Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


Causa della MORTE in CULLA ?......al 99% sono i VACCINI  = 
SIDS 
(morte nella culla)  = "Protezione Farmacologica" per i bambini.....

MENO si vaccina, MENO morti ci sono !
http://journals.sagepub.com/doi/10.1177/0960327112440111
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3170075/
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21543527 
https://vactruth.com/vaccines-and-mortality-rates/
 

SIDS = morte nella culla - (IMR)

Sentiamo che finalmente l'Italia si porrà all'avanguardia nella prevenzione cardiologica infantile
.
Un provvedimento voluto dal ministro Umberto Veronesi introdurrà nel prossimo piano sanitario nazionale la possibilità di ottenere gratis l'elettrocardiogramma per i neonati. Così l'Italia sarà, a detta degli esperti, "il primo paese con una strategia per la prevenzione della morte in culla".
Trovata infatti la cosiddetta "sindrome del Qt lungo", l'idea è quella di porre il neonato "sotto protezione farmacologica", secondo quanto riferisce il prof. Peter J. Schwartz, primario di cardiologia all'ospedale di San Matteo di Padova.

Qualche anno fa a Boston negli USA una universita' locale aveva trovato del mercurio nel cervelletto di bambini morti di SIDS (morte nella culla), "strano caso" il mercurio (Thiomersal) e' contenuto nei vaccini....prodotti da Big Pharma

vedi anche:  SIDS + Danni cerebrali dei Vaccini +
Perche' vaccinare
Per altri particolari sulla sindrome SIDS, vedi QUI:
http://autismovaccini.org/2014/03/08/vaccino-esavalente-e-sindrome-della-morte-improvvisa-infantile/
http://autismovaccini.org/2014/04/18/vaccino-esavalente-e-sindrome-della-morte-improvvisa-infantile-sids-parte-seconda/  

PDF di uno studio che spiega la correlazione fra Vaccini e SIDS !
Titolo:
I Tassi di mortalità infantile regrediscono con un numero ridotto di dosi di vaccini, quelli somministrati di routine:
C'è
una tossicità biochimica o sinergica ?

Tratto da: het.sagepub.com

By KAREEM PIASER PAOLO - 25/05/17
Giusta riflessione di un padre sui obbligo della vaccinazione:
"Non ci entro nemmeno nella questione se 12 vaccini siano pochi, tanti, siano indispensabili o superflui, assolutamente sicuri o inaccettabilmente rischiosi - mi basta e avanza un aspetto che viene prima:
Lo Stato mi dice che sono io responsabile per la salute di mio figlio. Però mi dice che sono obbligato a fargli fare 12 vaccini.
Per farglieli, essendo io responsabile della sua salute, mi viene chiesto di firmare le autorizzazioni.
 Nessuno però firma per me assicurazioni che non ci siano conseguenze negative per la salute di mio figlio. Ricapitolando, sarei "obbligato a dare il permesso".
Come dire: nessuno tranne te può decidere che questo avvenga, ma ti obblighiamo a decidere come vogliamo noi. In pratica, lo Stato obbliga "me" ad assumere la responsabilità per una decisione che mi impone ? No, no, proprio non ci siamo.
Puoi minacciarmi, puoi colpirmi, puoi mettermi in galera ma non puoi farmi assumere responsabilità per le *tue* decisioni – men che meno sulla pelle di mio figlio.
Caro Stato : messe così le cose, anche avessi la certezza matematica che quei vaccini siano indispensabili, puoi infilarteli dove sappiamo tutti, bene arrotolati nel foglio di autorizzazione".

Stefano Re invia questo messaggio:
[23/5, 11:49] KAREEM PIASER PAOLO
VACCINI. L’ALLARME ERA NOTO AL GOVERNO USA DA ANNI - DATI UFFICIALI TERRIFICANTI !

Nel Giornalismo, per smentire, fare a pezzi il Promotore di una pratica che si ritiene pericolosa, socialmente nociva, l’unica cosa da fare è scavare nella pancia di quel Promotore e scovare le prove che lui stesso sapeva alla perfezione che ciò che oggi promuove (o impone) è pericoloso e socialmente nocivo. Se ci riesci, il Promotore è finito.

Oggi il maggior Promotore delle vaccinazioni al mondo sono gli Stati Uniti d’America, che impongono ai propri bambini 26 dosi-vaccini. Attenti: dose può significare un’iniezione con dentro tre vaccini, quindi immaginate.
Ed io sono andato nella sua pancia, al top, come sempre si deve fare: The National Institutes of Health, del governo USA, e specificamente il National Center for Biotechnology Information. E ho trovato la prova che il Grande Promotore delle vaccinazioni sapeva da anni a livelli di altissima ricerca governativa che esistono pericoli MORTALI, e ignorati, sui vaccini, con prove terrificanti.

Questo è un articolo, non un Medical Paper, per cui devo molto riassumere.
Nel settembre 2011, The National Institutes of Healths, National Center for Biotechnology Information – la pancia del Promotore mondiale dei vaccini – pubblicava uno studio dal titolo “Infant mortality rates regressed against number of vaccine doses routinely given: Is there a biochemical or synergistic toxicity?”, dei ricercatori Neil Z Miller e Gary S Goldman.
Lo studio prende in considerazione la INFANT MORTALITY RATE (IMR = tasso mortalità infantile) e anche il fenomeno della SUDDEN INFANT DEATH SYNDROME (SIDS = sindrome del decesso improvviso infantile), in particolare in 34 nazioni ricche, ma anche nel Terzo Mondo.
(Avviso: DURANTE LA LETTURA RICORDATE IL SIGNIFICATO DELLE SIGLE IMR = tasso mortalità infantile – SIDS = sindrome del decesso improvviso infantile - morte nella culla).
Già le prime parole dello studio fanno sorgere dubbi: “Il programma USA di immunizzazione infantile specifica 26 dosi-vaccini per gli infanti di età inferiore a 1 anno – il maggior numero al mondo – eppure 33 nazioni ricche hanno un tasso di IMR inferiore”. Poi la cosa si fa seria.
Ecco un altro passaggio:
“L’analisi della regressione lineare della IMR media, ha mostrato un’alta correlazione statistica significativa fra l’aumento del numero delle dosi-vaccini e l’aumento dei tassi di mortalità infantile”.
E gli autori già all’inizio raccomandano che “E’ essenziale che si faccia uno scrutinio urgente della correlazione fra le dosi-vaccini, la loro tossicità biochimica o sinergistica, e il Tasso di Mortalità Infantile, IMR”.

Prima di continuare, lo studio fa a pezzi Bill Gates, infatti ci dice chiaro che se pensiamo ai bambini del Terzo Mondo, di gran lunga la maggior causa di IMR non ha nulla a che vedere con le classiche malattie dell’infanzia, ma con la malnutrizione.
Li ammazza la fame.
E qui viene una clamorosa smentita al Teorema Bill Gates che proclama le vaccinazioni di massa nei Paesi Poveri come via di salvezza dei bimbi.
Leggete:
“E’ istruttivo notare che le vaccinazioni sono diffusissime nei Paesi Poveri, con tassi di vaccinazioni di oltre il 90% dei bambini presenti… eppure hanno lo stesso una IMR tragica.
Per dare un termine di paragone, la IMR degli USA è 6,2 morti su 1000 parti; il Gambia obbliga i bambini a 22 dosi di vaccini, ma la IMR è di 68,8. La Mongolia somministra lo stesso numero di dosi vaccini, con IMR di 39,9. Questo prova che la IMR in molto del Terzo Mondo ha assai più a che fare con la malnutrizione, acqua infetta, e sistemi sanitari carenti. Non l’assenza di vaccini”.
Ma peggio:
“Abbiamo scoperto che anche nei Paesi in via di Sviluppo esiste una relazione contro-senso fra il numero dei vaccini somministrati e la IMR: le nazioni con la peggiore IMR sono quelle che somministrano ai bambini il maggior numero di vaccini”.
Lo studio torna all’Occidente ricco:
“Gli USA hanno visto pochissimi progressi nella IMR dall’anno 2000, e le tradizionali cause di IMR (da parto ecc.) non spiegano questo fenomeno… Si noti che nel 2009, cinque delle 34 nazioni con il miglior tasso di IMR richiedevano solo 12 dosi-vaccini, il numero minore, mentre gli Stati Uniti ne richiedeva 26, il maggior numero al mondo”.

Ora attenti a questa frase, di nuovo (ignorate la parte tecnica in inglese, metto la conclusione in italiano grassetto):
“A scatter plot of each of the 30 nation’s IMR versus vaccine doses yielded a linear relationship with a correlation coefficient of 0.70 (95% CI, 0.46–0.85) and p < 0.0001, fornendoci la prova di una correlazione positiva: IMR e dosi-vaccini tendono a crescere assieme”. Bimbi morti e vaccini vanno di pari passo. Mica nulla.
E un passaggio lapidario:
“Fra le 34 nazioni ricche analizzate, quelle che richiedono il più alto numero di vaccini, tendono ad avere la peggior IMR”.

Ricordo ai lettori che si parla di bimbi vaccinati che crepano, IMR significa MORTE del FIGLIO, peggio che l’autismo, molto peggio.
Gli studiosi del The National Institutes of Healths, National Center for Biotechnology ora rivolgono la loro attenzione alla SUDDEN INFANT DEATH SYNDROME (SIDS = sindrome del decesso improvviso infantile).

E anche qui l’incipit è tragico: “Prima dei programmi di vaccinazione, la SIDS era così rara che neppure veniva citata nelle statistiche della IMR”. La tempistica è altrettanto allarmante: “Negli USA le campagne di immunizzazione nazionali iniziarono nel 1960, e per la prima volta nella Storia i nostri bambini furono inoculati contro difterite pertosse tetano, polio, morbillo, orecchioni e rosolia. Improvvisamente nel 1967 la clinica medica coniò una nuova forma di mortalità infantile, la SIDS.
E dal 1980, la SIDS è divenuta la maggior causa di mortalità post neonatale in America ”.
Continuano:
“Uno studio di Torch scoprì che 2/3 degli infanti morti di SIDS erano stati vaccinati contro la difteria pertosse tetano appena prima di morire”. Altri ricercatori citati, Fine & Chen, dissero: “I bambini muoiono di SIDS a un tasso quasi 8 volte superiore alla norma entro 3 giorni dall’inoculazione contro difterite pertosse tetano, ”. E ancora, con un finale essenziale: “Uno studio di Ottaviani et al. ha documentato il caso di un infante di 3 mesi morto di SIDS dopo una inoculazione di 6 vaccini contemporaneamente… Ottaviani et al scrissero: ‘Questo caso ci offre un allarme unico nel capire il possibile ruolo di queste vaccinazioni nel causare morti improvvise in bambini vulnerabili… Senza studi anatomopatologici su larga scala di questi decessi infantili, alcuni casi chiaramente correlati alle vaccinazioni verranno ignorati’ ”.

Ok, torno a voi lettori e lettrici.
Ciò che avete letto è documentazione scientifica ufficiale al più alto livello sanitario tecnologico del mondo, gli USA, e soprattutto è stata partorita all’INTERNO del GOVERNO degli STATI UNITI a’AMERICA, ol PROMOTORE MONDIALE dei VACCINI.
LORO SAPEVANO CHE I VACCINI POSSONO UCCIDERE.
Credo che quanto sopra dovrebbe oggi diventare uno degli articoli più letti d’Italia da sempre, e non perché lo firma Barnard, ma perché proprio provenendo dalle viscere del Grande Promotore, delle sue multinazionali e della Ministra Beatrice Lorenzin, questo studio li fa letteralmente a pezzi.
Datevi da fare.
Lo studio “Infant mortality rates regressed against number of vaccine doses routinely given: Is there a biochemical or synergistic toxicity?”, dei ricercatori Neil Z Miller e Gary S Goldman, già nel 2011 si concludeva così:
Nations that require more vaccine doses tend to have higher infant mortality rates.”
Cadaveri di bambini, mica nulla. E allora sulla base di quanto sopra, un genitore italiano oggi può pretendere la libertà terapeutica per i suoi bimbi.

IL DIBATTITO  SUI  VACCINI  VA  RI-A-PER-TO.
I vaccini possono ammazzare, lo dice il Grande Promotore. Cara Ministra B. Lorenzin, siete all’angolo. (By Paolo Barnard)
... in questo caso mi sembra che non faccia una piega l'informazione pubblicata da Paolo Barnard.
 Tutto chiaro e alla luce del sole https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3170075/

Estratto
Il tasso di mortalità infantile (IMR) è uno dei più importanti indicatori di benessere e di salute pubblica condizioni socio-economiche di un paese. Il programma di immunizzazione infantile US specifica 26 dosi di vaccino per i bambini di età inferiore ad 1 anno, la maggior parte nel mondo, eppure 33 nazioni hanno IMRs inferiori. 
Utilizzando la regressione lineare, il programma di vaccinazione di queste 34 nazioni sono stati esaminati e un coefficiente di correlazione r = 0,70 ( p stato trovato <0.0001) tra IMRs e il numero di dosi di vaccino di routine data ai bambini. 
le Nazioni sono state raggruppate in cinque diversi intervalli di dose di vaccino: 12-14, 15-17, 18-20, 21-23, e 24-26. 
I IMRs medi di tutte le nazioni all'interno di ogni gruppo sono stati quindi calcolati. 
L'analisi di regressione lineare di IMRs medi ponderati ha mostrato un'alta correlazione statisticamente significativa tra crescente numero di dosi di vaccino e l'aumento dei tassi di mortalità infantile, con r = 0,992 ( p = 0,0009). 
Utilizzando il test di Tukey-Kramer, differenze statisticamente significative nel IMRs medi sono stati trovati tra le nazioni che danno 12-14 dosi di vaccino e quelli che danno 21-23, e 24-26 dosi. Un esame più attento delle correlazioni tra le dosi di vaccino, tossicità biochimica o sinergica e IMRs è essenziale.
By Fiore Flex Fiorano

SIDS dopo Esavalente
Il lavoro a firma di Bettina Zinka e collaboratori [Unexplained cases of sudden infant death shortly after hexavalent vaccination] dell’Istituto di Medicina Legale di Monaco di Baviera [Germania], riporta sei casi di morte improvvisa del lattante [SIDS] verificatisi entro 48 ore dalla vaccinazione con vaccini esavalenti.
L’analisi post-mortem dei sei bambini di età compresa tra 4 e 17 mesi, cinque dei quali vaccinati con Hexavac [ritirato dal commercio] e uno con l’attuale Infanrix Hexa, ha rivelato reperti patologici anormali, in particolare a danno del sistema nervoso.
Le anomalie patologiche globali riguardavano una forte congestione cerebrale, una barriera emato-encefalica alterata, una infiltrazione della leptomeningi da parte dei macrofagi e dei linfociti, una infiltrazione perivascolare linfocitaria, una infiltrazione diffusa del ponte, del mesencefalo, e della corteccia cerebrale da parte dei linfociti T, una infiltrazione diffusa delle microglia nell’ippocampo e nel ponte, e, in un caso, la necrosi nel cervelletto.
Nessuna delle vittime esaminate riportava delle pregresse alterazioni congenite di sviluppo delle strutture cerebrali preposte a regolare le funzioni vitali..
I ricercatori hanno ipotizzato che: “…..i componenti del vaccino potrebbero avere un ruolo diretto nella SIDS innescando un esito letale nei bambini vulnerabili…..” e sottolineano:
“…..i soggetti deceduti per SIDS dopo la vaccinazione esavalente siano adeguatamente indagati e sottoposti ad un esame post mortem, in particolare del sistema nervoso autonomo….”
Un altro caso di studio, riportato su Forensic Science International nel 2008 intitolato “ Beta-tryptase and quantitative mast-cell increase in a sudden infant death following hexavalent immunization” ha descritto un caso fatale di una neonata di 3 mesi che è deceduta entro 24 ore dalla vaccinazione con il vaccino esavalente a causa del vaccino in oggetto.
Nella relazione finale di questo studio scrivono:
“….L’insufficienza respiratoria acuta è probabilmente stata causata  da una reazione immunitaria dovuta alla somministrazione dell’esavalente ed è stata la causa della morte…”.
Il potenziale di “collasso o di stato simile a shock”  causabile dal vaccino esavalente è stato anche riconosciuto dal produttore del vaccino, la GlaxoSmithKline (bugiardino Infanrix) che fa riferimento ai dati di sorveglianza post-marketing sulle reazioni avverse che sono riportati all’interno della sezione sulle ‘Patologie del sistema nervoso‘, descrivendo il seguente effetto collaterale: “Collasso o stato simile a shock (episodio ipotonico-iporesponsività).”

Nervous system disorders: Collaps or shock-like state (Hypotonic Hyporesponsive episode***
Diagnostic value of tryptase in anaphylaxis and mastocytosis – Schwartz LB – Division of Rheumatology, Allergy, and Immunology, Department of Internal Medicine, Virginia Commonwealth University, PO Box 980263, McGuire Hall 4-110, Richmond, VA 23298, USA. – Immunol Allergy Clin North Am. 2006 Aug;26(3):451-63.
https://www.researchgate.net/publication/7833641_Unexplained_cases_of_sudden_infant_death_shortly_after_hexavalent_vaccination
Infant mortality rates regressed against number of vaccine doses routinely given: Is there a biochemical or synergistic toxicity?

Indagine di Matturri L, Del Corno G, Lavezzi AM1.“Lino Rossi” Research Center Department of Biomedical Surgical and Dental Sciences University of Milan, Italy:
“……..Noi ipotizziamo che i componenti vaccinali potrebbero avere un ruolo diretto innescando un esito fatale in bambini vulnerabili………..” (Matturri, Del Corno, Lavezzi)  
Pubblicato su PubMed: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24083600   - Curr Med Chem. 2014 Mar; 21 (7): 941-6.
La morte improvvisa del lattante susseguente a vaccinazione esavalente: uno studio neuropatologico.
Matturri LDel Corno GLavezzi AM 

Astratto
Abbiamo esaminato un gran numero di improvvisa del lattante vittime della sindrome della morte, al fine di indicare una possibile relazione causale tra una precedente vaccinazione esavalente e la morte improvvisa del lattante. Abbiamo selezionato 110 casi sottoposti ad esame istologico approfondito del sistema nervoso autonomo e dotati di informazioni cliniche e ambientali dettagliata. In 13 casi (11,8%) la morte è avvenuta in associazione temporale con la somministrazione del vaccino esavalente (da 1 a 7 giorni). 
In nessuna di queste vittime sono state osservate congenite alterazioni dello sviluppo delle principali strutture nervose che regolano le funzioni vitali. Solo l'ipoplasia del nucleo arcuato era presente in 5 casi. 
In un caso in particolare un iperacuto encefalite acquisita del nucleo del tratto solitari stata diagnosticata nel tronco cerebrale. Questo studio non prova una relazione causale tra la vaccinazione esavalente e SIDS. Tuttavia, abbiamo ipotizzare che componenti del vaccino potrebbero avere un ruolo diretto nella innescando un esito letale nei bambini vulnerabili. 
In conclusione, noi sosteniamo la necessità che le morti che si verificano in un breve lasso di tempo dopo la vaccinazione esavalente siano adeguatamente indagati e sottoposti ad un esame post-mortem in particolare del sistema nervoso autonomo da parte di un patologo esperto per valutare oggettivamente il possibile ruolo causale del vaccino in SIDS.
PMID: 24083600 - [Indicizzato per MEDLINE]
Tratto da: autoimmunityreactions.org

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
 

Dopo la morte di una bambina (figlia di genitori profughi) di due mesi, il giorno dopo essere stata vaccinata con l'esavalente, ho scritto questa mail al procuratore che ha in carico il caso avvisandolo....ma probabilmente fara' finta anche lui di nulla....ed archiviera' il caso come SIDS....ma....comunque l'ho avvisato lo stesso !

Da: info@mednat.org 
Inviato: sabato 28 maggio 2016 13:39
A: procura.ivrea@giustizia.it
Oggetto: x dr. Giuseppe Drammis (procuratore che ha in mano il caso)

..Le cause vere della sindrome chiamata impropriamente SIDS, sono le sostanze VACCINALI che creano il blocco dei centri nervosi che regolano e controllano la respirazione autonoma e cardiaca; i vaccinatori cambiano i nomi ai Danni Vaccinali per non ammettere che sono i Vaccini a produrli.
....e pensare che basta una autopsia fatta come si deve controllando soprattutto nel cervelletto, ma non solo, cercando con appositi indagini ed analisi tutte le sostanza vaccinali introdotte, per averne la conferma....ma questo tipo di autopsie.... NON sa' da fare.....
http://www.mednat.org/vaccini/sids.htm

dr. Jean Paul, déscendant de la famille Vanoli

Associazione temporale di alcuni disturbi NeuroPsichiatrici DOPO la vaccinazione di bambini e adolescenti:
Uno studio Pilota con  casi-controllo
http://journal.frontiersin.org/article/10.3389/fpsyt.2017.00003/full

Danni dei Farmaci e Vaccini, eminenti medici/ricercatori indipendenti lo confermano

Maggiori vaccinazioni, maggiore mortalità infantile: Lo studio di Miller e Goldman
In questo studio si correla la vaccinazione con l'indice di mortalità infantile (IMR).
Nonostante gli USA siano la nazione con la più alta percentuale di vaccinati, con 26 dosi di vaccino nei neonati prima dell'anno di vita, sono al 34° posto nella classifica per quanto riguarda la mortalità infantile, avendone piu' di ogni altra nazione ove si vaccina.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3170075/

PubMed
US National Library of Medicine
National Institutes of Health
Formato : Estratto
Hum Exp Toxicol. 
2011 Sep; 30 (9): 1420-8. doi: 10,1177 / 0960327111407644. Epub 2011 4 maggio.
Tassi di mortalità infantile regrediti contro il numero di dosi di vaccino somministrati di routine: c'è una tossicità biochimica o sinergica?
By Miller NZ 1 , Goldman GS . -
Informazioni sull'autore

Estratto
Il tasso di mortalità infantile (IMR) è uno dei più importanti indicatori di benessere e di salute pubblica condizioni socio-economiche di un paese. Il programma di immunizzazione infantile US specifica 26 dosi di vaccino per i bambini di età inferiore ad 1 anno - la maggior parte nel mondo - ancora 33 nazioni hanno IMRs inferiori. Utilizzando la regressione lineare, il programma di vaccinazione di queste 34 nazioni sono stati esaminati e stato trovato un coefficiente di correlazione r = 0,70 (p <0,0001) tra IMRs e il numero di dosi di vaccino di routine data ai bambini. Nazioni sono stati raggruppati in cinque diversi intervalli di dose di vaccino: 12-14, 15-17, 18-20, 21-23, e 24-26. I IMRs medi di tutte le nazioni all'interno di ogni gruppo sono stati quindi calcolati. L'analisi di regressione lineare di IMRs medi ponderati mostrato un'alta correlazione statisticamente significativa tra crescente numero di dosi di vaccino e aumentare i tassi di mortalità infantile, con r = 0,992 (p = 0,0009). Utilizzando il test di Tukey-Kramer, differenze statisticamente significative nel IMRs medi sono stati trovati tra le nazioni che danno 12-14 dosi di vaccino e quelli che danno 21-23, e 24-26 dosi. Un esame più attento delle correlazioni tra le dosi di vaccino, tossicità biochimica o sinergica e IMRs è essenziale.

PMID: 21543527 - PMCID: PMC3170075 - DOI: 10,1177 / 0960327111407644
[Indicizzato per MEDLINE] 

Immagini di questa pubblicazione. Vedi tutte le immagini (3) Testo libero 

Il Thiomersal dei vaccini produce danni anche gravi
Metalli tossici
Alluminio ed altro....nei Vaccini ecco i gravi danni:
http://edgytruth.com/2016/07/18/vaccine-ingredients-comprehensive-guide/#
Danni al sistema enzimatico da Vaccini e metalli 
By Giusy Arcidiacono (CT) - arcidiaconogiusy@hotmail.com -
Perito Commerciale - chimico
Sindrome della permeabilita' intestinale ed autismo
Metalli tossici dei vaccini = Autismo vedi: PDF dott. M. Proietti
Il Thimerosal dei vaccini distrugge e/o altera la flora intestinale essendo una sostanza altamente tossica
La Verita' sullo studio del dott. Wakefield
La scomparsa delle malattie infettive NON e' dovuta ai vaccini ! (Francais)
Allergie e Dermatiti con i Vaccini propinati ai bambini

Premi in denaro ai medici che vaccinano...
Il dott. Moulden Canadese, ha fatto delle importanti ricerche sui danni neurologici dei vaccini:
http://healthimpactnews.com/2014/dr-andrew-moulden-every-vaccine-produces-harm/
Bibliografia aggiuntiva:
http://treasoncast.com/2014/04/05/anti-vaccination-peer-reviewd-research-list/


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>


SIRIA
Vaccini assassini ! - oltre 20 Bambini uccisi dai vaccini
- 18/09/2014
Non sono solo le bombe a fare strage in Siria. Venti bambini sono morti in seguito alla somministrazione di vaccini avariati contro il morbillo. Dopo pochi minuti dalla vaccinazione molti di loro hanno iniziato ad avere delle convulsioni. Portati in ospedale, per alcuni era già troppo tardi. Una piaga, quella del sistema di vaccinazione dei bambini, che con la guerra in Siria, ha messo in crisi la salute delle generazioni future.
La campagna di vaccinazione era stata effettuata nell’ambito di un programma dell’Organizzazione mondiale della sanità ed è stata prontamente sospesa non appena sono stati accertati i primi decessi. Il programma dell’Oms prevede protezione dal morbillo per 1,6 milioni di bambini.
L’Osservatorio siriano per i diritti umani precisa che altri 50 bambini sono stati ricoverati in quanto presentavano i sintomi dell’avvelenamento dopo essere stati vaccinati nella zona di Maarat al-Nuaman a sud di Aleppo. Si teme che i bambini la cui vita è a rischio siano molti di più, poiché ogni flacone di vaccino contiene 40 dosi
L’organizzazione umanitaria Save The Children si è detta «sconvolta» e «profondamente rattristata» da quanto accaduto e aiuterà le autorità in ogni modo possibile per scoprire cosa sia realmente accaduto.

Nuova strage di bambini siriani nel 2016 ! - 36 Bambini uccisi dai vaccini - 25/05/2016
Il programma dell'OMS,  Organizzazione mondiale della sanità, e' stato sospeso dopo le notizie che 36 bambini sono morti dopo aver ricevuto la vaccinazione per il morbillo.
Ben 36 bambini sono stati segnalati per essere morti in condizioni strazianti la scorsa notte dopo aver ricevuto il vaccino per il morbillo nell'ambito di un programma sponsorizzato dall'ONU nella area in mano ai ribelli a nord della Siria. I medici in cliniche nelle città di Jirjanaz e Maaret al-Nouman della provincia nord-orientale di Idlib detto che i bambini hanno iniziato ammalarsi subito dopo le dosi sono state somministrate. C'erano figure contrastanti della notte scorsa morti e feriti, come una marea di dolore a spazzato il fronte degli  insediamenti rurali.
Organizzazioni di soccorso appena oltre il confine in Turchia hanno detto che la perdita di vite umane è stata ampia, in aumento fino al 36 oltre e più di una dozzina di altri bambini in gravi condizioni.
I bambini stanno morendo molto rapidamente ", ha detto Daher Zidan, il coordinatore della carità medica, Uossm. "Pensiamo che peggiorerà".
La coalizione di opposizione siriana, che controlla l'area della provincia di Idlib che aveva la gestione del programma, ha detto di aver fermato immediatamente il progetto di vaccinazione.
"Ministero della Sanità del governo provvisorio siriano ha ordinato una battuta d'arresto per il secondo turno della campagna di vaccinazione contro il morbillo, che ha avuto inizio Lunedi scorso, dopo diversi morti e feriti tra i bambini nei centri di vaccinazione nella campagna Idlib ", ha detto un comunicato.
In quello che era stato un passo avanti di speranza, l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha lanciato l'unità di vaccinazione per assicurare vaccini per il morbillo a 1,6 milioni di bambini
L'OMS ha detto che stava controllando i rapporti con urgenza e non ha potuto confermare il numero di morti. Altri gruppi di monitoraggio siriani ben informati, hanno detto c'erano stati altri morti, oltre a quelli indicati dall'OMS.
L'Osservatorio siriano per i diritti umani ha detto:"Almeno altri cinque bambini sono morti e altri 50 sono affetti da avvelenamento o reazioni allergiche dopo vaccinazioni per il morbillo in Jirjanaz, nella provincia di Idlib".
I timori che il bilancio delle vittime potrebbe salire ancora circolare ulteriormente la comunità medica in esilio la notte scorsa. Ogni bottiglia del vaccino contiene 40 dosi
Il dirigente a detto in una dichiarazione: "Save the Children è sconvolto e profondamente rattristato dalla notizia della morte di un numero di bambini e il ricovero di molti altri, dopo aver ricevuto le vaccinazioni per il morbillo nel nord della Siria prima di oggi. "Le autorità locali hanno avviato un'indagine. E 'chiaro che qualcosa è andato storto e Save the Children aiuterà le autorità in ogni modo possibile per aiutare a scoprire cosa è successo.".

Commento NdR: Tutti i vaccini sono contaminati da sostanze pericolose (nano particelle comprese)


IMPORTANTE:
PROPOSTA di LEGGE per  STUDIO negli  USA sullo STATO di SALUTE FRA BAMBINI VACCINATI e NON VACCINATI (di nessun vaccino)
Il DISEGNO di LEGGE n° 3069 a FIRMA della DEPUTATA MALONEY NON E' STATO APPROVATO per cui  E' RIMASTO sulla CARTA.... e NEPPURE DISCUSSO dal CONGRESSO....a dimostrazione che NON si vuole fare vere ricerche sui gravi DANNI dei VACCINI......Big Pharma ringrazia...

"Noi medici siamo plagiati, fin dall'inizio, dagli insegnamenti universitari che ci vengono propinati da un manipolo di "professori"
 che
hanno il solo interesse di lasciarci nell'ignoranza sulla vera origine delle malattie. Alcuni di noi, alla fine, raggiungono la consapevolezza e mettono in moto delle grosse energie che provocano reazioni positive nel Tutto."
 By  Dott.
Giuseppe De Pace (medico ortopedico ospedaliero)

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

IMPORTANTE SEGNALAZIONE
L'iniezione della Vitamina K1 (s'intende una serie di composti che derivano dal 2-metil-1,4-naftochinone, la K1 e' chiamata anche fillochinone), ai neonati in  Italia ed in altre nazioni del mondo, viene fatta a tutti bambini appena nascono ma di nascosto o con genitori "consenzienti", senza pero' aver fatto leggere loro il bugiardino del farmaco.
Non hanno bisogno del vostro consenso, l'iniezione è inclusa nelle pratiche mediche che effettuano nella  sezione dove voi dichiarate di lasciare in cura il vostro bambino, al reparto nursering, per esser lavato, medicato ecc.
Per le sostanze che contiene questa iniezione (alluminio, vedi foto, sostanze che passano facilmente nel cervello del piccolo e che ecciteranno od alteranno i neuroni fin da subito, e poi nel tempo potrebbero generare problemi ....tipo intossicazione del fegato, infatti questa iniezione puo' portare,
a stress ossidoriduttivo con diminuzione dei livelli di emissione di glutatione, da parte delle cellule, anche epatiche, perche', nel neonato specialmente, e' stato intossicato da quelle SOSTANZE con l'iniezione di VitaminaK1, e puo' produrre anche e non  solo emolisi), queste sostanze iniettate (vitaminaK1...) sono state sempre  e preventivamente irradiate da Cobalto 60...., quindi ogni genitore avrebbe, secondo i "diritti umani", di denunciare il Ministero della Salute Italiano per complicità premeditata in crimine organizzato !!
Segue alle volte, sempre all'insaputa dei genitori e senza scriverlo sulla cartella clinica, anche la vaccinazione per l'epatite A o B, con vaccino irradiato dal Cobalto 60, tutte sostanze in grado di scatenare anche e non solo malattie autoimmunitarie, sordità, cecità, patologie neurologiche, AIDS, epatite B, epatite C, Cancro, Autismo precoce, ecc.
A due giorni dalla nascita spuntano fuori varie associazioni che vi fanno firmare la vendita del DNA del vostro figlio a Terzi (case farmaceutiche) mediante il prelievo del sangue dal tallone, per la cosiddetta prevenzione delle malattie metaboliche !
Insomma appena nasci ATTENTANO alla tua salute !

A parte il discorso alluminio, vedi foto e porcherie varie dentro l'iniezione della VitaminaK1 (Sostanze che contiene questa iniezione), a fronte di una azione "tendenzialmente razionale" nel dare/iniettare e/o somministrare la vitamina K1, per "evitare emorragie cerebrali fatali", sarebbe più indicato somministrare la vitamina K2 (non aditivata con sostanze tossiche come la K1 e preparate su colture batteriche), se si considera che poi l'integrazione del neonato puo' continuare anche con vitamina D....perchè la vitamina K2 aiuta a fare si che la vitamina D3 venga assorbita e vada veramente dove deve andare, cioè nelle ossa e non nelle arterie.
Quindi a pensare bene la vitamina K1 viene data per salvare dalle emorragie, a pensar male viene data, sapendo poi dei Vaccini fatti dopo poco tempo (3 mesi), per aumentare ancora di più l'effetto di microischemia cerebrale che un vaccino puo' causare in un neonato con barriera ematoencefalica ancora immatura (l'ittero neonatale infatti è pericoloso e viene curato proprio perchè la bilirubina potrebbe finire nel cervello e creare danni !).... Questa e' solo biochimica spicciola e patologia generale...
Precisazione necessaria:
le reazioni in questo caso all'alluminio (presente in VitaminaK1 e Vaccini) dipendono anche da dove arriva, cioe' va, la sostanza tossica, se nei tessuti o fin nella cellula ed a seconda del luogo (organo), variano le tipologie di reattivita' alle sostanze tossiche ed al metalli tossici, senza contare le reattivita' immunitarie del soggetto che sono SEMPRE individuali e non hanno collegamento solo con la quantita'...ma anche e soprattutto con il riconoscimento della vibrazione, cioe' con la frequenza di battimento atomico delle molecole della sostanza inoculata, che la mente/cervello detetta, rivela ed individua in realtime, attivando le opportune e necessarie reazioni di eliminazione che possono essere anche abnormi.... e se non ce la fa, ad eliminarle per le vie naturali emuntorie....sono guai...perche esse vengono facilmente trasportate anche dai macrofagi, specie nel cervello per mezzo della via linfatica) e/o incistata dalla melanina in sospensione nei liquidi corporei e depositata nei tessuti grassi (anche il cervello in particolare).... sostanza che si puo' rendere di nuovo disponibile in certi stati febbrili.....generando gravi problemi, anche neurologici.
Lo stesso meccanismo vale anche per TUTTI i Vaccini e le loro sostanze nocive !

Ricordo a tutti che il farmaco Vitamina K1 chiamato Konakion e' commercializzato da Roche spa, in Italia e nei bugiardini, difficili da reperire in Italia, non si fa cenno all'alluminio....forse perche' l'alluminio contenuto e' sotto i limiti di Legge...ma nelle indicazioni dell' Ag. Farmaco del governo, si legge:
Avvertenze e precauzioni
Si rivolga al medico, al farmacista o all’infermiere prima di prendere/ di somministrare al bambino o prima che le venga somministrato Konakion.
In particolare informi il medico: - se lei/il bambino soffre di una grave malattia del fegato.
Pertanto il medico sottoporrà lei/il bambino ad esami del sangue per monitorarne la fluidità.
Bambini Non somministri Konakion a bambini di età inferiore ad 1 anno.
Tratto da:
https://farmaci.agenziafarmaco.gov.it/aifa/servlet/PdfDownloadServlet?pdfFileName=footer_000108_008776_FI.pdf&retry=0&sys=m0b1l3 

...e' per questo motivo che viene facilmente l'itterizia ai bambini appena nati.... per l'intossicazione del fegato, che questi criminali fanno alla nascita, quando la barriera ematoencefalica sta ancora rafforzandosi ... !
 

 
 

TROVATO un meccanismo di azione delle tossine dei VACCINI anche sul cervello  ! - 22/03/2009
ANSA, Roma - Esiste un passaggio segreto che permette alle cellule immunitarie di penetrare nel cervello e di aprire la strada ad una seconda ondata di cellule pericolose, capaci di scatenare malattie autoimmunitarie, come la sclerosi multipla, nelle quali il sistema immunitario aggredisce l’organismo al quale appartiene.
La scoperta della nuova porta, pubblicata sulla rivista Nature Immunology, potrebbe portare in futuro a nuove armi per contro la sclerosi multipla, "ma non solo: lo stesso meccanismo potrebbe essere coinvolto in altre malattie autoimmuni", osserva la coordinatrice della ricerca, l’italiana Federica Sallusto, dell’Istituto svizzero per la Ricerca in Biomedicina (Irb) di Bellinzona, diretto da Antonio Lanzavecchia.
Oltre che con Lanzavecchia, il lavoro e' stato condotto in collaborazione con Andrea Reboldi, dell’Irb, e da Antonio Uccelli, dell’università di Genova. Il passaggio segreto che permette di entrare nel cervello alle cellule apripista e' il plesso coroideo, una vera e propria matassa di vasi sanguigni nella quale viene prodotto il liquido spinale. e' una via d’ingresso alternativa a quella che da tempo e' considerata il «portone principale», ossia la barriera emato-encefalica.
Che ci fosse un’altra entrata era noto, spiegano i ricercatori, ma questa era considerata una sorta di "porta di servizio", di importanza secondaria. Adesso, osserva Lanzavecchia, "conosciamo la funzione di questa porta segreta e si può pensare a future strategie terapeutiche in grado di bloccare questo ingresso".

Altro meccanismo di azione delle tossine vaccinali di qualsiasi vaccino, anche nel cervello:
I Macrofagi molte volte trasportano le sostanze vaccinali nel cervello ed in tutti i tessuti del corpo, ecco una descrizione del  meccanismo:
L'alluminio (od altri metalloidi tossici, ad esempio il Thiomersal) contenuto in vari Vaccini esempio: influenza, esavalente  comprese, viene trasportato nel cervello dai macrofagi .... e cio' spiega il meccanismo della cosiddetta SIDS o morte nella culla, che nei fatti e' una danno vaccinale e non una nuova malattia !
Ecco spiegato il meccanismo biologico ed il diagramma del tragico evento....
Il meccanismo viene ben spiegato qui:  ciò che in realtà accade è che un tipo di globuli bianchi chiamati a macrofagi (MF) ingerisce (processo è chiamato "fagocitosi") gli AANs prima che si sciolgano. (
Aluminum Adjuvant Nanoparticles = AANs)
L'ingestione di corpi estranei è un comportamento normale per MF.
La loro funzione principale è la fagocitosi cioè la capacità di inglobare nel loro citoplasma particelle estranee, anche nanoparticelle, compresi i microrganismi (batteri e funghi estranei), e di distruggerle. Inoltre, fatto importante da tenere in considerazione in  questi casi, secernono citochine ad attività proinfiammatoria e presentano l'antigene ai linfociti T-CD4.
Quando MFs rilevano batteri o altri agenti patogeni, i loro campi magnetici li invitano ad ingerire gli agenti patogeni, e distruggerli con gli enzimi. I MFs sanno assieme ad altre cellule del sistema immunitario circa il patogeno introdotto e come rilevarlo. MFs ingeriscono anche molti tipi di nanoparticelle.
Il problema è che AANs non sono digeriti dagli enzimi MF. E gli AANs, una volta all'interno degli MF, si sciolgono lentamente.
Le AANs persistono per lungo tempo (anni) e causano nei MF a far fuoriuscire lentamente alluminio.
Gli MF che consumano gli AANs divengono altamente contaminati con l'alluminio o con altri metalli tossici e nanoparticelle ingerite, e li diffondono ovunque vanno. E vanno in tutto il corpo. MFs e non viaggiano solo nel sangue, il che spiega il motivo per cui non si trova facilmente nel sangue l'alluminio dopo la vaccinazione, perche' e' gia stato fagocitato (ingerito) dagli MF e perche' gli MF viaggiano anche attraverso il sistema linfatico.
I campi magnetici sono in grado di "viaggiare" (informare) attraverso la barriera emato-encefalica (BBB). Gli MFS, una volta caricati con AANs, agiscono come un cavallo di Troia e trasportano le AANs nel cervello. Questo è dannoso, perché il cervello è molto sensibile all' alluminio.
Senza contare le possibili microischemie (vedi le scoperte del Dott. Andrew Moulden) che possono intervenire nella microcircolazione, soprattutto cerebrale od in altri luoghi...per il fatto che i globuli bianchi e di conseguenza i macrofagi nel loro processo di fagocitosi, (ingestione delle sostanze tossiche vaccinali) possono generare,.... inoltre i macrofagi secernono, nella loro azione quando hanno ingerito le sostanze vaccinali, altre sostante PRO-infiammazioni.... con tutte le conseguenze del caso, polio = paralisi, distrofie, meningiti, sclerosi, infiammazioni croniche, gastroenteriti croniche, ecc....fino alla morte nella culla = SIDS !!

A conferma di cio' che abbiamo scritto qui sopra
- Maggio 2016

Uno studio condotto da ricercatori della University of Virginia School of Medicine, negli USA, ha determinato, dopo meticolose ricerche durate anni, che il cervello è direttamente collegato al sistema immunitario tramite vasi linfatici che si pensava non esistessero. 
Si tratta di una scoperta sensazionale che ribalta decenni di insegnamenti e di teorie apprese da ogni libro di medicina.
È sorprendente che proprio tali vasi linfatici siano sfuggiti ad occhi attenti e brillanti di migliaia di ricercatori e medici dato che il sistema linfatico è stato mappato in tutto il corpo in ogni singolo dettaglio, ma il vero significato della scoperta risiede negli effetti che questa potrebbe avere sullo studio e sulle vere cause dell'autismo e/o di tutte le patologie neurologiche.
Come si studia la risposta immunitaria del cervello ?
Perché pazienti con malattie neurologiche, autismo, sclerosi multipla, ecc., presentano diversi attacchi al sistema immunitario, cioe'
immunodepressioni ?, 
...ma ....ora finalmente possiamo comprendere, oltre alle cause di tali malattie, anche avvicinarci meccanicamente e realmente al problema perché il cervello è, come ogni altro tessuto, collegato al sistema immunitario periferico attraverso i vasi linfatici meningei – cosi' ha affermato
Jonathan Kipnis, professore del Dipartimento UVA di Neuroscienze e direttore presso il Center for Brain Immunology and Glia (BIG) dell’Università della Virginia.

Qui nel diagramma, viene spiegato nei particolari il tragico evento:
http://vaccinepapers.org/al-adjuvant-nanoparticles-can-travel-brain/

 

Studio scientifico mostra che il tasso di mortalità infantile aumenta all'aumentare del numero di dosi vaccinali somministrate.
Qui nel sito qui sotto segnalato, trovate la traduzione dell'abstract (riassunto) dell'articolo "Infant mortality rates regressed against number of vaccine doses routinely given: Is there a biochemical or synergistic toxicity?" di Neil Z Miller e Gary S Goldman, pubblicato orginalmente sulla rivista scientifica ufficiale Human & Experimental Toxicology - 2011 September; 30(9): 1429, e reperibile su internet sul sito istituzionale medico-scientifico National Center for Biotechnology Information (.nih.gov significa che è ospitato sul sito governativo del National Institute of Health, ovvero il Ministero della Salute Federale degli USA):
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3170075/
Continua QUI: http://scienzamarcia.blogspot.it/2013/03/studio-scientifico-mostra-che-il-tasso.html

In questo altro studio si correla la vaccinazione con l'indice di mortalità infantile (IMR).
Nonostante gli USA siano la nazione con la più alta percentuale di vaccinati, con 26 dosi di vaccino nei neonati prima dell'anno di vita, ed i vaccini sono in aumento, sono al 34° posta nella classifica per quanto riguarda la mortalità infantile.
Gli autori concludono affermando che "un esame più attento delle correlazioni tra dosi di vaccino, tossicità biochimica o sinergica e IMRs è essenziale."

Abstract
The infant mortality rate (IMR) is one of the most important indicators of the socio-economic well-being and public health conditions of a country.
The US childhood immunization schedule specifies 26 vaccine doses for infants aged less than 1 year - the most in the world - yet 33 nations have lower IMRs.
Using linear regression, the immunization schedules of these 34 nations were examined and a correlation coefficient of r ¼ 0.70 (p < 0.0001) was found between IMRs and the number of vaccine doses routinely given to infants.
Nations were also grouped into five different vaccine dose ranges: 12–14, 15–17, 18–20, 21–23, and 24–26. The mean IMRs of all nations within each group were then calculated.
Linear regression analysis of unweighted mean IMRs showed a high statistically significant correlation between increasing number of vaccine doses and increasing infant mortality rates, with r ¼ 0.992 (p ¼ 0.0009).
Using the Tukey-Kramer test, statistically significant differences in mean IMRs were found between nations giving 12–14 vaccine doses and those giving 21–23, and 24–26 doses. A closer inspection of correlations between vaccine doses, biochemical or synergistic toxicity, and IMRs is essential.

Traduzione:
Il tasso di mortalità infantile (IMR) è uno degli indicatori più importanti del benessere e della salute pubblica condizioni socio-economiche di un paese.
Il programma di immunizzazione infantile US specifica 26 dosi di vaccino per bambini di età inferiore ad 1 anno, la maggior parte nel mondo, 33 nazioni hanno ancora IMRs inferiori.
Utilizzando la regressione lineare, il programma di vaccinazione di queste 34 nazioni sono stati esaminati e un coefficiente di correlazione di r ¼ 0,70 (p <0.0001) è stato trovato tra le IMRs e il numero di dosi di vaccino di routine somministrati  ai neonati.
Le varie Nazioni sono state raggruppate in cinque diversi intervalli di dose di vaccino: 12-14, 15-17, 18-20, 21-23, 24-26 ed i IMRs medi di tutte le nazioni, all'interno di ogni gruppo, sono stati quindi calcolati.
L'analisi di regressione lineare di IMRs medi ponderati, ha mostrato una correlazione statisticamente significativa tra l'aumento di un elevato numero di dosi di vaccino e l'aumento dei tassi di mortalità infantile, con r ¼ 0.992 (p ¼ 0,0009).
Utilizzando il test di Tukey-Kramer, sono state trovate differenze statisticamente significative nella IMRs medie,  tra le nazioni che danno 12-14 dosi di vaccino e quelli che danno 21-23 e 24-26 dosi. Un esame più attento delle correlazioni tra dosi di vaccino, tossicità biochimica o sinergica e IMRs è essenziale.

Elenco degli stati US con una qualche esenzione dai vaccini

Un altro studio afferma lo stesso principio e cioè forte correlazione fra % di vaccinazioni e morti o ricoveri ospedalieri.
Questi studi sono supportati  dal fatto che il Mississippi (US) è lo stato al mondo con la maggiore percentuale di vaccinati.

Fonte: http://het.sagepub.com/content/early/2011/05/04/0960327111407644.full.pdf+html
 
http://het.sagepub.com/content/31/10/1012.full.pdf+html


Infatti in quello stato ogni 1.000, nel primo anno di vita ne muoiono 9,1,  e sono tutti bambini vaccinati !

Elenco nazioni e mortalita' infantile

Fonte:
https://www.washingtonpost.com/news/storyline/wp/2015/01/30/mississippi-yes-mississippi-has-the-nations-best-child-vaccination-rate-heres-why/
Anche queste ricerche, indicano che: piu' e' alta la percentuale di vaccinazioni (vaccinati) su un territorio, maggiore sarà la mortalità infantile e l'ospedalizzazione.

La REALTA' e' che I VACCINI STANNO AMMALANDO e/o UCCIDENDO I NOSTRI BAMBINI: http://www.boughtmovie.com/are-vaccines-killing-our-babies/
Ecco la descrizione di tutti i meccanismi biologici e psichici, dei danni (occulti e/o palesi) dei Vaccini !


Ricerca medica sul collegamento fra Vaccini e malattie autoimmuni
!
http://info.cmsri.org/the-driven-researcher-blog/first-medical-textbook-devoted-to-research-linking-vaccines-to-autoimmunity

Un documento RISERVATO dell’azienda farmaceutica GlaxoSmithKline, di cui recentemente la stampa è venuta a conoscenza, rivela che, in un periodo di due anni, 36 bambini sono morti dopo aver ricevuto il vaccino 6 – in – 1, Infanrix Hexa.
 

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Più vaccini infantili aumentano e piu' sono drammaticamente legati alla mortalità  - 19/12/2013
Un nuovo studio pubblicato sulla rivista Vaccinehas ha portato alla luce un estremamente preoccupante lato oscuro ancora praticamente non dichiarata riguardo alle campagne di "immunizzazione" all'interno dei paesi a basso reddito, vale a dire, l'osservazione che la mortalità infantile aumenta, quando il numero di vaccini aumenta co-somministrati; una constatazione diametralmente opposta alla convinzione diffusa che la vaccinazione è sempre un intervento salvavita, e che più vaccini somministrati ai bambini meglio stanno.
Nuovo studio Link DTP e vaccini per la febbre gialla e neonati morti
Il nuovo studio osservazionale dalla dell'Africa occidentale Paese Guinea-Bissau dal titolo "La co-somministrazione di vaccino del morbillo e vaccini febbre gialla e vaccini pentavalente inattivati, ​​sono associati ad un aumento della mortalità rispetto a morbillo e solo febbre gialla," [i] si apre con un riferimento all'osservazione già consistente nella letteratura biomedica che la co-somministrazione di inattivato difterite-tetano-pertosse vaccino (DTP) e vaccini attenuati del morbillo (MV) aumentano la mortalità rispetto a ricevere solo MV. [Ii] [iii]
Lo scopo della nuova indagine è stato quello di determinare se la co-somministrazione di vaccino pentavalente (PV) con la MV e vaccino contro la febbre gialla (YF) ha avuto effetti negativi simili. Sia fotovoltaico e vaccini YF sono stati introdotti in Guinea-Bissau nel 2008, con PV contenente 5 antigeni del vaccino in un solo colpo (tipo DTP-H. Influenza B-epatite B).
I risultati dello studio sono emersi da uno studio randomizzato, studio clinico controllato con placebo, condotto nel periodo 2007-2011, in cui ricercatori hanno somministrato vitamina A a contatti di vaccinazione di routine tra i bambini di età compresa tra 6-23 mesi nelle aree urbane e rurali della Guinea-Bissau. Un totale di 2331 bambini sono stati randomizzati a placebo, la ricezione di entrambi i vaccini vivi solo (MT o MT + YF) o una combinazione di vaccini anche inattivati ​​(MV + DTP o MT + YF + pentavalente).
Quando la mortalità è stata confrontata, il rapporto tra tasso di mortalità aggiustato (MRR) per i vaccini anche inattivati ​​co-somministrati rispetto ai vaccini singoli è stato solo più di tre volte superiore (3.24 (1.20-8.73). Quando MV + YF + pentavalente è stato confrontato con MV + YF solo, l'adjusted MRR era quasi otto volte superiore (7,73 (1,79-33,4)) per la combinazione dei tre vaccini contro due.

I ricercatori hanno concluso:
In linea con precedenti studi di DTP, i risultati attuali indicano che il vaccino pentavalente co-somministrato con MV e YF è associata ad un aumento della mortalità.

Multiple Infant Vaccines Linked To Dramatically Increased Mortality - 19/12/2013 
A new study published in the journal Vaccinehas brought to light an extremely disturbing though still virtually unreported dark side to immunization campaigns within low-income countries, namely, the observation that infant mortality sometimes increases when the number of co-administered vaccines increases; a finding diametrically opposed to the widely held belief that vaccination is always a life-saving intervention, and that the more vaccines administered to infants the better.

New Study Links DTP and Yellow Fever Vaccines To Infant Deaths
The new observational study from the West African country Guinea-Bissau titled, "Co-administration of live measles and yellow fever vaccines and inactivated pentavalent vaccines is associated with increased mortality compared with measles and yellow fever vaccines only,"[i] opens with a reference to the already consistent observation in the biomedical literature that the co-administration of inactivated diphtheria-tetanus-pertussis (DTP) vaccine and live attenuated measles vaccine (MV)increases mortality compared with receiving MV only. [ii] [iii]

The purpose of the new investigation was to determine whether co-administration of pentavalent vaccine (PV) with MV and yellow fever vaccine (YF) had similar negative effects. Both PV and YF vaccines were introduced in Guinea-Bissau in 2008, with PV containing 5 vaccine antigens in one shot (DTP-H. Influenza type B-Hepatitis B).

The study findings emerged from a randomized, placebo-controlled clinical trial conducted in 2007-2011, where researchers administered vitamin A at routine vaccination contacts among children aged 6-23 months in urban and rural Guinea-Bissau. A total of 2331 children were randomized to placebo, receiving either live vaccines only (MV or MV+YF) or a combination of live and inactivated vaccines (MV+DTP or MV+YF+pentavalent). 

When mortality was compared, the adjusted mortality rate ratio (MRR) for co-administered live and inactivated vaccines compared with live vaccines only was over three times greater (3.24 (1.20-8.73). When MV+YF+pentavalent was compared with MV+YF only, the adjusted MRR was almost eight times greater (7.73 (1.79-33.4)) for the combination of the three vaccines versus two.

The researchers concluded:
 In line with previous studies of DTP, the present results indicate that pentavalent vaccine co-administered with MV and YF is associated with increased mortality.

Pentavalent and Yellow Fever Vaccines Already Linked To Fatalities
This finding takes on a more disturbing light when one considers that by the end of 2013, largely through the efforts of the Global Alliance for Vaccines and Immunisation (GAVI), pentavalent vaccines will have reached close to 200 million children in 72 developing countries. GAVI also states that yellow fever vaccines have been administered to 60 million children, "averting an estimated 160,000 future deaths." Pentavalent vaccines have already created widespread controversy by being linked to clusters of infant deaths in every Southeast and South Asian country where they have been introduced, including Bhutan, Sri LankaVietnam and India. Similarly, yellow fever vaccines have been linked to deaths as far back as 2001, when 7 people were found contracting yellow fever and dying from the vaccine itself. The obvious question then emerges: Could both the pentavalent and yellow fever vaccines actually be increasing mortality despite GAVI's position that they are a life-saving intervention that presumably should be administered to every at risk child in the developing world?

What adds additional weight to this concern is that there is already a well-established history of DTP (and oral polio) vaccines being linked to increased morbidity and mortality in low-income countries, starting with this 2000 BMJ article also in a population of vaccinated infants from Guinea-Bissau that found recipients of one dose of DTP or polio vaccines had higher mortality than children who had received none of these vaccines. A 2011 study of Guinea-Bissau females found DTP vaccine administered simultaneously with measles vaccine is associated with increased morbidity and poor growth in girls.[iv] Clearly the vaccines can cause significant harm. Another far more recent study published this year in the journal Tropical Medicine and International Health found that DTP vaccination is responsible for higher mortality among Indian girls. Another 2005 study on vaccinated female infants in India found that those who receive both the tuberculosis vaccine Bacillus Calmette–Guérin (BCG) and DTP experience significantly higher mortality than those who receive only one of the two vaccines.[v]

Given the multitude of studies showing vaccine-induced harm, including increased infant mortality, especially for DTP vaccines, one wonders how global vaccination campaigns can blatantly promote them as infallibly effective and extremely safe.

Evidence That Vaccines Are Toxic Exposures
It has been hypothesized that this association with DTP vaccines and increased mortality may be due to the Th2-polarising effect of the aluminum phosphate adjuvant in the vaccine, as well as the chronic inflammation caused by the intramuscular administration of the vaccine at the site of injection, [vi] but another obvious explanation is that the vaccines themselves are toxic exposures, with the more vaccines given to infants the higher the likelihood of synergistic toxicity and resultant morbidity and mortality.

Exactly this possibility was raised by a 2011 study published in the journal Human and Experimental Toxicology titled, "Infant mortality rates regressed against number of vaccine doses routinely given: Is there a biochemical or synergistic toxicity?",[vii] which brought to the fore the fact that, "The infant mortality rate (IMR) is one of the most important indicators of the socio-economic well-being and public health conditions of a country. The US childhood immunization schedule specifies 26 vaccine doses for infants aged less than 1 year-the most in the world-yet 33 nations have lower IMRs." The study found that there is a highly statistically significant correlation between increasing number of vaccine doses and increasing infant mortality rates.

With the ongoing expansion of immunization schedules in the U.S. and globally, justified by the idea that more vaccines, and more vaccine antigens combined within each injection, will confer greater overall benefit to health (that far outweigh the risks of the vaccines themselves), and by 'vaccine safety' spokespersons such as Paul Offit claiming as many as 10,000 vaccines can be administered to a child at once safely, this new study indicates quite the opposite is true.
Notes:
[i] Ane Bærent Fisker, Henrik Ravn, Amabelia Rodrigues, Marie Drivsholm Ostergaard, Carlito Bale, Christine Stabell Benn, Peter Aaby. Co-administration of live measles and yellow fever vaccines and inactivated pentavalent vaccines is associated with increased mortality compared with measles and yellow fever vaccines only. An observational study from Guinea-Bissau. Vaccine. 2013 Dec 7. pii: S0264-410X(13)01663-0. doi: 10.1016/j.vaccine.2013.11.074.

[ii] J Agergaard, E Nante, G Poulstrup, J Nielsen, K L Flanagan, L Østergaard, C S Benn, P Aaby.Diphtheria-tetanus-pertussis vaccine administered simultaneously with measles vaccine is associated with increased morbidity and poor growth in girls. A randomised trial from Guinea-Bissau. Vaccine. 2011 Jan 10;29(3):487-500. Epub 2010 Nov 18. PMID: 21093496

[iii] Peter Aaby, Sidu Biai, Jens Erik Veirum, Morten Sodemann, Ida Lisse, May-Lill Garly, Henrik Ravn, Christine Stabell Benn, Amabelia Rodrigues. DTP with or after measles vaccination is associated with increased in-hospital mortality in Guinea-Bissau. Vaccine. 2007 Jan 26;25(7):1265-9. Epub 2006 Oct 18.

[iv] J Agergaard, E Nante, G Poulstrup, J Nielsen, K L Flanagan, L Østergaard, C S Benn, P Aaby.Diphtheria-tetanus-pertussis vaccine administered simultaneously with measles vaccine is associated with increased morbidity and poor growth in girls. A randomised trial from Guinea-Bissau.Vaccine. 2011 Jan 10;29(3):487-500. Epub 2010 Nov 18. PMID: 21093496

[v] Lawrence H Moulton, Lakshmi Rahmathullah, Neal A Halsey, R D Thulasiraj, Joanne Katz, James M Tielsch. Evaluation of non-specific effects of infant immunizations on early infant mortality in a southern Indian population. Trop Med Int Health. 2005 Oct;10(10):947-55. PMID: 16185228

[vi] Mogens Helweg Claesson. Immunological Links to Nonspecific Effects of DTwP and BCG Vaccines on Infant Mortality. J Trop Med. 2011 ;2011:706304. Epub 2011 May 5. PMID: 21760811

[vii] Neil Z Miller, Gary S Goldman. 
Infant mortality rates regressed against number of vaccine doses routinely given: Is there a biochemical or synergistic toxicity? 
Hum Exp Toxicol. 2011 May 4. Epub 2011 May 4. PMID: 21543527


Fonte:
http://www.naturalblaze.com/2013/12/multiple-infant-vaccines-linked-to.html#sthash.IeObrriu.dpuf

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

BIMBO di 2 anni “muore nelle culla” - SASSARI – Ott. 2011
“Forse” ucciso dal rigurgito il bambino di due anni trovato morto nel lettino. Oggi si farà l'autopsia sul corpo del piccolo. Cordone di solidarietà intorno ai genitori sotto choc
Per avere la certezza bisogna aspettare il risultato dell'autopsia, (NdR: purche’ non sia “guidata”..), che sarà eseguita oggi o domani nell'istituto di Patologia forense, ma per il momento tutte le circostanze fanno ritenere che sia stato un rigurgito a uccidere il bambino sassarese di due anni morto sabato pomeriggio in circostanze drammatiche in un quartiere della periferia cittadina.
Il piccolo, che da qualche giorno accusava i sintomi di un'apparente sindrome influenzale, (NdR: quanto vaccini ha subito da quando e' nato ? e per caso era stato vaccinato per l’influenza ?) alle 15,45 è stato trovato agonizzante dalla madre che poco prima lo aveva messo a letto per farlo riposare. La donna si è resa conto subito delle condizioni disperate del suo bambino e ha chiamato il 118, che è arrivato a tempo di record nell'abitazione.
Come sempre capita in questi casi, e nonostante al momento tutto sembri chiaro, la magistratura decide di fare accertamenti sulle circostanze delle morti improvvise. In tutti i casi i vari procuratori della Repubblica dispongono che sia eseguito l'esame necroscopico (autopsia).

LUCCA - 03 Gen. 2012
A causare la morte in culla, stando all'esito dell'autopsia sul corpo del neonato, "si pensa" che sia stato un rigurgito. Il bimbo di 3 mesi era stato trovato privo di vita l'altro ieri mattina, nella sua culla a Torre del Lago (Lucca) dai genitori, una coppia di immigrati polacchi. 

ACQUAFORMOSA - 21 Ott. 2013 - Un neonato di poco più di un mese è morto ad Acquaformosa, centro arbreshe della provincia di Cosenza.
Secondo le prime “ipotesi” il piccolo potrebbe aver avuto un rigurgito in culla. Ad un certo punto si sono accorti della tragedia:
il neonato non respirava più. Immediato l'intervento dei medici del 118, che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.
Il corpo del piccolo si trova ora all'ospedale di Castrovillari, in attesa della decisione della procura sull'eventuale autopsia.

FIORANO – 28 Feb.2013  - Muore bimbo di 3 mesi: forse la causa un rigurgito
Tragedia a Fiorano. La madre ha scoperto che il piccolo nella culla non respirava più. Inutili i tentativi di rianimarlo. Probabile causa: un rigurgito. Si farà l’autopsia sul corpicino del bimbo di 3 mesi morto “probabilmente” per un rigurgito dopo essere stato messo a dormire dalla madre.

Torre Vado, marina di Morciano di Leuca - 22 Ago. 2013 - Il secondogenito, di una famiglia del paese, un bambino maschio, è morto “forse” a causa di un rigurgito. Il piccolo, secondogenito della giovane coppia romana in vacanza a Morciano, la notte scorsa - a quanto si è saputo - stava dormendo nel letto matrimoniale con i genitori. È stata la madre ad accorgersi che non respirava più e ha dato l'allarme.

MONTE PORZIO CATONE - Il bambino è morto per un rigurgito 02/06/2013 06:01
“Forse” e’ stato un rigurgito ad uccidere il bimbo trovato senza conoscenza nel lettino di un asilo nido e dichiarato morto poco dopo all’ospedale di Frascati.
Il piccolo, che aveva compiuto un anno la scorsa settimana, sarebbe dunque rimasto soffocato. Questo l’esito dell’autopsia disposta dalla direzione del «San Sebastiano» di Frascati ed eseguita venerdì. Un esito che potrebbe cambiare il quadro della situazione: non dunque una malformazione congenita o una inspiegabile «morte in culla» come si era pensato sin dal primo momento: ad uccidere il bimbo è stato ciò che aveva mangiato prima di essere messo nel suo lettino per il riposo pomeridiano e che gli ha impedito di respirare.
Definitivamente scartata a priori…, inoltre, che a provocare la morte del bimbo potesse essere stato il vaccino trivalente che gli era stato somministrato il giorno prima.

FRASCATI _ 2013 - Un’ostruzione delle vie respiratorie "provocate forse" da un rigurgito. Questo, a quanto si è appreso, il "risultato dell’autopsia" svolta sul bambino di un anno morto mercoledì scorso all’ospedale di Frascati dopo che il giorno prima era stato vaccinato con quello stesso vaccino esavalente illegale che prosegue ad essere somministrato anche quando normative Europee imponevano il ritiro precauzionale per la contaminazione batterica verificatasi lo scorso ottobre.
Un’ostruzione alle vie respiratorie in un bambino di un anno, a maggior ragione se causata da banale rigurgito, mette in atto un riflesso importante e primitivo dell’essere umano: la tosse !
Nel servizio televisivo del TG1 la responsabile dell’asilo nido aveva riferito che il bambino era molto sudato, pertanto se vi fosse stato rigurgito e/o ancor peggio un segnale di ostruzione alle vie respiratorie non avrebbe potuto non notarlo durante l’esecuzione delle manovre di primo soccorso. Gli stessi genitori hanno dichiarato che il bambino godeva di buona salute, pertanto è ipotizzabile escludere una situazione cronica di reflusso gastroesofageo che avrebbe potuto giustificare il rigurgito con l’età del bambino.
Sensazionale il dono della preveggenza e la tempestività con la quale alcuni medici e giornalisti, ancor prima dell’esecuzione dell’autopsia, dichiaravano l’innocuita' della vaccinazione: sono meglio dei dei maghi !  O meglio, sono coloro che, in gergo tecnico, lanciano le “linee guida” per il medico legale che sarà chiamato ad effettuare l’autopsia.

Il quadro descritto purtroppo sembra proprio combaciare con la "sindrome della morte improvvisa del lattante" (SIDS - sudden infant death syndrome): si definisce così la "morte di un bambino in età compresa fra 1 e 12 mesi, inattesa sulla base dell'anamnesi (storia clinica) e che rimane senza spiegazione dopo un esame autoptico approfondito".
L'evento capita quasi sempre di notte (e comunque durante il sonno), più spesso in bambini fra i 3 e i 6 mesi, ma fino ai 3 anni, soprattutto d'inverno; spesso viene riferito un episodio di infezione delle prime vie aeree o di vomito o di diarrea nei giorni precedenti, ma sono assenti segni di allarme, tipo febbre o convulsioni; nessun elemento di rilievo è evidenziabile all'osservazione del bambino (fratture, esantemi).

VICENZA - 20 Feb. 2012 - Bambino di due mesi muore in casa per un soffocamento da rigurgito
Un bambino di due mesi è morto nelle prime ore di ieri nell'abitazione dei genitori a Passo di Riva di Dueville (Vicenza) La vittima, Baba Diop K., è spirata verso le 5.40 di ieri mattina in via Brenta. Secondo gli accertamenti del Suem il neonato è deceduto per un “probabile soffocamento da rigurgito”. Saranno ora gli accertamenti medici (NdR: che escluderanno cause vaccinali a priori) e forse l'autopsia a chiarire le cause esatte della morte ? NO  perche’ sono pilotate per escludere i vaccini…..

Italy, Maserada s/ Piave (TV) - 18/06/2013
Un'altro bambino di 5 mesi appena, Lorenzo Denis, è stato trovato morto dai genitori nella sua culla. Alle 7 di ieri mattina la mamma, Maura Fuser, è andata in camera da letto e si è resa conto che il bambino non respirava più.
Immediatamente lei ed il marito, Mirco, residenti in vicolo Piave a Salettuol, hanno tentato di rianimarlo ed hanno dato l’allarme. Sul posto poco dopo è arrivata un’ambulanza, ma per il bambino non c’era già più niente da fare: per i sanitari non è rimasto altro da fare che constatarne il decesso.
Ieri mattina la mamma era già salita in camera ed il bambino stava bene. Poi era scesa per fare colazione, ma quando è ritornata in camera da letto ha visto che non respirava.
Era nato sano ed era cresciuto in ottima forma; Il piccolo non aveva malformazioni, né altro che potesse far pensare fosse in pericolo di vita, ma era stato vaccinato con l’esavalente. Oltre ai genitori lascia anche un fratellino di poco più di un anno, Lorenzo.
...e la lista continua....in Italia c.a. 500 bambini all'anno muoiono di sids !

ANCORA UNA BAMBINA MORTA DOPO la SOMMINISTRAZIONE dell'ESAVALENTE. - Luglio 2013
Questo VACCINO e' stato RITIRATO IN MOLTI PAESI MA NON IN ITALIA. RISARCIMENTO RECORD, PERO' NESSUNO RIDARA' PIU' LA BIMBA AI GENITORI. - Muore in culla a causa del vaccino Infanrix, risarcimento record ai genitori.
La loro bambina è morta di
Sids ("morte in culla") a pochi giorni dalla vaccinazione con il vaccino Esavalente.
Il tribunale di Pesaro ha deciso un risarcimento record di 200 mila euro alla famiglia, più un vitalizio di circa 700 euro al mese ed un ulteriore indennizzo ancora da quantificare. Una sentenza storica per l'Italia.


"Vaccine Nation" è un documentario che racconta l'incredibile storia di Alan Yurko e della sua famiglia.

Vaccini obbligatori o no, tutti quanti sono da sempre sbandierati come utili e sicuri anche e non solo dal Ministero della salute, ma esiste una sentenza ben precisa (ignorata da tutti…) che mostra come tali distinzioni fra vaccini obbligatori e non, NON possono sussistere - vedi: Sentenza Corte Costituzionale
Le famiglie dei danneggiati da vaccino dal canto loro sottolineano “lo stato di abbandono in cui sono  state lasciate dalle cosiddette “istituzioni che dovrebbero tutelare”, infatti “tutelano” ma solo i fatturati di Big Pharma….". + Corruzione per i Vaccini

Video su: I BAMBINI NON VACCINATI SONO molto PIU' SANI di quelli VACCINATI !
Nel 1992 I.A.S. ha condotto un sondaggio sulla salute e la vaccinazione dei bambini della Nuova Zelanda ed ha trovato solide prove scientifiche che I BAMBINI NON VACCINATI sono PIU' SANI dei loro coetanei vaccinati !

Uno studio scientifico mostra che il vaccino quadrivalente per il papilloma virus può causare vasculopatia autoimmuni fatali (ovvero mortali).
Lo studio realizzato dai due medici canadesi Lucija Tomljenovic e Cristopher A. Shaw si intitola "Morte dopo il vaccino contro il papilloma virus, c'è una relazione causale o è una coincidenza ? " e si può leggere (in inglese) al seguente link
http://sanevax.org/wp-content/uploads/2012/10/Tomljenovic-Shaw-Gardasil-Causal-Coincidental-2167-7689-S12-001.pdf.
Le conclusioni dell'articolo non sono per niente ambigue: il vaccino in questione può innescare una reazione autoimmune che può essere talora mortale. Le conclusioni sono motivate dal fatto che molte delle reazioni avverse a tale vaccino finora registrate corrispondono a sintomi di vasculopatia cerebrale.
Studi come questo ovviamente mettono in un angolo tutti i ministeri della sanità che negano continuamente ogni correlazione tra le morti ed i vaccini.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

video del dott. Massimo Montinari a Don Chisciotte  - Ott. 2012


Bimbo di 14 mesi MORTO nel sonno a S. Carlo
– Padova, 26 feb. 2003

Una vicenda tragica, iniziata  quattro giorni fa. Appena dopo pranzo i genitori Sara e Diego mettono  a letto il bellissimo bambino dagli occhi verdi. Verso le 17 la coppia, notando che il figlioletto stava dormendo più del solito, si  recano nella sua stanzetta. Immediatamente - entrambi lavorano nella  sanità - si accorgono che Emiliano non respira più.
Tentano di  rianimarlo con più tentativi, chiamano l'ambulanza. Ma la corsa  all'ospedale si rivela inutile. I medici non possono fare altro che  constatare il decesso. Eppure Emiliano era sanissimo pero' era stato vaccinato con un  vaccino trivalente per  il morbillo, la  parotite e la rosolia, oltre a quello per la polio, vaccini somministrati una 6 giorni prima.

 


Descrizione particolareggiata del Meccanismo dei DANNI dei Vaccini, delle Amalgami dentali e/o Metalli Tossici  (che hanno le madri durante la gravidanza) Questo meccanismo vale anche per TUTTI i Vaccini !
 


VACCINAZIONI e SIDS
Tra i 2 ed i 4 mesi i bambini iniziano il loro ciclo di vaccinazione. Questo periodo coincide con il picco del rischio di SIDS. Sebbene il dibattito scientifico sia ancora aperto su questa coincidenza, molti ricercatori vedono un nesso tra le due cose ipotizzando che la SIDS sia causata da infezioni batteriche.
 

Ecco un altro Danno da Vaccino:
Siccome siamo ormai alla 4° generazione di vaccinati, i genitori “regalano” le loro mutazioni genetiche occulte (portatori sani) ai loro figli e di generazione in generazione il sistema sopravvivenza della specie e’ messo sempre piu’ in pericolo, facendosì che bastano delle semplici e comuni proteine tossiche chiamate “virus”, perche si sia trovato nei 3/4 dei parti bimbi morti, il nesso con questo tipo di proteine virali vaccinali.

SYDNEY – AU, Giu., 2008 - Dei comuni virus, come quelli dell'herpes, sono coinvolti in ben tre quarti di tutte le nascite con feto morto. Lo hanno scoperto gli scienziati australiani dell'ospedale Prince of Wales di Sydney, guidati dal virologo Bill Rawlinson, che solo in Australia arrivano a circa 2000 l'anno e questi nati morti sono in aumento anche nel resto del mondo, grazie alle vaccinazioni inoculate sulla ignara popolazione mondiale e perpetrate di generazione in generazione.

Commento NdR: Questi ricercatori hanno solo scoperto la punta dell’Iceberg (Danni dei vaccini trasmissibili alla prole), ma non hanno voluti approfondire…le Cause VERE di quel grave ed ulteriore problema che i Vaccini generano !

IMPORTANTE: OGNI tipo di Vaccino produce Stress ossidativo cellulare e quindi tissutale !

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ammazzato dai Vaccini
Gabriele Biscardi ha 4 mesi e mezzo quando il 28/04/2007 ad asiago (VI) i genitori si accorgono che NON respira piu’. Corrono all’ospedale, ma e’ troppo tardi. I genitori presentano una denuncia, affermando che: “DOPO la vaccinazione (la prima), Gabriele NON e’ piu’ stato bene; dormiva poco, era agitati, spesso con febbriciattole”.
Nello spazio di un mese e mezzo si arriva alla fine ed un medico viene indagato per omicidio colposo.
Tratto da: Il Gazzettino - 14/03/08

Un'ALTRO dei circa  800 bambini morti, all'anno in Italia....e nessuno dice nulla....!
Rovolon (Padova)
Il dramma si è consumato nell'abitazione della famiglia .............
La mamma è entrata nella cameretta per vedere se stava dormendo, l'ha accarezzato, lo ha preso in braccio è si è accorta che il visetto era già cianotico.

Tre giorni prima era stato vaccinato, ma eccetto qualche giorno di irritabilità poi non aveva manifestato nient'altro; e cosa può manifestare un bimbo di tre mesi nato sano, ma ammalato dai vaccini ?
Il referto medico parla di “morte bianca”, sempre per depistare dalla Causa Vaccinale !
Tratto da:
http://www.ilgazzettino.it

Commento NdR: Le morti, la sofferenza e gli handicap, causati dai vaccini, sono uno costo sbalorditivo finanziario e personale per le famiglie ed i contribuenti, oltre al dolore ed alla sofferenza......

A questi Danni DIRETTI dei Vaccini + Danni delle Amalgami dentali, occorre aggiungere che vi e' la possibilita'  che i soggetti (bambini e ragazzi + adulti) possano morire improvvisamente perche' indotti alla morte dalla cosiddetta "sindrome di Brugada = Sindrome della morte improvvisa sindrome che e' legata a disfuzioni del Cuore, che essendo vaccinati si slatentizza, cioe' si scatena, generando la morte.
Per le morti improvvise nei ragazzi, giovani ed adulti (che fano sport ed improvvisamente muoiono) se negli stadi o palestre vi fosse la disponibilita' di avere un defibrillatore, molte morti potrebbero essere evitate.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

MORTE in culla e la vaccinazione DPT
La protezione farmacologica propinataci contro la morte in culla ? Ma è proprio questa stessa protezione farmacologica, con i vaccini dati in giovanissima età, che sembra causare la moria dei nostri bambini !
Citiamo dal libro della Dottoressa Viera Scheibner:
Uno studio condotto negli USA su settanta casi di morte in culla selezionati a caso ha evidenziato che ben il 66% dei bambini deceduti aveva ricevuto il vaccino DTP (difteria, tetania, pertosse) poco tempo prima della morte: 6,5% entro le 12 ore, 13% entro 24 ore, 26% entro 3 giorni, 37% entro una settimana, 61% entro due settimane e 70% entro 3 settimane. 
E' stato anche scoperto che i casi di morte in culla dei bambini non vaccinati si concentravano nel periodo invernale, le morti dei bambini vaccinati succedevano durante tutto l'arco dell'anno, ma comunque sempre nel periodo subito dopo la vaccinazione.
Le registrazioni del respiro dei neonati prima e dopo le vaccinazioni hanno mostrato un respiro normale nei sei giorni precedenti, ed un respiro a tratti difficoltoso durante i 12 giorni seguenti. 
I periodi di respiro difficoltoso coincidevano con l'incidenza delle morti in culla a seguito della vaccinazione in 41 dei casi. Questa correlazione fu oggetto di uno studio separato. 
Quando in Giappone, nel 1974, è stata innalzata l'età minima per ricevere la vaccinazione DTP a due anni, la morte in culla a seguito delle vaccinazioni è praticamente scomparsa ed il Giappone ha avuto, da quel periodo in poi, la mortalità infantile più bassa al mondo. 
Forse sarebbe il caso di valutare queste statistiche e di trarre le dovute conseguenze anche in Italia, invece di proporre, come fa il nostro ministro dalla sanità, sempre nuove forme di "protezione farmacologica". 
Oppure dobbiamo pensare che il nostro sistema sanitario, incluso lo stesso ministero, siano sotto l'influenza di una lobby farmaceutica così potente da considerare qualche morte "roba da poco"?

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

MORTE in culla
e' facilmente provocata dalle sostanze Tossiche dei Vaccini - vedi: Contenuto dei Vaccini  
Vi e' anche la possibilita' che essa derivi da malformazioni genetiche al Cuore, ereditate da genitori a loro volta Vaccinati !


Es.:
Milano, 9 mag. 2008 (Adnkronos Salute) -
Dietro la morte improvvisa di un bambino o di un adolescente che corre o gioca a pallone con gli amici, spesso c'è una malattia cardiaca di origine genetica, la "tachicardia ventricolare polimorfa catecolaminergica" (cpvt). Oggi per questi giovanissimi arriva una buona notizia da uno studio italo-olandese, pubblicato sul New England Journal of Medicine e condotto dai ricercatori dell'Istituto auxologico italiano. La ricerca testimonia, su un piccolo gruppo di pazienti, l'utilità di un intervento chirurgico 'ad hoc'.
Oggi infatti, ricordano i ricercatori dell'Istituto auxologico italiano in una nota, i ragazzi con questa forma di tachicardia sono trattati con farmaci beta-bloccanti, ma questi medicinali sono efficaci solo nel 60-70% dei casi. Negli altri, che continuano ad avere aritmie, l'approccio è quello di ricorrere a un defibrillatore automatico impiantabile.

Ma nella maggioranza dei casi questi apparecchi sono associati a un alto numero di complicazioni e, soprattutto nei pazienti con Cpvt possono avere devastanti effetti psicologici. Ogni volta che questi ragazzi si sottopongono a qualche modesto sforzo fisico, infatti, possono partire le aritmie che fanno scattare gli shock del defibrillatore. Il dolore prodotto dagli shock (simile a un calcio di cavallo), insieme alla paura, fanno ripartire le aritmie con un terribile circolo vizioso.
Proprio pensando a questi pazienti Peter J. Schwartz, direttore del Laboratorio di biologia molecolare dell'Istituto, insieme ad Arthur Wilde dell'Università di Amsterdam, ha esaminato tre pazienti con gravi forme di Cpvt resistenti alla terapia farmacologia e che in un caso hanno richiesto l'impianto del defibrillatore. In tutti i pazienti Attilio Odero, direttore della chirurgia vascolare all'Università di Pavia, ha effettuato un delicato ma breve (30 minuti) intervento chirurgico, proposto da Schwartz per la prevenzione della morte improvvisa: la denervazione cardiaca simpatica di sinistra.

Si tratta, spiegano i ricercatori in una nota, del taglio dei più importanti nervi simpatici che, sotto stress, rilasciano noradrenalina nel cuore scatenando così aritmie fatali. Il primo dei tre pazienti, un ragazzo italiano, fu operato 20 anni fa a 18 anni dopo molti svenimenti seguiti da un arresto cardiaco, ed è stato seguito nel tempo da Mario Facchini, all'Ospedale San Luca a Milano.
Dopo l'intervento non ha più presentato nessun svenimento. Il lungo periodo di follow-up senza eventi "è altamente dimostrativo dell'efficacia dell'intervento - prosegue la nota - e questa terapia, già dimostratasi efficace nella sindrome del Qt lungo (altra malattia genetica con alto rischio di morte improvvisa da stress), sembra in grado di migliorare grandemente la qualità di vita dei giovani pazienti con Cpvt".

Il team Schwartz-Odero lavora insieme da quasi 30 anni, e i due sono stati spesso invitati insieme in Paesi come Cina e Olanda per curare e operare questi pazienti. Appena tre settimane fa una ragazzina di 14 anni con Cpvt e frequenti scariche dal defibrillatore, il cui fratello era morto a 11 anni giocando a pallone, è stata mandata dalla Russia a Pavia come ultimo tentativo per farla vivere in modo normale. All'arrivo la ragazza si rifiutava di fare la minima attività fisica per il terrore di nuovi shock.
Una settimana dopo l'intervento ha effettuato una normale prova da sforzo senza alcuna aritmia.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Tachicardia ventricolare polimorfa catecolaminergica
Nella maggior parte dei casi non è rilevabile con un semplice ECG, che restituisce dati normali anche in soggetti a rischio. L’unica indagine che può rilevarla è l’ECG da sforzo. La terapia prevede farmaci antiaritmici e, nei casi più gravi, defibrillatore.
Si manifesta in giovani con cuore apparentemente sano ed in assenza di cardiomiopatie, può essere fatale dopo uno sforzo fisico o in seguito ad una emozione molto intensa.
Il responsabile della malattia è un difetto genetico del gene rianodinico di tipo 2 (RyR2), che causa un aumento cellulare di calcio libero, rendendo ipereccitabile la cellula e scatenando aritmie.
E’ un difetto a trasmissione ereditaria, che mette a serio rischio la vita dell’individuo. L’identificazione del gene è stata casuale, in seguito all’aver salvato una 25enne che aveva avuto un arresto cardiaco e, le cui due sorelle, erano decedute per morte improvvisa.
I soggetti in questione non presentavano alcuna patologia cardiaca, con esami cardiologici nella norma e senza variazioni visibili all’ECG.
La prevenzione di aritmie gravi passa dalla terapia farmacologia con beta bloccanti e dal divieto di sottoporsi a sforzi intensi.

La Sindrome di Brugada
E’ una sindrome aritmica causata dal blocco della branca destra ed elevazione del segmento ST nelle derivazioni precordiali destre dell’ECG, ed ha una elevata incidenza di morte improvvisa. Nessuna evidenza di cardiopatia è visibile nei soggetti con la sindrome di Brugarda e tende ad essere geneticamente trasmissibile.
All’origine della sindrome sembrerebbe esserci una mutazione sul cromosoma 3 nel gene SCN5A che codifica una subunità alfa del canale del sodio causando una riduzione del flusso del sodio.
Attualmente, la migliore soluzione per evitare la morte, è l’impianto di un defibrillatore.
Il defibrillatore impiantabile è un piccolo contenitore metallico posto sotto il muscolo pettorale, è collegato ad un cavo elettrico che, tramite una vena, entra nel cuore. Il computer posto all’interno del defibrillatore rileva l’arresto cardiaco attivando una scarica elettrica che scongiura l’arresto del cuore e la morte del soggetto.
Il defibrillatore può anche essere usato come congegno esterno quando, l’età o la situazione, sconsigliano un impianto.

Sindrome del QT lungo
Le sindromi del QT lungo sono caratterizzate da prolungamento dell’intervallo QT, anomalie dell’onda T, bradicardia, tachicardia ventricolare polimorfa e la torsione della punta. La sindrome del QT lungo è espressa in due forme: autosomica dominante e autosomica recessiva associata a sordità.
Le aritmie di natura genetica sono molto pericolose poiché, spesso, insorgono in un cuore apparentemente sano durante l’attività sportiva. Tutte e tre le aritmie sopra esposte appartengono a questo gruppo. L’analisi genetica dei soggetti consente di valutare il rischio di morte improvvisa, eventualmente sconsigliando l’attività sportiva.
La percentuale di aritmie pericolose è relativamente bassa e, tale pericolosità, è in rapporto con il deficit genetico.
Le aritmie atriali sono, in genere, di natura benigna e difficilmente possono portare a morte improvvisa. Le aritmie ventricolari sottendono spesso ad una malattia cardiaca.
Oltre che in atriali e ventricolari, le aritmie sono distinte in bradiaritmie (se rallentano il battito cardiaco) e tachicardie (se lo accelerano).
Non tutte le aritmie pregiudicano l’attività sportiva. Si calcola che, in Italia, il 2% degli under 35 che si sottopongono a visita medica per l’idoneità sportiva, abbiano problemi cardiologici. Nel 60% dei casi si tratta di aritmie, di cui il 10% è di origine genetica.
Tratto da: nonsolofitness.it
vedi:Dati ISTAT sui Vaccini +  Statistiche Istat sui vaccini + Contenuto dei Vaccini +  Interrogazione Parlamentare   

Commento NdR: questi studi dimostrano e confermano cio' che insegniamo da decenni e cioe' che i Vaccini producono nei soggetti sottoposti a quelle infauste pratiche in-sanitarie, spacciate per tecniche preventive, Malnutrizione con perdita di fattori vitali essenziali alla vita sana, alterazione e perdita di: enzimi, flora batterica autoctona, vitamine, minerali, proteine vitali), oltre alle mutazioni genetiche occulte, immunodepressioni, intossicazioni, infiammazioni e contaminazioni da virus e/o batteri pericolosi che nel tempo possono produrre malattie le piu' disparate !

RICERCA Parole nel SITO