Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


MINISTERO della "SALUTE" italiano e vari  ENTI Italiani ed Europei, 
informati sui DANNI dei VACCINI
(Documentazione)....
gia' negli anni 1996 e ripetutamente reinformati successivamente.....fanno finta di nulla... e....
NON
fanno NESSUN CONTROLLO
sui Vaccini, ne' sulle amalgami dentali ed altro... !!

Pagina - 3
 

Continua da QUI: Pagina - 1 +  Continua da Pagina - 2 + Continua in pagina 3b + Pagina 3c
- “Vaccinazioni killer in caserma”, condannato il Ministero della Salute
- Ministero (NON) salute italiano: Gravi omissioni su Autismo dai Vaccini
- Istanza a Ministri ed enti per abolire legge obbligo Vaccini: 119/17  (Febb. 2019)

La Comunita' scientifica  NON ESISTE !
La "comunità scientifica", intesa come unanimita' di teorie e prove, non esiste.
Tale "comunità scientifica" (che a leggere dichiarazioni ufficiali sarebbe schierata per gli obblighi vaccinali) non esiste.
Parola di scienziato. Gli scienziati non sono unanimi, ci sono quelli che lavorano nel paradigma dominante e quelli che lo contestano. Talvolta, pochi si sono opposti al credo convenzionale e poi hanno avuto ragione (da questo punto di vista e' vero che la Scienza non e' democratica). E' sempre stato cosi'.
Dire che il decreto Lorenzin (ora Legge n 119/17) è stato approvato dalla "comunità scientifica" è un falso storico, filosofico, etico, scientifico.
La "comunità scientifica" che approva o sostiene decisioni di legge non esiste.
Esistono alcuni medici filogovernativi, esistono certamente organizzazioni di medici e di pediatri che si sono schierate secondo le linee ufficiali e hanno coniato il paradigma "i vaccini sono efficaci e sicuri", esistono alcuni scienziati che, esprimendo opinioni coerenti col volere governativo, sono serviti ai politici per cercare di far passare loro decisioni prese da tempo.
 Eppure, anche se medici "ipervaccinatori" e a favore dell'obbligo fossero la maggioranza (difficile dirlo visto che il dissenso e' vietato e punito) cio' non costituirebbe parere della "comunita' scientifica" a sostegno di decisioni che una parte politica vorrebbe imporre. La Scienza ha certo scoperto antigeni, anticorpi, decine di diversi linfociti e via dicendo, fino ad una complessita' impensabile di meccanismi genetici ed epigenetici. Questo si.
Ma non ha dimostrato che oggi ci sia una situazione epidemiologica peggiore dell'anno scorso, ne' di 3, 5, 10, 20 anni fa, ne' ha dimostrato che aumentando forzatamente le coperture dal 92 al 97 % si eradica il morbillo, ne' che la difterite e' sparita grazie al vaccino, ne' si conosce la farmacocinetica dei prodotti iniettati, né il meccanismo d'azione degli adiuvanti, né si e' certi che le reazioni avverse siano solo quelle dichiarate visto che i sistemi di sorveglianza sono inefficienti.
Non ci sono prove scientifiche ma solo ipotesi (che si confrontano con altre ipotesi) delle cose che ci vogliono propinare.
Le soglie del cosiddetto effetto gregge sono spesso aleatorie, dovrebbero essere aggiornate per la situazione italiana e per alcuni vaccini neppure si conoscono.
La Scienza dell'igiene ha portato e porta benefici immensi indipendentemente dai vaccini. La Scienza dell'epidemiologia dimostra che i problemi di salute degli Italiani non sono infezioni ma patologie cronico-degenerative, cardiovascolari, metaboliche, neuropsichiatriche. La Scienza dell'immunopatologia ha scoperto che il diabete giovanile e' una malattia che spesso ha una patogenesi autoimmune e che l'autoimmunita' puo' essere scatenata dal mimetismo molecolare. Eccetera. Quindi, per favore, dico ai politici renziani, berlusconiani (c'era una volta il popolo delle liberta'...) e lorenziniani:
 Almeno prendetevi le vostre responsabilità e non nascondetevi dietro la foglia di fico della "comunità scientifica".
La "comunità scientifica" che viene evocata a sostegno di una parte politica non esiste. Invece di ripetere slogans e introdurre obblighi e sanzioni inusitati e inesistenti in tutti gli altri Paesi civili, cercate di convincere la gente con argomenti validi che conviene vaccinarsi.
In Veneto, non certo l'ultima delle Regioni Italiane per Sanita' pubblica, tutto ha funzionato benissimo con l'informazione e la responsabilizzazione. Se proprio volete imparare qualcosa dagli scienziati, almeno guardate l'esperienza !
By prof Paolo Bellavite + vedi chi e' Burioni...

Il MITO della COMUNITÀ SCIENTIFICA
Invocare la cosiddetta comunità scientifica è diventato un mantra moderno molto usato, non solo in ambito scientifico e giornalistico, ma anche tra la gente comune.
L’idea alla base è che ci sia questo organo collegiale che vigila sulla giustezza delle scoperte scientifiche fino ad arrivare a coprire con la sua benefica influenza anche scelte politiche. Insomma un bel tappeto comodo comodo sotto cui gettare tutti i dubbi che possono sorgere su scoperte scientifiche, loro applicazioni pratiche e derivanti legiferazioni in merito.
Ma come funziona questa “comunità scientifica ?”

Prima di tutto il senso della parola comunità è proprio quello più “laico”, ovvero un insieme di persone. Le persone di cui parliamo sono appunto gli scienziati che aderiscono comunitariamente a dei “valori” quali la sperimentazione e la conoscenza. Quindi parliamo di una comunità mondiale di persone distanti anche migliaia di chilometri che lavorano più o meno con gli stessi metodi e attitudine, e che a loro volta formano comunità più piccole in base al ramo scientifico di cui si occupano e che a loro volta si ramificano ancora in base al campo specifico e così via.
Stiamo parlando quindi non di un congresso o un parlamento, ma di un concetto astratto esattamente come può essere quello di “nazione” inteso come insieme di cittadini e quello di “internet” inteso come insieme di navigatori.
I membri della comunità scientifica, come quelli di tutte le comunità, dialogano tra loro. Al di là di convegni e seminari, la forma più autorevole di comunicazione avviene attraverso le riviste scientifiche dove vengono pubblicati articoli riguardanti nuove scoperte. Più una rivista è autorevole e più le ricerche pubblicate sono sicure e valide perché attentamente vagliate. Attraverso queste pubblicazioni, che contengono anche dettagliate metodologie di analisi, la comunità scientifica viene a conoscenza di nuove scoperte, come queste siano avvenute e chi le ha condotte, in modo da usare queste informazioni per ulteriori ricerche.

Un metodo che sembra molto sicuro.
La parola “sembra” è d’obbligo perché per considerare questo sistema di cose sicuro e per vedere la comunità scientifica come portinaia della Verità, è necessario trascurare una lunga serie di fatti, dettagli e ragionamenti logici.
Partiamo con la pubblicazione su riviste scientifiche.
Questa avviene attraverso la cosiddetta peer review (revisione paritaria) ovvero la validazione di un lavoro scientifico da parte di ricercatori che lavorano nello stesso ambito. Passata questa revisione, l’articolo viene pubblicato e diventa letteratura scientifica.
Questo processo viene spesso fatto passare come una validazione di una ricerca da parte della comunità scientifica, convogliando l’autorevolezza di milioni di addetti ai lavori a ciò che viene pubblicato, però la cosiddetta comunità scientifica non è per nulla coinvolta nella pubblicazione degli articoli ma solo chi è interpellato a validarli dall’editore scientifico. Il resto della comunità può leggere e, nel caso, confutare quella ricerca, ma di questa enorme massa di scienziati quanti, effettivamente, leggono nel dettaglio quella ricerca, vogliono testarla e hanno, allo stesso tempo, capacità e strumenti per farlo? Stiamo parlando di un ago nel pagliaio.
La maggior parte della letteratura scientifica quindi dipende dalla revisione di pochi scienziati che si basano su altra letteratura revisionata allo stesso modo. Non c’è nessuna “comunità scientifica” intesa come un insieme di migliaia se non milioni di scienziati che attivamente ne controlli e garantisca la validità. La presunta pluralità di questa immensa comunità che dovrebbe difendere la validità delle ricerche dall’errore o malafede di pochi è di fatto inesistente.
Come riportato anche in un mio precedente articolo, la rivista scientifica Nature ha condotto una ricerca statistica coinvolgendo 1500 scienziati per comprendere quanto i risultati pubblicati sulle riviste scientifiche siano riproducibili. Nature ha scoperto che gli scienziati interpellati non hanno ottenuto gli stessi risultati di ricerche altrui nel 70% dei casi e il 50% di loro non ha ottenuto gli stessi risultati nemmeno cercando di riprodurre le proprie ricerche.
John P. A. Ioannidis (medico-scienziato che ha contribuito alla letteratura in medicina, epidemiologia e salute pubblica, scienza dei dati e ricerca clinica) ha pubblicato un articolo nel 2005 sul Public Library of Science con l’eloquente titolo “Perché la maggior parte dei risultati di ricerca pubblicati sono falsi”. Sempre nello stesso anno Ioannidis ha analizzato 49 dei risultati di ricerca più apprezzati in medicina negli ultimi 13 anni scoprendo che, in analisi successive con campioni di analisi più ampi, solo il 44% di quei risultati è stato replicato, il 32% risultavano contraddetti o presentavano effetti minori.
Nel 2014 ha pubblicato un’altra ricerca che affronta come poter ottenere più pubblicazioni veritiere. Nelle premesse si stima che l’85% delle risorse di ricerca siano sprecate e si mette in luce il rischio di alti tassi di falsi positivi delle ricerche imputando il problema a una serie di fattori tra i quali ci sono i pregiudizi, i conflitti di interesse e mancanza di collaborazione.
Non c’è da stupirsi che il capo editore della rivista scientifica Lancet (una delle più autorevoli) abbia dichiarato che “…gran parte della letteratura scientifica, forse la metà, può semplicemente essere falsa. Tormentata da studi effettuati con campioni di piccole dimensioni, risultati infimi, analisi esplorative non valide e palesi conflitti d’interesse, aggiunti all’ossessione di seguire tendenze alla moda di dubbia importanza, la scienza ha preso una svolta verso l’oscurità.”

Considerando tutto questo e che ogni ramo della scienza è sempre più sottile e dedicato, il cosiddetto dibattito scientifico su una data ricerca riguarda in realtà un numero limitatissimo di scienziati e non è impermeabile a tutto un cosmo di realtà che sta attorno a quel dibattito.
Consideriamo per esempio il segreto industriale e quanto un brevetto, un marchio o un copyright possano impedire un dibattito aperto su una scoperta scientifica. Consideriamo la pressione lobbistica delle case farmaceutiche: è impensabile credere che la ricerca in questo campo sia esente da corruzione o altre pratiche illecite soprattutto quando consideriamo che parliamo di aziende con indotti da capogiro.
La questione lobbistica di solito viene banalizzata e ridicolizzata affermando che non esiste nessuno in grado di corrompere TUTTA la comunità scientifica, cioè ogni singolo scienziato ovunque nel mondo. Ma questa obiezione è ridicola. In tutti i settori dello scibile umano esiste una compartimentazione delle mansioni e delle responsabilità che permette di far accadere cose toccando solo i giusti ingranaggi, senza bisogno di avere sotto controllo tutta la macchina. Ma sembra veramente ridicolo in questo momento storico, dopo gli infiniti esempi offertici in tutti i settori, dalla politica all’economia, dover ancora analizzare un aspetto talmente banale ed ovvio.
Nessun settore importante dal punto di vista politico o economico è esente dalla creazione di potentati più o meno oligarchici che tentano di far prevalere la loro volontà.

La Pfizer e la Johnson&Johnson, ad esempio, due colossi del settore farmaceutico, fatturano rispettivamente 52 e 76 miliardi di dollari all’anno. In nessun campo imprenditoriale si esclude la possibilità che grandi aziende facciano cartello, manipolino dati o facciano pressioni di tipo lobbistico, anzi, la cronaca è piena di esempi ed è noto che accada. Quando però si parla di scienza, improvvisamente un paraocchi viene calato sul volto e tutto cambia, al punto che ad esempio l’espressione “Big Pharma” è considerata complottismo da due soldi.
Eppure ci sono addetti ai lavori come B. Saraceno (Psichiatra, per più di 10 anni Direttore del Dipartimento di Salute Mentale e Abuso di Sostanze della Organizzazione Mondiale della Salute) che non solo usano giustamente quel termine ma lo usano per denunciare, ad esempio, nel suo libro “Sulla povertà della psichiatria”, che la spesa per il marketing di Big Pharma negli Stati Uniti dal 1996 al 2005 è cresciuta da 11,4 a 29,9 miliardi di dollari e la spesa di pubblicità diretta al consumatore, nello stesso periodo, è cresciuta del 330%.
Riprendendo le due aziende citate poco sopra, la Johnson&Johnson nel 2013 ha speso 17.5 miliardi di dollari nel marketing contro gli 8.2 in ricerca e sviluppo di nuove molecole; la Pfizer a fronte di 11.4 miliardi di dollari spesi nel marketing ne ha spesi 4.8 di meno per la ricerca.
Pensare che con cifre di questo calibro in ballo le aziende interessate possano fare dei responsabili passi indietro quando trovano muri politici, etici o scientifici è semplicemente imbarazzante.
Le attività di corruzione e lobbismo sono infinite.
Recentemente in Grecia la Novartis avrebbe pagato tangenti (le carte dell’FBI parlano di 50 milioni) per far aumentare i prezzi dei propri farmaci sul mercato ellenico e per farli acquistare dal servizio sanitario nazionale per gli ospedali pubblici. Uno scandalo che coinvolge numerosi nomi della politica.
La casa farmaceutica Glaxo sta collezionando accuse di corruzione in giro per il mondo, senza tregua. In Polonia il manager regionale della Glaxo Smith Kline e 11 dottori sono sotto indagine per un presunto giro di mazzette versato ai camici bianchi in cambio della prescrizione del farmaco antiasmatico Seretide.
Pfizer nel 2009 ha patteggiato una multa da 2,3 miliardi di dollari negli USA: aveva pagato tangenti ai medici per prescrivere quattro farmaci tra i quali l’antiinfiammatorio Bextra, ritirato dal mercato nel 2005 a causa di incertezze sulla sua sicurezza.

Eppure anche nel nostro “piccolo” in Italia, per fare qualche esempio, abbiamo visto la Glaxo pagare una tangente all’allora ministro (e medico) De Lorenzo affinché un vaccino diventasse obbligatorio, ma si potrebbe anche citare l’orrenda storia di Duilio Poggiolini che negli stessi anni prendeva tangenti dalla case farmaceutiche per inserire i loro prodotti nei prontuari, lo stesso Poggiolini che è collegato anche con lo scandalo degli emoderivati infetti messi in commercio, tra le altre, da Bayer e Baxter: queste compagnie erano al corrente che gli emoderivati in loro possesso erano infetti ma anziché distruggerli e perdere quattrini hanno semplicemente continuato a venderli all’estero. Secondo alcune stime, in Italia i decessi per infezione da emoderivati sono, al 2009, circa 2.600 mentre sono più di 66 mila le richieste di indennizzo da parte di pazienti per danni subiti.

Ma si potrebbe andare avanti per ore.
Ridere e scherzare sul termine “Big Pharma” davanti a tutto questo più che ingenuo e idiota è quasi criminale.
Basti pensare che, senza scomodare atti di puro lobbismo e corruzione, persino il numero e la qualità delle ricerche seguono naturalmente i soldi: gli ambiti di ricerca che possono portare a scoperte interessanti per i mercati pullulano di ricercatori mentre gli altri ambiti vanno sempre più deserti.
La ricerca indipendente è semplicemente strozzata, la stragrande maggioranza delle ricerche è finanziata da aziende private e questo è un grosso problema, sia per quanto riguarda l’attendibilità dei risultati, sia perché la ricerca è indirizzata ad ottenere risultati spendibili sul mercato, non socialmente utili. Ad esempio la spinta può essere verso ricerche che portino a nuovi prodotti medici riguardanti patologie che statisticamente colpiscono pazienti con alto reddito oppure ricerche su temi che possano distrarre dai potenziali rischi di altri prodotti già in commercio.

Il CODACONS ha pubblicato la lunghissima lista dei medici italiani e delle fondazioni, università finanziati dalle case farmaceutiche nel 2015-2017, lista in cui appare sorprendentemente anche l’Istituto Superiore della Sanità, fatto che l’associazione ritiene “quanto meno inopportuno” e invita chi di competenza a dare dettagli in merito.
Anche la dottoressa Marcia Angell, ex caporedattrice del New England Journal of Medicine, in un articolo sul Boston Review descrive la “sordida storia” di come i dollari delle multinazionali abbiano corrotto la ricerca e l’istruzione nei centri medici accademici, incluso il suo attuale posto di lavoro, la Harvard Medical School.
Anche Arnold Seymour Relman (1923-2014), professore di medicina a Harvard e, anche lui, ex redattore capo dello stesso giornale ha affermato “La professione medica viene comprata dall’industria farmaceutica, non solo in termini di pratica medica, ma anche in termini di insegnamento e ricerca. Le istituzioni accademiche stanno diventando gli agenti pagati dell’industria farmaceutica. Penso che sia vergognoso”.
Sembra davvero banale dover argomentare in proposito, ma chi ha frequentato l’università sa benissimo che persino in quell’ambito, quando ancora non ci sono soldi né carriere in ballo, esistono pressioni che non permettono di trattare certi temi per la propria tesi in completa libertà. Se questo avviene in un ambiente “protetto” che è addirittura precedente a quello del lavoro…

Oltre a questo, laboratori e istituzioni di ricerca hanno forma gerarchica e i presunti risultati oggettivi a cui dovrebbe arrivare la scienza lasciano il passo a meccanismi come nepotismo, autoritarismo e catena di montaggio in cui le ricerche e le intuizioni del singolo, assieme alla loro possibile validità e scientifica e utilità sociale, contano sempre meno.
Non dimentichiamoci ad esempio di come siano stati trattati alcuni scienziati e medici solo per aver suggerito una maggiore farmacovigilanza nel settore vaccini o perché, sempre nell’ambito dei vaccini, semplicemente hanno rammentato di tenere presente anche i rischi correlati oltre ai benefici. Alcuni, solo per queste posizioni precauzionali, sono stati radiati, cosa che non è successa a medici che hanno leso volontariamente la salute dei loro pazienti. Successivamente la radiazione viene usata come elemento di prova della non-genuinità delle affermazioni del radiato da parte di tutta la comunità scientifica e dell’opinione pubblica, un meccanismo molto poco scientifico.

È evidente che in alcuni ambiti la libertà di dissenso che dovrebbe stare alla base del cosiddetto “dibattito scientifico” e che dovrebbe garantire la genuinità delle scoperte scientifiche, semplicemente sparisce dietro l’ombra colossale del dogmatismo, prezzolato o no che sia.
Quando si parla di scienza, sia che lo faccia uno scienziato che un non addetto ai lavori, si ha sempre l’idea di parlare di qualcosa di super partes che non ha a che fare con la fallibilità umana, col conflitto di interessi, con l’economia, con l’egemonia, con il capitalismo, con l’utilitarismo, con il produttivismo, ecc.
Questo è il grande errore: inglobare in un metodo di indagine (quello scientifico, considerato puro e sempre tendente alla verità senza pregiudizi) tutto quello che ha che fare con quel metodo, anche se dipende o genera o riguarda ambiti molto più complessi e diversificati che non hanno più niente a che fare direttamente con quel metodo, implicando premesse e conseguenze del tutto diverse.
È come se pensassimo che in uno stato fondato sull’ideale della democrazia (intesa come potere decisionale del popolo), automaticamente tutto quello che uscisse dal parlamento (qualunque legge, decreto, scelta politica, lavoro pubblico, ecc.), fosse per forza di cose espressione della volontà popolare.
È chiaro che questo è di fatto un ragionamento molto ingenuo e non realistico. Eppure per la scienza funziona così.
È come se pensassimo che, siccome il sistema giuridico si basa sul concetto de “la legge è uguale per tutti”, allora conseguentemente la magistratura e tutto il sistema giuridico siano esenti da corruzione, errori, impedimenti, pressioni di potere, ecc. Sarebbe ridicolo pensare questo.
Ecco invece molti scienziati e molte persone credono che questa fantomatica “comunità scientifica” abbia le stesse mirabolanti peculiarità del parlamento e della magistratura descritte nei ridicoli esempi di poco sopra in cui queste entità sono esenti da qualsiasi contaminazione per il solo fatto che alla base ci siano principi corretti.
Scienza, politica e magistratura non sono affatto diversi: così come, ad esempio, dei parlamenti hanno varato leggi razziste, così i tribunali le hanno applicate e la comunità scientifica dell’epoca ha avvallato scientificamente quell’idea aberrante e criminale.
La cosiddetta comunità scientifica è solo un concetto astratto e non è garante di alcuna verità scientifica. Mai questa ha fatto muro contro decisioni dei vari potentati (se non a posteriori e molto raramente), anzi, di solito la scienza e la sua comunità sono espressione delle dinamiche economiche, capitaliste, industriali, produttiviste, politiche e militari; ne hanno sempre sostenuto le decisioni e a loro volta ne sono state espressione.
Articolo di Mason Massy James

Fonti:
- https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4204808/ 
- https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1182327
-
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2018/02/12/tsipras-su-scandalo-novartis-far-luce_86ae98b2-d8a0-41bb-b786-a2483929b94a.html
- http://www.movimentodeicittadini.it/dirsol/des3/farmaci.htm
- https://en.wikipedia.org/wiki/Contaminated_haemophilia_blood_products
- http://bostonreview.net/archives/BR35.3/angell.php
Tratto da:  medicinapiccoledosi.it

Il "maggior rischio per l'umanità", non è il non  vaccinato, ma il mancato riconoscimento  dei potenziali effetti dannosi della vaccinazione ! - By EFVV - EFVV - Forum europeo per la vigilanza sui vaccini - 08/04/2019
Con l'intensificarsi delle pressioni in tutta Europa e oltre per mantenere ed estendere l'obbligatorietà vaccinale, nonché l'aumentare delle ostilità verso coloro che mettono in dubbio i vaccini in qualsiasi modo, l'EFVV (European Forum Vaccine Vigilance) ha prodotto un nuovo documento scientifico completamente referenziato: Pathways for Vaccine Damage (https://www.efvv.eu/pathways-for-vaccine-damage/). Per favore, prenditi il ​​tempo di leggere questo documento ed invialo ai tuoi rappresentanti politici: deputati, parlamentari locali, ministri, senatori, consiglieri, deputati, membri del Congresso, ecc. Dalla scienza citata in questo documento è chiaro che ci sono molti modi in cui i vaccini causano danni. I governi di tutto il mondo devono essere consapevoli di questo. Nessun atto medico che presenta rischi di questa natura dovrebbe mai essere imposto; il principio di precauzione deve essere applicato.

Nella sua risoluzione del 2018 sull'esiguità del vaccino, l'UE ha chiesto maggiore trasparenza e monitoraggio della sicurezza, dichiarazione di conflitti di interesse e maggiori finanziamenti per la ricerca indipendente sui vaccini e sui loro coadiuvanti. Come dimostrato in questo documento che fornisce maggiore trasparenza, esiste già una vasta ricerca sui vaccini e sui loro coadiuvanti. I nostri decisori devono solo esserne consapevoli e tenerne conto. Traduzione italiana: http://tinyurl.com/y27qh5wo
Diffondete questo post integralmente ai massimi livelli conservando il contenuto del testo - vedi QUI 

Audizione del 24/01/2019, alla Camera del Parlamento Italiano, da parte della Commissione Vaccini, della Associazione Corvelva, che ha effettuato le analisi di laboratorio sui vaccini in Commercio, scoprendo tutte le porcherie inserite in essi....

Per conoscenza, una delle ns e.mail sui Vaccini, e' stata recapitata anche alla dott.essa Ronchi (Sanita della Regione Lombardia) la quale ci ha risposto cosi:

----- Original Message -----
From:
DOTT.RONCHI
To: info.mednat
Sent: Thursday, November 15, 2012
Subject: Re: News Comitato Cittadini NON sudditi - Fw: consiglio comunale del 12.11.12

DOPO QUESTA MAIL CHE FA PROPRIO CADERE LE BRACCIA DESIDERO ESSERE CANCELLATA DALLA VOSTRA LISTA…….
…… PER QUANTO RIGUARDA POI LE MAIL DEL DR .VANOLI RIGUARDANTI I VACCINI SONO DI VEDUTE ASSAI, MA ASSAI DIVERSE, ANCHE IO MI OCCUPO DI SANITA'

Quindi gli ho risposto in questi termini:

----- Original Message -----
From:
 info.mednat
To: DOTT.RONCHI

A maggior ragione deve saper rispondere alle mie affermazioni con argomenti, clinico-scientifici ! Sara' cancellato dalla lista, ma lei ricevera' CMQ ogni comunicato del Comitato Cittadini NON sudditi sui Danni dei Vaccini dato che lavora alla Regione Lombardia settore Salute e quindi e' TENUTA ad informarsi ed e' ns dovere e diritto come Cittadini di informarvi !

Poi noto con dispiacere, che lei pur lavorando nella sanita' e' di diverso parere, ma qui non si tratta di pareri, qui si tratta di SALUTE o malattia, cioe' di semplici Verita' che proprio VOI della sanita' tendete ad occultare alla popolazione, e siccome io sono un giornalista investigativo, avendo scoperto i danni che i vaccini producono (occulti e non) ritengo mio DOVERE informare i miei simili;
Per di piu' Lei dovrebbe essere capace (visto che lavora in sanita' e ha un titolo di dottore in medicina, di dimostrare che le mie sono comunicazioni sbagliate, confrontandosi con me, ma con argomentazioni e dimostrazioni clinico-sanitarie:
Le allego delle domande poste a TUTTI gli "enti a tutela" italiani ed europei, alle quali NON rispondono mai, in quanto incapaci a rispondere e/o furbi....nel non voler rispondere, per tenere nascoste queste Verita' che stanno venendo a galla in tutto il mondo !
Risponda Lei visto che tutti gli enti  a ”tutela”, si defilano con argomenti a dir poco "strani"....scaricando il barile.....di volta in volta....
J. Paul Vanoli - Giornalista investigativo da 40 anni sul tema Sanità'

La copia della lettera qui sopra, e' stata inviata anche al Governatore della Regione Lombardia....che a tutt'oggi, non ha ancora risposto...
.
.e la saga continua....

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Mail inviata al Presidente della societa' di Pediatria, sig dott. Alberto Villani

Da: vgp@mednat.org
Inviato: venerdì 24 marzo 2017 13:04
A: alberto.villani@opbg.net
Cc: redazione@opbg.net
Oggetto: x Alberto Villani

Egregio signore,
….da quanto vedo sulla stampa lei e’ caldamente favorevole all’obbligo della vaccinazione, per cui le faccio delle domande sui vaccini; 
Spero sia sufficientemente competente sul tema vaccini, per poter rispondere a queste semplici domande.
Le ricordo di essere chiaro nella sua riposta o non risposta, perche la nostra corrispondenza, essendo giornalista investigativo francese, verra' immessa nel web a disposizione di tutti, compresa questa lettera che invio alla sua casella di posta elettronica, e che pubblico come lettera aperta anche in Facebook.
Sia quindi preciso e ben documentato nella sua risposta !

Grazie, ecco le domande:
- Viste le recenti vicissitudini in Italia ed all'estero sui Vaccini ormai ben note...
- Visto che i vaccini contengono sostanze tossico-nocive, come la formaldeide, metalli tossici (alluminio ed altro), nanoparticelle, (ormai documentate da analisi con spettrofotometro e microscopio elettronico) ecc., ed e' Vs/Suo DOVERE informare la popolazione ed i tecnici sanitari su queste tossine pericolose che dovrebbero essere inoculate per “Legge”.....
- Visto che e' DIRITTO dei cittadini (ed operatori sanitari), essere informati per Legge, dagli enti istituiti e dai medici, specie gli immunologi ed i medici vaccinatori, che dovrebbero essere a "tutela" della nostra salute...

a - Potrebbe fornirmi tutta la documentazione -bibliografia esistente ed inerente gli studi comparati fra popolazione vaccinata, (con analisi degli anticorpi presenti nei vari soggetti del gruppo, prima e dopo la vaccinazione) e popolazione NON vaccinata di NESSUN vaccino ? 
b - Chiedo solo studi clinici e di laboratorio di verifica (punti a,b), ma anche quelli sulla Herd Immunity - Immunita' di Gregge. 
NON mi servono bibliografie basate sulle statistiche, che sono evidentemente falsificabili e quindi non veritiere. 
c - Quali e dove sono reperibili le statistiche ufficiali europee ed Italiane, riguardanti le malattie:
distrofie, sclerosi (tutti i tipi), autismo, leucemia, cancro, epilessie, paralisi, meningiti, malattie gastrointestinali, ecc. ?

INOLTRE:
1 - Quale e' l'organismo Europeo che effettua i controlli sulla tossicita' o meno di TUTTE le sostanze vaccinali presenti in TUTTI i Vaccini in commercio, anche dei possibili "contaminanti" e nanoparticelle ? 
...in particolare per Italia, Francia, Belgio, Grecia, e/o altre nazioni UE, con i vaccini "obbligatori" e facoltativi.
2 - Quali esami di laboratorio si effettuano per fare quei controlli (descrizione del meccanismo di controllo) e con quali apparecchiature (descrizione) ?
3 - Quali test in doppio cieco (fra MAI vaccinati, di NESSUN vaccino e Vaccinati di qualsiasi vaccino), vengono effettuati per i vari vaccini in commercio, in Europa e specificatamente in Italia ?
4 - Quali controlli-esami clinici vengono effettuati su soggetti, PRIMA della vaccinazione, per controllare lo stato di salute dei soggetti da vaccinare (sistema immunitario, HLA, ecc.) e sugli stessi, successivamente alla vaccinazione, dopo: 
1 mese - 1 anno - 2 anni - 3 anni - 5 - anni - 10 anni ?

Attendo quindi risposte URGENTI ed ESAUSTIVE, in merito tutti questi quesiti.
Le Ricordo una seconda volta che, essendo un giornalista investigativo, pubblichero' la mia richiesta a Lei indirizzata e le sue eventuali risposte nel web, per cui sia preciso e circostanziato, oltre che sollecito nel rispondere. 

dr. Jean Paul,  déscendant de la famille Vanoli  (Souverain Individuel - Journaliste d'Investigation specialisée en santé depuis 40 ans - Sovrano Individuale, Giornalista Investigativo specializzato in sanità da 40 anni)
Consulente di www.mednat.org  -  mail: vgp@mednat.org

Chi non grida la verità, quando la sa, si fa complice dei falsari e degli imbroglioni
(By
Charles Peguy)

Stiamo attendendo la risposta ai quesiti posto a questo medico Presidente della societa' di Pediatria Italiana !
....chissa' se arrivera' oppure fara' come tutti gli altri....non rispondendo e facendo finta di nulla....

Visto e considerato che molti medici in varie regioni italiani, si danno da fare per vaccinare per l'influenza e non solo i cittadini, senza informarli delle varie e molteplici controindicazioni ed effetti avversi, e leggendo alcuni interventi sui giornali in questo autunno, ho richiesto ad uno di essi di rispondere ai soliti quesiti, dai quali TUTTI si defilano...

----- Original Message -----
From: vgp@mednat.org

To: studio.vitalirosati@gmail.com
Sent: Wednesday, November 13, 2013 5:03 PM
Subject: Domande sui vaccini

x dott. Rosati
Ho letto questo brano che riferisce sue affermazioni:

ANSA) - FIRENZE, 4 NOV. 2013 
''C'è in atto una grossa campagna da parte degli antivaccinatori, che stanno utilizzando tutte le modalità di comunicazione e in particolare il web'', ma veicolano ''notizie del tutto inaffidabili, come la correlazione fra vaccini e autismo che è una grossa bufala''.
Lo ha affermato Giovanni Vitali Rosati, referente per la Toscana della Federazione italiana medici pediatri (Fimp), in vista dell'avvio della campagna di vaccinazione antinfluenzale insieme alla Regione. Vitali Rosati si è soffermato sulla necessità di vaccinare la donna in gravidanza: ''Deve essere vaccinata per l'influenza - ha spiegato - per proteggere il bambino nei primi mesi.
Inoltre si sta riaffacciando dalle nostre parti la pertosse, e sta facendo dei morti. Il bambino piccolo ne può morire, e morire di pertosse nel 2013 è il massimo del masochismo, visto che abbiamo le armi per proteggersi. La donna in gravidanza deve verificare il suo stato di protezione, ed eventualmente chiedere anche il vaccino per la pertosse, garantendo in questo modo la vaccinazione per il bambino nei primi due mesi di vita''.

Per cortesia potrebbe rispondere a questi quesiti esaustivamente ?, grazie:
 
- Viste le recenti vicissitudini in Italia ed all'estero sui Vaccini ormai ben note...
- Visto che i vaccini contengono sostanze tossico-nocive, come la formaldeide, metalli, nanoparticelle, (ormai documentate da analisi con spettrofotometro) ecc. ed e' Vs DOVERE informare la popolazione ed i tecnici sanitari su queste tossine inoculate per Legge...
- Visto che e' DIRITTO dei cittadini (ed operatori sanitari), essere informati per Legge, dai medici e dagli enti istituiti che dovrebbero essere a "tutela" della nostra salute...

a - Potrebbe fornirmi tutta la documentazione - bibliografia esistente ed inerente gli
studi comparati fra popolazione vaccinata (anche e se possibile con analisi degli anticorpi presenti nei vari soggetti del gruppo) e popolazione NON vaccinata di NESSUN vaccino ?
NON mi servono bibliografie basate sulle statistiche, che sono evidentemente falsificabili e quindi non veritiere. 
Chiedo solo studi clinici e di laboratorio di verifica (punti a,b), ma anche quelli sulla Herd Immunity - Immunita' di Gregge.
b - Quali e dove sono reperibili le statistiche ufficiali europee ed Italiane, riguardanti le malattie:
distrofia, sclerosi (tutti i tipi), polio, autismo, leucemia, cancro, epilessia, ecc. ?

INOLTRE:
1 - Quale e' l'organismo Europeo e/o Italiano che effettua i controlli sulla tossicita' o meno di TUTTE le sostanze vaccinali presenti in TUTTI i Vaccini in commercio, anche dei possibili "contaminanti" ? ...in particolare per Italia, Francia, Belgio, Grecia, e/o altre nazioni UE, per i vaccini "obbligatori" !
2 - Quali esami di laboratorio si effettuano per fare quei controlli  e con quali apparecchiature (descrizione del meccanismo di controllo) ?
3 - Quali test in doppio cieco (MAI vaccinati,  e Vaccinati) vengono effettuati per i vari vaccini in commercio, in Europa e specificatamente in Italia ?
4 - Quali controlli-esami clinici vengono effettuati su soggetti, prima della vaccinazione, per controllare lo stato di salute dei soggetti da vaccinare (sistema immunitario, HLA, ecc.) e sugli stessi, successivamente alla vaccinazione, dopo:
1 mese - 1 anno - 2 anni - 3 anni - 6 - anni - 13 anni ?
.
Attendo quindi le Sue risposte URGENTI ed ESAUSTIVE, in merito tutti questi quesiti.

Le Ricordo che essendo un giornalista investigativo, pubblichero' la mia richiesta e le Sue risposte nel web, per cui sia preciso e circostanziato, oltre che sollecito nel rispondere.
J. Paul Vanoli - Giornalista investigativo da 40 anni sul tema Sanità'

Da: info info@mednat.org
Inviato: giovedì 14 aprile 2016 18:42
A: segreteria.generale@asmn.re.it
Oggetto: X il dott. Carmine Pinto

Domande importanti x lei dott. C. Pinto
«Ciò che sta facendo Asco negli Stati Uniti è la stessa cosa che ci sta impegnando nel nostro paese - afferma Carmine Pinto, presidente dell'Associazione italiana di oncologia medica (Aiom). - Abbiamo avviato una campagna informativo e distribuito un depliant esplicativo in tutte le oncologie e farmacie d'Italia perché c'è molta disinformazione. Con la vaccinazione estensiva dei giovani si potrebbe arrivare a un'importante all'azzeramento o comunque a una forte riduzione dei tumori della cervice uterina ma anche prevenire quelli dell'oro-faringe e dell'ano, anch'essi correlati all'Hpv e questo va esteso anche al sesso maschile, mentre finora le vaccinazioni fatte hanno riguardato quasi esclusivamente il sesso femminile».
Come spesso accade, anche in questo caso la situazione italiana appare estremamente frammentata: «Sono state fatte azioni, a partire dalle scuole, in alcune regioni come l'Emila Romagna e il Veneto, - ricorda Pinto - ci sono state campagne informative e in alcuni casi si è anche agito attraverso inviti a vaccinarsi rivolti direttamente ai giovani.
Ma anche riguardo all'Hpv scontiamo purtroppo gli effetti di quella ignobile campagna che viene rivolta contro le vaccinazioni in generale da parte di gruppi che diffondono notizie infondate, causando dei grossi problemi a tutti i programmi vaccinali che funzionano solo se vi aderisce una percentuale molto elevata della popolazione».
dott. Carmine PINTO,

Visto che lei caldeggia i vaccini,
vedi il suo articolo-commento che ho avuto la possibilita’ di leggere, qui sopra riportato,

Quale giornalista investigativo,
La invito ad informarsi meglio, visto che lei, pare volutamente, ignora (e se cio' e' vero, come pare, è quindi in mala fede),  le ricerche-studi fatte sui Danni dei Vaccini,  dato che vi sono oltre 2.000 studi pubblicati nel mondo che ne parlano, documenti che ho raccolto e pubblicato nel web e personalmente ho fornito anche alla Procura della Repubblica ed ai NAS, a seguito del mio
esposto del febbraio 2015 (un anno fa) contro il Ministro della "salute", i dirigenti del Ministero e quelli dell' AIFA ISS, + il Consiglio Superiore di Sanita' per "Conflitti di interesse" e possibile "omicidio colposo plurimo aggravato", per i morti da vaccino per l'influenza.....
Infatti qualche mese fa e' stato arrestato il dirigente dell'AIFA proprio come avevo segnalato, per Conflitto di interesse....

Quindi ritornando al problema Vaccini:
le faccio queste semplici domande, che sono gia' state inviate a tutti i livelli della "sanita" italiana ed estera (Ministero salute + ISS + AIFA + EMA ed altri...) alle quali NESSUNO degli "enti preposto alla salute" (di chi non si sa'....), è stato in grado oppure ha voluto, rispondere, ....spero che almeno lei abbia la cortesia di rispondere visto che e' un medico oncologo che si ritiene qualificato anche su questo argomento visto che ne parla con tanta foga….e, se e' vero o meno, lo vedremo dalle sue risposte.

Le ricordo per essere chiaro nella sua riposta o non risposta, perche la nostra corrispondenza, essendo giornalista investigativo francese,  verra' immessa nel web a disposizione di tutti, compresa questa lettera che invio in copia anche alla sua casella di posta elettronica, e che pubblico come lettera aperta in Facebook.
Sia quindi preciso e ben documentato nella sua risposta !

Grazie, ecco le domande:
- Viste le recenti vicissitudini in Italia ed all'estero sui Vaccini ormai ben note...
- Visto che i
vaccini contengono sostanze tossico-nocive, come la formaldeide, metalli, nanoparticelle, (ormai documentate da analisi con spettrofotometro e microscopio elettronico) ecc., ed e' Vs/Suo DOVERE informare la popolazione ed i tecnici sanitari su queste tossine inoculate per Legge...
- Visto che e' DIRITTO dei cittadini (ed operatori sanitari), essere informati per Legge, dagli enti istituiti e dai medici, che dovrebbero essere a "tutela" della nostra salute...

a - Potrebbe fornirmi tutta la documentazione -bibliografia esistente ed inerente gli studi comparati fra popolazione vaccinata, (con analisi degli anticorpi presenti nei vari soggetti del gruppo, prima e dopo la vaccinazione) e popolazione NON vaccinata di NESSUN vaccino
b - Chiedo solo studi clinici e di laboratorio di verifica (punti a,b), ma anche quelli sulla
Herd Immunity - Immunita' di Gregge.
NON mi servono bibliografie basate sulle statistiche, che sono evidentemente falsificabili e quindi non veritiere. 
c - Quali e dove sono reperibili le statistiche ufficiali europee ed
Italiane, riguardanti le malattie:
distrofia, sclerosi (tutti i tipi), polio, autismo, leucemia, cancro, epilessia, autismo, ecc. ?

INOLTRE:
1 - Quale e' l'organismo Europeo che effettua i controlli sulla tossicita' o meno di TUTTE le
sostanze vaccinali presenti in TUTTI i Vaccini in commercio, anche dei possibili "contaminanti" e nanoparticelle ?
...in particolare per Italia, Francia, Belgio, Grecia, e/o altre nazioni UE, con i vaccini "
obbligatori" .
2 - Quali esami di laboratorio si effettuano per fare quei controlli  (descrizione del meccanismo di controllo) e con quali apparecchiature (descrizione) ?
3 - Quali test in doppio cieco (fra MAI vaccinati, di NESSUN vaccino e Vaccinati di qualsiasi vaccino), vengono effettuati per i vari vaccini in commercio, in Europa e specificatamente in Italia ?
4 - Quali controlli-esami clinici vengono effettuati su soggetti, PRIMA della vaccinazione, per controllare lo stato di salute dei soggetti da vaccinare (
sistema immunitario, HLA, ecc.) e sugli stessi, successivamente alla vaccinazione, dopo:
1 mese - 1 anno - 2 anni - 3 anni - 5 - anni - 10 anni ?

Attendo quindi la risposta URGENTE ed ESAUSTIVA, in merito tutti questi quesiti.

Le Ricordo una ennesima volta che, essendo un giornalista investigativo, pubblichero' la mia richiesta a Lei indirizzata e le sue eventuali risposte nel web, per cui sia preciso e circostanziato, oltre che sollecito nel rispondere.
dr.
Jean Paul Vanoli, Souverain Individuel - Journaliste d'Investigation – (Giornalista Investigativo, specializzato in Sanita' da 40 anni).
Consulente di
www.mednat.org  -  mail: vgp@mednat.org
Chi non grida la verità, quando la sa, si fa complice dei falsari e degli imbroglioni
(By
Charles Peguy)
"
Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda"
(By
Horacio Verbitsky)

Ad oggi neppure il signor Carmine Pinto ha risposto alle mie domande....chissa' perche' ?

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ecco la corrispondenza intercorsa fra il Signor Garattini dell'Istituto di Ricerca "Mario negri" di Milano - 22/05/2016

Come potete osservare anche il dirigente di questo Istituto di Ricerca NON  ha risposto a le solite e semplici domande.....

Da: info@mednat.org 
Inviato: mercoledì 25 maggio 2016 16:08
A:
silvio.garattini@marionegri.it
Oggetto: R: all'attenzione del Signor Silvio Garattini

Io sarei arrogante perché le rimprovero di non saper o voler rispondere a dei semplici questi ?
Come volevasi dimostrare, il dirigente di un “Istituto di  Ricerca” sui farmaci (le ricordo che tutti i vaccini sono farmaci) …
..si rifiuta di fornire ad un giornalista investigativo le risposte a 6 semplici domande !
Grazie comunque per le sollecite NON risposte alle domande a Lei rivolte
Saluti
dr. Jean Paul, discendente della famiglia Vanoli  (Sovrano Individuale - Giornalista Investigativo, specializzato in sanità da 40 anni)
Consulente di
www.mednat.org  -  mail: vgp@mednat.org
Chi non grida la verità, quando la sa, si fa complice dei falsari e degli imbroglioni
(By
Charles Peguy)
"
Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda"
(By
Horacio Verbitsky) 

Da: Silvio Garattini silvio.garattini@marionegri.it
Inviato: mercoledì 25 maggio 2016 15:35
A:
info@mednat.org
Oggetto: Re: all'attenzione del Signor Silvio Garattini

Buongiorno,

La prego di smettere questa corrispondenza dal tono inutilmente arrogante.

Non sono al Suo servizio !

Silvio Garattini

SG/fb

Da: info@mednat.org 
Inviato: martedì 24 maggio 2016 20:15
A:
silvio.garattini@marionegri.it
Oggetto: R: all'attenzione del Signor Silvio Garattini

La ringrazio per la sollecita NON risposta alle mie 6 domande, che come prevedevo, aveva tre risposte possibili:
1 – lei non risponde perche’ non e’ compente sul tema dei vaccini  
2 - non ha minimamente pensato di farmi rispondere da qualcuno che magari lo e’, nel suo Centro di Ricerca (fra parentesi: sponsorizzato-finanziato da chi ?), per cui e’ evidente che non ha voluto rispondere, ne’ far rispondere alle mie domande da terzi, magari piu’ competenti di lei, con la scusa che non ha tempo….le ricordo che bastava, solo con un  clik, girare la mia mail ad un suo ricercatore…..magari un po’ piu’ competente.
3 – siccome ho alle spalle 40 anni di giornalismo investigativo, la sua risposta evidenzia o la sua malafede, oppure la sua paura ad immettersi in un tema a lei ostico, quindi scappa per la tangente… come fanno molti politici…. e medici vaccinatori… “la paura del confronto diretto”, dicendo che non ha tempo, ….pero’ per fare la propaganda ai vaccini il tempo lo trova…...

Le rinnovo la conferma fattale nella mia prima mail,  che la nostra corrispondenza comparira’ sul web a disposizione dei lettori, per far conoscere dove ed in che mani e’ finita la sanita’ anche italiana.
saluti

dr. Jean Paul,  déscendant de la famille Vanoli  (Souverain Individuel - Journaliste d'Investigation specialisée en santé depuis 40 ans)
 (Sovrano Individuale - Giornalista Investigativo, specializzato in sanità da 40 anni)
Consulente di www.mednat.org  -  mail: vgp@mednat.org
Chi non grida la verità, quando la sa, si fa complice dei falsari e degli imbroglioni
(By
Charles Peguy)
"
Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda"
(By
Horacio Verbitsky)

Da: Silvio Garattini silvio.garattini@marionegri.it
Inviato: martedì 24 maggio 2016 16:35
A: info
Oggetto: Re: all'attenzione del Signor Silvio Garattini

Gentile Dr. Jean Paul,
purtroppo le Sue domande sono molteplici e non ho il tempo per rispondere.
Cordialmente.
Silvio Garattini
/sb

Da: info@mednat.org
A: silvio.garattini@marionegri.it
Inviato: Martedì, 24 maggio 2016 13:47:40
Oggetto: R: all'attenzione del Signor Silvio Garattini

Egregio sig Garattini.
l’ho gia’ richiesto  con le stesse domande a tutti e due gli enti, ma e da loro non ho ricevuto risposta malgrado diversi solleciti fatti a tutti e due gli enti….nel corso tempo….e sono passati ormai due anni, dalla prima richiesta….
… ma siccome ho visto che lei, quale dirigente di un Istituto di Ricerca (Mario Negri) , e’ favorevole ai vaccini, deve per forza di cose essere competente in materia per poterlo affermare, perche’ mi rifiuto di credere che lei lo faccia per fede……,come la stragrande maggioranza dei medici favorevoli ai vaccini (ve ne sono sempre piu’ non piu’ favorevoli), quindi caro signor Garattini, NON puo’ esimersi dal rispondere ad un giornalista, a questi semplici domande, altrimenti debbo pensare che voglia evitare di rispondere alle mie domande.
Attendo quindi risposta ai quesiti che le ho postato.
Saluti
dr. Jean Paul,  déscendant de la famille Vanoli  (Souverain Individuel - Journaliste d'Investigation specialisée en santé depuis 40 ans)
dr. Jean Paul , discendente della famiglia Vanoli  (Sovrano Individuale - Giornalista Investigativo, specializzato in sanità da 40 anni)
Consulente di
www.mednat.org  -  mail: vgp@mednat.org
Chi non grida la verità, quando la sa, si fa complice dei falsari e degli imbroglioni
(By
Charles Peguy)

Da: silvio.garattini@marionegri.it
Inviato: martedì 24 maggio 2016 12:17
A: info@mednat.org 
Oggetto: Re: all'attenzione del Signor Silvio Garattini


Gentile Dr. Jean Paul,
grazie. Le suggerirei di rivolgersi al Ministero della Salute oppure all'Istituto Superiore di Sanità.
Cordialmente.
Silvio Garattini
/sb

L'IRCCS - Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri desidera ringraziare tutti i donatori che hanno devoluto il loro 5 per mille - e ci auguriamo vorranno continuare a farlo in futuro - a sostegno della nostra attività e assicurare loro che tutto quanto ricevuto sarà esclusivamente impiegato per le nostre ricerche.

Ricordiamo di firmare ed indicare il nostro codice fiscale
03254210150
nel riquadro "Finanziamento agli enti della ricerca scientifica e dell'università"
Per maggiori informazioni:
IRCCS - Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri, Via La Masa 19 - 20156 Milano
Tel: +39 02 390141 - Fax: +39 02 3546277 +39 02 39001918
Internet: www.marionegri.it, mnegri@marionegri.it

Da: info@mednat.org
A: "Istituto Mario Negri" mnegri@marionegri.it
Inviato: Sabato, 21 maggio 2016 12:13:48
Oggetto: all'attenzione del Signor Silvio Garattini

 Egregio signor S. Garattini,
….da quanto vedo sulla stampa lei e’ caldamente favorevole alle vaccinazioni obbligatorie, per cui le faccio delle domande sui vaccini; 
Spero sia sufficientemente competente sul tema, per poter rispondere a queste semplici domande e se non lo e’ mi faccia rispondere esaustivamente da qualcuno di competente del suo Istituto.

Le ricordo di essere chiaro nella sua riposta o non risposta, perche la nostra corrispondenza, essendo giornalista investigativo francese, verra' immessa nel web a disposizione di tutti, compresa questa lettera che invio in copia anche alla sua casella di posta elettronica, e che pubblico come lettera aperta anche in Facebook.
Sia quindi preciso e ben documentato nella sua risposta !

 Grazie, ecco le domande:
- Viste le recenti vicissitudini in Italia ed all'estero sui Vaccini ormai ben note...
- Visto che i vaccini contengono sostanze tossico-nocive, come la formaldeide, metalli, nanoparticelle, (ormai documentate da analisi con spettrofotometro e microscopio elettronico) ecc., ed e' Vs/Suo DOVERE informare la popolazione ed i tecnici sanitari su queste tossine inoculate per “Legge”...
- Visto che e' DIRITTO dei cittadini (ed operatori sanitari), essere informati per Legge, dagli enti istituiti e dai medici, specie gli immunologi ed i medici vaccinatori, che dovrebbero essere a "tutela" della nostra salute...

a - Potrebbe fornirmi tutta la documentazione -bibliografia esistente ed inerente gli studi comparati fra popolazione vaccinata, (con analisi degli anticorpi presenti nei vari soggetti del gruppo, prima e dopo la vaccinazione) e popolazione NON vaccinata di NESSUN vaccino 
b - Chiedo solo studi clinici e di laboratorio di verifica (punti a,b), ma anche quelli sulla Herd Immunity - Immunita' di Gregge. 
NON mi servono bibliografie basate sulle statistiche, che sono evidentemente falsificabili e quindi non veritiere. 
c - Quali e dove sono reperibili le statistiche ufficiali europee ed Italiane, riguardanti le malattie:
distrofia, sclerosi (tutti i tipi), polio, autismo, leucemia, cancro, epilessia, paralisi, meningite, ecc. ?

INOLTRE:
1 - Quale e' l'organismo Europeo che effettua i controlli sulla tossicita' o meno di TUTTE le sostanze vaccinali presenti in TUTTI i Vaccini in commercio, anche dei possibili "contaminanti" e nanoparticelle ? 
...in particolare per Italia, Francia, Belgio, Grecia, e/o altre nazioni UE, con i vaccini "obbligatori" e facoltativi.
2 - Quali esami di laboratorio si effettuano per fare quei controlli (descrizione del meccanismo di controllo) e con quali apparecchiature (descrizione) ?
3 - Quali test in doppio cieco (fra MAI vaccinati, di NESSUN vaccino e Vaccinati di qualsiasi vaccino), vengono effettuati per i vari vaccini in commercio, in Europa e specificatamente in Italia ?
4 - Quali controlli-esami clinici vengono effettuati su soggetti, PRIMA della vaccinazione, per controllare lo stato di salute dei soggetti da vaccinare (sistema immunitario, HLA, ecc.) e sugli stessi, successivamente alla vaccinazione, dopo: 
1 mese - 1 anno - 2 anni - 3 anni - 5 - anni - 10 anni ?

Attendo quindi risposte URGENTI ed ESAUSTIVE, in merito tutti questi quesiti.
Le Ricordo una seconda volta che, essendo un giornalista investigativo, pubblichero' la mia richiesta a Lei indirizzata e le sue eventuali risposte nel web, per cui sia preciso e circostanziato, oltre che sollecito nel rispondere.

dr. Jean Paul,  Souverain Individuel, déscendant de la famille Vanoli - Journaliste d'Investigation - (Sovrano Individuale, discendente della famiglia Vanoli - Giornalista Investigativo), specializzato in Sanita' da 40 anni.
Consulente di www.mednat.org  -  mail: vgp@mednat.org
Chi non grida la verità, quando la sa, si fa complice dei falsari e degli imbroglioni
(By Charles Peguy)

Come potete osservare cari lettori, per ora:
Ministero ed Enti vaccinatori
e/o quelli "preposti alla tutela della salute" (...si ma dei fatturati delle case farmaceutiche...),
NON rispondono
alle specifiche domande richieste....e NON fanno NESSUN controllo sui Vaccini ! Giocano a ping pong....pur di non rispondere ai quesiti posti.....


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

E per finire leggete anche: EPIDEMIE + Epidemia Colposa  + Dittatura Sanitaria I nuovi Tiranni + Falsificazioni degli Studi Scientifici + Storia dei Movimenti anti-Vaccino + MEDICI, una MINACCIA per la SALUTE + Terrorismo con i Farmaci + MEDICI IMPREPARATI + Falsita' della Medicina ufficiale + Storia sui Vaccini +  Inquisizione medica + Come gestire il mercato dei Malati +  Industria della Malattia + Pericolo Farmaci + $$$ influenzano studi sulle Ricerche Mediche
http://www.internationalpost.org/contents/Conflitti_d%E2%80%99interesse_e_corruzione_in_sanit%C3%A0_1494.html#.VHoBoDGG98F

vedi anche:
Ministero salute e vari enti informati anche sui danni dei ... Materiali dentali... anche in questo caso, non rispondono esaustivamente...  oppure non rispondono affatto...

REPORT COLPISCE al CUORE NESSUNO CONTROLLA i PACEMAKERS
La stessa cosa in tutti i settori ed in particolare nel dentale.....

La Marletta (Ministero della "salute") e il marito sono coloro che si occupano dei dispositivi protesici, marchiatura CE e direttiva EU 93/42........quante bustarelle ha preso per far passare, mettere il marchio CE su materiali tossici per dispositivi protesici.....
http://www.report.rai.it/dl/Report/puntata/ContentItem-6eed15c9-3e1e-48a8-b73e-c29565aef84f.html
By Loredana Di Cesare - Tratto da mentiinformatiche.com
In Italia ci sono 700 mila portatori di pacemaker. Ogni anno altri 60 mila nuovi pazienti si sottopongono...05/10/2014
Questioni di cuore.
E non soltanto per i pacemaker impiantati senza i necessari test di sicurezza.
Nell’inchiesta di Sigfrido Ranucci per Repor t – in onda questa sera su Rai 3 – si scopre che controllato e controllore sono addirittura marito e moglie.
Report rivela che il laboratorio in cui devono svolgersi i controlli sui pacemaker, prima di immetterli sul mercato è, di fatto, chiuso dal 2010.
A certificare la sicurezza è l’Istituto Superiore di Sanità, ente riconosciuto dall’Europa, l’unico in possesso di strumenti di collaudo.
A vigilare sull’ISS – e sui certificati per i dispositivi – ci pensa invece il Ministero della Salute, nella persona di Marcella Marletta, direttore generale del ministero della Salute.
E quindi proprio a lei spetta di controllare l’ufficio diretto dal marito, Carmine Guarino, che si occupa della sicurezza dei dispositivi medicali.
MARLETTA VIGILA anche sull’ufficio di Pietro Bartolini, che rilascia i certificati di conformità per i pacemaker, che possono essere siglati solo dopo aver svolto i test nel laboratorio risultato inattivo.
Il centro in questione dovrebbe collaudare i pacemaker: resistenza a temperatura, urti, ultrasuoni, interferenze con campi elettromagnetici.
Test effettuati soltanto sulla carta: lebandono e le tecnologie sono obsolete e danneggiate. Eppure i pacemaker continuano a essere messi in circolazione con dei certificati – sostiene Report – sostanzialmente falsi.
Intervistata da Ranucci, la responsabile del Ministero per la sorveglianza dei dispositivi medici, Rosaria Boldrini, assicura di aver eseguito tutte le ispezioni.
Tutto funziona alla perfezione, secondo la sua versione, e afferma che, se i test non fossero svolti, si tratterebbe di truffa.
L’Iss, come dimostra l’inchiesta, è a conoscenza dello stato in cui versa il laboratorio. In una lettera del 2010, s’informa il direttore del dipartimento Tecnologie dell’impossibilità di effettuare i test, poiché il laboratorio non esiste. Dettaglio che invece, al ministero della Salute, non risulta.
I pacemaker, inoltre, devono essere sottoposti a verifiche anche dopo l’immissione sul mercato.
Per questo compito è stata formata una task force di esperti qualificati che, al suo interno, può vantare laureati in storia, scienze delle comunicazioni, farmacia, giurisprudenza e scienze politiche.
REPORT RICOSTRUISCE il caso di un paziente morto dopo che, nel suo cuore, erano state impiantate valvole dal funzionamento “anomalo” di fabbricazione brasiliana.
Cinzia Barbetta racconta che pochi giorni prima che suo padre morisse, accasciandosi sul volante del suo camion, la sua famiglia era stata invitata a contattare urgentemente il centro Gallucci, per fissare un colloquio col professor Dino Casarotto.
Il motivo: “Erano state riscontrate delle anomalie nel funzionamento delle valvole impiantate”. Valvole che erano state considerate sicure da certificato europeo.
Casarotto – ricostruisce Ranucci – proprio in quei giorni stava facendo acquistare dall’ospedale altre 350 valvole brasiliane e fu accusato – imputazione mai accertata – di aver incassato delle tangenti per ogni valvola.
Secondo la procura, comunque, non c’era alcun nesso tra l’episodio di corruzione e un eventuale reato di omicidio colposo. E i costruttori brasiliani – conclude Report – non hanno mai risarcito la famiglia Barbetta: “I brasiliani Rubens De Sousa e Sergio Casagrande, condannati a 2 anni e 6 mesi per omicidio e lesioni colpose, non hanno fatto un giorno di galera”.
Il laboratorio – come mostrano le immagini di Report – versa in uno stato di abbandono.


OBBLIGO dello STATO ITALIANO ad INFORMARE CORRETTAMENTE anche i CITTADINI su FARMACI e VACCINI !

Nei Fatti questa Legge e' DISATTESA da sempre (salvo per il Bugiardino accluso nei farmaci ma NON nei VACCINI.........., di fatto e' totalmente disattesa per i VACCINI......BIG PHARMA comanda ?....le PROVE ?
....continuate a leggere qui sotto dopo il testo della Legge......

Cosi come il medico: "Il medico ha il dovere di informare il proprio Paziente sugli effetti collaterali e sulle controindicazioni dell'uso dei farmaci (i vaccini sono farmaci a tutti gli effetti) che gli ha prescritto".
Tratto da:  http://www.assomedici.it/professionemedica.html


Domanda NdR: e come fa ad informare correttamente il suo paziente, se NON conosce tutti i meccanismi ed i danni dei vaccini, in quanto il Ministero della sanita', ne' l'universita' che lo prepara, lo informano  ?
vedi: CONFLITTO di INTERESSE + Conflitti di Interesse, business farmaci e vaccini + Immunologo aids e Vaccini

http://www.internationalpost.org/contents/Conflitti_d%E2%80%99interesse_e_corruzione_in_sanit%C3%A0_1494.html#.VHoBoDGG98F

Parlamentari pagati dalle Lobbies ? -
Roma Ott. 2013 
L'intervista a un assistente di un Senatore che svelerebbe i traffici illeciti tra parlamentari e Lobbies.
Video dell'intervista: 
http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/390060/roma-parlamentari-pagati-dalle-lobbies.html



Giugno 2014 – Procura della Repubblica di Roma: indagati 40 dirigenti del Ministero della “salute”, ISS, ed Aifa per  Conflitti di Interesse su Vaccini e farmaci…. barra a dritta…. avanti tutta,… vento in poppa….

Vaccini falsi e debiti milionari - Così crolla l’Istituto Superiore di Sanità
- 03/08/2014
 Il dossier di commissariamento: soldi in progetti inutili, nessun controllo
 Negli anni ’70 da quel palazzone romano dell’epoca fascista, sede storica dell’Istituto superiore di sanità, uscivano studi che suscitavano ammirazione nei laboratori di ricerca di mezzo mondo. Ed i pareri dell’Iss, come lo abbreviano gli addetti ai lavori, erano legge per istituzioni e governi. Oggi quello che fu il fiore all’occhiello della ricerca italiana è commissariato. Un’altra macchia, dopo Stamina, all’immagine scientifica internazionale del nostro Paese.


RICERCA DEVIATA ai MEDICINALI che MANTENGONO la MALATTIA CRONICA.
INTERVISTA al PREMIO NOBEL per la  MEDICINA: RICHARD J. ROBERTS. - MEDITATE  e CONDIVIDETE !

Il vincitore del Premio Nobel per la Medicina, Richard J.Roberts, denuncia il modo in cui operano le grandi
industrie farmaceutiche nel sistema capitalistico, anteponendo i benefici economici alla salute e rallentando lo sviluppo scientifico nella cura delle malattie perché guarire non è fruttuoso come la cronicità.

Visionate questo video, parla un'informatore farmaceutico, sul Business dei Farmaci e Vaccini
http://ildocumento.it/farmaci/il-business-farmaceutico-current.html
 

vedi anche: Ministero della Salute Italiano richiesta di Informazioni sui Materiali Dentali + CNR e Corruzione + UNICEF (Italia e Svizzera)

Costituzione Italiana: Art. 28
I funzionari e i dipendenti dello Stato e degli enti pubblici sono direttamente responsabili, secondo le leggi penali, civili e amministrative, degli atti compiuti in violazione di diritti. In tali casi la responsabilità civile si estende allo Stato e agli enti pubblici.

Commento
NdR: questo articolo come altri della Costituzione Italiana sono da sempre trasgrediti e disattesi proprio da coloro che lo rappresentano, specie nella Sanita', Finanza, tutela, commercio, agricoltura, ecc.
Per cui invitiamo i cittadini di questi stati trasgressori, compresi i loro rappresentanti e dirigenti, a DENUNCIARE all'autorita' giudiziaria tutti questi farabutti che trasgrediscono la Costituzione; verra' il momento, il tempo comunque nel quale il Popolo Sovrano, si sollevera' ed arrestera' tutti questi "soggetti" che compiono questi misfatti, sulla pelle del Popolo reso suddito... !

Mazzette per evitare i controlli sull'Aulin -  Farmaci e tangenti, filmata la consegna di soldi al vice capo dell'Aifa !
MILANO – Nov. 2009 - Tra i 30 indagati del nuovo scandalo farmaci c'è anche un neosindaco.
Carlo Della Pepa, 46 anni, medico e ricercatore della farmacologia di Torino, eletto a Ivrea per una coalizione di centrosinistra. Il suo capo è il farmacologo di Torino Mario Eandi.
Poi manager di primo piano della Bayer, Umberto Filippi e Roberto Ceresa (ex Lega Nord).
Incontri con il “numero uno” dell'Aifa (l'Agenzia italiana per l'approvazione e la sorveglianza sui farmaci - (NdR: finanziata da Big Pharma....) Nello Martini, sono agli atti dell'inchiesta torinese guidata da Raffaele Guariniello.  
E che oltre alla corruzione ipotizza un sistema che potrebbe avere arrecato danni alla salute dei cittadini.
Un esempio: il caso Aulin. Nimesulide è la molecola, Aulin è il farmaco più noto tra i molti in commercio che contengono questo principio attivo. Un anti-infiammatorio (Fans) che può anche avere gravi effetti collaterali sul fegato.
Mai approvato negli Stati Uniti e in Giappone. Ritirato nel 2002 in Spagna e Finlandia. E nel maggio 2007 in Irlanda dopo che sei pazienti subirono un trapianto di fegato per sopravvivere alle lesioni causate dall'abuso del farmaco.

L'Italia nicchia, a chi ne chiede il ritiro viene risposto che i benefici in un certo sono superiori ai rischi. Basta rispettare l'obbligo di prescrizione da parte del medico. Di verifiche e studi per appurarne la reale pericolosità non se ne parla. Solo monitoraggio. Perché ?
La risposta in un filmato di due minuti. Un mediatore passa una mazzetta a Pasqualino Rossi per «lasciare tranquillo» l'Aulin.
Un regista con le stellette ha immortalato immagini e suoni del pagamento in contanti, la gioia del numero due dell'Aifa (rappresentante anche nell'Emea, l'agenzia europea per i farmaci), la sua corsa in banca per coprire il conto in rosso.

Un corto da YouTube agli atti della richiesta di 20 ordinanze cautelari, su 30 indagati (ma forse saranno di più dopo gli interrogatori di oggi in carcere a Roma), da parte della procura di Torino dopo due anni di inchiesta sull'Aifa partita (gennaio 2006) da alcuni dossier per l'approvazione di alcuni farmaci bioequivalenti o generici.
I provvedimenti, firmati dal gip torinese, riguardano Pasqualino Rossi (carcere) e Antonella Bove (arresti domiciliari), dirigenti Aifa. Altre ordinanze (tre in carcere, tre in casa) riguardano procuratori delle aziende: Matteo Mantovani, Sante Di Renzo, Mario Umbri, Piera Campanella e Francesca Fiorenza. Un sesto manager è ancora ricercato: sarebbe all'estero.
Tutto registrato, immagini e suoni. Prove contenute nelle 700 pagine della richiesta di 20 arresti, che poi il Gip ha «sintetizzato » in soli otto arresti e 400 pagine di ordinanza. Anche Nello Martini, che smentisce di essere indagato, è protagonista di intercettazioni chiave: le cimici degli investigatori (i carabinieri dei Nas di Torino, Roma, Padova e Alessandria), per esempio, ne avrebbero registrato parola per parola un incontro con i vertici della Glaxo in un albergo di Verona.
Che cosa si sono detti è agli atti. Come agli atti è la storia della figlia di un funzionario Aifa assunta da una delle aziende di cui il padre doveva essere tra l'altro "controllore".
Da ieri tutto è in mano anche della procura di Roma, che su buona parte dell'inchiesta è competente. Dei 30 capi d'accusa dell'inchiesta, solo sette resteranno al vaglio dei magistrati torinesi.

Inevitabile il contraccolpo nel dicastero del Welfare e della Salute.
Il ministro Maurizio Sacconi (NdR: Anno 2008 - la moglie del ministro della "salute" italiano e' la presidentessa di Federfarma....) ha deciso l'avvio di una commissione d'indagine composta da tre “autorevoli esperti”: dovrà fornire le prime valutazioni tra sette giorni, poi un più completo rapporto entro il 31 luglio 2008.
All'esame un sistema molto raffinatosi dopo lo scandalo che 15 anni fa ha coinvolto Duilio Poggiolini e la Cuf, l'equivalente dell'Aifa di allora.
Il filone sul sangue infetto (Hiv ed epatiti B e C) è ancora aperto. A Napoli dovranno decidere su Poggiolini, estraneo a tutto il ministro della Sanità dell'epoca Giovanni De Lorenzo. L'Aifa fu istituita ex novo anche per cancellare lo scandalo Poggiolini. Evidentemente però qualcosa non ha funzionato.
By Mario Pappagallo. corriere.it

In questo documento si legge che bisogna "evitare che il diritto di accesso ai documenti della pubblica Amministrazione si trasformi in uno strumento di ispezione popolare, esplorativo e di vigilanza, utilizzabile al solo scopo di di sottoporre a verifica l'operato della Amministrazione".
Significato: Non disturbate il Manovratore.........! ed il popolo "sovrano" (art. 1° della Costituzione), dove sta'...?

AIFA Condannata: 2 sentenze

http://www.osservatoreitalia.it/index.asp?art=5647&red=3&arg=11

NON esiste
perche' di fatto pare essere in piena DITTATURA SANITARIA !

Sulla "carissima" AIFA:
1. a CHE serve quando accumulano scandali e stabiliscono prezzi anche 10, 20, 80 volte il prezzo pagato fuori dall'Italia? (Epatite C, maculopatia e troppo altro)

2. hanno acquistato più  vaccini per tipi e quantità e accettato che il prezzo dei vaccini aumentasse del 62% (come "stabilito da Lorenzin & AIFA) 

3. senza fare controlli da parte AIFA (dello Stato) ma limitandosi a domandare "Casa farmaceutica produttrice, è buono il vaccino ?"
(sì, è strano ma anche in USA non era mai stata fatta nessuna analisi "statale" per 32 anni )

4. CHI controlla l'AIFA ? In passato anche lo scandaloso Ricciardi ha portato  a termine con un ritardo di anni il rapporto osservazione sui danni dei farmaci vaccini, spiegato in tv che per lui se da un malato di morbillo si passa a 2 malati di morbillo è un aumento del 100% dei casi e quindi epidemia e si giustifica lo stato di emergenza nazionale e l'obbligo vaccinale (su 12 "malattie" anche non epidemiche) 
e INOLTRE asseriva che "non ci sono prove tra vaccinazione e malattie", malattie, sindrome come l'autismo, che pur di provata evidente natura neurologica, con ricerche che mostrano anche manifestazioni a livello di iper reazioni in risposta ad un particolare fattore immunologico scatenante, oltre alla presenza di sostanze dannose al sistema neurologico, ci si limita alla "osservazione" per sole 36 ore (limite imposto per legge italiana percepita dalla UE) e si "osservano" e valutano solo gli aspetti "socio-comportamentali" in ANNI (un bambino di 3 mesi in 36 ore dovrebbe correre a nascondersi se vede qualcuno !? ) e IN ANNI arrivano le eventuali diagnosi (fuori "tempo massimo", delle 36 ore, e nel frattempo impongono ulteriori vaccinazioni)

Malattie in costante aumento tra i bambini come il cancro (gli italiani sono i bambini più  vaccinati e i primi in Europa per casi di cancro con grande aumento di altre gravi malattie che sono legate all'inquinamento cellulare e a processi d tipo "immunitario" non vengono messe in correlazione agli "adiuvanti" usati nei vaccini (sono state riscontrate nano particelle di sostanze cancerogene in diverse analisi su molti vaccini in diversi laboratori nel  mondo) eventualmente possono insorgere e quindi sono "osservabili" negli anni o entro 36 ore dalla somministrazione di "adiuvanti"  ? 

5. con questo sistema di "osservazione" è quasi impossibile trovare nella legge il tempo necessario per stabilire i danni conseguenze (anche perché nelle "statistiche" a distanza di 2 settimane, finita l'osservazione, si mettono i vaccinati insieme ai  mai vaccinati e quindi si confrontano i vaccinati con i vaccinati (annullando ogni valore alle statistiche comparative, dette "a doppio cieco "). 

6. i "danneggiati" da vaccino (comprovati... nei limiti sopra descritti) vengono risarciti  dal MINISTERO della Sanità e NON dalle case farmaceutiche produttrici (per legge regola AIFA/Ministero)

7. l'AIFA non ha dato le autorizzazioni ai vaccini MONOCOMPONENTI (detti monovaccino)  per morbillo, rosolia, pertosse e altre malattie (si devono fare 3, 6 vaccini per 1...)

MA era nel programma di legge come anche la produzione negli stabilimenti militari statali, più controlli e meno spesa.
Ho provato a riassumere una triste brutta lunga storia di una "strana" Agenzia di Stato che collabora (anche oggi) con Ministro della Sanità.
Domanda legittima :
A che serve sul serio "questa" AIFA?
Grazie e saluti alla Ministra !

Aggiungo una "storia" dell'AIFA a cura del FQ 
AIFA: AGENZIA DEL FARMACO ITALIANO, negozia i prezzi dei farmaci, vaccini e altro per lo Stato italiano con le case produttrici 
articolo vecchio del 2014....
Nasce appena undici anni fa e la sua storia è già avvolta nel mistero. In pochi sanno cos’è l’Aifa, cioè l’Agenzia italiana del farmaco, ente governativo diretto dal ministero della salute. Eppure riguarda tutti da vicino. Perché la sua funzione è quella di garantire l’accesso ai farmaci nel nostro Paese. Come ? Prima con una valutazione del farmaco sulla scorta del parere dell’Ema (l’Agenzia del farmaco europea). Poi tramite la negoziazione del prezzo con l’azienda produttrice.
Le aziende fanno l’offerta e l’Aifa prende o lascia, difficilmente riesce a contrattare.
Dal 2004 il prezzo di un medicinale (rimborsato dal Servizio Sanitario Nazionale) è assegnato in funzione del suo valore terapeutico, e non dal valore industriale. Quindi il vero paradosso è che lo spreco di denaro pubblico dovuto ai costi esorbitanti di alcune molecole (come il Sofosbuvir contro l’epatite C da 50mila euro, o l’imatinib, un antileucemico, da 24mila euro) è legale.
Fino al 2010 la sede Aifa era un edificio umile nella periferia di Roma, non lontano dalla metropolitana.
Poi si è trasferita in un palazzo faraonico di sette piani in via del Tritone 181, nel centro di Roma, a due passi dalla Fontana di Trevi, e guarda un po’, quasi di fronte all’ingresso di Farmindustria, l’associazione delle case farmaceutiche.
Ora l’Aifa paga un affitto di quasi 4 milioni di euro l’anno, il doppio di quello che spendeva prima. E il numero dei dipendenti è lievitato da 250 a 402. Il bilancio del 2013 chiude con un utile di 1,6 milioni. Riceve dallo Stato il 29% dei finanziamenti.
Il direttore è Luca Pani, psichiatra e farmacologo cagliaritano, che riceve un compenso lordo di 222.107 euro l’anno. I dirigenti sotto di lui prendono dai 96 mila ai 162 mila euro lordi.

L’Aifa cresce su un terreno inquinato. Prima di lei, a fare le stesse cose era il Servizio farmaceutico dentro il ministero della Salute che fino al 1993 è in mano al re della sanità, Duilio Poggiolini, già iscritto alla P2 di Licio Gelli, a capo del servizio e destinatario di montagne di mazzette da parte di Big Pharma per autorizzare la vendita e stabilire i prezzi dei farmaci.
Al momento dell’arresto gli vengono sequestrati oltre 15 miliardi di vecchie lire su un conto svizzero, lingotti d’oro, gioielli, quadri, monete antiche. Nel 2013 viene scoperto un tesoro di 26 milioni di euro nel caveau di Bankitalia. Un anno prima la Corte di Cassazione lo obbliga a risarcire lo Stato di oltre 5 milioni di euro per il reato di corruzione. 
Poi arrivano i due scandali più grandi in casa Aifa.
Il primo nel 2008, che porta all’arresto di otto dirigenti dell’ente e 19 avvisi di garanzia tra i suoi funzionari e i titolari di imprese farmaceutiche, per aver alterato l’iter di autorizzazione per la messa in commercio di alcuni farmaci.(segue nel link)
Era il 2014
https://www.ilfattoquotidiano.it/2014/11/29/aifa-affitti-doro-guai-giudiziari-decide-prezzo-dei-farmaci/1240548/?fbclid=IwAR3wMG8SGSWY66M2tjzVBv8dDjzYVO9AwWNuQNZC3t46XZ-wv2QJqP25PCA

vedi anche:
I.S.S. + Dati ISTAT sulle malattie infettive per i Vaccini 
+ Statistiche Ministero manipolate + Autorita' Mondiali e Vaccinazioni + Corruzione e Collusioni fra Ministeri, Enti e Big Pharma + Schede del Ministero + Metalli tossici e nanoparticelle nei vaccini

Gli esperti di Vaccini dei CDC, hanno spesso Conflitti di interesse
- 18/03/2010  

CDC e Conflitti di interesse - 1 + CDC e Conflitti di interesse - 2 + CDC e Conflitti di interesse - 3 + Corruzione
CDC conflitti di interesse anche per i vaccini
http://healthimpactnews.com/2014/cdcs-purchase-of-4-billion-of-vaccines-a-conflict-of-interest-in-overseeing-vaccine-safety/
http://www.internationalpost.org/contents/Conflitti_d%E2%80%99interesse_e_corruzione_in_sanit%C3%A0_1494.html#.VHoBoDGG98F

vedi Danni dei Vaccini + Contro Immunizzazione
CONFLITTI di INTERESSE + PRODUTTORI dei VACCINI, TUTELATI + Comparaggio farmaceutico

vedi anche: Ecco descrizione di cio' che e' l'attuale medicina allopatica (dott. S. Stagnaro)
Lettera Aperta al Ministro della Salute - dott. Fazio -
(By S. Stagnaro Ott. 2010)


Ex Amministratore delegato della Monsanto India, racconta le malefatte di Monsanto
La societa' Monsanto, era solita presentare al governo, per l'approvazione alla commercializzazione dei propri prodotti, dei dati scientifici alterati ....cioe' falsi !
Egli ha confermato che gli enti governativi, nel dare le autorizzazioni, facevano riferimento solo ed esclusivamente agli "studi scientifici" presentati dalla Monsanto...senza effettuare nessun controllo come enti governativi... !

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Provare a essere informati invece di supporre - 17 Agosto 2013
Gli scienziati pubblicano di aver scoperto un 30ennio di Cover-up (copertura) da parte del Governo sui Vaccini….
La ricerca da parte della University of British Columbia di (UBC), Dipartimento di Oftalmologia, Visual Sciences, Medicina Sperimentale e Neuroscienze che hanno esposto (riscontrato) 30 anni di corruzione e di BUGIE sulla politica vaccinale da parte del governo.
Una vasta indagine sui meccanismi interni del sistema sanitario nazionalizzato nel Regno Unito ha rivelato uno scioccante scandalo di incontri ufficiali da parte dei comitati di vaccini del governo britannico ed  esperti medici indipendenti con connessioni del settore dei farmaci-vaccini.
Dr. Chris Shaw e il Dott. Lucija Tomljenovic, presso la University of British Columbia in Canada, hanno pubblicato un articolo “investigativo” con recensione sul
Journal of Biochemistry, sui particolari legami governativi con le aziende farmaceutiche e la cooperazione del governo con i produttori di vaccini in materia di strategie volte a incrementare l'aumento dei vaccini nella popolazione.
Secondo il Dott. Chris Shaw e il Dott.essa Lucija Tomljenovic, gli organi consultivi e quelli  che governano il settore della politica di vaccinazione nel Regno Unito hanno ormai, per molti decenni, nascosto la verità sui pericoli dei vaccini, e volutamente spinto i vaccini non sicuri sul pubblico al fine di sostenere il programma di vaccinazione ufficiale.
Una citazione dal pubblicato, “peer reviewed paper” afferma: "Le autorità sanitarie britanniche si sono impegnati in questa pratica per gli ultimi 30 anni, a quanto pare per il solo scopo di proteggere il programma nazionale di vaccinazione".
Come risultato della politica di vaccinazione promossa dal governo britannico, molti bambini sono stati vaccinati senza che ai genitori siano stati rese note le informazioni critiche sui rischi dimostrati di gravi reazioni nocive.

Vi è ora una pletora di prove scientifiche che i vaccini siano effettivamente implicati nella maggior parte delle malattie comuni oggi e che i vaccini per l'infanzia, influenza ed altri tipi di vaccinazioni sistematicamente distruggono il sistema immunitario del corpo.
Inoltre, la ricerca mostra legami causali tra aumentate esposizioni verso i
sali di alluminio utilizzati ed il Thiomersal (mercurio), come adiuvanti nei vaccini ed un aumento dei livelli di difficoltà neurologiche in popolazioni esposte a quei vaccini.
By:
Why Don't You Try This? - Perché non provare questo ?
Sources:
The Vaccine Hoax is Over. Documents from UK reveal 30 Years of Coverup (nsnbc.me)
The vaccination policy and the Code of Practice of the Joint Committee on Vaccination and Immunisation (JCVI): are they at odds? (ecomed.org.uk)
The Health Hazards of Disease Prevention – Proceedings (ecomed.org.uk)
Responses to UBC vaccine paper a problem for free scientific inquiry and expression (vancourier.com)

E' inquietante sapere che la maggior parte della letteratura medica (90 %) che e’ stata fatta dai ricercatori, arriva direttamente dalla ricerca medica delle case farmaceutiche e che questi studi/ricerche sono sponsorizzati dalla società che produce il vaccino. E che ogni ricerca che esprime opposizione alla vaccinazione è screditata e messa a tacere.
Ulteriori ricerche scientifiche hanno concluso risultati simili, come quella del Dott. Wakefield che ha pubblicizzato e confermato il legame tra disturbi gastrointestinali, l'autismo ed il vaccino MMR. - vedi link between stomach disorders, autism and the MMR vaccine.

Ma cio' accade in tutti i paesi del mondo, perche' la "sanita' " e' in mano a Big Pharma e/o ai suoi uomini messi nei posti chiave dei governi....
 
Inoltre, un recente studio condotto dalla omeopata dott.essa Andreas Bachmair ha concluso che i bambini vaccinati hanno fino al 500% in più di malattie rispetto ai bambini non vaccinati.  vedi link: vaccinated children have up to 500% more disease

Read More:
The Lead Vaccine Developer Comes Clean So She Can “Sleep At Night”
Courts quietly confirm MMR Vaccine causes Autism
Vaccine Court Awards Millions to Two Children With Autism
Bayer and US Government Knowingly Gave HIV to Thousands of Children
Vaccine-nation: Poisoning the Population, One Shot at a Time
Supreme Court Rules Drug Companies Exempt From Lawsuits


Per i genitori interessati alla ricerca della verità, vale la pena ricordare che le stesse persone che possiedono le aziende farmaceutiche di tutto il mondo, forniscono, controllano o possiedono  anche propri principali punti vendita di notizie per i media.

vedi anche: also own mainstream media news outlets.


Commento
NdR: in che mani siamo....!! 
Pero' a stessa cosa succede per i Vaccini, gli Enti governativi (CDC + OMS + FDA + EMEA (ora EMA) + AIFA) dei vari paesi del mondo, Italia compresa (vedi qui sotto), utilizzano ESCLUSIVAMENTE gli "studi scientifici" presentati dalle case farmaceutiche, senza fare NESSUN controllo, ne' studi indipendenti, sui Vaccini !

I VERI PADRONI della SANITA' nel MONDO
La descrizione del meccanismo che nel secolo scorso permise ai grossi capitali finanziari di impadronirsi dell’intero sistema medico americano  e non solo, attraverso il controllo dell’insegnamento universitario, i Rockefeller amavano chiamarla “filantropia efficiente”, e' qui ben descritto.
Purtroppo il medico che volesse domandarsi oggi da dove nascano tante di quelle “certezze” che gli vengono contestate .... da chi non si fida più della medicina ufficiale, dovrà risalire di quasi un secolo per trovarne l’origine. D’altronde, è lui stesso ad insegnare che il miglior rimedio contro una malattia non sia la semplice rimozione del sintomo, ma quella della causa stessa.

vedi anche: Rapporto Flexner e Dichiarazione di Alma Ata  +  ROTHSCHILD  

Proposta per una seria Riforma sanitaria in Italia ed estero, soprattutto in tema di "Trasparenza" migliore:
Tutti i soggetti che intendano lavorare per la Sanita' e/o all'interno di essa, specie se come Dirigenti di un qualsiasi settore di essa, debbono presentare nel loro curriculum personale, la dichiarazione completa dei
Conflitti di Interesse o meno, passati e presenti, pena l'impossibilita' a lavorare in essa.
Questo vale anche per gli attuali Dirigenti in essere nella Sanita', che debbono obbligatoriamente adeguarvisi, pena il licenziamento, anche nel caso di falsa dichiarazione.
Naturalmente le opposizioni e le resistenze saranno NOTEVOLI....per l'influenza e/o collusioni ormai accertate, che l'industria farmaceutica ha nella burocrazia, dirigenza e politica in Italia ed estero....

Informatore dei CDC CONFESSA la FRODE e le FALSIFICAZIONI sugli studi della correlazione VACCINO=AUTISMO  

E per finire:
Prescrire International ci informa che la Comunità Europea ha proposto di affidare alle case farmaceutiche la sorveglianza post-marketing dei farmaci che esse stesse producono.
Ciò comporterebbe il rischio che le Ditte nascondano ancora di piu’ di quanto gia’ oggi non fanno,  le evidenze di reazioni avverse che potrebbero danneggiare le vendite dei loro farmaci e Vaccini.
Sarebbe una riforma ancor piu’ dannosa dell’attuale, normativa del sistema di farmacovigilanza che gia’ non tiene conto dell'evidente conflitto di interessi.
Invece di rafforzare l'attuale rete di farmacovigilanza, la Commissione Europea propone di bypassarla in modo totale; si vede che gli uomini di Big Pharma sono posizionati anche nella Commissione Europea....
Leggi la nota su: http://english.prescrire.org/spip.php?article1007


Case farmaceutiche e Corruzione: lo scandalo planetario della Glaxo Smith Kline - 26/04/2014
https://www.ilfattoquotidiano.it/2014/04/26/case-farmaceutiche-e-corruzione-lo-scandalo-planetario-della-glaxo-smith-kline/964564/
https://koenig2099.wordpress.com/2017/12/30/dalla-seconda-guerra-mondiale-ai-giorni-nostri-come-cibo-e-medicine-sono-stati-completamente-corrotti-dai-grandi-del-governo-delle-agenzie-e-delle-case-farmaceutiche/
GLAXO: ecco i suoi Report (EFPA, certificati), sui finanziamenti fatti a medici, ordini dei medici, Istituto superiore di sanita' Ass. Medici, Universita', ecc. = come corrompere tutti a tutti i livelli.....
http://www.ninconanco.info/anche-listituto-superiore-di-sanita-sul-libro-paga-glaxo-smith-kline/

BIG PHARMA CORROMPE TUTTE LE ISTITUZIONI !  - Corruzione
Grecia, file Fbi su "presunta" maxi frode Novartis. Coinvolti dieci tra ex ministri ed ex premier
I documenti Usa hanno rivelato i nomi dei politici che, secondo l'accusa, avrebbero ricevuto milioni in tangenti per far ottenere alla multinazionale elvetica una posizione di forza nel mercato ellenico

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/02/06/grecia-file-fbi-su-presunta-maxi-frode-novartis-coinvolti-dieci-tra-ex-ministri-ed-ex-premier/4140095/#commenti-mobile
EMEA (oggi EMA) ha legami con l'Industria Farmaceutica .....per far vendere farmaci


Ecco chi finanzia la OMS, vedi elenco di coloro che la pagano per ottenere favori.....

US - Governo NON richiede gli studi sulla sicurezza dei Vaccini....per le sue collusioni con Big Pharma - Agosto 2018
Una scioccante rivelazione dal dipartimento degli Stati Uniti di salute e servizi umani (HHS): negli ultimi 32 anni non sono stati registrati rapporti sulla sicurezza dei vaccini.
Nel 1986, Ronald Reagan firmò la legge sul pregiudizio contro i vaccini per l'infanzia, rimuovendo così la responsabilità finanziaria dei produttori di vaccini dalle richieste di risarcimento, con la stipula che gli studi biennali sulla sicurezza del vaccino fossero fatti.
Recentemente, Robert Kennedy Jr. e Del Bigtree hanno presentato una richiesta di Freedom of Information Act all'HHS (governo US)per ottenere questi studi sulla sicurezza risalenti a 32 anni fa. Lo HHS non ha risposto, il che ha portato a una causa.
Dopo che è stata presentata un'ingiunzione del tribunale per richiedere i documenti, HHS ha risposto:
"La ricerca di record del dipartimento non ha individuato alcun record rispondente alla sua richiesta".
Lo HHS ha ammesso di non aver svolto il proprio lavoro, oltre a infrangere la legge federale, il che solleva la domanda: se il governo non può imporre ai produttori di vaccini di garantire la sicurezza del loro prodotto, chi può farlo ?
A causa di questo pericoloso disprezzo per la sicurezza pubblica e l'incuria nei confronti della legge federale, i bambini sono a rischio di reazioni avverse da prodotti che affermano di essere sicuri ed efficaci. I bambini sono lasciati vulnerabili ai possibili effetti collaterali dei vaccini, tra cui convulsioni, cancro e morte.
Ora, il popolo americano deve ritenere il governo e gli sviluppatori di vaccini responsabili della loro palese mancanza di interesse per il pubblico. Il messaggio deve essere chiaro: ci accontenteremo di niente meno che di vaccini accuratamente studiati.
Vai su house.ga.gov per trovare il rappresentante locale e chiedi all'HHS di rispettare la legge.
By Hollie Feathers


Esempio della Lettera/SCHEDA  da inviare all'AIFA di denuncia per qualsiasi, anche piccolo, danno dai vaccini

- Compilatela direttamente nel loro sito web.

Commento: ESTENDIAMO IL CONCETTO "CONTROLLO"
Nella sezione "
Difetti di qualità" del sito AIFA troviamo un elenco dei farmaci ritirati dal commercio dal 2016 al 2018.
Spulciando bene, ci vuole un attimo di pazienza, si noterà come praticamente tutti i lotti ritirati lo siano stati su segnalazione volontaria della ditta produttrice......
Badate bene, è una cosa normalissima che ciò avvenga ed è lodevole che venga comunicato in maniera tempestiva un difetto di produzione anche se questo avviene dopo l'immissione in commercio... ma ripensando alle parole di Mazzei, Capo Ufficio Stampa
AIFA, come è possibile se "prima della distribuzione sul mercato, ogni singolo lotto è sottoposto a un ulteriore doppio controllo effettuato, in modo indipendente, sia dall’azienda produttrice che da una rete internazionale di laboratori accreditati" comunque quasi la totalità dei ritiri avvenga per VOLONTARIA segnalazione della ditta produttrice e dopo l'immissione in commercio ?

Da almeno 15 anni gli scienziati americani (dei CDC) sono consapevoli di una correlazione fra il mercurio dei vaccini (Timerosal) e l'Autismo. Ma invece di dare l'allarme, hanno preferito seppellire tutto“ - 23/05/2016
http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=3671


Sindrome infiammatoria chiamata "Asia" scatenata dai vaccini !
ASIA_Sindrome infiammatoria-dai-vaccini-Riassunto.pdf
Tratto da:  http://www.assis.it/wp-content/uploads/2014/12/ASIARiassunto.pdf ... ed e' noto che le infiammazioni sono foriere di qualsiasi tipo di sintomi, che i medici impreparati allopati chiamano erroneamente "malattie"....

ECCO altre MAIL (lettere) INVIATE a medici ed operatori sanitari ITALIANI, sul TEMA VACCINI:

Ecco la corrispondenza intercorsa con un  "immunologo",  ed ecco come si comporta il sig. Roberto Burioni:
 

Burioni, da Wikipedia, il suo falso ideologico - 25/03/019
.....vedi chi e' in verita', il sig Burioni, qui in questa pagina......

Vedere cosa si trova su di lui in Wikipedia:
Roberto Burioni (Pesaro, 10 dicembre 1962) è un medico, accademico e divulgatore scientifico italiano, attivo come ricercatore nel campo relativo allo sviluppo di anticorpi monoclonali umani contro agenti infettivi. Ha acquisito notorietà con i suoi interventi sui social media contro la disinformazione in materia di vaccini. È attivo nella divulgazione scientifica riguardante i vaccini.....
.....e continua dicendo altre imprecisioni o falsita'......    come ben illustrato qui in questa piccola ricerca...
Come ribadito più volte il sig. R.  Burioni non è quello che il sistema mafioso sanitario vorrebbe farci credere. 
Il falso ideologico è servito su un piatto d'argento. 
Da wikipedia andiamo a vedere tutte le falsificazioni su Roberto Burioni, che poi i complici dei mass media vanno a diffondere al popolino e altro che Fake news, qui si va ben oltre e siamo anche sul Penale.

- Roberto Burioni è un medico. 
FALSO.
Non è un medico, non ha un'abilitazione per poter fare diagnosi e per avere pazienti, i suoi consigli, le sue diagnosi social che esegue ai suoi presunti pazienti nella sua pagina Facebook sono FALSE, come le persone che lo venerano come dottore. Diagnosi illegali, perché ripeto non è un medico, e non può esercitare tale professione perché non ha l'abilitazione, non ha effettuato nessun test, nessun tirocinio presso Asl o aziende ospedaliere, il San Raffaele dove lui lavora non è l'ospedale come a tanti fanno credere, ma l'università dove questo somaro insegna molto probabilmente previa raccomandazione, viste tutte le volte che è stato bocciato per avere una cattedra. E' ridicolo quando lui  afferma che alcuni dei suoi "colleghi medici" sono stati radiati perché erano contro certi vaccini rallegrandosi anche per la radiazioni di questi.

- Accademico. 
SI, svolge la professione di professore, è un asino viste le sue infinite negazioni e storpiamenti scientifici sempre a favore dei vaccini, ma è un professore universitario.

- Divulgatore scientifico. 
FALSO.
La sua divulgazione è falsificata a proprio piacimento con il benvolere dell'istituto superiore della sanità e delle lobby mafiose del farmaco per cui egli lavora, visto che afferma quasi sempre il falso nelle sue ragliate al pubblico.

- Attivo come ricercatore nel campo relativo allo sviluppo di anticorpi monoclonali umani contro agenti infettivi.
FALSO.
Hanno dato a questo individuo questa notorietà per ingrossare il suo curriculum che è palesemente falso, non coincidono neanche gli anni dove lui sarebbe andato per due anni in America in uno studio di ricerca di un famoso dottore americano, visto che nell'anno in cui lui sarebbe partito, lo stesso ricercatore americano era ancora in giro egli stesso in altre sedi per fare ricerca e non aveva ancora il Centers for Disease Control di Atlanta. Per quanto riguarda i suoi brevetti sugli anticorpi monoclonali sono molto probabilmente dei copia e incolla con qualche piccola aggiunta da brevetti americani.

- Ha acquisito notorietà con i suoi interventi sui social media contro la disinformazione in materia di vaccini. 
FALSO.
Era tutto premeditato con la mafia medica infiltrata nella politica, questo individuo andava in giro con membri degli antibufale assoldati poi pubblicamente dalla politica per trattare le fake news, che sarebbero poi le inchieste taciute dai media complici che andrebbero a sfavore degli sporchi interessi dei criminali della mafia medica associata alla mafia delle lobby del farmaco. Una premeditazione che si sarebbe svolta con qualche conferenze della TeamVax Italia di Alice Pignatti, la Smigol che lo venera, visti tutti i soldi che gli fa guadagnare con associazioni false quali IoVaccino, VaccinarSi, associazioni nate dalla società SItI - Societa' Italiana Igiene Medicina Preventiva e Sanita' Pubblica che ha come presidente un certo Carlo Signorelli.
In queste conferenze facevano parte tra i vari pennivendoli anche il dott. Salvo Di Grazia (MedBunker), il Michelangelo Coltelli (Butac) quello che dovrebbe trattare le bufale, ma che le copre a suo e altrui vantaggio... il dott. Giovanni Gabutti (Unife) e altri personaggi della disinformazione mercenaria del Cicap che tutt'ora lo sostengono con le varie leccate.
 Nota bene. Le associazioni del Cicap in Italia sono tante, quindi quando vedete tutte quelle condivisioni su Facebook dei post dell'asino, sono anche per via del Cicap oltre che degli altri complici medici e vari apparentamenti, che poi con account falsi moltiplicano sia i loro commenti, sia le loro condivisioni sempre a favore del noto asino in questione.

La notorietà quindi l'ha acquisita tramite le sponsorizzazioni foraggiate da politici corrotti, che hanno assoldato altri corrotti delle associazioni, come gli antibufale, il Cicap, e vari troll che commentano e condividono a cottimo,questi poi hanno vari gruppi social, che in America vengono sgominati, ma in Italia tramite l'occhio spento di alcune magistrature, rimangono ancora vivi e vegeti.
Forme di associazioni mafiose ancora in libertà in Italia sono il famigerato gruppo Facebook "Perle Complottare" o la pagina Facebook "Adotta anche tu un analfabeta funzionale" con annesso gruppo gestita sempre dai criminali degli antibufale che si fanno anche vedere spudoratamente in essa, come la faccia di.... bronzo di Claudio Michelizza.

- Burioni è Virologo al San Raffaele di Milano. (Affermazione a trabochetto)
FALSO, un falso ideologico in piena regola, perché detta cosi uno si immagina che l'asino lavori come medico virologo al "famoso" ospedale di Milano, niente di più falso, perché primo, non è l'ospedale, ma l'università, e per secondo, lui non è un medico, insegna basi di virologia, ma non è un medico come detto prima, e appunto, non può esercitare e ne tanto meno dare consigli.
Tratto da: 
https://www.vivereinmodonaturale.com/2019/03/wikipedia-burioni-e-il-suo-falso.html


-----Messaggio originale-----
Da: info@mednat.org
Inviato: mercoledì 24 febbraio 2016 14:51
A: burioni.roberto@unisr.it
Oggetto: Domande x lei

"Vaccinarsi non uccide" - Maxi risarcimento per bimba morta
Commento di Roberto Burioni, virologo e immunologo Università Vita Salute San Raffaele, Milano

Pesaro, 5 luglio 2013 - NEL CARLINO viene riportata la notizia di un risarcimento accordato ad una bambina “uccisa dalla vaccinazione esavalente”, il che può fare pensare erroneamente che questa vaccinazione sia pericolosa: questo non è per nulla vero.
La vaccinazione esavalente, oltre a proteggere i bambini da pericolosissime malattie, è assolutamente sicura ed è oramai provato oltre ogni ragionevole dubbio che ad essa non sono associati effetti collaterali di una qualunque importanza, tanto meno la sindrome chiamata “morte improvvisa del lattante”.
ecc., ecc.

Spett. dott. Roberto Burioni,
Visto che lei caldeggia i vaccini,
vedi suo articolo-commento sulla sentenza di Pesaro, pubblicato sul Resto del Carlino,
Quale giornalista investigativo
, La invito ad informarsi meglio, visto che lei, pare volutamente, ignora (e se cio' e' vero, come pare, è quindi in mala fede),  le ricerche-studi fatte sui Danni dei Vaccini,  dato che vi sono oltre 2.000 studi pubblicati nel mondo che ne parlano, documenti che ho raccolto e pubblicato nel web e personalmente ho fornito anche alla Procura della Repubblica ed ai NAS, a seguito del mio esposto del 1° dic. 2014 contro il Ministro della "salute", i dirigenti del Ministero e quelli dell' AIFA ISS, + il Consiglio Superiore di Sanita' per "Conflitti di interesse" e possibile "omicidio colposo plurimo aggravato", per i morti da vaccino per l'influenza.....
Infatti qualche mese fa e' stato arrestato il dirigente dell'AIFA proprio come avevo segnalato, per Conflitto di interesse....

Quindi ritornando al problema Vaccini:
le faccio queste semplici domande, che sono gia' state inviate a tutti i livelli della "sanita" italiana ed estera (EMA ed altri...) alle quali NESSUNO degli "enti preposto alla salute" (di chi non si sa'....), è stato in grado oppure ha voluto, rispondere, ....spero che almeno lei abbia la cortesia di rispondere visto che e' un immunologo che si ritiene qualificato su questo argomento e, se e' vero o meno, lo vedremo dalle sue risposte.
Le ricordo per essere chiaro nella sua riposta o non risposta, perche la nostra corrispondenza, essendo giornalista investigativo francese,  verra' immessa nel web a disposizione di tutti, compresa questa lettera che invio in copia anche alla sua casella di posta elettronica, cosi come al Resto del Carlino e che pubblico come lettera aperta in Facebook.
Sia quindi preciso e ben documentato nella sua risposta !

Grazie, ecco le domande:
- Viste le recenti vicissitudini in Italia ed all'estero sui Vaccini ormai ben note...
- Visto che i vaccini contengono sostanze tossico-nocive, come la formaldeide, metalli, nanoparticelle, (ormai documentate da analisi con spettrofotometro e microscopio elettronico) ecc., ed e' Vs/Suo DOVERE informare la popolazione ed i tecnici sanitari su queste tossine inoculate per Legge...
- Visto che e' DIRITTO dei cittadini (ed operatori sanitari), essere informati per Legge, dagli enti istituiti e dai medici, specie gli immunologi, che dovrebbero essere a "tutela" della nostra salute...

a - Potrebbe fornirmi tutta la documentazione -bibliografia esistente ed inerente gli studi comparati fra popolazione vaccinata, (con analisi degli anticorpi presenti nei vari soggetti del gruppo, prima e dopo la vaccinazione) e popolazione NON vaccinata di NESSUN vaccino
b - Chiedo solo studi clinici e di laboratorio di verifica (punti a,b), ma anche quelli sulla Herd Immunity - Immunita' di Gregge. NON mi servono bibliografie basate sulle statistiche, che sono evidentemente falsificabili e quindi non veritiere. 
c - Quali e dove sono reperibili le statistiche ufficiali europee ed Italiane, riguardanti le malattie:
distrofia, sclerosi (tutti i tipi), polio, autismo, leucemia, cancro, epilessia, ecc. ?

INOLTRE:
1 - Quale e' l'organismo Europeo che effettua i controlli sulla tossicita' o meno di TUTTE le sostanze vaccinali presenti in TUTTI i Vaccini in commercio, anche dei possibili "contaminanti" e nanoparticelle ?
...in particolare per Italia, Francia, Belgio, Grecia, e/o altre nazioni UE, con i vaccini "obbligatori" .
2 - Quali esami di laboratorio si effettuano per fare quei controlli  (descrizione del meccanismo di controllo) e con quali apparecchiature (descrizione) ?
3 - Quali test in doppio cieco (fra MAI vaccinati, di NESSUN vaccino e Vaccinati di qualsiasi vaccino), vengono effettuati per i vari vaccini in commercio, in Europa e specificatamente in Italia ?
4 - Quali controlli-esami clinici vengono effettuati su soggetti, PRIMA della vaccinazione, per controllare lo stato di salute dei soggetti da vaccinare (sistema immunitario, HLA, ecc.) e sugli stessi, successivamente alla vaccinazione, dopo:
1 mese - 1 anno - 2 anni - 3 anni - 5 - anni - 10 anni ?

Attendo quindi la risposta URGENTE ed ESAUSTIVA, in merito tutti questi quesiti.
Le Ricordo una ennesima volta che, essendo un giornalista investigativo, pubblichero' la mia richiesta a Lei indirizzata e le sue eventuali risposte nel web, per cui sia preciso e circostanziato, oltre che sollecito nel rispondere.

dr. Jean Paul Vanoli, Souverain Individuel - Journaliste d'Investigation – (Giornalista Investigativo, specializzato in Sanita' da 40 anni).
Consulente di www.mednat.org  -  mail: vgp@mednat.org

Chi non grida la verità, quando la sa, si fa complice dei falsari e degli imbroglioni

-----Messaggio originale-----
Da:
burioni.roberto@hsr.it
Inviato: venerdì 26 febbraio 2016 15:02
A: info@mednat.org
Oggetto: R: [possibile SPAM] Domande x lei

Carissimo Jean Paul,
la ringrazio per la mail.
Sarò felicissimo di rispondere a tutte le sue obiezioni, a patto che siano supportate  da dati scientifici contenuti in pubblicazioni apparse su riviste peer- reviewed.
Da parte mia le fornisco, come da lei richiesto,  il riferimento di uno studio che compara popolazione vaccinata e non vaccinata.
Schmitz, R; Poethko-Müller, C; Reiter, S; Schlaud, M (2011). Vaccination Status and Health in Children and Adolescents: Findings of the German Health Interview and Examination Survey for Children and Adolescents (KiGGS) Dtsch Arztebl Int, 108 (7), 99-104
L’autorizzo a diffondere questa mia corrispondenza privata.
Cordialmente

Roberto Burioni

-----Messaggio originale-----
Da: info@mednat.org 
Inviato: sabato 27 febbraio 2016
A: burioni.roberto@hsr.it
Oggetto: R: [possibile SPAM] Domande x lei

Egr. dottor Roberto Burioni,
Grazie per la risposta,
pero’ noto che, forse non si e’ accorto, ma il riferimento che mi ha dato non si riferisce alla verifica diretta in studio medico delle condizioni di salute dei vaccinati rispetto e confrontati a quelli MAI VACCINATI, ma all’esame delle statistiche (dati statistici sulla carta) del ministero della sanita’ tedesco…..che non riferisce nulla in merito, e neppure parla di uno studio di-su due coorti di bambini messi a disposizione, un gruppo di bambini vaccinati di tutti i vaccini e l’altro gruppo di bambini MAI vaccinati di nessun vaccino messi a confronto e controllati per anni…..

Quindi le ripeto la domanda, potrebbe inviare uno studio che contempli queste due ultime possibilita’, qui illustratele ? …
anche….perché quella che mi ha inviato-allegato e’ una NON risposta !
Grazie
Inoltre noto che NON ha risposto a NESSUNA delle altre domande che le ho fatto nella mia mail, quindi vediamo se inizia a rispondere seriamente sui temi proposti.
Grazie, attendo risposte precise e circostanziate sulle varie domande della mia mail iniziale.

dr. Jean Paul,  Souverain Individuel, déscendant de la famille Vanoli - Journaliste d'Investigation - (Sovrano Individuale, discendente della famiglia Vanoli - Giornalista Investigativo), specializzato in Sanita' da 40 anni.
Consulente di
www.mednat.org  -  mail: vgp@mednat.org

-----Messaggio originale-----
Da: info@mednat.org 
Inviato: martedì 1 marzo 2016 12:21
A: burioni.roberto@hsr.it
Oggetto: I: Domande x lei - ultimo aggiornamento...

Ecco le mie ricerche sui titolari dello studio che mi ha segnalato
Schmitz, R; Poethko-Müller, C; Reiter, S; Schlaud, M (2011). Vaccination Status and Health in Children and Adolescents: Findings of the German Health Interview and Examination Survey for Children and Adolescents (KiGGS) Dtsch Arztebl Int, 108 (7), 99-104
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3057555/


Egregio dottore, in riferimento allo studio che ha segnalato, andando a fare ricerche sui nominativi degli autori e coautori, ho trovato, tutto cio:
Lo studio  inoltre riporta solo elaborazioni di statistiche e non di controlli in ambulatori medici per seguire nel corso degli anni dopo la vaccinazione i soggetti vaccinati, rispetto alla coorte di NON vaccinati di nessun vaccino !
….quindi e' nei fatti fasullo, perché “teleguidato”…..

Inoltre questo studio e' stato finanziato per 3/4 da 3 case farmaceutiche ben note per essere state condannate in tribunale per i danni arrecati dai loro vaccini, farmaci, corruzione, frode, ecc., e per 1/4 dal Ministero della Sanita' tedesco i cui dirigenti sono in odore di Conflitti di interesse con le case farmaceutiche, come lo sono tutti i dirigenti del Ministero della NON-salute italiano, francese, greco, ecc., Ema, Aifa (il cui dirigente e' stato arrestato di recente proprio per conflitti di interesse), ISS, Consiglio superiore di Sanita' italiano, come da me segnalato nell'Esposto presentato alla Procura della Repubblica italiana nel 2015...
= CONFLITTI di INTERESSE e finanziamento dello studio da parte di 3 case farmaceutiche !

Conflitti di interesse: Conflict of interest statement

Drs Schmitz and Reiter declare that no conflict of interests exists according to the guidelines of the International Committee of Medical Journal Editors.
- I dottori Schmitz e Reiter dichiarano (furbescamente) di non aver Conflitti di interesse con l'associazione internazionale che raggruppa gli editori dei giornali di Medicina....ma non dichiarano i loro conflitti di interesse che hanno con le case farmaceutiche….

Dr Schlaud was the lead investigator of an epidemiological study of deaths in children aged 2–24 months (TOKEN Study) in 2004–2009, which was jointly funded by the Federal Ministry of Health, the Paul Ehrlich-Institute, Sanofi Pasteur, and Glaxo Smith Kline.
Dr Schlaud and Dr Poethko-Müller have received financial support from Sanofi Pasteur and GlaxoSmithKline Biologicals in the context of the TOKEN study.
Dr Reiter and Dr Schmitz declare that no conflict of interest exists.
- Dr Schlaud e il dottor Poethko-Müller hanno ricevuto sostegno finanziario da Sanofi Pasteur e GlaxoSmithKline Biologicals nel contesto dello studio Token.
- Dr Reiter e il dottor Schmitz dichiarano che nessun conflitto di interesse esiste.
-
Dr Poethko-Müller was responsible for coordinating the study mentioned before.

NON solo, ma,
Token study:
Lo studio è stato sostenuto e sponsorizzato da Paul-Ehrlich-Institute (PEI) e il Ministero federale della sanità (Bundesministerium für Gesundheit). Inoltre, lo studio è stato sponsorizzato finanziariamente, dalle aziende farmaceutiche: GlaxoSmithKline Biologicals e Sanofi-Pasteur MSD.
Inoltre a parte il dott. Poethko-Muller che e' stato solo il coordinatore dello studio segnalato, gli altri sono in pieno Conflitto di interesse con case farmaceutiche avendo lavorato in esse e per esse, essendo stati finanziati  in altre ricerche !
NON avendo la possibilita’ di reperire i nomi propri degli autori, le ricerche su di loro sono state limitate….
Si legga anche queste dichiarazioni del : Editor In Chief Of World’s Best Known Medical Journal: Half Of All The Literature Is False (la meta’ della letteratura medica e’ FALSA !)
http://www.collective-evolution.com/2015/05/16/editor-in-chief-of-worlds-best-known-medical-journal-half-of-all-the-literature-is-false/

Quindi caro dottore, siamo ancora in altomare....,
NON mi ha fornito nessuno studio serio ed INDIPENDENTE dai fabbricanti di vaccini, e  dato che queste informazioni sono facilmente reperibili....mi pare che lei le ignori o le voglia nascondere...
Inoltre le ricordo che le domande che le ho posto erano molte di piu’ e circostanziate, sulle quali attendo ancora risposte !
sono sempre in attesa….di risposte esaustive !
saluti

dr. Jean Paul Souverain Individuel, déscendant de la famille Vanoli - Journaliste d'Investigation - (Sovrano Individuale, discendente della famiglia Vanoli - Giornalista Investigativo), specializzato in Sanita' da 40 anni.
Consulente di www.mednat.org  -  mail:
vgp@mednat.org
Chi non grida la verità, quando la sa, si fa complice dei falsari e degli imbroglioni
(By
Charles Peguy)

-----Messaggio originale-----

Da:
info@mednat.org
Inviato: lunedì 14 marzo 2016 08:34
A: burioni.roberto@hsr.it
Oggetto: R: Domande x lei ennesima richiesta di risposta!

Sig. Burioni Roberto
sto aspettando da tempo le sue risposte alle mie semplici domande…. A questo punto, la semplice conclusione e’ che lei evidentemente si sta defilando dal rispondere, per incompetenza o malafede !

....le allego una mia ricerca abbastanza recente:

Uno dei meccanismi biologici e fisiologici dei danni dei vaccini e' questo:
Esponendo le cellule staminali pluripotenti indotte, in gran parte responsabili della creazione della corteccia cerebrale, che sono le cellule progenitrici dei neuroni corticali e neuroni immaturi, che sono ottenute riprogrammando cellule mature in modo che possano dare origine a qualsiasi tipo di cellula del corpo, comprese le cellule progenitrici neurali corticali, da cui poi derivano i neuroni immaturi, ai virus vaccinali, qualche giorno dopo l'esposizione a questi virus (vaccinali), buona parte delle cellule progenitrici neurali corticali sono facilmente "infettate", anzi colonizzate dalle sostanze vaccinali e relativi loro virus, e quindi la loro principale attività e' quindi divenuta, la produzione di nuove copie dei virus a discapito delle altre principali funzioni: creazione di sostanze utili alle altre cellule dell'organismo.
In queste cellule colonizzate, i geni necessari a combattere i virus vaccinali non appaiono ancora attivati. Comunque nel tempo i geni si attivano in molti casi, ma in altri NO, a seconda delle predisposizioni genetiche ereditate e quindi le malfunzioni cellulari generano sostanze tossiche e/o mancanza di sostanze nobili, es. la mielina, la distrofina, ecc.
Molte delle cellule infettate-colonizzate muoiono prematuramente, ma ed in altre l'espressione di geni che controllano la divisione cellulare è alterata, rendendo meno efficace la riproduzione cellulare. "Questo meccanismo potrebbe spiegare il motivo per cui vi è un collegamento dei vaccini alle malattie neurodegenerative, neurologiche e cerebrali, es. la microcefalia.
"Ora che abbiamo compreso che le cellule progenitrici neurali corticali sono le cellule piu' vulnerabili ai virus vaccinali, dobbiamo porci il problema sul vero scopo dei vaccini, salvezza e protezione oppure gestione della malattia, per ridurre la popolazione in stati di malattia e/o morte prematura ?
dr. Jean Paul Souverain Individuel, déscendant de la famille Vanoli - Journaliste d'Investigation - (Sovrano Individuale, discendente della famiglia Vanoli - Giornalista Investigativo), specializzato in Sanita' da 40 anni.


-----Messaggio originale-----
Da: info@mednat.org
Inviato: lunedì 14 marzo 2016 19:20
A: burioni.roberto@hsr.it
Oggetto: [possibile SPAM] Altra segnalazione

Riflessioni del prof. Yehuda Shoenfeld, dell'Università di Tel Aviv
Virus sempre più sotto accusa nella genesi delle malattie autoimmuni, ma anche i vaccini utilizzati per prevenirle non escono completamente innocenti. I rapporti fra infezioni, ambiente, predisposizione genetica, vaccinazioni e malattie autoimmuni sono stati fra gli argomenti toccati in occasione del Primo congresso WAidid, l'associazione Mondiale per le malattie infettive e i disordini immunologici. «Le infezioni virali possono provocare la comparsa di malattie autoimmuni, anzi ne sono una delle principali cause - puntualizza Yehuda Shoenfeld, dell'Università di Tel Aviv -; si tratta di un evento che fortunatamente non si verifica in tutte le persone, ma in chi ha un sistema immunitario particolarmente attivo.
Lo sviluppo delle malattie autoimmuni rappresenta il frutto della specifica combinazione di diversi fattori. E fra i fattori in gioco il ricercatore israeliano chiama in causa anche i vaccini, in particolare gli adiuvanti. «Gli adiuvanti vaccinali hanno il compito di stimolare il sistema immunitario, pertanto in alcune persone predisposte il vaccino può portare a patologie autoimmuni - dice il ricercatore israeliano.
Sono persone che hanno avuto dei vantaggi evolutivi, che sono state in grado di difendersi meglio da alcune infezioni, per esempio dalla salmonella, ma che possono pagare lo scotto se qualcosa nell'ambiente stimola il sistema immunitario: può trattarsi di virus, ma può trattarsi anche dell'adiuvante vaccinale».
È interessante il fatto che se vaccino delle persone con predisposizione genetica queste persone possono essere inclini a sviluppare la stessa patologia….

dr. Jean Paul,  Souverain Individuel, déscendant de la famille Vanoli - Journaliste d'Investigation - (Sovrano Individuale, discendente della famiglia Vanoli - Giornalista Investigativo), specializzato in Sanita' da 40 anni.
Consulente di www.mednat.org  -  mail:
vgp@mednat.org

Da: burioni.roberto@hsr.it
Inviato: martedì 15 marzo 2016 15:08
A: info@mednat.org
Oggetto: R: [possibile SPAM] Altra segnalazione

Sceglieteli più affidabili  i vostri eroi.
I miei migliori, distintissimi, saluti
Prof. Burioni Dott. Roberto

-----Messaggio originale-----
Da: burioni.roberto@hsr.it
Inviato: martedì 15 marzo 2016 15:16
A: info@mednat.org

Cc: Carolina Romanelli
Oggetto: I:  R:Domande x lei, ennesima richiesta di risposta!

Carissimo Dr. Jean Paul,
La dovrebbe sapere - da sovrano individuale discendente della Famiglia Vanoli e dunque da uomo pratico del mondo - che bisogna rivolgersi alle persone con il dovuto rispetto e con i titoli dovuti.
Nella fattispecie lei mi chiama "sig Burioni" mentre dovrebbe chiamarmi "Chiarissimo Professor Ordinario Burioni Dott. Roberto, specialista in immunologia clinica ed allergologia, dottore di ricerca in scienze microbiologiche, Direttore Unico della Scuola di Specializzazione in Microbiologia e Virologia della Facoltà di Medicina della Università Vita-Salute San Raffaele, Milano  e membro attivo del Laz. Cl. Mi".
Non può pensare di rivolgersi a me in maniera così inopportuna con il semplice "sig." e pensare pure che io Le risponda.

Anzi, con questa Mia le preavviso atroci conseguenze legali nel caso dovesse rivolgersi ancora a me con tale sconsideratezza e supponendo una mia incompetenza e/o/a malafede essendo mia intenzione lanciarle contro l'Avv. Romanelli Dott.ssa Carolina, (Gr. Phi. ) del FORO di Milano che ci legge in copia e che saprà sicuramente tutelare la mia onorabilità.
I miei migliori, distintissimi, saluti
Prof. Burioni Dott. Roberto

-----Messaggio originale-----
Da: info@mednat.org
Inviato: mercoledì 16 marzo 2016 11:50
A: burioni.roberto@hsr.it
Oggetto: R: R: Domande x lei ennesima richiesta di risposta!

Signore: "Chiarissimo Professor Ordinario Burioni Dott. Roberto, specialista in immunologia clinica ed allergologia, dottore di ricerca in scienze microbiologiche, Direttore Unico della Scuola di Specializzazione in Microbiologia e Virologia della Facoltà di Medicina della Università Vita-Salute San Raffaele, Milano  e membro attivo del Laz. Cl. Mi".

....le ricordo il significato etimologico della parola "Signore", parola che non ha nulla di offensivo, anzi...infatti viene utilizzata dai cristiani anche per rivolgersi al loro dio, padre o gesu-cristo...
"L'etimologia della parola signore è da ricondursi al latino senior = il più anziano (comparativo di senex = anziano). Utilizzato, più che per sottolineare l'età anagrafica, per evidenziare l'autorevolezza, l'autorità, il potere, la ricchezza non solo materiale ma anche la nobiltà d'animo, la cortesia dei modi, la raffinatezza d'animo, (evidentemente gli antichi associavano tutte queste qualità all'età senile) ... il termine Signore può essere usato come sinonimo di Dio, il "Signore" per antonomasia (in questo caso, il "Signore" equivale all' "Onnipotente"); oppure, veniva usato, in epoca medievale, per indicare il nobile che esercitava il potere su un determinato territorio; oppure, ancora, nel linguaggio dei nostri tempi, signore viene utilizzato per indicare un uomo adulto, o è un titolo rispettoso che si rivolge ad un uomo col quale non si ha confidenza; infine, come già accennato, signore indica una persona gentile, cortese, raffinata, sinceramente rispettosa del prossimo, nobile d'animo e di modi.

Piccola considerazione finale in riferimento a quest'ultima  accezione: in epoca contemporanea, signore (o signora) è il titolo più inflazionato al mondo poiché, indistintamente, non fosse altro che per mera (ed un po' ipocrita) cortesia, non si nega a nessuno; forse, questa consuetudine, appunto perché gratuita, comporta il fatto che al titolo di "signore" è data scarsa importanza  e vi è un ben maggiore apprezzamento di altri titoli, apparentemente più altisonanti. Non dimentichiamo che, se è vero che non tutti i signori sono dottori, ingegneri, architetti, avvocati, magistrati, generali ammiragli, onorevoli, senatori, presidenti, sovrani etc., è altrettanto vero (ed un po' più grave) che non tutti i dottori, gli ingegneri, gli architetti, gli avvocati, i magistrati, i generali, gli ammiragli, gli onorevoli, i senatori, i presidenti, i sovrani, sono dei "signori"....".
Tratto da: http://www.etimoitaliano.it/2014/09/signore.html
Dovrebbe al contrario essermi grato di averla chiamato Signore !

Le ricordo CMQ che nella sua risposta alla mia prima mail, lei si e' "firmato senza NESSUN titolo"....:
...."L’autorizzo a diffondere questa mia corrispondenza privata.
Cordialmente
Roberto Burioni"

Ma veniamo al tema dei nostri "scambi culturali": Vaccini e relativi Danni Fino ad ora lei,
caro Signore:
Chiarissimo Professor Ordinario Burioni Dott. Roberto, specialista in immunologia clinica ed allergologia, dottore di ricerca in scienze microbiologiche, Direttore Unico della Scuola di Specializzazione in Microbiologia e Virologia della Facoltà di Medicina della Università Vita-Salute San Raffaele, Milano  e membro attivo del Laz. Cl. Mi".
....si e' totalmente sottratto dal rispondere alle mie semplici domande fattele nel corso della mia prima mail, eppure ha avuto la possibilita' di farlo, dato che mi ha risposto per ben 4 mail...ma tutte senza nessuna risposta alle domande che le ho fatto.
Attendo risposte precise e circostanziate a tutte le domande fatte, altrimenti le ripeto mi dimostrera' che lei, Signore:

Chiarissimo Professor Ordinario Burioni Dott. Roberto, specialista in immunologia clinica ed allergologia, dottore di ricerca in scienze microbiologiche, Direttore Unico della Scuola di Specializzazione in Microbiologia e Virologia della Facoltà di Medicina della Università Vita-Salute San Raffaele, Milano  e membro attivo del Laz. Cl. Mi".
...non vuole rispondere o non sa rispondere, quindi la deduzione logica e' evidente......
Mi legge in copia il mio legale,
gradirei che lei signore:
Chiarissimo Professor Ordinario Burioni Dott. Roberto, specialista in immunologia clinica ed allergologia, dottore di ricerca in scienze microbiologiche, Direttore Unico della Scuola di Specializzazione in Microbiologia e Virologia della Facoltà di Medicina della Università Vita-Salute San Raffaele, Milano  e membro attivo del Laz. Cl. Mi".
...girasse anche questa mail al suo avvocato....
cordiali saluti, da parte del Signor Jean Paul Vanoli


-----Messaggio originale-----
Da: [burioni.roberto@hsr.it
Inviato: giovedì 17 marzo 2016 11:19
A: info@mednat.org
Oggetto: R:  R:  R: Domande x lei ennesima richiesta di risposta!

Carissimo Jean Claude,
facciamo allora un patto. Ci chiamiamo entrambi "signore" in quanto effettivamente è il titolo più importante che esista nella terra e chiudiamo la diatriba.
Facciamo un secondo patto: lei mi fa una domanda molto circostanziata (una) ed io le risponderò.
Cordialissimi saluti,
Roberto Burioni

-----Messaggio originale-----
Da: info@mednat.org
Inviato: giovedì 17 marzo 2016 11:57
A: burioni.roberto@hsr.it
Oggetto: R:  R:  R: Domande x lei ennesima richiesta di risposta!

Carissimo Roberto, sono perfettamente d'accordo per quanto riguarda il "primo" patto.
....per il "secondo" aggiungo questa parte:
Una domanda molto circostanziata "alla volta", in modo che Lei possa CMQ avere la possibilita', senza perdere molto tempo, di rispondere alle varie domande che le ho posto.
Quindi se Lei e' d'accordo inizieremo con una domanda alla volta.
Cordiali saluti
Jean Paul (non Claude) Vanoli

-----Messaggio originale-----
Da: burioni.roberto@hsr.it
Inviato: giovedì 17 marzo 2016 12:42
A: info@mednat.org
Oggetto: R:  R:  R:  R:  Domande x lei ennesima richiesta di risposta!
Benissimo, caro Jean Paul. Mi scusi ma avevo appena scritto ad un carissimo amico che si chiama Jean Claude e il suo nome mi è rimasto nelle dita.
Un cordialissimo saluto
Roberto

-----Messaggio originale-----
Da:info@mednat.org
Inviato: giovedì 17 marzo 2016 20:43
A: burioni.roberto@hsr.it
Oggetto: Domande

Visto che siamo d'accordo iniziamo con la prima domanda:
- Visto che i vaccini contengono oltre a virus e batteri, anche sostanze nocive , come ad esempio la
- formaldeide,
- metalli pesanti,
- nanoparticelle (ormai documentate da analisi con spettrofotometro) e siccome e' Vs/Suo DOVERE , se non erro lei insegna all'universita', informare la popolazione ed i tecnici sanitari su queste tossine inoculate per Legge...

- Visto che e' DIRITTO dei cittadini (ed operatori sanitari), essere informati per Legge, dagli enti istituiti e dai medici, specie gli immunologi, che dovrebbero essere a "tutela" della nostra salute...

a - Potrebbe fornirmi tutta la documentazione-bibliografia esistente (non foraggiata da Big Pharma come il precedente "studio" che mi ha inviato e che ho facilmente dimostrato essere uno studio fasullo di marca Big Pharma...
ed inerente gli studi comparati fra un gruppo di popolazione vaccinata (di qualsiasi vaccino), (anche e se possibile con analisi degli anticorpi presenti nei vari soggetti del gruppo, prima e dopo la vaccinazione) e gruppo di popolazione NON vaccinata di NESSUN vaccino !
- Chiedo solo studi clinici e di laboratorio di verifica.
Questo per iniziare
Attendo risposte esaustive sul tema.
Grazie
Jean Paul Vanoli


-----Messaggio originale-----
Da: burioni.roberto@hsr.it
Inviato: venerdì 18 marzo 2016 13:20
A: info@mednat.org
Oggetto: R: Domande

Carissimo Jean Paul,
se qualunque studio pubblicato su un giornale autorevole (come quello che ho inviato) è da Lei considerato "fasullo di big pharma" siamo in un vicolo cieco dal quale non usciamo. Come definiamo uno studio affidabile?

Cordialmente
Roberto

-----Messaggio originale-----
Da: info@mednat.org
Inviato: venerdì 18 marzo 2016 14:48
A: burioni.roberto@hsr.it
Oggetto: R: Domande

Caro Roberto
semplice, quando non e' sponsorizzato da Big Pharma o da medici ricercatori...in conflitto di interesse con Big Pharma.
Come quello che mi ha inviato precedentemente ! che fra parentesi non ha neppure messo a confronto due coorti di bambini vaccinati con bambini MAI vaccinati di NESSUN vaccino, come i miei figli e/o i miei nipoti...che non sono vaccinati di nessun vaccino,
I bambini, e parlo per esperienza decennale di osservazione sulla salute dei bambini (dal lattante alla puberta') ne ho visti piu' di tremila.... i quali messi a confronto (salutarmente) con i figli vaccinati di altri che hanno vaccinato i propri figli, sono molto ma molto piu' sani immunitariamente ed altro, che quelli vaccinati, infatti questo esempio pratico, sta spargendo voce a molti altri giovani coppie che hanno quindi fatto la scelta di NON vaccinare, vedendo le notevoli differenze di salute ad ogni cambio di stagione, fra i vaccinati ed i NON vaccinati.

Ho amici medici che conoscendo bene queste "cose", hanno osservato le notevoli differenze di salute fra bimbi vaccinati e bimbi non vaccinati...
Forza caro Roberto vediamo di concretizzare:
aspetto questi benedetti studi sulle due coorti, NON sponsorizzati dai soliti noti.
Nel frattempo si legga questa mia ricerca sulle riviste mediche specializzate le piu' note...e sulla ricerca medica...
http://www.mednat.org/riviste_mediche.htm
http://www.mednat.org/rivistemediche2.htm
http://www.mednat.org/ricerca_mani.htm
Jean Paul

-----Messaggio originale-----
Da: burioni.roberto@hsr.it
Inviato: venerdì 18 marzo 2016 16:29
A: info@mednat.org
Oggetto: R: Domande

Caro Jean Paul,
le sue osservazioni sulla  maggiore salute dei bambini non vaccinati non trovano alcun riscontro nella realtà descritta da innumerevoli studi. In particolare le segnalo uno studio recentemente apparso su Science che dice l'esatto contrario, evidenziando come i bambini non vaccinati possano contrarre il morbillo, e l'immunodepressione risultante dal morbillo sia molto prolungata e possa portare infine ad una maggiore mortalità a causa di infezioni intercorrenti.
Invito i suoi amici medici a descrivere le loro osservazioni e a sostanziarle in un lavoro scientifico: fino a quel momento rimangono solo sterile esperienza personale di nessun valore.
La invito a rileggere lo studio che le ho indicato nella prima mail, in quanto in esso vengono per l'appunto confrontati due coorti una di bambini non vaccinati, l'altra di bambini vaccinati. L'unica differenza tra i due gruppi  è l'incidenza delle malattie dalle quali ovviamente il vaccino protegge.
Cordialmente
Roberto

Long-term measles-induced immunomodulation increases overall childhood infectious disease mortality
Immunosuppression after measles is known to predispose people to opportunistic infections for a period of several weeks to months. Using population-level data, we show that measles has a more prolonged effect on host resistance, extending over 2 to 3 years. We find that nonmeasles infectious disease mortality in high-income countries is tightly coupled to measles incidence at this lag, in both the pre- and post-vaccine eras. We conclude that long-term immunologic sequelae of measles drive interannual fluctuations in nonmeasles deaths. This is consistent with recent experimental work that attributes the immunosuppressive effects of measles to depletion of B and T lymphocytes. Our data provide an explanation for the long-term benefits of measles vaccination in preventing all-cause infectious disease. By preventing measles-associated immune memory loss, vaccination protects polymicrobial herd immunity.
Science 8 May 2015:Vol. 348 no. 6235 pp. 694-699

-----Messaggio originale-----
Da: info@mednat.org
Inviato: venerdì 18 marzo 2016 17:24
A: burioni.roberto@hsr.it
Oggetto: R: Domande

Caro Roberto,
non faccia "orecchio da mercante" per non rispondere appropriatamente.
Forza, inizi a fornirmi dati precisi sul tema studi indipendenti che non siano come quello che mi ha fornito fino ad ora chiaramente sponsorizzato da Big Pharma.
CMQ nel frattempo ho continuato a seguire l'istituto Koch tedesco il quale ha fornito ad una ricercatrice i dati da esso raccolti su 18.000 soggetti e che comprende vaccinati e non vaccinati....ed i risultati sono eclatanti a favore dei NON vaccinati !
vedi qui la presentazione della ricerca:
http://www.dailymotion.com/video/xh13ao_malade-par-les-vaccins-non_tech
e' in  francese, spero lo conosca, altrimenti posso farle un riassunto FEDELE !
http://www.mednat.org/vaccini/dannivacc_study.pdf

Informatore dei CDC CONFESSA la FRODE e le FALSIFICAZIONI sugli studi della correlazione VACCINO=AUTISMO in storica dichiarazione pubblica - US, 27/08/2014 By Mike Adams, the Health Ranger (Ranger della Salute)
Fonte:
http://www.naturalnews.com/046630_CDC_whistleblower_public_confession_Dr_William_Thompson.html
https://www.youtube.com/watch?v=ePEskyFrNZg

Neurologa parla dei danni dei vaccini:
https://www.youtube.com/watch?v=bhFBaiEcIPM

Esempio di danno da vaccino
Uno studio scientifico degli oltre 2.000 che ho raccolto e pubblicato in mednat.org, mostra che il vaccino quadrivalente per il papilloma virus può causare vasculopatia autoimmuni fatali (ovvero mortali).

Lo studio realizzato dai due medici canadesi Lucija Tomljenovic e Cristopher A. Shaw si intitola "Morte dopo il vaccino contro il papilloma virus, c'è una relazione causale o è una coincidenza ? " e si può leggere (in inglese) al seguente link
http://sanevax.org/wp-content/uploads/2012/10/Tomljenovic-Shaw-Gardasil-Causal-Coincidental-2167-7689-S12-001.pdf

Le conclusioni dell'articolo non sono per niente ambigue:
il vaccino in questione può innescare una reazione autoimmune che può essere talora mortale. Le conclusioni sono motivate dal fatto che molte delle reazioni avverse a tale vaccino finora registrate corrispondono a sintomi di vasculopatia cerebrale.
Studi come questo ovviamente mettono in un angolo tutti i ministeri della sanità e certi medici, che negano continuamente ogni correlazione tra le morti ed i vaccini.
....e potrei continuare all'infinito..!

Caro Roberto, vedo anche che NON fa cenno ai links che le ho fornito, significa che non ha visitato ne' studiato le pagine indicatele, quindi deduco che lei non e' seriamente interessato a fare comunicazione esaustiva sul tema, o non sa' rispondere alla domanda fatta.
CMQ,
Se non  mi risponde alla prossima mail sul tema della 1° domanda, significa semplicemente che non ha armi, (studi indipendenti od altro) da propormi...e quindi siccome sara' evidente che NON risponde alla prima domanda, per non perdere tempo, passero' alla seconda (2°).
in attesa, cordiali saluti

Jean Paul

-----Messaggio originale-----
Da: burioni.roberto@hsr.it
Inviato: venerdì 18 marzo 2016 17:35
A: info@mednat.org
Oggetto: R: Domande

Caro Jean Claude,
temo che noi non si possa continuare a discutere. Quello che io ritengo affidabile, lei lo ritiene prodotto dalla corruzione delle case farmaceutiche.
Quello che lei ritiene affidabile, io lo ritengo insignificante perché non sotto posto ad una valutazione rigorosa come avviene per i lavori che vengono pubblicati sui giornali scientifici seri.
Le faccio io una domanda.

Il fatturato dei vaccini è risibile. L'esavalente in Italia rappresenta lo 0.4 della spesa sanitaria nazionale (corrispondente a 77 milioni), il vaccino anti-hpv fattura circa 48 milioni corrispondendo allo 0.2 della spesa. Tutti i vaccini (proprio tutti!!!) sommati insieme fatturano circa 330 milioni di euro. I soli farmaci contro l'ulcera (solo loro) fatturano ben oltre un miliardo all'anno. (può trovare tutto nel rapporto OSMED2013 dell'AIFA).
Come può spiegare tutto questo interesse di "big pharma"  per dei farmaci che in grandissima maggioranza non sono più coperti da brevetto e che alla fine rendono così poco rispetto ad altri?
Cordialità,
Roberto

-----Messaggio originale-----
Da: info@mednat.org 
Inviato: venerdì 18 marzo 2016 17:57
A: burioni.roberto@hsr.it
Oggetto: R: Domande

Caro Roberto
Vedo che non ha neppure speso 1 minuto per visionare le PROVE che le ho inviato, infatti ha risposto subito, senza vedere NULLA, (vedasi orario della mail), peccato, perche' cosi dimostra la sua incapacita' o NON volonta' a fornire informazioni serie ed efficaci a sostegno della sua tesi..i vaccini fanno bene..e sono necessari !
"fatturato dei vaccini e' risibile":
...semplice perche i vaccini producono, ampliano il mercato dei malati....con tutti il business che ci sta dietro..!
https://www.youtube.com/watch?v=6jJelGSRbJw
CMQ la seconda domanda (vista la sua NON risposta alla prima) e' questa:
b - Chiedo studi clinici e di laboratorio di verifica sulla Herd Immunity - Immunita' di Gregge; NON mi servono bibliografie basate sulle statistiche, sponsorizzate da Big Pharma.....che sono evidentemente falsificabili e/o falsificate e quindi non veritiere.
CMQ vedo che lei non vuole piu' continuare, come prevedevo....voi vaccinatori, scappate tutti quanti...dalla Verita', in quanto vi spaventa...e non siete in grado di confrontarvi, non solo con i giornalisti investigativi come il sottoscritto, ma neppure con i vs colleghi medici e ricercatori ! Si ricordi che tutta la nostra corrispondenza e' inserita nel web a testimonianza di cio' che viene fatto e detto dai medici legati ai vaccini !
Saluti
Jean Paul


-----Messaggio originale-----
Da: info@mednat.org 
Inviato: sabato 19 marzo 2016 22:23
A: burioni.roberto@hsr.it
Oggetto: R: Domande

Egregio Roberto,
nella mia precedente mail, non mi sono dimenticato di risponderle sul l'argomento della ricerca che mi ha segnalato alla fine della sua mail, in quanto sto ancora indagando su chi sono e chi ha pagato quello studio, per cui appena ho raccolto le notizie sull'argomento di quella ricerca che mi ha segnalato, glielo comunico rispondendole.
Questo per precisione, dato che un serio giornalista prima di parlare indaga a fondo il tema che sta trattando.

La informo nel frattempo che il mio Esposto del dic 2015 presentato alla Procura della Repubblica sul/contro il ministro della "SALUTE" + i dirigenti di detto ministero + quelli dell'ISS + quelli dell'AIFA e del Consiglio superiore di sanita' per la faccenda dei danni vaccini es. quelli per l'influenza.... e' stato controllato dal giudice incaricato attraverso i suoi investigatori ed e' stato verificato e riscontrato...quindi come per il dirigente dell'AIFA gia' arrestato, anche altri dovranno vedersela con il PM incaricato.
Attendo sue nuove
Saluti
Jean Paul

-----Messaggio originale-----
Da: info@mednat.org
Inviato: domenica 27 marzo 2016 09.55
A:
burioni.roberto@hsr.it
Oggetto: segnalazione IMPORTANTE

Ora noi siamo arrivati a quota 29 vaccini analizzati,
qualcuno in un solo esemplare, altri in più campioni, altri ancora, in particolare quelli antinfluenzali, seguìti saltuariamente negli anni. In tutto fa un bel po’ di campioni.
L’ho già detto fino all’esaurimento: l’unico vaccino a dimostrarsi senza inquinanti sotto forma di particelle è stato il Feligen, un trivalente per gatti, il solo esemplare per uso veterinario che ci è capitato di controllare. Perché proprio quello fosse pulito non saprei dire.
Che cosa sono queste particelle è presto detto: sono pezzi solidi di materia inorganica, quasi sempre combinazioni di vari elementi chimici con una certa prevalenza, almeno da quanto vediamo in laboratorio, di ferro, cromo e nichel, vale a dire acciaio. La loro dimensione varia da qualche decina di micron (un micron è un millesimo di millimetro) giù fino a poche centinaia di nanometri (un nanometro è un milionesimo di millimetro). La loro forma, un parametro di grande importanza, è davvero la più varia, compresa quella sferica tipica delle produzioni ad alta temperatura.
Che questa roba non possa stare nei vaccini è un fatto indiscutibile. Che non sia gradita all’organismo è altrettanto indiscutibile. Del resto, chi sarebbe d’accordo se gli proponessero un’iniezione di pezzi di piombo o di tungsteno o di leghe della natura più strana e disparata? Nella migliore delle ipotesi queste particelle se ne vanno a distribuirsi per tutto l’organismo e ad aumentare la concentrazione di quelle che già ci sono, perché di polveri ce ne respiriamo e ce ne mangiamo quotidianamente grazie a tutti gl’inquinanti che scarichiamo nell’ambiente nella più completa indifferenza, quando non con la complicità, di legislatori e di enti di controllo.

Una delle obiezioni in forma di domanda retorica che mi sento rivolgere spesso è “ma che vuoi che faccia qualche granello di polvere nel vaccino a confronto con tutte quelle che ci entrano nell’organismo?” La risposta è che i processi d’introduzione e la loro efficienza nell’originare patologie sono ben diversi. Se io inspiro aria contenente particelle e ho i polmoni e le vie respiratorie in generale in buone condizioni, espirando espellerò la stragrande maggioranza di quanto è entrato. Se io ingerisco cibo inquinato da polveri, saranno solo quelle che resteranno in qualche modo in contatto con le pareti dell’apparato digerente ad avere probabilità di entrare stabilmente nell’organismo. Tutto il resto, anche in questo caso la stragrande maggioranza, sarà eliminato con le feci. Spero non mi si voglia strumentalmente fraintendere: il poco che resta è indubbiamente patogeno e va pure considerata la continuità con cui questi inquinanti ci entrano nel corpo.
La differenza principale con quanto viene iniettato è che, in quella circostanza, tutte le particelle restano nell’organismo senza alcuna possibilità di eliminazione e, per di più, si ritrovano concentrate in un volume piccolissimo. Il dramma avviene quando, per puro caso o, comunque, per motivi e secondo meccanismi che di fatto non conosciamo, quelle polveri, trasportate dal sangue, finiscono a livello del sistema nervoso centrale e, segnatamente, nel cervello. Teniamo conto che, per funzionare, un vaccino deve esercitare un’azione infiammatoria nei riguardi dei tessuti e il tessuto del cervello, dal punto di vista dell’essere prono ad infiammarsi, non differisce in modo significativo da qualunque altro tessuto. Ecco, allora, che all’azione di agente infiammatorio prevista del vaccino va ad aggiungersi, possibilmente con effetti sinergici, quella infiammatoria delle particelle in quanto corpo estraneo. Va anche tenuto conto di come l’aggressività delle particelle sia inversamente proporzionale alle loro dimensioni. Quelle sufficientemente piccole sono comprensibilmente più capaci di penetrare nei tessuti, tanto da potersi insinuare fino al nucleo delle cellule. Si consideri, inoltre, che, mentre l’infiammazione del vaccino si conclude nel giro di qualche giorno, quella esercitata dalle particelle che continuiamo a trovare nei vaccini dura per sempre a causa della non biodegradabilità di quei corpi estranei. Insomma, dove finiscono la loro corsa restano. Volere cocciutamente ignorare queste ovvietà, peraltro dimostrate da anni inconfutabilmente e in modo diretto fotografando il fenomeno, è a dir poco sospetto.
A questo punto credo sia del tutto legittimo chiedersi come facciano quei granelli a finire nei vaccini. La mia risposta è che non lo so. Non lo so per prima cosa perché il fenomeno è del tutto in contrasto con quella che è la cosiddetta Good Manufacturing Practice, in italiano le norme di buona fabbricazione, cioè le regole da seguire per produrre farmaci ineccepibili. Tutte le soluzioni iniettabili vanno obbligatoriamente preparate in ambienti in cui di polveri non ci dovrebbe essere nemmeno vaga traccia e, comunque, quei farmaci dovrebbero sottostare a controlli del tutto stringenti già a livello di fabbrica. Ammettendo pure che, a mio parere incredibilmente, dalla ditta esca qualcosa che non ci dovrebbe essere, ecco che gli enti di controllo che, detto a margine, ci costano un patrimonio ed esistono ufficialmente al solo scopo di proteggere la nostra salute, dovrebbero immediatamente intervenire bloccando quanto meno e senza por tempo in mezzo il lotto di produzione. E, invece, nulla di tutto ciò accade e i vaccini in distribuzione pare continuino allegramente a contenere porcherie. E non lo so perché nessuna ditta farmaceutica mi fa entrare a vedere come lavora e, soprattutto, come controlla. Inutile dire che altrettanto gelosi della loro privacy sono gli enti di controllo.

Naturalmente, quando, seppure a fatica, si riesce a toccare l’argomento, chi dovrebbe controllare e non controlla, chi dovrebbe vigilare sulla salute e non vigila, chi ci dovrebbe curare e fa tutt’altro, chi ci dovrebbe informare e mente reagisce: Quello che trovate non esiste.
Quello che dite di trovare non è pubblicato nelle riviste. Se anche c’è, quella roba è innocua. Magari gl’inquinanti che trovate sono solo nelle fiale che avete analizzato.
Mi dispiace non solo perdere tempo ma farlo perdere a chi ha la pazienza di leggermi, ma ripeterò per l’ennesima volta quanto ho già detto e scritto innumerevoli volte, tutte, evidentemente, senza esito come è costume nelle barzellette-tormentone e, soprattutto, come avviene quando ci si rivolge a chi reputa la parola onestà un residuo di un passato di cui ridere ormai relegato alle pagine di un vocabolario polveroso.
Dire che quello che troviamo non esiste è a dir poco bizzarro. Le fotografie al microscopio elettronico sono indiscutibili e così le analisi mediante spettroscopia a dispersione di energia, tutte metodiche senza possibilità di errore. Dopotutto anche Roberto Biasio, ora ex-direttore medico della Sanofi Pasteur, una volta che, ancora in carica, si trovò di fronte ai risultati delle analisi sul suo Gardasil e dopo che ci venne a trovare in laboratorio ammise pubblicamente che le nostre analisi sono ineccepibili. Dunque, quella roba c’è e basta. Giusto per aggiungere informazione, le analisi sono state effettuate nel tempo da noi in quattro laboratori diversi e gl’inquinanti trovati sono sempre stati piuttosto differenti, ricordando la presenza relativamente frequente dell’acciaio in particelle, però, contenenti quasi in ogni caso anche altri elementi variabili oltre al ferro, al cromo e al nichel, e con forme anche molto diverse.

Sulle riviste ci sarebbe moltissimo da dire. In breve e lasciando da parte il fatto che, come scrive il redattore capo di The Lancet, almeno metà di ciò che diffondono è falso, sono tutte pesantemente sponsorizzate dalle ditte farmaceutiche e nessuna oserebbe mai pubblicare qualcosa che metterebbe a rischio l’arrivo dei quattrini di cui non potrebbero fare a meno, pena la chiusura. Diversi risultati, comunque, sono stati pubblicati sul libro A.M Gatti e S. Montanari– Case Studies in Nanotoxicology and Particle Toxicology – edito da Elsevier Academic Press (il maggiore editore medico del mondo) con un testo passato attraverso il setaccio severissimo di scienziati anonimi. A livello divulgativo i risultati si trovano in S. Montanari, A.M. Gatti – Vaccini: Sì o No? – Macroedizioni. Resta il fatto ovvio che un veleno è tale sia che il suo nome sia pubblicato su una rivista medica sia che sia pubblicato sul compianto Corriere dei Piccoli sia che non sia pubblicato affatto. Ma poi, se io racconto fandonie, perché non arrivano i Carabinieri con i pennacchi e con le armi a portarmi via, magari in manicomio?
Proseguendo con le risposte, dire che le particelle sono o potrebbero essere innocue significa semplicemente ignorare almeno gli ultimi 15 anni di Medicina, cosa che, ahimè, è tristemente diffusa tra i medici la cui cultura è quella che viene fatta loro arrivare dalle ditte farmaceutiche, ormai da anni le detentrici assolute della cultura sanitaria, troppo spesso distorta a fini di lucro, che viene fatta passare diventando una sorta di verità rivelata senza necessità di supporto obiettivo. Anzi, chi osasse chiedere dimostrazioni reali sarebbe condannato per eresia. I medici che fanno eccezione e che vorrebbero il diritto di usare il proprio discernimento rischiano il posto e, magari, addirittura sanzioni penali.

Pretendere che gl’inquinanti sarebbero solo nei campioni analizzati (che sono ormai davvero tanti) equivale a credere che si possa vincere alla lotteria tutte le settimane per mesi di seguito senza sbagliare un colpo. È chiaro che, quando sono coinvolti nel tema personaggi la cui carriera e la cui prosperità dipendono dalla “generosità” di un più o meno corposo elenco di case farmaceutiche e quando chi fa informazione tiene famiglia, i risultati non possono altro che essere le mortificanti stravaganze che ci troviamo abitualmente servite in tavola nella più totale indifferenza quando non tra gli applausi. Dal canto mio, io ho tutto da perdere analizzando i vaccini ma, per me da sempre, la coscienza ha il sopravvento e a ficcare il naso continuo.
Da ultimo, chiarisco la mia posizione per chi ancora non l’avesse colta. Se vogliamo salvare i vaccini per quello che, eventualmente, ci possono dare, dobbiamo liberarli dalle porcherie che contengono (che non sono solo le particelle) e da tutta la sottocultura, le squallide menzogne e gli ancora più squallidi interessi che li soffocano. Fare pulizia in ogni senso è ormai improrogabile. Che vogliamo fare?
dr. Stefano Montanari - Laboratorio Nanodiagnostics - Modena
Caro Roberto, come la mettiamo ?....continui a sostenere l’utilita’ dei vaccini ?

dr. Jean Paul,  Souverain Individuel, déscendant de la famille Vanoli - Journaliste d'Investigation - (Sovrano Individuale, discendente della famiglia Vanoli - Giornalista Investigativo), specializzato in Sanita' da 40 anni.
Consulente di www.mednat.org  -  mail:
vgp@mednat.org

-----Messaggio originale-----
Da: burioni.roberto@hsr.it
Inviato: mercoledì 30 marzo 2016 11:39
A: info@mednat.org
Oggetto: Re: segnalazione IMPORTANTE

Carissimo Jean Paul,
fino a quando il dott. Montanari continua a fare esperimenti nel suo laboratorio privato e a pubblicarseli da solo ai miei occhi è come un centometrista che fa il record del mondo dietro casa sua cronometrandosi da sè.
Mi ha scritto e gli ho chiesto le pubblicazioni, quando e se me le fa avere saprò dirle di più.
Cordialmente
Roberto Burioni

-----Messaggio originale-----
Da: info@mednat.org
Inviato: domenica 3 aprile 2016 12.20
A:
burioni.roberto@hsr.it
Oggetto: segnalazione importante

Dal primo aprile 2016 si registra il tutto esaurito per la visione di Vaxxed all'Angelika Film Center di New York
Nel FILM si INTERVISTANO SCIENZIATI, RICERCATORI, FAMIGLIE di BAMBINI COLPITI da AUTISMO. 

E' la STORIA della Piu' GRANDE FRODE SCIENTIFICA che ha COLPITO MILIONI di PERSONE, il CDC USA, l'AGENZIA CHE DOVREBBE PROTEGGERE la SALUTE PUBBLICA ACCUSATA do CRIMINI CONTRO l'UMANITA' per AVER NASCOSTO e DISTRUTTO PROVE che DIMOSTRANO la CORRELAZIONE DIRETTA VACCINO TRIVALENTE ed AUTISMO. 

SPERANDO di VEDERLO ANCHE in ITALIA....FAREMO i PULMAN per la VISIONE,…. SCOMMETTETECI...
La VERITA' VERRA' a GALLA ed i CRIMINI CONTRO l'UMANITA' SARANNO SVELATI....
STAY TUNED
https://www.angelikafilmcenter.com/nyc/film/vaxxed-from-cover-up-to-catastrophe
Tratto da http://www.mednat.org/vaccini/autismo.htm
Buona riflessione ! caro amico immunologo.

dr. Jean Paul,  Souverain Individuel, déscendant de la famille Vanoli - Journaliste d'Investigation - (Sovrano Individuale, discendente della famiglia Vanoli - Giornalista Investigativo), specializzato in Sanita' da 40 anni.
Consulente di www.mednat.org  -  mail:
vgp@mednat.org

-----Messaggio originale-----
Da: [burioni.roberto@hsr.it
Inviato: domenica 3 aprile 2016 16:53
A: info@mednat.org
Oggetto: Re: segnalazione importante

Caro Jean Paul lo vedrò con piacere amo i film di fantascienza
Cordialmente
Roberto Burioni

-----Messaggio originale-----
Da: info@mednat.org
Inviato: martedi 5 aprile 2016
19:45
A:
burioni.roberto@hsr.it
Oggetto: segnalazione importante

http://autismovaccini.org/2015/07/24/immunologa-della-harvard-university-smaschera-il-grande-inganno-della-vaccinazione/

dr. Jean Paul,  Souverain Individuel, déscendant de la famille Vanoli - Journaliste d'Investigation - (Sovrano Individuale, discendente della famiglia Vanoli - Giornalista Investigativo), specializzato in Sanita' da 40 anni.
Consulente di www.mednat.org  -  mail:
vgp@mednat.org

-----Messaggio originale-----
Da: burioni.roberto@hsr.it
Inviato: martedì 5 aprile 2016 20:32
A: info@mednat.org
Oggetto: Re: segnalazione

Ancora fantascienza 
Inviato da iPad

-----Messaggio originale-----
Da: info@mednat.org
Inviato: mercoledì 6 aprile 2016 11:43
A: burioni.roberto@hsr.it
Oggetto: R: segnalazione

Altra risposta bambinesca, senza nessun dato scientifico per tentare smontare le dichiarazioni dell’immunologa, sua collega ….
certo che come “medico”, lei eccelle in “impreparazione”, rispondendo con queste frasi !
saluti
Jean Paul

-----Messaggio originale-----
Da: burioni.roberto@hsr.it
Inviato: mercoledì 6 aprile 2016 11:44
A: info@mednat.org
Oggetto: R: segnalazione

Caro Jean Paul,
l’immunologa pubblichi dei lavori scientifici, poi li smontiamo. Fino a quando pubblica libri autostampati e siti internet, la cosa non mi riguarda in quanto non siamo in ambito scientifico ma narrativo.
Cordialmente
Roberto Burioni

-----Messaggio originale-----
Da: info@mednat.org
Inviato: mercoledì 6 aprile 2016 12:32
A: burioni.roberto@hsr.it
Oggetto: R: segnalazione

Caro Roberto,
Ma quello che fa ridere e’ che lei non cerca almeno di dimostrare QUI, che cio’ che dice la sua collega e’ errato !
qui nel link qui sotto,  trova un altro valente medico che le ho gia’ segnalato; ecco il suo studio
http://www.mednat.org/vaccini/flash2.htm
Jean Paul Vanoli

-----Messaggio originale-----
Da: burioni.roberto@hsr.it
Inviato: mercoledì 6 aprile 2016 12:33
A: info@mednat.org
Oggetto: R: segnalazione

Carissimo Jean Paul,
tra me e lei c’è un problema. Quello che io ritengo affidabile lei lo ritiene una stupidaggine; e viceversa. Per questo non possiamo parlare di scienza e di medicina, pur godendo (come faccio io) della sua educata e squisita conversazione.
Cordialmente
RB

-----Messaggio originale-----
Da: info@mednat.org
Inviato: giovedì 7 aprile 2016 13:44
A: burioni.roberto@hsr.it
Oggetto: R: segnalazione

Caro Roberto,
vero che ci divide una realta’ di fondo; io sono insofferente con tutte le motivazioni del caso, a tutti gli studi pubblicati, finanziati, sponsorizzati direttamente od indirettamente a mezzo uomini in conflitti interesse, da e con Big Pharma.
Quindi la solleciterei a parlare e disquisire direttamente con me, sulle domande che le ho fatto ormai da quasi 2 mesi, iniziando dalla prima alla quale non ha risposto che fornendomi uno studio di Big Pharma….che come dimostrato le ho ritornato con tutte le annotazioni del caso ( studi pagato anche da Big Pharma e firmato da soggetti in “odore” di conflitto di interesse con essa…
Le chiedo, come ho sempre fatto personalmente affrontando il tema direttamente, infatti le ho inviato le mie ricerche datate ormai da decenni su tema in oggetto: Vaccini e loro danni di rispondermi personalmente.
Vediamo se aggirando il presunto ostacolo, riusciamo a colloquiare, perche’ fino ad ora, lei e’ stato sordo a tutti i miei solleciti di chiarimenti, faccia finta che sia un comune soggetto NON investigativo ed inizi chiarire il suo pensiero (in modo scientifico e razionale oltre che logico) sulle domande che le ho posto, sara’ ovviamente mia premura, prendere punto per punto e disquisire in modo scientifico e razionale e quindi logico.
Attendo sue nuove seriamente impostate con questo nuovo discorso che le ho proposto.
Si ricordi che come confermato all’inizio della nostra corrispondenza, che tutta la nostra corrispondenza  viene immessa nel web a disposizione dei lettori, affinché si rendano conto sul come si comportano coloro che lavorano nella sanita’ e nel giornalismo di investigazione.
Saluti
Jean Paul

-----Messaggio originale-----
Da: burioni.roberto@hsr.it
Inviato: giovedì 7 aprile 2016 14:43
A: info
Oggetto: R: segnalazione

Carissimo Jean Paul, io apprezzo la conversazione con lei ma il fatto che qualunque cosa ci diciamo venga utilizzata per dei fini giornalistici mi fa essere a disagio.
Per questo preferisco salutarla, ringraziarla per la compagnia, augurarle in bocca al lupo per le sue attività (che non condivido) e chiudere qui questa finora piacevole corrispondenza.
La saluto con viva cordialità
Roberto Burioni

-----Messaggio originale-----
Da: info@mednat.org
Inviato: giovedì 26 maggio 2016 19:26
A: burioni.roberto@hsr.it
Oggetto: segnalazione

….e lei non avrebbe conflitti di interesse   ???? lo ha detto diverse volte in TV…!
http://patents.justia.com/inventor/roberto-burioni
Buona riflessione…sulle BUGIE che ha detto perche’  hanno le gambe corte…!

dr. Jean Paul,  déscendant de la famille Vanoli  (Souverain Individuel - Journaliste d'Investigation specialisée en santé depuis 40 ans) (Sovrano Individuale - Giornalista Investigativo, specializzato in sanità da 40 anni)
Consulente di www.mednat.org  -  mail: vgp@mednat.org
Chi non grida la verità, quando la sa, si fa complice dei falsari e degli imbroglioni
(By
Charles Peguy)
"
Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda"
(By
Horacio Verbitsky)

Dalla data del 07/04/2016 non ho piu' ricevuto nessuna risposta da questo "immunologo" ! e come potete osservare NON ha MAI risposto alle mie domande, e' cio' che avviene sempre quando richiedo informazioni e risposte sulle domande impostate !

Quindi a Natale del 2018  gli ho scritto di nuovo facendogli i miei auguri con relativo regalo di natale:

Da: vgp@mednat.org 
Inviato: martedì 25 dicembre 2018 11:24
A: burioni.roberto@unisr.it
Oggetto: Auguri e regalo

Ti faccio i miei migliori Auguri per l'anno nuovo 2019 ed un invito a rivedere le tue "fondamentaliste opinioni sui Vaccini", alla luce della Verita' che sta venendo a galla:
I Vaccini sono sostanze tossiche inserite negli umani per ammalarli e farli morire anticipatamente.
Regalo di Natale:
vedi Analisi del Corvelva che non finiscono qui....e quelle della dr.essa Gatti (nanodiagnostic), oltre alla mia raccolta di 2.500 studi scientifici pubblicati sulle riviste accreditate, che confermano quanto sopra asserito.
Che tu possa essere "folgorato sulla via di Damasco dalla Verita' ", come quel Paolo di Tarso citato nel Nuovo testamento....

Tieni presente che prima o poi dovrai presentarti in Tribunale, assieme agli altri propagandisti dei Vaccini, per confermare le tue/vostre asserzioni che hai/avete fatto molte volte sui mass media ed in TV ....:  "i vaccini sono sicuri".

Buon Pentimento, e che la Verita' scenda nella tua mEnte, e che lo Spirito di Verita' la possegga totalmente.
Questo e' il mio fraterno augurio per il tuo futuro.

dr. Jean Paul,  déscendant de la famille Vanoli  (Souverain Individuel - Journaliste d'Investigation specialisée en santé depuis 40 ans - Sovrano Individuale + L.R., Giornalista Investigativo specializzato in sanità da 40 anni) - Consulente in Medicina Naturale e Bioelettronica applicata.
Consulente di www.mednat.org/curriculum.htm  -  mail:
vgp@mednat.org

Chi non grida la verità, quando la sa, si fa complice dei falsari e degli imbroglioni
(By
Charles Peguy)
"Potrete ingannare tutti per un po', potrete ingannare qualcuno per sempre, ma NON potrete ingannare TUTTI per sempre".
(By Abramo Lincoln)
"Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda"
(By
Horacio Verbitsky)
Se un uomo non sa rischiare per le sue idee, vuol dire o che le sue idee non valgono nulla o che non vale nulla lui

(By
Ezra Pound)
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un DELINQUENTE.
(By Bertolt Brecht)

P. S. anche questa mail comparira' nel web anche se non risponderai agli auguri che ti ho fatto

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

BURIONI story....
ad una sua conferenza a BRUGHERIO (MB) gli ho suggerito, davanti al pubblico presente, che puo' intascare ben € 100.000...se DIMOSTRA, davanti ai Giudici della Corte di Cassazione Tedesca di Stoccarda (D), l'esistenza del virus del morbillo....se lo dimostra, puo' intascarsi il premio, messo a disposizione dal Biologo/virologo tedesco dr. Lanka....
Burioni ha detto che non gli interessa....perche' non ha bisogno si soldi....il pusillanime (non accetta confronti), disinformatore !
Promemoria
...se vi e' qualche altro "vaccinatore" che vuole vincere il premio a disposizione, faccia la sua dimostrazione giurata davanti a quei giudici....

Cari Vaccinatori, non "Cicap ite"... nulla ...abbiamo in mano le schede di produzione dei vaccini.....Contengono di Tutto per  ammalare..od uccidere (SIDS).
Cari VACCINATORI o siete grandemente IGNORANTI (somari)..oppure siete in siete in MALAFEDE e quindi dei CRIMINALI  !

Eccolo all'opera:

Vaccinarsi serve a se stessi e agli altri - Panorama, 25/05/2017  - By Roberto Burioni
“I vaccini, che oggi vengono spesso insensatamente contestati, sono i farmaci più sicuri che abbiamo a disposizione”.
Lo afferma lo scienziato Roberto Burioni, che spiega: “gli effetti collaterali gravi sono rarissimi (nell'ordine di un caso su alcuni milioni di somministrazioni) e quasi sempre consistono in una reazione allergica che, oltre a essere curabile, è immensamente più probabile quando un bambino mangia una noce o viene punto da una vespa. I vaccini non causano l'autismo, l'epilessia o altre gravi malattie:
la scienza lo afferma con certezza dimostrando con numeri inoppugnabili che l'incidenza di queste sindromi è identica tra i vaccinati e i non vaccinati.
Quindi i casi di "danni da vaccino" di cui si legge su internet sono in realtà malattie che non sono state provocate dalle vaccinazioni”.

Ecco l'azienda per la quale lavora il signor Burioni Roberto &C. (quello che dice in TV che i vaccini sono sicuri e che non ha conflitti di interesse....)
"Gli scienziati ispiratori e ideatori di Pomona ricerca, il professor Massimo Clementi (link), professore di Microbiologia e Virologia e Preside della Facoltà di Medicina dell'Università Vita-Salute San Raffaele, ed il professor Roberto Burioni (vedi link), associato di Microbiologia e Virologia presso la stessa Università, essi sono tra i principali opinion leader e riconosciuto a livello internazionale di esperti nel campo degli anticorpi monoclonali umani e nella ricerca delle interazioni ospite-patogeno, con un eccellente track pubblicazione in questo campo.
Il loro lavoro e consolidato know how nel settore specifico mette anche Pomona ricerca in una posizione leader per la progettazione e lo sviluppo di vaccini innovativi epitopo-based, in grado di suscitare solo gli anticorpi più attivi dopo la somministrazione al paziente.
Dalla sua costituzione, Pomona Ricerca è stata finanziata da "angeli investitori" ....(NdR:.di cui ...... per ora, non si conoscono i nomi)
Tratto dal sito dell'azienda Pomona ricerca

A proposito di anticorpi monoclonali vedi: Contro Immunizzazione

In uno studio clinico controllato, è stato scoperto che il Synagis (PALIVIZUMAB - vedi anche QUI dati sui loro DANNI), il noto anticorpo monoclonale da ibridoma uomo topo, aumenta la probabilità di sviluppare otite media, rinite, faringite, eruzione cutanea, dolore ed ernia.
Altri eventi avversi segnalati nei bambini che ricevono questo elemento biotecnologico "preventivo" sono:
febbre, tosse, respiro sibilante, bronchiolite, polmonite, bronchite, asma, laringite, dispnea, sinusite, apnea, diarrea, vomito, disfunzione epatica, infezione virale, dermatite da funghi, eczema, seborrea, congiuntivite, anemia, sindrome influenzale e mancanza di crescita.
Questo almeno viene riferito nella scheda di prodotto pubblicata oltre 14 anni fa sul sito della Medimmune, la farmaceutica produttrice. Il fatto è che questa scheda - pubblicata agli inizi dell'anno 2000 - è scomparsa dal sito in oggetto.......
Vi posso anticipare che i dati riportati circa il rischio di otite media (oltreché di numerose altre reazioni avverse) nei soggetti riceventi è molto alto, come riportato nella tabella comparativa vs placebo. Ho recuperato questa pagina attraverso la waybackmachine e spero possa essere utile a chi ha bisogno di queste informazioni non censurate solo perché captate prima che le facessero scomparire.
In allegato la scheda tecnica attuale proveniente direttamente dal sito della FDA americana
https://www.accessdata.fda.gov/drugsatfda_docs/label/2002/palimed102302LB.pdf che non nasconde effetti collaterali, mentre qui http://ec.europa.eu/health/documents/community-register/2018/20180508140880/anx_140880_it.pdf la scheda tecnica attuale in lingua italiana che occulta impunemente quanto descritto nella corrispondente scheda della FDA.
La tabella a sinistra (presente sul file proveniente dal sito della FDA - 2018 ) mostra il "taroccamento" dei dati relativi al confronto vs placebo, quella a destra (screenshot dal documento originale registrato dall WBM - 2002), invece è l'originale e mostra gli effettivi dati  relativi alle RAV paragonati con il placebo... QUI
https://web.archive.org/web/20040409145229/https://www.medimmune.com/products/htmlpis/synagispi.html
qui trovate la pagina originale della Medimmune recuperata con la WBM..
E qui, la pagina, oggi non più esistente, della Medimmune: https://www.medimmune.com/products/htmlpis/synagispi.html .
Salvate e investigate...C'è una bella differenza...

Gli ANTICORPI MONONUCLEATI:
Risultati: autoimmunità e reazioni avverse (es.: infiammazioni) dell'asse Intestino-Cervello-Midollo Spinale-Nervi.  
Ognuno di noi alla nascita possiede un’immunità innata (naturale) che si sviluppa durante il corso della vita trasformandosi in immunità adattativa (specifica o acquisita) in seguito al rafforzamento delle difese immunitarie primitive o innate.
Le capacità del sistema immunitario sono mediate dalle precoci reazioni chimico-batteriche costituite da patogeni primitivi innati nell’uomo, e di una risposta immunitaria più tardiva detta “adattativa” che si sviluppa grazie all’interazione dell’uomo con l’ambiente e al suo stretto contatto con nuovi microrganismi durante l’arco della vita.
Paradossalmente lavare in modo assillante le mani al bebè che gattona sul pavimento, lo rende più fragile di un coetaneo che gioca felicemente in giardino con la terra, poichè il sistema immunitario innato si specializza e co-evolve spontaneamente con l’uomo, migliorando la tolleranza e la memoria immunologica grazie alle sue capacità adattative natie. Tale assioma è in totale antitesi all’influenza del mainstream dai tempi che Berta filava, con buona pace dei maniaci dell’igiene a tutti i costi.
Le difese innate dell’organismo si producono nel tubo gastrointestinale, un esteso sistema nervoso del tutto simile a quello che abbiamo nella testa, fra i due apparati intercorre infatti una rete bidirezionale di neurotrasmettitori specchio costituenti l’asse “Intestino-Cervello-Midollo Spinale-Nervi”.
Mentre un tempo si pensava che fosse il cervello “nervoso” ad avere gerarchicamente il comando sul microbioma, oggi l’appellativo di “primo cervello” è conteso tra queste due entità. Per esempio se un enzima intestinale muore senza essere rimpiazzato, l’interlocutore-specchio non può ricevere e riflettere l’impulso elettrochimico ai nervi del midollo spinale, ai circuiti della corteccia cerebrale fino al cervello (SNC), creando disturbo dell’attività neurologica da un range “lieve-moderato” a un range “moderato-severo”, fino all’invalidità fisica.
A livello lieve-moderato abbiamo il 90% della popolazione che vive di stress, cibo e informazione spazzatura, l’altro 10% comprende i generalizzati disturbi della personalità, dribblando le devianze comportamentali e gli acrobatici slivellamenti umorali provenienti da un disassamento psicologico non ancora dichiarato.
Nel caso moderato-severo rientrano le patologie autoimmuni con danni cerebrali come la sindrome autistica indotta da grave “disbiosi” post vaccinale, laddove i neurotrasmettitori anticorpali innati vengono espulsi da ripetuti attacchi gastroenterici, da cui ne consegue il danno cerebrale.
L’Agenzia Italiana del Farmaco classifica i vaccini pediatrici come “immunosoppressori di attivazione”, infatti a breve e a lungo termine predispongono a forme poliedriche di autoimmunità, ossia l’organismo non riconosce più il proprio sistema di difesa e lo aggredisce.
Cosa accade quando il sistema immunitario riconosce come estranei i tessuti del corpo umano distruggendo se stesso ?
Noti esempi di infiammazione cronico degenerativa sono; “psoriasi, vitiligine, artrite reumatoide, intolleranze gravi, sindromi mieloproliferative come malattie del sangue; “spondilite, SM, mielopatia cervicale, SLA e relative paresi spastiche”.
Tutte le forme di cancro, tutte le sindromi midollari (es. leucemia, talassemia, anemia emolitica e falciforme), tutte le forme di diabete e malattie della tiroide, tutte le forme morbose tipo Alzheimer e Parkinson indotti da farmaci anticolesterolo e antipertensivi che ledono il metabolismo dei lipidi, indispensabili per la cellula senza limiti di range imposti.
Gli “immunosoppressori” vengono generati da tre modelli di cellule modificate in vitro; murina (ratto), chimeriche (ratto-umane) e umanizzate contenenti solo il 5-10% di murina, il loro utilizzo e il modello scelto soggiace al tipo di farmacoterapia richiesta. Cellule "clone" ricombinate con cellule di mieloma umano (tumore del sangue o leucemia), fusioni genetiche in Immunochimica e Farmacodinamica  sono definite “Anticorpi Mononucleati" o Immunoglobuline a forma di “Y”, spiegherò alla fine perché è importante ricordare questa forma o lettera.
Trattasi di cellule “immortalizzate”, per prolungarne la proliferazione in modo indefinito nel tempo attraverso i nervi del midollo spinale che li invia alla corteccia cerebrale mandando in corto il Sistema Nervoso Centrale con un fiorito bouquet di malanni. Questi organismi artificiali rimangono sopiti per anni dopo l'inoculazione vaccinoprofilassi o dopo terapia immunosoppressiva infettiva o oncologica. 
Questo è l’esclusivo  scopo di fiaccare il Sistema Immunitario innato nel bambino bloccando la maturazione del Sistema Immunitario adattativo dall’età puerile a quella adulta.
Gli immunosoppressori mononucleati sono contenuti in diverse categorie di farmaci inibitori della risposta immunitaria; “vaccini, antibiotici, antinfiammatori, antifebbrili, antimicotici, antitiroidei, antiaggreganti, gastroprotettori, agenti alchilanti, cortisonici, nefrosici, analgesici, antipertensivi e in zona cesarini il cavallo di Troia per eccellenza; gli anticolesterolemici”. 
L’azione di questi farmaci neuro-inibitori è proprio quello di bloccare gli ormoni steroidei derivanti  dalla sintesi del colesterolo agendo indovinate dove? Primariamente nell’apparato gastrointestinale, cade il velo sulla giustificata guerra intestina al colesterolo. Essendo gli immunosoppressori virus a DNA, distruggono le difese immunitarie del microbioma, riverberando il danno al Sistema Nervoso Centrale (SNC), diversamente equivale a mettere del tritolo sotto un edificio per demolirlo.
L’indiscusso intervento normativo dell’AIFA e l’EMA, sponsorizzano un gran numero di case farmaceutiche come Novartis, Pfizer, Sanofi, Glaxo ecc,. a sostegno di un progetto “altro” molto ambizioso e molto ignorato dal settore medico del piano inferiore che si limita a osservare le linee guida di "Farmaffari".
A fare da intercapedine fra le due Authorities è l’amministrazione politica, complice delle sperimentazioni sull’uomo, mentre a stanziare il tutto sono le Banche, la Finanza e le donazioni ai fondi di ricerca.
Ma cosa cerca di ottenere l’elite ebraica provocando deliberatamente reazioni avverse da farmaci ?
Ve la butto al volo in due semplici passaggi:
- tenendo presente che nei gruppi di sangue “Rh-“, gli anticorpi mononucleati con forma a “Y” dominano in sovrabbondanza spontaneamente, giustificando anche la varietà di gravi difetti genetici.. è curioso notare che la stessa forma coincide con la lettera iniziale del Dio ebraico “Yahweh” che identifica proprio le caratteristiche appartenenti a precise classi di individui prevalentemente maschi.
Infatti il corredo sessuale maschile è dato dai cromosomi XY, mentre quello femminile è XX, il famoso cromosoma “X” mancante per la scienza o un’ineguaglianza genetica ?
Per accendere una candela al diavolo e una alla Madonna quel che è certo è che l’elite patriarcale ebraica controlla Farmaffari e il mondo intero, con le sperimentazioni sperava di risolvere il bug genetico sperimentando su migliaia di persone senza successo, bensì regalando al resto dell’umanità i loro stessi bug biologici, ad esempio l’anemia emolitica, tipica degli Rh- si ottiene per eccesso di farmaci immunosoppressori, la stessa cosa vale per tutte le malattie senza speranza trattate con immunosoppressori. 

Ma spingendoci ancora oltre, possiamo ipotizzare che i progetti “Genoma Umano  e Blue Brain”, per chi se li ricorda, siano serviti all’IBM e altri giganti  dell’Intelligenza Artificiale per progettare algoritmi che simulano il ragionamento umano basandosi sulle refertazioni di migliaia di malati come fonte di studio.
Su centinaia di tracciati ECG, EEG, Evocati Potenziali visivi, uditivi, sacrali, sensoriali, TAC, RM, PET e tutto l’esorbitante indotto della prevenzione. A questo livello come avrebbe potuto l’Intelligenza Artificiale raggiungere simili risultati senza un simulacro modellato sulla fabbrica del malato ?
La scienza possiede già il sequenziamento del genoma umano, tranne la consapevolezza per interpretarne i dati, ciò implica che l’Intelligenza Artificiale non può lontanamente raggiungere quella umana, diversamente la tecnologia ci avrebbe già superati.
Tratto da https://www.facebook.com/gabriella.gavin.3

Commento
NdR: pur condividendo il contenuto generale scientifico del tema trattato, devo fare una precisazione, gia comunicata a colui/ei che ha inserito quel post, queste precisazioni/obiezioni:

e' scritto che:
.....tenendo presente che nei gruppi di sangue “Rh-“, gli anticorpi mononucleati con forma a “Y” dominano in sovrabbondanza spontaneamente, giustificando anche la varietà di gravi difetti genetici.. è curioso notare che la stessa forma coincide con la lettera iniziale del "Dio ebraico Yahweh” che identifica proprio le caratteristiche appartenenti a precise classi di individui prevalentemente maschi.
Infatti il corredo sessuale maschile è dato dai cromosomi XY, mentre quello femminile è XX, il famoso cromosoma “X” mancante per la scienza o un’ineguaglianza genetica ?

La Y iniziale del nome che citi e', solo graficamente parlando, espressa nella traduzione in lingua (europea/occidentale) con una "Ypsilon"; se vai nel testo originale ebraico antico (fenico/samaritano) e' espressa con una "Iod" che graficamente e' disegnata con una X (meglio definita come una svastica), quindi od uniformi le cose immettendo anche il femminile, oppure vi e' incongruenza di logica nel tuo ragionamento, non ti pare ?
Nel contempo, approfitto per dare a tutti voi la vera ed unica definizione di: chi e', cosa e', dove e' dio ?

vedi sopra chi, in Italia,  ha dei brevetti sugli anticorpi monoclonali....il sig. R. Burioni, e li vende a Big Pharma, soprattutto ai produttori di Vaccini.....volete che dica che i Vaccini facciano male, no fanno solo bene.....?!
... capite il Conflitto di interesse esistente...

Ordine dei Biologi Italiani vuole querelare il sig R. Burioni.....

Per altre info sul personaggio sig Burioni ed altri sfegatati Vaccinisti...
http://www.lavocedellevoci.it/2017/04/18/roberto-burioni-il-mago-dei-vaccini-ecco-tutti-i-business-a-base-di-brevetti-big-pharma-da-bracco-a-pomona/
Leggi anche:
CASO VACCINI / IL QUASI NOBEL BURIONI NON PARLA  COL POPOLO BUE - 05/01/2017
VACCINI & BUFALE / ECCO IL  MIELI PENSIERO, FAKE SU FAKE - 13/01/2017
ILARIA CAPUA / L’ESPERTA PLANETARIA DI VACCINI E AVIARIA APRE IL SUO CUORE A SETTE - 06/01/2017
VACCINI & EMODERIVATI / IN CAMPO LE TRUPPE DI BIG PHARMA - 02/06/2016

Ecco le chicche (Conflitti di Interesse) sul/del sig. Burioni....

ROBERTO BURIONI, il "MAGO DEI VACCINI" - ECCO TUTTI i BUSINESS a BASE di BREVETTI & BIG PHARMA, da BRACCO A POMONA - 18 aprile 2017 - By Andrea Cinquegrani
La guerra dei vaccini continua.
I Soloni della Medicina uniti e compatti contro l’ultima puntata di Report, solito condottiero Roberto Burioni, che si autogiudica l’unico super esperto di vaccini mentre il popolo bue non ha diritto di parola né di minima contestazione e per i medici che osano osservare qualcosa c’è pericolo radiazione, come sta già succedendo in alcune regioni. La grancassa dei media è al servizio di Big Pharma, pseudo verità scientifiche spacciate per Vangelo tanto i cretini sono lì pronti a berle d’un fiato.

Intanto, cominciano a spuntare alcuni precisi interessi non solo scientifici ma anche economici del Vate Burioni. Tanto perchè si cominci a intendere che, al solito, lorsignori non se ne fregano della salute di bimbi e scolaresche, ma dei danari che riempiono le loro tasche, a bordo di brevetti, la catena delle sperimentazioni, poi il battesimo e finalmente le lucrose commercializzazioni. Ma procediamo per gradi e partiamo dalle news.

Zeppo di critiche contro la trasmissione di Sigfrido Ranucci – che sta riacquistando smalto e grinta dopo le ultime annate a base di pizza & babà – dedicata al vaccino contro il Papilloma virus in cui si parlava degli effetti avversi a questo tipo di vaccinazione contro il tumore al collo dell’utero, il pezzo di Repubblica on line firmato da Valeria Pini. Che così esordisce: “Il primo a scendere in campo, dopo la messa in onda, è il virologo Roberto Burioni. ‘Diffondere la paura raccontando bugie è un atto grave e intollerabile. E’ abusare in maniera perversa della libertà di opinione. E’ come gridare ‘c’è una bomba’ in uno stadio affollato per vedere la gente che fuggendo calpesta i bambini. Report ha dato spazio a teorie prive di base scientifica, a individui senza alcuna autorevolezza e ha mescolato sapientemente possibili tangenti e ipotesi non confermate per ottenere un effetto abominevole: instillare timore nei confronti di una pratica medica sicura, efficace e in grado di salvare migliaia di donne da una morte atroce’”.

Le "GAFFE" del SENATORE ANDREA MARCUCCI
L’elenco dei lanciatori di strali è affollato: dal presidente della Società italiana di virologia, Giorgio Palù, al presidente dell’Istituto superiore di sanità, Walter Ricciardi.
Sul fonte politico su tutte le furie i Pd, con un presidente – ahinoi – Matteo Orfini che si balocca a ri-postare e far girare sui social le frasi di Burioni e un presidente della Conferenza delle Regioni (e lui stesso al vertice emiliano-romagnolo), Stefano Bonaccini che sconfortato nota: “mentre tornano a far paura malattie debellate da decenni a causa di stregoni da web e disinformazione sui vaccini, ci mancava solo report”.

Poteva, almeno una volta, profittare per tacere l’antenna di Renzi al Senato, Andrea Marcucci, presidente della commissione Istruzione e beni culturali: “intollerabile – insorge – che dal servizio pubblico vengano diffuse falsità contro i vaccini”. Ed è intollerabile che il servizio pubblico di casa nostra non realizzi un docu-film, - come ad esempio hanno fatto negli Usa e in Inghilterra - sulla strage del sangue infetto, che ha, fra gli altri, nomi, un cognomi e indirizzi ben precisi: le aziende del gruppo Marcucci, un tempo di babbo Guelfo e ora nelle mani dei rampolli Paolo (al timone della corazzata Kedrion), Marialina (una passione per le antenne e i festival, un tempo coeditore dell’Unità – tri ahinoi) e, appunto, il senatore Andrea.
Ma in questi mesi il diluvio di carta (straccia) per diffondere il Verbo di Burioni & C. è stato incontenibile. Una vera alluvione, stavolta sì, in perfetto stile Minculpop (per la serie mi inculo il popolo, sempre bue).

Ecco tre chicche in rapida carrellata, che hanno avuto il degno coronamento con la comparsata del premier Matteo Renzidavanti ai microfoni di Lilli Gruber per inneggiare ai vaccini e bacchettare quel mascalzone d’un Adriano Zaccagniniex 5 Stelle che ha osato parlare di un uso consapevole e controllato dei vaccini; Renzi, of course, ha citato il nome del profeta Burioni come simbolo della Alta Scienza imbufalita.

Apriamo con la parola ad una giornalista-scienziata, o meglio appassionata di scienza, “organizzo e risolvo”, come si autodefinisce in sella al suo Galileoeditgalileonet.it. Ebbene, la signora o signorina, anzi la prof. Letizia Gabaglio – mandate a memoria questo nome, perchè lo risentirete presto da Stoccolma, caso mai in compagnia di Vate Burioni – ha ricevuto in appalto una colonnina dell’Espresso, e così si esprime nel numero del 12 febbraio sotto il titolo: “Salute – La verità, vi prego, sui vaccini”. Esordisce la columnist: “quando si parla di vaccini le parole sono importanti. E’ sul passaparola che si fonda l’idea che siano pericolosi, che causino danni neurologici, che facciano arricchire le case farmaceutiche. E’ purtroppo sulle parole di alcuni medici – ora per fortuna pubblicamente sanzionati dagli Ordini regionali – che si basa la sicurezza degli antivax”. Poi: “non ci sono vaccini indispensabili e altri accessori. Al contrario, gli esperti dicono che è importante farli tutti”. Ottimo e abbondante.

18 marzo, un’intera paginata – la numero 21 – del Corsera, firmata da Simona Ravizza, un cognome che profuma tanto di farmaci.
Un sorta di vademecum dei vaccini, “nella testa di chi dice no”, e tanto per spiegarsi meglio “dall’autismo come effetto collaterale ai complotti delle aziende del farmaco, ecco le tesi false e come smentirle”. Pensate che ci sia un qualche contraddittorio ?
Che venga chiesto il parere di uno scienziato che non la pensa così? Macchè. Il nostro Cicerone è sempre, immancabilmente Burioni che, punto per punto “spiega”, “scandisce”, “rimarca”, “ricorda” “osserva categorico”. Un piccolo sommario spiega la ratio dell’articolo: “Nella testa di chi dice no alle vaccinazioni – ammonisce la fida Ravizza – si rincorrono luoghi comuni e timori infondati.
Un conto sono però le proprie paure, un altro le verità scientifiche incontrovertibili. Da conoscere e ricordare.
Per fare la cosa giusta. Roberto Burioni, virologo dell’ospedale San Raffaele e autore del libro ‘Il vaccino non è un’opinione‘, smonta le convinzioni che spingono sempre più genitori a non proteggere i propri bimbi”. Capito, genitori ignoranti e incoscienti?

E la primavera non può inaugurarsi meglio che con le parole di un altro piccolo profeta, mollemente disteso sulla sua Amaca di Repubblica per ammaestrare quel popolo sempre bue e somministrargli pillole di saggezza. Si tratta di Michele Serra, che un tempo faceva ridere, oggi fa solo piangere. Ecco il suo Pensierino del 21 marzo: “La fronda antivaccini, nonostante ogni controdeduzione scientifica e statistica, tiene il punto, con solidi addentellati nel primo o secondo dei partiti italiani, il Movimento Cinque Stelle. Ben al di là della questione in sé (comunque grave per le ripercussioni che le scelte di pochi infliggono a molti), quello che sconforta è l’umore di fondo al quale attecchiscono queste mattane: una diffidenza irriducibile a qualunque ‘verità ufficiale’, scientifica o politica o culturale o altro, nel nome di una specie di insorgenza controculturale molto selfie, autoprodotta e autocondotta. Il mondo visto come una losca trama di caste e consorterie, come una incrostazione di inganni, una frode ininterrotta, alla quale il solo rimedio da opporre è un rifiuto irriducibile, un rancore incolmabile”. Boh. Passiamo a robe più serie, come le sigle & le invenzioni del Mago dei Maghi, Roberto Burioni.

 TUTTI GLI ANGELI BENEFICI AL SERVIZIO DELLA SCIENZA
La nostra indagine è partita grazie ad un lettore che ci ha inviato una mail. Eccone il succo: “Roberto Burioni, noto virologo pro vaccini, da mesi presenzia in tv e sui giornali con interviste. Ricordo tra le altre la sua sparata riguardo al ‘ban’ facile nella sua pagina verso chi – secondo lui – non ne capisce di vaccini, poi rivelatasi pura censura. Come accade quando nutro dell’interesse verso un personaggio faccio una ricerca per capire chi sia, se sia in buona fede o meno, se abbia interessi economici o altro. Non si chiede all’oste se il vino è buono. Giusto? Bene, tornando a Burioni si scopre che è proprietario di parecchi anticorpi anche per uso vaccinale, cioè i suoi anticorpi possono essere inseriti nei vaccini e aiutano i nostri anticorpi a reagire alla malattia. Vi posto il link del centro brevetti con tutta la lista di Burioni: 
http://patents.justia.com/inventor/roberto-burioni

Cerco di non pensar male e continuo la ricerca. Burioni è uno degli scienziati di punta della Pomona Ricerca srl, quindi vado a vedere di cosa si occupa la Pomona sul sito dell’azienda e sulla descrizione si legge: “il loro lavoro (di Burioni e di un altro scienziato, Massimo Clementi) mette Pomona in una posizione leader per la progettazione e lo sviluppo di vaccini innovativi”, sempre nell’ambito degli anticorpi. Qui il link: http://www.pomonaricerca.com

Continua il report del nostro lettore: “Arrivato a questo punto sono rimasto alquanto sorpreso, sono andato sulla sua pagina a chiedere informazioni su questi tre punti: i suoi brevetti; la Pomona; il vaccino obbligatorio per l’Epatite del ’98 grazie ad una tangente.
Chiedo, con cortesia, di togliere ogni dubbio riguardo un suo possibile conflitto di interessi. Bene, bloccato seduta stante.
 Il motto di Burioni è: ‘Il vaccino non è un’opinione’. Già, è... una fonte di guadagno ?”.

Cerchiamo di vederci più chiaro. Cominciamo dal partner scientifico, Clementi. Il quale affida ad internet un pedigree chilometrico che vanta le docenze come assistente, poi aiuto, quindi associato indi ordinario in virologia e microbiologia da Ancona a Trieste fino all’approdo nell’isola felice del San Raffaele – la creatura di don Luigi Verzè, il grande amico di Silvio Berlusconi – dove trova il collega Burioni.

Insieme, il tandem delle meraviglie, nell’arco d’un decennio, dal 2006 al 2016, ha deposito una sfilza di brevetti. Di eccellenza i committenti, una serie di aziende: la già citata Pomona Ricerca srl, Bracco Imaging spa, Ribovax Biotecnologie SA, Generale Anticorpi e Biotecnologie srl.

In un sito americano, ecco un breve profilo di Pomona: “E’ una compagnia privata che opera nel settore delle biotecnologie e impegnata nello studio, sviluppo e produzione di anticorpi umani monoclonali in grado di combattere varie patologie virali come l’epatite C, i virus influenzali, l’JC virus. Fondata nel 2010, la società ha nel corso degli anni acquisito gli asset e la proprietà intellettuale di diverse piccole compagnie che si occupano di biotecnologie, il tutto basato sulle ricerche di due professori dell’Università San Raffaele. I professori Clementi e Burioni sono considerati tra i ‘key opinion leaders’ (gli esperti ‘chiave’) e gli esperti di maggior livello internazionale. La loro consolidata esperienza consente a Pomona di occupare una posizione leader nel settore. 
Pomona Ricerca è finanziata da angel investors”, ossia da finanziatori con le ali, come appunto gli angeli.

Più concreti alla Bracco, la cui lady di ferro, Diana, la star dell’Expo di Milano, ha le sue gatte da pelare alla procura di Milano, che ha chiesto 1 anno e tre mesi per la disinvolta gestione dei bilanci societari, con una serie di milioncini che servivano per mantenere le ville a Capri o in Costa Azzurra, bazzecole per una Paperona come lei, piccole sviste amministrative… . Bracco Imaging spa ha il suo quartier generale a Trieste e – come viene descritto nel sito – “è un’azienda leader globale nella diagnostica per immagini, presente in oltre 90 paesi di tutto il mondo, direttamente o indirettamente attraverso società controllate o joint ventures, con una forte leadership nelle aree geografiche più significative. Le nostre attività di ricerca sono situate in Italia, Stati Uniti e Svizzera”.

E proprio a Ginevra, in Svizzera, si trova la sede principale di Ribovax Biotecnologies Sa, una società anonima localizzata in Avenue des Morgines, all’interno del mega Business Center della incantevole città elvetica.

FRA ALAMBICCHI, PROVETTE & VACCINI di MAGO BURIONI
Ma passiamo in rapida carrellata, ora, alcune tra le invenzioni più gettonate.
Questa la breve introduzione al capitolo “I brevetti dell’inventore Roberto Burioni”. “Roberto Burioni ha depositato brevetti per proteggere le seguenti invenzioni. Questo elenco include domande di brevetto in sospeso, così come i brevetti già concessi dagli Stati Uniti Patent and Trademark Office (USPTO)”.

Partiamo dall’invenzione che porta, come numero progressivo, il 20160200801, “data di archiviazione 29 marzo 2016, data di pubblicazione 14 luglio 2016, richiedente Pomona Ricerca srl”. Ecco il cosiddetto abstract: “Anticorpi monoclonali diretti contro il virus influenzale A” e alla fine dopo un’articolata descrizione: “Gli anticorpi monoclonali possono essere utilizzati anche per testare preparazioni di anticorpi da utilizzare come vaccini”.

Passiamo al numero 20160060325, archiviato l’11 novembre 2015 e pubblicato il 3 marzo 2016. A richiederlo la solita Pomona. Si tratta di una variazione della precedente ricerca, e perciò riguarda sempre il virus influenzale A.

Eccoci al numero di brevetto 9200054, sempre Pomona come assegnatario ma stavolta un forte sfalso nelle date: archiviato il 27 maggio 2009, la data finale è quella del 26 gennaio 2016. Sorge spontanea una domanda: come fa ad averlo richiesto, Pomona, se all’epoca ancora non esisteva, visto che è nata nel 2010? Misteri delle bioscienze. Il tema, però, è sempre lo stesso, anche se con qualche piccola variazione: vaccini per il virus influenzale A, un vero pozzo di San Patrizio.

Segue a ruota il numero 9200063, ancora Pomona, date molto lontane, ossia archiviazione a marzo 2009 e brevetto rilasciato il 1 dicembre 2015. Resta quell’interrogativo.

Per non farla lunga, i due scienziati lavorano per Pomona anche con il brevetto 8486406 archiviato il 1 giugno 2010 (e qui con le date ci possiamo stare) e varato a luglio 2013, stavolta riguardante un altro tema: “l’uso di anticorpi monoclonali FAB28 e FAB49 per il trattamento profilattico e terapeutico di influenza A di origine suina”.

Poi con il brevetto 8623363, e ci risiamo con lo sfalso di date, dall’archiviazione del 21 dicembre 2009 (le date non si trovano) e la ratifica del brevetto del 7 gennaio 2014. Ricambia il tema: “La presente invenzione riguarda l’anticorpo monoclonale E20 o un frammento funzionale di esso come un medicamento per il trattamento terapeutico e prevenzione delle infezioni da HCV”.

Ancor più strane le date in occasione del brevetto 8367061. Pomona, of course, non manca mai all’appello, ma l’archiviazione è nientemeno che di inizio 2008 (per la precisione del 29 gennaio 2008) quando Pomona era ancora ben lontana dall’essere concepita, e il brevetto reca la data di febbraio 2013. Poco chiaro l’abstract: “Novel anti-idiotipo sono descritti anticorpi monoclonali che sono in grado di specificamente reagire con l’idiotipo di anticorpi anti-gp120 umani, di inibire il legame tra antigene gp120 e anticorpi anti-gp120 umani” e via farneticando. Boh.

Rientriamo fra i ranghi con il brevetto 20130022608, archiviato a marzo 2011 e pubblicato meno di due anni dopo, gennaio 2013.
Tema di nuovo a base di virus influenzale A e in particolare “gli anticorpi monoclonali che sono immunoglobuline lg-G isotopo full-lenght e che sono caratterizzati da una elevata attività neutralizzante ad ampio raggio contro il virus influenzale A”.

Passiamo ai brevetti richiesti a Burioni e Clementi dalla Bracco Imaging spa. Eccoci al numero 20120165211: stavolta non passano anni, anche molti, dall’archiviazione alla pubblicazione, ma solo pochi mesi: 13 gennaio 2012 l’archiviazione e 28 giugno 2012 la pubblicazione. Rapidi come saette. Stavolta, però gli inventori sono 4: accanto ai due, infatti, ritroviamo anche Filippo Canducci e Federico Maisano.
Denso l’abstract: “La presente invenzione si riferisce ad anticorpi umane derivate da librerie anticorpali umani preparati dalle placche aterosclerotiche”. Segue una arci arzigogolata descrizione scientifica.

Due anni passano per un altro brevetto, il 20120115741, per la precisione dal 17 marzo 2010 al 10 maggio 2012: “la presente invenzione descrive anticorpi o frammenti di esso in grado di legarsi isolate campioni di placca coronarica e dei processi per la loro produzione utilizzando le cellule ospiti contenenti sequenze di DNA che codificano per gli anticorpi detto di frammenti della stessa”. Poco chiaro a mortali e non, ma andiamo avanti.

Sempre poco più di due anni (settembre 2008-dicembre 2010) per il brevetto 20100316563: “un processo è previsto per la preparazione di anticorpi o loro frammenti utilizzando una cellula ospite procariota contenente sequenze di DNA che codificano per detti anticorpi di loro frammenti, in cui detta sequenza di DNA è derivata da un campione di placca coronarica”.

Eccoci alla ginevrina Ribovax Biotecnologie Sa. Si tratta delle invenzioni più antiche, praticamente anche oltre una decina d’anni fa. Partiamo dal brevetto 7811973, archiviazione a luglio 2006, pubblicazione quattro anni più tardi, ottobre 2010: “La presente invenzione fornisce nuove tecnologie per la produzione e screening proteine di fusione sulla superficie del fago filamentoso”.

Marzo 2008, giugno 2010 per il brevetto 20100143376: “la presente invenzione fornisce sequenze di anticorpi romanzo che si legano e neutralizzano Rosolia Virus (RUV)”.

Pressochè identico arco temporale (febbraio 2008-marzo 2010) per il numero 20100074906, “la presente invenzione fornisce sequenze di anticorpi che si legano nuovi Varicella Zoster (VZV) e neutralizzare l’infezione VZV”…

Per finire con la Generale Anticorpi e Biotecnologie srl, alla quale il magico tandem d’attacco (ai vaccini) recapita un solo brevetto, il numero 7727529, archiviato a maggio 2008 e ratificato due anni dopo, giugno 2010. “L’invenzione si riferisce ad un anticorpo umano o ai suoi frammenti funzionali, diretto contro la glicopropteina E2 di HCV, in grado di avere una attività neutralizzante in vivo; una composizione per la terapia anti-HCV comprendente una quantità terapeuticamente efficace dell’anticorpo; una composizione per uso topico in gel, creme, pomate e formulazione ovuli; l’uso di anticorpi per la convalida vaccini anti HCV”.
Il vaccino, già, non è un’opinione. Sarà mai – come si chiede il nostro lettore – una fonte di guadagno ?
Tratto da: lavocedellevoci.it

Alla Data del giugno 2017 il sig. Burioni non ha ancora RISPOSTO alle domande postegli !...come definirlo ? lascio a voi la definizione !

Aggiornamento:
http://www.lavocedellevoci.it/2017/04/20/burioni-vaccini-atto-secondo-un-albero-della-cuccagna-chiamato-fides/

BURIONI QUERELATO, chiede scusa......

CODACONS DIFFIDA BEPPE GRILLO: RITIRI SUBITO ADESIONE A SCELLERATO "PATTO PER LA SCIENZA" - Febbraio 2018
ASSOCIAZIONE INVIA AL LEADER DEL M5S DOSSIER SU CONFLITTI DI INTERESSI IN CAPO A ROBERTO BURIONI.
SE NON CI SARA’ MARCIA INDIETRO, PRONTI A BOICOTTAGGIO DEL MOVIMENTO.......
Con una istanza urgente inviata oggi al leader del M5S, il Codacons diffida formalmente Belle Grillo a ritirare con effetto immediato la propria adesione al “Patto per la scienza” lanciato da Roberto Burioni.
(NdR: - ma quale "scienza", quella di Burioni, serva di Big Pharma... ? ha...ha...ha...)
Alla base della decisione dell’associazione, che da anni porta avanti una battaglia a favore dei vaccini e contro i legami tra medici e aziende produttrici di farmaci, proprio una serie di potenziali conflitti di interesse tra il noto immunologo e le multinazionali dei farmaci, già denunciati alle competenti autorità.
Abbiamo inviato oggi a Grillo un dossier contenente tutte le situazioni di potenziale conflitto di Burioni già denunciate all’Anac e alla magistratura – spiega il Codacons – La nostra iniziativa non è certo contro i vaccini né contro la scienza, ma per una informazione corretta in favore dei cittadini che deve essere garantita specie da soggetti come Beppe Grillo che hanno fatto della trasparenza il proprio cavallo di battaglia. E se il leader grillino non ritirerà la sua adesione al patto, siamo pronti a lanciare attraverso i social un boicottaggio del M5S, considerato anche che la stragrande maggioranza dei suoi elettori è contraria a Burioni e alla mossa di Grillo.

Nel dossier inviato dal Codacons a Grillo si legge, ad esempio:
“più di una volta le attività e gli interventi del dott. Burioni sarebbero stati sponsorizzati da case farmaceutiche: il dott. Burioni avrebbe partecipato a studi presso il CDC di Atlanta e avrebbe frequentato il Wister Institute di Philadelphia, la cui attività sarebbe sponsorizzata, tra gli altri, dalla GlaxoSmithKline, Pfizer e Janssen Biotech Services, che si occupano di vaccini […] 

Il dott. Roberto Burioni risulta creatore, insieme al prof. Massimo Clementi, della Pomona Ricerca Srl, (http://www.pomonaricerca.com) un'azienda di biotecnologie privata impegnata nella progettazione, sviluppo e produzione di anticorpi monoclonali completamente umani proprietari con attività biologiche contro i patogeni virali umani come l'epatite C (HCV), i virus dell'influenza e la leucoencefalopatia multifocale (virus JC), in particolare nella progettazione e lo sviluppo di innovativi vaccini basati su epitopi, in grado di elicitare solo gli anticorpi più attivi dopo la somministrazione al paziente.
La Pomona Ricerca Srl avrebbe intrattenuto rapporti con il Wellcome Trust, soggetto di diritto statunitense che sponsorizzerebbe eventi organizzati dalla Novartis, dalla Roche (che avrebbe partecipato alla sperimentazione del vaccino per il papilloma virus) e dalla Johnson & Johnson (la quale, attraverso la Crucell, si occuperebbe dello studio e dello sviluppo dei vaccini con anticorpi monoclonali, proprio il campo di studio di Burioni, che vanterebbe diversi brevetti per farmaci disegnati principalmente su anticorpi monoclonali)”.

Commento NdR:
Cari Vaccinatori, non "Cicap ite"... nulla ...abbiamo in mano le schede di produzione dei vaccini. ....Contengono di tutto per far  ammalare...quindi cari VACCINATORI o siete grandemente IGNORANTI... oppure siete in MALAFEDE !

VACCINI TOSSICI
Chi vaccina compie un atto CRIMINALE perché i Vaccini odierni contengono tanti metalli tossici (nanoparticelle) ma ancora mercurio, tossina invalidante pur in dosi minori a prima, ma nei vaccini odierni vi e' anche l' alluminio, che e presente anche nella Vitamina K1 propinata alla nascita, che generano danni cerebrali come autismo ecc., prodotti cancerogeni come la formaldeide, proteine che generano allergie, asma, malattie respiratorie ed intestinali, ecc...ed anche la morte nella culla (sids), non solo...
..ma I vaccini sono propinati ai bambini per immunodeprimerli in modo da creare il mercato dei malati..
.. Inoltre I vaccini sono irradiati dal Cobalto 60 e questo pericoloso metallo lo si ritrova anche all'interno di alcuni vaccini, che vengono immessi nei corpicini dei bambini...e può danneggiarli anche quando sono adulti...
... Insomma vaccinare un bambino e' un atto CRIMINALE gestito da uno stato colluso con le case farmaceutiche e con medici in malafede !

Di tutto cio' che affermiamo, abbiamo in mano tutte le prove, ricerche, studi pubblicati, scaricati dai data base medico-scientifici mondiali US !
Fate girare, perché il contenuto di questo testo, e' la sintesi della QUERELA che stiamo presentando in tribunale contro I dirigenti della in-sanità italiana, alla quale saranno allegati i circa 1.500 studi pubblicati e scaricati dai data base.... !
Firmatela anche Voi !

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

By Luisa Tata Sergio - 19/05/2016 

Mi ha bannata ! Roberto Burioni mi ha bannata e perchè ?
(NdR: banna tutti coloro che non sono della sua idea, perche' ha paura del confronto, lo ha fatto anche con il sottoscritto !)
Giusto per gli interessati all'argomento....volevo mettervi al corrente della mia ultima esperienza con l'ennesimo medico che non mi ha risposto, ma ha preferito cancellare i miei post dalla sua discussione pubblica ma un pò "manipolata" e "unilaterale"
Queste sotto sono le due risposte che avevo postato nella sua discussione pubblica 
https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=2047942735430899&id=2045450802346759

Visto che siete tutti bravi a sparlare e deridere chi non la pensa come voi, senza farvi mai domande logiche, chiedetevi come mai hanno messo Red Ronnie ed Eleonora Brigliadori a ribattere sulle teorie di Roberto Burioni, Medico nella trasmissione "Virus".
Perchè il dottore non si è messo in discussione con medici come il dott.
Eugenio Serravalle, col Dr. Roberto Gava, col dott. Massimo Montinari, col dott. Stefano Montanari e/o altri Medici laureati come lui ?.....
Sarebbe stata troppo dura forse ? sempre se a costoro gli avrebbero permesso di parlare eh !?! perchè pare che in tv tra uno spot e l'altro (spesso spot proprio di farmaci), si faccia parlare solo chi non crea problemi agli incassi Emoticon wink 

Mi presento col mio nome e la mia faccia, sono zia di una bambina di 11anni che era sana e DOPO le vaccinazioni è diventata disabile al 100%....non chiedetemi le prove perché ci hanno fatto arrendere per sfinimento...non ne valeva la pena sprecare tempo e denaro per qualcosa che non avrebbe riportato indietro mia nipote sana, e sinceramente in certe situazioni scegli che non è proprio il caso di farla bucherellare analizzare e torturare come una cavia una creatura che già soffre, per avere poi cosa ? le prove per un risarcimento...forse...per farne cosa ? sostituirlo con la carte igienica ?
Credetemi che se capitava a voi, un paio di domande ve le facevate anche se la scienza, il padre-medico e i vostri libri dicono altro.
Tutti noi fino a qualche anno fa eravamo convinti che i vaccini fossero la salvezza dell'umanità ma nel tempo i vaccini sono aumentati, cambiati, cambiati i metodi, hanno esagerato e hanno rovinato tante creature e le prove ci sono, cercatevele come ho fatto io, che non è facile cercare cose che vengono ben tenute nascoste per tanti motivi, primo fra tutti il business e il rischio di fiumi di denuncie. L'autismo non verrà mai ammesso pubblicamente che è causato dai vaccini, ci sarebbero danni da pagare ad una famiglia ogni 150 famiglie.....pensateci! idem per altre sindromi come quella che ha mia nipote che fino a 10anni fa era quasi sconosciuta e ora è decuplicata e se ne parla ovunque !
Ed è per questo che tanti, me compresa, ora sceglie diversamente !
Mia figlia non-vaccinata ha 10anni ed è forte e sana come tutti i non-vaccinati che conosco, si ammalano di rado e guariscono in poco tempo grazie al loro sistema immunitario sano e sviluppato liberamente e se i vostri figli vaccinati sono sani lo stesso ben venga ! vi è andata bene come è andata bene a me con le prime due figlie....ma ad altri è andata male e se voi foste fra quelli scrivereste diversamente.
Voi continuate a parlare di vaccini come fosse una religione a cui credere a prescindere e non rispettate le motivazioni di chi sceglie di non farlo e si espone ai rischi banali di malattie ORA banali che vi hanno presentato come le epidemie mondiali ! ma lo sapete che siamo nel 2016 e abbiamo ospedali e medici dovunque ? ci curano malattie molto più importanti e gravose e vi fa paura un morbillo ? una pertosse  ? ma vi rendete conto ? 
state vivendo col terrore di ogni cosa portando tutto all'esasperazione, basta una notizia in tv o un titolo di giornale che correte come pecore e vi illudete che i vaccini siano il rimedio per la lunga vita sana ma in realtà non ammettete che siamo un paese di malati cronici di piccole e grandi patologie con cui condividete la vita come fosse normale....sindromi, allergie, malattie autoimmuni, malattie psichiatriche che una volta non c'erano e ora vi fanno credere che è lo smog o il cibo malsano e vi fate iniettare veleni ad occhi chiusi senza sapere cosa c'è dentro a cosa servono, come agiscono e se davvero fanno quello che promettono.
Tutto il mondo del lavoro è in crisi economica ma i medici paramedici farmacie e case farmaceutiche sono sempre in attivo!...che fortuna!
A leggervi verrebbe voglia di rispondere ad uno ad uno ma non serve e di tempo ne ho già perso tanto ma un amico mi ha chiesto di partecipare e l'ho fatto. Io non voglio fare nessuna lotta a chi ha ragione o meno, ho preso la mia decisione consapevole, ne ho studiato talmente tanto da non avere dubbi e ho risposte per tutti anche se non ho la laurea e non è presunzione, è consapevolezza e realismo! Non obbligo nessuno a pensarla come me, ne voglio essere obbligata da nessuno a fare cose che non ritengo giuste fare ma non sopporto i discorsi a metà della tv e il terrorismo su cose inesistenti pur di manipolarci con la paura. 
Fate cultura sana, istruite le persone a prendersi cura di se stessi con una vita sana e serena e non facendo uso ed abuso di farmaci fumo alcol droghe videogiochi lotterie e tutto quello che distrae il cervello dal ragionare!
Cari pro-vaccino state sereni e non obbligate gli altri a pensarla come voi, se questi hanno un buon motivo per non vaccinarsi, rispettateli come loro rispettano voi. E smettetela di parlare di immunità del gregge che io non sono una pecora e non lo sono i miei figli ! 
Se vi ritenete persone civili e per nulla omofobe ne discriminatori allora siate coerenti e rispettate il prossimo e non prendete in giro chi non la pensa come voi!

Tutti laureati e bravi a scuola vedo ! bene ! ma con tutti questi dati e doti che avete, perchè non ci firmate la garanzia di innocuità e di immunità ?
Chi vuole obbligare gli altri ad un azione si deve prendere la responsabilità e se qualcuno subisce un danno da vaccino anche minimo, se lo deve mettere sulla coscienza, sul portafoglio e magari anche sulle spalle!

Chi invece da' consigli sul da farsi, deve rispettare comunque le ignoranze e anche le deficienze degli altri quando ovviamente questi dimostrano di esserne coscienti nel non sapere e non si deve approfittare dell'ignoranza del prossimo per manipolarlo o deriderlo.
Perchè vedo spesso che ci sono laureati che credono di avere la soluzione a tutto e poi quando gli porti tuo figlio che ha subito un danno da vaccino non sanno che dirti ne che farti....quindi ? questa laurea in medicina serve solo a imbottire di medicine le persone ? no vero !  Per fortuna mia ho conosciuto tanti Medici con la coscienza e la conoscenza che compensano la mia delusione e sfiducia nella malasanità. 
Io penso che chi promuove consiglia e inietta i vaccini ai bambini dovrebbe tenerseli per almeno un mese prima sotto gli occhi così da valutare se è il caso di farlo e poi un altro mese dopo per vedere il decorso medico e magari anche capire se ha fatto bene o ha fatto male. Io l'ho avuta sotto gli occhi mia nipote dopo l'esavalente, e vi posso dire che nessun medico è stato in grado di rimediare ai danni fatti e molti non hanno avuto nemmeno il coraggio di ammetterlo ma qualche medico si, fuori dalle "stanze", senza nulla di scritto, di documentabile, senza il rischio di perdere il posto insomma....
qualche medico ha ammesso che i vaccini possono fare danni irreparabili e prova ne è che ci sono denunce e anche ammissioni di rischio sui bugiardini stessi dei vaccini....quindi di che parliamo?
Mi chiedo se per prevenzione vi fareste togliere gli occhi se vi dicessero che potreste perdere la vista improvvisamente mentre guidate e rischiare di schiantarvi contro un muro ?
Siamo tutti portatori di germi batteri e virus e lo è qualunque terreno e cellula vivente. Possiamo contagiarci e fare danno esattamente come guidando una macchina possiamo uccidere o ucciderci. Ogni azione che facciamo e ogni decisione che prendiamo può essere deleteria per qualcuno o per noi stessi ma se permettete c'è differenza tra "vivere" e "illudersi di poter controllare ogni cosa"
Se il mio "vivere" può contagiare qualcuno io non posso smettere di "vivere" e nemmeno puoi obbligarmi ad avere le tue ansie da epidemia del '900 e fare a mio figlio di 3mesi un vaccino(che in realtà ne ha 6 di vaccini) e che oltretutto non assicura la copertura e non assicura che sia innocuo. 
Quando mi assicureranno (NdR: per iscritto) che un vaccino non può fare danni e che ha copertura totale per una malattia veramente pericolosa e invalidante allora lo farò a mia figlia, ma da persona sana, consapevole dei rischi della vita di ogni giorno, io non decido di agire col rischio di danneggiare consapevolmente mio figlio e se voi ritenete di salvare i vostri e salvarvi voi con i vaccini FATELI !....e non rompete !


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ecco le stesse domande poste ad sig Burioni (vedi sopra) le ho poste anche ad un'altro Immunologo:
Da:
info@mednat.org 
Inviato: giovedì 25 febbraio 2016 11:28
A: 'fondazione.humanitasricerca@humanitas.it '
Oggetto: Domande x dott. A. Mantovani, che e' immunologo
…..


Spett, dott. A. Mantovani,
Ho visto la sua intervista a RAI 3.....
Visto che lei caldeggia i vaccini
, quale giornalista investigativo…..
La invito ad informarsi meglio, visto che lei, pare volutamente, ignora (e se cio' e' vero, come pare, è quindi in mala fede),  le ricerche-studi fatte sui Danni dei Vaccini,  dato che vi sono oltre 2.000 studi pubblicati nel mondo che ne parlano, documenti che ho raccolto e pubblicato nel web e
che personalmente ho fornito anche alla Procura della Repubblica ed ai NAS, a seguito presentazione del mio Esposto all’inizio 2015 (un anno fa) contro il Ministro della "salute", i dirigenti del Ministero e quelli dell' AIFA,  ISS, + il Consiglio Superiore di Sanita' per "Conflitti di interesse" e possibile "omicidio colposo plurimo aggravato", per i morti da vaccino per l'influenza.....
….infatti qualche mese fa e' stato arrestato il dirigente dell'AIFA proprio come avevo segnalato, per Conflitto di interesse....

Quindi ritornando al problema Vaccini:
le faccio queste semplici domande, che sono gia' state inviate a tutti i livelli della "sanita" italiana ed estera (EMA ed altri...) alle quali NESSUNO degli "enti preposto alla salute" (di chi non si sa'....), è stato in grado oppure ha voluto rispondere, ....spero che almeno lei abbia la cortesia di rispondere
, visto che e' un immunologo che si ritiene qualificato su questo argomento e, se e' vero o meno, lo vedremo dalle sue risposte.
Le ricordo di essere chiaro nella sua riposta, perche la nostra corrispondenza, essendo giornalista investigativo francese,  verra' comunque immessa nel web a disposizione di tutti, compresa questa lettera che invio in copia anche alla sua casella di posta elettronica, cosi come alla RAI 3 e che pubblico come lettera aperta in Facebook.
Sia quindi preciso e ben documentato nella sua risposta !

Grazie, ecco le domande:
- Viste le recenti vicissitudini in Italia ed all'estero sui Vaccini ormai ben note...
- Visto che i vaccini contengono sostanze tossico-nocive, come la formaldeide, metalli, nanoparticelle, (ormai documentate da analisi con spettrofotometro e microscopio elettronico) ecc., ed e' Vs/Suo DOVERE informare la popolazione ed i tecnici sanitari su queste tossine inoculate per Legge...
- Visto che e' DIRITTO dei cittadini (ed operatori sanitari), essere informati per Legge, dagli enti istituiti e dai medici, specie gli immunologi, che dovrebbero essere a "tutela" della nostra salute...

a - Potrebbe fornirmi tutta la documentazione -bibliografia esistente ed inerente gli studi comparati fra popolazione vaccinata, (con analisi degli anticorpi presenti nei vari soggetti del gruppo, prima e dopo la vaccinazione) e popolazione NON vaccinata di NESSUN vaccino
b - Chiedo solo studi clinici e di laboratorio di verifica (punti a,b), ma anche quelli sulla Herd Immunity - Immunita' di Gregge. NON mi servono bibliografie basate sulle statistiche, che sono evidentemente falsificabili e quindi non veritiere. 
c - Quali e dove sono reperibili le statistiche ufficiali europee ed Italiane, riguardanti le malattie:
distrofia, sclerosi (tutti i tipi), polio, autismo, leucemia, cancro, epilessia, ecc. ?
d - Cosa avviene al Thiomersal (mercurio organico) che, come dovrebbe sapere, e’ un conservante vaccinale (estratto dal mercurio inorganico) ancora presente in certi vaccini, quando esso viene immesso nei liquidi corporei che sono salini…?

INOLTRE:
1 - Quale e' l'organismo Europeo che effettua i controlli sulla tossicita' o meno di TUTTE le sostanze vaccinali presenti in TUTTI i Vaccini in commercio, anche dei possibili "contaminanti" e nanoparticelle ?
...in particolare per Italia, Francia, Belgio, Grecia, e/o altre nazioni UE, con i vaccini "obbligatori" .
2 - Quali esami di laboratorio si effettuano per fare quei controlli  (descrizione del meccanismo di controllo) e con quali apparecchiature (descrizione) ?
3 - Quali test in doppio cieco (fra MAI vaccinati, di NESSUN vaccino e Vaccinati di qualsiasi vaccino), vengono effettuati per i vari vaccini in commercio, in Europa e specificatamente in Italia ?
4 - Quali controlli-esami clinici vengono effettuati su soggetti, PRIMA della vaccinazione, per controllare lo stato di salute dei soggetti da vaccinare (sistema immunitario, HLA, ecc.) e sugli stessi, successivamente alla vaccinazione, dopo:
1 mese - 1 anno - 2 anni - 3 anni - 5 - anni - 10 anni ?

Attendo quindi la risposta URGENTE ed ESAUSTIVA, in merito tutti questi quesiti.

Le Ricordo di nuovo che, essendo un giornalista investigativo, pubblichero' la mia richiesta a Lei indirizzata e le sue eventuali risposte nel web, per cui sia preciso e circostanziato, oltre che sollecito nel rispondere.


Dr. Jean Paul Vanoli,
Souverain Individuel - Journaliste d'Investigation – (Giornalista Investigativo, specializzato in Sanita' da 40 anni).
Consulente di www.mednat.org  -  mail: vgp@mednat.org

Chi non grida la verità, quando la sa, si fa complice dei falsari e degli imbroglioni

Seconda richiesta di risposta a questo "immunologo"....dell'Humanitas di Milano
Da: vgp@mednat.org 
Inviato: lunedì 28 novembre 2016 15:48
A: alberto.mantovani@humanitasresearch.it
Oggetto: Domande sui vaccini - seconda richiesta di risposta !

Sig. prof. Alberto Mantovani,
dato che lei dirige il reparto scientifico della: Humanitas Clinical and Research Center di Milano, dovrebbe essere sicuramente la persona piu' qualificata a rispondere alle  domande che le ho posto nella mia precedente mail di giovedì 25 febbraio 2016
Visto che sono passati ben 9 mesi e fino ad ora, NON ho ricevuto nessun riscontro sul tema da parte sua, le ricordo che sto aspettando la sua risposta alle  mie domande.

Le ricordo di essere chiaro ed esaustivo nelle sue riposte, perche essendo giornalista investigativo francese, la nostra corrispondenza verra' comunque pubblicata (anche se non risponde) nel WEB affinché sia a disposizione di tutti i lettori.
Sia quindi preciso e ben documentato nella sua eventuale risposta !

dr. Jean Paul,  déscendant de la famille Vanoli  (Souverain Individuel - Journaliste d'Investigation specialisée en santé depuis 40 ans - Sovrano Individuale, Giornalista Investigativo specializzato in sanità da 40 anni)
Consulente di www.mednat.org  -  mail: vgp@mednat.org

Chi non grida la verità, quando la sa, si fa complice dei falsari e degli imbroglioni
(By
Charles Peguy)

Fino ad ora anche questo "immunologo" NON ha risposto.....

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Da: vgp@mednat.org
Inviato: giovedì 10 gennaio 2019
A: pierluigi.lopalco@unipi.it
Oggetto: Re: domande

Egr. dott.  Pierluigi Lopalco,

dato che si dice che lei e' molto preparato sul tema, per cortesia potrebbe rispondere esaustivamente a questi quesiti ? grazie:

- Viste le recenti vicissitudini in Italia ed all'estero sui Vaccini ormai ben note...
- Visto che i vaccini contengono sostanze tossico-nocive, come la formaldeide, glifosato, metalli tossici, cellule di feti abortiti, Dna virali creati e manipolati appositamente nei laboratori dei produttori (Big Pharma), nanoparticelle, ecc. (sostanze ormai documentate da precise analisi con spettrofotometro e microscopi elettronici) ed e' Vs DOVERE informare la popolazione ed i tecnici sanitari su queste tossine inoculate per Legge...e NON lo fate, ne' siete capaci di smentire con controlli scientifici di laboratorio, l'inesistenza di tali tossine....pericolose per la Salute umana ed animale e,
- Visto che e' DIRITTO dei cittadini (ed operatori sanitari), essere informati per Legge, dai medici e dagli enti istituiti, vedi ISS, AIFA; EMA, Consiglio Superiore di Sanita' Ministero della "Salute", Ordini dei medici, ecc., che dovrebbero essere a "tutela" della nostra salute...che sono INADEMPIENTI...
1 - Quale e' l'organismo Europeo e/o Italiano che effettua i controlli sulla tossicita' o meno di TUTTE le sostanze vaccinali presenti in TUTTI i Vaccini in commercio, anche dei possibili "contaminanti" ? ...in particolare per Italia, Francia, Belgio, Grecia, e/o altre nazioni UE, per i vaccini "obbligatori" !
2 - Quali esami di laboratorio si effettuano per fare quei controlli  e con quali apparecchiature (descrizione del meccanismo di controllo) ?.

INOLTRE
Potrebbe fornirmi tutta la documentazione - bibliografia esistente ed inerente gli studi comparati fra popolazione vaccinata (anche con analisi degli anticorpi presenti nei vari soggetti del gruppo prima e dopo) e popolazione NON vaccinata di NESSUN vaccino ?
Quali controlli-esami clinici vengono effettuati su soggetti, prima della vaccinazione, per controllare lo stato di salute dei soggetti da vaccinare (sistema immunitario, HLA, ecc.) e sugli stessi, successivamente alla vaccinazione, dopo: 
1 mese - 1 anno - 2 anni - 3 anni - 6 - anni - 13 anni ?
NON mi servono bibliografie basate sulle statistiche, che sono evidentemente falsificabili e quindi non veritiere. 
Chiedo solo studi clinici e di laboratorio di verifica (punti a,b), ma anche quelli sulla Herd Immunity - Immunita' di Gregge.
b - Quali e dove sono reperibili le statistiche ufficiali europee ed Italiane, riguardanti le malattie:
distrofia, sclerosi (tutti i tipi), polio, autismo, leucemia, cancro, epilessia, ecc. ?
c - quali gli studi e/o ricerche scientifiche pubblicati, che dimostrerebbero inequivocabilmente, quando, dove e come sarebbero stati detettati e trovati, i cosiddetti "virus selvaggi".......

Attendo quindi le Sue risposte URGENTI ed ESAUSTIVE, in merito tutti questi quesiti.
Le Ricordo che essendo un giornalista investigativo, pubblichero' la mia richiesta e le Sue risposte o meno nel web, per cui se avra' la capacita' di rispondere, sia preciso e circostanziato oltre che sollecito nel farlo.
Grazie e Distinti saluti

J. Paul Vanoli - Giornalista investigativo da 40 anni sul tema Sanità'
Chi non grida la verità, quando la sa, si fa complice dei falsari e degli imbroglioni
(By 
Charles Peguy)
 

Da: pierluigi.lopalco@unipi.it
Inviato: giovedì 10 gennaio 2019
A: vgp@mednat.org
Oggetto: Re: domande

di grazia, se è un giornalista investigativo, perché non se le trova lei da solo queste informazioni?
cari saluti
PL Lopalco
 

Da: vgp@mednat.org 
Inviato: venerdì 11 gennaio 2019
A: pierluigi.lopalco@unipi.it
Oggetto: R: domande

Caro sig. Pier Luigi Lopalco, "Professore Associato di Igiene, Università di Bari. Head of Scientific Assessment Section, ECDC, Stoccolma". - Immunologo, epidemiologo, esperto di vaccinazioni, e...
https://www.researchgate.net/profile/Pier_Lopalco (ISS, SRS, ecc)
Abilità e competenza
Infezione

Epidemiologia delle malattie infettive

Salute pubblica

Educazione per professione medica e sanitaria

Epidemiologia

Malattie infettive

Virus

Vaccinazione

vaccini

Sorveglianza

Epidemiologia e salute pubblica

Immunizzazione

Influenza

metodi

Epatite virale

Incidenza

Controllo delle infezioni

Vaccini influenzali

Programmi di immunizzazione


Leggo inoltre nel suo sito:
...."dove potrai trovare informazioni e risorse utili per lo studio e l’aggiornamento nel campo dell’Igiene, dell’Epidemiologia e della Medicina Preventiva".

In altri siti:
Abbiamo chiesto al Professor Pier Luigi Lopalco (European Centre For Disease Prevention and Control) di esprimere la sua opinione

Quindi
di grazia, perche' NON risponde alle domande, essendo un soggetto con quelle caratteristiche, che lavora anche per la sanita' europea: (European Centre For Disease Prevention and Control)

Forse non e' sufficientemente competente per rispondere ?, se questo e' il caso, mi indichi a chi mi dovrei rivolgere, grazie...
Se invece non vuole rispondere, e' giusto che si sappia in che mani e' affidata la sanita' in Italia ed in Europa.... !
Pertanto come gia' comunicatole, tutto la corrispondenza viene inserita nel web a disposizione dei milioni di lettori in tutto il mondo.
Attendo risposte esaustive in merito, al piu' presto.
Grazie

J. Paul Vanoli - Giornalista investigativo da 40 anni sul tema Sanità'
Chi non grida la verità, quando la sa, si fa complice dei falsari e degli imbroglioni
(By 
Charles Peguy)

Da: vgp@mednat.org 
Inviato: mercoledì 27 marzo 2019 09:27
A: signorelli.carlo@hsr.it
Oggetto: Domande sui Vaccini e virus

Buongiorno,
Visto che lei caldeggia i vaccini, quale giornalista investigativo

 le faccio queste semplici domande, che sono gia' state inviate a tutti i livelli della "sanita" italiana ed estera (EMA, AIFA, ISS, Ministero della salute, ed altri...) alle quali NESSUNO degli "enti" (di chi non si sa'....), è stato in grado oppure ha voluto, rispondere, ....spero che almeno lei abbia la cortesia di rispondere visto che e' un soggetto che si ritiene qualificato su questo argomento e, se e' vero o meno, lo vedremo dalle sue risposte.
 Le ricordo per essere chiaro nella sua riposta, perche la nostra corrispondenza, essendo giornalista investigativo francese,  verra' immessa nel web a disposizione di tutti, compresa questa lettera che invio in copia anche alla sua casella di posta elettronica, e che pubblico come lettera aperta in Facebook.
 Sia quindi preciso e ben documentato nella sua risposta !
 
 Grazie, ecco le domande:
 - Viste le recenti vicissitudini in Italia ed all'estero sui Vaccini ormai ben note...
 - Visto che i vaccini contengono sostanze tossico-nocive, come la formaldeide, metalli, ecc., (vedi le analisi del Corvelva) e nanoparticelle, (ormai documentate da analisi con spettrofotometro e microscopio elettronico effettuate in diverse nazioni: italia, francia, germania) ecc., ed e' Vs/Suo DOVERE informare la popolazione ed i tecnici sanitari su queste tossine inoculate per Legge...
 - Visto che e' DIRITTO dei cittadini (ed operatori sanitari), essere informati per Legge, dagli enti istituiti e dai medici, che dovrebbero essere a "tutela" della nostra salute...
 
 a - Potrebbe fornirmi tutta la documentazione - bibliografia esistente ed inerente gli studi comparati fra popolazione vaccinata, (con analisi degli anticorpi presenti nei vari soggetti del gruppo, prima e dopo la vaccinazione) e popolazione NON vaccinata di NESSUN vaccino
 b - Chiedo solo studi clinici e/o di laboratorio di verifica (punti a,b), ma anche quelli sulla Herd Immunity - Immunita' di Gregge. NON mi servono bibliografie basate sulle statistiche, che sono evidentemente falsificabili e quindi non veritiere. 
 c - Quali e dove sono reperibili le statistiche ufficiali europee ed Italiane, riguardanti le malattie:
 distrofia, sclerosi, polio, autismo, leucemia, cancro, epilessia, ecc. ?
 
 INOLTRE:
 1 - Quale e' l'organismo Europeo che effettua i controlli di laboratorio sulla tossicita' o meno di TUTTE le sostanze vaccinali presenti in TUTTI i Vaccini in commercio, anche dei possibili "contaminanti" e nanoparticelle ?
 ...in particolare per Italia, Francia, Belgio, Grecia, e/o altre nazioni UE, con e per i vaccini "obbligatori" .
 2 - Quali esami di laboratorio si effettuano per fare quei controlli  (descrizione del meccanismo di controllo) e con quali apparecchiature (descrizione) ?
 3 - Quali test in doppio cieco  di controllo (fra MAI vaccinati, di NESSUN vaccino e Vaccinati di qualsiasi vaccino), vengono effettuati per i vari vaccini in commercio, in Europa e specificatamente in Italia ?
 4 - Quali controlli-esami clinici vengono effettuati su soggetti, PRIMA della vaccinazione, per controllare lo stato di salute dei soggetti da vaccinare (sistema immunitario, HLA, ecc.) e sugli stessi, successivamente alla vaccinazione, dopo:
 1 mese - 1 anno - 2 anni - 3 anni - 5 - anni - 10 anni ?
 
 Attendo quindi la risposta URGENTE ed ESAUSTIVA, in merito a questi quesiti.
 Le Ricordo ancora che, essendo un giornalista investigativo, pubblichero' la mia richiesta a Lei indirizzata e le sue eventuali risposte nel web, per cui sia preciso e circostanziato, oltre che sollecito nel rispondere.

dr. Jean Paul,  déscendant de la famille Vanoli  (Souverain Individuel - Journaliste d'Investigation specialisée en santé depuis 40 ans - Sovrano Individuale + L.R., Giornalista Investigativo specializzato in sanità da 40 anni) - Consulente in Medicina Naturale e Bioelettronica applicata.
Consulente di www.mednat.org/curriculum.htm  -  mail:
vgp@mednat.org

Chi non grida la verità, quando la sa, si fa complice dei falsari e degli imbroglioni
(By
Charles Peguy)

La SAGA CONTINUA.........e nessuno risponde ad alcuna domanda....dalle varie ASL ai soloni della medicina, ed ai vari ministri della in-Sanita' o della NON salute......TUTTI ZITTI

Continua QUI da e per: Continua in pagina 3b + Pagina - 1 + Continua da Pagina - 2 + Pagina 3c

HOME