Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


GARDASIL &  CERVARIX
- 2
Bibliografia aggiuntiva:
http://treasoncast.com/2014/04/05/anti-vaccination-peer-reviewd-research-list/
Ormoni e menopausa: sabotaggio farmacologico della salute delle donne, oltre al Vaccino per HPV
 

ISLANDA
Una madre che sostiene la figlia ha subito "effetti negativi orrendi" dopo aver ricevuto il vaccino per l'HPV per il cancro cervicale ha portato in giudizio lo stato.
Fiona Kirby, Kilbeggan, Co Westmeath, è un membro di un gruppo di sostegno dei genitori, REGRET (Reazioni ed effetti dannosi di Gardasil, con conseguente trauma estremo), per coloro che sostengono le loro ragazze adolescenti si sono ammalati dopo aver ottenuto il vaccino.
Ms Kirby, un infermiere, è alla ricerca di un ordine dell'Alta Corte per il ritiro della licenza data per il vaccino Gardasil HPV, attualmente in fase di offerta ai genitori di 11-16 anni ragazze come una possibile prevenzione del cancro del collo dell'utero.
Un ordine frenare o bloccare: l'Autorità Statale per i prodotti Sanitari (HPRA), che monitora i prodotti per la salute in Irlanda, per il procedere con l'uso di Gardasil in qualsiasi programma di vaccinazione.
Il vaccino è stato offerto alle ragazze adolescenti in Irlanda dal maggio 2010 nel quadro del programma di vaccinazione nelle scuole ed è stato raccomandato dalla Organizzazione mondiale della Sanita’,(OMS).
Il gruppo REGRET sostiene circa 100 ragazze hanno presumibilmente riferito malattie dopo essere state vaccinate.
Nei suoi lavori, la sig.ra Kirby afferma, entro 24 ore dalla vaccinazione nel mese di ottobre 2011, la sua, figlia di 11 anni ha presentato una grave influenza come sintomi. Quei sintomi riapparvero anche dopo che sua figlia ha ricevuto la seconda dose di vaccino, lei sostiene. Sua figlia non ha ricevuto la terza dose del vaccino.
In un affidavit, la sig.ra Kirby afferma che la figlia è diventata estremamente affaticata e ha subito gravi nausee che hanno portato alla perdita di peso e perdita di massa muscolare.  Sua figlia anche perso molti giorni di scuola, ed è stata ricoverata con una polmonite bilaterale in marzo 2012 ed e’ stata sotto cura di antibiotici per sei settimane. La madre sostiene che sua figlia è ora cosi malata al punto ha bisogno di essere curata in modo permanente.
La signora ha detto Kirby sua figlia ha sofferto "effetti negativi orrendi" direttamente dopo aver ricevuto il vaccino e lei aveva pensato che i problemi di sua figlia erano un caso isolato; in realta’ molte altre ragazze soffrono anche di simili malattie che cambiano  la vita per i "problemi di salute" che sostiene ed ha detto, tutto è successo poco DOPO aver ricevuto il vaccino.
Ms Kirby è stata accompagnata in tribunale da altre donne che sono tutti membri del gruppo di supporto dei genitori con figli rovinati dai vaccini.
La causa è stata rinviata da Mr Justice Paul Gilligan per tre settimane per consentire al HPRA di presentare una dichiarazione giurata per rispondere all'accusa.
Tratto da:
http://www.irishtimes.com/news/crime-and-law/courts/high-court/court-told-of-horrendous-adverse-effects-of-hpv-vaccine-1.2414549

Il vaccino HPV scatena malattie nelle bambine/ragazze

Una bambina di 12 anni è stata colpita da una grave forma neurologica DOPO essersi sottoposta al vaccino per il papilloma virus (HPV).
È successo a Milano, alla fine di febbraio 2012.
La ragazzina, che chiameremo Anna, è ancora in cura all’ospedale Niguarda e sta seguendo un percorso di riabilitazione. I genitori di Anna avevano aderito alla campagna promossa dalle Asl: alle preadolescenti è offerto il vaccino anti HPV in tre somministrazioni. Quattro giorni dopo la prima iniezione Anna ha manifestato importanti disturbi tanto da essere ricoverata d’urgenza nella rianimazione neurochirurgia dell’ospedale Niguarda. Stretto riserbo sulla prognosi e sul nome della malattia. Gaetano Elli, direttore medico di presidio dell’ospedale spiega che la “ragazzina è arrivata in rianimazione neurochirugica a fine febbraio accusando sintomi importanti di tipo neurologico e sta ancora recuperando”.
Il medico precisa che “non si può stabilire con certezza il nesso di causa-effetto tra il vaccino e la sindrome” e che forse questo legame non verrà mai appurato. Nonostante ciò, aggiunge Elli: “Il fatto è stato immediatamente segnalato alle autorità competenti”, ossia Asl, Aifa e ministero della salute.
Marino Faccini, responsabile profilassi e vaccini alla Asl milanese, ha assicurato che la sindrome che ha colpito Anna è il primo effetto collaterale importante da quando è partita la campagna vaccinale e ha precisato “che per sapere con certezza che è stato il vaccino a provocare la malattia bisogna fare uno studio epidemiologico accurato. Certamente c’è stato un nesso temporale, i disturbi sono comparsi a quattro giorni dalla prima somministrazione”.
Che genere di disturbi ? “All’inizio la sintomatologia ha fatto pensare alla sindrome di Guillam Barrè (malattia neurologica infiammatoria che porta alla paralisi degli arti) ma poi si visto che i parametri clinici non corrispondevano: è un’altra rara forma neurologica”.
E tutto continua come prima….! le istituzioni in-sanitarie si comportano come i peggiori CRIMINALI !

Infatti:
ANCORA UNA BAMBINA MORTA DOPO la SOMMINISTRAZIONE dell'ESAVALENTE - Luglio 2013
Questo VACCINO e' stato RITIRATO IN MOLTI PAESI MA NON IN ITALIA. RISARCIMENTO RECORD, PERO' NESSUNO RIDARA' PIU' LA BIMBA AI GENITORI. - Muore in culla a causa del vaccino Infanrix, risarcimento record ai genitori.
La loro bambina è morta di Sids ("morte in culla") a pochi giorni dalla vaccinazione con il vaccino Esavalente.
Il tribunale di Pesaro ha deciso un risarcimento record di 200 mila euro alla famiglia, più un vitalizio di circa 700 euro al mese ed un ulteriore indennizzo ancora da quantificare. Una sentenza storica per l'Italia.

Un bambino di tre mesi e' morto ieri, all'ospedale Perrino di Brindisi; era stato Vaccinato - 04/03/2015
(AGI) - Brindisi - Il piccolo era stato ricoverato all'ospedale di Francavilla Fontana (Br) a causa della febbre alta e poi trasferito d'urgenza al Perrino, dove e' deceduto a causa "di un evento infettivo fulminante" come e' scritto nel referto medico.
La direzione sanitaria del nosocomio brindisino ha disposto che sul corpicino venga effettuata l'autopsia. L'esame si terra' domani e servira' a chiarire quale sia stata la causa scatenante dell'infezione e se vi possano essere relazioni tra la morte e la vaccinazione di routine a cui il bambino era stato sottoposto una settimana fa. Al momento i genitori non avrebbero presentato denuncia.
Anche in questo caso ci sono di mezzo i vaccini

Muore bambino di un anno DOPO il VACCINO - I genitori chiedono l'autopsia - Sabato 14 Marzo 2015
Il piccolo era stato operato al cuore - Alcuni giorni fa era stato vaccinato
NOALE (VE) - Sarà l'autopsia a chiarire le cause della morte di Francesco Tosatto, un bimbo di un anno morto giovedì in ospedale. Il piccolo soffriva di una cardiopatia ed era stato operato a pochi mesi dalla nascita. Le sue condizioni erano migliorate.
Alcuni giorni fa era stato vaccinato. I genitori chiederanno che venga eseguita l'autopsia per chiarire le cause della morte del bambino.
La notizia ha suscitato commozione in municipio a Noale, dove lavora la mamma. «Siamo tutti scossi da questa terribile notizia». ha commentato il sindaco Patrizia Andreotti.

Per chi è a favore delle vaccinazioni, si consiglia questo bel scritto, questa lettera concisa e convincente scritta dal medico neurologo dott. Russell Blaylock di fama mondiale, saprà smantellare tutti gli argomenti utilizzati a sostegno di questa disumana pratica barbarica. -  Dicembre 2009
Ho avuto il privilegio di incontrare il dottor Blaylock nel corso di una conferenza pochi anni fa.
Lui è molto intelligente, un pensiero chiaro, logico medico che non ha paura degli effetti negativi sulla sua carriera nell’affermare la verità sulle atrocità delle vaccinazioni. Ascoltare un medico come il dottor Blaylock che non ha alcun interesse finanziario o di altro tipo su questo argomento, solo per parlare della verità per amore dell’obbiettività è infinitamente più prezioso che ascoltare medici e altri "esperti" che lo fanno per interesse.
By Sarah, TheHealthyHomeEconomist.com

VACCINI: PERTOSSE, con quello  ACELLULARE (DTPa) si DIFFONDE l’INFEZIONE – Nov 2013
Still contagious.
The current whooping cough vaccine may allow people to spread the disease even if they don't get sick, a new animal study suggests […] “There's a difference between protecting individuals from illness and bringing down the incidence of pertussis in the population,” Merkel says. “To do both we may need a different vaccine.”
TRADUZIONE
Ancora contagiosa. Un nuovo studio sugli animali suggerisce che l’attuale vaccino per la pertosse può permettere alle persone di diffondere la malattia, anche se non si ammalano […] "C'è differenza tra proteggere gli individui dalla malattia e abbattere l'incidenza della pertosse nella popolazione", dice Merkel "Per fare entrambe le cose potremmo aver bisogno di un vaccino diverso."

FONTE: Science 25 Novembre, 2013
http://news.sciencemag.org/health/2013/11/whooping-cough-vaccine-does-not-stop-spread-disease-lab-animals

Tod J. Merkel ricercatore presso l'Ufficio ricerca vaccini e revisioni della FDA, è l' autore principale di uno studio condotto dalla stessa FDA e pubblicato in PNAS dal titolo: “Acellular pertussis vaccines protect against disease but fail to prevent infection and transmission in a nonhuman primate model” http://www.pnas.org/content/111/2/787.full.pdf )
Lo studio ha evidenziato come i babbuini vaccinati fossero protetti da sintomi severi associati alla pertosse ma non dalla colonizzazione del batterio, non si liberassero dell’infezione prima degli animali “naive” (ndt: non da esperimento), e trasmettessero facilmente la Bordetella pertussis ai loro contatti non vaccinati.
I ricercatori hanno argomentato che questo era dovuto alle differenze tra l’ immunità conferita dalla infezione contratta naturalmente e quella conferita dal vaccino. L’infezione naturale conferisce una robusta immunità cellulo-mediata (cioè mediata da cellule: i linfociti) che la vaccinazione in realtà previene favorendo l’immunità umorale (cioè mediata da anticorpi), che significa che il vaccino stimola la produzione di anticorpi ma non la memoria di cui le cellule hanno bisogno per una immunità robusta e di lunga durata.
“When you’re newly vaccinated you are an asymptomatic carrier, which is good for you, but not for the population” ovvero “quando sei stato da poco vaccinato, sei un portatore asintomatico, cosa che va bene per te ma non per il resto della popolazione” - By Tod J. Merkel
http://www.nytimes.com/2013/11/26/health/study-finds-vaccinated-baboons-can-still-carry-whooping-cough.html?_r=0

Commento NdR: Questo è esattamente l’opposto di quanto viene solitamente detto ai genitori riguardo la necessità di vaccinarsi, perché il “gregge” ha bisogno di essere vaccinato per proteggere coloro che non possono essere vaccinati (neonati, immunodepressi, ecc.)
Infatti la BALLA spaziale dell’effetto gregge (protezione del gregge = le pecore) NON esiste !

Un'altro studio recente della FDA, afferma che negli US:
"Ci sono stati 48.000 casi denunciati lo scorso anno 2014, nonostante gli alti tassi di vaccinazione", ha detto Anthony Fauci, MD, direttore del National Institute of Allergy e Malattie infettive del NIH. "Questa rinascita suggerisce la necessità di ricerche sulle cause che stanno dietro l'aumento di infezioni e modi più efficaci per prevenire la diffusione della malattia."
"Questa ricerca suggerisce che, anche se gli individui immunizzati con un vaccino acellulare possono essere protetti dalle malattie, essi possono ancora essere infettati con i batteri e sono in grado di diffondere l'infezione ad altri, inclusi i bambini piccoli che sono suscettibili di malattia pertosse".
In parole povere: i vaccinati NON sono protetti dal vaccino e possono anche infettare altri soggetti.....
Tratto da: http://www.fda.gov/NewsEvents/Newsroom/PressAnnouncements/ucm376937.htm
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20200027

Il passaggio a un vaccino per la pertosse creato artificialmente, in laboratorio, con le tecniche di ingegneria genetica, è responsabile dell’aumento dei casi di mortalità verificatisi per la malattia negli Stati Uniti.
E’ quanto suggerisce e dimostra un nuovo studio a firma della Monash University, la più grande Università australiana, con campus localizzati in Malesia, Sud Africa, India e Italia.
I risultati sottolineano la necessità di condurre una ricerca simile in Australia e nel Regno Unito, sotto la supervisione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, dove i casi di pertosse sono entrati in una pericolosa spirale verso l’alto negli ultimi dieci anni, come afferma il Dr. Manoj Gambhir, Professore Associato presso la sede australiana della Monash University.

vedi: Pertosse e Cure naturali + Pertosse Pertosse 2 + Polio e Vaccini + Come nasce l'Unica malattia del Vivente + I germi non solo causa di malattia + Effetto Gregge Pertosse 2 + Trivalente - 2 +  Interrogazione Parlamentare + Morti per vaccino + Penta Vaccini, i loro pericoli + Meccanismo dei danni dei vaccini

UK (Gran Bretagna)
Negli anni 1950 (mese di aprile), l'Associazione Medicale Britannica, ha sospeso e proibito il vaccino per la difterite pertosse a seguito di numerosi casi di poliomielite (paralisi infantile) constatati sui bambini vaccinati da quel vaccino.
Tratto da: I ciarlatani della medicina, a pag. 170.

Quindi secondo le fonti ufficiali i soggetti, bambini, ragazzi, adulti, vaccinati con il vaccino per la Pertosse, Varicella o con il Morbillo, ecc., possono facilmente "infettare" gli altri,... purtroppo questa possibilita' e' valida anche per tutti gli altri soggetti vaccinati di QUALSIASI VACCINO  !

Il MORBILLO VIENE TRASMESSO ANCHE dai VACCINATI - 22/02/2015 
Un autorevole studio rivela che un individuo vaccinato non solo può infettarsi con il morbillo, ma può trasmettere il virus anche ad altri soggetti vaccinati – smentendo doppiamente l’affermazione che due dosi di vaccino MMR siano “efficaci nel 99% dei casi” come ampiamente sostenuto.
Fonte: http://www.greenmedinfo.com/blog/measles-transmitted-vaccinated-gov-researchers-confirm  - Tradotto da Stefania Lucianò
Uno degli errori fondamentali sulla valutazione dell’efficacia del vaccino per il morbillo è quello di pensare che l’inoculo di due dosi di morbillo - parotite - rosolia (MMR) equivalga ad acquisire totale immunità per questi agenti patogeni. Infatti, si ritiene che ricevere due dosi del vaccino MMR sia efficace al 99% nel prevenire il morbillo, nonostante una voluminosa bibliografia e prove basate sull’epidemiologia e sull’esperienza clinica contraddicano questo dato.
Questo modo di pensare sbagliato ha portato il pubblico, i media e le autorità ad attribuire sempre ai non vaccinati l’origine di focolai di morbillo, come quello recentemente segnalato a Disney,  anche se il 18% dei casi di morbillo si è verificato in coloro che erano stati vaccinati. L‘evidente inefficacia del vaccino è dimostrata anche dal fatto che il CDC ora richiede due dosi.
Ma i problemi che riguardano il fallimento del  vaccino MMR vanno molto più in profondità. 
In primo luogo, questo vaccino comporta gravi rischi per la salute, compreso il rischio crescente di autismo, rischio che uno scienziato senior del CDC ha confessato esser stato insabbiato dalla sua agenzia. Secondo, non solo il vaccino MMR non conferisce sempre immunità, ma coloro che sono stati “immunizzati” con due dosi di vaccino MMR possono ancora trasmettere l’infezione ad altri – un fenomeno che nessuno segnala nella fretta di incolpare chi non si è vaccinato o non ha fatto le due dosi.

Commento NdR: Siamo ancora in pieno medio evo nella sanita' .....ed i giornalisti fanno su questo argomento, “vaccini”, quasi sempre: DISINFORMAZIONE !

Nel 2014, un innovativo studio pubblicato sulla rivista Clinical Infectious Diseases, tra gli autori del quale ci sono scienziati che lavorano per Bureau of Immunization, New York City Department of Health and Mental Hygiene e National Center for Immunization and Respiratory Diseases, Centers for Disease Control and Prevention (CDC),  ha preso in esame le prove che, nel  focolaio di morbillo scoppiato a New York nel 2011, sia gli  individui precedentemente vaccinati che quelli con "immunità" da vaccino, erano in grado di essere infettati con il morbillo e di infettare altri (trasmissione secondaria).
Questa scoperta ha suscitato anche l’attenzione dei media, come l’articolo apparso su Sciencemag.org nell’aprile 2014 intitolato:
“Per la prima volta una epidemia di morbillo è stata ricondotta ad un individuo completamente vaccinato“.
Questo studio rivoluzionario intitolato “Epidemia di morbillo tra persone "immunizzate" (vaccinate) in precedenza, New York City,  2011”, ha riconosciuto che, “il morbillo può manifestarsi anche in individui vaccinati, ma non è stata documentata la trasmissione secondaria da tali individui”.
Al fine di scoprire se individui completamente vaccinati per il morbillo siano capaci di essere infettati e di trasmettere l’infezione ad altri, gli studiosi hanno preso in esame i casi sospetti ed i contatti esposti durante l‘epidemia di morbillo del 2011 a New York. Si concentrarono su un paziente che aveva ricevuto due dosi di vaccino per il morbillo e fu scoperto che,
”su 88 contatti, quattro casi secondari avevano ricevuto due dosi di vaccino anti- morbillo o avevano una precedente positività di anticorpi IgG per il morbillo . Tutti i casi sono stati confermati in laboratorio, i sintomi clinici erano coerenti con il morbillo e presentavano un’alta presenza di anticorpi IgG caratteristica di una risposta immunitaria secondaria.”

La loro importante conclusione fu la seguente:
 ”Questa è la prima segnalazione di trasmissione del morbillo da un individuo vaccinato due volte. La manifestazione clinica e i dati di laboratorio erano tipici del morbillo in un individuo mai esposto al virus.
Casi secondari avevano risposte anticorpali anamnestiche robuste. Nessun caso terziario si è verificato nonostante i numerosi contatti. Questo focolaio sottolinea la necessità di una approfondita indagine epidemiologica e di laboratorio dei casi sospetti di morbillo a prescindere dallo status vaccinale“.
Ovviamente questo fenomeno: individuo completamente vaccinato che infetta altri individui completamente vaccinati, è stato ignorato dalle agenzie sanitarie e dai media.
Questi dati confermano la possibilità che, durante il focolaio di morbillo verificatosi a Disney, soggetti precedentemente vaccinati (chiunque facente parte del 18% che si sa essersi infettato-ammalato) possono essere stati infettati o anche aver contratto il morbillo dal vaccino e aver trasmesso il morbillo sia ai vaccinati che ai non vaccinati.
Fonte: http://www.greenmedinfo.com/blog/measles-transmitted-vaccinated-gov-researchers-confirm - a mezzo: comilva.org

Ecco altra bibliografia che dimostra questi fatti:
-
http://www.hopkinsmedicine.org/kimmel_cancer_center/patient_information/Patient%20Guide%20Final.pdf
- http://www.stjude.org/stjude/v/index.jsp?vgnextoid=20206f9523e70110VgnVCM1000001e0215acRCRD
- Outbreak of Measles Among Persons With Prior Evidence of Immunity, New York City, 2011
http://cid.oxfordjournals.org/content/early/2014/02/27/cid.ciu105
- Detection of Measles Virus RNA in Urine Specimens from Vaccine Recipients 
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/7494055
- Comparison of the Safety, Vaccine Virus Shedding and Immunogenicity of Influenza Virus Vaccine, Trivalent, Types A and B, Live Cold-Adapted, Administered to Human Immunodeficiency Virus (HIV)-Infected and Non-HIV Infected Adults 
http://jid.oxfordjournals.org/content/181/2/725.full
- Sibling Transmission of Vaccine-Derived Rotavirus (RotaTeq) Associated with Rotavirus Gastroenteritis 
http://pediatrics.aappublications.org/content/125/2/e438
- Polio vaccination may continue after wild virus fades 
http://www.cidrap.umn.edu/news-perspective/2008/10/polio-vaccination-may-continue-after-wild-virus-fades
- Engineering attenuated virus vaccines by controlling replication fidelity 
http://www.nature.com/nm/journal/v14/n2/abs/nm1726.html
- CASE of VACCINE-ASSOCIATED MEASLES FIVE WEEKS POST-IMMUNISATION, BRITISH COLUMBIA, CANADA, October 2013 
http://www.eurosurveillance.org/ViewArticle.aspx?ArticleId=20649
- The Safety Profile of Varicella Vaccine: A 10-Year Review
http://jid.oxfordjournals.org/content/197/Supplement_2/S165.full
- Comparison of Shedding Characteristics of Seasonal Influenza Virus (Sub)Types and Influenza A(H1N1)pdm09; Germany, 2007 - 2011 
http://journals.plos.org/plosone/article?id=10.1371/journal.pone.0051653
- Epigenetics of Host-Pathogen Interactions: The Road Ahead and the Road Behind 
http://journals.plos.org/plospathogens/article?id=10.1371/journal.ppat.1003007
- Animal Models for Influenza Virus Pathogenesis and Transmission
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3063653/
- Acellular pertussis vaccines protect against disease but fail to prevent infection and transmission in a nonhuman primate mode 
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24277828
- Study Finds Parents Can Pass Whooping Cough to Babies
http://www.nytimes.com/2007/04/03/health/03coug.html?_r=0
- Immunized People Getting Whooping Cough
 
http://www.kpbs.org/news/2014/jun/12/immunized-people-getting-whooping-cough/

Le RICERCHE MOSTRANO un NESSO fra MICROBIOMA Intestinale (intestino) e CERVELLO - 09/01/2015
Chiamate collettivamente microbioma, le migliaia di miliardi di microbi che abitano il corpo umano vivono principalmente nell’intestino, dove ci aiutano a digerire il cibo, a sintetizzare le vitamine e a difenderci dalle infezioni. Ora, recenti ricerche sul microbioma hanno dimostrato che la sua influenza si estende ben oltre l’
intestino, fino ad arrivare al cervello. Negli ultimi 10 anni, vari studi hanno collegato il microbioma intestinale a una serie di comportamenti complessi, come umori ed emozioni, appetito e ansia.
Il microbioma intestinale sembra contribuire al mantenimento della funzionalità cerebrale, ma non solo: potrebbe anche incidere sul rischio di disturbi psichiatrici e neurologici, fra cui ansia, depressione e autismo.
Una delle modalità più sorprendenti con cui il microbioma influisce sul cervello è durante lo sviluppo.
“Esistono delle finestre evolutive critiche in cui il cervello è più vulnerabile poiché si sta preparando a rispondere al mondo circostante”, spiega Tracy Baie, docente di neuroscienze presso la facoltà di veterinaria dell’Università della Pennsylvania.
“Così, se l’ecosistema microbico della madre si modifica - per esempio a causa di infezioni, stress  o diete - ciò cambierà il micro bioma intestinale del neonato, e gli effetti possono durare tutta la vita.”
Altri ricercatori stanno esplorando la possibilità che il microbioma abbia un ruolo nelle malattie neurodegenerative come l’Alzheimer e il Parkinson.
Fonte: MedicalXpress.com : http://tinyurl.com/kaa2j36

Credo che tutti sappiano che la vaccinazione "obbligatoria" non è altro che un affare tra alcuni politici e le "famiglie" proprietarie delle multinazionali farmaceutiche che formano le Lobbies - BIG PHARMA + Big Pharma 2 + Danni dei vaccini (English)

Confessione shock di un ex dirigente di un'industria farmaceutica
https://www.youtube.com/watch?v=zDOi81tiWz8&feature=youtu.be

SPAGNA - Smettere di vaccinare per lo HPV (cancro all’utero) - Giugno 2015 - Gardasil-Cervarix
Stop vaccinations against HPV – 26/06/2015
http://sanevax.org/spain-stop-vaccinations-against-hpv/
Firmare la petizione:
http://saludnutricionbienestar.com/peticion-virus-papiloma/firma/index_f2.php?xc1=XSP1R507&d

Gli esperti di vaccini del CDC, hanno spesso conflitti di interesse - 18/03/2010
CDC e Conflitti di interesse - 1 + CDC e Conflitti di interesse - 2 + CDC e Conflitti di interesse - 3 + Corruzione + Danni dei Vaccini + Contro Immunizzazione

CDC conflitti di interesse anche per i vaccini + anche per la FDA
http://healthimpactnews.com/2014/cdcs-purchase-of-4-billion-of-vaccines-a-conflict-of-interest-in-overseeing-vaccine-safety/

Parlamentari pagati dalle Lobbies ? - Roma Ott. 2013 
L'intervista a un assistente di un Senatore che svelerebbe i traffici illeciti tra parlamentari e Lobbies.
Video dell'intervista: 
http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/390060/roma-parlamentari-pagati-dalle-lobbies.html

Informatore dei CDC CONFESSA la FRODE e le FALSIFICAZIONI sugli studi della correlazione VACCINO=AUTISMO

MOLTI VACCINI sono IRRADIATI con COBALTO 60 (isotopo radioattivo del metallo Cobalto) e la perdita della Radioattivita' di cio' che e' stato irradiato si esaurisce fra i 5 ed i 7 anni....dall'irradiazione...
Il Cobalto 60 è un isotopo radioattivo e instabile del cobalto che decadendo emette radiazioni ionizzanti. I raggi gamma prodotti dalla sorgente di Co-60 penetrano il materiale e deviano gli elettroni dalla loro orbita. Per le applicazioni a scopo di sterilizzazione (come viene fatto per i vaccini), questo fenomeno ha un effetto disgregante sul DNA 
vedi: la prova dell'iradiazione, nello studio nel PDF

Uno studio in inglese dimostra, che bambini NON vaccinati sono più sani che i bambini vaccinati
http://www.naturalblaze.com/2014/02/studies-prove-without-doubt-that.html

I bambini NON vaccinati sono più sani - Bologna, 28 ottobre 2015
A sostenerlo non sono pseudo-guaritori, maghi o fattucchieri. Ma oltre 120 medici che, dopo settimane di dibattiti e polemiche sul tema, escono allo scoperto con una lettera aperta all’Istituto superiore di sanità. Primo firmatario il cardiologo Roberto Gava, membro della ‘Società medicina centrata sulla persona’ di Bologna, appoggiato da oltre una ventina di professionisti emiliano-romagnoli e marchigiani.
Il corposo documento prende le mosse dalle affermazioni del presidente dell’Istituto, il professor Gualtiero Ricciardi (leggete i conflitti di interesse che questo soggetto ha con la GSK, produttore di vaccini), che ha recentemente sostenuto la sicurezza dei vaccini pediatrici: "Su 19 milioni di vaccinazioni ci sono stati soli 5 casi di reazioni gravi, peraltro non mortali".
Non è esattamente così per i firmatari della missiva che rivelano l’esistenza di "reazioni avverse che ammontano a migliaia di rilievi all’anno".
Non per questo vogliono essere classificati come i fautori del no, senza se e senza ma. E infatti nella premessa mettono in chiaro che, oggigiorno, un qualsiasi medico dotato "di buon senso" e di "un minimo di conoscenza scientifica" non può essere "contro le vaccinazioni pediatriche".
Ma poi mettono sul tavolo la loro esperienza sul campo. E cioè "pratica medica specializzata" accanto al bambino malato, non "frettolosa ma fatta di osservazione e ascolto, di considerazione di quello che lui ci comunica e subliminale e di quello che i genitori raccontano". E tutto ciò "ci ha aperto gli occhi".
La conclusione è destinata a suscitare scalpore: "I bambini non vaccinati appaiono indubbiamente e globalmente più sani, meno soggetti alle patologie infettive, specie delle vie aeree, meno soggetti ai disturbi intestinali e alle patologie croniche, meno soggetti a patologie neurologiche e comportamentali e scarsi consumatori di farmaci e di interventi sanitari".
- vedi questo studio: Confronto fra vaccinati e NON vaccinati

Video su: I BAMBINI NON VACCINATI SONO molto PIU' SANI di quelli VACCINATI !
Nel 1992 I.A.S. ha condotto un sondaggio sulla salute e la vaccinazione dei bambini della Nuova Zelanda ed ha trovato solide prove scientifiche che I BAMBINI NON VACCINATI sono PIU' SANI dei loro coetanei vaccinati !

VACCINO HPV e sindrome autoimmune
Problema
I fenomeni autoimmuni Post-vaccinazione sono un importante aspetto della sindrome autoimmune / infiammatoria indotta da coadiuvanti (sindrome Asia) e diversi vaccini, tra cui l'HPV, sono stati identificati come possibili cause.
Metodo di studio
La storia clinica di tre giovani donne che presentavano amenorrea secondaria a seguito della vaccinazione HPV è stato raccolto.
I dati riguardanti il tipo di vaccino, il numero della vaccinazione, caratteristiche personali, cliniche e sierologiche, così come risposta a trattamenti sono stati analizzati.
Risultati
Tutti e tre i pazienti hanno sviluppato amenorrea secondaria, dopo vaccinazioni HPV, che non hanno risolto in seguito al trattamento con terapie ormonale di sostituzione. In tutti e tre i casi lo sviluppo sessuale era normale e screening genetico non ha rivelato anomalie pertinenti (ad esempio, la sindrome di Turner, prova X Fragile erano tutti negativi). Valutazioni sierologiche hanno mostrato bassi livelli di estradiolo e l'aumento FSH e LH e in due casi, sono stati rilevati auto-anticorpi specifici (tiroide antiovarian e anti), suggerendo che il vaccino HPV ha innescato una risposta autoimmune. Ecografia pelvica non ha evidenziato anomalie in nessuno dei tre casi. Tutti e tre i pazienti hanno presentato una serie di non-specifici sintomi post-vaccino comuni, tra cui nausea, mal di testa, disturbi del sonno, artralgia e una serie di disturbi cognitivi e psichiatrici. Secondo queste caratteristiche cliniche, la diagnosi di insufficienza ovarica primaria (POF) è stata determinato che ha anche soddisfatto i criteri richiesti per la sindrome ASIA.
Conclusione
Abbiamo documentato qui la prova della potenzialità del vaccino HPV ad innescare una condizione autoimmune-invalidante a vita.
Il numero crescente di simili rapporti di vaccini-linked HPV ed autoimmunità e l'incertezza dei benefici clinici a lungo termine della vaccinazione HPV, sono una questione di sanità pubblica, che garantisce ulteriormente una rigorosa inchiesta.
http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/aji.12151/abstract;jsessionid=6D072964FFC27B4C253BB19CB90E5C7C.f04t01?deniedAccessCustomisedMessage&userIsAuthenticated=false

Vaccinazione per il papillomavirus = casi di anafilassi: visionate cosa succede a delle ragazze dopo il vaccino !
http://www.medtv.it/video/7
https://www.facebook.com/pages/HPV-Bivirkningsramte-%C3%A5ben-side/1657968304435936
https://www.facebook.com/casper.larsen.562/videos/o.1657968304435936/10205696585206761/?type=2&theater
https://www.youtube.com/watch?v=LqcCMN2Vj_A
https://www.youtube.com/watch?v=ZG1DbxayODQ

Studio scientifico mostra che il vaccino quadrivalente per il papilloma virus può causare vasculopatia autoimmuni fatali (ovvero mortali).
Lo studio realizzato dai due medici canadesi Lucija Tomljenovic e Cristopher A. Shaw si intitola "Morte dopo il vaccino per il papilloma virus, c'è una relazione causale o è una coincidenza ? " e si può leggere (in inglese) al seguente link
http://sanevax.org/wp-content/uploads/2012/10/Tomljenovic-Shaw-Gardasil-Causal-Coincidental-2167-7689-S12-001.pdf.
Le conclusioni dell'articolo non sono per niente ambigue: il vaccino in questione può innescare una reazione autoimmune che può essere talora mortale.
Le conclusioni sono motivate dal fatto che molte delle reazioni avverse a tale vaccino finora registrate corrispondono a sintomi di vasculopatia cerebrale.
Studi come questo ovviamente mettono in un angolo tutti i ministeri della sanità che negano continuamente ogni correlazione tra le morti ed i vaccini.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Nuovo vaccino Gardasil 9 - la FDA lo approva, ma contiene il doppio di alluminio – 05/04/2015  
La U.S. Food and Drug Administration (FDA) ha dato il via libera  ad una nuova versione del vaccino controverso, che contiene ora un allarmante alto livello di alluminio, una nota neurotossina.
(NaturalHealth365) Mentre la controversia  sul vaccino HPV continua a covare,  la U.S. Food and Drug Administration (FDA) ha dato il via libera  ad una nuova versione del vaccino controverso, che contiene ora un allarmante alto livello di alluminio, una nota neurotossina.
Nella sua fretta di approvare il vaccino, la FDA ha anche bypassato un importante passaggio di sicurezza.
Nella sua lettera di approvazione alla Merck, il comitato del Center for Biologics Evaluation and Research (CBER) della FDA, ha approvato il vaccino Gardasil 9, affermando che non vedeva il bisogno di sottoporre la richiesta del gigante farmaceutico al  Vaccines and Related Biological e quindi al Products Advisory Committee (VRBPAC) - comitato consultivo prodotti -, il cui compito è controllare e valutare i dati sulla efficacia, l’uso appropriato e la sicurezza dei vaccini...forse che “le preoccupazioni sulla sicurezza”, sono secondarie rispetto alla vendita dei vaccini ?
I sostenitori della versione piu’ recente del vaccino HPV affermano che supera le versioni precedenti perchè "protegge" per 9 ceppi del virus HPV. Ma il nuovo virus puo’ anche superare le versioni precedenti per quanto riguarda  i pericoli del vaccino: contiene il doppio quantitativo di alluminio, rispetto alle versioni precedenti.
I pericoli dell’alluminio sono molto ben documentati e difficili da confutare. Ben oltre 1600 documentazioni scientifiche e scritti pubblicati in peer-review hanno confermato i pericoli della tossicità dell’alluminio negli esseri umani.
Le forme precedenti del vaccino Gardasil  sono già state messe in relazione a giovani donne che sono decedute improvvisamente, appena dopo aver ricevuto il vaccino. E’ stato associato ad altri seri effetti collaterali, incluso lo sviluppo di malattie autoimmuni, qualcosa che porta ad una permanente disabilità.
Ecco la quantità di alluminio consentita in acqua potabile:
2 parti per miliardo - quantità trovata in un vaccino: 51.000 parti per miliardo
il rischio della malattia veramente ha piu’ peso del pericolo delle vaccinazioni ?

Il Dr. Mark Geier e il Dr. David Geier, dell’Institute of Chronic Illnesses Inc., nell’ottobre 2014 hanno pubblicato una analisi sulla relazione tra il Gardasil e certe malattie autoimmuni. Hanno trovato che  il vaccino HPV è stato messo in relazione a molti casi sia di insorgenza che di acutizzazione delle malattie autoimmuni.
Il tema consunto che qualsiasi rischio di malattia causata dal vaccino, incluso quello dell’ HPV, valga di gran lunga  la candela…rispetto alle vite “salvate” sta diventato sempre piu’ difficile da sostenere da parte dei sostenitori dei vaccini e questo alla luce della enorme quantità di prove che mostrano il contrario.
I dati della World Health Organization (OMS) mostrano che il tasso di mortalità attuale, secondo le età, riferito al cancro al collo dell’utero sia in realtà piu’ basso di 2,5 volte, rispetto a quello di serie complicazioni dovute a reazioni da vaccini, come riferito al Vaccine Adverse Event Reporting System. In Olanda, il rischio di serie reazioni avverse è di 4 volte maggiore del tasso di mortalità standardizzato per età, relativo al cancro al collo dell’utero.

Il vaccino HPV collegato a maggior rischio di disabilità e morte prematura
Negli anni, il vaccino HPV è stato messo in relazione a piu’ casi di morte, disabilità ed altri seri effetti collaterali che siano mai stati tracciabili con altri tipi di vaccini, alimentando cosi la controversia sul vaccino HPV. Una analisi sulla ricerca condotta dalla stessa Merck ha mostrato che, pazienti già stati esposti a certi ceppi di HPV prima di essere immunizzati, avevano aumentato del 44.6 percento il rischio di sviluppare lesioni precancerogene, o peggio, se a loro veniva somministrato il vaccino HPV .
Persino il foglio illustrativo del Gardasil 9 fa notare che gli studi clinici completati sul Gardasil 9, hanno trovato che il 2.3 percento di coloro che avevano preso parte ai test clinici riportavano reazioni avverse collegate al vaccino. Questo è da confrontarsi con il 2.5 percento degli studi clinici delle versioni precedenti del vaccino.
Il foglio illustrativo continua dicendo che sono avvenute 10 morti in totale durante i test di entrambi i vaccini, ma si afferma che nessuna delle morti era da associarsi al vaccino. Tra le cause di morte, tuttavia, ci sono state quelle causate da emorragia cerebrale e cancro gastrico.

Fonte: http://www.naturalhealth365.com/gardasil-vaccine-dangers-1341.html
traduzione: Cristina Bassi per thelivingspirits.net

References:
http://vactruth.com/2015/02/01/vaccine-containing-aluminum
http://sanevax.org/fda-approved-gardasil-9-malfeasance-or-stupidity
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25535199

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

TROVATO, DNA modificato geneticamente, come contaminante nel vaccino GARDASIL
Gardasil Contaminazione:  EMA continui rimpalli, FDA perde la palla - 16/09/2011
Norma Erickson, Presidente
16 settembre 2011, in risposta ad una richiesta per la recente scoperta di SANE Vax di presenza di DNA  geneticamente modificato nel vaccino Gardasil per HPV ™ [i], il seguente annuncio è stato trasmesso su Radio Tipp.fm di Clonmel, County Tipperary, Irlanda:
"L'IMB (Irish Medicines Board) e l'Agenzia europea per i medicinali (EMA) sono a conoscenza della recente comunicazione Sane Vax ed in linea con questa, l'EMA ha chiesto al titolare dell'autorizzazione all'immissione in commercio (
NdR: il produttore del vaccino Merck & Co) di effettuare un'immediata valutazione del rischio di contaminazione.
(
NdR: ....e’come chiedere all’oste, se il suo vino e’ buono…, invece di fare direttamente, come EMA, che e' l'ente di controllo europeo sui farmaci, i controlli sul contenuto del vaccino, l’EMA chiede al produttore stesso di fare i controlli sul suo prodotto…,che buffonata)

L'IMB, attraverso la sua partecipazione a comitati scientifici dell'UE contribuisce alla valutazione (NdR; dialettica, non di analisi di laboratorio) continua nell’UE di questo problema e continuerà a farlo in ulteriori riunioni dell'UE in programma nel corso della settimana a venire. Saranno evidenziate eventuali aggiornamenti sul risultato di queste discussioni e le eventuali raccomandazioni, a seconda dei casi.
Allo stato attuale, l'equilibrio dei rischi e benefici per il vaccino rimane positivo (
NdR: ???, che frase infelice….).
Il vaccino Gardasil è stato concesso in licenza per l'uso nella UE dal 2006.
L'IMB insieme con l'EMA continuare a (
NdR: parole…. Non a fatti….) monitorare il profilo di rischio-beneficio di Gardasil. "
Ciò è particolarmente una buona notizia per i consumatori, medici, distribuiti in 27 paesi appartenenti all'Unione Europea (Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Islanda, Irlanda, Italia, Lituania , Lussemburgo, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Regno Unito).
Un 'immediata valutazione del rischio dovrebbe significare al titolare dell'autorizzazione (
NdR: il produttore…) all'immissione in commercio, che deve ora:
- Determinare l'entità della contaminazione del vaccino
- Determinare il rischio potenziale per la salute, che potrebbero derivare da HPV DNA ricombinante allegata all'adiuvante alluminio (
NdR: metallo tossico-nocivo, eppure si permette la sua immissione nei corpi viventi….) essere iniettato nel corpo umano.
Il punto critico qui non è che il vaccino haun  DNA residuo in esso (
NdR: e gia’ perche’ il DNA eterlogo e’ salubre….., ma che enti a tutela sono….si sono collusi con i produttori…dei vaccini), ma che il DNA di HPV contaminante è geneticamente modificato e saldamente fissato all’ adiuvante alluminio (NdR: metallo tossico nocivo) - che rende una quantità di problemi sconosciuti in quanto sono esistenti i potenziali rischi per la salute.
Is ricombinante (ingegneria genetica) HPV DNA, o DNA accidentale, e’  in grado di alterare il DNA umano potenzialmente avviare il cancro, o una serie di malattie autoimmuni ? (
NdR: si e molto !)
Il produttore del Gardasil ™, Merck, si è adoperata per ri-assicurare le autorità sanitarie governative di tutto il mondo non c'era DNA virale nel vaccino (
NdR: e come mai, altri, lo hanno trovato….?).
 [Ii] [iii] Merck ha ripetutamente detto alle autorità sanitarie che questo vaccino contiene solo particelle simili al virus prodotte dalla proteina L1 - NO HPV DNA.
Riconosce i potenziali rischi per la salute di DNA residuo, e quindi i funzionari della sanità del governo (
NdR: in pieno conflitto di interesse con le case farmaceutiche…)  edotti da questa assicurazione verbale, hanno fin dall’inizio approvato il vaccino per l'impiego nei loro paesi. (NdR: evviva, che vera tutela della salute che fanno questi dirigenti degli enti a tutela…, si ma quella dei fatturati delle aziende produttrici dei vaccini…)
Il team di SANE Vax crede che la soluzione sia semplice.
Gardasil ™ non era conforme alle specifiche dichiarate del costruttore, prima di ottenere l'approvazione per l'uso del loro vaccino HPV.
Pertanto, l'uso Gardasil ™ deve essere interrotto fino a quando il produttore sia in grado di rimuovere tutti i residui di DNA di HPV dal vaccino, o provare l'rDNA HPV residuo attaccato al adiuvante alluminio non ponga rischi per la salute quando e’ iniettato nel corpo umano., (
NdR: bypassando tutte le principali barriere immunitarie = pelle e mucose)
SANE Vax Inc. vorrebbe ringraziare l'EMA e IMB per l’intensificazione dei controlli.
Noi crediamo chiedendo un'immediata valutazione dei rischi, effettuata dal titolare dell'autorizzazione (
NdR: il produttore del vaccino  stesso...) è l'unica strada ragionevole disponibile (NdR: bella credenza….). per i Consumatori, medici di tutto il mondo, che stanno a guardare e in trepidante attesa del risultato delle indagini al riguardo, da parte del produttore…..
SANE Vax Inc. ha comunicato alla FDA sulla scoperta di contaminanti HPV rDNA di Gardasil ™ prima di chiunque altro.
[Iv] Perché i dirigenti di questo ente governativo, rimangono stranamente in silenzio per quanto riguarda la contaminazione del Gardasil ™?
La Food and Drug Administration negli Stati Uniti ha fatto “cadere la palla” ?
Potrebbe essere che da quando la FDA, prima di concedere l'approvazione per la commercializzazione del vaccino, non è "riuscita" a richiedere al fabbricante di verificare, valutare e quantificare i rischi di DNA geneticamente modificato e quindi presenti nel vaccino ricombinante Gardasil ™, ed hanno appena deciso di prendere i loro giocattoli e andare a casa..(
NdR: lasciando agli altri il compito del controllo,…la forza dei conflitti di interesse dei suoi dirigenti e’ stata dimostrata…dai fatti)
Consumatori e medici meritano di capire meglio.

[i] SANE Vax Inc. Rapporti Papillomavirus (HPV) Contaminazione del DNA umano in Gardasil
[ii] Prodotti Biologici comitato consultivo Vaccines and Related (VRBPAC) Briefing Document-Gardasil
[iii] JVCI Normativa sulla vaccini papillomavirus umano
[iv] SANE Vax alla FDA: ricombinante del DNA di HPV trovato in campioni multipli di Gardasil
Tratto da: http://sanevax.org/gardasil-contamination-ema-steps-up-to-the-plate-fda-drops-the-ball/

vedi:
Corruzione anche per i vaccini

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

EUROPA (2013-2014), siccome il Gardasil-Cervarix NON ha "attaccato", i produttori del vaccino, hanno inventato che salva anche i maschi dal tumore alla prostata....e poi successivamente che salva dal tumore anale....
Il vaccino quadrivalente anti-HPV, Gardasil, approvato nell’Unione Europea per la prevenzione del tumore del canale anale
...chissa' se in futuro salvera' anche dalla deficienza...
La Commissione Europea ha concesso l’autorizzazione all’immissione in commercio del vaccino quadrivalente anti-HPV Gardasil per la prevenzione delle lesioni anali precancerose e del cancro anale causalmente connessi a particolari ceppi oncogeni di papillomavirus umano ( HPV ) sia nei maschi sia nelle femmine.
Gardasil è attualmente autorizzato nei soggetti di sesso femminile di età pari a 9 anni per la prevenzione del cancro della cervice uterina e delle lesioni genitali precancerose ( del collo dell’utero, della vulva e della vagina ) causalmente correlate a specifici ceppi oncogeni di papillomavirus umano. 
Gardasil è stato, inoltre, approvato per la prevenzione dei condilomi genitali correlati a specifici ceppi di HPV nei maschi e nelle femmine.


Commento NdR: ...la forza di Big Pharma...... & C

DANIMARCA - Giugno 2015
Migliaia di ragazze rovinate dal Gardasil:
http://sanevax.org/gardasil-firestorm-in-denmark/

Nel marzo 2015, una stazione televisiva nazionale danese (TV2) mandò in onda un documentario incentrato sulle ragazze che sospetta che era stati rovinate ed ammalate dal vaccino HPV Gardasil :
http://sanevax.org/hpv-vaccines-a-danish-documentary/
Immediatamente dopo la messa in onda dello show, ragazze con esperienze simili ha iniziato ad chiamare la redazione della TV. Praticamente tutte le ragazze avevano la stessa storia da raccontare !

Tempesta di fuoco sul vaccino HPV in Danimarca - Denuncia sanitaria - 26/06/2015
By Norma Erickson
A marzo 2015, una stazione televisiva nazionale danese (TV2), ha mandato in onda una trasmissione che si occupava dei danni subiti da un gruppo di ragazze in seguito alla somministrazione del vaccino HPV GARDASIL. Subito dopo la messa in onda della trasmissione, altre ragazze con esperienze simili hanno iniziato ad uscire allo scoperto.

Praticamente tutte le ragazze raccontavano la stessa storia: poco dopo la somministrazione di GARDASIL iniziavano ad avere gravi problemi di salute, tali da richiedere l’intervento di un medico. Secondo Luise Juellund, la stragrande maggioranza dei medici chiamati in causa, avrebbe liquidato la cosa affermando che il vaccino contro l’HPV non aveva alcun effetto indesiderato grave e suggerendo, quindi, che alla base dei sintomi indicati ci fossero semplicemente di problemi psicologici.

Luise ha una figlia danneggiata gravemente proprio dal vaccino HPV: la ragazza non può essere lasciata a casa da sola a causa delle convulsioni di cui soffre quotidianamente e dei periodi di incoscienza che durano anche delle ore. La ragazza, dopo aver manifestato i gravi sintomi conseguenti alla vaccinazione è stata sottoposta ad una valutazione psicologica. I medici che l’anno visitata hanno escluso ogni patologia di carattere psicologico: dopo ulteriori indagini le è stata diagnosticata la POTS (sindrome di tachicardia posturale ortostatica) che si sospetta essere una reazione avversa del vaccini HPV.

Secondo Peter la Cour, capo del centro per disturbi funzionali a Copenaghen, la consuetudine di privare le ragazze dell’opportunità di essere visitate e di ricevere cure mediche quando segnalano una possibile reazione avversa di questo tipo, con il pretesto che soffrano di disturbi psicologici a cui vengono attribuiti i sintomi è terrificante. Egli afferma, fra l’altro: "Il gruppo di ragazze che ho visto non è affatto malato di mente, purtroppo erano molto malate e debilitate fisicamente. Non si possono semplicemente liquidare o respingere persone malate perché si suppone che siamo malate di mente. Nessuno di noi sa il motivo per cui sono così ammalate. La presunta conoscenza di motivi psicologici è una diffamazione scandalosa di queste giovani donne".
Reazioni avverse gravi colpiscono una persona su 500

La Danimarca è divisa in cinque regioni sanitarie: il 1 giugno 2015, il governo ha istituito un punto di accoglienza in ciascuna di queste regioni per l’accesso di coloro che sospettano una reazione avversa al GARDASIL. La risposta è stata sorprendente: l’afflusso di ragazze che cercavano una risposta e una cura per le loro condizioni è stata di oltre il 60% rispetto a quanto stimavano le autorità sanitarie danesi in un primo momento. Al 9 giugno, la lista d’attesa per accedere ad una visita di controllo variava dai sei ai nove mesi (vedi mappa qui sotto). Due dei cinque centri non erano in grado nemmeno di prevedere i tempi di attesa. Jesper Mehlsen, del Synkopecenteret a Frederiksberg Hospital, uno degli specialisti che si prendono cura delle ragazze ha dichiarato:
"Abbiamo pensato che il tasso di eventi avversi gravi fosse di circa 1 caso su 10.000: Ora si scopre che sono almeno 2 su 10.000. Improvvisamente era raddoppiato".

Purtroppo, il numero di ragazze in cerca di diagnosi mediche e trattamento sanitario dopo la vaccinazione HPV ha continuato ad aumentare. Solo due giorni dopo, l’11 giugno, il Dr. Jesper Mehlsen ha dovuto rivedere la sua stima del numero di ragazze danneggiate affermando:

Una stima realistica è che di almeno 1 ragazza su 500, ovvero 1.000 delle 500.000 ragazze vaccinate hanno avuto esperienza di gravi effetti collaterali.

Il Dr. Mehlsen ha partecipato alle ricerche sul vaccino HPV e ha personalmente vaccinato 3.000 ragazze. Ora, egli opera nel centro regionale Frederiksberg e sarà incaricato di coordinare il lavoro in tutto il paese. Dall’11 giugno, 360 ragazze sono entrate a far parte di questo studio studio. Il Dr. Stig Gerdes teme che questa sia solo la punta dell’iceberg: infatti ha dichiarato:

"Non mi sorprenderebbe se le persone danneggiate arrivassero a diverse migliaia. Ho anche smesso di somministrare GARDASIL pochi anni fa, dopo aver vaccinato circa 100 pazienti. Più di qualcuna si ammalò dopo il vaccino e molte fra queste in modo molto-molto serio, in una maniera completamente devastante".

La sicurezza del vaccino HPV si basa su mere congetture ?
Il Ministro della sanità danese, Nick Haekkerup e il National Board of Health continuano a difendere l’uso del vaccino HPV GARDASIL nonostante siano più di 600 oramai le giovani ragazze che si sospetta ufficialmente si siano ammalate seriamente a causa del vaccino. Entrambi sostengono ancora che il vaccino sia sicuro e che i benefici superino ai rischi. Ma gli esperti che lavorano con le ragazze danneggiate non sono d’accordo. Il coordinatore della società danese per le linee guida nazionali di ostetricia e di ginecologia per la vaccinazione HPV, il ginecologo Jeppe Schroll afferma:
"Noi semplicemente non possiamo parlare perché non sappiamo nulla di preciso. C’è così tanta incertezza negli studi condotti sul vaccino che parlare della sua sicurezza è una pura congettura. Può darsi che le autorità sanitarie abbiano ragione, ma potrebbe benissimo essere vero il contrario".
Il suo commento è rinforzato dalla Dr.ssa Diane Harper, che ha contribuito a sviluppare GARDASIL per la Merck, attraverso questa dichiarazione:
"Non sono disponibili dati per dimostrare che i benefici siano superiori ai rischi. La verità è che sappiamo molto poco circa gli effetti collaterali del vaccino HPV".

La Dr.ssa Schroll suggerisce che la stessa analisi di Merck sui possibili gravi effetti collaterali si basi su un questionario che i partecipanti ai trial clinici hanno compilato due settimane dopo la somministrazione del vaccino. Negli anni successivi, alle donne è stato chiesto se avessero rilevato semplicemente “nuovi problemi di salute”.
Secondo la Dr. ssa Schroll, questo metodo di indagine comporta un elevato grado di incertezza sul dato di riscontro: infatti alcune donne avrebbero potuto ammalarsi durante i primi 14 giorni, ma le donne che si sono ammalate più tardi potevano non collegare i loro problemi di salute al vaccino. La Dr.ssa Schroll ha dichiarato inoltre che:
"Un’altra fonte di incertezza negli studi riguarda i criteri utilizzati, come nell’ultimo e principale studio danese/svedese, condotto su 1 milione di ragazze: in questo caso è stata presa in considerazione solo una diagnosi, mentre nella maggior parte dei casi siamo di fronte a molteplici sintomi quali paralisi debilitante di braccia e gambe, dolore, stanchezza cronica , improvviso svenimento giornaliero, emicrania quotidiana e vertigini – come nel caso delle 600 e più ragazze danesi attualmente in attesa di una diagnosi".
Sempre secondo la Dr.ssa Schroll, il motivo per cui non sono stati trovati effetti collaterali negli studi fin qua condotti è che, semplicemente, non si sono cercati.

Il peso degli esperti sulla politica di vaccinazione per l’HPV
I medici generici danesi sono convinti che si dovrebbero prendere in esame le condizioni delle numerose ragazze che si sospetta abbiano avuto reazioni avverse al GARDASIL prima di considerare l’implementazione del nuovo GARDASIL 9. Il Vice Presidente del PLO e membro della Commissione sulle vaccinazioni del Consiglio della salute, Niels Urich Holm concorda con questa linea ed afferma:
"Sappiamo troppo poco circa gli effetti collaterali del nuovo vaccino. Temiamo, in primo luogo, che (GARDASIL 9) potrebbe avere più effetti collaterali dell‘attuale vaccino (GARDASIL), che di per sé ha già ha effetti collaterali maggiori rispetto agli altri vaccini. E in secondo luogo, riteniamo che sarebbe prudente attendere le indagini attualmente in corso in tutte le regioni per saperne di più sulle malattie e sui sintomi che abbiamo riscontrato in un notevole numero di ragazze, forse causati proprio dal vaccino. Di conseguenza, si dovrebbe aspettare ad introdurre il nuovo vaccino per l’HPV, già approvato per l’uso in Danimarca, fino a che i cinque nuovi centri regionali per l’HPV non abbiano approfondito adeguatamente gli studi sulle ragazze che si sono ammalate dopo la somministrazione del vaccino attuale".

Il portavoce di SF (Partito Socialista Popolare) Ozlem Cekic ha richiesto che i medici di base applichino il Principio di Precauzione, dichiarando:
"Non capisco perché il National Board of Health è così ansioso di lanciare un nuovo vaccino per l’HPV. Credo che nel complesso l’Agenzia si sia comportata in maniera incosciente in questo caso, in particolare per la lentezza dimostrata nel reagire di fronte a questa situazione".

Possiamo ipotizzare che molte di queste ragazze possano essersi ammalate a causa di gravi effetti collaterali del vaccino.
E’ necessario quindi che vengano condotte indagini accurate. Lo stesso portavoce ha anche affermato che il partito popolare socialista solleverà in ambito politico il problema del vaccino per l’HPV dopo le elezioni e che richiederanno maggiori approfondimenti sulla documentazione presentata per l’approvazione del vaccino in Danimarca.
La relatrice per la Salute del Partito Popolare danese, Liselott Blixt, è stata a suo tempo la persona che ha guidato la campagna di promozione per l’introduzione del vaccino HPV GARDASIL in Danimarca nel 2008. Ora, di fronte a questa situazione, vuole che venga abolito e afferma:
"Il fatto che abbiamo così tante giovani donne, forse fino a 5.000, che si sono improvvisamente ammalate e in modo così grave dopo la vaccinazione, deve portarci alla conclusione che dobbiamo semplicemente smettere di somministrare questo vaccino. Sono stata la prima che ha detto un grande “Sì” al vaccino, ma ora sarò anche la prima ad chiedere di abolirlo, perché noi politici dobbiamo assumerci la responsabilità di controllare se ciò che abbiamo fatto è stato giusto o sbagliato. Se non altro anche alla luce del fatto che non abbiamo alcuna opzione di trattamento sanitario da offrire ai malati più gravi".

Speriamo che le autorità in Danimarca seguano i consigli di questi esperti e si assicurino che la salute delle giovani donne non venga più sacrificata per la promessa di un beneficio tra quindici-venti anni. Nessuna donna giovane sana dovrebbe sacrificare la propria salute per valutare se un esperimento di prevenzione del cancro funzionerà o meno!
[dalla nostra redazione aggiungiamo che, ovviamente, questo vale anche per le nostre ragazze e giovani donne !]
Traduzione a cura della Redazione Comilva

FONTI:
Documentario danese con sottotitoli: https://www.quival.it/foods-and-drugs/ragazze-vaccinate-hpv.html

http://www.informasalus.it/it/articoli/danimarca-vaccino-hpv.php

FRANCIA - Aprile 2014
420 Medici firmano una petizione contro il Gardasil
 
Ormai è chiaro che stiamo vivendo un periodo tormentato in ambito vaccinale. Mentre in Puglia vi sono genitori che “scioperano” a sostegno dell’indagine avviata dalla Magistratura di Trani in merito all’Autismo da vaccino MPR, in Francia si attivano 420 Medici per promuovere una petizione contro il vaccino anti - HPV Gardasil.
Gardasil, prodotto dalla Sanofi Pasteur MSD per il mercato europeo e dalla Merck per il mercato americano, è sempre stato al centro di numerose polemiche fin dal momento della sua immissione sul mercato nel 2006.
Ora Gardasil è seriamente minacciato dalla petizione pubblica di 420 Medici francesi, solitamente molto più attenti alle questioni di sicurezza rispetto ai colleghi nostrani (che firmano petizioni a favore di un vaccino trivalente MPR storicamente insicuro ed inefficace), a tal punto da richiedere una interrogazione parlamentare in merito alla sicurezza di questo farmaco.
La richiesta nasce a seguito di una denuncia contro ignoti presentata da nove donne a dicembre 2013:
tutte lamentavano di aver subito gravi danni DOPO la vaccinazione Gardasil. Tuttavia, queste donne non si sono lamentate direttamente contro il laboratorio della Sanofi Pasteur MSD che ha lanciato il vaccino nel 2006 e aveva già risposto ad altre sollecitazioni, non più tardi di novembre 2013, negando ogni legame tra Gardasil e l’insorgenza di malattie come la Sclerosi Multipla.
Questi Medici stanno sfidando da un lato l’efficacia del farmaco, e dall’altro anche i suoi costi: 123 €uro !
Tra i primi firmatari della petizione, figura il Pneumologo Irene Frachon, la Dottoressa che denunciò i gravissimi effetti collaterali di un farmaco utilizzato in tutto il mondo: il Médiator (Mediaxal in Italia, Benfluorex quello della molecola, farmaco antiobesità).
Questa petizione dimostra come una complessa indagine penale, che chiama in causa la sicurezza di un vaccino, può essere affrontata in modo differente a seconda dei casi: da una parte (Francia) c’è la dimostrazione e la volontà Professionale di tutelare i pazienti, mentre dall’altra (Italia) c’è la dimostrazione e la volontà di tutelare interessi legati all’industria del farmaco e ai suoi storici venditori corrotti. Tratto da: autismovaccini.org

Video: In Francia alcuni cittadini denunciano i fabbricanti di vaccino per aver contratto la Sclerosi multipla dopo la vaccinazione + FRANCIA: Sclerosi Multipla da questo Vaccino

Commento NdR: come volevasi dimostrare, i vaccini possono produrre anche ischemie nel cervello, come inn questo caso e per fortuna che e’ stato possibile operarla per eliminare quelle ostruzioni, prodotte dal vaccino con le reazioni emato-lipidiche-immunitarie, che esso ha prodotto assieme alla stanchezza cronica ed alla distrofia neuromuscolare….cosi si crea il mercato dei malati tanto caro a Big Pharma…con il consenso e l’attuazione dei medici indottrinati vaccinatori….


GRAN BRETAGNA
Ragazza MUORE dopo il vaccino per il tumore al collo dell'utero
- GB, Londra - Ott. 2009
Una ragazzina inglese di 14 anni, Natalie Morton, è morta ieri a Coventry dopo essere stata vaccinata per il tumore al collo dell’utero.
Il vaccino è fortemente raccomandato, come in Italia, ma non obbligatorio anche in Gran Bretagna.
Natalie Morton è stata vaccinata direttamente nella sua scuola, la Blue Coat Church of England, a Coventry, con il vaccino per il
virus HPV, chiamato Cervarix.
La ragazza, era stata vaccinata a scuola un lunedì mattina, assieme ad altre sue compagne di scuola e si è sentita subito male. Ricoverata in ospedale, è morta nel pomeriggio dello stesso giorno. Altre sue compagne hanno registrato vertigini e nausea, senza necessità di ricovero. Una compagna di Natalie, anch’essa vaccinata lunedì, ha detto di non aver mai saputo che, in seguito alla vaccinazione, si sarebbe potuta ammalare o addirittura morire.
Un anno fa, una dodicenne è stata colpita da vertigini e mal di testa mezz’ora dopo la vaccinazione, nei giorni successivi è caduta ripetutamente, sentendo cedere le gambe, e ora è paralizzata dalla vita in giù.
Come riporta il Times, la madre afferma che da un anno sta cercando invano di far ammettere al servizio sanitario nazionale che esiste un problema serio con queste iniezioni. "Guardo mia figlia ogni giorno e mi sento in colpa, perché ho firmato il modulo di consenso. Ogni madre dovrebbe pensare lungamente e seriamente, prima di mettere a rischio la propria figlia".

Gran Bretagna,
migliaia di ragazze danneggiate dalla vaccinazione per il papilloma virus HPV -  31/05/2015
Secondo quanto diffuso in data odierna dal sito del quotidiano The Independent, sono MIGLIAIA le ragazze del Regno Unito che hanno riportato danni cronici a seguito della somministrazione della vaccinazione per il papilloma virus (HPV).
Dall' inizio del 2005 fino ad aprile 2015, le ragazzine rovinate sono più di 8.000, di cui più di 2500 rovinate a vita e causate da questo vaccino promosso in modo aggressivo dall’industria e dagli enti sanitari ufficiali.
Si spaccia nella propaganda  che questo vaccino previene il cancro della cervice dell’utero e si suggerisce di somministrarlo a spese dello stato alle ragazze dodicenni e, ultimamente, si spinge anche per somministrarlo ai ragazzi, che l’utero non l’hanno….

Gardasil, prodotto dalla Sanofi Pasteur MSD per il mercato europeo e dalla Merck per il mercato americano, è sempre stato al centro di numerose polemiche fin dal momento della sua immissione sul mercato nel 2006
Per essere precisi, ricordiamo che:
- le infezioni alla cervice uterina, sono comunissime in tutte le donne;
- nella soverchiante maggioranza dei casi sono del tutto benigne e passano da sole;
- il cancro del collo dell’utero ha altre origini che non siano il virus e, comunque, quella malattia è facilmente diagnosticabile con grande precocità ed è altrettanto facilmente curabile;
- nessun vaccino ha efficacia certa e non è affatto duratura.

Ricordiamo anche che:
- negli Stati Uniti, la banca dati del VAERS (Vaccine Adverse Events Reporting System) mostra chiaramente che i vaccini con gli effetti avversi più segnalati sono il Gardasil ed il Cervarix
- in Giappone è stata sospesa la raccomandazione vaccinale a seguito di numerose reazioni avverse
- in Francia è stata avviata una petizione pubblica di
420 Medici
francesi:
http://www.lejdd.fr/Societe/Sante/400-medecins-contre-un-Gardasil-inefficace-et-trop-cher-659198, per indagare sui danni permanenti causati alle ragazze, donne, le quali
 hanno anche denunciato lo stato e richiesto il risarcimento danni:
 http://www.francetvinfo.fr/societe/vaccin-gardasil-neuf-jeunes-femmes-portent-plainte-contre-x_485274.html

- in Svizzera è stata avviata da tempo una inchiesta a favore dei consumatori
- rivelazioni shock sono riportate nel libro "Omertà nei laboratori farmaceutici: Confessioni di un medico",
http://www.babelio.com/livres/Dalbergue-Omerta-dans-les-labos-pharmaceutiques--Confession/572143, scritto dal Dott. Bernard Dalbergue, ex medico del settore farmaceutico (in particolare Merck – MSD Francia – produttore di Gardasil), anticipate in un’intervista sulla rivista Principi Sanitari n. 66 di aprile 2014.
Tratto da:
http://www.independent.co.uk/life-style/health-and-families/thousands-of-teenage-girls-enduring-debilitating-illnesses-after-routine-school-cancer-vaccination-10286876.html
 


GRAN BRETAGNA (UK)
Il GOVERNO INGLESE, DOPO MOLTO CLAMORE SOLLEVATO dal PUBBLICO, FINALMENTE ha DESISO di INDAGARE sugli EFFETTI NEGATIVI PRODOTTI dal VACCINO "HPV" - Giugno 2015
http://occupycorporatism.com/public-outcry-prompts-uk-gov-to-investigate-adverse-effects-of-hpv-vaccine/   

Gli articoli che vengono diffusi dai media e dalle riviste dette scientifiche, parlano di un’efficacia che varia dal 60% e si possono trovare entusiastici annunci “pubblicitari”, che parlano addirittura di un 90%.
Se pero’ si consulta il documento che il produttore ha consegnato alla Food and Drug Administration, l’ente scertificatore per i farmaci Us, ecco che quell’efficacia precipita ad una media del 20,5%, vedi qui:
VRBPAC Background Document – Gardasil™ HPV Quadrivalent Vaccine – May 18, 2006 VRBPAC Meeting,  quindi ecco la verita’ !

E’ ormai un dato di fatto, accertato anche a livello mondiale, che le reazioni avverse di quel tipo di vaccino, sono somatizzate maggiormente dopo l’iniezione del HPV.
Risulta quindi davvero incomprensibile come certi “procacciatori di vaccini” giudichino questo vaccino così "perfetto", quando è causa di lesioni gravi o porta anche alla morte.
Tratto in parte da: autismovaccini.org

SVEZIA
Vi ricordate dell'articolo del dott.  Lars Andersson ?
Nelle settimane scorse molti giornali, soprattutto italiani, avevano attaccato uno studio scientifico pubblicato dal dott. Lars Andersson. Lo studio già dal titolo era una bomba
- "Aumento dell'incidenza del cancro cervicale in Svezia: possibile collegamento con la vaccinazione HPV" - e presagiva, o era auspicabile che presagisse, uno tsunami sulla vaccinazione HPV (Papilloma Virus). I media italici andarono subito a compensare evidenziando il fatto innegabile che il dott. Lars Andersson in realtà non esisteva e, pertanto, lo studio era da buttare nel gabinetto. Noi stessi eravamo rimasti turbati, si sarebbe riaperto un attacco a tutte le pubblicazioni "alternative" e comunque, gettava una macchia nera su un filone di ricerche sui danni da vaccino HPV per noi molto molto pericoloso.
Ma poi la bomba è riesplosa a nostro avviso più potente del fatto che fosse un falso.
Sì, il dott. Lars Andersson non esiste, non lavora per un centro di ricerca a Stoccolma, ma solo perché ha utilizzato uno pseudonimo. Il 26 maggio 2018 l'Indian Journal of Medical Ethics (IJME) pubblica una conferma innegabile "l'autore ha affrontato una minaccia credibile di danno" e ha deciso di utilizzare false generalita'.
Dopo un accordo di riservatezza con l'editore della prestigiosa rivista, il dott. X ha dato tutte le sue generalità e ha mostrato la metodologia utilizzata. L'Indian Journal of Medical Ethics ha verificato la qualità del dott. X, le sue specialistiche, la sua metodologia e ha confermato la qualità della ricerca permettendo allo pseudonimo dott. Lars Andersson di essere l'autore della pubblicazione.
Il fatto era grave già leggendo la prima pubblicazione, ma ora esplode deflagrando su tutta la classe scientifica. I ricercatori, come tutti noi sappiamo, ricevono MINACCE volte a limitarne le idee e la qualità o veridicità delle loro pubblicazioni.
Quando i burioniani vi dicono che su 1 pubblicazione che attesta danni da vaccini ne esistono 100 che negano ogni correlazione, voi ricordatevi che dott. Lars Andersson è la rappresentazione concreta della morte della scienza indipendente.
W LARS ANDERSSON

-
http://ijme.in/articles/increased-incidence-of-cervical-cancer-in-sweden-possible-link-with-hpv-vaccination/?galley=html

Piombo contenuto nel vaccino Gardasil - Da una ricerca dell'Università di Pavia

MEMORIAL per le ragazze assassinate con i vaccini per il tumore all'utero...

 


Meccanismo dei DANNI dei Vaccini, delle Amalgami dentali e/o Metalli Tossici  (che hanno le madri durante la gravidanza) - Questo meccanismo vale anche per TUTTI i Vaccini !
 

vedi: Gravi effetti avversi dei Vaccini + Danni dei Vaccini + Epidemia di Autismo + Autismo dai vaccini  +  Disfunzioni dello Sviluppo + MORTI e DANNI, Vaccino per il Tumore all'Utero !  +  Vaccino per tumore all'Utero ? +  Cancro alla cervice dell'Utero 3  +  Terreno Oncologico  Semeiotica-Biofisica  +  Rischio congenito Oncologico
Come distruggere in maniera scientifica il sistema immunitario, con i Vaccini + DANNI al SISTEMA IMMUNITARIO con i VACCINI
IMPORTANTE: questo pdf: http://www.dipmat.unipg.it/~mamone/sci-dem/nuocontri_1/debernardi.pdf

Bibliografia per i Danni dei vaccini - vedi anche: http://www.greenmedinfo.com/page/vaccine-research

GSK annuncia il ritiro dal mercato del vaccino Cervarix, per le mancate richieste, cosi afferma il produttore GlaxoSmithKline - 02/11/2016
Continua in maniera costante il calo dei tassi di vaccinazione. L’OMS dovrà fronteggiare questa diffidenza generale da parte dei genitori.
Di fronte ad una domanda molto bassa di mercato, l’azienda GSK decide di ritirare il vaccino Cervarix; ad annunciare il tutto, un portavoce  della stessa azienda, lo ha dichiarato a FiercePharma.
“La GSK ha recentemente deciso di interrompere la fornitura di Cervarix negli Stati Uniti a causa quindi della bassissima domanda di mercato. Con un altro vaccino HPV disponibile negli Stati Uniti, i soggetti continueranno ad avere comunque la possibilità di vaccinarsi per lo l’HPV.  
La  licenza è ANCORA in VIGORE per l’FDA; ricordiamo che il vaccino dispone di 107 approvazioni normative che coprono 136 mercati a livello internazionale”, dichiara il portavoce.
Questa decisione dà quindi il monopolio alla Merck che controllerà  in maniera completa il mercato dei vaccini HPV statunitense. Non dimentichiamo  la forte spinta degli stessi funzionari della sanità pubblica  i quali conducono delle vere e proprie campagne pubblicitarie per aumentare il tasso delle vaccinazioni.
Dallo stesso CDC apprendiamo che lo scorso anno, i tassi di copertura per quanto riguarda la vaccinazione per il collo dell’utero era del 40% per le ragazze e 21% per i ragazzi, ben al di sotto dell’obiettivo del  Dipartimento di Salute e Servizi Umani ,il quale sperava di raggiungere l’ 80% sia per i ragazzi e le ragazze entro il 2020.
Per combattere questo spaventoso calo, scendono in campo anche note associazioni  tra cui ASCO e il National Cancer Institute, ben foraggiare, c ioe' finanziate da Big Pharma....
Merck, da parte sua, ha lanciato una campagna pubblicitaria in merito alla vaccinazione, per vendere il suo vaccino !
Fonte *Fiercepharma
http://www.fiercepharma.com/pharma/gsk-exits-u-s-market-its-hpv-vaccine-cervarix
https://www.wddty.com/news/2016/10/gsk-pulls-hpv-vaccine-from-us-market-as-take-up-rates-tumble.html
http://www.medscape.com/viewarticle/870853


BRASILE -
21/04/2014
Nostra figlia, Rafaella, era sempre stata una ragazza sana. Amava a pattinare, nuotare, giocare a palla e la danza. Stava imparando a suonare la chitarra, quando il suo incubo è iniziato con il vaccino Gardasil.
Rafaella Barbosa de Oliveira vive a Resende, RJ, Brasile. Aveva tredici anni quando ha ottenuto la sua prima iniezione di Gardasil - il vaccino quadrivalente ricombinante per il Papilloma Virus Umano (tipo 6.11.16.18), J011180 lotto, la validità 2015/12/11, il 21 marzo 2014, somministrato alla sua scuola. Lei era nella classe n° 9.
Due ore dopo l'iniezione, cominciò a sentire dolori acuti nel suo braccio destro, lo stesso braccio in cui ha ottenuto il vaccino.
È stata portata a casa e sua madre è stata contattata al lavoro. Rafaella ha preso un antidolorifico, ma il dolore non diminuì.
Durante la serata e per tutta la notte, Rafaella aveva ancora molto dolore.
Rafaella ha cercato aiuto presso le strutture di emergenza di un ospedale locale, dove è stata curata per la tendinite e riportata a casa. I dolori erano ancora più forti e la sua mano e il braccio erano più gonfi. Il dolore ha iniziato irradiare alla spalla. Rafaella è stata presa in osservazione da uno specialista in una clinica ortopedica, dove si sospettava distrofia simpatica riflessa, o sindrome del dolore. Il braccio destro e la mano destra erano ancora molto gonfi, quindi abbiamo cercato di consultare diversi medici al di fuori della città. Dal momento che alcuni medici non capivano e riconoscono il problema, evidentemente non avevano abbastanza esperienza per trattarlo.
Il tempo passava, e mentre Rafaella era alla ricerca di un trattamento a Sao Paulo, è stato notato che iniziava ad avere difficoltà visive oltre a forti mal di testa e formicolio ai piedi. Abbiamo consultato un oculista che ha notato papilledema, dopo un esame del fondo dell'occhio. Il passo successivo è stato una risonanza magnetica nucleare urgente (MRI).
Rafaella è stata ricoverata in ospedale dal 27 giugno al 4 luglio; il suo esame ha incluso una foratura per estrarre del liquido cerebrospinale e la misurazione della pressione della colonna vertebrale. Aveva fatto anche una risonanza magnetica, una venografia del cranio e una angiografia. È stata diagnosticata con alta pressione intracranica ed uno pseudo tumore al cervello .
È stata diagnosticata con almeno 18 vene ostruite nel cervello, colonna vertebrale, e tra il polmone e il cuore e il collo.
La conclusione è stata un deficit di drenaggio venoso intracranico, zona cervicale e toracica.
Un neurochirurgo endovascolare ha fatto un intervento chirurgico d'urgenza per rimuovere le ostruzioni dalle sue vene e arterie. Quattro giorni dopo questa procedura, Rafaella stava già camminando di nuovo normalmente e aveva riacquistato la vista / visione.
La sindrome dolorosa regionale complessa che era sul suo braccio è stata anche curata con questa procedura.
28 giorni dopo che si era sottoposta a questa procedura, mia figlia era quasi normale. Lei ha reiniziato a camminare e parlare perfettamente, ed a vedere normalmente; era senza sintomi o dolore, tranne che per la distrofia nel braccio destro che e' ancora presente. Ha ancora un po 'di tachicardia, ma speriamo che stia andando a normalizzarsi al più presto.
Un'altra cosa, dopo aver preso il vaccino per l'HPV Rafaella aveva smesso le mestruazioni. Recentemente ha avuto il ritorno del suo ciclo. Tutto questo miglioramento è stato fatto dal neurochirurgo endovascolare.
Rafaella ha fatto un trattamento; oggi lei non ha più bisogno di una sedia a rotelle per la mobilità. Lei non ha più le vertigini.
Ora dorme bene. Rafaella oggi sta molto meglio, ma ha ancora bisogno di rimanere a casa perché ha sviluppato la sindrome da stanchezza cronica e richiederà un altro procedimento e monitoraggio costante per molto tempo.
By Kelly Oliveira & Ismar Costa e Silva (Genitori di Rafaella).
Tratto da: sanevax.org


USA - 12 ragazze di una stessa scuola di New York, ammalate e rovinate, dopo la vaccinazione con il Gardasil:
15 Gen. 2012 - Notizia verificabile tramite il DailyMail cliccando qui
Una  misteriosa forma patologica simile alla Sindrome di Tourette ha colpito nei giorni scorsi 12 ragazze della Le Roy Central School di New York.
A quanto pare la causa ufficiale non può essere rivelata. Medici e amministratori della scuola hanno risposto che non divulgheranno la causa della malattia: “sappiamo che cosa è successo, ma non ve lo diremo e non lo diranno nemmeno le ragazze. È questione di rispettare la loro privacy. Ma se si controlla tutto, noi abbiamo rilasciato una spiegazione che afferma che le ragazze sono pazze“. L’unica risposta intelligente sarebbe “cosa ???“ Ovviamente i genitori sono preoccupati e non sono soddisfatti di come viene gestita la questione.  
Jim duPont (padre di una delle danneggiate) ha affermato che sua figlia stava benissimo e poi in poche settimane è caduta in una incontrollabilmente isteria
Il padre di una delle studentesse, Jim DuPont, ha detto che non è soddisfatto di quello che i medici e gli amministratori della scuola gli hanno detto. Inoltre, ha detto che sua figlia di 17 anni ha perso quasi ogni giorno di scuola nell’ultimo mese e che sua figlia viene trattata da un neurologo, ma non ha ancora ricevuto una diagnosi.
In realtà, alcune fonti, parlano di qualcosa chiamato come “disturbo della conversione“.
L’algoritmo dei criteri di questo disturbo, secondo il DSM-IV, sembra localizzare tutti  i sintomi nella testa delle ragazze.
Suona proprio come voler legittimare la cosiddetta diagnosi di ”disordine oppositivo provocatorio” (ODD – opposition defiant disorder), ovvero una di quelle altre fantastiche etichette che vogliono appiccicare alla pelle dei nostri figli.
Il gruppo di ragazze soffre di tic incontrollabili come nella Sindrome di Tourette. Le loro vite sono devastate
Il Portavoce del Ministero della Salute per New York, Jeff Hammond, afferma che anche i vaccini come Gardasil sono stati studiati come possibile causa ed esclusi. Questa dichiarazione appare come il voler assecondare un ordine aziendale del Governo per  proteggere i profitti d
i Big Pharma prendendo in considerazione tutto, ma è ovvio: la causa scatenante è il vaccino Gardasil.
L’idea che il Governo non avrebbe permesso ai medici, alle ragazze e ai loro genitori, di raccontare una diagnosi è folle. Nessun medico, deontologicamente corretto, sarebbe d’accordo con questo editto. Il sacro vincolo medico-paziente è più importante di qualsiasi editto. Significa che siamo giunti al punto che si può essere in grado di emettere ordini di bavaglio.
Una circostanza dove potrebbe avere senso non raccontare una diagnosi è quando si crea maggior dolore nel rivelarla. 
Uno di questi esempi era anche la Sindrome di Munchausen per Procura [conosciuta anche come sindrome di Polle - Polle era il figlio del barone di Münchhausen  morto infante in circostanze misteriose - è il nome di un disturbo mentale che affligge per lo più donne madri che le spinge ad arrecare un danno fisico al figlio/a per attirare l'attenzione su di sé. La madre viene così a godere della stima e dell'affetto delle altre persone perché si preoccupa della salute del proprio figlio/a.
Questa sindrome costituisce un serio abuso sull'infanzia.] anche se, come potrete leggere nel prossimo articolo, questa sindrome è stata la copertura della corruzione medica in campo vaccinale soprattutto nel Regno Unito.
Questa sindrome è la base del gigantesco iceberg che si nasconde dietro alla radiazione dall’Ordine dei Medici Britannico del Dr. Wakefield, ed è la base del gigantesco iceberg utilizzato per screditare le carriere di tutti quei medici britannici che si sono opposti alla serpeggiante corruzione medica in campo vaccinale.
Affermare ”lo so, ma non vi dirò quello che so” è indiscutibilmente malpractice sanitaria. 

L’invenzione di disordini psicologici
Ciò che emerge è che questa pseudo-malattia ha diversi criteri soggettivi, ma nella pratica non ha una sua propria collocazione nel DSM-IV. Così, quando è conveniente, i poteri che comandano sono disposti a tirar fuori una sciocchezza di diagnosi e aggiungere ulteriori sciocchezze alle definizioni.
La vita di queste ragazze non è la reale preoccupazione del Ministero della Salute di New York. Sono i profitti di Big Pharma insieme, forse, alla protezione dello stato per il lancio della campagna del Gardasil nelle scuole.
Loro inventano disturbi, e quando Loro hanno inventato abbastanza disturbi ma si accorgono che non va bene alla situazione creatasi, Loro cercano di insabbiare modificando la Loro definizione. In questo caso particolare, sembra sia in atto un vero e proprio occultamento, simile a quello utilizzato per le madri [frigorifero] dei bambini autistici quando venivano ingiustamente incolpate per la loro freddezza e anaffettività.

Sugli altari della scienza di Big Pharma prosegue il sacrificio della vita dei nostri figli, della loro salute e del loro futuro nel nome della medicina dei grandi profitti.
Perché altrimenti ci sarebbe una corsa a voler vaccinare tutte le ragazze — e ora anche i ragazzi — con Gardasil, un prodotto notoriamente pericoloso che non è scientificamente provato per prevenire il cancro, il cui scopo dichiarato è anche quello di essere somministrato in modo mirato ai neonati ?
Tratto da: autismo vaccini.com

Lo stato dello Utah, negli USA, esclude le vaccinazioni per il Gardasil HPV – 08/12/2013
Il Salt Lake Tribune riporta oggi che il medico che dirige il Southwest Dipartimento di Sanità Pubblica dello Utah , ha deciso di escludere il vaccino Gardasil HPV nelle cliniche di salute pubblica.
Dato il fatto che la nazionale Katie Couric conduttrice di talk show,  ha appena mandato in onda un programma di questa settimana chiamando il vaccino Gardasil "controverso", cosa per la quale lei è stata ampiamente criticata e attaccata dai mass media, che stavano affermando non c'era "nessuna polemica" per quanto riguarda Gardasil, questa storia di rottura in Utah oggi suggerisce che anche negli Stati Uniti, il "supporto medico" per Gardasil non è così unanime come i mass media vorrebbero far credere.
E questa non è nemmeno una "nuova" notiza  in Utah, come, "La decisione di escludere il vaccino dalle sue cliniche di salute pubblica  nelle contee di Beaver, Garfield, Kane e Washington perche' è stato gia’ fatto anni fa.
Il Dr. David Blodgett, direttore del Dipartimento della Salute, ha spiegato nel Salt Lake Tribune le ragioni per cui essi non sono favorevoli al controverso  vaccino Gardasil:
"Il gioco e il sentimento contro di esso, era ed e’ abbastanza forte che non c'è motivo di continuare. Nessuno lo vuole ed è troppo costoso, in  quanto non siamo costretti a finanziarne la fornitura”.
Blodgett cita altri problemi con Gardasil, vale a dire che si è accelerata, attraverso la Food and Drug Administration (FDA), la commercializzazione e vi e’ la convinzione che i suoi benefici sono stati ipermagnificati dal produttore di vaccini Merck.
"La scientificita’ illustrata dalla FDA, non era buona ... Abbiamo i medici nella nostra comunità, sosteniamo che non ci mettiamo a disposizione", ha detto Blodgett. Quindi questo non è un medico crociato solitario, che esprime i dubbi sul Gardasil, ma una riflessione di molti medici nella nostra comunità.
Dr. Blodgett ha anche commentato le preferenze del paziente per questo vaccino:
Una volta soppesati i rischi del vaccino, si evince che "il pubblico non sta comprando ed accettando il vaccino", ha sostenuto. 
"E si sta erodendosi la fiducia del pubblico nei programmi di immunizzazione".Così, almeno una parte della motivazione non spinge il vaccino Gardasil cio’ e’ avvenuto perché il pubblico non lo voleva, e la reputazione di tutto il programma di immunizzazione di sanità pubblica è ormai a rischio. Difficilmente accettano un commento da qualcuno che è anti-vaccino !
Com'era prevedibile, il Salt Lake Tribune ha pubblicato un parere contrario di un pediatra locale, che ha commentato:
"Per essere dissuasi da problemi di costo o per non immagazzinare il vaccino a causa della scarsa domanda pubblica, è in malafede soprattutto qualcuno con responsabilità di protezione del pubblico. "Questa sta diventando una parte così pericolosa della retorica in materia di vaccini in questi giorni, quello che il pubblico vuole non è importante, noi medici dobbiamo prendere queste decisioni per loro perché conosciamo meglio.
Questo tipo di atteggiamento porta a vaccinazioni obbligatorie e' tirannia medica, ed e’ che sta accadendo in tutti gli Stati Uniti di oggi. Si può solo sperare che ci siano più medici là fuori come il Dr. Blodgett, che andranno contro la marea di
Big Pharma a mettere prima i  diritti e la sicurezza del paziente. 
Con questa storia di oggi, egli potrebbe aver sacrificato la sua posizione di Direttore Sanitario, e forse la sua carriera pure.
Tratto da: http://www.sltrib.com/sltrib/news/57224192-78/vaccine-health-percent-utah.html.csp

STATISTICHE USA:
HPV Vaccine VAERS Data through January U.S. Vaccine Adverse Event Reporting System 1 to 10% of Vaccine Injured Reporting
Analysis prepared by Janny Stokvis, Rosemary Mathis & Leslie Carol Botha
May 2006 – January 15, 2012 - February 17, 2012

Alta incidenza di svenimenti dopo somministrazione del vaccino Gardasil
Negli Stati Uniti, la scheda tecnica di Gardasil è stata aggiornata per includere avvertenze riguardo a sincopi che possono presentarsi dopo la somministrazione del vaccino per il papilloma virus umano ( HPV ). Gardasil è un vaccino disegnato per alcuni ceppi di HPV: 6, 11, 16, e 18.
Secondo l’FDA alcune ragazze/donne che sono svenute sono andate incontro a movimenti tonico-clinici e ad attività simil-convulsiva; in alcuni casi lo svenimento ha provocato danni traumatici. Il Gardasil è stato approvato negli Stati Uniti nel 2006.
L’FDA ha chiesto alla società produttrice del vaccino, Merck & Co di inserire il rischio di sincope nella sezione Warnings and Precautions.
E’ stato raccomandato ai medici di tenere sotto osservazione per 15 minuti le persone vaccinate. Le ragazze/donne devono rimanere sedute o sdraiate ed informare i sanitari dei segni e dei sintomi premonitori di uno svenimento ( pallore, sudorazione, capogiri, suoni nell’orecchio o alterazioni visive ). ( Xagena2009 )
Fonte: FDA, 2009

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

US - La MIA FIGLIA MORÌ COME “un ANIMALE da MACELLO” a CAUSA del VACCINO GARDASIL - 20 luglio 2008
La tragedia: Jessica Ericzon morì pochi giorni dopo aver ricevuto l’inoculazione del vaccino Gardasil.
Lei amava gli spaghetti, i peperoni, i gigli ascoltava i suoi Pod e faceva ridere i suoi amici. Nel suo diario scrisse, " Le migliori cose nella vita non sono le cose, sono gli amici ". Questa è la scritta cesellata sulla sua pietra tombale. 
Jessica Ericzon, 17 anni, "una adolescente tutta americana", come veniva descritta nel curriculum universitario dagli insegnanti della scuola La Fargeville.  Il febbraio scorso, lei stava lavorando sulle sue peci di softball, arrivò il momento ed era pronta anche per un viaggio per Studi Universitari in Florida e faceva i ripidi pendii con lo snowboard assieme a suo fratello più vecchio. 
Poi un giorno, la bionda studente dagli occhi azzurri è crollata improvvisamente morta nel suo bagno.  Iniziò con un dolore dietro alla testa.  Su consiglio del suo medico di famiglia, Jessie aveva assunto una serie di tre vaccini Gardasil. 
Il vaccino, introdotto sul mercato per le donne da 9 a 26 anni, è il primo vaccino, si dice, per difendere le donne dal papillomavirus umano che si dice trasmesso per via sessuale, o HPV, che può provocare il cancro della cervice dell’utero. 
Jessie fece la prima iniezione a luglio del 2007.  Dopo la seconda iniezione fatta a settembre, disse sua mamma Lisa, Jessie si lamentò di un dolore dietro alla testa, e di provare fatica ed indolenzimento alle giunture. Il 20 febbraio, durante le vacanze invernali della scuola, fece la terza e ultima dose di vaccino. 
La notte successiva, disse  sua mamma, "mi disse che la macchia sulla schiena e sulla testa la stava infastidendo di nuovo”. La mattina successiva, il 22 febbraio, mamma Lisa, che lavorava come tecnico ospedaliero, era andata al lavoro alle 5 del mattino lasciando addormentata sua figlia Jessie.
Jessie non si presentò mai nella classe che lei stava frequentando alla Comunità Universitaria Jefferson. 
Quando sua mamma tornò a casa verso sera, trovò Jessie seduta in modo scomposto sulla schiena sul pavimento del bagno, con delle macchie di sangue sulla testa, avendo sbattuto contro un vaso di fiori. 
Il Medico Provinciale Livingstone Jefferson Samuele che esaminò il caso, dichiarò che Jessie era morta sbattendo la testa sul pavimento. Qualsiasi cosa fosse stato, fu istantaneo, disse  Livingstone. L’autopsia non rivelò la causa del decesso (NdR; chissa' perche'....od era incompetente il medico, oppure era pilotata).  Lui pensa che lei soffrisse di un aritmia cardiaca, o battito cardiaco irregolare, estremamente raro nelle persone giovani. 
Risultò dalla cartella clinica che Jessie aveva assunto per un anno pillole anticoncezionali per trattare la sua acne. 
Livingstone comunque segnalò la morte di Jessie al Sistema Federale che raccoglie gli Eventi Avversi  ai Vaccini. 
Gli amministratori dall’FDA e dei Centri di Controllo per la Prevenzione delle Malattie, hanno raccolto 8,000 rapporti di problemi causati dal vaccino Gardasil, incluse paralisi, confische e fallimenti. 
Diciassette altre morti sono state riportate dalla Merck & Co. dopo il vaccino e descritte fin dal 2006.
Il portavoce del CDC, un certo Allen di Curtis, ha riferito che  sono state finora confermate ufficialmente11 morti di quelle riportate, disse poi che non avevano trovato "nessun nesso di collegamento" col Gardasil in otto morti, e stanno ancora  facendo indagini per altre tre. 
Lisa Ericzon, madre di Jessie,  ora avverte che sua figlia fu ridotta come "un animale da macello” col Gardasil, e sta esortando altri genitori ad indagare sul vaccino prima che le loro figlie lo facciano. 
"Io voglio che altre madri siano informate" disse Lisa, madre di una ragazza che e' morta dopo il Gardasil parlando pubblicamente, non voglio che passino quello che io ho passato. 
Jessie progettava di laurearsi in psicologia a SUNY Plattsburgh ed intraprendere la carriera, la sua più grande ambizione, e diventare un cavalleggero statale a New York.  Solo sei giorni prima che morisse, lei provò a cavalcare insieme ad un cavalleggero dell’unità canina e rimase entusiasta di quella esperienza. 
La sua famiglia destinò un Fondo Commemorativo,  il Jessica Ericzon, per assegnare una borsa di studio ai suoi coetanei.
Tratto da: New York Post

CANADA:
VOLETE CONTRIBUIRE ad ALLUNGARE le FILA di QUESTE ASSURDE TRAGEDIE
?
..
CONTINUATE DISINVOLTI a VACCINARE i VOSTRI FIGLI ! - Mar. 2012
- CANADA, Montreal
 

La famiglia di un adolescente Quebec morto dopo l'assunzione di un vaccino, ha citato in giudizio il gigante farmaceutico Merck Frosst, tre medici e una clinica.

Il corpo di Annabelle Morin è stato trovato esamine dalla sua famiglia, nella vasca da bagno in casa alla periferia della citta’, il 9 dicembre 2008.
La causa legale dice che era stata vaccinata con due dosi del vaccino per il papillomavirus umano (HPV), quello utilizzato per il cancro del collo dell'utero nelle donne (NdR: che non e’ provocato da un virus…quindi il vaccino non serve a prevenirlo…).
Linda Morin trovò la figlia nella vasca da bagno ed afferma: "Questa immagine resterà nella mia testa per il resto della mia vita", ha detto Morin QMI Agency. "E 'un incubo. Spesso si dice che il tempo guarisce le cose (ma) il tempo non ha cicatrizzato ancora nulla".
Annabelle, di anni 14, era tra un primo gruppo di giovani che hanno ricevuto una vaccinazione "gratuita" del Gardasil nell'ambito di un programma introdotto dal Quebec nel settembre 2008.
Ha ricevuto una prima dose in una clinica nel mese di ottobre 2008 e sua madre ha detto che subito dopo vomitava, era confusa e componeva frasi incoerenti ed era incapace di parlare correttamente o di camminare. Andò in ospedale, dove gli e’ stata diagnosticata un'emicrania ed è stata dimessa subito dopo.
Annabelle ha ricevuto una seconda dose di Gardasil nella sua scuola il 24 novembre 2008, e si ammalò una seconda volta, cosi’ e’ scritto nella causa legale. Due settimane più tardi è stata trovata incosciente nella vasca da bagno. E' stata dichiarata morta in ospedale.
La causa, dice il pediatra Guylaine Larose, Amelie Nadeau neurologo e medico di famiglia di Annabelle, Lynne Nadeau, che le autorira’ mediche, sono state negligenti nel loro trattamento vaccinale.
Linda Morin dice che non era mai stata informata che Gardasil può avere anche gravi effetti collaterali.
Tratto da: www.torontosun.com


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

GRAN BRETAGNA
Dorme 23 ore al giorno, DOPO il vaccino per il cancro all'utero, Cervarix
15 Nov. 2011
UK – Una ragazza di 13 anni è in “coma vigile”: dorme per 23 ore al giorno dopo aver avuto una grave reazione al vaccino per il cancro del collo dell’utero. Lucy Hinks non è più in grado di camminare o parlare, dopo le iniezioni somministratele a scuola.
I genitori hanno invitato gli altri a verificare gli effetti collaterali del vaccino Cervarix. A loro era stato detto che il vaccino aveva pochi effetti collaterali e che avrebbe protetto la figlia dal cancro alla cervice.
Ma Steve e Pauline Hinks sono certi che dietro la misteriosa malattia della loro figlia Lucy, ci sia il controverso vaccino che la costringe a dormire fino a 23 ore al giorno. I test hanno finora escluso un tumore al cervello e la febbre ghiandolare e il consulente pediatrico della ragazza sta valutando i potenziali collegamenti con il vaccino Cervarix.
La vaccinazione rientra in un programma nazionale della Gran Bretagna, che ha avuto inizio a settembre del 2008.
E’ già stata collegata a diversi casi di ragazze che hanno mostrato gravi effetti collaterali
.
Prima di ricevere il vaccino, infatti, Lucy era in perfetta salute: vantava un eccellente record di frequenza scolastica ed era tra i migliori studenti del suo anno. Poche settimane dopo la somministrazione della terza dose di Cervarix, a maggio di quest’anno, ha cominciato a sentirsi esausta. A luglio aveva perso circa sei kg di peso e dormiva per quasi tutto il giorno.
“Certe notti ero così preoccupata che mi svegliavo diverse volte per assicurarmi che stesse ancora respirando” ha detto la madre. “Ero preoccupata riguardo alle controindicazioni del vaccino ma sono stata rassicurata dall’infermiera della scuola che si trattava di effetti collaterali estremamente improbabili”.
Il signor Hinks, manager per la salute e la sicurezza alla fabbrica di pneumatici Pirelli di Carlisle, ha dichiarato: “Siamo alla disperata ricerca di un qualche tipo di trattamento che ci dia indietro nostra figlia”.
Nel primo anno di attivazione del programma più di 2.000 ragazze nel Regno Unito, hanno riscontrato problemi di salute dopo essere state vaccinate.
Un portavoce della GlaxoSmithKline, produttrice del Cervarix, ha detto che la società prende molto sul serio il riscontro di reazioni avverse e ha aggiunto che la Medicine Safety Agency, verifica regolarmente tutti i casi sugli effetti collaterali negativi, e conclude sempre che “non erano identificabili rischi nuovi o gravi durante l’uso di Cervarix nel Regno Unito e che il bilancio dei benefici e dei rischi restava positivo”......
Big Pharma ringrazia...per la enorme salute dei suoi fatturati, effettuati sulla pelle delle povere ragazze......per mezzo di medici in mala fede oppure indottrinati da Big Pharma....

Commento
NdR:
Le lobbies dei produttori di farmaci e vaccini controllano e "guidano le linee sanitarie" dei vari stati del mondo attraverso i loro uomini posizionati nei vari enti di "controllo" FDAEMEA. AIFA; Ministeri della sanita' dei vari stati, Ordini dei medici, medici vaccinatori...con un esercito di uomini pilotati ed indottrinati dalle false ideologie della medicina ufficiale da loro inventata e gestita, ammalano, uccidono coloro che si sottopongono a queste infauste profilassi in-sanitarie con i Vaccini !

SVEZIA
L’Agenzia medica svedese
:
I vaccini per il papilloma (HPV) potrebbero creare problemi per la salute oltre ad aggiungere costi alla prevenzione.
In un recente rapporto, l’agenzia governativa svedese per la valutazione medica (SBUt), ha raccomandato al Consiglio Nazionale per la Salute e Previdenza di revisionare la strategia di prevenzione del cancro al collo dell’utero.
L’uso spropositato del vaccino HPV, promosso e pubblicizzato in grande scala dai produttori, aggiungerà una spesa sostanziosa all’ormai striminzito budget riservato alla prevenzione del cancro mentre l’efficacia dello stesso vaccino non potrà essere provato per duo o tre decenni.
L’articolo sotto riportato, apparso su un giornale svedese, sottolinea come la spinta eccessiva del governo ad inserire il vaccino HPV nel programma vaccinale dei bambini, ha creato false speranze non sostenute dalle evidenze scientifiche.
La spinta del vaccino HPV inganna le donne - Un nuovo studio di esperti sulla protezione per il cancro al collo dell’utero.
vedi: Testo originale in svedese
Traduzione in inglese
La commercializzazione menzognera di un nuovo vaccino per il cancro è un incredibile inganno alle donne svedesi e rischia di creare nuovi pericoli per la salute. Sono state poste alte aspettative su due nuovi vaccini per certi virus che potrebbero causare cancro al collo dell’utero.
Il Consiglio Nazionale svedese per la salute e previdenza sta subendo pressioni per inserire questi vaccini nel programma vaccinale dei bambini. Una valutazione scientifica presentata nel gennaio 2008 dimostra che gli studi sono insufficienti e incerti sugli effetti preventivi del vaccino per il cancro. Con la vaccinazione generale esiste un serio rischio che un minor numero di donne si sottoporrà a visite ginecologiche di controllo causando nuovi rischi per la salute.
“Il modo in cui la pubblicità ingannevole fatta al vaccino aumenta le speranze, è un tradimento alle donne” scrivono la direttrice e il manager dell’agenzia governativa svedese per la valutazione medica (SBU).
La Svezia ha fatto passi da gigante nella lotta per il cancro all’utero. Dal 1960, dopo l’introduzione di esami ginecologici su campioni di cellule (PAP test), il numero di nuovi casi di cancro è più che dimezzato. Nonostante questo, 450 donne ogni anno vengono diagnosticate di cancro all’utero e 150 muoiono a causa della malattia.
Perciò, è positivo vedere che la ricerca in questo campo negli ultimi anni ha fatto progressi dando come risultato due vaccini (Gardasil e Cervarix) contro le infezioni di due tipi di papilloma virus, che in alcuni casi potrebbero causare una mutazione delle cellule che col tempo, in alcune donne, potrebbero trasformarsi in cancro al collo dell’utero.
E’ importante innanzitutto chiarire che non stiamo parlando di vaccini per il cancro al collo dell’utero.
Stiamo parlando di vaccini per solo due dei 13 o più tipi di infezione HPV associati al cancro del collo dell’utero. La maggior parte delle volte, queste infezioni si risolvono da sole, in alcuni casi potrebbero diventare permanenti e causare un cambiamento cellulare, che potrebbe poi trasformarsi in cancro.
La ragione per la quale i ricercatori mirano esclusivamente a questi due tipi di papilloma virus è perché in vari paesi ne è stata dimostrata la presenza in 2/3 delle donne con il cancro al collo dell’utero. La percentuale media d’infezione varia di paese in paese. Gli studi effettuati dimostrano che nei paesi nordici la proporzione di cancri al collo dell’utero che potrebbero trarre beneficio dai vaccini per HPV 16 e 18 è minore.

L’agenzia governativa svedese al momento non è in grado di dire quanto una vaccinazione generale ai bambini potrebbe aiutare a prevenire futuri casi di cancro. Esistono alcuni documenti scientifici che proverebbero che il vaccino può prevenire mutazioni cellulari dovuti al papilloma virus 16 e 18, ma gli effetti sul cancro possono essere verificati solo decenni dopo.
Gli studi di controllo effettuati dopo il vaccino sono ancora troppo pochi per trarre conclusioni sul cancro. Un calcolo approssimativo dimostra che una vaccinazione generalizzata per i virus HPV16 e 18 ai bambini potrebbe prevenire lo sviluppo di metà dei casi di cancro al collo dell’utero.
Il vaccino in questione inoltre non deve assolutamente essere di sostituzione ai periodici controlli ginecologici (pap-test) in quanto le aspettative sull’efficacia del vaccino sono esagerate e non c’è certezza.
Non è stata ancora stabilita né la durata dell’efficacia del vaccino né se saranno necessari richiami periodici per una protezione prolungata. Inoltre non è possibile stabilire attraverso analisi del sangue quali livelli di anticorpi sono collegati alla protezione dall’infezione. Le agenzie di ricerca medica stanno monitorando gli effetti indesiderati riscontrati fino ad ora.

Un altro punto da chiarire è il costo della campagna. La spesa diretta per ogni lotto è di circa 21 milioni di euro per vaccinare tutte le ragazze e gli effetti potranno solo essere visti dopo 20-30 anni. Ogni dose di richiamo costerà circa 6 milioni di euro.
Se dovranno essere vaccinati anche i maschi, visto che sono portatori sani del virus, le spese raddoppieranno.
L’interrogativo principale a questo punto è se varrebbe la pena spendere questi fondi per altri metodi di prevenzione e/o cura del cancro e di altre malattie.
La scorsa estate, il produttore del Gardasil ha fatto una campagne pubblicitaria su giornali e cartelloni diretti al consumatore finale. Le campagne pubblicitarie di farmaci che necessitano prescrizione medica non sono permesse, ma per i vaccini esiste un’eccezione. Ancora non è chiaro come viene interpretata questa eccezione. E’ chiaro comunque che la pubblicità per il vaccino HPV 16 e 28 ha aumentato le aspettative delle donne aumentando la richiesta del vaccino.
Secondo una statistica moltissime donne credevano che la campagna pubblicitaria fosse promossa dal governo e che il vaccino proteggesse per il cancro al collo dell’utero. Questo è un chiaro segno che la pubblicità dovrà essere affiancata da informazioni neutrali indipendenti dai produttori dei vaccini.
Ogni altro tipo d’informazione sarà un tradimento e un inganno alle donne.

La pressione dell’opinione pubblica sta avendo effetti su legislatori e politici. Alcuni consigli comunali vorrebbero diminuire il numero di vaccini in attesa di una decisione del Consiglio Nazionale per la Salute e Previdenza. Questo crea un’ineguaglianza tra i sistemi sanitari delle varie città.
L’agenzia governativa svedese di valutazione medica sta provvedendo ad una valutazione scientifica delle procedure medico/farmaceutiche e non prende posizione riguardo all’inclusione o meno del vaccino anti papilloma nel programma vaccinale dei bambini.
Sono state controllate le informazioni riguardanti la decisione del Consiglio Nazionale per la Salute e Previdenza e sono state trovate numerose falle: gli studi sono insufficienti e incerti sugli effetti preventivi del vaccino per il cancro.
A cura di La Leva di Archimede

SVIZZERA
VIDEO inchiesta su Gardasil, HPV e papilloma virus
- 02/03/2011
In un raro esempio di giornalismo al servizio dei "consumatori", alla TV svizzera italiana è andato in onda un servizio che  pone delle domande sul Gardasil, il chiacchierato vaccino per il papilloma virus, il cui utilizzo viene rimborsato dal Servizio Sanitario Nazionale.
Ma come funzionano i vaccini per il papilloma virus ?
Sono efficaci ?
Necessari ?
Innocui ?
Rischiosi ?
E perché il “mercato” dei vaccini sembra allargarsi sempre più ?
Questi sono alcuni dei temi affrontati nel servizio, facendo domande ad esperti del settore oltre che ovviamente ai diretti interessati.
Forse le risposte non sorprenderanno più di tanto coloro che seguono quello che è uno dei temi trattati in questo sito, ma conoscere più in dettaglio questo argomento è sicuramente sempre utile.
Segnaliamo anche questo interessante articolo di approfondimento: "Gardasil? Cervarix? No, grazie".
By Dusty

Video: Inchiesta sul vaccino Gardasil
 

Commento NdR: pur essendo molto indicativo, questo documentario, non affronta la cosa in modo radicale e cioe:
NON sono i virus a scatenare il tumore all’utero, in quanto il Cancro, qualsiasi, e’ una malattia multifattoriale e quindi i virus sono solo le conseguenze della malattia e NON la causa ! Ma cio’ purtroppo non viene affrontato dalla pur seria e ben documentata inchiesta della giornalista.

AUSTRALIA
Altro Esempio
:
Lo  studio di Halsey NA sulla campagna vaccinale in Australia con Gardasil e Cervarix, (The human papillomavirus vaccine and risk of anaphylaxis ) evidenziano oltre a gravi DANNI da anafilassi anche dei Conflitti di interesse:
Due autori dichiarano di aver ricevuto finanziamenti dalla GlaxoSmithKline per uno studio pilota sulla prevalenza dell’HPV in Australia.  Altri autori sono stati sovvenzionati dalla Commonwealth Serum Laboratories e dalla GlaxoSmithKline per partecipazione a congressi e meeting.

Riferimenti bibliografici
- Brotherton J et al. Anaphylaxis following quadrivalent human papillomavirus vaccination. CMAJ 2008; 179: 525-33.
- MacDonald N et al. Human papillomavirus vaccine risk and reality. CMAJ 2008; 179: 503.
- Halsey NA. The human papillomavirus vaccine and risk of anaphylaxis. CMAJ 2008; 179: 509-10.

INDIA - morte 6 ragazze DOPO la vaccinazioni con il Gardasil; vaccino sospeso:
After deaths, cervical cancer vaccine trials stopped - New Delhi, 16/04/2011 (IANS)
The government Friday said that the cervical cancer HPV vaccination drive in Gujarat and Andhra Pradesh was indeed part of approved clinical trials. But after the death of six tribal girls who were administered the vaccine, the government has told other states not to carry out any further such trials.

“Two imported brands of the Human Papilloma Virus (HPV) vaccines, namely Gardasil and Cervarix, were allowed to undergo clinical trial (Phase III) in India, before being granted permission for import and market authorisation,” said S.Gandhiselvan, minister of state for health and family welfare, in a statement to the Lok Sabha.
He added: “To assess the need of health services and the preparedness for introducing the Human Papilloma Virus (HPV) vaccines in the future, PATH, an international NGO, was given permission for a post licensure observational study of HPV vaccination in Khammam district (Andhra Pradresh) and Vadodara district (Gujarat). The study by PATH was recommended by the Ethical Committee and Advisory Groups at the state and central level.”
According to the minister, the trial was “provided technical support for the development of protocols and advised on ethical issues” by the Indian Council of Medical Research, an autonomous research agency under the health ministry.
“Four deaths in the target of 14,019 in Andhra and two in the target of 10,686 in Gujarat have been reported from among the children who were administered these vaccines. The cause of deaths was determined as viral fever, drowning, suicide, severe anaemia with malaria and suspected snake bite. Based on the concerns on these deaths, states have been advised not to carry out any further vaccinations at present,” Gandhiselvan said.
Earlier this month, several enraged public health activists and Communist leader Brinda Karat had asked the union Health Minister Ghulam Nabi Azad to spell out the government’s stand on the very same vaccination programme alleging that there were murky practices being followed by Path and pharma companies.
They slammed the programme for being unethical and also because the trials were being conducted on poor and socio-economically marginal tribals who were being treated as “guinea pigs”.

India: vaccinazioni HPV sospese dopo la morte di 6 ragazze - 30/04/2010
New Delhi:  Il Consiglio indiano di ricerca medica (ICMR) ha detto di sospendere immediatamente il programma di vaccinazione per il cancro della cervice uterina sulle ragazze.
Il programma fa parte di uno studio di due anni che ha esaminato l’utilità del vaccino nei programmi di salute pubblica e l’accettabilità del Gardasil (Merck & Co), il vaccino per il Papilloma Virus umano (HPV) prodotto dalla Merck. Gardasil, e' disponibile nelle farmacie in tutto il paese, ed è commercializzato in India da MSD Pharmaceuticals Pvt. Ltd.

Il programma è stato segnato da polemiche dopo quattro morti e complicazioni che sono state riportate su 120 ragazze dopo la vaccinazione. Le ragazze lamentato disturbi allo stomaco, epilessia, mal di testa e menarca precoce.
Il movimento delle donne attiviste ha paura che il vaccino possa avere in futuro un impatto sulla salute mentale delle ragazze che fino ad oggi non hanno mostrato segni di sofferenza.
Fonti del ministero della sanità hanno detto che il programma di vaccinazione è condotto da Gardasil, in collaborazione con PATH, una Ong con sede a Seattle, ICMR e i due governi statali. Circa 32.000 ragazze, di età compresa tra 10-14, sono state testate negli studi.
Il dottor V.M. Katoch capo dell’ICMR ha chiarito che l’ICMR era solo un partner tecnico con un ruolo consultivo nel progetto.
Ma Katoch ha detto che stanno verificando le colpe.
Mettendo in discussione lo studio, la leader del CPM Brinda Karat ha dichiarato: “Come è possibile che il governo abbia intrapreso lo studio del danno a tre iniezioni sulle ragazze quando si sta pianificando un massiccio studio multi-centrico  per  determinare se due soli dosi saranno sufficienti ?”
Un farmaco da somministrare ai bambini, ha detto la Karat, deve passare attraverso le fasi della sperimentazione clinica, incluse 3 fasi di studi clinici sugli adulti. Con Gardasil è stato effettuato un solo processo con un piccolo campione di 110 ragazze, che sono state seguite per un mese dopo il completamento della vaccinazione e dando appena un occhiata alla risposta immunitaria post-vaccinazione, ha detto la Karat.
Il vaccino è stato inoltre approvato per le donne adulte di 27 anni di età  senza alcuna sperimentazione su di esse.
Karat ha inoltre dichiarato che la logica scientifica e gli orientamenti etici sono stati violati a ogni passo durante la sperimentazioni di questi vaccini.
Tratto da: informasalus.it

INDIA
1.700 donne uccise in 4 anni nei "trials" per il vaccino HPV
(quello spacciato per il tumore all’utero ! ) quante bambine e donne indiane immolate per la sperimentazione ?
E' una assurda mattanza in nome della salute... si ma della SALUTE ECONOMICA di BIG PHARMA  e filiera….
http://www.tribuneindia.com/2011/20110808/main1.htm?fb_ref=Default&fb_source=message

INDIA, FRODE per i VACCINI:
La Fondazione Bill & Melinda Gates è sotto inchiesta in un caso della Corte Suprema indiana del 2014 per aver finanziato i test clinici sul vaccino per l’HPV Gardasil prodotto da Merck nonostante fosse a conoscenza dei gravi effetti collaterali, fra cui lesioni e decessi, causati dal trattamento. Secondo un articolo di Narayana Kumar pubblicato sul giornale indiano Economie Times, nel 2009 sono stati condotti vari test su 16.000 studentesse dell’Andhra Pradesh di età compresa fra 9 e 15 anni.
A causa della sperimentazione, 120 ragazze hanno contratto gravi malattie e 7 sono morte. Quelle che si sono ammalate hanno subito gli effetti avversi del vaccino e hanno accusato sintomi fra cui crisi epilettiche, forti dolori di stomaco, mal di testa e sbalzi d’umore. I moduli per il consenso alla sperimentazione del vaccino erano stati firmati illegalmente dai direttori degli orfanotrofi dove vivevano le ragazze o   da genitori analfabeti che hanno apposto l’impronta digitale. Gran parte delle ragazze e dei genitori non conoscevano i rischi dei test fino all'arruolamento nelle sperimentazioni.
Fonti:
http://www.projectcensored.org/bill-and-melinda-gates-foundation-held-accountable-for-vaccine-fraud-in-india/

GIAPPONE:
TRATTO dal BUGIARDINO del VACCINI CERVARIX venduto in GIAPPONE - 2014

Fra le cose interessanti che vi sono riportate nelle domande e risposte della casa farmaceutica produttrice, annotate a margine del foglietto illustrativo, per il mercato nipponico, segnaliamo:

 1 - il vaccino
NON ha la capacità di prevenire il cancro della cervice uterina.
 2 - il vaccino
non ha la capacità di prevenire le lesioni HPV associate.
 3 - il vaccino non può sostituire lo screening antitumorale abituale.
 4 -
non si conosce la durata dell'effetto protettivo di questo farmaco.
 
Ma allora a COSA SERVIREBBE ?,  a far ammalare i soggetti che si vaccinano

Medico Giapponese DIMOSTRA il legame fra Vaccini (specialmente quello per il cosiddetto "cancro all'utero" = Gardasil-Cervarix) e la  Stanchezza cronica

IN GIAPPONE, VIENE RITIRATO IL SUPPORTO AL CONTROVERSO VACCINO HPV
, CHE DESTA PIU' PREOCCUPAZIONI CHE SICUREZZE.
TOKYO, 16 ottobre 2013 (LifeSiteNews.com) – mentre le Istituzioni Sanitarie in tutto il mondo occidentale continuano a promuovere il vaccino HPV, il governo giapponese ha ritirato il suo sostegno al farmaco controverso e inviate notifiche formali per i funzionari della sanità locale, dicendo che non deve essere somministrato fino a quando le preoccupazioni per la sua sicurezza non siano state indagate.
Fonte:
https://www.lifesitenews.com/news/japan-withdraws-support-of-controversial-hpv-vaccine-over-safety-concerns

GIAPPONE - 15/06/2013
Mika Matsufuji, che rappresenta una associazione di genitori vittime della vaccinazione per  il cancro al collo dell'utero (Gardasil & Cervarix), risponde alle domande dei giornalisti Venerdì 15/06/2013, presso il ministero della salute a Tokyo - Kyodo
Problemi del vaccino per la cervice uterina, innescano preavviso salute
Il ministero della salute (Giapponese) ha emesso un avviso a livello nazionale che le vaccinazioni per il cancro cervicale non dovrebbero più essere raccomandate per le ragazze di età compresa da 12 a 16, perché sono stati segnalati numerosi effetti collaterali negativi dei vaccini.
"E' necessario raccogliere informazioni immediatamente di cogliere con precisione la frequenza degli effetti collaterali, che sono in corso", ha detto Mariko Momoi, che presiede il pannello presso il Ministero della Sanità, del Lavoro e del Welfare, che ha deciso di sospendere la raccomandazione. Momoi è vice presidente dell'Università Internazionale della Salute e del Welfare.
I due vaccini venduti in Giappone sono Cervarix, prodotto da GlaxoSmithKlein PLC della Gran Bretagna, e il Gardasil, prodotto da Merck Sharp & Dohme, conosciuta come Merck & Co. negli Stati Uniti.
Vaccini per il cancro del collo dell'utero è una recente aggiunta alla lista di vaccinazione e lo sono state dopo una revisione della legge sulle vaccinazioni che è entrata in vigore nel mese di aprile 2013.
In Giappone, il cancro del collo dell'utero è secondo solo al cancro al seno tra quelli di età compresa da 20 a 39 anni ed è stimato che possa colpire quasi 9.000 donne ogni anno.
(NdR: queste sono statistiche allarmistiche, per spaventare e far acquistare i vaccini al Governo (tutti i Governi del mondo si comportano in modo uguale....) che poi li propinera’ alle ignare ragazze per mezzo del Ministero della sanita' che nasconde sempre i danni dei vaccini per gli evidenti Conflitti di interesse dei suoi dirigenti….).

Nonostante l'avviso, pubblicato Venerdì scorso, i governi locali non saranno più probabilmente capaci di mantenere le vaccinazioni in questione sulle loro liste dei vaccini gratuiti. Ed un funzionario del ministero ha detto che il tasso di vaccinazione certamente cadra’ bruscamente.

Mika Matsufuji, 46 anni, che rappresenta un'associazione di genitori  vittime della vaccinazione per il cancro cervicale", ha detto che la decisione di sospensione del vaccino da parte del gruppo di salute e' "un grande passo avanti. "Sua figlia, che è stata vaccinata con Cervarix nel 2011, ha perso la capacità di camminare ed è ora in una sedia a rotelle, ha detto.
Il gruppo chiede di fermare le vaccinazioni in Giappone.
Nel meeting si e’ parlato anche che c'è una forte possibilità che il forte dolore prolungato in ragazze, è stato causato dai vaccini.
Mika Matsufuji  ha concluso che la raccomandazione attiva delle vaccinazioni per il cancro cervicale deve quindi essere interrotta fino a quando un quadro più completo dei loro effetti collaterali verra’ raggiunto.

Il ministero ha detto che questa è la seconda volta che ha sospeso una raccomandazione relativa al programma di vaccinazione regolare da problemi sorti con il vaccino per l'encefalite giapponese nel 2005.
Nel 2011, tuttavia, Prevnar Pfizer Inc.'s e ActHIB vaccini di Sanofi SA sono stati sospesi per circa un mese dopo la morte di quattro bambini.
Il Meeting si e’  focalizzato anche su 38 soggetti vaccinati per il cancro cervicale che hanno riferito dolore diffuso. Data la tempistica dei loro sintomi, il gruppo ha concluso che un nesso causale con il vaccino non poteva essere escluso.

In Giappone, nel 2012 vi sono state 31.500 c.a. segnalazioni di effetti collaterali per Cervarix, e 20.000 c.a. per Gardasil.
Più di due altri vaccini separati, che colpiscono entrambi i sessi, e sono stati aggiunti alla lista regolare a circa lo stesso tempo.
Segnalazioni di effetti collaterali degli altri due farmaci pari a 12.000 c.a. casi per una serie di vaccini per il pneumococco (Polmonite), e di 9.000 c.a. casi per i vaccini per l'encefalite giapponese.
Tratto da: japantimes.co.jp

GIAPPONE - 09/07/2014
Dopo 1 anno dalla sospensione del vaccino HPV per il cosiddetto (falso) vaccino per il tumore al collo dell’utero  - Fonte la RAI del Giappone….
ABE (presentatore)
Si parla del vaccino per il tumore alla cervice uterina. Il tumore alla cervice uterina uccide (in Giappone) circa 3.000 persone all'anno. Al fine di prevenire questo tipo di tumore è stata aggiunta l'immunizzazione di routine nel mese di aprile del 2013, effettuata sulla base della legge dello scorso anno, per le ragazze di età compresa dal sesto anno delle elementari fino al primo anno di liceo (da 11 a 16 anni)."
Suzuki (secondo presentatore)
"Ma, dopo aver ricevuto la vaccinazione, si sono verificati una serie di casi di ragazze che lamentano dolori fisici, nel giugno dello scorso anno, (pertanto) il Ministero della Salute, del Lavoro e del Welfare ha smesso di raccomandare la vaccinazione anti HPV.
Il Ministero della Salute, del Lavoro e del Welfare ha esaminato la relazione causale fra la vaccinazione e questi sintomi, e dopo un anno ancora non ha fornito spiegazioni in ordine alle cause di queste reazioni avverse. La confusione è stata diffusa tra i genitori che devono decidere se vaccinare o meno le proprie figlie. "
Fujisawa, una città della Prefettura di Kanagawa, ha smesso la campagna aggressiva pro vaccinazioni. Poiché sono arrivate tante richieste di informazioni, la città ha condotto un sondaggio di 7.000 genitori di bambini che sono soggetti a ricevere il vaccino.
Suzuki (secondo presentatore)
Abbiamo in studio il Signor Kume, giornalista (della NHK). Dopo una anno di stop della campagna pro vaccinazioni, la confusione sembra diffondersi in campo, ma cosa abbiamo capito, fino ad ora? "

Kume (giornalista ospite)
fra le persone che hanno ricevuto il vaccino, stimate in 3.380.000, sono state segnalate 176 persone che hanno subìto una grave reazione avversa. Formando un gruppo di studio, Ministero della Salute, del Lavoro e del Welfare ha indagato se vi sia una relazione con il vaccino e tali casi.
Come risultato, in questo anno 2014, il gruppo di lavoro ha espresso il parere che "il vaccino in sé non è una causa, ma fattori psicologici come stress e ansia al momento dell'inoculo del vaccino, che hanno provocato i sintomi fisici rilevati”. Infatti, il gruppo di lavoro del Ministero con la consulenza psicologica mirata, è riuscito a migliorare il circa il 70% dei problemi di salute riportati dalle ragazze danneggiate. Tuttavia, d'altra parte, abbiamo un 30% di persone i cui sintomi non sono ancora migliorati. (
NdR ma quelli di quel gruppo di lavoro, in realta’ di depistaggio, sono solo dei pazzi venduti ed incompetenti – qui trovate i meccanismi dei GRAVi danni dei Vaccini )

Kairi Yoshikawa frequenta il terzo anno di scuola media nella Prefettura di Kanagawa. Dopo aver inoculato il vaccino due anni fa, nel 2012, all'improvviso, ha accusato forti dolori in tutto il corpo e non può più camminare liberamente. Il medico ha sostenuto che la causa della patologia possa essere ravvisata nel vaccino anti HPV. La ragazza non ormai più in grado di frequentare la scuola.
Per i pazienti gravi (come questa ragazza) alcuni esperti non riescono ad individuare la causa della patologia nella reazione psicologica, e pertanto stanno formulando una nuova opinione, ed hanno iniziato a ricorrere ad una nuova terapia.
Un membro del gruppo di studio del Ministero della Salute, del Lavoro e del Welfare è Shuichi Ikeda, medico che studia nuove terapie. Ha visitato 50 pazienti fra coloro che hanno lamentato dolori fisici dopo la vaccinazione. Il Dottor Ikeda ha pensato che si tratti di un disturbo neurologico.
Sono state esaminate nel dettaglio le punte delle dita dei pazienti densamente innervate; (fra questi nervi) vi era una parte stretta dei nervi sensibili al dolore che è diventato nera e danneggiato (vedi immagine sopra). A seguito della somministrazione di farmaci per incentivare il recupero del nervo, il 75% dei pazienti ha avuto un miglioramento. Il Dottor Ikeda ritiene che la causa del danno sia neurologica e non risieda nella reazione psicologica alla vaccinazione.
I nervi di mani e piedi, che sono regolati dal sistema nervoso autonomo, sono stati danneggiati. Esiste una causa di tali dolori, e noi vogliamo chiarire la causa ed eliminare tale causa con una terapia mirata.
20 sintomi comparsi dopo la vaccinazione fra cui: dolori fisici, stanchezza, difficoltà di lettura e comprensione del testo, difficoltà di memoria, insonnia, dolori articolari, mestruazione irregolare)
(
NdR: prima si ammalano i soggetti con i vaccini e poi si cerca una cura per guarirli; meglio non vaccinare !)
Sono stati confermati finora da 25 donne che erano state vaccinate fino a 20 dei sintomi riferiti nella immagine di sopra.
Il Dottor Nishioka sostiene che tali sintomi sono legati al vaccino anti HPV e su tali basi sta continuando ad indagare sulla causa del danno.
C'e' anche un altro dottore che si occupa dei sintomi che non riguardano il mero dolore fisico. Il dottor Nishioka Kusuki, ricercatore capo del Gruppo di lavoro di Medicina Generale della Università di Medicina di Tokio ha studiato per anni le malattie incurabili.
Questo tipo di malattie (sostiene il Dottor Kusuki) non può essere spiegato con le categorie attuali di malattia, perché presenta dei tratti molto variabili. Quando si usa una nuova medicina ed un nuovo vaccino bisogna considerare ogni tipo di possibilità, senza limitare il campo di indagine.
“Non c'è solo il dolore fisico (da considerare come sintomo), stanno venendo fuori una moltitudine di sintomi. A questo proposito, il Ministero della Salute, del Lavoro e del Welfare (giapponese) che cosa dice ? "....che sono problemi psicologici.....e
guardate cosa dice o non dice...quello italiano....
Tratto da: avvsaveriocrea.net

vedi anche:
Gardasil &Cervarix - 2
+
Meccanismo dei danni dei vaccini + Guerra contro le donne + Danni del Gardasil + Statistiche ISTAT sui vaccini + Danni dei vaccini (English) + Bugiardino del Gardasil PDF + Leggere i disastri fatti da questo vaccino in India e non solo

Sono efficaci i Vaccini ? - vedi ad esempio quello per la Pertosse
Ultimamente alcuni media in vari paesi del mondo, quelli legati a
Big Pharma, hanno scatenato una campagna diffamatoria contro i genitori che, essendosi informati, hanno detto "no grazie" ai vaccini.
Volete vaccinarvi ? Liberissimi di farlo ! Così le case farmaceutiche vi lasciano in pace e guadagnano un sacco di soldi sulla vostra pelle e su quella dei vostri figli….
http://www.shafaqna.com/english/component/k2/item/5102-anti-vaccination-propagandists-help-create-the-worst-whooping-cough-epidemic-in-70-years.html

La storia di una ragazza che sviene 8 volte al giorno dopo che i piedi le diventano blu !
La testimonianza di una madre che è stata fatta passare per una madre indegna quando ha deciso di non vaccinare la figlia (purtroppo l'articolo è visibile solo agli abbonati):
http://leplus.nouvelobs.com/contribution/975836-gardasil-quand-j-ai-refuse-de-vacciner-ma-fille-je-suis-passee-pour-une-mere-indigne.htm

- Il blog di due ragazze (e delle loro madri) sugli effetti avversi del Gardasil http://www.lesfillesetlegardasil.com/
- La storia di una ragazza di 15 anni che dopo il vaccino ha degli svenimenti preceduti dal comparire di un colore bluastro ai piedi:
http://www.charentelibre.fr/2011/06/01/vaccin-pieds-bleus-et-syncopes,1038853.php

Audrey ha 15 anni. Frequenta il liceo. Quando vede i suoi piedi farsi blu, sa che sta per perdere conoscenza, che le sue gambe stanno per cedere e che lei sta per cascare. Al meglio, se si trova a casa, sulle coperte che sua madre avrà avuto il tempo di stendere sul pavimento
... Non è divertente e succede diverse volte al giorno. Rachel Masson è persuasa che tutto ciò è iniziato dopo che sua figlia è stata vaccinata per il papilloma virus.
Lei sta pensando ad una domanda di risarcimento, ma desidera soprattutto mettere in guardia le adolescenti e le loro famiglie. E dopo inoltre metterà insieme le testimonianze.

Audrey se ricorda di quel 7 dicembre 2010. La prima iniezione del Gardasil. Tre ore più tardi il liceo chiamò la madre. L'adolescente aveva appena avuto una sincope. "E' stato durante 'la lezione di spagnolo, racconta. Ho avuto mal di testa, un punto forte sul lato. Ho perso conoscenza e sono cascata sulla spalla della mia vicina".
In seguito Audrey ha perso regolarmente conoscenza. "Il mio cervello si blocca ed io cado", come una bambola di pezza. A dir poco succede otto volte al giorno !
E' stata al pronto soccorso dell'ospedale di Angoulême a dicembre. Prima di Natale si è ritrovata piegata in due con una infiammazione dal lato delle ovaie, "lei che non aveva mai avuto dei problemi ginecologici", sottolinea sua madre (sarà l'effetto del polisorbato 80 contenuto nel vaccino che può causare danni all'apparato genitale femminile nei ratti e nelle ragazze ? - N.d.T.).

Effetti secondari
Un po' di tregua e, l'11 aprile scorso, un ritorno all'ospedale. "Una grossa crisi. Non mi reggevo in piedi". «abbiamo avuto paura di una sindrome di Guilain-Barré, si ricorda Rachel Masson.
Al pronto soccorso di Girac, ci hanno preso molto sul serio. Ma in pediatria, dopo che era restata tre giorni bloccata a letto, ci hanno detto che era un problema psicologico". Il medico di base ha preferito prendere appuntamento con un neurologo a Poitiers.
Rachel Masson non ha quindi tardato troppo a stabilire un legame col vaccino. "Si è verificato subito dopo".
Si è informata ha fatto delle ricerche su internet, ha scoperto l'esistenza di dozzine di casi simili, si è spaventata per i casi di decessi segnalati all'estero e attribuiti a quel prodotto.
Il neurologo non ha smentito. "Ci ha detto che il vaccino poteva avere sregolato qualcosa, ha parlato di tachicardia iperventilatoria", si ricorda la madre.

Audrey non ha mai fatto le ultime iniezioni del vaccino "vietato o sconsigliato in altri paesi", sua madre rincresce le prime (iniezioni). "Avrei potuto forse fare più attenzione agli effetti secondari".
Rimpiange soprattutto il fatto che nessuno l'avesse messa in guardia. Tanto più che Audrey non era necessariamente una ragazza a rischio. "Ma ne avevo sentito parlare, delle compagne l'avevano fatto. Avevo visto delle pubblicità in televisione, nelle riviste". Il vaccino è indirizzato alle adolescenti prima dell'inizio della loro vita sessuale.

Al momento Rachel Masson non ha sporto una denuncia contro il laboratorio che ha fabbricato il vaccino. Ma ha preso contatto con un avvocato parigino che sta iniziando ad compilare i dossier. «Aspetto di averne quattro o cinque completamente realizzati per agire, conferma Me Charles Joseph-Oudin, che difende anche molte vittime del (farmaco) Mediator, due casi sono stati denunciati alla farmacovigilanza.»
Egli si prepara a presentare un'istanza alle commissioni regionali di conciliazione e indennizzo. "E' più rapido e meno costoso di una procedura giudiziaria, perché le vittime sono spesso senza molte risorse [ecnomiche]. Ma, come nel dossier Mediator, cercano prima di tutto un riconoscimento. Sono spesso delle giovani brillanti che hanno dovuto abbandonare i propri studi".

Commento NdR:
Innanzitutto il fatto che un vaccino sia stato sperimentato su 20.000 persone prima di avere una più ampia diffusione significa che ci sono state 20.000 cavie umane.
In realtà, come ho già argomentato in passato, i farmaci vengono tutti testati su cavie umane dal momento che la sperimentazione su cavie umane (vivisezione) non è molto affidabile (basti pensare che ci sono animali per i quali la somministrazione di vitamina C è nociva).
Inoltre è di singolare rilevanza il provvedimento giudiziario che blocca la pubblicità del Gardasil in quanto manca la prova scientifica dell'efficacia di tale farmaco.
La prova la si trova direttamente sul sito istituzionale legifrance.gouv.fr  al link
http://www.legifrance.gouv.fr/affichTexte.do;jsessionid=?cidTexte=JORFTEXT000022839429&dateTexte&oldAction=rechJO&categorieLien=id

La conclusione dell'atto infatti è questa:
Considérant qu'ainsi ce document est contraire aux dispositions des articles L. 5122-2 susmentionnées du code de la santé publique, la publicité susvisée pour la spécialité pharmaceutique GARDASIL est interdite.
Traduzione:
"Considerando che così questo documento è contrario ai dispositivi degli articoli L. 5122-2 summenzionati del codice di sanità pubblica, la pubblicità summenzionata per la specialità farmaceutica GARDASIL è vietata.

Vaccini obbligatori o no, tutti quanti sono da sempre sbandierati come utili e sicuri anche e non solo dal Ministero della salute, ma esiste una sentenza ben precisa (ignorata da tutti…) che mostra come tali distinzioni fra vaccini obbligatori e non, NON possono sussistere - vedi: Sentenza Corte Costituzionale
Le famiglie dei danneggiati da vaccino dal canto loro sottolineano “lo stato di abbandono in cui sono  state lasciate dalle cosiddette “istituzioni che dovrebbero tutelare”, infatti “tutelano” ma solo i fatturati di
Big Pharma….". + Corruzione per i Vaccini

Altre notizie: 
- Una "bustarella" di 45 sterline per il vaccino contro il papilloma virus
- video sulla pericolosità del vaccino anti HPV
- Aborti e nati morti: il vaccino per il papilloma virus detiene il record (e subito dopo viene il vaccino dell’influenza suina)
- Madre canadese arrabbiata perché le hanno vaccinato la figlia senza che ci fosse alcun consenso da parte dei genitori
- Convincere le infermiere a vaccinare le ragazzine senza il consenso dei genitori
- DNA ricombinante trovato in alcuni vaccini per il papilloma virus
- VAERS (Vaccine Adverse Event Reporting System) database di migliaia persone rovinate o uccise dai vaccini.
- E’ tornata l’eugenetica
- Sentenza storica: autismo correlato al vaccino Mpr
- ANSA: "Il vaccino per l’influenza H1N1 Pandemix aumenta nei bambini il rischio di narcolessia".
- Uganda i bambini stanno morendo ! Da biasimare vaccini e test farmaceutici ?
- Vaccino contro l’Antrace. CDC e FDA fanno nascere bambini deformi, in nome della "scienza"!

Gli EFFETTI DEVASTANTI del VACCINO GARDASIL &C....

 

Danni causati dai vaccini HPV Gardasil e Cervarix - 09/06/2013
Proseguono le polemiche in merito ai danni causati dai vaccini HPV Gardasil e Cervarix.
I principali centri vaccinali, presunti opinion leaders, sorveglianze post-marketing, agenzie di regolamentazione e la stampa, promuovono la "sicurezza" di questi vaccini.
E' incomprensibile come queste organizzazioni giudicano questo vaccino così perfetto quando causa lesioni gravi o nei peggiori dei casi la morte.
Ogni nuovo report che suggerisce altrimenti viene velocemente e sommariamente respinto, le famiglie di giovani ragazze danneggiate o decedute  sono sistematicamente zittite.

Un gruppo di ricercatori della University of British Columbia sta tentando di comprendere la costellazione di reazioni avverse riportate dopo la somministrazione di questo vaccino.
In uno dei loro ultimi lavori, pubblicato lo scorso autunno sulla rivista Pharmaceutical Regulatory Affairs, hanno portato le prove di una condizione mortale e difficile da diagnosticare denominata vasculite cerebrale. La sindrome si adatta clinicamente sulla base della presentazione di sintomi riferiti.
www.omicsgroup.org/journals/2167-7689/pdfdownload.php?download=2167-7689-S12-001.pdf&&aid=9036

Reperti autoptici dopo vaccinazione con Gardasil-Cervarix
L'attuale studio, decesso dopo la vaccinazione quadrivalente papillomavirus umano (HPV): causalità o concidenza ?, ha esaminato il tessuto cerebrale di due giovani donne che sono morte improvvisamente dopo aver ricevuto il vaccino per l'HPV, Gardasil.

Una delle giovani donne aveva 19 anni, era sana, non aveva assunto altri medicinali e non aveva una storia clinica degna di nota.
E' morta nel sonno dopo aver ricevuto la terza dose del vaccino, che ha suscitato un aggravamento apparente di sintomi che si erano sviluppati subito dopo le prime dosi.
I sintomi emersi, dopo la sua prima vaccinazione, includevano: verruche sulle mani, affaticamento, debolezza muscolare, tachicardia, dolore toracico, formicolio alle estremità, irritabilità, confusione, vuoti di memoria o amnesie.

L'altra giovane donna aveva 14 anni, aveva una storia clinica per emicrania ed ha fatto uso di contraccettivi orali. Entro due settimane dalla sua prima dose, ha sviluppato una costellazione di sintomi che includevano l'esacerbazione di emicrania, problemi di linguaggio, vertigini, debolezza, incapacità di camminare, vomito eccessivo, depressione della coscienza, confusione, amnesia. Due settimane dopo la seconda dose, è stata trovata morta nella vasca da bagno dai suoi genitori.

Le autopsie primarie per ciascuna delle giovani donne non hanno rivelato anomalie e nessuna causa precisa di morte.
Per la seconda ragazza, il medico legale ha osservato edema cerebrale (e ciò che si chiama ernia cerebellare) una condizione in cui il gonfiore del cervello spinge contro il tronco encefalico inferiore comprimendo la regione competente per la respirazione e la funzionalità cardiaca.
Anche se gli esami istopatologici sono stati eseguiti come parte della autopsia, le relazioni del medico legale non hanno fornito alcuna indicazione di quali anticorpi sono stati utilizzati per le indagini istologiche, rendendo quasi impossibile determinare se il vaccino HPV era coinvolto.

Immunoistochimica avanzata
Senza gli adeguati esami di immunoistochimica (IHC), utilizzando anticorpi specifici per taggare gli antigeni utilizzati nel vaccino HPV, non c'era alcun modo per il medico legale di stabilire se il vaccino HPV avesse causato o contribuito alla morte di queste ragazze. Conoscendo questo importantissimo dettaglio, i ricercatori della University of British Columbia hanno sviluppato una specifica IHC per esaminare il tessuto cerebrale e determinare se il vaccino era responsabile. Ciò che hanno trovato è inquietante, ma incredibilmente importante !
L'IHC di questo studio ha trovato prove di vasculite cerebrale autoimmune innescata dalla componente HPV16L1 del vaccino. Particelle di HPV16L1 sono state identificate in tutto il sistema vascolare cerebrale, aderenti alle pareti dei vasi. I ricercatori hanno anche osservato un aumento dell'espressione del complemento di marker immunitari, coerente con sindromi vasculopatiche.
Queste includevano:
- eccessiva adesione di linfociti T segnalazione di MHC-II (Complesso Maggiore di Istocompatibilità) e deposizione di complessi di Immunoglobuline G nella vascolarizzazione cerebrale aumento di MMP (matrice metalloproteinasi) intensa micro- e astrogliosi

La vasculite cerebrale è una manifestazione clinica associata a numerose malattie e talvolta può anche divenire causa di ischemie cerebrali (gli ictus ischemici di origine vasculitica si verificano principalmente nei giovani).
Il quadro clinico è espressione delle caratteristiche genetiche e immunologiche del soggetto ed è in rapporto al tipo di vaso sanguigno colpito e ai distretti preferibilmente interessati. I sintomi neurologici possono complicare il decorso di un'affezione sistemica oppure rappresentare le manifestazioni di esordio della malattia.
L'interessamento del sistema nervoso centrale (SNC) può realizzarsi in maniera diffusa o focale. Le forme diffuse si caratterizzano per comparsa di cefalea, disturbi cognitivo-comportamentali e turbe psichiatriche di marca distimica o psicotica.
Nel caso, invece, di forme focali si ha la comparsa acuta di sintomi e segni di deficit neurologici focali, in genere preceduti o associati a manifestazioni epilettiche generalizzate.
Il sistema nervoso periferico (SNP) è spesso coinvolto e, anzi, spesso il suo interessamento è la causa delle manifestazioni cliniche di esordio della patologia.

La vasculite è quindi una patologia autoimmune mediata all'interno delle pareti dei vasi sanguigni, che si indeboliscono e talvolta necrotizzano o uccidono il vaso. La caratteristica centrale della vasculite è la distruzione infiammatoria del vaso sanguigno.
Le vasculiti possono anche svilupparsi in qualsiasi altra parte del corpo, in grandi o piccoli vasi. Di conseguenza, i sintomi compaiono spesso eterogenei e non specifici, rendendo la vasculite molto difficile da diagnosticare a meno che non si vada alla ricerca specifica di essa.
Il gruppo di ricercatori della University of British Columbia suggerisce che si dovrebbe cominciare a cercare la vasculite cerebrale. Infatti, l'insorgenza di un evento neurologico ictale in un individuo che non presenta segni di cardiopatia o aterosclerosi, soprattutto se bambino o adolescente, deve sempre indurre all'esclusione di un'eventuale vasculite localizzata al SNC o al SNP.
La vasculite cerebrale, chiamata anche encefalite autoimmune, rappresenta una delle forme più rare di vasculite perché richiede la presenza di una tossina o mediatore che attraversi la barriera ematoencefalica. Le stime attuali indicano un'incidenza annuale di solo 1-2 casi di vasculite cerebrale per milione di adulti.
La vasculite cerebrale è anche la più mortale, come il sistema immunitario media l'attacco ai piccoli vasi sanguigni nel cervello insorge spesso ictus emorragico o ischemico che può portare al decesso.
Tratto da: autismovaccini.com

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Le Ovaie di giovane donna distrutte dal Gardasil - 06/08/2013
La Merck ha “dimenticato di fare ricerca” degli effetti del vaccino sulla riproduzione femminile….
Fonte NaturalNews - Uno studio appena pubblicato ha rivelato che la
Merck & Co., la mente aziendale dietro il famigerato vaccino Gardasil per il papillomavirus umano (HPV), ha convenientemente dimenticato di ricercare gli effetti di questo vaccino mortale sui sistemi riproduttivi delle donne. E almeno una giovane donna, in questo caso da Australia, sostenuto il peso di questo fallimento imperdonabile dopo aver scoperto che i suoi ovaie erano state completamente distrutte a seguito della vaccinazione.
Pubblicato in peer-reviewed sul British Medical Journal (BMJ), lo straziante racconto dell’ esperienza di questa giovane ragazza di 16 anni dovrebbe far riflettere tutti i genitori attualmente sotto pressione dai loro medici per far vaccinare le loro giovani figlie con il pericoloso Gardasil.
Privata della sua naturale capacità di vivere la piena femminilità, questa giovane donna ha vissuta menopausa precoce, in cui le ovaie sono state rovinate ancora prima che fossero anche in grado di svilupparsi pienamente.
Intitolata “Insufficienza ovarica prematura” tre anni dopo, in una ragazza di 16 anni a seguito della vaccinazione per il papillomavirus umano, questo ultimo caso di studio fornisce una prova solida che Gardasil è, per lo meno, una grave minaccia per la funzione ovarica normale.
Non solo è stata la ragazza danneggiata esaminata e verificata di avere avuto le ovaie sane prima del vaccino, ma non ci sono stati altri fattori identificati oltre Gardasil, che avrebbe potuto essere eventualmente coinvolti nella sua improvvisa disgrazia.
Peggio ancora è il fatto che le informazioni ottenute in seguito dalla australiana Therapeutic Goods Administration (TGA) per il caso - TGA è equivalente australiano della Food and Drug Administration (FDA) negli Stati Uniti - ha rivelato che Merck NON aveva mai condotto test di sicurezza sulla Gardasil in relazione ai suoi effetti sulle ovaie femminili. Secondo il rapporto, la Merck aveva solo testato gli effetti di Gardasil sul testicoli maschili (?).
"Anche se la relazione della TGA pubblica australiana di valutazione per il umano vaccino quadrivalente per il papillomavirus, del Febbraio 2011, fa rapporto sulla istologia di testicoli di ratto vaccinati e epididimi, nessun referto istologico è stato disponibile per le ovaie di ratto vaccinati", spiega il rapporto. "Il referto istologico delle ovaie di topi vaccinati è rimasto disponibile al di là di una numerazione del corpo luteo presente a svezzamento con eutanasia dopo la prima cucciolata."
In altre parole, Merck intenzionalmente o accidentalmente - entrambe le opzioni sono tra l'altro del tutto inaccettabili - non è riuscita a controllare se Gardasil ha il potenziale di danneggiare i sistemi riproduttivi delle giovani donne, anche se le giovani donne sono sempre state il target di mercato primario per il vaccino.
Solo di recente anche i ragazzi giovani maschi, sono stati tirati nella mischia delle vaccinazioni con il Gardasil, nonostante il fatto che gli effetti collaterali a lungo termine del vaccino nei maschi sono ancora in gran parte sconosciuti.
Gardasil e’ prodotto con additivi noti per danneggiare l'apparato di riproduzione femminile !
Come riportato dal giornalista investigativo Heidi Stevenson, ci sono almeno due ingredienti additivi nel vaccino che possono essere responsabili di danneggiare le ovaie femminili. Questi ingredienti sono polisorbato 80, un conservante emulsionante, e L-istidina, un aminoacido naturale. Entrambi questi ingredienti sono, ovviamente, utilizzati in alimenti trasformati, che milioni di persone consumano ogni giorno. Ma iniettandoli nel corpo hanno un effetto biologico diverso molto più che se semplicemente li consumiamo.

Come si è visto, polisorbato 80, e’ conosciuto anche con i nomi di Tween 80, Alkest, e Canarcel, ed è stato dimostrato in studi scientifici, di danneggiare la riproduzione femminile. Non solo questo additivo chimico ha il potere di accelerare notevolmente la maturazione sessuale nelle donne, ma tende anche a ridurre il peso e la funzione sia delle ovaie e dell'utero.
Allo stesso modo, L-istidina, quando iniettata nel tessuto muscolare, può indurre il corpo a sviluppare una risposta autoimmune alla sostanza, che può portare a molti dei
gravi effetti collaterali che sono stati osservati in molte giovani ragazze alle quali e’ stato propinato il vaccino Gardasil.
By Jonathan Benson
Assicurarsi di leggere le seguenti due relazioni di Heidi Stevenson per saperne di più su come il Gardasil danneggia la riproduzione femminile:
http://www.thelibertybeacon.com
http://gaia-health.com
Fonte di questo articolo include anche http://pop.org


Continua in: Gardasil & Cervarix - 1 + Gardasil & Cervarix - 3 + Immunogenetica  +   Pag.2  +   Pag.3  +  Pag. 4  +  Bibliografia