Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


GARDASIL &  CERVARIX
- 3
Bibliografia aggiuntiva:
http://treasoncast.com/2014/04/05/anti-vaccination-peer-reviewd-research-list/
Ormoni e menopausa: sabotaggio farmacologico della salute delle donne, oltre al Vaccino per HPV
 

Continua da ed in: Gardasil & Cervarix - 1 + Gardasil & Cervarix - 2 + Gardasil & Cervarix - 4
 

Un'altro studio recente della FDA, afferma che negli US:
"Ci sono stati 48.000 casi denunciati lo scorso anno 2014, nonostante gli alti tassi di vaccinazione", ha detto Anthony Fauci, MD, direttore del National Institute of Allergy e Malattie infettive del NIH. "Questa rinascita suggerisce la necessità di ricerche sulle cause che stanno dietro l'aumento di infezioni e modi più efficaci per prevenire la diffusione della malattia."
"
Questa ricerca suggerisce che, anche se gli individui immunizzati con un vaccino acellulare possono essere protetti dalle malattie, essi possono ancora essere infettati con i batteri e sono in grado di diffondere l'infezione ad altri, inclusi i bambini piccoli che sono suscettibili di malattia pertosse".
In parole povere: i vaccinati NON sono protetti dal vaccino e possono anche infettare altri soggetti.....
Tratto da: http://www.fda.gov/NewsEvents/Newsroom/PressAnnouncements/ucm376937.htm
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20200027

Il passaggio a un vaccino per la pertosse creato artificialmente, in laboratorio, con le tecniche di ingegneria genetica, è responsabile dell’aumento dei casi di mortalità verificatisi per la malattia negli Stati Uniti.
E’ quanto suggerisce e dimostra un nuovo studio a firma della Monash University, la più grande Università australiana, con campus localizzati in Malesia, Sud Africa, India e Italia.
I risultati sottolineano la necessità di condurre una ricerca simile in Australia e nel Regno Unito, sotto la supervisione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, dove i casi di pertosse sono entrati in una pericolosa spirale verso l’alto negli ultimi dieci anni, come afferma il Dr. Manoj Gambhir, Professore Associato presso la sede australiana della Monash University.


vedi: Pertosse e Cure naturali + Pertosse +  Pertosse 2 + Polio e Vaccini + Come nasce l'Unica malattia del Vivente + I germi non solo causa di malattia + Effetto Gregge Pertosse 2 + Trivalente - 2 +  Interrogazione Parlamentare + Morti per vaccino + Penta Vaccini, i loro pericoli + Meccanismo dei danni dei vaccini

 

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Le Ovaie di giovane donna distrutte dal Gardasil - 06/08/2013
La Merck ha “dimenticato di fare ricerca” degli effetti del vaccino sulla riproduzione femminile….
Fonte NaturalNews - Uno studio appena pubblicato ha rivelato che la
Merck & Co., la mente aziendale dietro il famigerato vaccino Gardasil per il papillomavirus umano (HPV), ha convenientemente dimenticato di ricercare gli effetti di questo vaccino mortale sui sistemi riproduttivi delle donne. E almeno una giovane donna, in questo caso da Australia, sostenuto il peso di questo fallimento imperdonabile dopo aver scoperto che i suoi ovaie erano state completamente distrutte a seguito della vaccinazione.
Pubblicato in peer-reviewed sul British Medical Journal (BMJ), lo straziante racconto dell’ esperienza di questa giovane ragazza di 16 anni dovrebbe far riflettere tutti i genitori attualmente sotto pressione dai loro medici per far vaccinare le loro giovani figlie con il pericoloso Gardasil.
Privata della sua naturale capacità di vivere la piena femminilità, questa giovane donna ha vissuta menopausa precoce, in cui le ovaie sono state rovinate ancora prima che fossero anche in grado di svilupparsi pienamente.
Intitolata “Insufficienza ovarica prematura” tre anni dopo, in una ragazza di 16 anni a seguito della vaccinazione per il papillomavirus umano, questo ultimo caso di studio fornisce una prova solida che Gardasil è, per lo meno, una grave minaccia per la funzione ovarica normale.
Non solo è stata la ragazza danneggiata esaminata e verificata di avere avuto le ovaie sane prima del vaccino, ma non ci sono stati altri fattori identificati oltre Gardasil, che avrebbe potuto essere eventualmente coinvolti nella sua improvvisa disgrazia.
Peggio ancora è il fatto che le informazioni ottenute in seguito dalla australiana Therapeutic Goods Administration (TGA) per il caso - TGA è equivalente australiano della Food and Drug Administration (FDA) negli Stati Uniti - ha rivelato che Merck NON aveva mai condotto test di sicurezza sulla Gardasil in relazione ai suoi effetti sulle ovaie femminili. Secondo il rapporto, la Merck aveva solo testato gli effetti di Gardasil sul testicoli maschili (?).
"Anche se la relazione della TGA pubblica australiana di valutazione per il umano vaccino quadrivalente per il papillomavirus, del Febbraio 2011, fa rapporto sulla istologia di testicoli di ratto vaccinati e epididimi, nessun referto istologico è stato disponibile per le ovaie di ratto vaccinati", spiega il rapporto. "Il referto istologico delle ovaie di topi vaccinati è rimasto disponibile al di là di una numerazione del corpo luteo presente a svezzamento con eutanasia dopo la prima cucciolata."
In altre parole, Merck intenzionalmente o accidentalmente - entrambe le opzioni sono tra l'altro del tutto inaccettabili - non è riuscita a controllare se Gardasil ha il potenziale di danneggiare i sistemi riproduttivi delle giovani donne, anche se le giovani donne sono sempre state il target di mercato primario per il vaccino.
Solo di recente anche i ragazzi giovani maschi, sono stati tirati nella mischia delle vaccinazioni con il Gardasil, nonostante il fatto che gli effetti collaterali a lungo termine del vaccino nei maschi sono ancora in gran parte sconosciuti.
Gardasil e’ prodotto con additivi noti per danneggiare l'apparato di riproduzione femminile !
Come riportato dal giornalista investigativo Heidi Stevenson, ci sono almeno due ingredienti additivi nel vaccino che possono essere responsabili di danneggiare le ovaie femminili. Questi ingredienti sono polisorbato 80, un conservante emulsionante, e L-istidina, un aminoacido naturale. Entrambi questi ingredienti sono, ovviamente, utilizzati in alimenti trasformati, che milioni di persone consumano ogni giorno. Ma iniettandoli nel corpo hanno un effetto biologico diverso molto più che se semplicemente li consumiamo.

Come si è visto, polisorbato 80, e’ conosciuto anche con i nomi di Tween 80, Alkest, e Canarcel, ed è stato dimostrato in studi scientifici, di danneggiare la riproduzione femminile. Non solo questo additivo chimico ha il potere di accelerare notevolmente la maturazione sessuale nelle donne, ma tende anche a ridurre il peso e la funzione sia delle ovaie e dell'utero.
Allo stesso modo, L-istidina, quando iniettata nel tessuto muscolare, può indurre il corpo a sviluppare una risposta autoimmune alla sostanza, che può portare a molti dei
gravi effetti collaterali che sono stati osservati in molte giovani ragazze alle quali e’ stato propinato il vaccino Gardasil.
By Jonathan Benson
Assicurarsi di leggere le seguenti due relazioni di Heidi Stevenson per saperne di più su come il Gardasil danneggia la riproduzione femminile:
http://www.thelibertybeacon.com
http://gaia-health.com
Fonte di questo articolo include anche http://pop.org


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Il vaccino Gardasil distrugge le ovaie e fa ingrassare - 01 Ott 2013
Come osservato nell’articolo “Il Gardasil distrugge le ovaie di una ragazza: ricerca sulle ovaie mai presa in considerazione”, il BMJ (British Medical Journal – rivista medica britannica) ha riportato il caso di una ragazza australiana di 16 anni la cui femminilità sembrerebbe esserle stata rubata dal vaccino Gardasil.
È entrata completamente in menopausa, le ovaie si sono irrevocabilmente chiuse prima di aver conosciuto la femminilità.
Questo articolo si concentra sul fatto che la Merck, sviluppatrice del Gardasil, doveva essere a conoscenza del possibile danno alle ovaie e ha nascosto i risultati delle ricerche o semplicemente non ha indagato.
L’articolo inoltre sottolinea il fatto che molti danni causati dal Gardasil potevano (e dovevano) essere predetti semplicemente esaminando gli effetti conosciuti di due ingredienti presenti nel vaccino.
L’articolo “Prematura insufficienza ovarica in una sedicenne 3 anni dopo il vaccino per il papilloma virus”  richiama l’attenzione a tre fatti principali:
- La ragazza è stata esaminata e controllata accuratamente. Non c’è altra spiegazione che la causa sia la serie di tre vaccinazioni Gardasil.
- La morte ovarica e la menopausa prematura sono generalmente il risultato di una malattia autoimmune.
- In seguito a un test sui ratti, non si sono riusciti ad ottenere dati chiari riguardo al vaccino quadrivalente Papillomavirus Umano (Gardasil)
Questi tre fatti sono agghiaccianti, tuttavia un esame più approfondito ha dimostrato che c’è addirittura di peggio. Effetti negativi, come la menopausa precoce (e altri effetti peggiori) potrebbero, e dovrebbero, essere stati previsti.

Due ingredienti pericolosi
Il Gardasil contiene due ingredienti noti per i danni collaterali che ora andremo a vedere. Stiamo parlando del polisorbato 80 e dell’istidina. Da almeno uno studio è emerso che il Polisorbato 80 provoca gravi danni agli organi riproduttivi femminili. Il rischio dell’istidina è più “lieve”, in quanto le sindromi si verificano in caso di eccesso o carenza dell’amminoacido.

Polisorbato 80:
Il Polisorbato 80 (conosciuto anche come Tween80)  è noto per i danni che provoca al sistema riproduttivo nei ratti femmina, e non c’è motivo di credere che il sistema riproduttivo umano venga risparmiato. Alcuni degli effetti collaterali riscontrati negli organi riproduttivi femminili, in seguito al trattamento con Tween 80 nei ratti appena nati, sono:
Il Tween80 accelera la maturazione dei topi, prolunga il ciclo estrale, diminuisce il peso dell’utero e delle ovaie, e causa danni al rivestimento dell’utero, indicativo di stimolazione estrogenica cronica.
Le ovaie dei topi sono anche state danneggiate, con follicoli degenerati e nessun corpo luteo.
Tali gravi malformazioni delle ovaie possono portare alla sterilità.
Sicuramente non dovrebbe sorprendere che le ovaie di almeno una ragazza siano andate perse dopo la somministrazione del vaccino Gardasil. Era prevedibile.

Il Polisorbato 80 può inoltre causare shock anafilattico. Uno studio degli Annals of Allergy, Asthma & Immunology ha concluso:
Il Polisorbato 80 è un agente solubilizzante ubiquitariamente usato che può causare gravi reazioni anafilattoidi non immunologiche.
Il dato più temibile del polisorbato 80 è che attraversa la barriera ematoencefalica e può trasportare altre sostanze con esso.
Viene utilizzato infatti per tale scopo. Molecole attive come la dalargina e la loperamide sono rivestite con polisorbato proprio per questo motivo, per essere veicolate nel cervello.
Quindi che cosa può trasportare il polisorbato 80 nel cervello ? Il Gardasil utilizza l’alluminio come adiuvante, nonostante sia una neurotossina pericolosa.
L’iniezione di alluminio è associata a diversi disturbi neurologici, artrite reumatoide, malattie autoimmuni della tiroide, malattie infiammatorie intestinali, sclerosi multipla, diabete e autismo. Possono essere tutti associati alla presenza di coadiuvanti di alluminio nei vaccini.
Il polisorbato è in grado di aprire la barriera emato-encefalica lasciando entrare l’alluminio ? Nessuno lo sa veramente poichè nessuno lo ha mai verificato.
Non vi è tuttavia alcun motivo per supporre che non possa farlo.
Considerando quanto siano gravi i rischi derivati dall’uso del polisorbato 80, usare prudenza dovrebbe essere la regola prima di vaccinare in massa le ragazze. Infine c’è l’istidina.

L’Istidina
L’Istidina è un precursore dell’Istamina che innesca l’infiammazione di risposta nelle reazioni allergiche. Si potrebbe pensare che l’istamina sia qualcosa di negativo, ma in realtà è fondamentale per la salute. Nonostante nelle reazioni allergiche possa rispondere con un’infiammazione eccessiva, nelle infezioni generiche non sopravviveremmo senza l’infiammazione che provoca.
L’Istidina è un aminoacido essenziale per diverse funzioni, tra cui:
- crescita e riparazione dei tessuti
- mantenimento delle guaine di mielina che proteggono le cellule nervose
- produzione di globuli rossi e bianchi nel sangue
- produzione di istamina, carnosina e anserina
- agisce da antiossidante
- stimola le secrezioni gastriche
- eccitazione sessuale e orgasmi femminili
- agisce da neurotrasmettitore
- stimola la secrezione della pepsina e dell’acido idroclorico, essenziali nella digestione
- ritmo circadiano

Bassi livelli di Istidina sono stati associati con artriti reumatoidi. È necessario inoltre per la chelazione di rame, zinco, cobalto e ferro, i quali sono stati classificati come metalli pesanti, noti per essere la causa di diversi disturbi qualora presenti in eccesso all’interno dell’organismo.

Una quantità eccessiva di questi metalli pesanti può riportare un insieme di sintomi, tra cui quelli più lievi sono:
- nausea
- vomito
- diarrea
- intestino irritato
- dolori di stomaco
- mal di testa
- sudorazione
- dolori articolari

Tutti questi sintomi ricorrono frequentemente nelle ragazze vaccinate con il Gardasil.
La domanda è: Qual è la correlazione tra questi sintomi da intossicazione di metalli pesanti e l’Istidina nel Gardasil ?
L’Istidina è un aminoacido essenziale. Si trova normalmente nell’organismo. Tutti questi sintomi sono dovuti ad un’inadeguata quantità della sostanza, quindi come può esserci meno Istidina dopo l’iniezione ?
È la sua natura apparentemente innocua ad essere in questione. L’Istidina è un aminoacido che si trova naturalmente nel corpo.
La stessa cosa vale per lo squalene. Lo squalene è un idrocarburo generalmente utilizzato come adiuvante.
Ufficialmente l’Istidina non viene usata nei vaccini, a differenza dello squalene. Questi due adiuvanti vengono utilizzati per indurre malattie autoimmuni nelle cavie da laboratorio, in modo che possano essere studiati in risposta ai trattamenti potenziali per tali patologie. Ecco perché lo squalene è così pericoloso ed è chiaramente il responsabile della Sindrome della Guerra del Golfo.
Potete leggere il probabile collegamento tra squalene e i casi di narcolessia in Svezia e Finlandia in “Come il vaccino antinfluenzale provoca la narcolessia”.
Salvo altre dimostrazioni, si deve presumere che iniettare l’Istidina possa causare una malattia autoimmune in cui l’Istidina viene attaccata dal sistema immunitario, con conseguente carenza di Istidina e delle sostanze necessarie per la sua produzione.

Per esempio:
I dolori articolari sono uno dei disturbi comuni nelle ragazze vaccinate con il Gardasil. Artriti reumatoidi sono dovute a bassi livelli di Istidina. Ovviamente ci si aspetta bassi livelli di Istidina nel caso in cui il sistema immunitario veda l’Istidina come un nemico, poichè iniettato. Per questo motivo i dolori articolari e le artriti sono cause prevedibili del Gardasil.
L’aumento del peso è un altro sintomo riportato dalle ragazze vaccinate con il Gardasil. Questo non dovrebbe sorprendere nessuno. L’ipotalamo converte l’Istidina in Istamina con lo scopo di sopprimere l’appetito. Se una condizione autoimmune distrugge l’Istidina, potrebbe esserci un’inadeguata quantità d’Istamina che comporta un aumento del peso.
Vedremo un’epidemia di aborti e malformazioni congenite nelle ragazze che non hanno avuto la sfortuna di diventare sterili con il Gardasil ? È possibile, in quanto l’Istamina è necessaria per lo sviluppo dell’embrione e degli organi.
Era del tutto prevedibile che una qualsiasi funzione corporea che si basa sull’Istidina o su una delle sostanze per le quali è precursore, (tra cui l’istamina, la carnosina e l’anserina) potesse essere influenzata. Non dovrebbe sorprendere che gli effetti negativi del Gardasil comprendono una vasta gamma di patologie e decessi.
Sarebbe stato sorprendente il contrario !

Perché ? 
Il Gardasil potrebbe essere il primo vaccino ad utilizzare l’Istidina. Il motivo per cui è inserita non sembra esser stato spiegato da nessuna parte. Gli effetti avversi al polisorbato 80 sono ben noti, soprattutto se iniettato.
Non è una novità che il polisorbato 80 sia in grado di bypassare la barriera ematoencefalica; come se non bastasse, all’interno di questo vaccino si trova una nota neurotossina: l’alluminio.
 
La domanda che dobbiamo porci è: perché ? Perché fare un vaccino così prevedibilmente pericoloso ?
Molti dei danni possibili non si manifesteranno prima di qualche anno. Il già alto tasso di infertilità salirà alle stelle ?
Le donne in grado di concepire soffriranno per l’angoscia di avere un aborto spontaneo o di dare alla luce un bambino malformato ?
Quante soffriranno di malattie autoimmuni, come l’artrite reumatoide ?
Quante riporteranno disturbi neurologici, come il tic di Tourette riportato dalle ragazze di New York ?
Traduzione a cura di Laura Caselli per losai.eu
Fonte:http://gaia-health.com/gaia-blog/2012-10-18/gardasil-destroys-girls-ovaries-it-should-have-been-predicted/

Il vaccino per l'Hpv ha un appeal diverso secondo l'età
Per incentivare il ricorso al vaccino per il papillomavirus sembra più efficace puntare sulla prevenzione delle "malattie a trasmissione sessuale" più che su quella del cancro: è questa la conclusione cui è giunta una ricerca americana che si è chiesta come mai i tassi di vaccinazione per l'Hpv fossero modesti, sotto il 20% .
Il gruppo diretto da Janice Krieger, docente di comunicazione presso l'Ohio State University, ha infatti osservato che il messaggio più terroristico  fino ad ora adottato - che secondo gli studi finora effettuati sembrava anche il più efficace - funziona meno tra le fasce di popolazione più giovani, che all'eventualità di contrarre un tumore non sembrano pensare quanto le loro madri ed allora si pensa di parlare di prevenzione per le malattie sessuali, che non solo per il cancro..
Inoltre hanno iniziato da 1 anno a dire che lo debbono fare anche i giovani maschi (che l'utero non lo hanno) per evitare il cancro al seno....ed alla prostata...

Commento NdR: cosa non si fa per vendere un vaccino....che non tira...ed ammala facilmente..

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

FATE ATTENZIONE, questo e' MOLTO IMPORTANTE:
Per ogni malattia per le quali si vaccina:
Vaiolo + Polio + Difterite + Tetano + Epatite B + Rosolia + Morbillo + Pertosse + Morbillo + Parotite + Varicella + Meningite + HPV + Tumore all'utero + Influenza

....si fa SEMPRE del terrorismo mediatico sulla popolazione ignara, spaventandola, elencando le varie “malattie” che si potrebbero scatenare, se non ci si vaccina, quindi loro dicono che occorre vaccinarsi, ma questi stessi terroristi mediatici, i medici ufficiali che sponsorizzano i vaccini, non si rendono conto delle loro stupidate e qui in queste pagine,ve lo dimostriamo !

I soggetti, bambini, ragazzi, adulti, vaccinati con il vaccino per la Varicella o con il Morbillo, ecc., possono facilmente "infettare" gli altri,... purtroppo questa possibilita' e' valida anche per tutti gli altri soggetti vaccinati di QUALSIASI VACCINO  !
vedi articolo:
http://www.thelibertybeacon.com/2015/10/10/scientists-prove-those-vaccinated-for-shingles-can-infect-others-with-chicken-pox/

 
Nella medicina ufficiale, ormai serva di Big Pharma, nelle universita’ ove si insegna medicina ai futuri medici si dice che le malattie hanno delle complicanze e che sono generate da batteri e virus (cosa non vera in quanto e’ il terreno, la matrice  adatta che permette e/o produce l’insediamento di virus e batteri), ma cio’ che non dicono o fanno finta di di dimenticare e' che, secondo questa loro teoria, anche se ve lo ripetiamo, e’ falsa,  anche gli antigeni dei vaccini, possono produrre le stesse complicanze…quindi ecco DIMOSTRATO, con le stesse argomentazioni della medicina ufficiale, che i vaccini possono produrre molte e gravi malattie !

Il cancro all'utero NON e' provocato da un virus bensi' da varie concause perche' esso e' una malattia multifattoriale, quindi la vaccinazione e' solo altamente pericolosa !

Queste le malattie che possono produrre i Vaccini con i propri antigeni !

video del dott. Massimo Montinari a Don Chisciotte  - Ott. 2012

Il Cancro nasce in sintesi e secondo la Medicina naturale, perche' l’organismo del canceroso e' intossicato, e la microcircolazione, nei tessuti intossicati, viene ad essere alterata, producendo, a valle di essa, nelle cellule dei tessuti investiti da quel processo: malfunzione cellulare, (nutrimento ed eliminazione = respirazione cellulare alterata = metabolismo alterato = malnutrizione cellulare e tissutale assicurata), producendo successivamente infiammazione nei tessuti e stress ossidativo cellulare e per caduta immunodepressione, e parallelamente alterazione anche del sistema enzimatico per la precedente alterazione della flora batterica, pH digestivo non regolare (e quindi l'organismo e' mancante di minerali e vitamine ed in stato di acidosi), in quelle condizioni esso e' molto facilmente parassitato da certi, parassiti batteri e funghi (candida) i quali producono anche tossine ed ulteriori infiammazioni: Ma tutto cio' e' "gestito" come Causa primordiale dai Conflitti Spirituali (consci ed inconsci) e dall'intenso stress  del vissuto.
Il Cancro quindi e' una malattia MULTIFATTORIALE.
Quindi il medico, il terapeuta od il soggetto stesso DEVONO operare seguendo la stessa strada percorsa per l'
ammalamento.
Cioe' devono lavorare per
disintossicare il malato + disinfiammare l'organismo ed i tessuti interessati, ripristinare il pH digestivo, e normalizzare le digestioni + il malassorbimento sempre presente nel malato ed eliminare quei parassiti, batteri e funghi, che hanno proliferato in modo abnorme, per mancanza dei loro antagonisti + rinforzare il sistema immunitario SEMPRE compromesso in TUTTI i malati, cancerosi compresi ed eliminare i Conflitti Spirituali (quali Vere Cause) e lo stress esistenti, oltre a lavorare sul metabolismo alterato per ridurre ed eliminare lo stress ossidativo cellulare e quindi quello tissutale, sempre presenti in qualsiasi malattia e specie nel cancro, per i danni alla microcircolazione indotti dalle intossicazioni piu’ o meno intense.

L'acidosi e' la base fisiologica del Cancro -  Il Conflitto Spirituale Irrisolto, ne e' la Causa primaria
Cancro = Combattere l'acidita' per sconfiggerlo - Le ultime ricerche
Terapia Biologica Metabolica + Cura metabolica per il Cancro +
 Stress Ossidativo + PREVENZIONE, TERAPIA per il Cancro, perche' NON si vuole applicare ? + Terreno Oncologico + Bioelettronica + Semeiotica e Biofisica

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ricordo a tutti di non vaccinare le figlie, ne' i maschietti,  con il Vaccino per  il cosiddetto Virus HPV.
È pericoloso oltre che dannoso
ed e' molto costoso (560 euro per le 3 dosi).
Spero che qualcuno possa farlo leggere al Virologo BURIONI (vedi chi e'), perché è pericoloso

 

METODI di TRATTAMENTO

UNA VOLTA DIAGNOSTICARE le lesioni premaligne del collo dell'utero PROVOCATE SIA DAL VIRUS CHE NON, (cin1 a volte cin2) si possono applicare le seguenti TECNICHE Destruenti senza arrivare all' escissionali.

Quali sono le tecniche:

1 - Crioterapia

2 - Elettrodiatermia

3 - Laser CO2

4 - TERMOCOAGULAZIONE(cold-coagulation).

Si possono usare tutte e 4. La migliore è La Termocoagulazione. I motivi sono tanti,il più importante è, che non si hanno recidive. Cioè la lesione del collo dell'utero PROVOCATE SIA DALVIRUS CHE NON VIENE completamente distrutta e dopo 2 mesi il COLLO DELL'UTERO ritorna come prima. Nessuna complicanza di nessun genere. Si possono avere le gravidanze SENZA problemi.

Informo CHE la cellula tumorale muore a 43 gradi, la terapia viene effettuata a temperature di 100 OPPURE 120.
La cellula benigna, invece, resiste. Questa tecnica viene usata in Germania soprattutto in Inghilterra.
Ho letto lavori di COLLEGHI stranieri. Il risultato è del 100%. Tutto ciò dipende dal ginecologo, attrezzature, esperienza, metodo di cura ecc, ecc.
Siccome si possono CURARE TUTTE le LESIONI, SENZA arrivare al TUMORE, non occorre il VACCINO ! 
Organizzando  ottimi centri, nessuno morirà più di tumore al COLLO DELL'UTERO.
Sono disponibile a dimostrare come lavoro, ma ad effettuare corsi a chi lavora nei centri di streneng. Il resto successivamente.

vedi: http://www.vincenzoalvino.it/terapia-delle-lesioni-da-virus-hpv.htm

Documenti provanti l'indispensabilita' delle Vitamine della Frutta e verdura, oltre ai sali minerali:
 Doc.1 
+  Doc.2  Doc.3  +  Doc.4  +  Doc.5  +  Doc.6  +  Doc.7  +  Doc.8  +  Doc.9  +  Doc.10  +  Doc.11  +  Doc.12  +  Doc.13  +  Doc.14  +  Doc.15  +  Doc.16  +  Doc.17  +  Doc.18  +  Doc.19  +  Doc.20  +  Doc.21  +  Doc.22 +  Doc.23  +  Doc.24  +  Doc.61

vedi anche : CURE Naturali del Cancro + Documentazione
 + Protocollo G. Puccio +  Diritti negati + Ricercatore ostacolato dalla Oncologia Ufficiale + Giornale di Sicilia + Come fare i clisteri di acqua basica + Cancro e Medicina Naturale  +  1.000 Piante per il Cancro  +  Libro del dott. Nacci  (Italiano) +  Libro del dott. Nacci in Inglese +  Condiloma eliminato con acqua basica al Bicarbonato di Sodio + Protocollo della SaluteCancro + Diagnosi precoce
 

Seria RICERCA sul CANCRO (ostacolata dall'Oncologia ufficiale)

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Visionate come un Ente indipendente revisionando gli studi su questo vaccino, ne' ha stabilita la pericolosita', perche non sono stati pubblicati i suoi effetti dannosi..dal produttore ne dagli "Enti a tutela della salute, es. EMA che non si attiene neppure alla Trasparenza dell'ente stesso, perche' non fornisce i dati....!
http://nordic.cochrane.org/sites/nordic.cochrane.org/files/public/uploads/ResearchHighlights/Complaint-to-EMA-over-EMA.pdf
    

Indagati i rischi del vaccino GARDASIL ORA ! (traduzione ridotta e non “letterale”) - North Hollywood, California, 3 giugno 2010
Il National Vaccine Information Center (NVIC) sta chiedendo al presidente Barack Obama e al Congresso per conto delle famiglie le cui figlie sono MORTE o sono stati danneggiate dal Gardasil di indagare sul vaccino immediatamente.
Per la petizione è necessario raggiungere le 30.000 firme (E' ovvio che la Merck non fermerà la campagna del Gardasil in assenza dell’intervento del governo).
Ecco una parte dei motivi citati dal NVIC per la richiesta di una indagine immediata:
- Il Gardasil è stato - in breve tempo e senza controlli sugli umani - autorizzato dalla FDA statunitense nel 2006 e subito raccomandato dal Centers for Disease Control (CDC) a tutte le giovani donne (di età compresa tra gli 11 e i 26 anni);
- la Merck ha "studiato" gli effetti collaterali del Gardasil in solo circa 1200 ragazze (ragazze di 16 anni e ragazze più giovani) ; le ragazze vaccinate sono state seguite per meno di due anni prima di ottenere una licenza;
- I decessi e i gravi problemi di salute che hanno colpito i soggetti vaccinati con il Gardasil (in studi clinici eseguiti prima del rilascio dell’ autorizzazione) sono stati liquidati dalla Merck come una coincidenza;
- Migliaia di eventi avversi segnalati al federale Vaccine Adverse Events Reporting System (VAERS) da quando al Gardasil è stata concessa la licenza, includendo eventi mortali, gravi problemi di salute, visite di pronto soccorso, ricoveri, e le lesioni permanenti, sono stati cancellati da parte degli organismi sanitari federali come una coincidenza;
- Medici e genitori non essendo informati dalle agenzie federali o dalla Merck su tutti i gravi eventi avversi associati con il Gardasil non possono adottare misure per monitorare le reazioni del vaccino e prevenire i danni e la morte.
Testo originale in inglese:
http://www.seopressreleases.com/investigat...cine-risks/9290
http://www.seopressreleases.com/investigate-gardasil-vaccine-risks/9290


Video inchiesta su Gardasil, HPV e papilloma virus
+ Siamo CONTRO la cosiddetta immunizzazione (Falsa Teoria) + Leggere i disastri fatti da questo vaccino in India e non solo


Le ragazze in America guadagneranno di piu' ($ 70) se si faranno vaccinare con il vaccino per il tumore all'utero,  come le ragazze in Inghilterra, che pero' guadagneranno solo 45 sterline....
http://www.theflucase.com/index.php?option=com_content&view=article&id=3026:70-dollar-bribe-to-get-us-girls-to-take-dangerous-gardasil-jb&catid=41:highlighted-news&Itemid=105&lang=en
Big Pharma non sa piu' come fare per indurre a vaccinarsi e quindi a creare e mantenere e se possibile ampliare il mercato dei malati con i vaccini...

vedi su: http://tuttouno.blogspot.com/2010/04/vaccino-gardasil-adolescenti-corrotte.html 

Sulla base dell'evidenza attualmente disponibile, il Comitato per i Medicinali (Chmp) dell' Emea, Agenzia Europea dei medicinali (oggi EMA), "ritiene" che i benefici di Gardasil continuano a superare i rischi e che non e' necessario alcun cambiamento delle informazioni sul prodotto - UK, Londra Gen. 2008
Lo comunica l'Emea in seguito a segnalazioni di DECESSI in donne che avevano precedentemente ricevuto Gardasil, incluse 2 segnalazioni relative a morte improvvisa ed inattesa in due giovani donne nell'Unione Europea. 
I due casi europei - dice l'Emea - sono stati riportati nell'ambito del monitoraggio continuo della sicurezza dei medicinali.
Un caso si e' verificato in Austria e l'altro in Germania.......ecco come si dimostra la  "forza" delle Lobbies dei vaccini....

In realta'
...: la Rivista scientifica definisce la vaccinazione HPV, NON accertata, ingiustificata e priva di Evidenze Mediche di Base - 24 Dic. 2011
Una recente pubblicazione in Annali di Medicina  ha denunciato la natura fraudolenta dei vaccini anti-papillomavirus umano (HPV), come Gardasil e Cervarix. Messaggi chiave nel rapporto dei ricercatori sono la mancanza di evidenze scientifiche dei vaccini anti-HPV nella prevenzione del cancro cervicale e la mancanza della valutazione dei rischi per la salute.
Questa non è una grande sorpresa, dal momento che nessun vaccino è mai stato valutato appieno negli esseri umani per valutare rischi a lungo termine per la salute. I vaccini HPV non fanno eccezione.


vedi
QUI le scoperte ed i filmati del dott. Moulder, in Canada +
Poliomielite + Dati ISTAT + Statistiche Istat sui vaccini +  Interrogazione Parlamentare + Danni neurologici da Vaccino + Contenuto dei vaccini + Alimentazione + Crudismo + Frutta e Verdure + Sfogo sdegnato di una madre verso un pediatra

Nel 2002 la US Food and Drug Administration (FDA) ha dichiarato che i vaccini rappresentano una categoria speciale di farmaci finalizzati principalmente per la profilassi contro le malattie a cui un individuo non può mai essere esposto.
Questo, secondo la FDA, pone l’accento significativo sulla sicurezza dei vaccini.

In altre parole, contrariamente a trattamenti farmacologici convenzionali volti a bersaglio di  malattie esistenti, in una vaccinazione preventiva, un compromesso in termini di efficacia per il beneficio di sicurezza non dovrebbe essere visto come un’aspettativa irragionevole.
Inoltre, i medici sono eticamente obbligati a fornire una spiegazione accurata dei rischi e benefici del vaccino ai loro pazienti e, se del caso, una descrizione dei corsi alternativi di trattamento. Questo a sua volta consente ai pazienti di prendere una decisione pienamente informata in merito alla vaccinazione.
Il problema è, siccome le vaccinazioni HPV non sono preventive, come sia possibile garantire la sicurezza perchè i medici non potranno mai fornire spiegazioni accurate dei rischi e benefici del vaccino considerato che non si conoscono.
I medici possono solo fare affidamento sulle informazioni confezionate dai produttori di vaccini e dal momento che gli effetti farmacocinetici sul corpo umano a lungo termine che studiano l’assorbimento, la distribuzione, il metabolismo e l’ escrezione dei vaccini e dei loro ingredienti non sono mai stati esaminati o analizzati, un medico non può informare pienamente i pazienti di qualsiasi beneficio o rischio.

In molti paesi, un consenso informato può essere legalmente rilevante se sono stati giudicati i rischi e i benefici e sono stati spiegati all’individuo. Questo include informazioni adeguate su cui i pazienti possono basare la loro decisione di accettare o rifiutare un vaccino. Nella maggior parte dei casi, bisogna avere una spiegazione completa dei rischi del vaccino e degli effetti collaterali.
Sorprendentemente, negli Stati Uniti, non ci sono requisiti di legge per il consenso informato per la vaccinazione. Una tale omissione lascia la porta aperta ad un mancato ottenimento del consenso informato.  Tuttavia, ci sono agenzie di regolamentazione, come la FDA, che hanno il potere di assicurare che i vaccini sono dimostrabilmente sicuri ed efficaci nel raggiungere il mercato. 
L’ordinamento giuridico italiano con la Legge 28 marzo 2001 n. 145  ha ratificato, ovvero convalidato, la Convenzione sui diritti dell’uomo e sulla Biomedicina promulgata a Oviedo il 4 aprile 1997.

La Convenzione di Oviedo dedica alla definizione del Consenso il Capitolo II (articoli da 5 a 9) in cui stabilisce come regola generale che:
“Un intervento nel campo della salute non può essere effettuato se non dopo che la persona interessata abbia dato consenso libero e informato. Questa persona riceve innanzitutto una informazione adeguata sullo scopo e sulla natura dell’intervento e sulle sue conseguenze e i suoi rischi. La persona interessata può, in qualsiasi momento, liberamente ritirare il proprio consenso.” (art. 5)

La Convenzione di Oviedo stabilisce inoltre la necessità del consenso di un “rappresentante” del paziente nel caso in cui questo sia un minore o sia impedito ad esprimersi. Infine la Convenzione stabilisce che:
 “I desideri precedentemente espressi a proposito di un intervento medico da parte di un paziente che, al momento dell’intervento, non è in grado di esprimere la sua volontà saranno tenuti in considerazione.”

Inoltre, a seguito di una Direttiva Europea del dicembre 2009, il consenso informato è obbligatorio per tutti i tipi di vaccinazione, per tutti i cittadini. Il consenso informato ha valore legale di liberatoria per i medici e le aziende che producono il farmaco somministrato per le richieste di risarcimento per eventuali danni provocati alla salute del paziente dal trattamento sanitario.
Però, la liberatoria non ha valore e le richieste di risarcimento  sono “legittime” per tutte quelle informazioni che sono state “omesse” e “non correttamente riportate“ ! Poiché nessun vaccino è mai stato dimostrato sicuro in studi umani, la FDA non riesce nel fornire loro garanzia ogni volta che approva un vaccino. 

Un vaccino non potrà mai essere dimostrato sicuro a meno che gli effetti farmacocinetici sono stati completamente studiati sugli esseri umani (non animali) in una impostazione a lungo termine che si estende come minimo in 10 anni.  Poiché questo non è mai fatto prima che un vaccino ottenga tutte le autorizzazioni, i vaccini sono teoricamente illegali in quasi tutti i paesi del mondo !
Il produttore del Gardasil, la Merck, afferma sul proprio sito web che il Gardasil non si limita ad aiutare a prevenire il cancro cervicale, ma protegge anche contro altre malattie da HPV. 
La Merck sostiene inoltre che Gardasil non previene tutti i tipi di cancro cervicale. Allo stesso modo, il CDC degli Stati Uniti e la FDA affermano che questo vaccino [Gardasil] è un importante strumento di prevenzione del cancro della cervice uterina che potenzialmente comporta benefici per la salute di milioni di donne e sulla base di tutte le informazioni che abbiamo oggi, il CDC raccomanda la vaccinazione contro l’HPV per la prevenzione della maggior parte dei tipi di cancro cervicale.
Tutte e quattro queste affermazioni sono in significativo contrasto con l’evidenza scientifica disponibile in quanto implicano che Gardasil può davvero proteggere da alcuni tipi di cancro cervicale.

Al momento non ci sono dati significativi che dimostrano che sia Gardasil o Cervarix (prodotto dalla GlaxoSmithKline) possono prevenire qualsiasi tipo di cancro del collo dell’utero, in quanto il periodo di controllo utilizzato è troppo breve per valutare i benefici a lungo termine della vaccinazione HPV.  I dati di follow-up nel lungo periodo degli studi di fase II per il Gardasil e Cervarix sono a 5 e 8 anni, rispettivamente, mentre il cancro cervicale invasivo richiede almeno fino a 20 -40 anni per svilupparsi dal momento dell’acquisizione dell’infezione da HPV.

Infezioni persistenti da HPV causate da HPV ad alto rischio, di solito non portano a lesioni immediate, per non parlare più a lungo termine di cancro cervicale. La ragione di questo è che fino al 90% delle infezioni da HPV si risolvono spontaneamente entro 2 anni e, di quelli che non si risolvono, solo una piccola percentuale può evolvere in cancro nei successivi 20-40 anni. Inoltre, i dati della ricerca dimostrano che livelli ancora più elevati di atipie si possono risolvere o stabilizzare nel tempo. Così, in assenza di un lungo periodo di follow-up dei dati, è impossibile sapere se i vaccini HPV possono prevenire alcuni tipi di cancro del collo dell’utero o semplicemente rimandarli.
Attualmente, le agenzie governative della salute in tutto il mondo affermano che i vaccini HPV sono “sicuri ed efficaci” e che i benefici della vaccinazione HPV sono superiori ai rischi. Inoltre, il CDC degli Stati Uniti sostiene che Gardasil è un importante strumento di prevenzione del cancro della cervice uterina e pertanto raccomanda la vaccinazione contro l’HPV per la prevenzione della maggior parte dei tipi di cancro cervicale. Tuttavia, la motivazione alla base di queste affermazioni che la vaccinazione HPV previene il cancro del collo dell’utero è ancora da dimostrare.

Altri messaggi chiave nel rapporto includono:
- Ad oggi, l’efficacia dei vaccini anti-HPV nella (NdR: "cosiddetta e falsa") prevenzione del cancro della cervice, non è stata dimostrata dai fatti, mentre i rischi del vaccino devono ancora essere valutati appieno (NdR: perche' sono molteplici).
- Attualmente in tutto il mondo la pratica di immunizzazione di HPV, con uno dei due vaccini HPV, sembra essere giustificata né da benefici a lungo termine per la salute né economici, né vi è alcuna prova che la vaccinazione HPV (anche se fosse dimostrata efficace contro il cancro al collo dell’utero) ridurrebbe il tasso di cancro cervicale più di quanto lo screening con il Pap Test ha già raggiunto.

Commento NdR: Paptest incerto, arriva il test del dna
Un test basato sulla determinazione del DNA del papilloma virus, utile in tutti i casi in cui l'esito del Pap-test e' lievemente o potenzialmente anormale.
Il test e' in grado di identificare (NdR: cosi ci raccontano...) le donne ad alto rischio di sviluppare il cancro della cervice uterina, meglio ancora della ripetizione del Pap-test.
Lo afferma una nuova revisione della Cochrane Collaboration.
Inoltre:
NdR: questo cancro (cosi come altri cancri) che non e’ provocato da un virus…quindi Pat test ed esame del DNA, ed il vaccino non servono a prevenirlo…).

- Complessivamente e attualmente, l’elenco delle gravi reazioni avverse correlate alla vaccinazione HPV in tutto il mondo include: morti, convulsioni, "parestesie, mielite trasversa, meningiti, distrofie e sclerosi, danni neurologici, paralisi, paralisi facciale, ecc." (che sono nuove forme di Polio da vaccino, gli hanno solo cambiato il nome....),  sindrome di Guillain-Barré (GBS), sindrome da stanchezza cronica, anafilassi, malattie autoimmuni, trombosi venosa profonda, embolie polmonari e carcinomi del collo dell’utero ed molti altri danni da vaccino....
- Poiché il programma di vaccinazione contro l’HPV è una "copertura" globale, a lungo termine sulla salute di molte donne può aumentare il rischio rispetto al beneficio ancora sconosciuto del vaccino.
- I medici devono adottare un approccio più rigoroso basato sull’evidenza scientifica (non quella fornita dai numeri cucinati dalle case farmaceutiche), al fine di fornire una valutazione equilibrata e oggettiva dei rischi e benefici del vaccino ai loro pazienti.
La dipendenza quasi esclusiva dei produttori sugli studi sponsorizzati, che sono la base della politica vaccinale sempre più discutibile in fatto di qualità, deve essere interrotta !

Gli autori concludono sommando le loro prove e affermano che la presentazione di informazioni parziali e non di fatto, per quanto riguarda i rischi di cancro del collo dell’utero e l’utilità dei vaccini HPV, come citato sopra  non è né scientifica, né etica.
Nessuna di queste pratiche è utile agli interessi della salute pubblica, né sono in grado di ridurre i livelli di tumore del collo dell’utero. 
La valutazione indipendente della sicurezza dei vaccini HPV è urgente e deve essere una priorità per i programmi di ricerca sponsorizzati da un governo.
Qualsiasi politica vaccinale futura dovrebbe aderire più rigorosamente alla medicina basata sull’evidenza e seguire rigorosamente le linee guida etiche per il consenso informato.
Tratto da: autismovaccini.com

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Convincere le infermiere a vaccinare le ragazzine senza il consenso dei genitori ? - Feb. 2012
A qualitative study to assess school nurses' views on vaccinating 12–13 year old school girls against human papillomavirus without parental consent (pubblicato sul sito del Ministero della Sanita' britannico - UK).
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2718887/

In esso si discute del fatto che la vaccinazione per il Papilloma virus (che di regola si effettua intorno ai 12/14 anni di età) in Gran Bretagna si può legalmente effettuare anche senza il consenso dei genitori (ma con il consenso del minorenne). La conclusione degli autori di questa inchiesta (condotta sulle infermiere che sono tenute a somministrare tali vaccini) è che bisogna darsi da fare affinché le infermiere vincano la loro ritrosia a vaccinare senza il consenso dei  genitori !
Tutto ciò andrebbe ricollegato a un recente scandalo, quello della "bustarella" di 45 sterline (circa 50 euro) offerta ad alcune minorenni inglesi in cambio del consenso a sottoporsi alla vaccinazione contro l'HPV. A quanto pare c'è qualcuno che si dà molto da fare per spezzare quello che potrebbe essere uno dei pochi baluardi rimasti per la salute degli adolescenti, ovvero la tutela che viene offerta da parte dei genitori…
(NdR http://tinyurl.com/6mhl78h)....
D'altronde nella Carolina del Nord allettano gli adolescenti con il miraggio di un regalo pur di convincerlo a vaccinarsi.
Se i vaccini fossero realmente sicuri ed efficaci, ci sarebbe bisogno di scendere così in basso per convincere la gente a farsi vaccinare?
Che bisogno ci sarebbe di vaccinare i bambini di nascosto dai genitori come succede giustappunto in Gran Bretagna col vaccino Morbillo-Rosolia-Parotite ? O come succede (legalmente) anche in Canada ?
E come mai una tale pressione verso la vaccinazione delle ragazze adolescenti...., perché questi vaccini nascondono pericolose insidie nascoste (sterilizzazione vaccinale, come già successo in passato, anche per il vaccino per la suina, e come preannunciato da Bill Gates ?). Follia ? Paranoia ? E allora ditemi come mai proprio ieri due "bioeticisti" hanno proposto di legalizzare l'infanticidio ? Sì avete capito bene, costoro hanno proposto di LEGALIZZARE l'ASSASSINIO di un NEONATO !
E di fronte a questo vi sembra strano che si possano iniettare coi vaccini sostanze che mirano a sterilizzare le donne ?
In ogni caso sappiamo per certo che la vaccinazione contro il Papilloma virus è una delle più pericolose a giudicare dai risultati e dalle notizie che abbiamo su di esso: morti, malattie autoimmuni ed altri effetti avversi, DNA ricombinante trovato in alcuni lotti di vaccini.
Vedi anche il documentario “Dalla parte delle bambine”, che vi lasciera' ben pochi dubbi sulla sicurezza e utilità di questo vaccino:
vedi: video QUI

Lettera di Donne dell'AEDFemminismo del 13/07/2008, a:
Egr. Assessore alla Sanità di Milano, Giampaolo Landi di Chiavenna (I),

Oggetto: Articolo apparso sul Corriere della Sera del 27/07/08  dal titolo "Landi: vaccino contro il papilloma per tutte le ragazzine dai 13 ai 18 anni".
Come possa con laurea in giurisprudenza decidere con tanta sicumera di somministrare a livello di massa il vaccino HPV ad altre 27.000 bambine del comune di Milano dai 13 ai 18 anni è spiegato solo con una sua sudditanza alla fondazione Veronesi che ha proprio questa sperimentazione in programma.
I danni arrecati alle bambine dagli 11 ai 12 anni è già nota
, ma alla farmaceutica S.p.a. e ai suoi rappresentanti istituzionali non interessano i danni iatrogeni arrecati alle donne ed in particolare alle bambine.
Ci si domanda se sua figlia Ottavia ha fatto la vaccinazione: è vero ha 27 anni e non può beneficiare del gratuito, ma può pagarsela se fosse così utile. Se non l'ha fatta è chiara la malafede di chi pratica due pesi e due misure, una per sé e la sua famiglia e una per il popolo cavia. Di seguito il comunicato stampa diffuso lo 8 marzo 2008.
Le Donne dell'AEDfemminismo

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Gravi effetti del vaccino Gardasil - vedi QUI:
http://www.naturalnews.com/034338_Post-Gardasil_Syndrome_HPV_vaccines_side_effects.html

GARDASIL: scoperta contaminazione nel vaccino anti HPV  – 10 Set. 2011 - (NdR: virus che i medici allopati dicono sia il "responsabile" del cancro all'utero, ma cosi NON e')
Le vittime del Gardasil avevano nel sangue il DNA dell’HPV due anni dopo la vaccinazione (
NdR: Questo virus e' ricombinato con l'ingegneria genetica, OGM). 
Sono stati testati 13 diversi lotti di Gardasil, provenienti da tutto il mondo, e il risultato è stato inequivocabile:
 ”100% di contaminazione con il DNA ricombinante di HPV“. - vedi:
Guerra contro le donne

SANE Vax Inc. ha contattato un laboratorio indipendente per verificare la contaminazione e ha trovato HPV DNA ricombinante (rDNA) in 13 flaconcini di vaccino.
I flaconi di Gardasil, con numeri di lotto differenti, provengono dalla Nuova Zelanda, Australia, Spagna, Polonia, Francia e tre stati degli Stati uniti. 
Il 100% dei campioni è risultato positivo per la presenza di HPV DNA ricombinante, geneticamente modificato !
Dr. Sin Hang Lee, un patologo presso il laboratorio di patologia dell’Ospedale Milford (noto per l'uso di strumenti d'avanguardia per il sequenziamento del DNA nella diagnosi molecolare), è stato inizialmente contattato per esaminare un singolo campione di Gardasil per un possibile sospetto di contaminazione.
Questo campione è risultato positivo per residui di DNA ricombinante HPV-11 e HPV-18, entrambi i quali erano saldamente attaccati all’adiuvante alluminio.

In una lettera raccomandata spedita al commissario della FDA, il Dott. Margaret Hamburg, il 29 agosto 2011 SANE Vax Inc. ha richiesto che “la FDA indaghi l’entità della contaminazione del DNA HPV contenuto nel vaccino Gardasil HPV4 attualmente sul mercato e intraprenda le azioni appropriate per garantire la sicurezza pubblica per le spedizioni future“.  
Perchè SANE Vax Inc. ha deciso di indagare una possibile contaminazione del Gardasil ?: 
La madre di una ragazza adolescente, che ha sviluppato Artrite reumatoide acuta entro 24 ore dalla sua ultima iniezione di Gardasil, ha contattato SANE Vax Inc. in cerca di ulteriori informazioni.
Nel tentativo di aiutare la figlia ormai molto malata la madre, a distanza di due anni, si è recata da un medico che ha condotto un test di tossicità che ha evidenziato il DNA di HPV nel sangue della ragazza.
Il significato di questo risultato, è che è molto raro trovare HPV DNA nel sangue.
HPV, se presente nel corpo, esiste nelle membrane epiteliali (cute e mucose). HPV o il suo DNA, di per sé non (NdR: dovrebbe) sopravvive per un certo periodo di tempo nel sangue.
Perché il DNA di HPV è presente nel suo sangue due anni dopo la vaccinazione ?

DNA ricombinante contro DNA naturale
Secondo molti scienziati, “HPV DNA naturale non rimane nel sangue per molto tempo. Tuttavia, il DNA di HPV del Gardasil  non è un DNA naturale”.
Si tratta di un HPV DNA ricombinato (NdR: rDNA = DNA ibrido, prodotto con frammenti di DNA provenienti da organismi diversi)  geneticamente, inserito nelle cellule di lievito per la VLP (virus-like-particelle, ovvero particelle virus simili) produzione di proteine. rDNA è noto per comportarsi in modo diverso dal DNA naturale. Può entrare in una cellule umana, specialmente in una lesione infiammatoria causata dagli effetti dell’adiuvante alluminio, attraverso meccanismi poco conosciuti e molto subdoli.
Una volta che un segmento di DNA ricombinante viene inserito in una cellula umana, le conseguenze sono difficili da prevedere.
Può entrare nella cellula temporaneamente o rimanere lì per sempre, con o senza causare una mutazione. Ciò che è certo è che la cellula ospite contiene DNA umano e DNA virale geneticamente modificato.

Che cosa è un virus a DNA ricombinante ?
DNA ricombinante (rDNA) si riferisce a molecole di DNA progettate unendo segmenti di DNA (naturale o sintetiche) con altre molecole di DNA in modo che possano replicarsi in una cellula vivente.
La possibilità per queste forme replicabili di DNA, così come le incertezze delle sostanze tossiche o come pericolo per l’ambiente, sono oggetto di diffusa preoccupazione in quanto la tecnologia DNA ricombinante è stata inventata nel 1973.
Infatti, rDNA è considerato un potenziale rischio biologico, e National Institutes of Health ha dato mandato affinchè le istituzioni di ricerca controllino e regolamentino il suo utilizzo.

Tutte le molecole di DNA ricombinante o di ingegneria genetica sono considerate materiale potenzialmente infetto se iniettato per via intramuscolare nel corpo, (NdR: come nel caso dei Vaccini).
Il vaccino Gardasil HPV4 della Merck è somministrato per via intramuscolare – come molti altri vaccini dell’infanzia. Tuttavia, Gardasil è il primo vaccino risultato essere contaminato da un DNA geneticamente modificato, utilizzato per fabbricare particelle di proteine virus-simili per il vaccino.

SANE Vax Inc. crede che la FDA avrebbe dovuto richiedere alla Merck di verificare, valutare e quantificare il rischio di residui di HPV DNA ricombinante in Gardasil prima di concedere l’approvazione per la commercializzazione del vaccino.
SANE Vax Inc. crede che la FDA dovrebbe richiedere ogni lotto di Gardasil per essere testati per residuo di DNA di HPV prima della spedizione.
Nei foglietti illustrativi del Gardasil è dichiarato che il prodotto non ha DNA virale.
Come molti di voi sapranno o non sapranno, i foglietti illustrativi dei vaccini e dei farmaci in genere sono stranamente differenti (soprattutto in merito alla sezione delle reazioni indesiderate) tra gli Stati Uniti e l’Europa.
Nel foglietto illustrativo del Gardasil destinato al mercato extra-europeo, la Merck ha dichiarato che “non c’è DNA virale” nel vaccino Gardasil definito comunque ricombinante adsorbito. 
Così è stato fino ad aprile 2011 e tale linea di condotta era palesemente assente dai foglietti illustrativi negli Stati Uniti.

Anche nel foglietto illlustrativo del Gardasil destinato al mercato europeo non vi è traccia di “DNA virale“, e addirittura l’Agenzia Europea per i Medicinali (EMEA) nella sua letteratura on line afferma ancora che: “Gardasil è un vaccino quadrivalente non infettante adiuvato ricombinante preparato da linee altamente purificate di particelle virus-simili (VLP) dalla proteina maggiore L1 del capside dei tipi di HPV 6, 11, 16 e 18.  Le VLP non contengono DNA virale, non possono infettare le cellule, riprodursi o causare malattia“.

La ricerca di SANE Vax Inc.,  ha rilevato che il 100% dei 13 campioni analizzati sono stati contaminati con residui di DNA virale da HPV, tra cui un costrutto sintetico per HPV11 gene principale della proteina del capside L1, un DNA ricombinante geneticamente modificato specificamente per la produzione del vaccino Gardasil.
Tutti i residui di DNA scoperti sono stati fissati saldamente all’adiuvante alluminio insolubile nel vaccino, e richiederebbero l’avvio di una procedura operativa per la loro rilevazione.
Infatti, sulla base della letteratura medica e alcune pubblicazioni della FDA  e della Merck, la presenza "accidentale" (proveniente da una fonte esterna) di DNA in un vaccino iniettabile a base di proteine può aumentare il rischio di malattie autoimmuni e di mutazione genetiche che possono sfociare, (NdR: anche e non solo), in tumori maligni.

Merck FDA, CDC, EMEA, AIFA, dovrebbero fornire risposte ai Consumatori
SANE Vax Inc. vuole sapere quanti adolescenti hanno sofferto di reazioni avverse dopo la vaccinazione e hanno Gardasil HPV DNA nel sangue.
Dove siete Signori del CODACONS che tanto state crocefiggendo una mia collega, tra l’altro esente da sue responsabilità, per la Tubercolosi al Policlinico Gemelli ?
Dove siete Signori di ALTROCONSUMO che tanto denunciate la presenza di pestici e funghicidi negli alimenti delle mense scolastiche dei bambini ?

Quali sono le conseguenze mediche del DNA di HPV qualora rimanga nel sangue per un lungo periodo di tempo ?
L’adiuvante alluminio può diventare il vettore che trasporta nel DNA cellulare il DNA HPV causando malattia qualora rimanga nel sangue e/o organi per un lungo periodo di tempo ?
Come avviene questa replicazione genetica nelle cellule ?
E’ possibile un mutamento genetico della cellula ospite che comporti rischi di cancro ?
In che modo le cellule modificate geneticamente influiriranno sulla salute riproduttiva delle generazioni future ?
Come funziona il sistema immunitario quando reagisce al rilevamento di una combinazione del DNA virale e DNA umano in quello che era una cellula “normale” ?
Il sistema immunitario è in grado di combattere le cellule geneticamente modificate ? 

Considerazioni personali 
I consumatori ed anche i professionisti coinvolti hanno bisogno di avere risposte a queste domande da parte di Merck, FDA, CDC, EMEA, AIFA e le stesse organizzazioni di consumatori che tanto fecero durante la pandemia bufala H1N1.
Merck, FDA, CDC, EMEA, AIFA devono essere trasparenti e dire ai consumatori quali sono i rischi potenziali per la salute e quale impatto del DNA contaminante HPV ha portato sui bambini vaccinati del mondo.

Il 30 giugno 2008 è stato pubblicato un rapporto in cui si viene a sapere che, da settembre 2007 a maggio 2008 (9 mesi in tutto), la somministrazione di Gardasil negli Stati Uniti ha provocato queste conseguenze:
- 10 donne morte (qui la fonte)
- 140 donne con gravi effetti collaterali (qui la fonte), 27 delle quali in pericolo di vita
- 10 aborti spontanei (qui la fonte)
- 6 donne che hanno contratto la sindrome di Guillain-Barre (qui la fonte)… e così via fino al report di Settembre 2010 che riporta 3589 reazioni avverse in ambo i sessi (qui la fonte).

Alti tassi di malattie autoimmuni, innumerevoli segnalazioni di pap test anormale, innumerevoli segnalazioni di displasia cervicale, innumerevoli segnalazioni di tumore del collo dell’utero (carcinoma in situ o carcinoma della cervice o carcinoma della cervice stadio 0 o carcinoma della cervice stadio I o carcinoma della cervice stadio III – tutti dati reperibili attraverso i VAERS), e tutti i report segnalati poco sopra, pretendono un’indagine immediata in sicurezza ed efficacia del Gardasil.

FDA, Merck. EMEA, avrebbero dovuto testare, valutare e quantificare il rischio di residui di DNA ricombinante HPV Gardasil prima dell’approvazione del vaccino. 
FDA, Merck, EMEA, si dimostrano negligenti, e forse fraudolente, quando affermano che “non c’è DNA virale HPV“ nel vaccino Gardasil.

Ci sono fortissime pressioni commerciali da parte delle Ditte produttrici, sia a livello politico che dei mass media, per promuovere campagne di vaccinazione di massa per il Papillomavirus, ma a livello scientifico ci sono grandi perplessità, dubbi e preoccupazioni sul reale rapporto rischio/beneficio di questo vaccino ed i fatti danno ragione.
Tratto da: autismovaccini.com


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Contaminazione del DNA nel Gardasil; per FDA: Indagine sulla sicurezza Richieste Pubblica - SANE Vax, Inc. Rapporti Papillomavirus Umano (HPV)  - TROY, Mont. - (BUSINESS WIRE) - 6 Settembre, 2011
SANE Vax Inc. ha annunciato oggi hanno inviato una lettera raccomandata a commissario della FDA, il Dott. Margaret Amburgo, per informare l'agenzia del 100% di 13 campioni di Merck & Aziende HPV 4 vaccino quadrivalente, Gardasil, sono stati trovati contaminati con HPV DNA ricombinante. I flaconi di vaccino sono stati tratti da diversi lotti attualmente commercializzati negli Stati Uniti, Australia, Nuova Zelanda, Spagna, Francia e Polonia.

Commento NdR: “contaminazione accidentale o programmata “ sta succedendo come per il vaccino della suina della Baxter….eppure hanno continuato a vaccinare con quei vaccini....succedera' lo stesso per il Gardasil.....
 


Descrizione particolareggiata del Meccanismo dei DANNI dei Vaccini, delle Amalgami dentali e/o Metalli Tossici  (che hanno le madri durante la gravidanza) Questo meccanismo vale anche per TUTTI i Vaccini !
 

Leggete questo articolo del 2008 sul vaccino per il papilloma virus:
Diane M. Harper, una delle più importanti Ricercatrici che hanno lavorato allo sviluppo del vaccino per il papillomavirus (HPV, ha dichiarato che la vaccinazione delle bambine di 11 anni è il più grande ESPERIMENTO di salute pubblica mai compiuto. La Harper è direttore del Gynecologic Cancer Prevention Research Group al Norris Cotton Cancer Center presso la Dartmouth Medical School negli Stati Uniti.
Secondo la Ricercatrice non ci sono dati clinici a sufficienza per rendere obbligatoria la vaccinazione per il papillomavirus per le ragazze di 11-12 anni. Infatti, gli studi clinici effettuati sono focalizzati su soggetti di età compresa tra 15 e 25 anni.
Il dossier di registrazione presentato dalla società produttrice Merck & Co (già nota per il caso Vioxx) conteneva
dati insufficienti riguardo a bambine/ragazze di 9-14 anni, Nonostante questo, l’FDA (Food and Drug Administration) ha approvato il vaccino, ed i CDC  (Centers for Disease Control and Prevention) hanno raccomandato la vaccinazione delle bambine di 11 anni in assenza di dati di sicurezza e di efficacia.
L’Harper ritiene che le persone più adatte ad essere vaccinate per il papillomavirus siano le donne di età superiore ai 18 anni. Al momento della prima inoculazione, queste donne dovrebbero sottoporsi ad un test per verificare la presenza del virus HPV. Nel caso di test negativo la donna dovrebbe essere sottoposta al programma vaccinale di 3 iniezioni nell’arco di 6 mesi. Qualora il test risultasse positivo il vaccino non dovrebbe essere somministrato perché probabilmente inefficace.
Vaccinare le bambine di 11 anni presuppone che nell’arco di 10 anni potrebbe essere necessario un richiamo, e qualora questa ulteriore somministrazione non dovesse essere fatta, la persona vaccinata potrebbe non risultare “protetta” nei confronti dei sierotipi per i quali il vaccino è stato disegnato.
Merck & Co, ha commentato l’Harper, è a conoscenza di questo; rendere obbligatorio il vaccino per le bambine di 11 anni significa fare solo gli interessi di Merck & Co e non quelli della popolazione.
Sia il vaccino Gardasil (disegnato contro 4 sierotipi di HPV: 6,11,16,18) che il vaccino Cervarix (disegnato per i sierotipi 16 e 18 di HPV) di GlaxoSmithKline, non proteggerebbero per tutti e 15 i tipi di HPV che causerebbero il cancro, ma sarebbero efficaci solo contro due (16 e 18) che sarebbero alla base del 70% dei tumori della cervice.
Il vaccino per il papillomavirus
può causare in alcuni soggetti disordini immunitari, tra cui la sindrome di Guillain-Barre, una radicolo-polinevrite che si manifesta con paralisi progressiva agli arti..
Diane M Harper ha ammesso di aver incontrato difficoltà nel rendere pubbliche le proprie osservazioni; le maggiori televisioni ed i più importanti giornali si sono rifiutati di riportare il suo pensiero.

Commento NdR: questi “medici” e ricercatori impreparati, perche’ indottrinati dalle università e dai mass media, FINANZIATI e gestiti da Big Pharma, sono  ancora sotto l’influenza della falsa dottrina che il cancro sarebbe causato da virus e/o batteri….nulla di piu’ FALSO biologicamente parlando !
Il cancro e’ una malattia multifattoriale, nella quale occorre avere alla base un Terreno Oncologico, frutto di alterazioni provenienti dai Conflitti Spirituali irrisolti che “cadono” su un’organismo, cioe’ su di  Terreno in acidosi…. (matrice tessuti) e quindi cellule sotto stress ossidativo…ecc.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

VACCINO HPV - "protezione efficace" anche per maschi 04/02/2011
vedi: Danni dei vaccini e loro meccanismi di azione lesiva
Un ampio studio internazionale pubblicato su The New England Journal of Medicine, pagato da Merck & Co., afferma che il vaccino Gardasil, prodotto dall'azienda, proteggerebbe dal Papillomavirus umano (Hpv) i ragazzi con la stessa efficacia con cui protegge le ragazze.
L'efficacia sui maschi, valutata su tre anni, in un campione di 4.000 ragazzi tra 16 e 26 anni, risulta del 90%, contro diversi ceppi di HPV che provocano tumore (NdR: FALSO) della cervice nelle donne, ma che sono stati correlati anche a tumori vulvari, anali e della gola. Un risultato simile a quello osservato nelle sperimentazioni su campioni femminili, in cui era quasi del 100%.
NdR: e chi lo dice che quei ragazzi avrebbero manifestato un tumore nel corso dei 5 anni della cosiddetta "copertura" del vaccino ? ...la Merck & Co.....
Secondo gli autori della ricerca vaccinare i maschi comporta un beneficio diretto su chi lo riceve e su tutta la comunità, perchè riducendo le infezioni negli uomini si riduce la trasmissione alle partner, ottenendo la cosiddetta immunità di branco (herd immunity). NdR: Balle perche il cancro non si trasmette !
La Food and Drug Administration ha approvato l'indicazione per le ragazze nel 2008 e per i ragazzi nel 2009, nella fascia 9-26 anni. Ma, sebbene i Centers for Disease Control and prevention (CDC), chiedano uno sforzo affinché, il vaccino possa essere inserito nelle vaccinazioni scolastiche per le ragazze tra 11 e 12 anni,....
(NdR: Big Pharma ringrazia...), pero' una commissione consultiva ha votato CONTRO l'uso di routine del vaccino nei ragazzi.
Tratto da: dica33.it

Video sul vaccino e disinformazione delle case farmaceutiche

Malattie autoimmuni DOPO somministrazione del vaccino per il papillomavirus
L’emittente televisiva statunitense CBS ha riportato il caso di una ragazza di 13 anni di nome Jenny, che vive nel Nord Carolina, sana fino a 15 mesi prima. Subito dopo aver assunto la terza iniezione del vaccino tetravalente contro il papillomavirus, Gardasil, la ragazza ha iniziato a manifestare i primi segni di una malattia muscolare degenerativa.
Ora Jenny è quasi completamente paralizzata.
Gardasil può aver causato la paralisi ? (NdR: SI e non solo... ! )
La famiglia di Jenny ritiene che ci sia un legame tra la vaccinazione con Gardasil e la paralisi della figlia.

La società produttrice del vaccino, Merck & Co, ha negato l’esistenza di una casualità tra vaccinazione e questo grave evento avverso. Il caso di Jenny non è isolato, tuttavia le Autorità Sanitarie non hanno finora avvallato la relazione tra paralisi e vaccinazione.

L’FDA (Food and Drug Administration) ha comunicato che dal 2006, anno dell’approvazione del vaccino, quasi 8 milioni di ragazze hanno ricevuto almeno una iniezione di Gardasil; in totale sono state somministrate 13 milioni di dosi.
La stampa americana ha riportato anche il caso di Katherine Davison, una ragazza di 20 anni, che dopo aver assunto la terza dose di Gardasil ha avvertito giramenti di testa, ed ha sviluppato sintomi simil-influenzali. In pochi giorni la ragazza ha perso la sensibilità sul lato sinistro del corpo. I medici hanno accertato che la ragazza era stata colpita da un ictus.
Merck & Co non ha inserito la trombosi tra gli effetti indesiderati del Gardasil. La parte sinistra del corpo di Katherine è ancora insensibile, con giramenti di testa, stanchezza; la ragazza sta assumendo ben 7 farmaci al giorno.
Una ragazza di 14 anni Katherine Kimzey ha manifestato cefalea debilitante, svenimenti, e rigidità artrite-simile, con frequenti giramenti di testa e difficoltà a stare in piedi. La ragazza è stata ricoverata in ospedale, ed ha sofferto di crisi convulsive.
I sintomi di Katherine iniziarono subito DOPO aver ricevuto la seconda iniezione di Gardasil.

Dall’analisi del sistema di sorveglianza post-marketing, VAERS, è emerso che tra le segnalazioni pervenute ( 9.749 al 30 giugno 2008 ) i casi gravi sono una minoranza ( 6% ), ma con un’incidenza maggiore di quanto atteso.
Non è da escludere che in alcune persone, la somministrazione di un vaccino come Gardasil, talvolta somministrato contemporaneamente ad altre vaccinazioni, possa scatenare una reazione di tipo autoimmune.
A sostenere questa tesi è Diane M Harper, direttore del Gynecologic Cancer Prevention Research Group al Dartmouth Medical Scholl nel New Hampshire (Stati Uniti), che già nel 2007 aveva avvertito del possibile presentarsi di malattie autoimmuni dopo somministrazione a giovani ragazze di Gardasil.
By Xagena


Commento NdR: ma se questi medici impreparati, della medicina ufficiale serva di Big Pharma, sui gravi danni dei vaccini, seguissero i soggetti vaccinati nel tempo si accorgerebbero dei gravi danni che i vaccini producono sui vaccinati !
Inoltre e' sempre piu' evidente la collusione che lega gli "enti sanitari" e Big Pharma....che vergogna !

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Le RAGAZZE del GARDASIL... VITTIME SILENZIOSE - Giugno 2010
"Il Gardasil  è il vaccino  HPV, pensato per combattere il cancro alla cervice. Ma quel che "loro" non dicono è che migliaia di ragazze stanno avendo reazioni avverse, qualcuna è anche morta: l'ultima conta diceva 71 decessi. Dobbiamo fare qualcosa per questo. Queste ragazze hanno bisogno del nostro aiuto !
Queste ragazze stanno avendo queste reazioni:
attacchi epilettici, infarti, giramenti di testa, debolezze, fatica cronica, mal di testa, dolori allo stomaco, dolori muscolari, articolari, problemi di autoimmunità, perdita di capelli, di appetito, cambi nella personalità, insonnia, tremori a gambe e mani, respiro corto,  problemi cardiaci, paralisi, cambi nel ciclo mestruale, svenimenti, gonfiore ai nodi linfatici, sudorazioni notturne, nausea, perdita temporanea di vista ed udito... solo per citarne alcuni !
Non si conosce un trattamento per aiutare queste ragazze, poichè soffrono in silenzio. I medici, quando e se ammettono il collegamento, non sanno come aiutarle. Quindi passano i loro giorni andando da un appuntamento all'altro, da specialista a specialista cercando di trovare qualcuno che le aiuti. Molte di queste famiglie hanno cominciato a cercare aiuto fuori dalla medicina convenzionale, ma la maggior parte delle compagnie assicurative non coprono questo tipo di trattamento e come risultato questa via è fuori portata per molte ragazze. Jessie Ericzon, è morta a soli 2 giorni dalla iniezione..."
Fonte: http://truthaboutgardasil.org/

Un VACCINO ..e' una scarica enorme di tossine invasive e pericolose !

Infatti:
ANCORA UNA BAMBINA MORTA DOPO la SOMMINISTRAZIONE dell'ESAVALENTE. - Luglio 2013
Questo VACCINO e' stato RITIRATO IN MOLTI PAESI MA NON IN ITALIA. RISARCIMENTO RECORD, PERO' NESSUNO RIDARA' PIU' LA BIMBA AI GENITORI. - Muore in culla a causa del vaccino Infanrix, risarcimento record ai genitori.
La loro bambina è morta di Sids ("morte in culla") a pochi giorni dalla vaccinazione con il vaccino Esavalente.
Il tribunale di Pesaro ha deciso un risarcimento record di 200 mila euro alla famiglia, più un vitalizio di circa 700 euro al mese ed un ulteriore indennizzo ancora da quantificare. Una sentenza storica per l'Italia.

MEMORIAL per le ragazze assassinate con i vaccini per il tumore all'utero...

Cosa hanno in comune, un veleno per topi ed il vaccino HPV ?
La risposta è che, una sostanza chimica pericolosa nota come borato di sodio e' contenuta nel vaccino per lo HPV.
I lettori più attenti si chiederanno come mai una tossina, che viene comunemente usato per uccidere i ratti c e' contenuto nella lista degli ingredienti del vaccino per lo  l'HPV, che è attualmente in fase di enorme spinta commerciale di vendita e di inoculazione del vaccino su bambine di appena nove anni e viene anche presa in considerazione per uomini e ragazzi. Purtroppo, la risposta non è molto confortante, soprattutto per i nuovi residenti negli Stati Uniti, per i quali l'iniezione HPV contenente borato di sodio viene ora richiesto obbligatoriamente.

Che cosa è borato di sodio ?
Il borato di sodio, un sale di acido borico, noto anche come il borace, ha molti usi comuni.
Oltre al suo uso come veleno per topi, è anche usato nei detersivi, cosmetici, smalti, ritardanti di fiamma, e  soluzioni tampone in chimica. Tuttavia, il borato di sodio ha anche proprietà antifungine, il che significa che la sua probabile motivo per essere nel vaccino è di agire come conservante.
Il Borato di sodio e' stato bandito come additivo alimentare; il borato di sodio è usato come additivo alimentare in alcuni paesi, ma è ormai fuori legge in molte nazioni.
Per esempio, un richiamo governo australiano osserva: "Il prodotto borace (borato di sodio) è un additivo autorizzato non food ed è dannoso per la salute."
Quindi, se è "nocivo per la salute", perché è stato aggiunto al vaccino HPV ?

Non più utilizzato nei preparati medici
La US National Library of Medicine afferma in un articolo che l'acido borico "non è più comunemente utilizzati in preparazioni medicinali." E 'una buona cosa, anche, considerando che la US National Library of Medicine riporta anche che questa sostanza veniva usata per disinfettare e curare le ferite e che i singoli "che hanno ricevuto tale trattamento più e più volte si sono ammalati, e alcuni sono morti".
In effetti, la US National Library of Medicine fornisce il numero di Poison Control per le persone esposte a questa sostanza chimica e prende atto che il trattamento per le persone esposte ad esso può comprendere lavanda gastrica (stomaco di pompaggio), la dialisi, e liquidi per via orale o IV.

Borato di sodio sintomi di avvelenamento Mimic reazioni al vaccino HPV
Purtroppo, le informazioni relative borato di sodio diventano ancora più spaventose.
Un altro articolo del sito del governo afferma che l'esposizione a borato di sodio può causare convulsioni e altri effetti di salute. È interessante notare che, nelle ragazze che ricevono il vaccino per l'HPV, sono stati segnalati sintomi simili a quelli che compaiono nei casi di avvelenamento borato di sodio.
Questo sito governativo fornisce il seguente avviso riguardo a questa sostanza chimica: "ATTENZIONE nocivo se ingerito, inalato o assorbito attraverso la pelle, provoca irritazioni, anche agli occhi ed alle vie respiratorie".
Date queste informazioni certe perche' il borato di sodio deve essere iniettato in esseri umani con il vaccino ?
Questo è qualcosa che il lettore deve valutare attentamente, insieme alle già segnalate informazioni, prima di ricevere il vaccino HPV che e' piu' che e' sempre e piu' che mai controverso.
By Joanne Waldron  - Tratto da:: http://www.naturalnews.com/024872.html#ixzz191YNaEm7

Visionare questi video:
http://hsibaltimore.com/2009/04/17/urgent-warning-about-gardasil/
http://www.youtube.com/watch?v=-6EicsLmZv8
oltre a quelli che trovate su: Morti per vaccino

vedi:  
Dati ISTAT + Danni del vaccino per la Polio +  Danni dei vaccini (English) + Danni neurologici con i vaccini + Corruzione per ottenere il varo delle leggi vaccinali obbligatorie in Italia

vedi anche: Poliomielite - 2 +
Polio e Vaccini + Grafici Vaccini + La bufala della immunita' di Gregge + Sclerosi + Distrofia Meningite

Per chi è a favore delle vaccinazioni, si consiglia questo bel scritto, questa lettera concisa e convincente scritta dal medico neurologo dott. Russell Blaylock di fama mondiale, saprà smantellare tutti gli argomenti utilizzati a sostegno di questa disumana pratica barbarica. -  Dicembre 2009
Ho avuto il privilegio di incontrare il dottor Blaylock nel corso di una conferenza pochi anni fa.
Lui è molto intelligente, un pensiero chiaro, logico medico che non ha paura degli effetti negativi sulla sua carriera nell’affermare la verità sulle atrocità delle vaccinazioni. Ascoltare un medico come il dottor Blaylock che non ha alcun interesse finanziario o di altro tipo su questo argomento, solo per parlare della verità per amore dell’obbiettività è infinitamente più prezioso che ascoltare medici e altri "esperti" che lo fanno per interesse.
By Sarah, TheHealthyHomeEconomist.com

VACCINI: PERTOSSE, con quello  ACELLULARE (DTPa) si DIFFONDE l’INFEZIONE – Nov 2013
Still contagious. The current whooping cough vaccine may allow people to spread the disease even if they don't get sick, a new animal study suggests […] “There's a difference between protecting individuals from illness and bringing down the incidence of pertussis in the population,” Merkel says. “To do both we may need a different vaccine.”
TRADUZIONE
Ancora contagiosa. Un nuovo studio sugli animali suggerisce che l’attuale vaccino contro la pertosse può permettere alle persone di diffondere la malattia, anche se non si ammalano […] "C'è differenza tra proteggere gli individui dalla malattia e abbattere l'incidenza della pertosse nella popolazione", dice Merkel "Per fare entrambe le cose potremmo aver bisogno di un vaccino diverso."

FONTE: Science 25 Novembre, 2013
http://news.sciencemag.org/health/2013/11/whooping-cough-vaccine-does-not-stop-spread-disease-lab-animals

Tod J. Merkel ricercatore presso l'Ufficio ricerca vaccini e revisioni della FDA, è l' autore principale di uno studio condotto dalla stessa FDA e pubblicato in PNAS dal titolo: “Acellular pertussis vaccines protect against disease but fail to prevent infection and transmission in a nonhuman primate model” http://www.pnas.org/content/111/2/787.full.pdf )
Lo studio ha evidenziato come i babbuini vaccinati fossero protetti da sintomi severi associati alla pertosse ma non dalla colonizzazione del batterio, non si liberassero dell’infezione prima degli animali “naive” (ndt: non da esperimento), e trasmettessero facilmente la Bordetella pertussis ai loro contatti non vaccinati.
I ricercatori hanno argomentato che questo era dovuto alle differenze tra l’ immunità conferita dalla infezione contratta naturalmente e quella conferita dal vaccino. L’infezione naturale conferisce una robusta immunità cellulo-mediata (cioè mediata da cellule: i linfociti) che la vaccinazione in realtà previene favorendo l’immunità umorale (cioè mediata da anticorpi), che significa che il vaccino stimola la produzione di anticorpi ma non la memoria di cui le cellule hanno bisogno per una immunità robusta e di lunga durata.
“When you’re newly vaccinated you are an asymptomatic carrier, which is good for you, but not for the population” ovvero “quando sei stato da poco vaccinato, sei un portatore asintomatico, cosa che va bene per te ma non per il resto della popolazione” - By Tod J. Merkel
http://www.nytimes.com/2013/11/26/health/study-finds-vaccinated-baboons-can-still-carry-whooping-cough.html?_r=0

Commento NdR: Questo è esattamente l’opposto di quanto viene solitamente detto ai genitori riguardo la necessità di vaccinarsi, perché il “gregge” ha bisogno di essere vaccinato per proteggere coloro che non possono essere vaccinati (neonati, immunodepressi, ecc.)
Infatti la BALLA spaziale dell’effetto gregge (protezione del gregge = le pecore) NON esiste !

UK (Gran Bretagna)
Negli anni 1950 (mese di aprile), l'Associazione Medicale Britannica, ha sospeso e proibito il vaccino per la difteritepertosse a seguito di numerosi casi di poliomielite (paralisi infantile) constatati sui bambini vaccinati da quel vaccino.
Tratto da: I ciarlatani della medicina, a pag. 170.


Quindi secondo le fonti ufficiali i soggetti, bambini, ragazzi, adulti, vaccinati con il vaccino per la Pertosse, Varicella o con il Morbillo, ecc., possono facilmente "infettare" gli altri,... purtroppo questa possibilita' e' valida anche per tutti gli altri soggetti vaccinati di QUALSIASI VACCINO  !

Nel 2014, un innovativo studio pubblicato sulla rivista Clinical Infectious Diseases
, tra gli autori del quale ci sono scienziati che lavorano per Bureau of Immunization, New York City Department of Health and Mental Hygiene e National Center for Immunization and Respiratory Diseases, Centers for Disease Control and Prevention (CDC),  ha preso in esame le prove che, nel  focolaio di morbillo scoppiato a New York nel 2011, sia gli  individui precedentemente vaccinati che quelli con "immunità" da vaccino, erano in grado di essere infettati con il morbillo e di infettare altri (trasmissione secondaria).
Questa scoperta ha suscitato anche l’attenzione dei media, come l’articolo apparso su Sciencemag.org nell’aprile 2014 intitolato:
“Per la prima volta una epidemia di morbillo è stata ricondotta ad un individuo completamente vaccinato“.
Questo studio rivoluzionario intitolato “Epidemia di morbillo tra persone "immunizzate" (vaccinate) in precedenza, New York City,  2011”, ha riconosciuto che, “il morbillo può manifestarsi anche in individui vaccinati, ma non è stata documentata la trasmissione secondaria da tali individui”.
Al fine di scoprire se individui completamente vaccinati per il morbillo siano capaci di essere infettati e di trasmettere l’infezione ad altri, gli studiosi hanno preso in esame i casi sospetti ed i contatti esposti durante l‘epidemia di morbillo del 2011 a New York. Si concentrarono su un paziente che aveva ricevuto due dosi di vaccino per il morbillo e fu scoperto che,
”su 88 contatti, quattro casi secondari avevano ricevuto due dosi di vaccino anti- morbillo o avevano una precedente positività di anticorpi IgG per il morbillo . Tutti i casi sono stati confermati in laboratorio, i sintomi clinici erano coerenti con il morbillo e presentavano un’alta presenza di anticorpi IgG caratteristica di una risposta immunitaria secondaria.”

La loro importante conclusione fu la seguente:
 ”Questa è la prima segnalazione di trasmissione del morbillo da un individuo vaccinato due volte. La manifestazione clinica e i dati di laboratorio erano tipici del morbillo in un individuo mai esposto al virus.
Casi secondari avevano risposte anticorpali anamnestiche robuste. Nessun caso terziario si è verificato nonostante i numerosi contatti. Questo focolaio sottolinea la necessità di una approfondita indagine epidemiologica e di laboratorio dei casi sospetti di morbillo a prescindere dallo status vaccinale“.
Ovviamente questo fenomeno: individuo completamente vaccinato che infetta altri individui completamente vaccinati, è stato ignorato dalle agenzie sanitarie e dai media.
Questi dati confermano la possibilità che, durante il focolaio di morbillo verificatosi a Disney, soggetti precedentemente vaccinati (chiunque facente parte del 18% che si sa essersi infettato-ammalato) possono essere stati infettati o anche aver contratto il morbillo dal vaccino e aver trasmesso il morbillo sia ai vaccinati che ai non vaccinati.
Fonte: http://www.greenmedinfo.com/blog/measles-transmitted-vaccinated-gov-researchers-confirm - a mezzo: comilva.org

Ecco altra bibliografia che dimostra questi fatti:
- http://www.hopkinsmedicine.org/kimmel_cancer_center/patient_information/Patient%20Guide%20Final.pdf
- http://www.stjude.org/stjude/v/index.jsp?vgnextoid=20206f9523e70110VgnVCM1000001e0215acRCRD
- Outbreak of Measles Among Persons With Prior Evidence of Immunity, New York City, 2011
http://cid.oxfordjournals.org/content/early/2014/02/27/cid.ciu105
- Detection of Measles Virus RNA in Urine Specimens from Vaccine Recipients 

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/7494055
- Comparison of the Safety, Vaccine Virus Shedding and Immunogenicity of Influenza Virus Vaccine, Trivalent, Types A and B, Live Cold-Adapted, Administered to Human Immunodeficiency Virus (HIV)-Infected and Non-HIV Infected Adults 
http://jid.oxfordjournals.org/content/181/2/725.full
- Sibling Transmission of Vaccine-Derived Rotavirus (RotaTeq) Associated with Rotavirus Gastroenteritis 
http://pediatrics.aappublications.org/content/125/2/e438

- Polio vaccination may continue after wild virus fades 
http://www.cidrap.umn.edu/news-perspective/2008/10/polio-vaccination-may-continue-after-wild-virus-fades
- Engineering attenuated virus vaccines by controlling replication fidelity 
http://www.nature.com/nm/journal/v14/n2/abs/nm1726.html
- CASE of VACCINE-ASSOCIATED MEASLES FIVE WEEKS POST-IMMUNISATION, BRITISH COLUMBIA, CANADA, October 2013 

http://www.eurosurveillance.org/ViewArticle.aspx?ArticleId=20649
- The Safety Profile of Varicella Vaccine: A 10-Year Review

http://jid.oxfordjournals.org/content/197/Supplement_2/S165.full
- Comparison of Shedding Characteristics of Seasonal Influenza Virus (Sub)Types and Influenza A(H1N1)pdm09; Germany, 2007 - 2011 
http://journals.plos.org/plosone/article?id=10.1371/journal.pone.0051653
- Epigenetics of Host-Pathogen Interactions: The Road Ahead and the Road Behind 

http://journals.plos.org/plospathogens/article?id=10.1371/journal.ppat.1003007
- Animal Models for Influenza Virus Pathogenesis and Transmission
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3063653/
- Acellular pertussis vaccines protect against disease but fail to prevent infection and transmission in a nonhuman primate mode 

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24277828
- Study Finds Parents Can Pass Whooping Cough to Babies
http://www.nytimes.com/2007/04/03/health/03coug.html?_r=0

- Immunized People Getting Whooping Cough
 http://www.kpbs.org/news/2014/jun/12/immunized-people-getting-whooping-cough/

Video: In Francia alcuni cittadini denunciano i fabbricanti di vaccino per aver contratto la Sclerosi multipla dopo la vaccinazione

Confessione shock di un ex dirigente di un'industria farmaceutica
https://www.youtube.com/watch?v=zDOi81tiWz8&feature=youtu.be


SPAGNA - Smettere di vaccinare per lo HPV (cancro all’utero) - Giugno 2015 - Gardasil-Cervarix
Stop vaccinations against HPV – 26/06/2015
http://sanevax.org/spain-stop-vaccinations-against-hpv/
Firmare la petizione:
http://saludnutricionbienestar.com/peticion-virus-papiloma/firma/index_f2.php?xc1=XSP1R507&d

Danni cerebrali permanenti dopo il vaccino contro il papilloma. Si indaga sul legame - 09/02/2015
È approdato al tribunale civile di Salerno il caso di una ragazzina che, quando aveva 11 anni, si era sottoposta al vaccino contro il papilloma virus assumendo due fiale del farmaco sponsorizzato dalle case farmaceutiche come prevenzione del tumore al collo dell’utero. 
Dopo l'assunzione del medicinale la ragazzina ha iniziato a stare male ed è iniziato così un calvario interminabile. La ragazzina ha subito infatti danni cerebrali permanenti e oggi ha difficoltà motorie e non riesce ad articolare bene il linguaggio.
Il caso è giunto al tribunale civile di Salerno in seguito ad un esposto presentato dai familiari della minore che, affidatisi all’avvocato Vincenzo Santulli, hanno sporto denuncia contro il Ministero della Salute e contro l’azienda sanitaria presso la quale la minore ha eseguito il vaccino.

VACCINO HPV e sindrome autoimmune
Problema
I fenomeni autoimmuni Post-vaccinazione sono un importante aspetto della sindrome autoimmune / infiammatoria indotta da coadiuvanti (sindrome Asia) e diversi vaccini, tra cui l'HPV, sono stati identificati come possibili cause.
Metodo di studio
La storia clinica di tre giovani donne che presentavano amenorrea secondaria a seguito della vaccinazione HPV è stato raccolto.
I dati riguardanti il tipo di vaccino, il numero della vaccinazione, caratteristiche personali, cliniche e sierologiche, così come risposta a trattamenti sono stati analizzati.
Risultati
Tutti e tre i pazienti hanno sviluppato amenorrea secondaria, dopo vaccinazioni HPV, che non hanno risolto in seguito al trattamento con terapie ormonale di sostituzione. In tutti e tre i casi lo sviluppo sessuale era normale e screening genetico non ha rivelato anomalie pertinenti (ad esempio, la sindrome di Turner, prova X Fragile erano tutti negativi). Valutazioni sierologiche hanno mostrato bassi livelli di estradiolo e l'aumento FSH e LH e in due casi, sono stati rilevati auto-anticorpi specifici (tiroide antiovarian e anti), suggerendo che il vaccino HPV ha innescato una risposta autoimmune. Ecografia pelvica non ha evidenziato anomalie in nessuno dei tre casi. Tutti e tre i pazienti hanno presentato una serie di non-specifici sintomi post-vaccino comuni, tra cui nausea, mal di testa, disturbi del sonno, artralgia e una serie di disturbi cognitivi e psichiatrici. Secondo queste caratteristiche cliniche, la diagnosi di insufficienza ovarica primaria (POF) è stata determinato che ha anche soddisfatto i criteri richiesti per la sindrome ASIA.
Conclusione
Abbiamo documentato qui la prova della potenzialità del vaccino HPV ad innescare una condizione autoimmune-invalidante a vita. Il numero crescente di simili rapporti di vaccini-linked HPV ed autoimmunità e l'incertezza dei benefici clinici a lungo termine della vaccinazione HPV, sono una questione di sanità pubblica, che garantisce ulteriormente una rigorosa inchiesta.
http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/aji.12151/abstract;jsessionid=6D072964FFC27B4C253BB19CB90E5C7C.f04t01?deniedAccessCustomisedMessage&userIsAuthenticated=false

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

INFORMATIVA sul Vaccino
I vaccini anti HPV (human papilloma virus) attualmente sul mercato sono due: Gardasil (€ 564 per tre iniezioni) commercializzato negli Stati Uniti dalla Merck Phalmaceutical, coadiuvata in Europa dalla partner francese Sanofi-Pasterur. In concorrenza pronto anche il Cervarix prodotto dalla GlaxoSmithKline britannica. Si profila una guerra tra aziende per conquistare il mercato.
L'indicazione alla vaccinazione data dalle autorità è dai 9 anni ai 26, dopo i 26 solo screening.
La vaccinazione "proteggerebbe" dai ceppi 16 e 18 sui 100 virus HPV conosciuti.
Si tratta di un'iniezione intramuscolare iniziale e due richiami entro sei mesi. Si prevedono altri richiami dopo 5 anni al termine della presunta protezione.
Anche i Paesi europei hanno reso disponibili sul mercato il vaccino HPV, ma l'Italia è il primo che lo distribuisce gratuitamente alle 11enni. I finanziamenti in Italia ammontano a 100 milioni di euro, e forse più, che fa capire che questo è un business sanitario per gestire fondi da capogiro.

L’Agenzia medica svedese:
I vaccini anti papilloma (HPV) potrebbero creare problemi per la salute oltre ad aggiungere costi alla prevenzione.
In un recente rapporto, l’agenzia governativa svedese per la valutazione medica (SBU), ha raccomandato al Consiglio Nazionale per la Salute e Previdenza di revisionare la strategia di prevenzione del cancro al collo dell’utero.
L’uso spropositato del vaccino HPV, promosso e pubblicizzato in grande scala dai produttori, aggiungerà una spesa sostanziosa all’ormai striminzito budget riservato alla prevenzione del cancro mentre l’efficacia dello stesso vaccino non potrà essere provato per duo o tre decenni.
L’articolo sotto riportato, apparso su un giornale svedese, sottolinea come la spinta eccessiva del governo ad inserire il vaccino HPV nel programma vaccinale dei bambini, ha creato false speranze non sostenute dalle evidenze scientifiche.

La spinta del vaccino HPV inganna le donne  - Un nuovo studio di esperti sulla protezione contro il cancro al collo dell’utero.
La commercializzazione menzognera di un nuovo vaccino per  il cancro è un incredibile inganno alle donne svedesi e rischia di creare nuovi pericoli per la salute. Sono state poste alte aspettative su due nuovi vaccini contro certi virus che potrebbero causare cancro al collo dell’utero. Il Consiglio Nazionale svedese per la salute e previdenza sta subendo pressioni per inserire questi vaccini nel programma vaccinale dei bambini. Una valutazione scientifica presentata nel gennaio 2008 dimostra che gli studi sono insufficienti e incerti sugli effetti preventivi del vaccino contro il cancro. Con la vaccinazione generale esiste un serio rischio che un minor numero di donne si sottoporrà a visite ginecologiche di controllo causando nuovi rischi per la salute.
“Il modo in cui la pubblicità ingannevole fatta al vaccino aumenta le speranze, è un tradimento alle donne” scrivono la direttrice e il manager dell’agenzia governativa svedese per la valutazione medica (SBU).
La Svezia ha fatto passi da gigante nella lotta contro il cancro all’utero. Dal 1960, dopo l’introduzione di esami ginecologici su campioni di cellule (PAP test), il numero di nuovi casi di cancro è più che dimezzato. Nonostante questo, 450 donne ogni anno vengono diagnosticate di cancro all’utero e 150 muoiono a causa della malattia.
Perciò, è positivo vedere che la ricerca in questo campo negli ultimi anni ha fatto progressi dando come risultato due vaccini (Gardasil e Cervarix) contro le infezioni di due tipi di papilloma virus, che in alcuni casi potrebbero causare una mutazione delle cellule che col tempo, in alcune donne, potrebbero trasformarsi in cancro al collo dell’utero.
E’ importante innanzitutto chiarire che non stiamo parlando di vaccini contro il cancro al collo dell’utero. Stiamo parlando di vaccini contro solo due dei 13 o più tipi di infezione HPV associati al cancro del collo dell’utero. La maggior parte delle volte, queste infezioni si risolvono da sole, in alcuni casi potrebbero diventare permanenti e causare un cambiamento cellulare, che potrebbe poi trasformarsi in cancro.
La ragione per la quale i ricercatori mirano esclusivamente a questi due tipi di papilloma virus è perché in vari paesi ne è stata dimostrata la presenza in 2/3 delle donne con il cancro al collo dell’utero. La percentuale media d’infezione varia di paese in paese. Gli studi effettuati dimostrano che nei paesi nordici la proporzione di cancri al collo dell’utero che potrebbero trarre beneficio dai vaccini contro HPV 16 e 18 è minore.

L’agenzia governativa svedese al momento non è in grado di dire quanto una vaccinazione generale ai bambini potrebbe aiutare a prevenire futuri casi di cancro. Esistono alcuni documenti scientifici che proverebbero che il vaccino può prevenire mutazioni cellulari dovuti al papilloma virus 16 e 18, ma gli effetti sul cancro possono essere verificati solo decenni dopo. Gli studi di controllo effettuati dopo il vaccino sono ancora troppo pochi per trarre conclusioni sul cancro. Un calcolo approssimativo dimostra che una vaccinazione generalizzata contro i virus HPV16 e 18 ai bambini potrebbe prevenire lo sviluppo di metà dei casi di cancro al collo dell’utero.

Il vaccino in questione inoltre non deve assolutamente essere di sostituzione ai periodici controlli ginecologici (pap-test) in quanto le aspettative sull’efficacia del vaccino sono esagerate e non c’è certezza. Non è stata ancora stabilita né la durata dell’efficacia del vaccino né se saranno necessari richiami periodici per una protezione prolungata. Inoltre non è possibile stabilire attraverso analisi del sangue quali livelli di anticorpi sono collegati alla protezione dall’infezione. Le agenzie di ricerca medica stanno monitorando gli effetti indesiderati riscontrati fino ad ora.

Un altro punto da chiarire è il costo della campagna. La spesa diretta per ogni lotto è di circa 21 milioni di euro per vaccinare tutte le ragazze e gli effetti potranno solo essere visti dopo 20-30 anni. Ogni dose di richiamo costerà circa 6 milioni di euro. Se dovranno essere vaccinati anche i maschi, visto che sono portatori sani del virus, le spese raddoppieranno. L’interrogativo principale a questo punto è se varrebbe la pena spendere questi fondi per altri metodi di prevenzione e/o cura del cancro e di altre malattie.
La scorsa estate, il produttore del Gardasil ha fatto una campagne pubblicitaria su giornali e cartelloni diretti al consumatore finale. Le campagne pubblicitarie di farmaci che necessitano prescrizione medica non sono permesse, ma per i vaccini esiste un’eccezione. Ancora non è chiaro come viene interpretata questa eccezione. E’ chiaro comunque che la pubblicità per il vaccino HPV 16 e 28 ha aumentato le aspettative delle donne aumentando la richiesta del vaccino.
Secondo una statistica moltissime donne credevano che la campagna pubblicitaria fosse promossa dal governo e che il vaccino proteggesse contro il cancro al collo dell’utero. Questo è un chiaro segno che la pubblicità dovrà essere affiancata da informazioni neutrali indipendenti dai produttori dei vaccini.
Ogni altro tipo d’informazione sarà un TRADIMENTO e un INGANNO alle donne.
La pressione dell’opinione pubblica sta avendo effetti su legislatori e politici. Alcuni consigli comunali vorrebbero diminuire il numero di vaccini in attesa di una decisione del Consiglio Nazionale per la Salute e Previdenza. Questo crea un’ineguaglianza tra i sistemi sanitari delle varie città.
L’agenzia governativa svedese di valutazione medica sta provvedendo ad una valutazione scientifica delle procedure medico/farmaceutiche e non prende posizione riguardo all’inclusione o meno del vaccino anti papilloma nel programma vaccinale dei bambini.
Sono state controllate le informazioni riguardanti la decisione del Consiglio Nazionale per la Salute e Previdenza e sono state trovate numerose falle: gli studi sono insufficienti e incerti sugli effetti preventivi del vaccino per il cancro.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

CI VOLEVANO le "DONNE EMANCIPATE" al GOVERNO ed un MINISTRO FEMMINA per USARE le MINORENNI COME CAVIE e FONTE di PROFITTI VACCINO per il PAPILLOMA HPV:  “STUPRO SANITARIO” -  8 marzo 2008

I vaccini anti HPV (human papilloma virus) attualmente sul mercato sono due: Gardasil (€ 564 per tre iniezioni) commercializzato negli Stati Uniti dalla Merck Phalmaceutical, coadiuvata in Europa dalla partner francese Sanofi-Pasterur. In concorrenza pronto anche il Cervarix prodotto dalla GlaxoSmithKline britannica. Si profila una guerra tra aziende per conquistare il mercato. L'indicazione alla vaccinazione data dalle autorità è dai 9 anni ai 26, dopo i 26 solo screening. La vaccinazione proteggerebbe dai ceppi 16 e 18 sui 100 virus HPV conosciuti.
Si tratta di un'iniezione intramuscolare iniziale e due richiami entro sei mesi. Si prevedono altri richiami dopo 5 anni al termine della presunta protezione.

Anche i Paesi europei hanno reso disponibili sul mercato il vaccino HPV, ma l'Italia è il primo che lo distribuisce gratuitamente alle 11enni. I finanziamenti in Italia ammontano a 100 milioni di euro, e forse più, che fa capire che questo è un business sanitario per gestire fondi da capogiro.

Per le 280.000 bambine italiane di 11/12 anni, nate nel 1997, e per le loro mamme chiamate dal servizio sanitario ad inoculare il Gardasil alle figlie, il 2008 sarà anno di sventura perché le bambine in gran numero verranno sottoposte alla vaccinazione “contro” il Papilloma virus accusato (NdR: ingiustamente) di essere produttore di cancro al collo dell'utero, a trasmissione sessuale.
L'esca è la paura del cancro che da anni le varie lobby sanitarie istituzionali e non, Ministero compreso, coltivano per sviluppare bieche operazioni commerciali come questa e dannose pseudo-sperimentazioni di massa sulla popolazione.
Facile colpire le bambine manovrando l'ignoranza delle mamme, che se per intuizione non cedono inizialmente alla propaganda insistente ed omissiva, verranno alla fine per lo più prese all'amo con la frase “Se tua figlia avrà il tumore al collo dell'utero in futuro sarà colpa tua”. Solo le più sveglie resisteranno al vile ricatto affettivo, sotto la pressione di una presunta obbligatorietà morale.

Allarmismo del tutto ingiustificato.
Dai dati scientifici il papilloma virus è presente nell'80% di uomini e donne e sovente fin dalla nascita, cioè è un normale abitatore delle mucose del pene, della vagina e della cervice, un germe che di per sé è innocuo e comune al pari di altri virus e batteri presenti. La trasmissione è anche al di fuori della via sessuale. Il contatto non comporta la malattia, ma eventualmente l'infezione generalmente transitoria. Il virus può tranquillamente scomparire da solo, anzi è la situazione più frequente e più probabile. In un 10% di casi (e più) il virus convive tutta la vita senza creare mai problemi.
 Il virus HPV non indica malattia, ma il rischio nell'1% dei casi di sviluppare nel tempo lesioni (macchie) trattabili. Perché si sviluppi un tumore sulla eventuale lesione non curata occorre tanto tempo circa 20/40 anni (NdR: ed uno stato cronico di acidosi con colonizzazione del collo dell'utero della candida) ed è un fatto eccezionale che si presenta nell'1% dei casi. Quindi l'infezione non è una malattia ma un fattore di rischio (Dr. M. Sideri ginecoloco-oncologo).
“Se le mamme volessero sapere quanto dura l'immunità, e se fra qualche anno si dovrà fare un richiamo o se l'essersi vaccinati non porrà altri problemi più avanti, e se le bambine che si vaccinano oggi saranno davvero protette dal tumore, si dovrebbe ammettere molto candidamente che per nessuna di queste domande c'è risposta” (Dr. G. Remuzzi immunologo).

Cosa c'è nel vaccino ? Il virus (papilloma) geneticamente modificato = OGM.
1 dose (0,5 ml) contiene circa:
Proteina (Note 2,3) L1 Tipo 6 di Papillomavirus Umano1           20 microgrammi
Proteina (Note 2,3) L1 Tipo 11 di Papillomavirus Umano1         40 microgrammi
Proteina (Note 2,3) L1 Tipo 16 di Papillomavirus Umano1         40 microgrammi
Proteina (Note 2,3) L1 Tipo 18 di Papillomavirus Umano1         20 microgrammi

Nota 1: Papillomavirus Umano = HPV.
Nota 2: proteina L1 sotto forma di particelle simili al virus prodotte da cellule di lievito (Saccharomyces cerevisiae CANADE 3C-5 (Ceppo 1895)) mediante tecnologia da DNA ricombinante.
Nota 3: adsorbita su adiuvante alluminio idrossifosfato solfato amorfo (225 microgrammi di Al).
Eccipienti:
Sodio cloruro
L-istidina
Polisorbato 80
Sodio borato
Acqua per preparazioni iniettabili


Chiarito questo, non c'è logica nella direttiva Ministeriale. Perché produrre un danno immediato alle bambine di 11/12 anni che non fanno sesso, per evitare una ipotetica malattia fra 20/30/40anni con un vaccino sperimentale che ha copertura non garantita e di soli 5 anni?
Nel Notiziario Ministeriale Febbraio 2008, la Ministra Livia Turco, scrive: “l'offerta pubblica gratuita della vaccinazione è rivolta alle bambine tra gli 11 e i 12 anni perché in questa fascia è massimo il profilo beneficio-rischio”. Ma i rischi non li enuncia, li omette con sapiente rimozione.
Ha ricordato che “Alla base dell'età... c'è la volontà di facilitare l'offerta anche a bambine che altrimenti non avrebbero accesso per ragioni sociali, agganciandosi alla frequentazione della scuola dell'obbligo...”(24.11.07). Quindi scelta strumentale e classista.
Turco ammette: “è un'offerta ...a uso controllato per sorvegliare attivamente gli effetti sulla popolazione esposta al vaccino”. Quindi è rischiosa sperimentazione di massa sulle bambine cavie.
Turco propone: “particolare cautela di somministrazione nell'età fertile” perché “i dati attualmente disponibili non sono sufficienti...”. Quindi si dovrà considerare il Ministero e la Turco responsabili penalmente di eventuali morti intrauterine o anomalie congenite da vaccino di donne rimaste gravide a sorpresa, dopo essere state vaccinate.
Turco precisa: “Saranno le evidenze scientifiche, degli studi di efficacia a dirigere la scelta di estendere la vaccinazione contro il Papilloma virus ad altre categorie di giovani donne...”.

Negli Stati Uniti, che sono stati i primi ad autorizzare il vaccino nel giugno 2006 - solo 5 Stati dei 50 lo raccomandano. Dopo le violente polemiche esplose nel Texas, giungono le voci di medici, scienziati ed esperti che testimoniano di non essere stati consultati prima della travolgente ordinanza esecutiva del governatore del Texas Rick Perry e denunciano che il Gardasil è pericoloso e non testato, distribuito per puro profitto, responsabile di pericolosi effetti collaterali.
Effetti negativi sono stati segnalati in 20 Stati, “le reazioni vanno dalla perdita della coscienza al collasso” riporta The Washington Time. “Alcune bambine hanno accusato gravi mal di testa, capogiri, nausea, febbre e perdita temporanea della vista...”. “Segnalati 13 casi di sindrome di Guillan Barrè”. Il National Vaccine Information Center segnala 5 morte, 51 invalide e 1.358 ricoverate d'urgenza.
L'Association Press denuncia che il governatore del Texas Rick Perry ha stretti legami con la Merck Pharmaceutical da cui ha ricevuto soldi per la sua campagna di rielezione. “Perry ha legami con donne di Governo, gruppo di pressione intergovernativo nazionale che si batte per una legge obbligatoria e ha ricevuto fondi dalla Merck”. Tutti e 50 gli Stati sono stati bersaglio, tramite pagamenti ai governatori e ai funzionari, degli sforzi dei maggiori lobbisti (NY Times 17.02.07).

Anche in Europa esiste la lobby delle donne che hanno siglato la giornata anti-HPV. In Italia nel giugno '07 è stata costituita la “Commissione Salute delle Donne” a tal fine. Nel novembre '05 nasce l'Osservatorio Nazionale sulla salute della donna (O.N.Da), presidente Francesca Merzagora voluto dalle ditte farmaceutiche che “credono nella sua mission”, collegato all'IEO istituto oncologico di Veronesi che si è posto come pioniere della Vaccinazione anti-HPV iniziando uno studio clinico per vaccinare a 17 e 18 anni. Collabora nella campagna di propaganda partita il 23 Febbraio dal Ministero della Sanità, che comprende spot televisivi e radiofonici ingannevoli di “persuasione mediatica”.

“PROMOZIONE della SALUTE delle DONNE”, “SALUTE di GENERE” = nuovo mercato.
Ci volevano le donne al governo perché il sistema dei profitti sanitari proliferasse con:
- la vaccinazione anti-HPV gratuita alle minorenni e a pagamento alle ipocondriache (Turco);
- la raccolta precoce dei cordoni ombelicali presi ai neonati e alle madri sfinite dopo il parto con la clausola ricattatoria: “cordone a disposizione solo se a metà con lo Stato” (Turco);
- gli espianti/trapianti favoriti dalla Legge dell'esproprio e dai tesserini ingannevoli (Bindi); ecc.

Le donne al Governo ? Una presenza di mera copertura di giochi economici e di potere che ha facilitato la riduzione del genere femminile ad un ammasso tremebondo e ipocondriaco di corpi senza orgoglio, facili prede delle sperimentazioni di massa e utili alle speculazioni economiche sanitarie.
Tratto in parte da: laleva.it

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Vaccinazione per HPV: intervista a Diane Harper (sintesi)
Diane Harper lavora presso l’University of Missouri a Kansas City negli Stati Uniti. Ha ricoperto il ruolo di principal investigator negli studi clinici che hanno verificato la sicurezza e l’efficacia di due vaccini contro l’infezione di alcuni sierotipi di papilloma
virus(HPV), Gardasil di Merck & Co e Cervarix di GlaxoSmithKline ( GSK ).
La Ricercatrice è stata intervistata riguardo alla vaccinazione anti-papilloma virus e al vaccino Gardasil, in modo particolare.
.....Gardasil può causare gravi eventi avversi ?
Gardasil è associato a gravi eventi avversi, e sono stati segnalati anche casi ad esito fatale. Se Gardasil è somministrato a ragazze di 11 anni, e il vaccino non mantiene la sua efficacia per almeno 15 anni, non si può parlare di beneficio, ma solo di rischio.
....Il problema verte su come le donne sottoposte a vaccinazione hanno compreso che cosa Gardasil offre loro. E’ stata osservata un’alta incidenza di Pap test anormali e di malattia da HPV nelle donne vaccinate. Forse le donne non sono al corrente che Gardasil non è in grado di proteggere contro tutti i tipi del papilloma virus; le donne vaccinate rimangono ancora a rischio di tumore del collo dell’utero.
Esiste il timore negli Stati Uniti di un aumento del tumore della cervice se le donne vaccinate con Gardasil non comprenderanno che: a) il vaccino non protegge per la vita; b) possono infettarsi con altri tipi di HPV per i quali il vaccino non è efficace; c) il Pap test deve essere effettuato per tutta la vita.
Gardasil può causare lo sviluppo di sclerosi multipla ?
Neurologi nel corso del Meeting dell’American Neurological Association ( ANA ) hanno presentato documentazione che Gardasil può essere associato a malattie autoimmuni neurologiche.
Quali messaggi riguardo Gardasil non sono veritieri ?

Nella comunicazione, la società produttrice,
Merck & Co, ha omesso che il 95% di tutte le infezioni da virus HPV si risolvono spontaneamente grazie all’intervento del sistema immunitario della donna. Il rimanente 5% può andare incontro a lesioni pretumorali; le neoplasie intraepiteliali cervicali di grado III ( CIN 3 ) progrediscono a tumore invasivo nelle seguenti proporzioni: il 20% delle donne sviluppa tumore invasivo della cervice entro 5 anni; nel 40% delle donne il tumore del collo dell’utero si sviluppa entro 30 anni..Esiste pertanto un ampio intervallo di tempo per individuare una lesione precancerosa e per trattarla, e nei tumori in fase precoce la guarigione è del 100%.
Inoltre Merck & Co ha fatto asserzioni come se il vaccino fosse efficace per tutta la vita, e non ha menzionato la necessità di richiami oppure la limitata protezione offerta dal vaccino.
Non si fa alcun cenno ai dati che hanno mostrato un effetto protettivo del vaccino nei confronti delle lesioni genitali maschili per un periodo di tempo di soli 2.4 anni.
Non si può dire che Gardasil sia un vaccino contro il tumore della cervice. Il vaccino previene l’infezione da virus HPV, ma non lo sviluppo del tumore del collo dell’utero. (Xagena2009) - Fonte: EmpowHER, 2009

Commento NdR: a parte la falsita' sul fatto che il cancro all'utero e' generato da uno o piu' virus, mentre e' proprio il CONTRARIO che succede, e' il terreno oncologico che genera e produce il virus.. !

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Vaccinazione per il tumore all’utero: sincope DOPO somministrazione vaccino Gardasil
L’FDA ( Food and Drug Administration ) ha approvato un cambiamento della scheda tecnica di Gardasil, un vaccino che protegge nei confronti dei sierotipi 6, 11, 16 e 18 del papillomavirus umano ( HPV ). Nella sezione Warnings and Precautions è stato inserito il possibile presentarsi di sincope; i soggetti che svengono talvolta presentano movimenti tonico-clonici e attività simil-convulsiva.
L’aggiunta della sincope nella sezione Warnings and Precautions ha il significato di richiamare l’attenzione dei medici e delle persone vaccinate al rischio di svenimento successivo alla vaccinazione con Gardasil.
Lo svenimento può essere associato a caduta e a danno traumatico; per prevenire questi eventi la ragazza/donna vaccinata deve rimanere seduta o sdraiata per almeno 15 minuti dopo la vaccinazione.
La sincope era già presente nella scheda tecnica di Gardasil fin dal 2007, tuttavia l’FDA e i CDC (Centers for Disease Control and Prevention ) hanno continuato a ricevere segnalazioni di danni traumatici di soggetti svenuti o caduti dopo somministrazione di Gardasil.
Alcune ragazze/donne hanno subito gravi danni cadendo.
La sincope è stata riportata dopo somministrazione anche di altri vaccini per adolescenti e per adulti. La sincope può presentarsi anche con certi farmaci, dopo donazione di sangue, o in risposta al dolore.
I movimenti tonico-clonici, perdita di controllo della vescica e altri segni che assomigliano a convulsioni epilettiche, possono presentarsi con svenimenti, ma non devono essere confuse con lo stato epilettico.
La sincope e i suoi segni associati durano generalmente alcuni secondi a minuti, e si risolvono quando la paziente è sdraiata in modo da ristabilire un adeguato flusso sanguigno al cervello.
(Xagena2009)

Sebbene Gardasil sia stato approvato negli Stati Uniti dall’FDA (Food and Drug Administration) nel giugno 2006, i primi studi di fase 3 del vaccino anti-HPV con endpoint clinicamente rilevanti (neoplasia intraepiteliale cervicale di grado 2 e 3, CIN2 - CIN3 ) sono stati riportati solo a maggio 2007.... chissa' perche' ?
Prima di dar avvio alla vaccinazione di massa era d’obbligo l’esecuzione di studi clinici di lungo periodo, ma questo non è stato mai fatto. Nonostante l’assenza di studi di lungo periodo, le società produttrici dei vaccini hanno esercitato pressioni sui politici affichè introducessero questa vaccinazione nei Programmi Nazionali di Vaccinazione.
Una domanda è d’obbligo: come fa un politico a fare scelte razionali riguardo all’introduzione di interventi medici per i quali l’evidenza è insufficiente ? Anche per questa vaccinazione, la risposta la si avrà solo dopo decenni.


La Merck ammette l'inoculazione del
virus del cancro - La divisione vaccini della farmaceutica Merck, ammette l'inoculazione del virus del cancro per mezzo dei vaccini.
La sconvolgente intervista censurata, condotta dallo studioso di storia medica Edward Shorter per la televisione pubblica di Boston WGBH e la Blackwell Science, è stata tagliata dal libro "The Health Century" a causa dei sui contenuti - l'ammissione che la Merck ha tradizionalmente iniettato il virus (SV40 ed altri) nella popolazione di tutto il mondo.
 Questo filmato contenuto nel documentario "In Lies We Trust: The CIA, Hollywood & Bioterrorism", prodotto e creato liberamente dalle associazioni di tutela dei consumatori e dall'esperto di salute pubblica, Dr. Leonard Horowitz, caratterizza l'intervista ad uno dei maggiori esperti di vaccini del mondo, il Dott. Maurice Hilleman, che spiega perché la Merck ha diffuso l'AIDS, la leucemia e altre orribili piaghe nel mondo: http://www.youtube.com/watch?v=edikv0zbAlU


Nei vaccini venduti al terzo mondo si é scoperto che molti di questi contenevano l'ormone B-hCG un anti fertile se immesso in un vaccino.
La corte Suprema delle Filippine ha scoperto che oltre 3 milioni di ragazze e donne hanno assunto questi vaccini contaminati, cosí come in Nigeria, Tailandia ecc...
Per chi non abbia ancora visto questi video-documenti scioccanti:
http://uk.youtube.com/watch?v=edikv0zbAlU
http://it.youtube.com/watch?v=wg-52mHIjhs&feature=related
Sembrerebbe che oltre al profitto a tutti i costi, ci sia dietro qualcosa d'altro....impedire alle donne dei paesi del terzo mondo... di avere figli....

I Vaccini creano Mutazioni Genetiche nei Mitocondri delle cellule, mutazioni che sono trasmissibili alla prole, dalla via materna. Nelle cellule infettate da virus si rivirulentano i retrovirus piu’ vecchi.
Dei ricercatori hanno osservato che quando il metabolismo della cellula infettata da un virus (NdR: che puo’ essere anche vaccinale) essa viene ingannata al fine di riprodurre il virus che la infetta, pero’ in essa decade la funzionalità di alcune reazioni biochimiche di contenimento e di funzione cellulare: sintesi e specializzazione delle proteine, specializzazione degli enzimi e duplicazione del DNA.
Quindi anche l'infezione da
virus vaccinale e’ in grado quindi di riattivare genomi di precedenti virus, o di quelli iniettati con i vaccini ai genitori, nonni, avi del vaccinato, virus, che erano divenuti parte del genoma delle cellule dei genitori, nonni, avi, generando anticipatamente qualsiasi tipo di patologia; il meccanismo si chiama slatentizzazione = liberare anticipatamente patologie.
Di fatto i Vaccini sono un cocktail di Tossine altamente pericolose che possono rimanere inerti per anni e riesplodere come bombe a tempo anche dopo 30-40 anni o piu’, in uno stato febbrile… che alterano il Terreno in modo importante, specie negli organismi non perfettamente sani, per problemi ereditari e/o di alimentazione inadatta alla Perfetta Salute.

L'Aids e' stato INVENTATO con il VACCINO ORALE per la Polio in Africa:
http://www.biasco.ch/originedelmale/download/files/Tgcom2.pdf
 

GARDASIL
La Merck già ha venduto milioni di "pezzi" di Gardasil negli Stati Uniti, ma non pagherà un dollaro in caso di eventi avversi, perché il vaccino è parte della National Vaccine Injury Compensation Fund.
La sola possibilità di avere un risarcimento è di inoltrare un reclamo al governo. Ovvero i contribuenti pagano e la Merck è libera. Ora le pensano bene. Peraltro la FDA dichiara che gli eventi avversi sono rarissimi. Report ci ha indicato come funzionano le cose in FDA.
Infatti la VAERS ovvero la Vaccine Adverse Event Reporting System, suggerisce dati riportanti migliaia e migliaia di eventi avversi. http://www.medalerts.org/vaersdb/findfield.php%3FPAGENO%3D1%26PERPAGE%3D10%26VAX%3DHPV4
E pensare che il VAERS raccoglie segnalazioni su base volontaria stimate circa il 30% del numero reale di reazioni avverse.
Quella del papillomavirus è una TRUFFA talmente clamorosa che solo grazie al controllo dei mezzi di informazione da parte dell’industria farmaceutica non è stata ancora sgominata, almeno da noi, in altri paesi, come il Canada, invece hanno mangiato la foglia:
http://www.xagenasalute.it/index.php?show=4565&pageNum=1


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Alta incidenza di SINCOPE dopo somministrazione di Gardasil, un vaccino per il papilloma virus
Giovedì 22 Ottobre 2009 - Negli Stati Uniti, la scheda tecnica di Gardasil è stata aggiornata per includere avvertenze riguardo a sincopi che possono presentarsi DOPO la somministrazione del vaccino per il papilloma virus umano ( HPV ).
Gardasil è un vaccino disegnato per alcuni ceppi di HPV: 6, 11, 16, e 18.
Secondo l’FDA alcune ragazze / donne che sono svenute sono andate incontro a movimenti tonico-clinici e ad attività simil-convulsiva; in alcuni casi lo svenimento ha provocato danni traumatici.
Il Gardasil è stato approvato negli Stati Uniti nel 2006.
L’FDA ha chiesto alla società produttrice del vaccino, Merck & Co di inserire il rischio di sincope nella sezione "Warnings and Precautions". E’ stato raccomandato ai medici di tenere sotto osservazione per 15 minuti le persone vaccinate.
Le ragazze / donne devono rimanere sedute o sdraiate ed informare i sanitari dei segni e dei sintomi premonitori di uno svenimento (pallore, sudorazione, capogiri, suoni nell’orecchio o alterazioni visive ). ( Xagena Medicina )
Fonte: FDA, 2009 - Tratto da: xagenasalute.it

Commento
NdR: La FDA ha chiesto al produttore di inserire quei danni nel bugiardino....(che non viene MAI consegnato ai vaccinandi); poi fa sorridere l'attesa di 15 minuti prima di congedare il vaccinato....ma tutte le reazioni vaccinali intervengono successivamente dopo giorni, mesi od anni ! quindi cio' significa che della salute delle persone, non frega a nessuno dei vaccinatori ne' di Big Pharma, e di sospendere il vaccino ed evitando di vaccinare....NON se ne parla neppure !!
VERGOGNA, la collusione con Big PHARMA  e' evidente anche in questo caso - fino a quando i "polli umani" si faranno vaccinare ?, .....fino a quando l'ignoranza sui gravi DANNI dei VACCINI, di tali "polli" regnera' sovrana....in quanto l'ignoranza PAGA SEMPRE....

32 Girls Have Died  - 32 ragazze sono MORTE - 11.916 reazioni avverse, e nel tempo cosa succedera' a questi ammalati intossicati dal vaccino ?...
11,916 adverse events already reported to the CDC… and counting. Pain and swelling. Life-threatening muscle weakness. Blood clots in the heart and lungs. And the deaths of 32 innocent girls and young women.
From healthiernews.com

 

L’Agenzia per il controllo dei farmaci degli Stati Uniti, FDA, ha ricevuto segnalazioni di casi di sincope con movimenti tonico-clonici e attività simil-convulsiva dopo vaccinazione con Gardasil della MERCK.
L’incidenza della sincope nel sistema VAERS (Vaccine Adverse Event Reporting System) è del 13%.
Il sistema VAERS è un programma di sorveglianza sulla sicurezza dei vaccini, co-sponsorizzato da FDA (Food and Drug Administration) e CDC (Centers for Disease Control and Prevention)
Questi sono tutti Enti collegati fra di loro al servizio di BIG PHARMA
VAERS raccoglie e analizza informazioni dalle segnalazioni di eventi avversi che si presentano dopo la somministrazione di un vaccino, sempre che i medici sappiano diagnosticarli in modo da segnalarli, ma cio' succede SOLO nel 10% dei casi !.

Nel 2007, l’FDA e i CDC hanno compiuto una revisione delle segnalazioni riportate nel sistema VAERS con riguardo alla sincope.
Nel 30-40% delle sincopi che avevano interessato le adolescenti sono stati riscontrati segni di movimenti tonico-clonici o attività convulsiva; in circa il 20% si è avuto anche un danno traumatico, e il 95% delle sincopi è avvenuta entro i successivi 15 minuti dalla vaccinazione; e quelle avvenute dopo...nessuno le segnala.....! perche' i vaccinati pensano ad un semplice svenimento senza collegarlo al vaccino e quindi non vanno dal medico a segnalare il danno subito !
Il possibile presentarsi di sincope era stato inserito nella scheda tecnica di Gardasil nel 2007, tuttavia da allora l’FDA ha continuato a ricevere numerose segnalazioni di SINCOPE e di danni traumatici.

Cervical cancer vaccine Gardasil can cause an allergic reaction  - Published: Monday, 8-Sep-2008
Australia - Women’s Health News
According to Australian researchers, the cervical cancer vaccine Gardasil can cause an allergic reaction in some girls.
As at 10 August 2009 a total of 1,394 adverse reactions have been reported in Australia following vaccination with Gardasil.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>> 

USA 2009  - Judicial Watch Publishes FDA Data On Adverse Events Associated With Gardasil
The Washington, D.C.-based group Judicial Watch recently published FDA data on adverse events associated with Merck's human papillomavirus vaccine Gardasil, the Wall Street Journal reports. According to the Journal, Judicial Watch obtained the data through a Freedom of Information Act request. There have been 1,637 reports of adverse events associated with Gardasil, and FDA considers 136 of them serious, the Journal reports.
 

Gardasil Adverse Events Include Deaths, Seizures, Judicial Watch Says
There have been 3,461 reports of adverse events, including a maximum of 11 deaths, in patients receiving Merck’s cervical cancer vaccine Gardasil, public interest group Judicial Watch said.
Since May, the group has found documents detailing 1,824 reports of adverse reactions to Gardasil (quadrivalent human papillomavirus [Types 6, 11, 16, 18] recombinant vaccine), including eight deaths. Before May, Judicial Watch had obtained 1,637 adverse event reports. The group received the data from the FDA through a Freedom of Information Act (FOIA) request.
Of the 1,824 adverse events reported between May 10 and Sept. 7, 347 were serious reactions including paralysis, Bell’s palsy, Guillain-Barre syndrome and seizures, according to the group.
Thirty-three out of 77 pregnant women who received the vaccine experienced side effects, including spontaneous abortion and fetal abnormalities, Judicial Watch added.
“In light of this information, it is disturbing that state and local governments might mandate in any way this vaccine for young girls,” Judicial Watch President Tom Fitton said.
Fonte: FDAnews.com

USA -  As of September 1, 2009,  there were 15,037 VAERS reports of adverse events following Gardasil vaccination in the United States. Of these reports, 93% were reports of events considered to be non-serious, and 7% were reports of events considered to be serious.

E qui non si tengono conto delle reazioni (piccole, medie e gravi); a lungo termine che esistono eccome, perche' non si vuole far cadere il mito dei vaccini....spacciati come profilassi  preventiva.......

Common adverse events reported to date are listed below
:

Suspected adverse reaction

Number of reports (% of total reports for Gardasil)

Injection site reaction

274 (19.6%)

Headache

285 (20.4%)

Dizziness

193 (13.8%)

Nausea

218 (15.6%)

Fatigue and lethargy

137 (9.8%)

Fever

136 (9.7%)

Fainting

123 (8.8%)

General feeling of being unwell

115 (8.2%)

Vomiting

110 (7.9%)

'Psychogenic' events comprise approximately 20% of all adverse reaction reports for Gardasil. These events include dizziness, fainting (syncope) and panic attacks, which are well recognised reactions associated with administration of vaccines or other injection procedures in general.
Tratto da: tga.gov.au

On August 19, 2009, the Journal of the American Medical Association (JAMA) published an article coauthored by FDA and CDC that reviews the safety data for Gardasil for select adverse events that have been reported to VAERS, from the time period starting from product licensure in June 2006 through December 31, 2008 (JAMA. 2009;302(7):750-757).  
The article describes 12,424 reports of adverse events following Gardasil vaccination.  Of these, 772 were reports of serious events (6.2% of the reports) and the remaining 11,652 (93.8%) were classified as non-serious. 

The Gardasil safety review assessed the following adverse events:  local injection site reactions, syncope, dizziness, and nausea, headaches, hypersensitivity reactions, such as rashes, hives, itching, anaphylaxis, Guillain-Barré syndrome (GBS), transverse myelitis, motor neuron disease, venous thromboembolic events (VTEs), pancreatitis, autoimmune disorders, pregnancy, and deaths.  All of these events are included in Gardasil’s labeling.
In VAERS, a higher proportion of Gardasil reports were of syncope and VTEs compared with other vaccines.  However, none of the adverse events in the safety review, including syncope and VTEs, were reported at rates (number of adverse events/number of doses distributed) greater than expected in a population of this age and gender and with other known contributing factors to these adverse events.

VAERS reports include syncope (fainting), pain at the injection site, headache, nausea and fever.  
Fainting is common after injections and vaccinations, especially in adolescents.  Falls after syncope may sometimes cause serious injuries, such as head injuries, which can be prevented with simple steps, such as keeping the vaccinated person seated for up to 15 minutes after vaccination.  
FDA and CDC have taken steps to remind immunization providers about the recommendation that individuals be watched carefully for 15 minutes after vaccination to avoid potential injury from a fall. 
FDA approved revised labeling on June 9, 2009, to highlight this information in the Warnings and Precautions section, and new information was added noting that individuals who faint sometimes have tonic-clonic (jerking) movements and seizure-like activity. 
Thromboembolic disorders (blood clots) have been reported to VAERS in people who have received Gardasil.  Most of these individuals had risk factors for blood clots such as use of oral contraceptives which are known to increase the risk of clotting.  The JAMA article describes 56 cases, 31 of which were confirmed blood clot reports.  Twenty eight reports (90%) had underlying known risk factors such as hormonal birth control, genetic clotting abnormalities, obesity, smoking, and immobility. 
Tratto da fda.gov

GARDASIL collegato a 78 focolai di verruche genitali
Il vaccino Gardasil è stato collegato a 78 focolai di condilomi genitali, secondo un articolo del Fiji Times dal titolo "Ie nostre ragazze porcelline ?" - By Matelita Ragogo.
Che è giusto. In aggiunta a tutte le altre reazioni avverse a questo vaccino controverso, le bambine che lo ricevono sono soggette alle epidemie di condilomi genitali. Purtroppo, non numerosi medici si prendono il tempo necessario per istruire i genitori su alcune di queste possibili reazioni prima di dare alle bambine  questo costoso JAB.

Morti, ABORTI spontanei e altri eventi avversi
Mentre le verruche genitali sono certamente disgustose, i genitori che pensano che le verruche genitali siano la peggiore possibile reazione avversa al vaccino devono ripensarci. Secondo la Ragogo che scrisse il 14 agosto , come compresi nei 78 focolai di condilomi genitali, ci sono stati 9.748 eventi avversi segnalati dalla giudiziaria Watch, un'organizzazione non-profit del gruppo Watchdog . Ha notato che dal punto di vista giudiziario ci sono state anche relazioni di 21 morti, compresi i non morti (da aborto spontaneo) 10 bambini non ancora nati.

Nessuna garanzia del vaccino contro anomalie cellulari
"Centinaia di migliaia di donne che si sono vaccinate con Gardasil dopo il controllo annuale col pap-test verificarono ancora un alto grado di displasia (alterazioni cellulari)," relazione di Ragogo
.
Non è un vaccino contro il cancro, come l’informazione mediatica può portare alcune persone a credere.
By Waldron da Joanne  - Tratto da: NaturalNews 2009

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Il vaccino potrebbe provocare il cancro, genotossicità o infertilità ?
Un'altra preoccupazione per il vaccino HPV è che non è stata valutata la sua reale potenzialità di  provocare il cancro. Né nel vaccino è stata valutata la capacità di causare genotossicità (danni al DNA).
Inoltre, è  sconosciuto anche l’eventuale effetto di questo vaccino che potrebbe causare in futuro infertilità.
Per tutti questi motivi, e per molti altri che sono stati precedentemente segnalati, sembrerebbe prudente che tutti i genitori pensassero due volte prima di sottoporre i loro figli a questo "misterioso" JAB.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Sospeso il vaccino per il tumore all'utero - Spagna, Madrid, 10/02/2009.
Il ministero spagnolo della Sanità ha ordinato la sospensione temporanea di uno dei lotti dei
vaccini per il virus del papilloma umano, che provoca il cancro uterino (NdR: cosi' raccontano i medici allopati vaccinatori), dopo che sono stati riscontrati due casi di effetti collaterali avversi in adolescenti sottoposte al trattamento preventivo.

Fonti del ministero della sanita' Spagnolo informano, che la sospensione del lotto NH52670 della marca Gardasil risponde a "un principio precauzionale", intanto che le autorità sanitarie accertano la relazione esistente fra il vaccino e gli affetti avversi registrati il 4 e il 6 febbraio scorso in
due quattordicenni.
Una di loro, secondo le testimonianze dei genitori citate dall'agenzia di stato spagnola Efe, mercoledì scorso "ha cominciato a sentirsi male, ad avere convulsioni e perdita di coscienza
dieci minuti dopo che le era stata iniettata la seconda dose di vaccino per il virus del papilloma". Le condizioni della ragazza, che è rimasta fino a ieri in terapia intensiva, stanno migliorando.
La decisione di sospendere il lotto è stata presa dopo che
una seconda 14enne ha registrato gli stessi sintomi, a seguito dell'assunzione di una dose di vaccino venerdì scorso. La ragazza resta attualmente ricoverata nell'Unità di terapia intensiva dell'ospedale di Valencia.

Del lotto posto sotto sospensione cautelare
sono state distribuite in Spagna 75.582 dosi. Il resto è stato distribuito attraverso le farmacie a tutte le donne, di età superiore ai 14 anni, che non rientrano nel programma di vaccinazione pubblica gratuita. Complessivamente in Spagna sono già state distribuite 1.146.458 dosi di vaccini della suddetta marca (Merck & Co).

Nei vaccini venduti al terzo mondo si é scoperto che molti di questi contenevano l'ormone B-hCG un anti fertile se immesso in un vaccino rende sterili le femmine.
La corte Suprema delle Filippine ha scoperto che oltre 3 milioni di ragazze e donne hanno assunto questi vaccini volutamente contaminati, cosí come in Nigeria, Tailandia ecc...
Per chi non abbia ancora visto questi video-documenti scioccanti:
http://uk.youtube.com/watch?v=edikv0zbAlU
http://it.youtube.com/watch?v=wg-52mHIjhs&feature=related
Sembrerebbe che oltre al profitto a tutti i costi, ci sia dietro qualcosa d'altro....impedire alle donne dei paesi del terzo mondo...di avere figli....genocidio programmato...!

Rischio di anafilassi con il vaccino Gardasil
Le giovani donne sottoposte a vaccinazione per il papillomavirus hanno una probabilità 5-20 volte maggiore di andare incontro ad una GRAVE reazione allergica, rispetto alle ragazze che non si vaccinano.
Il gruppo di Ricercatori del Children’s Hospital a Westmead in Australia, ha studiato 114.000 giovani donne vaccinate con il vaccino della Merck & Co, Gardasil.
Dodici giovani donne hanno presentato segni di anafilassi, una reazione ALLERGICA minacciante la vita, che può manifestarsi con difficoltà respiratoria, nausea e rash cutanei.
In 8 delle 12 giovani donne è stata confermata una reazione anafilattica con un’incidenza stimata di 2.6 reazioni per 100.000 dosi somministrate.
L’incidenza di anafilassi con Gardasil è risultata molto più alta rispetto ad esempio allo 0.1 per 100.000 dosi in un programma vaccinale anti-meningite nel 2003. (Xagena2008)
Fonte: Canadian Medical Association Journal, 2008

Bibliografia e Danni del:

GARDASIL Vaccin for Papilloma virus

Dark side of the HPV vaccine

https://www.youtube.com/watch?v=Lq0wgaZzkcE

 

Marcella on Gardasil

https://www.youtube.com/watch?v=mPIH9amZ2yc

 

Gardasil kills

https://www.youtube.com/watch?v=FkUkaKk_pG8

https://www.youtube.com/watch?v=BWDKvXkEJFY

 

Gardasil injuries….

https://www.youtube.com/watch?v=jr-Qi9UBOYc

https://www.youtube.com/watch?v=CHYmb9Hwj4A

https://www.youtube.com/watch?v=54qSggykqKc

https://www.youtube.com/watch?v=UaBXoOwmuoc

https://www.youtube.com/watch?v=eKwa_0ZTALI

https://www.youtube.com/watch?v=L8CL8hu6C-U

https://www.youtube.com/watch?v=0Xd3AarW0bo

https://www.youtube.com/watch?v=npan3q3dJtY

https://www.youtube.com/watch?v=XnSNTo9P85g

https://www.youtube.com/watch?v=JtbPHftara4

 

Of course if that’s not enough...here’s over 50 studies showing its dangers....

 

American College of Pediatrics warns of ovarian failure linked to the HPV (Gardasil) cervical cancer vaccine. Side effect or working exactly as designed ? You already know the answer. http://bit.ly/2kwyX2A

 

Acute Disseminated Encephalomyelitis Following Immunization with Human Papillomavirus Vaccines

https://www.jstage.jst.go.jp/.../55/21/55_55.7217/_article

 

Adolescent Premature Ovarian Insufficiency Following Human Papillomavirus Vaccination: A Case Series Seen in General Practice

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/26425627/

 

Adverse events following HPV vaccination, Alberta 2006-2014

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/26921782/

 

Ampiginous choroiditis following quadrivalent human papilloma virus vaccine

http://bjo.bmj.com/content/94/1/137.long

 

Association of acute cerebellar ataxia and human papilloma virus vaccination: a case report

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/23378179/

 

Autoimmune hepatitis type 2 following anti-papillomavirus vaccination in a 11-year-old girl

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/21596082/

 

Behavioral abnormalities in female mice following administration of aluminum adjuvants and the human papillomavirus (HPV) vaccine Gardasil

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/27421722/

 

Bivalent HPV vaccine safety depending on subtypes of juvenile idiopathic arthritis

http://ard.bmj.com/content/73/12/e75.long

 

Brachial plexus neuritis following HPV vaccination

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/18602437/

 

A case-control study of quadrivalent human papillomavirus vaccine-associated autoimmune adverse events

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/25535199/

 

Cervical cancers after human papillomavirus vaccination

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/19155953/

 

CNS demyelination and quadrivalent HPV vaccination

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/18805844/

 

Current Safety Concerns with Human Papillomavirus Vaccine: A Cluster Analysis of Reports in VigiBase® (2017)

https://link.springer.com/article/10.1007/s40264-016-0456-3

 

Demyelinating disease and polyvalent human papilloma virus vaccination

http://jnnp.bmj.com/content/82/11/1296.long

 

Demyelinating disease and vaccination of the human papillomavirus

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/21425100/

 

Development of unilateral cervical and supraclavicular lymphadenopathy after human papilloma virus vaccination

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/18752390/

 

Erythema multiforme following vaccination for human papillomavirus

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/19887766/

 

Fibromyalgia-Like Illness in 2 Girls After Human Papillomavirus Vaccination

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25275771

 

HPV-negative Gastric Type Adenocarcinoma In Situ of the Cervix: A Spectrum of Rare Lesions Exhibiting Gastric and Intestinal Differentiation

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28394803

 

HPV vaccination syndrome. A questionnaire-based study

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/26354426/

 

Human papilloma virus vaccine and primary ovarian failure: another facet of the autoimmune/inflammatory syndrome induced by adjuvants.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/23902317/

 

Human papillomavirus (HPV) vaccines as an option for preventing cervical malignancies: (how) effective and safe?

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/23016780/

 

Human papillomavirus vaccine and systemic lupus erythematosus

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/23624585/

 

Human papilloma virus vaccine associated uveitis

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/24191906/

 

Human papillomavirus vaccines, complex regional pain syndrome, postural orthostatic tachycardia syndrome, and autonomic dysfunction - a review of the regulatory evidence from the European Medicines Agency

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/27867145/

 

Hypersensitivity reaction to human papillomavirus vaccine due to polysorbate 80

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/22605841/

 

Hypersensitivity reactions to human papillomavirus vaccine in Australian schoolgirls: retrospective cohort study

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/19050332/

 

Hypothesis: Human papillomavirus vaccination syndrome--small fiber neuropathy and dysautonomia could be its underlying pathogenesis

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/25990003/

 

Immune thrombocytopenic purpura following human papillomavirus vaccination

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/19464550/

 

Kikuchi-Fujimoto disease following vaccination against human papilloma virus infection and Japanese encephalitis

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/22476507/

 

Lichenoid Drug Eruption After Human Papillomavirus Vaccination

http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/pde.12516/full

 

A link between human papilloma virus vaccination and primary ovarian insufficiency: current analysis

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/26125978/

 

Neurologic Complications in HPV Vaccination

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/26160812/

 

Neurologic Complications in HPV Vaccination

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/26160812/

 

On the relationship between human papilloma virus vaccine and autoimmune diseases

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/24468416/

 

Orthostatic intolerance and postural tachycardia syndrome as suspected adverse effects of vaccination against human papilloma virus

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/25882168/

 

Pancreatitis after human papillomavirus vaccination: a matter of molecular mimicry

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/27421720/

 

Pancreatitis following human papillomavirus vaccination

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/18673112

 

Panuveitis With Exudative Retinal Detachments After Vaccination Against Human Papilloma Virus

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/26469238/
 

Peripheral sympathetic nerve dysfunction in adolescent 

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25274229
 

Japanese girls following immunization with the human papillomavirus vaccine

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/25274229/

 

Pharmaceutical Companies’ Role in State Vaccination Policymaking: The Case of Human Papillomavirus Vaccination

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3483914/

 

Postural tachycardia syndrome following human papillomavirus vaccination

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/24102827/

 

Potential cross-reactivity between HPV16 L1 protein and sudden death-associated antigens

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/21699023/

 

Premature ovarian failure 3 years after menarche in a 16-year-old girl following human papillomavirus vaccination

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/23035167/

 

Severe manifestations of autoimmune syndrome induced by adjuvants (Shoenfeld's syndrome).

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/27412294/

 

Severe somatoform and dysautonomic syndromes after HPV vaccination: case series and review of literature

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/27503625/

 

A 16-year-old girl with bilateral visual loss and left hemiparesis following an immunization against human papilloma virus

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/20189933/

 

Small Fiber Neuropathy Following Vaccination

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/27552388/

 

Syncope and seizures following human papillomavirus vaccination: a retrospective case series

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/21449862/


Telogen effluvium following bivalent human papillomavirus vaccine administration: a report of two cases

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/22584489/

 

Two Cases of Acute Disseminated Encephalomyelitis Following Vaccination Against Human Papilloma Virus

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5140871/

 

Two unclear cases of death. Can we still recommend HPV vaccination?].

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/18361151/

 

An unmasking phenomenon in an observational post-licensure safety study of adolescent girls and young women

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/22580356/

 

Vaccine-related serious adverse events might have been under-recognized in the pivotal HPV vaccine randomized trial

http://link.springer.com/article/10.1007%2Fs10067-017-3575-z

Continua da ed in
: Gardasil & Cervarix - 1 + Gardasil & Cervarix - 2 + Gardasil & Cervarix - 4 + Immunogenetica  +   Pag.2  +   Pag.3  +  Pag. 4  +  Bibliografia