Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


AUTISMO - 3 
AUTISMO e malattie varie dai Vaccini - Studi Pubblicati - PDF
 

Continua da: Autismo - 1 + Autismo - 2 + Autismo - 4 + Autismo 5 + Bibliografia su Autismo dai vaccini
-
PDF - Danni neurologici provocati dai vaccini (english)
vedi anche questa: raccolta di dati medico-scientifici sui gravi danni dei Vaccini

Parlare di Danni dei Vaccini sta divenendo, nel mondo intero, un argomento TABU'....siamo in piena caccia alle streghe come nel medio evo... odierno ....
a conferma vedi:

Anche il CDC e' CORROTTO, COLLUSO e disinformante....:
By NaturalNews
I negazionisti del legame tra il mercurio dei vaccini e l'autismo, stanno per avere tempi difficili per negare le ultime scoperte della Coalizione per Mercury-free Drugs (Comed)
Il gruppo no-profit ha ottenuto documenti importanti tramite il Freedom of Information Act (FOIA), richiesta che espone l'US Center for Disease Control and Prevention (CDC), nel ruolo di aver deliberatamente mentito e manipolato lo studio chiave danese che ha mostrato invece un chiaro legame tra i vaccini
contenenti mercurio e l'autismo.
Negli US dal 1988 le vaccinazioni si sono triplicate ed i casi di
Autismo sono aumentati del 270 %
- US = Nel 2010, 1 bambino su 80 diviene autistico DOPO le vaccinazioni !

La
risposta sui mass media, dell'establishment della sanita' e' stata feroce e ne citiamo una pubblicata:
PIANETA FARMACO - Sentenza vaccino Mpr e autismo: un falso scientifico
Con riferimento alla sentenza del Tribunale di Rimini che torna ad associare la vaccinazione anti morbillo-parotite-rosolia (Mpr) allo sviluppo dell'autismo, Siti, Fimmg, Fimp e Sip, esprimono forte sconcerto, auspicano che il ministero della Salute proponga l'Appello presso la Corte di Bologna e si rendono disponibili a coadiuvare l'Avvocatura dello Stato con pareri e letteratura scientifici.
È questo il messaggio che le sigle hanno voluto dare con l'obiettivo di evitare che tale sentenza, emessa nel 2010, «faccia giurisprudenza incidendo negativamente sulle dinamiche professionali degli operatori».
La decisione del Tribunale, sostengono gli esperti, si basa «su quanto pubblicato, ormai 14 anni fa, dalla rivista Lancet, e successivamente ritirato per l'evidente infondatezza di quanto inizialmente proposto da un gruppo di ricercatori britannici».
Il board invita chi è chiamato a giudicare, Commissioni ex Legge 210/92 comprese, ad assumere «il massimo rigore scientifico e soprattutto la sostenibilità delle affermazioni, delle sentenze e dei giudizi basata su acquisizioni universalmente riconosciute».
Inoltre, si fa notare che è anomalo che vengano ignorati i pareri e le azioni della comunità scientifica, dal momento che due studi pubblicati sul British Medical Journal hanno decretato l'infondatezza di questa associazione (NdR: ? vedi sopra).
«Purtroppo sentenze come quella appena emanata» conclude la nota «rischiano di avere il solo risultato di far perdere fiducia in uno strumento preventivo fondamentale per la salute dei bambini e di tutta la popolazione, con conseguente ri-emergenza di malattie gravi e talora anche mortali, come il morbillo, inducendo peraltro nei genitori di bambini affetti da una seria patologia come l'autismo la falsa convinzione di aver trovato la ragione di tante sofferenze patite. E certamente questi genitori non meritano un'ulteriore falsità sulla condizione dei propri figli».

Ecco la lettera inviata da un
AVVOCATO, padre di un bambino leso dai vaccini, il quale ha scritto dopo una trasmissione "Ippocrate" avvenuta nel mese di Aprile 2012, nella quale si e' fatta disinformazione a 360°, leggete con attenzione cio' che dice !

Spettabili Redazioni di Rainews 24 e di Ippocrate,
vi scrivo, rispettivamente, in qualità di padre di un bimbo che ha sviluppato una "encefalopatia post-vaccinica con quadro clinico della sindrome autistica, come vicepresidente del Comitato Montinari Umbria Onlus ed infine come legale che da anni si batte in tutta Italia per la tutela dei soggetti danneggiati dalle vaccinazioni, per lamentare quanto segue:

La trasmissione di Ippocrate - Il diritto alla salute, di alcuni giorni orsono ha lasciato me e migliaia di famiglie italiane danneggiate dalle vaccinazioni e soprattutto dal vaccino MMR Morupar assolutamente sgomenti sia per i contenuti che per i toni utilizzati non solo dalla Dirigente del Ministero della Salute (che tutela gli interessi del suo datore di lavoro il Ministero, dimenticando quelli dei suoi tanti datori di lavoro - i contribuenti) ma soprattutto dal conduttore (NdR: sig. Gerardo D'Amico).

 La sola circostanza che la trasmissione prevedesse la partecipazione, come unico ospite, del Ministero della Salute senza alcun altro interlocutore a rappresentare l'opinione ripresa dal Tribunale di Rimini sarebbe dovuta essere già di per se' sufficiente a consigliare ad un conduttore che sapesse fare il proprio mestiere di mantenersi quanto meno "neutrale" rispetto alle tesi prospettate dall'ospite anziche' sposarle integralmente ed anzi fungere da "suggeritore".
Soprattutto perche' tali tesi sono nella stragrande maggioranza dei casi non veritiere e per il resto parziali.

In primo luogo la trasmissione e' stata estremamente offensiva nei confronti di un magistrato che ha svolto con professionalità il proprio lavoro e che non ha avuto la possibilità di replicare di frinte ad attacchi gratuiti quanto ingiustificati.
Il Giudice, contrariamente a quanto possa pensare chi non conosce certi meccanismi giuridici (o fa finta di non conoscerli) non ha preso una decisione "in barba" alla non meglio precisata "comunità scientifica nazionale ed internazionale" in quanto:

1). il Giudice ha basato il suo giudizio sulla Consulenza Tecnica d'Ufficio (CTU) redatta da un medico di sua fiducia oltre che sulle consulenze Tecniche di Parte (CTP) redatte da altri medici tra le quali, e' bene ricordarlo, quella del Dott. Massimo Montinari per la famiglia del bimbo.

2). la potenziale dannosità delle vaccinazioni e' conosciuta da sempre e riportata in centinaia di testi (anche universitari), pubblicazioni, articoli e ricerche scientifiche per cui insistere sul contrario appare francamente ridicolo.
Se in tutto il mondo civile esistono leggi che indennizzano il danno da vaccino e' del tutto evidente che i vaccini possano arrecare danni; non mi e' ancora capitato di trovare una normativa che indennizzi il danno da "acqua fresca"!
Perché negli USA si sarebbero presi la briga di creare ben tre enti per il controllo del danno (FDA, CDC e VAERS), avrebbero creato le tabelle del Vaccine Advers Event Reporting System, relative sia alla tipologia di danno che può conseguire da ogni singolo tipo di vaccino sia ai tempi di latenza, ed infine avrebbero creato un apposito tribunale speciale ove dirottare tutte le cause di risarcimento danni ?
Persino le Commissioni Mediche Ospedaliere (CMO) deputate al riconoscimento del danno da vaccino parlano di "...episodi probativi per una qualsivoglia ripercussione organica focale e/o generalizzata a carico del sistema nervoso centrale o periferico, che costituiscono le comuni riconosciute complicanze post-vaccinali"

3). ogni qual volta si parla di danno da vaccino gli "esperti" si limitano a citare unicamente quanto accaduto al Dott. Wakefield tralasciando alcuni non trascurabili particolari tra i quali:

a. lo studio del medico inglese e' stato messo all'indice per presunte violazioni relative alle procedure seguite e non perché vi fossero prove della sua non rispondenza a verità; tanto e' vero che, ad oggi, le tesi del Dott. Wakefield in merito alla correlazione tra vaccinazione MMR, mercurio e danni a livello nerurologico-immunitario da una parte e quelle legate alle problematiche gastrointestinali che affliggono i soggetti autistici denominate "enterocolite autistica" o "Gluten sensitivity" dall'altra non solo non sono state sconfessate, ma sono state addirittura confermate da una serie di studi successivi; evidentemente non era poi così falso !

b. e' in corso la revisione dell'intera vicenda anche il considerazione dello scandalo relativo ai falsi scoop che ha colpito i media facenti capo al magnate Murdoch nel luglio 2011, tra i quali quel Sunday Times presso il quale lavorava il giornalista Brian Deer, autore del "presunto scoop" che ha portato all'incriminazione del Dott. Wakefield tanto e' vero che il giornalista e' stato denunciato e che il Prof. John Walker-Smith, all'epoca collaboratore del Dott. Wakefield, nello scorso mese di marzo e' stato riabilitato dalla High Court of London. (NdR: vedi sopra)
Vale la pena ricordare come lo stesso giornale nel 1978 fu implicato in un altro falso scoop relativo agli altrettanto falsi diari di Hitler; errare e' umano, perseverare...

4). I detrattori della sentenza dimostrano una scarsa - per non dire nulla - conoscenza dei progressi scientifici degli ultimi anni sulla materia, tra i quali le accertate correlazioni tra virus attivi e danni neurologico-immunitari che si palesano in tutta una serie di gravissime patologie; in questo senso, tra gli altri, gli studi del premio Nobel 2008, Prof. Luc Montagnier, sullo stress ossidativo e sulla possibile correlazione tra virus e gravissime patologie come il morbo di Alzheimer, quello di Parkinson, l'Autismo etc.

5). Gli stessi detrattori, così poco aggiornati sulla materia a loro più affine, dimostrano ancor minor conoscenza di quanto previsto dalla legge 210/92 sull'indennizzo per danno da vaccino relativamente ai poteri conferiti al Giudice.
In primo luogo, trattandosi di materia assistenziale, dovendosi contemperare l'interesse della comunità (?) ad una copertura vaccinale di massa che - come per gli animali – non prevede esami preventivi tesi a verificare la potenziale dannosità del farmaco, con la possibilità di arrecare danni a taluni soggetti intesi come "vittime innocenti" di una guerra che non hanno né dichiarato né voluto combattere, il legislatore prima e quindi la giurisprudenza hanno previsto che l'indennizzo possa essere riconosciuto anche in mancanza di una precisa e puntuale prova della correlazione dovendo rispondere ad una sorta di "solidarietà sociale".
Quindi, trattandosi di materia per la quale e' oggettivamente difficile riuscire ad addivenire ad una certezza assoluta dell'accaduto, e' data la possibilità al Giudice di valutare l'accaduto sulla scorta di una serie di criteri la presenza dei quali possano far ritenere la correlazione vaccinazione-danno "più probabile che non".
E pensare che certi professori dovrebbero sapere che, prima di parlare e di scrivere, sarebbe il caso di studiare ed informarsi !

6). Fortunatamente, la tanto vituperata sentenza del Tribunale di Rimini, contrariamente a quanto erroneamente ritenuto dai suoi critici, non e' stata certo la prima e (speriamo) non sarà l'ultima non solo ad aver riconosciuto la correlazione tra vaccinazione e danno in generale ma soprattutto tra vaccinazione e quello che viene impropriamente quanto semplicisticamente definito "Autismo".
Negli ultimi anni, infatti, si sono succedute (NdR: nella sola Italia) tutta una serie di sentenze da parte della magistratura di ogni tipo: dalla Corte Costituzionale alla Corte di Cassazione, dalle Corti d'Appello (Milano, L'Aquila etc.) ai Tribunali (Milano, Napoli, Livorno, Genova, Busto Arsizio, Ravenna, Venezia, Ascoli Piceno etc.) e, indirettamente, persino TAR e Corte dei Conti.

Evidentemente, anche in questo caso, come relativamente ai progressi scientifici, i "critici" di cui sopra erano troppo distratti da altri interessi per accorgersi di ciò che stava avvenendo.
In tal caso, però, non ci si può esimere dal rilevare come sia oggettivamente difficile nutrire una qualche forma di fiducia in soggetti i quali, benché autodichiaratisi "...figure di elevato prestigio dell'Igiene e della Sanita' Pubblica, della Medicina Generale, della Pediatria territoriale-ospedaliera ed universitaria facenti capo a Societa' Scientifiche ed Associazioni Mediche...", si dimostrino così poco attenti al mondo che ruota loro intorno; e pensare che questi dovrebbero essere "i migliori" e che - come oramai divenuto un pessimo uso in questo disastrato Paese, mutuato da certi politicanti - vorrebbero addirittura ergersi a giudici dei giudici !

Perché quindi così tanto accanimento contro una sentenza che non ha detto nulla di più o di diverso da altre precedenti ? Probabilmente perché, alla luce della mutata consapevolezza dei rischi collegati alle vaccinazioni in capo a buona parte della popolazione[1], per la prima volta certi "interessi" e certe "certezze" iniziano a scricchiolare; da qui la forte controffensiva messa in piedi negli ultimi mesi dalle multinazionali del farmaco unitamente al Ministero della Salute ed al Servizio Sanitario nazionale per evitare questo continuo "smottamento".

Riflettendo ancora sulla "violenza dell'intervento" e sul citato "interesse per la vita", viene naturale chiedersi:
- dove fossero questi luminari quando case farmaceutiche, Ministero della Salute, Agenzia Italiana del Farmaco etc. immettevano frettolosamente in commercio farmaci e vaccini risultati dannosi per la salute[2];
- dove fossero quando il nostro Paese disattendeva le raccomandazioni dell'Organizzazione Mondiale della Sanità in tema di sospensione della vaccinazione antipolio a partire dal 2000[3];
- dove fossero quando i medici e paramedici vaccinatori non rispettavano le direttive dei vari Piani Nazionali Vaccinazioni relativamente all'obbligo di informare sui possibili rischi correlati alle vaccinazioni.

Dove fossero quando personale medico e paramedico non effettuava la prevista accurata anamnesi pre-vaccinale; dove fossero quando migliaia di famiglie si recavano dai propri pediatri o presso i vari servizi di Pronto Soccorso per lamentare nei propri figli febbri altissime e persistenti, crisi epilettiche, problemi neurologici, gravi erezioni cutanee, crisi respiratorie, pianto persistente, problemi gastrointestinali, insorgenza di sintomatologie corrispondenti alle forme virali appena iniettate etc. ottenendo, anziché una denuncia di reazione avversa a vaccino, la semplice risposta "non e' nulla, gli dia una tachipirina e tutto passa" per poi ritrovarsi a distanza di ore o giorni il figlio esanime tra le braccia oppure gravemente disabile !

Continuando con le citazioni, Oscar Wilde diceva che la necessità di voler (dover) parlare per forza e la mancanza di argomenti validi e' sempre fonte di disastri.
In questo caso, si sarebbero potuti risparmiare ogni commento anche se e' facile comprendere come in certi ambienti sentano via via franare sotto di loro il terreno; d'altra parte, ogni castello costruito artificiosamente sulle fondamenta instabili della menzogna e dell'ignoranza e' destinato a crollare!
Dispiace solo che i mass media, come nel caso di specie la Vostra trasmissione, si prestino a cercare di "salvare" tale castello dal meritato crollo.
Confido che Vogliate consentirci la necessaria replica nell'ambito della Vostra programmazione.

[1] Uno studio del 2011 commissionato da Sanofi Pasteur MSD, riportato da un articolo di Altroconsumo, ha accertato come oltre il 90% dei soggetti che trattano l'argomento vaccinazioni in internet nell'ambito di forum e social network ne parla in maniera fortemente negativa.
[2] Sintomatica a tal proposito la storia del vaccino MMR in generale e del MMR Morupar in particolare che si riporta qui di seguito.
[3] L'OMS ha deciso da anni la graduale sospensione della vaccinazione antipolio a partire dal 2000. Inspiegabilmente, nonostante in Italia l'ultimo caso di polio sia del 1982, il Ministero della Salute ha deciso di attendere fino al 2003-2004; siamo nel 2012 ed e' rimasto tutto invariato !
By Avv. Roberto Mastalia

Altra lettera di un medico sul tema della sentenza di Rimini
Ecco la bellissima e sentita risposta del Dott. Dario Miedico in relazione alla Sentenza del Tribunale di Rimini - Milano (I), 19 Apr. 2012

Egregio dr. Cornaglia Ferraris,
il suo scritto su Repubblica del 17/4/12 a proposito della vicenda della famiglia del piccolo riminese colpito da danni da vaccinazione, vittoriosa in primo grado contro il Ministero della Salute nella causa per il risarcimento, contiene tutta una serie di errori ed imprecisioni che configgono con la profondità e la competenza da lei dimostrata in svariate altre pubblicazioni e che purtroppo consente che la sua immagine pubblica di Censore del malcostume in campo sanitario possa essere strumentalizzata da ditte farmaceutiche e corporazioni sanitarie a danno delle vittime delle vaccinazioni.
Mi permetto pertanto, avendo avuto un ruolo di primo piano nella vicenda trattata, di puntualizzare alcuni errori macroscopici contenuti nel suo articolo.
- I dottori Niglio e Montinari non sono periti del Giudice Ardigò ma solo due medici che hanno scritto un parere personale allegato agli atti del procedimento.
- Il sottoscritto dott. Dario Miedico è l’unico consulente Medico Legale della famiglia del minore danneggiato dal vaccino e nella propria consulenza non ha utilizzato e neppure citato i pareri dei suddetti medici.
- Il perito del Giudice è il dr. Barboni di Rimini e lo stesso nella sua perizia ha riportato ben altre pubblicazioni scientifiche rispetto a quella del Lancet usata dal Ministero della Salute per screditare l’intera CTU.
- Il Giudice Ardigò ha quindi solamente applicato quanto previsto da una Legge dello Stato in materia di dovuto risarcimento alle famiglie quando venga dimostrata la responsabilità di una vaccinazione nel produrre un danno alla salute (Legge 210/92)

Quanto alle presunte “scene isteriche” di mamme preoccupate per i danni da vaccinazione antimorbillo, sono del parere che queste sarebbero ben utili se riuscissero ad evitare le strazianti vite delle mamme dei bambini danneggiati dai vaccini.
Del resto lei dovrebbe ben sapere con quale “potenza di fuoco” le ditte farmaceutiche colpiscono chi minaccia i loro enormi interessi economici (vedi articolo del dott. Wakefield su Lancet e conseguenze della sua ricerca al punto di essere stato costretto a trasferirsi negli Stati Uniti per poter continuare a lavorare), in questo caso legati alla vendita dei vaccini.
(NdR: vedi sopra per altri particolari)
In qualità di Medico Legale da oltre vent’ani mi occupo di effetti avversi da vaccinazioni, sono stato consulente in decine e decine di cause assistendo anche gratuitamente famiglie di minori colpiti da danni devastanti, ottenendo peraltro moltissime vittorie nei tribunali.
In rete potrà trovare moltissimo materiale che riguarda questo mio impegno politico-sociale prima che professionale.
Ritengo pertanto che ogni tentativo di sminuire i possibili danni da vaccinazione non sia nell’interesse dei lettori.
Ho quindi sentito la necessità di scriverle queste brevi note per fornirle elementi conoscitivi, finalizzati a farle rivedere le sue posizioni in tema di vaccinazione, non per convincerla della necessità di opporsi a questa pratica, utile ma non perfetta, ma al fine di farle comprendere che, al pari di qualsiasi altra operazione sanitaria, ha delle controindicazioni che debbono essere conosciute per consentire alle famiglie una vera libera scelta.
Cordiali saluti
By Dott. Dario Miedico (medico)

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

C'è un rapporto fra allattamento, latte artificiale e autismo ? – By Giancarlo Luzzi
"Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti."
(By Eraclito, 535 a.C - 475 a.C.)
... ed oggi la cosa più bella del mondo, l'allattamento, per molte donne è diventato un peso per cui ... meglio cercare un gatto nero in una stanza buia... magari quando il gatto nemmeno c'è ... che accettare le palesi evidenze.

Autismo e allattamento
http://www.goccedambrosia.com/autismo-e-allattamento.html
A comparison of breastfeeding rates among children with pervasive developmental disorder, and controls.
Burd L1, Fisher W, Kerbeshian J, Vesely B, Durgin B, Reep P.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/3225319
Breastfeeding, infant formula supplementation, and Autistic Disorder: the results of a parent survey
Stephen T Schultz, Hillary S Klonoff-Cohen, [...], and Christopher Bacher
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1578554/
Effect of suboptimal breast-feeding on occurrence of autism: a case-control study.
Al-Farsi YM1, Al-Sharbati MM, Waly MI, Al-Farsi OA, Al-Shafaee MA, Al-Khaduri MM, Trivedi MS, Deth RC.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22541054
Possible ameliorative effect of breastfeeding and the uptake of human colostrum against coeliac disease in autistic rats
Manar E Selim and Laila Y Al-Ayadhi
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3671080/
A randomised, controlled study of dietary intervention in autistic syndromes.
Knivsberg AM1, Reichelt KL, Høien T, Nødland M.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12168688
Food allergy and infantile autism.
Lucarelli S1, Frediani T, Zingoni AM, Ferruzzi F, Giardini O, Quintieri F, Barbato M, D'Eufemia P, Cardi E.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed?uid=8869369&cmd=showdetailview

Cosa c'è di endemico (infezione diffusa) nelle vacche ... nel latte ?
Paratubercolosi  bovina.
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=619876738040186&set=a.183708744990323.46904.182805198414011&type=3&theater
E "basta" ?:
Tubercolosi bovina.
https://www.facebook.com/notes/informare-per-sopravvivere/sicurezza-alimentare-del-latte-cronistoria-di-uninfezione/504433352961856

C'è qualche nesso in letteratura scientifica sul tema ?
Mycobacterium paratuberculosis and autism: is this a trigger ?
Dow CT.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21903338
http://paratb.org/wp-content/uploads/2011/09/medical-hypotheses-autism.pdf

Ci sono anche Metalli neurotossici ?
Latte per neonati: è allarme alluminio nelle confezioni
http://www.ilsalvagente.it/Sezione.jsp?titolo=Latte+per+neonati%3A+%C3%A8+allarme+alluminio+nelle+confezioni&idSezione=24341

Cosa comportano queste infezioni nel colon (oltre a linfonodi, ...)?
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=619800688047791&set=a.183708744990323.46904.182805198414011&type=3&theater
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17913930

Porta qualche sintomo ? Non sempre ...
https://www.facebook.com/notes/informare-per-sopravvivere/sintomi-promossi-a-malattie-il-reflusso-duodeno-gastroesofageo/514263438645514

Come se non bastasse arrivano i vaccini.
Indovinate cosa usano come eccipienti e terreni di coltura per i vaccini (per non parlare dei metalli e tossine aggiunte che fungono da booster a queste infezioni)
http://it.wikipedia.org/wiki/Lista_degli_ingredienti_dei_vaccini
Quindi farmaci come i vaccini ed altri come ad esempio gli inibitori della pompa protonica spesso con Idrossido d'ALLUMINIO (ranidil, ...) e le Sostanze dei Vaccini + Tiosalicilato di MERCURIO che si torva in alcuni di essi... e il MAP cresce...
MAP: Il Mycobacterium avium subspecies paratuberculosis è un batterio patogeno obbligato del genere Mycobacterium.
Viene spesso abbreviato come M. paratuberculosis or M. avium ssp. paratuberculosis. È l'agente concausativo della paratubercolosi, che infetta i ruminanti come i bovini, e potrebbe essere un agente concausativo della malattia di Crohn umana. Il ceppo batterico è ATCC 19698 (equivalente a CIP 103963 o DSM 44133).
Abbiamo accennato ai micobatteri tubercolari e paratubercolari che resistono a 100°C ed oltre e le sui spore resistono anche a 140°C per tre ore (Robert Kock docet) 
"Se mangiamo male, nessun medico ci può curare; se mangiamo bene, non abbiamo bisogno di nessun medico."
Dr. Victor G. Rocine
Articolo scritto da Giancarlo Luzzi per Informare per Sopravvivere
Per ogni copia, parziale o totale che sia, si richiede la chiara citazione della fonte e del relativo URL.
https://www.facebook.com/notes/informare-per-sopravvivere/sintomi-promossi-a-malattie-autismo/533281490077042

Commento NdR: Jean Paul Vanoli
Ci sono mamme che hanno avuto in gravidanza, nella propria bocca, delle amalgami dentali e quindi hanno passato i metalli tossici al feto...il quale quando nato e purtroppo vaccinato, il corpo del bambino e' stato aggredito da quelle sostanze tossiche distribuite nell'organismo mediante anche i macrofagi, quando questi ultimi hanno fagocitato le sostanze tossiche ritrovate nel corpo (sostanze anche vaccinali, ambientali, di cibi contaminati) i quali macrofagi, oltre a tutto, secernono altre sostanze pro-infiammatorie....,
Altre madri, hanno regalato le loro mutazioni genetiche (per loro occulte) dovute ai vaccini che esse hanno ricevute da piccole e/o da aulte....e quindi rivaccinando i loro figli si slatentizzano....si rilasciano dai DNA indebolendo il bambino da tutti i punti di vista; purtroppo proprio vaccini sono causa di autismo e di qualsiasi altra malattia, ovviamente non a tutti i vaccinati arriva l'autismo ma comunque e per tutti il loro sistema immunitario e' leso (chi piu' chi meno) e per moltissimi anni, slatentizzando malattie anche dopo 30 anni (scelrosi, distrofie, ecc.) ed i piu' deboli si trascinano questi handicap per tutta la vita.

Le malattie gastrointestinali prodotte dai vaccini sono aggravate dalla paratubercolosi e ne soffre lo 80-85% dei bambini vaccinati....i bambini NON vaccinati e con madri che NON hanno avuto amalgami dentali in bocca, al momento della gravidanza, non si ammalano di quelle malattie....

Risposta di:
Giancarlo Luzzi
Come ho avuto modo di spiegarti diverse volte l'ultima non molto tempo fa il germe porta patogenicità crescente, la tossina decrescente.
La tossina è un booster (pompa) del germe.
Il mercurio è una tossina, il MAP è un germe.
Il MAP può passare dalla mamma al feto durante la gravidanza.
Ogni mia affermazione è provata e confermata nelle fonti linkate dell'articolo di cui sopra.
I vaccini hanno certamente il MAP (ed altri germi forse) ed hanno anche altre tossine ma non sono l'unica causa (attenzione!!) dell'autismo che, invece ha origini multifattoriali.
Non mi piace fare della filosofia e non gradisco, malgrado fiumi di fonti indiscutibili e tangibili, essere detto "studiate il problema prima di parlare a vanvera !" .
Mi mostreresti l'eziopatogenesi del megacolon alias stenosi colica (accertata) proveniente dai vaccini.

Risposta di:
Jean Paul Vanoli
L'argomento lo sai benissimo non è mai stato studiato come si deve e quindi le fonti bibliografiche per ora non ci sono.
Che le malattie siano tutte multifattoriali e da sempre noto alla Medicina naturale, ma ci sono dei fattori più scatenanti di altri.
Ed i vaccini lo sono più di altri.
Nel Terreno disequilibrato da vari fattori in primis i vaccini i micobatteri costituiscono la seconda importante concausa che porta all'aggravamento dell'ammalamento che per convenzione e non per verità chiamiamo in questo caso autismo.
Per cui a seconda del piano/livello da dove osservi la "malattia" l'osservatore dice: questa e' la causa, senza accorgersi che altri livelli di osservazione sono superiori od inferiori e presentano panorami piu' o meno completi, perché a seconda del piano in cui ci si trova dell'edificio per osservare, si ha un panorama diverso e chi non tiene conto dei vari livelli/piani, descrive un panorama parziale.
Ecco perché ho scritto la frase che mi rimproveri.
Ricordati che gli studi che citi sono validi SOLO se visti dal piano di osservazione del ricercatore che lo ha fatto....sempre che non sia stato foraggiato da Big Pharma.

Giancarlo Luzzi
Invece come puoi apprendere dalla ricerca l'argomento è stato studiato e ben definito.
Far finta che non ci siano non è sano.

Mycobacterium paratuberculosis and autism: is this a trigger ?
Dow CT.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21903338
http://paratb.org/wp-content/uploads/2011/09/medical-hypotheses-autism.pdf

E' lo stesso che sta in tutte le vacche da latte e da carne, resiste a 100°C , sta nel latte artificiale, di fonti che lo legano ce ne sono direi "parecchie" oltre al fatto che, è noto da secoli, è l'unica eziopatogenesi per il dolicomegacolon (alias, intestino "irritabile" o "stipsi" o ... altri 1000 problemi gastrointestinali di natura apparentemente aspecifica, ma di eziologia oramai definita e confermata)

A comparison of breastfeeding rates among children with pervasive developmental disorder, and controls.
Burd L1, Fisher W, Kerbeshian J, Vesely B, Durgin B, Reep P.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/3225319
Breastfeeding, infant formula supplementation, and Autistic Disorder: the results of a parent survey
Stephen T Schultz, Hillary S Klonoff-Cohen, [...], and Christopher Bacher
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1578554/
Effect of suboptimal breast-feeding on occurrence of autism: a case-control study.
Al-Farsi YM1, Al-Sharbati MM, Waly MI, Al-Farsi OA, Al-Shafaee MA, Al-Khaduri MM, Trivedi MS, Deth RC.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22541054
Possible ameliorative effect of breastfeeding and the uptake of human colostrum against coeliac disease in autistic rats
Manar E Selim and Laila Y Al-Ayadhi
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3671080/
A randomised, controlled study of dietary intervention in autistic syndromes.
Knivsberg AM1, Reichelt KL, Høien T, Nødland M.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12168688
Food allergy and infantile autism.
Lucarelli S1, Frediani T, Zingoni AM, Ferruzzi F, Giardini O, Quintieri F, Barbato M, D'Eufemia P, Cardi E.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed?uid=8869369&cmd=showdetailview

e, come ho detto prima, non escludo che i vaccini ne siano infetti, anzi ne sarei pienamente certo ma, e torniamo a fare la sottile precisazione che si faceva per telefono poco tempo fa, dire che "i vaccini portano autismo" generalizzando e confondendo ciò che oggi ha un nome e cognome (paratubercolosi bovina) non fa certo bene a nessuno e crea solo confusione e lo sai che nella confusione la classe medica di sguazza e ci deride.

Guarda come fanno i vaccini e capisci che sono ovviamente infetti da MAP
http://it.wikipedia.org/wiki/Lista_degli_ingredienti_dei_vaccini

La doverosa precisazione è fine come la lama di un bisturi.
Non dico che i vaccini non facciano male e non dico che è solo il latte a portare la paratubercolosi.
Dimostro (non affermo... dimostro) che entrambi sono infetti e che il reale problema ha un nome e cognome che è Mycobacterium Aium Subsp. Paratuberculosis.
Ripeto, fare confusione e/o generalizzare ha sempre fatto solo del male e conoscendoti so che è l'ultima cosa che vorresti fare pertanto ti invito a cogliere queste sottili differenze evitando altri calderoni (già i vaccini lo sono, non creiamocene altri).
Spero di averti comunicato in modo efficace questi sottili aspetti della stessa problematica.
Buona giornata.
Mycobacterium paratuberculosis and autism: is... [Med Hypotheses. 2011] - PubMed - NCBI
ncbi.nlm.nih.gov

Risposta di:
Jean Paul Vanoli
Forse non mi sono spiegato a sufficienza, lo ripeto non e' che rifiuto gli studi o che non ci sono studi sui danni dei micobatteri e le loro tossine e/o sui loro rispettivi effetti/sintomi, ma e’ che, e lo ripeto una ennesima volta, se essi agiscono su di un Terreno valido e salubre il problema o non si presenta, oppure rimane contenuto senza fare danni, con sintomi al massimo molto leggeri che vanno e vengono senza scatenare nulla di importante, mentre se il Terreno e’ gia’ leso ad esempio con i vaccini, la cosa si complica e di molto….dalle statistiche dell’Ass. Pediatri italiani, lo 85% dei bambini (tutti vaccinati) ha importanti malattie nell’apparato digerente, proprio per i due cofattori, vaccini + micobatteri e tossine emesse che vanno a generare stress ossidativo e quindi alterazione del metabolismo cellulare e quindi malfunzione di tessuti ed organi nei quali cio’ avviene.
Quindi  non sto confutando cio’ che dici, non sono d’accordo con l’importanza prioritaria che dai Tu ai micobatteri, perche’ i bambini NON vaccinati e senza madri con amalgami o gravemente ammalate all’apparato digerente, NON sono ammalati cosi’ come quelli Vaccinati e se si ammalano e vengono seguiti con la Medicina Naturale, escono facilmente e velocemente dalle malattie esantematiche dell’infanzia e non ne somatizzano altre !
Le due cose assieme sono quindi micidiali specie per i nostri poveri bambini vaccinati !

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

DANNI da VACCINO
Al decimo mese di vita la bambina tremava e non riusciva più ad alzare la testa. Gli esami hanno rivelato un ritardo psicomotorio causato dal mancato sviluppo della materia bianca nel cervello. I medici non riuscivano a spiegare la disabilità e i genitori di Elisa hanno vissuto per anni con il senso di colpa. Credevano si trattasse di un difetto genetico, ma dopo sette anni di indagini sono riusciti a capire che alla piccola era stata somministrata per due volte la terza dose del vaccino. Alla Asl di Monza Brianza si erano dimenticati di registrare la prima vaccinazione
video QUI:
http://inchieste.repubblica.it/it/repubblica/rep-it/2012/07/30/news/il_tribunale_in_corsia-39556452/?ref=HREC1-3

'Bambino autistico dopo i vaccini': la famiglia sporge denuncia - 06/02/2012 
Un bambino di Spilimbergo, comune della provincia di Pordenone, è diventato autistico a causa delle vaccinazioni cui è stato sottoposto tra i 3 ed i 5 mesi di vita. Questo, perlomeno, è quanto sostengono i genitori del ragazzino ed i legali che si sono rivolti al giudice affinché venga riconosciuto il nesso di causalità tra le vaccinazioni e la malattia. Al momento, infatti, il bambino non gode dei benefici di legge in quanto non è stato riconosciuto dall'Ass 6 il legame tra i vaccini e l'insorgenza della malattia.


La famiglia del bambino – che ha deciso di ricorrere alle vie legale impugnando l'atto con il quale l'azienda sanitaria ha negato al figlio i benefici – ha presentato una perizia redatta da uno specialista secondo cui l'Ass 6 avrebbe dovuto essere più prudente prima di vaccinare il bambino. Quest'ultimo, infatti, all'età di due mesi, una quindicina di giorni prima dell’appuntamento per i vaccini, aveva manifestato una dermatite atopica sul volto e sulle braccia. Secondo la perizia tale dermatite era un segno che il sistema immunitario poteva avere dei problemi.
Si trattava insomma di un segnale d'allarme che avrebbe dovuto indurre i sanitari ad assumere un atteggiamento di prudenza.


Al bimbo furono somministrate l’antipolio, la Difto -Tetano - Pertosse e il vaccino per l’epatite B.
L’unico segnale evidente fu un aumento della dermatite. Alcuni mesi dopo, furono fatti i richiami, ma a distanza di tre giorni iniziarono i problemi: spasmi, movimenti non controllati del corpo, dondolio della testa, urla e irritabilità. Con il tempo i sintomi aumentarono finché, nel 2000 quando il bambino aveva 13 mesi gli accertamenti al Burlo di Trieste indicarono la diagnosi: autismo con crisi epilettiche.


Soltanto nel 2007 la famiglia decise di chiedere all’Ass 6 il riconoscimento dei benefici assistenziali a fronte di reazioni avverse post vaccinali, ma l’Azienda 6 ha negato i benefici, indennizzo ed esenzioni al ragazzino, che oggi ha dodici anni. Gli avvocati hanno dunque deciso di opporsi al rifiuto.
Tratto da: informasalus.it

Continua su: Autismo - 2  + Amish NON vaccinano e quindi NON hanno Autismo
+ Malattie Gastrointestinali con i Vaccini

Sui DANNI dei VACCINI parla l'avv. Crea


VACCINI OMICIDIO di MASSA

 

Donald Trump ha scelto la quinta edizione la Giornata Mondiale Autism Awareness a rivelare su Fox News che egli crede fermamente che l'autismo e' legato alla vaccini per l'infanzia (video nel link qui sotto).
In una intervista Lunedi su Fox News, Trump ha dichiarato: "Ho visto persone in cui avere un bambino perfettamente sano, e se ne vanno per fare le vaccinazioni ed un mese dopo il bambino non e' più sano. E' successo anche a qualcuno che ha lavorato per me di recente. Voglio dire, che hanno avuto questo bel bambino, non un problema, e tutto ad un tratto vanno alla vaccinazione ed ottengono l'inserimento di questo mostro".
"Hai mai visto le dimensioni statistiche dell'autismo ?, e come lo stanno "pompando" nei bambini coi vaccini - ? Si sa, cio' che e' terribile, e' questo inserire il vaccino in questo piccolo corpo e poi all'improvviso scoprire che un mese dopo, il bambino e' diverso .. io sono fermamente convinto che sia il vaccino".
Tuttavia, i Centers for Disease Control (CDC) hanno trovato che i bambini che hanno sviluppato l'autismo, avevano una minore esposizione ai vaccini che contenevano mercurio.
Un articolo del 1998, pubblicato dalla rivista medica britannica The Lancet, che collegava l'autismo alle vaccinazioni e' stato ritirato nel 2010 dopo che e' stato "scoperto" che l'autore dello studio, il dottor Andrew Wakefield e Walker-Smith, erano stati pagati da un avvocato che aveva citato in giudizio i produttori di vaccini.
Pero' come abbiamo gia' scritto qui sopra, il dott.
Walker-Smith e' stato assolto e quindi non e' colpevole di tutte le accuse (false) che gli sono state rivolte e quindi anche Wakefield dovrebbe essere assolto ed il suo articolo del 1998, dovrebbe essere rimesso in Lancet, ma siccome i produttori dei vaccini finanziano con la loro pubblicita' anche la rivista Lancet, e' chiaro che cio' NON avverra'....
Tratto da:
http://www.opposingviews.com/i/health/autism/video-donald-trump-claims-autism-caused-vaccines

vedi anche: Cervello + Visionare il documentario sul giornalista che ha falsificato i dati su Wakefield + Amish senza autismo perche' NON vaccinano + INTOLLERANZE  ALIMENTARI con i VACCINI + Bibliografia su Autismo dai Vaccini

Nella sola Italia nel 2010, vi sono circa
370.000 bambini e ragazzi resi autistici dai Vaccini !
Oggi, in Italia, la sindrome autistica colpisce 1 bambino su 150 mentre fino a 20 anni fa colpiva 1 bambino su 2500, con predominanza di manifestazione nei maschi secondo un rapporto di 1:4.
Negli USA 1 su 88 (2008) ed 1 su 80 (2010) diviene autistico dopo i vaccini e l'incremento diviene di anno in anno sempre piu' forte....
Questo incremento di casi e' diventato in tutto il mondo, un allarme sociale, con costi enormi per le famiglie e per gli stati..! e cio' grazie ai Vaccini di Big Pharma...

Autismo: sovrabbondanza di connessioni cerebrali nelle persone affette - Ago. 2010
Le persone affette da autismo hanno una sovrabbondanza di alcuni tipi di connessioni cerebrali, fino al 20 per cento in piu’ rispetto agli individui sani. Lo afferma uno studio pubblicato dalla rivista Brain Research, in cui per la prima volta questa teoria e’ dimostrata con analisi su cervelli di pazienti deceduti.
Secondo la ricerca, durata sei anni, le connessioni in piu’ si creano nella parte esterna della corteccia cerebrale, una zona che completa la sua formazione durante i primi 4 anni di vita, e che quindi puo’ essere plasmata attraverso degli esercizi: “E’ la parte che si sviluppa per ultima – ha spiegato Jeffrey Hutsler, uno degli autori – e attraverso il contatto con l’ambiente la si puo’ ‘scolpire’”.
Una conferma a questa possibilita’ e’ venuta dai primi risultati dell’Early Childhood Autism Program, un progetto che consiste in una serie di esercizi da far compiere ai bambini per almeno 30 ore settimanali, che ha migliorato le loro condizioni portando a una scomparsa della malattia nel 50 per cento dei casi.
AGI – Salute

Commento
NdR: questi sono veri e propri danni da malformazioni neurologiche, create da TUTTI i Vaccini, ma sono SOLO un’aspetto dei danni neurologici che i Vaccini producono


Autismo DOPO VACCINO: vedi PDF
Cover-up sul link fra Vaccini ed Autismo:
http://www.youtube.com/watch?v=ry7toSjjgXE&eurl=http%3A%2F%2Farticles%2Emercola%2Ecom%2Fsites%2Farticles%2Farchive%
2F2009%2F07%2F18%2FRobert%2DF%2DKennedy%2DJr%2DExplains%2Dthe%2DAutism%2DCoverup%2Easpx&feature=player_embedded

http://healthimpactnews.com/2014/the-vaccine-autism-cover-up-how-one-doctors-career-was-destroyed-for-telling-the-truth/  

Autismo causato dai vaccini: il Governo Americano ammette correlazione
http://www.hrsa.gov/vaccinecompensation/statistics_report.htm#statistics_report  
In un comunicato stampa, del 20 aprile 2011, il Governo degli Stati Uniti (USA) ammette che i tanto decantati "vaccini sicuri" hanno ucciso e/o reso
invalidi 2.699 (duemilaseicentonovantanove) bambini in un anno - e 101 (centouno) bambini hanno contratto l’autismo con i vaccini che gli hanno propinato !
Articolo in Italiano:
http://autismovaccini.splinder.com/post/24478005/autismo-causato-dai-vaccini-il-governo-americano-ammette-correlazione 

vedi: BOOM di Meningite in SVIZZERA con casi di autismo

Italy - Bambino autistico dopo i vaccini: la famiglia sporge denuncia – 04/02/2012
PORDENONE - Diventato autistico a causa delle vaccinazioni fatte da 3 a 5 mesi di vita. e' quanto sostengono i genitori e i legali di un ragazzino spilimberghese affetto da autismo con crisi epilettiche. Un bambino che allo stato non ha neppure i benefici di legge perche' l’Ass 6 non gli ha riconosciuto il nesso di causalità tra le vaccinazioni e la malattia. Ora, per ottenere il giusto indennizzo e le esenzioni la famiglia ha deciso di ricorrere alle vie legali impugnando l’atto con il quale l’azienda sanitaria gli ha negato i benefici.
Con la causa promossa davanti al giudice del lavoro i legali della famiglia vogliono riconoscere il nesso di causalità tra le vaccinazioni e la malattia.
 
A sostegno e' stata presentata una accurata perizia di parte redatta da uno specialista, il medico legale milanese Dario Miedico. Secondo la perizia l’Ass 6 avrebbe dovuto essere più prudente quando si e' trattato di vaccinare il bambino. Perche' ?
Perche' all’età di due mesi, una quindicina di giorni prima dell’appuntamento, il neonato aveva manifestato una dermatite atopica sul volto e sulle braccia, segno - secondo la perizia di parte - che il sistema immunitario poteva avere dei problemi. Un segnale d’allarme importante,che avrebbe dovuto indurre nei sanitari un atteggiamento prudenziale evitando, le vaccinazioni, ma secondo il Ministero questi segnali non devono rappresentare un ostacolo ai vaccini….
 
Al bimbo furono somministrate l’antipolio, la DiftoTetanoPertosse e il vaccino per l’epatite B.
 L’unico segnale evidente fu un aumento della dermatite. Alcuni mesi dopo, furono fatti i richiami, ma a distanza di tre giorni iniziarono i problemi. Spasmi, movimenti non controllati del corpo, dondolio della testa, urla e irritabilità. I sintomi aumentarono sino a quando, nel 2000 (il bambino aveva 13 mesi) gli accertamenti al Burlo di Trieste indicarono la diagnosi: autismo con crisi epilettiche.
 
Solo nel 2007 la famiglia decise di chiedere all’Ass 6 il riconoscimento dei benefici assistenziali a fronte di reazioni avverse post vaccinali, ma l’Azienda 6 ha negato i benefici, indennizzo ed esenzioni.
Contro il rifiuto gli avvocati Saverio Crea di Firenze e il pordenonese Fabio Gasparini hanno deciso di opporsi e ricorrere. Se il giudice del lavoro dovesse riconoscere il nesso di causalità tra vaccinazioni e autismo si aprirebbe la strada per un’altra causa di risarcimento vero e proprio del danno che in quel caso sarebbe milionario. Oggi il bambino ha 12 anni e vive in casa con i genitori, che vivono in una modesta situazione economica.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

MUTAZIONI GENETICHE dai VACCINI
ECCO SPIEGATA la CAUSA GENETICA (NdR: e non e' la sola variante Genetica,  vedi anche QUI)
La pericolosità dei frammenti di DNA umano e' dovuta al fatto che la probabilità di ricombinazione di questi frammenti con il materiale genetico di chi e' stato vaccinato e' un miliardo di volte più alta di quella che sarebbe con l'uso di cellule animali.

Dietro autismo mutazione del regolatore della serotonina
Dalla Vanderbilt University di Nashville (Usa) giungono nuovi dati sui meccanismi che regolano l'insorgenza dei disturbi autistici:
la variante di un gene regolatore del trasporto della serotonina (5-HT) (NdR: creata dai neuroni) nel sangue, causa iperserotoninemia, ipersensibilità dei recettori della serotonina, alterazioni della funzione sociale, della comunicazione e comportamenti ripetitivi.
Nel 1961, ricercatori di Yale avevano scoperto che il 30% dei bambini autistici (NdR: NON tutti) hanno elevati livelli di serotonina nel sangue e, da allora, i risultati sono stati confermati diverse volte. Tuttavia, le cause e il significato dell'iperserotoninemia, tratto altamente ereditario, sono rimaste a lungo sconosciute.
(NdR: Una recente scoperta pubblicata sul Journal of Human Genetics, secondo la quale questo stato d’animo sarebbe determinato in parte dai nostri geni. Jan-Emmanuel De Neve della School of Economics di Londra ha infatti scoperto un interessante collegamento tra la felicità di un individuo e il gene 5-HTT.
Questo gene riveste una funzione fondamentale nel nostro cervello. Contiene infatti le istruzioni per fabbricare il trasportatore della serotonina, un neurotrasmettitore particolarmente attivo nel mesencefalo. Quando un neurone pre-sinaptico utilizza la serotonina per lanciare un messaggio, questa deve poi essere riassorbita, in modo da poterla riutilizzare in futuro: e' qui che interviene il trasportatore codificato dal gene 5-HTT. Più trasportatori sono presenti sulla membrana cellulare, maggiore sarà l’efficienza del riassorbimento. Non e' una questione di poco conto, perché la serotonina entra nei processi più disparati e di conseguenza i suoi movimenti devono essere ben controllati: questo neurotrasmettitore regola infatti l’umore, il sonno, la temperatura corporea, l’appetito e perfino aspetti della sessualità).
Si e' scoperto che il gene Slc6A4 codifica per il trasportatore Sert della serotonina, che li preleva dagli spazi interneurali e li porta all'interno della cellula, e i suoi polimorfismi sono stati poi associati ai disturbi dello spettro autistico.
La nuova ricerca portata a termine presso l'ateneo di Nashville ha stabilito che l'espressione della più comune di queste varianti, la Sert-Ala56, potenzia la clearance della 5-HT e e quindi l'iperserotoninemia.
«Sorprendentemente» spiegano gli autori «la Sert-Ala56 si e' associata ad alterazioni nelle funzionalità sociali e nella comunicazione oltre a comportamenti ripetitivi. Il nostro lavoro rafforza l'ipotesi che l'alterazione dell'emostasi della serotonina abbia un impatto sul rischio di disturbi dello spettro autistico e fornisce un modello utile per svolgere ulteriori analisi e arrivare potenzialmente a nuove terapie».
Fonte: Proc Natl Acad Sci U S A. 2012 Mar 19

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Per coloro che negano ogni correlazione tra i vaccini carichi di mercurio e l’autismo sarà difficile negare l'ultima scoperta della Coalition for Mercury-Free Drugs (COMED).
Grazie ad una richiesta presentata ai sensi della legge sulla Libertà di Informazione (FOIA), questo gruppo no-profit ha ottenuto dei documenti cruciali che rivelano il ruolo ingannevole e manipolatorio del Centro di Controllo e Prevenzione delle Malattie (CDC) in uno studio chiave danese che mostra una correlazione evidente tra i vaccini con mercurio e autismo.
 
Nel 2003, la rivista Pediatrics ha pubblicato uno studio condotto in Danimarca, che ha osservato un calo significativo dei tassi di autismo a seguito dell'eliminazione dai vaccini commercializzati in danimarca, del Thimerosal, un componente a base di  mercurio, dai vaccini. Ma grazie all’influenza corruttrice del CDC, la versione dello studio pubblicato su Pediatrics sosteneva il contrario e affermava che la rimozione del Thimerosal aveva invece aumentato il tasso di autismo.
Ma grazie alla influenza corruttrice del CDC, la versione pubblicata dello studio in Pediatria in realtà sosteneva il contrario, sostenendo che la rimozione del Thimerosal ha comportato un aumento dei tassi di autismo.
Secondo i documenti, i funzionari CDC hanno rimosso grandi quantità di dati dallo studio che ha mostrato un declino dei tassi di autismo dopo la rimozione del Thimerosal. L'agenzia poi intrecciato i dati rimanenti per indicare un aumento dei tassi di autismo a seguito della rimozione di Thimerosal, e ha suggerito falsamente che non vi era alcun legame tra il Thimerosal e l'autismo.
Il CDC ha poi anche distorto il resto dei dati con l’obiettivo di dimostrare l'aumento dei tassi di autismo dopo la rimozione del thimerosal e suggerire che non vi e' alcuna relazione tra Thimerosal e autismo.
Al momento della presentazione della versione contaminata del CDC dello studio di Pediatrics, gli autori dello studio hanno contattato i funzionari del CDC, per far loro sapere che l'agenzia aveva erroneamente interpretato i dati.
Hanno cercato di dire al CDC che i suoi numeri e le sue conclusioni erano sbagliati e che dovevano essere apportate delle correzioni. 
Il CDC avrebbe risposto dicendo che ci sarebbe prodigato a dare uno sguardo ai dati non corretti, ma ha proceduto a presentare comunque la versione NON corretta dello studio di Pediatrics.
Dopo aver invitato i redattori di Pediatria per eseguire una rapida revisione dello studio danneggiati, il CDC ha finito per convincere il giornale di pubblicare lo studio fraudolento, cosi' come era nel 2003.
Ora che queste critiche informazioni sono state ufficialmente rilasciate e messe a disposizione per tutto il mondo, Comed sta premendo perche' il CDC conduca un'indagine completa sulla questione criminale, e fare una dichiarazione formale dell'esistenza o meno di frode scientifica nella quale e' stato coinvolto.
Comed e' inoltre chiede una piena, immediata ritrattazione dello studio falsificato da Pediatrics.
"Questo stato di cose, non dovrebbe essere tollerato, da chi e' affidata la salute dei nostri figli e il benessere", dice Lisa Sykes, Presidente della Comed.
Per ulteriori informazioni, visitare il sito: http://mercury-freedrugs.org/
Fonte per questo articolo: http://www.naturalnews.com/034038_vaccines_autism.html
Per saperne di più: www.anh-usa.org/cdc-mercury-in-vaccines/

vedi anche:
AMISH SENZA AUTISMO, perche' non vaccinano i loro figli + Bibliografia su Autismo dai Vaccini + Bimbi piu' malati con i Vaccini + Disfunzioni dello sviluppo+ Autismo e malattie Rare + Autismo la dieta 
+ Malattie autoimmuni  +  HDE-DAN Europe +  ISS_LineeGuida  +  Chelazione  + Chelazione 2  +  Danni Vaccino x proteine eterologhe = Virus + Effetto Gregge
video su:
 Autismo e Vaccini + Articoli vari su Autismo + Mutazioni genetiche nell'autismo  + Protocollo Autismo - 1 + Protocollo Autismo - 2  +  Video su Autismo da vaccino

IMPORTANTE
Nella sola UMBRIA la ns associazione ha raccolto quasi 5.000 segnalazioni di autismo, e l'Umbria e' una piccola regione a densita' di popolazione minima cosi come la Sardegna,  infatti sono oltre 4.000 in Sardegna le persone affette da autismo.
Aprira' a marzo a Carbonia un ambulatorio specifico per dare una risposta mirata alla diagnostica precoce e alla cura dell'autismo. Lo ha annunciato Silvio Maggetti, responsabile del servizio di neuropsichiatria infantile della Asl di Carbonia, durante un convegno organizzato ad Iglesias su progetto della confederazione italiana pediatri.
(ANSA) - Italy, Cagliari, 24 Gen. 2011

....E queste due regioni italiane sono piccole ed a bassa densita' di popolazione; facendo le debite proporzioni, in Italia vi sono circa e forse piu' di 350.000 bambini, ragazzi malati di solo autismo che e' una malattia derivante dai vaccini ed dalle amalgami dentali delle madri che hanno partorito quei bambini.


SENTENZA ITALIANA: Stato Italiano condannato al risarcimento dei danni da vaccino per bambino ammalatosi di autismo dopo vaccinazione !
 

vedi anche: Nuove ricerche confermano l'autismo come malattia da Vaccino !
LA VALANGA DEI NUOVI STUDI DI CORRELAZIONE AUTISMO-MERCURIO + AUTISMO dai VACCINI - SENTENZA del TRIBUNALE + Bibliografia su Autismo dai Vaccini

"Vaccine Nation" e' un documentario che racconta l'incredibile storia di Alan Yurko e della sua famiglia.

IMPORTANTE
: OGNI tipo di Vaccino produce Stress ossidativo cellulare (vedi Cellula) e quindi tissutale  ed organico !
ABSTRACT su Mercurio ed Autismo

 

Descrizione particolareggiata del Meccanismo dei DANNI dei Vaccini, delle Amalgami dentali e/o Metalli Tossici  (che hanno le madri durante la gravidanza) Questo meccanismo vale anche per TUTTI i Vaccini !

Vaccinazioni per l’infanzia ed Autismo: casi accertati negli Stati Uniti - Epidemia di Autismo
vedere questo video: http://www.youtube.com/watch?v=xooPZEfCtKE
Leggere assolutamente questa pagina: Cervello Cuore


vedi: Danni anche Neurologici dai Vaccini
Sono i danni tipici dei bambini autistici !
Oggi, in Italia, la sindrome autistica colpisce 1 bambino su 120 mentre fino a 25 anni fa colpiva 1 bambino su 2500, con predominanza di manifestazione nei maschi secondo un rapporto di 1:4. - Questo incremento di casi e' diventato in tutto il mondo, un allarme sociale.

vedi: Amish senza autismo perche' NON vaccinano
L’autismo non solo da Mercurio ma e dalle altre sostanze dei Vaccini
anche quelli derivanti da feti abortiti

Il dott. Moulden Canadese, ha fatto delle importanti ricerche sui danni neurologici dei vaccini:
http://healthimpactnews.com/2014/dr-andrew-moulden-every-vaccine-produces-harm/

Davvero INQUIETANTE !
Questo medico il Dott. Andrew Moulden è MORTO  (probabilmente assassinato) in modo inspiegabile nel novembre 2013 al età di 49, subito dopo aver pubblicato le SUE RICERCHE che DIMOSTRANO il DANNO CAUSATO dai VACCINI, RICONOSCIBILI SOLO da un SEMPLICE ESAME ESTERNO.
http://vaccineimpact.com/2015/dr-andrew-moulden-learning-to-identify-vaccine-damage/  


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Malattie gastrointestinali da Vaccini sono la norma nel vaccinati e specie in quelli con autismo
- J Pediatr Gastroenterol Nutr. 2010 Oct;51(4):418-24.
Alterations of the intestinal barrier in patients with autism spectrum disorders and in their first-degree relatives.
de Magistris L, Familiari V, Pascotto A, Sapone A, Frolli A, Iardino P, Carteni M, De Rosa M, Francavilla R, Riegler G, Militerni R, Bravaccio C.
Department Magrassi-Lanzara, Gastroenterology, Second University of Naples, Italy. laura.demagistris@unina2.it

Abstract
OBJECTIVES: Intestinal permeability (IPT) was investigated in patients with autism as well as in their first-degree relatives to investigate leaky gut hypothesis. Faecal calprotectin (FC) was also measured in patients with autism, either with or without gastrointestinal symptoms, and in their first-degree relatives.

PATIENTS AND METHODS: IPT results, assessed by means of the lactulose/mannitol test, were compared with adult and child controls and with FC values.

RESULTS: A high percentage of abnormal IPT values were found among patients with autism (36.7%) and their relatives (21.2%) compared with normal subjects (4.8%). Patients with autism on a reported gluten-casein-free diet had significantly lower IPT values compared with those who were on an unrestricted diet and controls. Gastrointestinal symptoms were present in 46.7% of children with autism: constipation (45.5%), diarrhoea (34.1%), and others (alternating diarrhoea/constipation, abdominal pain, etc: 15.9%). FC was elevated in 24.4% of patients with autism and in 11.6% of their relatives; it was not, however, correlated with abnormal IPT values.

CONCLUSIONS: The results obtained support the leaky gut hypothesis and indicate that measuring IPT could help to identify a subgroup of patients with autism who could benefit from a gluten-free diet. The IPT alterations found in first-degree relatives suggest the presence of an intestinal (tight-junction linked) hereditary factor in the families of subjects with autism.
PMID: 20683204 [PubMed - in process]


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Fate ATTENZIONE:
Homefirst ha cinque uffici nell’area di Chicago e sei dottori in totale. "Abbiamo avuto circa 30.000 o 35.000 bambini in cura, e penso che non vi sia stato nemmeno un caso di autismo fra i bambini NON vaccinati," ha detto il Dr Mayer Eisenstein, direttore medico nonché fondatore nel 1973 della Homefirst.
Tratto da: elogiodelfannullone.blogspot.com
Epidemia di Parotite fra i vaccinati

Il CDC (vedi anche CDC e Conflitti di interesse) non ha bisogno di convincere nessuno sulla verità che l’autismo sia epidemico, come rivelano le indiscrezioni sull’incontro segreto a Simpsonwood tenutosi nel giugno del 2000.
La posizione ufficiale e' una MENZOGNA che viene usata per convincere il pubblico americano, con l'opportuna propaganda,  che il mercurio contenuto nei vaccini non ha avuto alcuna ripercussione su una generazione di bambini.
Tutto questo e' illegale, perche' e' illegale per un’agenzia federale (CDC) fare propaganda...
Continua su: http://www.masternewmedia.org/it/cause-autismo/mercurio-e-vaccini_20070609.htm

VISIONATE questo IMPORTANTE VIDEO direttamente su: Luogocomune.net oppure su Arcosis.
(Durata 104 minuti)
http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=3658
http://www.arcoiris.tv/modules.php?name=Flash&d_op=getit&id=13973
Su Youtube, la Play list: http://www.youtube.com/view_play_list?p=83581A0911428392

Il documentario l'ho visto tutto quanto e con attenzione; nella prima parte si parla dei vaccini e quasi esclusivamente del mercurio (thiomersal), ma quello sul quale insistono successivamente e soprattutto i medici e' che e' l'alimentazione industrializzata, cioe' contaminata, ha preparato il degrado della generazione di bambini, quasi tralasciando nella parte finale, la grave causa del degrado del terreno fisiologico prodotto dai vaccini nelle generazioni di bambini e giovani.
E' evidente che quei medici non sono sufficientemente preparati per il tema danni dei vaccini, i quali non hanno ancora compreso che non e' solo il mercurio o l'alluminio le tossine pericolose nei vaccini, ma lo sono anche le altre sostanze vaccinali, ma e' soprattutto il principio stesso del vaccino che deve essere rimesso in discussione, per il fatto che il vaccino nella sua parte a DNA (sia vaccini a virus sia vaccini a batteri, contengono DNA eterologo=estraneo) ed inoculando un vaccino nell’organismo, bypassando le normali barriere di difesa immunitarie perche’ iniettato direttamente nei tessuti, per mezzo del sangue raggiunge le cellule e destabilizza SEMPRE le loro principali funzioni, es.: preparazione e specializzazione delle proteine, generando anche stress ossidativo a livello delle cellule e di conseguenza anche nei tessuti, i quali fanno malfunzionare organi e quindi i sistemi vitali ! 
Manca competenza e preparazione nella classe medica, anche quella che ha iniziato a comprendere che i vaccini sono pericolosi ! L'alimentazione e' un cofattore importante di intossicazione ulteriore, ma non essenziale, perche' la stessa alimentazione industrializzata sui bambini non vaccinati non arriverebbe a far somatizzare malattie cosi importanti !
Comunque occorre dire che ' con questo documentario e' stato fatto un grande passo avanti nella comunicazione al pubblico, per aiutarlo a capire i veri DANNI dei Vaccini, finalmente e grazie a coloro che lo hanno preparato e tradotto in italiano.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

NON E' SOLO il MERCURIO il "NEMICO" da BATTERE
Frequentemente si sente parlare di "chelazione" per eliminare i metalli tossici dall'organismo dei bambini affetti da "sindrome autistica" ma non sempre e' una terapia consigliabile, a volte
può creare accumulo a livello renale ed epatico con conseguenze facilmente immaginabili.
Il "problema mercurio" e' riferibile alla sua azione, che varia da soggetto a soggetto, anche in microdosi, sulle catene amminoacide leganti le molecole del sistema HLA e la relativa
rottura dei ponti disolfuro delle stesse: reazioni allergo-immunologiche.
Non e' quindi solo la "chelazione" la panacea, ma la
sostituzione dei metalli tossici con lo zinco nei recettori specifici e la sua trasformazione in enzima che interviene nelle funzioni mitocondriali, in quanto sono appunto le cellule ed il DNA (Geni-HLA) dei mitocondri ad essere investiti da alterazioni importanti (mutazioni genetiche).

Ma quello che e' altrettanto importante e' la disintossicazione da attivare contemporaneamente alla deionizzazione e la disinfiammazione esistente in OGNI malato, a livello cellulare (generata dalle intossicazioni che creano lo stress ossidativo), tissutale, organico, che genera malfunzione sistemica; in quanto se la malfunzione continua, si creano per induzione le mutazioni genetiche trasmissibili anche alla prole.
vedi: Meccanismo delle Mutazioni  cromosomiche cercare in questa pagina : Aberrazioni CromosomicheConferenza del dott. Kenneth Stollerl, MD

NOTA BENE: nei vaccini non vi e' solo il mercurio come metallo, ma anche l'alluminio e quest'ultimo aumenta del 60% la tossicita' del mercurio (Thimerosal)
Danni vaccini - 1 + Danni vaccini - 2 + Danni vaccini - 3

INOLTRE vi e' SEMPRE in concomitanza nei soggetti autistici, il problema Gastro-INTESTINALE e quello dei Parassiti

vedi anche il PDF PARASSITISMO

Finanziata una ricerca sui virus dell'Autismo (troveranno che sono identici a quelli dei vaccini; ma avranno il coraggio di ammetterlo ?) 
vedi anche: Tecnologia di avanguardia anche per l'Autismo

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Nuovo studio italiano su caspasi e autismo - 10 ottobre 2011
By Dario Siniscalco • Anna Sapone • Catia Giordano • Alessandra Cirillo • Vito de Novellis • Laura de Magistris • Francesco Rossi • Alessio Fasano • Sabatino Maione • Nicola Antonucci

Siamo lieti di dare notizia della pubblicazione sulla rivista scientifica Journal of Autism and Developmental Disorders, del primo studio di un gruppo di ricerca tutto italiano costituito da il Dr. Dario Siniscalco,  la Dr.ssa Anna Sapone e il Dr.  Nicola Antonucci con la supervisione del Prof. Alessio Fasano dell'Università di Baltimora, della prof.ssa De Magistris e del prof. Maione dell'Università di Napoli. Lasciamo alle parole del Dr Antonucci la presentazione dello studio e dei nuovi progetti di ricerca di questo team, non senza prima rivolgere un grazie speciale all'Autism Researc Institute e al Dr. Steve Edelson che hanno creduto in questi ricercatori e li hanno finanziati. 
EmergenzAutismo e' fiera di aver dato il suo supporto allo studio  presentando all'ARI il progetto e sostenendolo con tutte le sue forze: siamo convinti infatti che, nel campo dell'autismo, occorra questo tipo di ricerca, volta alle diagnosi clinica e alle cure per i nostri bambini e i nostri ragazzi.

Abstract 
L'autismo e i disordini dello spettro autistico (ASD) sono complessi disordini eterogenei  dello sviluppo neurologico caratterizzati da disfunzioni nell'interazione sociale e nelle  capacità comunicative.
La loro patogenesi e' stata collegata ad una interazione tra geni e fattori ambientali.
Coerentemente con l'evidenza di certe somiglianze tra neuroni e cellule immunitarie, i bambini autistici mostrano anche una risposta immunitaria alterata delle cellule mononucleari del sangue periferico (PBMC).
In questo studio, abbiamo esaminato l'attivazione delle caspasi (enzimi), proteinasi cisteinil aspartato-specifiche, coinvolte nell'apoptosi e in diverse altre funzioni cellulari nelle PBMC di 15 bambini ASD,  comparate a controlli di pari età con normale sviluppo. I livelli di mRNA per le caspasi -1, -2, -4, -5 erano significativamente più alti nei  bambini ASD rispetto ai soggetti sani. Anche i livelli delle caspasi -3, -7, -12 erano più alti nei pazienti ASD.
I nostri dati suggeriscono un possibile ruolo del ciclo delle capsasi negli esiti clinici dell'ASD e il loro uso come potenziale strumento diagnostico e/o terapeutico.
Vedi il PDF dello studio

Presentazione dello studio
Carissimi tutti, e' con immensa gioia che condividiamo con voi il nostro primo studio pubblicato sulla rivista medica internazionale “Journal of Autism and Developmental Disorders”.
e' il primo passo compiuto di un percorso di ricerca che vedrà nei prossimi mesi altri nuovi studi concretizzarsi in altre pubblicazioni scientifiche.
e' da poco più di un anno che si e' costituito questo Gruppo di Ricerca Clinica per l'Autismo grazie all'esperienza di ricerca e di laboratorio del Dr Dario Siniscalco Ricercatore Chimico-Farmacologo e all'esperienza clinica della dr.ssa Anna Sapone Ricercatrice Gastroenterologa e mia come Psichiatra dedicato alle cure biomediche dell'Autismo.
Una spinta iniziale determinante e' stata data, un anno fa, dal contributo economico dell'Autism Research Institute di San Diego che ha finanziato il progetto e che ha creduto in noi e nelle nostre idee e alla positiva influenza di Emergenzautismo sul direttivo dell'ARI !
Importantissimo e' stato ed e' tutt'oggi il contributo di Enzo Abate, presidente de “La Forza del Silenzio” di Casal di Principe, sul piano della logistica e gestione burocratica dei fondi . Così come non meno rilevanti sono la supervisione e supporto accademico del Prof. Alessio Fasano dell'Università di Baltimora e della prof.ssa De Magistris dell'Università di Napoli e non ultimi altri giovani ricercatori che lavorano in questo gruppo ormai numeroso e solido !

Il desiderio che ci appassiona e' fare ricerca indipendente e di elevata qualità scientifica, che non segua le logiche delle case farmaceutiche e che sia finalizzata alla diagnosi clinica ed alla cura dei nostri bambini, senza la paura di poter svelare che alla base dell'Autismo ci possa essere una encefalopatia di natura infiammatoria, metabolica o tossicologia.

Questo nostro primo studio infatti aggiunge qualcosa di nuovo ed originale alle pubblicazioni recenti sulle problematiche infiammatorie nell'Autismo. I risultati di questo lavoro suggeriscono che le caspasi, significativamente sovra-espresse nei bambini affetti da Autismo, possono considerarsi markers di infiammazione o comunque di alterazione della risposta immunitaria.
Le caspasi quindi insieme ad altri markers di infiammazione già evidenziati nell'Autismo (neopterine, isoprostani, permeabilità intestinale, pattern linfocitario abnorme, citochine infiammatorie, ecc.) rafforzano l'ipotesi di una causa organica infiammatoria e si contrappongono all'ipotesi di quanti ancora si arroccano sull'idea di basi genetiche dell'Autismo.
Del resto la nostra esperienza clinica già da anni ci dimostra che trattare l'infiammazione nei bambini con Autismo, sia essa intestinale o sistemica o cerebrale migliora nella maggior parte dei casi anche gli aspetti cognitivi e comportamentali dei bambini.

Nuovi filoni di ricerca già intrapresi nel nostro gruppo si stanno muovendo nei seguenti ambiti: l'infiammazione intestinale e le alterazioni del microbioma nell'Autismo, l'utilizzo delle cellule staminali nell'Autismo, le alterazioni del sistema degli Endocannabinoidi nell'Autismo, l'intossicazione da metalli pesanti nell'Autismo, l'attività del GcMAF sul sistema immunitario dei bambini affetti da Autismo.

Il grosso ostacolo e' rappresentato come e' prevedibile dalle risorse economiche per la ricerca, poiché non abbiamo case farmaceutiche a pilotare la nostra ricerca, ma solo il supporto dell'ARI che speriamo si rinnovi, la buona volontà di alcune associazioni come Cancellautismo che ringraziamo sentitamente e di singoli privati benefattori. E ringraziamo anche Emergenzautismo che ci dà la possibilità di lanciare un appello a chi voglia sostenere questo Gruppo di Ricerca costituito da giovani ricercatori che si stanno impegnando con passione ed a tempo pieno su questi filoni di studio sull'Autismo.
By Nicola Antonucci

David Ayoub, M.D. goes through the relations of Mercury to Autism as well its connections to “National Security Study Memorandum 200”; for population control. Showing its shocking connections to today’s G.A.V.I. Are powerful forces really trying to help the poor people or could it be for another agenda; the sterilization of the poor ? This is an upsetting video, so brace yourself.
video (scomparso da Google, chissa' perche'....?):
http://video.google.com/videoplay?docid=6890106663412840646&ei=YCX1SqvtAdyf-Abh95GxDg&q=Mercury%2C+Autism+and+the+Global+Vaccine+Agenda#
http://www.easyfreeforum.com/viewforum.php?eff=3091&f=12636&sid=bbbc1575bdb949c1c85d84c9c76268f9

Come distruggere in maniera scientifica il sistema immunitario, con i Vaccini
IMPORTANTE: questo pdf: http://www.dipmat.unipg.it/~mamone/sci-dem/nuocontri_1/debernardi.pdf

Il recente studio sulla Stanchezza Cronica, pubblicato su Retrovirology, può spiegare perche' i vaccini possono causare anche l'autismo.
Il virus XMRV (xenotropic murine leukemia virus-related-virus) e' stato trovato nel 67% circa dei 101 pazienti sofferenti della sindrome di stanchezza cronica. La scoperta e' stata fatta da Vincent C. Lombardi, Ph.D., del Whittemore Peterson Institute nel Nevada, dal suo gruppo di ricerca, e nei malati di autismo la percentuale e' del 40%.

La spiegazione e' che "questi virus", si riproducono nelle cellule dei linfociti, le cellule della risposta immunitaria, B e T.
Così quando somministriamo un vaccino, mandiamo le cellule B e T in intensa iperattività nel sistema immunitario, essendo questo normalmente il loro compito, generando possibili malattie autoimmuni ed immunodepressione.
Per cui, se abbiamo nell'organismo dei virus per un precedente vaccino od altro, od introduciamo con un vaccino altri virus, quelle cellule super attivate  e specializzate lo moltiplicano e lo amplificano e da qui parte una malattia che non può più essere tenuta sotto controllo dal sistema immunitario, perche' le cellule sono od iper eccitate od in stress ossidativo", oltre ad intasare il sistema micro circolatorio sanguigno creando Ischemie !
vedi: ISCHEMIE ed altro dai VACCINI  +  Bimbi piu' malati con i Vaccini
E’ questa quindi una spiegazione ufficiale e scientifica di come i vaccini causino anche e non solo, l’autismo regressivo in un significativo numero di casi.

Visionate e scaricate questo video:  AUTISMO dai VACCINI - Video, di un infermiere che ha avuto un figlio autistico
vedi anche il suo Blog: http://www.autismovaccini.splinder.com/
Ecco il suo Racconto sull'Autismo di suo Figlio - video 1 + video 2

Sull'autismo: cio' che la medicina ufficiale non vuole che sappiate

Danni Biologici dei Vaccini e Cure: Protocollo Montinari (dott. M. Montinari)  +  Danni dei Vaccini 
video sul Protocollo Montinari + Sistema immunitario + Immunodepressione da Vaccino + Danni Neurologici

 


La Merck ammette l'inoculazione del virus del cancro
- La divisione vaccini della farmaceutica Merck, ammette l'inoculazione del virus del cancro per mezzo dei vaccini.
 La sconvolgente intervista censurata, condotta dallo studioso di storia medica Edward Shorter per la televisione pubblica di Boston WGBH e la Blackwell Science, e' stata tagliata dal libro "The Health Century" a causa dei sui contenuti - l'ammissione che la Merck ha tradizionalmente iniettato il virus (SV40 ed altri) nella popolazione di tutto il mondo.
 Questo filmato contenuto nel documentario "In Lies We Trust: The CIA, Hollywood & Bioterrorism", prodotto e creato liberamente dalle associazioni di tutela dei consumatori e dall'esperto di salute pubblica, Dr. Leonard Horowitz, caratterizza l'intervista ad uno dei maggiori esperti di vaccini del mondo, il Dott. Maurice Hilleman, che spiega perche' la Merck ha diffuso l'AIDS, la leucemia e altre orribili piaghe nel mondo : http://www.youtube.com/watch?v=edikv0zbAlU


Nei vaccini venduti al terzo mondo si e' scoperto che molti di questi contenevano l'ormone B-hCG un anti fertile se immesso in un vaccino.
La corte Suprema delle Filippine ha scoperto che oltre 3 milioni di ragazze e donne hanno assunto questi vaccini contaminati, cosí come in Nigeria, Tailandia ecc...
Per chi non abbia ancora visto questi video-documenti scioccanti:
http://uk.youtube.com/watch?v=edikv0zbAlU
http://it.youtube.com/watch?v=wg-52mHIjhs&feature=related
Sembrerebbe che oltre al profitto a tutti i costi, ci sia dietro qualcosa d'altro....impedire alle donne dei paesi del terzo mondo... di avere figli....

I Vaccini creano Mutazioni Genetiche nei Mitocondri delle cellule, mutazioni che sono trasmissibili alla prole, dalla via materna. Nelle cellule infettate da virus si risvegliano i retrovirus piu’ vecchi.
Dei ricercatori hanno osservato che quando il metabolismo della cellula infettata da un
virus (NdR: che puo’ essere anche vaccinale) essa viene ingannata al fine di riprodurre il virus che la infetta, pero’ in essa decade la funzionalità di alcune reazioni biochimiche di contenimento e di funzione cellulare: sintesi e specializzazione delle proteine, specializzazione degli enzimi e duplicazione del DNA.
Quindi anche l'infezione da
virus vaccinale e’ in grado quindi di riattivare genomi di precedenti virus, o di quelli iniettati con i vaccini ai genitori, nonni, avi del vaccinato, virus, che erano divenuti parte del genoma delle cellule dei genitori, nonni, avi, generando anticipatamente qualsiasi tipo di patologia; il meccanismo si chiama slatentizzazione = liberare anticipatamente patologie.
Di fatto i Vaccini sono un cocktail di Tossine altamente pericolose che possono rimanere inerti per anni e riesplodere come bombe a tempo anche dopo 30-40 anni o piu’, in uno stato febbrile… che alterano il Terreno in modo importante, specie negli organismi non perfettamente sani, per problemi ereditari e/o di alimentazione inadatta alla Perfetta Salute.
 

Gli studi clinici (NdR: pilotati da Big Pharma) hanno "fallito" nel mostrare un legame tra vaccinazione ed autismo, ma molti genitori di bambini autistici ed i loro medici curanti, hanno nutrito forti dubbi su queste conclusioni, cosi' affermano studi sponsorizzati dalle case farmaceutiche...
(NdR: gestiti e/o finanziati da Big Pharma) - 09/04/2008
Pero' il Governo americano ha ora ammesso (anno 2008) che la vaccinazione può avere arrecato danni ad una bambina di 9 anni, ed ha annunciato che si farà carico delle spese per la cura.
Nel 2000 Hannah aveva 19 mesi ed uno sviluppo normale, quando ricevette 5 iniezioni per la prevenzione di 9 malattie infettive.
Nel 2001 alla bambina e' stato diagnosticato il disturbo autistico.
Per il fatto che il padre di Hannah era un neurologo al Johns Hopkins Hospital, la bambina e' stata sottoposta ad una serie di esami, che hanno evidenziato un disordine a livello mitocondriale.
Due teorie sono state ipotizzate: la prima che la bambina presentava una sottostante malattia mitocondriale e che la vaccinazione ha slatentizzato, la seconda e' che la vaccinazione ha causato questo disordine.
Il Governo ha optato per la prima ipotesi (NdR: ovviamente dati gli "input" di Big Pharma): la bambina aveva una sottostante malattia mitocondriale che e' stata aggravata dalla vaccinazione.
Molti dei vaccini che Hannah ha ricevuto contenevano Tiomersale, un conservante a base di Mercurio.
Negli Stati Uniti, il Tiomersale e' stato rimosso dai
vaccini somministrati nell’infanzia a partire dal 2001, in Italia solo alla fine del 2008.....per far terminare le SCORTE di vaccini a loro produttori....
Rimane aperto il dibattito sulle vaccinazioni multiple nell’infanzia. (Xagena Medicina)
Fonte: tratto in parte da, The New York Times, 2008 - Medicina-Online.net  
vedi: Autismo - La prova dei Danni dei Vaccini  +  Autismo dai VACCINI


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Gli esperti di vaccini del CDC, hanno spesso conflitti di interesse - 18/03/2010
CDC e Conflitti di interesse - 1 + CDC e Conflitti di interesse - 2 + CDC e Conflitti di interesse - 3 + Corruzione + Danni dei Vaccini + Contro Immunizzazione

CDC conflitti di interesse anche per i vaccini + anche per la FDA
http://healthimpactnews.com/2014/cdcs-purchase-of-4-billion-of-vaccines-a-conflict-of-interest-in-overseeing-vaccine-safety/

Parlamentari pagati dalle Lobbies ? - Roma Ott. 2013 
L'intervista a un assistente di un Senatore che svelerebbe i traffici illeciti tra parlamentari e Lobbies.
Video dell'intervista: 
http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/390060/roma-parlamentari-pagati-dalle-lobbies.html

Informatore dei CDC CONFESSA la FRODE e le FALSIFICAZIONI sugli studi della correlazione VACCINO=AUTISMO

vedi: QUI, tutti gli studi, ricerche, interviste, citate nel documentario sull'autismo dai Vaccini Vaxxed
http://vaxxedthemovie.com/download-the-cdc-autism-mmr-files-released-by-dr-william-thompson/

Vaccinazioni-autismo: perche' la popolazione di alcune comunita' che non vaccinano negli US, gli Amish americana, NON hanno l’autismo ?
...questo  perche' in quelle comunicta' NON si vaccinano i bambini.
Leggete l'articolo del giornalista americano che ha effettuato l'accurata inchiesta !

Ecco l'intervista al dott. M. Montinari:
http://www.video.mediaset.it/video.html?sito=striscia&data=2007/11/20&id=6218&categoria=servizio&from=striscia
Vedere con attenzione questo video: http://www.youtube.com/watch?v=xooPZEfCtKE

Visionare questo video sul Protocollo Montinari + Quest'altro video del dott. M. Montinari

 
 


Giugno 2009
- Ultimamente l'OMS, FDA, CDC, Ministeri della sanita', ISS, italiani, Ordine dei medici, medici vaccinatori ecc., hanno sbandierato ai 4 venti che "non vi sarebbe relazione fra i Vaccini e l'Autismo", ma dal Bugiardino "aggiornato" si evince al contrario che vi e' molto di piu'....:   DTaP  (vaccino trivalente per la Difterite, Tetano, Pertosse)  ed   AUTISMO
Infatti la Sanofi Pasteur's  (Senofi-Aventis) produttore di detto vaccino,  ha aggiornato il bugiardino del vaccino DTaP e nell'elenco delle reazioni avverse si legge esattamente: “anaphylactic reaction, autism, convulsion/grand mal convulsion, encephalopathy, hypotonia, neuropathy,.....vedi anche: 1.000 studi sui danni dei Vaccini
Fonte a pag 11 del PDF: http://www.vaccineshoppe.com/image.cfm?doc_id=5966&image_type=product_pdf


TROVATO il meccanismo di azione delle tossine dei VACCINI anche sul cervello
 !
ANSA, Roma, 22 Mar. 2009 - Esiste un passaggio segreto che permette alle cellule immunitarie di penetrare nel cervello e di aprire la strada ad una seconda ondata di cellule pericolose, capaci di scatenare malattie autoimmunitarie, come la sclerosi multipla, nelle quali il sistema immunitario aggredisce l’organismo al quale appartiene.
La scoperta della nuova porta, pubblicata sulla rivista Nature Immunology, potrebbe portare in futuro a nuove armi per contro la sclerosi multipla, "ma non solo: lo stesso meccanismo potrebbe essere coinvolto in altre malattie autoimmuni", osserva la coordinatrice della ricerca, l’italiana Federica Sallusto, dell’Istituto svizzero per la Ricerca in Biomedicina (Irb) di Bellinzona, diretto da Antonio Lanzavecchia.
Oltre che con Lanzavecchia, il lavoro e' stato condotto in collaborazione con Andrea Reboldi, dell’Irb, e da Antonio Uccelli, dell’università di Genova. Il passaggio segreto che permette di entrare nel cervello alle cellule apripista e' il plesso coroideo, una vera e propria matassa di vasi sanguigni nella quale viene prodotto il liquido spinale. e' una via d’ingresso alternativa a quella che da tempo e' considerata il «portone principale», ossia la barriera emato-encefalica.
Che ci fosse un’altra entrata era noto, spiegano i ricercatori, ma questa era considerata una sorta di "porta di servizio", di importanza secondaria. Adesso, osserva Lanzavecchia, "conosciamo la funzione di questa porta segreta e si può pensare a future strategie terapeutiche in grado di bloccare questo ingresso".

 

L’autismo e' una malattia caratterizzata da gravi disturbi: neurologici, gastrointestinali, della comunicazione, del comportamento e dell’interazione con gli altri. Nelle forme più gravi, i soggetti malati di autismo, non parlano, tendono a isolarsi e presentano comportamenti stereotipati e disabilità intellettuali. Vi sono però anche forme più leggere, nei quali i danni neurologici sono ridotti, in cui, nonostante i problemi nella comunicazione, le capacità intellettive e di linguaggio non sono compromesse. L'autismo e' quattro volte più frequente nei maschi che nelle femmine.  
In genere, i disturbi dello sviluppo compaiono prima dei tre anni, proprio e successivamente alle prime serie di vaccinazioni che i soggetti subiscono: 3 mesi, 6 mesi, 1 o 3 anni;
NESSUN soggetto NON VACCINATO si ammala di Autismo !
Vi sarebbe un deficit di connessione tra diverse aree cerebrali all’origine dell’autismo, che e’ stato riscontrato con la risonanza magnetica.
Gli ultimi studi (Prior, 2003) suggeriscono una prevalenza fino a 6 su 1000, con un tasso stimato di 1 su 500 nati se si considerano i disturbi dello spettro.

ESEMPIO:
Ecco lo stato del plasma sanguigno dei bambini malati di Autismo, visto con microscopio in campo oscuro, nel quale si evidenzia l'albero dell'autismo, la particolare disposizione - agglutinamento, incollaggio - dei globuli rossi per mezzo di due funghi (mucor ed aspergillum, i quali generano anche micotossine) che li incollano assieme + creazione di microcristalli anomali, con colonizzazione di funghi (candida) e parassiti , cioe' e' indotto anche dall' alterazione del pH, degli enzimi e della flora autoctona intestinale specie del tenue, infiammazione della mucosa della parete intestinale, malassorbimento e quindi malnutrizione anche cellulare... ecc., ecc. e tutto cio' GRAZIE soprattutto ai VACCINI, ma anche alle Amalgami dentali e metalli tossici...cibi contaminati, ecc.

L'autismo potrebbe essere individuato precocemente con una semplice analisi delle urine
Un nuovo studio ha scoperto che i bambini con autismo hanno particolari caratteristiche chimiche nelle urine
Imperial College London (UK) - 3 Giugno 2010:
Secondo una nuova ricerca che sarà pubblicata domani  sulla rivista scientifica Journal of Proteome Research, i bambini con autismo hanno particolari caratteristiche  chimiche nelle urine rispetto ai bambini della stessa età non-autistici

I ricercatori dell’Imperial College di Londra e della University of South Australia affermano che le loro scoperte porteranno ad individuare se un bambino abbia o meno l’autismo con una semplice analisi delle urine.
Si stima che l’autismo colpisca in Inghilterra un bambino ogni 100 (NdR: e questa percentuale e' in crescita...perche' si continua a Vaccinare i bambini).
I soggetti con autismo, affermano gli studiosi,  hanno una grande varietà di sintomi diversi, ma generalmente hanno problemi nella comunicazione e nelle abilità sociali, con particolari difficoltà nel contatto oculare e nel comprendere le emozioni degli altri.
Nello studio si afferma che queste persone "soffrono anche di disordini gastrointestinali e hanno nei loro intestini batteri diversi rispetto alle persone non-autistiche".
Dicono gli autori che questa ricerca dimostra che e' possibile distinguere tra bambini autistici e non autistici semplicemente osservando i sottoprodotti dei batteri intestinali e i processi metabolici nelle loro urine. Diagnosticare l’autismo e' sempre stato difficile e spesso il disordine viene diagnosticato troppo tardi perche' le cure abbiano il massimo effetto; ora però i ricercatori dell’Imperial College London hanno finalmente scoperto un potenziale modo per individuarlo sin dal sesto mese di vita. Questo, affermano all'Imperial College London, potrebbe "consentire di intraprendere gli interventi comportamentali e sociali prima che la malattia causi danni psicologici permanenti".
Il Professor Jeremy Nicholson, l'autore dello studio, ha detto: "I bambini con autismo hanno microbi (NdR: e funghi) intestinali molto insoliti che possono essere individuati con un test prima che esplodano completamente i sintomi della malattia. Se sarà così allora l'autismo diventerà una malattia  prevenibile". 
(NdR: non prevenibile ma diagnosticabile - per prevenire occorre NON vaccinare e non avere madri con amalgami dentali in bocca !)
Esprimiamo la nostra soddisfazione perche' finalmente si individua la possibilità di una diagnosi precocissima, in assenza di sintomi comportamentali, attraverso un analisi fisica e perche' uno studio pubblicato riconosce la diversità del profilo biochimico dei nostri bambini, la presenza di una flora batterica patogena e di caratteristici problemi intestinali, come i genitori denunciano, non ascoltati, da anni.
Quello che invece ci risulta incomprensibile e' il perche', davanti a queste osservazioni, si parli ancora una volta di cure comportamentali, per aiutare a risolvere una malattia medica che ha le sue origini nell'intestino, (NdR: infatti e' una forma di polio + tubercolosi da vaccino) invece di provare a  utilizzare la ricerca scientifica e l'esperienza clinica  più attuale per individuare trattamenti medici che curino le patologie d'organo e non il comportamento.
Nell'articolo dell'Imperial College London si afferma che l’esatto significato biologico dei disordini gastrointestinali nello sviluppo dell’autismo e' sconosciuto, ed e' proprio questa la domanda che vorremmo ora tutti si ponessero: che cosa altera i microbi “intestinali” in questi bambini e che cosa possiamo fare per aiutarli ?
Ci auguriamo che quanto scoperto in questo studio suggerisca la necessità di una maggiore ricerca sulla connessione autismo - intestino - cervello, nella speranza che al più presto i problemi fisici o medici che i nostri bambini spesso mostrano siano  presi in considerazione e ricevano le opportune cure.
Tratto da: emergenzautismo.org

Commento NdR: sono i vaccini e le sostanze vaccinali che alterando pH digestivo, enzimi e flora batterica intestinale, determinano questa nuova forma di Polio + tubercolosi intestinale che si traduce in AUTISMO, nelle sua varie e molteplici sfaccettature piu' o meno intense, dalle disfunzioni dello sviluppo fino ai piu' gravi danni autistici, comunque dannosi per il soggetto vaccinato.

vedi: Diagnosi precoce in 1 minuto ed a qualsiasi eta', anche quella dell'autismo, dei danni mitocondriali, con la Semeiotica Biofisica Quantistica

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Uno studio recente (2008) della University of Pennsylvania School of Medicine
, guidato da Hakon Hakonarson e pubblicato su "Nature", ha permesso di compiere passi avanti nella comprensione delle basi anche genetiche dell'autismo, svelando che i co-responsabili del 15% di tutti i casi “potrebbero” essere dei geni. (NdR geni del DNA mitocondriale, alterati dai Vaccini)
I ricercatori han condotto lo studio su 12.000 persone, confrontando l'intero genoma di individui sani con quello di pazienti affetti da autismo, riuscendo quindi ad isolare le mutazioni genetiche che sembrerebbero legate con la malattia, evidentemente dovute alle mutazione genetiche indotte dai vaccini subiti.
I geni sotto indagine sarebbero quelli che codificano per proteine chiamate a far da "ponte" fra i neuroni permettendo la formazione delle connessioni nervose fra le diverse aree del cervello.
Più precisamente i ricercatori hanno identificato mutazioni sul cromosoma 5, in una zona localizzata tra i due geni che codificano per le proteine di adesione cellulare caderina 9 (CDH9) e caderina 10 (CDH10).
Il cromosoma 5 contiene di certo oltre 1200 geni, ma e' ritenuto possa contenerne fino a 1300.
Il numero di polimorfismi a singolo nucleotide (SNP) e' di oltre 650.000.
Altre anomalie di numero o di struttura del cromosoma 5 possono indurre numerosi effetti patologici, inclusi ritardo di crescita e sviluppo, caratteristici lineamenti facciali, difetti di nascita, ed altri problemi medici.
Anomalie
del cromosoma 5 possono portare alla duplicazione di un segmento sia del braccio p che di q (trisomia parziale 5p o 5q), alla macrodelezione di un segmento del braccio lungo (monosomia parziale 5q) e alla struttura circolare chiamata cromosoma ad anello 5, formato in seguito al ricongiungimento delle estremità di un cromosoma spezzato.
Il dott. Hakonarson, ha spiegato che "Le mutazioni scoperte sono a carico di una serie di geni con un ruolo critico per la connettività dei neuroni in varie aree del sistema nervoso centrale. Numerosi geni stanati concentrano i propri effetti esattamente in regioni cerebrali già note per il loro sviluppo anomalo nel cervello dei bambini autistici".

Un esempio:
I ricercatori del MIT hanno creato dei topi di laboratorio con autismo

Con la mutazione di un singolo gene, lo Shank3 (gene sul cromosoma umano 22), i ricercatori del MIT  hanno creato  topi con due delle caratteristiche più comuni dell' autismo, comportamenti ripetitivi-compulsivi e assenza  di interazione sociale.

Questo gene, che e' stato riscontrato, cioe’ ritrovato in molti casi di autismo umano, interferisce con la comunicazione tra le cellule cerebrali.

La ricerca e' reperibile anche sul numero del 20/03/11 della rivista scientifica online Nature

L'articolo originale e' qui http://www.nature.com/nature/journal/vaop/ncurrent/full/nature09965.html

Commento NdR: questa ricerca conferma quanto abbiamo da sempre affermato che l'autismo e' una malattia complessa derivante da molti cofattori causali, ma in genere sono i vaccini propinati ai bambini e/o le amalgami dentali delle madri che, nei bambini, SCATENANO questi vari sintomi che impropriamente viene chiamata dai medici impreparati della medicina ufficiale con la parola. "malattia" e che i vaccini producono delle mutazioni genetiche che coadiuvano lo scatenamento di quei gravi sintomi (non solo l'autismo) che rovinano i bambini.


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

ReviewAutism and measles-mumps-rubella vaccination: controversy laid to rest? [CNS Drugs. 2001]
National Center on Birth Defects and Developmental Disabilities, Atlanta, Georgia 30341-3724, USA.
It has been suggested that vaccination, particularly with measles-mumps-rubella (MMR) vaccine, may be related to the development of autism. The main evidence for a possible association is that the prevalence of autism has been increasing at the same time that infant vaccination coverage has increased, and that in some cases there is an apparent temporal association in which autistic characteristics are first noted shortly after vaccination.
Although the prevalence of autism and similar disorders appears to have increased recently, it is not clear if this is an actual increase or the result of increased recognition and changes in diagnostic criteria.
The apparent onset of autism in close proximity to vaccination may be a coincidental temporal association. The clinical evidence in support of an association derives from a series of 12 patients with inflammatory bowel conditions and regressive developmental disorders, mostly autism.
The possibility that measles vaccine may cause autism through a persistent bowel infection has generated much interest, since it provides a possible biological mechanism.
Epidemiological studies, however, have not found an association between MMR vaccination and autism.
The epidemiological findings are consistent with current understanding of the pathogenesis of autism, which has a strong genetic component and in which the neurological defects probably occur early in embryonic development. It seems unlikely that a vaccination that is given after birth could cause autism.
A minority of cases of autism may have onset after 1 year of age (regressive autism), but the single epidemiological study that included such cases did not find an association with MMR vaccination. Currently, the weight of the available epidemiological and related evidence does not support a causal association between MMR vaccine, or any other vaccine or vaccine constituent, and autism. - PMID: 11700148 [PubMed - indexed for MEDLINE]

Commento NdR: la negazione del link fra vaccini ed autismo proviene proprio da coloro che li sponsorizzano.......l'OMS, il CDC, l'Associazione Pediatri Americani, la FDA,  TUTTI enti governativi che nascondono i Danni dei Vaccini anzi li promuovono, questo perche' hanno legami stretti con BIG PHARMA.....e da essi sono "sponsorizzati".....
Al contrario tutti gli studi di medici, universita', centri, associazioni
LIBERE....hanno pubblicato oltre 1.000 studi medico scientifici, che dimostrano e certificano i Veri e GRAVI DANNI dei Vaccini
  !  + 
Epidemia di Autismo

INFATTI:
Il nuovo autorevole studio della Columbia University conferma che il dossier sul rapporto vaccini-autismo dell'Istituto Americano di Medicina (IOM) era errato
Esistono quindi relazioni strette tra i vaccini ed i danni neurologici ai bambini.

SafeMinds, la principale organizzazione scientifica americana che sta investigando sui rischi che corrono i nostri bambini essendo esposti a prodotti farmaceutici che contengono mercurio - applaude alla pubblicazione dello studio della Columbia University che dimostra la connessione tra il Thimerosal - un conservante a base di mercurio usato nei vaccini - e i danni neurologici a bambini ed adolescenti. "Questo studio e' un perfetto esempio delle evidenze scientifiche che l'Istituto di Medicina (IOM) americano ha ignorato quando ha stilato il proprio rapporto sul potenziale legame tra vaccini e danni neurologici" ha dichiarato Lyn Redwood, RN, MSM, NP, Presidente della SafeMinds. 
"La IOM era ben consapevole che studi come questi della Columbia University erano pronti ad essere resi pubblici, ma ha scelto di ignorare tutto ciò, e questo e' il principale motivo per il quale noi della SafeMinds abbiamo definito perlomeno...... "prematuro" il rapporto della IOM".......

Commento (NdR):cosa non si fa per FALSIFICARE la realta' !!  - vedi:  Bibliografia su Autismo dai vaccini

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Grazie ai Vaccini: Autismo in aumento, nel mondo colpito 1 bimbo ogni 160
Roma, 15 feb. (Adnkronos Salute) - Sono in costante aumento i casi di autismo nel mondo: oggi infatti un bambino su 160 soffre di Disturbo generalizzato dello sviluppo (Dgs), con una incidenza maggiore in Giappone.
Ma il problema fa sentire il suo peso anche in Italia, tanto che molte famiglie colpite dalla malattia finiscono col disgregarsi. Questo il quadro, tutt'altro che roseo, delineato oggi a Roma durante la presentazione del progetto "Aut non out - Ci sono anch'io", voluto dall'associazione '"Habitat per l'autismo" in collaborazione con il Comune di Roma.

Le statistiche di molti studi americani dimostrano che nel prossimo decennio l'autismo e i disturbi pervasivi dello sviluppo diventeranno un'emergenza sociale ed economica di primordine. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista "Lancet", l'1,16% delle nascite in Inghilterra e' a rischio, ma ancora più grave e' la situazione in Giappone. Uno studio dello Yokohama Rehabilitation Center ha infatti evidenziato che l'1,61% dei neonati e' autistico.

Circa l'80% delle persone con questo disturbo presenta anche una condizione di ritardo mentale, e almeno il 50% non sviluppa alcuna forma di linguaggio. Spesso sono correlate altre patologie, come l'epilessia.
Il problema riguarda da vicino anche l'Italia, basti pensare che solo a Roma e provincia e' stimata la presenza di circa 8.400 piccoli con autismo. L'aumento di casi ha inevitabilmente aggravato anche la condizione sociale delle famiglie colpite. Spesso i genitori non riescono a sopportare il peso, la sofferenza e la responsabilità di un bambino autistico, e finiscono con il lasciarsi. Questo, almeno, e' il destino del 72% delle famiglie italiane con un figlio autistico.
Tratto da: http://www.adnkronos.com/IGN/Salute/?id=1.0.1882028638


VACCINI al MERCURIO ed
Autismo: ANCHE in ITALIA STUDIATA e trovata la CORRELAZIONE
vedi anche metodo di cura del dott. M. Montinari Intolleranze alimentari +  Metodo Montinari 

Commento NdR: questi scritti dimostrano e confermano cio' che insegniamo da decenni e cioe' che i Vaccini producono nei soggetti sottoposti a quelle infauste pratiche in-sanitarie, spacciate per tecniche preventive, Malnutrizione con perdita di fattori vitali essenziali alla vita sana, alterazione e perdita di: flora batterica autoctona, vitamine, minerali, proteine vitali), oltre alle mutazioni genetiche occulte, immunodepressioni, intossicazioni, infiammazioni e contaminazioni da virus e/o batteri pericolosi che nel tempo possono produrre malattie le piu' disparate ! - vedi: Contenuto dei vaccini

vedi: Falsita' della medicina ufficialeBibliografia Danni dei vaccini  +  Bibliografia danni 2  + 1000 studi sui Danni dei Vaccini + Neurotossicita' del Mercurio Big Pharma + Big Pharma-2 + Big Pharma-3 + Big Pharma-4 +  Disfunzioni dello Sviluppo +  EPILESSIA  + Autismo, Vaccini, Glutine, Latte vaccino  +  Morbillo ed autismo +  Vaccini sicuri ? NO ! +  Alluminio nei Vaccini + BUGIARDINI + MUTAZIONI Genetiche - 1  +  MUTAZIONI Genetiche 2  +  MUTAZIONI Genetiche - 3 +  Terrorismo Mediatico  +  Danni Biologici dei Vaccini e Cure  + Gravi Danni dei vaccini

Ma cio' che sta emergendo e' che anche l'Epilessia che e' anche ed in particolar modo legata all'Autismo, e' stata incrementata notevolmente nei bambini con i vaccini, specie quello del Tetano....
Una delle tante varianti dell'autismo e' la nuova malattia chiamata "X fragile" ed anch'essa e' il prodotto dalle alterazione proteica indotta dai Vaccini nell'intestino immunodepressioni  +  mutazioni genetiche indotte dai vaccini.
vedi:  
Bibliografia su Autismo dai vaccini

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

X - FRAGILE ed AUTISMO
Un altro pezzo è stato trovato, ma il puzzle resta complesso. Dopo tre anni di lavoro sono stati pubblicati su Nature Communications i risultati del gruppo di ricerca guidato da Daniele Piomelli  direttore del dipartimento Drug Discovery and Development dell’Istituto Italiano di Tecnologia, che ha studiato cause e possibili soluzioni della comparsa di sintomi autistici nella Sindrome da X Fragile.
Lo studio, condotto sui topi, è riuscito sia a mostrare il modo in cui la mutazione tipica della patologia agisce sull'attività nervosa del cervello, sia l'esistenza di nuovi tipi di molecole in grado di combatterne gli effetti.
La Sindrome, spiega la ricerca, porta alla perdita della proteina FMRP (Fragile X Mental Retardation Protein), che controlla la trasmissione di una sostanza chiamata arachidonoilglicerolo (2-AG), un endocannabinoide. In assenza della proteina alcuni neuroni perdono la capacità di produrre 2-AG: hanno così origine dei deficit nella trasmissione nervosa e l’insorgenza dei comportamenti autistici.
Lo studio mostra anche la possibilità di contrastare questi effetti tramite una nuova classe di molecole, in grado di arrestare il normale processo di distruzione di 2-AG da parte dei neuroni, e quindi, di eliminare le disfunzioni neurali e i comportamenti collegati. “Questi risultati – afferma Piomelli – sono importanti perché dimostrano l’esistenza di molecole in grado di normalizzare gli effetti della malattia sul comportamento. Purtroppo non significa che abbiamo già a disposizione una cura per l’autismo, ma almeno esiste una strada promettente su cui orientare la ricerca farmacologica nei prossimi anni”.
Riferimenti:  
Kwang-Mook Jung, Marja Sepers, Christopher M. Henstridge, Olivier Lassalle, Daniela Neuhofer, Henry Martin, Melanie Ginger, Andreas Frick, Nicholas V. DiPatrizio, Ken Mackie, Istvan Katona, Daniele Piomelli, Olivier J. Manzoni, Uncoupling of the endocannabinoid signalling complex in a mouse model of fragile X syndrome. Nature Communications doi:10.1038/ncomms2045 

Commento NdR: questa e' un classico Danno da vaccino, in quanto i vaccini e' noto, determinano delle alterazioni delle funzioni cellulari, per via anche delle alterazioni che inducono nella microcircolazione che collega le cellule nei tessuti; quindi quando queste alterazioni intervengono, le cellule (ad esempio quelle neuroniche cerebrali) non producono piu' certe molecole (proteine) necessarie alla vita sana ed di conseguenza il vaccinato si ammala delle piu' disparate malattie, x-fragile, autismo ed altri danni neurologici e non solo....

Utilizzando un nuovo metodo di screening sulla drosofila, Stephen Warren e colleghi del Dipartimento di genetica umana della Emory University School of Medicine hanno identificato diverse molecole in grado di combattere i sintomi della sindrome dell’X fragile, una delle più comuni forme di ritardo mentale e causa di una forma di autismo.
Già nel 1991 Warren guidò un gruppo internazionale di ricerca che scoprì il gene FMR1, responsabile della sindrome dell’X fragile, causata dalla perdita funzionale della proteina FMRP (fragile X mental retardation protein).
A partire da quel risultato in molti laboratori del mondo sono state fatte scoperte fondamentali: si ritiene attualmente che la FMRP possa influenzare l’apprendimento e la memoria poiche' e' implicata nella sintesi di una proteina fondamentale per il funzionamento delle sinapsi nel cervello.


L’autismo e il metodo DAN - Incontro in Campidoglio con l’On. Ileana Argentin - 10 Mag 2007
In occasione della Conferenza Europea “Autism and our Future”, questa mattina a Roma, presso la Sala dell’Arazzo in Campidoglio, e' stato presentato il DAN (Defeat Autism Now).
Si tratta di un contributo alla ricerca sull’autismo e un nuovo approccio terapeutico. “Il numero dei cittadini romani colpiti dalla patologia dell’autismo e' altissimo e trova pochissime risposte da parte delle istituzioni competenti in materia di sanità.
Per questo, in qualità di Consigliere delegato per le Politiche dell’Handicap e Salute Mentale del Comune di Roma, mi faccio portavoce di uno dei metodi di intervento per riabilitare chi e' colpito da autismo. Ancora oggi i famigliari, così come gli utenti, sono troppo soli ed abbandonati ad un sistema generico e poco attento.
Il metodo DAN porta testimonianze concrete, anche se non sono maestra di vita ne' medico per dire quale sia la verità o quali gli strumenti adeguati. Quello che e' certo e' che sono accanto a chi non ha voce per parlare, in questo caso gli autistici”.
Questo quanto dichiarato dal Consigliere Delegato per le Politiche dell’Handicap e Salute Mentale, On. Ileana Argentin.
Nel corso della conferenza stampa si sono alternati gli interventi di Franco Verzella (medico e Presidente DAN Europe), di Gerardo Iovane (Intelligenza artificiale Università di Salerno), del Prof. Angelo Rossi Mori (Direttore CNR Istituto di tecnologie Biomediche Roma), di Gabriella Inglese (Vafiadis Vicepresidente Pianeta Autismo onlus), di Ornella Tarullo (Coordinatrice Portale Genitori Contro Autismo AREA onlus Brindisi) e di Silvio Moretti (biologo nutrizionista Roma).

Il crescente aumento di casi di autismo negli ultimi 20 anni esprime, secondo il DAN, una patologia di adattamento, dovuta all’inquinamento ambientale, alimentare e iatrogeno (NdR: vaccini polivalenti praticati in rapida successione e contenenti mercurio, alluminio, amalgami dentarie al mercurio, terapie antibiotiche intensive, psicofarmaci) in soggetti con fragilità genomiche, che riguardano soprattutto l’intestino, la funzione detossificante, il sistema immunitario e quello nervoso.
L’autismo e' anche secondo questi ricercatori, solo la punta di un iceberg rappresentato dalle Patologie dello Sviluppo e dell’Apprendimento, che nei paesi industrializzati coinvolgono il 18-20% della popolazione scolastica e comprendono: dislessia, disturbi dell’attenzione e della memoria, iperattività, comportamenti violenti, anemie, anoressia - bulimia, obesità, depressione, intolleranze-allergie, (alimentari ed anche ambientali), malattie infiammatorie dell’intestino e celiachia.
Lo studio del protocollo DAN conclude che le patologie dello sviluppo sono in larga parte la drammatica conseguenza della cultura antibiologica che caratterizza i paesi a sviluppo avanzato.... (NdR: supervaccinati)
By Francesco Demofonti  - Fonte news:
nonsoloabili.org

Commento NdR: conoscendo il problema (Salute naturale) da decenni, vorrei ricordare a tutti i genitori che hanno figli autistici e/o malati di altre malattie, che occorre sapere che OGNI malato di qualsiasi malattia ha reazioni personalissime agli alimenti, farmaci, supplementi, integratori probiotici, chelanti, terapie varie ecc. per cui OCCORRE sempre controllare se si seguono certi "protocolli", le REAZIONI del soggetto, e se le reazioni son anomale o troppo forti e' meglio SOSPENDERE e cambiare protocollo, anche se e' preparato da un medico che si dice che sia capace, o si autoaffermi un "esperto"....oppure che sia il protocollo di un centro famoso...
NON SIAMO TUTTI UGUALI ed e' quindi un'errore la standardizzazione di un protocollo, perche' va sempre modificato ad personam, specie se il protocollo contiene l'assunzione di certi prodotti (integratori, chelanti, probiotici ecc.), perche' ogni soggetto ha reazioni diverse da un'altro.

PROTOCOLLO della MEDICINA NATURALE per i bambini autistici e non solo
Avere la diagnosi certa - meglio se la diagnosi avviene entro il primo anno, perche' il bambino e' piu' recuperabile - modificare e personalizzare e utilizzare la dieta (
crudista) con cibi frullati - eliminare TOTALMENTE la caseina, latte e formaggi - usare enzimi digestivi - eliminare il Glutine - trattare le disbiosi batteriche - trattare le disbiosi fungine (candida) - supportare sistema immune e tossine virali - usare in certi casi supplementi nutrizionali - terapia disintossicante - terapia disinfiammante - terapia antiparassitaria - introdurre  supplementi (carbone vegetale, per aiutare la disintossicazione e le digestioni + fior di Zolfo o prodotto omeopatico = sulfur + ossigeno terapie e/o rimedi omotossicologici) - training sensoriale - terapie comunicazionali - educazione speciale.  

L'Aspergillus e Mucor, due batteri non autoctoni,  sono stati trovati nel sangue dei bimbi Autistici
"Il caglio, ad esempio, non viene più prodotto a partire dall'abomaso (uno stomaco) dei vitelli (o capretti o agnelli, secondo il tipo di formaggio) ma da microrganismi del genere Aspergillus e Mucor geneticamente modificati. "Non bastavano i micobatteri e micotossine presenti nel latte...Ora ci propinano anche i microorganismi (batteri) OGM, cioe' geneticamente modificati,
vedi: 
http://www.terranauta.it/a1181/salute_e_alimentazione/mogm_microrganismi_geneticamente_modificati_popolano_le_nostre_tavole.html
L'uso di microrganismi geneticamente modificati da parte dell'industria alimentare, e' in continua progressione. E' difficile avere controllo diretto sui loro effetti e rischi a breve e lungo termine !

Commento NdR: questi studi dimostrano e confermano cio' che insegniamo da decenni e cioe' che i Vaccini producono nei soggetti sottoposti a quelle infauste pratiche in-sanitarie, spacciate per tecniche preventive, Malnutrizione con perdita di fattori vitali essenziali alla vita sana, alterazione e perdita di: flora batterica autoctona, vitamine, minerali, proteine vitali), oltre alle mutazioni genetiche occulte, immunodepressioni, intossicazioni, infiammazioni e contaminazioni da virus e/o batteri pericolosi che nel tempo possono produrre malattie le piu' disparate !
vedi Statistiche Istat sui vaccini
+ Contenuto dei vaccini

Consulenze e perizie per danni da vaccino dott.  M. Montinari
 +  Interrogazione Parlamentare   
Autismo, Vaccini, la prova -  
Il libro ormai esaurito, del dott. Massimo Montinari

Vedere con attenzione questo video: http://www.youtube.com/watch?v=xooPZEfCtKE   +  G. Puccio ricercatore osteggiato

Gli anticorpi che dovrebbero essere indotti da un vaccino NON indicano immunità. Ciò che mette molti medici in confusione e' che parte della reazione nei confronti del vaccino porta alla produzione di anticorpi. Ciò e' falsamente considerato immunità.
v
edi: DANNI dei VACCINI sui Bambini + Bibliografia per l'autismo, cause, concause, danni dei vaccini

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

USA, Giugno 2013 - AUTISMO = 1 bambino autistico su 26, non come era nel 2010, 1 su 80 ....
vedi QUI: http://autismovaccini.com/2012/05/01/statistiche-per-lautismo-a-confronto-probabile-1-ogni-29-anziche-1-ogni-88/

I Tribunali anche USA, confermano tranquillamente che il vaccino MMR causa l'autismo. Austin (USA) - 27 Luglio 2013
Dopo decenni di appassionato dibattito, per i genitori che probabilmente hanno perso i ripetuti ricorsi richiesti dalle aziende farmaceutiche e governi, che i vaccini infatti causano l'autismo.
Per i genitori interessati alla ricerca della verità, vale la pena ricordare che le stesse persone che possiedono le aziende farmaceutiche di tutto il mondo possono anche possedere agenzie di stampa americane.
La Ricerca di informazioni prive di propaganda è stata fino ad ora molto difficile.
Ma Whiteout Press non è qui per sostenere o contrastare i vaccini. Siamo qui per portare i lettori la notizia che è il tema e’ in black-out, cover-up e censurato dalle autorita’Sanitarie e Governative.
Tratto da: http://www.whiteoutpress.com/timeless/courts-quietly-confirm-mmr-vaccine-causes-autism/

Sentenza 2012 - Trib. Rimini su Vaccini=Autismo

Commento NdR: sulla sentenza di Rimini: vaccini = autismo
BENE ha fatto il Giudice del Tribunale di Rimini (Italia) a sentenziare in quel modo, perche' egli non  si e' lasciato influenzare dalle FALSITA' del Ministero della "salute" (che e' stato da noi informato sui Danni dei vaccini dal 1996 e se ne sta zitto.....assieme a tutti gli altri "enti"....)  fino agli ordini dei medici......tutti al servizio di Big Pharma ! - vedi lo studio del dott.: Wakefield.htm
 

Tossicità da metalli pesanti nell’autismo
Per comprendere il danno provocato all’organismo dai metalli pesanti dovremmo avere una visione d’insieme di questi elementi (arsenico, cadmio, cromo, alluminio, piombo e mercurio) e di come interferiscono sui pathways biochimici.
Negli ultimi anni con il termine metalli pesanti si è voluto determinare un gruppo di metalli e semimetalli, o metalloidi associati a tossicità, anche se ci sono da più parti indicazioni a una nuova classificazione come indicato dall’International Union of Pure and Applied Chemistry.

Negli ultimi periodi sono stati introdotti nell'ecosistema diversi metalli di origine antropica che hanno aggravato l’inquinamento ambientale, un esempio tra i più importanti è l'incenerimento dei rifiuti; in questo caso i metalli pesanti che creano più preoccupazione sono: cadmio, cobalto, arsenico, cromo, mercurio, manganese, rame, tallio, nichel, piombo e alluminio.
Il semimetallo degno di maggior attenzione per la tossicità e cancerogenicità è l’arsenico (spesso trovato nei capelli dei bambini con ASD – Autism Spectrum Disorder) che allo stato puro non sembra mostrare tossicità, ma lo diventano tutti i suoi derivati che entrano a far parte come composto nei pesticidi, erbicidi e insetticidi.

A titolo informativo è opportuno menzionare il coinvolgimento dei metalli pesanti nel processo di cancerogenesi, distinguendo l’azione cancerogena e pro-cancerogena, anche se in quest’ambito non è opportuno approfondire quest’aspetto.

La tossicità dei metalli e dei loro composti dipende dalle loro proprietà fisico-chimiche, importante è la loro proprietà lipofila, la concentrazione nei tessuti ed i tempi di esposizione; il mix più pericoloso è la prolungata esposizione a dosi minime.
L’induzione di stress ossidativo, l'inefficienza dei sistemi di detossificazione, il blocco dei meccanismi di riparazione del DNA e cosa più importante la variazione (modulazione) EPIGENETICA dell’espressione genica,
sono i meccanismi che determinano il danno.

E’ noto che tutti gli esseri viventi utilizzano per l’espletamento delle funzioni vitali, in particolare per i processi enzimatici, quantità variabili di elementi, tra i più importanti: ferro, zinco, rame, manganese.
L'enzima è una proteina in grado di catalizzare una reazione chimica, in altre parole la facilita e accelera i processi biochimici all'interno della cellula, che in loro assenza avverrebbero in tempi lunghi e quindi non ottimali per la vita stessa della cellula.
Gli enzimi sono necessari, come già accennato, per il metabolismo della cellula, ma soprattutto per la formazione di ATP che è la moneta energetica per i processi cellulari; si può comprendere a questo punto la pericolosità a livello molecolare dell’introduzione nell’organismo di metalli pesanti.
Una volta penetrati nell’organismo questi elementi tossici interagiscono con le proteine e per la loro natura cationica, come dimostrato in vitro, possono formare addotti con il DNA.
Le interazioni con le proteine sembrano essere le più importanti dal punto di vista patogenetico, infatti sono state individuate diverse proteine “bersaglio”,  quali quelle implicate nella riparazione del DNA.

Un esempio importante sono le zinc finger protein, gruppo di proteine che dipendono dalla presenza di Zinco e sono caratterizzate da quattro cisteine invarianti e/o residui di istidina  che complessano l’atomo di zinco per formare il dominio zinc finger coinvolto sia nel legame con il DNA, sia nelle interazioni proteina-proteina. Appartengono a questa famiglia proteine che hanno un ruolo importante nei processi di segnalazione del danno del DNA e di riparazione. La più nota è la  p53,  meglio conosciuta come proteina anti-tumorale 53 (guardiano del genoma), che regolando il ciclo cellulare ricopre il ruolo di soppressore tumorale.
 

Fig.1 motivo zinc finger caratterizzato dalla presenza di un atomo di zinco o nel caso dei motivi zinc “cluster” da due.

I sistemi di riparazione del DNA entrano in gioco non solo per induzione da parte di mutageni ambientali ma anche per danni endogeni al DNA, per esempio lo stress ossidativo da produzione di specie reattive dell’ossigeno ROS e dell’azoto RNS che provocano danno per genotossicità indiretta causata dai metalli. Preme ricordare che ROS e RNS sono induttori di segnali mitogeni e attivano la trascrizione genica, anche a concentrazioni minime.  A concentrazioni più alte ROS e RNS possono danneggiare le biomolecole più importanti quali: lipidi, proteine e acidi nucleici e come conseguenza si ha danno sulle principali strutture cellulari, quali la membrana cellulare. I ROS e i RNS possono essere rimossi dall'organismo attraverso sistemi di detossificazione di fase I e fase II, al fine di non provocare danni letali alle cellule.
Nei bimbi autistici abbiamo trovato spesso presenza di metalli pesanti e squilibri di membrana (rilevato con l’esecuzione dell’analisi minerale tissutale, e FatProfile).
In pochi decenni ci siamo trovati di fronte a oltre 100.000 molecole chimiche di sintesi che per i nostri sistemi biologici, e soprattutto per i nostri recettori cellulari, sono novità, ricordando che il genoma non è in grado di adattarsi in modo così veloce ai cambiamenti ambientali.
Non conosciamo ne le loro interazioni e i loro effetti sulle cascate biochimiche intracellulari, sui meccanismi dell’espressione genica, ne gli effetti biochimici diretti o immuno-mediati che i peptidi trasformati rischiano di avere a livello immunologico e/o neuro-endocrino, “ingannando” o alterando i recettori membranari, citoplasmatici, mitocondriali e nucleari..

Nulla sappiamo delle alterazioni epigenetiche e delle interferenze sulla programmazione epigenetica fetale (programmi di espressione genica) nell’ambito dei tessuti ed organi deputati alla regolazione neuro-endocrino-metabolica dell’uomo.
L’immissione in ambiente di molecole ad azione mimetica, metalli pesanti ed altri inquinanti che possono creare problemi allo sviluppo neuro-endocrino dell’embrione, del feto e del bambino è cosa nota e confermata da una moltitudine di studi scientifici.
The Lancet 12 riporta uno studio importantissimo della Harvard School of Pubblic Health riguardante la tematica della “pandemia silenziosa”, cioè dei danni neuro-psichici che sono in continua crescita e interessano almeno il 10% dei bambini del cosiddetto mondo civilizzato.

I metalli pesanti hanno la capacità di penetrare in tutti i tessuti, nelle cellule e in tutti gli organelli cellulari, compreso il nucleo dell’adulto e del feto, alterando l’assetto epigenetico e l’espressione genica delle diverse fasi dello sviluppo, oltre ad interferire con i sistemi enzimatici come già riportato.
Solo a titolo di esempio riportiamo il caso dell’incidente della baia di Minamata, che provocò avvelenamento da mercurio nelle donne in stato di gravidanza che mangiavano pesce inquinato dal metallo fuoriuscito da un impianto industriale. In queste situazioni il mercurio è trasformato in mercurio organico  da microrganismi solfato-riduttori, passa nella catena alimentare perché biomagnificato, e giunge sulla tavola delle ignare donne che lo assorbono e lo distribuiscono nelle loro membrane biologiche e in quelle dei feti, danneggiandoli. I danni maggiori si evidenziano a livello neurologico con deficit mentali e paralisi.

L’avvelenamento dei bambini sta diventando un fatto sistemico con progressione impressionante per la presenza nell’ambiente di tante altre sostanze tossiche come pesticidi, diserbanti, insetticidi, PCBs, diossine e altri che ritroviamo nella placenta, nel sangue cordonale e nel latte materno.

Una nota a parte è riservata alle micotossine che ledono le giunzioni strette fra gli enterociti aprendo la strada alla permeabilità intestinale; tali sostanze risultano essere teratogene, mitogene, cancerogene e immunodepressive. Tutto quanto su riportato potrebbe contribuire a rendere vulnerabile il sistema immunitario del bambino ed esporlo a qualsiasi tipo di patologia.

Nei miei piccoli pazienti affetti da autismo, già all’età di due anni si riscontrano (mineralogramma su capello) elevati livelli di mercurio, alluminio, arsenico e piombo, oltre a bassi livelli di selenio, zinco e rame.

Importante da segnalare lo squilibrio degli elettroliti più comuni che denunciano uno stress ossidativo, che si conferma, sia con la bioimpedenziometria, sia con lo studio degli acidi grassi di membrana.

E' ormai accertato che la pressione ambientale e la presenza di metalli pesanti giochino un ruolo chiave nello sviluppo dell’ASD (Autism spectrum disorder). Un aumento delle concentrazioni di Cu, Pb e Hg, e una diminuzione delle concentrazioni di Mg e Se nei capelli e/o unghie di soggetti autistici potrebbero essere correlati con il livello di gravità della patologia.

Alluminio
Nell’ASD, da più parti, sono chiamati in causa la compromissione delle funzioni immunitarie ed i fattori ambientali, tra cui la vaccinazione, è sempre più sospettata di giocare un ruolo importante.

Analizzando il database del Vaccine Adverse Events USA System CDC (VAERS) è stato evidenziato il legame tra ASD e alluminio contenuto nei vaccini: alla fine del secolo scorso è stato rilevato un aumento di casi di in concomintanza della diminuzione dell'uso di mercurio nei vaccini (con funzione di conservante) ed un aumento di alluminio sotto forma di sale (come adiuvante).
Ricordiamo che i bambini con ASD sono particolarmente vulnerabili ai metalli tossici come l’alluminio e il mercurio, a causa della mancanza di solfato sierico e glutatione (importanti per i sistemi di detossificazione di fase II dell'organismo) e che la quantità di alluminio presente nei vaccini è di gran lunga superiore al livello massimo capace di dare danni neurologici.

Il sistema immunitario (SI) permette all'organismo di difendersi da "aggressioni" di sostanze estranee (virus, batteri, parassiti, ...) che sono chiamati antigeni producendo (NdR: in qualche caso non sempre) anticorpi specifici.
A volte il SI è deregolato per motivi ambientali e genetici e questo può causare disturbi immunologici (malattie autoimmuni-diabete di tipo 1, celiachia, artrite reumatoide, psoriasi, SLA,...-, malattie neurologiche, allergie, ..).
Il 90% del sistema immunitario è localizzato nelle mucose dell'organismo, rappresentando nella quasi totalità dei casi la corretta via di attivazione del SI stesso. Generalmente il SI è in grado di "ricordare" gli antigeni con cui è venuto a contatto; in teoria la memoria dovrebbe essere mantenuta a vita, ma in realtà, come per la memoria cerebrale, vengono mantenuti solo i ricordi più intensi (corretta stimolazione del SI), così che per mantenere la memoria immunitaria c'é bisogno di richiami mediante stimolazioni antigeniche.
I vaccini non stimolano correttamente il SI, così che per avere una memoria immunitaria c'é bisogno di inoculare diverse dosi di vaccino all'organismo ( e non sempre vengono prodotti anticorpi): la produzione di anticorpi da parte della memoria cellulare dipende da quanto forte è stata la risposta Th1, cioè da quanto corretta è stata la stimolazione del SI. Per questo dopo le vaccinazioni, alcune persone producono grandi quantità di anticorpi ed altre non neproducono affatto.

La vaccinazione, altro non è che l'inoculazione di proteine virali, batteriche e tossine; ma queste proteine, inoculate da sole non sono in grado di provocare una risposta immunitaria. C'è quindi bisogno di provocare una infiammazione nel posto di inoculazione, in modo da attivare l'immunità innata e di conseguenza quella acquisita, capace di mantenere la memoria.
L'infiammazione è provocata dall’aggiunta di sali di alluminio nei vaccini che, in realtà ha un doppio compito:
- innescare la risposta infiammatoria
- intrappolare l'antigene in modo da rilasciarlo lentamente, nella speranza di innescare la memoria immunitaria.

Così l’uso dell’alluminio come adiuvante nei vaccini è la norma, anche se i meccanismi che li conferiscono queste proprietà non sono ancora noti, nonostante siano stati condotti diversi studi sia in vivo (animali) che in vitro (colture di cellule del sangue).

Fra i primi studi effettuati allo scopo di chiarire i meccanismi di azione dell'idrossido di alluminio, bisogna ricordare Ulanova et al., che hanno valutato l'effetto diretto dell'idrossido di Alluminio sui monociti umani in vitro. I monociti sono cellule presenti nel sangue capaci di intercettare sostanze estranee all'organismo, di fagocitarle e di attivare la risposta immunitaria secondo una complessa danza di interazioni e comunicazioni cellulari. Nel lavoro citato sono stati osservati cambiamenti rilevanti nelle proprietà accessorie dei monociti dopo l’esposizione a breve termine in coltura di idrossido di alluminio:

  • un aumento dell'espressione delle molecole accessorie per l'attivazione dei linfociti T: CD40, CD54, CD58, CD86, MHC II (Maggiore Complesso di Istocompatibilità di classe II)

  • differenziazione dei monociti in coltura in cellule morfologicamente simili alle cellule dendritiche; le cellule dendritiche sono cellule altamente specializzate capaci di presentare l'antigene per scatenare la risposta immunitaria; tali cellule sono scarsamente presenti nel sangue e si originano da precursori presenti nel midollo osseo in seguito a particolari stimoli antigenici e "messaggi cellulari"

  • aumento della sintesi di interleuchina-4 (IL-4) mRNA; l'IL4 è un messaggero delle cellule dei SI, capace di aumentare la produzione di anticorpi attraverso la stimolazione dei linfociti Th2

  • l'aumento dell'espressione cellulare di MHC di classe II (che indica attivazione immunitaria) non si è verificato dopo l'aggiunta di anticorpi anti IL-4 in coltura, capaci di neutralizzare l'effetto dell'IL4 prodotta dai monociti stimolati dall'idrossido di alluminio.

Questi risultati suggeriscono che l'idrossido di alluminio è in grado di stimolare direttamente i monociti a differenziarsi attivanto la risposta immunitaria cellulo-mediata, cioè capace di coinvolgere i linfociti T. In questo lavoro è stata evidenziata la capacità di indurre i monociti a produrre l'IL4, molecola capace di attivare i linfociti Th2, predisposti a stimolare la produzione di anticorpi ma coinvolti anche nella patologia delle allergiche. Questo spiegherebbe il potente effetto adiuvante dell'idrossido di alluminio, senza il quale gli antigeni somministrati non evocherebbero alcuna risposta.

I composti di alluminio sono stati ampiamente utilizzati come coadiuvanti umani per più di settanta anni.
Ad oggi nonostante i numerosi studi effettuati (Hanfen Li et al., 2007; Lambert S.L et al., 2012; Pashine A. et al., 2005; Seubert A. et al, 2008;..), non sono stati ancora chiariti i meccanismi di azione dell'idrossido di alluminio, unico adiuvante autorizzato per la somministrazione di vaccini nell'uomo né è stata trovata una molecola capace di sostituirlo. Si ripotizza che gli adiuvanti formino un "deposito" presso il sito di iniezione, da cui l'antigene viene rilasciato lentamente, portandolo ad una prolungata esposizione alle APC e quindi ai linfociti, mentre è stato dimostrato che l'idrossido di alluminio migliora l'assorbimento dell'antigene dalle APC in vitro.

Al contrario le ricerche effettuate anche in campo immunologico non hanno fatto altro che complicare l'interpretazioni dei risultati ottenuti. È noto, sopratutto da esperimenti condotti in vitro, che il loro effetto immuno-adiuvante è associato con l'induzione di risposte Th2, ma i meccanismi alla base di questo effetto restano sconosciuti.

In realtà Li H. et al (2007), in esperimenti in vitro, hanno dimostrato come l'idrossido di alluminio è capace di evocare sia la risposta di tipo Th1 (coinvolta nelle malattie autoimmuni) che Th2 (coinvolta nelle allergie), e questo dipende dal microambiente in cui viene stimolata la risposta immunitaria. L'idrossido di alluminio sembra stimolare l'attivazione a cascata delle caspasi, quindi dell'infiammosoma, in particolare della caspasi 1; tale proteina è capace di permettere il rilascio delle interleuchine IL1 ed IL18:
IL 1 attiva i linfociti T helper, in particolar modo i linfociti Th2, aumentando la produzione di anticorpi. IL 18 attiva cellule diverse in funzione del microambiente in cui si trova:

  • se c'è IL12 attiva la risposta di tipo Th1

  • se non c'é IL12 attiva la risposta Th2

Ed i meccanismi alla base di questi effetti (per altro sempre in vitro) "restano sconosciuti" (alla medicina allopatica), nonostante l'infiammosoma è correlato con i danni al sistema nervoso centrale (Bhat and Steinman, 2012)

L'unica cosa chiara (dimostrata anche per le cellule dendritiche, le principali APC dell'organismo) è che il tipo di risposta immunitaria dipende da 2 fattori in particolare:
 

  1. TIPO di Patogeno che stimola la risposta immunitaria (normalmente tutti i virus, ad eccezione dell'HIV, Influenza e Morbillo, aumentano la quantità di IL12 stimolando la risposta di tipo Th1)

  2. TIPO di Ambiente del Sistema Immunitario, cioè il microambiente del singolo individuo in cui avviene la risposta immunologica, definito dalla presenza di interleuchine proinfiammatorie (risposta Th1) ed antinfiammatorie (Th2). Un esempio del microambiente è proprio quello del lattante: per evitare l’azione di rigetto del feto, il sistema immunitario della madre è sbilanciato verso una risposta di tipo Th2, quindi il bambino nasce con un "imprinting" Th2. Dopo la nascita , il sistema immunitario dei lattanti viene stimolato dal latte materno a sviluppare anche le risposte di tipo Th1, man mano che il sistema immunitario della mamma raggiunge un equilibrio. Alla nascita il bambino è quindi quasi incapace di sviluppare risposte immunitarie di tipo Th1 ed il suo sistema immunitario raggiunge la maturazione attraverso gli stimoli del latte materno all'inizio e dall'ambiente in cui vive. Il tipo di microambiente individuale dipenderà comunque dalle caratteristiche genetiche dell'individuo (geni dell'HLA, geni KIR, delle molecole coinvolte nell'infiammazione) che  potrà sbilanciare la sua risposta immunitaria verso Th1, Th2 o Th17.

Altri studi sull’alluminio, presente come adiuvante nei vaccini, dimostrano che:

Ø  il vaccino per la malattia di Lyme è in grado di innescare l'artrite nei criceti geneticamente predispostiil 100% dei criceti ha sviluppato l'artrite (l'alluminio è un potente adiuvante e aumenta    l'espressione dell'MHC )

Ø  si sviluppano malattie infiammatorie articolari e artrite reumatoide in risposta ai vaccini contro l'epatite A e B;  è importante il sottotipo HLA dei soggetti.

Ø  anche il thimerosal induce una sindrome autoimmune in topi transgenici HLA-DR4, con una predisposizione genetica per la malattia autoimmune. Sono stati osservati gravi disturbi comportamentali e neuropatologici, non riscontrati in ceppi di topi che non avevano la predisposizione autoimmune.

In modo più specifico, è stato valutato se l'esposizione all’alluminio dei vaccini potrebbe contribuire all'aumento della prevalenza ASD, infatti i risultati mostrano che:

a)     bambini provenienti da paesi con la più alta prevalenza ASD sembrano avere la maggiore esposizione all’alluminio contenuto nei vaccini

b)    esiste una correlazione significativa tra quantità di Alluminio somministrato ai bambini in età prescolare, in particolare a 3-4 mesi di età, e la prevalenza attuale di ASD in sette paesi occidentali.

c)     l'applicazione dei criteri di Hill's indica che la correlazione tra Alluminio dei vaccini e ASD può essere causale, poiché  i bambini rappresentano la popolazione più a rischio di complicanze a seguito dell’esposizione all’alluminio, è urgente una valutazione più rigorosa della sicurezza di questi adiuvanti.

Sono state analizzate anche le manifestazioni cliniche di pazienti con diagnosi di patologia immune / autoimmune, dopo vaccinazione contro l'epatite B, cercando di trovare i denominatori comuni per tutti i pazienti, indipendentemente dalle malattie diagnosticate, e la correlazione ai criteri di sindrome autoimmune indotta da adiuvanti (ASIA).

Caratteristiche cliniche comuni sono state osservate tra i 93 pazienti con diagnosi di condizione immuno-mediata dopo vaccinazione contro HBV, suggerendo un comune denominatore in queste malattie.
Inoltre, i fattori di rischio rinvenibili all’anamnesi, come una storia di malattie autoimmuni e la comparsa di eventi avversi durante immunizzazione, possono servire per prevedere il rischio di malattie post-immunizzazione.

In conclusione, è noto che gli stimoli immunitari, compresi quelli indotti dal vaccino, possono portare ad alterazioni permanenti del cervello e della funzione immunitaria  in tenera età. Evidenze sperimentali mostrano che la contemporanea somministrazione di due o tre adiuvanti può superare la resistenza genetica alle malattie autoimmuni. Per quanto riguarda i vaccini bisogna aggiungere la variabile tossica legata alla presenza di alluminio (senza il quale il vaccino non scatenerebbe la risposta immunitaria).
Secondo la Food and Drug Administration Americana, spesso non viene fatta una appropriata valutazione sulla sicurezza dei vaccini,  perché non sono stati considerati intrinsecamente tossici.

Nel valutare la tossicità degli adiuvanti nei bambini, dovrebbero essere considerati alcuni aspetti importanti:

a - i neonati e i bambini non dovrebbero essere considerati "piccoli adulti" per quanto riguarda il rischio tossicologico, perché la loro fisiologia li rende molto più vulnerabili agli insulti tossici
b - negli adulti gli adiuvanti contenenti alluminio sono stati collegati a malattie autoimmuni ed infiammatori;  nonostante ciò i bambini sono regolarmente esposti a quantità molto elevate di alluminio in un periodo in cui il loro sistema immunitario non è perfettamente competente

c - si da per scontato che le risposte immunitarie periferiche non influenzano le funzioni cerebrali,  è invece certo che c’è un “cross-talk” neuro-immune bidirezionale cruciale. Queste perturbazioni dell’asse neuro-immune sono state dimostrate in diverse malattie autoimmuni, e si ipotizza che siano causate da una abnorme risposta immunitaria

d - si dovrebbe tener conto della variabilità genetica del bambino, utilizzando geni marcatori di predisposizione

e - si dovrebbe tener conto delle condizioni ambientali del bambino, ad esempio il tipo di nascita (cesareo o naturale), l'allattamento materno, la presenza in famiglia di familiari di primo e secondo grado affetti da malattie autoimmuni, allergie e malattie neuropsichiatriche.

La ricerca dimostra che la crescente preoccupazione riguardante le vaccinazioni, è giustificata.
È evidente il ruolo dei metalli tossici anche in altre patologie emergenti quindi sarebbe auspicabile una maggiore attenzione nei confronti di questo problema da parte di tutti.
By Dott. M. Proietti - Metalli tossici dei vaccini = Autismo vedi: PDF

Bibliografia:
- E. Burgio  la cancerogenesi da metalli pesanti  PROGETTO AMBIENTE E TUMORI

-       Heavy metals a meaningless term ? (IUPAC Technical Report) Pure and Applied Chemistry (2002); 74 (5), 793-807

-       Beyersmann D., Hartwig A. Carcinogenic metal compounds: recent insight into molecular and cellular mechanisms Arch Toxicol (2008) 82:493–512

-       IARC. Some metals and metallic compounds. IARC Monogr. Eval. Carcinog. Risk Hum., (1980)

-       Bridgewater, L. C, Manning, F. C. R., and Patiemo, S. R. Basespecific arrest of in vitro DNA replication by carcinogenic chromium:Relationship to DNA interstrand crosslinking. Carcinogenesis (1994)15

-       Krishna SS, Majumdar I, Grishin NV. Structural classification of zinc fingers: survey and summary Nucleic Acids Res. 2003 Jan 15;31(2):532-50

-       M.Valko, M.Izakovic, M. Mazur, C.J. Rhodes and J. Telser, Role of oxygen radicals in DNA damage and cancer incidence, Mol. Cell. Biochem. (2004), 266; 37–56

-       G. Poli, G. Leonarduzzi, F. Biasi and E. Chiarpotto, Oxidative stress and cell signalling, Curr. Med. Chem. (2004), 11; pp. 1163–1182

-       Genestra M Oxyl radicals, redox-sensitive signalling cascades and antioxidants Cell Signal (2007)

-       M. Valko, H. Morris and M.T.D. Cronin, Metals, toxicity and oxidative stress, Curr. Med. Chem. 12 (2005), pp. 1161–1208; S.S. Leonard, G.K. Harris and X.L. Shi, Metal-induced oxidative stress and signal transduction, Free Rad. Biol. Med. 37 (2004), pp. 1921–1942; S.J. Stohs and D. Bagchi, Oxidative mechanisms in the toxicity of metal-ions, Free Rad. Biol. Med. 18 (1995), pp. 321–336

-       Ohshima H., Tatemichi M., Sawa T. Chemical basis of inflammation-induced carcinogenesis Archives of Biochemistry and Biophysics (2003)

-       Grandjean P; Landrigan PJ Developmental neurotoxicity of industrial chemicals Lancet 2006; 368: 2167–78.

-       Zafrir Y, Agmon-Levin N, Paz Z, Shilton T, Shoenfeld Y.  Autoimmunity following hepatitis B vaccine as part of the spectrum of 'Autoimmune (Auto-inflammatory) Syndrome induced by Adjuvants' (ASIA): analysis of 93 cases. Lupus. 2012 Feb;21(2):146-52.

-       Stephanie Seneff, Robert M. Davidson and Jingjing Liu Empirical Data Confirm Autism Symptoms
Related to Aluminum and Acetaminophen Exposure Entropy 2012, 14(11), 2227-2253; doi:10.3390/e14112227

-       Lakshmi Priya MD, Geetha A. Level of trace elements (copper, zinc, magnesium and selenium) and toxic elements (lead and mercury) in the hair and nail of children with autism. Biol Trace Elem Res. 2011 Aug;142(2):148-58. doi: 10.1007/s12011-010-8766-2. Epub 2010 Jul 13.

-       Blaurock-Busch E, Amin OR, Dessoki HH, Rabah T. Toxic Metals and Essential Elements in Hair and Severity of Symptoms among Children with Autism. Maedica (Buchar). 2012 Jan;7(1):38-48.
- Marina Ulanova,1,* Andrej Tarkowski,2 Mirjana Hahn-Zoric,1 and Lars Hanson1 The Common Vaccine Adjuvant Aluminum

-        Hydroxide Up-Regulates Accessory Properties of Human Monocytes via an Interleukin-4-Dependent Mechanism. Infect Immun. 2001 February; 69(2): 1151–1159.

-       Hart D N J. Dendritic cells: unique leucocyte populations which control the primary immune response. Blood. 1997;90:3245–3287.[PubMed]

-       Holt L B. Developments in diphtheria prophylaxis. London, United Kingdom: Heinemann; 1950.

-       Joseph S B, Miner K T, Croft M. Augmentation of naive, Th1 and Th2 effector CD4 responses by IL-6, IL-1 and TNF. Eur J Immunol. 1998;28:277–289.[PubMed]

-       Kasinrerk W, Baumruker T, Majdic O, Knapp W, Stockinger H. CD1 molecule expression on human monocytes induced by granulocyte-macrophage colony-stimulating factor. J Immunol. 1993;150:579–584.[PubMed]

-       Kelleher P, Maroof A, Knight S C. Retrovirally induced switch from production of IL-12 to IL-4 in dendritic cells. Eur J Immunol. 1999;29:2309–2318.[PubMed]

-       King D P, Jones P P. Induction of Ia and H-2 antigens on a macrophage cell line by immune interferon. J Immunol. 1983;131:315–318.[PubMed]

-       Lauener R P, Goyert S M, Geha R S, Vercelli D. Interleukin 4 down-regulates the expression of CD14 in normal human monocytes. Eur J Immunol. 1990;20:2375–2381.[PubMed]

-       Lindblad E B. Aluminium adjuvants. In: Stewart-Tull D E S, editor. The theory and practical application of adjuvants. New York, N.Y: John Wiley & Sons Ltd; 1995. pp. 21–35.

-       Mannhalter J W, Neychev H O, Zlabinger G J, Ahmad R, Eibl M M. Modulation of the human immune response by the non-toxic and non-pyrogenic adjuvant aluminium hydroxide: effect on antigen uptake and antigen presentation. Clin Exp Immunol. 1985;61:143–151. [PMC free article][PubMed]

-       Mosmann T R, Coffman R L. TH1 and TH2 cells: different patterns of lymphokine secretion lead to different functional properties. Annu Rev Immunol. 1989;7:145–173.[PubMed]

-       Nelms K, Keegan A D, Zamorano J, Ryan J J, Paul W E. The IL-4 receptor: signaling mechanisms and biologic functions. Annu Rev Immunol. 1999;17:701–738.[PubMed]

-       Nicklas W. Aluminum salts. Res Immunol. 1992;143:489–494.[PubMed]

-       Havarinasab S, Lambertsson L, Qvarnström J, Hultman P. Dose-response study of thimerosal-induced murine systemic autoimmunity. Toxicol Appl Pharmacol. 2004 Jan 15;194(2):169-79.

-       Ferrazzi V, Jorgensen C, Sany. Inflammatory joint disease after immunizations. A report of two cases. J Rev Rhum Engl Ed. 1997 Apr;64(4):227-32.

-       Pope J, Stevens A, Howson W, Bell D.A. The development of rheumatoid arthritis after recombinant hepatitis B vaccination. Journal of Rheumatology, 1998, Vol. 25, No. 9, p 1687-1693.

-       Marina Ulanova, Andrej Tarkowski, Mirjana Hahn-Zoric and Lars Hanson. The Common Vaccine Adjuvant Aluminum Hydroxide Up-Regulates Accessory Properties of Human Monocytes via an Interleukin-4-Dependent Mechanism. Infect Immun. 2001 February; 69(2): 1151–1159.

-       Bhat R and Steinman L.. Innate and Adaptive autoimmunity directed to the Central Nervous System. Neuron, 2009, vol 64 (15): 123-132.

-       Hanfen Li, Suba Nookala and Fabio Re. Aluminum Hydroxide Adjuvants Activate Caspase-1 and Induce IL-1b and IL-18 relapse. The Journal of Immunology. 2007, 178: 5271-5276.

-       Lambert SL, Yang C-F, Liu Z, Sweetwood R, Zaho J, Cheng L, Jin H, Woo J. Molecular and cellular response profiles induced by the TLR4 agonist-based adjuvant glucopyranosyl Lipid A. PLOS ONE, 2012, 7(12): 1-11.

-       Pashine A, Valiante NM, Ulmer JB. Targeting the innate response with improved vaccine adjuvants. Nature Medicine, 2005, 11 (4): 563-568.

-       Seubert A, Monaci E, Pizza M, O'Hagan D, Wack A. The adjuvants aluminum hydroxide and MF59 induce monocyte and granulocyte chemoattractants and enhance monocyte differentiation toward dendritic cells. The journal of Immunology, 2008, 180: 5402-5412.

-       Yu J, Venstrom JM, Liu X-R, Pring J, Hasan RS, O'Reilly RJ, Hsu KC. Breaking tolerance to self, circulating naturla killer cells expressing inhibitory KIR for non self HLA axhibit effector function after T cell-depleted allogenichematopoietic cell transplantation. Blood, 2009, 113 (16): 3875-3864.

-       Torres AR, Westover JB, Rosenspire AJ. HLA Immune function genes in autism. Autism research and treatment, 2012: 1-9.

-       Ashwood P, Wills S, Van der Water J. The immune response in autism: a new frontier for autism research.Journal of leukocyte Biology, 2006, 80: 1-10.

-       Havarinasab S, Lambertsson L, Qvarnström J, Hultman P. Dose-response study of thimerosal-induced murine systemic autoimmunity. Toxicol Appl Pharmacol. 2004 Jan 15;194(2):169-79.

-       Exley C, Swarbrick L, Gherardi RK, Authier FJ. A role for the body burden of aluminium in vaccine-associated macrophagic myofasciitis and chronic fatigue syndrome. Med Hypotheses. 2009 Feb;72(2):135-9. doi: 10.1016/j.mehy.2008.09.040. Epub 2008 Nov 11.

-       Tomljenovic L, Shaw CA. Mechanisms of aluminum adjuvant toxicity and autoimmunity in pediatric populations. Lupus. 2012 Feb;21(2):223-30.

-       Tomljenovic L, Shaw CA. Do aluminum vaccine adjuvants contribute to the rising prevalence of autism? J Inorg Biochem. 2011 Nov;105(11):1489-99. Epub 2011 Aug 23.


Links:

1)         IARC - INTERNATIONAL AGENCY FOR RESEARCH ON CANCER - http://www.iarc.fr/       

2)         International Union of Pure and Applied Chemistry  -  http://www.iupac.org/   

Studio CINESE CONFERMA che i VACCINI PRODUCONO SHOCK IMMUNITARI e AUTISMO


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
 

Studio conferma l'utilita' di dieta alimentare senza glutine ne' caseina, per i Bambini rovinati dai vaccini
Una dieta che escluda gli alimenti che contengono glutine e caseina sarebbe utile per aiutare i bambini affetti da autismo; a sostenerlo e' uno studio condotto dai ricercatori Università del Sunderland, in Inghilterra, e pubblicato sulla rivista scientifica Nutritional Neuroscience.
Per giungere alla conclusione che i bambini autistici che seguono una particolare dieta vedrebbero migliorato il comportamento, i ricercatori hanno esaminato 72 bambini di età compresa tra i 4 e i 12 anni affetti da autismo; i bambini sono stati divisi in due gruppi: il primo ha seguito una dieta a base di alimenti senza glutine e senza caseina, il secondo, invece, una dieta normale. Dopo i primo otto e dodici mesi sono stati effettuati i test di controllo riguardanti il comportamento, l’iperattività, il livello di sviluppo e la disattenzione.
Dai risultati dei test e' stato riscontrato il fatto che i bambini del primo gruppo, cioe' quelli che avevano seguito la dieta senza glutine e caseina presentavano miglioramenti in tutti i campi di valutazione rispetto ai bambini che avevano seguito la dieta normale. I ricercatori hanno condotto un’ulteriore fase di studio della durata di dodici mesi alla quale hanno partecipato tutti i bambini, che hanno mostrato globali segni di miglioramento.

La Medicina Naturale consiglia in TUTTE le malattie e quindi anche per l'autismo:
Questi sono i più importanti interventi che andrebbero considerati:
- Controllo e riordino del tratto gastrointestinale: tutti i bambini malati di qualsiasi malattia, soffrono di diarrea e/o stitichezza, esofagiti, gastriti, duodeniti e coliti, sintomi che sono responsabili di una varietà di altri sintomi come dolori addominali e risvegli notturni. - Molti soffrono, specie quelli vaccinati, anche di una proliferazione di candida nell’intestino.
Quindi la supplementazione, integrazione con fermenti lattici, scelti a seconda dei casi, va effettuato in forma costante e la piu' completa possibile.
L'alimentazione deve essere riordinata a seconda dei singoli casi, ritornando all'inizio del riordino, con un'alimentazione liquida (succhi di frutta e verdure NON industrializzati, ma centrifugati in casa, assieme alle micro diete, passando dopo una o piu' settimane, a quella un poco piu' solida come i frullati, evitando all'inizio qualsiasi cereale, anche quelli senza glutina, e prodotti animali, in modo da permettere il ripristino della flora batterica autoctona sempre compromessa in ogni malato, ma specie nei vaccinati !
- In tutti i casi, eliminare la caseina (e tutti i prodotti derivati dal latte, formaggi ecc.), dal momento che esiste una convincente evidenza che un gran numero di questi bambini ha allergie e/o sensibilità reattiva al latte.
- Sono anche considerevolmente presenti, specie nei soggetti vaccinati, anche sensibilità al glutine, e quindi eliminare anche questa proteina (cosa più difficile da fare) ma merita un tentativo. Si tratta di quella che viene definita dieta GF/CF (senza glutine e caseina).
Anche l' idea ormai confermata, di un eccesso di oppioidi supporta questa dieta.
- Detossificazione: esistono significative evidenze di come la detossificazione risulti danneggiata in molti di questi bambini.
Il solfato gioca un ruolo importante in questo processo e circa il  90% dei bambini autistici ne possiede livelli molto bassi, con serie difficoltà nell’escrezione delle tossine assunte o generate dal corpo.
Il solfato e' anche un elemento cruciale nella salute del tratto gastrointestinali. Può aiutare ripristinare il solfato con magnesio solfato (epsom salt), meglio il cloruro di magnesio.
- Anche l'accumulo di metalli pesanti può contribuire a questo deficit, ma la terapia di chelazione dovrebbe essere considerata solo dopo accurate analisi, ma comunque effettuata. Ridurre il carico di tossine risulterà di sicuro beneficio per questi bambini.
Le tossine possono avere varie provenienze (vaccini che sono un cocktail di sostanze tossiche, insetticidi, diserbanti, mercurio nelle amalgami delle madri, arsenico, gas di scarico, ecc) o domestica (formaldeide, prodotti per le pulizie, composti volatili organici, piombo, ecc).
- Considerare anche la riduzione in certi casi, di prodotti alimentari contenenti fenoli (deficienza fenol-sulfur-transferasi), come le mele.
- Cercare il riordino dallo Stress ossidativo cellulare e quindi tissutale: il ciclo della metilazione (effettuata e catalizzata dagli enzimi, il cui sistema nei vaccinati e' sempre compromesso, per cui va ripristinato con l'assunzione di enzimi  vegetali, assieme a vitamine e sali minerali) oltre alla supplementazione di batteri autoctoni ed altri meccanismi antiossidanti sono spesso difettosi; la diminuita capacità di inattivare i radicali liberi ed eliminarli, può avere effetti significativi sul sistema nervoso centrale.
Sono quindi altamente consigliati integratori di vitamine e minerali enzimi e batteri autoctoni, in quanto molti bambini con autismo hanno diete limitate e ristrette. Eliminare l’apporto di alimenti conservati (ricchi di radicali liberi).

Ricordiamo sempre che ogni bambino richiede un differente protocollo di trattamento,  per applicare il quale il genitore e/o il medico capace, sarà guidato, oltre che dalla sua esperienza, dalle necessarie analisi, ed anche dai resoconti dei genitori sui cambiamenti comportamentali che essi osserveranno in funzione delle terapie applicate.
Ovviamente, applicando il metodo per prove ed errori, e' importante intraprendere i nuovi trattamenti  uno per volta per valutarne correttamente l’impatto sulla salute e sul comportamento del singolo soggetto.
Tratto in parte da emergenzautismo.org

1 - Come abbiamo piu' volte affermato la Medicina Naturale afferma che la malattia nasce per gli errori etici, cioe' errori comportamentali "contro Vita", quindi anche nel caso dell'autismo, gli errori dei genitori, dei nonni che si sono vaccinati, ricadono sui loro figli indebolendo la loro progenie, la quale se viene ri-vaccinata puo' far somatizzare qualsiasi tipo di malattia, e come in questo caso, anche l'autismo.
Per cui occorre che questi genitori ormai consapevoli dei danni dei VACCINI, NON vaccinino MAI piu' i loro figli e si istruiscano, studiando a fondo il problema, per trovare le soluzioni adatte ai loro figli malati; la medicina Naturale li puo' aiutare e molto.
Ma comunque occorre far presente che, ogni soggetto malato e' un caso a se', e cio' che va bene ad uno, puo' non andar bene ad un'altro, salvo le linee generali della Med. Naturale, che qui sotto esponiamo nel piccolo e sintetico "protocollo", e comportamento che forse, dovra' essere mantenuto per tutta la vita del soggetto, dato che le malattie indotte dai vaccini se hanno creato gravi danni NON possono essere guarite totalmente, ma SOLO tenute sotto controllo dai comportamenti pro vita.

2 - alimentare i soggetto malato SOLO a base di cibi crudi (frutta e verdura Biodinamica, perche' sia la frutta che la verdura biologica contengono anche gli enzimi adatti alla loro digestione, oltre a migliori qualita' e quantita' di vitamine e minerali; alle volte possono essere utili anche le  micro diete) centrifugati e/o frullati come pappine, a seconda dei casi, oltre al fatto che il tutto costa MOLTO MENO degli integratori.

IMPORTANTE: La caseina (latte, yogurt, formaggi ed affini),  il glutine e le carni, sono esclusi in modo tassativo dalla dieta anche se non di tipo **crudista**, come consiglia la Medicina Naturale - Alle volte puo' essere utile anche il diguno.
Ma ricordo che, molta importanza hanno anche i cibi assunti non adatti al gruppo sanguigno del soggetto allergico.

L'eliminazione dalla dieta alimentare nell'autismo, del glutine e della caseina, e' assolutamente indispensabile, in quanto queste due sostanze introdotte nell'apparato gastrointestinale di un malato di autismo, che ha sempre importanti problemi all'intestino, si trasformano in sostanze particolari simili agli oppioidi le quali trasportate dal circolo sanguigno, vanno a sovraeccitare ed infiammare le cellule ed i tessuti nervosi della Glia, generando anche ed in certi casi: malfunzioni nervose, motorie, linguistiche, visive, uditive, della concentrazione, dell'attenzione e quindi anche dell'apprendimento e dello sviluppo mental-Sprituale.
3 - idrocolonterapia quasi o plurigiornaliera, a seconda dei casi, protratta per molti giorni alle volte anche 30 gg.
4 - disintossicazione totale del corpo + chelazione dei metalli tossici.
5 - Integrazione, solo se necessario, di Probiotici (lattobatteri in capsule) = ATTENZIONE alle reazioni individuali a qualsiasi integratore, probiotico ecc. e se del caso, sospendere o variare il tipo e/o le dosi consigliate.
6 - Inoltre per disinfiammare l'intestino (sempre alterato ed infiammato nei malati) occorre raffreddare il ventre con cataplasmi di argilla fredda o fango (terra), oppure con fasciature fredde + occorre anche utilizzare un **deionizzatore passivo** NON attivo; per i particolari, ben descritti sul tema, vedi: Bioelettronica
7 - per le candidosi, ed i parassiti, che in genere possono accompagnano qualsiasi malattia, vedi. Candida + Antiparassiti
8 - Training sensoriale, terapie comunicazionali con una educazione particolare, con personale specializzato.

NON esiste alternativa valida a queste semplici ma efficaci terapie naturali, poco costose, per i primi 6 punti.

vedi: Protocollo della Salute + Perche' nasce la malattie + Come nasce

Anche il Figlio di John Travolta era autistico, ora (04-01-2009) e' deceduto:
Bahamas. La morte del figlio di John Travolta. La verità dall'autopsia
GRAND BAHAMA. Le autorità delle Bahamas hanno disposto che sia effettuata l'autopsia sul corpo di Jett Travolta, 16 anni, il figlio dell'attore americano John Travolta morto venerdì scorso mentre con i genitori era in vacanza alle Bahamas.
Il ragazzo, che soffriva di autismo, sarebbe stato colto da un attacco epilettico mentre era da solo nel bagno dell'appartamento che John Travolta e la moglie, Kelly Preston, hanno alle Bahamas, all'interno di un resort di lusso sull'isola di Grand Bahama.
La polizia ha riferito che Jett Travolta avrebbe battuto violentemente il capo e sarebbe rimasto nel bagno privo di sensi per ore.
E' stata un'assistente del resort a trovarlo e a dare l'allarme. Trasportato all'ospedale più vicino, il ragazzo e' morto "per arresto cardiaco verso le dieci del mattino", un paio d'ore dopo il ricovero, come ha riferito uno dei legali di famiglia di Travolta, Michael Ossi.
Jett Travolta aveva avuto problemi di salute fin dalla nascita (
era stato vaccinato). All'età di 2 anni, come riportano oggi alcuni tabloid americani, gli era stata riscontra la Sindrome di Kawasaki, una malattia molto rara che colpisce i bambini piccoli e che porta ad avere febbri molto alte, annullando ogni difesa immunitaria. "Jett dovette essere ricoverato in ospedale, per lui era come un veleno qualsiasi cosa toccasse, dai giocattoli al tappeto su cui giocava - aveva detto Travolta in un'intervista del 2005 -. In quei giorni tremava con tutto il corpo, fu il momento più spaventoso della mia vita".
Le condizioni del piccolo
migliorarono dopo che Travolta si decise a seguire un programma di disintossicazione basato sugli scritti di Ron Hubbard, il fondatore di Scientology.
Il ragazzo, secondo quanto riferito da tutti i media, da anni soffriva di autismo, ma il padre, che e' uno dei sostenitori più celebri di Scientology, non aveva mai confermato la circostanza, ma nello stesso tempo si era sempre rifiutato di far seguire al figlio un programma psichiatrico, un tipo di intervento medico che Scientology sconsiglia.
John Travolta, 54 anni, sposato con l'attrice Kelly Preston, 46 anni, ha anche una figlia, Ella Bleu, di 8 anni. Il legale dell'attore ha riferito che, dopo l'autopsia, il ragazzo sarà riportato in Florida e sarà sepolto a Ocala, dove la famiglia Travolta vive.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Le famiglie dei bimbi Autistici: NON possiamo attendere le cure ufficiali  - "Non sarà scienza, ma la sua cura funziona" -
Ferma replica a Carlo  Hanau.... (Dirigente dell'Angsa)
POGGIO RUSCO. Diverse lettere sono giunte alla redazione della Gazzetta da genitori di bambini affetti da sindrome autistica che replicano alle dichiarazioni di Carlo Hanau, intervenuto in rappresentanza dell'Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici in merito alla terapia del dottor Massimo Montinari, per la quale due genitori di Poggio, M.M. e M.B., si sono visti negare dall'Asl l'erogazione dei farmaci.
Secondo Hanau, i benefici di questa ed altre terapie alternative si possono spiegare come il risultato di un insieme di "suggestioni" oltre alla ciclicità della malattia.

Le associazioni come Angsa diffidano i genitori dal credere a queste illusioni. Ma i genitori che hanno scritto da Napoli, da Taranto, da Milano, da Salerno, da Roma e dalla Toscana non ci stanno a passare per creduloni, raccontano i miglioramenti ottenuti con queste terapie e chiedono un'autentica attenzione da parte della medicina ufficiale. Sulla stessa lunghezza d'onda anche altri due genitori di Poggio che non seguono il Protocollo Montinari, ma il "metodo Dan" !.
«Noi non cerchiamo la pillola miracolosa, ma migliorare le condizioni di questi bambini che soffrono - dicono R.G. e G.V., genitori di un bambino autistico di 8 anni - Esistono studi che dimostrano la relazione tra i problemi gastroenterici ed autismo.
Si e' verificato che in queste persone glutine e caseina non vengono scomposti in proteine e tramite il sangue, passano direttamente dall'intestino al cervello.
Queste gluteomorfine e caseomorfine che finiscono nel cervello creano un effetto oppiaceo e questo provoca la condizione tipica delle persone affette da autismo. Non e' un caso che alla base di tante terapie non riconosciute ufficialmente ci sia la dieta senza glutine e caseina.
Perche' la medicina ufficiale non vuole tenerne conto ? L'Autismo e' una malattia complessa.

Chi ha la nostra esperienza sa che bisogna risolvere questi problemi metabolici prima di occuparsi dell'aspetto neuro-pasicologico che e' conseguente. E' ovvio che chi non vuole abbandonare i propri figli si rivolga a terapie la cui efficacia non e' dimostrata dalla scienza, ma dall'esperienza. Non possiamo aspettare per anni le dimostrazioni scientifiche senza fare nulla per aiutare nostro figlio. Meglio prendere altre strade, dove le prove sono date dall'evidenza e i risultati ci sono. Come si può pensare che migliaia di genitori siano vittime della stessa illusione ? E poi il dottor Montinari e' un medico qualificato; noi ci siamo recati in centri specializzati negli Stati Uniti dove lavorano medici conosciuti a livello internazionale.
Perche' scartare a priori le testimonianze di queste persone ?
Che lo faccia Hanau e' ancora più grave, dato che lui non e' medico, ma esponente di un'associazione che dovrebbe rappresentare i genitori».
By Roberta Bassoli  -  09 Gen. 2007 - La Gazzetta di Mantova

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

EPILESSIA  - Tetano
Malattia associata in moltissimi casi all'Autismo
Si ritiene che la causa di questo disturbo consista in un difetto nell'assorbimento intestinale di Mg2+, abbinato a dei batteri autoctoni mutati in patogeni - molto probabilmente il  Clostridium tetanis !
La malattia esordisce generalmente nel neonato (di pochi mesi) e i pazienti presentano irrequietezza, tremore, tetania ed evidenti crisi epilettiche (Pronicka et al., 1991; Challa et al., 1995; Abdulrazzaq et al., 1989).
Walder et al. (1997) hanno identificato una regione di concatenazione sul cromosoma 9q in famiglie Beduine consanguinee, affette da HSH.
Inoltre, in un paziente, hanno identificato una traslocazione t(X;9q) e hanno quindi identificato il locus per l'ipomagnesemia associata ad ipocalcemia secondaria, HOMG, su 9q12-q22.2.
Cio' accade specie nei soggetti vaccinati e quindi in situazione di malassorbimento per la disbiosi importante e quindi il pH digestivo alterato anche dai vaccini inoculati).

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

MUTAZIONI GENETICHE dai VACCINI =
esempio: Autismo
ECCO SPIEGATA la CAUSA GENETICA (NdR: e non e' la sola variante Genetica,  vedi anche QUI)
La pericolosità dei frammenti di DNA umano è dovuta al fatto che la probabilità di ricombinazione di questi frammenti con il materiale genetico di chi è stato vaccinato è un miliardo di volte più alta di quella che sarebbe con l'uso di cellule animali.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Autismo da virus (vaccinale)
Il meccanismo delle encefaliti virali e' noto e sono noti casi di autismo prodotti da encefaliti virali. Il passaggio dell'attacco del virus latente (vaccinale) all'autismo e' meno ovvio e più articolato. Infatti c'e' una progressione asintomatica, clinicamente invisibile, se si eccettuano inizialmente, reazioni post-vacciniche quali febbri, pianti prolungati con strilli acuti, alterazione del ritmo del sonno, etc.
La vaccinazione non fa altro che realizzare proprio quello che tutto il corpo e il sistema immunitario cercano di evitare o prevenire quando in contatto con un virus: ovvero l'iniezione immette il virus direttamente nel sangue, senza che siano state attivate le difese locali e fagocitarie, offrendogli accesso libero ed indisturbato verso alcuni target più delicati e questa volta vulnerabili (neurologico, endocrino, etc). 
Zecca e collaboratori (1998) segnalano che i livelli di anticorpi a rosolia e morbillo in bambini diagnosticati autistici erano del 300% superiori a quelli normali. Questi livelli elevati di anticorpi possono essere interpretati come un'attivazione cronica del sistema immunitario contro un' infezione subclinica.

Ricercatori del Royal Free Hospital di Londra (Wakefield, 1998 e 2000) hanno dimostrato, mediante ileocolonscopia, la presenza nell'intestino del virus latente del morbillo nel 100% dei bambini la cui regressione autistica aveva avuto inizio con reazioni avverse alle vaccinazioni.

Un altro gruppo di ricerca, quello irlandese del prof. John O'Leary, ha confermato la presenza del virus del morbillo dello stesso ceppo del vaccino che i soggetti esaminati avevano fatto, nell'intestino di 24 bambini autistici su 25.
Sembra che il bambino autistico non riesca a liberarsi della presenza di tale virus vaccinale nell'organismo.
Il prof. Kawashima, dell'Università di Tokio, ha trovato il virus del morbillo (del ceppo vaccinale) nel sangue di bambini che hanno avuto una regressione autistica a seguito delle vaccinazioni.
Virus di ceppi vaccinali dunque sono una presenza costante (anche a distanza di anni dalla vaccinazione)  in bambini autistici ma non in bambini di controllo sani.

Commento NdR: .....perche' nei soggeti sani, i virus vaccinali si annidano in cellule e non si possono detettare !
Con il test rapido del sangue denominato "Polymerase Chain Reaction" (PCR test), cioe' test sulla catena di reazione della polimerase, e' possibile rilevare la presenza subclinica nell'organismo del virus dello stesso ceppo vaccinale.
By Lorenzo Acerra - Federazione del COMILVA

NON E' solo il MERCURIO il NEMICO da BATTERE
Frequentemente si sente parlare di "chelazione" per eliminare i metalli tossici dall'organismo dei bambini affetti da "sindrome autistica" ma non sempre e' una terapia consigliabile, a volte può creare accumulo a livello renale ed epatico con conseguenze facilmente immaginabili.
Il "problema mercurio" e' riferibile alla sua azione, anche in microdosi, sulle catene aminoacidiche leganti le molecole del sistema HLA e la relativa rottura dei ponti disolfuro delle stesse: reazioni allergo-immunologiche. Non e' quindi la "chelazione"la panacea, ma la sostituzione dei metalli tossici con lo zinco nei recettori specifici e la sua trasformazione in enzima che interviene nelle funzioni mitocondriali.
Il problema NON e' solo  il tessuto di  preparazione del vaccino (fra parentesi non si coltivano i virus perche NON sono ne' micro organismi, ne' vegetali essi sono PROTEINE complesse a DNA, ma solo si replicano in colture di cellule) infatti  non sono ne' vivi, ne' si possono quindi uccidere, come NON si puo' uccidere nessuna proteina !
Di fatto, E' il principio stesso del vaccino che e' pericoloso perche' induce intossicazioni + infiammazioni quindi immunodepressione, dalla immunita' aspecifica che si ha quando si nasce, con il vaccino si tende a voler specializzare l'immunita' mandandola semplicemente in confusione, cioe' in malfunzione, quindi successivamente al vaccino si puo' essere soggetti a qualsiasi tipo di malattia,  AIDS compreso, perche' trattasi proprio di malattia del sistema immunitario !
 
Quindi consigliamo a TUTTI quelli che affermano che i vaccini fanno bene...di informarsi bene sugli studi esistenti sui danni dei vaccini e,  se capaci, di confutare quegli studi direttamente ai loro autori, che comprovano le intossicazioni gravi, infiammazioni importanti,  lesioni ischemiche, al sistema immunitario  e le mutazioni genetiche  indotte dagli stessi Vaccini sui poveri soggetti vaccinati.

I sintomi d'autismo appaiono già dopo i primi mesi di vita.

Contrariamente a quanto si è creduto finora gli iniziali segni di possibile sviluppo dell’autismo si verificano nei primi 6 mesi di vita del neonato e si evidenziano specificatamente tra i 6 e i 12 mesi (NdR: proprio l'eta' nelle quali avvengono le prime vaccinazioni).

Lo afferma un nuovo studio condotto dell’Università della California - Davis (UCD) MIND Institute di Sacramento che mette il luce come i primi sintomi della malattia siano manifestati dal bambino nei primi 6 mesi di vita con la balbuzie, una riluttanza al contatto visivo e al sorriso.

Nello studio sono stati coinvolti 50 neonati che sono poi stati seguiti per cinque anni, analizzando il comportamento. Nello specifico sono stati controllati le occasioni in cui sorridevano, chiacchieravano o cercavano il contatto visivo.

Il gruppo di 50 neonati era formato da 25 ad alto rischio, con problemi famigliari e storia di autismo in famiglia. Gli altri 25 erano bambini a basso rischio, nati da gravidanza portata correttamente a termine e senza background di autismo in famiglia.

I dati raccolti a distanza di 12, 18, 24 e 36 mesi sono stati valutati utilizzando due sistemi diagnostici: il Autism Diagnostic Observation Schedule (ADOS) e il Autism Diagnostic Interview-Revised (ADI-R).

Le osservazioni hanno evidenziato che già a 12 mesi di età i bambini mostravano diverse modalità di comportamento e che l’86% dei bambini che hanno sviluppato l’autismo mostrava i sintomi dopo i 6 mesi di vita.

«La maggior parte dei bambini (autistici) nasce con una relativamente normale abilità sociale, ma poi attraverso un processo di graduale declino nella capacità di risposta sociale, i sintomi dell'autismo iniziano a emergere tra i 6 ei 12 mesi di età», commenta la dr.ssa Sally Ozonoff, professoressa di psichiatria e scienze comportamentali e coordinatrice dello studio.

I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla versione online della rivista dell’American Academy of Child & Adolescent Psychiatry e sono stati accolti dalla comunità scientifica come una possibilità in più per comprendere precocemente il possibile sviluppo della malattia ed essere d’aiuto già in fase iniziale ai genitori di questi bambini.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Autismo: scoperto il test prenatale – In Inghilterra e’ scontro sull’esame
Il livello di testosterone nell'utero può aiutare a prevedere il disturbo
Gli esperti: la sindrome e' legata a talenti particolari, interrompere le gravidanze sarebbe gravissimo.

LONDRA – Gen.  2009
La misura dei livelli di testosterone nell’utero potrebbe aiutare a prevedere se un bambino può diventare autistico. Secondo uno studio pubblicato sull’ultimo numero della rivista "British Journal of Psychology", per effettuare il test basterebbe il prelievo del liquido amniotico.
La ricerca, guidata da Bonnie Auyeung della Cambridge University, ha tenuto sotto osservazione, per otto anni, 235 bambini le cui madri si erano sottoposte ad amniocentesi.
Secondo gli autori, ci sarebbe una stretta relazione tra alti livelli di testosterone nell’utero e lo sviluppo di tratti tipici dell’autismo, come la mancanza di socializzazione e un vocabolario ridotto. Inoltre, la probabilità che sia coinvolto proprio l’ormone maschile e' giustificata anche dal fatto che la gran parte dei soggetti autistici sono di sesso maschile.
La notizia, scrive il Guardian, ha subito scatenato reazioni discordanti tra gli esperti britannici che già prevedono un acceso dibattito nazionale sul tema: il test offrirebbe, di conseguenza, l’opportunità alle madri di decidere se portare avanti o meno la gravidanza di un bambino che presenta questa difficile condizione. Ma molte persone che oggi conducono una vita normale sono clinicamente da considerare "borderline". e' il caso, ad esempio dell’attrice americana Daryl Hannah, nota per i suoi ruoli in "Splash - una sirena a Manhattan", "Blade Runner" e "Kill Bill", a cui da bambina era stata diagnosticata una forma leggera.

Inoltre questo disturbo e' spesso legato a talenti particolari: presenta infatti un ampio spettro di casi che vanno dai bambini assolutamente incapaci di comunicare a individui dotati di menti geniali, soprattutto nel campo della musica o della matematica. Al progetto di individuare l’autismo tramite amniocentesi si oppongono in modo particolare i genitori di bambini che presentano il problema perche' temono che ciò porti a una maggior discriminazione e meno aiuti per i loro figli.
L’esame, infatti, apre un dibattito sulle implicazioni etiche della scoperta: i genitori dopo aver saputo che il neonato soffrirà di autismo potrebbero decidere di eliminare il feto. Lo ha spiegato l’autore dello studio, il professore Simon Baron-Cohen, che si e' chiesto se «il test sia a questo punto consigliabile ?
Cosa rischieremo di perdere se i bambini autistici fossero eliminati dalla popolazione?».
Cohen ha ricordato che «già esiste un test per la sindrome di Down e che i genitori possono legalmente scegliere di porre termine alla gestazione ma l’autismo e' spesso fonte di talenti particolari».
La scoperta del legame alta concentrazione di testosterone-autismo potrebbe però spingere le case farmaceutiche a sviluppare nuovi farmaci per ridurre il tasso dell’ormone incriminato. La Società britannica autistici non si e' espressa a favore o contro il test ma si e' limitata ad osservare che potrebbe aiutare i genitori a prepararsi ad affrontare le difficoltà di crescere un bambino sapendo dall’inizio cosa li aspetti. Al momento a molti bambini la malattia non e' diagnosticata prima dei due o tre anni di età, portando in molti casi alla disperazione le coppie che non riescono a spiegarsi le ragioni dei disturbi dei loro figli.
Tratto da: lastampa.it

vedi: Nuove frontiere in medicina + Medicina: tutto quello che avreste voluto sapere + Falsita' della medicina ufficiale  + Pubblico Credulone + Industria della Malattia + Medicina secondo Ragione + NUOVA MEDICINA: HUMAN DEVELOPMENT INTERPRISE (PDF in Italiano del dott. F. Verzella)

La prova della FRODE del CDC per le cause dei Vaccini nell'Autismo - CONFESSIONE di un alto dirigente CDC, davanti al Congresso US

Continua da e per: Autismo - 1 + Autismo - 2 + Autismo - 4 + Autismo 5
Danni vaccini - 1 + Danni vaccini - 2 + Danni vaccini - 3 + Danni neurologici

Pag. 6  -  Pag. 7  -  Pag. 8  -  Pag. 9  -  Pag. 10  -  Pag 11  -  Pag. 12  -  Pag. 13  - Pag 14  - Pag 15  -
Pag. 16  -  Pag. 17  -  Pag. 18  -  Pag.19  -  Pag. 20  -  Pag. 21
vedi Dati ISTAT sui Vaccini +   Malattie e Vaccini