Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


SIDS
 (morte nella culla con i Vaccini)
Sudden Infant Death Syndrome (SIDS / cot death ) and Childhood Vaccines
Meno si vaccina, meno morti ci sono !
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3170075/
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21543527 
https://vactruth.com/vaccines-and-mortality-rates/
 

La SIDS (Morte nella culla / Morte Bianca) rappresenta la PRIMA causa di mortalità nella fascia di età da 1 a 12 mesi di vita.

SIDS dopo Esavalente
Il lavoro a firma di Bettina Zinka e collaboratori [Unexplained cases of sudden infant death shortly after hexavalent vaccination] dell’Istituto di Medicina Legale di Monaco di Baviera [Germania], riporta sei casi di morte improvvisa del lattante [SIDS] verificatisi entro 48 ore dalla vaccinazione con vaccini esavalenti.
L’analisi post-mortem dei sei bambini di età compresa tra 4 e 17 mesi, cinque dei quali vaccinati con Hexavac [ritirato dal commercio] e uno con l’attuale Infanrix Hexa, ha rivelato reperti patologici anormali, in particolare a danno del sistema nervoso.
Le anomalie patologiche globali riguardavano una forte congestione cerebrale, una barriera emato-encefalica alterata, una infiltrazione della leptomeningi da parte dei macrofagi e dei linfociti, una infiltrazione perivascolare linfocitaria, una infiltrazione diffusa del ponte, del mesencefalo, e della corteccia cerebrale da parte dei linfociti T, una infiltrazione diffusa delle microglia nell’ippocampo e nel ponte, e, in un caso, la necrosi nel cervelletto.
Nessuna delle vittime esaminate riportava delle pregresse alterazioni congenite di sviluppo delle strutture cerebrali preposte a regolare le funzioni vitali..
I ricercatori hanno ipotizzato che: “…..i componenti del vaccino potrebbero avere un ruolo diretto nella SIDS innescando un esito letale nei bambini vulnerabili…..” e sottolineano:
“…..i soggetti deceduti per SIDS dopo la vaccinazione esavalente siano adeguatamente indagati e sottoposti ad un esame post mortem, in particolare del sistema nervoso autonomo….”
Un altro caso di studio, riportato su Forensic Science International nel 2008 intitolato “ Beta-tryptase and quantitative mast-cell increase in a sudden infant death following hexavalent immunization” ha descritto un caso fatale di una neonata di 3 mesi che è deceduta entro 24 ore dalla vaccinazione con il vaccino esavalente a causa del vaccino in oggetto.
Nella relazione finale di questo studio scrivono:
“….L’insufficienza respiratoria acuta è probabilmente stata causata  da una reazione immunitaria dovuta alla somministrazione dell’esavalente ed è stata la causa della morte…”.
Il potenziale di “collasso o di stato simile a shock”  causabile dal vaccino esavalente è stato anche riconosciuto dal produttore del vaccino, la GlaxoSmithKline (bugiardino Infanrix) che fa riferimento ai dati di sorveglianza post-marketing sulle reazioni avverse che sono riportati all’interno della sezione sulle ‘Patologie del sistema nervoso‘, descrivendo il seguente effetto collaterale: “Collasso o stato simile a shock (episodio ipotonico-iporesponsività).”

Nervous system disorders: Collaps or shock-like state (Hypotonic Hyporesponsive episode***
Diagnostic value of tryptase in anaphylaxis and mastocytosis – Schwartz LB – Division of Rheumatology, Allergy, and Immunology, Department of Internal Medicine, Virginia Commonwealth University, PO Box 980263, McGuire Hall 4-110, Richmond, VA 23298, USA. – Immunol Allergy Clin North Am. 2006 Aug;26(3):451-63.
https://www.researchgate.net/publication/7833641_Unexplained_cases_of_sudden_infant_death_shortly_after_hexavalent_vaccination
Infant mortality rates regressed against number of vaccine doses routinely given: Is there a biochemical or synergistic toxicity?

Indagine di Matturri L, Del Corno G, Lavezzi AM1.“Lino Rossi” Research Center Department of Biomedical Surgical and Dental Sciences University of Milan, Italy:
“……..Noi ipotizziamo che i componenti vaccinali potrebbero avere un ruolo diretto innescando un esito fatale in bambini vulnerabili………..” (Matturri, Del Corno, Lavezzi)  
Pubblicato su PubMed: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24083600   - Curr Med Chem. 2014 Mar; 21 (7): 941-6.
La morte improvvisa del lattante susseguente a vaccinazione esavalente: uno studio neuropatologico.
Matturri LDel Corno GLavezzi AM 

Astratto
Abbiamo esaminato un gran numero di improvvisa del lattante vittime della sindrome della morte, al fine di indicare una possibile relazione causale tra una precedente vaccinazione esavalente e la morte improvvisa del lattante. Abbiamo selezionato 110 casi sottoposti ad esame istologico approfondito del sistema nervoso autonomo e dotati di informazioni cliniche e ambientali dettagliata. In 13 casi (11,8%) la morte è avvenuta in associazione temporale con la somministrazione del vaccino esavalente (da 1 a 7 giorni). 
In nessuna di queste vittime sono state osservate congenite alterazioni dello sviluppo delle principali strutture nervose che regolano le funzioni vitali. Solo l'ipoplasia del nucleo arcuato era presente in 5 casi. 
In un caso in particolare un iperacuto encefalite acquisita del nucleo del tratto solitari stata diagnosticata nel tronco cerebrale. Questo studio non prova una relazione causale tra la vaccinazione esavalente e SIDS. Tuttavia, abbiamo ipotizzare che componenti del vaccino potrebbero avere un ruolo diretto nella innescando un esito letale nei bambini vulnerabili. 
In conclusione, noi sosteniamo la necessità che le morti che si verificano in un breve lasso di tempo dopo la vaccinazione esavalente siano adeguatamente indagati e sottoposti ad un esame post-mortem in particolare del sistema nervoso autonomo da parte di un patologo esperto per valutare oggettivamente il possibile ruolo causale del vaccino in SIDS.
PMID: 24083600 - [Indicizzato per MEDLINE]
Tratto da: autoimmunityreactions.org

Casi di morte (SIDS) dopo inoculazione dell'esavalente
https://www.researchgate.net/publication/7833641_Unexplained_cases_of_sudden_infant_death_shortly_after_hexavalent_vaccination

La SIDS è più frequente tra i tre e i cinque mesi e dei bambini che muoiono circa il 60% sono maschietti
- l'eta' di questi bambini e' proprio quella del periodo delle vaccinazioni - vedi: Grafici per le statistiche
vedi:
BIMBI SCOSSI + Effetto Gregge + Sfogo sdegnato di una madre verso un pediatra

Le autorita' ufficiali del SSN, Ministro della Salute in testa, "
brancolano nel buio" vedi qui la sua lettera in PDF

vedi anche: Conclusioni degli "esperti" all'ultimo convegno del 1° dic. 2012 sulla SIDS, a Milano

Un documento RISERVATO dell’azienda farmaceutica GlaxoSmithKline, di cui recentemente la stampa è venuta a conoscenza, rivela che, in un periodo di due anni, 36 bambini sono morti dopo aver ricevuto il vaccino 6 vaccini – in – 1 iniezione = Infanrix Hexa (esavalente).

Le cause quelle vere, della sindrome chiamata impropriamente SIDS, sono le sostanze VACCINALI che creano il blocco dei centri nervosi che regolano e controllano la respirazione autonoma e cardiaca; i vaccinatori cambiano i nomi ai Danni Vaccinali per non ammettere che sono i Vaccini a produrli.
....e pensare che basta una autopsia fatta come si deve, controllando soprattutto nel cervelletto, ma non solo, e cercando con apposite indagini ed analisi tutte le sostanze vaccinali introdotte, per averne la conferma....ma questo tipo di autopsie....
NON si debbono fare.....altrimenti crolla tutto il "MITO" dei vaccini !
Leggete questo studio in PDF !
https://drive.google.com/file/d/0B3mMkPwF1DUPckVEZ2JkMXV2ams/view

ENORME AUMENTO dell’AUTISMO in AMERICA (denuncia) e risarcimento multimilionario a due di essi:
http://www.huffingtonpost.com/david-kirby/post2468343_b_2468343.html?utm_source=Alert-blogger&utm_medium=email&utm_campaign=Email+Notifications

Anche in sud Corea:
http://news.yale.edu/2011/05/09/prevalence-autism-south-korea-estimated-1-38-children
Sono i  Vaccini che scatenano questa:
Sindrome infiammatoria chiamata "Asia" scatenata dai vaccini !
ASIA_Sindrome infiammatoria-dai-vaccini-Riassunto.pdf
Tratto da:  http://www.assis.it/wp-content/uploads/2014/12/ASIARiassunto.pdf
... ed e' noto che... le infiammazioni sono foriere di qualsiasi tipo di sintomi, che i medici impreparati allopati chiamano erroneamente "malattie"....
e se questa infiammazione raggiunge le meningi, si chiama meningite, se raggiunge la pelle, si chiama morbillo, e se raggiunge il cervello ed i neuroni si chiama autismo oppure SIDS...ecc. a seconda di dove va l'infiammazione la cosiddetta "malattia" cambia nome, ma e' sempre la stessa...i vari nomi servono per spaventare i popoli che ignorano i fatti, per farli vaccinare !

PDF di uno studio che spiega la correlazione fra Vaccini e SIDS !
Titolo:
I Tassi di mortalità infantile regrediscono con un numero ridotto di dosi di vaccini, quelli somministrati di routine:
C'è
una tossicità biochimica o sinergica ?

Tratto da: het.sagepub.com

La SIDS (morte nella culla) è indotta dal vaccino - Bambini sani non muoiono da soli - 01/03/2017
La SIDS, l'Orexina ed i Vaccini.
L'Orexina (Oressina-Ipocretina) è una proteina secreta nel cervello che è associata con la regolazione del ritmo sonno-sveglia.
"I ricercatori, hanno scoperto che i bambini con la SIDS, ne hanno livelli molto bassi. Esiste il potenziale per lo screening alla nascita per vedere che i bambini ne abbiano livelli bassi e che siano predisposti quindi alla SIDS", per mezzo di un ulteriore abbassamento della produzione cellulare di detta proteina, per via dello stress ossidativo cellulare, indotto dai vaccini.
L'Orexina è nota anche come ipocretina ed è coinvolta nella narcolessia.
Questo è importante perché nel 2009, il vaccino per l'influenza pandemica H1N1 ha causato più di 1300 casi di narcolessia e il motivo "apparente" fu perché il vaccino innescò una reazione autoimmune ai recettori della ipocretina, distruggendoli.
Questa scoperta non esime i vaccini dalla SIDS, al contrario essa implica i vaccini come una causa della SIDS.
Ecco un articolo riguardante il vaccino H1N1, la narcolessia e l'orexina/ipocretina: perché una iniezione di anti-influenzale può provocare narcolessia | Scienza | AAAS
- http://ow.ly/tvrh306paaP
- http://www.sciencemag.org/news/2015/07/why-pandemic-flu-shot-caused-narcolepsy
Ad ogni modo, l' H1N1 è stato incluso in ogni vaccino antinfluenzale dal 2009, e questo viene somministrato anche alle donne in gravidanza.....".
Ma questa NON e' la sola causa della "morte nella culla" = SIDS, in quanto i Vaccini contengono  MOLTE sostanze tossiche che la possono provocare, ad esempio, l'alluminio, thiomersal (mercurio), ed anche perche' i Vaccini vengono anche irradiati, come la vitamina K1 iniettata al primo giorno di nascita...., con il cobalto 60 che e' un prodotto radioattivo, che innesca anche strane ed anomali reazioni biochimiche producendo altre sostanze tossiche  !

Dopo la morte di una bambina (figlia di genitori profughi) di due mesi, il giorno dopo essere stata vaccinata con l'esavalente, ho scritto questa mail al Procuratore del Tribunale di Ivrea, che ha in carico il caso avvisandolo....ma probabilmente fara' finta anche lui di nulla....ed archiviera' il caso come SIDS....ma....comunque l'ho avvisato lo stesso !

Da: info@mednat.org 
Inviato: sabato 28 maggio 2016 13:39
A: procura.ivrea@giustizia.it
Oggetto: x dr. Giuseppe Drammis (procuratore che ha in mano il caso)

..Le cause vere della sindrome chiamata impropriamente SIDS, sono le sostanze VACCINALI che creano il blocco dei centri nervosi che regolano e controllano la respirazione autonoma e cardiaca; i vaccinatori cambiano i nomi ai Danni Vaccinali per non ammettere che sono i Vaccini a produrli.
....e pensare che basta una autopsia fatta come si deve controllando soprattutto nel cervelletto, ma non solo, cercando con appositi indagini ed analisi tutte le sostanza vaccinali introdotte, per averne la conferma....ma questo tipo di autopsie.... NON sa' da fare.....
http://www.mednat.org/vaccini/sids.htm

dr. Jean Paul, déscendant de la famille Vanoli

INOLTRE
Da:
vgp@mednat.org 
Inviato: lunedì 19 settembre 2016 12:11
A:'giuseppe.verzera@giustizia.it
Oggetto: x dr. Giuseppe Verzera

In merito all'articolo apparso sulla stampa sulla morte di un altro bambino 3 giorni dopo la vaccinazione:

Egr. dr. Giuseppe Verzera,
Le chiedo se ha fatto o fara' controllare da personale competente e scevro da "conflitti di interesse o colluso" con Big Pharma (perche' in genere sono impreparati od in malafede), il sangue, la linfa, i tessuti sanguigni e cerebrali, per vedere a che livello era lo stato INFIAMMATORIO del bambino deceduto dopo la vaccinazione per l’esavalente od altro vaccino propinato  ??

....e quali sostanze vaccinali (es. alluminio-metallo tossico) trovera' nei tessuti cerebrali, specie nel cervelletto, nel fegato e reni....
vedi Contenuto dei Vaccini:
http://www.mednat.org/vaccini/contenuto_vaccini.htm

Fate uno sforzo in piu’ e verificate tutto cio', se volete raggiungere un verdetto veritiero, anche come dovere verso i genitori e verso la ns. purtroppo corrotta societa' umana !

Sarebbe importante anche sapere se i genitori erano stati debitamente informati, ai sensi dell'art. 7 della Legge 210/92, dal pediatra e/o dai medici dell'ufficio vaccinale della ASL, per chiarire anche in quel caso, la corretta applicazione della Legge…..e se e’ stato loro consegnato il bugiardino  da leggere …e se hanno avuto il tempo di riflettere e dare il loro consenso informato, scritto ?!

Sotto, dopo la mia firma,  trova alcuni dei meccanismi fisiologici, misconosciuti o nascosti ai/dai medici .....

Questa invece e' una mia ricerca datata 35 anni, sui vari e molteplici meccanismi fisiologici e psicologici dei Gravi danni occulti e/o palesi dei Vaccini:
http://www.mednat.org/vaccini/dannivacc.htm

Esempio:
Le cause vere della sindrome chiamata impropriamente SIDS, sono le sostanze VACCINALI che creano il blocco (alle volte con microischemie) dei centri nervosi che regolano e controllano la respirazione autonoma e cardiaca; i vaccinatori cambiano i nomi ai Danni Vaccinali per non ammettere che sono i Vaccini a produrli.

....e pensare che basta una autopsia fatta come si deve, controllando soprattutto nel cervelletto, ma non solo, e cercando con appositi indagini ed analisi tutte le sostanze vaccinali introdotte, per averne la conferma....ma questo tipo di autopsie.... NON sa' da fare.....
http://www.mednat.org/vaccini/sids.htm (morte nella culla)

Si prega di leggere questo studio in PDF !
https://drive.google.com/file/d/0B3mMkPwF1DUPckVEZ2JkMXV2ams/view

A disposizione per ulteriori info sul tema specifico e se vuole  La metto in contatto con un medico che questi meccanismi dei vaccini li conosce molto bene e che lavora come Dirigente del Reparto Sanitario della Polizia di stato, ora a Lecce.
Attendo sue nuove in merito
Vi preannuncio che riceverete forti PRESSIONI per NON fare i controlli suggeriti...altrimenti salta fuori la Verita' sui Vaccini !

dr. Jean Paul,  déscendant de la famille Vanoli  (Souverain Individuel - Journaliste d'Investigation specialisée en santé depuis 40 ans - Sovrano Individuale, Giornalista Investigativo specializzato in sanità da 40 anni)
Consulente di www.mednat.org  -  mail: vgp@mednat.org

Chi non grida la verità, quando la sa, si fa complice dei falsari e degli imbroglioni
(By
Charles Peguy)

Da:
vgp@mednat.org
Inviato: mercoledì 21 settembre 2016 14:57
A: procura.lagonegro@giustizia.it ; floriana.orofino@giustizia.it
Cc: procura.caltagirone@giustizia.it ; giuseppe.verzera@giustizia.it
Oggetto: x dr.essa Orofino

Dopo soli 15 gg dalla morte dell'altro bambino siciliano dopo la vaccinazione anche dalle vs parti succede la stessa cosa....
Ho inviato la lettera sottostante, che le allego, alla procura di Caltagirone, affinche' siate  informata sui FATTI che concernono le autopsie "guidate"...che normalmente fate fare.... cosi anche voi ne siate informati su come fare le VERE autopsie, non quelle che fate fare...da medici indottrinati od impreparati,   autopsie guidate che sono limitate.... proprio per non  scoprire i danni dei vaccini, quelli occulti.....

Ecco che anche nella vs giurisdizione avviene un'altro omicidio di stato...con i vaccini !
http://basilicata.basilicata24.it/cronaca/bimba-mesi-muore-allospedale-lagonegro-indagati-medici-21969.php

a disposizione per ulteriori info sul tema
spero anche in una buona e seria riflessione...
dr. Jean Paul,  déscendant de la famille Vanoli  (Souverain Individuel - Journaliste d'Investigation specialisée en santé depuis 40 ans - Sovrano Individuale, Giornalista Investigativo specializzato in sanità da 40 anni)
Consulente di www.mednat.org  -  mail: vgp@mednat.org

Chi non grida la verità, quando la sa, si fa complice dei falsari e degli imbroglioni
(By
Charles Peguy)

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Vaccini obbligatori o no, tutti quanti sono da sempre sbandierati come utili e sicuri anche e non solo dal Ministero della salute, ma esiste una sentenza ben precisa (ignorata da tutti…) che mostra come tali distinzioni fra vaccini obbligatori e non, NON possono sussistere - vedi: Sentenza Corte Costituzionale
Le famiglie dei danneggiati da vaccino dal canto loro sottolineano “lo stato di abbandono in cui sono  state lasciate dalle cosiddette “istituzioni che dovrebbero tutelare”, infatti “tutelano” ma solo i fatturati di Big Pharma….". + Corruzione per i Vaccini


Studio scientifico mostra che il tasso di MORTALITA' infantile AUMENTA all'aumentare del numero di dosi vaccinali somministrate.
Qui nel sito qui sotto segnalato, trovate la traduzione dell'abstract (riassunto) dell'articolo "Infant mortality rates regressed against number of vaccine doses routinely given: Is there a biochemical or synergistic toxicity?" di Neil Z Miller e Gary S Goldman, pubblicato orginalmente sulla rivista scientifica ufficiale Human & Experimental Toxicology - 2011 September; 30(9): 1429, e reperibile su internet sul sito istituzionale medico-scientifico National Center for Biotechnology Information (.nih.gov significa che è ospitato sul sito governativo del National Institute of Health, ovvero il Ministero della Salute Federale degli USA):
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3170075/
Continua QUI: http://scienzamarcia.blogspot.it/2013/03/studio-scientifico-mostra-che-il-tasso.html


Il Thimerosal dei vaccini distrugge e/o altera la flora intestinale essendo una sostanza altamente tossica
Ecco il recente studio che ha coinvolto più di 17.000 bambini fino a 19 anni
Questo studio-indagine attualmente in corso è stato avviato dall’omeopata Andreas Bachmair.

La Verita' sullo studio del dott. Wakefield
La scomparsa delle malattie infettive NON e' dovuta ai vaccini ! (Francais)
Bibliografia aggiuntiva
:
http://treasoncast.com/2014/04/05/anti-vaccination-peer-reviewd-research-list/
Alluminio ed altro....nei Vaccini ecco i gravi danni:
http://edgytruth.com/2016/07/18/vaccine-ingredients-comprehensive-guide/#

In questo studio si prova la forte correlazione fra SIDS e numero di vaccinazioni.
Piu’ alto e’ il numero di vaccinazioni, piu’ morti di bambini vi sono e sono classificate come Sids, ma sono morti da vaccino  o sono encefaliti postvaccinali.
(I) - PERCHE’ 93 FAMIGLIE HANNO AVUTO il RISARCIMENTO per DANNO da VACCINO, MA NESSUNO HA MAI CAMBIATO la DIAGNOSI CHE E’ RIMASTA nei documenti indicata come SIDS.... ?
MA VUOI VEDERE CHE la SIDS E’ STATA INVENTATA PROPRIO per SVIARE le MORTI da DANNO da VACCINO ?
VUOI VEDERE che si IMMOLANO NEONATI che MUOIONO  da ENCEFALITI postvaccinale e gli si fanno DIAGNOSI di SIDS ?
Gli SI DICE in QUESTO MODO che puo' capitare ....e che PURTROPPO  SONO STATI SFORTUNATI, …di FARSENE UNA RAGIONE ed il  GENITORE di FRONTE alla SFORTUNA NON fa fare neppure le autopsie…...VINTO dal DOLORE NON ci PENSA e così  RISOLVONO la FACCENDA in MODO “PULITO” e SENZA NESSUN PROBLEMI LEGALI….sia per i genitori che per gli operatori della sanita' che hanno COPERTO il danno vaccinale....
Fonti
http://www.mommypotamus.com/?s=vaccines-and-sudden-infant-death-syndrome
https://www.healthychild.com/sids-crib-death-factors/ 
http://www.smartvax.com/index.php?option=com_content&view=article&id=74
http://het.sagepub.com/content/early/2011/05/04/0960327111407644.full.pdf+html


I bambini deceduti per SIDS muoiono sia di giorno che di notte, sia in culla che nel passeggino, sia nel seggiolino della macchina che in braccio ai genitori.

La diagnosi di SIDS è una diagnosi di esclusione ed è necessario escludere altre cause note di mortalità (NdR: cardiopatie, malattie infettive, maltrattamento, danni da amalgami dentali), ma in genere e principalmente sono le vaccinazioni di routine a scatenarli - per cui è necessario eseguire una adeguata autopsia ed una adeguata valutazione della "scena della morte"; in genere queste autopsie ed indagini, sono "guidate" per NON ricercare la causa vaccinale; una seria autopsia dovrebbe cercare anche nel cervelletto del bambini deceduti, e/o le micro ischemie che possono intervenire dopo una vaccinazione per via delle sostanze tossico-novice contenute nei Vaccini, proteine virali, metalli pesanti = alluminio e mercurio, ecc.  !

Figlio di medico americano muore di Sids e questi inizia una ricerca seria sul tema:

Io e mia moglie sono anche una delle coppie molti sfortunate che hanno perso un infante di SIDS.

Nash Brandon Perry era nato il 26/10/2015 e vissuto con noi fino al il 17/01/16. 
Nash è stato posato nel suo lettino sulla schiena per un pisolino, quando ho controllato su di lui circa un'ora più tardi, ho trovato mio figlio a faccia in giù, braccia verso il basso ai suoi lati e gambe verso l'esterno. 
Sapevo che qualcosa non andava, perche' era blu in faccia, con sangue proveniente dal naso. 
L'ho preso in braccio  e subito visto l'orrore che era morto il mio prezioso bambino. Ho tentato di CPR fino a EMS ma l'intervento era stato troppo tardivo.

http://healthline.website/doctors-son-dies-of-sids-after-vaccines-wants-to-start-researching-2/ 

 

Un VACCINO ..e' una scarica enorme di tossine invasive e pericolose !

CDC - Schede rilasciate dai CDC, indicanti gli adiuvanti/contenuti dichiarati dai fabbricanti di Vaccini (quelli NON dichiarati, ma esistenti, sono  stati individuati da analisi al microscopio elettronico), inoltre sappiamo per CERTO che NON indicano, nelle schede disponibili sul web, certe "sostanze ingegnerizzate" (GM), cioe' preparate nei loro laboratori, che pero' nelle schede rilasciate dalla FDA.....sono state CANCELLATE (cioe' coperte con pennarello nero - abbiamo in mano le prove....)....perche' esse perseguono gli "scopi" e le finalita' dei "proprietari" di Big Parma....creare malati.....e ridurre la popolazione a 500.000 di persone
Questa e' la lista del rilascio delle Licenze per i vaccini in commercio


Associazione temporale di alcuni disturbi NeuroPsichiatrici DOPO la vaccinazione di bambini e adolescenti:
Uno studio Pilota con  casi-controllo
http://journal.frontiersin.org/article/10.3389/fpsyt.2017.00003/full


IMPORTANTE:
PROPOSTA di LEGGE per  STUDIO negli  USA sullo STATO di SALUTE FRA BAMBINI VACCINATI e NON VACCINATI (di nessun vaccino)
Il DISEGNO di LEGGE n° 3069 a FIRMA della DEPUTATA MALONEY NON E' STATO APPROVATO per cui  E' RIMASTO sulla CARTA.... e NEPPURE DISCUSSO dal CONGRESSO....a dimostrazione che NON si vuole fare vere ricerche sui gravi DANNI dei VACCINI......
Big Pharma ringrazia...
 

"Noi medici siamo plagiati, fin dall'inizio, dagli insegnamenti universitari che ci vengono propinati da un manipolo di "professori"  che hanno il solo interesse di lasciarci nell'ignoranza sulla vera origine delle malattie. Alcuni di noi, alla fine, raggiungono la consapevolezza e mettono in moto delle grosse energie che provocano reazioni positive nel Tutto."
By  Dott.
Giuseppe De Pace (medico ortopedico ospedaliero)

AUSTRALIA - Stato del Victoria - Giugno 2016
I bambini iper intelligenti sono esenti  dai Vaccini in Australia !
Un programma scolastico per studenti dotati, sta offrendo forme di esenzione di vaccinazione e sollecitando gli studenti a evitare il Wi-Fi nelle scuole, sostenendo che i bambini dotati hanno "connessioni neurologiche extra" che li rendono più suscettibili a reazioni allergiche.
Pat Slattery, il fondatore di WiseOnes, un popolare programma per studenti dotati, che lavorano nelle scuole dello Stato del Victoria, pubblicato sul suo sito web, che i bambini dotati hanno "sensibilità fisiologiche in più per il cibo o sostanze chimiche" e sono inclini a sviluppare reazioni negative per la salute, con le vaccinazioni.
In un post che da allora è stato rimosso...., si fa riferimento a informazioni che collegano i vaccini per l'autismo, e dice ai genitori di scrivere mail, per richiedere una richiesta di esenzione vaccinazione. 
"Sono preoccupato perché sappiamo quanto i bambini dotati più sensibili sono dovute alla loro connessioni neurologiche aggiuntive. Dando loro neurotossine con i vaccini, sembra illogico. Sono disposto ad aiutare ad educare i figli in linea di rifiuto dei vaccini", scrive.
Il programma pretende di lavorare con 30 scuole vittoriane, che sono elencati sul sito web, mentre la signora Slattery porta bandiera del rifiuto, sta progettando di espandere il programma per NSW e Queensland.  Ms Slattery lavora con altri insegnanti per fornire il programma nelle scuole.

Read more:
http://www.theage.com.au/victoria/antivaccination-program-offered-to-gifted-children-in-primary-schools-20160621-gpnzzp.html#ixzz4CDbFuAMH
Follow us:
@theage on Twitter | theageAustralia on Facebook


Commento NdR: ma i bambini normali, non iper intelligenti, cioe' non dotati.....invece si possono vaccinare con le sostante tossiche vaccinali per inquinare i loro organismi..e farli facilmente ammalare....?... questo perche' i vostri figli sono carne da macello.
..genitori SVEGLIA !

 

"ESISTE UNA POSSIBILE CORRELAZIONE TRA VACCINO ESAVALENTE E SIDS ('MORTE BIANCA') ?

Uno studio recente del Centro di ricerca Lino Rossi

Dipartimento di Scienze Biomediche, Chirurgiche ed Odontoiatriche, Università degli Studi di Milano

Abbiamo esaminato un gran numero di neonati vittime della sindrome della morte improvvisa (Sudden Infant Death o SIDS), al fine di evidenziare una possibile relazione causale tra una precedente vaccinazione esavalente e la morte improvvisa del lattante.

Abbiamo selezionato 110 casi sottoposti all’ approfondito esame istologico del sistema nervoso autonomo e provvisto di informazioni cliniche e ambientali dettagliata.

In 13 casi (11,8%) si è verificato il decesso in associazione temporale con la somministrazione del vaccino esavalente (da 1 a 7 giorni).

In nessuna di queste vittime sono state osservate alterazioni congenite dello sviluppo delle principali strutture nervose che regolano le funzioni vitali. Solo l'ipoplasia del nucleo arcuato era presente in 5 casi.

In un caso, in particolare, una encefalite iperacuta acquisita del Tractus solitarii nucleo è stata diagnosticata nel tronco encefalico .

Questo studio non prova una relazione causale tra la vaccinazione esavalente e SIDS (Sudden Infant Death).

Tuttavia, possiamo ipotizzare che componenti del vaccino potrebbero avere un ruolo diretto nell’ innescare un esito letale nei bambini vulnerabili .

In conclusione , noi sosteniamo la necessità che le morti che si verificano in un breve lasso di tempo dopo la vaccinazione esavalente siano adeguatamente esaminate e sottoposte ad un esame post - mortem in particolare del sistema nervoso autonomo da parte di un patologo esperto per valutare oggettivamente il possibile ruolo causale del vaccino nella SIDS.

LINK: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24083600

 
“Non si può trovare quello che non si vuole cercare“.

Nel febbraio 2006 è stata promulgata la legge 31 “Disciplina del riscontro diagnostico sulle vittime della sindrome della morte improvvisa del lattante e di morte inaspettata del feto”.

Da allora cosa si è fatto ?

Anche in questo caso è emerso come tutto un procedimento stabilito per Legge è costantemente disatteso.

Il fatto che non si vuole cercare ciò che si può trovare, e che altri hanno trovato, corrisponde ad una dolosa mistificazione della realtà. Proseguire ad ignorare è da incompetenti, irresponsabili o interessati

Tratto da: ilfattoquotidiano.it/…/sindrome-della-morte-improvvisa/952171/

 

Incontro dell’ 11 aprile 2014 con il Prof. Luigi Matturri professore di anatomia patologica del corso di medicina e presidente del centro di ricerca Lino Rossi per lo studio e la prevenzione della morte inaspettata perinatale e della Sids (dalla definizione internazionale di Sudden Infant Death Syndrome, cioè sindrome della morte improvvisa dell’infante) dell’Università Statale di Milano.

http://youtu.be/5Yoi1miG4j0"

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

IMPORTANTE SEGNALAZIONE
L'iniezione della Vitamina K1 (s'intende una serie di composti che derivano dal 2-metil-1,4-naftochinone, la K1 e' chiamata anche fillochinone), ai neonati in  Italia ed in altre nazioni del mondo, viene fatta a tutti bambini appena nascono ma di nascosto o con genitori "consenzienti", senza pero' aver fatto leggere loro il bugiardino del farmaco.
Non hanno bisogno del vostro consenso, l'iniezione è inclusa nelle pratiche mediche che effettuano nella  sezione dove voi dichiarate di lasciare in cura il vostro bambino, al reparto nursering, per esser lavato, medicato ecc.
Per le sostanze che contiene questa iniezione (alluminio, vedi foto, sostanze che passano facilmente nel cervello del piccolo e che ecciteranno od alteranno i neuroni fin da subito, e poi nel tempo potrebbero generare problemi ....tipo intossicazione del fegato, infatti questa iniezione puo' portare,
a stress ossidoriduttivo con diminuzione dei livelli di emissione di glutatione, da parte delle cellule, anche epatiche, perche', nel neonato specialmente, e' stato intossicato da quelle SOSTANZE con l'iniezione di VitaminaK1, e puo' produrre anche e non  solo emolisi), queste sostanze iniettate (vitaminaK1...) sono state sempre  e preventivamente irradiate da Cobalto 60...., quindi ogni genitore avrebbe, secondo i "diritti umani", di denunciare il Ministero della Salute Italiano per complicità premeditata in crimine organizzato !!
Segue alle volte, sempre all'insaputa dei genitori e senza scriverlo sulla cartella clinica, anche la vaccinazione per l'epatite A o B, con vaccino irradiato dal Cobalto 60, tutte sostanze in grado di scatenare anche e non solo malattie autoimmunitarie, sordità, cecità, patologie neurologiche, AIDS, epatite B, epatite C, Cancro, Autismo precoce, ecc.
A due giorni dalla nascita spuntano fuori varie associazioni che vi fanno firmare la vendita del DNA del vostro figlio a Terzi (case farmaceutiche) mediante il prelievo del sangue dal tallone, per la cosiddetta prevenzione delle malattie metaboliche !
Insomma appena nasci ATTENTANO alla tua salute !

A parte il discorso alluminio, vedi foto e porcherie varie dentro l'iniezione della VitaminaK1 (Sostanze che contiene questa iniezione), a fronte di una azione "tendenzialmente razionale" nel dare/iniettare e/o somministrare la vitamina K1, per "evitare emorragie cerebrali fatali", sarebbe più indicato somministrare la vitamina K2 (non aditivata con sostanze tossiche come la K1 e preparate su colture batteriche), se si considera che poi l'integrazione del neonato puo' continuare anche con vitamina D....perchè la vitamina K2 aiuta a fare si che la vitamina D3 venga assorbita e vada veramente dove deve andare, cioè nelle ossa e non nelle arterie.
Quindi a pensare bene la vitamina K1 viene data per salvare dalle emorragie, a pensar male viene data, sapendo poi dei Vaccini fatti dopo poco tempo (3 mesi), per aumentare ancora di più l'effetto di microischemia cerebrale che un vaccino puo' causare in un neonato con barriera ematoencefalica ancora immatura (l'ittero neonatale infatti è pericoloso e viene curato proprio perchè la bilirubina potrebbe finire nel cervello e creare danni !).... Questa e' solo biochimica spicciola e patologia generale...
Precisazione necessaria:
le reazioni in questo caso all'alluminio (presente in VitaminaK1 e Vaccini) dipendono anche da dove arriva, cioe' va, la sostanza tossica, se nei tessuti o fin nella cellula ed a seconda del luogo (organo), variano le tipologie di reattivita' alle sostanze tossiche ed al metalli tossici, senza contare le reattivita' immunitarie del soggetto che sono SEMPRE individuali e non hanno collegamento solo con la quantita'...ma anche e soprattutto con il riconoscimento della vibrazione, cioe' con la frequenza di battimento atomico delle molecole della sostanza inoculata, che la mente/cervello detetta, rivela ed individua in realtime, attivando le opportune e necessarie reazioni di eliminazione che possono essere anche abnormi.... e se non ce la fa, ad eliminarle per le vie naturali emuntorie....sono guai...perche esse vengono facilmente trasportate anche dai macrofagi, specie nel cervello per mezzo della via linfatica) e/o incistata dalla melanina in sospensione nei liquidi corporei e depositata nei tessuti grassi (anche il cervello in particolare).... sostanza che si puo' rendere di nuovo disponibile in certi stati febbrili.....generando gravi problemi, anche neurologici.
Lo stesso meccanismo vale anche per TUTTI i Vaccini e le loro sostanze nocive !

Ricordo a tutti che il farmaco Vitamina K1 chiamato Konakion e' commercializzato da Roche spa, in Italia e nei bugiardini, difficili da reperire in Italia, non si fa cenno all'alluminio....forse perche' l'alluminio contenuto e' sotto i limiti di Legge...ma nelle indicazioni dell' Ag. Farmaco del governo, si legge:
Avvertenze e precauzioni
Si rivolga al medico, al farmacista o all’infermiere prima di prendere/ di somministrare al bambino o prima che le venga somministrato Konakion.
In particolare informi il medico: - se lei/il bambino soffre di una grave malattia del fegato.
Pertanto il medico sottoporrà lei/il bambino ad esami del sangue per monitorarne la fluidità.
Bambini Non somministri Konakion a bambini di età inferiore ad 1 anno.
Tratto da:
https://farmaci.agenziafarmaco.gov.it/aifa/servlet/PdfDownloadServlet?pdfFileName=footer_000108_008776_FI.pdf&retry=0&sys=m0b1l3 

...e' per questo motivo che viene facilmente l'itterizia ai bambini appena nati.... per l'intossicazione del fegato, che questi criminali fanno alla nascita, quando la barriera ematoencefalica sta ancora rafforzandosi ... !
 

 
 

TROVATO un meccanismo di azione delle tossine dei VACCINI anche sul cervello  ! - 22/03/2009
ANSA, Roma - Esiste un passaggio segreto che permette alle cellule immunitarie di penetrare nel cervello e di aprire la strada ad una seconda ondata di cellule pericolose, capaci di scatenare malattie autoimmunitarie, come la sclerosi multipla, nelle quali il sistema immunitario aggredisce l’organismo al quale appartiene.
La scoperta della nuova porta, pubblicata sulla rivista Nature Immunology, potrebbe portare in futuro a nuove armi per contro la sclerosi multipla, "ma non solo: lo stesso meccanismo potrebbe essere coinvolto in altre malattie autoimmuni", osserva la coordinatrice della ricerca, l’italiana Federica Sallusto, dell’Istituto svizzero per la Ricerca in Biomedicina (Irb) di Bellinzona, diretto da Antonio Lanzavecchia.
Oltre che con Lanzavecchia, il lavoro e' stato condotto in collaborazione con Andrea Reboldi, dell’Irb, e da Antonio Uccelli, dell’università di Genova. Il passaggio segreto che permette di entrare nel cervello alle cellule apripista e' il plesso coroideo, una vera e propria matassa di vasi sanguigni nella quale viene prodotto il liquido spinale. e' una via d’ingresso alternativa a quella che da tempo e' considerata il «portone principale», ossia la barriera emato-encefalica.
Che ci fosse un’altra entrata era noto, spiegano i ricercatori, ma questa era considerata una sorta di "porta di servizio", di importanza secondaria. Adesso, osserva Lanzavecchia, "conosciamo la funzione di questa porta segreta e si può pensare a future strategie terapeutiche in grado di bloccare questo ingresso".

Altro meccanismo di azione delle tossine vaccinali di qualsiasi vaccino, anche nel cervello:
I Macrofagi molte volte trasportano le sostanze vaccinali nel cervello ed in tutti i tessuti del corpo, ecco una descrizione del  meccanismo:
L'alluminio (od altri metalloidi tossici, ad esempio il Thiomersal) contenuto in vari Vaccini esempio: influenza, esavalente  comprese, viene trasportato nel cervello dai macrofagi .... e cio' spiega il meccanismo della cosiddetta SIDS o morte nella culla, che nei fatti e' una danno vaccinale e non una nuova malattia !
Ecco spiegato il meccanismo biologico ed il diagramma del tragico evento....
Il meccanismo viene ben spiegato qui:  ciò che in realtà accade è che un tipo di globuli bianchi chiamati a macrofagi (MF) ingerisce (processo è chiamato "fagocitosi") gli AANs prima che si sciolgano. (
Aluminum Adjuvant Nanoparticles = AANs)
L'ingestione di corpi estranei è un comportamento normale per MF.
La loro funzione principale è la fagocitosi cioè la capacità di inglobare nel loro citoplasma particelle estranee, anche nanoparticelle, compresi i microrganismi (batteri e funghi estranei), e di distruggerle. Inoltre, fatto importante da tenere in considerazione in  questi casi, secernono citochine ad attività proinfiammatoria e presentano l'antigene ai linfociti T-CD4.
Quando MFs rilevano batteri o altri agenti patogeni, i loro campi magnetici li invitano ad ingerire gli agenti patogeni, e distruggerli con gli enzimi. I MFs sanno assieme ad altre cellule del sistema immunitario circa il patogeno introdotto e come rilevarlo. MFs ingeriscono anche molti tipi di nanoparticelle.
Il problema è che AANs non sono digeriti dagli enzimi MF. E gli AANs, una volta all'interno degli MF, si sciolgono lentamente.
Le AANs persistono per lungo tempo (anni) e causano nei MF a far fuoriuscire lentamente alluminio.
Gli MF che consumano gli AANs divengono altamente contaminati con l'alluminio o con altri metalli tossici e nanoparticelle ingerite, e li diffondono ovunque vanno. E vanno in tutto il corpo. MFs e non viaggiano solo nel sangue, il che spiega il motivo per cui non si trova facilmente nel sangue l'alluminio dopo la vaccinazione, perche' e' gia stato fagocitato (ingerito) dagli MF e perche' gli MF viaggiano anche attraverso il sistema linfatico.
I campi magnetici sono in grado di "viaggiare" (informare) attraverso la barriera emato-encefalica (BBB). Gli MFS, una volta caricati con AANs, agiscono come un cavallo di Troia e trasportano le AANs nel cervello. Questo è dannoso, perché il cervello è molto sensibile all' alluminio.

Senza contare le possibili microischemie (vedi le scoperte del Dott. Andrew Moulden) che possono intervenire nella microcircolazione, soprattutto cerebrale od in altri luoghi...per il fatto che i globuli bianchi e di conseguenza i macrofagi nel loro processo di fagocitosi, (ingestione delle sostanze tossiche vaccinali) possono generare,.... inoltre i macrofagi secernono, nella loro azione quando hanno ingerito le sostanze vaccinali, altre sostante PRO-infiammazioni.... con tutte le conseguenze del caso, polio = paralisi, distrofie, meningiti, sclerosi, infiammazioni croniche, gastroenteriti croniche, ecc....fino alla morte nella culla = SIDS !!

Qui nel diagramma, viene spiegato nei particolari il tragico evento:
http://vaccinepapers.org/al-adjuvant-nanoparticles-can-travel-brain/

 


Maggiori vaccinazioni, maggiore mortalità infantile: Lo studio di Miller e Goldman
In questo studio si correla la vaccinazione con l'indice di mortalità infantile (IMR).
Nonostante gli USA siano la nazione con la più alta percentuale di vaccinati, con 26 dosi di vaccino nei neonati prima dell'anno di vita, sono al 34° posto nella classifica per quanto riguarda la mortalità infantile, avendone piu' di ogni altra nazione ove si vaccina.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3170075/
 



SIRIA
Vaccini assassini ! - oltre 20 Bambini uccisi dai vaccini
- 18/09/2014
Non sono solo le bombe a fare strage in Siria. Venti bambini sono morti in seguito alla somministrazione di vaccini avariati contro il morbillo. Dopo pochi minuti dalla vaccinazione molti di loro hanno iniziato ad avere delle convulsioni. Portati in ospedale, per alcuni era già troppo tardi. Una piaga, quella del sistema di vaccinazione dei bambini, che con la guerra in Siria, ha messo in crisi la salute delle generazioni future.
La campagna di vaccinazione era stata effettuata nell’ambito di un programma dell’Organizzazione mondiale della sanità ed è stata prontamente sospesa non appena sono stati accertati i primi decessi. Il programma dell’Oms prevede protezione dal morbillo per 1,6 milioni di bambini.
L’Osservatorio siriano per i diritti umani precisa che altri 50 bambini sono stati ricoverati in quanto presentavano i sintomi dell’avvelenamento dopo essere stati vaccinati nella zona di Maarat al-Nuaman a sud di Aleppo. Si teme che i bambini la cui vita è a rischio siano molti di più, poiché ogni flacone di vaccino contiene 40 dosi
L’organizzazione umanitaria Save The Children si è detta «sconvolta» e «profondamente rattristata» da quanto accaduto e aiuterà le autorità in ogni modo possibile per scoprire cosa sia realmente accaduto.

Nuova strage di bambini siriani nel 2016 ! - 36 Bambini uccisi dai vaccini - 25/05/2016
Il programma dell'OMS,  Organizzazione mondiale della sanità, e' stato sospeso dopo le notizie che 36 bambini sono morti dopo aver ricevuto la vaccinazione per il morbillo.
Ben 36 bambini sono stati segnalati per essere morti in condizioni strazianti la scorsa notte dopo aver ricevuto il vaccino per il morbillo nell'ambito di un programma sponsorizzato dall'ONU nella area in mano ai ribelli a nord della Siria. I medici in cliniche nelle città di Jirjanaz e Maaret al-Nouman della provincia nord-orientale di Idlib detto che i bambini hanno iniziato ammalarsi subito dopo le dosi sono state somministrate. C'erano figure contrastanti della notte scorsa morti e feriti, come una marea di dolore a spazzato il fronte degli  insediamenti rurali.
Organizzazioni di soccorso appena oltre il confine in Turchia hanno detto che la perdita di vite umane è stata ampia, in aumento fino al 36 oltre e più di una dozzina di altri bambini in gravi condizioni.
I bambini stanno morendo molto rapidamente ", ha detto Daher Zidan, il coordinatore della carità medica, Uossm. "Pensiamo che peggiorerà".
La coalizione di opposizione siriana, che controlla l'area della provincia di Idlib che aveva la gestione del programma, ha detto di aver fermato immediatamente il progetto di vaccinazione.
"Ministero della Sanità del governo provvisorio siriano ha ordinato una battuta d'arresto per il secondo turno della campagna di vaccinazione contro il morbillo, che ha avuto inizio Lunedi scorso, dopo diversi morti e feriti tra i bambini nei centri di vaccinazione nella campagna Idlib ", ha detto un comunicato.
In quello che era stato un passo avanti di speranza, l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha lanciato l'unità di vaccinazione per assicurare vaccini per il morbillo a 1,6 milioni di bambini
L'OMS ha detto che stava controllando i rapporti con urgenza e non ha potuto confermare il numero di morti. Altri gruppi di monitoraggio siriani ben informati, hanno detto c'erano stati altri morti, oltre a quelli indicati dall'OMS.
L'Osservatorio siriano per i diritti umani ha detto:"Almeno altri cinque bambini sono morti e altri 50 sono affetti da avvelenamento o reazioni allergiche dopo vaccinazioni per il morbillo in Jirjanaz, nella provincia di Idlib".
I timori che il bilancio delle vittime potrebbe salire ancora circolare ulteriormente la comunità medica in esilio la notte scorsa. Ogni bottiglia del vaccino contiene 40 dosi
Il dirigente a detto in una dichiarazione: "Save the Children è sconvolto e profondamente rattristato dalla notizia della morte di un numero di bambini e il ricovero di molti altri, dopo aver ricevuto le vaccinazioni per il morbillo nel nord della Siria prima di oggi. "Le autorità locali hanno avviato un'indagine. E 'chiaro che qualcosa è andato storto e Save the Children aiuterà le autorità in ogni modo possibile per aiutare a scoprire cosa è successo.".

Commento NdR: Tutti i vaccini sono contaminati da sostanze pericolose (nano particelle comprese)


Un'altro studio recente della FDA, afferma che negli US:
"Ci sono stati 48.000 casi denunciati lo scorso anno 2014, nonostante gli alti tassi di vaccinazione", ha detto Anthony Fauci, MD, direttore del National Institute of Allergy e Malattie infettive del NIH. "Questa rinascita suggerisce la necessità di ricerche sulle cause che stanno dietro l'aumento di infezioni e modi più efficaci per prevenire la diffusione della malattia."
"
Questa ricerca suggerisce che, anche se gli individui immunizzati con un vaccino acellulare possono essere protetti dalle malattie, essi possono ancora essere infettati con i batteri e sono in grado di diffondere l'infezione ad altri, inclusi i bambini piccoli che sono suscettibili di malattia pertosse".
In parole povere: i vaccinati NON sono protetti dal vaccino e possono anche infettare altri soggetti.....
Tratto da: http://www.fda.gov/NewsEvents/Newsroom/PressAnnouncements/ucm376937.htm


I VACCINI STANNO UCCIDENDO I NOSTRI BAMBINI: http://www.boughtmovie.com/are-vaccines-killing-our-babies/
 

Per altri particolari sulla sindrome SIDS, vedi QUI:
http://autismovaccini.org/2014/03/08/vaccino-esavalente-e-sindrome-della-morte-improvvisa-infantile/
http://autismovaccini.org/2014/04/18/vaccino-esavalente-e-sindrome-della-morte-improvvisa-infantile-sids-parte-seconda/  


Infatti:
ANCORA UNA BAMBINA MORTA DOPO la SOMMINISTRAZIONE dell'ESAVALENTE. - Luglio 2013
Questo VACCINO e' stato RITIRATO IN MOLTI PAESI MA NON IN ITALIA. RISARCIMENTO RECORD, PERO' NESSUNO RIDARA' PIU' LA BIMBA AI GENITORI. - Muore in culla a causa del vaccino Infanrix, risarcimento record ai genitori.
La loro bambina è morta di Sids ("morte in culla") a pochi giorni dalla vaccinazione con il vaccino Esavalente.
Il tribunale di Pesaro ha deciso un risarcimento record di 200 mila euro alla famiglia, più un vitalizio di circa 700 euro al mese ed un ulteriore indennizzo ancora da quantificare. Una sentenza storica per l'Italia.
 

SIDS – 03/03/2015  
US - Un BAMBINO MUORE DOPO 8 VACCINI, la FAMIGLIA CHIEDE l'AUTOPSIA, MA dall'OSPEDALE gli VIENE RICONSEGNATO il  BAMBINO CREMATO
Due genitori californiani sono sconvolti per la MORTE del loro bimbo  avvenuta dopo la vaccinazione. E’ morto nel sonno e inutile è stata la corsa in ospedale, dove è stata diagnosticata la sindrome di morte infantile improvvisa (SIDS). E’ stata richiesta l’autopsia, ma dopo quasi un anno e mezzo, ancora non ne sono stati comunicati gli esiti. In questi mesi la famiglia ha scoperto che al loro figlio era stato somministrato un vaccino non approvato per quella età e una dose in più del vaccino per l’epatite B che avrebbe dovuto ricevere in tempi successivi.

Crystal Downing ha raccontato quanto accaduto a suo figlio Matthew ad un’associazione statunitense, per invitare i genitori a informarsi sui vaccini prima della loro somministrazione. Pubblichiamo la traduzione dal sito vactruth.com (link all’articolo originale)

E’ una testimonianza che emoziona, che pone seri interrogativi sulle reazioni avverse, sulle buone pratiche mediche, sul rapporto medico-paziente, sulle lacune delle conoscenze scientifiche, sui diritti non riconosciuti dei danneggiati dalle vaccinazioni.


Traduzione a cura della Dott.ssa Alessia Zurlini e della Dott.ssa Daniela Coli:

Un bimbo in meno
“Il nostro dolce piccolo orsetto capriccioso Matthew Gage Downing-Powers è nato sano il 26 aprile 2013. In ospedale, subito dopo la nascita,è stato vaccinato contro l’epatite B perché è così che si fa nel nostro Stato, è quello che i CDC raccomandano. Le sue reazioni all’iniezione furono ritenute normali. Portai Matthew alla visita di controllo  il 2 luglio 2013. Durante quell’appuntamento, gli vennero iniettati 8 vaccini: DTaP (3 in 1), Polio, Hib, Hep B, pneumococco PCV e il vaccino orale contro il Rotavirus. Lo riportai a un nuovo controllo lunedì 7 ottobre, all’età di 5 mesi e mezzo. Il medico mi disse che tutto andava bene, che poteva essere rivaccinato.
Ho pensato ok, si può fare. Matthew ricevettealtri 8 vaccini, DTaP, Polio, Hib, pneumococco, Hep B e Hep A. Questi sarebbero stati gli ultimi vaccini che egli avrebbe mai ricevuto.

Dopo le iniezioni, non ebbe febbre o altri sintomi importanti, non gli somministrammo il Tylenol (è l’equivalente della tachipirina). Era solo più scontroso e piangeva un po’. Lo abbiamo controllato ogni ora. La sua temperatura era rimasta normale ma non era il solito bimbo felice e allegro. Tutti i miei figli sono divenuti scontrosi dopo essere stati vaccinati.

Io non ho consultato il medico. Sapevo che questi comportamenti erano normali dopo la vaccinazione, Era  il mio quarto figlio, tutti gli altri 3 erano stati vaccinati e sapevamo cosa aspettarci.

Pensai che avrei atteso un altro giorno prima di farlo visitare, ma non abbiamo potuto. Il giorno successivo Matthew se ne era già andato. È stato trovato privo di vita.
Lo mettemmo a letto quella notte di martedì e mio marito lo trovò in fin di vita mercoledì mattina.

Sia io che mio marito Zack abbiamo eseguito il CPR (massaggio cardio polmonare) su nostro figlio e così hanno fatto mio padre e la mia matrigna. Dal suo naso e dalla bocca è uscito un po’ di muco chiaro marrone rosato. Non ero disposta a credere che fosse morto. Nessuno di noi era disposto a rinunciare a lui.

Mio marito chiamò il 911, ma tardavano ad arrivare, e così portammo in auto il mio bambino all’ospedale distante  solo due isolati. Lo portammo al Colorado River Medical Center di Needels, CA. Anche all’ospedale gli fecero il CPR e poi ci dissero che era morto di SIDS. 

La mia vita è piena di angoscia da quando abbiamo perso il nostro bambino. Vedere mio figlio in quel modo è stato il giorno peggiore della mia vita.

Il personale dell’ospedale mi ha detto che sarei stata messa sotto inchiesta in base alla legge della California e che quando un bambino moriva andava sottoposto ad un’autopsia. Dall’ospedale di Needles, Matthew è stato trasferito all’ospedale con l’ufficio del medico legale, a San Bernardino, CA. Noi abbiamo scelto che Matthew fosse cremato presso una sede funeraria a San Bernardino.

Dopo aver lasciato Matthew all’ospedale, ci hanno detto di andare a casa e aspettare per sapere quando sarebbe stata fatta l’autopsia. Abbiamo programmato di vederlo presso la camera mortuaria che avevamo scelto, dopo aver deciso che lo avremmo cremato. Mi hanno detto che sarei stata informata quando sarebbe stata fatta l’autopsia  e che avrei potuto vedere il bambino prima che fosse cremato.

Non mi sono annotata i nomi dei membri del personale a cui ho lasciato mio figlio. Non ci ho pensato quando tutto questo è successo. Ma avrei dovuto.
Nessuno mi ha chiamata per informarmi su cosa stava accadendo. Ho chiamato numerose volte e ho sempre girato a vuoto. Assolutamente nessuno mi ha dato risposte.

Passarono settimane prima che io ricevessi una chiamata che mi informava del fatto che Matthew non era in una condizione in cui avrei voluto ricordarlo.
Mi sentivo impotente e mi hanno convinta che avrei dovuto firmare una liberatoria per la cremazione. Mi hanno fatto scegliere un’urna e poi mi hanno confermato che era lui. Avevo mandata anche una foto, perché fossero sicuri.

Matthew non è tornato a casa nostra a Needles, California fino al 20 novembre 2013. Un mese e mezzo dopo che era deceduto. Il mio istinto mi dice che qualcosa è stato tenuto nascosto. (…) 

Il medico legale è stato informato del fatto che Matthew era stato appena vaccinato.  Gli avevo anche chiesto  se era possibile che i vaccini avessero ucciso mio figlio.
Il medico mi ha chiaramente mentito  dicendo che no, non erano le vaccinazioni che lo avevano ucciso. Mi ha chiamato solo una volta per sapere quante persone avevano fatto CPR su di lui. E quella è stata l’ultima volta che ho sentito qualcosa da loro. L’ho cercato dopo aver ricevuto il suo certificato di morte,  dicendo che ero ancora in attesa di indagini e  chiedendo se avessero finito con la sua autopsia. Mi hanno detto no. Ho chiamato ancora una volta e mi hanno risposto che non potevano darmi più informazioni e che avrei dovuto chiamare l’ufficio del medico legale qui a Needles, California. Lo feci e ancora nessuna risposta, niente di niente.

Il medico legale ha stabilito che non era colpa mia e che talvolta tutto questo semplicemente accade. Non potevo credere a quello che mi era stato appena detto.

Mi ci è voluto molto tempo per parlare e condividere la mia storia a causa di questo dolore. Ho deciso di farmi avanti perché non voglio che Matthew sia morto invano per il fatto che i produttori di vaccini non creano vaccini più sicuri. Perché ai neonati ne vengono dati così tanti in una volta? È stato dimostrato che è sicuro dare a questi bimbi tutti questi vaccini  durante le visite di controllo? Da quello che ho imparato, la risposta è no.

Più tardi, ho saputo che due vaccini non avrebbero dovuto essere somministrati. I bambini non dovrebbero ricevere il vaccino contro l’epatite A, fino ad almeno 1 anno di età, eppure questo è stato inoculato a Matthew a 5 mesi e mezzo. Ho saputo che anche per la terza dose del vaccino antiepatite B era troppo presto.

E’ stato subito dopo il funerale che ho appreso dell’errore per il vaccino contro l’epatite A. Sapere questo mi ha ucciso. Ho iniziato a incolpare me stessa e continuo a farlo perché non mi sono mai presa il tempo di conoscere quali vaccini avrebbero dovuto essere dati a un bambino, a che mese, quante dosi, e altre notizie.

Mi sentivo così perché non ho fatto queste ricerche fino a dopo alla morte di Matthew, mi sono sentita stupida e in qualche modo in colpa. Sentivo che in qualche modo era stata colpa mia, perché ero in ritardo sulle sue vaccinazioni. Pensavo che se avessi seguito il programma del CDC e non fossi stata in ritardo  per il controllo dei 4 mesi, probabilmente non avrebbe ricevuto i vaccini sbagliati. Ora se n’è andato.

Capisco che tutto questo sarebbe potuto succedere anche se non avessi ritardato la vaccinazione, se avessi rispettato alla lettera il calendario. E’ una cosa con cui devo convivere.

È passato più di un anno e quattro mesi da quando Matthew se ne è andato, era il 9 ottobre 2013,  e non ho ancora ottenuto il referto dell’autopsia di cui vorrei avere  una copia. Continuo a corrergli dietro! Sono andata allo studio del medico di recente e ho scoperto che l’infermiera che ha vaccinato Matthew non lavora più lì.
Mi è stato detto che è stata licenziata perché non sapeva cosa stesse facendo quando somministrava i vaccini.

Se si scopre che la  morte di mio figlio è avvenuta a causa della sua ignoranza, io starò addosso a tutti loro. Mio figlio non doveva morire perché questa gente era troppo pigra per addestrare l’infermiera  a somministrare correttamente i vaccini. Non mi hanno nemmeno chiesto scusa. Sono più che arrabbiata. Non vedo l’ora di ottenere le mie risposte.

Hanno detto che il mio bambino è stato l’unico che è morto da quando ha iniziato a lavorare, fino a che ha terminato il suo lavoro. Chissà se questo è vero.
Ci potrebbero essere state più vite perse e nessuno lo ammetterebbe mai.

Voglio dire ad altri genitori che si dice sempre che le vaccinazioni sono sicure, ma, in realtà, non lo sono. Fate domande ed informatevi su quali vaccini intendono somministrare al vostro bambino. Informatevi sui rischi associati a tutti i vaccini, e ricordate, è la vostra scelta, potete e dovete scegliere. E’ il vostro bambino.
E qualunque cosa voi deciderete, non  somministratene così tanti in una volta. Se credete che questo non danneggerà il vostro bambino, pensate al bambino che io ho perso.
È possibile.

Matthew è stato vaccinato contro DTaP, IPV, Hib, PCV, Hep B e Hep A in 3 siti di somministrazione, uno al braccio destro e due alla gamba sinistra.

Ora sono incinta del mio quinto figlio. Devo essere forte. Ho 3 ragazzi, un marito e presto avrò un altro figlio,  tutti contano su di me, per tenere unita questa famiglia.

In tutta onestà, però, a volte mi sento così sopraffatta perché mi manca tanto Matthew, sono arrabbiata, e  ho paura che possa succedere di nuovo con gli altri miei bambini. E penso che sarò costretta a vaccinare questo bambino non ancora nato perché è stato presentato, dai nostri politici dello stato della California, un disegno di legge per  togliere il diritto di esonerare i miei figli da ulteriori vaccini a causa di convinzioni personali. Se questo disegno di legge passerà, verrà abolito  il diritto di noi genitori di scegliere se vaccinare o meno i figli in futuro. Dovrebbe invece essere formalizzata l’esenzione per quanti hanno perso un figlio dopo la vaccinazione.

La morte di Matthew non basta? I risarcimenti sono uno schiaffo in faccia ai genitori che hanno perso il loro bambino o che hanno un figlio danneggiato da un vaccino.
Forse se avessero prodotto vaccini più sicuri, più persone vorrebbero vaccinare i propri figli.

A mio figlio ne sono stati iniettati 8, informati  prima! Quando io l’ho fatto, non volevo crederci, e mi sono arrabbiata con me stessa per non essermi informata prima.
E’ la morte di Matthew che mi ha fatto aprire gli occhi, e non sono l’unica che crede che i vaccini non siano quello che sostengono di essere.

Mio figlio maggiore sta passando un momento difficile, il mio secondo figlio ha detto che ora ha paura delle vaccinazioni e il mio terzo figlio, di 3 anni, sa solo che il suo fratellino se ne è andato. Quanto a mio marito, si tiene tutto dentro, quindi è un po’ difficile sapere che cosa sta provando.

Fino ad oggi, non ho ancora ricevuto il rapporto dell’ autopsia. Continuano a girarci intorno. Così l’inchiesta è ancora in corso. Ho effettuato la segnalazione al VAERS (Vaccine Adverse Event Reporting System). Fino a quando non avrò ricevuto i risultati dell’ autopsia, sarà difficile presentare un’istanza al  NVICP (Vaccine Injury Compensation Program Nazionale). Mi sento come se si fossero fermati perché il lasso di tempo per l’archiviazione quando si perde un bambino per i vaccini è di 2 anni, ed è già passato un 1 anno e mezzo. Noi non ci arrenderemo. Mio figlio dovrebbe essere ancora qui.

La certificazione delle vaccinazioni non mente! Non dovrebbero negare le reazioni avverse, le sofferenze dei bambini e dei genitori. Non dovrebbero ostacolare i genitori nelle pratiche legali per ottenere il risarcimento dei danni da vaccino.

Ho imparato che non è un evento eccezionale morire subito dopo la  vaccinazione. Voglio solo che sia noto che questo può accadere e spero che le madri  facciano domande prima della vaccinazione. Quante di noi mamme hanno aiutato a tenere nostro figlio fermo mentre veniva vaccinato, sapendo che li abbiamo aiutati a far del male a noi stessi?

Non credevo a quelle poche persone che mi avevano detto che questo poteva accadere, ma è successo proprio a me. E ora devo conviverci per il resto della mia vita, sapendo che avrei dovuto fare domande ed informarmi prima di accettare ciecamente che gli iniettassero qualsiasi cosa. Non mi sono informata. Non ho chiesto quali vaccini sono stati dati a tutti i miei figli. Non avevo motivo di diffidare dei medici, fino ad ora. Dal momento che questo è successo a Matthew, i miei occhi sono ben aperti oggi. Ora io non ho paura di mettere in discussione tutto ciò che viene fatto ai miei figli.

Sono i genitori che devono decidere se vaccinare i loro figli o meno. I genitori hanno bisogno di informarsi su entrambi i lati, a favore e contro. Poi prendere la loro decisione in merito. Mio padre mi ha detto che non mi sono mai ammalata fino a quando ho iniziato la scuola e ho ricevuto i vaccini richiesti. Dopo di che, mio ​​padre non mi ha vaccinato mai più. Mio padre me lo aveva detto un paio di volte prima che tutto questo accadesse, ma non gli ho prestato attenzione. Vorrei averlo ascoltato.

Ho permesso che i medici e gli infermieri facessero quello che avevano detto che era necessario. Senza fare domande. Ho pensato che mi avrebbero informata sui rischi. Nessuno mi ha detto niente del genere. Ho avuto fiducia in loro. Perché i medici o le infermiere non mi hanno detto che è anche possibile morire dopo una vaccinazione? Avrei davvero voluto essermi informata e non fidarmi ciecamente del sistema e dei medici. E ora, proprio  perché non l’ho fatto, mio figlio se ne è andato.

Ci sono un sacco di genitori là fuori come me. Alcuni non si fanno avanti poiché hanno paura di ciò che la gente potrebbe dire. A volte la gente può essere davvero crudele e non capire quello che i genitori come me stanno passando.

Voglio solo raccontare la sua storia. Mio marito e io vogliamo ringraziare tutti coloro che ci hanno dato il loro appoggio. Siamo stati così fortunati anche per il poco tempo che abbiamo avuto con il nostro orsetto esigente. Spero che condividere questo aiuterà le madri a scegliere per sapere quello che potrebbe succedere.
Voglio che sia chiaro che non sto dicendo ai genitori di non vaccinare i loro figli. Sto semplicemente dicendo di documentarsi prima di vaccinare. Capire che, se si sceglie di vaccinare, sia proprio la vostra scelta, non di qualcun altro..

Non mancate di rispetto ai genitori come me, che hanno perso il loro bambino per i vaccini. E non mancate di rispetto ai genitori che vivono con bambini danneggiati dai vaccini. La libertà di scelta deve essere aumentata. E’ più che inquietante che politici corrotti pensino di poter scegliere quello che viene iniettato ai nostri figli.
A loro non importa della salute del vostro bambino.

Non posso permettere che questo accada di nuovo. Non posso più permettere ai miei altri bambini di essere danneggiati dai vaccini. Combatterò contro  chi vuole privarmi dei miei diritti di scegliere. Ogni caso di morbillo è riportato in tutti i notiziari, ma non si parla mai dei bambini che muoiono dopo una vaccinazione, perché ?  
Perché non interessano i bambini danneggiati dai vaccini?

Ci manchi e ti amiamo così tanto Matthew. Ti pensiamo sempre, ogni giorno. Tu sei sempre nel mio cuore e non smetterò mai di amarti.

Con amore la tua mamma,
Crystal Downing-Powers - Tratto da assis.it

UK - In INGHILTERRA, CERTI CRIMINI SUI BAMBINI VENGONO SEMPRE MANTENUTI NASCOSTI:
Ai genitori di CINQUANTA bambini che hanno visto morire i loro figli a causa della SIDS, nonostante abbiano fatto regolare richiesta di poter avere i loro corpi e/o almeno le loro ceneri, NON gli sono state volutamente consegnate. PERCHE' ?, perche’ cosi’ non possono farsi fare delle autopsie private e quindi dimostrare che sono stati i vaccini che li hanno assassinati !
https://www.change.org/p/investigate-baby-ashes-scandal-across-the-uk?recruiter=29842756&utm_source=share_petition&utm_medium=facebook&utm_campaign=share_page&utm_term=des-md-supporter_signature_milestone_email-no_msg&fb_ref=Default

FATE ATTENZIONE, questo e' MOLTO IMPORTANTE, queste spiegazioni continuano anche sulle pagine per gli altri vaccini

Questi sono i principali vaccini per le quali si effettua la vaccinazione:
Polio + Vaiolo + Tetano + Difterite + Epatite B + Pertosse + Morbillo + Parotite + Rosolia + Meningite + HPV (Cervarix-Gardasil per Tumore all'utero) +  Varicella + Influenza
e....si fa SEMPRE del terrorismo mediatico sulla popolazione ignara, spaventandola, elencando le varie “malattie” che si potrebbero scatenare, se non ci si vaccina, quindi loro dicono che occorre vaccinarsi, ma questi stessi terroristi mediatici, i medici ufficiali che sponsorizzano i vaccini, non si rendono conto delle loro stupidate e qui ve lo dimostriamo.

Ricerca medica sul collegamento fra Vaccini e malattie autoimmuni !
http://info.cmsri.org/the-driven-researcher-blog/first-medical-textbook-devoted-to-research-linking-vaccines-to-autoimmunity
 


ANCHE una RICERCA dei CDC AFFERMA che il LE­GAME FRA SIDS e VACCINI ESISTE DAVVERO
- 23/01/2015
Se prestate fede alle dichiarazioni ufficiali dei principali enti sanitari governativi degli Stati Uniti come i CDC (Centri per il controllo delle malattie) e la FDA (Agenzia regolatrice per alimenti e farmaci), tutti i vaccini che vengono attualmente prescritti sono "sicuri ed efficaci a priori". Non solo vi diranno che non fanno male, ma che non vaccinarsi può essere letale.
La pressione cui sono sottoposti genitori, poi, è enorme. Si sentono dire che non vaccinare i figli li esporrà a un elevato rischio di morte o disabilità. Peggio ancora, sempre più spesso si sentono definire fanatici “pazzi” e “irresponsabili” che mettono in pericolo le vite degli altri. Ma cosa succede quando proprio nella letteratura scientifica e clinica prodotta da queste agenzie ci sono le prove che contraddicono la loro stessa linea politica ?
E esattamente ciò che è successo con la pubblicazione di un nuovo studio sul Journal of Pediatrics intitolato “Eventi avversi seguiti al vaccino per l’Haemopbilus influenzae di tipo B nel Sistema di segnalazione eventi avversi per i vaccini (VAERS), 1990-2013”, in cui i ricercatori di CDC e FDA identificano 749 casi di decesso legati alla somministrazione del vaccino Hib, il 51% dei quali per Sindromi della morte improvvisa del lattante (SIDS).
I Centri per il controllo di malattie hanno negato con veemenza  che esistano delle prove a sostegno un nesso causale fra vaccini e decessi fra i neonati, nonostante il fatto che la stessa pagina Web dei CDC reciti sull’argomento: “I bambini iniziano il primo ciclo di vaccinazioni fra i 2 e 4 mesi di età. Si tratta anche dell’eta’ in cui sopraggiunge il picco di casi sindrome della morte improvvisa del lattante (SIDS).”
Di recente, la confessione di uno scienziato senior dei CDC ha fatti uscire allo scoperto un caso di negligenza e occultamento dei dati: lo scienziato era stato costretto a insabbiare i dati che rivelavano un legame fra l’autismo e il vaccino trivalente (morbillo, rosolia, parotite) nei bambini afro-americani maschi.
Il vaccino Hib è descritto sul sito dei CDC come “molto sicuro” ed “efficace” nella prevenzione di una malattia che, secondo quel testo, può essere letale. Si elencano gli “effetti collaterali più comuni” come “generalmente lievi e di durata da 2 a 3 giorni”, fra cui “rossore, gonfiore e calore nella zona dell’iniezione” e “febbre”.
Non si cita da nessuna parte la morte o la disabilità come possibile effetto collaterale. In netto contrasto con queste dichiarazioni, lo studio ha ricavato i seguenti risultati decisamente preoccupanti: “Il VAERS ha ricevuto segnalazioni in seguito alla somministrazione di vaccini Hib;
(il 17%) riguardavano casi gravi, fra cui 896 decessi. L’età media era 6 mesi (in una fascia da 0 a 10,22 mesi). La sindrome della morte improvvisa del lattante era la causa di morte dichiarata per 384 (51%) dei 749 referti di morte con autopsia/certificati di morte. Le categorie più comuni di eventi avversi gravi non letali erano condizioni neurologiche (80; 37%) ed altre non infettive, comprendenti soprattutto sintomi costituzionali (46; 22%) e gastrointestinali (39; 18%).”
Considerate inoltre che il VAERS è un sistema di sorveglianza passivo in cui i casi segnalati sono molti meno di quelli effettivi, ovvero il VAERS riceve le segnalazioni solo per una piccola percentuale degli eventi avversi che si verificano in quanto i medici non sono istruiti a sufficienza per comprendere i danni dei vaccini occulti e palesi.
Secondo Barbara Loe Fisher, fondatrice del National Vaccination Information Center, i casi non segnalati possono rappresentare addirittura il 99% o più di tutti gli eventi avversi associati ai vaccini:
“In un articolo del 1993 sul Journal of the American Medicai Association, l’ex commissario della FDA David Kessler stimava che meno dell’ 1 % dei medici segnala i disturbi e i decessi avvenuti in seguito alla somministrazione di farmaci prescritti. Questa cifra può addirittura scendere per i vaccini.

In un sondaggio svolto dalla nostra organizzazione a New York nel 1994, solo 1 medico su 40 inoltrava segnalazioni al VAERS.” Considerando la portata di questo fenomeno, le morti segnalate non sono che la punta dell’iceberg della morbilità e mortalità infantile indotta dai vaccini Hib.
Lo studio citava anche un’analisi precedente in cui si era rilevato che la morte improvvisa del lattante era la causa di morte più comune fra tutte le segnalazioni del VAERS legate ai vaccini, “responsabile di quasi metà di tutti i decessi segnalati”.
Ma ciò che forse sorprende di più è la conclusione dei ricercatori: “La revisione delle segnalazioni del VAERS non ha identificato preoccupazioni nuove o inattese per quanto riguarda la sicurezza dei vaccini Hib, dimostrando cosi la evidente malafede di questi ricercatori !  
Fonte dei dati: GreenMedInfo.com

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Video su: I BAMBINI NON VACCINATI SONO molto PIU' SANI di quelli VACCINATI !
Nel 1992 I.A.S. ha condotto un sondaggio sulla salute e la vaccinazione dei bambini della Nuova Zelanda ed ha trovato solide prove scientifiche che I BAMBINI NON VACCINATI sono PIU' SANI dei loro coetanei vaccinati !

La politica ufficiale vaccinale (UK e mondiale) e quella del codice di condotta del Comitato misto per la vaccinazione ed immunizzazione (JCVI): sono in disaccordo ? + Siamo contro la falsa immunizzazione (vaccinazione)

Ottaviani et al. [20] "Qui riportiamo il caso di una infantile femmina di 3 mesi morta
improvvisamente ed inaspettatamente poco dopo aver ricevuto la vaccinazione esavalente, con esame del tronco cerebrale su sezioni seriali, ha rivelato ipoplasia bilaterale del nucleo arcuato.
Il sistema di conduzione cardiaca ha presentato persistente dispersione fetale e riassorbimento degenerativo.
Questo caso offre una visione unica sul possibile ruolo di vaccino esavalente nell'innescare un esito letale in un bambino vulnerabile. Qualsiasi caso di morte improvvisa inattesa che si verificano perinatale e nella prima infanzia, in particolare subito dopo una vaccinazione, deve sempre, secondo le nostre linee guida, sottoporsi a uno studio necroscopia completa ".
"L'identificazione di una possibile base patologica di meccanismi riflessogeni in, improvvisa morte infantile inaspettata (SIDS),  richiede necessariamente l'esame dei nuclei del tronco cerebrale e del sistema di conduzione cardiaca, su sezioni seriali".
L'autore principale dello studio, il professor Luigi Matturri è un membro europeo dell’Agenzia EMEA erp il controllo dei medicinali, il gruppo di Patologi per la valutazione del SUD (morte improvvisa inaspettata) dei casi segnalati  per i vaccini esavalenti.
In una revisione da parte dell'EMEA e’ citato nell'introduzione dello studio, di cinque rapporti di morti inspiegabili nei bambini che si sono verificati entro 24 ore dalla vaccinazione con un vaccino esavalente, il gruppi di esperti (tra cui i patologi con esperienza nel campo dei vaccini e SIDS), ha studiato se ci sia stato stato un legame tra i vaccini e le morti, ha osservato:
"Le conclusioni del EMEA erano che le cause della morte sono rimaste inspiegabili.
SIDS, infezione virale, disturbi metabolici, reazioni allergiche o di ostruzione delle vie aeree erano plausibili, ma non sono stati sicuramente dimostrati di essere stata la causa della morte [4].
Tuttavia
, al meglio della nostra conoscenza, nel corso delle indagini post-mortem di cui, poco, se del caso, l'attenzione è stata fatta per l'esame del tronco encefalico e dei sistemi cardio conduttori su sezioni seriali, era la possibilità di un ruolo di innesco e’ stato considerato, del vaccino nel risultato letale".
Inoltre, nel rispondere alle numerose critiche del loro studio i casi inspiegabili di improvvisa del lattante morte poco dopo la vaccinazione esavalente [21] Zinka et al. osservato [22]: "(Annuncio 6)  Il problema principale è che gli specialisti di vaccinazione non sono riusciti per decenni a stabilire eventuali prove o altri criteri per scoprire se gli eventi avversi sono legati a vaccinazioni o meno ed a nostra conoscenza non si e’ nemmeno provato seriamente e  perché ? ! "
"(1) Una descrizione precisa del meccanismo che porta a gravi eventi avversi dopo vaccinazione esavalente non è il compito di patologia forense.
Questo sarebbe il lavoro di specialisti di vaccinazione, e in realtà questo lavoro avrebbe dovuto essere fatto prima fase 1 e Fase 2 studi al fine di ottenere dati validi sulla sicurezza dei farmaci".
BSEM marzo 2011 I Rischi per la salute di prevenzione delle 35 malattie
In sintesi, si può dedurre da qui che la vera ragione per cui la causalità è raramente (se non mai) stabilita da indagini scientifiche ufficiali, in gravi eventi avversi correlati al vaccino, è perché si presume che:
a) non accadono e
b) che lo studio non è stato progettato per rilevarli.
Questo può inoltre suggerire che i vaccini non hanno dimostrato di essere sicuri, ma si presume solo che lo siano, infatti, secondo la US FDA "Storicamente, la valutazione della sicurezza non clinica per i vaccini. spesso non include studi di tossicità anche in modelli animali. Questo perché i vaccini non sono stati visti-considerati come intrinsecamente tossici ".

Tratto da: QUI PDF

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Il tribunale di Pesaro ha pronunciato una sentenza storica per l'Italia
. Una famiglia, la cui bambina era deceduta di Sids ("morte in culla") a pochi giorni dalla vaccinazione con l'Esavalente, si è vista riconoscere un risarcimento di 200.000 euro più un vitalizio di circa 700 euro al mese ed un ulteriore indennizzo ancora da quantificare.
La battaglia legale è andata avanti fra rinvii, appelli e ricorsi. Alla fine il tribunale ha ritenuto che sia altamente probabile che la morte della minore sia da attribuire alla somministrazione del vaccino. La notizia è presente su diverse testate giornalistiche fra cui il Viverepesaro e Resto del Carlino che riporta le parole dell'avvocato della famiglia, Luca Ventaloro: "La bambina iniziò ad accusare molto presto una serie di sintomi ricollegati alla vaccinazione. Dolori articolari continui, totale inappetenza, sovvertimento del rimo del sonno/veglia. Alla morte avvenuta durante il sonno fece seguito l'autopsia che stabilì che la causa finale era stata una polmonite interstiziale. Il vaccino esavalente era stato composto da antipolio, una difto-tetanica, anti epatite B, anti pertosse e antiemofilo."

Questo vaccino, il cui nome commerciale è Infanrix Hexa è usato anche in Italia per vaccinare i bambini già dal 2°-3° mese di vita, In quasi tutta Italia il vaccino esavalente (un’unica fiala vaccinale contro 6 germi) è stato silenziosamente imposto scalzando i 4 vaccini prima disponibili e i genitori si sono trovati obbligati, senza alcuna legge dello Stato, a somministrare ai loro figli 6 vaccini contemporaneamente invece dei 4 obbligatori.
Ciò è accaduto nonostante si sappia che il rischio che un bambino ha di subire danni da vaccino è tanto maggiore quanto più il bambino è piccolo e tanto è maggiore il numero di vaccini somministrati contemporaneamente. Questo vaccino è stato ritirato per ordine della casa madre dal commercio di ben 19 paesi. Il 6 ottobre su informasalus.it si legge che la motivazione ufficiale è che: "durante il controllo di qualità è stata riscontrata una contaminazione microbica dell’ambiente di produzione.
È riportato che i prodotti finali della lavorazione (cioè il vaccino in oggetto) non sono microbicamente contaminati, ma, allo scopo di assicurare il mantenimento dello standard di qualità, l’ente di registrazione accetta il ritiro del farmaco Infanrix Hexa dalle farmacie e dai fornitori sanitari.
Il documento ufficiale dice che: “I pazienti che sono stati vaccinati con questo vaccino non sono a rischio a causa del vaccino stesso che soddisfa tutti i requisiti di qualità”. Cioè, il vaccino va benissimo e soddisfa tutti i requisiti di ottima qualità … eppure l’hanno fatto ritirare immediatamente! È difficile comprenderne il motivo, almeno per noi comuni mortali. Il ritiro è stato disposto con urgenza massima: classe 1.

Attualmente i paesi che hanno ritirato il vaccino esavalente sono Spagna, Francia, Germania, Slovacchia, Canada e Australia, Gran Bretagna, Belgio, Olanda, Grecia, Repubblica Ceca, Albania, Malaysia, Vietnam, Qatar, Romania, Libano, Brasile, Malta. In Italia se ne parla ben poco, ma il nostro Ministero della Salute, contattato da il Fatto Quotidiano fa sapere che: "In alcuni Paesi la Gsk ha proceduto ad un ritiro cautelativo di alcuni lotti di vaccino Infanrix Hexa avendo individuato un problema nella catena di produzione.
I controlli fatti sui lotti ritirati hanno avuto esito favorevole.
L’Italia, in ogni caso, non è interessata dal problema, perché i lotti in questione non sono stati commercializzati in Italia".
In conclusione il ministero minimizza, l'azienda assicura che si tratta semplicemente di una procedura di sicurezza e tutti concordano che non c'è motivo di preoccuparsi per l'Italia.
Eppure il vaccino viene ritirato, la bambina è morta ed il tribunale ha imputato la causa proprio a quello stesso esavalente.
Il tutto mentre da noi ancora si dibatte su quanto dannosi possano o meno essere i vaccini.

RIGURGITO o VACCINO ?
Una bimba di 6 mesi è morta per un rigurgito all'asilo nido di Robbiate (Lecco) - 31 Ott. 2013
Una bambina di soli 6 mesi (eta' nella quale si fanno i richiami per i vaccini) è morta nella culla giovedì mattina all’asilo nido di Robbiate, nel Lecchese. Subito dopo aver mangiato la bimba, figlia di una coppia di Verderio Superiore (LC) Italia, sarebbe stata riposta nella culla, ma un rigurgito l’avrebbe soffocata, provocandole un arresto cardiaco.
La piccola aveva mangiato poco prima ed era stata messa nella culla. A dare l'allarme è stata la nonna, che lavora nella struttura. Avvicinatasi alla nipote per controllarla, l'ha trovata in condizioni disperate. La neonata ha avuto un arresto cardiaco a causa di un soffocamento.
 Il 118, intervenuto immediatamente, ha tentato di rianimarla, poi l'ha portata al pronto soccorso, ma per lei non c'era più nulla da fare. La Procura di Lecco ha disposto l'autopsia sul corpicino della bimba. Secondo quando si è potuto apprendere, la bambina fino ad oggi non aveva mai avuto problemi di salute.
L'allarme è stato lanciato attorno alle 10 dagli operatori del micronido dei Maggiolini, dove la bambina stava riposando nella culla dopo aver avuto la pappa e dove si trovava anche la nonna, che a quanto risulta collabora con la struttura.
I medici dell'ospedale di Merate hanno tentato a lungo di rianimare la piccola ma non c'è stato nulla da fare.

Commento NdR: quanto tempo e’ intercorso dopo l’ultima vaccinazione ? e come mai le autopsie in questi casi, quei medici, non vanno a controllare il cervello (specie il cervelletto) del soggetto vaccinato per vedere cosa avviene nella microcircolazione cerebrale (microischemie) dopo la vaccinazione…??
NESSUNO degli "enti a tutela" tiene delle statistiche su bambini che morirebbero per "rigurgito"...perche' ??

SIDS (Morte nella culla) tutti sono soggetti vaccinati, di qualsiasi vaccino !
SASSARI – Ott. 2011....Forse ucciso dal rigurgito il bambino di due anni trovato morto nel lettino - Oggi si farà l'autopsia sul corpo del piccolo. Cordone di solidarietà intorno ai genitori sotto choc…
Bimbo di 2 anni “muore nelle culla” -  
Per avere la certezza bisogna aspettare il risultato dell'autopsia (NdR: come sempre sara' effettuate senza ricercare le cause vaccinali del decesso...), che sarà eseguita oggi o domani nell'istituto di Patologia forense, ma per il momento tutte le circostanze fanno ritenere che sia stato un rigurgito a uccidere il bambino sassarese di due anni morto sabato pomeriggio in circostanze drammatiche in un quartiere della periferia cittadina.
Alle 15,45 è stato trovato agonizzante dalla madre che poco prima lo aveva messo a letto per farlo riposare. La donna si è resa conto subito delle condizioni disperate del suo bambino e ha chiamato il 118, che è arrivato a tempo di record nell'abitazione. Nonostante la tempestività dell'intervento, però, quando l'équipe è arrivata per il piccolo non c'era più nulla da fare. Sono stati i sanitari a segnalare la notizia della morte del bambino alla centrale operativa della questura che ha mandato sul posto una pattuglia della sezione Volanti.

LUCCA - 03 Gen.2012
A causare la morte in culla, stando all'esito dell'autopsia sul corpo del neonato, è stato un rigurgito di latte. Il bimbo di 3 mesi era stato trovato privo di vita l'altro ieri mattina, nella sua culla a Torre del Lago (Lucca) dai genitori, una coppia di immigrati polacchi. 

ACQUAFORMOSA - 21 Ott. 2013 - Un neonato di poco più di un mese è morto ad Acquaformosa, centro arbresce della provincia di Cosenza. Secondo le prime ipotesi il piccolo potrebbe aver avuto un rigurgito in culla. Ieri mattina, il piccolo è stato messo a dormire dai genitori i quali dopo un paio d'ore sono andati a controllarlo nella cameretta. Ed è in quel momento che si sono accorti della tragedia: il neonato non respirava più. Immediato l'intervento dei medici del 118, che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri.

FIORANO - Muore bimbo di 3 mesi: forse la causa un rigurgito – 28 Feb.2013
Tragedia a Fiorano. La madre ha scoperto che il piccolo nella culla non respirava più. Inutili i tentativi di rianimarlo. Probabile causa: un rigurgito. Si farà l’autopsia sul corpicino del bimbo di 3 mesi morto probabilmente per un rigurgito dopo essere stato messo a dormire dalla madre. Non appena la donna si è accorta che il piccolo non respirava più, ha chiamato i soccorsi che hanno tentato di rianimarlo sia sul posto sia successivamente al pronto soccorso dell’ospedale di Sassuolo dove era stato portato. Ma tutto si è rivelato inutile. Ora si farà l’autopsia per determinare con precisione cosa sia accaduto anche se gli inquirenti propendono appunto per un rigurgito che ha soffocato il neonato.

LEUCA (LE) - 22/ago/2013
Il loro secondogenito, bambino di un mese, è morto forse a causa di un rigurgito. E' successo nella notte a Torre Vado, marina di Morciano di Leuca 
Il piccolo, secondogenito della giovane coppia romana in vacanza a Morciano, la notte scorsa - a quanto si è saputo - stava dormendo nel letto matrimoniale con i genitori. È stata la madre ad accorgersi che non respirava più e ha dato l'allarme. Gli operatori del 118 hanno trasportato il piccolo all'ospedale Panico di Tricase dove è stata constatata la morte.

Monte Porzio Catone (LT) - Il bambino è morto per un rigurgito - 02/06/2013
È stato un rigurgito ad uccidere il bimbo trovato senza conoscenza nel lettino di un asilo nido e dichiarato morto poco dopo all’ospedale di Frascati.
Il piccolo, che aveva compiuto un anno la scorsa settimana, sarebbe dunque rimasto soffocato. Questo l’esito dell’autopsia disposta dalla direzione del «San Sebastiano» di Frascati ed eseguita venerdì.
Un esito che potrebbe cambiare il quadro della situazione: non dunque una malformazione congenita o una inspiegabile «morte in culla» come si era pensato sin dal primo momento. Definitivamente scartata, inoltre, l’ipotesi che a provocare la morte del bimbo potesse essere stato il vaccino trivalente che gli era stato somministrato il giorno PRIMA.
Un’ostruzione delle vie respiratorie provocate da un rigurgito.
Sensazionale il dono della preveggenza e la tempestività con la quale alcuni medici e giornalisti, ancor prima dell’esecuzione dell’autopsia, dichiaravano l’innocenza della vaccinazione: sono dei maghi ! 
O meglio, sono coloro che, in gergo tecnico, lanciano le “linee guida” per il medico legale che sarà chiamato ad effettuare l’autopsia.

VICENZA - Bambino di due mesi muore in casa per un soffocamento da rigurgito - 20 Feb. 2012
Un bambino di due mesi è morto nelle prime ore di ieri nell'abitazione dei genitori a Passo di Riva di Dueville (Vicenza) La vittima, Baba Diop K., è spirata verso le 5.40 di ieri mattina in via Brenta. Secondo gli accertamenti del Suem il neonato è deceduto per un probabile “soffocamento da rigurgito”. Saranno ora gli accertamenti medici e forse l'autopsia a chiarire le cause esatte della morte.

LATINA (Comune di Lenola) - Nov. 2013
Il piccolo R. Di T., il bimbo di Lenola (LT) che all’alba di venerdì ha accusato un malore in culla, per poi spirare poco dopo al pronto soccorso di Fondi. Il medico incaricato dalla Procura, Maria Cristina Setacci, ha deciso di eseguire solo un semplice esame esterno, prima di eseguire unautopsia (NdR: guidata per non scoprire le cause vaccinali).

I quadri descritti purtroppo sembrano proprio combaciare sempre con la "sindrome della morte improvvisa del lattante" (SIDS - sudden infant death syndrome) da Vaccino.

Si definisce così la "morte di un bambino in età compresa fra 1 e 24 mesi, inattesa sulla base dell'anamnesi (storia clinica) e che rimane senza spiegazione dopo un esame autoptico approfondito".
L'evento capita quasi sempre di notte (e comunque durante il sonno), più spesso in bambini fra i 3 e i 6 mesi, soprattutto d'inverno; spesso viene riferito un episodio di infezione delle prime vie aeree o di vomito o di diarrea nei giorni precedenti, ma sono assenti segni di allarme, tipo febbre o convulsioni; nessun elemento di rilievo è evidenziabile all'osservazione del bambino (fratture, esantemi).

Ecc.ecc. evidentemente vi e' una "epidemia da rigurgito", quindi occorre preparare anche un'altro vaccino.....

Molto piu' semplicemente la scusa del "rigurgito" e' spacciata per evitare di indagare sui danni gravi dei vaccini
,...ed e' quindi il nuovo nome di uno dei tanti danni da vaccino..!

"Vaccine Nation" è un documentario che racconta l'incredibile storia di Alan Yurko e della sua famiglia.

Bambina di un mese muore poche ore dopo la vaccinazione - India 22 Feb. 2013 
Dramma all'Ospedale Civile di Thane dove una bambina di un mese, Ayushi Gupta, è morta poche ore dopo che le era stato somministrato un vaccino orale per la poliomielite assieme al vaccino per l'epatite ed al vaccino trivalente DPT (difteria, pertosse, tetano). I genitori hanno dato la colpa alla vaccinazione per la sua morte improvvisa ed hanno firmato un reclamo alla stazione di polizia locale.
Tratto da:
http://www.mumbaimirror.com/article/2/20130222201302220404477967d807e2d/Monthold-baby-dies-hrs-after-vaccination.html

e l'elenco continua....

L'incidenza della SIDS varia da casistica a casistica,  da un minimo di 0,5 per 1000 nati vivi, ad un massimo di 1,5 per mille.
In Italia nascono ogni anno circa 500.000 bambini (dati ufficiali) quindi fino a circa 1.500 possono essere le morti dovute a SIDS .
La medicina ufficiale afferma da molti anni, che sarebbero
stati identificati dei precisi co-fattori di rischio (non causali) e, tra questi si diceva, il principale fosse quello di mettere il bambino a dormire in posizione "supina" (a pancia in su) mentre avrebbe dovuto addormentarsi e dormire in posizione prona (a pancia in giù) ed usare il ciuccio; ma questo e' solo un co-fattore non la causa della sindrome Sids; questo avviene proprio per l'impreparazione dei medici a capire e scoprire le VERE cause che sono al 99% vaccinali e/o da metalli tossici dentali, passati dalla madre nella placenta ed infine al bambino, che magari viene anche rivaccinato.
Altri cofattori di rischio (non causali) sono: caldo eccessivo, fumo della madre in gravidanza, fumo passivo, infezioni delle vie respiratorie, prematurità e familiarità.  Tutti questi co-fattori sono azioni che mantengono debole il bambino appena nato, ma le vere cause (vaccinali) si conoscono da decenni, ma NON si vogliono ammettere, da parte delle autorita' "sanitarie" ufficiali....perche' esse sono serve di Big Pharma..
L’allattamento al seno è stato dimostrato, in varie pubblicazioni scientifiche, e' un fattore protettivo.  
In Gennaio 2006 in Italia e' stata varata una legge che impone l'autopsia per i decessi dovuti a Sids oltre che a feti deceduti improvvisamente dopo la 25° settimana.

I dati dovrebbero essere inviati all'Universita' di Milano che raccoglie una banca dati nazionale. Si stima che in Italia vi siano oltre 800 casi all'anno fra i 2 ed i 4 mesi di vita; comunque complessivamente da 1 anno a 3 anni i bambini che muoiono "stranamente"  sarebbero circa fra gli 800 ed 1.000 casi all'anno !

Gli "Enti di controllo della Salute" sperano che eliminando il Tiomersal dai vaccini questa percentuale si riduca, ma non sara' cosi' perche' non e' solo il mercurio nei vaccini il problema, bensi il vaccino in TOTO, cioe' con tutte le sostanze tossico-nocive del vaccino inoculato !

Cardiomiopatia
La cardiomiopatia ipertrofica rappresenta la più comune malattia cardiaca, si ritiene, anche se non e' stato ancora dimostrato con certezza, che sia solo su base genetica; essa è una condizione che può interessare lo 0,5 per cento della popolazione generale ed è caratterizzata in genere dall’ispessimento del muscolo cardiaco, senza che per ora sia dimostrabile una causa apparente.
Una delle principali alterazioni nelle cellule dei cuori di questi malati, e’ anche l’eccesso di una corrente di membrana, la corrente tardiva del sodio, responsabile a sua volta di altre alterazioni elettriche e meccaniche caratteristiche della malattia, ma puo' essere generata anche da strane escrescenze di cellule, che si possono formare e possono anche collegare parti delle pareti di un certo ventricolo, generando quindi anche malfunzioni dilatatorie del muscolo cardiaco stesso, che possono portare alla morte improvvisa anche degli sportivi.
Nella Sids (specie i bambini ed i giovanetti), non si tiene conto pero' anche delle anomalie nelle funzionalita' del cervelletto, per via delle alterazioni delle funzioni cellulari delle cellule del sistema nervoso indotte per esempio, dalle sostanze vaccinali !

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Muore in culla a causa del vaccino Infarix, risarcimento record ai Genitori – Pesaro (I), 08/07/2013
La loro bambina è morta di Sids ("morte in culla") a pochi giorni dalla vaccinazione con il vaccino Esavalente della Gsk.
Il tribunale di Pesaro ha deciso un risarcimento record di 200 mila euro alla famiglia, più un vitalizio di circa 700 euro al mese ed un ulteriore indennizzo ancora da quantificare.  Il tribunale di Pesaro ha pronunciato una sentenza storica per l'Italia.
Una famiglia, la cui bambina era deceduta di Sids ("morte in culla") a pochi giorni dalla vaccinazione con l'Esavalente, si è vista riconoscere un risarcimento di 200.000 euro più un vitalizio di circa 700 euro al mese ed un ulteriore indennizzo ancora da quantificare. La battaglia legale è andata avanti fra rinvii, appelli e ricorsi. Alla fine il tribunale ha ritenuto che sia altamente probabile che la morte della minore sia da attribuire alla somministrazione del vaccino.
La notizia è presente su diverse testate giornalistiche fra cui il Viverepesaro Resto del Carlino che riporta le parole dell'avvocato della famiglia, Luca Ventaloro: "La bambina iniziò ad accusare molto presto una serie di sintomi ricollegati alla vaccinazione. Dolori articolari continui, totale inappetenza, sovvertimento del rimo del sonno/veglia. Alla morte avvenuta durante il sonno fece seguito l'autopsia che stabilì che la causa finale era stata una polmonite interstiziale.
Il vaccino esavalente era stato composto da antipolio, una difto-tetanica, anti epatite B, anti pertosse e antiemofilo.(NdR: questi ultimi due sono facoltativi e NON obbligatori !) "
Questo vaccino, il cui nome commerciale è Infanrix Hexa è usato anche in Italia per vaccinare i bambini già dal 2°-3° mese di vita.
 In quasi tutta Italia il vaccino esavalente (NdR: un’unica fiala vaccinale di 6 vaccini) è stato silenziosamente imposto scalzando i 4 vaccini prima disponibili e i genitori si sono trovati obbligati, senza alcuna legge dello Stato, a somministrare ai loro figli 6 vaccini contemporaneamente invece dei 4 obbligatori.
Ciò è accaduto nonostante si sappia che il rischio che un bambino ha di subire danni da vaccino è tanto maggiore quanto più il bambino è piccolo e tanto è maggiore il numero di vaccini somministrati contemporaneamente.
Questo vaccino è stato ritirato per ordine della casa madre dal commercio di ben 19 paesi con la motivazione ufficiale: "durante il controllo di qualità è stata riscontrata una contaminazione microbica dell’ambiente di produzione. È riportato che i prodotti finali della lavorazione (cioè il vaccino in oggetto) non sono microbicamente contaminati, ma, allo scopo di assicurare il mantenimento dello standard di qualità, l’ente di registrazione accetta il ritiro del farmaco Infanrix Hexa dalle farmacie e dai fornitori sanitari.
Il documento ufficiale dice che: “I pazienti che sono stati vaccinati con questo vaccino non sono a rischio a causa del vaccino stesso che soddisfa tutti i requisiti di qualità”.
Cioè, il vaccino va benissimo e soddisfa tutti i requisiti di ottima qualità … eppure l’hanno fatto ritirare immediatamente ! È difficile comprenderne il motivo, almeno per noi comuni mortali. Il ritiro è stato disposto con urgenza massima: classe 1.
Attualmente i paesi che hanno ritirato il vaccino esavalente sono Spagna, Francia, Germania, Slovacchia, Canada e Australia, Gran Bretagna, Belgio, Olanda, Grecia, Repubblica Ceca, Albania, Malaysia, Vietnam, Qatar, Romania, Libano, Brasile, Malta. 
In Italia se ne parla ben poco, ma il nostro Ministero della Salute, contattato da il Fatto Quotidiano fa sapere che:
"In alcuni Paesi la Gsk ha proceduto ad un ritiro cautelativo di alcuni lotti di vaccino Infanrix Hexa avendo individuato un problema nella catena di produzione. I controlli fatti sui lotti ritirati hanno avuto esito favorevole. L’Italia, in ogni caso, non è interessata dal problema, perché i lotti in questione non sono stati commercializzati in Italia". 
In conclusione il ministero minimizza (NdR: per i Conflitti di interesse dei suoi dirigenti...), l'azienda assicura che si tratta semplicemente di una procedura di sicurezza e tutti concordano che non c'è motivo di preoccuparsi per l'Italia. Eppure il vaccino viene ritirato, la bambina è morta ed il tribunale ha imputato la causa proprio a quello stesso esavalente. Il tutto mentre da noi ancora si dibatte su quanto dannosi possano o meno essere i vaccini.....Big Pharma ringrazia....

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Uno studio scientifico mostra che il vaccino quadrivalente per il papilloma virus può causare vasculopatia autoimmuni fatali (ovvero mortali).
Lo studio realizzato dai due medici canadesi Lucija Tomljenovic e Cristopher A. Shaw si intitola "Morte dopo il vaccino contro il papilloma virus, c'è una relazione causale o è una coincidenza ? " e si può leggere (in inglese) al seguente link
http://sanevax.org/wp-content/uploads/2012/10/Tomljenovic-Shaw-Gardasil-Causal-Coincidental-2167-7689-S12-001.pdf.
Le conclusioni dell'articolo non sono per niente ambigue: il vaccino in questione può innescare una reazione autoimmune che può essere talora mortale. Le conclusioni sono motivate dal fatto che molte delle reazioni avverse a tale vaccino finora registrate corrispondono a sintomi di vasculopatia cerebrale.
Studi come questo ovviamente mettono in un angolo tutti i ministeri della sanità che negano continuamente ogni correlazione tra le morti ed i vaccini.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

SIDS e VACCINI
Tra gli anni 1970 e 1974 in Giappone, ci sono stati 37 morti bambino subito dopo la vaccinazione. Per questo motivo, un gruppo di medici ha deciso di boicottare i vaccini e le vaccinazioni sono state fermate completamente per due mesi.
Dopo
i due mesi, l'età di vaccinazione di partenza è stato rinviato a 2 anni, il che significa che nessun bambino ha ricevuto un vaccino se non dopo il loro 2 ° compleanno.
Giappone
è passato da 17° posto della mortalità infantile alla mortalità infantile più bassa al mondo. La SIDS era scomparsa.
Nel 1988 l'età di vaccinazione è stata abbassata a 3 mesi di età, e il tasso di SIDS è risorto.
Cherry et al (1988), Pediatrics 81:6 Part 11 (giugno 1988) Supplement pp 936-984, ha detto che ha trovato che questo è 'istruttivo', suggerendo un collegamento tra il ciclo di vaccinazione giapponese e SIDS.
È interessante notare che, Noble et al. (1987) che ha trascorso circa 2 settimane in Giappone per lo studio del vaccino acellulare della tosse convulsa ed ha scritto: "E 'difficile escludere vaccini per la pertosse come fattore causale, anche quando altre eziologie sono suggerite, in particolare quando gli eventi avversi si verificano in stretta associazione temporale con la vaccinazione "
.

E' ormai noto che i vaccini possono causare la sindrome da morte improvvisa del lattante (SIDS, morte in culla)
Negli Stati Uniti ogni anno si verificano 1.600 casi di morte improvvisa del lattante (detta anche SIDS = Sudden Infant Death Syndrome).
Poiché più del 90% dei bambini riceve diversi vaccini tra 2 e 12 mesi d’età, è stato
calcolato che circa 50 casi di SIDS si verifichino entro 48 ore dalla vaccinazione, non per un semplice effetto del caso....

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Piu' Vaccini = Piu' morti infantili !
Infant mortality rates regressed against number of vaccine doses routinely given: Is there a biochemical or synergistic toxicity?” di Neil Z Miller e Gary S Goldman, pubblicato originalmente sulla rivista scientifica ufficiale Human & Experimental Toxicology – 2011 September; 30(9): 1429, e reperibile su internet sul sito istituzionale medico-scientifico National Center for Biotechnology Information

Abstract e Conclusioni:
Il tasso di mortalità infantile (IMR) è uno degli indicatori più importanti delle condizioni socio-economiche di salute benessere e pubblica di un paese. Il programma di vaccinazione infantile degli Stati Uniti specifica 26 dosi di vaccino per bambini di età inferiore ad 1 anno-la maggior parte nel mondo, ancora 33 nazioni hanno più bassi IMRs.
Utilizzando la regressione lineare, il programma di vaccinazione di queste 34 nazioni sono stati esaminati e un coefficiente di correlazione r = 0.70 (p <0.0001) è stata trovata fra IMRs e il numero di dosi di vaccino somministrati di routine per i neonati.
Le Nazioni sono state raggruppate in cinque diversi intervalli per dose di vaccino: 12-14, 15-17, 18-20, 21-23, e 24-26.
Le IMRs medie di tutte le nazioni all'interno di ogni gruppo, sono stati poi calcolati.
L'analisi di regressione lineare di IMRs medi e ponderati hanno mostrato una correlazione statisticamente significativa tra l'aumento del numero di dosi di vaccino e dell' aumentare dei tassi di mortalità infantile, con r = 0,992 (p = 0.0009).
Utilizzando il test di Tukey-Kramer, differenze statisticamente significative nella IMRs medi sono stati trovati tra le nazioni che danno 12-14 dosi di vaccino e quelli dando 21-23, e dosi 24-26.
Questi risultati dimostrano una relazione: le nazioni che utilizzano piu' vaccini, più tendono ad avere più alti tassi di mortalità infantile.
Un esame più attento delle correlazioni tra le dosi di vaccino, tossicità biochimica o sinergici, e IMRs è essenziale.
Tratto da: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3170075/

Secondo la sua biografia, il dottor Goldman ha lavorato come revisore presso diverse riviste di medicina ufficiale quali Journal of the American Medical Association (JAMA), Vaccine, AJMC, ERV, ERD, JEADV, e British Medical Journal (BMJ). Egli fa inoltre parte della direzione editoriale della rivista Research and Reviews in BioSciences.
Miller, giornalista di ricerca medica, direttore dell’istituto Thinktwice Global Vaccine Institute, ha studiato per 25 anni i pericoli dei vaccini.
 

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Morte improvvisa nell'infanzia (SIDS) e Vaccini
Quando sempre nei vaccini  più sono state aggiunte più dosi di richiamo dati al programma di vaccinazione, ci sono stati un numero crescente di bambini che muoiono improvvisamente quando sono di età attorno ad un anno-due. Questo presenta un problema per la comunità medica, la cui definizione di SIDS era una morte improvvisa, inaspettata, senza notare problemi (cause) in qualsiasi momento durante il primo anno di vita. Come, dunque, potevano spiegare come precedentemente bambini sani di età attorno a poco piu' di  un anno, ad un tratto muoiono ?
Infatti hanno inventato un nuovo termine, morte improvvisa nell'infanzia, nel tentativo di spiegare questa via.
 
Occasionalmente un bambino si trova ad avere un problema medico di base, che non è stato rilevato durante la vita, ma per alcuni bambini, la ricerca mostra che la loro morte è verso quell'eta' (1° o 2° anno) con e  per i vaccini.
Uno studio Series Case: Morti improvvise inattese e Vaccinazioni durante i primi due anni di vita in Italia:
Il segnale di una associazione tra la vaccinazione, nel secondo anno di vita, con un vaccino esavalente e improvvise morti improvvise (SIDS) nei due giorni successivi alla vaccinazione, è stato riportato in Germania anche nel 2003. Uno studio per stabilire se l'immunizzazione con vaccini esavalenti aumentano il rischio a breve termine di SIDS nei bambini è stato condotto in Italia.
 
Metodologia / Principali risultati
La popolazione di riferimento comprende circa 3 milioni di bambini vaccinati in Italia nel periodo di studio 1999-2004 (1,5 milioni di vaccini esavalenti ricevuti). Eventi di SIDS nei bambini di età compresa tra 1-23 mesi è stato identificato attraverso i lori certificati di morte.
Storia/La vaccinazione è stata recuperata dai registri di vaccinazione. Associazione tra vaccinazione e la morte è stata valutata l'adozione di una serie di casi di progettazione concentrandosi su i periodi di rischio 0-1, 0-7, e 0-14 giorni dopo la vaccinazione.
Tra i 604 bambini morti di SIDS, 244 (40%) avevano ricevuto almeno una vaccinazione. Quattro decessi si sono verificati entro due giorni dalla vaccinazione con i vaccini esavalenti (RR = 1.5, 95% CI 0,6-4,2).
Le RR per i periodi di rischio 0-7 e 0-14 sono stati 2.0 (95% CI 1,2-3,5) e 1,5 (95% CI 0,9-2,4). Il rischio è limitato alla prima dose (RR = 2,2; 95% CI 1.1 a 4.4), mentre nessun aumento è stato osservato per le dosi secondo e terzo insieme.
 
Fonte:
- Traversa G, Spila-Alegiani S, Bianchi C, Ciofi degli Atti M, Frova L, et al. (2011) morti improvvise inattese e Vaccinazioni durante i primi due anni di vita in Italia: uno studio serie di casi. PLoS ONE 6 (1): e16363. doi: 10.1371/Journal. pone.0016363
- Dr. David Davis MD, parla del legame tra i vaccini, PVC e Culla morte
http://www.youtube.com/watch?v=6LfipChRciY&feature=relmfu
"Il mio sospetto, che è condiviso da altri nella mia professione, è che i quasi 10.000 morti di SIDS che si verificano negli Stati Uniti ogni anno, sono legati a uno o più dei vaccini che sono normalmente somministrati ai bambini. La (tosse convulsa), ed vaccino per la pertosse è probabilmente il piu' cattivo vaccino , ma potrebbe anche essere uno o più degli altri "Dr. R. Mendelsohn - pediatra.
Tratto da: http://www.vaccineriskawareness.com/Vaccines-And-Sudden-Infant-Death-Syndrome

Vaccine. 2006 Jul 26;24(31-32):5779-80.

B. Zinka et al., Unexplained cases of sudden infant death shortly after hexavalent vaccination.
B. Zinka et al., Unexplained cases of sudden infant death shortly after hexavalent vaccination.
Schmitt HJ, Siegrist CA, Salmaso S, Law B, Booy R. Vaccine. 2006 Jul 26; 24(31-32):5781-2; author reply 5785-6. Epub 2005 Jul 21.

PLoS One. 2011 Jan 26;6(1):e16363. doi: 10.1371/journal.pone.0016363.
Sudden unexpected deaths and vaccinations during the first two years of life in Italy: a case series study.
Traversa G, Spila-Alegiani S, Bianchi C, Ciofi degli Atti M, Frova L, Massari M, Raschetti R, Salmaso S, Scalia Tomba G; Hera Study Group.

Source: National Centre for Epidemiology, Surveillance and Health Promotion, National Institute of Health, Rome, Italy.

Abstract
BACKGROUND:
The signal of an association between vaccination in the second year of life with a hexavalent vaccine and sudden unexpected deaths (SUD) in the two days following vaccination was reported in Germany in 2003. A study to establish whether the immunisation with hexavalent vaccines increased the short term risk of SUD in infants was conducted in Italy.

METHODOLOGY/PRINCIPAL FINDINGS:
The reference population comprises around 3 million infants vaccinated in Italy in the study period 1999-2004 (1.5 million received hexavalent vaccines). Events of SUD in infants aged 1-23 months were identified through the death certificates. Vaccination history was retrieved from immunisation registries. Association between immunisation and death was assessed adopting a case series design focusing on the risk periods 0-1, 0-7, and 0-14 days after immunisation. Among the 604 infants who died of SUD, 244 (40%) had received at least one
vaccination. Four deaths occurred within two days from vaccination with the hexavalent vaccines (RR=1.5; 95% CI 0.6 to 4.2).
The RRs for the risk periods 0-7 and 0-14 were 2.0 (95% CI 1.2 to 3.5) and 1.5 (95% CI 0.9 to 2.4). The increased risk was limited to the first dose (RR=2.2; 95% CI 1.1 to 4.4), whereas no increase was observed for the second and third doses combined.

CONCLUSIONS:
The RRs of SUD for any vaccines and any risk periods, even when greater than 1, were almost an order of magnitude lower than the estimates in Germany. The limited increase in RRs found in Italy appears confined to the first dose and may be partly explained by a residual uncontrolled confounding effect of age.

PMID: 21298113 - [PubMed - indexed for MEDLINE] - PMCID:  PMC3027668

CONCLUSIONI:
I RRs di SUD per gli eventuali vaccini ed eventuali periodi di rischio, anche se maggiore di 1, erano quasi un ordine di grandezza inferiore rispetto alle stime in Germania.
Il contenuto di incremento dei RRs trovati in Italia appare limitato alla prima dose e può essere in parte spiegato con un residuo incontrollato effetto confondente dell'età.

Commento NdR: ecco un sicuro dato sul link-collegamento fra vaccinazione e SIDS, ma e qui, si e’ fatta una indagine riguardante solo 1 tipo di vaccino (esavalente) e non con tutti i tipi di vaccino, inoltre si e’ indagato solo per il primi due (2) giorni dalla vaccinazione – Pare proprio fatto per evitare di scoprire la verita’ sulla SIDS da vaccino…..

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

STUDI SIDS:
Uno studio pubblicato sul Journal of American Medical Association ha trovato che i bambini con diagnosi di asma (una malattia respiratoria non dissimile SIDS) avevano cinque volte più probabilità di non aver ricevuto il vaccino della pertosse. (1)
Un altro
studio ha trovato che i bambini muoiono in un tasso otto volte maggiore del normale entro tre giorni dopo avere ottenuto un vaccino DPT.
Le tre
dosi primarie di DPT sono dati a due mesi, quattro mesi, e sei mesi. Circa l'85 per cento dei casi di SIDS si verificano da uno a sei mesi, con il picco di incidenza all'età di due a quattro mesi, cioe' subito dopo aver subito le vaccinazioni.
In un recente studio scientifico di SIDS, episodi di apnea (cessazione della respirazione) e di ipopnea (respirazione anormalmente basse) sono stati misurati prima e dopo la vaccinazione DPT.E' stato utilizzato il "Cotwatch" (un monitor di respirazione esatta), sono stati analizzati le stampate generate dal computer (casi ponderati di densità apnea-ipopnea - WAHD).
I dati indicano chiaramente
che la vaccinazione ha causato uno straordinario aumento degli episodi in cui la respirazione sia quasi cessata o interrotta completamente.
Questi episodi
hanno continuato per mesi dopo le vaccinazioni. Dr. Viera Scheibner, autore dello studio, ha concluso che "la vaccinazione è la singola causa più diffusa e più prevenibile di mortalità infantile." (vedi figura seguente
).

In un altro studio su 103 bambini morti di SIDS, il dottor William Torch, della University of Nevada School of Medicine a Reno, ha scoperto che più di due terzi erano stati vaccinati con DPT prima della morte. Di questi, il 6,5 per cento muore entro 12 ore dalla vaccinazione; 13 per cento entro 24 ore; 26 per cento entro tre giorni, e 37, 61, e il 70 per cento entro uno, due, e tre settimane, rispettivamente (vedere lo schema seguente). Ha anche scoperto che le frequenze SIDS hanno un picco bimodale-evento a due e quattro mesi -. Stessa età quando le dosi iniziali di DPT vengono somministrati ai bambini.

C'è una domanda che da anni mi assilla:
" Perché, ogni volta che un evento avverso si verifica nel corso di una sperimentazione clinica di un vaccino, il "caso" non è mai connesso alla vaccinazione?"
Se si leggono i foglietti illustrativi (in inglese) si nota che le case farmaceutiche, dopo aver riportato una “patologia grave” (sorta nel corso di una sperimentazione clinica di un vaccino), si affrettano ad affermare che vi sono studi che escludono la correlazione tra la vaccinazione e la patologia insorta (o che non vi sono prove per sostenere questo nesso).
Oppure che vi sono “autorevoli” esperti che negano tale nesso di causalità. Ma, intanto, gli eventi avversi si verificano.
Si prenda l’esempio delle morti dei lattanti (SIDS, sudden infant death syndrome) e dei bambini ( SUDC Sudden Unexplained Death in Childhood ).
Per le morti avvenute nel primo anno di vita (SIDS), negli USA ci sarebbero circa 3000 casi all’anno; in Italia non ci sono statistiche al riguardo, ma si pensa che i casi ammontino a circa 300-400 morti all’anno (Roberto Gava,”Le vaccinazioni pediatriche”, pag. 395).
Altre fonti riferiscono che in Italia i casi di SIDS sono molto più numerosi.
Nel foglietto illustrativo (novembre 2003) del vaccino PENTACEL si legge:” Sudden infant death syndrome (SIDS) has been reported in temporal relationship to the administration of vaccines containing diphtheria and tetanus toxoids and pertussis vaccine (DTP).
Review of the evidence does not indicate a causal relationship between whole-cell DTP vaccine and SIDS. Studies showing a temporal relation between these events are consistent with the expected occurrence of SIDS over the age range in which DTP immunization usually occurs.4,18 There are limited data relating to SIDS and vaccines containing diphtheria and tetanus toxoids and acellular pertussis vaccines. A committee of the US IOM found no reason to suspect that a causal relationship might exist between DTaP and SIDS when the evidence indicates that none exists with DTwP “.
In poche parole, la relazione che potrebbe essere di tipo causale viene ridotta ad una relazione temporale. Una semplice “coincidenza”.
Un lattante, un bambino fanno una vaccinazione e muoiono. “Studies” e “A committee of the US IOM (Institute of Medicine ,IOM)” affermano che si tratta di una relazione temporale. Queste morti “colpirebbero” i bambini ( molte volte si tratta di bambini “sani” ed è bene farlo presente) nel periodo delle vaccinazioni. Tutto qui. Dicono.
 Ora si allarghi il discorso a tutti gli altri tipi di vaccini per vedere cosa dice il VAERS .
“Onset interval” è l’intervallo di tempo che intercorre tra la vaccinazione ed il manifestarsi della patologia: il Vaers misura questo intervallo in giorni. Quando è 0 vuol dire che l’evento si è manifestato entro le 24 ore dalla vaccinazione.
Ebbene, cercando le segnalazioni di casi di “sudden infant death syndrome”, il VAERS ne riporta centinaia avvenuti entro i primi giorni dalla vaccinazione (entro le 72 , le 48 e , addirittura, entro le 24 ore). Guarda caso, che coincidenza!
Affermare che i casi di sids si presentano nel periodo delle vaccinazioni (relazione temporale) e che non hanno con queste alcun rapporto causale non costituisce un argomento molto valido. Questi casi potrebbero - infatti- verificarsi nel periodo vaccinale proprio come conseguenza delle stesse vaccinazioni: è facile notare che i suddetti casi di sids non precedono le vaccinazioni, ma si presentano dopo che i vaccini sono stati somministrati ( addirittura a distanza di pochi giorni o di poche ore !).
Non è del tutto corretto sostenere che la sids sia causa di morte. Infatti non costituisce una diagnosi, ma è solo un termine per indicare che un bambino è morto improvvisamente e che tale morte è inspiegabile. E, dal momento che si ignora cosa la provochi, la causa della morte non potrebbe essere una vaccinazione ?
Il parere di qualche esperto www.vaccinesuncensored.org/index.php:
1) "Crib death was so infrequent in the pre-vaccination era that it was not even mentioned in the statistics, but it started to climb in the 1950s with the spread of mass vaccination against diseases of childhood."
Harris Coulter PhD, Medical Historian
2) "My suspicion, which is shared by others in my profession, is that the nearly 10,000 SIDS deaths that occur in the United States each year are related to one or more of the vaccines that are routinely given to children. The pertussis vaccine is the most likely villain, but it could also be one or more of the others."
Robert S. Mendelsohn, M.D. Pediatrician, Professor of Pediatrics, University of Illinios, College of Medicine
3) "It took almost three years of research into babies’ breathing before we looked at each other and said, ‘Vaccines are killing babies’."
Viera Scheibner PhD, Documentary ‘Vaccination: The Hidden Truth’
4) "Can you imagine the economic and political import of discovering that immunizations are killing thousands of babies?"
William Campbell Douglass MD (writes ‘The Douglass Report’)
5) "These data show that DPT vaccination may be a generally major cause of sudden infant death syndrome, and the risks of immunization may outweigh the benefits..."
William C. Torch MD Director of Child Neurology, University of Nevada School of Medicine
6) "When he (Dr. William Torch) studied seventy cases of SIDS, two-thirds of these victims had been vaccinated from one half day to three weeks prior to their deaths. None of these deaths were (officially) attributed to vaccines. Vaccines are a sacred cow and nothing appears against them in the mass media because they are so profitable to pharmaceutical firms."
‘Why You Should Avoid Taking Vaccines’, Dr. James Howenstine MD 12/7/03
Le amare considerazioni del prof. Paolo De Bernardi, dottore di Ricerca in Filosofia e valente critico dell’attuale società tecnocratica:
“ Molto difficilmente una commissione medica sarà disposta a riconoscere una connessione tra morte del bambino e precedente vaccinazione anche quando la connessione sia evidente: molti dei medici legali che indagano sui casi di morte sospetta sono addirittura maestri nell‘arte del sotterfugio. La vaccinazione viene raramente indicata come causa del decesso.
Invece usano termini di grande effetto per falsificare i certificati di morte: arresto cardiaco, possibile miocardite, polmonite bronchiale bilaterale, setticemia causata da tonsillite purulenta, leucemia linfatica, streptococco cellulitis, meningite tubercolare, paralisi infantile e SIDS, per elencarne soltanto alcuni.”
http://www.istitutocalvinocittadellapieve.it/liceo_file/Docenti_home/De_Bernardi_Paolo/argomenti medico-scientifici/vaccinazioni.pdf
A conclusione , ecco cosa scrive il dott. Roberto Gava a pagina 399 del suo libro: “In conclusione, allo stato attuale, nonostante si stiano accumulando già molti dati, non è ancora certa la vera natura di questa sindrome, ma un numero sempre maggiore di Autori la collega alle vaccinazioni, perché si ritiene che i vaccini inducano uno squilibrio del sistema immunitario così profondo che, in soggetti con una patologia congenita latente in equilibrio precario, sia possibile la sua slatentizzazione."

2) Da un articolo di Romina Alessandri in collaborazione con COMILVA:
La trivalente e la sindrome da morte infantile improvvisa (SIDS)
Tre recenti studi hanno stabilito una relazione temporale fra la morte infantile, inclusa la SIDS e la somministrazione di vaccino trivalente DPT, del quale la componente antipertosse è quella principale. Una chiara evidenza nella relazione trivalente/morte infantile precoce, viene confermata dall'esperienza giapponese: dal momento in cui è stata spostata in avanti (a due anni) la vaccinazione trivalente, la SIDS (morte infantile precoce) è virtualmente scomparsa. Il Giappone detiene il record della più bassa mortalità infantile nel mondo, perche’ ha abolito l’0bbligatorieta’ della vaccinazione.
Nel marzo del 1979, il Dipartimento di Salute Pubblica del Tennessee riportò al CDC (Centers for Disease Control and Prevention) che, nel novembre 1978, quatto bambini vaccinati con la trivalente erano morti entro le 24 ore successive: per quale ragione si aspettarono quattro mesi per inoltrare il rapporto ?
Tutti questi bambini avevano ricevuto la loro prima dose di DPT (trivalente) in concomitanza con una dose di vaccino antipolio orale. Fra il mese di agosto 1977 ed il marzo 1979 ci furono complessivamente, in Tennessee, 52 casi di morte infantile da SIDS per "cause sconosciute".
Nel 1982, al 34° Meeting annuale della American Academy of Neurology (Accademia Americana di Neurologia), William C. Torch intervenne in merito ai casi verificatesi nel Tennessee e su altri 200 casi di SIDS segnalati: nel suo intervento egli riportò che il 66% dei primi 70 casi erano stati “immunizzati” (ovvero vaccinati) prima del decesso. Il periodo del decesso in questo gruppo andava dalle 12 ore alle 3 settimane successive all'iniezione.
Le sue conclusioni furono che «la vaccinazione DPT poteva essere considerata generalmente una delle maggiori cause non riconosciute di morte infantile improvvisa e che quindi i rischi associati alla vaccinazione potevano superare i suoi potenziali benefici». Nello stesso studio venne rilevata la necessità di rivedere, e possibilmente modificare, le procedure correnti in materia di vaccinazione trivalente.
Nel 1986 i laboratori Connaught (tra i produttori di vaccino trivalente) inserirono nel foglietto illustrativo che accompagnava la confezione la frase «successivamente alla somministrazione del vaccino DPT sono stati registrati casi di SIDS: uno studio ha dimostrato una relazione non casuale». Nel 1991 i Laboratori Wyeth (anch’essi produttori di trivalente), riportavano la frase «sono stati segnati casi di SIDS (morte infantile precoce) in seguito alla vaccinazione DPT (trivalente), ma la reale portata del fenomeno non è chiara».
Tratto da: ilconsapevole.it)

Una testimonianza toccante di una madre:
http://www.medicinenon.it/modules.php?name=Content&pa=showpage&pid=35
"... I medici non vollero parlare della morte della nostra bambina e soprattutto in nessun modo in relazione al vaccino e uno dopo l'altro si rifiutarono di rispondere alle nostre domande. Ci dicevano ripetutamente che i vaccini sono per il "maggior bene".
Mi hanno detto che le morti a causa delle vaccinazioni sono "previste" per combattere la malattia, ma che sono considerate a un livello "accettabile".
Tuttavia, questo non era ritenuto accettabile o buono da me, una madre con le braccia vuote che desiderava ardentemente stringere la sua bambina. Mesi più tardi il medico legale ci disse che la causa della morte fu determinata come "SIDS" (Sindrome Infantile di Morte Improvvisa) che significa "senza alcuna causa conosciuta" e si rifiutò di darci una copia del rapporto dell'autopsia.
Ci è voluto quasi un anno per ottenere quel rapporto e con nostro orrore scoprimmo che il sommario dell'autopsia era stato copiato pari pari dal foglietto illustrativo del vaccino sotto l'intestazione "controindicazioni" come segue:
"E' stato riportato che la sindrome infantile di morte improvvisa avviene dopo la somministrazione di vaccini contenenti Difterite, Tossoidi del Tetano e del vaccino della Pertosse. Tuttavia, la rilevanza di questi rapporti non è chiara. Un fattore comune è l'età in cui la prima vaccinazione viene fatta, dai 2 ai 6 mesi, un periodo in cui si è rilevato che avvengono la maggior parte delle sindromi infantili di morte improvvisa, con un picco di incidenza nel periodo che va dai 2 ai 4 mesi."
Non era stato fatto alcun esame tossicologico e la pediatra non ha mai inoltrato un rapporto per reazioni avverse alle autorità sanitarie. In seguito ho appreso che la maggior parte delle morti indotte dai vaccini sono etichettate come SIDS e non vengono incluse nei dati delle reazioni avverse ai vaccini, anche se un bambino muore solo dopo poche ore che è stato vaccinato.
Questi dati vengono presentati ai medici e al pubblico per rassicurarli che i vaccini sono sicuri.....
vedi: Morti per Vaccino

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

I Vaccini e la sindrome da morte infantile improvvisa (SIDS)
Tre recenti studi hanno stabilito una relazione temporale fra la morte infantile, inclusa la SIDS e la somministrazione di vaccino trivalente DPT, del quale la componente antipertosse è quella principale. Una chiara evidenza nella relazione trivalente/morte infantile precoce, viene confermata dall'esperienza giapponese: dal momento in cui è stata spostata in avanti (a due anni) la vaccinazione trivalente, la SIDS (morte infantile precoce) è virtualmente scomparsa. Il Giappone detiene il record della più bassa mortalità infantile nel mondo.
Nel marzo del 1979, il Dipartimento di Salute Pubblica del Tennessee riportò al CDC (Centers for Disease Control and Prevention) che, nel novembre 1978, quatto bambini vaccinati con la trivalente erano morti entro le 24 ore successive: per quale ragione si aspettarono quattro mesi per inoltrare il rapporto ? Tutti questi bambini avevano ricevuto la loro prima dose di DPT (trivalente) in concomitanza con una dose di vaccino antipolio orale. Fra il mese di agosto 1977 ed il marzo 1979 ci furono complessivamente, in Tennessee, 52 casi di morte infantile da SIDS per "cause sconosciute".
Nel 1982, al 34° Meeting annuale della American Academy of Neurology (Accademia Americana di Neurologia), William C. Torch intervenne in merito ai casi verificatesi nel Tennessee e su altri 200 casi di SIDS segnalati: nel suo intervento egli riportò che il 66% dei primi 70 casi erano stati “ vaccinati" prima del decesso. Il periodo del decesso in questo gruppo andava dalle 12 ore alle 3 settimane successive all'iniezione.
 Le sue conclusioni furono che «la vaccinazione DPT poteva essere considerata generalmente una delle maggiori cause non riconosciute di morte infantile improvvisa e che quindi i rischi associati alla vaccinazione potevano superare i suoi potenziali benefici». Nello stesso studio venne rilevata la necessità di rivedere, e possibilmente modificare, le procedure correnti in materia di vaccinazione trivalente.
Nel 1986 i laboratori Connaught (tra i produttori di vaccino trivalente) inserirono nel foglietto illustrativo che accompagnava la confezione la frase «successivamente alla somministrazione del vaccino DPT sono stati registrati casi di SIDS: uno studio ha dimostrato una relazione non casuale».
Nel 1991 i Laboratori Wyeth (anch’essi produttori di trivalente), riportavano la frase «sono stati segnati casi di SIDS (morte infantile precoce) in seguito alla vaccinazione DPT (trivalente), ma la reale portata del fenomeno non è chiara».

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

SIDS - Morte nella CULLA - Luglio 2012
Quello che oggi sappiamo sulla sindrome della morte improvvisa del lattante (SIDS: Sudden Infant Death Syndrome), più comunemente nota come “morte in culla”, può essere riassunto in questi punti:
- è un fenomeno che non trova ancora una esauriente spiegazione scientifica;
- si manifesta provocando la morte inaspettata di un lattante apparentemente sano, morte che spesso resta non spiegata anche dopo l’autopsia;
- la sindrome colpisce i bambini nel primo anno di vita, con un picco massimo tra il secondo e il quarto mese (80% delle morti), ed è a tutt’oggi la prima causa di morte dei bambini nati sani;
- ha un’incidenza stimata, per similitudine con altri Stati occidentali, che oscilla tra lo 0,7 e l’10/00 fra i nati vivi, che corrisponde a circa 3.000 morti all’anno negli USA;
- in Germania, nei Paesi dell’Europa centrale e in Inghilterra l’incidenza è sovrapponibile a quella USA, mentre l’Italia e la Grecia sono gli unici Paesi europei dei quali non si conosce l’incidenza nazionale, ma si stima che nel nostro Paese avvengano circa 300-400 morti all’anno (NdR: sono molte di piu', quasi il doppio....e nessuno controlla ne' tiene statistiche...altrimenti si conferma anche qui in Italia, il nesso fra la Sids ed i vaccini !).

Oltre a questi, possiamo aggiungere anche due dati sulla sindrome della morte fetale improvvisa:
- la morte fetale inaspettata e inspiegabile, dopo la 25a settimana di gestazione, è la singola causa di decesso più frequente nel periodo perinatale; la sua incidenza è circa 10 volte superiore a quella della SIDS;
- l’incidenza della morte fetale inaspettata nei Paesi occidentali è di circa una su 150 gravidanze secondo i dati del rapporto 2006, Neonatal and perinatal mortality: country, regional and global estimates, dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Già nel 1965, un famoso patologo di Lipsia, il Dr. P. F. Mahnke, pubblicò una ricerca intitolata “Morte improvvisa nell’infanzia e vaccinazioni avvenute in precedenza” (1). Da quel momento in poi, molti altri lavori hanno sottolineato questa relazione tra vaccini e SIDS (2, 3).
Negli USA, su 70 casi di morte in culla selezionati a caso, si è evidenziato che ben il 66% dei bambini deceduti aveva ricevuto il vaccino DTP (antidifterico-antitetanico-antipertossico) poco tempo prima della morte (4).

Dati USA delle distanze temporali delle morti in culla dalla somministrazione del vaccino DTP e loro incidenza su 70 casi di morte in culla:

Uno studio americano del 1998 (5) che ha analizzato le richieste di indennizzo rimaste discusse dall’entrata azione (1988) del U. S. National Vaccine Injury Compensation Program (VICP) al giugno 1996, ha evidenziato 107 decessi precoci (su 786 richieste di indennizzo) da vaccino DTP. In 73 (68%) di questi la relazione causa-effetto con la vaccinazione era preponderante e in 2/3 di questi ultimi (50 su 73) la prima diagnosi autoptica era stata interpretata come SIDS, diagnosi che poi la Special Masters of the U. S. Court of Claims considerò non giustificata.
Da allora ad oggi non sembra che le cose siano cambiate (almeno in Italia) e quindi alcuni esperti di questo settore affermano che circa i 2/3 dei casi diagnosticati aspecificamente come sindrome della morte improvvisa infantile (SIDS) siano in realtà a attribuire ad un danno da vaccini.

Interessante è anche l’esperienza giapponese (4):
- Nel 1975 il governo giapponese ferma la vaccinazione DTP (NdR: prima, obbligatoria dai 2 mesi all'anno di eta'; dal 1993, in Giappone le vaccinazioni sono facoltative) per due mesi e successivamente porta l’età vaccinale a 2 anni di questo vaccino le segnalazioni dei casi di SIDS arrivano quasi ad azzerarsi.
- Nel 1988 numerosi genitori vengono convinti (da una campagna pubblicitaria condotta dai media) a vaccinare i loro figli a partire dal 3° mese di vita e in 4 anni (fino al 1992) la mortalità per SIDS sale dallo 0,07% (dati del 1980) allo 0,33%, con un aumento di ben 4,7 volte.
- Nel 1993, probabilmente a causa delle numerose domande di indennizzo ricevute, il Giappone interrompe la vaccinazione DTP e rende facoltative tutte le vaccinazioni.
vedi: Famiglie Giapponesi chiedono Risarcimento, per Danni da Vaccino

(NdR: precisazione sul vaccino trivalente DTP:  Vaccinazione DTP associata a maggiore mortalità femminile
Un altro dei tanti studi che dimostra gli effetti dannosi delle vaccinazioni è stato pubblicato a febbraio 2012 sul British Medical Journal, documenta chiaramente che il vaccino trivalente DTP [difterite, tetano, pertosse] aumenta la mortalità nelle femmine soprattutto quando è somministrato in seguito al Bacillo Calmette-Guérin (o Bacillo di Calmette e Guérin, acronimo BCG) un microrganismo attenuato utilizzato come vaccino per la tubercolosi.
Lo studio ha dimostrato anche che bambine neonate in buono stato nutrizionale, dopo aver ricevuto il vaccino DTP, presentano un tasso di mortalità maggiore rispetto alle bambine neonate in cattivo stato nutrizionale che non ricevono il vaccino.
Pertanto, il vaccino Difterite-Tetano-Pertosse (link del bugiardino) è un vaccino killer !")

Per identificare la causa della “morte in culla” sono stati effettuati studi epidemiologici che hanno rilevato l’esistenza di alcuni fattori di rischio prevenibili e di altri non prevenibili, ma nessuno di questi è risultato una causa specifica della SIDS.
Secondo molte Istituzioni, il 50-75% delle morti fetali risulta inspiegabile a causa della mancanza di un protocollo standard di indagine post-mortem, specie nel campo della neuropatologia.

Recenti risultati della ricerca svolta nel Centro di Ricerca “Lino Rossi per lo studio e la prevenzione della morte inaspettata perinatale e della SIDS” dell’Università degli Studi di Milano hanno contribuito ad identificare la natura e la localizzazione delle lesioni responsabili di tali patologie e sarebbe emerso che si tratta di anomalie congenite del tronco cerebrale, sede della regolazione reflessogena delle attività vitali (specie cardio-respiratorie), e del sistema di conduzione dello stimolo elettrico all’interno del cuore.

I fattori di rischio determinanti sembrano rappresentati dal fumo di sigaretta materno (i cui effetti altamente lesivi sono incrementati dall’azione sinergica degli inquinanti atmosferici), da altre droghe, dall’alcolismo materno e da farmaci, per lo più sedativi, ma probabilmente anche vaccini.

L’Istituto di Anatomia Patologica del Prof. Matturri è il Centro di riferimento per la ricerca in campo nazionale, come indicato nella legge n. 31 del 2 febbraio 2006 “Disciplina del riscontro diagnostico sulle vittime della sindrome della morte improvvisa del lattante (SIDS) e di morte inaspettata del feto” (pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 34 del 10 febbraio 2006). Infatti, nell’art. 1 comma 2 della legge è scritto: “Il riscontro diagnostico di cui al comma 1 è effettuato secondo il protocollo diagnostico predisposto dalla prima Cattedra dell’Istituto di Anatomia Patologica dell’Università di Milano” (6).

Più specificatamente, il Prof. Matturri scrive (7):
“I nostri studi condotti su un’ampia casistica (oltre 200 casi) hanno messo in evidenza, nelle vittime di morte inaspettata dell’infante e perinatale, frequenti alterazioni, per lo più congenite, del sistema nervoso autonomo e di conduzione cardiaco, plausibili substrati di morte improvvisa aritmogena. Tali studi hanno stabilito una continuità tra morte inaspettata fetale, morte perinatale e SIDS.
Nel complesso, trattasi di una patologia multifattoriale comprendente anomalie congenite del sistema nervoso autonomo, principalmente cardio-respiratorio, delle prime vie digestive, del risveglio e del sistema di conduzione cardiaco. T
ra le anomalie congenite, l’ipoplasia del nucleo arcuato, riscontrata in oltre il 50% dei casi, è di particolare interesse.
Talvolta è associata ad anomalie di altre strutture del sistema nervoso vegetativo, quali la formazione respiratoria reticolare e il complesso parabrachiale di Kölliker-Fuse, nonché da vie accessorie del sistema di conduzione cardiaco. Tali difetti di sviluppo sono risultati essere di natura primitiva e pertanto di probabile natura genetica (8, 9).
Un ulteriore originale contributo avente per oggetto nel feto l’associazione tra ipoplasia del nucleo arcuato e ipoplasia polmonare testimonia il ruolo del tronco cerebrale nello sviluppo polmonare”.

In conclusione, allo stato attuale, nonostante si stiano accumulando già molti dati, non è ancora certa la vera natura di questa sindrome, ma, alla luce degli innumerevoli studi che attribuiscono alle vaccinazioni neonatali/infantili la capacità di destabilizzare una o più debolezze cellulari o tessutali dell’individuo che le riceve, un numero sempre maggiore di Autori collega una buona parte delle morti infantili in culla ai vaccini, perché ritiene che questi ultimi inducano uno squilibrio del sistema immunitario così profondo che, in soggetti con una patologia congenita latente e cioè in equilibrio precario, sia possibile la sua slatentizzazione.

Per molti altri approfondimenti e informazioni su questo argomento, invito il Lettore a leggere il libro da cui ho estrapolato questi dati (Le Vaccinazioni Pediatriche. Revisione delle conoscenze scientifiche) (10).
By Dott. R. Gava (medico) – Tratto da: informasalus.it

Bibliografia
1 - Mahnke P. F. Plötzlicher Tod im Kindesalter und vorausgegangene Schutzimpfungen. In: Buchwald G. Vaccinazioni: il business della paura. Quello che ogni genitore dovrebbe sapere. CIVIS, Massagno (Lugano), 2000, pag. 169.
2 - Silvers,L.E. Ellenberg,S.S. Wise,R.P. Varricchio,F.E. Mootrey,G.T. & Salive,M.E. The epidemiology of fatalities reported to the vaccine adverse event reporting system 1990-1997. Pharmacoepidemiol.Drug Safety 10 (4); 279; 2001.
3 - Silvers LE, Varriccho FE, Ellenberg SS, Krueger CL, Wise RP, Salive ME. Pediatric deaths reported after vaccination: The utility of information obtained from parents. American Journal of Preventive Medicine 22: 170; 2002.
4 - Scheibner V. Vaccination: 100 years of orthodox research shows that vaccines represent a medical assault on the immuno system. Australian Print Group, 1993.
5 - Ridgway et al. Disputed claims for pertussis vaccine injuries under the National Vaccine Injiury Compensation Program. J Investig Med 1998; 46: 168-174.
6 - Matturri L., Ottaviani G., Lavezzi A.M. Techniques and criteria in pathologic and forensic-medical diagnostics of sudden unexpected infant and perinatal death. Am J Clin Pathol 2005: 124:259-268.
7 - Cfr http://www.unimi.it/cataloghi/risultati_ricerca/Relazioni2006/168.1.pdf.
8 - Ottaviani G., Matturri L., Bruni B., Lavezzi A.M. Sudden infant death syndrome “gray zone” disclosed only by a study of the brain stem on serial sections. J Perinat Med 2005; 33: 165-169.
9 - Matturri L., Ottaviani G., Lavezzi A.M. Unexpected sudden death related to medullary brain lesions. Acta Neuropathol (Berl) 2005; 109: 554-555.
10 - Gava R. Le Vaccinazioni Pediatriche. Revisione delle conoscenze scientifiche. Edizioni Salus Infirmorum, Padova, 2a ed. 1a rist., 2010.

Commento NdR: in questo pur pregevole articolo, non si parla dei Danni dei vaccini sulle alterazioni delle funzionalita' cellulari, da parte dei vaccini e delle loro sostanze tossico_nocive, che sono alla base anche e non solo della sindrome delle morte improvvisa (Sids) e cioe' intossicazioni, danni alla microcircolazione, alterazioni del pH anche del citoplasma e dell'ATP, infiammazioni, stress ossidativo = apoptosi, morte cellulare !

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Un pezzo di un articolo del prof. Michel GEORGET.
Michel Georget est agrégé de biologie, professeur honoraire des classes préparatoires aux grandes écoles biologiques et l'auteur de Vaccinations, les vérités indésirables  - :www.hyperactif.net/vaccins.html .

Il vaccino per la pertosse e la MORTE improvvisa del lattante.
Come ha affermato il Prof. Bastin, sostenitore delle vaccinazioni, "una vaccinazione qualunque, è sempre, biologicamente e immunologicamente parlando, un insulto per il corpo“. L'impatto sul sistema immunitario è più o meno forte. L'aggressione è a volte così violenta che può portare alla morte. Questa situazione è ancora più comprensibile in un bambino il cui sistema immunitario è immaturo.
Ogni vaccinazione può essere seguita da un effetto molto particolare (osteite dopo il vaccino BCG, meningite dopo il vaccino contro la parotite, trombocitopenia dopo il vaccino contro il morbillo), ma le complicazioni nervose sono di gran lunga le più frequenti e le più varie. Dopo la sospensione della vaccinazione contro il vaiolo, e in attesa di informazioni oggettive sul vaccino anti-epatite B, è al vaccino contro la pertosse che si deve la maggior parte dei danni neurologici gravi.
Non è quindi sorprendente trovare la causa della morte improvvisa del lattante. Ma la stampa medica francese non ama parlare sulla morte infantile improvvisa . Così, un medico, che ha riportato dans le Concours médical due casi di MSN ( morte infantile improvvisa) , uno di un lattante di un mese e mezzo morto dopo una settimana dalla vaccinazione BCG, l'altro di un bambino di un mese morto la notte seguente la vaccinazione BCG, si è sentito dire che poteva essere stata una coincidenza, con il commento: "Dovremmo smettere di criminalizzare le vaccinazioni al verificarsi della morte improvvisa del lattante inspiegabile.
E’ brutto per il morale della popolazione vaccinata ... e per quello dei vaccinatori” .
Le famiglie delle vittime apprezzeranno
….Tratto da: www.jutier.net/contenu/mgeorget.htm
Ecco un video del prof. Michel Georget ( in francese ): www.internationalnews.over-blog.com/article-32259226.html

La trivalente e la sindrome da morte infantile improvvisa (SIDS)
Tre recenti studi hanno stabilito una relazione temporale fra la morte infantile, inclusa la SIDS e la somministrazione di vaccino trivalente DPT, del quale la componente antipertosse è quella principale. Una chiara evidenza nella relazione trivalente/morte infantile precoce, viene confermata dall'esperienza giapponese: dal momento in cui è stata spostata in avanti (a due anni) la vaccinazione trivalente, la SIDS (morte infantile precoce) è virtualmente scomparsa. Il Giappone detiene il record della più bassa mortalità infantile nel mondo.
Nel marzo del 1979, il Dipartimento di Salute Pubblica del Tennessee riportò al CDC (Centers for Disease Control and Prevention) che, nel novembre 1978, quatto bambini vaccinati con la trivalente erano morti entro le 24 ore successive: per quale ragione si aspettarono quattro mesi per inoltrare il rapporto ?
Tutti questi bambini avevano ricevuto la loro prima dose di DPT (trivalente) in concomitanza con una dose di vaccino antipolio orale.
Fra il mese di agosto 1977 ed il marzo 1979 ci furono complessivamente, in Tennessee, 52 casi di morte infantile da SIDS per "cause sconosciute".
Nel 1982, al 34° Meeting annuale della American Academy of Neurology (Accademia Americana di Neurologia), William C. Torch intervenne in merito ai casi verificatesi nel Tennessee e su altri 200 casi di SIDS segnalati: nel suo intervento egli riportò che il 66% dei primi 70 casi erano stati “immunizzati” (ovvero vaccinati) prima del decesso.
Il periodo del decesso in questo gruppo andava dalle 12 ore alle 3 settimane successive all'iniezione. Le sue conclusioni furono che «la vaccinazione DPT poteva essere considerata generalmente una delle maggiori cause non riconosciute di morte infantile improvvisa e che quindi i rischi associati alla vaccinazione potevano superare i suoi potenziali benefici».
Nello stesso studio venne rilevata la necessità di rivedere, e possibilmente modificare, le procedure correnti in materia di vaccinazione trivalente.
Nel 1986 i laboratori Connaught (tra i produttori di vaccino trivalente) inserirono nel foglietto illustrativo che accompagnava la confezione la frase «successivamente alla somministrazione del vaccino DPT sono stati registrati casi di SIDS: uno studio ha dimostrato una relazione non casuale».
Nel 1991 i Laboratori Wyeth (anch’essi produttori di trivalente), riportavano la frase «sono stati segnati casi di SIDS (morte infantile precoce) in seguito alla vaccinazione DPT (trivalente), ma la reale portata del fenomeno non è chiara».
Tratto da ilconsapevole.it

Commento NdR: ...non e' chiara perche' non si vuole indagare a fondo, altrimenti si certifica che i vaccini ammalano e/o UCCIDONO anche i Bambini, oltre ai militari !

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ammazzato dai Vaccini  - vedi anche: Bambini, giovani e militari ammalati ed ammazzati dai vaccini
Gabriele Biscardi ha 4 mesi e mezzo quando il 28/04/2007 ad asiago (VI) i genitori si accorgono che NON respira piu’. Corrono all’ospedale, ma e’ troppo tardi. I genitori presentano una denuncia, affermando che: “DOPO la vaccinazione (la prima), Gabriele NON e’ piu’ stato bene; dormiva poco, era agitati, spesso con febbriciattole”.
Nello spazio di un mese e mezzo si arriva alla fine ed un medico viene indagato per omicidio colposo.
Tratto da: Il Gazzettino - 14/03/08

Ma questa  "sindrome" non esisteva con tale intensita', prima delle vaccinazioni, cosi come l'autismo che e' anche in Italia in notevole aumento....e l'ammalamento e/o la morte, in genere coincide con le prime 2 o 3 dosi di vaccino !


Ecco un altro Danno da Vaccino:  un' ALTRO degli 1.000 bambini morti, all'anno in Italia....e nessuno dice nulla....!
 
Siccome siamo ormai alla 4° generazione di vaccinati, i genitori “regalano” le loro mutazioni genetiche occulte (portatori sani) ai loro figli e di generazione in generazione il sistema sopravvivenza della specie e’ messo sempre piu’ in pericolo, facendosì che bastano delle semplici e comuni proteine tossiche chiamate “Virus”, perche si sia trovato nei 3/4 dei parti bimbi morti, il nesso con questo tipo di proteine virali.

SYDNEY – AU, Giu., 2008 - Dei comuni virus, come quelli dell'herpes, sono coinvolti in ben tre quarti di tutte le nascite con feto morto. Lo hanno scoperto gli scienziati australiani dell'ospedale Prince of Wales di Sydney, guidati dal virologo Bill Rawlinson, che solo in Australia arrivano a circa 2000 l'anno e questi nati morti sono in aumento anche nel resto del mondo, grazie alle vaccinazioni inoculate sulla ignara popolazione mondiale e perpetrate di generazione in generazione.

Commento NdR: Questi ricercatori hanno solo scoperto la punta dell’Iceberg (Danni dei vaccini trasmissibili alla prole), ma non hanno voluti approfondire…le cause VERE di quel grave ed ulteriore problema che i Vaccini generano !


La Merck ammette l'inoculazione del virus del cancro
- La divisione vaccini della farmaceutica Merck, ammette l'inoculazione del virus del cancro per mezzo dei vaccini.
 La sconvolgente intervista censurata, condotta dallo studioso di storia medica Edward Shorter per la televisione pubblica di Boston WGBH e la Blackwell Science, è stata tagliata dal libro "The Health Century" a causa dei sui contenuti - l'ammissione che la Merck ha tradizionalmente iniettato il virus (SV40 ed altri) nella popolazione di tutto il mondo.
 Questo filmato contenuto nel documentario "In Lies We Trust: The CIA, Hollywood & Bioterrorism", prodotto e creato liberamente dalle associazioni di tutela dei consumatori e dall'esperto di salute pubblica, Dr. Leonard Horowitz, caratterizza l'intervista ad uno dei maggiori esperti di vaccini del mondo, il Dott. Maurice Hilleman, che spiega perché la Merck ha diffuso l'AIDS, la leucemia e altre orribili piaghe nel mondo : http://www.youtube.com/watch?v=edikv0zbAlU


Nei vaccini venduti al terzo mondo si é scoperto che molti di questi contenevano l'ormone B-hCG un anti fertile se immesso in un vaccino.
La corte Suprema delle Filippine ha scoperto che oltre 3 milioni di ragazze e donne hanno assunto questi vaccini contaminati, cosí come in Nigeria, Tailandia ecc...
Per chi non abbia ancora visto questi video-documenti scioccanti:
http://uk.youtube.com/watch?v=edikv0zbAlU
http://it.youtube.com/watch?v=wg-52mHIjhs&feature=related
Sembrerebbe che oltre al profitto a tutti i costi, ci sia dietro qualcosa d'altro....impedire alle donne dei paesi del terzo mondo... di avere figli....

I Vaccini creano Mutazioni Genetiche nei Mitocondri delle cellule, mutazioni che sono trasmissibili alla prole, dalla via materna. Nelle cellule infettate da virus si risvegliano i retrovirus piu’ vecchi.
Dei ricercatori hanno osservato che quando il metabolismo della cellula infettata da un virus (NdR: che puo’ essere anche vaccinale) essa viene ingannata al fine di riprodurre il virus che la infetta, pero’ in essa decade la funzionalità di alcune reazioni biochimiche di contenimento e di funzione cellulare: sintesi e specializzazione delle proteine, specializzazione degli enzimi e duplicazione del DNA.
Quindi anche l'infezione da virus vaccinale e’ in grado quindi di riattivare genomi di precedenti virus, o di quelli iniettati con i vaccini ai genitori, nonni, avi del vaccinato, virus, che erano divenuti parte del genoma delle cellule dei genitori, nonni, avi, generando anticipatamente qualsiasi tipo di patologia; il meccanismo si chiama slatentizzazione = liberare anticipatamente patologie.
Di fatto i Vaccini sono un cocktail di Tossine altamente pericolose che possono rimanere inerti per anni e riesplodere come bombe a tempo anche dopo 30-40 anni o piu’, in uno stato febbrile… che alterano il Terreno in modo importante, specie negli organismi non perfettamente sani, per problemi ereditari e/o di alimentazione inadatta alla Perfetta Salute.

 

Morte in culla e la vaccinazione DPT  (Difterite, Pertosse, Tetano)
La "protezione farmacologica" propinata contro la morte in culla ? Ma è proprio questa stessa protezione farmacologica, con i vaccini dati in giovanissima età, che sembra causare la moria  - Citiamo dal libro della Dottoressa Viera Scheibner:

Uno studio condotto negli USA su settanta casi di morte in culla selezionati a caso ha evidenziato che ben il 66% dei bambini deceduti aveva ricevuto il vaccino DTP (difteria, tetania, pertosse) poco tempo prima della morte: 6,5% entro le 12 ore, 13% entro 24 ore, 26% entro 3 giorni, 37% entro una settimana, 61% entro due settimane e 70% entro 3 settimane.
E' stato anche scoperto che i casi di morte in culla dei bambini non vaccinati si concentravano nel periodo invernale, le morti dei bambini vaccinati succedevano durante tutto l'arco dell'anno, ma comunque sempre nel periodo subito dopo la vaccinazione.
Le registrazioni del respiro dei neonati prima e dopo le vaccinazioni hanno mostrato un respiro normale nei sei giorni precedenti, ed un respiro a tratti difficoltoso durante i 12 giorni seguenti. I periodi di respiro difficoltoso coincidevano con l'incidenza delle morti in culla a seguito della vaccinazione in 41 dei casi. Questa correlazione fu oggetto di uno studio separato.
Quando in Giappone, nel 1974, è stata innalzata l'età minima per ricevere la vaccinazione DTP a due anni, la morte in culla a seguito delle vaccinazioni è praticamente scomparsa ed il Giappone ha avuto, da quel periodo in poi, la mortalità infantile più bassa al mondo.
Forse sarebbe il caso di valutare queste statistiche e di trarre le dovute conseguenze anche in Italia, invece di proporre, come fa il nostro ministro dalla sanità, sempre nuove forme di "protezione farmacologica". Oppure dobbiamo pensare che il nostro sistema sanitario, incluso lo stesso ministero, siano sotto l'influenza di una lobby farmaceutica così potente da considerare qualche morte "roba da poco" ?
Fonti ed altre informazioni sul tema: Il libro di Viera Scheibner - "Vaccination - A medical Assault on the Immune System"
Le citazioni da noi riportate, a cura di: ENVIRONMENT & HEALTH NEWS - www.environmenthealthzone.com

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Usa: l'incidenza ufficiale e' di 1,5 morti x 1.000 bambini, quindi se rapportiamo il tutto alla popolazione italiana, in Italia ogni anno muoiono mediamente circa 800-1000 bambini di SIDS ed il ministero della "salute" sta zitto......

Morte in culla e la Vaccinazione DPT
La protezione farmacologica propinataci contro la morte in culla ? Ma è proprio questa stessa protezione farmacologica, con i vaccini dati in giovanissima età, che sembra causare la moria dei nostri bambini !

Citiamo dal libro della Dottoressa Viera Scheibner:
Uno studio condotto negli USA su settanta casi di morte in culla selezionati a caso ha evidenziato che ben il 66% dei bambini deceduti aveva ricevuto il
vaccino DTP (difteria, tetania, pertosse) poco tempo prima della morte: 6,5% entro le 12 ore, 13% entro 24 ore, 26% entro 3 giorni, 37% entro una settimana, 61% entro due settimane e 70% entro 3 settimane. 
E' stato anche scoperto che i casi di morte in culla dei bambini non vaccinati si concentravano nel periodo invernale, le morti dei bambini vaccinati succedevano durante tutto l'arco dell'anno, ma comunque sempre nel periodo subito dopo la vaccinazione.
Le registrazioni del respiro dei neonati prima e dopo le vaccinazioni hanno mostrato un respiro normale nei sei giorni precedenti, ed un respiro a tratti difficoltoso durante i 12 giorni seguenti. 
I periodi di respiro difficoltoso coincidevano con l'incidenza delle morti in culla a seguito della vaccinazione in 41 dei casi.
Questa correlazione fu oggetto di uno studio separato. 

Il libro di Viera Scheibner - "Vaccination - A medical Assault on the Immune System"
Le citazioni da noi riportate, a cura di: ENVIRONMENT & HEALTH NEWS
http://www.environmenthealthzone.com
Altre informazioni sulla dannosità della trivalente DTP: http://www.comilva.org/documenti/nexus/n20.html

Quando in Giappone, nel 1974, è stata innalzata l'età minima per ricevere la vaccinazione DTP a due anni, la
morte in culla a seguito delle vaccinazioni è praticamente scomparsa ed il Giappone ha avuto, da quel periodo in poi, la mortalità infantile più bassa al mondo
Forse sarebbe il caso di valutare queste statistiche e di trarre le dovute conseguenze anche in Italia, invece di proporre, come fa il nostro ministro dalla sanità, sempre nuove forme di "protezione farmacologica". 
Oppure dobbiamo pensare che il nostro sistema sanitario, incluso lo stesso ministero, siano sotto l'influenza di una lobby farmaceutica così potente da considerare qualche morte "roba da poco" ?

Qualche anno fa a Boston negli USA una Universita' locale aveva trovato del mercurio nel cervelletto di bambini morti di SIDS (morte nella culla), "strano caso" il mercurio (Thiomersal) e' contenuto nei vaccini....

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Si chiama SIDS. il male oscuro dei piccoli in culla.
Tre bambini al giorno muoiono di SIDS. Quasi mille in un anno. Muoiono più bambini di SIDS, che per cancro, meningite e incidenti sommati insieme. Eppure, quasi nessuno sa cosa sia la SlDS, ed in Italia, unico paese europeo con la Grecia, il registro lstat delle cause di morte non lo prevede neppure
La sigla sta per Subden lnfant Death Syndrome (SIDS), sindrome di morte infantile improvvisa, conosciuta anche come morte in culla o morte improvvisa del lattante.
Non ne sanno niente i profani ma anche i medici la conoscono poco.
Se il più delle volte le autopsie parlano di soffocamento o di rigurgito. Invece poi si scopre che si trattava di SIDS. 
E la prima causa di morte nei paesi industrializzati, colpisce i bambini tra un mese ed un anno di vita, con un picco massimo d’incidenza tra il secondo ed il quarto mese. (NdR: proprio il periodo nei quali i bambini vengono vaccinati). Bambini sanissimi, che durante il sonno smettono di respirare e muoiono.
By Jean Pierre Cereghetti - Fondatore e Presidente della Natural Power

In Giappone,  da quando hanno eliminato le Vaccinazioni obbligatorie (1993), la SIDS e' diminuita del 90% !!
+  Interrogazione Parlamentare   

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>


Troppi bimbi nati sani e poi rovinati
Possono i vaccini far male ? Rispondere a questa domanda significa non potete più nasconderne la verità sulla dimostrata correlazione tra alcune gravissime, invalidanti, spesso mortali patologie e la vaccinoprofilassi. 
Negare l'esistenza di una realtà è molto più facile che affrontarla, ma ora non è più consentito. 
Il ministero della Sanità garantisce a gran voce la completa "innocuità dei vaccini", anzi prevede di inserirne di nuovi. 
I centri di vaccinazione lavorano a pieno ritmo ricordando ai pazienti che grazie a questa prevenzione tante gravi malattie invalidanti (poliomielite, vaiolo difterite) in Italia sono state debellate. 
(NdR: cosi' ci raccontano, in realta' hanno solo cambiato nome...esempio, la polio ora si chiama distrofia....)
E intanto molti sfortunati "nati sani" che hanno subito danni irreversibili dalle vaccinazioni affrontano il loro calvario con pellegrinaggio tra ospedali e cliniche private in cerca della guarigione, spendendo cifre enormi per nulla.... 
Proprio nei Paesi dove è più alto il numero di vaccinati aumentano i casi di distrofia muscolare e sindromi demielinizzanti del sistema nervoso, sclerosi, diabete mellito autoimmune, allergie di ogni genere, tutte con un denominatore comune che è l'autoimmunità  (cioè malattie latenti descritte sul proprio Dna e fatte "esplodere" dalla vaccinazione, termine scientifico = slatentizzazione). 
La medicina ufficiale prova a liquidare tutto questo come l'inevitabile tributo che l'umanità deve pagare per liberarsi dalle grandi epidemie. E invece non può essere che la realtà delle lesioni da vaccino debba essere ignorata o sminuita.
Ed a dimostrarle, non esiste più soltanto l'autorevole letteratura scientifica internazionale, ma si è aggiunta purtroppo una sempre più ricca documentazione clinica. Come quella raccolta anche dall'associazione Universo Bambino.
Le testimonianze dei familiari dei bimbi lesi o morti documentano come quasi mai i bambini siano sottoposti a visita medica preventiva. Come raramente sia raccolta un'accurata anamnesi personale e familiare e non vengano mai valutate le immunodeficienze dei piccoli. 
Gli stessi primi sintomi di reazione avversa come convulsioni, irrequietezza, diarrea, febbre o stati depressivi spesso sono sottovalutati. Le pratiche vaccinali dovrebbero prevedere una attenta osservazione dello stato di salute dei soggetti da vaccinare, e le loro eventuali malattie: ma quante poche volte i nostri figli sono stati sottoposti anche a una semplice visita di un medico vaccinatore ?
Non si tratta di una lotta ai vaccini, ma è necessario che la profilassi sia eseguita da medici competenti e i genitori informati sulle controindicazioni e sulle possibili complicazioni, sopratutto visto che è possibile individuare i "soggetti a rischio" mediante esami di laboratorio eseguiti senza particolari difficoltà. 
Fuori da una triste politica del "costo-beneficio" che vede molti nati sani diventare handicappati, quali agnelli sacrificali di un economia di mercato. 
By dr. Massimo Montinari - Medico chirurgo, Dirigente del Reparto Sanita' della Polizia di Stato, di Firenze.
 
>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

C'è una domanda che da anni mi assilla:" Perché, ogni volta che un evento avverso si verifica nel corso di una sperimentazione clinica di un vaccino, il "caso" non è mai connesso alla vaccinazione ?"
Se si leggono i foglietti illustrativi (in inglese) si nota che le case farmaceutiche, dopo aver riportato una “patologia grave” (sorta nel corso di una sperimentazione clinica di un vaccino), si affrettano ad affermare che vi sono studi che escludono la correlazione tra la vaccinazione e la patologia insorta ( o che non vi sono prove per sostenere questo nesso ).
O ( il risultato è lo stesso ) che vi sono “autorevoli” esperti che negano tale nesso di causalità. Ma -intanto- gli eventi avversi si verificano.
Si prenda l’esempio delle morti dei lattanti (SIDS, sudden infant death syndrome) e dei bambini (SUDC Sudden Unexplained Death in Childhood) .
Per le morti avvenute nel primo anno di vita ( SIDS), negli USA ci sarebbero circa 3000 casi all’anno; in Italia non ci sono statistiche al riguardo, ma si pensa che i casi ammontino a circa 300-400 morti all’anno (Roberto Gava,”Le vaccinazioni pediatriche”, pag. 395).Altre fonti riferiscono che in Italia i casi di SIDS sono molto più numerosi.

Nel foglietto illustrativo ( novembre 2003) del vaccino PENTACEL si legge:” Sudden infant death syndrome (SIDS) has been reported in temporal relationship to the administration of vaccines containing diphtheria and tetanus toxoids and pertussis vaccine (DTP). Review of the evidence does not indicate a causal relationship between whole-cell DTP vaccine and SIDS.
Studies showing a temporal relation between these events are consistent with the expected occurrence of SIDS over the age range in which DTP immunization usually occurs.4,18 There are limited data relating to SIDS and vaccines containing diphtheria and tetanus toxoids and acellular pertussis vaccines. A committee of the US IOM found no reason to suspect that a causal relationship might exist between DTaP and SIDS when the evidence indicates that none exists with DTwP “.
In poche parole, la relazione che potrebbe essere di tipo causale viene ridotta ad una relazione temporale.
Una semplice “coincidenza”. Un lattante, un bambino fanno una vaccinazione e muoiono. “Studies” e “A committee of the US IOM (Institute of Medicine ,IOM)” affermano che si tratta di una relazione temporale. Queste morti “colpirebbero” i bambini ( molte volte si tratta di bambini “sani” ed è bene farlo presente) nel periodo delle vaccinazioni. Tutto qui. Dicono.
Ora si allarghi il discorso a tutti gli altri tipi di vaccini per vedere cosa dice il VAERS . “Onset interval” è l’intervallo di tempo che intercorre tra la vaccinazione ed il manifestarsi della patologia: il Vaers misura questo intervallo in giorni.
 Quando è 0 vuol dire che l’evento si è manifestato entro le 24 ore dalla vaccinazione. Ebbene, cercando le segnalazioni di casi di “sudden infant death syndrome”, il VAERS ne riporta centinaia avvenuti entro i primi giorni dalla vaccinazione (entro le 72 , le 48 e , addirittura, entro le 24 ore).
Guarda caso, che coincidenza ! Affermare che i casi di sids si presentano nel periodo delle vaccinazioni (relazione temporale) e che non hanno con queste alcun rapporto causale non costituisce un argomento molto valido.
Questi casi potrebbero - infatti- verificarsi nel periodo vaccinale proprio come conseguenza delle stesse vaccinazioni: è facile notare che i suddetti casi di sids non precedono le vaccinazioni, ma si presentano dopo che i vaccini sono stati somministrati ( addirittura a distanza di pochi giorni o di poche ore !).
Non è del tutto corretto sostenere che la sids sia causa di morte. Infatti non costituisce una diagnosi, ma è solo un termine per indicare che un bambino è morto improvvisamente e che tale morte è inspiegabile. E, dal momento che si ignora cosa la provochi, la causa della morte non potrebbe essere una vaccinazione ?

Il parere di qualche esperto www.vaccinesuncensored.org/index.php :
1 - "Crib death was so infrequent in the pre-vaccination era that it was not even mentioned in the statistics, but it started to climb in the 1950s with the spread of mass vaccination against diseases of childhood."
- Harris Coulter PhD, Medical Historian
2 - "My suspicion, which is shared by others in my profession, is that the nearly 10,000 SIDS deaths that occur in the United States each year are related to one or more of the vaccines that are routinely given to children. The pertussis vaccine is the most likely villain, but it could also be one or more of the others."
- Robert S. Mendelsohn, M.D. Pediatrician, Professor of Pediatrics, University of Illinios, College of Medicine
3 - "It took almost three years of research into babies’ breathing before we looked at each other and said, ‘Vaccines are killing babies’."
- Viera Scheibner PhD, Documentary ‘Vaccination: The Hidden Truth’
4 -  "Can you imagine the economic and political import of discovering that immunizations are killing thousands of babies?"
- William Campbell Douglass MD (writes ‘The Douglass Report’)
5 - "These data show that DPT vaccination may be a generally major cause of sudden infant death syndrome, and the risks of immunization may outweigh the benefits..."
William C. Torch MD Director of Child Neurology, University of Nevada School of Medicine
6 - "When he (Dr. William Torch) studied seventy cases of SIDS, two-thirds of these victims had been vaccinated from one half day to three weeks prior to their deaths. None of these deaths were (officially) attributed to vaccines. Vaccines are a sacred cow and nothing appears against them in the mass media because they are so profitable to pharmaceutical firms."
7 - ‘Why You Should Avoid Taking Vaccines’, Dr. James Howenstine MD 12/7/03

Le amare considerazioni del prof. Paolo De Bernardi, dottore di Ricerca in Filosofia e valente critico dell’attuale società tecnocratica: “ Molto difficilmente una commissione medica sarà disposta a riconoscere una connessione tra morte del bambino e precedente vaccinazione anche quando la connessione sia evidente: molti dei medici legali che indagano sui casi di morte sospetta sono addirittura maestri nell‘arte del sotterfugio. La vaccinazione viene raramente indicata come causa del decesso. Invece usano termini di grande effetto per falsificare i certificati di morte: arresto cardiaco, possibile miocardite, polmonite bronchiale bilaterale, setticemia causata da tonsillite purulenta, leucemia linfatica, streptococco cellulitis, meningite tubercolare, paralisi infantile e SIDS, per elencarne soltanto alcuni.”
vedi:Vaccinazioni PDF
A conclusione , ecco cosa scrive il dott. Roberto Gava a pagina 399 del suo libro: “In conclusione, allo stato attuale, nonostante si stiano accumulando già molti dati, non è ancora certa la vera natura di questa sindrome, ma un numero sempre maggiore di Autori la collega alle vaccinazioni, perché si ritiene che i vaccini inducano uno squilibrio del sistema immunitario così profondo che, in soggetti con una patologia congenita latente in equilibrio precario, sia possibile la sua slatentizzazione."

- Da un articolo di Romina Alessandri in collaborazione con COMILVA:
La trivalente e la sindrome da morte infantile improvvisa (SIDS)
Tre recenti studi hanno stabilito una relazione temporale fra la morte infantile, inclusa la SIDS e la somministrazione di vaccino trivalente DPT, del quale la componente antipertosse è quella principale.
Una chiara evidenza nella relazione trivalente/morte infantile precoce, viene confermata dall'esperienza giapponese: dal momento in cui è stata spostata in avanti (a due anni) la vaccinazione trivalente, la SIDS (morte infantile precoce) è virtualmente scomparsa. Il Giappone detiene il record della più bassa mortalità infantile nel mondo.
Nel marzo del 1979, il Dipartimento di Salute Pubblica del Tennessee riportò al CDC (Centers for Disease Control and Prevention) che, nel novembre 1978, quatto bambini vaccinati con la trivalente erano morti entro le 24 ore successive: per quale ragione si aspettarono quattro mesi per inoltrare il rapporto? Tutti questi bambini avevano ricevuto la loro prima dose di DPT (trivalente) in concomitanza con una dose di vaccino antipolio orale. Fra il mese di agosto 1977 ed il marzo 1979 ci furono complessivamente, in Tennessee, 52 casi di morte infantile da SIDS per "cause sconosciute".
Nel 1982, al 34° Meeting annuale della American Academy of Neurology (Accademia Americana di Neurologia), William C. Torch intervenne in merito ai casi verificatesi nel Tennessee e su altri 200 casi di SIDS segnalati: nel suo intervento egli riportò che il 66% dei primi 70 casi erano stati “immunizzati” (ovvero vaccinati) prima del decesso. Il periodo del decesso in questo gruppo andava dalle 12 ore alle 3 settimane successive all'iniezione.
Le sue conclusioni furono che «la vaccinazione DPT poteva essere considerata generalmente una delle maggiori cause non riconosciute di morte infantile improvvisa e che quindi i rischi associati alla vaccinazione potevano superare i suoi potenziali benefici». Nello stesso studio venne rilevata la necessità di rivedere, e possibilmente modificare, le procedure correnti in materia di vaccinazione trivalente.
Nel 1986 i laboratori Connaught (tra i produttori di vaccino trivalente) inserirono nel foglietto illustrativo che accompagnava la confezione la frase «successivamente alla somministrazione del vaccino DPT sono stati registrati casi di SIDS: uno studio ha dimostrato una relazione non casuale». Nel 1991 i Laboratori Wyeth (anch’essi produttori di trivalente), riportavano la frase «sono stati segnati casi di SIDS (morte infantile precoce) in seguito alla vaccinazione DPT (trivalente), ma la reale portata del fenomeno non è chiara». (tratto da http://www.ilconsapevole.it/articolo.php?id=8575 )

- Una testimonianza toccante di una madre: http://www.medicinenon.it/modules.php?name=Content&pa=showpage&pid=35 "...
I medici non vollero parlare della morte della nostra bambina e soprattutto in nessun modo in relazione al vaccino e uno dopo l'altro si rifiutarono di rispondere alle nostre domande. Ci dicevano ripetutamente che i vaccini sono per il "maggior bene".
Mi hanno detto che le morti a causa delle vaccinazioni sono "previste" per combattere la malattia, ma che sono considerate a un livello "accettabile". Tuttavia, questo non era ritenuto accettabile o buono da me, una madre con le braccia vuote che desiderava ardentemente stringere la sua bambina. Mesi più tardi il medico legale ci disse che la causa della morte fu determinata come "SIDS" (Sindrome Infantile di Morte Improvvisa) che significa "senza alcuna causa conosciuta" e si rifiutò di darci una copia del rapporto dell'autopsia.
Ci è voluto quasi un anno per ottenere quel rapporto e con nostro orrore scoprimmo che il sommario dell'autopsia era stato copiato pari pari dal foglietto illustrativo del vaccino sotto l'intestazione "controindicazioni" come segue:
"E' stato riportato che la sindrome infantile di morte improvvisa avviene dopo la somministrazione di vaccini contenenti Difterite, Tossoidi del Tetano e del vaccino della Pertosse. Tuttavia, la rilevanza di questi rapporti non è chiara. Un fattore comune è l'età in cui la prima vaccinazione viene fatta, dai 2 ai 6 mesi, un periodo in cui si è rilevato che avvengono la maggior parte delle sindromi infantili di morte improvvisa, con un picco di incidenza nel periodo che va dai 2 ai 4 mesi."
Non era stato fatto alcun esame tossicologico e la pediatra non ha mai inoltrato un rapporto per reazioni avverse alle autorità sanitarie. In seguito ho appreso che la maggior parte delle morti indotte dai vaccini sono etichettate come SIDS e non vengono incluse nei dati delle reazioni avverse ai vaccini, anche se un bambino muore solo dopo poche ore che è stato vaccinato.
Questi dati vengono presentati ai medici e al pubblico per rassicurarli che i vaccini sono sicuri.....
I vaccini uccidono ad un tasso molto più alto di quanto siamo condotti a credere. Giochiamo alla roulette russa con i vaccini.
La posta è la vita dei nostri bambini e non sappiamo quale bambino sarà la prossima vittima....".

- Ecco un'altra testimonianza. Autunno del 2007. Cluster di "SIDS" : la morte di tre neonati a Coeur d'Alene ( North Idaho) induce una madre, Shelly Walker, a reagire.
La storia di Shelly Walker in prima pagina sul The Spokesman-Review newspaper ( il 22-12-2007) con il titolo provocatorio, "Did vaccines kill ?" www.thenhf.com/vaccinations/vaccinations_173.htm

Una famiglia condivide la storia del loro figlio, Vance Walker, morto tre giorni dopo essere stato vaccinato (a quattro mesi) con 5 vaccini (Rotavirus; DTaP; PCV Prevenar; HepB; Inactivated Poliovirus) Diagnosi: SIDS (cause sconosciute !)
 http://www.youtube.com/watch?v=99pzV7Fjq8Y
- Questo video è stato realizzato in memoria di tutti i bambini che sono morti a causa di questo fenomeno ignoto che chiamiamo SIDS. http://www.youtube.com/watch?v=yhd1U-deQUc

1 - ....Uno studio condotto negli USA su settanta casi di morte in culla selezionati a caso ha evidenziato che ben il 66% dei bambini deceduti aveva ricevuto il vaccino DTP (difterite, tetano, pertosse) poco tempo prima della morte: 6,5% entro le 12 ore, 13% entro 24 ore, 26% entro 3 giorni, 37% entro una settimana, 61% entro due settimane e 70% entro 3 settimane. E' stato anche scoperto che i casi di morte in culla dei bambini non vaccinati si concentravano nel periodo invernale, le morti dei bambini vaccinati succedevano durante tutto l'arco dell'anno, ma comunque sempre nel periodo subito dopo la vaccinazione.....
Quando in Giappone, nel 1974, è stata innalzata l'età minima per ricevere la vaccinazione DTP a due anni, la morte in culla a seguito delle vaccinazioni è praticamente scomparsa ed il Giappone ha avuto, da quel periodo in poi, la mortalità infantile più bassa al mondo...(tratto da ASSOCIAZIONE UNIVERSO BAMBINO ONLUS LIGURIA)
http://www.frontefriulano.org/public/Brochure danni da vaccino.pdf
2 - VAERS & SIDS( VAERS ID numero: ID è il numero di identificazione della segnalazione; è possibile risalire alla scheda della segnalazione attraverso il numero di identificazione ID )
http://www.whale.to/m/sids.html

3 -  Un bambino lotta contro la morte. Il messaggio del video(un vero pugno allo stomaco): i vaccini possono uccidere.
Anche scatenando una reazione al vaccino. Non una morte improvvisa in culla ,ma una lenta agonia .Attenzione: si sconsiglia la visione del video a persone impressionabili o sensibili!!! www.youtube.com/watch?v=zdVP40Ebm4U
Una mamma condivide la sua storia straziante con noi.
“Ci sono giorni in cui non riesco a credere a quello che è successo a mio figlio Ian Larsen Gromowski. Sembra quasi come se fosse un brutto, orribile incubo dal quale non riesco a svegliarmi. Il mio nome è Deanna Gromowski e sono solo una mamma”
Il 25 Giugno 2007 la nascita del figlio Ian (nato completamente sano).
Il 1 luglio 2007 gli veniva somministrato il vaccino per l’epatite B.
Si manifestavano: entro 12 ore dalla vaccinazione un rash, entro le 24 ore una severa trombocitopenia e altri disturbi.
La situazione precipitava, culminando con la morte di Ian, il 10 agosto 2007 (Ian ha vissuto 47 giorni !).
4 -  Attenzione: si sconsiglia la visione delle foto a persone impressionabili o sensibili.
Le foto di Ian. http://iansvoice.org/default.aspx 5) Attenzione: si sconsiglia la visione delle foto a persone impressionabili o sensibili !!
 Altre foto di Ian con i genitori. www.thenhf.com/vaccinations/vac_231.htm

 1) Esperti “from panels of the European Agency for the Evaluation of Medical Products” hanno indagato se vi possa essere un legame tra vaccini esavalenti e alcuni casi di decessi che si sono verificati. Tra i partecipanti patologi con esperienza nel campo dei vaccini e morte improvvisa del neonato che hanno condotto le autopsie.... Qui segnaliamo il caso di una neonata di 3 mesi che muore improvvisamente ed inaspettatamente poco tempo dopo aver ricevuto una vaccinazione esavalente....Questo caso offre una visione unica sul possibile ruolo del vaccino esavalente nello scatenare un esito letale in un bambino vulnerabile. Qualsiasi caso di morte improvvisa inaspettata perinatale e che si verifica nella prima infanzia, soprattutto subito dopo una vaccinazione, deve essere sempre sottoposto a uno studio completo necroscopico secondo le nostre linee guida.

Sudden infant death syndrome (SIDS) shortly after hexavalent vaccination: another pathology in suspected SIDS?" di Giulia Ottaviani, Anna Maria Lavezzi and Luigi Matturri.----- Abstract. Experts from panels of the European Agency for the Evaluation of Medical Products have investigated whether there might be a link between hexavalent vaccines and some cases of deaths that occurred. Participants included pathologists with experience in the field of vaccines and sudden infant death syndrome who conducted autopsies. However, to the best of our knowledge, little, if any, attention was paid to examination of the brainstem and the cardiac conduction systems on serial sections, nor was the possibility of a triggering role of the vaccine in these deaths considered. Herein we report the case of a 3-month-old female infant dying suddenly and unexpectedly shortly after being given a hexavalent vaccination. Examination of the brainstem on serial sections revealed bilateral hypoplasia of the arcuate nucleus.
The cardiac conduction system presented persistent fetal dispersion and resorptive degeneration. This case offers a unique insight into the possible role of hexavalent vaccine in triggering a lethal outcome in a vulnerable baby. Any case of sudden unexpected death occurring perinatally and in infancy, especially soon after a vaccination, should always undergo a full necropsy study according to our guidelines. Prof. Luigi Matturri is a member of EMEA Pathologists Panel for evaluation of SUD (sudden unexpected death) cases reported for hexavalent vaccines. http://www.springerlink.com/content/ptnr845371628742/

2)"Un documentario veramente eccezionale, assolutamente da vedere, con sottotitoli in italiano.Tutto molto interessante.
E' realizzato da Gary Null ( dottorato di ricerca, esperto di nutrizione, e documentarista ). Con interventi di Barbara Loe Fisher, President and co-founder of The National Vaccine Information Center (NVIC), la più potente organizzazione non-profit americana con la funzione di fornire informazioni sui vaccini (e di prevenire i danni da vaccino e i decessi). Nel documentario intervengono anche diversi medici , esperti e studiosi con il fine di chiarire le responsabilità dei vaccini in molte patologie pediatriche.".
Nove video
http://www.youtube.com/watch?v=bKZky18SToA&feature=PlayList&p=25C7AB634B0AE937&playnext_from=PL&index=0&playnext=1
Vaccine Nation è un documentario che racconta l'incredibile storia di Alan Yurko e della sua famiglia.
Il figlio di Alan muore improvvisamente poco dopo che gli viene somministrata la vaccinazione al quarto mese di vita.
Ma ciò che rende particolare questa vicenda (purtroppo fin troppo comune nonostante se ne parli poco) è che, a seguito dei referti medici e dell'autopsia, non è stata presa in esame la possibilità della vaccinazione come causa della morte ma il padre viene prima accusato e poi dichiarato colpevole di aver ucciso il suo bambino percuotendolo volontariamente e ripetutamente al capo nella modalità che la medicina tradizionale definisce "sindrome del bambino scosso".
Alan è stato quindi condannato all'ergastolo più 10 anni di reclusione, senza possibilità di libertà condizionata.
Una volta in carcere, il genitore, ripresosi dallo shock iniziale, ed essendo additato come un criminale della peggior specie (anche tra i detenuti esiste un codice di rispetto e chi uccide un bambino è chiaramente al gradino più basso), decide di farsi forza e cominciare a studiare a fondo quello che è successo a suo figlio, In breve diventa relativamente esperto dell'argomento e scopre tutta una serie di cose che gli dimostrano una realtà molto diversa e, fino a quel momento, per lui insospettabile.
Decide quindi che è arrivato il momento di provare a riportare in tribunale il suo caso e scrive, a mano, più di 40.000 lettere a dottori, ricercatori e chiunque altro possa essere interessato all'argomento.
Nel ricostruire tali vicende, il documentario spazia ad ampio raggio su vari argomenti correlati ai vaccini, a partire da come fu "concepito" il primo vaccino, quello per il vaiolo, fino ad illustrare le modalità con cui (non) vengono testati i vaccini al giorno d'oggi prima d'essere messi in commercio passando attraverso la pericolosità dei componenti che spesso sono parte integrante della terapia. Tratto da http://ilporticodipinto.it/vaccinenation

Letteratura medica: reazioni avverse ai vaccini- Vaccini e SIDS (morte infantile improvvisa)
1) Na, "Vaccinazione DPT e morte improvvisa infantile in Tennessee", USA Dept HEW, MMWR Report, 23 marzo 1979, vol 28(11): 132
2 - Arevalo, "Necrosi vaccinale: rapporto di un caso fatale", Bol Ofoc Sanit Panamer, agosto 1967, 63:106-110
3 - Connolly JH, Dick GW, Field CM, "Un caso di vaccinia progressiva fatale", Brit Med Jour, 12 maggio 1962; 5288:1315-1317
4 - "Caratteristiche di morti infantili improvvise (SIDS) post-vaccinazione DPT", Neurology, aprile 1986
5 - Aragona F, "Insufficienza adrenale acuta fatale causata da apoplessia bilaterale delle ghiandole adrenali a seguito di vaccinazioni anti-polio", Minerva Medicolegale, agosto 1960; 80:167-173
6 - Moblus G, "Riscontri anatomici patologici in casi di morti a seguito delle vaccinazioni da polio e DPT", Dtsch Gesundheitsw, 20 luglio 1972, 27:1382-1386
7 - Na, "Vaccinazioni e morti improvvise", The Lancet, 25 sett.1982
8 - "Mortalità infantile a seguito di vaccini con elevati titoli di morbillo", The Lancet, Vol 338, 1991
9 - Goetzeler A, "Encefalite fatale da vaccinazione anti-polio", Muenchen Med Wschr, 22 giugno 1961, 102:1419-1422
10 - Fulginiti, V, "Sindrome di morte infantile improvvisa, vaccinazioni anti-difterica- tetano e pertosse e visite dal dottore: casualità, correlazione e causa ed effetto?", Pediatr Infect Disorder, gen.-feb. 1983, 2(1): 7-11
11 - Baraff LJ, "Possibile associazione temporale tra vaccino anti- difteria- tetano- pertosse e SIDS, morte infantile improvvisa", Pediatr Infect Disorder, gen.- feb. 1983, 2(1): 5-6
12 - Reynolds E, "Risultato fatale di un caso di eczema da vaccinazione", The Lancet, 24 sett. 1960, 2:684-686
13 - Apostolov, "Morte infantile dopo ipertermia da vaccinazione", J Clin Path, marzo 1961, 14:196-197
14 - Bouvier-Colle MH, "Confronto di mortalità tra i due sessi dopo vaccinazione al morbillo", Rev Epidemiol Sante Publique, 1995; 43(1): 97
15 - Stewart GT, "Morti infantili dopo vaccino triplo", The Lancet, 18 agosto 1979; 2(8138): 354-355
16 - Flahault A, "Sindrome di morte infantile improvvisa e vaccinazioni anti-difterica, tetano, pertosse e polio", The Lancet, 12 marzo 1988; 1(8585):582-583
17 - Mortimer EA, "DTP e SIDS", Am J Public Health, agosto 1987; 77(8):925-926
Tratto da: vitanaturale.it

A - Studies Prove That Thousands Of Babies Are Dying From Vaccine Induced Cot Death.(December 14, 2010)
http://www.americanchronicle.com/articles/view/205170 Traduzione/google:
1. copiare "Studies Prove That Thousands Of Babies Are Dying From Vaccine Induced Cot Death"
2. cercare con google
3. cliccare su "[Traduci questa pagina]"
B - Possible temporal association between diphtheria-tetanus toxoid-pertussis vaccination and sudden infant death syndrome.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/6835859

Scandali - morti infantili correlate al vaccino 
Dopo la morte improvvisa di uno, questa è una, bambina thailandese il giorno successivo alla somministrazione del DPT, dei vaccini per l'epatite B e la poliomielite, l'uso dei vaccini è stata sospeso, in attesa di una indagine sulla possibile relazione tra le vaccinazioni e la sua morte...
Per gli anni dal 1998 al 2000, almeno 78 bambini sono stati segnalati essere morti a seguito della vaccinazione....non esistevano le indagini di queste morti. Al contrario, queste morti sono stati regolarmente respinte in quanto aneddotiche e/o solo "temporaneamente" collegate o casuali. Ma non è una stretta relazione temporale, un'ovvia bandiera rossa ? Non dovrebbero tutti i decessi temporalmente correlati ai vaccini essere esaminati a fondo ?
In realta': "Quando un bambino muore entro poche ore o giorni successivi alla vaccinazione, la vaccinazione deve essere la prima cosa sospetta, non automaticamente respinta. "
Tratto da: http://www.vaccinationnews.com/Scandals/Oct_18_02/Scandal38.htm

Michael Belkin Testimony to Congress/VAERS ANALYSIS (Vaccine Adverse Event Reporting System)
http://www.alternative-doctor.com/vaccination/belkin.html
Five-in-one vaccine led to child deaths: experts
http://sify.com/news/five-in-one-vaccine-led-to-child-deaths-experts-news-health-kh3oEdecghe.html
Twins Die Minutes after Measles Vaccination
http://articles.mercola.com/sites/articles/archive/2010/10/13/twins-die-minutes-after-measles-vaccination.aspx
A) Death of infant rocks vaccination drive, parents allege negligence
http://www.indianexpress.com/news/death-of-infant-rocks-vaccination-drive-parents-allege-negligence/725829/

B) DPT vaccines sealed after 2 child deaths
http://www.indianexpress.com/news/dpt-vaccines-sealed-after-2-child-deaths/725229/
C)Studies Prove That Thousands Of Babies Are Dying From Vaccine Induced Cot Death.(December 14, 2010)
http://www.americanchronicle.com/articles/view/205170
D) Possible temporal association between diphtheria-tetanus toxoid-pertussis vaccination and sudden infant death syndrome.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/6835859

Commento NdR: Giustamente occorre riportare il discorso sulle autopsie.
Ecco cosa afferma – senza mezzi termini- il prof. Paolo De Bernardi: “Molto difficilmente una commissione medica sarà disposta a riconoscere una connessione tra morte del bambino e precedente vaccinazione anche quando la connessione sia evidente: molti dei medici legali che indagano sui casi di morte sospetta sono addirittura maestri nell‘arte del sotterfugio. La vaccinazione viene raramente indicata come causa del decesso. Invece usano termini di grande effetto per falsificare i certificati di morte: arresto cardiaco, possibile miocardite, polmonite bronchiale bilaterale, setticemia causata da tonsillite purulenta, leucemia linfatica, streptococco cellulitis, meningite tubercolare, paralisi infantile e SIDS, per elencarne soltanto alcuni.”
Apparentemente -dunque- ci sarebbe una “controversia” a livello scientifico, ma in realtà ci si troverebbe davanti ad una “volontà” di occultare la pericolosità dei vaccini. Ed è bene che si sappia !

ITALY
Riassunto delle tragiche notizie pubblicate, in Italia nel 2011 e in questi primi del 2012, quelle non pubblicate perche' immesse sotto altre nomi di malattie, rimangono nascoste....in realta' muoiono circa 800-1000 bambini, ogni anno, dopo le vaccinazioni....
Troppi casi simili stanno accadendo giorno dopo giorno purtroppo. C'e' da rabbrividire ogni volta........
Luglio 2010 da leggere i commenti per questo articolo
http://www.ladige.it/news-2008_lay_notizia_01-4-75242
09 luglio 2011
http://www.ilrestodelcarlino.it/provincia/2011/07/09/540755-collasso_muore_bimba_mesi.shtml
Osservazioni dell'avvocato Mastalia su questo caso e la SIDS
http://www.emergenzautismo.org/content/view/917/2/
20 Novembre 2011
http://www.andriacittasana.it/wordpress/?p=7346
21 Novembre 2011
http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/puglia/articoli/1028677/muore-bimbaforse-batterio-ad-asilo.shtml
17 Dicembre 2011
http://www.ilgazzettino.it/articolo.php?id=173522&sez=NORDEST&ctc=0http://www.internapoli.it/articolo.asp?id=22678
27 gennaio 2012

http://www.leggo.it/roma/nera/roma_bimba_muore_al_nido_a_tre_mesi_soffocata_dal_latte_foto_video/notizie/161420.shtml
27 gennaio 2012 Notizia a  Reggio Calabria "aveva dei problemi respiratori. I medici, dopo aver visitato la bambina, hanno diagnosticato una laringite catarrale subacuta"
http://notizie.virgilio.it/cronaca/bimba-di-4-mesi-muore-in-ospedali-riuniti-rcalabria_162239.html
26/01/2012, Bimba morta al nido, dubbi sul rigurgito
Tempi più lunghi per l'esame autoptico sulla neonata di 4 mesi. Il medico legale avrebbe espresso perplessità sulle cause del decesso.
http://www.iltempo.it/cronaca_locale/roma/2012/01/26/1318859-bimba_morta_nido_dubbi_rigurgito.shtml
26 gennaio 2012 http://notizie.virgilio.it/cronaca/bimba-di-4-mesi-muore-in-ospedali-riuniti-rcalabria_162239.html
Negli articoli di Montegranaro e Andria si fa riferimento al vaccino eseguito da pochissimi giorni, il caso di Villariccia riguarda una crisi anafilattica a pochi minuti dalla somministrazione del vaccino.....


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

SIDS e VACCINI (english)

Title: Immunization Safety Review: Vaccinations and Sudden Unexpected Death in Infancy
Authors: Kathleen Stratton, Donna A. Almario, Theresa M. Wizemann, and Marie C. McCormick
Source: Institute of Medicine, Immunization Safety Review Committee, Board of Health Promotion and Disease Prevention
Reviewed by: Dmitry Kissin, MD, MPH, Director of Research, American SIDS Institute

The Immunization Safety Review Committee was established by the Institute of Medicine (IOM) to evaluate the evidence of possible causal associations between immunizations and certain adverse outcomes. This year they focused on sudden infant death syndrome (SIDS) and sudden unexpected death in infancy (SUDI).

The issue of association between immunization and SIDS is based on the fact that vaccines are routinely given during the period of the highest incidence of sudden infant death syndrome, which is between 2 and 4 months of age. In this situation it is necessary to answer the question if the use of vaccines contribute to an increased risk of SIDS, or if it is just a coincidence. Although the rate of SIDS is declining dramatically, about 2,500 infants still die each year from SIDS in the United States. And there are those who believe that vaccinations are responsible for some of these deaths.

The experts from the Institute of Medicine reviewed the recent research on the relationship between immunizations and SIDS. The American Academy of Pediatrics currently recommends multiple doses of seven different vaccines during the first year of life. These vaccines include the combination Diphtheria-Tetanus-acellular Pertussis (DTaP) vaccine, Haemophilus influenzae type b (Hib) vaccine, Hepatitis B (HepB) vaccine, Inacticated Polio vaccine (IPV), and Pneumococus vaccine (PCV).

The Committee concluded that there is no evidence of a causal relationship between these vaccines and sudden infant death syndrome, sudden unexpected death in infancy, or neonatal death. For some vaccines there was a strong evidence of no causal relationship; for others, the evidence was inadequate to accept or reject causal relationship, which was due to a small number or no epidemiologic studies evaluating the relationship between vaccination and SIDS. For example, the Committee concluded that "the evidence is inadequate to accept or reject a causal relationship between DTaP vaccine and SIDS." That was due to the fact that the epidemiologic "evidence" consists of only one uncontrolled observational study. The American SIDS Institute with the American Association of SIDS Prevention Physicians (AASPP) is addressing this issue by designing and sponsoring the controlled multi-center clinical trial on Prolonged Apnea and Prolonged Bradycardia Following DTaP Immunization in Preterm Infants. We expect to complete the study within a year.

Timely immunizations protect infants from many potentially dangerous infectious diseases. The report of the Institute of Medicine once again confirmed that there is no reason to believe that vaccines routinely given to infants during their first year of life contribute to an increased risk of sudden infant death syndrome, sudden unexpected death in infancy, or neonatal death.
Tratto da: http://sids.org/nmontharticle.htm


Bibliografia: Vaccini e SIDS (morte infantile improvvisa)

- Na, "Vaccinazione DPT e morte improvvisa infantile in Tennessee", USA Dept HEW, MMWR Report, 23 marzo 1979, vol 28(11): 132

- Arevalo, "Necrosi vaccinale: rapporto di un caso fatale", Bol Ofoc Sanit Panamer, agosto 1967, 63:106-110

Connolly JH, Dick GW, Field CM, "Un caso di vaccinia progressiva fatale", Brit Med Jour, 12 maggio 1962; 5288:1315-1317

- "Caratteristiche di morti infantili improvvise (SIDS) post-vaccinazione DPT", Neurology, aprile 1986

- Aragona F, "Insufficienza adrenale acuta fatale causata da apoplessia bilaterale delle ghiandole adrenali a seguito di vaccinazioni anti-polio", Minerva Medicolegale, agosto 1960; 80:167-173

- Moblus G, "Riscontri anatomici patologici in casi di morti a seguito delle vaccinazioni da polio e DPT", Dtsch Gesundheitsw, 20 luglio 1972, 27:1382-1386

- Na, "Vaccinazioni e morti improvvise", The Lancet, 25 sett.1982

- "Mortalità infantile a seguito di vaccini con elevati titoli di morbillo", The Lancet, Vol 338, 1991

- Goetzeler A, "Encefalite fatale da vaccinazione anti-polio", Muenchen Med Wschr, 22 giugno 1961, 102:1419-1422

- Fulginiti, V, "Sindrome di morte infantile improvvisa,  vaccinazioni anti-difterica- tetano e pertosse e visite dal dottore: casualità, correlazione e causa ed effetto?", Pediatr Infect Disorder, gen.-feb. 1983, 2(1): 7-11

- Baraff LJ, "Possibile associazione temporale tra vaccino anti- difteria- tetano- pertosse e SIDS, morte infantile improvvisa", Pediatr Infect Disorder, gen.- feb. 1983, 2(1): 5-6

- Reynolds E, "Risultato fatale di un caso di eczema da vaccinazione", The Lancet, 24 sett. 1960, 2:684-686

- Apostolov, "Morte infantile dopo ipertermia da vaccinazione", J Clin Path, marzo 1961, 14:196-197

- Bouvier-Colle MH, "Confronto di mortalità tra i due sessi dopo vaccinazione al morbillo", Rev Epidemiol Sante Publique, 1995; 43(1): 97

- Stewart GT, "Morti infantili dopo vaccino triplo", The Lancet, 18 agosto 1979; 2(8138): 354-355

- Flahault A, "Sindrome di morte infantile improvvisa e vaccinazioni anti-difterica, tetano, pertosse e polio", The Lancet,  12 marzo 1988; 1(8585):582-583

- Mortimer EA, "DTP e SIDS", Am J Public Health, agosto 1987; 77(8):925-926
 

Vaccine and SIDS (Sudden Infant Death Syndrome)SIDS (morte bianca o in culla)

Administration”, J Pediatr 1982 Sep;101(3):366-73

Apostolov. et al, "Death of an Infant in Hyperthermia After Vaccination", J Clin Path, Mar 1961, 14:196-197.

Aragona, F, "Fatal Acute Adrenal Insufficiency Caused by Bilateral Apoplexy of the Adrenal Glands (WFS) following Anti-poliomyelitis Vaccination", Minerva Medicolegale, Aug 1960; 80:167-173.

Arevalo, "Vaccinia Necrosum. Report on a Fatal Case", Bol Ofoc Sanit Panamer, Aug 1967, 63:106-110.

Baraff, LJ, et al, "Possible Temporal Association Between Diphtheria-tetanus toxoid-Pertussis Vaccination and Sudden Infant Death Syndrome", Pediatr Infect Disorder, Jan-Feb 1983, 2(1): 5-6.

Bouvier-Colle, MH, "Sex-Specific Differences in Mortality After High-Titre Measles Vaccination", Rev Epidemiol Sante Publique, 1995; 43(1): 97.

Braun MM, Ellenberg SS., “Descriptive epidemiology of adverse events after immunization: reports to the Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS), 1991-1994”, J Pediatr 1997 Oct;131(4):529-35

Buck BE, Yang LC, Caleb MH, Greene JM, South MA., “Measles virus panniculitis subsequent to vaccine

Connolly, J H, Dick, G W, Field, CM, "A Case of Fatal Progressive Vaccinia", Brit Med Jour, 12 May 1962; 5288:1315-1317.

Erdos Z, Romhanyi J, Szemenyei C., “Fatal BCG vaccination”, Acta Paediatr Acad Sci Hung 1976;17(4):287-92

Flahault A, "Sudden infant death syndrome and diphtheria/tetanus toxoid/pertussis/poliomyelitis immunisation.", Lancet 1988 Mar 12;1(8585):582-583.

Fulginiti, V, "Sudden Infant Death Syndrome, Diphtheria-Tetanus Toxoid-Pertussis Vaccination and Visits to the Doctor: Chance Association or Cause and Effect?", Pediatr Infect Disorder, Jan-Feb 1983, 2(1): 7-11.

Geraghty KC., "DTP immunization and SIDS", J Pediatr. 1984 Jul;105(1):169-71.

Goetzeler, A, "Fatal Encephalitis after Poliomyelitis Vaccination", 22 Jun 1961, Muenchen Med Wschr, 102:1419-1422.

Larbre, F et al, "Fatal Acute Myocarditis After Smallpox Vaccination", Pediatrie, Apr-May 1966, 21:345-350.

Mittermayer CH., “Lethal complications of typhoid-cholera-vaccination. (Case report and review of the literature)”, Beitr Pathol 1976 Jul;158(2):212-24

Mobius G, Wiedersberg H, Wunscher W, Backer F., [Pathological-anatomical findings in cases of death following poliomyelitis and diphtheria-pertusis-tetanus vaccination], Dtsch Gesundheitsw. 1972 Jul 20;27(29):1382-6.

Monafo WJ, Haslam DB, Roberts RL, Zaki SR, Bellini WJ, Coffin CM., “Disseminated measles infection after vaccination in a child with a congenital immunodeficiency”, J Pediatr 1994 Feb;124(2):273-6

Mortimer EA Jr, "DTP and SIDS: when data differ", Am J Public Health 1987 Aug; 77(8):925-926.

Mortimer EA Jr, Jones PK, Adelson L., " DTP and SIDS", Pediatr Infect Dis. 1983 Nov-Dec;2(6):492-3.

Na, "DPT Vaccination and Sudden Infant Death - Tennessee, US Dept HEW, MMWR Report, Mar 23, 1979, vol 28(11): 132.

Na, "Immunizations and Cot Deaths", Lancet, Sept 25, 1982, np.

Retailliau HF, Curtis AC, Storr G, Caesar G, Eddins DL, Hattwick MA., "Illness after influenza vaccination reported through a nationwide surveillance system, 1976-1977", Am J Epidemiol 1980 Mar;111(3):270-8

Reynolds, E, "Fatal Outcome of a Case of Eczema Vaccinatum", Lancet, 24 Sept 1960, 2:684-686.

Ridgway D., “Disputed claims for pertussis vaccine injuries under the National Vaccine Injury Compensation Program”, J Investig Med 1998 Apr;46(4):168-74

Schmitt HJ, Schuind A, Knuf M, Beutel K, Schulte-Wissermann H, Gahr M, Schult R, Folkens J, Rauh W, Bogaerts H, Bork HL, Clemens R., "Clinical experience of a tricomponent acellular pertussis vaccine combined with diphtheria and tetanus toxoids for primary vaccination in 22,505 infants", J Pediatr 1996 Nov;129(5):695-701

Schnorr JJ, Cutts FT, Wheeler JG, Akramuzzaman SM, Alam MS, Azim T, Schneider-Schaulies S, ter-Meulen V., “Immune modulation after measles vaccination of 6-9 months old Bangladeshi infants”, Vaccine 2001 Jan 8;19(11-12):1503-10

Stewart GT., “Deaths of infants after triple vaccine”, Lancet. 1979 Aug 18;2(8138):354-5.

Wecht CH., “The swine flu immunization program: scientific venture or political folly?”, Am J Law Med 1977-78 Winter;3(4):425-4


vedi: Bibliografia Danni dei vaccini  +  Bibliografia danni 2  +  1.000 studi sui Danni dei Vaccini
vedi anche: http://www.shirleys-wellness-cafe.com/vaccine_sids.htm
http://www.thinktwice.com/sids.htm

http://www.mercola.com/2000/nov/19/vaccine_sids.htm
http://www.mercola.com/2001/aug/18/vaccine_myths.htm

http://www.proliberty.com/observer/20001105.htm

vedi anche: MORTE nella culla
 



A questi Danni DIRETTI dei Vaccini + Danni delle Amalgami dentali, occorre aggiungere che vi e' la possibilita'  che i soggetti (bambini e ragazzi + adulti) possano morire improvvisamente perche' indotti alla morte dalla cosiddetta "sindrome di Brugada = Sindrome della morte improvvisa sindrome che e' legata a disfunzioni (anche genetiche oltre che per intossicazione del cervelletto e malnutrizione del muscolo cardiaco) del Cuore, che ricevendo un vaccino si slatentizza, cioe' si scatena, generando la morte.
Inoltre: per le "morti improvvise nei ragazzi", giovani ed adulti (che fanno sport ed improvvisamente muoiono), se negli stadi o palestre vi fosse la disponibilita' di avere un defibrillatore, molte morti potrebbero essere evitate.
vedi anche Morte nella culla  +  Interrogazione Parlamentare   

L'utilizzo di un ventilatore depuratore dell'aria, nella stanza del bambino riduce le probabilita' che egli possa morire di SIDS -
Questa sindrome può essere dovuta a delle anomalie del cervello quando questo non riceve abbastanza ossigeno, quindi in questo studio raccomandano di porre il bambino a pancia in giù per dormire, togliere i giocattoli, bavaglioli per la pappa (?) e non tenerli troppo al caldo.

Questo lo studio fatto:
Fans Lower Risk of Sudden Baby Death
Using a fan to circulate air lowered the risk of sudden infant death syndrome (SIDS) in a study of nearly 500 babies.
SIDS is the sudden death of an otherwise healthy infant that can't be attributed to any other cause. It may be caused by brain abnormalities that prevent babies from gasping and waking when they don't get enough oxygen.
Researchers interviewed mothers of 185 infants who died from SIDS, and mothers of 312 infants of similar race and age.
The mothers answered dozens of questions about their baby's sleeping environment. Researchers found that fan use was associated with a 72 percent lower risk of SIDS.
However, placing babies on their backs to sleep is still the best advice for preventing SIDS. Experts also recommend a firm mattress, removing toys and pillows from cribs, and keeping infants from getting too warm.
Sources: Live Science October 8, 2008
Archives of Pediatrics & Adolescent Medicine October 2008, Vol. 162 No. 10


Commento NdR: questo studio non ha tenuto conto che nel Giappone quando abolirono le vaccinazioni obbligatorie (che producevano molti casi di SIDS), la SIDS diminuì del 90% !!

vedi anche: Dati ISTAT sui Vaccini + Malattie e Vaccini + Interrogazione Parlamentare+
Epidemia di Autismo + Disfunzioni dello Sviluppo + Autismo e Business + Contenuto dei Vaccini + Giappone e SIDS  + Statistiche Sids + Le vaccinazioni possono uccidere ? Attenzione ai giorni critici per la Sids + Falsita' della medicina ufficiale  +  1000 studi sui Danni dei Vaccini  +  Malassorbimento + Guerra contro le Donne + Vaccini sicuri ? NO !  +  SIDS = Morte Bianca (English) + Bambini uccisi dai vaccini Meningite dai vaccini

Migliaia di neonati restano lesi e/o uccisi, vittime della "Morte in culla

Perché per il vaccino per la difterite, tetano, pertosse (DTP - Trivalente) è normalmente indicato come responsabile del  periodo con la più alta incidenza di Sindrome da morte improvvisa del lattante (SIDS) ?
Questo studio è stato intrapreso per determinare se esiste un'associazione temporale tra vaccinazione DTP e SIDS.
I genitori di
145 vittime di SIDS, che sono morte nella contea di Los Angeles (USA) tra il 1 gennaio 1979 e il 23 Agosto 1980, sono stati contattati e intervistati per quanto riguarda la storia della recente vaccinazione del loro bambino.
Cinquanta
tre avevano ricevuto una vaccinazione DTP. Di questi 53, 27 avevano ricevuto una vaccinazione DTP entro 28 giorni dalla morte. Sei SIDS decessi si sono verificati entro 24 ore e 17 si sono verificati entro 1 settimana dal vaccino DTP.
Questi
decessi per SIDS sono risultati significativamente più del previsto, quindi vi era un'associazione tra vaccinazione DTP e SIDS. Ulteriori 46 bambini hanno avuto una visita medico / clinica senza DTP vaccinazione prima della morte.
Quaranta
di questi bambini sono morti entro 28 giorni di questa visita, sette il terzo giorno e 22 entro la prima settimana dopo la visita. Queste morti sono state significativamente più del previsto. Questi dati suggeriscono un'associazione temporale tra vaccinazione DTP, visite mediche, senza vaccinazioni DTP e SIDS.
(C) Williams & Wilkins, 1983. Tutti i diritti riservati
.

Commendo
NdR: anche in questo studio si e' tenuto conto, in buona fede o malafede, non sappiamo, solo del vaccino DTP e NON di tutti i vaccini, in quanto anche gli altri possono indurre al morte nella culla (SIDS) e non solo questo....


IMPORTANTE: questo pdf: http://www.dipmat.unipg.it/~mamone/sci-dem/nuocontri_1/debernardi.pdf