Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


BIG PHARMA - 2a 
Leggete QUI come gli "Enti" internazionali a "tutela della Salute" (OMS + CDC + FDA, ecc.)
sono chiaramente collusi con l'Industria Farmaceutica

Aziende farmaceutiche e pubblicazioni scientifiche; corruzione e giro d’interesse ?...SI !

"Se non mettiamo la Libertà delle Cure mediche nella Costituzione, 
 verrà il tempo in cui la medicina si organizzerà, piano piano e  senza farsene accorgere, in una Dittatura nascosta.
E il tentativo di limitare l'arte della medicina solo ad una classe di persone,
e la negazione di uguali privilegi alle altre “arti”, rappresenterà la Bastiglia della scienza medica". 
(By Benjamin Rush, firmatario  della Dichiarazione  d'Indipendenza USA - 17 Sett 1787)

Comitato " Primo NON nuocere"

 

Continua l'elenco delle Big Pharma, da QUI:  Big Pharma 2
 

Robert Kennedy Jr. parla dopo che i membri della sua famiglia l'hanno rimproverato per la sua battaglia "anti-vaccino".
Le compagnie farmaceutiche sono "criminali condannati".
I fatti condivisi qui saranno FINE pharma. theyig.ning.com/generalvideos/

https://twitter.com/yigsstarhouse/status/1128506048636227586?s=12

https://theyig.ning.com/generalvideos/robert-f-kennedy-jr-breaks-his-silence

https://www.facebook.com/groups/170950640387560/permalink/433996927416262?sfns=mo

LA ROCHE AG - F. HOFFMAN (F. HOFFMAN-LA ROCHE AG)
Fu fondata il 1º ottobre 1896 da Fritz Hoffmann-La Roche.
È attualmente sotto il controllo della società Roche Holding AG, controllata congiuntamente dalle famiglie Oeri-Hoffmann.
La società è presente, con il marchio Roche e due divisioni distinte (Roche Pharmaceuticals e Roche Diagnostics), nel settore farmaceutico e diagnostico.

Disastro di Seveso (I)
L'azienda è nota anche per la sua schiacciante responsabilità nel disastro di Seveso vicino a Milano, il 10 luglio del 1976 con fuoriuscita di diossina tossica dagli impianti.. Durante i procedimenti penali l'azienda venne accusata di avere ignorato le pessime condizioni in cui l'impianto versava, di non avere portato i sistemi di sicurezza a condizioni accettabili e di non avere informato subito del disastro le autorità.

La società è presente commercialmente in 150 Paesi. La sua sede sociale è a Basilea (Svizzera). Il volume d'affari è stato nel 2003 di 31,2 miliardi di franchi svizzeri con un utile netto di 3 miliardi. Il numero di dipendenti è di circa 65.000 persone. La sede per l'Italia si trova a Monza.
Roche S.p.A., la divisione farmaceutica del Gruppo in Italia, nel 2016 supera i 950 milioni di fatturato con una crescita del 2,9%

Il caso Tamiflu e la reputazione di Big Pharma
http://www.saluteinternazionale.info/2017/06/il-caso-tamiflu-e-big-pharma/
19 giu 2017 - L’OMS ha declassato il farmaco contro l’influenza oseltamivir (Tamiflu per l'influenza della Roche) all’interno della lista dei farmaci essenziali perché una revisione delle prove ha notevolmente ridotto, quasi annullato, i vantaggi della sua utilizzazione. Ma nel 2009, al tempo della pandemia influenzale A/H1N1, la stessa OMS ne raccomandava l’uso.
La Tamiflu Story è una brutta storia fatta di conflitti d’interessi, di opacità e di manipolazione dei dati scientifici a scopo commerciale, di comportamenti elusivi, al limite della complicità da parte di istituzioni scientifiche e di controllo.
Ma è anche una bella storia per chi si è battuto per anni nella ricerca della verità.....per decenni, in modo persistente e sistematico, l’industria dei farmaci ha nascosto e manipolato i dati delle sperimentazioni cliniche. A causa di ciò, una grande massa di farmaci utilizzati in tutti i campi della medicina, presentati come più sicuri e più efficaci di ciò che in realtà erano, hanno messo in pericolo la vita delle persone e sprecato denaro pubblico.  Questa deliberata distorsione è una scorrettezza scientifica. E non è un qualcosa che possiamo perdonare in virtù delle cose buone che le compagnie farmaceutiche fanno”[1]. Con queste affermazioni si apriva l’editoriale di Fiona Godlee, editor del BMJ, del 29 ottobre 2012, dedicato al caso Tamiflu.

Ed ecco cosa ha affermato la stessa Fiona Godlee dopo quasi cinque anni: “La decisione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità è un voto a favore di scelte di politica sanitaria basate sull’evidenza che avranno l’effetto di risparmiare soldi ed evitare danni. Ed è anche un’importante pietra miliare nella battaglia continua per l’accesso ai dati delle sperimentazioni cliniche e per la ricerca indipendente”[2].

Roche condannata per un farmaco contro l'acne - Tvsvizzera.it


http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/02/15/roche-e-novartis-danni-a-sistema-sanitario-per-400-milioni-antirtust-avvia-istruttoria/501232/


Ministero della Salute chiede danni alle società Pfizer Italia S.r.l, Pfizer Health A.B. e Pfizer Inc., F.Hoffmann-La Roche Ltd, Roche Spa, Novartis AG e Novartis Farma S.pA

Multa da 180.000.000 di €uri per aver creato con la Novartis un cartello che ha condizionato le vendite di certi farmaci

https://www.ccdu.org/comunicati/psicofarmaci-inferno-personale

MERCK - Vaccini pericolosi

USA: TRIBUNALE della PENNSYLVANIA CONDANNA MERCK nel 2010 per AVER FORNITO FALSE DICHIARAZIONI in MERITO all’EFFICACIA del PROPRIO VACCINO MMR.
La Corte dell’ Eastern District della Pennsylvania, nel procedimento 10/4374, ha condannato la casa farmaceutica Merck per aver fornito false dichiarazioni alla Food and Drug Administration (FDA) in merito all’efficacia del vaccino MMR II.
Nella sentenza si legge che “Gli Stati Uniti hanno pagato centinaia di milioni di dollari per un vaccino che non conferisce un’adeguata immunizzazione” e che le false dichiarazioni avrebbero riguardato in particolare i dati forniti da Merck in ordine all’efficacia del vaccino in quanto “la falsificazione di Merck dei rapporti pre-vaccinali è stata eseguita in modo ampio e sistematico”
http://www.vacciniinforma.it/?p=3013

Il Governo degli Stati Uniti d'America ha citato in giudizio la Merck (unica produttrice del vaccino MMR su suolo americano) per frode.
vedi, citazione dello Stato US contro la MERCK per Vaccino MMR: https://t.co/jYk2VkIBKN

Dopo il ritiro del Vioxx, che avrebbe causato circa 100 mila eventi cardiovascolari, Merck potrebbe affrontare 575 processi.
Gli insuccessi si accumulano: un tribunale Usa ha deciso che i brevetti del Fosamax (antiosteoporosi) scadranno nel 2008, dieci anni prima del previsto. Il farmaco star resta l'anticolesterolo Zocor, con vendite calate del 5 per cento nel 2004.
La caduta del titolo in borsa alimenta le voci di un'offerta pubblica di acquisto.
Merck ha firmato un contratto esclusivo di licensing per $ 150 milioni con BioXell SpA
Antinfiammatorio Vioxx, lo Stato e la città di New York denunciano Merck per FRODE.
La casa farmaceutica è accusata di aver fatto profitti a danno della  salute dei cittadini e delle finanze pubbliche.
Il Procuratore generale dello Stato di New York, Andrew Cuomo, e il  sindaco della città, Michael Bloomberg, hanno denunciato ieri la casa farmaceutica Merck, accusandola di frode a danno dei programmi sanitari pubblici, per aver ingannato deliberatamente sui rischi cardiaci dell'antinfiammatorio Vioxx, ritirato dal mercato nel settembre 2004.
E' la prima volta che le due istituzioni agiscono congiuntamente in una causa per frode farmaceutica.
I querelanti chiedono il risarcimento danni e la condanna a penali civili, oltre alla restituzione delle decine di milioni di dollari dei contribuenti, ingiustamente spesi per rimborsare prescrizioni del Vioxx, che non sarebbero mai state fatte, se i medici fossero stati informati correttamente sui rischi del farmaco.
"Il comportamento irresponsabile e ingannevole di Merck ha messo in pericolo la salute dei newyorkesi e sprecato i soldi dei contribuenti", ha dichiarato Andrew Cuomo.
Dal 1999, quando apparve sul mercato, al 2004, le prescrizioni di Vioxx ai cittadini dello Stato di New York sono costate oltre 100 milioni di  dollari ai programmi sanitari Medicaid ed EPIC, che coprono i rimborsi a favore di poveri e anziani.
Merck ha replicato, dichiarando di non aver ancora letto la denuncia ma che si difenderà, avendo agito responsabilmente, sin dagli studi clinici iniziali, finendo con il tempestivo ritiro del farmaco una settimana dopo che un proprio studio ne aveva evidenziato i rischi.
Merck è già stata denunciata, per gli stessi motivi, da altri sei Stati americani: Alaska, Louisiana, Mississippi, Montana, Texas e Utah.
Tratto da: http://www.rsinews.it/newsformat1.asp?news=1962

Nel 1999 si scoprì che un suo vaccino per l'epatite B infantile era stabilizzato con Thimerosal, il noto fungicida al mercurio fortemente sospettato di provocare l'autismo nei bambini; la Merck mise a punto una nuova versione del vaccino senza mercurio, e proclamò per la pubblicità: «Oggi il vaccino Merck per l'infanzia è esente da ogni conservante».
In realtà, continuò a vendere il vaccino con Thimerosal (ne aveva i magazzini pieni) fino all'ottobre 2001.
(NdR: in Italia fino alla fine del 2008, anno dal quale partirono l'utilizzo delle scorte...)
E' una invenzione della Merck il noto farmaco cardiaco Vioxx,  che già nel 1999 la rivista scientifica Proceedings of the National Academy of Science sospettò di aumentare gravemente i rischi di insulto cardiaco fatale.
Solo anni dopo, e migliaia di morti più tardi, la ditta farmaceutica ritirò dal commercio il suo farmaco.
La Merck continua a proporre ed imporre - spingendo le autorità sanitarie a renderlo obbligatorio - il suo vaccino per il "supposto" cancro cervicale Gardasil, consigliandolo non solo alle fanciulle, ma anche ai ragazzi, di sicuro poco esposti al cancro dell'utero - ma gli affari sono affari.
Si è rivelato gia' un grosso affare il vaccino per  il supposto cancro dell’utero, che ha portato nelle casse della Merck un miliardo di dollari dal suo lancio nel 2006 nei soli Usa......

Scienziato virologo della Merck Vaccine, e' stato minacciato ed hanno cercato di corromperlo,  per aver cercato di esporre con una denuncia, la massiccia manipolazione dei dati e delle frodi  dell'azienda Merck Vaccine. - Anno 2001
L'ex virologo della Merck, Stephen A Krahling ha cercato di informare con evidenza alla FDA della frode sulla ricerca dei vaccini che si svolgono presso la Merck, ma è stato minacciato con il carcere da personale di Merck, secondo un documento falso "Claims Act", lui e un altro suo collega, che hanno depositato presso il governo federale.
La direzione Merck ha minacciato non solo il carcere se lo scienziato avesse esposto la autentica frode scientifica e la falsificazione dei dati utilizzata dal industria dei vaccini per rendere i suoi prodotti difettosi che sembrano funzionare anche quando non lo fanno, secondo un documento depositato presso il governo negli Stati Uniti. Hanno anche tentato di pagarlo con promesse di bonus finanziari se taceva, come spiegano i documenti presentati.
Le seguenti citazioni si trovano in questo documento: United States District Court per il Distretto Orientale della Pennsylvania. l'azione civile No. 10-4374. "Denuncia per violazioni della legge federale False Claims".

Merck-False-Claims-Act - Ecco il PDF del documento:
Quello che segue nel PDF qui sopra, è il testo del documento "falso Claims Act "- il testo sul vaccino è stato completamente censurato e oscurata dai mass media.  Nel testo, troverete altre pagine della documentazione vera e propria sul tema della frode perpetuata da Merck ...

Questo caso dimostra e denuncia gli sforzi di Merck per più di un decennio, per frodare gli Stati Uniti per quanto riguarda l'efficacia del vaccino della parotite di Merck.
La FDA insiste su un tasso di efficacia elevata (95%), perché solo allora la malattia in ultima analisi, potrebbe essere sradicata attraverso quello che viene comunemente indicato come "immunità di gregge" (NdR: falsa ideologia, perche' essa NON esiste). Senza dimostrare alle autorita' ed alla popolazione, che quel vaccino per la parotite sarebbe efficace al 95%,  in quanto Merck se cosi fosse perderebbe la sua licenza esclusiva per la produzione e la vendita del suo vaccino MMRII.
I relatori Krahling e Wlochowski hanno partecipato al team che ha condotto questo test presumibilmente migliorato con frode. Ognuno di loro assistito in prima persona alla falsificazione dei dati dei test in cui Merck si e' impegnata nella falsificazione dei dati per raggiungere la soglia di efficacia del 95%. In realtà, ognuno è stato significativamente messo sotto pressione dal dirigente Krah, ed altro personale di alto livello Merck per partecipare a questo tipo di frode ".
Merck aggiunto "anticorpi di coniglio" per il singolare scopo di alterare il risultato del Test aumentando il numero di "neutralizzazione" del virus. Senza applicare un vero "controllo" proprio del processo, non vi è alcun modo per controllare se la neutralizzazione virale si è causata da sola od in combinazione con anticorpi del coniglio o con gli anticorpi umani, Merck non ha applicato questo tipo di controllo,  tutto cio' per gonfiare il tasso di sieroconversione.
E l'aggiunta di anticorpi di coniglio come supplemento ad un vaccino, non era un'opzione, perché potrebbe portare a gravi complicazioni, anche la morte, ad un essere umano, .
Krah non ha agito da solo nell'orchestrare la falsificazione del vaccino della parotite di Merck dei  risultati dei test, perche'  ha agito con l'autorità e l'approvazione della direzione di Merck.

Nel mese di luglio, Relator Krahling ha incontrato Alan Shaw, direttore esecutivo di Merck del Vaccine Research e si è lamentato con lui della fraudolenta sperimentazione dei vaccini.
Shaw ha parlato dei significativi "bonus" che Emini (dirigente Merck) aveva promesso di pagare una volta che il test fosse stato completato; il dirigente Emini,  ha anche detto nel colloquio che e' avvenuto, che gli anticorpi di coniglio sono stati necessari per la Merck per raggiungere l'obiettivo del progetto di commercializzazione.
La mattina seguente al colloquio, Krah è arrivato presto al laboratorio ed ha confezionato e distrutto le prove esistenti sul protocollo per le prove di efficacia. Ciò ha incluso sacchi della spazzatura pieni di documenti  sperimentali che avrebbero (e dovrebbero essere)  mantenuti per la visione, fino a quando il test non fosse stato completato definitivamente.
Nonostante le minacce che ha ricevuto da Suter e Emini, Krahling chiamato la FDA per segnalare questa attività e la frode in corso da parte della Merck.
 Il 6 agosto 2001, in risposta alla chiamata di Krahling, un agente della FDA è venuto in Merck a mettere in discussione Krah e Shaw ... E loro non hanno affrontato il tema sulla distruzione effettiva di prove che Krah aveva già facilitato ed eseguito.
Nel 2005, la FDA ha comunque concesso l'approvazione a Merck e fornito una licenza Stati Uniti in esclusiva per il suo vaccino ProQuad. Merck ha ottenuto una licenza pur continuando a travisare l'efficacia del suo vaccino sulla parotite. Nello stesso tempo, l'EMA ha approvato la domanda di Sanofi Pasteur MSD per la vendita di ProQuad di Merck in Europa.
Con il MMRVaxPro, anche la joint venture di Merck ha presentato i risultati falsificati dei protocolli,  per l'EMA come le informazioni cliniche di supporto nella sua applicazione vaccino.
Nel 2006, più di 6.500 casi di parotite sono stati riportati nel Mid-West (USA). Questa è stata la più grande epidemia negli USA, di parotite in quasi vent'anni ...generata dall'applicazione e dall'inoculazione del vaccino !
Fonte: Natural News

USA - 09/11/2007 - MERCK PAGHERA' 4,8 MILIARDI DANNI PER il  VIOXX - WASHINGTON
Il colosso farmaceutico Merck & Co. ha accettato di pagare 4,85 miliardi di dollari per chiudere migliaia di cause legali legate all'uso del popolare farmaco Vioxx, ritirato dal mercato dopo la scoperta di gravi effetti collaterali. L'accordo in una delle piu' vaste cause civili del genere negli Usa, e' stato annunciato dalla societa'. Merck si e' trovata a fare i conti con circa 26.600 cause legali avviate da parte di 47.000 persone, alle quali si aggiungevano potenzialmente 265 azioni legali collettive.
L'accoro servira' a coprire i casi avviati di fronte a corti federali e statali. (Ansa salute)
(AGI - 2008) - New York - Il Journal of the American Medical Association ('Jama'), una delle piu' prestigiose riviste di medicina del mondo, ha accusato la compagnia farmaceutica Merck di avere nascosto dati importanti che dimostravano come il suo anti infiammatorio Vioxx potesse danneggiare la salute dei pazienti.
La Merck, scrive il Jama, sapeva dei problemi causati dal Vioxx ben prima del settembre del 2004 quando fu costretto a ritirarlo dopo la pubblicazione di uno studio da cui emergeva che il VIoxx aumentava il rischio di problemi cardiovascolari. Gli autori dell'articolo puntano il dito anche contro la vera e propria operazione di reclutamento di prestigiosi ricercatori affinche' sostenessero l'assenza di rischi e l'efficacia del Vioxx.
Italy: Roma - 19 ottobre 2007 - Sono centinaia le denuncie pervenute al Codacons di cittadini italiani vittime del Vioxx, il farmaco "killer" prodotto dalla casa farmaceutica Merck Sharp & Dohme. Il Codacons ha così iscritto al Tribunale Civile di Roma, dopo un'attenta selezione dei casi, le prime 18 cause di richiesta risarcimento danni contro la Merck, contro il Ministero della Salute, responsabile di aver autorizzato la commercializzazione del Vioxx, e contro l'Aifa, succeduta al Ministero della Salute e responsabile di non aver ritirato dal commercio lo stesso medicinale; chissa' perche'.....
www.informatori.it/informatori/tuttiguai.htm

Promozione illegale di farmaci: Merck patteggia una multa di 671 milioni di dollari 68 milioni all'ex-dipendente che denunciò la frode, dopo che la compagnia aveva ignorato le sue segnalazioni.
La casa farmaceutica Merck ha patteggiato negli Usa la chiusura di due cause, relative alla commercializzazione illegale di tre farmaci, pagando la cifra record di 671 milioni di dollari.
La prima causa riguardava l'anticolesterolo Zocor e l'antinfiammatorio Vioxx, ritirato dal mercato nel settembre 2004, per i suoi alti rischi cardiovascolari.


Merck
: il vaccino anti-HIV V520 ha aumentato la predisposizione all’infezione da virus HIV

Lo studio STEP, che stava valutando il vaccino anti-HIV di Merck & Co, potrebbe aver causato gravissimi danni ai volontari che hanno preso parte allo studio.

Merck ha interrotto lo studio clinico nel mese di settembre ed ai primi di novembre ha emesso un comunicato in cui si dichiara che i soggetti che hanno ricevuto il vaccino V520 presentano una maggiore probabilità di contrarre l’infezione da HIV ( virus dell’immunodeficienza acquisita ).

Allo studio STEP hanno preso parte circa 3.000 individui sani ma ad alto rischio di infezione da virus HIV.

Nel corso dello studio, 82 individui sono diventati sieropositivi: 49 riceventi il vaccino V520 e 33 il placebo.

Continua... "Merck: il vaccino anti-HIV V520 ha aumentato la predisposizione all’infezione da virus HIV"

Tratto da La Leva di Archimede il 28 Novembre, 2007
Merck: sotto le vendite su ritiro stock
vaccini HIB (Haemofilus Influenzae di tipo B) - (Teleborsa) - Roma, 13 dic 2007 
In rosso a Wall Street la farmaceutica Merck, che dovrà ritirare un consistente numero di
vaccini, perché ritenuti dannosi per la salute dei bambini. Si tratta di 1 milione di dosi del vaccino per l'HIb, che sono state ritenute pericolose per possibile contaminazione. Il ritiro, riferiscono fonti degli uffici federali della salute, è di carattere precauzionale.
Sulla borsa americana le azioni della società stanno registrando una minusvalenza dell'1,17% a 59,02 dollari.
http://finanza.repubblica.it - Dic 2007
Nell'agosto 2007, il National Vaccine Information Center ha informato che l'uso del vaccino Gardasil ha rivelato effetti dannosi in 20.207 casi.
Fra i quali 5 fanciulle morte, 51 invalidate, 1.358 ricoverate d'urgenza (e 451 non ancora guarite nel luglio 2007).

MERCK
PRESS RELEASE on CHICKENPOX
 - Meningite dai Vaccini
By Michael Belkin:
Today, five years after its licensure by the FDA, the varicella (chickenpox) vaccine is recommended by all major vaccine policy-making organizations in the U.S., and is required for school and/or day care entry in 22 states, with others pending.
Yet, the national vaccination rate reported for chickenpox in 1998 was only 43 percent, far below that of other childhood vaccine-preventable diseases. ``The chickenpox vaccine has been shown to be just as effective in the field as it was in clinical trials, yet many children in the US remain unvaccinated,'' said Barbara Watson, MD, Pediatric Infectious Disease Specialist at Albert Einstein Medical Center, Philadelphia. ``We need to increase coverage to the point where all of our children are protected against this highly infectious disease that can have potentially serious consequences.''
http://biz.yahoo.com/prnews/000317/pa_merck_c_1.html
Tratto da "VIA" del 17.03.2000

Su JAMA del mese di agosto 2008 sono state pubblicate una serie di lettere sconcertanti sui retroscena della vicenda Vioxx, già in parte illustrati e commentati nel mese di aprile sulla stessa rivista con un'editoriale di fuoco a firma del direttore DeAngelis. E' venuto infatti alla luce un panorama inquietante.
Dagli "autori fantasma" alla manipolazione di dozzine di studi per promuovere il Rofecoxib nascondendo dati cruciali sulla sicurezza. L'editoriale sottolinea che tutto ciò può avvenire solo per tacito consenso di tutta la catena dei soggetti coinvolti (autore, editore, revisori) e giustamente ricorda che tale malcostume non è imputabile certo ad una sola compagnia farmaceutica. Le conclusioni non possono che trovarci in perfetto accordo: "i medici devono essere liberi dall'influenza finanziaria delle ditte farmaceutiche e di apparecchiature medicali, incluso l'essere relatori in manifestazioni sponsorizzate e l'accettare omaggi o regali".
Vytorin (Merck) forse cancerogeno: Il diffusissimo farmaco anti-colesterolo usato da almeno tre milioni di persone nel mondo non produrrebbe benefici nei pazienti cardiaci, ma addirittura potrebbe aumentare i rischi di cancro.
Venduto dalle aziende Merck & Schering-Plough, il "Vytorin" è utilizzato per diminuire l'assorbimento del colesterolo nell'intestino e nel fegato. L'Università norvegese “Ulleval” ha controllato prendendo in esame 1.900 pazienti - dalla ricerca condotta, e' stato dimostrato che i pazienti non hanno ottenuto benefici dal farmaco; inoltre in 102 hanno sviluppato tumori, contro i 67 i nuovi casi di cancro registrati tra chi prendeva solo un banale placebo.
Tratto da: instablog.org - Luglio 2008

La Food and Drug administration in marzo 2008  ha contestato l'efficacia del farmaco Merck per il colesterolo Vytorin - costoso e meno valido di tanti generici - mentre ieri ha bocciato il nuovo anticolesterolo Mk-0524A. Effetti collaterali come il Vioxx ?

La Merck ammette l'inoculazione del virus del cancro
- La divisione
vaccini della farmaceutica Merck, ammette l'inoculazione del virus del cancro per mezzo dei vaccini.
La sconvolgente intervista censurata, condotta dallo studioso di storia medica Edward Shorter per la televisione pubblica di Boston WGBH e la Blackwell Science, è stata tagliata dal libro "The Health Century" a causa dei sui contenuti - l'ammissione che la Merck ha tradizionalmente iniettato il virus (SV40 ed altri) nella popolazione di tutto il mondo.
Questo filmato contenuto nel documentario "In Lies We Trust: The CIA, Hollywood & Bioterrorism", prodotto e creato liberamente dalle associazioni di tutela dei consumatori e dall'esperto di salute pubblica, Dr. Leonard Horowitz, caratterizza l'intervista ad uno dei maggiori esperto di
vaccini del mondo, il Dott. Maurice Hilleman, che spiega perché la Merck ha diffuso l'AIDS, la leucemia e altre orribili piaghe nel mondo : http://www.youtube.com/watch?v=edikv0zbAlU

Nei
vaccini venduti al terzo mondo si é scoperto che molti di questi contenevano l'ormone B-hCG un anti fertile se immesso in un vaccino.
La corte Suprema delle Filippine ha scoperto che oltre 3 milioni di ragazze e donne hanno assunto questi vaccini contaminati, cosí come in Nigeria, Tailandia ecc...
Per chi non abbia ancora visto questi video-documenti scioccanti:
http://uk.youtube.com/watch?v=edikv0zbAlU
http://it.youtube.com/watch?v=wg-52mHIjhs&feature=related
Sembrerebbe che oltre al profitto a tutti i costi, ci sia dietro qualcosa d'altro....impedire alle donne dei paesi del terzo mondo... di avere figli....

Anche la Merck oltre alla Sanofi Pasteur Msd ammette correlazione tra autismo e vaccini – 25/09/2011
Dopo che la FDA ha ammesso correlazione tra cancro e vaccini, anche la Merck apre alla discussa correlazione tra autismo e vaccini.
I vaccini causano autismo. In merito a mio figlio non ho mai avuto dubbi, così come non ho mai avuto dubbi per molti altri bambini/adolescenti le cui storie sono testimoniate dai loro genitori nel mondo.
I vaccini causano autismo. E’ stato aggiunto un ulteriore tassello che appare nel “manuale della Merck” che definisce la “encefalite” come una infiammazione del cervello causata da una malattia o da un vaccino.
La Merck afferma nel suo complesso manuale che “l’encefalite è l’infiammazione del cervello che si verifica quando un virus infetta direttamente il cervello o quando un virus o qualche altra cosa innesca l’infiammazione.
L’encefalite può avvenire in diversi modi. Un virus infetta direttamente il cervello. Un virus che ha causato un’infezione in passato si riattiva e danneggia direttamente il cervello. Un virus o un vaccino innescano una reazione che rende il tessuto cerebrale attaccabile dal sistema immunitario (reazione autoimmune)“.
I vaccini causano autismo. Sono rimasto stupito di scoprire che l’Autismo e la Sindrome da Morte in Culla (ovvero Sudden Infant Death Syndrome – SIDS) sono elencati come “eventi avversi segnalati durante l’uso post-approvazione“. “Gli eventi sono stati inclusi in questa lista per la loro gravità o per la frequenza di segnalazione“. Questo è un potente atto d’accusa !

MERCK CONDANNATA IN APPELLO IN FRANCIA - 2018

Questo specifico caso, attualissimo perché è di 15 giugno, rappresenta tutte le difficoltà preliminari che Corvelva, e chiunque abbia mai provato, ha affrontato per contrastare il sistema. Monitoreremo questo caso, crediamo che abbia ancora molto da dare.

L'Associazione francese dei pazienti tiroidei (AFMT) ha annunciato giovedì 14 giugno, dopo aver ordinato un'analisi presso un laboratorio straniero sulla nuova formula di Levothyrox, che molti pazienti affermano di soffrire di effetti collaterali. Questa ricerca rivela che questa formula contiene meno levotiroxina rispetto alle specifiche in vigore, il che potrebbe spiegare le disfunzioni del trattamento. Le dichiarazioni dell’Associazione francese sono allarmanti:

"I malati di cancro sono sotto-dosati negli ormoni tiroidei, abbiamo osservato costantemente svegliare il cancro dormiente da anni per anni"

Tratto da: https://www.corvelva.it/blog/case-farmaceutiche/326-merck-condannata-in-appello-in-francia.html

La FDA (USA):  ha TENUTO NASCOSTE le PROVE della PERICOLOSITÀ dei CIBI TRANSGENICI


MERCK -SERONO

Merck-Serono Biopharmaceuticals S.A. è il nome di una multinazionale svizzera e tedesca attiva nel campo delle biotecnologie farmaceutiche, quotata alla borsa di Zurigo e di New York; è la terza azienda mondiale dopo le statunitensi Angen e Genentech ed è numero uno in Europa nel settore Biotech.
L'azienda è controllata per il 64.5% del capitale e per il 75.5% dei diritti di voto dal gruppo farmaceutico tedesco Merck KGaA.

Le aree verso cui si concentra la sua attività sono i trattamenti dell'infertilità, la neurologia, l'endocrinologia metabolica e di recente anche la dermatologia. La società opera in 44 paesi, possiede quattro centri di ricerca e nove impianti produttivi; nel 2007 il suo fatturato ha toccato i 2,2 miliardi di euro, e l'utile netto i 172.5 milioni di euro.

Tratto da: it.wikipedia.org
Serono: ufficializzata multa di 704 milioni dollari - USA, BOSTON – 16/12/2005 
Un giudice federale americano ha confermato ufficialmente la maximulta di 704 milioni di dollari (915 milioni di franchi) inflitta al gruppo biotecnologico ginevrino Serono.
La società Serono Laboratories, filiale statunitense della multinazionale diretta da Ernesto Bertarelli, è stata riconosciuta colpevole di promozione illegale del farmaco anti-Aids Serostim, un ormone utilizzato per trattare i pazienti.
Si tratta della terza multa più ingente finora inflitta negli USA per frode nell'ambito farmaceutico, ha dichiarato il ministro della giustizia Alberto Gonzales. La cifra di 704 milioni era stata patteggiata lo scorso ottobre tra Serono e il Dipartimento della giustizia e chiude ogni controversia sia penale sia civile negli Stati Uniti.
Essa si suddivide in 136,9 milioni di dollari per le contestazioni penali e 567 milioni per gli aspetti civilistici della vicenda e tiene contro del periodo oggetto d'indagine che va dal 1996 fino al 2004.
La società Serono Laboratories, che ha sede a Rockland nel Massachusetts, si è riconosciuta colpevole ieri davanti al giudice federale Reginald Lindsay della Corte distrettuale di Boston. Secondo l'accusa, l'impresa si era messa d'accordo con il produttore di un apparecchio medico non omologato per ottenere risultati più favorevoli per il suo farmaco.
La filiale del gruppo di Bertarelli era pure accusata di aver offerto a un certo numero di dottori di partecipare, a sue spese, a un congresso medico a Cannes, in Francia, a condizione di prescrivere almeno 30 terapie a base di Serostim per complessivi 630'000 dollari.
A seguito dell'accordo patteggiato, la filale Serono Laboratories sarà esclusa da tutti i programmi sanitari federali americani per i prossimi cinque anni. Il gruppo Serono ha comunque ottenuto che tutti i suoi farmaci venduti negli USA, Serostim compreso, continuino ad essere presi a carico dei programmi federali come Medicare e Medicaid.
Serono aveva già accantonato nel primo trimestre 725 milioni di dollari in vista della prevista sanzione americana.
Esso dovrebbe ora bastare per pagare la multa e le spese annesse. Peserà tuttavia fortemente sui risultati dell'esercizio 2005, che dovrebbero chiudere con una perdita valutata tra i 117 e i 137 milioni di dollari secondo quanto è stato annunciato in ottobre. Una somma da raffrontare all'utile netto di 494,2 milioni ottenuto nel 2004.
A fine settembre la perdita netta ammontava a 249,5 milioni di dollari (322 milioni di franchi), contro un utile di 395,8 milioni registrato nei primi tre trimestri del 2004, nonostante un fatturato in aumento del 7,8%, a 1,92 miliardi di dollari.

La Merck Sharp & Dome e' collegata con la casa madre Merk Serono.

I virologi che lavorano per la Merck hanno persino depositato presso il governo federale una denuncia di falsa dichiarazione tramite il False Claim Act, nella quale descrivevano come fossero stati obbligati a falsificare i test clinici sui vaccini per "ingannare" la FDA portandola all'approvazione di vaccini che dicevano avrebbero contribuito a diffondere la malattia infettiva.

Un elisir di false promesse. Vytorin. Nel mirino di Cuomo l'industria farmaceutica Merck - 29-01-2008
Nel lanciare l'inchiesta contro Merck, il gigante farmaceutico che ha immesso sul mercato il preparato fasullo Vytorin, Andrew Cuomo, l'attorney general di New York, ha detto: "È intollerabile nascondere informazioni su medicine che dovrebbero salvare la vita. Soprattutto quando poi si viene a sapere che l'obiettivo era unicamente quello di speculare sulla pelle della gente e sperperare i fondi dell'erario".

Una denuncia, quella di Andy Cuomo, contro i colossi farmaceutici che per non incorrere nella scadenza dei brevetti si inventano nuove medicine che vantano proprietà inesistenti e che differiscono solo per il nome da quelle vecchie.
Nel caso specifico la Meck aveva creato il Vytorin combinando lo Zocor con lo Zetia della Schering-Plough.
Nel 2005 lo Zocor aveva fruttato alla Merck 4 miliardi e mezzo di dollari, ma nel 2006, essendo scaduto il brevetto, Merck e Scheing-Plough avevano prodotto il Vytorin, fondendo lo Zocor e lo Zetia, e inondando tv e giornali con pubblicità che descrivevano proprietà curative inesistenti.

La Federal Drug Ad-ministration aveva poi in seguito valutato l'efficacia del Simvastatin, un medicinale generico prodotto dalla ditta israeliana Teva che aveva proprietà simili al Vytorin, e aveva approvato la sua introduzione nel mercato statunitense.
Una vera e propria mazzata per la Merck, visto che la Teva vende ogni pillola a un dollaro,  mentre la Merck/Schering-Plough smercia ogni capsula a 3 dollari.
Tutto questo senza contare che il medicinale della Merck aveva effetti collaterali che potevano condurre alla morte chi assumeva il farmaco. Oltre a provocare danni irreversibili a livello cardiaco, il preparato poteva causare seri problemi al sistema nervoso. Il Ceo della Merck, Raymond Gilmartin,  si è immediatamente dimesso.
Ma questa del Vytorin è solo l'ultima grana che Gilmartin ha dovuto affrontare, visto che poco tempo fa era scoppiato lo scandalo legato al Vioxx. Si pensa così che per salvare i suoi 38 milioni l'anno di stipendio, Gilmartin sia ricorso al Vytorin  per sopperire alla mancanza dello Zocor, di cui era scaduto il brevetto.
Sia Merck che Schering- Plough, hanno rilevato gli inquirenti, "hanno attribuito al Vytorin qualità che non possedeva a solo scopo di lucro". Il portavoce della Merck, Christopher Garland, ha detto:  "Siamo pronti a collaborare in pieno con Andrew Cuomo".L'attorney general ha poi aggiunto: "Accerteremo in che modo la pubblicità abbia violato le leggi statali per la protezione del consumatore, speculando sulla vita degli ignari clienti".
Ad attirare l'attenzione sulla Merck era stato un articolo del Wall Street Journal apparso il 15 gennaio, in cui si sottolineava il fallimento del Vytorin sul mercato. Citato nell'articolo, il primario della ‘Cleveland Clinic', il professore Steven Nissen, ha affermato:  "Come chairman della ‘Cardiovascular Division', raccomando ai colleghi che prescivono Vytorin o Zetua, quale terapia primaria nei casi di colesterolo, di non farlo più". Il rapporto ‘Enhance' della Merck, su cui si basa Nissen, fu compilato nel 2006,  e il ritardo della sua pubblicazione è stato ampiamente crititicato dal Wall Street Journal, che ravvisava in questa pratica la violazione del protocollo scientifico.
By John Cappelli
Tratto da: oggi america, quotidiano in italiano online, pubblicato in america

Questo grazie anche alle subdole campagne di Terrorismo mediatico che procurano  PAURA  nelle popolazioni del mondo quando si effettuano ogni anno le campagne promozionali per le false epidemie e/o le pandemie,
vedi: Sars, Influenza aviaria, Suina,  ecc.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

MERIAL Limited
vaccini per animali: ha sviluppato la sua divisione aviaria diventando fornitore di servizi tecnici e distributore esclusivo degli innovativi sistemi d'iniezione in ovo di AviTech, LLC.
Merial è una delle maggiori aziende globali di
vaccini aviari. Merial è leader nella produzione di vaccini per le principali malattie, come il morbo di Marek e la borsite infettiva, che si prestano particolarmente alla somministrazione in ovo.
Merial impiega oltre 5.400 dipendenti e opera in oltre 150 Paesi del mondo. Nel 2008 il suo fatturato ha superato i US$ 2,6 miliardi. Merial Limited è una joint venture tra Merck & Co., Inc. e Sanofi-Aventis.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

NOVARTIS
I farmaci sono al primo posto (oltre il 60 per cento del giro d'affari nel 2004) del gruppo svizzero, che punta anche sui generici (con la filiale Sandoz), sui farmaci veterinari, sul settore della nutrizione e sui medicinali da banco (il 7 per cento dell'attività). L'antinfiammatorio Prestige, stessa classe terapeutica del Vioxx (Merck), è sotto accusa per aver causato problemi cardiaci.
Novartis a gonfie vele nel primo trimestre 2006: il gruppo farmaceutico svizzero si è lasciato alle spalle i primi tre mesi dell'anno con un utile netto di 1,95 miliardi di dollari, in crescita del 32% rispetto allo stesso periodo del 2005 e un fatturato in progresso del 13% a 8,3 miliardi di dollari.
Nei primi due mesi dell'anno, il gruppo elvetico ha portato la propria quota nel mercato mondiale al 5,4% dal 5,2% detenuto in precedenza. Per il 2006 Novartis ha ribadito di attendersi una crescita delle vendite vicina al 10%.
Novartis ha acquistito Chiron per $ 5.1 miliardi - con l'acquisizione di Chiron da parte del gruppo elvetico, è stata costituita inoltre la divisione vaccini e diagnostica.
Continua il trend favorevole nei farmaci generici anche nel 2007 (Novartis Italia); crescono gli investimenti in ricerca e si conferma in espansione l’export, che aumenta del 38%, anche per effetto della recente acquisizione nel settore dei vaccini.
Novartis non sente la crisi - Ott. 2008 - . L'utile balza del 19%

Nei primi nove mesi di quest'anno il gruppo svizzero ha realizzato un fatturato mondiale di 31,38 miliardi di dollari, con un aumento del 12% rispetto allo stesso periodo del 2007. Il risultato operativo è stato di 7,28 miliardi di dollari (+24%), l'utile netto è stato di 6,66 miliardi di dollari (+19%). In Italia il fatturato nei nove mesi è stato di 1,044 miliardi di euro (+5%).
A livello mondiale, nel solo terzo trimestre il fatturato è stato di 10,75 miliardi di dollari (+12% sullo stesso trimestre 2007), l'utile netto è stato di 2,08 miliardi di dollari (+32%). Pharma, Sandoz (generici), Consumer Health,
vaccini e Diagnostica sono, in ordine di fatturato, le quattro divisioni di Novartis e tutte hanno registrato buoni tassi di crescita per le vendite.
Unico produttore di vaccini in Italia e fornitore di vaccini pediatrici all'Unicef, Novartis Vaccines rivolge da sempre una attenzione particolare ai....bambini..... che divengono sempre piu' malati grazie ai vaccini.....
2007 - Novartis punta sul vaccino per l'aviaria  (malattia inventata per l'uomo....per poter vendere sempre piu' farmaci e vaccini )
La casa farmaceutica ha annunciato la produzione negli stabilimenti senesi di un nuovo vaccino
La paura dell'influenza aviaria potrebbe essere definitivamente sconfitta dal nuovo vaccino che Novartis sta iniziando a produrre nei suoi stabilimenti di Rosia (Siena - Italy). La multinazionale svizzera ha deciso che i primi passi verso la produzione di questo vaccino verranno fatti nello stabilimento senese, specializzato nel settore e interessato da un investimento di 250 milioni di euro per il biennio 2006-2007.
In ITALIA FATTURATO PRIMO SEMESTRE..... RAGGIUNGE i 648 MLN di Euri
In aumento risorse destinate a R&S (+27%) ed export (+38%)
Milano, 17 lug. (Apcom) - Con un fatturato di 648 milioni di euro, le attività di Novartis in Italia nel primo semestre 2007 registrano (a parità di struttura) una crescita del 2% sullo stesso periodo dell'anno precedente.

Continua il trend favorevole nei farmaci generici. Crescono gli investimenti in ricerca e si conferma in espansione l'export, che aumenta del 38%, anche per effetto della recente acquisizione nel settore dei
vaccini.
"In questi mesi le risorse destinate alla Ricerca & Sviluppo sono aumentate del 27% - dichiara Marco Venturelli, amministratore delegato di Novartis in Italia - Il nostro impegno nell'innovazione si rafforza, sia nella ricerca di base sui
vaccini sia nello sviluppo di studi clinici farmaceutici, ed è indirizzato a offrire ai pazienti soluzioni terapeutiche nuove ed efficaci".
Novartis CEDE anche l’ultima parte del suo comparto vaccini, quello contro l’influenza, e lascia definitivamente il settore.  La transazione da 275 milioni di dollari con l'australiana CSL segue quella di aprile con la britannica GlaxoSmithKline, che aveva visto la cessione delle attività oncologiche di quest’ultima in cambio del ramo vaccini da parte della Novartis, ad esclusione appunto degli anti influenzali.


vedi Danni dei Vaccini
Novartis: utile semestrale di 4,6 miliardi dollari (+13%) - BASILEA, CH, 17 lug 2007 (AWP/ats)
Nel primo semestre, la Novartis ha registrato un aumento dell'utile netto del 13% a 4,6 miliardi di dollari, su un fatturato salito dell'11% a 20,6 miliardi di dollari. Il risultato operativo è avanzato del 12% a 4,9 miliardi. Le cifre presentate oggi hanno beneficiato della debolezza del dollaro: in valute locali il volume d'affari è in rialzo del 2%.
Tutte le attività hanno contribuito alla buona performance, sottolinea la Novartis in una nota diffusa stamane. Il gruppo basilese (CH) ha confermato le sue previsioni e ritiene di essere sulla buona via per raggiungere un nuovo risultato record nel 2008.
Nel secondo trimestre le attività hanno generato un utile netto di 2,27 miliardi di dollari, in crescita del 17%.
Tale andamento riflette, oltre al corso del dollaro, i programmi di riduzione dei costi.
Il volume d'affari nel periodo aprile-giugno è progredito del 14% a 10,73 miliardi di dollari (+5% in valute locali).
La Novartis è diventata più dinamica, osserva Daniel Vasella, presidente del consiglio d'amministrazione e della direzione. L'utile trimestrale supera le attese degli analisti interrogati dalla Reuters.
La divisione farmaceutica è riuscita a superare i problemi negli Stati Uniti e ha oltrepassato le attese.
La divisione
vaccini e diagnostica ha registrato una rapida espansione, mentre la crescita delle divisioni Sandoz e Consumer Health è stata mitigata dalle difficili condizioni negli Stati Uniti, osserva il gigante renano.
Nei primi sei mesi dell'anno il lancio sui mercati di nuovi farmaci, dopo le 15 omologazioni ottenute nel 2007 negli USA e nell'Unione europea, ha generato ricavi pari a 1,3 miliardi di dollari. Fra i nuovi prodotti di maggiore successo figura l'Aclasta/Reclast, un preparato per l'osteoporosi somministrabile solo due volte l'anno e il medicinale oftalmico Lucentis.

Quanto ai prodotti futuri, il gruppo osserva che nel corso dell'anno dovrebbero essere inoltrate le prime domande di autorizzazione per l'Afinitor destinato a pazienti con tumori renali avanzati. Sono in corso studi per altre indicazioni oncologiche del preparato. Fra i medicinali per cui è prevista una richiesta di omologazione nel 2008 è menzionato un vaccino (Menveo) per la meningite da menginococco.
La divisione Pharmaceuticals, di gran lunga la più importante del gruppo, ha messo a segno un fatturato di 13,19 miliardi di dollari nel primo semestre, in aumento del 10% (+1% in valute locali). Le vendite sono state sostenute dalla crescita dei prodotti oncologici e dall'anti-ipertensivo Diovan nonché dai farmaci appena introdotti, indica la Novartis, aggiungendo che negli Stati Uniti il giro d'affari settoriale ha subito una contrazione dell'11%.
La flessione sul mercato americano è dovuta all'introduzione di generici, copie di quattro prodotti della Novartis, e alla sospensione delle vendite del farmaco Zelnorm. In Europa il fatturato è progredito dell'8% in valute locali, in Giappone del 6%, in America Latina dell'8% e negli altri paesi del 19%. Complessivamente i farmaci oncologici hanno registrato un volume d'affari di 4 miliardi di dollari (+14% in valute locali), di cui 1,8 miliardi (+17%) generati dal Glivec.
Il comparto dei medicinali anti-ipertensivi ha contribuito al giro d'affari con 3,3 miliardi (+3%).
La divisione
vaccini e diagnostica, costituita dopo l'acquisto nell'aprile 2006 della Chiron, ha annunciato un aumento delle vendite del 15% in valute locali (a 602 milioni di dollari). La Sandoz, divisione che riunisce i medicinali generici, ha realizzato ricavi per 3,85 miliardi di dollari, in aumento del 2% in valute locali. La divisione "consumer health", che raggruppa fra l'altro i medicinali in vendita libera, ha segnato un volume d'affari di 2,99 miliardi di dollari (+4% in valute locali).
Novartis ottiene 486 milioni di dollari per "ricerca" su influenza.
CH, BASILEA, 15 Gen., 2009 (AWP/ats) Il ministero della sanità americano assegna a Novartis 486 milioni di dollari da utilizzare per la ricerca sull'influenza. Con questi mezzi il gruppo farmaceutico basilese potrà condurre per otto anni ricerche per la produzione di
vaccini.
Novartis potrà pianificare e costruire nella Carolina del Nord (USA) nuovi impianti di produzione per
vaccini su base cellulare.
Le fabbriche di Holly Springs dovranno essere in grado di produrre 150 milioni di dosi di vaccino nel giro di sei mesi e creare così una scorta in vista di possibili pandemie. Entro il 2012 Holly Springs offrirà 300 posti di lavoro, si legge in una nota diffusa oggi da Novartis. Dal 2012 il gruppo renano vuole produrre in maniera commerciale
vaccini per pandemie e influenza.
Tratto da: swissinfo.ch

Questo grazie anche alle subdole campagne di Terrorismo mediatico che procurano  PAURA  nelle popolazioni del mondo quando si effettuano ogni anno le campagne promozionali per le false epidemie e/o le pandemie,
vedi: Sars, Influenza aviaria, Suina,  ecc.

Novartis: documentario integrale andato in onda sulla Tv svizzera (17 ottobre 2019) in lingua italiana RSI sullo scandalo corruzioni
nei confronti di medici e politici di questa aazienda. Falò, “La Strategia” 

https://www.rsi.ch/play/tv/falo/video/la-strategia-il-caso-novartis?id=12312357
https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/10/17/novartis-corrotti-decine-di-migliaia-di-medici-per-prescrivere-farmaci-inutili-alla-tv-svizzera-la-testimonianza-di-tre-ex-manager/5519934/

Novartis Confirms Patient Died After Starting Gilenya
December 13, 2011 - By Naomi Kresge (Corrects identity of analyst in third, fourth, fifth paragraphs of story published yesterday.) - Dec. 12. 2011 (Bloomberg)
Novartis AG said a multiple sclerosis patient died on Nov. 23 after starting treatment with Gilenya, the first pill approved to treat the debilitating neurological disease.
Whether Gilenya played a role in the patient’s death can’t be excluded or confirmed, Eric Althoff, a spokesman for the Basel, Switzerland-based drugmaker, said today in an e-mailed statement.
The death is the first reported within 24 hours of the first Gilenya dose in more than 28,000 patients who have taken the drug, Althoff said.
Gilenya was approved in the U.S. last year and cleared for sale in Europe in March.
It’s among the products Novartis is depending on to boost sales as patents start to expire on the company’s best-selling drugs, including the hypertension pill Diovan. It’s not clear yet how a single death might affect doctors’ cost-benefit analysis of the drug, Tim Anderson, an analyst for Sanford C. Bernstein Ltd., wrote in a note to investors today.
“In the case of MS drugs, there is often significant safety baggage of different sorts,” Anderson wrote. He rates Novartis’s shares “outperform” and estimates that by 2015 Gilenya sales will reach $1.4 billion, about 2 percent of the Swiss company’s revenue. The exact cause of the death hasn’t been established,
Novartis said. Sudden death “smacks of being cardiovascular in nature,” Anderson wrote, adding that the possibility of a temporary slowdown in heart rate after patients start treatment with Gilenya is part of the reason for a recommendation for monitoring in a doctor’s office after treatment begins.
The patient who died had begun treatment on Nov. 22 and had been monitored “without incident” for six hours after taking the first dose, Althoff said.
Novartis said it has sent details of the case to the U.S. Food and Drug Administration and other regulatory authorities.
--With assistance from Makiko Kitamura in London. Editors: Kristen Hallam, Marthe Fourcade
To contact the reporter on this story: Naomi Kresge in Berlin at nkresge@bloomberg.net
To contact the editor responsible for this story: Naomi Kresge at nkresge@bloomberg.net
Tratto da: businessweek.com

Traduzione:
Novartis conferma che paziente è morto dopo l'avvio del farmaco “fingolimod” - 13 Dic. 2011 - (Bloomberg)
Novartis AG, ha detto che un paziente sclerosi multipla è morto il 23 novembre dopo aver iniziato il trattamento con Fingolimod, la prima pillola approvato per il trattamento della malattia neurologica invalidante (SLA).
Sia che Fingolimod ha avuto un ruolo nella morte del paziente, non può essere escluso o confermato, Eric Althoff, portavoce del, Basilea Svizzera-based casa farmaceutica, ha detto oggi in una e-mail informativa.
La morte è il primo segnalato entro 24 ore dalla prima dose Fingolimod in oltre 28.000 pazienti che hanno assunto il farmaco, ha detto Althoff. Fingolimod è stato approvato negli Stati Uniti l'anno scorso e liquidati in vendita in Europa a marzo.
E 'tra i prodotti di Novartis è in commercio e con funzione per aumentare le vendite siccome i brevetti iniziano a scadere sulla società best-seller di farmaci, tra cui il Diovan pillola ipertensione.
Non è ancora chiaro come un decesso, potrebbe influenzare i medici sulle “analisi costi-benefici” del farmaco, dice Tim Anderson, analista di Sanford C. Bernstein Ltd., il quale ha scritto in una nota agli investitori della societa’ di oggi. Anderson ha scritto:
"Nel caso di farmaci MS, vi è spesso notevole bagaglio di sicurezza di vario genere,".
Ai tassi attuali di Novartis per le sue azioni di "outperform", si stima che entro il 2015 le vendite raggiungeranno Fingolimod $ 1,4 miliardi, circa il 2 per cento del fatturato della società svizzera. Novartis ha detto: “La causa esatta della morte non è stata stabilita, la morte Anderson ha scritto, aggiungendo che la possibilità di un temporaneo rallentamento della frequenza cardiaca dopo che i pazienti iniziano il trattamento con Fingolimod, è parte del motivo della raccomandazione per iniziare il monitoraggio in uno studio medico dopo il trattamento.
Il paziente deceduto aveva iniziato il trattamento il 22 novembre ed era stato controllato "senza incidenti" per sei ore dopo l'assunzione della prima dose, ha detto Althoff.
Novartis ha annunciato di aver inviato i dettagli del caso alla US Food and Drug Administration e di altre autorità di regolamentazione.

Scandalo Novartis: milioni di tangenti e i farmacisti diventano venditori - 25/04/2013
Gli interessi delle case farmaceutiche contro il diritto alla salute dei cittadini. Una dicotomia profonda che in questi giorni torna nuovamente alla ribalta a seguito della denuncia in sede civile inoltrata dal governo degli Stati Uniti contro la multinazionale dei farmaci Novartis.
L'accusa è pesante: dal 2005 la casa farmaceutica avrebbe pagato milioni e milioni di dollari ad almeno 20 farmacie statunitensi per incentivare la diffusione del farmaco Myfortic, un immunosoppressore utilizzato dai pazienti che hanno subito un trapianto di reni per ridurre il rischio di rigetto. 
Secondo quanto riferisce il Dipartimento della Giustizia Statunitense, le presunte tangenti sarebbero state recapitate a farmacisti compiacenti attraverso falsi sconti e promozioni. In cambio le farmacie consigliavano ai loro pazienti di utilizzare MyFortic al posto di un altro farmaco concorrente, in realtà ugualmente efficace ma meno costoso.
Secondo l'accusa, le farmacie in questione non avrebbero mai rivelato ai loro pazienti dei benefici economici che ricevevano dalla Novaris, spacciando invece i propri consigli come giudizi imparziali e professionali.
In questo modo la Novartis avrebbe contemporaneamente incentivato la vendita del farmaco e ottenuto rimborsi pubblici da milioni di dollari derivanti dai programmi Medicare e Medicaid violando la legge federale che vieta qualsiasi remunerazione per indurre all'acquisto di farmaci protetti da un programma sanitario federale. La casa farmaceutica rigetta tutte le accuse annunciando che si difenderà in tribunale.
Per spiegare l'intreccio di interessi che univa la Novartis alle farmacie coinvolte, il Dipartimento della Giustizia USA cita un caso emblematico: a Los Angeles per "spronare" il titolare di una farmacia a "convertire" tra i 700 e i 1000 pazienti al Myfortic, la Novartis gli avrebbe garantito  il 5% sulla vendita del farmaco assicurandogli in tal modo proventi di milioni di dollari aggiuntivi all'anno.
Il successo di questo tentativo avrebbe fatto capire alla Novartis che con questo metodo, anche pagando tangenti del 10% o del 20%, i suoi profitti sarebbero comunque aumentati. La logica era che i costi nel breve termine si sarebbero presto trasformati in guadagni nel lungo periodo. Ora il governo degli Stati Uniti, in base al False Claims Act, chiede un lauto risarcimento e anche l'FBI sta collaborando alle indagini insieme alla procura distrettuale di New York.
La denuncia è stata depositata martedì scorso presso il Tribunale federale di Manhattan.
Il procuratore di Manhattan Preet Bharara ha dichiarato che la casa farmaceutica ha trasformato i farmacisti in venditori di uno dei suo farmaci e ha ricordato che la Novartis è recidiva essendo già stata condannata per un caso di frode meno di tre anni fa. Nel 2010, infatti, la Novartis fu costretta a pagare una multa di 422,5 milioni di dollari per aver violato le leggi sulla commercializzazione di alcuni farmaci, tra cui il Trileptal usato per  l'epilessia
By Giovanni Tortoriello
- Tratto da:  it.ibtimes.com

Grecia - 2018, lo "scandalo Novartis" travolge mezzo mondo politico - Fonte: Euronews
http://it.euronews.com/2018/02/06/grecia-lo-scandalo-novartis-travolge-mezzo-mondo-politico utm_term=Autofeed&utm_campaign=Echobox&utm_medium=Social&utm_source=Facebook#link_time=1517931073

La Novartis è nuovamente “perseguita” dai tribunali degli Stati Uniti.
www.rts.ch/info/suisse/4856025-les-etats-unis-poursuivent-novartis-pour-corruption-de-medecins.html
La società con sede a Basilea è accusata di aver corrotto i medici, con le stesse modalità con cui era stata accusata di avere corrotto alcuni farmacisti solo tre giorni prima. Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha presentato una seconda denuncia contro Novartis, per tangenti pagate dalla società a sanitari.
Il governo sta chiedendo un risarcimento economico da parte della società per aver corrotto "medici per incoraggiarli a prescrivere prodotti che sono stati oggetto di rimborso dai programmi federali di assicurazione sanitaria".
Washington accusa il gigante di Basilea per essere la causa di milioni di dollari di pagamenti effettuati dai programmi Medicare e Medicaid per prescrizioni poco corrette di farmaci.
L'accusa principale è quella di aver pagato alcuni medici per tenere conferenze su alcuni prodotti farmaceutici, tra cui Lotrel e Valturna (ipertensione) o Starlix (diabete) in occasione di eventi che erano,
secondo gli inquirenti degli Stati Uniti, null'altro che viaggi di piacere. Una nota del Dipartimento di Giustizia ha dichiarato:
"Pagamenti e cene sontuose offerti ai medici sono stati il mezzo per incoraggiarli a prescrivere prodotti Novartis".

Multa da 180.000.000 di €uri per aver creato con la Roche un cartello che ha condizionato le vendite di certi farmaci !

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

PFIZER
La multinazionale Usa ricava l'86 per cento del suo giro d'affari dai farmaci (suo è il Viagra), ma è presente anche nella salute animale (6,3 miliardi di dollari sulle vendite totali di 52,51 miliardi nel 2004). Un quinto dell'attività viene dall'anticolesterolo Lipitor, il cui brevetto è contestato dai produttori di generici. Il suo antinfiammatorio Celebrex ha le stesse caratteristiche del Vioxx (Merck), ma non è stato ritirato dal mercato.......

https://www.paginemediche.it/news-ed-eventi/farmaci-anti-artrite-efficace-contro-alzheimer-ma-pfizer-non-pubblico-dati?fbclid=IwAR1fJeF08_YiQMuH0T1xWeM_Myh3EpBz4w4hgghYFZaeTrjjnWEf5PKcPIw


La
Pfizer ha assorbito la Wyeth all'inizio del 2010

RISARCIMENTI della PFIZER 
Usa, Washington (Reuters) 02/09/2009  - Pfizer sborserà la somma record di 2,3 miliardi di dollari per sanare amichevolmente una causa intentata contro il gruppo, accusato di pubblicità ingannevole sull'analgesico Bextra, ora fuori commercio, e di irregolarità nel marketing di altri 13 vari prodotti medicinali. Lo ha annunciato il Dipartimento di Giustizia Usa.
Il primo gruppo farmaceutico del mondo ha scelto di pagare l'ingente multa dopo essere stato accusato di avere venduto medicinali a pazienti e medici a condizioni non approvate dalle autorità sanitarie.Pfizer è stata dichiarata colpevole nel 2004 in seguito a precedenti accuse di irregolari strategie di vendita e le sue pratiche di marketing sono state messe da allora sotto controllo federale.
Pfizer aveva già accantonato un onere straordinario di 2,3 miliardi di euro a fine 2008 per chiudere i contenziosi riguardanti Bextra e altri medicinali. Si tratta della più grossa somma pagata in caso di soluzione amichevole di contenziosi su medicinali.

Usa; WASHINGTON, 03.12.2006 - Pfizer blocca farmaco sperimentale dopo morti
Il colosso farmaceutico americano Pfizer ha annunciato di aver interrotto la sperimentazione più importante che stava conducendo, quella su un farmaco per le malattie cardiache che si presentava rivoluzionario nella lotta ad infarti e ictus.  La decisione è stata presa dopo che è stato rilevato un aumento del numero dei decessi nei pazienti che stavano prendendo il farmaco.
Pfizer ha acquisito Vicuron Pharmaceuticals per $ 2,13 miliardi (vaccini)
Nigeria, LAGOS, il governo chiede i danni a Pfizer per la morte di 200 bambini.
Il colosso farmaceutico è accusato di aver sperimentato un farmaco sotto la copertura di un progetto umanitario.
Nel 1996, secondo il governo nigeriano, mentre infuriava un’epidemia di meningite che fece oltre 15 mila morti, la Pfizer selezionò 200 bambini cavia da un ospedale, senza ottenere il nulla osta dai genitori.
È guerra legale tra il governo nigeriano ed il colosso farmaceutico americano Pfizer, accusato di aver sperimentato in segreto nel 1996 un farmaco su 200 bambini col pretesto di portare soccorso alle popolazioni della regione settentrionale di Kano, colpita da una gravissima epidemia di meningite e morbillo (NdR dovuta alle campagne vaccinali precedenti).
La Pfizer ha respinto oggi le accuse di «condotta non etica» all’indomani della presentazione di una denuncia da parte del governo di Abuja, che ha chiesto al gigante farmaceutico un indennizzo pari a sette miliardi di dollari.
La multinazionale americana è accusata di aver approfittato,
senza motivazioni umanitarie, di una grave epidemia di meningite e morbillo - che ha causato migliaia di morti - per testare un farmaco, il Trovan (trovafloxacina), un antibiotico orale che per la Food and drug administration americana presenta «rischi di tossicità epatica».

La Pfizer risarcisce i «bimbi di Le Carré» - Un farmaco, testato in un campo profughi nigeriano, causò 11 morti
I medici della Pfizer erano arrivati con le loro valigette cariche di medicinali nello scassatissimo ospedale per le malattie infettive della città di Kano, nel nord della Nigeria. Era il 1996 e un'epidemia di meningite stava uccidendo migliaia di persone.
La loro sembrava una missione umanitaria e quando scelsero di curare 200 bambini malati, i genitori si reputarono fortunati. Non sapevano che i loro figli stavano per sperimentare il Trovan, una nuova medicina che, nelle speranze della casa farmaceutica, sarebbe diventata l'antibiotico a largo spettro del futuro. Ma il farmaco non ebbe l'effetto sperato, tanto che il Trovan oggi non è più in commercio. Undici bambini morirono e altri rimasero sordi, ciechi o con danni permanenti al cervello. Allora il team della Pfizer fece le valigie e se ne andò dimenticando la gente malata che faceva la fila davanti al loro ufficio. Tredici anni dopo quei piccoli hanno ottenuto giustizia.
IL RISARCIMENTO - La Pfizer, qualche giorno fa, ha accettato di versare 75 milioni di dollari (56 milioni di euro) come risarcimento alle autorità locali. Una parte dei soldi (35 milioni di dollari) andrà ai familiari delle vittime e ai bambini rimasti menomati: come l'allora quattordicenne Hajara, diventata sordomuta o come Anas Mohammadu che di notte sogna di fare il soldato ma che a scuola viene soprannominato «sgorbio» perché le sue gambe sembrano fatte di pastafrolla e dalla sua bocca esce di continuo della bava. Altri 30 milioni saranno usati per ristrutturare l'ospedale delle malattie infettive e il resto servirà a coprire le spese legali sostenute dallo Stato di Kano nei vari procedimenti.
DUE AVVOCATI «QUALUNQUE» - A piegare il colosso farmaceutico sono stati due avvocati qualunque: il giovane nigeriano Etigwe Uwo e il divorzista del Connecticut Richard P. Altschuler. Insieme hanno rappresentato gli interessi delle famiglie africane danneggiate in una causa collettiva che non ha precedenti nella storia. Dapprima la Pfizer ha negato con forza ogni accusa.
Quei bambini, ha sostenuto, non sono stati danneggiati dalla medicina ma dalla meningite che, in quel periodo, ha ucciso 11mila persone. Ma i genitori sapevano ? Il governo nigeriano ha dimostrato di no. «L'esperimento - è stata la conclusione di una commissione di esperti - era illegale e non autorizzato. Un chiaro caso di sfruttamento dell'ignoranza». Nonostante il risarcimento Uwo e Altschuler continueranno la loro causa negli Stati Uniti.
La loro tenacia ha ispirato il romanzo di John Le Carré The Constant Gardener. «Paragonata alla realtà - disse poi lo scrittore - la mia storia è banale come una cartolina».  By Monica Ricci Sargentini - 07 aprile 2009 - Tratto da: ilcorriere.it

Oltre ai gravissimi danni causati alle piccole vittime, l’episodio gettò nel panico la popolazione nigeriana che, temendo di essere utilizzata come cavia,
disertò negli anni successivi numerose campagne di vaccinazione, fra cui quella per la poliomielite condotta dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms).
La vicenda fece molto scalpore e ispirò un romanzo di John Le Carrè, da cui venne tratto nel 2005 il film "The Constant Gardner".
La prima udienza del processo, che vede sul banco degli imputati la Pfizer International Ltd, multinazionale americana, la sua partner nigeriana e altri soggetti non meglio precisati che sperimentarono materialmente sui bimbi il Trovan, è stata fissata per il 26 giugno prossimo.
Il 20 maggio scorso, lo stato settentrionale di Kano, dove la Pfizer ha uno stabilimento, ha presentato un’altra denuncia penale contro la Pfizer chiedendo un risarcimento di 2,7 miliardi di dollari per «avere segretamente utilizzato dei bambini come cavie con il pretesto di aiuti umanitari».
Nelle azioni legali presentate ieri alla Corte suprema federale, il governo nigeriano afferma che 11 dei 200 bambini usati come cavie sono morti e molti dei sopravissuti hanno subito danni gravissimi (lesioni cerebrali, cecità sordità, paralisi). «La Pfizer non ha mai detto di voler sperimentare un farmaco o di voler eseguire dei test clinici sulla popolazione ma ha sempre sostenuto di voler portare aiuto umanitario», si legge nella denuncia del governo nigeriano.
Il colosso farmaceutico ha respinto invece tutte le accuse, sostenendo che il medicinale «ha salvato molte vite» e che le autorità locali erano al corrente della sperimentazione. «Pfizer ha sempre agito nell’interesse dei bambini, impiegando le migliori conoscenze mediche», precisa in un comunicato la casa farmaceutica, che sostiene anche di aver ottenuto dai genitori dei bambini nigeriani le necessarie autorizzazioni.
«A quell’epoca, la trovafloxacina era nella sua ultima fase di sviluppo ed era già stata somministrata a 5.000 pazienti», sottolinea la Pfizer. Il rappresentante del colosso farmaceutico in Nigeria, Nogzi Edozien, ha affermato di «avere fiducia nella magistratura nigeriana» e si è detto certo che l’azienda uscirà pulita dalla vicenda giudiziaria……
Tratto da: La Stampa
Usa, la compagnia Pfizer a giudizio per i vaccini e farmaci per la meningite venduti in Nigeria
Nel 1996 l'azienda distribuì il farmaco Trovan che ha causato la morte di 11 bambini, cecità, malformazioni e paralisi
La Corte suprema nordamericana ha autorizzato il processo contro la Pfizer, azienda responsabile della diffusione del farmaco Trovan in Nigeria durante l'epidemia di meningite nel 1996 (avvenute DOPO le campagne di vaccinazioni dell'OMS).
10 Maggio 2006
Il Washington Post ha riportato le dichiarazioni di esperti medici nigeriani che hanno accusato la multinazionale farmaceutica americana Pfizer di aver sperimentato in modo illegale l’antibiotico Trovan (Trovafloxacina) sui bambini nigeriani affetti da gravi infezioni cerebrali.
L’esperimento è avvenuto nel 1996 a Kano, in Nigeria.
Secondo l’accusa, Pfizer non avrebbe ottenuto l’autorizzazione del Ministero della Sanità della Nigeria (il documento ritrovato sarebbe un falso) e non esiste documentazione di assenso da parte delle famiglie.
Appena dopo 1 mese dalla commercializzazione negli Stati Uniti, l’FDA ha iniziato a ricevere segnalazioni di pazienti che hanno sperimentato gravi reazioni epatiche in associazione all’uso del prodotto.
Nel giugno 1998, l’FDA ha modificato la scheda tecnica di Trovan, inserendo un warning sulla tossicità epatica del farmaco.
L’FDA ha ricevuto più di 100 segnalazioni di tossicità epatica clinicamente sintomatica tra i pazienti che hanno assunto Trovan.
Alcuni di questi pazienti hanno sviluppato grave danno epatico, che ha portato a trapianto di fegato e/o a morte.
Secondo l’FDA, il rischio di insufficienza epatica associata a Trovan non sembra prevedibile.
Infatti, la tossicità epatica è stata riportata sia per esposizioni al farmaco di breve durata ( appena 2 giorni ) che per esposizioni più prolungate.
Pertanto, l’efficacia del monitoraggio della funzionalità epatica è dubbio.
L’impiego di Trovan per più di 2 settimane sembra essere associato ad un aumentato rischio di insufficienza epatica acuta, ed il suo uso è sconsigliato.
L’insufficienza epatica è stata anche riportata dopo ri-esposizione a Trovan.
Nonostante ciò, l’FDA non ha ritenuto opportuno vietare la commercializzazione del prodotto.
Fonte: 1) Washington Post, 2006  + 2) FDA, 2006


Il farmaco ha causato la morte di 11 bambini, la cecità, malformazioni e paralisi. La compagnia farmaceutica nega l'accusa e ha dichiarato che la somministrazione del Trovan ha allungato le speranze di vita dei bambini che l'hanno assunto. L'epidemia di meningite ha ucciso 12 mila bambini nigeriani  (dopo le campagne vaccinali dell'OMS).
La decisione della Corte suprema contraddice la precedente sentenza federale che impediva lo svolgimento del processo contro la Pfzer. Secondo il nuovo verdetto, la Pfizer non aveva opportunamente spiegato gli effetti collaterali del farmaco. La Corte suprema ha stabilito che le famiglie dei bambini che hanno subito dei danni potranno appellarsi all'Alien Tort Statute. Questa norma consente agli stranieri di chiedere ricompense economiche negli Stati Uniti in casi di violazione del diritto internazionale.
Gli avvocati della Pfizer ritengono che il processo dovrebbe svolgersi in Nigeria e tenteranno di ottenerne lo spostamento. Finora, la compagnia ha pagato 75 milioni di dollari al governo nigeriano come risarcimento per i danni arrecati. Il farmaco Trovan, attualmente, viene somministrato soltanto agli adulti negli Stati Uniti. In Europa è bandito dal 1999 perché ha provocato numerosi casi di insufficienza renale.- Tratto da:
 http://it.peacereporter.net/articolo/22817/Usa,+la+compagnia+Pfizer+a+giudizio+per+i+vaccini+contro+la+meningite+venduti+in+Nigeria

10 milioni di prescrizioni
I $ 2,3 miliardi di multe e sanzioni pagate per il marketing di Pfizer Bextra e di tre altri farmaci, citati nel motivo  di accordo del 2 settembre per usi off-label; l’importo e’ appena il 14 per cento dei suoi 16,8 miliardi dollari in ricavi da vendita di tali farmaci dal 2001 al 2008.
Il totale di 2,75 miliardi dollari Pfizer che ha pagato per le sanzioni in off-label, dal 2004 è un poco più dell'1 per cento del fatturato della società di 245 miliardi dollari dal 2004-2008.


Il Viagra potrebbe mettere a rischio la fertilità maschile - Londra, Gran Bretagna Mar. 2008
E' l'allarme lanciato da alcuni ricercatori sulle pagine del domenicale britannico The Observer. Secondo un'altra ricerca, condotta da David Glee della Queen’s University Belfast, il farmaco-anti-impotenza danneggerebbe lo sperma.
L'esperto, ginecologo e specialista all'università inglese, ha pubblicato il suo studio sulla rivista Fertility and Sterility, in cui sostiene non solo che il Viagra altererebbe lo sperma, ma anche che impedirebbe agli uomini di mettere al mondo dei figli.
Glenn ha effettuato un esperimento su alcuni volontari a cui sono stati prelevati campioni di sperma....
Tratto da: http://www.scienze.tv/node/2965

Gli effetti collaterali del Viagra che più frequentemente si presentano nella terapia con sildenafil sono: congestione nasale, dispepsia, diarrea, cefalea, vomito, vampate, priapismo. Sono state riportate anche alterazioni del visus con disturbi nella discriminazione dei colori (probabilmente per inibizione della 5PDE retinica che sembra avere un ruolo importante in questo fenomeno). Per lo più questi effetti collaterali sembrano essere dose dipendenti. L'uso del sildenafil è controindicato in tutte quelle persone che effettuano terapie a base di nitrati in quanto è in grado di potenziare l'azione dell'ossido nitrico (il sildenafil venne studiato all'inizio come farmaco antianginoso e solo successivamente gli studi clinici dimostrarono l'azione per cui è attualmente utilizzato).
Il farmaco è controindicato in persone con malattie cardiovascolari, con modificazioni anatomiche patologiche del pene (o con altre patologie che possono comportare un'erezione prolungata), con disfunzioni epatiche o renali. Precedentemente vi fu un ampio dibattito sulla pericolosità del Sildenafil sul sistema cardiovascolare a seguito della segnalazione di decessi in persone in terapia con questo farmaco, sebbene non fosse possibile stabilire per tutte un nesso causativo tra l'evento avverso ed il medicinale. Gli studi valutativi successivi non hanno evidenziato un aumento di decessi da cause cardiovascolari in persone facenti uso di sildenafil. Attualmente, si tende a considerare il sidenafil sicuro per quanto riguarda il sistema cardiovascolare. Tuttavia, persone con patologie a questo livello debbano effettuare uno screening valutativo molto accorto.
Tratto da: it.wikipedia.org
Sensazionale acquisizione di Wyeth da parte della più grande società farmaceutica al mondo, la Pfizer.

Pur di rafforzare il proprio business nel settore dei vaccini, a dispetto della difficile situazione di crisi, la prima società al mondo in questo campo è disposta a investire 68 miliardi di dollari.

9 novembre (Bloomberg) - procuratore Michael Loucks ricorda chiaramente quando gli avvocati di Pfizer Inc. , la più grande azienda del mondo della droga, guardò attraverso il tavolo e ha promesso che non avrebbe infranto la legge di nuovo.
Era il gennaio del 2004, e gli avvocati stavano negoziando in una sala conferenze al nono piano del tribunale federale di Boston, dove Loucks era a capo della cura frode unità-sanitarie del US Attorney's Office .
Una delle unità di Pfizer ha spinto i medici a prescrivere un farmaco oer l’epilessia chiamato Neurontin per usi che la Food and Drug Administration non aveva mai approvato.
In accordo alla fine gli avvocati martellato, l'unità di Pfizer, Warner-Lambert, dichiarato colpevole di due capi reato di commercializzazione di un farmaco per usi non approvati.
New York-based Pfizer ha accettato di pagare 430 milioni dollari in multe e sanzioni penali civile, e gli avvocati della società assicurato Loucks e altri tre procuratori che Pfizer e la sua unità avrebbe smesso di promuovere i farmaci per scopi non autorizzati.
Che Loucks, che ora agisce avvocato americano di Boston, non sapevo fino a quando anni dopo è stato che i manager di Pfizer sono stati rottura che si impegnano a non praticare il cosiddetto marketing off-label anche prima che si asciugasse l'inchiostro sulla loro motivo.
La mattina del 2 settembre 2009, un altro gruppo Pfizer, Pharmacia & Upjohn, ha accettato di dichiararsi colpevole per lo stesso reato.
Questa volta, i dirigenti della Pfizer era stato istruire più di 100 venditori a promuovere Bextra, un farmaco approvato solo per il sollievo di artrite e disturbi mestruali, per il trattamento di dolori acuti di ogni genere.

Record Fine Alta
Per questa nuova fellonia, Pfizer pagato la multa più grande criminale nella storia degli Stati Uniti: 1,19 miliardi dollari.
Il giorno stesso, pagato $ 1 miliardo per risolvere le cause civili che coinvolgono la promozione off-label di Bextra e di tre altri farmaci con gli Stati Uniti e 49 stati.
"Al tempo stesso è stato Pfizer presso la nostra sede di negoziato e di risolvere le accuse di condotta criminale nel 2004, Pfizer stessa era nelle sue operazioni di altri violare le leggi stesse," Loucks, 54, dice. "Hanno ripetutamente commercializzato farmaci per le cose che sapevano di non poter dimostrare l'efficacia, per questo è chiaramente criminale ".
Le sanzioni Pfizer pagato quest'anno per la promozione Bextra off-label sono stati l'ultimo capitolo nella storia ottenebrati del farmaco. La FDA ha trovato Bextra di essere così pericoloso che Pfizer ha ritirato fuori dal mercato per tutti gli usi nel 2005.


Questo succede grazie anche alle subdole campagne di Terrorismo mediatico che procurano  PAURA  nelle popolazioni del mondo quando si effettuano ogni anno le campagne promozionali per le false epidemie e/o le pandemie, cio' in tutto il mondo.
vedi: Sars, Influenza aviaria, Suina,  ecc.

ARSENICO nei POLLI da Carne - USA - ottobre 2011
La Food & Drug Administration degli Stati Uniti ha finalmente ammesso che nelle fabbriche di allevamento, la carne di pollo venduta, contiene arsenico, una sostanza chimica tossica cancerogena che in alte dosi può essere fatale. Potrebbe sembrare incredibile ma non è una coincidenza. L’arsenico viene aggiunto al mangime dei polli a livello internazionale.
La ricerca sul FDA ha dimostrato che l’arsenico presente nel mangime dei polli finisce nella carne che infine viene  ingerita dagli umani.
Per la maggior parte degli ultimi 60 anni, i consumatori dagli Stati Uniti hanno consumato carne di pollo contaminata da arsenico.
Ma prima della pubblicazione dello studio della FDA, l’industria del pollame ha negato con veemenza che l’arsenico è stato aggiunto al cibo dei polli. Essi affermano che l’arsenico è solamente il prodotto della digestione dei polli stessi ed è rilasciato tranquillamente nelle feci.
Ma non c’è nessuna prova scientifica a base di questa affermazione, rendendo le loro richieste ancora peggiori. Questa storia si è divulgata sempre più rapidamente;  la Roxarsone, produttore di cibo per polli, rapidamente ha ritirato i suoi prodotti dagli scaffali dopo che è stato rilasciato questo studio.
Ma che cosa è la Roxarsone ? La Roxarsone è subordinata alla Pzifer,chiamata Alpharma LLC.
Quindi la Pzifer, la grande casa farmaceutica, ha messo deliberatamente arsenico cancerogeno nel cibo per polli e quindi nei nostri corpi.

Italy - Consiglio di Stato dà ragione a AssoGenerici, confermata multa a Pfizer – 17 Gen. 2014
Si chiude con una sentenza a favore di AssoGenerici la vicenda che ha visto l’associazione contrapporsi alla Multinazionale Pfizer. Al centro della contesa, durata quattro anni, è stato lo latanoprost, farmaco Pfizer indicato per ridurre la pressione intraoculare. Il brevetto è scaduto nel settembre 2009 ma, secondo l’istruttoria avviata dall'Antitrust, la multinazionale ha ritardato l'ingresso sul mercato dei farmaci generici, commettendo un «grave illecito concorrenziale».
In seguito alla denuncia di Ratiopharm Italia, azienda interessata alla produzione del generico, prese l’avvio una battaglia legale che portò, nel gennaio di due anni fa, a una multa di 10,6 milioni comminata a Pfizer per abuso di posizione dominante.
Una sentenza del Tar Lazio ribaltò la decisione dell'Antitrust, che però è stata infine riconfermata dalla sezione sesta del Consiglio di Stato, il cui dispositivo è stato reso noto il 15 gennaio scorso.
Soddisfatto per il risultato, importante per AssoGenerici e il comparto industriale che rappresenta, il presidente dell’associazione Enrique Häusermannammonisce a una riflessione sull’utilizzo distorto del sistema di tutela brevettuale: «a causa di una normativa nazionale non chiara, è stato possibile attuare tattiche dilatorie che hanno ritardato l’apertura alla concorrenza, da tempo denunciate anche da un’indagine conoscitiva della Commissione europea.
Tutto questo, oltre al danno per le aziende del nostro comparto, si è tradotto in un mancato risparmio per il Servizio sanitario – e quindi per tutti i cittadini – accertato dall’Antitrust in 14 milioni di euro».
Secondo Häusermann, è necessario allineare immediatamente la normativa italiana a quella europea: «il primo nodo da affrontare è l’eliminazione di quelle norme che, vincolando le procedure autorizzative per i farmaci equivalenti alla risoluzione di controversie su presunte violazioni della proprietà industriale e commerciale, determinano un ritardo all’ingresso nel mercato pregiudizievole per la concorrenza».
By Renato Torlaschi – Tratto da: doctor33.it

Pfizer e Allergan PLC hanno raggiunto l'accordo per una fusione storica, valutata in oltre 150 miliardi di dollari, che porterà alla formazione del più grande produttore di farmaci del mondo per volume di vendite. I consigli di amministrazione delle due aziende hanno ratificato nella giornata di domenica 22 novembre 2015, l'intesa che, secondo quanto trapelato alla stampa, prevede che Pfizer pagherà con 11,3 delle proprie azioni ciascuna delle azioni Allergan, oltra a una quota in contante che però dovrebbe rappresentare meno del 10% del valore complessivo della fusione.
L'accordo assegna agli investitori un premio di circa il 27% rispetto al valore che le azioni Allergan avevano il 28 ottobre scorso ma anche gli azionisti Pfizer avrebbero un piccolo premio cash.
L'amministratore delegato di Pfizer, Ian Read, guiderà la nuova azienda, mentre il numero due sarà il suo omologo di Allergan, Brent Saunders. Read ha aspramente criticato il sistema fiscale statunitense che porrebbe le aziende Usa in svantaggio rispetto agli altri competitor che si muovono sullo scacchiere mondiale; il quartier generale della nuova società sarà così ubicato in Irlanda (dove ha sede l'Allergan), il cui sistema fiscale prevede una tassazione più favorevole.
La combinazione delle produzioni delle due aziende creerà un colosso del mercato farmaceutico che immetterà sul mercato alcuni tra i farmaci più venduti al mondo, tra cui il vaccino contro la polmonite di Pfizer e il trattamento antirughe della Allergan.
L'ammontare complessivo delle vendite dovrebbe superare il 60 miliardi di dollari all'anno, dato che nel 2014 Actavis, che aveva acquistato Allergan prendendone il nome, aveva raggiunto i 13 miliardi, mentre le vendite di Pfizer erano ammontate a circa 50 miliardi.
Si prevede che Pfizer trarrà beneficio dalla più rapida crescita della più piccola Allergan, dovuta particolarmente al Botox e agli altri prodotti destinati alla medicina estetica, che dominano un mercato destinato, secondo la stessa Allergan, a raddoppiare entro il 2020.


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

PROCTER & GAMBLE (P&G) è un complesso industriale di beni di consumo con sede a Cincinnati, Ohio (USA).
Procter & Gamble, nata nel 1837, è una multinazionale leader nel settore della ricerca, della produzione e della commercializzazione di beni di largo consumo: farmaci, igiene e prodotti di bellezza, drogheria, casalinghi detergenti.
Nell'esercizio 2005/2006, con circa 110.000 lavoratori, l'impresa ha realizzato un utile netto di 8,7 miliardi USD, con un fatturato di 68,2 miliardi USD. Il reddito dalle vendite è pari al 12,8% del totale.
Fatturato: $ 68,220 miliardi USD (2006)

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

SANOFI - AVENTIS
Gruppo farmaceutico francese creato nel 2004 dalla fusione di Sanofi-Synthélabo e di Aventis.
Sanofi era a sua volta il risultato della fusione delle filiali farmaceutiche dei gruppi  l'Oréal (Synthélabo) e Total. Aventis era il frutto di molteplici fusioni che comprendevano gruppi francesi (Rhône-Poulenc e Roussel-Uclaf), tedeschi (Hoechst), americani (Rorer, Marion) e inglesi (Fisons).
Attualmente Sanofi Aventis è il numero 1 in Europa e il numero 3 mondiale dell'industria farmaceutica, dopo Pfizer e GlaxoSmithKline, e prima della svizzera Novartis.
Il gruppo è concentrato su sette assi terapeutici principali: cardiovascolare, trombosi, sistema nervoso centrale, oncologia, malattie metaboliche, medicina interna e vaccini.
Francia - 13/06/08  Les Echos online, Herald Tribune - Sospeso vaccino di Sanofi Pasteur MSD:
Le autorita' sanitarie francesi hanno sospeso, temporaneamente, la distribuzione del vaccino DTPolio (difterite, tetano, polio) in seguito ad un aumento significativo di segnalazioni di reazioni allergiche dall'inizio dell'anno; la Sanofi ha immediatamente ritirato i lotti immessi sul mercato per misura "precauzionale",... cosi hanno detto i dirigenti della Sanofi.

La società, che realizza il 95 per cento del suo giro d'affari con i farmaci senza prescrizione, tenta di diversificarsi con i generici, con il marchio Winthrop. Sanofi-Aventis ha un portafoglio di 2.650 farmaci, il doppio di Pfizer: nel gruppo americano l'80 per cento delle vendite viene da una ventina di prodotti, Sanofi arriva a questa percentuale con 64 farmaci.
Sanofi-aventis chiude causa per frode: Usa, Sanofi-Aventis paga 190 milioni di dollari per chiudere una causa per frode.
Il Dipartimento della Giustizia l'accusava di aver gonfiato i costi del farmaco Anzemet.
La multinazionale farmaceutica francese Sanofi-Aventis ha patteggiato con il Dipartimento della Giustizia statunitense il pagamento di oltre 190 milioni di dollari, per chiudere una causa per frode.
La vicenda riguardava Aventis, prima della sua fusione con Sanofi, e aveva al centro il farmaco Anzemet, indicato per combattere la nausea e il vomito nei pazienti sottoposti a chemioterapia.
Aventis, che ha patteggiato senza ammettere alcuna responsabilità, era accusata di aver gonfiato in modo fraudolento ed esagerato il prezzo medio all'ingrosso del farmaco comunicato alle autorità, rispetto a quello praticato sul mercato, al fine di ottenere maggiori rimborsi dai programmi sanitari federali per i poveri e gli anziani. I fatti si riferivano al periodo 1997-2004.
La denuncia, al pari di altre, è stata resa possibile da quanto svelato da Ven-A-Care, una piccola società che effettua infusioni mediche. Ven-A-Care sta sfruttando la norma statunitense che compensa coloro che svelano truffe di questo tipo, assicurando loro una percentuale, tra il 15 e il 25 per cento, di quanto sarà pagato dagli accusati, in caso di condanna.
Nell'ambito del patteggiamento con Sanofi-Aventis, a Ven-A-Care spetteranno 32 milioni di dollari.
Il Rimonabant (noto in commercio come Acomplia) è un farmaco prodotto da uno dei giganti di Big Pharma (la Sanofi-Aventis), che ne ha diffuso a gran voce le supposte straordinarie virtù a scopi pubblicitari: il farmaco infatti fa perdere peso facilmente e, addirittura, aiuterebbe a smettere  di fumare senza fatica.
Da tempo però è stato osservato che questo farmaco induce con allarmante frequenza, nei pazienti che ne fanno uso, idee suicidali, spesso portate a compimento.
Di conseguenza una commissione di esperti ne ha sconsigliato l'approvazione da parte della FDA - Food and Drug Administration, l'agenzia federale americana responsabile, tra l'altro, del controllo dei farmaci e dei loro danni collaterali.
La FDA potrà seguire il consiglio o ignorarlo. E sono già iniziate le fortissime pressioni della casa produttrice, che come avviene normalmente in questi casi minimizza il problema, proponendo di aggirarlo così: prescrivere il farmaco solo a chi non ha tendenze depressive. E se gli venissero dopo ?
Non possiamo, di fronte alla sistematica ricerca di farmaci per l'obesità non ricordare che la corsa rimane uno dei "farmaci naturali" più attivi per calare di peso, aumentare il metabolismo, e controllare la depressione, anziché farla venire.
Fonte: Redazione Eurosalus.
Profitti in salute per Sanofi-Aventis (Teleborsa) - Roma, 29 apr 2009  - Il gruppo farmaceutico Sanofi-Aventis ha archiviato il primo trimestre dell'anno con dei buoni risultati. L'utile netto ha evidenziato una crescita del 15,7% a 2,178 miliardi di euro mentre i ricavi hanno registrato un aumento del 2,5% a 7,107 miliardi. L'incremento delle vendite è stato guidato soprattutto dalla buona performance dei farmaci Lantus; (+27,1%), Taxotere; (+8,3%), Aprovel; (+11,1%) e dei
vaccini (+9,1%).
2010 - Sanofi annuncia utili in crescita grazie a vendite
vaccini
(Teleborsa) - Roma, 29 apr 2010 - Sanofi Aventis chiude il 1° trimestre con utili netti in aumento del 9,7% a 2,43 mld di euro rispetto ai 2,21 mld dell'anno precedente, grazie alle buone vendite di
vaccini per l'influenza AH1N1 ed alle recenti acquisizioni. L'EPS si attesta a 1,86 euro dagli 1,70 euro precedenti. L'utile consolidato attribuibile agli azionisti sale a 1,71 mld dagli 1,58 mld precedenti (+8,6%), mentre l'EPS cresce a 1,31 euro dagli 1,21 euro precedenti. I ricavi sono lievitati a 7,39 mld dai 7,1 mld dell'anno prima (+3,9%).

Questo grazie anche alle subdole campagne di Terrorismo mediatico che procurano  PAURA  nelle popolazioni del mondo quando si effettuano ogni anno le campagne promozionali per le false epidemie e/o le pandemie,
vedi: Sars, Influenza aviaria, Suina,  ecc.

AVENTIS: o LA CREAZIONE di CAVIE UMANE
Umiltà e cautela non sono un caposaldo della tecnocrazia aziendale.
Date loro un nuovo giocattolo tecnologico, e saranno ansiosi di sfoggiarlo.
Date loro un nuovo giocattolo tecnologico con prospettive di arricchirli e nulla potrà fermarli.
Le prudenti considerazioni sulle conseguenze sociali, sanitarie ed ecologiche delle nuove tecnologie finiscono regolarmente accantonate.
Nessun caso illustra meglio questa consuetudine di quello riguardante l’introduzione degli organismi geneticamente modificati (OGM) nell’ambiente e, quanto di più preoccupante, negli alimenti.

I cibi "biotech" (Organismi Geneticamente Modificati = OGM) sono stati imposti al pubblico senza nemmeno sottoporli alle trafile di test richieste per gli additivi alimentari; i sostenitori del biotech assicurano al mondo che non esiste la necessità di testarli e che il cibo OGM è equivalente al cibo convenzionale.
Gli OGM sono stati inseriti nell’ambiente, malgrado la convinzione che alcuni di questi prodotti biotecnologici comporteranno cambiamenti permanenti negli ecosistemi (ad esempio, creando resistenze ai pesticidi presenti in natura) e la quasi certezza che alcuni dei prodotti biotech contamineranno le forniture di cibi convenzionali.
Le aziende alimentari e quelle delle biotecnologie hanno tentato di bloccare l’etichettatura dei cibi contenenti OGM, nella convinzione apparente che ciò che il consumatore ignora non può nuocergli - o quantomeno non può nuocere agli utili dei rivenditori di alimenti biotech, i cui profitti colerebbero sicuramente a picco se i consumatori potessero scegliere apertamente di evitare i cibi biotecnologici.
Quest’anno, in cima al mucchio delle aziende irresponsabili del settore biotecnologico, svetta la francese Aventis, produttrice del grano Cry9C venduto con il nome di StarLink.
All’inizio di quest’anno (il 2000 n.d.t.), il grano StarLink - il quale non ha ricevuto l’approvazione per il consumo umano - ha contaminato la marca di taco (sfoglia di farina gialla, tipica della cucina messicana n.d.t.) Taco Bell venduta nei negozi alimentari dalla Kraft, così come molti altri cibi.
Nel 1998, l’Agenzia per la Protezione Ambientale statunitense (EPA) ha approvato l’uso del grano StarLink (il quale è complementato con una proteina che uccide gli insetti parassiti), unicamente per l’alimentazione animale o per fini industriali non alimentari.
L’EPA ha giustificato il rifiuto dell’approvazione all’introduzione di StarLink nella distribuzione alimentare argomentando di non aver ricevuto dati soddisfacenti, atti a dimostrare l’assenza di possibili reazioni allergiche.
L’approvazione dello StarLink da parte dell’EPA poneva come condizione che Aventis informasse gli agricoltori sull’importanza critica di mantenere separati il frumento StarLink dalle altre piantagioni e di creare una zona "cuscinetto" tra gli appezzamenti coltivati con StarLink e la terra seminata con altro grano.
La contaminazione delle forniture di frumento sembra essere avvenuta in quanto agricoltori non informati non avrebbero mantenuto la necessaria zona cuscinetto, o forse perché il grano è stato mischiato nei macchinari di raccolta.
Aventis dichiara di aver correttamente informato gli agricoltori.
Gli oppositori delle biotecnologie dichiarano che la contaminazione era prevedibile e in effetti l’avevano prevista.
Aventis si è blandamente scusata per l’accaduto ma con l’aumento della pressione da parte di pubblico e aziende i cui prodotti sono stati contaminati o sono a rischio di contaminazione l’azienda, ha annunciato che procederà all’acquisto di tutto il grano StarLink, sulla base di un programma sorvegliato dal governo federale statunitense.
L’azienda ha rilasciato una dichiarazione per la quale "questa azione, responsabile e volontaria, dimostra a coltivatori e consumatori l’impegno di Aventis e delle agenzie federali nel garantire ulteriore fiducia nell’integrità delle forniture alimentari del Paese".
Ciononostante, l’obiettivo principale dell’azienda era quello di premere per la rapida approvazione dell’EPA sull’inserimento del grano StarLink nelle forniture alimentari.
Nuove prove sono state sottoposte all’agenzia di regolamentazione in ottobre, Aventis ha dichiarato di aver, "verificato che sussiste un più che adeguato margine di sicurezza del grano StarLink - anche per i gruppi di popolazione particolarmente sensibili (es. i bambini e quanti hanno un dieta che include alti livelli di consumo di frumento giallo)."
I detrattori hanno invece rilevato che il grano StarLink pone rischi allergenici i quali includono, febbre, eruzioni cutanee o diarrea e sono inoltre estremamente critici riguardo l’evidenza scientifica prodotta da Aventis per sciogliere la preoccupazione circa il rischio di allergie.
Lo scorso ottobre, Bill Freese ha parlato con l’EPA per conto di Friends of the Earth, dichiarando che Aventis ha procurato "scienza scadente, infarcita di fallimenti del tentativo di procurare dati rilevanti".
Gli errori, ha rincarato Freese, "non sono emersi da sviste minori, ma da serie infrazioni del protocollo scientifico di base; un liceale sarebbe stato bocciato per molto meno".
Molti consumatori sembrano concordare e sono almeno 44 le persone che si sono rivolte al governo americano, lamentando di essersi ammalati dopo aver mangiato cibo contaminato con StarLink
Tratto da http://www.tmcrew.org/csa/l38/multi/10worst2000aventis.htm

2017 - FILIPPINE, SANOFI deve RISARCIRE per GRAVI danni con Vaccino per Dengue, iniettato sugli umani !
http://cnnphilippines.com/news/2017/12/08/Dengvaxia-dengue-vaccine-Sanofi-refund.html

https://www.corvelva.it/it/approfondimenti/sistema-sanita/case-farmaceutiche/la-dengue-e-i-disastri-sanofi.html

SANOFI PASTEUR Msd
Bugiardino del Tripedia conferma che puo' produrre l'Autismo - Bugiardino del produttore (fonte FDA)
Nel 2011 il bugiardino del vaccino Tripedia DTaP (difterite-tetano-pertosse) della Sanofi Pasteur Msd, segnala le seguenti reazioni avverse:
"Adverse events reported during post-approval use of Tripedia vaccine include idiopathic thrombocytopenic purpura, SIDS, anaphylactic reaction, cellulitis, AUTISM, convulsion/grand mal convulsion, ENCEPHALOPATHY, hypotonia, NEUROPATHY, somnolence and apnea".
Traduzione: "Le reazioni avverse riportate durante l'uso post-approvazione del vaccino Tripedia includono purpura trombocitopenica idiopatica, SIDS, reazione anafilattica, cellulite, AUTISMO, convulsioni / convulsioni da grande male, ENCEFALOPATIA, ipotonia, NEUROPATIA, sonnolenza e apnea".
Allora come fanno i pediatri, i responsabili delle Aziende sanitarie locali, i baroni accademici, i luminari della medicina al soldo delle aziende farmaceutiche e i  filo-vaccinatori a continuare a negare l'evidenza ? Semplice malafede ? Sono in gran parte al soldo delle spietate multinazionali del crimine planetario ? Oppure sguazzano nella bieca ignoranza ?

Usa, Sanofi-Aventis paga 190 milioni di dollari per chiudere una causa per frode.
Il Dipartimento della Giustizia l'accusava di aver gonfiato i costi del farmaco Anzemet.
La multinazionale farmaceutica francese Sanofi-Aventis ha patteggiato con il Dipartimento della Giustizia statunitense il pagamento di oltre 190 milioni di dollari, per chiudere una causa per frode.
La vicenda riguardava Aventis, prima della sua fusione con Sanofi, e aveva al centro il farmaco Anzemet, indicato per combattere la nausea e il vomito nei pazienti sottoposti a chemioterapia.
Aventis, che ha patteggiato senza ammettere alcuna responsabilità, era accusata di aver gonfiato in modo fraudolento ed esagerato il prezzo medio all'ingrosso del farmaco comunicato alle autorità, rispetto a quello praticato sul mercato, al fine di ottenere maggiori rimborsi dai programmi sanitari federali per i poveri e gli anziani. I fatti si riferivano al periodo 1997-2004.
La denuncia, al pari di altre, è stata resa possibile da quanto svelato da Ven-A-Care, una piccola società che effettua infusioni mediche. Ven-A-Care sta sfruttando la norma statunitense che compensa coloro che svelano truffe di questo tipo, assicurando loro una percentuale, tra il 15 e il 25 per cento, di quanto sarà pagato dagli accusati, in caso di condanna.
Nell'ambito del patteggiamento con Sanofi-Aventis, a Ven-A-Care spetteranno 32 milioni di dollari.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

SCHERING PLOUGH e' entrata  nel gruppo di “Big Pharma"
Vaccini e non solo nella nutrita pipeline della Schering Plough, multinazionale con sede nel New Jersey da 50mila dipendenti in tutto il mondo  (in Italia con due stabilimenti a Lodi e Aprilia), 10,6 miliardi di dollari di fatturato nel 2006 (9,7 nel primo semestre 2007) e 1,1 di utile netto.
Ora la società è diventata più europea acquisendo per 13 miliardi di euro l’olandese Organon Biosciences (terzo maggior takeover del settore appena dopo ScheringBayer e MerckSerono), che porta in dote 3,4 miliardi di fatturato.
I prodotti Intervet, comprendono Nobivac, una gamma di
vaccini per i cani, il vermifugo Panacur, Bovilis per i bovini, Nobilis, vaccino per il pollame.  Animal Health già opera nel trattamento di animali sia di allevamento che da compagnia, con prodotti come Nuflor, un antibiotico per bovini, suini e pesci o Finadyne destinato a bovini, cavalli e suini.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

SYNGENTA UTILE 2004 a + 124% - Il colosso dell'agro business vede in positivo anche il 2005
(ANSA) - LONDRA, 10 FEB - Syngenta, tra i principali produttori di composti chimici per l'agricoltura, ha chiuso il 2004 con un utile netto cresciuto del 124%. Il bilancio mostra una crescita dell'utile da 340 milioni di dollari del 2003 a 762 milioni del 2004.
In forte crescita anche le vendite salite dell'11% (da 6,5 miliardi di dollari del 2003 a 7,3 miliardi del 2004).
L'ebitda e' cresciuto del 18%. In forza dei risultati, i vertici di Syngenta si dicono ottimisti, almeno per il 2005 e per il 2006
.  
vedi Agricoltori suicidi

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>


WYETH - Una giuria di Philadelphia condanna la casa farmaceutica a risarcire tre milioni di dollari ad una donna colpita da tumore al seno.
La casa farmaceutica Wyeth ha perso un secondo processo, a Philadelphia, relativo agli effetti collaterali del suo farmaco Prempro, indicato per il trattamento dei sintomi della menopausa.
Wyeth è stata condannata a risarcire tre milioni di dollari ad una coppia di coniugi, in cui la donna, che oggi ha 67 anni, fu colpita da tumore al seno nel 2001, dopo che da cinque anni utilizzava il Prempro.

Wyeth Pharmaceuticals ha investito $ 300 milioni in un centro di ricerca in Sicilia (Italy) e un centro di produzione a Roma (Italy).
All'inizio del 2010 essa e' stata assorbita dalla
Pfizer
Assumono ormoni e si ammalano di cancro: risarcite tre donne.
Per la prima volta, la societa' Wyeth e' stata condannata a versare 134 milioni di dollari a tre donne colpite da cancro al seno dopo un trattamento ormonale sostitutivo.
Nel 2002, lo studio Women Health Initiative (Whi), condotto tra 16.000 donne, getto' un certo discredito sulla cura ormonale della menopausa (Ths), evidenziando un accresciuto rischio di tumore al seno, disturbi cardiovascolari e trombosi venosa. In seguito, migliaia di donne affette da cancro al seno hanno denunciato l'azienda responsabile del principale Ths.
Il 15 ottobre, un tribunale del Nevada ha condannato il gruppo farmaceutico a risarcire tre donne che, secondo il suo parere, si sono ammalate di cancro a causa del trattamento ormonale. La giuria ha ritenuto che Wyeth abbia dato prova di negligenza e inganno sia nella produzione, sia nella promozione e vendita degli ormoni.
La casa farmaceutica Wyeth è stata condannata da un tribunale di Philadelphia a risarcire 2,5 milioni di dollari a tre donne, che avevano subito danni alle valvole cardiache in seguito all’assunzione dei dietetici Pondimin e/o Redux, ritirati dal mercato nel 1997 a causa dei rischi cardiaci e polmonari connessi al loro uso.
Questa azienda farmaceutica e' stata acquisita nel 2009 dalla Pfizer.

vedi anche: Multinazionali
Commento NdR: …..il "diritto" andra' storto...per la tangente.....magari corrompendo i giudici locali….. come fanno spesso le imprese farmaceutiche da decenni in tutto il mondo…con le collusioni con…..tutti coloro (vari organi statali e non) che decidono nella sanita’ pubblica e privata…del mondo intero.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

PHARMA FICTION - 22 febbraio 2006
Fonti: Lenzer J.: Secret book deal to counter Canadian drugs exposed.
BMJ
2005; 331:1003; - Sarashon J. Stranger than fiction. The Washington Post, 20/10/2005;
www.thekarasikconspiracy.com

Intrighi, terroristi e farmaci avvelenati: questi gli ingredienti del thriller pubblicato lo scorso dicembre negli Stati Uniti che ha scatenato un putiferio (oltre a essere finito in tribunale) e che dimostra quanto la realtà, certe volte, superi la fantasia.
Forse "The Karasik conspiracy" -- questo il titolo del romanzo -- non sarà mai un bestseller, ma un primato lo detiene: è il primo libro (per quanto se ne sappia) voluto e ideato dalle case farmaceutiche statunitensi per contrastare il crescente acquisto di farmaci canadesi via internet.
Insomma, non bastavano le cene e i regali offerti ai medici per far aumentare il numero delle prescrizioni dei farmaci griffati, e neppure le centinaia di pubblicità martellanti che ogni giorno interrompono i programmi televisivi americani per convincere milioni di consumatori ad acquistare pillole su pillole.
Percorse tutte le vie più o meno lecite, la US Pharmaceutical Research and Manufactures of America (PhRMA) ha deciso di battere sentieri nuovi e inesplorati: entrare nelle case dell'americano medio sotto forma di romanzo e raccontare la storia di un gruppo di terroristi musulmani che uccide migliaia di americani avvelenando le pillole canadesi vendute a minor prezzo tramite internet.
L'obiettivo ?
Istillare nei lettori la paura e la diffidenza nei confronti dei farmaci venduti on-line e contrastare la proposta di legge che vorrebbe modificare il Medicine Equity and Drug Safety Act del 2000, eliminando la certificazione di sicurezza del Servizio sanitario statunitense per i farmaci provenienti dal Canada e, di fatto, spalancando il portone principale alle importazioni da questo paese.
La vicenda è venuta alla luce in seguito a una controversia legale tra gli autori e i finanziatori, ed ha scatenato, oltre alle reazioni sconcertate dei mass media, una lunga serie di smentite, accuse e minacce.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
 

IL FARMA CARTELLO e STRAPOTERE !
(ESSI VOGLIONO FAR CONDANNARE DALLA GIUSTIZIA,
GOVERNO SUD AFRICANO CHE SI OPPONE AL LORO STRA POTERE)

Il 5 marzo 2001 più di 40 compagnie farmaceutiche porteranno davanti a un corte di giustizia il governo sudafricano (rappresentato dal primo parlamento democratico di Nelson Mandela) per avere tentato di rendere i farmaci più abbordabili alla popolazione locale. 
Questa è la lista delle case farmaceutiche che partecipano all'azione legale contro il Governo di Pretoria:

1.THE PHARMACEUTICAL MANUFACTURERS' ASSOCIATION OF SOUTH AFRICA
2.ALCON LABORATORIES (S.A.) (PROPRIETARY) LIMITED
3.BAYER(PROPRIETARY) LIMITED
4.BRISTOL-MYERS SQUIBB (PROPRIETARY) LIMITED
5.BYK MADAUS (PROPRIETARY) LIMITED
6.ELI LILLY (SOUTH AFRICA) (PROPRIETARY) LIMITED
7.GLAXO WELLCOME (SOUTH AFRICA) (PROPRIETARY) LIMITED
8.HOECSHT MARION ROUSSEL LIMITED
9.INGELHEIM PHARMACEUTICALS (PROPRIETARY) LIMITED
10.JANSSEN-CILAG PHARMACEUTICA (PROPRIETARY) LIMITED
11.KNOLL PHARMACEUTICALS SOUTH AFRICA (PROPRIETARY) LIMITED
12.LUNDBECK SOUTH AFRICA (PROPRIETARY) LIMITED
13.MERCK (PROPRIETARY) LIMITED
14.MSD (PROPRIETARY) LIMITED
15.NOVARTIS SOUTH AFRICA (PROPRIETARY) LIMITED
16.NOVO NORDISK (PROPRIETARY) LIMITED
17.PHARMACIA & UPJOHN (PROPIETARY) LIMITED
18.RHONE-POULENC RORER SOUTH AFRICA (PROPRIETARY) LIMITED
19.ROCHE PRODUCTS (PROPRIETARY) LIMITED
20.SCHERING (PROPRIETARY) LIMITED
21.SCHERING-PLOUGH (PROPRIETARY) LIMITED
22.S.A. SCIENTIFIC PHARMACEUTICALS (PROPRIETARY) LIMITED
23.SMITHKLINE BEECHAM PHARMACEUTICALS (PROPRIETARY) LIMITED
24.UNIVERSAL PHARMACEUTICALS (PROPRIETARY) LIMITED
25.WARNER-LAMBERT S.A. (PROPRIETARY) LIMITED
26.WYETH (PROPRIETARY) LIMITED
27.XIXIA PHARMACEUTICALS (PROPRIETARY) LIMITED
28.ZENECA SOUTH AFRICA (PROPRIETARY) LIMITED
29.BAYER AG
30.BOEHRINGER-INGELHEIM INTERNATIONAL GmbH
31.BOEHRINGER-INGELHEIM KG
32.BRISTOL-MYERS SQUIBB COMPANY
33.BYK GULDEN LOMBERG CHEMISCHE FABRIK GmbH
34.DR. KARL THOMAE GmbH
35.ELI LILLY AND COMPANY
36.F. HOFFMAN-LA ROCHE AG
37.MERCK KGaA
38.MERCK & CO., INC.
39.RHONE-POULENC RORER S.A.
40.SMITHKLINE BEECHAM
41.WARNER-LAMBERT COMPANY
42.OLIVER CORNISH


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Il Business dei Vaccini e dei Farmaci +  Dittatura Sanitaria  +  BIG FARMA  -  1 + Conflitto di Interesse + Corruzione

1 - La rivista “Nature” denuncia: esperti al soldo delle ditte farmaceutiche - 04.10.2001
2 - Pieroni: Vergognosa pressione da Federfarma - 05.03.2001
3 -
Vaccini MMR: Non c'è trasparenza - 02.03.2001
4 - Farmaci - Il Business delle Sperimentazioni incontrollate - 24.01.2001
5 - Doctor and Drug Industry Relationships Questioned - 03.11.2000
6 - Prescrizioni "corrotte" medici sospesi - 03.07.2000
7 - U.S. Senate Hearings. Vaccines - conflict of interest - 15.06.2000
8 -
Vaccini che valgono oro - 10.05.2000
9 - I pediatri italiani frequentano meno i congressi se le ditte farmaceutiche non pagano più gli accompagnatori \accompagnatrici - 07.02.2000
10 - British Medical Journal :  Riviste mediche accusate di essere "riconoscenti" verso le ditte farmaceutiche - 19.11.1999
11 - DC chiede moratoria per vaccino epatite B - 02.09.1999
12 - Quanto sono pagati i medici australiani per vaccinare i bambini ?  - 28.06.1999
13 - Tutta la politica vaccinale americana è decisa in base a "legami incestuosi" con le ditte produttrici di
vaccini - 28.06.1999
14 - La Merck & Co ricava 900 milioni di dollari (circa 800 milioni di euri, ndr) ogni anno dalla vendita dei vaccini.. afferma Tom Bethell, in “Shots in the Dark”, The American Spectator-  May 1999
15 - La Merck - Sharp & Dohme è una delle grandi multinazionali che producono i
vaccini. Uno dei 2 vaccini per l’epatiteB venduto in Italia, il Recombivax HB, è prodotto dalla Merck.
L'altro, l'Engerix B, è prodotto da un'altra grande multinazionale molto attiva nel campo dei vaccini , la SmithKline Beecham.
16 - Il CDC di Atlanta è finanziato dalle ditte che producono i
vaccini !!!  - 27/04/1999
The results of medical studies are likely to be tainted or flawed if they are funded by industry and researchers have a conflict of interest - 19.10.1998

Commento NdR: Eccetera...ecc., ecc.
Ma il vero problema NON e’ solo l’utile derivante dalla vendita dei vaccini ai vari stati, ma dal denaro ricavato dalla vendita di farmaci e servizi per le malattie indotte dai Vaccini ! ......Quello e’ il VERO BUSINESS !
E' ormai evidente che…..il "diritto" andra' "storto"...per la tangente.....magari corrompendo i giudici locali….. come spesso fanno le imprese farmaceutiche da decenni in tutto il mondo…con le collusioni con….. tutti coloro (vari organi statali e non) che decidono nella sanita pubblica e privata…del mondo intero.

Da almeno 15 anni gli scienziati americani (dei CDC) sono consapevoli di una correlazione fra il mercurio dei vaccini (Timerosal) e l'Autismo. Ma invece di dare l'allarme, hanno preferito seppellire tutto“ - 23/05/2016
http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=3671

vedi anche: Conflitti di interesse PDF - 1 + Conflitti di interesse PDF - 2 + Conflitti di Interesse, denuncia del Governo Ii - PDF + CDC - 1  + FDA + Conflitti di Interesse, business farmaci e vaccini + Conflitti di interesse dell'AIFA + ISS + Ministero della salute + EMA  + Consenso Informato

FDA e Conflitti di Interesse + CDC e Conflitti di interesse - 1 + CDC e Conflitti di interesse - 2 + CDC e Conflitti di interesse - 3 + Corruzione

CDC conflitti di interesse
anche per i vaccini
http://healthimpactnews.com/2014/cdcs-purchase-of-4-billion-of-vaccines-a-conflict-of-interest-in-overseeing-vaccine-safety/

Continua QUI:  Big Pharma 2 + Big Pharma + Sindacato Rockefeller + Big Pharma e Rockefeller

HOME