Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


LEGA NAZIONALE CONTRO la PREDAZIONE di ORGANI
e la MORTE a CUORE BATTENTE
PAG.2

QUELLO CHE NON TI HANNO DETTO

Non ti hanno detto che l’espianto di organi quali cuore, fegato, polmoni, reni, ecc., si effettua solo e sempre da persona in coma, con respirazione aiutata, e non da cadavere freddo e rigido come tutti intendiamo.
La persona viene incisa dal bisturi mentre il suo cuore batte, il sangue circola, il corpo è roseo e tiepido, urina, può muovere gambe, braccia, tronco, ecc... 
Le donne gravide portano avanti la gravidanza.
Non è vero che prima si interrompa la ventilazione e che poi, a cuore e respiro fermi, si inizi il prelievo, ma è proprio l’opposto. Gli organi vengono tolti da persona che ha perso la coscienza le cui reazioni alla sofferenza prodotta dall’espianto sono impedite da farmaci paralizzanti o da anestetici. 
Si parla di "morte clinica" quando cuore e polmoni si arrestano per qualche minuto, ma è ancora possibile riattivare il sistema cardiocircolatorio prima che i tessuti degenerino (le cellule nervose muoiono già dopo due minuti).
Si parla di "morte biologica" quando in una prima fase cessano di funzionare cuore, polmoni e sistema nervoso, mentre dopo 24-48 ore muore ogni singola cellula (morte assoluta).
Ora mi rivolgo a coloro che volessero donare gli organi: è tra queste due fasi che si può procedere all'espianto.

Or. David W. Evans, FeIIow Commoner of Queens’ College Cambridge, 
cardiologo dimessosi dal Papworth Hospital per opposizione alla morte cerebrale, afferma: “Non c’è modo di accertare una vera morte cerebrale prima della cessazione della circolazione sanguigna. 
C’è una grande differenza tra essere veramente morto ed essere dichiarato clinicamente in morte cerebrale”. 
(Audizione Parlamento Italiano ‘92)

Ricercatori dell’Harvard University affermano già dal 1992, che non è possibile accertare la cessazione irreversibile di tutte le funzioni del cervello con i mezzi clinico-strumentali attuali. [Critical Care Medicine-voI. 20, n0 12, 1992, Harvard Medical School, Boston, Rethinking Brain Death (Ripensamento sulla morte cerebrale).

Il  Presidente dell’Associazione internazionale di Bioetica, Peter Singer, al congresso di Cuba (1996), in merito alla riluttanza a donare organi, ha affermato:
“La gente ha abbastanza buon senso da capire che i "morti cerebrali" non sono veramente morti.. .la morte cerebrale non è altro che una comoda finzione. 
Fu proposta e accettata perché rendeva possibile il procacciamento di organi”.

IL DIBATTITO SCIENTIFICO INTERNAZIONALE È ROVENTE,  
MA in ITALIA CONTINUA la CENSURA
- QUELLO CHE DEVI SAPERE

È in vigore la Legge n. 91 del 1/4/99, detta del SILENZIO-ASSENSO/ORGANIZzAZIONE/pRo­MOZIONE TRAPIAXTIIEXPORT.
Essa va a sommarsi alla legge 578/93 e al DPR 582/94 che impongono la dichiarazione della falsa morte cerebrale.
Confonde l’espianto di organi che è sempre e solo a cuore battente, con il prelievo di tessuti che avviene dopo arresto respiratorio e cardio-circolatorio di 20 minuti.
Questa legge schederà presso le ASL/USL tutti i cittadini in donatori e non-donatori: coloro che non manifesteranno la loro volontà verranno considerati donatori d’obbligo. La famiglia perderà il proprio autonomo diritto di opposizione.
Il Ministro dovrà decretare 10 direttive di attuazione e come le ASL dovranno inviare notifica documentata al cittadino.

ATTENZIONE !
Alcune ASL/USL locali hanno attivato illegali e abusive registrazioni di ‘dichiarazione di volontà” senza attendere il Decreto del Ministro previsto dalla L. 9 1/99 art. 5. Ciò è pericolosissimo per gli oppositori e ingannevole per i donatori. 

IN ATTESA DEI DECRETI VIGONO DISPOSIZIONI TRANSITORIE

Si mantengono i due distinti diritti di opposizione:
-   quello della persona che in vita cosciente abbia documentato l’opposizione, per es. con CARTA
VITA/DICHIARAZIONE AUTOGRAFA.
-   quello dei parenti che presentino opposizione scritta entro i tempi del falso accertamento di morte cerebrale, tranne i casi in cui sia documentato che il malato è un donatore e non abbia cambiato idea con successiva dichiarazione autografa.

Le disposizioni transitorie potrebbero durare anni. 
È illegale
coinvolgere i parenti in “donazioni” di un congiunto. 
È illegale donare un altro. E' illegale e criminale che certi medici procedano a false autopsie a cuore battente per espiantare organi vivi da un non-donatore: vanno denunciati.

DIFFIDA delle ISTITUZIONI che FANNO PROPAGANDA per INCREMENTARE i TRAPIANTI  
INFORMATI BENE sull'argomento ! 
e poi FAI una TUA SCELTA CONSAPEVOLE !

Pag.3