Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 

Domenico FICO (medico) - Tel. 0731.789566 - e.mail: d.fico@alice.it
Laurea in Medicina Università di Napoli il 13.12.1951
Specializzazione  in Medicina Legale Università di Pavia il 1960
Dal 1957 al 1960 mi fu affidato l'incarico di trasferire e dirigere l'Ospedale civile di Siracusa, dalla vecchia e fatiscente sede  alla nuova sede  di recente  costruzione e, di provvedere al reclutamento e preparazione dell'intero corpo infermieristico, che nella precedente gestione era assai insufficiente numericamente e composto di elementi letteralmente analfabeti e del tutto privi di adeguata preparazione professionale. Inoltre, mentre nella precedente sede il numero dei ricoverati non superava solitamente  le  centocinquanta  presenze,  nella nuova sede raggiunsero presto i le 360.
Terminato il mio incarico nel 1960 partecipai e vinsi il concorso di medico dirigente dell'Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, occupazione che mantenni fino all'epoca del pensionamento dopo aver raggiunto la funzione di coordinatore centrale.

Pubblicazioni originali :

1 - “Sull’associazione dell’idrazide dell’acido isonicotinico con la streptomicina nella meningite tubercolare” su Rassegna Internazionale di Clinica e Terapia  vol. XXXII , N.21, 1952

2  -  “Ipotesi sulla settorialità delle funzioni metaboliche epatiche” su Boll. Soc. med. Chir. Cremona 3 (1967) 161;

3 - “Il problema della recuperabilità dei giovani invalidi” su “la  Rieducazione del motuleso” , anno XIII – N. 1 – gennaio-marzo 1965

4 - “Il concetto di lavoro attitudinale nella valutazione dell’invalidità pensionabile” su  Rivista  “Previdenza Sociale” n. 3 – maggio-giugno 1966;

5 -  “Zonazione morfo-funzionale del lobulo epatico” su Bollettino Ordine dei Medici di Roma , anno  xxx – N. 12 – dicembre 1978;

6 -  “Ipotesi sulla patogenesi epatica del diabete mellito tipo 2” – su Nuove Ricerche – Ancona Editore

 I lavori relativi ai numeri 2-5-6 sono originali.
By Domenico Fico  - vedi: vedi: Cura del diabete mellito + Diabete mellito 2  +  Diabete Cura

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Si parla di tutto, anche di insulsaggini, ma stranamente si impedisce che io possa informare i cittadini di  una importante scoperta scientifica italiana.
Perché ? Sono un medico ottantatreenne e da anni tento inutilmente di informare i medici ed i diabetici di un mio studio originale - ../cure_natur/diabete_mellito2.htm  + www.diabetebews.8m.com  - con il quale dimostro come sarebbe agevole guarire il diabete tipo due, grave malattia sociale attualmente non suscettibile di guarigione e ricca di devastanti complicanze.
Un siffatto studio, che potrebbe ridare la perduta salute a centocinquanta milioni di diabetici,oggi esposti a devastanti complicanze (cecità, ictus cerebrale, infarto del miocardio, insufficienza renale, ecc.) è stato  sottoposto a rigorosa censura per cui i medici ed i diabetici ignorano che quella "l'inguaribile"  malattia potrebbe essere invece agevolmente guarita mediante un modesto intervento di microchirurgia vascolare.
Perché tutta l'informazione rifiuta di dare la clamorosa notizia che un medico, il sottoscritto, afferma, assumendosene ogni responsabilità, che il diabete tipo due potrebbe essere agevolmente guarito ?
Perché a me si nega  il diritto garantito dall'art. 21 della Costituzione, che recita : "tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parole, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione" , con la tragica conseguenza che il vasto popolo dei diabetici viene condannato a lunghe sofferenze ed a morte precoce, mentre potrebbe agevolmente guarire ?
Spero che vogliate aiutarmi a superare questa criminale censura omicida.
dott. Domenico Fico, (medico)

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
 

COMUNICATO STAMPA – 08/10/08 - inviato all'ANSA
Un importante studio  - pubblicato in: ../cure_natur/diabete_mellito2.htm  + www.diabetebews.8m.com -  ha dimostrato come sarebbe possibile guarire il diabete tipo due, grave malattia oggi inguaribili, mediante un modesto intervento di microchirurgia vascolare.
Il concetto è assai semplice.
La patogenesi di quella malattia, ricca di devastanti complicanze, non è attualmente conosciuta dalla medicina ufficiale. Essa è, in sintesi, questa:  l'insulina prodotta dal pancreas in continuazione, anche quando l' organismo non ne richiede l'azione fisiologica, deve svolgere il suo compito fisiologico prevalentemente sui cibi ingeriti;  pertanto quell’ormone - l' unico a non essere versato direttamente nel circolo sanguigno, come tutti gli altri ormoni -  deve essere reso inattivo quando la sua azione non è necessaria. Ciò avviene mediante la sua inattivazione reversibile che viene effettuata mediante la coniugazione labile con una base proteica, legame che si dissolve quando necessita l'azione insulinica: Questo legame è costituito ed è rotto dal fegato in rapporto alla necessità del momento.
Il diabete insorge per una alterazione funzionale del fegato che crea quel legame in forma stabile invece che in forma labile, per cui, quando necessita l'azione insulinica, questa manca perchè l'ormone resta inattivato da quel legame stabile  di origine epatica.  Pertanto, questi accennati meccanismi fisiologici suggeriscono immediatamente la possibilità di guarire il diabete tipo due, grave malattia metabolica oggi non suscettibile di guarigione, mediante la deviazione parziale del dotto pancreatico-duodenale, che trasporta l'insulina dal pancreas al circolo epatico.  
Mediante una siffatta deviazione  l’insulina neo-increta sfuggirebbe all'inattivazione epatica ed il diabete guarirebbe.
Finalmente si  offrirebbe a centocinquanta milioni di diabetici la possibiltà di guarire. Non si tratta certo di una inezia..

Referente: Domenico Fico, (medico) - via San Marco16 - 60034 Cupramontana (AN) – tel. 0731.789.566

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
 

Egregio Dott. Fico
Ho letto con interesse la Sua recente lettera e la documentazione che mi ha inviato.
Io penso che Lei dovrebbe essere felice di aver apportato il Suo contributo allo sviluppo della biologia moderna, come è stato riconosciuto da scienziati valenti, e a cui io mi associo. È un peccato che non abbia potuto sviluppare le Sue idee nella direzione della biologia cellulare, biochimica e molecolare, che avrebbero certamente chiarificato ulteriormente il significato delle Sue osservazioni, permettendone l'ulteriore sviluppo.
Con tanti auguri e i migliori saluti,
Prof. Renato Dulbecco

Commento NdR: 
una domanda sorge spontanea: come mai l'attuale sistema "sanitario" non vuole aprirsi alla terapia del dott. Fico ?....perche' gli interessi finanziari, il business dei farmaci e quello dei vaccini e quindi anche quello attorno al diabete, sono molto importanti e quindi ogni cura risolutiva NON deve prendere piede, cio' evidenzia anche che non e' la salute e la guarigione del malato la priorita' delle autorita' sanitarie, ma lo sfruttamento del malato e neppure il progresso scientifico medico !
 

RICERCA Parole nel SITO

HOME