Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


MUCCA PAZZA (BSE) e VACCINI 
Cronistoria della BSE
 

BSE e Mucca Pazza  -  BSE - 1

La Food and Drug Administration degli Usa lancia l'allarme
: anche in Italia sono presenti due Vaccini  (contenenti virus) a rischio – il fatto è all’esame della magistratura del tribunale di Torino dal giudice dott. Guariniello.
Vaccini a rischio perché contengono tessuti di bovini provenienti da paesi a rischio mucca pazza.
Lo dichiarammo diversi anni fa, esattamente il 5 marzo 1998 (vedere il nostro sito www.aduc.it - settore mucca pazza) e ora abbiamo la conferma dalla Food and Drug Administration: in Italia sono presenti due vaccini a rischio Bse
Avevamo chiesto al Ministero della sanità quali provvedimenti intendesse assumere ma sembra che nei corridoi ministeriali siano diventati tutti sordi.
Ora rinnoviamo l'invito al ministro della Sanità, di sospendere tutti i farmaci e Vaccini contenenti tessuti bovini provenienti da paesi a rischio mucca pazza, in attesa che si effettuino serie indagini per individuare l'origine dei tessuti animali nei farmaci e vaccini.  
vedi anche: Contenuto dei vaccini
Restiamo in attesa.
Tratto da: Aduc.it - 2002

Nota Bene: L'agente patogeno, insieme (cluster) di virus (prione) che i medici veterinari dicono provochi l'encefalopatia spongiforme (NON e' vero, perche' la malattia e' multifattoriale), non solo quella umana, è ritenuto essere una proteina modificata (come quelle dei Vaccini) detta prione che colpisce i centri nervosi dell'animale. Questa proteina malformata (modificata per preparare il vaccino) va a danneggiare, in modo esponenziale, le cellule sane del cervello, deteriorando le condizioni fisiche e mentali dell'animale, fatalmente sino alla morte. Essa si aggrega alle altre cellule, ammalandole e formando dense placche fibrose.
Queste malattie  neurologiche da vaccino sono abbastanza comuni anche negli umani per colpa delle vaccinazioni.
Il virus "incriminato", per precisione, sopravvive a 30 minuti di bollitura, ai raggi UV, alla formaldeide concentrata, al fenolo.
Il virus "sopravvive" perchè NON è un organismo vivente. ma una proteina contenente DNA. Ma allora perchè non si degrada e/o denatura ?
I due premi Nobel Gajdusek e Prusiner non hanno MAI trovato la risposta; Watson (quello del DNA) lo definì la cosa più strana della biologia molecolare.
A tutt'oggi nessuno è certo di aver mai visto il "patogeno" al microscopio. Prusiner gli ha dato il nomignolo di "prione" ma la natura chimica resta sconosciuta.

Commento NdR: quello che non si vuole dire e' che TUTTI i vaccini (che sono proprio PROTEINE TOSSICHE) inoculati anche agli animali possono produrre anche negli animali qualsiasi malattia neurologica come anche la BSE ! ....e non lo si vuole dire perche' altrimenti il "mito" dei Vaccini CROLLA !

La BSE generata dai Vaccini
Diventa sempre più evidente che c'è un retro-pensiero dietro le ondate successive di panico di massa creato negli ultimi anni dal CDC, l'OMS (vedi: Organizzazione Mondiale Sanita') e gli organismi governativi....tutti enti gestiti da BIG PHARMA....attraverso i suoi lacche'..uomini messi nelle posizioni chiavi...
Siamo stati spaventati dal mangiare carne bovina quando nel Regno Unito e altrove il bestiame ha sviluppato una malattia mortale chiamata BSE o "morbo della mucca pazza".
Ormai è emersa la prova del fatto che la BSE era la conseguenza di una vaccinazione delle vacche per eliminare insetti inoffensivi che esse hanno sotto la pelle.
Più recentemente, dopo la segnalazione di alcuni casi di quella che viene chiamata "febbre catarrale" della mucca, della pecora e della capra in Belgio e in Olanda nel 2006, le autorità veterinarie di Germania, Svizzera e Austria hanno imposto un'altra vaccinazione obbligatoria o un trattamento farmacologico, per una "sedicente protezione" degli animali dai morsi d'insetti abitualmente inoffensivi, ma falsamente dichiarati portatori di malattia.

E' stata resa obbligatoria la vaccinazione del bestiame bovino contro una malattia in generale così anodina da passare inosservata e che solo in rari casi estremi può essere mortale. Tutti gli animali di più di tre mesi devono essere vaccinati.

I vaccini, secondo un rapporto della rivista svizzera Aegis-Impuls del 2008, hanno provocato decessi di massa, abbassamento della natalità, diminuzione della produzione di latte, crisi cardiache ed altri gravi effetti.
I vaccini sono stati utilizzati malgrado nessuno ne avesse in anticipo certificato la sicurezza. Contenevano tipicamente idrossido d'alluminio e Thiomersol o mercurio, come additivo e/o conservante, entrambi altamente tossici ed entrambi utilizzati nella maggior parte dei vaccini umani.

Nonostante le proteste di massa e le relazioni delle autorità veterinarie in Germania, Svizzera e Austria, non si è tenuto conto degli allarmi e la vaccinazione obbligatoria è continuata. Non sorprende che i contadini siano scesi in strada con i loro trattori per protestare.