Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


  DIFTERITE - dati sul VACCINO
 
(Europa - Tubercolosi e Difterite)
Il Thimerosal dei vaccini distrugge e/o altera la flora intestinale essendo una sostanza altamente tossica
Ecco il recente studio che ha coinvolto più di 17.000 bambini fino a 19 anni
Questo studio-indagine attualmente in corso è stato avviato dall’omeopata Andreas Bachmair.

 

DIFTERITE - DATI  sui VACCINI

I sintomi della difterite si localizzano livello delle mucose delle prime vie respiratorie, del naso e della faringe e distrugge le cellule, e queste cellule distrutte sono bloccate sul luogo, con i bacilli morti o vivi e globuli bianchi, che si recano in loco per tentare di eliminare le tossine e le infiammazioni accumulate in loco, ma che provengono dall'intestino, in una rete di fibrina (la sostanza che determina il coagulo del sangue).
Questa struttura forma una specie di membrana, che si chiama pseudomembrana (infatti, il termine difterite viene dal greco diphtera=membrana). La difterite, se no curata adeguatamente con la medicina naturale, pur rimanendo statica nel luogo dove si è fissata l'infiammazione puo', di preferenza' arrivare anche ai reni, nervi e cuore.
Questa malattia colpisce soprattutto i bambini, ma anche gli adulti, ma molto piu' raramente. Il periodo di incubazione è di 2-7 giorni, dopo i quali si rende nota con, un'infiammazione. della mucosa colpita.
La zona si arrossa, diviene gonfia, dolente, e si copre di una patina biancastra, che diventa sempre più spessa. ed è tenace, dura, da asportare. Compaiono febbre, indebolimento gonfiore delle ghiandole linfatiche che circondano la lesione. Si conoscono varie forme dì difterite, indicate a seconda dell'organo originariamente colpito: il naso, le tonsille o la laringe.
La laringite difterica, nota col nome di Croup, è particolarmente grave, perché porta all'asfissia, in quanto le pseudo-membrane chiudono, poco a poco, il passaggio dell'aria nella laringe.

Il vaccino per la difterite in Italia
Fu introdotto in Italia dal '39. E' di solito associato al vaccino per il tetano ed a quello per la pertosse nella cosiddetta trivalente o DPT. La somministrazione è per via sottocutanea o intramuscolare.
Il vaccino è costituito da anatossina difterica purificata, preparata a partire dalla tossina difterica neutralizzata con formolo.
Leggete
il testo del foglietto illustrativo revisionato dal Ministero della Sanità il 30/07/97 del vaccino INFANRIX HepB, vaccino combinato antidifterico, antitetanico, antipertossico acellulare e antiepatite B
I pericoli di chi è vaccinato (e non)

In Italia, nel quinquennio 1992/1996, sono stati segnalati 3 casi di difterite, di cui 1 caso proveniente all'estero.

Si continua a prescrivere l'obbligo a vaccinarsi quindi per una malattia che è praticamente SCOMPARSA, da sola SENZA la vaccinazione.
La situazione è quasi uguale a quella della vaccinazione per la polio: in Italia, dal 1982 non vi sono più casi di polio naturale: gli unici casi di polio verificatesi (circa 1/anno) sono stati dovuti direttamente al vaccino (paralisi post-vaccinica). La medicina convenzionale sostiene che occorre mantenere la vaccinazione perchè vi è il rischio che se la percentuale di vaccinati diminuisca, vi possano essere epidemie. A tal fine, si citano spesso episodi epidemici insorti in Russia ecc.
Questa tesi non è però dimostrata: infatti,in paesi con condizioni sanitarie analoghe alle nostre, come gli USA, anche in presenza di percentuali di vaccinazione molto più basse di quella italiana ( circa il 60 % ), non si sono verificate epidemie di difterite.
In questa situazione, i benefici della vaccinazione obbligatoria sono praticamente assenti: rimangono però gli effetti collaterali del vaccino, che superano di gran lunga i vantaggi.

Effetti collaterali da vaccino
Evitare la vaccinazione in caso di accertata ipersensibilità ai componenti del vaccino e durante qualsiasi affezione febbrile.
I numerosi studi clinici effettuati con il vaccino anti-pertosse acellulare di ingegneria genetica hanno evidenziato la sua maggiore tollerabilità rispetto al vaccino anti-pertosse tradizionale a cellule intere.
Tuttavia nei bambini con storia personale di convulsioni o altri disturbi del sistema nervoso centrale (SNC) dovrà essere attentamente valutato il rapporto rischio beneficio della vaccinazione. Una storia familiare positiva per convulsioni non rappresenta invece controindicazione alla somministrazione del vaccino. Il verificarsi di una reazione anafilattica di tipo immediato o di una encefalopatia, non dovuta ad altra causa evidente, e definita come una grave compromissione in forma acuta del SNC entro 7 giorni dalla somministrazione del vaccino, costituisce una controindicazione alla somministrazione di ulteriori dosi del vaccino stesso.

Effetti indesiderati
Gli studi clinici hanno evidenziato che il vaccino è estremamente ben tollerato. Ciò nonostante possono verificarsi, in una modesta percentuale di vaccinati, effetti collaterali di tipo sistemico (febbre, irritabilità, sonnolenza o perdita dell'appetito) e/o di tipo locale (arrossamento, gonfiore e dolore). Molto più raramente possono verificarsi reazioni di maggiore intensità quali febbre elevata e pianto persistente.

Italy - Ecco la VERITA' sulle statistiche comparate Europa e Germania:
Molti sono gli studi che documentano casi di paralisi (polio) dopo una vaccinazione, es. per la Difterite e/o per la Pertosse.
Le carenze nutrizionali indotte dai danni dei vaccini - MalAssorbimento=malNutrizione, producono un'indebolimento (immunodepressione del Sistema immunitario) che ammalano il soggetto di malattie anche gravi !


vedi anche:  DIFTERITE - 2 + Interrogazione Parlamentare + Contenuto dei Vaccini +  Malattie e Vaccini

Italy - Ecco la VERITA' sulle statistiche comparate sui vaccini e le malattie dalle quali dovrebbero proteggere...
vedi anche: Difterite + Difterite a pag 23 + pag 25 + pag 26