJ Jr, Hajjar M, Ciesielski T. Un 16-anno-vecchia ragazza con perdita visiva bilaterale ed emiparesi sinistra a seguito di una vaccinazione contro il virus del papilloma umano. J Child Neurol. 2010; 25:321-7.
- Balamoutsos G, Bouktsi M, Paschalidou M, N Tascos, Milonas I. Un rapporto di cinque casi di demielinizzazione del SNC dopo la vaccinazione quadrivalente virus del papilloma umano: ci potrebbe essere un qualsiasi rapporto? (Abstract No. P297) -
Accesso Poster: www.guthyjacksonfoundation.org/services/download.php?2297.pdf + 374
- Rossi M, Bettini C, Pagano C.papilledema bilaterale a seguito della vaccinazione papilloma virus umano. J Med casi. 2011; 2:222-4.
Fonte: sanevax.org


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

NON VI SONO PROVE CHE IL VACCINO PREVENGA IL CANCRO
Brano tratto da:
www.americanvision.org/articlearchive2007/02-12-07.asp
This is not a vaccine against cervical cancer; rather it is a vaccine against HPV which is contracted through sexual relations. Merck admits in its own literature that it did not prove that the vaccine would prevent cancer. The HPV vaccine only protects against 4 of the 127 strains of HPV. According to the British medical journal, The Lancet, the vaccine is only effective for 4-12 years. A booster injection will be needed every five years. This has not even been discussed. You can count on Merck to lobby to have this booster shot mandated and paid for with tax dollars.

The vaccine was approved by the Food and Drug Administration (FDA) in mid 2006. Remember the FDA does not perform studies on drugs or vaccines prior to approval. The FDA relies solely on studies performed by drug companies. Only one drug company study is required for approval of a product. Merck performed a five year study of its vaccine using 25,000 women, mostly in third world countries. Only 1184 were pre-teenagers.

The average age of a woman with cervical cancer is 48. The effectiveness or dangers of this vaccine will not be known for at least a decade. Cervical cancer results in just 3,700 deaths nationally every year compared to heart disease which kills over 300,000 women annually.

Traduzione:

Non si tratta di
un vaccino contro il cancro del collo dell'utero, ma piuttosto si tratta di un vaccino per lo HPV, che si contrae attraverso rapporti sessuali (NdR: cosi' vi raccontano i medici impreparati e gli enti servi di Big Pharma).  Merck ammette nella propria letteratura che non ha provato che il vaccino potrebbe prevenire il cancro.
Il
vaccino per lo HPV protegge solo contro i 4 dei 127 ceppi di HPV.
Secondo la
rivista medica britannica The Lancet (rivista medica pagata da Big Pharma), il vaccino è efficace solo per gli anni 4,12. Una iniezione di richiamo sarà necessaria ogni cinque anni. Questo non è stato nemmeno discusso. Potete contare sulle pressioni di Merck per questo altro colpo mandato a segno e pagato con i soldi delle nostre tasse.

Il vaccino è stato approvato dalla Food and Drug Administration (FDA) a metà 2006.
Ricordate
che la FDA non ha svolto nessuno studio di farmaci o vaccini prima approvazione. La FDA si basa unicamente su studi condotti dalle aziende farmaceutiche.
Solo uno studio
dell'azienda farmaceutica è necessario per l'approvazione di un prodotto. Merck ha effettuato un periodo di cinque anni di studio del suo vaccino con 25.000 donne, per lo più in paesi del terzo mondo. Solo 1184 sono stati pre-adolescenti.

L'età media di una donna con cancro della cervice uterina è di 48. L'efficacia o pericoli di questo vaccino non sarà conosciuto per almeno un decennio.
Risultati
di cancro del collo dell'utero sono 3.700 decessi ogni anno a livello nazionale, rispetto alla malattia di cuore, che uccide oltre 300.000
donne ogni anno

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

IL VACCINO È PERICOLOSO !
Judicial Watch, un'associazione di interesse pubblico, ha ottenuto dall'FDA (Food and Drug Administration) la possibilità di visionare gli effetti indesiderati correlati al vaccino contro il papillomavirus umano (HPV), Gardasil.
All'11 maggio 2007, il sistema di farmacosorveglianza post-marketing sui vaccini VAERS (Vaccine Adverse Event Reporting System) degli Stati Uniti, annoverava 1.637 reazioni avverse digitando la sigla HPV4, che corrisponde alla vaccinazione con Gardasil, un vaccino quadrivalente. Di queste reazioni, 371 sono definite gravi.

Delle 42 donne che hanno ricevuto Gardasil mentre erano incinte, 18 sono andate incontro a reazioni avverse, che variavano tra l'aborto spontaneo ed i danni fetali. La paralisi, la paralisi di Bell (paralisi facciale), la sindrome di Guillain Barre e le convulsioni sono alcuni dei gravi eventi avversi neurologici associati alla vaccinazione con Gardasil.
Nel database sono segnalati anche 3 casi di 3 persone morte dopo aver ricevuto il vaccino. Una ragazza è morta per trombosi 3 ore dopo aver assunto Gardasil. Due ragazze di 12 e 19 anni sono morte per problemi cardiaci e/o per trombosi.
Riguardo ai 1.637 effetti indesiderati riportati da Judicial Watch, l'FDA ritiene che siano in linea con i quasi 3 milioni di persone vaccinate negli Stati Uniti con Gardasil. Inoltre non tutte le reazioni avverse sarebbero correlate alla vaccinazione contro il papillomavirus. Nonostante la rassicurazione dell'FDA rimangono dubbi sulla sicurezza del Gardasil.
Tratto da Xagena - www.vaccinionline.net/index.p...2638&pageNum=0
 

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

FALLIMENTO della VACCINAZIONE, meno male !
La vaccinazione di massa delle ragazze non parte.... e Merck chiede di vaccinare anche i maschi !!!!! ....e se non passa neppure quella, chiederanno di vaccinare gli animali...!

Gli affari nel settore dei vaccini non vanno bene, per la casa farmaceutica Merck, in particolare per quanto riguarda il Gardasil, il vaccino per il papillomavirus, che si trasmette attraverso l'attività sessuale.

Il Gardasil, in commercio dal 2006, protegge da quattro dei quaranta tipi di HPV (NdR: cosi' Dicono loro...), tra cui i due più comuni, che causano circa il 70 per cento di tutti i casi di tumori al collo (NdR: NON e' vero, il cancro al collo dell'utero  viene provocato da vari cofattori e principalmente dalla candidosi presente) dell'utero, ed è indicato anche per la prevenzione delle lesioni genitali esterne. Attualmente, la scheda informativa del Gardasil, che in Europa è venduto in joint venture con Sanofi Pasteur, afferma che l'indicazione è basata sulla dimostrazione di efficacia in donne adulte di età compresa tra 16 e 26 anni e sulla dimostrazione dell'immunogenicità in bambini ed adolescenti di età compresa tra 9 e 15 anni, mentre l'efficacia protettiva non è stata valutata nei maschi.
Contro il vaccino si muovono conservatori e gruppi religiosi, timorosi che favorisca l'attività sessuale delle adolescenti, ma ci sono critiche anche coloro che sostengono che la sicurezza del Gardasil nel lungo periodo non è stata dimostrata, così come non è noto per quanto tempo il vaccino conferisca immunità.
Queste contestazioni, oltre al timore degli effetti collaterali, hanno fatto sì che, nonostante la forte azioni lobbistica di Merck, il Gardasil non abbia sfondato a livello di massa, soprattutto perché
sinora è stato mancato l'obiettivo di rendere obbligatoria questa vaccinazione. Negli Stati Uniti, ad esempio, solo il 25 per cento delle bambine e ragazze tra i nove e i ventisei anni si sono vaccinate. In Europa, sono circa tre milioni le ragazze vaccinate.

Nel 2007, le vendite mondiali del Gardasil sono state pari a quasi 1,5 miliardi di dollari, scesi a 1,4 nel 2008. Nel primo trimestre di quest'anno, le vendite sono diminuite del 33 per cento, rispetto al corrispondente periodo del 2008, passando da 390 milioni di dollari a 262 milioni. La diminuzione si registra sia negli Usa, sia in Europa.
Per ovviare, Merck ha cercato di far autorizzare negli Stati Uniti il Gardasil anche per le donne tra i 27 e i 45 anni ma la Food and Drug Administration (FDA) ha risposto picche. Il problema di ottenere questa nuova autorizzazione è che le donne in quella fascia d'età sono sessualmente attive da anni ed è probabile che abbiano già incontrato il virus.
Adesso, la multinazionale sta perseguendo la seconda soluzione: far autorizzare il vaccino anche per i maschi.
A questo scopo ha finanziato uno studio che ne dimostra l'efficacia nella prevenzione delle infezioni genitali maschili, che nella maggior parte sono prive di sintomi e non fatali, sostenendo l'opportunità dell'estensione della vaccinazione alla popolazione maschile, perché ciò preverrebbe il contagio delle donne non vaccinate.
Uno studio condotto da ricercatori dell'Università di Harvard, invece, suggerisce alle autorità di concentrarsi sulla vaccinazione delle ragazze, sostenendo che quella dei maschi presenta un rapporto sfavorevole tra costi e benefici.

Commento
NdR: Intanto la truffa del vaccino continua.....


Descrizione particolareggiata del Meccanismo dei DANNI dei Vaccini, delle Amalgami dentali e/o Metalli Tossici  (che hanno le madri durante la gravidanza) Questo meccanismo vale anche per TUTTI i Vaccini !
 

Merck ha istituito (produttore di vaccini anche per lo HPV) delle attività specifiche, fornendo fondi, cioe’ finanziando,  l'American College of Obstetricians and Gynecologists, l'American Society for Colposcopy and Cervical Pathology, la Society for Gynecologic Oncologists e presso l'American College Health Association.
Insomma per "nobili scopi scientifici" la Merck, come riportano i due Rothman, si sarebbe trovata in una situazione per la quale tra gli enti di valutazione del vaccino, esistevano strutture da loro economicamente sostenute dal produttore del vaccino per lo HPV .
Dalle statistiche ufficiali si deduce che le reazioni serie da vaccinazione hanno una incidenza tripla della mortalità attesa per la malattia naturale !

The horrors caused by Merck & Co.'s Gardasil vaccine and GlaxoSmithKline's (GSK) Cervarix vaccine continue as six young girls recently died from the shots during an experimental Indian trial.
The two human papillomavirus (HPV) vaccines have been implicated in at least 67 deaths in the U.S., prompting no response from U.S. officials other than to keep pushing it on the public, but the six deaths in India have prompted the government there to immediately stop all trials of the vaccines.

"Two imported brands of the human papillomavirus (HPV) vaccines, namely Gardasil and Cervarix, were allowed to undergo clinical trial (Phase III) in India, before being granted permission for import and market authorization," explained S. Gandhiselvan, minister of state for healthy and family welfare, in a statement to India's parliament. However, because of the deaths, he advised all states to stop vaccinating immediately.

According to reports, the trials were wholly unethical and illegitimate to begin with, and were nothing more than blatant exploitation by drug companies of disadvantaged people from a developing nation. Since many women in the industrialized world are now learning about the dangers of HPV vaccinations and rejecting them, Big Pharma has moved on to other populations in its quest to jab the entire world with the dangerous shots.

TruthAboutGardasil.org, a website devoted to exposing the true dangers associated with HPV vaccinations, also explains that drug companies are falsely advertising the vaccines in other counties, even going so far as to falsely claim that they are mandatory in the U.S., France and Australia.

"We consider this a human rights violation, and request the U.S. to take the lead in protecting fundamental human rights by calling for a congressional hearing," said Rosemary Mathis from TruthAboutGardasil.org.

However, there have been 67 U.S. deaths from HPV vaccinations reported thus far in the Vaccine Adverse Event Report System (VAERS), and countless reports of serious, life-damaging side effects, and officials have done nothing about it. So it is unlikely that the U.S. will do anything to stop the poison from being marketed around the world as a cure.

Sources for this story include:http://truthaboutgardasil.org/break...  +  http://www.thaindian.com/newsportal... 

Tratto in parte da: NaturalNews - Gli orrori causati dal vaccino Gardasil della Merck & co  e quello della GlaxoSmithKline (GSK) Cervarix continuano anche in India; sei giovani ragazze sono morte recentemente dopo il vaccino durante una campagna sperimentale in India nel 2010.
I vaccini del papillomavirus umano (HPV) sono implicati in almeno 67 morti negli Stati Uniti, ecc......oltre agli Svenimenti associati al vaccino per lo HPV Gardasil, ecc.....
vedi: http://www.TruthAboutGardasil.org

L’Agenzia per il controllo dei farmaci degli Stati Uniti, FDA, ha ricevuto segnalazioni di casi di sincope con movimenti convulsivi-epliettici, dopo vaccinazione con Gardasil.
L’incidenza della sincope nel sistema VAERS (Vaccine Adverse Event Reporting System) è del 13%.

Il sistema VAERS è un programma di sorveglianza sulla sicurezza dei vaccini, co-sponsorizzato da FDA ( Food and Drug Administration ) e CDC ( Centers for Disease Control and Prevention ).
VAERS raccoglie e analizza informazioni dalle segnalazioni di eventi avversi ( possibili eventi avversi ) che si presentano dopo la somministrazione di un vaccino.

L’FDA ha informato i medici e i pazienti che dopo somministrazione di Gardasil può presentarsi sincope, talvolta con caduta del soggetto vaccinato e danni traumatici. Un accorgimento per evitare le cadute e i traumi è quello di far sedere o sdraiare la ragazza/donna appena vaccinata e attendere 15 minuti , inoltre è importante riconoscere i segni e i sintomi premonitori dello svenimento, che comprendono: pallore, sudorazione, capogiri, suoni nelle orecchie o alterazioni visive.

Nel 2007, l’FDA e i CDC hanno compiuto una revisione delle segnalazioni riportate nel sistema VAERS con riguardo alla sincope.
Nel 30-40% delle sincopi che avevano interessato le adolescenti sono stati riscontrati segni di movimenti tonico-clonici o attività simil-convulsiva; in circa il 20% si è avuto danno traumatico, e il 95% delle sincopi è avvenuta entro i successivi 15 minuti dalla vaccinazione.
Il possibile presentarsi di sincope era stato inserito nella scheda tecnica di Gardasil nel 2007, tuttavia da allora l’FDA ha continuato a ricevere numerose segnalazioni di sincope e di danni traumatici

L’EMEA ( European Medicines Agency ) ha rivisto le informazioni disponibili sui 2 casi di stato epilettico con mioclono ( ripetute e prolungate convulsioni con perdita di coscienza ) segnalate in due ragazze vaccinate in Spagna con il vaccino contro il cancro della cervice Gardasil.

Il CHMP ed il suo Pharmacovigilance working party stanno ulteriormente indagando su questa situazione.
E’ stato richiesto al titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio di fornire un’analisi completa del lotto, come pure ulteriori informazioni sugli effetti indesiderati del vaccino, qualsiasi caso simile e possibili modalità con le quali il Gardasil potrebbe essere collegato ai casi osservati in Spagna. A seguito della valutazione di tutti i dati disponibili, il CHMP deciderà se sono necessarie ulteriori azioni.
Gardasil, e' un vaccino della Sanofi Pasteur MSD. E’ stato autorizzato nell’Unione Europea dal settembre 2006. Circa tre milioni di ragazze sono state vaccinate in Europa con questo vaccino da quando è stato autorizzato per la prima volta.

Vaccinazione anti-papillomavirus: sincope dopo somministrazione del vaccino Gardasil
L’FDA ( Food and Drug Administration ) ha approvato un cambiamento della scheda tecnica di Gardasil.
Nella sezione Warnings and Precautions è stato inserito il possibile presentarsi di sincope; i soggetti che svengono talvolta presentano movimenti tonico-clonici e attività simil-convulsiva.
La sincope era già presente nella scheda tecnica di Gardasil fin dal 2007, tuttavia l’FDA e i CDC ( Centers for Disease Control and Prevention ) hanno continuato a ricevere segnalazioni di danni traumatici di soggetti svenuti o caduti dopo somministrazione di Gardasil. Alcune ragazze/donne hanno subito gravi danni cadendo.
La sincope è stata riportata dopo somministrazione anche di altri vaccini per adolescenti e per adulti.
La sincope può presentarsi anche con certi farmaci, dopo donazione di sangue, o in risposta al dolore.
I movimenti tonico-clonici, perdita di controllo della vescica e altri segni che assomigliano a convulsioni epilettiche, possono presentarsi con svenimenti, ma non devono essere confuse con lo stato epilettico.

Fonte: FDA, 2009
Vaccino e gravidanza:
Il tasso generale di aborto spontaneo è stato pari a 6.9 per 100 esiti e la prevalenza di difetti maggiori alla nascita è stata di 2.2 per 100 bambini nati vivi.
Si sono verificati 7 decessi fetali ( 1.5 per 100 esiti ).
Il registro americano VAERS (Vaccine Adverse Event Reporting System ) ha ricevuto 7.802 segnalazioni di eventi avversi associati o associabili alla vaccinazione con Gardasil.
Meno del 7% di queste segnalazioni si riferiva ad effetti indesiderati gravi.

Morte
Il VAERS ha ricevuto 15 segnalazioni di morte dopo la somministrazione di Gardasil negli Stati Uniti (anno 2006). Dieci di queste segnalazioni contenevano informazioni adeguate per l’analisi.
Durante la sperimentazione, prima che il Gardasil fosse approvato erano stati segnalati 10 casi fatali tra le persone cui era stato somministrato Gardasil e 7 con il placebo.

Sindrome di Guillain-Barre
Il sistema VEARS ha ricevuto 31 segnalazioni di sindrome di Guillain-Barre dopo la vaccinazione con Gardasil negli Stati Uniti. La diagnosi è stata confermata in 10 casi.
Dei 10 casi confermati, in 5 la persona era stata vaccinata contemporaneamente con Menactra ( un vaccino contro la meningite ) e con Gardasil.
Dei rimanenti 21 casi, 7 non hanno incontrato la definizione di sindrome di Gullain-Barre, in 1 i sintomi della sindrome erano precedenti alla vaccinazione, 4 casi non sono stati confermati e 9 sono in valutazione.
Poiché la sindrome di Gullain-Barrè si presenta con una frequenza di 1-2 casi ogni 100.000 persone / anno durante la seconda decade di vita, è possibile secondo i CDC che i casi segnalati non siano correlati alla vaccinazione.
Si sta valutando il rischio di sviluppare la sindrome di Gullain-Barre dopo somministrazione del vaccino antimeningite Menactra.

Fonte: CDC, 2008
Più alta incidenza di anafilassi con il vaccino contro il papillomavirus rispetto al vaccino per il menigococco C

Le sostanze, presenti in un vaccino, che possono scatenare una reazione anafilattica nelle persone sensibilizzate, comprendono le proteine delle uova (vaccini antiinfluenzali), la gelatina  vaccini virali) e gli antibiotici.
L’anafilassi nel corso di un programma vaccinale  e può avere anche esito fatale. L’incidenza di anafilassi durante vaccinazione contro il papillomavirus è attualmente sconosciuta.
Nel 2007, l’Australia ha dato avvio ad un Programma di vaccinazione per il papillomavirus umano per le donne di età compresa tra 12 e 26 anni, utilizzando 3 dosi del vaccino anti-HIV, Gardasil.
Il vaccino è stato somministrato in ambiente scolastico per le giovani donne di 12-18 anni, e nell’ambulatorio del medico di medicina generale per le donne di 19-26 anni.
Ricercatori del Children’s Hospital a Westmead in Australia sono stati incaricati di studiare le reazioni anafilattiche, che si erano presentate nel corso della vaccinazione per il papillomavirus.
Nel 2007 nello stato del New South Wales sono state somministrate 269.680 dosi di vaccini contro il papillomavisur umano, così ripartite: prima dose ( n=95.000; copertura 83% ), seconda dose ( n=91.289; copertura 80% ), terza dose ( n=83.845; copertura 74% ).
Dei 155 eventi avversi riportati dopo la vaccinazione contro HPV, 110 si sono presentati durante la somministrazione in ambiente scolastico ( 41 per 100.000 dosi ).
L’indagine è stata compiuta su 11 casi di sospetta anafilassi; 8 casi hanno rispettato la definizione di Brighton: 6 soggetti hanno manifestato orticaria, 1 angioedema, 1 stridore e ipossia.
Dei tre casi non classificati come anafilassi, 2 erano classificati come reazioni allergiche generalizzate.
Degli 8 casi confermati, 7 si erano manifestati nel corso della vaccinazione effettuata a scuola. L’età mediana era di 16.5 anni ( range: 15-25 ).
Sei casi sono occorsi dopo la somministrazione della prima dose, 2 casi durante la seconda dose.
Quattro pazienti avevano una storia di reazioni allergiche ed atopia ( 1 paziente con asma, 3 con orticaria o eczema, 3 con rinite allergica ).
Sulla base dei 7 casi confermati di anafilassi durante la vaccinazione in ambito scolastico, l’incidenza stimata di anafilassi dopo iniezione del vaccino quadrivalente Gardasil è stata di 2.6 casi per 100.000 dosi somministrate.
L’incidenza di anafilassi dopo la prima dose del vaccino ( 5 casi ) è stata pari a 5.3 per 100.000 persone vaccinate.
Un ragazzo di 13 anni, a cui era stato somministrato anche il vaccino contro l’epatite B, ha sviluppato immediatamente tachicardia, diaforesi, dolore toracico, disfagia, vomito, agitazione ed eruzioni cutanee sul collo. Al ragazzo sono state somministrate 2 dosi di Adrenalina.

L’EMEA ( European Medicines Agency ) ha comunicato che due giovani donne sono morte improvvisamente dopo aver ricevuto la vaccinazione contro il papillomavirus. Una delle morti è avvenuta in Austria e l’altra in Germania.

VAERS: 371 gravi reazioni avverse dopo vaccinazione con Gardasil
Judicial Watch, un’associazione di interesse pubblico, ha ottenuto dall'FDA ( Food and Drug Administration ) la possibilità di visionare gli effetti indesiderati correlati al vaccino contro il papillomavirus umano ( HPV ), Gardasil.

All'11 maggio 2007, il sistema di farmacosorveglianza post-marketing sui vaccini VAERS ( Vaccine Adverse Event Reporting System ) degli Stati Uniti, annoverava 1.637 reazioni avverse digitando la sigla HPV4, che corrisponde alla vaccinazione con Gardasil, un vaccino quadrivalente.
Di queste reazioni, 371 sono definite gravi.

Delle 42 donne che hanno ricevuto Gardasil mentre erano incinte, 18 sono andate incontro a reazioni avverse, che variavano tra l'aborto spontaneo ed i danni fetali.

La paralisi, la paralisi di Bell ( paralisi facciale ), la sindrome di Guillain Barre e le convulsioni sono alcuni dei gravi eventi avversi neurologici associati alla vaccinazione con Gardasil.

Nel database sono segnalati anche 3 casi di 3 persone morte dopo aver ricevuto il vaccino. Una ragazza è morta per trombosi 3 ore dopo aver assunto Gardasil.
Due ragazze di 12 e 19 anni sono morte per problemi cardiaci e/o per trombosi.
Secondo l'FDA queste morti non sarebbero correlate al vaccino.

Riguardo ai 1.637 effetti indesiderati riportati da Judicial Watch, l'FDA ritiene che siano in linea con i quasi 3 milioni di persone vaccinate negli Stati Uniti con Gardasil.
Nonostante la rassicurazione dell'FDA rimangono dubbi sulla sicurezza del Gardasil.
Descrizione di 20 casi dopo vaccinazione con Gardasil, scelti con modalità random, presenti nel VAERS line list Report dell'11 Maggio 2007

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

La Dr.ssa Diane Harper, creatrice del vaccino Gardasil ammette: vaccino inutile e pericoloso - August 18, 2013
La Dr.ssa Diane Harper è stata ricercatrice nello sviluppo dei vaccini contro il virus del papilloma umano HPV, Gardasil e Cervarix.
La dottoressa, dopo aver partecipato alla formulazione ed aver studiato gli effetti che questi due vaccini hanno sulla salute, aggiunge la sua autorevole voce al coro che denuncia la pericolosità di questi vaccini.
Pericolosità già testimoniata dai tanti casi di danni riportati da giovani ragazze in conseguenza dell’inoculazione di questi vaccini, e da approfondite ricerche.
La Dr.ssa Harper ha fatto il suo sorprendente annuncio alla 4 ° Conferenza internazionale sulla vaccinazione pubblica, che si è tenuta a Reston, in Virginia dal 2 al 4 ottobre, 2009.
 Il suo discorso era atteso come voce favorevole alla promozione dei vaccini Gardasil e Cervarix , ma lei invece ha screditato pubblicamente i vaccini delle aziende per le quali aveva lavorato. Interrogati circa la presentazione, i membri del pubblico presente, hanno sottolineato il fatto di essere venuti via dalla conferenza con la netta sensazione che i vaccini non debbano essere utilizzati.
La Dr.ssa Harper ha spiegato nella sua presentazione che il rischio di cancro cervicale negli Stati Uniti è già molto basso e che le vaccinazioni non rischiano di avere alcun effetto sul tasso di cancro cervicale negli Stati Uniti. Infatti, il 70% di tutte le infezioni da HPV si risolvono senza trattamento in un anno, e il numero sale a ben oltre il 90% in due anni.
Tutti i test dei vaccini sono stati fatti su bambine di età che vanno dai 15 anni in su, malgrado ciò, attualmente tali vaccini sono commercializzati anche per bambine di 9 anni di età. Finora, 15.037 ragazze hanno riportato effetti collaterali negativi causati dal solo Gardasil, registrati dal Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS), e questo numero riflette solo i dati riportati da genitori che sono riusciti a superare gli “ostacoli” relativi alla segnalazione delle reazioni avverse.
Al momento, è ufficialmente noto che 44 ragazze sono morte a causa di questi vaccini. Gli effetti indesiderati riportati includono la Sindrome di Guillian Barré (paralisi della durata di anni o permanente – che, alle volte, causa soffocamento), lupus, convulsioni, coaguli di sangue e infiammazione del cervello. I genitori di solito non sono a conoscenza di questi rischi.
La Dr.ssa Harper, che ha sviluppato questi vaccini, ha affermato che stava parlando apertamente, per poter finalmente “dormire la notte” e fare “sonni tranquilli”, senza scrupoli di coscienza dovuti ai pericoli legati a questi vaccini che lei stessa ha documentato durante i lavori per il loro sviluppo.
“Circa otto donne su dieci, che sono sessualmente attive, avranno l’HPV ad un certo punto della loro vita. Normalmente non ci sono sintomi, e nel 98 per cento dei casi esso si risolve. Ma in quei casi in cui ciò non avviene, e non viene trattato, può portare a cellule precancerose che possono evolvere in cancro cervicale. “- Dr. Diane Harper
Quando riferisce che i casi non trattati “possono” portare a qualcosa che “potrebbe” portare al cancro del collo dell’utero, in realtà significa che il rapporto è solo una congettura ipotetica che è redditizia se la gente realmente ci crede. In altre parole, non vi è alcuna relazione dimostrata tra la condizione per la quale si è vaccinati e i rari tumori che il vaccino potrebbe prevenire, ma è comunque commercializzato come efficace.
Infatti, non vi è alcuna prova reale che il vaccino possa prevenire qualsiasi cancro. Per ammissione degli stessi produttori, il vaccino funziona solo su 4 dei 40 ceppi di una malattia venerea specifica che si risolve da sola in un periodo relativamente breve, quindi la possibilità che esso effettivamente aiuti un individuo è veramente irrisoria.
La Dott.ssa Harper ha dichiarato che le morti per Gardasil sono state sottovalutate dal “US Centers for Disease Control and Prevention (CDC)”, che ha dato l’illusione che il vaccino fosse in qualche modo sicuro. Al di là di questo, la dottoressa Harper ha sganciato la sua “bomba” quando ha detto ai giornalisti che il beneficio per la salute pubblica dei vaccinati con Gardasil “è nullo”, aggiungendo che il vaccino non ha portato ad “alcuna riduzione dei tumori cervicali.”
Tratto da: laviadiuscita.net
Fonti:
http://southweb.org/lifewise/the-lead-vaccine-developer-comes-clean-so-she-can-sleep-at-night-gardasil-and-cervarix-dont-work-are-dangerous-and-werent-tested/
http://www.naturalnews.com/041644_Gardasil_vaccination_scam_HPV_vaccine.html

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

vedi: BUSINESS della malattia  +  Business dei Vaccini  +  Mercato della Salute

Nel 2007, il New York Times ha puntato il dito contro la Merck & Co. (la casa farmaceutica che produce il Gardasil, la Sanofi Pasteur è quella che la distribuisce in Europa), accusata di compiere pressioni illegali per l'approvazione di una legge che, negli USA, renda obbligatoria questa vaccinazione.
Secondo il quotidiano, questo sembrerebbe un tentativo di recuperare il denaro perduto col Vioxx (prodotto dalla stessa multinazionale): il farmaco antinfiammatorio ritirato nel 2004 perché causa di gravi eventi avversi di tipo cardiovascolare, tra cui decine di migliaia di morti.
In particolare, al fine di far passare l'obbligatorietà del vaccino, la Merck ha finanziato un'associazione trasversale di donne del mondo politico americano, Women in Government, la quale, da qualche anno a questa parte, promuove cene e conferenze in tutti gli USA per sostenere la vaccinazione e la lotta al tumore della cervice dell'utero.
Alcuni stati come il Texas hanno provato a rendere obbligatoria la vaccinazione pena l'esclusione dalla scuola dei non omologati, ma la lotta legale in corso è molto aspra e ad alti livelli istituzionali federali.

Gli anticorpi che dovrebbero essere indotti a manifestarsi nell'organismo provocati da una reazione per un vaccino NON indicano immunità. Ciò che mette molti medici in confusione è che parte della reazione nei confronti del vaccino porta alla produzione di anticorpi. Ciò è falsamente considerato immunità !

Il Cancro nasce in sintesi e secondo la Medicina naturale (che non e' non legata alle multinazionali dei farmaci e Vaccini), perche' l’organismo del canceroso e' intossicato, e la microcircolazione, nei tessuti intossicati, viene ad essere alterata, producendo, a valle di essa, nelle cellule dei tessuti investiti da quel processo: malfunzione cellulare, (nutrimento ed eliminazione = respirazione cellulare alterata = metabolismo alterato = malnutrizione cellulare e tissutale assicurata), producendo successivamente infiammazione nei tessuti e stress ossidativo cellulare e per caduta immunodepressione, e parallelamente alterazione anche del sistema enzimatico per la precedente alterazione della flora batterica, pH digestivo non regolare (e quindi l'organismo e' mancante di minerali e vitamine ed in stato di acidosi), in quelle condizioni esso e' molto facilmente parassitato da certi, parassiti batteri e funghi (candida) i quali producono anche tossine ed ulteriori infiammazioni: Ma tutto cio' e' "gestito" come Causa primordiale dai Conflitti Spirituali (consci ed inconsci) e dall'intenso stress  del vissuto.
Il Cancro quindi e' una malattia MULTIFATTORIALE.
Quindi il medico, il terapeuta od il soggetto stesso DEVONO operare seguendo la stessa strada percorsa per l'
ammalamento.
Cioe' devono lavorare per
disintossicare il malato + disinfiammare l'organismo ed i tessuti interessati, ripristinare il pH digestivo, e normalizzare le digestioni + il malassorbimento sempre presente nel malato ed eliminare quei parassiti, batteri e funghi, che hanno proliferato in modo abnorme, per mancanza dei loro antagonisti + rinforzare il sistema immunitario SEMPRE compromesso in TUTTI i malati, cancerosi compresi ed eliminare i Conflitti Spirituali (quali Vere Cause) e lo stress esistenti, oltre a lavorare sul metabolismo alterato per ridurre ed eliminare lo stress ossidativo cellulare e quindi quello tissutale, sempre presenti in qualsiasi malattia e specie nel cancro, per i danni alla microcircolazione indotti dalle intossicazioni piu’ o meno intense.
  
Seria RICERCA sul CANCRO (
ostacolata dall'Oncologia ufficiale)  - vedi: Cancro e Medicina Naturale
La guerra contro il Cancro e' stata definitivamente vinta cinquant’anni fa, ma nessun medico oncologo-ospedaliero ve lo confessera' mai.   
vedi:
1.000 Piante per il Cancro  +  Libro del dott. Nacci  (Italiano) +  Libro del dott. Nacci in Inglese

vedi:  Medici pagati dall'industria dei Vaccini  +  Rapporto Flexner e Dichiarazione di Alma Ata  +  Vaccino per tumore all'Utero ? +  Cancro alla cervice dell'Utero 3   BUSINESS di FARMACI e VACCINI  +  BIG FARMA  +  Dittatura Sanitaria   +  Vaccino per il Tetano   +  Caso Tremante  +  Risarcimento Danni da Vaccino  +  Guerra contro le Donne + Esami indispensabili, prima di vaccinare  +  Pericolosita' ed inutilita' dei vaccini

RUOLO della IMMUNOGENETICA nella DIAGNOSI di PATOLOGIE POST-VACCINALI del SISTEMA NERVOSO CENTRALE   - (Traduzione in Italiano dal “The Mediterranean Journal of Surgery and Medicine” Dic/95)
Massimo G. Montinari (Cattedra di Chirurgia pediatrica - Università di Bari), Biagio Favoino (Servizio di Tipizzazione tessutale e trapianti d’organo - Az. Ospedaliera Policlinico - Bari) Angela Roberto (Ambulatorio di Virologia - Az. Ospedaliera Policlinico - Bari)

vedi: Bibliografia Danni dei vaccini  +  Bibliografia danni 2  +  1.000 studi sui Danni dei Vaccini

Altra Bibliografia
(non contemplata nello studio del dott. M. Montinari), ma che indichiamo per motivi di grande interesse e di utilità pubblica.
La dottoressa Viera Scheibner, Ph.D. è una primaria ricercatrice scientifica ormai in pensione, con dottorato in scienze naturali. Ha pubblicato 3 libri e circa 90 articoli scientifici in riviste scientifiche; è spesso convocata da avvocati per fornire rapporti medici nei casi giudiziari sui danni da vaccino.

Questa e' solo una parte della sua raccolta bibliografica sui danni da vaccino

Commento
NdR: questi studi dimostrano e confermano cio' che insegniamo da decenni e cioe' che i Vaccini producono nei soggetti sottoposti a quelle infauste pratiche in-sanitarie, spacciate per tecniche preventive, Malnutrizione con perdita di fattori vitali essenziali alla vita sana, alterazione e perdita di: enzimi, flora batterica autoctona, vitamine, minerali, proteine vitali), oltre alle mutazioni genetiche occulte, immunodepressioni, intossicazioni, infiammazioni e contaminazioni da virus e/o batteri pericolosi che nel tempo possono produrre malattie le piu' disparate ! - vedi: Contenuto dei vaccini

Consulenze e perizie per danni da vaccino dott.  M. Montinari  +  Interrogazione Parlamentare   
Autismo, Vaccini, la prova
-  
Il nuovo libro del dott. Massimo Montinari

vedi: Danni Biologici dei Vaccini e Cure (dott. M. Montinari+  Danni dei Vaccini  (testimonianze)

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

NUOVE CONOSCENZE SUL SISTEMA IMMUNITARIO e CANCRO 
vedi: Gardasil & Cervarix - 1

Vaccinare contro il Papillomavirus ?
A cura dei Dottori Roberto Gava e Eugenio Serravalle
Tratto da libro: “Vaccinare contro il Papillomavirus? Quello che dobbiamo sapere prima di decidere”

Il Papilloma Virus umano (HPV: Human Papilloma Virus) oggigiorno costituisce la più comune infezione trasmessa sessualmente.

Flora normale dell’apparato genitale femminile
Più di 100 specie differenti sono state identificate quali componenti della flora normale. Tale flora comprende batteri, funghi, e virus.
Va subito detto che i microrganismi presenti come flora normale in differenti fasi della vita di una donna sono gli stessi che possono causare infezioni ostetriche e ginecologiche in idonee circostanti.
Inoltre, non va dimenticato che anche i batteri classicamente considerati come patogeni possono far parte della flora normale.
Quindi, abbiamo soggetti sani che albergano batteri saprofiti e patogeni e abbiamo i medesimi soggetti che in particolari condizioni di debolezza immunitaria possono ammalarsi a causa dei medesimi germi che prima risiedevano in loro in modo del tutto asintomatico.
Una semplice conseguenza della constatazione di questa ricca flora microbiologica cervico-vaginale è che una diagnosi laboristica di cervicite cronica non è altro che il normale aspetto di un normale collo uterino.
E’ ovvio che se le difese immunitarie della donna si abbassano per un qualche motivo, è possibile che qualcuno di questi germi prenda il sopravvento e induca una patologia locale che allora si esprimerà a livello clinico con una sintomatologia specifica dell’infezione.
Un altro dato molto importante da ricordare e che poi ci servirà per capire meglio l’infezione da HPV è che la microflora vaginale non varia solo da donna a donna ma anche, in una stessa donna, durante il tempo. 
La flora vaginale muta con l’età, con l’attività sessuale, con le fase del ciclo mestruale, con la gravidanza e con l’assunzione di determinati farmaci.

Epidemiologia dell’infezione da HPV
Si ritiene che oltre l’80% delle donne sessualmente attive si infetti nel corso della vita, con un picco nelle giovani sotto i 25 anni, ma ci sono dati scientifici che dicono che questo virus sia presente in almeno l’80% di entrambi i sessi e che sovente si ritrovi nell’uomo fin dalla sua nascita.
In un documento dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, la quasi totalità (93-96%) dei casi di tumore della cervice uterina è associata all’infezione del tratto genitale con Papilloma virus umano.

Importanza del tipo e della variante genetica
Sappiamo che alcuni tipi e alcune varianti dell’HPV sono più frequentemente correlati con lo sviluppo del carcinoma della cervice uterina.
Sono stati descritti oltre 120 genotipi di Papillomavirus umano
Di questi, circa 40 possono infettare il tratto genitale degli uomini e delle donne ed essere trasmessi attraverso i rapporti sessuali, ma dai dati disponibili sembra che siano sono 15 i tipi che, oltre all’infezione, possono causare anche la neoplasia cervicale.
Non è assolutamente detto che questi virus possano indurre in una donna un carcinoma cervicale, perché quasi sempre questi HPV vengono eliminati dalle difese immunitarie dell’organismo (più specificatamente dalla risposta linfocitaria Th1) ed è semplicemente eccezionale che uno di essi possa indurre il carcinoma.

Decorso clinico
Più specificatamente, sono possibili tre evoluzioni dell’infezione da HPV:
- regressione spontanea (nell’80-90% dei casi);
-  persistenza prolungata e spesso asintomatica (nel 10-15% dei casi);
- progressione dell’infezione verso lesioni precancerose che restano tali (nell’1% dei casi e solo in presenza di una alterazione del sistema immunitario)
- progressione delle lesioni precancerose verso lesioni cancerose (nell’1% delle lesioni precancerose e solo in presenza di una importate alterazione del sistema immunitario).
Quindi, la maggior parte delle infezioni da HPV si risolve spontaneamente in circa 12-18 mesi e anche le infezioni ad alto rischio tumorale guariscono da sole senza lasciare conseguenze per la salute della donna nel giro di pochi mesi.

Nel 10-15% dei casi, invece, il virus convive per tutta la vita del soggetto che lo ospita nelle sue cellule e non crea alcun problema (in questi casi il test per l’HPV sarà positivo.
Circa l’1% delle infezioni da HPV danno luogo a lesioni precancerose che, se non identificate e/o non opportunamente trattate, in organismi immunologicamente deboli e in una percentuale inferiore dell’1% delle donne che le presentano, possono progredire nell’arco di 20-50 anni in tumori cervicali.
Infatti, se un’infezione virale molto comune come quella da HPV conduce allo sviluppo di un tumore così raro, significa che la probabilità che l’HPV ha di causare carcinoma è veramente eccezionale. In ogni caso, comunque, questo eccezionale processo richiede anche molti anni per svilupparsi e abbisogna di una particolare e cronica deficienza immunitaria.
Quindi, l’infezione da HPV non è una malattia, ma solo un fattore di rischio e anche un rischio basso e la storia naturale dell’infezione dipende solo dalla risposta immunitaria linfocitaria (specialmente la risposta mediata dai linfociti T) ed è quindi condizionata dall’equilibrio che s’instaura tra ospite e HPV.

Ruolo del sistema immunitario
(…) Gli anticorpi circolanti sono sicuramente solo uno dei meccanismo che intervengono nel controllare lo sviluppo di questa malattia.
E’ in questa fase, quindi, che gioca un ruolo determinante la risposta immunitaria cellulare Th1 mediata dai linfociti T (i linfociti citotossici CD8 e i linfociti helper CD4).  Questi globuli bianchi attivano strategie di sorveglianza intracellulare che agiscono sia bloccando l’espressività biologica degli oncogeni virali sia eliminando le cellule infettate attraverso l’apoptosi (cioè la morte cellulare programmata).

E’ proprio per questa importante considerazione che si guarda con un certo sospetto verso un vaccino che agisce stimolando la risposta immunitaria anticorpale Th2, una risposta inoltre che, come vedremo nella pagine seguenti, è destinata ad affievolirsi rapidamente a partire da pochi mesi (circa 7) dopo la prima dose del vaccino anti-HPV.

Sono necessarie particolari norme igieniche ?
(…) La presenza del virus non dipende da chi ce lo passa ma dallo stato di salute del nostro sistema immunitario, perché è solo quest’ultimo che può debellare rapidamente il virus oppure albergarlo in modo asintomatico oppure lasciarlo progredire lentamente fino alla stato tumorale.
Una donna, che ha appena debellato spontaneamente un’infezione da HPV non deve preoccuparsi dell’ipotetico eventuale ricontagio da parte del marito, nel caso che questi fosse un portatore sano di HPV, dato che il passarsi vicendevolmente l’infezione non comporta problemi o pericoli. Inoltre il preservativo non protegge completamente dal passaggio dell’HPV e quindi il suo uso è relativo in questa infezione.
In ogni caso, se due coniugi dovessero preoccuparsi dei germi che ognuno potrebbe ricevere dall’altro, non dovrebbero neppure baciarsi, cioè dovrebbero “baciarsi” come si dice che facciano gli esquimesi: strofinandosi il naso (anche molto delicatamente e per brevissimo tempo,dato che anche sulla cute ci sono germi).

HPV e gravidanza
Alcune donne si pongono il problema se l’infezione da HPV può compromettere una gravidanza o comunque la salute del bambino. La risposta a questo dubbio è molto semplice: questo problema non sussiste quasi mai, perché l’HPV è un virus normale della microflora cervico-vaginale e quindi non compromette la gravidanza: circa il 25% delle gravide ha il test dell’HPV positivo a causa del fisiologico calo delle difese immunitarie che lo stato gravidico induce.

Non solo non ci sono rischi per la gravidanza, ma non ci sono neppure rischi per il neonato che, anzi, ha bisogno di confrontare il suo sistema immunitario con una moltitudine di microrganismi durante la nascita, quando respirerà o mangerà, quando si metterà in bocca le mani e vari oggetti tutt’altro che sterili, quando gattonerà, quando andrà all’asilo, ecc.
Tratto da libro: “Vaccinare contro il Papillomavirus ? Quello che dobbiamo sapere prima di decidere”
-  disinformazione.it
Continua in
: Gardasil & Cervarix - 1

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Lista (piccola) di ragazzine che sono morte dopo la vaccinazione Gardasil (aggiornato al 2007-2008).
VAERS ID: 310262-1 (D) Information has been received...concerning a 20 year old female with no medical history reported, who on
01-APR-2008 was vaccinated with a dose of Gardasil....The patient died four days after...patient sought unspecified medical attention. An autopsy was performed which ruled out suicide and anything suspicious. The cause of death is currently unknown.

VAERS ID: 304739-1 (S) Information has been received.concerning a 23-year-old female.who on 31-JAN-2008 was vaccinated with her 1st dose of Gardasil...the patient experienced anaphylactic shock 2 minutes after vaccination characterized by a brief loss of consciousness...respiratory arrest, eyes rolled upwards, blurred vision and greyish skin tone...Anaphylactic shock was considered to be immediately life-threatening.

VAERS ID: 305259-1 (S) Cold sweat, Fall, Foaming at mouth, Grand mal convulsion, Immediate post-injection reaction....Pt [patient, 14-year-old female] received vaccine, took 6 steps, fell to the ground unconscious and had a 60 sec grand mal seizure then regained consciousness. [Blood pressure] after seizure 60/40 pale clammy skin. [Patient] had bit her tongue and had foam around her mouth.

VAERS ID: 303188-1 Information has been received from a physician concerning a female patient who on an unknown date was vaccinated with a dose of Gardasil. Subsequently, the patient experienced a coma and is now paralyzed. At the time of this report, the patient's outcome was unknown.

DEATHS - VAERS ID275990 2007-04-10 - Symptoms: Death Thrombosis
Information has been received from a physician's assistant (PA), via a company representative, concerning a female patient who was vaccinated (date unspecified) with a dose of Gardasil the PA reported that "the patient died of a blood clot 3 hours after getting the Gardasil vaccine." The PA clarified that the patient was not vaccinated at her office. Additional information has been requested

VAERS ID278865 Age15.0 Symptoms: Acute respiratory distress syndrome Blood culture positive Chest pain Cough Cough Culture throat negative Culture urine negative Influenza Mechanical ventilation Multi-organ failure Myalgia Nasal congestion Pharyngolaryngeal pain Pneumonia staphylococcal Pyrexia Respiratory failure Rhinorrhoea Sepsis Staphylococcal infection Streptococcal identification test
Onset of symptoms on 3/1/07: fever, sore throat, cough, and myalgia. Respiratory failure on 3/6/07. 6/1/07 Received Death Certificate from epidemiologist which reveals COD asmultiorgan system failure and influenza B viral sepsis with contributing cause of staphyloccoccal secondary infection. Medical records included w/death certificateindicate patient was transferred to higher level of care on 3/6, was intubated & in PICU w/pneumonia & ARDS. Reportedly had been in good health until 3/1/07 when she developed sore throat, nasal congestion, rhinnorhea & low grade fever. COntinued to worsen & developed myalgias, chest pain & nonproductive cough w/higher fever. Seen by PCP on 3/5 & rapid strep was neg & dx was probable influenza. Sent home & developed nausea, vomiting & diarrhea as well as petechial rash over abdomen. Taken to outlying ER on 3/6 & found to be in respiratory failure, intubated & transferred to higher level of care.
Respiratory status declined further & was placed on oscillator & ECMO. Peds ID consult done. Consult states had HPV vax at PCP on 3/2 & no other recent vaccines. 6/1/07 Received fax medical & vaccine records from CDC who had contacted provider. Reveals that on 1/2/07, patient received TDaP & HPV. VAERS database updated w/same. On day of vax patient also dx w/right CTS, migraine HA, scoliosis. She was referred to Neuro & PT for the CTS & HA.

VAERS ID279592 2007-05-24  - Administered by: OTH Purchased by: OTH  - Symptoms: Death Thrombosis
Information has been received from a licensed visiting nurse via a nurse practitioner. The nurse practitioner was told by a friend that a female patient was vaccinated with Gardasil and two weeks alter developed a blood clot. Subsequently the patient died. The cause of death was from the blood clot. The reporting licensed visiting nurse considered the blood clot to be immediately life-threatening and disabling. Additional information has been requested.

VAERS ID280163 Vaccination Date:2007-05-01 Age11.0 - Symptoms: Anaphylactic reaction Cardiac arrest Death Information has been received from a nurse practitioner who heard from an emergency room (ER) nurse that an 11 year old female was vaccinated "within in the past month" in approximately May 2007 with a first dose of Gardasil. Subsequently, 3 days after vaccination the patient presented to an ER. She experienced cardiac arrest, required lung bypass (ECMO) and "may not have expired." It was also reported by the same nurse that the physician from the hospital said that "the death was due to an anaphylactic reaction to Gardasil." The anaphylactic reaction and cardiac arrest were considered to be life threatening by the reporter. Additional information has been requested.

VAERS ID282747 - Symptoms: Death
Information has been received from a physician who attended a conference that mentioned two patients who were vaccinated with Gardasil. Subsequently the patients died. The cause of death not reported. Attempts are being made to obtain additional identifying information to distinguish the individual patients mentioned in this report. Additional information will be provided if available. Additional information has been requested.

VAERS ID287888 Vaccination Date:2007-05-21 Age22.0 - Symptoms: Autopsy Death
Information has been received from a nurse practitioner concerning a 22 year old female patient with no pertinent medical history or drug allergies who on 21-MAY-2007, was vaccinated IM with a 0.5ml dose of Gardasil (Lot# 657736/0389U). Concomitant therapy included hormonal contraceptives (unspecified) ("MERCET"). On 23-MAY-2007, the patient died suddenly. The cause of death was unknown. Unspecified medical attention was sought. Laboratory diagnostic studies included an autopsy which showed no findings. No product quality complaint was involved. The reporter stated that Gardasil did not cause the patient's death. Additional information is not expected.

VAERS ID291804 Vaccination Date:2007-07-13 Age17.0 - Symptoms: Blood glucose increased Blood glucose increased Death - Diabetic ketoacidosis Pulse absent Resuscitation Unresponsive to stimuli Vomiting

Information has been received from a physician concerning a female who on an unknown date was vaccinated with the first dose of Gardasil (yeast, unknown lot number) and in July 2007, was vaccinated with the second dose of Gardasil. In September 2007, the patient died. No further details or symptoms were known regarding the patient's death.
The physician mentioned that an autopsy would be done however, had not received the results yet. The reporting physician felt that the patient's death was not related to therapy with Gardasil. Additional
information has been requested. 10/11/2007 Patient demographics provided by CDC. 10/15/07 Received vax record from pcp.
VAERS database updated w/same. 10/15/07 Received pcp & hospital medical records from CDC which reveal patient experienced vomiting with elevated blood sugars who became unresponsive & pulseless. CPR started & taken to ER on 9/19/07. Resuscitation was unsuccessful & patient pronounced 9/19/07. 10/26/07 Reviewed autopsy report which reveals COD as diabetic ketoacidosis & manner of death as natural. Patient had been found by parent unresponsive at home. History of severe diabetes mellitus. Vitreous glucose 667 (H).

VAERS ID293388 Vaccination Date:2007-05-10 Age18.0  - Symptoms: Chills Computerised tomogram abnormal Death Headache Malaise Meningitis Pyrexia
This case was received from a health care professional on 10 October 2007. Additional information was received from a newspaper article.
An 18-year-old female patient received a meningococcal vaccine (name, manufacturer, and lot number not reported) on an unspecified date. The patient, who was a college freshman, travelled on 05 October 2007 to visit her family for the weekend. She reportedly felt "slightly ill" upon her arrival, and subsequently took an aspirin and went to bed, awakening at 1:30pm the following afternoon 'appearing refreshed". She became feverish again that night, and awoke at 1:00am the morning of 07 October 2007 with chills and a severe headache, complaining that "my head is about to explode". She was taken to a local hospital, where a CAT scan of the brain revealed meningococcal disease in her brain and brain stem. She was immediately transferred to another hospital, and died that evening of 07 October 2007 due to complications of meningitis. The health department noted that "lab tests have not yet confirmed the strain of meningitis" but that it was "likely the type not prevented by the vaccination". Past medical history and concomitant medications were unknown: it was not known if the patient was ill at the time of vaccination.

VAERS ID297528 Vaccination Date:2007-09-15 Age12.0 - Symptoms: Death
Information has been received from a physician's assistant concerning a 12 year old female with no reported medical history who on approximately 15-SEP-2007 was vaccinated with Gardasil. It was noted that this was not where the vaccine was administered, rather they were the patient's family physician. On 06-OCT-2007 the patient died in her sleep. No further information was provided. No lot number was given. Additional information has been requested.

VAERS ID300066 Vaccination Date:2007-11-12 Age26.0 - Symptoms: Death Thrombosis
Information has been received from a physician concerning a large female who received one dose of Gardasil. Subsequently, the patient was found dead in her truck from a blood clot that traveled from her legs to her lungs. The cause of death was reported to be a blood clot. Additional information has been requested.

VAERS ID275428 Vaccination Date:2007-03-01 Age12.0  - Symptoms: Abdominal pain Acidosis Alanine aminotransferase increased Aspartate aminotransferase increased Autopsy Blood albumin decreased Blood creatinine increased Blood culture negative Blood gases abnormal Blood glucose increased Cardiomegaly Chest X-ray abnormal Cough Echocardiogram abnormal Gastroenteritis Mitral valve incompetence Myocarditis Nervousness Oxygen saturation decreased Palpitations presented to ED with Ventricular tachycardia. Preliminary autopsy finding of myocarditis

VAERS ID275438 Vaccination Date:2007-03-12 Age19.0 - Symptoms: Cor pulmonale Coronary artery thrombosis Echocardiogram abnormal Pulmonary congestion Pulmonary embolism Pulmonary oedema Sudden cardiac death Thrombosis Given Gardasil vaccine dose #1 3/12/07. No adverse reaction reported. Collapsed and died on 3/26/07 secondary emboli (records unavailable).
4/3/07 T/C to coroners bureau to request prelim COD. Spoke w/investigating deputy who stated autopsy done at Medical Center. T/C to physician at Medical Center who is actually a cardiologist, not pathologist, who had responded to the code & pronounced. Spoke w/secretary who states from Death Certificate COD is sudden cardiac death and pulmonary embolism. Echocardiogram revealed very enlarged right ventricle & small left ventricle as well as large blood clots within both the right atrium & right ventricle. Letter faxed to pathology department to request final autopsy report.

VAERS ID305606 Vaccination Date:2008-02-20 Age17.0 - Symptoms: Arrhythmia Electrocardiogram QT prolonged Fall Laceration Sudden death
Sudden unattended death. Autopsy results pending (inconclusive 2/25/08). 2/26/08 Reviewed pcp medical records & vax records which reveal patient received HPV#1 0469U 7/16/07 & HPV#2 09300 9/17/07. In 11/20/07, noted to have left sided head pain intermittently along with lightheadedness; dx w/tension HA. HPV#3 was scheduled for 1/16/2008 but postponed due to no parental signature. Returned to office 1/24/08 for left wrist pain from cheerleading injury s/p ER vs for same on 1/19/08. Patient last seen in office by nurse only on 2/20 for HPV #3, no notes for visit. PMH: kicked in face by horse in past (undated) & had contusion on cheek; acne vulgaris, started Yasmin & topicals 4/07 w/improvement after multiple other drug failures; 1/19/08 wrist contusion from cheerleading. 5/2/08 Autopsy report states COD as undetermined. Autopsy states patient had intermittent HAs x 2 mo & had been on BCP x 1 year for acne. Found w/small facial laceration from striking flower pot when fell. The autopsy was neg for all findings. Scene indicated sudden death from collapse & fall. Suspected long QT interval syndrome w/fatal arrhythmia rather than new onset seizure in patient w/no history of either. Suggested testing family members.

VAERS ID309233 Vaccination Date:2007-04-27 Age12.0 - Symptoms: Arrhythmia Brain death Brugada syndrome Convulsion Death Electrocardiogram Electrocardiogram QT prolonged Headache Life support Rash
Information has been received from a consumer concerning her 12 year old daughter with a history of seizures and heart arrhythmias, who on 25-JAN-2007 was vaccinated with a first dose of Gardasil. On

27-APRIL-2007 the patient was vaccinated with a second dose of Gardasil. Concomitant therapy included LAMICTAL, vitamins (unspecified) and KEPPRA. Subsequently, the patient began to have seizures, developed a rash on her arm, and was complaining about headaches. On 22-JUN-2007 the patient experienced a heart arrhythmia and was hospitalized. Due to the arrhythmia the patient was placed on life support and died on 29-JUN-2007. The patient's mother reported that the patient had an electrocardiogram (EKG) about 5 years ago to test for prolonged QT syndrome. The test came back normal. It was reported that at that time the patient was in and out of the emergency room due to having seizures periodically. The patient had been seeing a neurologist and had not had any seizures for about two years until she received the second dose of Gardasil. The patient's mother reported after her daughter's death and burial she had received copies of her daughter's medical records. Throughout the reports it showed that for the past five years the patient had prolonged QT syndrome, and proguda syndrome "which causes seizures and heart arrythmias." The patient's cause of death was prolonged QT syndrome, brain death, and proguda syndrome. No product quality complaint was involved. The seizures, rash, headaches, heart arrythmias, prolonged QT syndrome, brain death, and proguda syndrome were considered to be other important medical events. Additional information is not available.

VAERS ID310262 Vaccination Date:2008-04-01 Age20.0
Symptoms: Autopsy Death Laboratory test Toxicologic test
Information has been received from a physician concerning a 20 year old female with no medical history reported, who on 01-APR-2008 was vaccinated with a dose of Gardasil. On 05-APR-2008, the patient died four days after receiving Gardasil. The patient sought unspecified medical attention. An autopsy was performed which ruled out suicide and anything suspicious. The cause of death is currently unknown and they are performing toxicology tests to try to determine the cause.
No product quality complaint was involved. The reportable physician considered death to be immediately life-threatening and disabling. Additional information has been requested.

E.C.H.O - Educating on Children's Health Options: www.TheEchoFoundation.com  - ECHO the truth  - Be a voice for your child

Continua da ed in
: Gardasil & Cervarix - 1 + Gardasil & Cervarix - 2 + Gardasil & Cervarix - 3 + Immunogenetica  +   Pag.2  +   Pag.3  +  Pag. 4  +  Bibliografia