Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


BAMBINI e GIOVANI SEMPRE piu' MALATI, con i VACCINI - 4
BAMBINI e GIOVANI SANI SENZA i VACCINI

 

Continua da QUI  Bambini piu' malati con i Vaccini - 1 + Bambini piu' malati con i vaccini - 2 + Bambini piu' malati con i vaccini - 3

Ecco alcune delle malattie, oltre alla morte, provocate dai Vaccini:
Neuroblastoma
.
Si tratta di un tumore che insorge precocemente nel bambino, prima dei 5 anni di vita, ed esordisce dando subito origine a metastasi diffuse. Nella sua forma più aggressiva può inizialmente rispondere alla chemioterapia, ma poi riprende a crescere con esiti fatali nel giovane paziente.
In genere questo tumore letale e’ scatenato nei bambini, ed in quelli figli di genitori a loro volta vaccinati, dalle vaccinazioni che il bambino subisce in tenera eta’ !

Feb. 2009, UK -
Il riscontro in Scozia di un aumento di mortalità sui bambini per meningocco B [1] e di un ceppo B particolarmente virulento in Spagna [2], DOPO vaccinazione estesa con il tipo C.
Per non parlare del rimpiazzo dei sierotipi di pneumococco registrato dopo vaccinazione universale [3,4]. Anche l’Haemophilus influenzae dovrebbe essere soggetto ad attenta sorveglianza.
1 - McMenamin J et al.: Recent increase in meningococcal deaths in Scotland prompts call for vigilance. Eurosurveillence weekly 2004; Vol 8 (47).
2 - Cano R. et al.: Impact of the meningococcal C conjugate vaccine in Spain: an epidemiological and microbiological decision. Eurosurveilance monthly 2004, Vol 9 (n.7-8): 5-6.
3 - Kaplan S.L. et al.: Decrease of invasive pneumococcal infections in children among 8 children’s hospitals in the United Statesafter the introduction of the 7-valent pneumococcal conjugate vaccine. Pediatrics 2004; 113 (3): 443-449.
4 - Bogaert D. et al.: “Pneumococcal vaccines: an update on current strategies”. Vaccine 2004; 22: 2209-2220.

FINALMENTE.....la FDA conferma che i Vaccini possono produrre l' Autismo
http://www.getcancercure.com/fda-announce-that-dtap-vaccine-causes-autism/


La sicurezza dei vaccini (NON esiste un vaccino sicuro) e la loro composizione
Il problema dell’obiezione consapevole nasce dalla constatazione che oggi i bambini manifestano una elevatissima presenza di malattie “moderne”: uno su 10 è asmatico; complessivamente uno su tre è allergico; ogni anno 1.000-1.500 neonati muoiono nel sonno per lo più tra i due e sei mesi, proprio quando subiscono le prime due dosi vaccinali.
Tali nuove malattie, compreso il cancro in età precoce, sono apparse a partire dalla generazione nata attorno al ’60, che corrisponde alla data di inizio delle vaccinazioni attuate in modo massiccio.


Vi chiederete perche' ?, la risposta e' semplice, sono le vaccinazioni che subiscono, a renderli tali !
Come e perche' ? con qualsiasi vaccino si destabilizza la flora batterica intestinale, le immunoglobuline,
squilibrio tra le funzioni Th1 e Th2, quindi si crea immuno deficienza acquisita con i vaccini, per cui perche' stupirsi ? ........e' la GIUSTA conseguenza di campagne criminali di aggressione alla specie umana effettuata con la guerra batteriologica instaurata con i vaccini in tutti i paesi del mondo; e questa guerra contro l'umanita' e' gestita dalle multinazionali dei farmaci e vaccini !
Questa la semplice ma atroce verita'
!
vedi:
Danni dei Vaccini  (testimonianze) + Malattie autoimmuni
Nell’analisi di un sottogruppo, in uno studio effettuato in Francia in particolare nei bambini vaccinati da più di tre anni, che avevano effettuato la vaccinazione secondo il calendario vaccinale francese, è stato evidenziato un aumento significativo del rischio di sviluppare eventi di demielinizzazione
infiammatoria acuta e vaccinazione con Engerix B.
Uno studio francese ha anche riportato un
significativo aumento di rischio di sclerosi multipla negli adulti che erano stati vaccinati nei tre anni precedenti l’insorgenza dei primi sintomi della malattia.

Leggete cosa scrive un medico, pur parlandone in "sordina"......
"Vaccinatevi !" è l'imperativo che rimbalza su giornali e televisioni alla fine dell'estate, puntuale come la scadenza di una rata, ricorrente come il campionato di calcio.
Ed a questo categorico richiamo nessun bimbo dovrebbe sfuggire: anche se le raccomandazioni ufficiali consigliano la vaccinazione solo per bambini con grave patologia di base, si avanza l'ipotesi di vaccinare i bambini sani di età compresa tra i 6 ed i 23 mesi, con l'obiettivo di ridurre le patologie invernali, tralasciando di dire che la vaccinazione antinfluenzale può avere efficacia protettiva solo nei confronti dei ceppi virali di cui il vaccino è costituito e che la predizione di quale sarà il virus predominante nella stagione influenzale in arrivo non sempre risulta corretta.

I bambini, specialmente se frequentano asili e scuole materne, si ammalano spesso - (NdR vedi Bambini sempre piu' malati ) -  e la vaccinazione anti-influenzale non comporterà alcuna diminuzione, né di intensità né di numero, delle comuni infezioni delle vie aeree superiori possibili durante i mesi freddi, perché il vaccino contro l'influenza non ha effetto alcuno sui circa 500 (tra tipi e sottotipi) virus che sono capaci di infettare i bambini nei primi anni di vita, per cui statisticamente non avremo alcuna modificazione alla loro tendenza ad ammalarsi.

Ricercatori della Cochrane Vaccines Field in collaborazione con l'Università di Oxford hanno valutato l'efficacy (riduzione dei casi confermati in laboratorio) e l'effectiveness (riduzione dei casi sintomatici) dei vaccini antinfluenzali inattivati o vivi attenuati nei bambini fino a 16 anni di età.
Sono stati analizzati 14 studi clinici controllati, randomizzati, 8 studi di coorte, 1 studio caso-controllo e 1 studio controllato, randomizzato, di somministrazione intraepidermica del vaccino per concludere che "l'efficacia nei bambini piccoli è assolutamente non provata.
Al massimo può favorire nei bambini più grandi una riduzione della lunghezza delle assenze scolastiche. I risultati sollevano dubbi sulla opportunità di effettuare un programma di vaccinazione anti-influenzale estesa dei bambini senza prove adeguate che questa funzioni o sia interamente sicura".

E a proposito di sicurezza, ricordiamo che oltre a reazioni locali (arrossamento, dolore, tumefazione, indurimento e prurito in sede di inoculo) sono segnalate importanti reazioni di ordine generale, quali febbre, malessere, mialgie, orticaria, angioedema, asma allergica, anafilassi sistemica, neuropatia ottica ischemica, neurite ottica, sindrome oculo-respiratoria, poliangite microscopica, eritromelalgia, sindrome di Guillan Barrè, paralisi del facciale.
L'aumento del numero delle vaccinazioni praticate ai bambini è una delle cause dell'incremento delle allergie pediatriche ed esiste la possibilità che la vaccinazione scateni l'autoimmunità in individui geneticamente predisposti.
Credo che sia importante diffidare da una informazione parziale e aggressiva e che sia utile condannare la protervia commerciale che cerca di nascondere le verità scientifiche che tanto difende, quando diventano scomode.
By Dr. Eugenio Serravalle, pediatra - (articolo pubblicato su "Il Sole 24 Ore, 2006 - suppl. Sanità Toscana")
Confronto fra Bambini Vaccinati, sempre malati e Bambini NON vaccinati, piu' sani

Danni dei Farmaci e Vaccini, eminenti medici/ricercatori indipendenti lo confermano

REPORT - Rai3 - Il Vaccino dell'Obbligo, ecco i Danni gravi...

MOLTI VACCINI sono IRRADIATI con COBALTO 60 (isotopo radioattivo del metallo Cobalto) e la perdita della Radioattivita' di cio' che e' stato irradiato si esaurisce fra i 5 ed i 7 anni....dall'irradiazione...
Il Cobalto 60 è un isotopo radioattivo e instabile del cobalto che decadendo emette radiazioni ionizzanti. I raggi gamma prodotti dalla sorgente di Co-60 penetrano il materiale e deviano gli elettroni dalla loro orbita. Per le applicazioni a scopo di sterilizzazione (come viene fatto per i vaccini), questo fenomeno ha un effetto disgregante sul DNA 
vedi: la prova dell'iradiazione, nello studio nel PDF

Quale consulente di questo portale web, ho inviato questa mail alla Fnomceo.it, alla Corte Costituzionale Italiana ed altri enti a "tutela" della salute....si ma di quella dei fatturati di Big Pharma....

VACCINI TOSSICI
...intossicati per legge....il giorno della nascita vitamina K1, a 3 mesi 6 mesi, fino ai 12 anni...con i vaccini

Chi vaccina compie un atto CRIMINALE perché i tutti i Vaccini contengono tanti metalli tossici, ferro, nichel, cobalto, ed altri metalli sottoforma anche di nanoparticelle, ma ancora mercurio (thiomersal), tossina invalidante pur in dosi minori a prima, ma nei vaccini odierni vi e' soprattutto l' alluminio, che e' presente anche nella Vitamina K1 propinata alla nascita, che generano danni cerebrali come autismo ecc., oltre ad altre sostanze cancerogene come la formaldeide, proteine, es. caseina, (

La caseina rappresenta la principale causa di allergia alimentare. Questa forma di allergia è più frequente nei primi anni di vita, che e' periodo delle vaccinazioni infantili (pediatriche) e tende poi a ridursi con l'età anche se può talvolta portare anche a gravi forme di shock anafilattico ed è una forma di allergia difficile da controllare, poiché il latte o la caseina stessa, è presente in moltissimi alimenti e soprattutto nei Vaccini che vengono inoculati nella microcircolazione sanguigna attraverso i muscoli, bypassando le normali ma principali difese immunitarie: pelle e mucose.
Anche lo zucchero, il lattosio anch'esso puo' provocare disturbi anche seri, come la intolleranza al lattosio, una intolleranza alimentare che si trascina nell'età adulta.
Tutte queste sostanze tossiche vaccinali generano allergie, asma, malattie respiratorie e gastrointestinali, ecc...ed anche la morte nella culla (SIDS), non solo... ma anche le sostanze vaccinali ingegnerizzate in laboratorio (virus = sostanze geneticamente modificate = GM) per scopi occulti alla popolazione ed ai medici impreparati....clonazione di DNA umano....per generare degli automi...facilmente controllabili psichicamente....
Inoltre....
.... i vaccini sono propinati anche ai bambini per immunodeprimerli in modo da creare mantenere ed ampliare il mercato dei malati..
.. In piu' i vaccini sono irradiati dal Cobalto 60 e la radioattivita' ottenuta con l'irradiazione, viene immessa nei corpicini dei bambini...e può danneggiarli anche quando sono grandi od adulti...
... Insomma vaccinare un bambino e' un atto CRIMINALE gestito da uno "stato", sanita' collusa con le case farmaceutiche e con medici in malafede !
Di tutto cio' che affermiamo, abbiamo in mano tutte le prove, ricerche, studi pubblicati, scaricati anche dai data base medico-scientifici mondiali US !
Il contenuto di questo testo, e' la sintesi della QUERELA che stiamo presentando in tribunale (2017) contro i dirigenti della in-sanità italiana !

http://www.aifa.gov.it/content/italia-capofila-le-strategie-vaccinali-livello-mondiale#.WSMpRpWUAQc.facebook

La ministra della in-sanita' B. Lorenzin a cena/pranzo con federazione case farmaceutiche....

Denunciata la ministra B. Lorenzin (soggetto con diploma delle scuole superiori,...ma ben collegata con OMS finanziata da Big Pharma....)

I nuovi Vaccini sono propinati per ottenere la clonazione del DNA umano in modo da poter controllare sempre meglio psichicamente la popolazione....perche' diverranno automi....

La salute di un bambino rovinata per 98 €uros – 20 Ago. 2013
Quella sera la bimba era irrequieta, stranamente si svegliò un paio di volte durante la notte, aveva un rialzo febbrile lieve e dopo averle dato la camomilla e averla cullata un po’ aveva ripreso a dormire, come sempre, nulla avrebbe potuto farmi pensare a cosa sarebbe accaduto… erano le 2.
Alle 7, insolitamente presto, mi svegliai pensando che dopo qualche ora avremmo portato la nostra piccina come da mesi ormai in piscina, lezione di acquaticità, che immersioni faceva la mia bimba!
Però ad un tratto mi tornò in mente quella febbriciattola dovuta alla vaccinazione…scesi dal letto in fretta attraversai il breve corridoio che portava dalla nostra camera a quella creata apposta l’anno prima per il suo arrivo… toccai la maniglia fredda e aprii la porta… ERA TUTTO FINITO, lo capii subito… le misi una mano sulla testolina… era gelata… il freddo della morte è inconfondibile… ora lo so…

Ho iniziato questo articolo citando un passo della testimonianza di una mamma, la cui versione integrale è possibile leggere sul portale SEMI PER LA SIDS sindrome della morte improvvisa del lattante, accompagnata dalla confezione di un vaccino esavalente illegale che prosegue ad essere somministrato in Italia ai nostri figli, né tantomeno è stato indagato dalla Procura più attiva d’Italia.
Chi porta un figlio sano al Centro Vaccinale, per la candida cifra di 98 €uro a confezione, deve mettere in conto che nella maggioranza dei casi lo riporta a casa “malato per la vita” o peggio ancora conosce la sofferenza più atroce della sua perdita.
Questo è il prezzo di un marketing che, secondo un rapporto di studio del mercato vaccinale globale, prevede il raggiungimento di un valore di 84,44 miliardi di dollari entro il 2022.

All’interno del settore sanitario, il mercato del vaccino era inizialmente considerato un rischio a basso profitto. 
Attualmente è percepito con rinnovato interesse da parte degli ambienti del settore a seguito di una migliore comprensione del sistema immunitario che, considerandolo con gli occhi dei “pro”, ha aperto nuove opportunità per lo sviluppo di nuovi vaccini e, considerandolo con gli occhi “critici” di coloro che hanno subito danni irreversibili, rappresenta uno strumento col quale procacciarsi malati cronici dall’anno zero di ogni individuo.
Con parole rassicuranti i medici vaccinatori portano avanti il compito assegnato. Non meraviglia che ben pochi genitori, al momento di sottoporre i propri figli alle vaccinazioni, conoscano il reale rapporto tra rischi e i benefici.
In generale i medici vaccinatori si limitano a informarli che possono esserci lievi effetti collaterali. Le reazioni gravi sono rarissime e dall’incidenza del tutto trascurabile.
Ciò che manca nei cittadini, e sempre più spesso nei medici vaccinatori e nelle competenti istituzioni, è la consapevolezza che non esistono studi a lungo termine sugli effetti collaterali. Viceversa, alcune ricerche indipendenti hanno dimostrato che malattie gravissime come la Sclerosi Multipla sono correlate all’inoculazione di vaccini [soprattutto l'anti epatite B], a causa degli eccipienti contenuti nella soluzione.
Proprio questo fatto è alla base dell’aumento esponenziale delle malattie neurologiche, dei disturbi dell’apprendimento, dei disturbi comportamentali, dei tumori, nei bambini.

Le vaccinazioni sono pubblicizzate in modo abile e aggressivo, a tal punto che la maggior parte dei genitori le ritengono come il miracolo debellatore di molte spaventose malattie. Anche se poi ignorano che spaventose malattie come la Morte Nera, meglio conosciuta come Peste Bubbonica, prosegue a manifestarsi da 5 a 15 casi all’anno negli Stati Uniti occidentali secondo quanto riportato dal Centers for Disease Control and Prevention.

                                                Fig.2: Casi di Peste Bubbonica riportati negli Stati Uniti dal 1970 al 2012

Questa terribile malattia, che ha ucciso milioni di persone in tutta Europa durante il Medioevo, se presa in tempo, può essere trattata facilmente con gli antibiotici entro le prime 24 ore dalla comparsa dei sintomi.
Yersinia pestis  è l’organismo batterico più virulento che si conosca. Probabilmente, grazie agli studi dell’Università di Chicago, ora si conosce qualcosa in più su come esercita le sue capacità nel disattivare il sistema immunitario, ma le contromosse da parte della nostra Scienza Work In Progress, così preoccupata dal marketing, tardano ad arrivare e il vaccino è inefficace.
Di fronte a una situazione del genere è francamente risibile proseguire a leggere proclami di promozione vaccinale, e diventa sempre più lecito sospettare che certi piani di "immunizzazione" (morbillo in particolare) sono spinti esclusivamente per ragioni di marketing.
Chiunque si opponga al marketing vaccinale è osteggiato e considerato ai limiti della pazzia. Per un Pediatra contestarle equivale alla negazione dell’infallibilità del Papa da parte di un prete.

Molto di ciò che fanno credere sulle vaccinazioni è palesemente falso.
Non solo aumentano i gravi dubbi in ogni parte del mondo, ma se ognuno di noi imparasse a raccogliere informazioni, e seguisse le profonde convinzioni che ne deriverebbero, esorterebbe chiunque a rifiutarsi di praticare a un neonato qualsiasi vaccinazione. Non esiste alcuna prova scientifica convincente del fatto che si possa attribuire alle vaccinazioni di massa l’eliminazione di alcuna malattia infantile. La cosiddetta immunità di gregge rappresenta una scienza imperfetta e il fallimento della vaccinazione di massa.
L’establishment vaccinale, supportato da Big Pharma, si presenta pressoché compatto nei confronti dei vaccini.
Quando arriva ad ammettere controindicazioni, le minimizza come un rischio talmente basso da essere trascurabile. La situazione invece non è limpida come vogliono farla apparire.
Fin dagli anni ’60 è emersa una indubbia correlazione tra i vaccini e una sequela di serie patologie neurologiche e autoimmuni.
Né mancano i casi di decesso accertato, mentre sempre più studi scientifici denunciano gli effetti collaterali. La reazione del sistema immunitario del nostro organismo [il più complesso in natura] indotta dal vaccino o dai suoi conservanti è sempre più correlata causalmente all’origine del rapido aumento di patologie invalidanti, come allergie, asma, epilessia, leucemia, sclerosi multipla, diabete, complicanze renali, AUTISMO e vari tipi di danni neurologici nei bambini.

Gli appelli e gli avvertimenti contro questo scriteriato eccesso di “prevenzione” cadono quasi sempre nel vuoto. Il giro di affari è troppo invitante e l’industria farmaceutica si adopera per dimostrare che i vaccini sono sicuri, indispensabili, quando invece la realtà dei fatti dimostra che non esistono vaccini sicuri.
Lo stretto legame tra ricercatori, istituzioni e Big Pharma opera ormai con efficacia anche in questo settore dove le multinazionali finanziano solo gli studiosi più compiacenti, esercitano pressioni sulle riviste scientifiche per soffocare le indagini controcorrente, occultano sistematicamente in modo selettivo gli studi quando non forniscono i risultati desiderati, e la Evidence Based Medicine [EBM] è una strategia di marketing.
La realtà dei fatti dimostra che i medici, quando si tratta di vaccini, sottolineano erroneamente l’importanza della pratica vaccinale ai genitori e non prestano attenzione alle condizioni di bambini che sarebbero esclusi sistematicamente dal “processo di sicurezza” per l’approvazione alla vendita dello stesso.
Le attuali politiche vaccinali sono entrate di diritto nell’ambito della Eugenetica (disciplina che si occuperebbe del miglioramento della razza umana attraverso la manipolazione dei suoi geni o attraverso l’incrocio selettivo delle razze migliori) e detengono il potenziale per distruggere in modo irreversibile la vita di milioni dei nostri bambini.
By Gabriele Milani – Tratto da autismovaccini.org

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Uno studio scientifico mostra che il vaccino quadrivalente per il papilloma virus può causare vasculopatia autoimmuni fatali (ovvero mortali).
Lo studio realizzato dai due medici canadesi Lucija Tomljenovic e Cristopher A. Shaw si intitola "Morte dopo il vaccino contro il papilloma virus, c'è una relazione causale o è una coincidenza ? " e si può leggere (in inglese) al seguente link
http://sanevax.org/wp-content/uploads/2012/10/Tomljenovic-Shaw-Gardasil-Causal-Coincidental-2167-7689-S12-001.pdf.
Le conclusioni dell'articolo non sono per niente ambigue: il vaccino in questione può innescare una reazione autoimmune che può essere talora mortale. Le conclusioni sono motivate dal fatto che molte delle reazioni avverse a tale vaccino finora registrate corrispondono a sintomi di vasculopatia cerebrale.
Studi come questo ovviamente mettono in un angolo tutti i ministeri della sanità che negano continuamente ogni correlazione tra le morti ed i vaccini.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Infanrix Hexa: il parere della Pediatra in merito al report GSK  - 11/12/2012
"Dalla raccolta GSK delle possibili reazioni avverse vengono ESCLUSE  le segnalazioni delle reazioni tardive"

Riguardo al report GSK delle possibili reazioni avverse al vaccino combinato esavalente, per comprendere correttamente ed avere maggior autonomia di giudizio, vorrei richiamare l’attenzione  sul fatto che nel lavoro in oggetto l’azienda farmaceutica stessa ha arbitrariamente deciso modi e tempi di sorveglianza delle reazioni avverse post vaccinali.
Lo stesso numero totale di vaccinazioni eseguito, utilizzato per calcolare l’incidenza delle reazioni, è frutto di un calcolo presunto, basato sul numero di vaccini venduti, vaccini che possono anche non essere stati utilizzati.

Oltre a ciò :
1. il periodo di osservazione  è limitato a 31 giorni dopo la somministrazione del vaccino;
2. vengono prese in considerazione solo le segnalazioni fatte da personale sanitario non meglio identificato;
3. vengono presi in considerazioni  alcuni sintomi  e/o patologie suddivise per apparati  o sistemi funzionali;
4. non è dato sapere quante e quali segnalazioni siano state escluse dal report perché non considerate adeguate .

Il ristretto intervallo di tempo della osservazione  fa si che vengano prese in considerazione solo le reazioni immediate  e precoci.
Le reazioni immediate ai farmaci  sono quelle che si verificano entro i primi minuti dalla somministrazione del farmaco, scatenate da reazioni allergiche immediate o idiosincrasiche, si tratta di collasso, orticaria gigante, asma.
Nella mia esperienza sono assai rare nei piccoli lattanti, verosimilmente perché il loro giovane sistema immunitario immaturo non è ancora in grado di  scatenarle.
Le reazioni precoci ai vaccini avvengono in prima giornata, sono generali  e locali, spesso febbre  e infiammazione nella sede dell’iniezione.
Riguardo alla paralisi dello sguardo (Gaze paralysis) segnalata associata a febbre, faccio notare che nel bambino di età inferiore ai sei mesi non esistono le convulsioni febbrili ”semplici”, evento benigno, quindi le convulsioni post vaccinazione nel bambino di età inferiore ad un anno sono sempre segno di interessamento diretto del sistema nervoso centrale, specie se sono associate a paralisi dello sguardo. Infatti, non si dice quale sia stato lo sviluppo neurologico successivo di questi bambini.
Le encefaliti acute sono reazioni precoci, si manifestano con  convulsioni ripetute, stato di male epilettico  e coma.
Al report in questione sfuggono le reazioni tardive, quelle che si realizzano nello spazio di molte settimane causando encefalopatia con meccanismo immuno-allergo-tossico.
Nel caso in cui il meccanismo immunologico danneggi estesamente e profondamente il sistema nervoso si avrà distruzione del tessuto, quindi encefalopatia degenerativa con convulsioni e disturbo della coscienza, arresto della crescita, difficoltà della alimentazione, turbe del metabolismo e della crescita somatica e rischio di exitus.
Se vengono colpite profondamente le aree del sistema nervoso deputate al movimento, la ricaduta del danno è facilmente visibile: il bambino non muoverà correttamente una o più parti del corpo, non riuscirà a tirarsi in piedi, perderà l’equilibrio, se in grado di parlare potrà essere disartrico.

Nel caso in cui siano interessate aree più ampie ma meno delimitate anatomicamente, adibite alla integrazione neurosensoriale, la ricaduta interesserà le funzioni “superiori “ ed il comportamento, quindi i segni di danno saranno evidenti e manifesti tardivamente, mesi e anni dopo la somministrazione del vaccino che ha innescato il meccanismo dannoso.
E’ anche possibile che sia necessaria la ripetizione dei vaccini combinati per completare il danno riattivando ogni volta il meccanismo immuno-allergo-tossico  che porta alla encefalopatia.
Con queste premesse, quindi, dalla raccolta GSK  delle possibili reazioni avverse, vengono escluse le segnalazioni delle reazioni tardive, ossia le encefalopatie a lungo silenti, quelle di più frequente riscontro negli ultimi anni, quelle che hanno rovinato il cervello dei nostri figli e la loro vita.
By Gabriella Lesmo (medico Pediatra) - Tratto da: informasalus.it


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

I bambini NON vaccinati sono più sani - Bologna, 28 ottobre 2015
A sostenerlo non sono pseudo-guaritori, maghi o fattucchieri. Ma oltre 120 medici che, dopo settimane di dibattiti e polemiche sul tema, escono allo scoperto con una lettera aperta all’Istituto superiore di sanità. Primo firmatario il cardiologo Roberto Gava, membro della ‘Società medicina centrata sulla persona’ di Bologna, appoggiato da oltre una ventina di professionisti emiliano-romagnoli e marchigiani.
Il corposo documento prende le mosse dalle affermazioni del presidente dell’Istituto, il professor Gualtiero Ricciardi (leggete i conflitti di interesse che questo soggetto ha con la GSK, produttore di vaccini), che ha recentemente sostenuto la sicurezza dei vaccini pediatrici: "Su 19 milioni di vaccinazioni ci sono stati soli 5 casi di reazioni gravi, peraltro non mortali".
Non è esattamente così per i firmatari della missiva che rivelano l’esistenza di "reazioni avverse che ammontano a migliaia di rilievi all’anno".
Non per questo vogliono essere classificati come i fautori del no, senza se e senza ma. E infatti nella premessa mettono in chiaro che, oggigiorno, un qualsiasi medico dotato "di buon senso" e di "un minimo di conoscenza scientifica" non può essere "contro le vaccinazioni pediatriche".
Ma poi mettono sul tavolo la loro esperienza sul campo. E cioè "pratica medica specializzata" accanto al bambino malato, non "frettolosa ma fatta di osservazione e ascolto, di considerazione di quello che lui ci comunica e subliminale e di quello che i genitori raccontano". E tutto ciò "ci ha aperto gli occhi".
La conclusione è destinata a suscitare scalpore: "I bambini non vaccinati appaiono indubbiamente e globalmente più sani, meno soggetti alle patologie infettive, specie delle vie aeree, meno soggetti ai disturbi intestinali e alle patologie croniche, meno soggetti a patologie neurologiche e comportamentali e scarsi consumatori di farmaci e di interventi sanitari".
- vedi questo studio: Confronto fra vaccinati e NON vaccinati

Ottanta medici che rischiano la radiazione dall’albo per questo loro scottante documento:
 Nicola Antonucci, David Ayoub, Nancy Turner Banks, Timur Baruti, Danny Beard, rancoise Berthoud, Russell Blaylock, Fred Bloem, Laura Bridgman, Kelly Brogan, Sarah Buckley, Rashid Buttar, Harold Buttram, Lisa Cantrell, Lua Català Ferrer, Jeniffer Craig, Robert Davidson, Ana de Leo, Carlos de Quero Kops, Carolyn Dean, Mayer Eisenstein, Todd M. Elsner, Jorge Esteves, Edward Ted Fogarty, Jack Forbush, Gabrieli Milani, Sheila Gibson, Mike Godfrey, Isaac Golden, Gary Goldman, Gary Gordon, Doug Graham, Boyd Haley, Gayl Hamilton, Linda Hegstrand, James Howenstine, Suzanne Humphries, Belèn Igual Diaz, Philip Incao, Joyce Johnson, A. Majid Katme, Tedd Koren, Alexander Kotok, Eneko Landaburu, Luc Lemaire, Janet Levatin, Thomas Levy, Stephen L’Hommedieu, Paul Maher, Andrew Maniotis, Steve Marini, Juan Manuel Martinez Méndez, Sue McIntosh, Richard Moskowitz, Sheri Nakken, Christiane Northrup, Amber Passini, Ronald Peters, Jean Pilette, Pat Rattigan, Zoltan Rona, Chaim Rosenthal, Robert Rowen, Màximo Sandin, Len Saputo, Michael Sclachter, Viera Sheibner, Penelope Shar, Bruce Shelton, Debbi Silverman, Kenneth KP Stoller, Terri Su, Didier Tarte, Leigh Ann Tatnall, Adiel Tel-Oren, Sherri Tenpenny, Renee Tocco, Demetra Vagias, Franco Verzella, Julian Whitaker, Ronald Whitmont, Betty Wood, Eduardo Angel Yahbes.

I firmatari non sono una somma casuale e indistinta di medici dissidenti, ma rappresentano una selezione di pediatri, medici di famiglia, chirurghi cerebrali, professori di patologia, chimica, biologia ed immunologia.
Tutti caratterizzati da massima indipendenza dalle multinazionali del farmaco e da rispetto rigoroso della scienza vera e trasparente.

Elenco delle malattie che hanno documentata origine vaccinatoria
Come mai i medici non trovano le cause vere di molte malattie?
Perché sono condizionati e costretti a ignorare le correlazioni tra patologie e vaccini.
L’elenco di tali malattie è lungo, ma citiamo solo quelle più note:
Allergie ed eczema, artrite, asma, autismo, riflusso acido che costringe i bimbi a inibitori tipo pompe protoniche (con molti effetti collaterali), cancro, diabete infantile e giovanile, malattie renali, aborti, lunga lista di malattie neurologiche ed autoimmuni, SIDS (sindrome da morte infantile improvvisa), e molte altre ancora.

Elenco di effetti collaterali documentati e dichiarati nella letteratura medica
- Artrite, disordini emorragici, grumi sanguigni, attacchi cardiaci, sepsi
- Infezioni agli orecchi
- Svenimenti (spesso con conseguenti fratture ossee)
- Colpi apoplettici, epilessia
- Severe reazioni allergiche, orticaria ed anafilassi
- Morti improvvise
- Diverse diagnosi per ammissione ospedaliera
- Il National Vaccine Injury Compensation Program (NVICP) ha assegnato più di 1,2 miliardi per ricompensa danni causati dai vaccini a infanti, ragazzi e persone adulte.

L’autismo è particolarmente associato ai vaccini
L’autismo era patologia quasi sconosciuta prima che le vaccinazioni di massa venissero lanciate nel 1991, con l’introduzione del vaccino contro l’epatite B e del vaccino contro la meningite.
Decine di migliaia di genitori possono testimoniare che l’autismo fece apparizione nei propri figli poco dopo che i medesimi venissero vaccinati.
Pregasi studiare la documentazione relativa sul website
http://www.fourteenstudies.org


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Quando vi ammalate, il sistema medico, le assicurazioni e le multinazionali, si arricchiscono
- I vaccini non danno efficacia immunitaria, per cui si impongono diversi richiami.
- Ogni richiamo aumenta il rischio di nuovi effetti collaterali.
- Gli effetti collaterali dei vaccini possono menomare una persona per il resto della vita.
Questo fa comodo a Big Pharma, che ha nel suo armamentario molti farmaci disegnati per combattere le malattie causate dai suoi stessi vaccini.
- Negli USA né le multinazionali del farmaco né i medici possono essere denunciati per disgrazie derivanti dai vaccini. Entrambe le categorie sono protette dal National Child Vaccine Injury Act del 1986.
Questa legge, infame e scandalosa, decreta che “No vaccine manufacturer shall be liable in a civil action for damages arising from a vaccine-related injury or death”.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Une étude démontre que les bébés qui reçoivent le plus de vaccins ont plus de chances d'être hospitalisés et de mourir
By Neil Z. Miller - Natural News - 25 Déc. 2012  - Traduit par Les Chroniques de Rorschach
(Francais)
Une nouvelle étude, publiée dans "Toxicologie Humaine & Expérimentale", une revue scientifique indexée par la National Library of Medicine, a analysé plus de 38.000 rapports d'hospitalisations et de décès infantiles à la suite de vaccinations.
Les chercheurs ont trouvé des corrélations statistiquement significatives entre le nombre de doses de vaccins administrés à des nourrissons et leur taux d'hospitalisation et de mortalité : les bébés qui reçoivent le plus de vaccins ont tendance à avoir de plus hauts d'hospitalisation et de mortalité.

Les nourrissons qui ont reçu 2 vaccins en même temps étaient beaucoup moins susceptibles d'être hospitalisés que les nourrissons en ayant reçu 3 en même temps. Les nourrissons qui ont reçu 3 vaccins en même temps étaient beaucoup moins susceptibles d'être hospitalisés que les nourrissons qui en ont reçu plus de 4 en même temps. Les bébés qui ont reçu 6, 7, ou 8 vaccins au cours d'une seule séance de contrôle pédiatrique étaient les plus susceptibles d'être hospitalisés à la suite de leurs injections. En fait, le taux d'hospitalisation augmente de façon linéaire, passant de 11,0% pour les nourrissons recevant 2 doses du vaccin à 23,5% pour les enfants de réception 8 doses de vaccin.

Les auteurs de l'étude, le Dr Gary Goldman et Neil Z. Miller, ont également découvert que les nourrissons plus jeunes étaient beaucoup plus susceptibles d'être hospitalisés après avoir reçu les vaccinations que les nourrissons plus âgés. En outre, les nourrissons qui ont reçu 5 à 8 vaccins simultanément étaient significativement plus susceptibles de décéder à la suite de leurs injections que les enfants qui ont reçu 1 à 4 vaccins en même temps.

Plusieurs facteurs peuvent expliquer pourquoi un nourrisson pourrait avoir une réaction indésirable aux vaccins, notamment une prédisposition génétique, la maladie (qui peut être une contre-indication à l'administration du vaccin), la qualité des vaccins (qui peut varier selon les méthodes de fabrication), et la sensibilité à l'un ou composants du vaccin. Certains enfants pourraient être plus susceptibles d'éprouver des effets indésirables en raison de la toxicité biochimique ou synergique associé à l'administration simultanée de plusieurs vaccins.

En 1990, les nourrissons ont reçu un total de 15 doses de vaccins avant leur première année de vie. En 2007, les Centers for Disease Control and Prevention (CDC) ont recommandé 26 doses de vaccin pour les nourrissons : 3 DCaT, 3 polio, 3 Hib, 3 hépatite B, 3 pneumocoque, 3 rotavirus, et 2 vaccins contre la grippe.

Bien que chaque vaccin pour enfants ait individuellement subi des essais cliniques pour évaluer la sécurité, les études n'ont pas été menées pour déterminer la sécurité (ou l'efficacité) de la combinaison de vaccins lors de la visite de contrôle chez le médecin tel que recommandé par les lignes directrices des Centers for Disease Control and Prevention (CDC). Par exemple, les nourrissons de 2, 4 et 6 mois devraient recevoir les vaccins contre la polio, l'hépatite B, la diphtérie, le tétanos, la coqueluche, le rotavirus, l'Haemophilus influenzae de type B, et le pneumocoque, le tout au cours d'une seule visite de puériculture alors que cette combinaison de 8 vaccins n'a jamais fait l'objet de tests cliniques.
 

Traduzione:
Un nuovo studio, pubblicato in "Tossicologia Umana e Sperimentale", una rivista indicizzata dalla National Library of Medicine, ha analizzato più di 38.000 casi di ricoveri ospedalieri e di decessi infantili seguenti vaccinazioni.
I ricercatori hanno trovato differenze statisticamente significative tra il numero di dosi di vaccini somministrati ai neonati e di ospedalizzazione e mortalità correlazioni:
i bambini che ricevono la maggior parte dei vaccini tendono ad avere maggiore ospedalizzazione e di mortalità
.
I neonati che hanno ricevuto due vaccini, allo stesso tempo avevano molto meno probabilità di essere ricoverati in ospedale rispetto ai bambini che ne hanno ricevuto tre contemporaneamente. I neonati che hanno ricevuto tre vaccini, allo stesso tempo erano molto meno probabilità di essere ricoverati in ospedale rispetto ai bambini che hanno ricevuto più di 4 allo stesso tempo.
I bambini che sono stati con 6, 7 od 8 vaccini in una singola sessione di controllo pediatrico avevano più probabilità di essere ricoverati in ospedale per le iniezioni. Infatti, il tasso di ospedalizzazione aumenta linearmente dal 11,0% per i bambini che hanno ricevuto due dosi di vaccino al 23,5% per i bambini che hanno ricevuto 8 dosi di vaccino.

Gli autori dello studio, il dottor Gary Goldman e Neil Z. Miller ha anche scoperto che i bambini più piccoli sono più probabilità di essere ricoverati in ospedale dopo aver ricevuto le vaccinazioni che i bambini più anziani.
Inoltre, i bambini che hanno ricevuto 5-8 vaccini erano contemporaneamente significativamente più probabilità di morire dopo le iniezioni che i bambini che hanno ricevuto 1-4 vaccini contemporaneamente.
Diversi fattori possono spiegare perché un bambino può avere una reazione avversa ai vaccini, tra cui la predisposizione genetica, malattia (che può essere un contro-indicazione per il vaccino) qualità del vaccino (che può variare secondo i metodi di fabbricazione), e la sensibilità a uno o componenti del vaccino. Alcuni bambini possono essere più probabilità di avere effetti collaterali a causa di tossicità biochimica o sinergici associate con la somministrazione simultanea di più vaccini.

Nel 1990, i bambini hanno ricevuto un totale di 15 dosi di vaccino prima del loro primo anno di vita. Nel 2007, il Centers for Disease Control and Prevention (CDC) raccomandano 26 dosi di vaccino per i neonati: 3 DTaP, 3 Polio, Hib 3, 3 epatite B, 3 pneumococco e rotavirus, 3, e due vaccini contro l'influenza.
Anche se ogni singolo vaccino per i bambini è stato sottoposto a test clinici per valutare la sicurezza, non sono stati condotti studi per determinare la sicurezza (o di efficacia) dei vaccini combinati durante la visita di controllo dal medico come come raccomandato dalle linee guida dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC).
Ad esempio, i neonati a 2, 4 e 6 mesi dovrebbero essere vaccinati per la poliomielite, l'epatite B, la difterite, il tetano, la pertosse, il rotavirus, Haemophilus influenzae di tipo B e pneumococco, tutto in una sola visita all'infanzia mentre questa combinazione di otto vaccini non è mai stata testata clinicamente.
Studio scaricabile a questo link:
http://het.sagepub.com/content/31/10/1012.full.pdf+html

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

vedi anche: I VERI PADRONI della sanita' nel mondoBibliografia per le Varie malattie prodotte dai Vaccini

"International Medical Council on Vaccination": sconvolgente documento sui danni da vaccino - 19 Luglio 2012
Non hai bisogno di un pediatra che pesi e misuri tuo figlio e gli dia farmaci; rivolgiti anche ad un naturopata, un dottore di medicine orientali o omeopata. Potrai scoprire che gli osteopati sono molto più aperti di mente sulle scelte di non vaccinare i bambini.
Questo è solo uno de suggerimenti che potrete cogliere nell'eccezionale documento reso noto nel 2011 dall'International Medical Council on Vaccination americano, che potrete leggere interamente tradotto in lingua italiana qui sotto.
In realtà - si legge nel documento - "i bambini nascono con potenti difese naturali, se non fosse così morirebbero dopo la nascita. Enormi cascate di processi di complessità immune nascono con le prime lacrime; questo deve accadere in modo naturale, senza l'interruzione causata dalle iniezioni di sostanze tossiche".
Già, di questo si tratta infatti: sostanze tossiche e dannose per la tua salute in cui, dicono i professionisti medici firmatari del documento - "sono presenti mercurio, una neuro-tossina ben conosciuta; alluminio: un veleno che può causare la degenerazione del midollo osseo e del cervello; cellule animali dalle scimmie, reni di cane, polli, mucche e umaniFluido per imbalsamare, conosciuto per le sue proprietà cancerogene; Polisorbato 80, conosciuto per l’infertilità nei gatti femmina e atrofia testicolare nel maschio etc....".

Vaccinazioni: ecco tutta la storia
Il documento che proponiamo di seguito, e’ stato pubblicato dall'International Medical Council on Vaccination è firmato da 83 tra medici, infermieri e scienziati che si sono pronunciati in prima persona sulla protezione dai vaccini per la salute dei bambini e adulti.

L'International Medical Council on Vaccination è un'associazione americana di medici, infermieri e altri professionisti qualificati, il cui scopo è quello di contrastare i messaggi sostenuti dalle aziende farmaceutiche, dal governo ed agenzie medici sulla sicurezza ed efficacia dei vaccini. Le conclusioni a cui giungono sono state raggiunte individualmente da ciascun membro del Consiglio, dopo migliaia di ore di ricerca personale, di studio e di osservazione.
E' possibile scaricare qui il
documento integrale in lingua inglese, pubblicato a febbraio 2011.

Tutti i firmatari del documento (di cui potete leggere i nomi nel documento sopra) sono pediatri, fisici di famiglia, neuro chirurghi, prof. di patologia, chimici, biologi ed immunologi. Tutti hanno effettuato una ricerca indipendente giungendo alle conclusioni contenute nel presente testo.
Le sigle accanto ai nomi dei firmatari. MD, DO, MB, MBBCh sono le sigle indicanti dottori in medicina, osteopati. ND indicano coloro che hanno avuto una formazione medica e sono dottori in alcuni settori specifici; FNP indica la professione infermieristica di famiglia.

Ti meravigli del fatto che i medici non conoscano le cause di tante malattie?
Tutto ciò avviene perché sono portati ad ignorare la relazione esistente tra le malattie ed i vaccini.
Queste sono alcune delle patologie che hanno un'associazione documentata con i vaccini:
-
allergie ed eczema
- artrite
- asma
- autismo
- reflusso gastroesofageo che richiede la somministrazione di protoni inibitori al bambino provocando molti effetti collaterali
- cancro
- diabete in età adolescenziale e nell'infanzia
- malattia ai reni
- aborti spontanei
- lunga lista di malattie neurologiche ed autoimmuni
- mortalità infantile
- ....e molto altro...

Quelli che seguono sono conosciuti come effetti collaterali da vaccino, documentati nella letteratura medica e/o negli inserti speciali:
-
Artriti
- Coaguli sanguigni
- Attacchi di cuore
- Sepsi
- Infezioni alle orecchie
- Debolezza e sensazione di fratture ossee
- Insufficienza renale che richiede la dialisi
- Epilessia
- Severe reazioni allergiche come orticaria e anafilassi
- Morte improvvisa
- Molte diagnosi comuni emesse dagli stessi ospedali
- Il National Vaccine Injury Compensation Program, (NVICP) ha messo a disposizione più di 1,2 miliardi di dollari per risarcire i danni a bambini e adulti causati da vaccini.

L'Autismo è associato ai vaccini
L'Autismo è stato raro sino a quando, nel 1991, le vaccinazioni di massa non hanno subito un'accelerazione con l'introduzione del vaccino per l'epatite B e quello per la meningite.
Decine di migliaia di genitori (NdR:..e studi scientifici) attestano che l'autismo è comparso nei loro bambini in tenera età, a breve distanza dalla somministrazione di questi ed altri vaccini.
Studio delle informazioni sul sito: www.fourteenstudies.org. Troverai che gli studi che negano l'associazione tra autismo e i vaccini sono ricchi di lacune, (NdR: se non addirittura falsificati).

Le case farmaceutiche, le compagnie di assicurazioni ed il sistema medico si arricchiscono quando tu stai male !
-
I vaccini non danno un'immunità (NdR: neppure...) a lunga durata, questo significa che sono richiesti alcuni richiami.
- Ogni richiamo aumenta il rischio di ulteriori effetti collaterali
- Gli effetti collaterali dei vaccini possono far star male per il resto della tua vita. Non a caso esistono molti farmaci per trattare tali effetti;
- In America né le compagnie farmaceutiche né i medici possono essere citati in giudizio quando accade qualcosa per effetto di un vaccino. Entrambe sono protette da una legge sui danni da vaccino per i bambini che risale al 1986, firmata dall'allora Presidente Ronald Reagan: "Nessun produttore di vaccini potrà essere perseguito per i danni da essi indotti o per morte" (Atto pubblico 99-660).

Bambini "cippati", come gli animali con il chip, negli asili anche Francesi...:
 

Molti medici e professionisti della salute non si sottopongono a vaccinazioni né vi sottopongono i propri figli. Perché ?
-
Sanno che i vaccini non hanno una prova sulla sicurezza o l'efficacia
- Sanno che i vaccini contengono sostanze pericolose
- Sanno che i vaccini causano seri problemi di salute
- Hanno trattato pazienti vittime di seri effetti collaterali dei vaccini.

Le uniche persone che beneficiano dello stare in salute sei tu e coloro che ci tengono a te.
-
Le compagnie farmaceutiche hanno infiltrato e mantenuto il controllo sull'intero sistema Sanitario, comprese le scuole mediche, i giornali medici, gli ospedali, le cliniche e farmacie locali. Il vero mezzo di sussistenza di un medico si basa sulla fede cieca, il non porsi troppe domande su ogni aspetto dei vaccini. Anche quando l'ovvia evidenza di danni da vaccino accade dinanzi agli occhi di un dottore, egli non è mai disposto ad accettare il vaccino come la causa. Sebbene la scienza non corrotta e la medicina supportino il rigetto dei vaccini, ammetterlo può diventare un suicidio per la carriera professionale.
I firmatari di questo documento rischiano questa fine arditamente per la tua sicurezza e quella di tuo figlio.
- Gli ospedali beneficiano finanziariamente dai ricoveri e dai test
- Le compagnie farmaceutiche guadagnano milioni di dollari dai vaccini
- Le compagnie farmaceutiche guadagnano decine di milioni di dollari dai farmaci somministrati per trattare gli effetti collaterali e le malattie a vita causate dai vaccini.
- I vaccini sono la spina dorsale del sistema medico. Senza di loro i costi della salute diminuirebbero perché avremmo una società più sana. Abbiamo scambiato la varicella per autismo, l'influenza per asma, le infezioni alle orecchie per diabete e la lista potrebbe continuare. Nello zelo di eliminare una breve lista di microbi relativamente benigni abbiamo commercializzato malattie temporanee per pervasive, disturbi di lunga durata, disordini, disfunzioni e disabilità.

Quanti vaccini esistono?
-
Se i bambini americani ricevessero tutte le dosi di tutti i vaccini esistenti vi sarebbero iniezioni fino a 35 dosi che contengono 113 differenti tipi di particelle di malattie, 59 differenti sostanze chimiche, 4 tipi di cellule animali/DNA, DNA umano da cellule di feti abortiti e albumine umano.
- Se pensi di non doverti preoccupare degli effetti dei vaccini perché i tuoi figli sono grandi, pensaci. Ci sono almeno 20 vaccini in fase di sviluppo che riguardano principalmente adolescenti e adulti.

Alcuni ingredienti dei vaccini: com'è possibile che i vaccini siano dannosi per la tua salute ?
-
Essi disperdono virus e batteri dal trattamento delle cellule animali che sono utilizzati per la produzione di vaccini
- Il mercurio, una neuro-tossina ben conosciuta, si trova nelle multi dosi di vaccini in tutto il mondo.
-
Alluminio: un veleno che può causare la degenerazione del midollo osseo e del cervello.
-
Cellule animali dalle scimmie, reni di cane, polli, mucche e umani
- Fluido per imbalsamare, conosciuto per le sue proprietà cancerogene
- Polisorbato 80, conosciuto per l’infertilità nei gatti femmina e atrofia testicolare nel maschio.
- Gelatina proveniente da maiali e mucche, conosciuta per causare reazioni anafilattiche che si trova in grande quantità in MMR, vaccini per la varicella ed herpes
- Monosodio glutammato MSG nei vaccini da inalazione per influenza e conosciuto per l'aver causato disturbi metabolici, come il diabete ed altri disturbi neurologici.

Conflitto di interessi
-
Le stesse persone che creano le regole e le raccomandazioni sui vaccini guadagnano dalle vendite dei vaccini stessi.
Per esempio la dottoressa Julie Gerberding che è stata in carica per 8 anni alla CDC, è adesso il presidente della Merck.
Il Dr. Paul Offit, membro del Advisory Committee on Immunization Practice (ACIP) ha sviluppato e inventato il suo vaccino personale.
- Secondo la CDC in media, un gruppo di 10 pediatri americani hanno da vendere nel loro studio oltre 100ml dollari di inventario di vaccino. Questi dottori guadagnano molti soldi dalle visite in ambulatorio e dalla somministrazione di vaccini ai bambini, oltre alle visite in ambulatorio per valutare le reazioni ai vaccini.
- I pediatri americani ricevono anche dei bonus dalla HMO per mantenere alto il livello di vaccinazione; hanno anche raccontato di essere stati rimproverati dalle compagnie di assicurazione qualora i loro vaccini diminuissero.

C'è una ricerca che mostra la differenza tra bambini vaccinati e non vaccinati?

Il progetto CalOregon sponsorizzato dalla Generation Rescue ha intervistato i genitori dei bambini vaccinati e non vaccinati in America. Dei 17.674 bambini che hanno preso parte alla ricerca, i risultati  mostrano che:
-
I bambini vaccinati hanno avuto il 120% in più di asma
- I bambini vaccinati hanno avuto il 317% in più di  ADHD
- I bambini vaccinati hanno avuto il 185% in più di disordini neurologici
- I bambini vaccinati hanno avuto il1 46 % di autismo

Le ragazze rappresentano solo il 20% del numero totale di bambini intervistati.
Per leggere una relazione sulla bassa incidenza di autismo tra i non vaccinati
http://childhealthsafety.wordpress.com/2009/06/03/japvaxautism/
http://childhealthsafety.wordpress.com/2010/02/08/britvaxautism/

Esenzione dei vaccini (negli Stati Uniti)
-
Tu hai il diritto di rifiutare: esercitalo
- Il tuo bambino non deve essere vaccinato per poter andare in una scuola pubblica
- Ogni Stato ha delle esenzioni che riguardano il diritto di rifiutare vaccini non richiesti
-
Trova un professionista della salute che è d'accordo con la tua scelta di non vaccinare e che ti rispetta.

Molti scelgono la salute e la sicurezza dicendo NO ai vaccini
-
I gruppi che generalmente non vaccinano, includono (NdR: anche e non solo), gli osteopati, chiropratici
- Migliaia di testimonianze scritte dai genitori di bambini non vaccinati circa lo stato di robusta costituzione del bambino si trovano in molti siti on line…
- Le decisioni sui vaccini dipendono da te e dal tuo partner e nessun altro deve saperle. Non è un business per i membri della tua famiglia, o per i tuoi parenti

Per essere in buona salute hai bisogno di prendere l'iniziativa ed imparare nuove cose
-
La scelta sicura è quella di dire no ai vaccini. Si può esercitare il controllo sulle scelte sanitarie per voi stessi e i vostri figli; è sul risultato di una vaccinazione che non si ha nessun controllo;
- Non hai bisogno di un pediatra che pesi e misuri tuo figlio e gli dia farmaci; rivolgiti anche ad un naturopata, un osteopata, un chiropratico o un dottore di medicine orientali o omeopata. Potrai scoprire che gli
osteopati sono molto più aperti di mente sulle scelte di non vaccinare i bambini;
I bambini nascono con potenti difese naturali, se non fosse così morirebbero dopo la nascita. Enormi cascate di processi di complessità immune nascono con le prime lacrime; questo deve accadere in modo naturale, senza l'interruzione causata dalle iniezioni di sostanze tossiche;
- Scopri l'importanza della febbre, di come curarla a casa e quando devi chiamare il dottore. Molte febbri si risolvono per conto proprio, con una cura e un supporto in poche ore;
- Cerca di capire che il tuo bambino può essere vaccinato e contrarre comunque la malattia che desideri prevenire. I vaccini potrebbero non proteggere come invece la gente crede siano capaci.

La salute non può passare attraverso un ago;
- Impara che le cose più importanti per essere in salute sono: una buona nutrizione, acqua pura, dormire adeguatamente, attività fisica e felicità.
- Impara alcune semplici informazioni sulle vitamine, specialmente quelle sulla vitamina D3;
- Impara a come usare erbe basiche e omeopatia basica per la salute e per curare le malattie minori;
- Impara più del tuo medico relativamente ai vaccini. Egli, probabilmente non avrà mai letto sui vaccini, eccetto le pubblicazioni sponsorizzare dalle case farmaceutiche.
- Sappi che la cura della salute è qualcosa che tu paghi, mentre la cura delle malattie è coperta da un'assicurazione e la tua assicurazione pagherà per le medicine e per i vaccini.
- Cerca di spendere meno per stare in salute.

Informazioni aggiuntive
-
International Medical Council on Vaccination  www.vaccinationcouncil.org
- Dr. Sherri Tenpenny  
www.drtenpenny.com
su Facebook
www.facebook.com/vaccineinfo
- ThinkTwice Global Vaccine Institute  
www.thinktwice.com
- Vaccination Liberation  www.vaclib.org
- Holistic Moms www.holisticmoms.org
Tratto da: tuttosteopatia.it
 

Gli esperti di vaccini del CDC, hanno spesso conflitti di interesse - 18/03/2010
CDC e Conflitti di interesse - 1 + CDC e Conflitti di interesse - 2 + CDC e Conflitti di interesse - 3 + Corruzione + Danni dei Vaccini + Contro Immunizzazione

CDC conflitti di interesse anche per i vaccini + anche per la FDA
http://healthimpactnews.com/2014/cdcs-purchase-of-4-billion-of-vaccines-a-conflict-of-interest-in-overseeing-vaccine-safety/

Parlamentari pagati dalle Lobbies ? - Roma Ott. 2013 
L'intervista a un assistente di un Senatore che svelerebbe i traffici illeciti tra parlamentari e Lobbies.
Video dell'intervista: 
http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/390060/roma-parlamentari-pagati-dalle-lobbies.html

Informatore dei CDC CONFESSA la FRODE e le FALSIFICAZIONI sugli studi della correlazione VACCINO=AUTISMO

video del dott. Massimo Montinari a Don Chisciotte  - Ott. 2012


Illuminante
il video pubblicato su Youtube.com dove l'autore viene intervistato riguardo alle vaccinazioni:
 


4 milioni di italiani con malattie autoimmuni
Milano, 23 mag. (Adnkronos Salute) - Un nemico insidia dall'interno 4 milioni di italiani. Anziché difenderli da agenti patogeni esterni, il sistema immune può talvolta 'impazzire' e aggredire l'organismo. Scatenando seri problemi e spesso gettando nello sconforto i pazienti, che finiscono per rivolgersi "a maghi e praticoni, ritardando diagnosi e cure". Lo spiegano gli specialisti che, da domani a domenica, sotto l'egida dell'Istituto Auxologico Italiano, si riuniscono a Milano per fare il punto sulle ultime novità e produrre nuove linee guida ad hoc.

Nel nostro Paese "una consistente parte è costituita da persone, molto spesso giovani donne in età fertile, con sindrome da anticorpi antifosfolipidi (Aps): una potenziale 'bomba a tempo' - ricorda l'Auxologico in una nota - che, se non tempestivamente e adeguatamente trattata, può dare luogo a conseguenze anche gravi".
L'Aps, spiega Pier Luigi Meroni, ordinario di Reumatologia all'Università di Milano e Direttore dell'Unità di allergologia dell'Auxologico, "è una patologia autoimmune sistemica caratterizzata da un errore del sistema immunitario, che induce la produzione di immunoglobuline (auto-anticorpi) in grado di reagire contro strutture dell'organismo stesso. Questi anticorpi sono responsabili di eventi trombotici ricorrenti e aborti spontanei in assenza di altre possibili cause".

La sindrome si manifesta prevalentemente in soggetti giovani,e le donne sono particolarmente colpite non solo a causa delle complicanze della gravidanza, ma anche di manifestazioni vascolari. Circa un quinto delle trombosi venose profonde, un quinto degli aborti ricorrenti o degli stroke negli under 50 "sono causati dalla presenza degli anticorpi anti-fosfolipidi.
Le conseguenze sono molto serie - prosegue l'esperto - dal momento che spesso vi sono deficit permanenti (paralisi), che influiscono sull'autonomia personale e impediscono una normale attività lavorativa". Ma una diagnosi corretta consente di mettere in campo la terapia, efficace nella prevenzione di aborti nella maggioranza dei casi e nella riduzione dell'incidenza di eventi trombotici.
Adnkronos.com - 26/05/08

Commento NdR: come mai cio' accade solo nei soggetti vaccinati ? i soggetti NON vaccinati NON presentano nessuna delle malattie tipiche dei vaccinati !

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

La speranza di una bambina - Azzurra ha bisogno anche di te - Per non dimenticare - postato da La mamma
Mercoledi 28 Febbraio 2007
Azzurra nasce il 21 ottobre del 2002 a Cecina con parto  naturale. Alla nascita pesava 2 kg e 120 ed era lunga 46 cm, per il resto  era tutto a posto. Dopo una settimana di ospedale torna a casa. Azzurra  mangia e dorme.
Il 30 dicembre alla visita di controllo Azzurra pesa 5 kg ed è lunga 56 cm; va tutto per il meglio. Intorno al mese di febbraio si inizia a intravedere un rallentamento nella crescita, sia in peso che in lunghezza.
Il tutto coincide col ritorno della mamma a lavoro e col primo vaccino....

http://insieme_per_azzurra.blog.tiscali.it/vw3188126/  e la cosa continua imperterrita SENZA che le "autorita'  sanitarie" intervengano per bloccare le vaccinazioni.... fino alla loro dimostrata INNOCUITA' !!
e voi genitori cosa fate per salvaguardare la salute dei vs figli ?

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

La sindrome di Rett è una grave patologia neurologica, che colpisce prevalentemente soggetti di sesso femminile.
La malattia è congenita, anche se non subito evidente, e si manifesta durante il secondo anno di vita e comunque entro i primi quattro anni. Colpisce circa una persona su 10.000. Si possono osservare gravi ritardi nell'acquisizione del linguaggio e nell'acquisizione della coordinazione motoria. Spesso la sindrome è associata a ritardo mentale grave o gravissimo. La perdita delle capacità di prestazione è generalmente persistente e progressiva.

La sindrome di Rett provoca gravi disabilità a molti livelli, rendendo chi ne è affetto dipendente dagli altri per tutta la vita. La sindrome prende il nome da Andreas Rett, il professore di origine austriaca, che per primo la descrisse nel 1966.
Dopo una fase iniziale di sviluppo normale, si assiste ad un arresto dello sviluppo e poi ad una regressione, o perdita delle capacità acquisite. Si osserva un rallentamento dello sviluppo del cranio (di grandezza normale alla nascita) rispetto al resto del corpo tra i primi 5 e i 48 mesi di vita; uno sviluppo psicomotorio normale entro i primi 5 mesi di vita, con successiva perdita delle capacità manuali precedentemente sviluppate e comparsa di movimenti stereotipati delle mani (torcerle, batterle, morderle, strizzarle). Si assiste anche ad una progressiva perdita di interesse per l'ambiente sociale, che tuttavia in alcuni casi ricompare con l'adolescenza.
Possono essere anche presenti: irregolarità nella respirazione; anomalie dell'EEG; epilessia (oltre il 50% delle persone affette ha avuto almeno una crisi epilettica); aumento della rigidità muscolare con l'età, che può anche provocare deformità e atrofie muscolari; deambulazione a base allargata (in circa il 50% dei soggetti); scoliosi (malnutrizione cellulare); ritardo della crescita, ecc.
Sembra essere dovuta ad un'anomalia del gene MECP2, localizzato sulla parte distale del cromosoma X ( precisamente nella zona Xq28), deputato alla "specializzazione" di una proteina omonima. Sono anche stati osservati casi in cui, pur essendo presente questa anomalia, i soggetti non soddisfacevano i criteri che definiscono la sindrome di Rett.
Tratto da: it.wikipedia

Commento NdR: cosa provoca l'alterazione della produzione e specializzazioni delle proteine, lo stress cellulare ed enzimatico = tutti Danni anche dei Vaccini !
Anche gli stessi sintomi qui riportati sono da imputarsi anche e soprattutto ai danni dei Vaccini ma specie in  coloro che avendo gia' una mutazione genetica ricevuta dai genitori a loro volta vaccinati, con la rivaccinazione del  figlio egli si slatentizza la malattia e la somatizza anzi tempo; se non fosse rivaccinato egli potrebbe passare indenne tutta la vita e magari ritrasmetterla ai suoi figli, ma siccome viene rivaccinato egli somatizza la malattia ereditata.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

BIMBI piu' SANI con le MEDICINE NATURALI
Nel 1942 Leslie Owen Bailey, un grande filantropo e fondatore della Natural Health Society of Australia [Società Australiana per la Salute
Naturale], accettò l'affidamento di 85 bambini le cui madri non erano in grado di accudire.
Allevati secondo i principi della Salute Naturale e cresciuti nella Hopewood House di Bowral, NSW (Nuovo Galles del Sud), essi divennero famosi come i bambini di Hopewood.
Molti di questi bambini erano poco più che neonati, e siccome non era possibile allattarli al seno, furono allevati con latte caprino. Ai più grandicelli all'inizio venne dato latte di mucca non pastorizzato, ma siccome alcuni svilupparono problemi di muco, venne usata frutta fresca e succhi vegetali come sostituto.
Dai due anni in su, la dieta di questi bimbi consisteva in frutta fresca, radici e verdure, insalate, uova, noci, riso, porridge, pane e biscotti integrali, frutta secca, burro non salato, lenticchie, soia, ecc. Tra un pasto e l'altro si dava loro soltanto frutta o succhi di
frutta, e i bambini erano incoraggiati a bere molta acqua delle fontilocali e quindi pura e senza floruri. Il loro dolce preferito era
fatto di carrubi, cocco, frutta secca e miele.
Il Child Welfare Department [Dipartimento per il Benessere Infantile], che sovrintendeva alla salute dei bambini, insisteva che venisse loro data "carne", ma quando questa veniva loro servita, i bimbi la rifiutavano. Alcuni nutrizionisti dell'Università di Sydney, analizzando i contenuti nutritivi della dieta di Hopewood, videro che non solo era più che adeguata, ma addirittura superiore, come livelli di proteine, carboidrati, grassi e minerali, alle cosiddette "diete convenzionali".
Quando i risultati dei test furono resi pubblici, il Dipartimento per il Benessere Infantile non insistette più perché ai bimbi fosse aggiunta la carne nella dieta.
È degno di nota considerare che tra questi 85 bambini non ci fu mai alcuna malattia seria, che nessuno di loro fu mai operato, né furono loro somministrati medicinali di alcun tipo, né furono usate droghe, e non furono MAI VACCINATI.
L'unico caso di malattia capitò quando 34 bambini svilupparono la varicella; furono immediatamente ricoverati e furono curati esclusivamente con acqua e succhi di frutta freschi. Tutti si ripresero senza alcun danno ulteriore. Indagando su come questo fosse successo, si scoprì che mentre erano a scuola i bambini avevano scambiato i loro pranzetti sani con pranzi convenzionali meno sani, quindi quel caso di varicella non sorprese più di tanto.
Nel 1947 il dottor N. E. Goldsworthy, medico a capo dell'Istituto per la Ricerca Dentale di Sydney, volle controllare lo stato dentale dei bimbi di Hopewood. Lui e i suoi assistenti fecero un ampio rilevamento sullo stato dentale dei bambini per un periodo di dieci anni e scoprirono che i bambini di Hopewood avevano sviluppato fino a 16 volte meno carie dei loro coetanei di Sydney. Mentre ai bimbi di Sydney fu riscontrata una media del 9,5% di denti cariati, mancanti o piombati per bimbo, nei bambini di Hopewood questa percentuale arrivava soltanto allo 0,58. Nelle parole del dottor Goldsworthy stesso, i risultati furono "poco meno che miracolosi". I bambini di Hopewood avevano il più alto standard di salute dentale mai studiato, sorpassando perfino i bambini nativi della Nuova Guinea che, fino allora, avevano la reputazione di avere i denti più sani del mondo.

Anche la medicina ufficiale si interessò al caso dei bambini di Hopewood, nelle persone di Sir Lorimer Dodds e del dottor D. Clements, direttore del Centro per il Nutrimento Infantile dell'Università di Sydney, che monitorarono la salute dei bimbi per un periodo di 9 anni. Esaminarono tonsille e adenoidi e convennero di non aver mai visto un gruppo così sano. Anche una psicologa infantile, Zoe Benjamin, esperta in auge in quel periodo, dopo aver passato un lasso di tempo con il gruppo di bimbi, disse con stupore di non aver mai incontrato un gruppo di bambini con personalità così indipendenti e felici.
La cosa più notevole fu il fatto che nonostante alcuni di questi
bambini avessero ereditato una salute cagionevole dovuta alle malattie delle loro madri, e nonostante il fatto di non essere stati allattati al seno né aver avuto l'affetto e la tenerezza materni, erano cresciuti robusti e sicuri di sé.
I bambini di Hopewood servono da esempio a tutti quei genitori che vogliono allevare i loro bambini in modo naturale, senza medicinali o vaccini. Questi bambini sono testimoni della verità e validità della Salute Naturale.
La storia completa dei bambini di Hopewood si può leggere sul volume 5, numeri 3, 4, 5 e 6 e sul volume 6, numero 1 della rivista National Health, pubblicati dalla Natural Health Society of Australia.

Nel 1993, oltre il 25% dei casi di morbillo si è verificato in bambini al di sotto di un anno.
Il CDC ha attribuito i casi, al fatto che molte madri sono state vaccinati tra il 1960 e il 1980.
"L'immunità naturale di queste madri e' stata annullata dalla vaccinazione, che quindi non la potevano trasmettere ai loro figli. "
Infine, per rispondere una volta per tutte, riguardo gli studi ufficiali di confronto sui bambini vaccinati con bambini non vaccinati, il 26 ottobre 2010, la TV tedesca Alpenparlament TV, in onda un'intervista con Angelika Kögel-Schauzt, matematico, responsabile per l'EFI (Associazione per l'Informazione Vaccine), che ha citato uno studio su 18.000 bambini tedeschi 0-17 anni.
Questo studio è stato condotto per tre anni dal Robert Koch Institute, la più alta autorità della salute tedesco. Specializzato in malattie infettive, l'Istituto ha analizzato in dettaglio la salute di questi 18.000 bambini, che rappresentano un campione dell'intera popolazione.
I medici hanno raccolto: 1.500 dati per i bambini, per un totale di 20 milioni di dati, in grado di soddisfare tutti i tipi di domande circa la loro salute, tipi di vaccini che hanno ricevuto, il loro sangue e delle urine per determinare:
 a = "lo stato di salute dei bambini tedeschi”
b=" lo stato di salute dei bambini tedeschi, per i quali la vaccinazione non e obbligatoria, quindi NON vaccinati e visionare stato di salute dei bambini in Germania, dove la vaccinazione non è obbligatoria.
Hanno trovato differenze drammatiche, ben al di sopra delle aspettative, tra vaccinati e NON vaccinati di nessun vaccino.
Così, i bambini non vaccinati sono stati meno della metà nelle allergie, nei problemi neurologici, la scoliosi, meno altri problemi meno di linguaggio e di vista, essi portano molto meno frequentemente gli occhiali, come già notato Dott. Gerhard Buchwald.

Il medico tedesco, conosciuto in tutto il mondo per il suo lavoro sui vaccini, ha detto sul vaccino contro il morbillo che "non solo è inefficace, ma pericoloso. In passato, i bambini non avevano mai il morbillo. Essi erano protetti dalle loro madri, erano immuni dalla malattia, mentre quelli che sono stati vaccinati, non sono in grado di trasmettere il loro immunità ai loro bambini."

E cosi, piu’ si vaccina, piu’ i bambini hanno malattie infettive in tenera eta', ma questo e' un segreto custodito“gelosamente”.
Poco importa ! l'
industria farmaceutica ha sempre più bisogno di soddisfare i suoi azionisti e la vaccinazione è una manna inesauribile, ed è per questo che sempre piu’ si devono inventare nuovi vaccini anche se pericolosi e inutili, con iniezioni sempre più frequenti.
 

40 ragioni per cui non bisognerebbe MAI vaccinare i bambini piccoli - By Jagannath Chatterjee (combatte i vaccini dal 1985) 

1.   Non c’è alcuno studio scientifico che abbia determinato se i vaccini hanno veramente prevenuto le malattie.
Al contrario, i grafici dell’andamento delle malattie mostrano che i vaccini sono stati introdotti agli sgoccioli delle epidemie quando la malattia era già agli ultimi stadi della diffusione.
Nel caso del vaiolo il vaccino in realtà ha causato una grande recrudescenza nell’incidenza della malattia, uccidendo migliaia di persone prima di venir cancellato grazie alle proteste pubbliche.

2.   Non ci sono studi a lungo termine sulla sicurezza dei vaccini. Si sono portati avanti degli studi a brevissimo termine, non scientifici, nei quali i soggetti vaccinati erano paragonati ad un altro gruppo a cui si somministra un altro vaccino.
Tecnicamente i test dovrebbero essere condotti utilizzando un gruppo di controllo di individui non vaccinati.
Nessuno sa che tipo di protocollo seguano questo tipo di studi condotti sponsorizzati dalle industrie [ndr farmaceutiche].

3.   Non si è mai fatto un tentativo di paragonare una popolazione vaccinata a un’altra che non ha ricevuto vaccini, per capire quali conseguenze abbiano i vaccini sui bambini e sulla popolazione stessa.

4.   Un bambino riceve non uno ma parecchi vaccini. Non sono stati effettuati test per determinare l’effetto di vaccini multipli.

5.   Non c’è alcuna base scientifica in base alla quale vaccinare i bambini piccoli.
Al contrario, per i medici anziani quotati dal Times of India, “i bambini soffrono per una percentuale inferiore al 2% delle malattie prevenibili con le vaccinazioni, ma il 100% dei vaccini sono diretti proprio a loro.” I pionieri nel campo della vaccinazione hanno sempre raccomandato di essere molto cauti prima di sottoporre alla vaccinazione la popolazione, e al contrario non sono mai stati sostenitori della vaccinazione di massa.

6.   I bambini vengono vaccinati semplicemente perché i genitori temono che possano venir vaccinati in modo coatto. Vaccinare i bambini è in assoluto l’affare più vantaggioso sia per i produttori dei vaccini stessi che per i medici.

7.   Il governo indiano ha pubblicato un avviso di un quarto di pagina nel giornale The Hindu avvertendo i genitori di non sottoporre i bambini a vaccini al di fuori di quelli approvati dal governo. I genitori sono stati anche avvisati avverso la vaccinazione in strutture ospedaliere e cliniche private. 

8.   La  divisione dello stato federato di Orissa dell’Associazione Indiana dei Pediatri ha ammesso in una lettera al CM di Orissa [ndr forse una specie di governatore dello stato ??] che le cliniche e gli ospedali privati sono mal equipaggiati per la conservazione dei vaccini e ha diffidato i genitori dal vaccinare su suggerimento di medici e strutture private.

9.   TUTTI GLI INGREDIENTI di un VACCINO SONO ESTREMAMENTE TOSSICI in NATURA.

10.   I vaccini contengono metalli pesanti, sostanze cancerogene, agenti chimici tossici, virus anche geneticamente modificati, siero contaminato contenente virus animali e materiale genetico non umano, decontaminanti e coadiuvanti estremamente tossici, antibiotici non testati, nessuno dei quali può essere iniettato senza che causi alcun danno.

11.   Il mercurio, l’alluminio ed i virus nei vaccini, sono considerati alla base dell’immane epidemia di autismo (1 su 100 nel mondo secondo i medici americani), un fatto che è stato ammesso dalla Corte per i Vaccini statunitense.

12.   Il CDC americano (centro per il controllo e la prevenzione delle malattie), il cane da guardia dei vaccini, ha ammesso pubblicamente che il proprio studio più pubblicizzato che negava qualsiasi collegamento fra l’autismo e i vaccini non è corretto.
Il direttore del CDC, Dr Gerberding ha confessato ai media (CNN) che i vaccini possono causare i sintomi tipici dell’autismo. L’epidemia di autismo si trova solo in quegli stati che hanno permesso le vaccinazioni di massa.

13.   Nel 1999, il governo americano ordinò ai produttori di vaccini di rimuovere il mercurio dagli stessi “con effetto immediato”.
Ma il mercurio è ancora un componente di molti vaccini. I vaccini contenenti mercurio non furono mai ritirati e furono somministrati ai bambini fino al 2006. I vaccini “mercury free” contengono 0,05 mcg di mercurio, abbastanza da danneggiare in modo permanente un bambino piccolo.

14.   In INDIA NESSUNO SFORZO È MAI STATO FATTO per ASSICURARE che il MERCURIO e gli ALTRI METALLI PESANTI SIANO RIMOSSI dai VACCINI SEMPLICEMENTE PERCHÉ gli STESSI COSTEREBBERO DI PIÙ.

15.   In una risposta all’allora Presidente Sri Abdul Kalam, il ministro della Salute aveva affermato che “il mercurio è necessario per rendere i vaccini sicuri”. Agli autori che chiedevano “quali sono quei vaccini che necessitano della seconda più pericolosa neurotossina, il mercurio, per renderli sicuri?” non ci fu risposta.

16.   Il mercurio utilizzato nei vaccini è secondo in tossicità solo alla sostanza radioattiva Uranio. È una neurotossina che può danneggiare l’intero sistema nervoso di un bambino piccolo in un baleno.

17.   Il mercurio si accumula nel grasso. Essendo il cervello composto interamente da cellule grasse, la maggior parte del mercurio si accumula lì provocando i peculiari sintomi dei bambini autistici.

18.   Il mercurio utilizzato nei vaccini è sotto forma di etilmercurio. Secondo i medici indiani questo è 1000 volte più tossico del più comune metilmercurio.

19.   L’alluminio presente nei vaccini fa diventare il mercurio, in qualsiasi forma, 100 volte più tossico.

20.   Secondo uno studio indipendente l’alluminio e la formaldeide contenuti nei vaccini possono incrementare la tossicità del mercurio, in qualunque forma, fino a 1000 volte.

21.   Secondo un articolo di pubblicato su Tehelka [ndr: rivista settimanale indiana] sull’autismo, i bambini ricevono attraverso i vaccini 250 volte il mercurio che potrebbero tollerare. Il medesimo articolo attesta che considerando il limite fissato dalla World Health Organization (l’organizzazione mondiale della sanità) per il mercurio nell’acqua, gli stessi bambini ricevono 50.000 volte tale limite.

22.   L’autismo in India sta emergendo come l’epidemia a più rapida crescita fra i bambini. Da 1 su 500, oggi è arrivato a toccare stabilmente il rapporto di 1 a 37. Secondo i dottori indiani “oggi in qualsiasi classe di qualsiasi scuola si vada si trova un bambino affetto da autismo”.

23.   L’autismo è una disabilità permanente che affligge i bambini sia dal punto di vista fisico che mentale che emozionale.
Fa perdere al bambino le capacità sociali. Impedisce la crescita sia fisica che mentale del bambino stesso.
Distrugge il cervello causando grossi problemi di memoria e attenzione.
Secondo il dottor Harris Coulter, un ricercatore nel campo dei vaccini, i vaccini fanno diventare i bambini perversi e criminali.
Tutte le sparatorie avvenute a scuola ad opera di ragazzi sono state fatte da ragazzi autistici (NdR: o che avevano utilizzato psicofarmaci. I vaccini possono causare più danni di quanto ammetta ufficiosamente la comunità medica.

24.   I bambini autistici soffrono anche di gravi disturbi intestinali. Secondo il dottor Andrew Wakefield, e molti altri medici - vedi Morbillo ed Autismo - ciò è dovuto ad un ceppo del virus del morbillo presente nel vaccino MMR. Praticamente tutti i bambini autistici sono diventati tali dopo che gli è stato somministrato il vaccino MMR.

25.   Anche il vaccino DPT  causa regressioni, facendo crescere il sospetto che i vaccini multipli costituiti da virus sono una causa importante sottesa all’autismo. Se tre virus possono causare un tale danno, possiamo ben immaginare cosa potrebbero fare ai bambini gli odierni vaccini costituiti da 5-7 virus.

26.   Prima ancora dell’epidemia di autismo è ben risaputo che i vaccini hanno causato l’epidemia di cancro nella società odierna. Sia il vaccino contro il vaiolo che l’antipolio orale sono prodotti a partire dal siero delle scimmie (NdR: dalle colture di rene di scimmia verde africana). Questo siero ha fatto sì che molti virus delle scimmie, cancerogeni, sono entrati nel circolo sanguigno umano.

27.   È ugualmente risaputo che l’uso del siero della scimmia verde nei vaccini ha permesso il trasferimento dalle scimmie all’uomo del Sivian Immune Deficiency Virus (SIV). Lo stesso SIV e l’HIV, che causano AIDS, sono molto simili.

28.   Non solo l’AIDS, ma anche un tumore infantile del sangue (leucemia linfoblastica acuta) che colpisce migliaia di bambini è dovuta alla natura estremamente tossica degli ingredienti dei vaccini.

29.   L’ittero infantile e anche il diabete infantile sono anch’esse patologie scientificamente collegate alla tossicità dei vaccini.

30.   Il virus della poliomelite usato nel vaccino orale antipolio (OPV) ha causato la Vaccine Attributed Paralytic Polio in più di 65.000 bambini, secondo la Indian Medical Association. Negli USA questo vaccino ha causato la malattia 16 anni dopo la sua somministrazione. L’OPV ha anche provocato una recrudescenza di un nuovo ceppo di poliomelite sia in India che in Africa.

31.   I vaccini contengono il siero estratto non solo dalle scimmie e dagli scimpanzé, ma anche dalle mucche, maiali, polli, uova, cavalli e contengono perfino siero umano e tessuti estratti dai feti abortiti.

32.   La morte e danni permanenti sono conseguenze dei vaccini molto comuni e conosciute dalla comunità medica. La stessa comunità è obbligata dal Governo a stare tranquilla e a non associare questi casi alle vaccinazioni.

33.   Molti dottori sostengono che le malattie durante l’infanzia siano la conseguenza che il corpo sta allenando il proprio sistema immunitario. La soppressione di queste malattie causa un’immaturità dello stesso sistema immunitario che provoca diverse malattie autoimmuni come il diabete e l’artrite, diventate epidemiche al giorno d’oggi.

34.   I  vaccini sopprimono la naturale immunità e pertanto il corpo non produce più anticorpi naturali. Pertanto, il latte materno non contiene anticorpi naturali e non può più proteggere i neonati dalle malattie.

35.   Negli Stati Uniti gli effetti avversi dei vaccini sono registrati e il Governo elargisce dei risarcimenti alle vittime di milioni di dollari (il caso più recente sottoposto alla Corte dei Vaccini statunitense ha ricevuto fino a 200 milioni di dollari di danni). Il governo indiano semplicemente si rifiuta di ammettere che i vaccini possano causare morte o disabilità permanenti.

36.   È scientificamente provato che i vaccini non possono prevenire le malattie. I vaccini cercano di creare un’immunità umorale (relativa al sangue) mentre si è riscontrato che l’immunità si sviluppa su diversi livelli, umorali così come cellulari.
Sappiamo ancora troppo poco del sistema immunitario umano e pertanto non dovremmo interferire con esso.

37.   Negli Stati Uniti i genitori sono informati sui rischi derivanti dalle vaccinazioni ed inoltre devono dare il consenso per sottoporre i loro figli ai vaccini. In India il governo rassicura la popolazione mediante delle massicce campagne pubblicitarie circa l’estrema sicurezza dei vaccini. I genitori che si rifiutano di vaccinare i propri figli sono minacciati dall’amministrazione.

38.   NON ESISTE ALCUNA CURA per TRATTARE (NdR:per la GUARIGIONE)  un BAMBINO DANNEGGIATO dalle VACCINAZIONI.
I genitori sono costretti a passare da un ospedale all’altro. Il Governo si gira dall’altra parte e rifiuta persino di riconoscere la connessione con i vaccini.

39.   I medici hanno perfino messo in dubbio i vaccini raccomandati dal governo indiano.
Il vaccino per la tubercolosi BCG è stato largamente impiegato in India fin dal 1961, risultando completamente inefficace.
Il vaccino OPV ha causato poliomelite e altri disordini neurologici e intestinali in migliaia di bambini indiani.
Il vaccino Hep-B introdotto di recente non dovrebbe neanche essere destinato ai bambini, essendo un vaccino contro una malattia sessualmente trasmissibile e quindi dovrebbe essere indirizzato solo ad adulti promiscui.
Il vaccino per il tetano contiene, oltre alla tossina del tetano stessa, anche mercurio e alluminio. Gli stessi dottori evitano il vaccino DPT in quanto è uno dei più tossici mai inventati. Il vaccino contro il morbillo causa regolarmente severi effetti collaterali e gli operatori sanitari lo rifiutano.

40.   I pediatri stanno introducendo in India dei vaccini dalla dubbia reputazione, ai quali si sono opposti dottori, politici e il pubblico nelle nazioni americane ed europee.
Il vaccino per il Rotavirus, il vaccino Hib, il vaccino HPV e molti vaccini multipli sono stati introdotti senza nessun tipo di test solo perché i produttori degli stessi e i medici che li somministrano vogliono assicurarsi dei buoni guadagni.
Non gliene frega niente dell’etica medica e del destino dei bambini che riceveranno questi vaccini. Nel resto del mondo, medici onesti si stanno opponendo a vaccini modificati, contenenti nano particelle e virus e addirittura basati geneticamente sulle piante.
Quanto riportato sopra non è esaustivo.
Se dopo aver letto tutto ciò vuoi ancora vaccinare il tuo bambino, fallo pure
.
You deserve a vaccine-damaged child.

Sono 30 anni che mi occupo esclusivamente del trattamento di malattie croniche. Durante questi anni ho combattuto contro talmente tante storie di piccoli bambini che non erano mai stati ammalati un giorno finche’ non sono stati vaccinati e che, per molti anni successivi a ciò, non sono mai stati bene un giorno. Non posso accusare la malattia che hanno contratto. Semplicemente non erano abbastanza forti. Le loro difese immunitarie se ne erano andate. Erano perfettamente sani prima delle vaccinazioni. Non sono mai stati bene dopo di esse.” (By Dott. William Howard Hay)

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

ATASSIA - Scoperta la causa genetica di una nuova forma di atassia
Il termine atassia deriva dal greco "disordine" e indica un disturbo della coordinazione dei movimenti che spesso si associa anche a incontinenza, difficoltà di deglutizione e movimenti involontari di arti, tronco, testa, occhi. La porzione del cervello coinvolta è il cervelletto, stazione di controllo di tutti i movimenti volontari dell'organismo.
Spesso conseguenza di infezioni, intossicazioni o radiazioni, l’atassia può avere anche un’origine genetica e in questi casi si parla di vere e proprie atassie ereditarie. Si stima che in Italia ad esserne colpite siano circa 5.000 persone, con insorgenza sia in età infantile che adulta, ma sempre con un andamento progressivo.
La scoperta riguarda la SCA28, che e’ una forma di atassia ereditaria il cui difetto genetico è stato identificato da un gruppo di ricercatori milanesi, coordinati da Franco Taroni, nel corso di uno studio finanziato da Telethon. Immediata, dal punto di vista diagnostico, la ricaduta della scoperta, per i pazienti colpiti da atassie ereditarie, la metà dei quali sono tuttora privi di una diagnosi precisa.

Il difetto genetico responsabile di una particolare forma di atassia, la SCA28, è stato annunciato da uno studio finanziato da Telethon e pubblicato sulle pagine della rivista "Nature Genetics" da Franco Taroni, ricercatore dell’Istituto Neurologico Besta di Milano, in collaborazione con Marco Muzi-Falconi dell’Università di Milano.
La SCA28 è una nuova forma della patologia, diagnosticata per la prima volta al mondo dal gruppo di Franco Taroni in una famiglia italiana. Essa si trasmette con modalità autosomica dominante, basta cioè ereditare una copia alterata del gene da uno dei genitori (affetto a sua volta) per manifestare la malattia stessa.
Pur manifestandosi essenzialmente con gli stessi sintomi, le atassie ereditarie sono invece molto eterogenee per quanto riguarda il difetto genetico responsabile (e, di conseguenza, anche per le modalità di trasmissione da una generazione all’altra).
Studiando dunque il DNA di alcuni pazienti privi di una diagnosi precisa - condizione che al momento riguarda il 50% delle persone colpite da atassia ereditaria - i ricercatori milanesi sono riusciti dapprima a localizzare il gene, quindi a identificarlo con precisione e a definire le particolari alterazioni responsabili della malattia.
Il gene in questione si chiama AFG3L2 e contiene le informazioni per una proteina coinvolta nel metabolismo dei mitocondri, le centrali energetiche delle nostre cellule.  Il suo ruolo è quello di "tagliuzzare" altre proteine, talvolta per renderle attive e funzionanti, in altri casi per avviarne lo smaltimento, se esse non sono più utili per la cellula.
Una particolarità di AFG3L2 sta nel fatto di agire in stretta associazione con un’altra proteina, la paraplegina, a sua volta associata a un’altra malattia neurodegenerativa di origine genetica, la paraplegia spastica ereditaria. Nonostante le due proteine siano di fatto gli ingranaggi di uno stesso macchinario, sono associate a due malattie decisamente diverse.
Inoltre, i ricercatori hanno dimostrato come la struttura di AFG3L2 e della paraplegina sia molto conservata a livello evolutivo: basti pensare che anche specie molto lontane dall’uomo - come il lievito o certi batteri che vivono soltanto ad alte temperature - possiedano un macchinario cellulare molto simile; è infatti proprio sfruttando il lievito che il team coordinato da Franco Taroni e Marco Muzi-Falconi è riuscito a identificare il meccanismo "scorretto" nei pazienti con SCA28.
Il lavoro del gruppo ha una ricaduta immediata in campo diagnostico, particolarmente importante nel caso di malattie così eterogenee dal punto di vista del difetto genetico responsabile come le atassie. Guardando oltre, invece, il prossimo passo dei ricercatori sarà approfondire le conoscenze sul meccanismo della SCA28 e capire se possa effettivamente essere inserita nel promettente filone di ricerca delle malattie mitocondriali, che sono in costante ed importante crescita nei bambini.
Tratto da: Ufficio Stampa Telethon

Commento NdR: ….stranamente…Telethon pur scoprendo utili informazioni sul malfunzionamento cellulare e mitocondriale, non parla MAI delle cause che determinano i danni genetici e di inquinamento cellulare, che principalmente derivano dai Vaccini e di cui, sia nella bibliografia pubblicata, sia negli studi medico-clinici, sono stati dimostrati.

Perche’? perche questa azienda, che sfrutta la collettivita’ per raccogliere denaro, che spende SOLO ed esclusivamente per pagare i propri, consulenti e ricercatori, i laboratori che utilizza, per costruire immobili ove operare…. ecc., e non da un centesimo a NESSUNO dei milioni di malati resi handicappati, fa parte della filiera dello sfruttamento del malato ai fini speculativi, gestito da Big Pharma e soci….FDA, CDC, EMEA, AIFA, Ministeri della sanita', Ordini dei medici, medici allopati

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

VACCINI ed Autismo
Qualcosa sta cambiando. La notizia è di quelle che gelano il sangue, si sta diffondendo in modo esponenziale in ogni parte del globo ed anche io, previa qualche verifica, la riporto come molti altri siti web.

Nel luglio 2009 la D.ssa Theresa Deisher, fondatrice e presidente del Sound Choice Pharmaceutical Institute, annunciò di aver forse trovata la chiave per svelare il mistero: feti umani abortiti usati nella produzione dei vaccini.

Nel 1979, la produzione del vaccino trivalente morbillo, parotite, rosolia (MPR) passò dall'uso di cellule animali all'uso di cellule provenienti da feti umani abortiti. A seguito, negli anni '80, si è visto un vertiginoso aumento dei casi di autismo, prima negli Stati Uniti e dopo in Inghilterra e nel resto del mondo.

Un nuovo studio presentato nel maggio del 2010 al Meeting Internazionale per la ricerca nell'autismo documenta la connessione. "La correlazione temporale tra l'introduzione nei vaccini di DNA dai feti abortiti e gli aumenti di autismo è evidente. Le statistiche la mostrano nel corso di decine di anni e in diversi continenti. La correlazione temporale è più significativa di quella del mercurio," dice la D.ssa Deisher, aggiungendo che il mercurio non mostra questa correlazione temporale con i recenti forti aumenti dei casi di autismo.

L'uso di cellule provenienti dai feti implica la presenza residuale di DNA umano nei vaccini. I frammenti residuali di DNA umano possono migrare fino al cervello dove, con un processo chiamato ricombinazione omologa, si uniscono al materiale genetico del bambino vaccinato. Il sistema immunitario del bambino riconosce il DNA estraneo proveniente dai vaccini. Dato però la stretta somiglianza di questo DNA a quello proprio, il sistema può cominciare ad attaccare le cellule del proprio corpo,  innescando una malattia autoimmune facilmente verificabile con semplici esami di laboratorio.

Con un semplice prelievo di sangue si possono eseguire le ricerche di: Anticorpi Anti-MBP (Proteina Basica della Mielina) IgM, Anticorpi Anti-NAFP (Proteine dei Neurofilamenti) IgM, Anticorpi Anti Fibrillarina (Fibrillarina Abs) IgM, Anticorpi Anti serotonina.
In sostanza i primi sono anticorpi presenti in pazienti con SLA, i secondi sono presenti nella proteina acida fibrillare negli astrociti della GLIA e quindi sono anticorpi contro gli stessi componenti dell'encefalo, i terzi sono anticorpi antinucleo indotti in maniera specifica dal Mercurio... e gli ultimi sono anticorpi contro la serotonina, ovvero noto neurotrasmettitore sintetizzato dal cervello, denominato anche "ormone del buonumore" perchè principalmente coinvolto nella regolazione dell'umore.

ECCO SPIEGATA La CAUSA GENETICA (NdR: non e' la sola variante Genetica) = esempio: Autismo
La pericolosità dei frammenti di DNA umano è dovuta al fatto che la probabilità di ricombinazione di questi frammenti con il materiale genetico di chi è stato vaccinato è un miliardo di volte più alta di quella che sarebbe con l'uso di cellule animali.

Studio SCPI su DNA di feti abortiti nei vaccini = AUTISMO e non solo.... - 20/05/2010
I leader mondiali della campagna per l'uso etico dei vaccini, medicinali e prodotti di consumo hanno espresso la loro volontà di richiedere l'immediata liberazione dei programmi vaccinali.
Questa richiesta emerge dopo la pubblicazione dello studio del Sound Choice Pharmaceutical Institute su DNA di feti abortiti nei vaccini presentato al Meeting Internazionale per la ricerca sull'Autismo tenutosi a Philadelphia dal 20 al 22 maggio 2010.

Lo studio, accolto con shock ma anche con gratitudine per il lavoro svolto dalla D.ssa Theresa Deisher (scienziata e fondatrice del Sound Choice Pharmaceutical Institute), è incentrato sulla "integrazione impropria del DNA residuo come possibile contributore per l'autismo, in particolare nei bambini geneticamente predisposti".
E' infatti noto da studi di terapia genica che una volta iniettato il DNA nudo può essere trasportato al cervello (Wang et al. 2001); che impropriamente integrato il DNA terapeutico ha causato il cancro nei bambini piccoli (Hacein-Bey-Abina et al. 2008); e che frammenti di DNA più brevi hanno una maggiore probabilità di entrare nel nucleo delle cellule (Lechardeur et al. 2002).

Questo è quanto ha osservato la D.ssa Deisher, la cui società ha recentemente ricevuto una concessione $ 500.000 dalla Fondazione Murdock per le loro importantissime ricerche. La D.ssa Deisher e la sua collaboratrice, la scienziata D.ssa Marissa Lamadrid, hanno studiato come l'inserimento improprio di DNA nelle cellule del destinatario ricevente il vaccino può causare l'autismo.

Quattro le principali aree di ricerca e riguardano:
- la misurazione della quantità e della distribuzione di lunghezza residua DNA umano nei vaccini;
- la previsione di siti di inserzione del DNA tramite ricombinazione omologa (HR) e tassi di inserimento di misura;
- l'adeguamento della funzione delle cellule cerebrali che potrebbero essere interessate, attraverso la perdita della capacità di fare un collegamento corretto tra di loro  e attraverso la crescita selettiva delle cellule con DNA indebitamente integrato a discapito delle cellule sane;
- la conduzione di studi epidemiologici a confronto con i tassi di autismo nei bambini ai quali sono stati iniettati vaccini contenenti residui di DNA umano.

I risultati riportati finora sono stati sorprendenti, per non dire altro !
"L'analisi del Changepoint di disordine autistico dimostra una correlazione temporale con gli eventi associati a residui di DNA umano nei vaccini. I livelli di DNA residuo sono ben oltre i limiti raccomandati dalla FDA".
Mentre la ricerca è stata condotta in passato su altri possibili legami tra cause tossiche e l'autismo, nessuno ha mai guardato il DNA contaminante.
Ecco i dati scientifici che ho ricevuto dagli Stati Uniti tramite il Presidente dell'INTERNATIONAL MEDICAL COUNCIL ON VACCINATION che colgo l'occasione di ringraziare pubblicamente per la divulgazione di questo materiale e per la possibilità di collaborazione internazionale fornitami: studio di ricombinazione omologa  + studio sociologico.
I documenti sono in inglese ma se volete preservare la salute dei vostri figli da spiacevolissime sorprese, dalle quali è poi molto difficile (se non impossibile) tornare indietro, sottoponetele all'attenzione del vostro pediatra di riferimento e scoprirete a quale Codice di Deontologia Professionale farà riferimento? : vile denaro o promozione della salute (art 13 e art 14)
Cliccando inoltre sulla fotografia allegata potete scaricare la lista di vaccini aggiornata a novembre 2009 (riferimento Stati Uniti e Canada), con relativo programma vaccinale, contenenti cellule di feti abortiti.

Sicuramente i vaccini per il Morbillo, Rosolia e Parotite, ovvero MMR II e Priorix, sono gli stessi che circolano anche in Italia.
Tratto da: autismovaccini.splinder.com

CONTINUA su: Bimbi piu' malati con i Vaccini - 1 + Allergie e Dermatiti con i Vaccini propinati ai bambini  + BIMBI VACCINATI sempre piu' MALATI + CURE per BAMBINI

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Consulenze e perizie per danni da vaccino dott.  M. Montinari  +  Interrogazione Parlamentare   
Autismo, Vaccini, la prova
-  
Il libro ormai esaurito, del dott. Massimo Montinari

Gli anticorpi che dovrebbero essere indotti da un vaccino NON indicano immunità. Ciò che mette molti medici in confusione è che parte della reazione nei confronti del vaccino porta alla produzione di anticorpi e cio' solo nel 70% dei vaccinati..... Ciò è falsamente considerato immunità.

Commento NdR: questi studi dimostrano e confermano cio' che insegniamo da decenni e cioe' che i Vaccini producono nei soggetti sottoposti a quelle infauste pratiche in-sanitarie, spacciate per tecniche preventive, Malnutrizione con perdita di fattori vitali essenziali alla vita sana, alterazione e perdita di: enzimi, flora batterica autoctona, vitamine, minerali, proteine vitali), oltre alle mutazioni genetiche occulte, immunodepressioni, intossicazioni, infiammazioni e contaminazioni da virus e/o batteri pericolosi che nel tempo possono produrre malattie le piu' disparate ! 
vedi: Contenuto dei vaccini + Cure naturali per i bambini

VACCINAZIONI - UN DELITTO PERFETTO - 15 Marzo 2010
In Germania, il dottor Kurioski Osvald (medico, era chiamato dott. OK), era famoso sole nel ambito professionale e quindi, come quasi tutti, nel piccolo o grande territorio in cui operava.
Uomo coscienzioso sentì il dovere di approfondire il tema delle vaccinazioni in quanto il famoso dott. Buchwald gli aveva messo una pulce nell'orecchio.
Anche il dott. OK era stato un medico vaccinatore come Gerard Buchwald: possibile che avesse provocato danni ai suoi piccoli e alle future generazioni ?
Decide di avviare ricerche più approfondite e si affida al suo amico Mathaharo Matheus (MM per gli amici) famoso investigatore specializzato nello scoprire i segreti delle più grandi industrie mondiali,e quindi, temuto e odiato da tutti i potenti delle multinazionali.
Mathaharo, ex agente di un servizio segreto, si mette subito al lavoro e si mette alla caccia del dott. Gerard Buchwald, quel ricercatore e studioso, che ha scritto il libro intitolato:"Vaccinazioni, il business della paura" responsabile della crisi del dott. OK.
Man mano che intervista procede il nostro investigatore cambia più volte colore, suda, fuma o mastica il sigaro, si agita sulla poltrona fino a quando scoppia: "Ma QUI SIAMO di FRONTE ad un OMICIDIO di MASSA, ad una STRAGE LEGALIZZATA e CON ARMI BATTERIOLOGICHE...se le COSE STANNO COSI...
"SI le COSE STANNO proprio COSI" rispose il dott.. Buchwald con estrema calma, ma non si illuda di poter fare molto.
Loro hanno tutto il potere necessario per continuare a provocare Danni e con la benedizione delle anche vittime, o meglio dei genitori delle piccole vittime, i quali non sanno del pericolo e credono solo ai benefici che la propaganda, profumatamente pagata, sostiene.
Per poco MM non si mangiò il sigaro. Prese i documenti che il dottore gli diede, salutò e corse ad incontrare anche altri due scienziati, il dottor Heinrich Kremer e l'immulonologo e genetista Stefan Lanka.
Anche loro erano della stessa opinione: anzi, questi due scienziati gli mostrarono le prove scientifiche dell’INFAME INGANNO, contro la maledetta equazione HIV=AIDS.
Si annotò tutto e si fece dare anche alcuni lavori che essi avevano pubblicato e che la scienza ufficiale, non potendo contestare, ha semplicemente ignorato impedendone la pubblicazione nelle riviste ufficiali, cioè quelle che loro stessi finanziano.
Ritornò nauseato e tremendamente incazzato dal suo amico Osvald Kurioski: ...insieme bevvero abbondantemente per evitare di piangere, così si dicevano "come due vitelli, o come due puledri (usati per i vaccini per il tetano) o come milioni di scimmie, cricetti, cani, gatti e sopratutto quei PICCOLI bambini ORFANI su qui si sperimentava anche il vaiolo e che sono stati immolati per preparare e sperimentare i vaccini, che hanno provocato piu’ malattie e morti di quanti ne avrebbero dovuti “evitare”, ma che hanno arricchito ricercatori, medici, e soprattutto o produttori, cioe’ i proprietari dei brevetti, le solite multinazionali di Big Pharma.


Descrizione particolareggiata del Meccanismo dei DANNI dei Vaccini,
delle
Amalgami dentali e/o Metalli Tossici 
 (che hanno le madri durante la gravidanza)
Questo meccanismo vale anche per TUTTI i Vaccini !
 

Grave Danno da VACCINO - Descrizione:
Mio figlio è nato al termine di una gravidanza non complicata, con parto spontaneo. L'indagine Citogenetica prenatale aveva permesso di determinare un cariotipo maschile perfettamente normale. Dopo la nascita il bambino si presentava come un neonato sano, capace di alimentarsi senza difficoltà, con regolare ritmo sonno-veglia, con regolare crescita somatica e psicomotoria e nessun sintomo riferibile ad alterazioni funzionali di organi ed apparati né a malattia.
Tale situazione di benessere cambiò bruscamente con l'inizio delle vaccinazioni anti-infettive. Al completamento del ciclo vaccinale dell'obbligo, mio figlio era diventato un bambino fragile, si alimentava malvolentieri, cresceva stentatamente, si ammalava spesso, irritabile, poco sorridente e scarsamente empatico.
Tale situazione si aggravò ulteriormente dopo la inoculazione del vaccino combinato antimorbillo-parotite-rosolia con evidente arresto della evoluzione maturativa allora raggiunta e l’inizio di una progressiva regressione: non riusciva più a camminare autonomamente nè ad alzarsi in piedi da solo, il linguaggio si interruppe e addirittura scomparvero i vocalizzi già presenti.
II comportamento si fece ulteriormente problematico: si manifestarono crisi di pianto frequenti e protratte, inconsolabili, durante le quali presentava accessionali deviazioni del capo e dello sguardo, delle mani, cominciarono a comparire febbri di non chiara origine, poliadenia inguinale, le infezioni dell'orecchio medio divennero più frequenti, iniziarono i disturbi gastrointestinali con stipsi ostinata alternata a diarrea. L'arresto dello sviluppo psicomotorio, detto anche crescita neuro-evolutiva o evolutiva, è il chiaro segno di sofferenza del sistema nervoso nella delicata fase della crescita. Ciò che viene perso non è recuperabile.
Le segnalazioni allarmate di noi genitori furono tacitate e il bambino fu ulteriormente sottoposto ad altra vaccinazione antipneumococcica, non obbligatoria per legge ma assai raccomandata dalle società scientifiche di pediatria e promossa istituzionalmente con intense campagne vaccinali, a seguito della quale si aggravò il quadro di sofferenza neurologica: scarsa abilità motoria, mancanza di continenza sfinterica, mancanza di consapevolezza di ciò che avveniva attorno a lui, incapacità di comunicare con i familiari, privo di linguaggio verbale e gestuale, irritabile, malnutrito, spesso ammalato, con un sistema immunitario alterato, epistassi frequenti e copiose.

All'età di 3 anni fu posta la diagnosi di Autismo Infantile. In seguito fu attestata la sussistenza di "handicap grave per sindrome da alterazione globale dello sviluppo psicologico", ai fini del riconoscimento dei benefici della legge 104/92.
L'handicap era tale da condizionare profondamente la vita del bambino, il quale non possedeva le autonomie proprie della sua età: minore invalido con necessità di assistenza continua non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani della vita, con un grave handicap neurologico, incapace di parlare, di giocare, di interagire con l'ambiente, con marcate difficoltà della alimentazione, scarsa crescita, epistassi ricorrenti, infezioni ripetute, gravi irregolarità dell'alvo e documentate alterazioni immunologiche.
Era logico chiedersi quale la causa e con quali meccanismi si è realizzato un così profondo ed esteso danno in un organismo in crescita: sono risultati positivi i test che indicano la presenza di accumulo di metalli pesanti nell'organismo, con segni biologici di tossicità, una soppressione post vaccinale delle difese stesse immunitarie che perdura.
Sulla figura del medico vaccinatore cade la pesante responsabilità di identificare i bambini che presentano segni di fragilità prima dell'esecuzione dei vaccini ed i bambini che, dopo l'esecuzione dei vaccini abbiano manifestato una reazione avversa anche sottoforma di caduta delle risposte difensive e sviluppo di infezioni ricorrenti.
Il medico vaccinatore ha l'obbligo etico, professionale e comportamentale di procedere ad una valutazione clinica seria, ad un'anamnesi completa come stabilito anche dall'art. 7 della Legge 210/92, prima di procedere alla inoculazione dei vaccini.
Mio figlio non è mai stato sottoposto ad alcuna valutazione PREVACCINALE accurata e completa in aperto contrasto con l'art. 7 sopra citato.
Ad oggi è stata riformulata la diagnosi di "ENCEFALOPATIA IMMUNO-ALLERGO-TOSSICA” che ha danneggiato lo sviluppo cerebrale ed evolutivo del bambino, sino a realizzare nel tempo il quadro clinico di Disturbo Autistico con grave deficit cognitivo.
Tale patologia altera le facoltà mentali e rende l'individuo incapace a qualsiasi attività (INVALIDITA' AL 100%).
Tratto da:  autismovaccini.splinder.com

Commento NdR: Finalmente anche questo medico inizia a riflettere seriamente sui Vaccini ed i loro Danni.


vedi: Bibliografia per i Danni dei vaccini + http://www.greenmedinfo.com/page/vaccine-research

Consulenze e perizie per danni da vaccino dott.  M. Montinari  +  Interrogazione Parlamentare   
Autismo, Vaccini, la prova
-  
Il libro ormai esaurito, del dott. Massimo Montinari

Gli anticorpi che dovrebbero essere indotti da un vaccino NON indicano immunità. Ciò che mette molti medici in confusione è che parte della reazione nei confronti del vaccino porta alla produzione di anticorpi. Ciò è falsamente considerato immunità.

Commento NdR: questi studi dimostrano e confermano cio' che insegniamo da decenni e cioe' che i Vaccini producono nei soggetti sottoposti a quelle infauste pratiche in-sanitarie, spacciate per tecniche preventive, Malnutrizione con perdita di fattori vitali essenziali alla vita sana, alterazione e perdita di: enzimi, flora batterica autoctona, vitamine, minerali, proteine vitali), oltre alle mutazioni genetiche occulte, immunodepressioni, intossicazioni, infiammazioni e contaminazioni da virus e/o batteri pericolosi che nel tempo possono produrre malattie le piu' disparate !

vedi: Contenuto dei vaccini + Cure naturali per i bambini

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Il pediatra dott. Serravalle (pediatra) afferma:
VACCINAZIONI: LEGGERE ATTENTAMENTE le AVVERTENZE - Giu. 2009
Intervista con il dott. Eugenio Serravalle, medico chirurgo specializzato in pediatria preventiva, puericultura e patologia neonatale:

Le mamme di oggi sono accorte informate consapevoli; leggono libri frequentano corsi pre-parto, cercano di preservare la salute dei loro piccoli nel modo meno invasivo possibile; questo finché non arriva l'invito alle vaccinazioni e tutta la scrupolosità utilizzata fino a quel momento si dissolve come neve al sole. Il sistema sanitario consiglia e obbliga di sottoporre alla pratica vaccinale tutti i bambini a partire dai 3 mesi; la prassi viene accettata abitualmente, anzi direi passivamente.
I genitori tendono a fidarsi del sistema ma il sistema è veramente onesto nei confronti dei cittadini ?
E’ sufficiente che un servizio sia gratuito e promosso dal governo per garantirne l’efficacia e la sicurezza?
Dove sono le ricerche a proposito dei vaccini e cosa dicono ?
E quali i possibili effetti collaterali? A tale riguardo i monitoraggi della farmacovigilanza sulle reazioni post-vaccino sono efficienti ?
Le case farmaceutiche, sostenute dalle politiche dei governi, si spartiscono beate gli introiti di un mercato ricco e difficilmente in grado di entrare in crisi. La propaganda di massa, il supporto della classe medica, l’estrema facilità con cui si accede ai presidi medici ci ha resi schiavi delle abitudini e pigri consumatori di servizi.
Eugenio Serravalle, medico chirurgo specializzato in pediatria preventiva, puericultura e patologia neonatale, ci permette di riflettere su una consuetudine molto praticata ma realmente poco studiata; egli ci assicura che non esistono ricerche improntate a verificare il rapporto rischi/benefici sulla pratica vaccinale mentre esistono studi che confermano come tale prassi possa favorire l’insorgere di patologie non sempre da sottovalutare.
Cosa fare ? Informarsi e scegliere con criterio.
Dottor Serravalle esistono studi capaci di fugare ogni dubbio riguardo l’efficacia dei vaccini ?
Non esistono studi a riguardo perché risulta impossibile effettuare una ricerca indipendente a doppio cieco. Il doppio cieco prevede la presenza di un gruppo di studio a cui viene somministrato il farmaco reale e un altro gruppo a cui viene somministrato un placebo; sui vaccini risulta impossibile effettuare il medesimo test poiché si priverebbe di un diritto, ritenuto fondamentale, una parte della popolazione. Esistono numerose famiglie che hanno scelto di non vaccinare e che potrebbero rappresentare un ottimo parametro di valutazione ma ancora non si prende in considerazione questa possibilità.
Quali sono i veri motivi per cui sono sparite malattie gravi quali la poliomielite e la difterite ?
Semplicemente sono state le migliorate condizioni igieniche e un aumento del benessere che hanno permesso di scacciare dalle nostre terre i virus e i batteri più dannosi.
I dati epidemiologici OMS evidenziano il declino delle malattie più gravi ben prima dell'introduzione dei vaccini, grafici menomati potrebbero trarre in inganno.
Cosa rivelano le ricerche correlate agli effetti collaterali dei vaccini ?
Le pochissime ricerche indipendenti in grado di offrirci una panoramica neutrale a riguardo mostrano senza ombra di dubbio che vaccinare in tenera età comporta una serie di effetti collaterali che non sempre vengono associati alla somministrazione del farmaco.
Uno studio canadese (Manitoba) effettuato su 10.000 bambini ha messo a confronto un gruppo di neonati vaccinati a 3 mesi con un gruppo vaccinato a 5; i dati emersi dimostrano come la trivalente difterite / tetano / pertosse somministrata con 2 mesi di ritardo dimezzi la possibilità di contrarre l'asma bronchiale.
Anche studi indipendenti giapponesi (Aerugi) dimostrano come rinite, asma bronchiale e dermatite siano aumentate del 50% da quando si effettuano vaccinazioni in tenera età. Studi scandinavi mostrano inoltre come l'autismo sia aumentato vertiginosamente da quando vengono effettuate le vaccinazioni antimorbillose.
I dottori ci rassicurano che le vaccinazioni sono molto più efficaci nei neonati rispetto ai bambini più grandi ma su quali studi si basano per affermarlo ?e gli studi sono indipendenti o finanziati dalle case farmaceutiche ?
La normativa prevede SOLO 4 vaccinazioni obbligatorie (difterite, tetano, epatite B, poliomielite) e le restanti facoltative; in realtà si vaccina in automatico per 6 malattie.
Cosa propone il sistema sanitario ?
L'invito delle aziende sanitarie locali prevede la somministrazione di una dose esavalente (6 vaccini insieme) più un'altra monovalente antipneumococc; nella dose esavalente troviamo inseriti i 4 vaccini obbligatori più 2 facoltativi (antihaemophilus B e l'antipertossica acellulare, spacciati per obbligatori....).
Nel caso si chiedesse di vaccinare solo per le obbligatorie la risposta sarebbe di fare quattro vaccini separati e cioè quattro punture, nessuna madre acconsentirebbe; per questo, anche se i vaccini sono quattro, ci viene vivamente consigliato di effettuarne sei in un unica somministrazione !
Gli extracomunitari quanto influiscono sulle malattie per le quali si obbliga/consiglia vivamente di vaccinare ?
Il popolo migratore è composto, soprattutto, da persone sane e molti paesi che consideriamo arretrati effettuano vaccinazioni a tappeto andando a coprire fino al 98% della popolazione.
Nessuno studio è stato mosso in questa direzione non vi è, quindi, nessun motivo per ritenere gli stranieri portatori di nuovi o vecchi bacilli. Corrette norme igieniche e un alimentazione completa dal punto di vista nutrizionale sono il miglior modo per stimolare il sistema immunitario in modo fisiologico e naturale.
Quale messaggio vorrebbe trasmette a neogenitori e aspiranti tali ?
La scomparsa di gran parte delle malattie infettive un tempo molto pericolose sono scomparse grazie all’aumento delle condizioni igieniche e sanitarie e non in conseguenza alle inoculazioni di massa. Questo dato è tangibile analizzando i dati epidemiologici che partono ben prima dell’introduzione della pratica vaccinale.
La totale mancanza di studi longitudinali (della durata di anni), in doppio cieco con gruppo di controllo (un gruppo assume il farmaco e l’altro un placebo) e soprattutto indipendenti e non finanziati da case farmaceutiche non è di sicuro un punto a favore di questa pratica ma anzi si mostra come un'imperdonabile tradimento verso i cittadini fiduciosi del sistema.
Altro punto a sfavore dei vaccini riguarda il loro contenuto; leggendo il foglio illustrativo dei singoli preparati troviamo alluminio , mercurio e/o formaldeide in tutti i vaccini pediatrici. Queste sostanze sono altamente tossiche anche in piccole quantità ed è facile che un sistema immunitario immaturo come quello dei neonati non sia in grado di smaltirle adeguatamente.
I danni peggiori derivanti da vaccino si manifestano lentamente e questo spesso non permette un valido riconoscimento del nesso causale che associa l’inoculazione con il danno conseguente.
Cari genitori decidete con la vostra testa perchè attualmente nessuna ricerca può confermare se sia più efficace vaccinare o meno. Ringraziamo il dott. Eugenio Serravalle per aver condiviso con noi un tema delicato ma molto attuale.

Sotto la lente...
Conosciamo meglio i quattro vaccini per cui è "obbligatorio" (ma non troppo), in Italia vaccinarsi,
vedi: Tetano  +  Difterite  +  Poliomielite  +  Epatite B ...questi vaccini sono inseriti nell'esavalente per cui propinano altri due (2) vaccini NON obbligatori ! ....denunciateli !

Infatti, tra i cosiddetti erroneamente: "virus pediatrici" ora conosciuti, si ritrovano i Norovirus, come conseguenza della diarrea del bambino, nei Paesi dove il vaccino antirotavirus è largamente usato.
Inoltre sono stati documentati casi di polmonite e rinvenimento di Enterovirus e virus nell'epatite C, finora considerati esenti dal rischio di dare forme respiratorie.  Lo stesso può dirsi del Rhinovirus, come conseguenza di banali raffreddori e nelle forme respiratorie gravi.
Recente, infine, la scoperta del Metapneumovirus, tipicamente conseguente a polmonite ed asma.
La preoccupazione maggiore, però, deriva dai Coronavirus e dal riemergere della Sars, nei soggetti plurivaccinati, proprio perche' questi virus eterologhi=estranei, sono iniettati con i vaccini !

I vaccini sono una scarica enorme di tossine invasive e pericolose nei corpi umani ed animali, ma e specie nei bambini ! + Bimbi scossi + Bimbi Down + Sids + Morte nella culla + Uccisi dai vaccini + Le porcherie vaccinali Metalli tossici dei vaccini = Autismo vedi: PDF -  dott. M. Proietti + Bioetica, Vaccinazioni ed aspetti medico-legali + PDF articolo del dott. Miedico (medico) + Meccanismo (descrizione) dei Danni dei Vaccini + Danni neurologici con i vaccini + Sindrome della permeabilita' intestinale ed autismo

Visionate queste URL - documenti ufficiali di riviste scientifiche ove sono stati pubblicati alcuni studi sui danni dei vaccini:
http://oi62.tinypic.com/swfgo5.jpg  + http://oi60.tinypic.com/11lpj0z.jpg  + http://oi61.tinypic.com/2vik13q.jpg  +
http://oi57.tinypic.com/2i07tk2.jpg  + http://oi60.tinypic.com/14kdyjr.jpg


Davvero inquietante !
Questo medico il Dott. Andrew Moulden è MORTO (probabilmente assassinato) in modo inspiegabile nel novembre 2013 al età di 49, subito dopo aver pubblicato Le SUE RICERCHE che DIMOSTRANO il DANNO CAUSATO dai VACCINI, RICONOSCIBILI SOLO da un SEMPLICE ESAME ESTERNO
http://vaccineimpact.com/2015/dr-andrew-moulden-learning-to-identify-vaccine-damage/ 

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
 

Fibrosi Cistica malattia genetica più diffusa - Set. 2009

La Fibrosi Cistica, la più diffusa tra le malattie genetiche, in Italia colpisce un bambino su 4.700 ed è causata da un gene alterato che comporta anomalie nel trasporto di sali e acqua alle cellule, interessando vari organi e alterandone le funzioni (problemi respiratori, infiammazioni croniche dei polmoni, danni all'intestino e al fegato, malnutrizione e infertilità), la Fibrosi Cistica può essere invalidante per la crescita e la vita futura dei piccoli. Difetti cromosoma Y legati a disturbi sessuali. Le caratteristiche vincenti del cromosoma Y umano "potrebbero" anche essere la causa di disturbi sessuali.

Lo hanno scoperto i ricercatori del Whitehead Institute for Biomedical Research (Stati Uniti), che hanno spiegato in un articolo pubblicato sulla rivista Cell come mai il punto di forza del cromosoma Y è anche una sua grande debolezza.

"Il cromosoma Y è essenzialmente 'unico' all'interno del nostro patrimonio genetico. Durante la riproduzione cellulare, infatti, non si accoppia con nessun altro cromosoma per scambiare i geni", ha spiegato David Page, scienziato a capo dello studio.

"In questo modo si preserva nel corso del tempo senza scambiare materiale genetico con altri cromosomi, ma ha un modo per poter rimescolare i suoi stessi geni: si ripiega su se stesso, accoppiando regioni simili".

Questa peculiarità spiega come mai il cromosoma Y sia sopravvissuto a milioni di anni di evoluzione, ma sia anche l'origine di disturbi della sfera sessuale. "Questo processo di ripiegamento può causare l'origine di un cromosoma 'palindromo'", ha detto Page. Una struttura anormale che è suscettibili di errori di divisione e rotture durante la riproduzione cellulare". 
Errori che causano perdita di materiale genetico, che si traduce in anomalie del sesso del nascituro. "Sindromi sessuali come quella di Turner, o problemi nella produzione di sperma, potrebbero essere causati da errori del genere", ha detto Page.

"Il ruolo del cromosoma Y nella determinazione del sesso e della sua funzionalità è fondamentale".
vedi: Omosessualita'

Per Page, le anomalie del cromosoma Y possono essere responsabili di una percentuale significativa della Sindrome di Turner, una condizione che causa malformazioni alla nascita e malattie in età avanzata.

AGI Salute

 

Commento NdR: siamo alle solite... queste alcune delle mutazioni genetiche che i vaccini producono, creando ed ampliando il mercato dei malati...
..grazie a Big Pharma

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

La Merck ammette l'inoculazione del virus del cancro - La divisione vaccini della farmaceutica Merck, ammette l'inoculazione del virus del cancro per mezzo dei vaccini.
 La sconvolgente intervista censurata, condotta dallo studioso di storia medica Edward Shorter per la televisione pubblica di Boston WGBH e la Blackwell Science, è stata tagliata dal libro "The Health Century" a causa dei sui contenuti - l'ammissione che la Merck ha tradizionalmente iniettato il virus (SV40 ed altri) nella popolazione di tutto il mondo.
 Questo filmato contenuto nel documentario "In Lies We Trust: The CIA, Hollywood & Bioterrorism", prodotto e creato liberamente dalle associazioni di tutela dei consumatori e dall'esperto di salute pubblica, Dr. Leonard Horowitz, caratterizza l'intervista ad uno dei maggiori esperti di vaccini del mondo, il Dott. Maurice Hilleman, che spiega perché la Merck ha diffuso l'AIDS, la leucemia e altre orribili piaghe nel mondo : http://www.youtube.com/watch?v=edikv0zbAlU

Nei vaccini venduti al terzo mondo si é scoperto che molti di questi contenevano l'ormone B-hCG un anti fertile se immesso in un vaccino.
La corte Suprema delle Filippine ha scoperto che oltre 3 milioni di ragazze e donne hanno assunto questi vaccini contaminati, cosí come in Nigeria, Tailandia ecc...
Per chi non abbia ancora visto questi video-documenti scioccanti:
http://uk.youtube.com/watch?v=edikv0zbAlU
http://it.youtube.com/watch?v=wg-52mHIjhs&feature=related
Sembrerebbe che oltre al profitto a tutti i costi, ci sia dietro qualcosa d'altro....impedire alle donne dei paesi del terzo mondo... di avere figli....

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

I Vaccini creano Mutazioni Genetiche nei Mitocondri delle cellule, mutazioni che sono trasmissibili alla prole, dalla via materna. Nelle cellule infettate da virus si risvegliano i retrovirus piu’ vecchi.
Dei ricercatori hanno osservato che quando il metabolismo della cellula infettata da un virus (NdR: che puo’ essere anche vaccinale) essa viene ingannata al fine di riprodurre il virus che la infetta, pero’ in essa decade la funzionalità di alcune reazioni biochimiche di contenimento e di funzione cellulare: sintesi e specializzazione delle proteine, specializzazione degli enzimi e duplicazione del DNA.
Quindi anche l'infezione da virus vaccinale e’ in grado quindi di riattivare genomi di precedenti virus, o di quelli iniettati con i vaccini ai genitori, nonni, avi del vaccinato, virus, che erano divenuti parte del genoma delle cellule dei genitori, nonni, avi, generando anticipatamente qualsiasi tipo di patologia; il meccanismo si chiama slatentizzazione = liberare anticipatamente patologie.
Di fatto i Vaccini sono un cocktail di Tossine altamente pericolose che possono rimanere inerti per anni e riesplodere come bombe a tempo anche dopo 30-40 anni o piu’, in uno stato febbrile… che alterano il Terreno in modo importante, specie negli organismi non perfettamente sani, per problemi ereditari e/o di alimentazione inadatta alla Perfetta Salute.


BAMBINI "Untori" dell'influenza suina (A), H1N1, ovvero l'influenza....maiala....
ANSA - ROMA, 20 AGO  2009 - Vaccinare per primi i bambini in eta' scolare e i loro genitori e' il miglior modo di usare le dosi di vaccino per fermare l'influenza. Per uno studio pubblicato su Science, gli scolari e i loro genitori sono coloro che diffondono piu' facilmente il virus influenzale e vaccinare per primi questi due gruppi e' il modo per utilizzare al meglio i vaccini disponibili.
Per lo studio, la vaccinazione per classi di eta' e' la risposta migliore contro l'influenza stagionale e quella H1N1.

Commento NdR: ...a parte le mostruose falsita' dichiarate.....che indicano i bambini come “Untori” dell’influenza, proprio come nel medio evo…..la verita' e' che i bambini sono al contrario coloro che, siccome sono pluri-vaccinati, facilmente somatizzano, ad ogni cambio di stagione, ogni tipo di influenza, per le intossicazioni + infiammazioni + disbiosi croniche + l'immunodepressione, mutazioni genetiche, indotte dai vaccini;
Inoltre con queste false affermazioni si vuol far passare l'idea che i sani (che non hanno l'influenza, bambini o genitori) sono gli "
Untori" i propagatori dell'influenza stessa.
NULLA di piu' falso biologicamente parlando !...ma queste BUGIE vengono propagate per poter in un secondo momento, accusare coloro che rifiuteranno di vaccinarsi, come "untori" dell'influenza; siamo in pieno medio evo, quando misero al rogo milioni di persone sane perche' dicevano, che essi "propagavano" (untori) la peste.....solo per il fatto che venivano accusati di cio'....vedi: Cosa e' l'influenza


CHOC IN ARGENTINA: Dodici morti durante la sperimentazione del vaccino - I bambini cavia - 27 agosto 2008
Dodici bambini di pochi mesi morti mentre erano sottoposti alla sperimentazione di un vaccino.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ecco alcune delle malattie, oltre alla morte, provocate dai Vaccini:
Neuroblastoma
.
Si tratta di un tumore che insorge precocemente nel bambino, prima dei 5 anni di vita, ed esordisce dando subito origine a metastasi diffuse. Nella sua forma più aggressiva può inizialmente rispondere alla chemioterapia, ma poi riprende a crescere con esiti fatali nel giovane paziente.
In genere questo tumore letale e’ scatenato nei bambini, ed in quelli figli di genitori a loro volta vaccinati, dalle vaccinazioni che il bambino subisce in tenera eta’ !

Feb. 2009, UK -
Il riscontro in Scozia di un aumento di mortalità sui bambini per meningocco B [1] e di un ceppo B particolarmente virulento in Spagna [2], DOPO vaccinazione estesa con il tipo C.
Per non parlare del rimpiazzo dei sierotipi di pneumococco registrato dopo vaccinazione universale [3,4]. Anche l’Haemophilus influenzae dovrebbe essere soggetto ad attenta sorveglianza.
1 - McMenamin J et al.: Recent increase in meningococcal deaths in Scotland prompts call for vigilance. Eurosurveillence weekly 2004; Vol 8 (47).
2 - Cano R. et al.: Impact of the meningococcal C conjugate vaccine in Spain: an epidemiological and microbiological decision. Eurosurveilance monthly 2004, Vol 9 (n.7-8): 5-6.
3 - Kaplan S.L. et al.: Decrease of invasive pneumococcal infections in children among 8 children’s hospitals in the United Statesafter the introduction of the 7-valent pneumococcal conjugate vaccine. Pediatrics 2004; 113 (3): 443-449.
4 - Bogaert D. et al.: “Pneumococcal vaccines: an update on current strategies”. Vaccine 2004; 22: 2209-2220.

FINALMENTE.....la FDA conferma che i Vaccini possono produrre l' Autismo
http://www.getcancercure.com/fda-announce-that-dtap-vaccine-causes-autism/


La sicurezza dei vaccini (NON esiste un vaccino sicuro) e la loro composizione
Il problema dell’obiezione consapevole nasce dalla constatazione che oggi i bambini manifestano una elevatissima presenza di malattie “moderne”: uno su 10 è asmatico; complessivamente uno su tre è allergico; ogni anno 1.000-1.500 neonati muoiono nel sonno per lo più tra i due e sei mesi, proprio quando subiscono le prime due dosi vaccinali.
Tali nuove malattie, compreso il cancro in età precoce, sono apparse a partire dalla generazione nata attorno al ’60, che corrisponde alla data di inizio delle vaccinazioni attuate in modo massiccio.


Vi chiederete perche' ?, la risposta e' semplice, sono le vaccinazioni che subiscono, a renderli tali !
Come e perche' ? con qualsiasi vaccino si destabilizza la flora batterica intestinale, le immunoglobuline,
squilibrio tra le funzioni Th1 e Th2, quindi si crea immuno deficienza acquisita con i vaccini, per cui perche' stupirsi ? ........e' la GIUSTA conseguenza di campagne criminali di aggressione alla specie umana effettuata con la guerra batteriologica instaurata con i vaccini in tutti i paesi del mondo; e questa guerra contro l'umanita' e' gestita dalle multinazionali dei farmaci e vaccini !
Questa la semplice ma atroce verita'
!
vedi:
Danni dei Vaccini  (testimonianze) + Malattie autoimmuni
Nell’analisi di un sottogruppo, in uno studio effettuato in Francia in particolare nei bambini vaccinati da più di tre anni, che avevano effettuato la vaccinazione secondo il calendario vaccinale francese, è stato evidenziato un aumento significativo del rischio di sviluppare eventi di demielinizzazione
infiammatoria acuta e vaccinazione con Engerix B.
Uno studio francese ha anche riportato un
significativo aumento di rischio di sclerosi multipla negli adulti che erano stati vaccinati nei tre anni precedenti l’insorgenza dei primi sintomi della malattia.

Leggete cosa scrive un medico, pur parlandone in "sordina"......
"Vaccinatevi !" è l'imperativo che rimbalza su giornali e televisioni alla fine dell'estate, puntuale come la scadenza di una rata, ricorrente come il campionato di calcio.
Ed a questo categorico richiamo nessun bimbo dovrebbe sfuggire: anche se le raccomandazioni ufficiali consigliano la vaccinazione solo per bambini con grave patologia di base, si avanza l'ipotesi di vaccinare i bambini sani di età compresa tra i 6 ed i 23 mesi, con l'obiettivo di ridurre le patologie invernali, tralasciando di dire che la vaccinazione antinfluenzale può avere efficacia protettiva solo nei confronti dei ceppi virali di cui il vaccino è costituito e che la predizione di quale sarà il virus predominante nella stagione influenzale in arrivo non sempre risulta corretta.

I bambini, specialmente se frequentano asili e scuole materne, si ammalano spesso - (NdR vedi Bambini sempre piu' malati ) -  e la vaccinazione anti-influenzale non comporterà alcuna diminuzione, né di intensità né di numero, delle comuni infezioni delle vie aeree superiori possibili durante i mesi freddi, perché il vaccino contro l'influenza non ha effetto alcuno sui circa 500 (tra tipi e sottotipi) virus che sono capaci di infettare i bambini nei primi anni di vita, per cui statisticamente non avremo alcuna modificazione alla loro tendenza ad ammalarsi.

Ricercatori della Cochrane Vaccines Field in collaborazione con l'Università di Oxford hanno valutato l'efficacy (riduzione dei casi confermati in laboratorio) e l'effectiveness (riduzione dei casi sintomatici) dei vaccini antinfluenzali inattivati o vivi attenuati nei bambini fino a 16 anni di età.
Sono stati analizzati 14 studi clinici controllati, randomizzati, 8 studi di coorte, 1 studio caso-controllo e 1 studio controllato, randomizzato, di somministrazione intraepidermica del vaccino per concludere che "l'efficacia nei bambini piccoli è assolutamente non provata.
Al massimo può favorire nei bambini più grandi una riduzione della lunghezza delle assenze scolastiche. I risultati sollevano dubbi sulla opportunità di effettuare un programma di vaccinazione anti-influenzale estesa dei bambini senza prove adeguate che questa funzioni o sia interamente sicura".

E a proposito di sicurezza, ricordiamo che oltre a reazioni locali (arrossamento, dolore, tumefazione, indurimento e prurito in sede di inoculo) sono segnalate importanti reazioni di ordine generale, quali febbre, malessere, mialgie, orticaria, angioedema, asma allergica, anafilassi sistemica, neuropatia ottica ischemica, neurite ottica, sindrome oculo-respiratoria, poliangite microscopica, eritromelalgia, sindrome di Guillan Barrè, paralisi del facciale.
L'aumento del numero delle vaccinazioni praticate ai bambini è una delle cause dell'incremento delle allergie pediatriche ed esiste la possibilità che la vaccinazione scateni l'autoimmunità in individui geneticamente predisposti.
Credo che sia importante diffidare da una informazione parziale e aggressiva e che sia utile condannare la protervia commerciale che cerca di nascondere le verità scientifiche che tanto difende, quando diventano scomode.
By Dr. Eugenio Serravalle, pediatra - (articolo pubblicato su "Il Sole 24 Ore, 2006 - suppl. Sanità Toscana")
Confronto fra Bambini Vaccinati, sempre malati e Bambini NON vaccinati, piu' sani

Danni dei Farmaci e Vaccini, eminenti medici/ricercatori indipendenti lo confermano

REPORT - Rai3 - Il Vaccino dell'Obbligo, ecco i Danni gravi...

MOLTI VACCINI sono IRRADIATI con COBALTO 60 (isotopo radioattivo del metallo Cobalto) e la perdita della Radioattivita' di cio' che e' stato irradiato si esaurisce fra i 5 ed i 7 anni....dall'irradiazione...
Il Cobalto 60 è un isotopo radioattivo e instabile del cobalto che decadendo emette radiazioni ionizzanti. I raggi gamma prodotti dalla sorgente di Co-60 penetrano il materiale e deviano gli elettroni dalla loro orbita. Per le applicazioni a scopo di sterilizzazione (come viene fatto per i vaccini), questo fenomeno ha un effetto disgregante sul DNA 
vedi: la prova dell'iradiazione, nello studio nel PDF

Quale consulente di questo portale web, ho inviato questa mail alla Fnomceo.it, alla Corte Costituzionale Italiana ed altri enti a "tutela" della salute....si ma di quella dei fatturati di Big Pharma....

VACCINI TOSSICI
...intossicati per legge....il giorno della nascita vitamina K1, a 3 mesi 6 mesi, fino ai 12 anni...con i vaccini

Chi vaccina compie un atto CRIMINALE perché i tutti i Vaccini contengono tanti metalli tossici, ferro, nichel, cobalto, ed altri metalli sottoforma anche di nanoparticelle, ma ancora mercurio (thiomersal), tossina invalidante pur in dosi minori a prima, ma nei vaccini odierni vi e' soprattutto l' alluminio, che e' presente anche nella Vitamina K1 propinata alla nascita, che generano danni cerebrali come autismo ecc., oltre ad altre sostanze cancerogene come la formaldeide, proteine, es. caseina, (

La caseina rappresenta la principale causa di allergia alimentare. Questa forma di allergia è più frequente nei primi anni di vita, che e' periodo delle vaccinazioni infantili (pediatriche) e tende poi a ridursi con l'età anche se può talvolta portare anche a gravi forme di shock anafilattico ed è una forma di allergia difficile da controllare, poiché il latte o la caseina stessa, è presente in moltissimi alimenti e soprattutto nei Vaccini che vengono inoculati nella microcircolazione sanguigna attraverso i muscoli, bypassando le normali ma principali difese immunitarie: pelle e mucose.
Anche lo zucchero, il lattosio anch'esso puo' provocare disturbi anche seri, come la intolleranza al lattosio, una intolleranza alimentare che si trascina nell'età adulta.
Tutte queste sostanze tossiche vaccinali generano allergie, asma, malattie respiratorie e gastrointestinali, ecc...ed anche la morte nella culla (SIDS), non solo... ma anche le sostanze vaccinali ingegnerizzate in laboratorio (virus = sostanze geneticamente modificate = GM) per scopi occulti alla popolazione ed ai medici impreparati....clonazione di DNA umano....per generare degli automi...facilmente controllabili psichicamente....
Inoltre....
.... i vaccini sono propinati anche ai bambini per immunodeprimerli in modo da creare mantenere ed ampliare il mercato dei malati..
.. In piu' i vaccini sono irradiati dal Cobalto 60 e la radioattivita' ottenuta con l'irradiazione, viene immessa nei corpicini dei bambini...e può danneggiarli anche quando sono grandi od adulti...
... Insomma vaccinare un bambino e' un atto CRIMINALE gestito da uno "stato", sanita' collusa con le case farmaceutiche e con medici in malafede !
Di tutto cio' che affermiamo, abbiamo in mano tutte le prove, ricerche, studi pubblicati, scaricati anche dai data base medico-scientifici mondiali US !
Il contenuto di questo testo, e' la sintesi della QUERELA che stiamo presentando in tribunale (2017) contro i dirigenti della in-sanità italiana !

http://www.aifa.gov.it/content/italia-capofila-le-strategie-vaccinali-livello-mondiale#.WSMpRpWUAQc.facebook

La ministra della in-sanita' B. Lorenzin a cena/pranzo con federazione case farmaceutiche....

Denunciata la ministra B. Lorenzin (soggetto con diploma delle scuole superiori,...ma ben collegata con OMS finanziata da Big Pharma....)

I nuovi Vaccini sono propinati per ottenere la clonazione del DNA umano in modo da poter controllare sempre meglio psichicamente la popolazione....perche' diverranno automi....

La salute di un bambino rovinata per 98 €uros – 20 Ago. 2013
Quella sera la bimba era irrequieta, stranamente si svegliò un paio di volte durante la notte, aveva un rialzo febbrile lieve e dopo averle dato la camomilla e averla cullata un po’ aveva ripreso a dormire, come sempre, nulla avrebbe potuto farmi pensare a cosa sarebbe accaduto… erano le 2.
Alle 7, insolitamente presto, mi svegliai pensando che dopo qualche ora avremmo portato la nostra piccina come da mesi ormai in piscina, lezione di acquaticità, che immersioni faceva la mia bimba!
Però ad un tratto mi tornò in mente quella febbriciattola dovuta alla vaccinazione…scesi dal letto in fretta attraversai il breve corridoio che portava dalla nostra camera a quella creata apposta l’anno prima per il suo arrivo… toccai la maniglia fredda e aprii la porta… ERA TUTTO FINITO, lo capii subito… le misi una mano sulla testolina… era gelata… il freddo della morte è inconfondibile… ora lo so…

Ho iniziato questo articolo citando un passo della testimonianza di una mamma, la cui versione integrale è possibile leggere sul portale SEMI PER LA SIDS sindrome della morte improvvisa del lattante, accompagnata dalla confezione di un vaccino esavalente illegale che prosegue ad essere somministrato in Italia ai nostri figli, né tantomeno è stato indagato dalla Procura più attiva d’Italia.
Chi porta un figlio sano al Centro Vaccinale, per la candida cifra di 98 €uro a confezione, deve mettere in conto che nella maggioranza dei casi lo riporta a casa “malato per la vita” o peggio ancora conosce la sofferenza più atroce della sua perdita.
Questo è il prezzo di un marketing che, secondo un rapporto di studio del mercato vaccinale globale, prevede il raggiungimento di un valore di 84,44 miliardi di dollari entro il 2022.

All’interno del settore sanitario, il mercato del vaccino era inizialmente considerato un rischio a basso profitto. 
Attualmente è percepito con rinnovato interesse da parte degli ambienti del settore a seguito di una migliore comprensione del sistema immunitario che, considerandolo con gli occhi dei “pro”, ha aperto nuove opportunità per lo sviluppo di nuovi vaccini e, considerandolo con gli occhi “critici” di coloro che hanno subito danni irreversibili, rappresenta uno strumento col quale procacciarsi malati cronici dall’anno zero di ogni individuo.
Con parole rassicuranti i medici vaccinatori portano avanti il compito assegnato. Non meraviglia che ben pochi genitori, al momento di sottoporre i propri figli alle vaccinazioni, conoscano il reale rapporto tra rischi e i benefici.
In generale i medici vaccinatori si limitano a informarli che possono esserci lievi effetti collaterali. Le reazioni gravi sono rarissime e dall’incidenza del tutto trascurabile.
Ciò che manca nei cittadini, e sempre più spesso nei medici vaccinatori e nelle competenti istituzioni, è la consapevolezza che non esistono studi a lungo termine sugli effetti collaterali. Viceversa, alcune ricerche indipendenti hanno dimostrato che malattie gravissime come la Sclerosi Multipla sono correlate all’inoculazione di vaccini [soprattutto l'anti epatite B], a causa degli eccipienti contenuti nella soluzione.
Proprio questo fatto è alla base dell’aumento esponenziale delle malattie neurologiche, dei disturbi dell’apprendimento, dei disturbi comportamentali, dei tumori, nei bambini.

Le vaccinazioni sono pubblicizzate in modo abile e aggressivo, a tal punto che la maggior parte dei genitori le ritengono come il miracolo debellatore di molte spaventose malattie. Anche se poi ignorano che spaventose malattie come la Morte Nera, meglio conosciuta come Peste Bubbonica, prosegue a manifestarsi da 5 a 15 casi all’anno negli Stati Uniti occidentali secondo quanto riportato dal Centers for Disease Control and Prevention.

                                                Fig.2: Casi di Peste Bubbonica riportati negli Stati Uniti dal 1970 al 2012

Questa terribile malattia, che ha ucciso milioni di persone in tutta Europa durante il Medioevo, se presa in tempo, può essere trattata facilmente con gli antibiotici entro le prime 24 ore dalla comparsa dei sintomi.
Yersinia pestis  è l’organismo batterico più virulento che si conosca. Probabilmente, grazie agli studi dell’Università di Chicago, ora si conosce qualcosa in più su come esercita le sue capacità nel disattivare il sistema immunitario, ma le contromosse da parte della nostra Scienza Work In Progress, così preoccupata dal marketing, tardano ad arrivare e il vaccino è inefficace.
Di fronte a una situazione del genere è francamente risibile proseguire a leggere proclami di promozione vaccinale, e diventa sempre più lecito sospettare che certi piani di "immunizzazione" (morbillo in particolare) sono spinti esclusivamente per ragioni di marketing.
Chiunque si opponga al marketing vaccinale è osteggiato e considerato ai limiti della pazzia. Per un Pediatra contestarle equivale alla negazione dell’infallibilità del Papa da parte di un prete.

Molto di ciò che fanno credere sulle vaccinazioni è palesemente falso.
Non solo aumentano i gravi dubbi in ogni parte del mondo, ma se ognuno di noi imparasse a raccogliere informazioni, e seguisse le profonde convinzioni che ne deriverebbero, esorterebbe chiunque a rifiutarsi di praticare a un neonato qualsiasi vaccinazione. Non esiste alcuna prova scientifica convincente del fatto che si possa attribuire alle vaccinazioni di massa l’eliminazione di alcuna malattia infantile. La cosiddetta immunità di gregge rappresenta una scienza imperfetta e il fallimento della vaccinazione di massa.
L’establishment vaccinale, supportato da Big Pharma, si presenta pressoché compatto nei confronti dei vaccini.
Quando arriva ad ammettere controindicazioni, le minimizza come un rischio talmente basso da essere trascurabile. La situazione invece non è limpida come vogliono farla apparire.
Fin dagli anni ’60 è emersa una indubbia correlazione tra i vaccini e una sequela di serie patologie neurologiche e autoimmuni.
Né mancano i casi di decesso accertato, mentre sempre più studi scientifici denunciano gli effetti collaterali. La reazione del sistema immunitario del nostro organismo [il più complesso in natura] indotta dal vaccino o dai suoi conservanti è sempre più correlata causalmente all’origine del rapido aumento di patologie invalidanti, come allergie, asma, epilessia, leucemia, sclerosi multipla, diabete, complicanze renali, AUTISMO e vari tipi di danni neurologici nei bambini.

Gli appelli e gli avvertimenti contro questo scriteriato eccesso di “prevenzione” cadono quasi sempre nel vuoto. Il giro di affari è troppo invitante e l’industria farmaceutica si adopera per dimostrare che i vaccini sono sicuri, indispensabili, quando invece la realtà dei fatti dimostra che non esistono vaccini sicuri.
Lo stretto legame tra ricercatori, istituzioni e Big Pharma opera ormai con efficacia anche in questo settore dove le multinazionali finanziano solo gli studiosi più compiacenti, esercitano pressioni sulle riviste scientifiche per soffocare le indagini controcorrente, occultano sistematicamente in modo selettivo gli studi quando non forniscono i risultati desiderati, e la Evidence Based Medicine [EBM] è una strategia di marketing.
La realtà dei fatti dimostra che i medici, quando si tratta di vaccini, sottolineano erroneamente l’importanza della pratica vaccinale ai genitori e non prestano attenzione alle condizioni di bambini che sarebbero esclusi sistematicamente dal “processo di sicurezza” per l’approvazione alla vendita dello stesso.
Le attuali politiche vaccinali sono entrate di diritto nell’ambito della Eugenetica (disciplina che si occuperebbe del miglioramento della razza umana attraverso la manipolazione dei suoi geni o attraverso l’incrocio selettivo delle razze migliori) e detengono il potenziale per distruggere in modo irreversibile la vita di milioni dei nostri bambini.
By Gabriele Milani – Tratto da autismovaccini.org

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Uno studio scientifico mostra che il vaccino quadrivalente per il papilloma virus può causare vasculopatia autoimmuni fatali (ovvero mortali).
Lo studio realizzato dai due medici canadesi Lucija Tomljenovic e Cristopher A. Shaw si intitola "Morte dopo il vaccino contro il papilloma virus, c'è una relazione causale o è una coincidenza ? " e si può leggere (in inglese) al seguente link
http://sanevax.org/wp-content/uploads/2012/10/Tomljenovic-Shaw-Gardasil-Causal-Coincidental-2167-7689-S12-001.pdf.
Le conclusioni dell'articolo non sono per niente ambigue: il vaccino in questione può innescare una reazione autoimmune che può essere talora mortale. Le conclusioni sono motivate dal fatto che molte delle reazioni avverse a tale vaccino finora registrate corrispondono a sintomi di vasculopatia cerebrale.
Studi come questo ovviamente mettono in un angolo tutti i ministeri della sanità che negano continuamente ogni correlazione tra le morti ed i vaccini.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Infanrix Hexa: il parere della Pediatra in merito al report GSK  - 11/12/2012
"Dalla raccolta GSK delle possibili reazioni avverse vengono ESCLUSE  le segnalazioni delle reazioni tardive"

Riguardo al report GSK delle possibili reazioni avverse al vaccino combinato esavalente, per comprendere correttamente ed avere maggior autonomia di giudizio, vorrei richiamare l’attenzione  sul fatto che nel lavoro in oggetto l’azienda farmaceutica stessa ha arbitrariamente deciso modi e tempi di sorveglianza delle reazioni avverse post vaccinali.
Lo stesso numero totale di vaccinazioni eseguito, utilizzato per calcolare l’incidenza delle reazioni, è frutto di un calcolo presunto, basato sul numero di vaccini venduti, vaccini che possono anche non essere stati utilizzati.

Oltre a ciò :
1. il periodo di osservazione  è limitato a 31 giorni dopo la somministrazione del vaccino;
2. vengono prese in considerazione solo le segnalazioni fatte da personale sanitario non meglio identificato;
3. vengono presi in considerazioni  alcuni sintomi  e/o patologie suddivise per apparati  o sistemi funzionali;
4. non è dato sapere quante e quali segnalazioni siano state escluse dal report perché non considerate adeguate .

Il ristretto intervallo di tempo della osservazione  fa si che vengano prese in considerazione solo le reazioni immediate  e precoci.
Le reazioni immediate ai farmaci  sono quelle che si verificano entro i primi minuti dalla somministrazione del farmaco, scatenate da reazioni allergiche immediate o idiosincrasiche, si tratta di collasso, orticaria gigante, asma.
Nella mia esperienza sono assai rare nei piccoli lattanti, verosimilmente perché il loro giovane sistema immunitario immaturo non è ancora in grado di  scatenarle.
Le reazioni precoci ai vaccini avvengono in prima giornata, sono generali  e locali, spesso febbre  e infiammazione nella sede dell’iniezione.
Riguardo alla paralisi dello sguardo (Gaze paralysis) segnalata associata a febbre, faccio notare che nel bambino di età inferiore ai sei mesi non esistono le convulsioni febbrili ”semplici”, evento benigno, quindi le convulsioni post vaccinazione nel bambino di età inferiore ad un anno sono sempre segno di interessamento diretto del sistema nervoso centrale, specie se sono associate a paralisi dello sguardo. Infatti, non si dice quale sia stato lo sviluppo neurologico successivo di questi bambini.
Le encefaliti acute sono reazioni precoci, si manifestano con  convulsioni ripetute, stato di male epilettico  e coma.
Al report in questione sfuggono le reazioni tardive, quelle che si realizzano nello spazio di molte settimane causando encefalopatia con meccanismo immuno-allergo-tossico.
Nel caso in cui il meccanismo immunologico danneggi estesamente e profondamente il sistema nervoso si avrà distruzione del tessuto, quindi encefalopatia degenerativa con convulsioni e disturbo della coscienza, arresto della crescita, difficoltà della alimentazione, turbe del metabolismo e della crescita somatica e rischio di exitus.
Se vengono colpite profondamente le aree del sistema nervoso deputate al movimento, la ricaduta del danno è facilmente visibile: il bambino non muoverà correttamente una o più parti del corpo, non riuscirà a tirarsi in piedi, perderà l’equilibrio, se in grado di parlare potrà essere disartrico.

Nel caso in cui siano interessate aree più ampie ma meno delimitate anatomicamente, adibite alla integrazione neurosensoriale, la ricaduta interesserà le funzioni “superiori “ ed il comportamento, quindi i segni di danno saranno evidenti e manifesti tardivamente, mesi e anni dopo la somministrazione del vaccino che ha innescato il meccanismo dannoso.
E’ anche possibile che sia necessaria la ripetizione dei vaccini combinati per completare il danno riattivando ogni volta il meccanismo immuno-allergo-tossico  che porta alla encefalopatia.
Con queste premesse, quindi, dalla raccolta GSK  delle possibili reazioni avverse, vengono escluse le segnalazioni delle reazioni tardive, ossia le encefalopatie a lungo silenti, quelle di più frequente riscontro negli ultimi anni, quelle che hanno rovinato il cervello dei nostri figli e la loro vita.
By Gabriella Lesmo (medico Pediatra) - Tratto da: informasalus.it


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

I bambini NON vaccinati sono più sani - Bologna, 28 ottobre 2015
A sostenerlo non sono pseudo-guaritori, maghi o fattucchieri. Ma oltre 120 medici che, dopo settimane di dibattiti e polemiche sul tema, escono allo scoperto con una lettera aperta all’Istituto superiore di sanità. Primo firmatario il cardiologo Roberto Gava, membro della ‘Società medicina centrata sulla persona’ di Bologna, appoggiato da oltre una ventina di professionisti emiliano-romagnoli e marchigiani.
Il corposo documento prende le mosse dalle affermazioni del presidente dell’Istituto, il professor Gualtiero Ricciardi (leggete i conflitti di interesse che questo soggetto ha con la GSK, produttore di vaccini), che ha recentemente sostenuto la sicurezza dei vaccini pediatrici: "Su 19 milioni di vaccinazioni ci sono stati soli 5 casi di reazioni gravi, peraltro non mortali".
Non è esattamente così per i firmatari della missiva che rivelano l’esistenza di "reazioni avverse che ammontano a migliaia di rilievi all’anno".
Non per questo vogliono essere classificati come i fautori del no, senza se e senza ma. E infatti nella premessa mettono in chiaro che, oggigiorno, un qualsiasi medico dotato "di buon senso" e di "un minimo di conoscenza scientifica" non può essere "contro le vaccinazioni pediatriche".
Ma poi mettono sul tavolo la loro esperienza sul campo. E cioè "pratica medica specializzata" accanto al bambino malato, non "frettolosa ma fatta di osservazione e ascolto, di considerazione di quello che lui ci comunica e subliminale e di quello che i genitori raccontano". E tutto ciò "ci ha aperto gli occhi".
La conclusione è destinata a suscitare scalpore: "I bambini non vaccinati appaiono indubbiamente e globalmente più sani, meno soggetti alle patologie infettive, specie delle vie aeree, meno soggetti ai disturbi intestinali e alle patologie croniche, meno soggetti a patologie neurologiche e comportamentali e scarsi consumatori di farmaci e di interventi sanitari".
- vedi questo studio: Confronto fra vaccinati e NON vaccinati

Ottanta medici che rischiano la radiazione dall’albo per questo loro scottante documento:
 Nicola Antonucci, David Ayoub, Nancy Turner Banks, Timur Baruti, Danny Beard, rancoise Berthoud, Russell Blaylock, Fred Bloem, Laura Bridgman, Kelly Brogan, Sarah Buckley, Rashid Buttar, Harold Buttram, Lisa Cantrell, Lua Català Ferrer, Jeniffer Craig, Robert Davidson, Ana de Leo, Carlos de Quero Kops, Carolyn Dean, Mayer Eisenstein, Todd M. Elsner, Jorge Esteves, Edward Ted Fogarty, Jack Forbush, Gabrieli Milani, Sheila Gibson, Mike Godfrey, Isaac Golden, Gary Goldman, Gary Gordon, Doug Graham, Boyd Haley, Gayl Hamilton, Linda Hegstrand, James Howenstine, Suzanne Humphries, Belèn Igual Diaz, Philip Incao, Joyce Johnson, A. Majid Katme, Tedd Koren, Alexander Kotok, Eneko Landaburu, Luc Lemaire, Janet Levatin, Thomas Levy, Stephen L’Hommedieu, Paul Maher, Andrew Maniotis, Steve Marini, Juan Manuel Martinez Méndez, Sue McIntosh, Richard Moskowitz, Sheri Nakken, Christiane Northrup, Amber Passini, Ronald Peters, Jean Pilette, Pat Rattigan, Zoltan Rona, Chaim Rosenthal, Robert Rowen, Màximo Sandin, Len Saputo, Michael Sclachter, Viera Sheibner, Penelope Shar, Bruce Shelton, Debbi Silverman, Kenneth KP Stoller, Terri Su, Didier Tarte, Leigh Ann Tatnall, Adiel Tel-Oren, Sherri Tenpenny, Renee Tocco, Demetra Vagias, Franco Verzella, Julian Whitaker, Ronald Whitmont, Betty Wood, Eduardo Angel Yahbes.

I firmatari non sono una somma casuale e indistinta di medici dissidenti, ma rappresentano una selezione di pediatri, medici di famiglia, chirurghi cerebrali, professori di patologia, chimica, biologia ed immunologia.
Tutti caratterizzati da massima indipendenza dalle multinazionali del farmaco e da rispetto rigoroso della scienza vera e trasparente.

Elenco delle malattie che hanno documentata origine vaccinatoria
Come mai i medici non trovano le cause vere di molte malattie?
Perché sono condizionati e costretti a ignorare le correlazioni tra patologie e vaccini.
L’elenco di tali malattie è lungo, ma citiamo solo quelle più note:
Allergie ed eczema, artrite, asma, autismo, riflusso acido che costringe i bimbi a inibitori tipo pompe protoniche (con molti effetti collaterali), cancro, diabete infantile e giovanile, malattie renali, aborti, lunga lista di malattie neurologiche ed autoimmuni, SIDS (sindrome da morte infantile improvvisa), e molte altre ancora.

Elenco di effetti collaterali documentati e dichiarati nella letteratura medica
- Artrite, disordini emorragici, grumi sanguigni, attacchi cardiaci, sepsi
- Infezioni agli orecchi
- Svenimenti (spesso con conseguenti fratture ossee)
- Colpi apoplettici, epilessia
- Severe reazioni allergiche, orticaria ed anafilassi
- Morti improvvise
- Diverse diagnosi per ammissione ospedaliera
- Il National Vaccine Injury Compensation Program (NVICP) ha assegnato più di 1,2 miliardi per ricompensa danni causati dai vaccini a infanti, ragazzi e persone adulte.

L’autismo è particolarmente associato ai vaccini
L’autismo era patologia quasi sconosciuta prima che le vaccinazioni di massa venissero lanciate nel 1991, con l’introduzione del vaccino contro l’epatite B e del vaccino contro la meningite.
Decine di migliaia di genitori possono testimoniare che l’autismo fece apparizione nei propri figli poco dopo che i medesimi venissero vaccinati.
Pregasi studiare la documentazione relativa sul website
http://www.fourteenstudies.org


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Quando vi ammalate, il sistema medico, le assicurazioni e le multinazionali, si arricchiscono
- I vaccini non danno efficacia immunitaria, per cui si impongono diversi richiami.
- Ogni richiamo aumenta il rischio di nuovi effetti collaterali.
- Gli effetti collaterali dei vaccini possono menomare una persona per il resto della vita.
Questo fa comodo a Big Pharma, che ha nel suo armamentario molti farmaci disegnati per combattere le malattie causate dai suoi stessi vaccini.
- Negli USA né le multinazionali del farmaco né i medici possono essere denunciati per disgrazie derivanti dai vaccini. Entrambe le categorie sono protette dal National Child Vaccine Injury Act del 1986.
Questa legge, infame e scandalosa, decreta che “No vaccine manufacturer shall be liable in a civil action for damages arising from a vaccine-related injury or death”.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Une étude démontre que les bébés qui reçoivent le plus de vaccins ont plus de chances d'être hospitalisés et de mourir
By Neil Z. Miller - Natural News - 25 Déc. 2012  - Traduit par Les Chroniques de Rorschach
(Francais)
Une nouvelle étude, publiée dans "Toxicologie Humaine & Expérimentale", une revue scientifique indexée par la National Library of Medicine, a analysé plus de 38.000 rapports d'hospitalisations et de décès infantiles à la suite de vaccinations.
Les chercheurs ont trouvé des corrélations statistiquement significatives entre le nombre de doses de vaccins administrés à des nourrissons et leur taux d'hospitalisation et de mortalité : les bébés qui reçoivent le plus de vaccins ont tendance à avoir de plus hauts d'hospitalisation et de mortalité.

Les nourrissons qui ont reçu 2 vaccins en même temps étaient beaucoup moins susceptibles d'être hospitalisés que les nourrissons en ayant reçu 3 en même temps. Les nourrissons qui ont reçu 3 vaccins en même temps étaient beaucoup moins susceptibles d'être hospitalisés que les nourrissons qui en ont reçu plus de 4 en même temps. Les bébés qui ont reçu 6, 7, ou 8 vaccins au cours d'une seule séance de contrôle pédiatrique étaient les plus susceptibles d'être hospitalisés à la suite de leurs injections. En fait, le taux d'hospitalisation augmente de façon linéaire, passant de 11,0% pour les nourrissons recevant 2 doses du vaccin à 23,5% pour les enfants de réception 8 doses de vaccin.

Les auteurs de l'étude, le Dr Gary Goldman et Neil Z. Miller, ont également découvert que les nourrissons plus jeunes étaient beaucoup plus susceptibles d'être hospitalisés après avoir reçu les vaccinations que les nourrissons plus âgés. En outre, les nourrissons qui ont reçu 5 à 8 vaccins simultanément étaient significativement plus susceptibles de décéder à la suite de leurs injections que les enfants qui ont reçu 1 à 4 vaccins en même temps.

Plusieurs facteurs peuvent expliquer pourquoi un nourrisson pourrait avoir une réaction indésirable aux vaccins, notamment une prédisposition génétique, la maladie (qui peut être une contre-indication à l'administration du vaccin), la qualité des vaccins (qui peut varier selon les méthodes de fabrication), et la sensibilité à l'un ou composants du vaccin. Certains enfants pourraient être plus susceptibles d'éprouver des effets indésirables en raison de la toxicité biochimique ou synergique associé à l'administration simultanée de plusieurs vaccins.

En 1990, les nourrissons ont reçu un total de 15 doses de vaccins avant leur première année de vie. En 2007, les Centers for Disease Control and Prevention (CDC) ont recommandé 26 doses de vaccin pour les nourrissons : 3 DCaT, 3 polio, 3 Hib, 3 hépatite B, 3 pneumocoque, 3 rotavirus, et 2 vaccins contre la grippe.

Bien que chaque vaccin pour enfants ait individuellement subi des essais cliniques pour évaluer la sécurité, les études n'ont pas été menées pour déterminer la sécurité (ou l'efficacité) de la combinaison de vaccins lors de la visite de contrôle chez le médecin tel que recommandé par les lignes directrices des Centers for Disease Control and Prevention (CDC). Par exemple, les nourrissons de 2, 4 et 6 mois devraient recevoir les vaccins contre la polio, l'hépatite B, la diphtérie, le tétanos, la coqueluche, le rotavirus, l'Haemophilus influenzae de type B, et le pneumocoque, le tout au cours d'une seule visite de puériculture alors que cette combinaison de 8 vaccins n'a jamais fait l'objet de tests cliniques.
 

Traduzione:
Un nuovo studio, pubblicato in "Tossicologia Umana e Sperimentale", una rivista indicizzata dalla National Library of Medicine, ha analizzato più di 38.000 casi di ricoveri ospedalieri e di decessi infantili seguenti vaccinazioni.
I ricercatori hanno trovato differenze statisticamente significative tra il numero di dosi di vaccini somministrati ai neonati e di ospedalizzazione e mortalità correlazioni:
i bambini che ricevono la maggior parte dei vaccini tendono ad avere maggiore ospedalizzazione e di mortalità
.
I neonati che hanno ricevuto due vaccini, allo stesso tempo avevano molto meno probabilità di essere ricoverati in ospedale rispetto ai bambini che ne hanno ricevuto tre contemporaneamente. I neonati che hanno ricevuto tre vaccini, allo stesso tempo erano molto meno probabilità di essere ricoverati in ospedale rispetto ai bambini che hanno ricevuto più di 4 allo stesso tempo.
I bambini che sono stati con 6, 7 od 8 vaccini in una singola sessione di controllo pediatrico avevano più probabilità di essere ricoverati in ospedale per le iniezioni. Infatti, il tasso di ospedalizzazione aumenta linearmente dal 11,0% per i bambini che hanno ricevuto due dosi di vaccino al 23,5% per i bambini che hanno ricevuto 8 dosi di vaccino.

Gli autori dello studio, il dottor Gary Goldman e Neil Z. Miller ha anche scoperto che i bambini più piccoli sono più probabilità di essere ricoverati in ospedale dopo aver ricevuto le vaccinazioni che i bambini più anziani.
Inoltre, i bambini che hanno ricevuto 5-8 vaccini erano contemporaneamente significativamente più probabilità di morire dopo le iniezioni che i bambini che hanno ricevuto 1-4 vaccini contemporaneamente.
Diversi fattori possono spiegare perché un bambino può avere una reazione avversa ai vaccini, tra cui la predisposizione genetica, malattia (che può essere un contro-indicazione per il vaccino) qualità del vaccino (che può variare secondo i metodi di fabbricazione), e la sensibilità a uno o componenti del vaccino. Alcuni bambini possono essere più probabilità di avere effetti collaterali a causa di tossicità biochimica o sinergici associate con la somministrazione simultanea di più vaccini.

Nel 1990, i bambini hanno ricevuto un totale di 15 dosi di vaccino prima del loro primo anno di vita. Nel 2007, il Centers for Disease Control and Prevention (CDC) raccomandano 26 dosi di vaccino per i neonati: 3 DTaP, 3 Polio, Hib 3, 3 epatite B, 3 pneumococco e rotavirus, 3, e due vaccini contro l'influenza.
Anche se ogni singolo vaccino per i bambini è stato sottoposto a test clinici per valutare la sicurezza, non sono stati condotti studi per determinare la sicurezza (o di efficacia) dei vaccini combinati durante la visita di controllo dal medico come come raccomandato dalle linee guida dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC).
Ad esempio, i neonati a 2, 4 e 6 mesi dovrebbero essere vaccinati per la poliomielite, l'epatite B, la difterite, il tetano, la pertosse, il rotavirus, Haemophilus influenzae di tipo B e pneumococco, tutto in una sola visita all'infanzia mentre questa combinazione di otto vaccini non è mai stata testata clinicamente.
Studio scaricabile a questo link:
http://het.sagepub.com/content/31/10/1012.full.pdf+html

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

vedi anche: I VERI PADRONI della sanita' nel mondoBibliografia per le Varie malattie prodotte dai Vaccini

"International Medical Council on Vaccination": sconvolgente documento sui danni da vaccino - 19 Luglio 2012
Non hai bisogno di un pediatra che pesi e misuri tuo figlio e gli dia farmaci; rivolgiti anche ad un naturopata, un dottore di medicine orientali o omeopata. Potrai scoprire che gli osteopati sono molto più aperti di mente sulle scelte di non vaccinare i bambini.
Questo è solo uno de suggerimenti che potrete cogliere nell'eccezionale documento reso noto nel 2011 dall'International Medical Council on Vaccination americano, che potrete leggere interamente tradotto in lingua italiana qui sotto.
In realtà - si legge nel documento - "i bambini nascono con potenti difese naturali, se non fosse così morirebbero dopo la nascita. Enormi cascate di processi di complessità immune nascono con le prime lacrime; questo deve accadere in modo naturale, senza l'interruzione causata dalle iniezioni di sostanze tossiche".
Già, di questo si tratta infatti: sostanze tossiche e dannose per la tua salute in cui, dicono i professionisti medici firmatari del documento - "sono presenti mercurio, una neuro-tossina ben conosciuta; alluminio: un veleno che può causare la degenerazione del midollo osseo e del cervello; cellule animali dalle scimmie, reni di cane, polli, mucche e umaniFluido per imbalsamare, conosciuto per le sue proprietà cancerogene; Polisorbato 80, conosciuto per l’infertilità nei gatti femmina e atrofia testicolare nel maschio etc....".

Vaccinazioni: ecco tutta la storia
Il documento che proponiamo di seguito, e’ stato pubblicato dall'International Medical Council on Vaccination è firmato da 83 tra medici, infermieri e scienziati che si sono pronunciati in prima persona sulla protezione dai vaccini per la salute dei bambini e adulti.

L'International Medical Council on Vaccination è un'associazione americana di medici, infermieri e altri professionisti qualificati, il cui scopo è quello di contrastare i messaggi sostenuti dalle aziende farmaceutiche, dal governo ed agenzie medici sulla sicurezza ed efficacia dei vaccini. Le conclusioni a cui giungono sono state raggiunte individualmente da ciascun membro del Consiglio, dopo migliaia di ore di ricerca personale, di studio e di osservazione.
E' possibile scaricare qui il
documento integrale in lingua inglese, pubblicato a febbraio 2011.

Tutti i firmatari del documento (di cui potete leggere i nomi nel documento sopra) sono pediatri, fisici di famiglia, neuro chirurghi, prof. di patologia, chimici, biologi ed immunologi. Tutti hanno effettuato una ricerca indipendente giungendo alle conclusioni contenute nel presente testo.
Le sigle accanto ai nomi dei firmatari. MD, DO, MB, MBBCh sono le sigle indicanti dottori in medicina, osteopati. ND indicano coloro che hanno avuto una formazione medica e sono dottori in alcuni settori specifici; FNP indica la professione infermieristica di famiglia.

Ti meravigli del fatto che i medici non conoscano le cause di tante malattie?
Tutto ciò avviene perché sono portati ad ignorare la relazione esistente tra le malattie ed i vaccini.
Queste sono alcune delle patologie che hanno un'associazione documentata con i vaccini:
-
allergie ed eczema
- artrite
- asma
- autismo
- reflusso gastroesofageo che richiede la somministrazione di protoni inibitori al bambino provocando molti effetti collaterali
- cancro
- diabete in età adolescenziale e nell'infanzia
- malattia ai reni
- aborti spontanei
- lunga lista di malattie neurologiche ed autoimmuni
- mortalità infantile
- ....e molto altro...

Quelli che seguono sono conosciuti come effetti collaterali da vaccino, documentati nella letteratura medica e/o negli inserti speciali:
-
Artriti
- Coaguli sanguigni
- Attacchi di cuore
- Sepsi
- Infezioni alle orecchie
- Debolezza e sensazione di fratture ossee
- Insufficienza renale che richiede la dialisi
- Epilessia
- Severe reazioni allergiche come orticaria e anafilassi
- Morte improvvisa
- Molte diagnosi comuni emesse dagli stessi ospedali
- Il National Vaccine Injury Compensation Program, (NVICP) ha messo a disposizione più di 1,2 miliardi di dollari per risarcire i danni a bambini e adulti causati da vaccini.

L'Autismo è associato ai vaccini
L'Autismo è stato raro sino a quando, nel 1991, le vaccinazioni di massa non hanno subito un'accelerazione con l'introduzione del vaccino per l'epatite B e quello per la meningite.
Decine di migliaia di genitori (NdR:..e studi scientifici) attestano che l'autismo è comparso nei loro bambini in tenera età, a breve distanza dalla somministrazione di questi ed altri vaccini.
Studio delle informazioni sul sito: www.fourteenstudies.org. Troverai che gli studi che negano l'associazione tra autismo e i vaccini sono ricchi di lacune, (NdR: se non addirittura falsificati).

Le case farmaceutiche, le compagnie di assicurazioni ed il sistema medico si arricchiscono quando tu stai male !
-
I vaccini non danno un'immunità (NdR: neppure...) a lunga durata, questo significa che sono richiesti alcuni richiami.
- Ogni richiamo aumenta il rischio di ulteriori effetti collaterali
- Gli effetti collaterali dei vaccini possono far star male per il resto della tua vita. Non a caso esistono molti farmaci per trattare tali effetti;
- In America né le compagnie farmaceutiche né i medici possono essere citati in giudizio quando accade qualcosa per effetto di un vaccino. Entrambe sono protette da una legge sui danni da vaccino per i bambini che risale al 1986, firmata dall'allora Presidente Ronald Reagan: "Nessun produttore di vaccini potrà essere perseguito per i danni da essi indotti o per morte" (Atto pubblico 99-660).

Bambini "cippati", come gli animali con il chip, negli asili anche Francesi...:
 

Molti medici e professionisti della salute non si sottopongono a vaccinazioni né vi sottopongono i propri figli. Perché ?
-
Sanno che i vaccini non hanno una prova sulla sicurezza o l'efficacia
- Sanno che i vaccini contengono sostanze pericolose
- Sanno che i vaccini causano seri problemi di salute
- Hanno trattato pazienti vittime di seri effetti collaterali dei vaccini.

Le uniche persone che beneficiano dello stare in salute sei tu e coloro che ci tengono a te.
-
Le compagnie farmaceutiche hanno infiltrato e mantenuto il controllo sull'intero sistema Sanitario, comprese le scuole mediche, i giornali medici, gli ospedali, le cliniche e farmacie locali. Il vero mezzo di sussistenza di un medico si basa sulla fede cieca, il non porsi troppe domande su ogni aspetto dei vaccini. Anche quando l'ovvia evidenza di danni da vaccino accade dinanzi agli occhi di un dottore, egli non è mai disposto ad accettare il vaccino come la causa. Sebbene la scienza non corrotta e la medicina supportino il rigetto dei vaccini, ammetterlo può diventare un suicidio per la carriera professionale.
I firmatari di questo documento rischiano questa fine arditamente per la tua sicurezza e quella di tuo figlio.
- Gli ospedali beneficiano finanziariamente dai ricoveri e dai test
- Le compagnie farmaceutiche guadagnano milioni di dollari dai vaccini
- Le compagnie farmaceutiche guadagnano decine di milioni di dollari dai farmaci somministrati per trattare gli effetti collaterali e le malattie a vita causate dai vaccini.
- I vaccini sono la spina dorsale del sistema medico. Senza di loro i costi della salute diminuirebbero perché avremmo una società più sana. Abbiamo scambiato la varicella per autismo, l'influenza per asma, le infezioni alle orecchie per diabete e la lista potrebbe continuare. Nello zelo di eliminare una breve lista di microbi relativamente benigni abbiamo commercializzato malattie temporanee per pervasive, disturbi di lunga durata, disordini, disfunzioni e disabilità.

Quanti vaccini esistono?
-
Se i bambini americani ricevessero tutte le dosi di tutti i vaccini esistenti vi sarebbero iniezioni fino a 35 dosi che contengono 113 differenti tipi di particelle di malattie, 59 differenti sostanze chimiche, 4 tipi di cellule animali/DNA, DNA umano da cellule di feti abortiti e albumine umano.
- Se pensi di non doverti preoccupare degli effetti dei vaccini perché i tuoi figli sono grandi, pensaci. Ci sono almeno 20 vaccini in fase di sviluppo che riguardano principalmente adolescenti e adulti.

Alcuni ingredienti dei vaccini: com'è possibile che i vaccini siano dannosi per la tua salute ?
-
Essi disperdono virus e batteri dal trattamento delle cellule animali che sono utilizzati per la produzione di vaccini
- Il mercurio, una neuro-tossina ben conosciuta, si trova nelle multi dosi di vaccini in tutto il mondo.
-
Alluminio: un veleno che può causare la degenerazione del midollo osseo e del cervello.
-
Cellule animali dalle scimmie, reni di cane, polli, mucche e umani
- Fluido per imbalsamare, conosciuto per le sue proprietà cancerogene
- Polisorbato 80, conosciuto per l’infertilità nei gatti femmina e atrofia testicolare nel maschio.
- Gelatina proveniente da maiali e mucche, conosciuta per causare reazioni anafilattiche che si trova in grande quantità in MMR, vaccini per la varicella ed herpes
- Monosodio glutammato MSG nei vaccini da inalazione per influenza e conosciuto per l'aver causato disturbi metabolici, come il diabete ed altri disturbi neurologici.

Conflitto di interessi
-
Le stesse persone che creano le regole e le raccomandazioni sui vaccini guadagnano dalle vendite dei vaccini stessi.
Per esempio la dottoressa Julie Gerberding che è stata in carica per 8 anni alla CDC, è adesso il presidente della Merck.
Il Dr. Paul Offit, membro del Advisory Committee on Immunization Practice (ACIP) ha sviluppato e inventato il suo vaccino personale.
- Secondo la CDC in media, un gruppo di 10 pediatri americani hanno da vendere nel loro studio oltre 100ml dollari di inventario di vaccino. Questi dottori guadagnano molti soldi dalle visite in ambulatorio e dalla somministrazione di vaccini ai bambini, oltre alle visite in ambulatorio per valutare le reazioni ai vaccini.
- I pediatri americani ricevono anche dei bonus dalla HMO per mantenere alto il livello di vaccinazione; hanno anche raccontato di essere stati rimproverati dalle compagnie di assicurazione qualora i loro vaccini diminuissero.

C'è una ricerca che mostra la differenza tra bambini vaccinati e non vaccinati?

Il progetto CalOregon sponsorizzato dalla Generation Rescue ha intervistato i genitori dei bambini vaccinati e non vaccinati in America. Dei 17.674 bambini che hanno preso parte alla ricerca, i risultati  mostrano che:
-
I bambini vaccinati hanno avuto il 120% in più di asma
- I bambini vaccinati hanno avuto il 317% in più di  ADHD
- I bambini vaccinati hanno avuto il 185% in più di disordini neurologici
- I bambini vaccinati hanno avuto il1 46 % di autismo

Le ragazze rappresentano solo il 20% del numero totale di bambini intervistati.
Per leggere una relazione sulla bassa incidenza di autismo tra i non vaccinati
http://childhealthsafety.wordpress.com/2009/06/03/japvaxautism/
http://childhealthsafety.wordpress.com/2010/02/08/britvaxautism/

Esenzione dei vaccini (negli Stati Uniti)
-
Tu hai il diritto di rifiutare: esercitalo
- Il tuo bambino non deve essere vaccinato per poter andare in una scuola pubblica
- Ogni Stato ha delle esenzioni che riguardano il diritto di rifiutare vaccini non richiesti
-
Trova un professionista della salute che è d'accordo con la tua scelta di non vaccinare e che ti rispetta.

Molti scelgono la salute e la sicurezza dicendo NO ai vaccini
-
I gruppi che generalmente non vaccinano, includono (NdR: anche e non solo), gli osteopati, chiropratici
- Migliaia di testimonianze scritte dai genitori di bambini non vaccinati circa lo stato di robusta costituzione del bambino si trovano in molti siti on line…
- Le decisioni sui vaccini dipendono da te e dal tuo partner e nessun altro deve saperle. Non è un business per i membri della tua famiglia, o per i tuoi parenti

Per essere in buona salute hai bisogno di prendere l'iniziativa ed imparare nuove cose
-
La scelta sicura è quella di dire no ai vaccini. Si può esercitare il controllo sulle scelte sanitarie per voi stessi e i vostri figli; è sul risultato di una vaccinazione che non si ha nessun controllo;
- Non hai bisogno di un pediatra che pesi e misuri tuo figlio e gli dia farmaci; rivolgiti anche ad un naturopata, un osteopata, un chiropratico o un dottore di medicine orientali o omeopata. Potrai scoprire che gli
osteopati sono molto più aperti di mente sulle scelte di non vaccinare i bambini;
I bambini nascono con potenti difese naturali, se non fosse così morirebbero dopo la nascita. Enormi cascate di processi di complessità immune nascono con le prime lacrime; questo deve accadere in modo naturale, senza l'interruzione causata dalle iniezioni di sostanze tossiche;
- Scopri l'importanza della febbre, di come curarla a casa e quando devi chiamare il dottore. Molte febbri si risolvono per conto proprio, con una cura e un supporto in poche ore;
- Cerca di capire che il tuo bambino può essere vaccinato e contrarre comunque la malattia che desideri prevenire. I vaccini potrebbero non proteggere come invece la gente crede siano capaci.

La salute non può passare attraverso un ago;
- Impara che le cose più importanti per essere in salute sono: una buona nutrizione, acqua pura, dormire adeguatamente, attività fisica e felicità.
- Impara alcune semplici informazioni sulle vitamine, specialmente quelle sulla vitamina D3;
- Impara a come usare erbe basiche e omeopatia basica per la salute e per curare le malattie minori;
- Impara più del tuo medico relativamente ai vaccini. Egli, probabilmente non avrà mai letto sui vaccini, eccetto le pubblicazioni sponsorizzare dalle case farmaceutiche.
- Sappi che la cura della salute è qualcosa che tu paghi, mentre la cura delle malattie è coperta da un'assicurazione e la tua assicurazione pagherà per le medicine e per i vaccini.
- Cerca di spendere meno per stare in salute.

Informazioni aggiuntive
-
International Medical Council on Vaccination  www.vaccinationcouncil.org
- Dr. Sherri Tenpenny  
www.drtenpenny.com
su Facebook
www.facebook.com/vaccineinfo
- ThinkTwice Global Vaccine Institute  
www.thinktwice.com
- Vaccination Liberation  www.vaclib.org
- Holistic Moms www.holisticmoms.org
Tratto da: tuttosteopatia.it
 

Gli esperti di vaccini del CDC, hanno spesso conflitti di interesse - 18/03/2010
CDC e Conflitti di interesse - 1 + CDC e Conflitti di interesse - 2 + CDC e Conflitti di interesse - 3 + Corruzione + Danni dei Vaccini + Contro Immunizzazione

CDC conflitti di interesse anche per i vaccini + anche per la FDA
http://healthimpactnews.com/2014/cdcs-purchase-of-4-billion-of-vaccines-a-conflict-of-interest-in-overseeing-vaccine-safety/

Parlamentari pagati dalle Lobbies ? - Roma Ott. 2013 
L'intervista a un assistente di un Senatore che svelerebbe i traffici illeciti tra parlamentari e Lobbies.
Video dell'intervista: 
http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/390060/roma-parlamentari-pagati-dalle-lobbies.html

Informatore dei CDC CONFESSA la FRODE e le FALSIFICAZIONI sugli studi della correlazione VACCINO=AUTISMO

video del dott. Massimo Montinari a Don Chisciotte  - Ott. 2012


Illuminante
il video pubblicato su Youtube.com dove l'autore viene intervistato riguardo alle vaccinazioni:
 


4 milioni di italiani con malattie autoimmuni
Milano, 23 mag. (Adnkronos Salute) - Un nemico insidia dall'interno 4 milioni di italiani. Anziché difenderli da agenti patogeni esterni, il sistema immune può talvolta 'impazzire' e aggredire l'organismo. Scatenando seri problemi e spesso gettando nello sconforto i pazienti, che finiscono per rivolgersi "a maghi e praticoni, ritardando diagnosi e cure". Lo spiegano gli specialisti che, da domani a domenica, sotto l'egida dell'Istituto Auxologico Italiano, si riuniscono a Milano per fare il punto sulle ultime novità e produrre nuove linee guida ad hoc.

Nel nostro Paese "una consistente parte è costituita da persone, molto spesso giovani donne in età fertile, con sindrome da anticorpi antifosfolipidi (Aps): una potenziale 'bomba a tempo' - ricorda l'Auxologico in una nota - che, se non tempestivamente e adeguatamente trattata, può dare luogo a conseguenze anche gravi".
L'Aps, spiega Pier Luigi Meroni, ordinario di Reumatologia all'Università di Milano e Direttore dell'Unità di allergologia dell'Auxologico, "è una patologia autoimmune sistemica caratterizzata da un errore del sistema immunitario, che induce la produzione di immunoglobuline (auto-anticorpi) in grado di reagire contro strutture dell'organismo stesso. Questi anticorpi sono responsabili di eventi trombotici ricorrenti e aborti spontanei in assenza di altre possibili cause".

La sindrome si manifesta prevalentemente in soggetti giovani,e le donne sono particolarmente colpite non solo a causa delle complicanze della gravidanza, ma anche di manifestazioni vascolari. Circa un quinto delle trombosi venose profonde, un quinto degli aborti ricorrenti o degli stroke negli under 50 "sono causati dalla presenza degli anticorpi anti-fosfolipidi.
Le conseguenze sono molto serie - prosegue l'esperto - dal momento che spesso vi sono deficit permanenti (paralisi), che influiscono sull'autonomia personale e impediscono una normale attività lavorativa". Ma una diagnosi corretta consente di mettere in campo la terapia, efficace nella prevenzione di aborti nella maggioranza dei casi e nella riduzione dell'incidenza di eventi trombotici.
Adnkronos.com - 26/05/08

Commento NdR: come mai cio' accade solo nei soggetti vaccinati ? i soggetti NON vaccinati NON presentano nessuna delle malattie tipiche dei vaccinati !

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

La speranza di una bambina - Azzurra ha bisogno anche di te - Per non dimenticare - postato da La mamma
Mercoledi 28 Febbraio 2007
Azzurra nasce il 21 ottobre del 2002 a Cecina con parto  naturale. Alla nascita pesava 2 kg e 120 ed era lunga 46 cm, per il resto  era tutto a posto. Dopo una settimana di ospedale torna a casa. Azzurra  mangia e dorme.
Il 30 dicembre alla visita di controllo Azzurra pesa 5 kg ed è lunga 56 cm; va tutto per il meglio. Intorno al mese di febbraio si inizia a intravedere un rallentamento nella crescita, sia in peso che in lunghezza.
Il tutto coincide col ritorno della mamma a lavoro e col primo vaccino....

http://insieme_per_azzurra.blog.tiscali.it/vw3188126/  e la cosa continua imperterrita SENZA che le "autorita'  sanitarie" intervengano per bloccare le vaccinazioni.... fino alla loro dimostrata INNOCUITA' !!
e voi genitori cosa fate per salvaguardare la salute dei vs figli ?

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

La sindrome di Rett è una grave patologia neurologica, che colpisce prevalentemente soggetti di sesso femminile.
La malattia è congenita, anche se non subito evidente, e si manifesta durante il secondo anno di vita e comunque entro i primi quattro anni. Colpisce circa una persona su 10.000. Si possono osservare gravi ritardi nell'acquisizione del linguaggio e nell'acquisizione della coordinazione motoria. Spesso la sindrome è associata a ritardo mentale grave o gravissimo. La perdita delle capacità di prestazione è generalmente persistente e progressiva.

La sindrome di Rett provoca gravi disabilità a molti livelli, rendendo chi ne è affetto dipendente dagli altri per tutta la vita. La sindrome prende il nome da Andreas Rett, il professore di origine austriaca, che per primo la descrisse nel 1966.
Dopo una fase iniziale di sviluppo normale, si assiste ad un arresto dello sviluppo e poi ad una regressione, o perdita delle capacità acquisite. Si osserva un rallentamento dello sviluppo del cranio (di grandezza normale alla nascita) rispetto al resto del corpo tra i primi 5 e i 48 mesi di vita; uno sviluppo psicomotorio normale entro i primi 5 mesi di vita, con successiva perdita delle capacità manuali precedentemente sviluppate e comparsa di movimenti stereotipati delle mani (torcerle, batterle, morderle, strizzarle). Si assiste anche ad una progressiva perdita di interesse per l'ambiente sociale, che tuttavia in alcuni casi ricompare con l'adolescenza.
Possono essere anche presenti: irregolarità nella respirazione; anomalie dell'EEG; epilessia (oltre il 50% delle persone affette ha avuto almeno una crisi epilettica); aumento della rigidità muscolare con l'età, che può anche provocare deformità e atrofie muscolari; deambulazione a base allargata (in circa il 50% dei soggetti); scoliosi (malnutrizione cellulare); ritardo della crescita, ecc.
Sembra essere dovuta ad un'anomalia del gene MECP2, localizzato sulla parte distale del cromosoma X ( precisamente nella zona Xq28), deputato alla "specializzazione" di una proteina omonima. Sono anche stati osservati casi in cui, pur essendo presente questa anomalia, i soggetti non soddisfacevano i criteri che definiscono la sindrome di Rett.
Tratto da: it.wikipedia

Commento NdR: cosa provoca l'alterazione della produzione e specializzazioni delle proteine, lo stress cellulare ed enzimatico = tutti Danni anche dei Vaccini !
Anche gli stessi sintomi qui riportati sono da imputarsi anche e soprattutto ai danni dei Vaccini ma specie in  coloro che avendo gia' una mutazione genetica ricevuta dai genitori a loro volta vaccinati, con la rivaccinazione del  figlio egli si slatentizza la malattia e la somatizza anzi tempo; se non fosse rivaccinato egli potrebbe passare indenne tutta la vita e magari ritrasmetterla ai suoi figli, ma siccome viene rivaccinato egli somatizza la malattia ereditata.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

BIMBI piu' SANI con le MEDICINE NATURALI
Nel 1942 Leslie Owen Bailey, un grande filantropo e fondatore della Natural Health Society of Australia [Società Australiana per la Salute
Naturale], accettò l'affidamento di 85 bambini le cui madri non erano in grado di accudire.
Allevati secondo i principi della Salute Naturale e cresciuti nella Hopewood House di Bowral, NSW (Nuovo Galles del Sud), essi divennero famosi come i bambini di Hopewood.
Molti di questi bambini erano poco più che neonati, e siccome non era possibile allattarli al seno, furono allevati con latte caprino. Ai più grandicelli all'inizio venne dato latte di mucca non pastorizzato, ma siccome alcuni svilupparono problemi di muco, venne usata frutta fresca e succhi vegetali come sostituto.
Dai due anni in su, la dieta di questi bimbi consisteva in frutta fresca, radici e verdure, insalate, uova, noci, riso, porridge, pane e biscotti integrali, frutta secca, burro non salato, lenticchie, soia, ecc. Tra un pasto e l'altro si dava loro soltanto frutta o succhi di
frutta, e i bambini erano incoraggiati a bere molta acqua delle fontilocali e quindi pura e senza floruri. Il loro dolce preferito era
fatto di carrubi, cocco, frutta secca e miele.
Il Child Welfare Department [Dipartimento per il Benessere Infantile], che sovrintendeva alla salute dei bambini, insisteva che venisse loro data "carne", ma quando questa veniva loro servita, i bimbi la rifiutavano. Alcuni nutrizionisti dell'Università di Sydney, analizzando i contenuti nutritivi della dieta di Hopewood, videro che non solo era più che adeguata, ma addirittura superiore, come livelli di proteine, carboidrati, grassi e minerali, alle cosiddette "diete convenzionali".
Quando i risultati dei test furono resi pubblici, il Dipartimento per il Benessere Infantile non insistette più perché ai bimbi fosse aggiunta la carne nella dieta.
È degno di nota considerare che tra questi 85 bambini non ci fu mai alcuna malattia seria, che nessuno di loro fu mai operato, né furono loro somministrati medicinali di alcun tipo, né furono usate droghe, e non furono MAI VACCINATI.
L'unico caso di malattia capitò quando 34 bambini svilupparono la varicella; furono immediatamente ricoverati e furono curati esclusivamente con acqua e succhi di frutta freschi. Tutti si ripresero senza alcun danno ulteriore. Indagando su come questo fosse successo, si scoprì che mentre erano a scuola i bambini avevano scambiato i loro pranzetti sani con pranzi convenzionali meno sani, quindi quel caso di varicella non sorprese più di tanto.
Nel 1947 il dottor N. E. Goldsworthy, medico a capo dell'Istituto per la Ricerca Dentale di Sydney, volle controllare lo stato dentale dei bimbi di Hopewood. Lui e i suoi assistenti fecero un ampio rilevamento sullo stato dentale dei bambini per un periodo di dieci anni e scoprirono che i bambini di Hopewood avevano sviluppato fino a 16 volte meno carie dei loro coetanei di Sydney. Mentre ai bimbi di Sydney fu riscontrata una media del 9,5% di denti cariati, mancanti o piombati per bimbo, nei bambini di Hopewood questa percentuale arrivava soltanto allo 0,58. Nelle parole del dottor Goldsworthy stesso, i risultati furono "poco meno che miracolosi". I bambini di Hopewood avevano il più alto standard di salute dentale mai studiato, sorpassando perfino i bambini nativi della Nuova Guinea che, fino allora, avevano la reputazione di avere i denti più sani del mondo.

Anche la medicina ufficiale si interessò al caso dei bambini di Hopewood, nelle persone di Sir Lorimer Dodds e del dottor D. Clements, direttore del Centro per il Nutrimento Infantile dell'Università di Sydney, che monitorarono la salute dei bimbi per un periodo di 9 anni. Esaminarono tonsille e adenoidi e convennero di non aver mai visto un gruppo così sano. Anche una psicologa infantile, Zoe Benjamin, esperta in auge in quel periodo, dopo aver passato un lasso di tempo con il gruppo di bimbi, disse con stupore di non aver mai incontrato un gruppo di bambini con personalità così indipendenti e felici.
La cosa più notevole fu il fatto che nonostante alcuni di questi
bambini avessero ereditato una salute cagionevole dovuta alle malattie delle loro madri, e nonostante il fatto di non essere stati allattati al seno né aver avuto l'affetto e la tenerezza materni, erano cresciuti robusti e sicuri di sé.
I bambini di Hopewood servono da esempio a tutti quei genitori che vogliono allevare i loro bambini in modo naturale, senza medicinali o vaccini. Questi bambini sono testimoni della verità e validità della Salute Naturale.
La storia completa dei bambini di Hopewood si può leggere sul volume 5, numeri 3, 4, 5 e 6 e sul volume 6, numero 1 della rivista National Health, pubblicati dalla Natural Health Society of Australia.

Nel 1993, oltre il 25% dei casi di morbillo si è verificato in bambini al di sotto di un anno.
Il CDC ha attribuito i casi, al fatto che molte madri sono state vaccinati tra il 1960 e il 1980.
"L'immunità naturale di queste madri e' stata annullata dalla vaccinazione, che quindi non la potevano trasmettere ai loro figli. "
Infine, per rispondere una volta per tutte, riguardo gli studi ufficiali di confronto sui bambini vaccinati con bambini non vaccinati, il 26 ottobre 2010, la TV tedesca Alpenparlament TV, in onda un'intervista con Angelika Kögel-Schauzt, matematico, responsabile per l'EFI (Associazione per l'Informazione Vaccine), che ha citato uno studio su 18.000 bambini tedeschi 0-17 anni.
Questo studio è stato condotto per tre anni dal Robert Koch Institute, la più alta autorità della salute tedesco. Specializzato in malattie infettive, l'Istituto ha analizzato in dettaglio la salute di questi 18.000 bambini, che rappresentano un campione dell'intera popolazione.
I medici hanno raccolto: 1.500 dati per i bambini, per un totale di 20 milioni di dati, in grado di soddisfare tutti i tipi di domande circa la loro salute, tipi di vaccini che hanno ricevuto, il loro sangue e delle urine per determinare:
 a = "lo stato di salute dei bambini tedeschi”
b=" lo stato di salute dei bambini tedeschi, per i quali la vaccinazione non e obbligatoria, quindi NON vaccinati e visionare stato di salute dei bambini in Germania, dove la vaccinazione non è obbligatoria.
Hanno trovato differenze drammatiche, ben al di sopra delle aspettative, tra vaccinati e NON vaccinati di nessun vaccino.
Così, i bambini non vaccinati sono stati meno della metà nelle allergie, nei problemi neurologici, la scoliosi, meno altri problemi meno di linguaggio e di vista, essi portano molto meno frequentemente gli occhiali, come già notato Dott. Gerhard Buchwald.

Il medico tedesco, conosciuto in tutto il mondo per il suo lavoro sui vaccini, ha detto sul vaccino contro il morbillo che "non solo è inefficace, ma pericoloso. In passato, i bambini non avevano mai il morbillo. Essi erano protetti dalle loro madri, erano immuni dalla malattia, mentre quelli che sono stati vaccinati, non sono in grado di trasmettere il loro immunità ai loro bambini."

E cosi, piu’ si vaccina, piu’ i bambini hanno malattie infettive in tenera eta', ma questo e' un segreto custodito“gelosamente”.
Poco importa ! l'
industria farmaceutica ha sempre più bisogno di soddisfare i suoi azionisti e la vaccinazione è una manna inesauribile, ed è per questo che sempre piu’ si devono inventare nuovi vaccini anche se pericolosi e inutili, con iniezioni sempre più frequenti.

 

40 ragioni per cui non bisognerebbe MAI vaccinare i bambini piccoli - By Jagannath Chatterjee (combatte i vaccini dal 1985) 

1.   Non c’è alcuno studio scientifico che abbia determinato se i vaccini hanno veramente prevenuto le malattie.
Al contrario, i grafici dell’andamento delle malattie mostrano che i vaccini sono stati introdotti agli sgoccioli delle epidemie quando la malattia era già agli ultimi stadi della diffusione.
Nel caso del vaiolo il vaccino in realtà ha causato una grande recrudescenza nell’incidenza della malattia, uccidendo migliaia di persone prima di venir cancellato grazie alle proteste pubbliche.

2.   Non ci sono studi a lungo termine sulla sicurezza dei vaccini. Si sono portati avanti degli studi a brevissimo termine, non scientifici, nei quali i soggetti vaccinati erano paragonati ad un altro gruppo a cui si somministra un altro vaccino.
Tecnicamente i test dovrebbero essere condotti utilizzando un gruppo di controllo di individui non vaccinati.
Nessuno sa che tipo di protocollo seguano questo tipo di studi condotti sponsorizzati dalle industrie [ndr farmaceutiche].

3.   Non si è mai fatto un tentativo di paragonare una popolazione vaccinata a un’altra che non ha ricevuto vaccini, per capire quali conseguenze abbiano i vaccini sui bambini e sulla popolazione stessa.

4.   Un bambino riceve non uno ma parecchi vaccini. Non sono stati effettuati test per determinare l’effetto di vaccini multipli.

5.   Non c’è alcuna base scientifica in base alla quale vaccinare i bambini piccoli.
Al contrario, per i medici anziani quotati dal Times of India, “i bambini soffrono per una percentuale inferiore al 2% delle malattie prevenibili con le vaccinazioni, ma il 100% dei vaccini sono diretti proprio a loro.” I pionieri nel campo della vaccinazione hanno sempre raccomandato di essere molto cauti prima di sottoporre alla vaccinazione la popolazione, e al contrario non sono mai stati sostenitori della vaccinazione di massa.

6.   I bambini vengono vaccinati semplicemente perché i genitori temono che possano venir vaccinati in modo coatto. Vaccinare i bambini è in assoluto l’affare più vantaggioso sia per i produttori dei vaccini stessi che per i medici.

7.   Il governo indiano ha pubblicato un avviso di un quarto di pagina nel giornale The Hindu avvertendo i genitori di non sottoporre i bambini a vaccini al di fuori di quelli approvati dal governo. I genitori sono stati anche avvisati avverso la vaccinazione in strutture ospedaliere e cliniche private. 

8.   La  divisione dello stato federato di Orissa dell’Associazione Indiana dei Pediatri ha ammesso in una lettera al CM di Orissa [ndr forse una specie di governatore dello stato ??] che le cliniche e gli ospedali privati sono mal equipaggiati per la conservazione dei vaccini e ha diffidato i genitori dal vaccinare su suggerimento di medici e strutture private.

9.   TUTTI GLI INGREDIENTI di un VACCINO SONO ESTREMAMENTE TOSSICI in NATURA.

10.   I vaccini contengono metalli pesanti, sostanze cancerogene, agenti chimici tossici, virus anche geneticamente modificati, siero contaminato contenente virus animali e materiale genetico non umano, decontaminanti e coadiuvanti estremamente tossici, antibiotici non testati, nessuno dei quali può essere iniettato senza che causi alcun danno.

11.   Il mercurio, l’alluminio ed i virus nei vaccini, sono considerati alla base dell’immane epidemia di autismo (1 su 100 nel mondo secondo i medici americani), un fatto che è stato ammesso dalla Corte per i Vaccini statunitense.

12.   Il CDC americano (centro per il controllo e la prevenzione delle malattie), il cane da guardia dei vaccini, ha ammesso pubblicamente che il proprio studio più pubblicizzato che negava qualsiasi collegamento fra l’autismo e i vaccini non è corretto.
Il direttore del CDC, Dr Gerberding ha confessato ai media (CNN) che i vaccini possono causare i sintomi tipici dell’autismo. L’epidemia di autismo si trova solo in quegli stati che hanno permesso le vaccinazioni di massa.

13.   Nel 1999, il governo americano ordinò ai produttori di vaccini di rimuovere il mercurio dagli stessi “con effetto immediato”.
Ma il mercurio è ancora un componente di molti vaccini. I vaccini contenenti mercurio non furono mai ritirati e furono somministrati ai bambini fino al 2006. I vaccini “mercury free” contengono 0,05 mcg di mercurio, abbastanza da danneggiare in modo permanente un bambino piccolo.

14.   In INDIA NESSUNO SFORZO È MAI STATO FATTO per ASSICURARE che il MERCURIO e gli ALTRI METALLI PESANTI SIANO RIMOSSI dai VACCINI SEMPLICEMENTE PERCHÉ gli STESSI COSTEREBBERO DI PIÙ.

15.   In una risposta all’allora Presidente Sri Abdul Kalam, il ministro della Salute aveva affermato che “il mercurio è necessario per rendere i vaccini sicuri”. Agli autori che chiedevano “quali sono quei vaccini che necessitano della seconda più pericolosa neurotossina, il mercurio, per renderli sicuri?” non ci fu risposta.

16.   Il mercurio utilizzato nei vaccini è secondo in tossicità solo alla sostanza radioattiva Uranio. È una neurotossina che può danneggiare l’intero sistema nervoso di un bambino piccolo in un baleno.

17.   Il mercurio si accumula nel grasso. Essendo il cervello composto interamente da cellule grasse, la maggior parte del mercurio si accumula lì provocando i peculiari sintomi dei bambini autistici.

18.   Il mercurio utilizzato nei vaccini è sotto forma di etilmercurio. Secondo i medici indiani questo è 1000 volte più tossico del più comune metilmercurio.

19.   L’alluminio presente nei vaccini fa diventare il mercurio, in qualsiasi forma, 100 volte più tossico.

20.   Secondo uno studio indipendente l’alluminio e la formaldeide contenuti nei vaccini possono incrementare la tossicità del mercurio, in qualunque forma, fino a 1000 volte.

21.   Secondo un articolo di pubblicato su Tehelka [ndr: rivista settimanale indiana] sull’autismo, i bambini ricevono attraverso i vaccini 250 volte il mercurio che potrebbero tollerare. Il medesimo articolo attesta che considerando il limite fissato dalla World Health Organization (l’organizzazione mondiale della sanità) per il mercurio nell’acqua, gli stessi bambini ricevono 50.000 volte tale limite.

22.   L’autismo in India sta emergendo come l’epidemia a più rapida crescita fra i bambini. Da 1 su 500, oggi è arrivato a toccare stabilmente il rapporto di 1 a 37. Secondo i dottori indiani “oggi in qualsiasi classe di qualsiasi scuola si vada si trova un bambino affetto da autismo”.

23.   L’autismo è una disabilità permanente che affligge i bambini sia dal punto di vista fisico che mentale che emozionale.
Fa perdere al bambino le capacità sociali. Impedisce la crescita sia fisica che mentale del bambino stesso.
Distrugge il cervello causando grossi problemi di memoria e attenzione.
Secondo il dottor Harris Coulter, un ricercatore nel campo dei vaccini, i vaccini fanno diventare i bambini perversi e criminali.
Tutte le sparatorie avvenute a scuola ad opera di ragazzi sono state fatte da ragazzi autistici (NdR: o che avevano utilizzato psicofarmaci. I vaccini possono causare più danni di quanto ammetta ufficiosamente la comunità medica.

24.   I bambini autistici soffrono anche di gravi disturbi intestinali. Secondo il dottor Andrew Wakefield, e molti altri medici - vedi Morbillo ed Autismo - ciò è dovuto ad un ceppo del virus del morbillo presente nel vaccino MMR. Praticamente tutti i bambini autistici sono diventati tali dopo che gli è stato somministrato il vaccino MMR.

25.   Anche il vaccino DPT  causa regressioni, facendo crescere il sospetto che i vaccini multipli costituiti da virus sono una causa importante sottesa all’autismo. Se tre virus possono causare un tale danno, possiamo ben immaginare cosa potrebbero fare ai bambini gli odierni vaccini costituiti da 5-7 virus.

26.   Prima ancora dell’epidemia di autismo è ben risaputo che i vaccini hanno causato l’epidemia di cancro nella società odierna. Sia il vaccino contro il vaiolo che l’antipolio orale sono prodotti a partire dal siero delle scimmie (NdR: dalle colture di rene di scimmia verde africana). Questo siero ha fatto sì che molti virus delle scimmie, cancerogeni, sono entrati nel circolo sanguigno umano.

27.   È ugualmente risaputo che l’uso del siero della scimmia verde nei vaccini ha permesso il trasferimento dalle scimmie all’uomo del Sivian Immune Deficiency Virus (SIV). Lo stesso SIV e l’HIV, che causano AIDS, sono molto simili.

28.   Non solo l’AIDS, ma anche un tumore infantile del sangue (leucemia linfoblastica acuta) che colpisce migliaia di bambini è dovuta alla natura estremamente tossica degli ingredienti dei vaccini.

29.   L’ittero infantile e anche il diabete infantile sono anch’esse patologie scientificamente collegate alla tossicità dei vaccini.

30.   Il virus della poliomelite usato nel vaccino orale antipolio (OPV) ha causato la Vaccine Attributed Paralytic Polio in più di 65.000 bambini, secondo la Indian Medical Association. Negli USA questo vaccino ha causato la malattia 16 anni dopo la sua somministrazione. L’OPV ha anche provocato una recrudescenza di un nuovo ceppo di poliomelite sia in India che in Africa.

31.   I vaccini contengono il siero estratto non solo dalle scimmie e dagli scimpanzé, ma anche dalle mucche, maiali, polli, uova, cavalli e contengono perfino siero umano e tessuti estratti dai feti abortiti.

32.   La morte e danni permanenti sono conseguenze dei vaccini molto comuni e conosciute dalla comunità medica. La stessa comunità è obbligata dal Governo a stare tranquilla e a non associare questi casi alle vaccinazioni.

33.   Molti dottori sostengono che le malattie durante l’infanzia siano la conseguenza che il corpo sta allenando il proprio sistema immunitario. La soppressione di queste malattie causa un’immaturità dello stesso sistema immunitario che provoca diverse malattie autoimmuni come il diabete e l’artrite, diventate epidemiche al giorno d’oggi.

34.   I  vaccini sopprimono la naturale immunità e pertanto il corpo non produce più anticorpi naturali. Pertanto, il latte materno non contiene anticorpi naturali e non può più proteggere i neonati dalle malattie.

35.   Negli Stati Uniti gli effetti avversi dei vaccini sono registrati e il Governo elargisce dei risarcimenti alle vittime di milioni di dollari (il caso più recente sottoposto alla Corte dei Vaccini statunitense ha ricevuto fino a 200 milioni di dollari di danni). Il governo indiano semplicemente si rifiuta di ammettere che i vaccini possano causare morte o disabilità permanenti.

36.   È scientificamente provato che i vaccini non possono prevenire le malattie. I vaccini cercano di creare un’immunità umorale (relativa al sangue) mentre si è riscontrato che l’immunità si sviluppa su diversi livelli, umorali così come cellulari.
Sappiamo ancora troppo poco del sistema immunitario umano e pertanto non dovremmo interferire con esso.

37.   Negli Stati Uniti i genitori sono informati sui rischi derivanti dalle vaccinazioni ed inoltre devono dare il consenso per sottoporre i loro figli ai vaccini. In India il governo rassicura la popolazione mediante delle massicce campagne pubblicitarie circa l’estrema sicurezza dei vaccini. I genitori che si rifiutano di vaccinare i propri figli sono minacciati dall’amministrazione.

38.   NON ESISTE ALCUNA CURA per TRATTARE (NdR:per la GUARIGIONE)  un BAMBINO DANNEGGIATO dalle VACCINAZIONI.
I genitori sono costretti a passare da un ospedale all’altro. Il Governo si gira dall’altra parte e rifiuta persino di riconoscere la connessione con i vaccini.

39.   I medici hanno perfino messo in dubbio i vaccini raccomandati dal governo indiano.
Il vaccino per la tubercolosi BCG è stato largamente impiegato in India fin dal 1961, risultando completamente inefficace.
Il vaccino OPV ha causato poliomelite e altri disordini neurologici e intestinali in migliaia di bambini indiani.
Il vaccino Hep-B introdotto di recente non dovrebbe neanche essere destinato ai bambini, essendo un vaccino contro una malattia sessualmente trasmissibile e quindi dovrebbe essere indirizzato solo ad adulti promiscui.
Il vaccino per il tetano contiene, oltre alla tossina del tetano stessa, anche mercurio e alluminio. Gli stessi dottori evitano il vaccino DPT in quanto è uno dei più tossici mai inventati. Il vaccino contro il morbillo causa regolarmente severi effetti collaterali e gli operatori sanitari lo rifiutano.

40.   I pediatri stanno introducendo in India dei vaccini dalla dubbia reputazione, ai quali si sono opposti dottori, politici e il pubblico nelle nazioni americane ed europee.
Il vaccino per il Rotavirus, il vaccino Hib, il vaccino HPV e molti vaccini multipli sono stati introdotti senza nessun tipo di test solo perché i produttori degli stessi e i medici che li somministrano vogliono assicurarsi dei buoni guadagni.
Non gliene frega niente dell’etica medica e del destino dei bambini che riceveranno questi vaccini. Nel resto del mondo, medici onesti si stanno opponendo a vaccini modificati, contenenti nano particelle e virus e addirittura basati geneticamente sulle piante.
Quanto riportato sopra non è esaustivo.
Se dopo aver letto tutto ciò vuoi ancora vaccinare il tuo bambino, fallo pure
.
You deserve a vaccine-damaged child.

Sono 30 anni che mi occupo esclusivamente del trattamento di malattie croniche. Durante questi anni ho combattuto contro talmente tante storie di piccoli bambini che non erano mai stati ammalati un giorno finche’ non sono stati vaccinati e che, per molti anni successivi a ciò, non sono mai stati bene un giorno. Non posso accusare la malattia che hanno contratto. Semplicemente non erano abbastanza forti. Le loro difese immunitarie se ne erano andate. Erano perfettamente sani prima delle vaccinazioni. Non sono mai stati bene dopo di esse.” (By Dott. William Howard Hay)

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

ATASSIA - Scoperta la causa genetica di una nuova forma di atassia
Il termine atassia deriva dal greco "disordine" e indica un disturbo della coordinazione dei movimenti che spesso si associa anche a incontinenza, difficoltà di deglutizione e movimenti involontari di arti, tronco, testa, occhi. La porzione del cervello coinvolta è il cervelletto, stazione di controllo di tutti i movimenti volontari dell'organismo.
Spesso conseguenza di infezioni, intossicazioni o radiazioni, l’atassia può avere anche un’origine genetica e in questi casi si parla di vere e proprie atassie ereditarie. Si stima che in Italia ad esserne colpite siano circa 5.000 persone, con insorgenza sia in età infantile che adulta, ma sempre con un andamento progressivo.
La scoperta riguarda la SCA28, che e’ una forma di atassia ereditaria il cui difetto genetico è stato identificato da un gruppo di ricercatori milanesi, coordinati da Franco Taroni, nel corso di uno studio finanziato da Telethon. Immediata, dal punto di vista diagnostico, la ricaduta della scoperta, per i pazienti colpiti da atassie ereditarie, la metà dei quali sono tuttora privi di una diagnosi precisa.

Il difetto genetico responsabile di una particolare forma di atassia, la SCA28, è stato annunciato da uno studio finanziato da Telethon e pubblicato sulle pagine della rivista "Nature Genetics" da Franco Taroni, ricercatore dell’Istituto Neurologico Besta di Milano, in collaborazione con Marco Muzi-Falconi dell’Università di Milano.
La SCA28 è una nuova forma della patologia, diagnosticata per la prima volta al mondo dal gruppo di Franco Taroni in una famiglia italiana. Essa si trasmette con modalità autosomica dominante, basta cioè ereditare una copia alterata del gene da uno dei genitori (affetto a sua volta) per manifestare la malattia stessa.
Pur manifestandosi essenzialmente con gli stessi sintomi, le atassie ereditarie sono invece molto eterogenee per quanto riguarda il difetto genetico responsabile (e, di conseguenza, anche per le modalità di trasmissione da una generazione all’altra).
Studiando dunque il DNA di alcuni pazienti privi di una diagnosi precisa - condizione che al momento riguarda il 50% delle persone colpite da atassia ereditaria - i ricercatori milanesi sono riusciti dapprima a localizzare il gene, quindi a identificarlo con precisione e a definire le particolari alterazioni responsabili della malattia.
Il gene in questione si chiama AFG3L2 e contiene le informazioni per una proteina coinvolta nel metabolismo dei mitocondri, le centrali energetiche delle nostre cellule.  Il suo ruolo è quello di "tagliuzzare" altre proteine, talvolta per renderle attive e funzionanti, in altri casi per avviarne lo smaltimento, se esse non sono più utili per la cellula.
Una particolarità di AFG3L2 sta nel fatto di agire in stretta associazione con un’altra proteina, la paraplegina, a sua volta associata a un’altra malattia neurodegenerativa di origine genetica, la paraplegia spastica ereditaria. Nonostante le due proteine siano di fatto gli ingranaggi di uno stesso macchinario, sono associate a due malattie decisamente diverse.
Inoltre, i ricercatori hanno dimostrato come la struttura di AFG3L2 e della paraplegina sia molto conservata a livello evolutivo: basti pensare che anche specie molto lontane dall’uomo - come il lievito o certi batteri che vivono soltanto ad alte temperature - possiedano un macchinario cellulare molto simile; è infatti proprio sfruttando il lievito che il team coordinato da Franco Taroni e Marco Muzi-Falconi è riuscito a identificare il meccanismo "scorretto" nei pazienti con SCA28.
Il lavoro del gruppo ha una ricaduta immediata in campo diagnostico, particolarmente importante nel caso di malattie così eterogenee dal punto di vista del difetto genetico responsabile come le atassie. Guardando oltre, invece, il prossimo passo dei ricercatori sarà approfondire le conoscenze sul meccanismo della SCA28 e capire se possa effettivamente essere inserita nel promettente filone di ricerca delle malattie mitocondriali, che sono in costante ed importante crescita nei bambini.
Tratto da: Ufficio Stampa Telethon

Commento NdR: ….stranamente…Telethon pur scoprendo utili informazioni sul malfunzionamento cellulare e mitocondriale, non parla MAI delle cause che determinano i danni genetici e di inquinamento cellulare, che principalmente derivano dai Vaccini e di cui, sia nella bibliografia pubblicata, sia negli studi medico-clinici, sono stati dimostrati.

Perche’? perche questa azienda, che sfrutta la collettivita’ per raccogliere denaro, che spende SOLO ed esclusivamente per pagare i propri, consulenti e ricercatori, i laboratori che utilizza, per costruire immobili ove operare…. ecc., e non da un centesimo a NESSUNO dei milioni di malati resi handicappati, fa parte della filiera dello sfruttamento del malato ai fini speculativi, gestito da Big Pharma e soci….FDA, CDC, EMEA, AIFA, Ministeri della sanita', Ordini dei medici, medici allopati

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

VACCINI ed Autismo
Qualcosa sta cambiando. La notizia è di quelle che gelano il sangue, si sta diffondendo in modo esponenziale in ogni parte del globo ed anche io, previa qualche verifica, la riporto come molti altri siti web.

Nel luglio 2009 la D.ssa Theresa Deisher, fondatrice e presidente del Sound Choice Pharmaceutical Institute, annunciò di aver forse trovata la chiave per svelare il mistero: feti umani abortiti usati nella produzione dei vaccini.

Nel 1979, la produzione del vaccino trivalente morbillo, parotite, rosolia (MPR) passò dall'uso di cellule animali all'uso di cellule provenienti da feti umani abortiti. A seguito, negli anni '80, si è visto un vertiginoso aumento dei casi di autismo, prima negli Stati Uniti e dopo in Inghilterra e nel resto del mondo.

Un nuovo studio presentato nel maggio del 2010 al Meeting Internazionale per la ricerca nell'autismo documenta la connessione. "La correlazione temporale tra l'introduzione nei vaccini di DNA dai feti abortiti e gli aumenti di autismo è evidente. Le statistiche la mostrano nel corso di decine di anni e in diversi continenti. La correlazione temporale è più significativa di quella del mercurio," dice la D.ssa Deisher, aggiungendo che il mercurio non mostra questa correlazione temporale con i recenti forti aumenti dei casi di autismo.

L'uso di cellule provenienti dai feti implica la presenza residuale di DNA umano nei vaccini. I frammenti residuali di DNA umano possono migrare fino al cervello dove, con un processo chiamato ricombinazione omologa, si uniscono al materiale genetico del bambino vaccinato. Il sistema immunitario del bambino riconosce il DNA estraneo proveniente dai vaccini. Dato però la stretta somiglianza di questo DNA a quello proprio, il sistema può cominciare ad attaccare le cellule del proprio corpo,  innescando una malattia autoimmune facilmente verificabile con semplici esami di laboratorio.

Con un semplice prelievo di sangue si possono eseguire le ricerche di: Anticorpi Anti-MBP (Proteina Basica della Mielina) IgM, Anticorpi Anti-NAFP (Proteine dei Neurofilamenti) IgM, Anticorpi Anti Fibrillarina (Fibrillarina Abs) IgM, Anticorpi Anti serotonina.
In sostanza i primi sono anticorpi presenti in pazienti con SLA, i secondi sono presenti nella proteina acida fibrillare negli astrociti della GLIA e quindi sono anticorpi contro gli stessi componenti dell'encefalo, i terzi sono anticorpi antinucleo indotti in maniera specifica dal Mercurio... e gli ultimi sono anticorpi contro la serotonina, ovvero noto neurotrasmettitore sintetizzato dal cervello, denominato anche "ormone del buonumore" perchè principalmente coinvolto nella regolazione dell'umore.

ECCO SPIEGATA La CAUSA GENETICA (NdR: non e' la sola variante Genetica) = esempio: Autismo
La pericolosità dei frammenti di DNA umano è dovuta al fatto che la probabilità di ricombinazione di questi frammenti con il materiale genetico di chi è stato vaccinato è un miliardo di volte più alta di quella che sarebbe con l'uso di cellule animali.

Studio SCPI su DNA di feti abortiti nei vaccini = AUTISMO e non solo.... - 20/05/2010
I leader mondiali della campagna per l'uso etico dei vaccini, medicinali e prodotti di consumo hanno espresso la loro volontà di richiedere l'immediata liberazione dei programmi vaccinali.
Questa richiesta emerge dopo la pubblicazione dello studio del Sound Choice Pharmaceutical Institute su DNA di feti abortiti nei vaccini presentato al Meeting Internazionale per la ricerca sull'Autismo tenutosi a Philadelphia dal 20 al 22 maggio 2010.

Lo studio, accolto con shock ma anche con gratitudine per il lavoro svolto dalla D.ssa Theresa Deisher (scienziata e fondatrice del Sound Choice Pharmaceutical Institute), è incentrato sulla "integrazione impropria del DNA residuo come possibile contributore per l'autismo, in particolare nei bambini geneticamente predisposti".
E' infatti noto da studi di terapia genica che una volta iniettato il DNA nudo può essere trasportato al cervello (Wang et al. 2001); che impropriamente integrato il DNA terapeutico ha causato il cancro nei bambini piccoli (Hacein-Bey-Abina et al. 2008); e che frammenti di DNA più brevi hanno una maggiore probabilità di entrare nel nucleo delle cellule (Lechardeur et al. 2002).

Questo è quanto ha osservato la D.ssa Deisher, la cui società ha recentemente ricevuto una concessione $ 500.000 dalla Fondazione Murdock per le loro importantissime ricerche. La D.ssa Deisher e la sua collaboratrice, la scienziata D.ssa Marissa Lamadrid, hanno studiato come l'inserimento improprio di DNA nelle cellule del destinatario ricevente il vaccino può causare l'autismo.

Quattro le principali aree di ricerca e riguardano:
- la misurazione della quantità e della distribuzione di lunghezza residua DNA umano nei vaccini;
- la previsione di siti di inserzione del DNA tramite ricombinazione omologa (HR) e tassi di inserimento di misura;
- l'adeguamento della funzione delle cellule cerebrali che potrebbero essere interessate, attraverso la perdita della capacità di fare un collegamento corretto tra di loro  e attraverso la crescita selettiva delle cellule con DNA indebitamente integrato a discapito delle cellule sane;
- la conduzione di studi epidemiologici a confronto con i tassi di autismo nei bambini ai quali sono stati iniettati vaccini contenenti residui di DNA umano.

I risultati riportati finora sono stati sorprendenti, per non dire altro !
"L'analisi del Changepoint di disordine autistico dimostra una correlazione temporale con gli eventi associati a residui di DNA umano nei vaccini. I livelli di DNA residuo sono ben oltre i limiti raccomandati dalla FDA".
Mentre la ricerca è stata condotta in passato su altri possibili legami tra cause tossiche e l'autismo, nessuno ha mai guardato il DNA contaminante.
Ecco i dati scientifici che ho ricevuto dagli Stati Uniti tramite il Presidente dell'INTERNATIONAL MEDICAL COUNCIL ON VACCINATION che colgo l'occasione di ringraziare pubblicamente per la divulgazione di questo materiale e per la possibilità di collaborazione internazionale fornitami: studio di ricombinazione omologa  + studio sociologico.
I documenti sono in inglese ma se volete preservare la salute dei vostri figli da spiacevolissime sorprese, dalle quali è poi molto difficile (se non impossibile) tornare indietro, sottoponetele all'attenzione del vostro pediatra di riferimento e scoprirete a quale Codice di Deontologia Professionale farà riferimento? : vile denaro o promozione della salute (art 13 e art 14)
Cliccando inoltre sulla fotografia allegata potete scaricare la lista di vaccini aggiornata a novembre 2009 (riferimento Stati Uniti e Canada), con relativo programma vaccinale, contenenti cellule di feti abortiti.

Sicuramente i vaccini per il Morbillo, Rosolia e Parotite, ovvero MMR II e Priorix, sono gli stessi che circolano anche in Italia.
Tratto da: autismovaccini.splinder.com

CONTINUA su: Bimbi piu' malati con i Vaccini - 1 + Allergie e Dermatiti con i Vaccini propinati ai bambini  + BIMBI VACCINATI sempre piu' MALATI + CURE per BAMBINI

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Consulenze e perizie per danni da vaccino dott.  M. Montinari  +  Interrogazione Parlamentare   
Autismo, Vaccini, la prova
-  
Il libro ormai esaurito, del dott. Massimo Montinari

Gli anticorpi che dovrebbero essere indotti da un vaccino NON indicano immunità. Ciò che mette molti medici in confusione è che parte della reazione nei confronti del vaccino porta alla produzione di anticorpi e cio' solo nel 70% dei vaccinati..... Ciò è falsamente considerato immunità.

Commento NdR: questi studi dimostrano e confermano cio' che insegniamo da decenni e cioe' che i Vaccini producono nei soggetti sottoposti a quelle infauste pratiche in-sanitarie, spacciate per tecniche preventive, Malnutrizione con perdita di fattori vitali essenziali alla vita sana, alterazione e perdita di: enzimi, flora batterica autoctona, vitamine, minerali, proteine vitali), oltre alle mutazioni genetiche occulte, immunodepressioni, intossicazioni, infiammazioni e contaminazioni da virus e/o batteri pericolosi che nel tempo possono produrre malattie le piu' disparate ! 
vedi: Contenuto dei vaccini + Cure naturali per i bambini

Studio pubblicato qualche mese fa a dicembre 2016 sulla rivista Metabolic Brain Disease dimostra il legame tra intossicazione di metalli pesanti (specialmente piombo e mercurio) e l’insorgenza dell’autismo.
Ecco cosa affermano gli autori:
Un totale di 100 bambini sono stati analizzati in questo studio. Sono stati classificati in tre gruppi: bambini con ASD (40), bambini sani come gruppo di controllo (40), e fratelli sani dei bambini ASD (20).
I risultati hanno mostrato che i bambini con ASD avevano livelli significativamente più elevati di Hg (mercurio), Pb (piombo) e porfirine pentacarboxyporphyrin, coproporphyrin, precoproporphyrin, uroporfirine e hexacarboxyporphyrin rispetto al gruppo di controllo sano e al gruppo dei fratelli sani dei bambini ASD.
Le madri dei bambini autistici hanno mostrato una più alta percentuale di otturazioni in amalgama dentali rispetto alle madri del gruppo di controllo sano suggerendo che alti livelli di mercurio nei bambini con ASD possono riguardare la maggiore esposizione al mercurio dall’amalgama dentale materna durante la gravidanza e l’allattamento. I risultati hanno mostrato che i bambini con ASD nel presente studio avevano più elevati livelli di Hg e Pb nel sangue rispetto ai bambini sani di controllo che indicano che il metabolismo disordinato della porfirina potrebbe interferire con la patologia associata con il fenotipo neurologico autistico.

Studi dimostrano il legame tra autismo e alti livelli di mercurio
Gli scienziati hanno quindi determinato il grado di avvelenamento da mercurio nei bambini attraverso la misurazione dell’escrezione urinaria di composti organici chiamati porfirine, che fungono da biomarcatori per la tossicità del mercurio.
I ricercatori hanno anche misurato i livelli ematici di mercurio e piombo. Quindi da entrambe le analisi è stata confermata totalmente l’elevato livello di questi metalli pesanti. I ricercatori hanno dimostrato una forte correlazione tra la tossicità del mercurio e la presenza di autismo, e una correlazione diretta tra i livelli di tossicità del mercurio e la gravità dei sintomi di autismo.
Ma non è l’unico. 
Almeno sei studi americani hanno collegato presenza autismo e elevata esposizione al mercurio misurando porfirine urinarie.
Il primo studio, completato da Heyer et al. nel 2012 ha mostrato una correlazione tra la presenza di autismo e specifici porfirine urinarie associate a tossicità del mercurio. Questo lo afferma anche uno studio precedente da Kern et al. (2011, Pediatr Int 53: 147) dove porfirine specifiche associate con la tossicità del mercurio erano significativamente più alte nei bambini con autismo rispetto al gruppo di controllo non-autistico. Woods et al. nel 2010 ha osservato anche che il metabolismo della porfirina è disordinato nei bambini autistici, che non è stato osservato nei bambini di controllo non autistici. Questo ancora una volta suggerisce un aumento della tossicità del mercurio associato ai disturbi dello spettro autistico.

La più o meno gravità dei sintomi dell’autismo è stata anche correlata a livelli di porfirine specifici associati con la tossicità del mercurio. Kern et al. nel 2010 ha mostrato una forte correlazione tra il livello di gravità dell’autismo (misurato attraverso la Autism Treatment Evaluation Checklist (ATEC)) e la quantità di porfirine urinarie osservate nei bambini autistici. Geier et al. ha dimostrato anch’esso la correlazione tra porfirine urinarie e la gravità dell’autismo in uno studio in cieco utilizzando la scala di misurazione dell’autismo CARS. Questo studio è stato ulteriormente chiarito da Geier et al. (2009, J Neurol Sci 15: 280) dove i bambini con grave autismo hanno mostrato porfirine urinarie significativamente più elevate associate alla tossicità del mercurio rispetto a quei bambini con autismo lieve o controllo non autistico.

Ulteriore studio mostra il legame tra metalli pesanti e autismo
Questi risultati sono supportati da una recente ricerca che collega le esposizioni industriali di piombo, mercurio e arsenico alla prevalenza di disturbi dello spettro autistico (ASD). Lo studio, condotto da un team di 13 scienziati provenienti da università e ospedali americani, è stato pubblicato nel numero di luglio 2016 del Environmental Monitoring and Assessment. Gli autori hanno studiato i dati del Center for Disease Control e Prevention (CDC) su 4.486 bambini con spettro autistico residenti in 2.489 aree in tutto il paese. Hanno usato una sovrapposizione dei dati di inquinamento atmosferico regionale della Environmental Protection Agency per determinare se le concentrazioni nell’aria di vari metalli potrebbero essere collegati con l’autismo e hanno trovato forti correlazioni tra concentrazioni nell’ambiente di piombo, mercurio e arsenico e il verificarsi dell’autismo. Nei tratti con concentrazioni nell’aria di piombo più alte, era significativamente più alta la prevalenza di autismo, rispetto a tratti con concentrazioni di piombo più basse. Inoltre, tratti con concentrazioni di mercurio e di arsenico al di sopra del 75esimo percentile avevano una significativa più alta prevalenza di autismo rispetto ai tratti con concentrazioni di arsenico, piombo e mercurio al di sotto del 75esimo percentile.

Correlazione tra autismo e inquinamento ambientale (fumi prodotti dalle fabbriche e centrali elettriche)
Uno studio precedente pubblicato nel 2015 da un gruppo di ricerca ancora più grande ha trovato un’associazione tra la vicinanza residenziale urbana ad impianti industriali che emettono inquinanti atmosferici (arsenico, piombo o mercurio) e una maggiore prevalenza di autismo.

Altri studi recenti hanno trovato associazioni significative tra le fonti ambientali di esposizione al mercurio e l’ASD.

Uno studio, condotto dalla Division of Environmental and Occupational Disease Control, California Department of Health Services pubblicato nell’Environmental Health Perspectives nel 2006, ha implicato il mercurio, tra gli altri metalli, come l’inquinante dell’aria che è più associato a rischi di diagnosi di autismo tra un campione di bambini nati nella zona di San Francisco Bay nel 1994.
Nel frattempo, una tesi di laurea completata alla Louisiana State University nel 2006 ha rilevato un’associazione tra mercurio nel pesce, le emissioni nell’aria e i disturbi dello sviluppo, tra cui l’autismo. Sempre nel 2006 e poi nel 2009, i ricercatori hanno dimostrato che gli aumenti di mercurio ambientale emesso dalle centrali elettriche e la distanza dalle fonti di esposizione al mercurio in Texas erano significativamente correlati al rischio di un individuo di contrarre autismo.

Lo studio del 2006 ha rilevato che “in media, per ogni 1.000 libbre (453 kg) di mercurio rilasciato nell’ambiente, c’è stato un aumento del 43% del tasso di servizi di educazione speciale e un aumento del 61% del tasso di autismo.”

Lo studio del 2009 ha riferito che “per ogni ulteriori 10 miglia di distanza da fonti industriali o da centrali elettriche è associata una diminuzione del rischio del 2,0% e 1,4%, rispettivamente.”

Uno studio del 2013, svolto dai ricercatori di Harvard, ha scoperto che le donne che vivevano nelle zone con i più alti livelli di particolato diesel o mercurio nell’aria avevano due volte più probabilità di avere un bambino con autismo, rispetto a coloro che vivevano nelle zone con  livelli più bassi di inquinamento atmosferico. Tra i contaminanti “il mercurio e il cloruro di metilene sono i più associati all’autismo“, ha riferito lo studio

Conclusione. L’evidenza è confermata
A settembre 2016 è stata pubblicata una review sulla rivista Journal of Trace Elements in Medicine and Biology che analizza tutti gli studi scientifici dal 1999 ad oggi che discutono il legame tra autismo e mercurio. Ecco cosa hanno concluso i ricercatori:
“Questa revisione ha trovato 91 studi che esaminano la potenziale relazione tra mercurio e autismo dal 1999 al febbraio 2016. Di questi studi, la stragrande maggioranza (74%) suggeriscono che il mercurio è un fattore di rischio per l’autismo, rivelando effetti sia diretti che indiretti. La preponderanza delle prove indica che l’esposizione al mercurio è causale e/o contributiva nell’autismo.”
Chiaramente siamo in un disperato bisogno di ridurre l’esposizione a questi metalli altamente tossici che agiscono sinergicamente nel corpo per causare danni. Qui non abbiamo menzionato i vaccini che sono ad alto contenuto di mercurio ed altre fonti di inquinamento come il consumo di pesci predatori (tonno, pesce spada). Abbiamo bisogno di modi efficaci che aiutino a ripristinare la salute di coloro che sono stati danneggiati.
“I fattori sono molteplici: l’inquinamento, pesticidi negli alimenti, il mercurio nei cibi, le radiazioni elettromagnetiche.
Si può fare un parallelo con le malattie che colpiscono le api. Oggi si ammalano di più per colpa dei pesticidi, delle radiazioni e dei parassiti. La stessa cosa succede all’uomo e soprattutto ai bambini, più fragili e quindi più a rischio”.
By Luc Montagnier, premio Nobel per la medicina
Tratto da: dionidream.com


Visionare questo PDF con tutti i Grafici e l'ininfluenza dei vaccini sulla scomparsa delle malattie

Continua in:  Bambini piu' malati con i Vaccini - 1 + Bambini piu' malati con i vaccini- 2 + Bambini piu' malati con i vaccini - 3 + Immunogenetica    Pag.2  +   Pag.3  +  Pag. 4 
Segue in: Bambini sempre piu' malati con i Vaccini + BIMBI sempre piu' malati, se Vaccinati - Ago. 2009  
vedi: Suprema Corte US, sui DANNI dei Vaccini

vedi: Bibliografia Danni dei vaccini  +  Bibliografia danni 2  +  1.000 studi sui Danni dei Vaccini
+  Bibliografia

Pag. 6  -  Pag. 7  -  Pag. 8  -  Pag. 9  -  Pag. 10  -  Pag 11  -  Pag. 12  -  Pag. 13  - Pag 14  - Pag 15  -
Pag. 16  -  Pag. 17  -  Pag. 18  -  Pag.19  -  Pag. 20  -  Pag. 21
vedi anche Dati ISTAT sui Vaccini  +  Malattie e Vaccini