Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


ROSOLIA
Il Thimerosal dei vaccini distrugge e/o altera la flora intestinale essendo una sostanza altamente tossica
Ecco il recente studio che ha coinvolto più di 17.000 bambini fino a 19 anni
Questo studio-indagine attualmente in corso è stato avviato dall’omeopata Andreas Bachmair.

Premi in denaro ai medici che vaccinano...
Bibliografia aggiuntiva:
http://treasoncast.com/2014/04/05/anti-vaccination-peer-reviewd-research-list/

La Rosolia - in inglese Rubella - (definizione della medicina ufficiale, ma non e' cosi)
Essa è, ci dicono, una "malattia" generalmente così lieve da sfuggire alla diagnosi. 
I sintomi comprendono un leggero raffreddore, mal di gola e una febbre modica che raramente supera i 37,5 gradi. Bollicine rosa e leggermente rigonfie appaiono sul viso, sul tronco e sugli arti. I noduli linfatici della nuca, del collo e quelli dietro le orecchie si ingrossano. I sintomi spariscono dopo due o tre giorni.

La rosolia è una malattia innocua se contratta da bambini. Se essa insorge in una donna incinta, durante il primo mese di gravidanza il neonato potrebbe presentare delle malformazioni. Queste si possono manifestare nel feto-bambino, a carico dell'occhio, dell'orecchio, degli arti o del cuore oppure come ritardo mentale.
La cura consiste principalmente nel permettere alla malattia di fare il suo corso. Non è necessario proteggere i bambini contro l'insorgere di questa malattia innocua.
Con la Medicina Naturale si consiglia al contrario di praticare il: Protocollo della Salute + Danni del Vaccino per la Rosolia +
Danni dei vaccini
-
 vedi anche Trivalente - 2 + Dati ISTAT

I VIRUS VACCINALI - PRIORIX (scheda tecnica )
Il virus "attenuato" del supposto "morbillo" (ceppo Schwarz) ed il virus "attenuato" della parotite (ceppo RIT 4385, derivato dal ceppo Jeryl Lynn) vengono prodotti in cellule embrionali di pollo (in questi vaccini possono essere presenti antigeni proteici all'uovo...il che puo' generare molti tipi di allergie), mentre il virus "attenuato" della supposta "rosolia" (ceppo Wistar RA 27/3) viene fatto crescere in cellule diploidi umane (MRC-5).
Quindi la
contaminazione da DNA animale e umano è scontata ed inserita con i Vaccini nei bambini !

Trovati Virus vaccinali in sangue di malati di morbillo, ecc.
Il Dr. Suzanne Humphries è un nefrologo praticante (medico del rene), e si riferisce uno studio condotto in Croazia [1] dove un bambino vaccinato con il vaccino MMR è stato testato positivo per il ceppo Schwarz del vaccino per il morbillo otto giorni dopo la vaccinazione.
Questo è stato un riscontro significativo, in quanto i sintomi del bambino sono stati considerati simili alla rosolia e, senza prove, la malattia sarebbe stata probabilmente diagnosticata male, come la rosolia od il ceppo di morbillo di tipo come impropriamente descritto come "selvaggio" (inesistente vedi qui il perche') che il vaccino dovrebbe essere progettato per "proteggere".
Questo concetto di "spargimento", della malattia, dove il bambino somatizza la malattia del virus del vaccino stesso, ha sorpreso i ricercatori:
L'escrezione del virus nei vaccini è stata segnalata prima, ma alla nostra conoscenza, questo è documentato per la prima volta per il ceppo vaccino Schwarz. [1]

Dal 2010, questo fenomeno di vaccinazione e ritrovamento nel malato del virus del morbillo MMR è stato osservato in almeno altri due studi:
- Differenziando il selvatico dagli attenuati durante uno scoppio di morbillo. Paediatrcis and Child Health, 2012:
In mezzo a un focolaio di morbillo locale, un bambino recentemente vaccinato è stato indagato per una nuova eruzione cutanea di tipo morbido. I test sull'acido nucleico hanno identificato che un virus del morbillo vaccinale era stato sparso nell'urina. 
Clinicamente differenziare il morbillo da un rash non messa a fuoco è impegnativo, ma può essere supportato da una valutazione completa della storia medica. Le lesioni dovrebbero avvenire dopo la vaccinazione; possono essere utilizzati test di acido nucleico per quando sia molto difficile differenziare tra ceppi selvatici e attenuati. [2]

- Caso di vaccino-associato morbillo cinque settimane post-immunizzazione, Columbia Britannica, Canada, Eurosurveillance, 2013:
Abbiamo descritto un caso di morbillo associato al vaccino in un paziente di due anni dalla Columbia Britannica, Canada, nell'ottobre 2013, che ha ricevuto la sua prima dose di vaccino contenente morbillo, 37 giorni prima dell'inizio di sintomi prodromali. L'identificazione di questo caso associato a vaccino ritardato si è verificato nel contesto di un'inchiesta sull'epidemia di un cluster di morbillo. [3]

I funzionari sanitari sperimentano casi di morbillo nell'epidemia attuale negli Stati Uniti, per determinare se il ceppo del morbillo è il ceppo "selvatico" o quello del ceppo del vaccino ?

Non è probabile, e non è probabile che i media mainstream i "medici televisivi" che discutano di questo, invece di falsamente denigrare genitori che scelgono di non somministrare il vaccino MMR ai loro figli perche' causa questi focolai/cluster di malati di morbillo. 
Domanda
Alcuni di questi casi sono confermati tra quelli che hanno ricevuto il vaccino MMR e per coloro che non sono stati vaccinati è possibile che siano stati infettati da quelli vaccinati di recente quando il vaccino era ancora "spargente" e che il vaccino- il ceppo di morbillo è stato trasmesso dal bambino vaccinato al bambino non vaccinato ?

Riferimenti
1.  Spotlight sul morbillo 2010: escrezione del virus del morbillo di strain di vaccino nelle urine e nelle secrezioni faringeide di un bambino con malattia cutanea febrile associata a vaccino, Croazia, marzo 2010. Istituto croato di sanità pubblica, Dipartimento di epidemiologia delle malattie infettive, Zagabria, Croazia. Eurosurveillance, volume 15, numero 35, 02 settembre 2010 ( testo completo )
2.  Differenziare il selvaggio dall'attenuato durante un focolaio del morbillo. Controllo delle malattie trasmissibili, Alberta Health Services. Pediatri e salute dei bambini, Aprile 2012; 17 (4) ( Astratto )
3.  Caso di vaccino associato a morbillo cinque settimane dopo l'immunizzazione, Eurosurveillance, Volume 18, Numero 49, 05 dicembre 2013 ( Full Text )

Controindicazioni del vaccino quadrivalente: Priorix

- dolore alle articolazioni e ai muscoli
-  reazioni allergiche.
- Eruzioni cutanee che possono dare prurito o formare vescicole, gonfiore agli occhi e al viso, difficoltà di respirazione o di deglutizione, improvviso abbassamento della pressione sanguigna e perdita di conoscenza. Queste reazioni possono verificarsi dopo la vaccinazione alle volte anche prima di lasciare l’ambulatorio del medico vaccinatore. In ogni caso, se il suo bambino presenta uno qualsiasi di questi sintomi contattare immediatamente un medico
- infezione o infiammazione del cervello, midollo spinale e nervi periferici con il risultato di difficoltà quando si cammina (instabilità) e/o perdita di controllo dei movimenti del corpo, ictus cerebrale, infiammazione di alcuni nervi, possibilmente con formicolio o perdita della sensibilità o dei movimenti normali (sindrome di Guillain-Barré)
- restringimento o blocco dei vasi sanguigni
- emorragia puntiforme o a piccole macchie, o lividi più frequenti del normale a causa di una diminuzione delle piastrine
- eritema multiforme (i cui sintomi sono macchie rosse, spesso pruriginose simili all’esantema del morbillo che cominciano dagli arti e a volte dal viso e dal resto del corpo)
- eruzione simile alla varicella
- fuoco di Sant’Antonio (herpes zoster)
- sintomi simili al morbillo, rosolia, varicella, parotite (incluso gonfiore doloroso ai testicoli e gonfiore delle ghiandole del collo)
ecc.

La maggior parte degli eventi avversi che si manifestano dopo la vaccinazione MMR (Morbillo, Parotite e Rosolia) coinvolgono il sistema nervoso, le articolazioni ed il sangue. “….L’analisi Istopatologica ha confermato l’encefalite; l’analisi immunoistochimica e il qPCR sono risultati positivi per il virus della rosolia su tessuto cerebrale.
Il virus è stato isolato anche dal liquido cerebrospinale (CSF) e da altri campioni clinici.
La sequenza ottenuta dal virus isolato era identica a quella del ceppo vaccinale RA 27/3, suggerendo un legame causale (Gualberto et al., 2013)….” (qui addirittura è stata trovata l'impronta genetica del vaccino, agente causale di danni cerebrali)..
-  
http://autoimmunityreactions.org/2016/07/20/danni-neurologici-da-vaccino-morbillo-parotite-e-rosolia-mmr/

Raccomandazioni e precauzioni per i pazienti con immunosoppressione sono complesse, ma il virus vaccinico del Morbillo, Parotite, Rosolia (MMR) è controindicato in qualsiasi soggetto in uno stato di immunodeficienza primaria (ad esempio, immunodeficienza combinata grave (SCID), deficit di IgA, ipogammaglobulinemia, agammaglobulinemia o disgammaglobulinemia) o uno stato di immunodeficienza acquisita, magari da precedenti vaccinazioni
Sono stati riscontrati casi di encefaliti, polmoniti e morte come conseguenza diretta di infezione da virus del vaccino per il morbillo nei pazienti immunocompromessi, inavvertitamente vaccinati con il vaccino contenente il virus vaccinale; inoltre diffuse parotiti e l'infezione da virus della rosolia si sono verificati nei pazienti immunodepressi che sono stati vaccinati con MMR.

Parotite, il vaccino e' una FRODE:
“Epidemia Di Parotite (Orecchioni) ad Harvard – Il Vaccino Sembra Una Frode” del 03/05/2016, il cui link e’:
http://www.comilva.org/epidemia-di-parotite-orecchioni-ad-harvard-il-vaccino-sembra-una-frode/
Fonte originale:
http://bolenreport.com/mumps-outbreak-havard-vaccine-fraud/
Il Procedimento Giudiziario in questione e’ giunto a sentenza come riportato nel link:
https://casetext.com/case/united-states-ex-rel-krahling-v-merck-co
In sintesi, da quanto si evince da tale documento, la Corte ha ritenuto valido il “Count II: Violation of state consumer protection laws” – sia pure limitatamente agli Stati di New York e New Jersey, USA.  

A questo punto riteniamo sia necessario chiedere, in via ufficiale al ministro della "salute", si ma quella dei fatturati di Big Pharma...: 1 - quali sono le procedure scientifiche e mediche che le Autorità Italiane hanno seguito per accertare la efficacia al 95% del vaccino per la parotite (in inglese: Mumps) il quale fa parte del vaccino trivalente MPR che e' divenuto obbligatorio ?
2 - dove e’ la documentazione scientifica che testimonia il percorso di tale procedimento ?
Ma cio' vale anche per TUTTI gli altri vaccini !

Non importa cosa vi raccontano sui vaccini, non accettateli, una nuova arma biologica è distribuita tramite i vaccini ... 
http://sadefenza.blogspot.it/2016/07/non-importa-cosa-vi-raccontano-sui.html

VACCINI con il Cobalto (minerale sintetico)
Il Cobalto 60 è un isotopo radioattivo e instabile del cobalto che decadendo emette radiazioni ionizzanti. I raggi gamma prodotti dalla sorgente di Co-60 penetrano il materiale e deviano gli elettroni dalla loro orbita. Per le applicazioni a scopo di sterilizzazione, questo fenomeno ha un effetto disgregante sul DNA.... per di piu' lo si ritrova nel sangue dei bambini vaccinati !

STRAGE di Bambini in Sudan con i VACCINI !
http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2017/06/02/sud-sudanvaccini-sbagliatistrage-bimbi_a9c6d78e-3eae-4d56-bf86-b8049b642896.html
 
Denunciata la Lorenzin (ministro della "salute" in carica nel 2017)
https://www.youtube.com/watch?v=kBCsBuGi6kY

In GUINEA-BISSAU i BAMBINI (cavie umane) TRATTATI con il TRIVALENTE RIVELANO una MORTALITÀ QUINTUPLA RISPETTO ai BIMBI NON VACCINATI
Un recente articolo pubblicato da ricercatori danesi dello Statens Serum Institut dimostra come nella Guinea-Bissau i bambini trattati con il vaccino trivalente contro difterite, tetano e pertosse cui era aggiunto l’anti-polio orale avevano una mortalità quintupla rispetto ai soggetti non vaccinati LINK - http://www.ebiomedicine.com/article/S2352-3964(17)30046-4/fulltext

Un neurochirurgo descrive i danni neurologici dei Vaccini:
-
https://www.facebook.com/vaccinibasta/posts/1101566029922074?notif_t=like&notif_id=1473664982013714
+ Bibliografia su Autismo dai vaccini

https://www.scribd.com/doc/220807175/127-Research-Papers-Supporting-the-Vaccine-Autism-Link
 


FINALMENTE.....la FDA conferma che i Vaccini possono produrre l' Autismo

http://www.getcancercure.com/fda-announce-that-dtap-vaccine-causes-autism/
 

Dal bugiardino del vaccino Tripedia, che potete scaricare direttamente dal sito della FDA 
(* vedi sotto) americana, leggiamo:

"Adverse events reported during post-approval use of Tripedia vaccine include idiopathic thrombocytopenic purpura, SIDS, anaphylactic reaction, cellulitis, autism, convulsion/grand mal convulsion, encephalopathy, hypotonia, neuropathy, somnolence and apnea."

Traduzione: "Reazioni avverse denunciate durante l'utilizzo post-approvazione del vaccino Tripedia includono: purpura trombocitopenica idiopatica, sindrome da morte improvvisa del lattante, reazione anafilattica, cellulite, autismo, convulsioni/epilessia, encefalopatia, ipotonicità, neuropatie, sonnolenza, interruzione del respiro."
[...]

Il bugiardino fa poi seguire una frase molto ambigua: 
"Events were included in this list because of the seriousness or frequency of reporting. Because these events are reported voluntarily from a population of uncertain size, it is not always possible to reliably estimate their frequencies or to establish a causal relationship to components of Tripedia vaccine."
Traduzione:
"Questi casi sono stati inclusi nella lista per la loro gravità o per la frequenza delle denunce. Poichè questi episodi sono stati riferiti volontariamente da un numero imprecisato di persone, non è sempre possibile stimare in modo affidabile la loro frequenza o stabilire una relazione causale con i componenti del vaccino Tripedia."


Il bugiardino dice anche: 
"The vaccine is formulated without preservatives, but contains a trace amount of thimerosal."
Traduzione:
"Il vaccino è preparato senza conservanti, ma contiene quantità tracciabili di Thimerosal."
Ricordate, i famosi "trace amounts" del Thimerosal "scomparso" dai vaccini ?


* AGGIORNAMENTO: Il documento è stranamente scomparso dal sito della FDA. Ora lo si può trovare su Wayback Machine....strano vero ?.....Big Pharma corre ai ripari....

Ma tutto cio' e' possibile per tutti gli altri vaccini !

FATE ATTENZIONE, questo e' MOLTO IMPORTANTE:
Questi sono i principali vaccini per le quali si effettua la vaccinazione:
Polio + Vaiolo + Difterite + Tetano  + Epatite B + Pertosse + Morbillo + Parotite + Meningite + HPV (Cervarix-Gardasil per Tumore all'utero) +  Varicella + Influenza

Credo che tutti sappiano che la vaccinazione detta impropriamente "obbligatoria" non è altro che un affare tra alcuni politici e le "famiglie" proprietarie delle multinazionali farmaceutiche che formano le Lobbies - BIG PHARMA + Big Pharma 2 + Danni dei vaccini (English)

ENORME AUMENTO dell’AUTISMO in AMERICA (denuncia) e risarcimento multimilionario a due di essi:
http://www.huffingtonpost.com/david-kirby/post2468343_b_2468343.html?utm_source=Alert-blogger&utm_medium=email&utm_campaign=Email+Notifications

Anche in sud Corea:
http://news.yale.edu/2011/05/09/prevalence-autism-south-korea-estimated-1-38-children
Sono i  Vaccini che scatenano questa:
Sindrome infiammatoria chiamata "Asia" scatenata dai vaccini !
ASIA_Sindrome infiammatoria-dai-vaccini-Riassunto.pdf
Tratto da:  http://www.assis.it/wp-content/uploads/2014/12/ASIARiassunto.pdf
... ed e' noto che... le infiammazioni sono foriere di qualsiasi tipo di sintomi, che i medici impreparati allopati chiamano erroneamente "malattie"....
e se questa infiammazione raggiunge le meningi, si chiama meningite, se raggiunge la pelle, si chiama morbillo, e se raggiunge il cervello ed i neuroni si chiama autismo oppure SIDS...ecc. a seconda di dove va l'infiammazione la cosiddetta "malattia" cambia nome, ma e' sempre la stessa...i vari nomi servono per spaventare i popoli che ignorano i fatti, per farli vaccinare !

FUOCO di sant'ANTONIO = INFIAMMAZIONE Intestinale
La gastroenterite (malattie gastrointestinali) è una forte infiammazione intestinale ed è responsabile, dopo la puberta', di milioni di casi di diarrea o stitichezza o stipsi e molto altro ancora, ad esempio epatiti.

In Italia ogni anno 450.000 bambini (ne nascono 500.000 all'anno, nel 2016 = 480.000) vengono ammalati dai vaccini di queste malattie infiammatorie, che in eta' adulta possono, se non eliminate con la medicina naturale, ma mantenute latenti nell'organismo con i farmaci che medici impreparati propinano ai pazienti, riesplodere anche e non solo, nel fuoco di sant'Antonio, infatti in questo  "fuoco", si trovano gli stessi virus, come conseguenza, NON come causa, di quello del vaccino della varicella, ecc. !, cio' significa che nei vaccinati la cosa e' molto piu' frequente.

Quando la termica viscerale, scatenata dalle disbiosi, generate dai vaccini, farmaci, alimenti inadatti,  cioe' quella dell'apparato grastrointestinale, per le indotte alterazioni di pH digestivo, flora batterica, sistema enzimatico, aumenta anche di poco, - vedi:
Dottrina Termica - nasce l'infiammazione, ed essa DEVE essere eliminata dall'organismo ed il "fuoco di sant'antonio" e' una delle varie modalita' che la Natura ha inventato per eliminarla, facendola fuori uscire dalla pelle....naturalmente questo fuoco = infiammazione, crea dolore intenso nella fase di uscita.
Alle volte nella fase di eliminazione l'infiammazione invade dei centri nervosi sottocutanei e quindi produce dolori intensi e continui all'addome che in alcuni casi possono arrivare anche alle braccia.
Solitamente colpisce piu' facilmente chi ha contratto in precedenza la varicella e/o chi e' stato vaccinato anche per la varicella e e/o e' frutto di un intenso e continuo stress emotivo; questa infiammazione-infezione esordisce con dolore intenso, debolezza fisica, poi passa in certi soggetti a prurito ed intorpidimento, seguito da un'eruzione di vescicole su base eritematosa che si sviluppano lungo tutto il decorso della malattia.
Che cosa e' questa FORTE infiammazione (che i medici impreparati/allopati chiamano impropriamente Fuoco di s. Antonio) che infiamma Intestino, mesenterio, peritoneo, nervi relativi e viciniori e che si manifesta con forti dolori all'addome, di cui non si comprende l'origine e che inizia la parte virulenta con esantemi cutanei dolorosi, e quali ne sono le cause, che nei bambini quando e' in forma lieve, e' chiamato spesso rosolia, morbillo, meningite, epatite, orecchioni, ecc., ed alle volte si trasforma in vescicole per cui viene chiamato varicella o lieve/leggero vaiolo !

Quindi questo "fuoco" e' BENEFICO e va aiutato ad uscire con le varie tecniche della medicina naturale, che i medici impreparati della medicina allopatica NON conoscono, infatti tendono a bloccare l'infiammazione con dei farmaci che mantengono dentro l'infiammazione; cio' generera' nel tempo altri e piu' gravi danni, perche' l'infiammazione puo' spostarsi altrove e generare altri guai.
Coloro che vivono con il malato, e che lo toccano, magari solo per errore, nelle parti interessate, devono stare attenti a lavarsi bene le mani, per non assumere per via cutanea i liquidi tossici che il malato sta eliminando e che  
sono contenuti nelle vescicole in fase umida (primi giorni di malattia) e quindi occorre stare attenti per non venire a contatto con le lesioni, tenendo presente comunque che non tutti coloro che vengono a contatto con sostanze tossico-inquinanti o con batteri o virus eterologhi=estranei, si ammalano, perche' tutto dipende dalla qualita' immunitaria del loro terreno psico-biofisiologico, e quindi dalla matrice.
In genere questo tipo di infiammazione e relativa eliminazione, arriva una volta sola nella vita, se eliminata con la medicina naturale.

Per eliminare l'infiammazione si inizia con il cambiare alimentazione che DEVE necessariamente essere assolutamente CRUDISTA (vegetali, meglio verdure, insalate, crude ecc., e poca o niente frutta se non come centrifugati, oppure digiuno e centrifugati di verdura e frutta crude) + aglio  (compresse mattina e sera) + Equilibratore Ionico + clisteri giornalieri + cataplasmi freddi sul ventre giorno e notte (voce cataplasmi) + riposo a letto, magari con frizioni fredde ogni ora, senza passare sulla parte irritata, sulla quale puo' essere messo del bianco di uovo sbattuto (che si solidifica per l'alta temperatura) per piu' volte, oppure il cataplasma di argilla o fango freddo anche sulle parti ove compaiono le macchie.
Alle volte puo' comparire uno stato febbrile, buon segno perche vuol dire che state eliminando tutta la infiammazione.

Alluminio ed altro nell'esavalente....e negli altri  Vaccini, ecco i gravi danni:
http://edgytruth.com/2016/07/18/vaccine-ingredients-comprehensive-guide/#
Ecco le prove, con studi, delle varie Micro e NanoContaminazioni dei Vaccini - PDF + Nanoparticelle + Ricerca e Studio dimostrativo sul contenuto di sostanze pericolose nei Vaccini + Nanobatteri nei Vaccini

METALLI TOSSICI
Qualche anno fa li chiamavano metalli pesanti, e se ne parlava soprattutto nei giorni di grande afa estiva quando l'inquinamento e il caldo rendevano l'aria irrespirabile.
Oggi anche gli esperti li definiscono metalli tossici, e sono sostanze tossiche che penetrano in maniera insidiosa nella nostra vita attraverso, Vaccini, farmaci, amalgami dentali, protesi, cibi, acque, bevande, prodotti per l’igiene personale, rossetto, aria.
vedi anche: http://www.informasalus.it/it/articoli/tossicita-metalli-autismo.php 


Sono efficaci i Vaccini ? - vedi ad esempio quello per la Pertosse
Ultimamente alcuni media in vari paesi del mondo, quelli legati a
Big Pharma, hanno scatenato una campagna diffamatoria contro i genitori che, essendosi informati, hanno detto "no grazie" ai vaccini.
Volete vaccinarvi ? Liberissimi di farlo ! Così le case farmaceutiche vi lasciano in pace e guadagnano un sacco di soldi sulla vostra pelle e su quella dei vostri figli….
http://www.shafaqna.com/english/component/k2/item/5102-anti-vaccination-propagandists-help-create-the-worst-whooping-cough-epidemic-in-70-years.html

TROVATO un meccanismo di azione delle tossine dei VACCINI anche sul cervello  ! - 22/03/2009
ANSA, Roma - Esiste un passaggio segreto che permette alle cellule immunitarie di penetrare nel cervello e di aprire la strada ad una seconda ondata di cellule pericolose, capaci di scatenare malattie autoimmunitarie, come la sclerosi multipla, nelle quali il sistema immunitario aggredisce l’organismo al quale appartiene.
La scoperta della nuova porta, pubblicata sulla rivista Nature Immunology, potrebbe portare in futuro a nuove armi per contro la sclerosi multipla, "ma non solo: lo stesso meccanismo potrebbe essere coinvolto in altre malattie autoimmuni", osserva la coordinatrice della ricerca, l’italiana Federica Sallusto, dell’Istituto svizzero per la Ricerca in Biomedicina (Irb) di Bellinzona, diretto da Antonio Lanzavecchia.
Oltre che con Lanzavecchia, il lavoro e' stato condotto in collaborazione con Andrea Reboldi, dell’Irb, e da Antonio Uccelli, dell’università di Genova. Il passaggio segreto che permette di entrare nel cervello alle cellule apripista e' il plesso coroideo, una vera e propria matassa di vasi sanguigni nella quale viene prodotto il liquido spinale. e' una via d’ingresso alternativa a quella che da tempo e' considerata il «portone principale», ossia la barriera emato-encefalica.
Che ci fosse un’altra entrata era noto, spiegano i ricercatori, ma questa era considerata una sorta di "porta di servizio", di importanza secondaria. Adesso, osserva Lanzavecchia, "conosciamo la funzione di questa porta segreta e si può pensare a future strategie terapeutiche in grado di bloccare questo ingresso".

Sindrome infiammatoria chiamata "Asia" scatenata dai vaccini !
ASIA_Sindrome infiammatoria-dai-vaccini-Riassunto.pdf
Tratto da:
http://www.assis.it/wp-content/uploads/2014/12/ASIARiassunto.pdf
... ed e' noto che... le infiammazioni sono foriere di qualsiasi tipo di sintomi, che i medici impreparati allopati, chiamano erroneamente "malattie"....
- vedi le proteine "infiammatorie" che si formano principalmente nel fegato:
Le proteine di fase acuta sono proteine presenti nel plasma sanguigno la cui concentrazione aumenta (proteine positive di fase acuta) o diminuisce (proteine negative di fase acuta) in presenza di infiammazione, e questa e' la reazione psico-nervosa della mente inconscia, che attiva il sistema endocrino > immunitario, alle intossicazioni delle cellule e dei tessuti colpiti dalle sostanze tossiche, e soprattutto quelle dei vaccini, per insegnare alla mente conscia del soggetto che sta compiendo azioni contro la sua stessa vita !


Altro meccanismo di azione delle tossine vaccinali di qualsiasi vaccino, anche nel cervello:
I Macrofagi molte volte trasportano le sostanze vaccinali nel cervello ed in tutti i tessuti del corpo, ecco una descrizione del  meccanismo:
L'alluminio (od altri metalloidi tossici, ad esempio il Thiomersal) contenuto in vari Vaccini esempio: influenza, esavalente  comprese, viene trasportato nel cervello dai macrofagi .... e cio' spiega il meccanismo della cosiddetta SIDS o morte nella culla, che nei fatti e' una danno vaccinale e non una nuova malattia !
Ecco spiegato il meccanismo biologico ed il diagramma del tragico evento....
Il meccanismo viene ben spiegato qui:  ciò che in realtà accade è che un tipo di globuli bianchi chiamati a macrofagi (MF) ingerisce (processo è chiamato "fagocitosi") gli AANs prima che si sciolgano. (
Aluminum Adjuvant Nanoparticles = AANs)
L'ingestione di corpi estranei è un comportamento normale per MF.
La loro funzione principale è la fagocitosi cioè la capacità di inglobare nel loro citoplasma particelle estranee, anche nanoparticelle, compresi i microrganismi (batteri e funghi estranei), e di distruggerle. Inoltre, fatto importante da tenere in considerazione in  questi casi, secernono citochine ad attività proinfiammatoria e presentano l'antigene ai linfociti T-CD4.
Quando MFs rilevano batteri o altri agenti patogeni, i loro campi magnetici li invitano ad ingerire gli agenti patogeni, e distruggerli con gli enzimi. I MFs sanno assieme ad altre cellule del sistema immunitario circa il patogeno introdotto e come rilevarlo. MFs ingeriscono anche molti tipi di nanoparticelle.
Il problema è che AANs non sono digeriti dagli enzimi MF. E gli AANs, una volta all'interno degli MF, si sciolgono lentamente.
Le AANs persistono per lungo tempo (anni) e causano nei MF a far fuoriuscire lentamente alluminio.
Gli MF che consumano gli AANs divengono altamente contaminati con l'alluminio o con altri metalli tossici e nanoparticelle ingerite, e li diffondono ovunque vanno. E vanno in tutto il corpo. MFs generalmente non viaggiano nel sangue, il che spiega il motivo per cui non si trova nel sangue l'alluminio dopo la vaccinazione
, perche' gli MF viaggiano attraverso il sistema linfatico.
I campi magnetici sono in grado di viaggiare attraverso la barriera emato-encefalica (BBB). Gli MFS, una volta caricati con AANs, agiscono come un cavallo di Troia e trasportano le AANs nel cervello. Questo è dannoso, perché il cervello è molto sensibile all' alluminio.
Senza contare le possibili microischemie (vedi le scoperte del Dott. Andrew Moulden) che possono intervenire nella microcircolazione, soprattutto cerebrale od in altri luoghi...per il fatto che i globuli bianchi e di conseguenza i macrofagi nel loro processo di fagocitosi, (ingestione delle sostanze tossiche vaccinali) possono generare,.... inoltre i macrofagi secernono, nella loro azione quando hanno ingerito le sostanze vaccinali, altre sostante PRO-infiammazioni.... con tutte le conseguenze del caso, polio = paralisi, distrofie, meningiti, sclerosi, infiammazioni croniche, gastroenteriti croniche, ecc....fino alla morte nella culla = SIDS !!

Qui nel diagramma, viene spiegato nei particolari il tragico evento:
http://vaccinepapers.org/al-adjuvant-nanoparticles-can-travel-brain/

 

Per chi è a favore delle vaccinazioni, si consiglia questo bel scritto, questa lettera concisa e convincente scritta dal medico neurologo dott. Russell Blaylock di fama mondiale, saprà smantellare tutti gli argomenti utilizzati a sostegno di questa disumana pratica barbarica. -  Dicembre 2009
Ho avuto il privilegio di incontrare il dottor Blaylock nel corso di una conferenza pochi anni fa.
Lui è molto intelligente, un pensiero chiaro, logico medico che non ha paura degli effetti negativi sulla sua carriera nell’affermare la verità sulle atrocità delle vaccinazioni. Ascoltare un medico come il dottor Blaylock che non ha alcun interesse finanziario o di altro tipo su questo argomento, solo per parlare della verità per amore dell’obbiettività è infinitamente più prezioso che ascoltare medici e altri "esperti" che lo fanno per interesse.
By Sarah, TheHealthyHomeEconomist.com

VACCINI: PERTOSSE, con quello  ACELLULARE (DTPa) si DIFFONDE l’INFEZIONE – Nov 2013
Still contagious. The current whooping cough vaccine may allow people to spread the disease even if they don't get sick, a new animal study suggests […] “There's a difference between protecting individuals from illness and bringing down the incidence of pertussis in the population,” Merkel says. “To do both we may need a different vaccine.”
TRADUZIONE
Ancora contagiosa. Un nuovo studio sugli animali suggerisce che l’attuale vaccino contro la pertosse può permettere alle persone di diffondere la malattia, anche se non si ammalano […] "C'è differenza tra proteggere gli individui dalla malattia e abbattere l'incidenza della pertosse nella popolazione", dice Merkel "Per fare entrambe le cose potremmo aver bisogno di un vaccino diverso."

FONTE: Science 25 Novembre, 2013
http://news.sciencemag.org/health/2013/11/whooping-cough-vaccine-does-not-stop-spread-disease-lab-animals

Tod J. Merkel ricercatore presso l'Ufficio ricerca vaccini e revisioni della FDA, è l' autore principale di uno studio condotto dalla stessa FDA e pubblicato in PNAS dal titolo: “Acellular pertussis vaccines protect against disease but fail to prevent infection and transmission in a nonhuman primate model” http://www.pnas.org/content/111/2/787.full.pdf )
Lo studio ha evidenziato come i babbuini vaccinati fossero protetti da sintomi severi associati alla pertosse ma non dalla colonizzazione del batterio, non si liberassero dell’infezione prima degli animali “naive” (ndt: non da esperimento), e trasmettessero facilmente la Bordetella pertussis ai loro contatti non vaccinati.
I ricercatori hanno argomentato che questo era dovuto alle differenze tra l’ immunità conferita dalla infezione contratta naturalmente e quella conferita dal vaccino. L’infezione naturale conferisce una robusta immunità cellulo-mediata (cioè mediata da cellule: i linfociti) che la vaccinazione in realtà previene favorendo l’immunità umorale (cioè mediata da anticorpi), che significa che il vaccino stimola la produzione di anticorpi ma non la memoria di cui le cellule hanno bisogno per una immunità robusta e di lunga durata.
“When you’re newly vaccinated you are an asymptomatic carrier, which is good for you, but not for the population” ovvero “quando sei stato da poco vaccinato, sei un portatore asintomatico, cosa che va bene per te ma non per il resto della popolazione” - By Tod J. Merkel
http://www.nytimes.com/2013/11/26/health/study-finds-vaccinated-baboons-can-still-carry-whooping-cough.html?_r=0

Commento NdR: Questo è esattamente l’opposto di quanto viene solitamente detto ai genitori riguardo la necessità di vaccinarsi, perché il “gregge” ha bisogno di essere vaccinato per proteggere coloro che non possono essere vaccinati (neonati, immunodepressi, ecc.)
Infatti la BALLA spaziale dell’effetto gregge (protezione del gregge = le pecore) NON esiste !

 

Un'altro studio recente della FDA, afferma che negli US:
"Ci sono stati 48.000 casi denunciati lo scorso anno 2014, nonostante gli alti tassi di vaccinazione", ha detto Anthony Fauci, MD, direttore del National Institute of Allergy e Malattie infettive del NIH. "Questa rinascita suggerisce la necessità di ricerche sulle cause che stanno dietro l'aumento di infezioni e modi più efficaci per prevenire la diffusione della malattia."
"
Questa ricerca suggerisce che, anche se gli individui immunizzati con un vaccino acellulare possono essere protetti dalle malattie, essi possono ancora essere infettati con i batteri e sono in grado di diffondere l'infezione ad altri, inclusi i bambini piccoli che sono suscettibili di malattia pertosse".
In parole povere: i vaccinati NON sono protetti dal vaccino e possono anche infettare altri soggetti.....
Tratto da: http://www.fda.gov/NewsEvents/Newsroom/PressAnnouncements/ucm376937.htm
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20200027

Il passaggio a un vaccino per la pertosse creato artificialmente, in laboratorio, con le tecniche di ingegneria genetica, è responsabile dell’aumento dei casi di mortalità verificatisi per la malattia negli Stati Uniti.
E’ quanto suggerisce e dimostra un nuovo studio a firma della Monash University, la più grande Università australiana, con campus localizzati in Malesia, Sud Africa, India e Italia.
I risultati sottolineano la necessità di condurre una ricerca simile in Australia e nel Regno Unito, sotto la supervisione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, dove i casi di pertosse sono entrati in una pericolosa spirale verso l’alto negli ultimi dieci anni, come afferma il Dr. Manoj Gambhir, Professore Associato presso la sede australiana della Monash University.


vedi: Pertosse e Cure naturali + Pertosse +  Pertosse 2 + Polio e Vaccini + Come nasce l'Unica malattia del Vivente + I germi non solo causa di malattia + Effetto Gregge Pertosse 2 + Trivalente - 2 +  Interrogazione Parlamentare + Morti per vaccino + Penta Vaccini, i loro pericoli + Meccanismo dei danni dei vaccini

UK (Gran Bretagna)
Negli anni 1950 (mese di aprile), l'Associazione Medicale Britannica, ha sospeso e proibito il vaccino per la difteritepertosse a seguito di numerosi casi di poliomielite (paralisi infantile) constatati sui bambini vaccinati da quel vaccino.
Tratto da: I ciarlatani della medicina, a pag. 170.


VACCINI: PERTOSSE, con quello  ACELLULARE (DTPa) si DIFFONDE l’INFEZIONE – Nov 2013
Still contagious. The current whooping cough vaccine may allow people to spread the disease even if they don't get sick, a new animal study suggests […] “There's a difference between protecting individuals from illness and bringing down the incidence of pertussis in the population,” Merkel says. “To do both we may need a different vaccine.”
TRADUZIONE
Ancora contagiosa. Un nuovo studio sugli animali suggerisce che l’attuale vaccino contro la pertosse può permettere alle persone di diffondere la malattia, anche se non si ammalano […] "C'è differenza tra proteggere gli individui dalla malattia e abbattere l'incidenza della pertosse nella popolazione", dice Merkel "Per fare entrambe le cose potremmo aver bisogno di un vaccino diverso."

FONTE: Science 25 Novembre, 2013
http://news.sciencemag.org/health/2013/11/whooping-cough-vaccine-does-not-stop-spread-disease-lab-animals

Tod J. Merkel ricercatore presso l'Ufficio ricerca vaccini e revisioni della FDA, è l' autore principale di uno studio condotto dalla stessa FDA e pubblicato in PNAS dal titolo: “Acellular pertussis vaccines protect against disease but fail to prevent infection and transmission in a nonhuman primate model” http://www.pnas.org/content/111/2/787.full.pdf )
Lo studio ha evidenziato come i babbuini vaccinati fossero protetti da sintomi severi associati alla pertosse ma non dalla colonizzazione del batterio, non si liberassero dell’infezione prima degli animali “naive” (ndt: non da esperimento), e trasmettessero facilmente la Bordetella pertussis ai loro contatti non vaccinati.
I ricercatori hanno argomentato che questo era dovuto alle differenze tra l’ immunità conferita dalla infezione contratta naturalmente e quella conferita dal vaccino. L’infezione naturale conferisce una robusta immunità cellulo-mediata (cioè mediata da cellule: i linfociti) che la vaccinazione in realtà previene favorendo l’immunità umorale (cioè mediata da anticorpi), che significa che il vaccino stimola la produzione di anticorpi ma non la memoria di cui le cellule hanno bisogno per una immunità robusta e di lunga durata.
“When you’re newly vaccinated you are an asymptomatic carrier, which is good for you, but not for the population” ovvero “quando sei stato da poco vaccinato, sei un portatore asintomatico, cosa che va bene per te ma non per il resto della popolazione” - By Tod J. Merkel
http://www.nytimes.com/2013/11/26/health/study-finds-vaccinated-baboons-can-still-carry-whooping-cough.html?_r=0

Commento NdR: Questo è esattamente l’opposto di quanto viene solitamente detto ai genitori riguardo la necessità di vaccinarsi, perché il “gregge” ha bisogno di essere vaccinato per proteggere coloro che non possono essere vaccinati (neonati, immunodepressi, ecc.)
Infatti la BALLA spaziale dell’effetto gregge (protezione del gregge = le pecore) NON esiste !

Quindi secondo le fonti ufficiali i soggetti, bambini, ragazzi, adulti, vaccinati con il vaccino per la Pertosse, Varicella o con il Morbillo, ecc., possono facilmente "infettare" gli altri,... purtroppo questa possibilita' e' valida anche per tutti gli altri soggetti vaccinati di QUALSIASI VACCINO  !

Nel 2014, un innovativo studio pubblicato sulla rivista Clinical Infectious Diseases
, tra gli autori del quale ci sono scienziati che lavorano per Bureau of Immunization, New York City Department of Health and Mental Hygiene e National Center for Immunization and Respiratory Diseases, Centers for Disease Control and Prevention (CDC),  ha preso in esame le prove che, nel  focolaio di morbillo scoppiato a New York nel 2011, sia gli  individui precedentemente vaccinati che quelli con "immunità" da vaccino, erano in grado di essere infettati con il morbillo e di infettare altri (trasmissione secondaria).
Questa scoperta ha suscitato anche l’attenzione dei media, come l’articolo apparso su Sciencemag.org nell’aprile 2014 intitolato:
“Per la prima volta una epidemia di morbillo è stata ricondotta ad un individuo completamente vaccinato“.
Questo studio rivoluzionario intitolato “Epidemia di morbillo tra persone "immunizzate" (vaccinate) in precedenza, New York City,  2011”, ha riconosciuto che, “il morbillo può manifestarsi anche in individui vaccinati, ma non è stata documentata la trasmissione secondaria da tali individui”.
Al fine di scoprire se individui completamente vaccinati per il morbillo siano capaci di essere infettati e di trasmettere l’infezione ad altri, gli studiosi hanno preso in esame i casi sospetti ed i contatti esposti durante l‘epidemia di morbillo del 2011 a New York. Si concentrarono su un paziente che aveva ricevuto due dosi di vaccino per il morbillo e fu scoperto che,
”su 88 contatti, quattro casi secondari avevano ricevuto due dosi di vaccino anti- morbillo o avevano una precedente positività di anticorpi IgG per il morbillo . Tutti i casi sono stati confermati in laboratorio, i sintomi clinici erano coerenti con il morbillo e presentavano un’alta presenza di anticorpi IgG caratteristica di una risposta immunitaria secondaria.”

La loro importante conclusione fu la seguente:
 ”Questa è la prima segnalazione di trasmissione del morbillo da un individuo vaccinato due volte. La manifestazione clinica e i dati di laboratorio erano tipici del morbillo in un individuo mai esposto al virus.
Casi secondari avevano risposte anticorpali anamnestiche robuste. Nessun caso terziario si è verificato nonostante i numerosi contatti. Questo focolaio sottolinea la necessità di una approfondita indagine epidemiologica e di laboratorio dei casi sospetti di morbillo a prescindere dallo status vaccinale“.
Ovviamente questo fenomeno: individuo completamente vaccinato che infetta altri individui completamente vaccinati, è stato ignorato dalle agenzie sanitarie e dai media.
Questi dati confermano la possibilità che, durante il focolaio di morbillo verificatosi a Disney, soggetti precedentemente vaccinati (chiunque facente parte del 18% che si sa essersi infettato-ammalato) possono essere stati infettati o anche aver contratto il morbillo dal vaccino e aver trasmesso il morbillo sia ai vaccinati che ai non vaccinati.
Fonte: http://www.greenmedinfo.com/blog/measles-transmitted-vaccinated-gov-researchers-confirm - a mezzo: comilva.org

Ecco altra bibliografia che dimostra questi fatti:
- http://www.hopkinsmedicine.org/kimmel_cancer_center/patient_information/Patient%20Guide%20Final.pdf
- http://www.stjude.org/stjude/v/index.jsp?vgnextoid=20206f9523e70110VgnVCM1000001e0215acRCRD
- Outbreak of Measles Among Persons With Prior Evidence of Immunity, New York City, 2011
http://cid.oxfordjournals.org/content/early/2014/02/27/cid.ciu105
- Detection of Measles Virus RNA in Urine Specimens from Vaccine Recipients 

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/7494055
- Comparison of the Safety, Vaccine Virus Shedding and Immunogenicity of Influenza Virus Vaccine, Trivalent, Types A and B, Live Cold-Adapted, Administered to Human Immunodeficiency Virus (HIV)-Infected and Non-HIV Infected Adults 
http://jid.oxfordjournals.org/content/181/2/725.full
- Sibling Transmission of Vaccine-Derived Rotavirus (RotaTeq) Associated with Rotavirus Gastroenteritis 
http://pediatrics.aappublications.org/content/125/2/e438

- Polio vaccination may continue after wild virus fades 
http://www.cidrap.umn.edu/news-perspective/2008/10/polio-vaccination-may-continue-after-wild-virus-fades
- Engineering attenuated virus vaccines by controlling replication fidelity 
http://www.nature.com/nm/journal/v14/n2/abs/nm1726.html
- CASE of VACCINE-ASSOCIATED MEASLES FIVE WEEKS POST-IMMUNISATION, BRITISH COLUMBIA, CANADA, October 2013 

http://www.eurosurveillance.org/ViewArticle.aspx?ArticleId=20649
- The Safety Profile of Varicella Vaccine: A 10-Year Review

http://jid.oxfordjournals.org/content/197/Supplement_2/S165.full
- Comparison of Shedding Characteristics of Seasonal Influenza Virus (Sub)Types and Influenza A(H1N1)pdm09; Germany, 2007 - 2011 
http://journals.plos.org/plosone/article?id=10.1371/journal.pone.0051653
- Epigenetics of Host-Pathogen Interactions: The Road Ahead and the Road Behind 

http://journals.plos.org/plospathogens/article?id=10.1371/journal.ppat.1003007
- Animal Models for Influenza Virus Pathogenesis and Transmission
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3063653/
- Acellular pertussis vaccines protect against disease but fail to prevent infection and transmission in a nonhuman primate mode 

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24277828
- Study Finds Parents Can Pass Whooping Cough to Babies
http://www.nytimes.com/2007/04/03/health/03coug.html?_r=0

- Immunized People Getting Whooping Cough
 http://www.kpbs.org/news/2014/jun/12/immunized-people-getting-whooping-cough/
 

VACCINI PEDIATRICI CORRUTTORI & VENDUTI
Si inventano malattie e si alimentano epidemie per imporre nuovi mercati e fagocitare profitti stellari.

 ....si fa SEMPRE del terrorismo mediatico sulla popolazione ignara, spaventandola, elencando le varie “malattie” che si potrebbero scatenare, se non ci si vaccina, quindi loro dicono che occorre vaccinarsi, ma questi stessi terroristi mediatici, i medici ufficiali che sponsorizzano i vaccini, non si rendono conto delle loro stupidate e qui ve lo dimostriamo:

Nella medicina ufficiale, ormai serva di Big Pharma, nelle universita’ ove si insegna medicina ai futuri medici si dice che le malattie hanno delle complicanze e che sono generate da batteri e virus (cosa non vera in quanto e’ il terreno, la matrice  adatta che permette e/o produce l’insediamento di virus e batteri), ma cio’ che non dicono o fanno finta di di dimenticare e' che, secondo questa loro teoria, anche se ve lo ripetiamo, e’ falsa,  anche gli antigeni dei vaccini, possono produrre le stesse complicanze…quindi ecco DIMOSTRATO, con le stesse argomentazioni della medicina ufficiale, che i vaccini possono produrre molte e gravi malattie !

Vaccini obbligatori o no, tutti quanti sono da sempre sbandierati come utili e sicuri anche e non solo dal Ministero della salute, ma esiste una sentenza ben precisa (ignorata da tutti…) che mostra come tali distinzioni fra vaccini obbligatori e non, NON possono sussistere - vedi: Sentenza Corte Costituzionale
Le famiglie dei danneggiati da vaccino dal canto loro sottolineano “lo stato di abbandono in cui sono  state lasciate dalle cosiddette “istituzioni che dovrebbero tutelare”, infatti “tutelano” ma solo i fatturati di Big Pharma….". + Corruzione per i Vaccini

Uno studio scientifico mostra che il vaccino quadrivalente per il papilloma virus può causare vasculopatia autoimmuni fatali
(ovvero mortali).
Lo studio realizzato dai due medici canadesi Lucija Tomljenovic e Cristopher A. Shaw si intitola "Morte dopo il vaccino contro il papilloma virus, c'è una relazione causale o è una coincidenza ? " e si può leggere (in inglese) al seguente link
http://sanevax.org/wp-content/uploads/2012/10/Tomljenovic-Shaw-Gardasil-Causal-Coincidental-2167-7689-S12-001.pdf.
Le conclusioni dell'articolo non sono per niente ambigue: il vaccino in questione può innescare una reazione autoimmune che può essere talora mortale. Le conclusioni sono motivate dal fatto che molte delle reazioni avverse a tale vaccino finora registrate corrispondono a sintomi di vasculopatia cerebrale.
Studi come questo ovviamente mettono in un angolo tutti i ministeri della sanità che negano continuamente ogni correlazione tra le morti ed i vaccini.

IMPORTANTE
: OGNI tipo di Vaccino produce Stress ossidativo cellulare e quindi tissutale !

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Rosolia e sue Complicanze:
Rosolia e gravidanza: la sindrome congenita
In un numero elevato di casi, i sintomi della rosolia possono passare inosservati, un fatto pericoloso nel caso che la malattia venga contratta da una donna incinta. La rosolia presenta infatti alti rischi per il feto, soprattutto se la madre contrae la malattia nel primo trimestre della gravidanza quando l’infezione può generare un aborto spontaneo, morte intra-uterina o gravi malformazioni fetali (sindrome della rosolia congenita, Src). Le più comuni e gravi manifestazioni della rosolia congenita sono i difetti della vista, la sordità, le malformazioni cardiache e il ritardo mentale nel neonato.
La rosolia è una malattia che si puo' trasmettere da persona a persona con le goccioline della tosse o degli starnuti.
I sintomi comprendono febbre lieve, rigonfiamento doloroso delle linfoghiandole dietro il collo a cui segue eruzione cutanea (rossore) generalizzata e di brevissima durata (spesso inapparente).
Le complicazioni possono essere: dolori articolari, trombocitopenia (1 ogni 3000) ed encefalite (1 ogni 5.000). Si può inoltre avere artrite temporanea particolarmente negli adolescenti e negli adulti.
La rosolia nelle donne in gravidanza spesso porta alla sindrome della rosolia congenita (CRS) che può danneggiare il bambino. Questa è una grave malattia caratterizzata da sordità, ritardo mentale, cataratta ed altre affezioni degli occhi, malattie congenite del cuore, nonché a malattie del fegato e della milza che possono provocare una riduzione del numero delle piastrine con petecchie (piccoli sanguinamenti) sotto la pelle. Le donne in che si sono infettate nel primo trimestre di gravidanza, andranno incontro ad un aborto o potranno avere un bambino con rosolia congenita nell'85% dei casi.
È possibile verificare l’immunità della madre alla rosolia con il rubeotest, da eseguire prima dell’avvio della gravidanza.
Sintomi e diffusione
La rosolia si diffonde tramite le goccioline respiratorie diffuse nell’aria dal malato o il contatto diretto con le secrezioni nasofaringee. La malattia, che ha una incubazione di 2-3 settimane prima della comparsa dei sintomi, è contagiosa nella settimana che precede l’apparizione dell’eruzione cutanea e per i 4 giorni successivi.
Diversa è la questione, se si è in presenza di un neonato colpito da infezione durante la gravidanza, e quindi affetto da sindrome congenita. In questo caso, infatti, il virus viene messo in circolazione per lunghi periodi di tempo, non per i 7-10 giorni caratteristici della malattia acquisita dopo la nascita. Il periodo di contagio quindi può durare anche mesi o addirittura più di un anno, con una potenzialità infettiva molto elevata che richiede l’isolamento, sia durante il ricovero nella nursery che al ritorno a casa.
I sintomi più comuni della rosolia sono lievi ed evidenti per un periodo di 5-10 giorni, anche se in un alto numero di casi (dal 20 al 50%, secondo dati dei Cdc americani) possono non manifestarsi affatto. Nell’adulto, durante i primi cinque giorni di decorso, i sintomi principali possono includere:
- eruzione cutanea consistente in piccole macchie rosa che compaiono prima dietro le orecchie, poi sulla fronte e su tutto il corpo e durano 2-3 giorni;
- febbre lieve e mal di testa;
- leggeri gonfiori dei linfonodi alla base della nuca, sul retro del collo e dietro le orecchie;
- dolori articolari;
- diminuzione del numero di globuli bianchi nel sangue;
- occhi arrossati e lacrimosi;

Raramente la malattia comporta complicazioni anche se, come per le altre malattie infantili, il rischio di encefaliti è più alto se il paziente è un adulto.
La diagnosi viene effettuata ricercando anticorpi specifici del virus nel siero tramite analisi del sangue.


Queste le malattie che possono produrre i Vaccini con i propri antigeni !

I Vaccini per la rosolia sono prodotti anche sui reni di cane e dagli embrioni di anatra
- Spruance, S.L., et al. “Recurrent joint symptoms in children vaccinated with HPV-77DK12 rubella vaccine.” Journal of Pediatrics1972;80(3):413-17.
- Hilleman, M.R., et al. “Live attenuated rubella virus vaccines: experiences with duck embryo cell preparations.” American Journal of Diseases of Children1969; 118:166-171.
- Cherry, J.D. “The ‘new’ epidemiology of measles and rubella.” Hospital Practice (July 1980), pp. 53-54.

Vaccini anti rosolia prodotti anche su tessuti polmonari di feti umani
-
Plotkin, S.A. “Development of RA 27/3 attenuated rubella virus grown in WI-38 cells.” Wistar Institute of Anatomy and Biology. Cited in International Symposium on Rubella Vaccines,London 1968; Symposium Series on Immunobiol. Standards (Karger, Basel/New York, 1969); 11:249-260.
- Hayflick, L., et al. “The serial cultivation of human diploid cell strains.” Exp. Cell Res.1961; 25:585-621.
- Plotkin, S.A., et al. “Studies of immunization with living rubella virus. Trials in children with a strain cultured from an aborted foetus.” Amer. J. Dis. Child.1965; 110:381-389.
- Hoskins, J.M., et al. “Behaviour of rubella virus in human diploid cell strains. I. Growth of virus. II. Studies of infected cells.” Arch. ges. Virusforsch1967; 21:283-296.
- Hayflick, L. “The limited in vitro lifetime of human diploid cell strains.” Exp. Cell Res.1965; 37:614-636.
- Physician’s Desk Reference (PDR); 55th edition. (Montvale, NJ: Medical Economics, 2001), p. 1966.
 


Descrizione particolareggiata del Meccanismo dei DANNI dei Vaccini, delle Amalgami dentali e/o Metalli Tossici  (che hanno le madri durante la gravidanza) Questo meccanismo vale anche per TUTTI i Vaccini !
 

vedi: Bibliografia sui Danni dei Vaccini + Morti per vaccino Epidemia di Autismo + Disfunzioni dello Sviluppo + Contenuto dei Vaccini + Falsita' della medicina ufficiale  +  1000 studi sui Danni dei Vaccini  +  Malassorbimento + Dati ISTAT sui Vaccini +   Malattie e Vaccini +  Interrogazione Parlamentare   

Le RICERCHE MOSTRANO un NESSO fra MICROBIOMA Intestinale (intestino) e CERVELLO - 09/01/2015
Chiamate collettivamente microbioma, le migliaia di miliardi di microbi che abitano il corpo umano vivono principalmente nell’intestino, dove ci aiutano a digerire il cibo, a sintetizzare le vitamine e a difenderci dalle infezioni. Ora, recenti ricerche sul microbioma hanno dimostrato che la sua influenza si estende ben oltre l’intestino, fino ad arrivare al cervello. Negli ultimi 10 anni, vari studi hanno collegato il microbioma intestinale a una serie di comportamenti complessi, come umori ed emozioni, appetito e ansia.
Il microbioma intestinale sembra contribuire al mantenimento della funzionalità cerebrale, ma non solo: potrebbe anche incidere sul rischio di disturbi psichiatrici e neurologici, fra cui ansia, depressione e autismo. Una delle modalità più sorprendenti con cui il microbioma influisce sul cervello è durante lo sviluppo.
“Esistono delle finestre evolutive critiche in cui il cervello è più vulnerabile poiché si sta preparando a rispondere al mondo circostante”, spiega Tracy Baie, docente di neuroscienze presso la facoltà di veterinaria dell’Università della Pennsylvania. “Così, se l’ecosistema microbico della madre si modifica - per esempio a causa di infezioni, stress  o diete - ciò cambierà il micro bioma intestinale del neonato, e gli effetti possono durare tutta la vita.”
Altri ricercatori stanno esplorando la possibilità che il microbioma abbia un ruolo nelle malattie neurodegenerative come l’Alzheimer e il Parkinson.
Fonte: MedicalXpress.com : http://tinyurl.com/kaa2j36

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

La ROSOLIA è una malattia innocua se contratta nell'infanzia e lascia al soggetto un'immunità naturale che rende difficile una ricaduta in età adulta.

Pero' quello che le autorita' "sanitarie" non vogliono dire
e' che la Rosolia e' frutto di alterazione della flora batterica intestinale = carenze nutrizionali (malnutrizione) in soggetti con Terreno disordinato ed immunodepressi da vaccinazioni precedenti e/o da mutazioni genetiche ereditate da genitori vaccinati od indotte con i vaccini inoculati al soggetto !
In genere vi sono le mutazioni del braccio corto del cromosoma 6 e forse di altri che non sono ancora stati scoperti.
Il virus e' una cosa assolutamente secondaria !


RISULTANZE: Le ricerche dimostrano che circa il 25% delle persone
vaccinate per la rosolia non possiede immunità dopo i primi cinque anni dall'avvenuta inoculazione. In uno studio condotto dal dott. Stanley Plotkin, professore di pediatria alla Facoltà di Medicina dell'Università della Pennsylvania, si legge che nel 36% delle adolescenti femmine vaccinate contro la rosolia non c'era evidenza sierologica di immunità.
In un'epidemia a Casper, nel Wyoming, 91 dei 125 casi (73%) riguardavano bambini vaccinati.
In un altro studio condotto dal dott. Baverley Allen dell'ospedale Austin a Melbourne, in Australia, risulta che l'
80% dei soldati di leva - vaccinati contro la rosolia soltanto quattro mesi prima - contrasse ugualmente la malattia.

In due ricerche scientifiche separate si scoprì che il nuovo vaccino per la rosolia introdotto nel 1979 era la causa della Sindrome di affaticamento cronico (conosciuta anche come virus di Epstein-Barr o 'malattia dello yuppie'), un disturbo immunologico denunciato per la prima negli Stati Uniti nel 1982.
Il vaccino somministrato ai bambini può permanere nei loro organismi per degli anni e può venire trasmesso agli adulti attraverso il contatto casuale.

Ulteriori reazioni contrarie al vaccino per la rosolia includono l'artrite, l'artralgia (dolori alle giunture) e la polineurite (dolori, insensibilità o paralisi dei nervi periferici).
Nelle ragazze in età puberale l'incidenza di effetti collaterali è dal 5 al 10% e nelle donne va ben oltre il 30%.

In alcuni ospedali tutti i dipendenti, eccetto i medici, devono sottoporsi alla vaccinazione per la rosolia.
Questo avviene probabilmente
perché i medici, tra tutto il personale ospedaliero, sono i meno disponibili a sottoporsi a queste inoculazioni.
In uno studio pubblicato dal Journal of the American Medical Association risulta che il 90% degli ostetrici e oltre due terzi dei pediatri si rifiutarono di sottoporsi alla vaccinazione antirosolia.
Gli autori dell'articolo dedussero che questi temevano giustamente le "
reazioni impreviste al vaccino".

VACCINI per la ROSOLIA - vedi: Contenuto dei Vaccini
Vaccini per la rosolia, sono prodotti nei reni di cane e negli embrioni di anatra

- Spruance, S.L., et al. “Recurrent joint symptoms in children vaccinated with HPV-77DK12 rubella vaccine.” Journal of Pediatrics1972;80(3):413-17.

- Hilleman, M.R., et al. “Live attenuated rubella virus vaccines: experiences with duck embryo cell preparations.” American Journal of Diseases of Children1969; 118:166-171.

- Cherry, J.D. “The ‘new’ epidemiology of measles and rubella.” Hospital Practice (July 1980), pp. 53-54.


Vaccini anti rosolia sono prodotti in tessuti polmonari di feti umani

- Plotkin, S.A. “Development of RA 27/3 attenuated rubella virus grown in WI-38 cells.”Wistar Institute of Anatomy and Biology. Cited in International Symposium on Rubella Vaccines,London 1968; Symposium Series on Immunobiol. Standards (Karger, Basel/New York, 1969); 11:249-260.

- Hayflick, L., et al. “The serial cultivation of human diploid cell strains.” Exp. Cell Res.1961; 25:585-621.

- Plotkin, S.A., et al. “Studies of immunization with living rubella virus. Trials in children with a strain cultured from an aborted foetus.” Amer. J. Dis. Child.1965; 110:381-389.

- Hoskins, J.M., et al. “Behaviour of rubella virus in human diploid cell strains. I. Growth of virus. II. Studies of infected cells.” Arch. ges. Virusforsch1967; 21:283-296.

- Hayflick, L. “The limited in vitro lifetime of human diploid cell strains.” Exp. Cell Res.1965; 37:614-636.

- Physician’s Desk Reference (PDR); 55th edition. (Montvale, NJ: Medical Economics, 2001), p. 1966.


Vaccino per la rosolia e artrite

- Cooper, L.Z., et al. “Transient arthritis after rubella vaccination.” Am J Dis Child1969; 118:218-225.

- Spruance, S.L., et al. “Joint complications associated with derivatives of HPV-77 rubella virus vaccine.” American Journal of Diseases in Children1971; 122:105-111.

- Swartz, T.A., et al. “Clinical manifestations, according to age, among females given HPV-77 duck rubella vaccine.” American Journal of Epidemiology1971; 94:246-51.

- Weibel, R.E., et al. “Influence of age on clinical response to HPV-77 duck rubella vaccine.”J. of American Medical Association1972; 222:805-807.

- Thompson, G.R., et al. “Intermittent arthritis following rubella vaccination: a three year follow-up.” American Journal of Diseases of Children1973; 125:526-530.

- Chantler, J.K., et al. “Persistent rubella infection and rubella-associated arthritis.”Lancet(June 12, 1982):1323-1325.

- Tingle, A.J., et al. “Prolonged arthritis, viraemia, hypogamma-globulinaemia, and failed seroconversion following rubella immunisation.” Lancet1984; 1:1475-1476.

- Tingle, A.J., et al. “Postpartum rubella immunization: association with development of prolonged arthritis, neurological sequelae, and chronic rubella viremia.” Journal of Infectious Diseases1985; 152:606-612.

- Tingle, A.J., et al. “Rubella-associated arthritis. Comparative study of joint manifestations associated with natural rubella infection and RA 27/3 rubella immunisation.” Annals of the Rheumatic Diseases1986; 45:110-114.

- Institute of Medicine. Adverse Effects of Pertussis and Rubella Vaccines.(Washington, DC: National Academy Press, 1991).

- Benjamin, C.M., et al. “Joint and limb symptoms in children after immunisation with measles, mumps, and rubella vaccine.” British Medical Journal 1992; 304:1075-78.


Vaccino anti rosolia e disturbi neurologici

- Kilroy, A.W., et al. “Two syndromes following rubella immunization.” Journal of the American Medical Association1970; 214:2287-2292.

- Gilmarten, R.C., et al. “Rubella vaccine myeloradiculoneuritis.” Journal of Pediatrics1972; 80:406-412.

- Schaffner, W., et al. “Polyneuropathy following rubella immunization: a follow-up study and review of the problem.” American Journal of Diseases of Children1974; 127:684-688.

- Institute of Medicine. Adverse Effects of Pertussis and Rubella Vaccines.(Washington, DC: National Academy Press, 1991).

- Muhlebach-Sponer, M., et al. “Intrathecal rubella antibodies in an adolescent with Guillain-Barre syndrome after mumps-measles-rubella vaccination.” European Journal of Pediatrics 1994; 154:166.


Vaccino per la rosolia e diabete

- Menser, M., et al. “Rubella infection and diabetes mellitus.” Lancet(January 14, 1978), pp. 57-60.

- Rayfield, E.J., et al. “Rubella virus-induced diabetes in the hamster.” Diabetes(December 1986); 35:1278-1281.

- Ehrengut, W. “Central nervous system sequelae of immunization against measles, mumps, rubella and poliomyelitis.” Acta Paediatrica Japonica1990; 32:8-11.

- Aubrey, J., et al. “Postpartum rubella immunization: association with development of prolonged arthritis, neurological sequelae, and chronic rubella viremia.” Journal of Infectious Diseases(September 1985); 152(3):606-612.

- Coulter, Harris. “Childhood vaccinations and Juvenile-Onset (Type-1) diabetes.”Congressional Testimony. Committee on Appropriations, subcommittee on Labor, Health and Human Services, Education, and Related Agencies.(April 16, 1997).

- Coyle, P.K., et al. “Rubella-specific immune complexes after congenital infection and vaccination.” Infection and Immunity(May 1982); 36(2):498-503.

- Numazaki, K., et al. “Infection of cultured human fetal pancreatic islet cells by rubella virus.” American Journal of Clinical Pathology 1989; 91:446-451.


Vaccino per la rosolia e Sindrome da fatica cronica

- Tobi, M., et al. “Prolonged atypical illness associated with serological evidence of persistent Epstein-Barr virus infection.” Lancet1982; 1:61-64.

- Bicker, U. “Some new aspects of autoimmunity.” Journal of Immuno-pharmacology1986; 8:543-559.

- Allen, A.D. “Is RA27/3 rubella immunization a cause of Chronic Fatigue?” Medical Hypotheses1988; 27:217-220.

- Lieberman, A.D. “The role of the rubella virus in the chronic fatigue syndrome.” Clinical Ecology 1991; 7(3):51-54.


Medici rifiutano il vaccino anti rosolia
-
Mendelsohn, R. “Rubella shots for hospital employees.” The Doctor’s People: A Medical Newsletter for Consumers(Evanston, IL, August 1991):1-2.
- Polk, B.F., et al. “An outbreak of rubella among hospital personnel.” New England Journal of Medicine1980;303:541-545.
- Orenstein, W.A., et al. “Rubella vaccine and susceptible hospital employees: poor physician participation.” Journal of the American Medical Association(February 20, 1981); 245(7):711-713.
- Sacks, J.J., et al. “Employee rubella screening program.” Journal of the American Medical Association 1983; 249:2675-2678

Il vaccino anti rosolia altera l’epidemiologia della malattia (provoca tassi più elevati di rosolia in gruppi ad alto rischio)
-
Cherry, J.D. “The ‘new’ epidemiology of measles and rubella.” Hospital Practice(July 1980), p. 55.
- CDC. “Rubella and congenital rubella syndrome — United States, 1985-1988.” MMWR1989; 38:173-178.
- CDC. “Current trends increase in rubella and congenital rubella syndrome — United States, 1988-1990.” MMWR Weekly (February 15, 1991); 40(6):93-99.

Vaccino anti rosolia e sua NON efficacia
-
Klock, L.E., et al. “Failure of rubella herd immunity during an epidemic.” New England Journal of Medicine1973; 288(2):69-72.
- Allan, B. “Rubella immunisation.” Australian Journal of Medical Technology1973; 4:26-27.
- Lawless, M., et al. “Rubella susceptibility in sixth-graders.” Pediatrics(June 1980); 65:1086-1089.
- Bart, K.J., et al. “Universal immunization to interrupt rubella.” Review of Infectious Diseases1985; 7(1):S177-184.
- Crowder, M., et al. “Rubella susceptibility in young women of rural East Texas: 1980 and 1985.” Texas Medicine1987; 83:43-47.
- Fulginiti, V. “Controversies in current immunization policy and practices.” Current Problems in Pediatrics1976; 6:14.
- Herrmann, K.L., et al. “Rubella antibody persistence after immunization.” Journal of the America Medical Association1982; 247(2):193-196.
- Tingle, A.J., et al. “Failed rubella immunization in adults: association with immunologic and virological abnormalities.” Journal of Infectious Diseases 1985; 151(2):330-336.

Bibliografia sui vari danni del Vaccino per la Rosolia:
Vaccino anti rosolia e comparsa di artrite
- Cooper, L.Z., et al. “Transient arthritis after rubella vaccination.” Am J Dis Child1969; 118:218-225.
- Spruance, S.L., et al. “Joint complications associated with derivatives of HPV-77 rubella virus vaccine.” American Journal of Diseases in Children1971; 122:105-111.
- Swartz, T.A., et al. “Clinical manifestations, according to age, among females given HPV-77 duck rubella vaccine.” American Journal of Epidemiology1971; 94:246-51.
- Weibel, R.E., et al. “Influence of age on clinical response to HPV-77 duck rubella vaccine.” J. of American Medical Association1972; 222:805-807.
- Thompson, G.R., et al. “Intermittent arthritis following rubella vaccination: a three year follow-up.” American Journal of Diseases of Children1973; 125:526-530.
- Chantler, J.K., et al. “Persistent rubella infection and rubella-associated arthritis.” Lancet(June 12, 1982):1323-1325.
- Tingle, A.J., et al. “Prolonged arthritis, viraemia, hypogamma-globulinaemia, and failed seroconversion following rubella immunisation.” Lancet1984; 1:1475-1476.
- Tingle, A.J., et al. “Postpartum rubella immunization: association with development of prolonged arthritis, neurological sequelae, and chronic rubella viremia.” Journal of Infectious Diseases1985; 152:606-612.
- Tingle, A.J., et al. “Rubella-associated arthritis. Comparative study of joint manifestations associated with natural rubella infection and RA 27/3 rubella immunisation.” Annals of the Rheumatic Diseases1986; 45:110-114.
- Institute of Medicine. Adverse Effects of Pertussis and Rubella Vaccines.(Washington, DC: National Academy Press, 1991).
- Benjamin, C.M., et al. “Joint and limb symptoms in children after immunisation with measles, mumps, and rubella vaccine.” British Medical Journal 1992; 304:1075-78
- Malengreau M, Ricomparsa di infezione da morbillo, parotite e rosolia a seguito di vaccinazioni: gli adolescenti dovrebbero essere rivaccinati? Pedaitric, 1992; 47(9):597-601
- Cherry JD, Holtzman AE, Shields WD, Buch D, Nielsen, Vaccinazione da pertosse e caratteristiche dei primi attacchi epilettici in neonati e bambini, J Pediatr, giugno 1993; 122(6): 900-903
- Griffin MR, Rischio di attacchi epilettici a seguito di vaccino morbillo-parotite-rosolia, Pediatrics, nov. 1991; 88(5): 881-885
- Griffin MR, Rischio di epilessia ed encefalopatia a seguito di vaccinazione con il vaccino difteria-tetano-pertosse, JAMA, marzo 1990; 263(12): 1641-1645

- Cizewska S, Sluzewski W, Vaccinazioni e attivita' epilettica seguita con EEG, Neurol Neurochir Pol., sett.- dic. 1981, 15 (5-6): 553-557

- Lumberg DA, Gravi reazioni associate al vaccino difteria-tetano-pertosse: dettagliato studio di bambini con epilessia, episodi ipotonici iporesponsivi, elevati febbri e pianto continuo, Pediatrics, giugno 1993; 91(6): 1158-1165

- Baraff LJ, Neonati e bambini con convulsioni ed episodi ipotonici-iporesponsive a seguito di vaccinazione anti-difterica-tetano-pertosse, Pediatrics, giugno 1988; 81(6):789-794

- Jacobson V, Relazione della vaccinazione anti-pertosse sulla comparsa dell'epilessia, convulsioni febbrili ed infezioni del sistema nervoso centrale: uno studio epidemiologico, Tokai J Exp Clin Med 1988;13 Suppl: 137-142

- Ballerini, Ricci B, Complicazioni neurologiche delle vaccinazioni, con particolare riferimento alle sindromi epilettiche, Riv Neurol, luglio-agosto 1973, 43:254-258

- Wolf SM, Forsythe A, Epilessia e ritardo mentale a seguito di attacchi febbrili nell'infanzia, Acta Paediatr Scand, marzo 1989; 78(2):291-295

- "Epilessia a seguito di vaccinazioni infantili", J. of Pediatrics, Vol 102, n.1

- Yuelian Sun, PhD; Jakob Christensen, PhD, Anders Hviid, PhD; Jiong Li, PhD; Peter Vedsted, PhD; Jørn Olsen, PhD, Mogens Vestergaard, PhD, Rischio di convulsioni febbrili ed epilessia dopo vaccinazione con la difterite, tetano, pertosse acellulare, antipolio inattivato e Haemophilus Influenzae tipo b, JAMA22 febbraio 2012

Vaccino anti rosolia e disturbi neurologici
- Kilroy, A.W., et al. “Two syndromes following rubella immunization.” Journal of the American Medical Association1970; 214:2287-2292.
- Gilmarten, R.C., et al. “Rubella vaccine myeloradiculoneuritis.” Journal of Pediatrics1972; 80:406-412.
- Schaffner, W., et al. “Polyneuropathy following rubella immunization: a follow-up study and review of the problem.” American Journal of Diseases of Children1974; 127:684-688.
- Institute of Medicine. Adverse Effects of Pertussis and Rubella Vaccines.(Washington, DC: National Academy Press, 1991).
- Muhlebach-Sponer, M., et al. “Intrathecal rubella antibodies in an adolescent with Guillain-Barre syndrome after mumps-measles-rubella vaccination.” European Journal of Pediatrics 1994; 154:166.

Vaccino anti rosolia e diabete
- Menser, M., et al. “Rubella infection and diabetes mellitus.” Lancet(January 14, 1978), pp. 57-60.
- Rayfield, E.J., et al. “Rubella virus-induced diabetes in the hamster.” Diabetes(December 1986); 35:1278-1281.
- Ehrengut, W. “Central nervous system sequelae of immunization against measles, mumps, rubella and poliomyelitis.” Acta Paediatrica Japonica1990; 32:8-11.
- Aubrey, J., et al. “Postpartum rubella immunization: association with development of prolonged arthritis, neurological sequelae, and chronic rubella viremia.” Journal of Infectious Diseases(September 1985); 152(3):606-612.
- Coulter, Harris. “Childhood vaccinations and Juvenile-Onset (Type-1) diabetes.” Congressional Testimony. Committee on Appropriations, subcommittee on Labor, Health and Human Services, Education, and Related Agencies.(April 16, 1997).
- Coyle, P.K., et al. “Rubella-specific immune complexes after congenital infection and vaccination.” Infection and Immunity(May 1982); 36(2):498-503.
- Numazaki, K., et al. “Infection of cultured human fetal pancreatic islet cells by rubella virus.” American Journal of Clinical Pathology 1989; 91:446-451.

Vaccino anti rosolia e Sindrome da fatica cronica
- Tobi, M., et al. “Prolonged atypical illness associated with serological evidence of persistent Epstein-Barr virus infection.” Lancet1982; 1:61-64.
- Bicker, U. “Some new aspects of autoimmunity.” Journal of Immuno-pharmacology1986; 8:543-559.
- Allen, A.D. “Is RA27/3 rubella immunization a cause of Chronic Fatigue?” Medical Hypotheses1988; 27:217-220.
- Lieberman, A.D. “The role of the rubella virus in the chronic fatigue syndrome.” Clinical Ecology 1991; 7(3):51-54.

Bibliografia per i Danni dei vaccini - vedi anche: http://www.greenmedinfo.com/page/vaccine-research