Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


MORBILLO - 1
la VACCINAZIONE per il Morbillo e' molto più  RISCHIOSA della MALATTIA
Il Thimerosal dei vaccini distrugge e/o altera la flora intestinale essendo una sostanza altamente tossica

Ecco il recente studio che ha coinvolto più di 17.000 bambini fino a 19 anni
Questo studio-indagine attualmente in corso è stato avviato dall’omeopata Andreas Bachmair.

La Verita' sullo studio del dott. Wakefield
Allergie e Dermatiti con i Vaccini propinati ai bambini

Premi in denaro ai medici che vaccinano...
 
Il morbillo non e' la nuova peste
Bibliografia aggiuntiva:
http://treasoncast.com/2014/04/05/anti-vaccination-peer-reviewd-research-list/
 

Il Morbillo (definizione della medicina ufficiale) 

Continua in: Morbillo - 2

Essa dicono, i medici della medicina ufficiale, essere una malattia contagiosa, causata da un virus (FALSO perche essa nasce da problemi intestinali = intossicazioni ed infiammazioni - proprie dell'eta' pediatrica e/o giovanile - le quali tentando di uscire dalla pelle, formano il caratteristico sintomo chiamato "morbillo"- esso e' infatti una delle 5 cosiddette malattie pediatriche
- Varicella, rosolia, scarlattina, quinta e sesta malattia: colpiscono principalmente i bambini e sono in agguato soprattutto in primavera - tutti vari sintomi, non "malattie", che con la medicina naturale passano in 3 giorni, senza nessuna complicazione, che al contrario puo' intervenire, se mal curati da medici impreparati, perche' "curati". con farmaci di sintesi...) sintomo, che si trasmetterebbe da persona a persona con le goccioline di saliva emesse con la tosse (non con le flugge), con gli starnuti o parlando a distanza ravvicinata, cosi insegnano i medici allopati.
Dopo un periodo di infiammazione acuta che dura in media 10 giorni, il morbillo si manifesta con febbre alta
(fino a 40,5 gradi), tosse, raffreddore e dolori, rossori e sensibilità agli occhi, congiuntivite e la comparsa di macchioline rosse sulla pelle che, a partire dal collo e dal capo, si diffondono su tutto il corpo.
Si sviluppano dei piccoli puntini rosa con il centro grigio-biancastro all'interno della bocca. e successivamente i puntini rosa e pruriginosi appaiono sul viso per poi estendersi su tutto il corpo.

La febbre dura circa una settimana (per i bambini, specie se vaccinati di qualsiasi vaccino, che non seguono la Medicina Naturale), la presenza di macchioline da 3-5 giorni, quindi segue una fase di convalescenza. Solitamente la malattia è più grave quando colpisce i bambini molto piccoli vaccinati o gli adulti.
Il morbillo può essere una malattia molto grave, le cui complicanze (NdR: se non curata con la Medicina Naturale) più temibili sono l’encefalite, che colpisce circa 1 bambino su 1.000 malati di morbillo, e la polmonite, che colpisce il 6% circa dei bambini che hanno il morbillo.
Queste complicazioni possono determinare conseguenze permanenti, come danni cerebrali o ritardo mentale o, addirittura, condurre alla morte.

Questo e' cio' che ci dice anche il Ministero della "salute" sul morbillo ed aggiunge che nel 2002 si è verificata in Italia una estesa epidemia di morbillo, con  41.000 bambini malati, più di 1000 ricoverati in ospedale, 23 encefaliti e 4 decessi.
I casi segnalati al 98 % erano di bambini e ragazzi, super vaccinati da neonati con i vaccini (es. esavalente) quindi immunodepressi !
Ma cio' che il Ministero della NON salute, NON dice, e' che cio' e' avvenuto DOPO le campagne di vaccinazioni effettuate sui bambini, per l'epatiteB e altri vaccini multivalenti: trivalente, quadrivalente, pentavalente, esavalente + MMR e malattie neurologiche
Ministero della NON salute, ha dirigenti in conflitti di interesse, cosi come lo ISS, l'AIFA e tutti gli altri enti a tutela della salute, si, ....ma di quella dell'industria farmaceutica....
Nota bene i decessi dei bambini, sono dovuti all'impreparazione dei medici che li hanno avuti in "cura", in quanto non conoscendo tutte le tecniche della medicina naturale sono impreparati a sanare i malati !

Trovati in autopsie proteine virali (virus), anche mutati,  nei tessuti del cervello, fegato, reni, milza, nel 45% dei tessuti umani controllati !

Il POTERE delle MULTINAZIONALI FARMACEUTICHE, STA DISPERATAMENTE TENTANDO di NON FAR VENIRE alla LUCE la VERITA' sui TANTI CRIMINI VACCINALI.

SIRIA
 Vaccini assassini ! - oltre 20 Bambini uccisi dai vaccini
- 18/09/2014
 Non sono solo le bombe a fare strage in Siria. Venti bambini sono morti in seguito alla somministrazione di vaccini avariati contro il morbillo. Dopo pochi minuti dalla vaccinazione molti di loro hanno iniziato ad avere delle convulsioni. Portati in ospedale, per alcuni era già troppo tardi. Una piaga, quella del sistema di vaccinazione dei bambini, che con la guerra in Siria, ha messo in crisi la salute delle generazioni future.
 La campagna di vaccinazione era stata effettuata nell’ambito di un programma dell’Organizzazione mondiale della sanità ed è stata prontamente sospesa non appena sono stati accertati i primi decessi. Il programma dell’Oms prevede protezione dal morbillo per 1,6 milioni di bambini.
 L’Osservatorio siriano per i diritti umani precisa che altri 50 bambini sono stati ricoverati in quanto presentavano i sintomi dell’avvelenamento dopo essere stati vaccinati nella zona di Maarat al-Nuaman a sud di Aleppo. Si teme che i bambini la cui vita è a rischio siano molti di più, poiché ogni flacone di vaccino contiene 40 dosi
 L’organizzazione umanitaria Save The Children si è detta «sconvolta» e «profondamente rattristata» da quanto accaduto e aiuterà le autorità in ogni modo possibile per scoprire cosa sia realmente accaduto.
 
 Nuova strage di bambini siriani nel 2016 ! - 36 Bambini uccisi dai vaccini - 25/05/2016
 Il programma dell'OMS,  Organizzazione mondiale della sanità, e' stato sospeso dopo le notizie che 36 bambini sono morti dopo aver ricevuto la vaccinazione per il morbillo.
 Ben 36 bambini sono stati segnalati per essere morti in condizioni strazianti la scorsa notte dopo aver ricevuto il vaccino per il morbillo nell'ambito di un programma sponsorizzato dall'ONU nella area in mano ai ribelli a nord della Siria. I medici in cliniche nelle città di Jirjanaz e Maaret al-Nouman della provincia nord-orientale di Idlib detto che i bambini hanno iniziato ammalarsi subito dopo le dosi sono state somministrate. C'erano figure contrastanti della notte scorsa morti e feriti, come una marea di dolore a spazzato il fronte degli  insediamenti rurali.
 Organizzazioni di soccorso appena oltre il confine in Turchia hanno detto che la perdita di vite umane è stata ampia, in aumento fino al 36 oltre e più di una dozzina di altri bambini in gravi condizioni.
 I bambini stanno morendo molto rapidamente ", ha detto Daher Zidan, il coordinatore della carità medica, Uossm. "Pensiamo che peggiorerà".
 La coalizione di opposizione siriana, che controlla l'area della provincia di Idlib che aveva la gestione del programma, ha detto di aver fermato immediatamente il progetto di vaccinazione.
 "Ministero della Sanità del governo provvisorio siriano ha ordinato una battuta d'arresto per il secondo turno della campagna di vaccinazione contro il morbillo, che ha avuto inizio Lunedi scorso, dopo diversi morti e feriti tra i bambini nei centri di vaccinazione nella campagna Idlib ", ha detto un comunicato.
 In quello che era stato un passo avanti di speranza, l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha lanciato l'unità di vaccinazione per assicurare vaccini per il morbillo a 1,6 milioni di bambini
 L'OMS ha detto che stava controllando i rapporti con urgenza e non ha potuto confermare il numero di morti. Altri gruppi di monitoraggio siriani ben informati, hanno detto c'erano stati altri morti, oltre a quelli indicati dall'OMS.
 L'Osservatorio siriano per i diritti umani ha detto:"Almeno altri cinque bambini sono morti e altri 50 sono affetti da avvelenamento o reazioni allergiche dopo vaccinazioni per il morbillo in Jirjanaz, nella provincia di Idlib".
 I timori che il bilancio delle vittime potrebbe salire ancora circolare ulteriormente la comunità medica in esilio la notte scorsa. Ogni bottiglia del vaccino contiene 40 dosi
 Il dirigente a detto in una dichiarazione: "Save the Children è sconvolto e profondamente rattristato dalla notizia della morte di un numero di bambini e il ricovero di molti altri, dopo aver ricevuto le vaccinazioni per il morbillo nel nord della Siria prima di oggi. "Le autorità locali hanno avviato un'indagine. E 'chiaro che qualcosa è andato storto e Save the Children aiuterà le autorità in ogni modo possibile per aiutare a scoprire cosa è successo.".
 
 Commento NdR: Tutti i vaccini sono contaminati da sostanze pericolose (nano particelle comprese)


Questi sono i principali vaccini per le quali si effettua la vaccinazione:
Polio + Vaiolo + Difterite + Tetano  + Epatite B + Pertosse + Parotite + Rosolia + Meningite + HPV (Cervarix-Gardasil per Tumore all'utero) +  Varicella + Influenza

L’ultima epidemia di morbillo a Disneyland (Gennaio 2015) rappresentava un perfetto banco di prova, dove il test RT-PCR poteva essere utilizzato per accertare le vere origini del focolaio. L’ipotesi formulata a priori, che i soggetti non vaccinati sono coloro che hanno trasmesso la malattia, non è stata scientificamente convalidata ed e’ una falsa accusa contro i NON vaccinati che in realta’ sono assolutamente sani e non portatori del presunto virus del morbillo, mentre lo sono i vaccinati i veri portatori del virus del vaccino per il morbillo.
Tutto ciò può essere denominato come “fallimento vaccinale“, perché tutte le persone che ricevono vaccini a virus, come il trivalente MMR, vanno inevitabilmente incontro alla replicazione del virus, da parte delle cellule, nel proprio corpo, fino a molte settimane, e possono infettare gli altri senza accorgersene con il contatto con i loro, liquidi biologici, saliva, urina, feci.
E così accade anche per l’influenza, la varicella, la parotite, la rosolia, il rotavirus, il vaiolo, la poliomielite e la febbre gialla, tanto per citare alcuni esempi eclatanti.

Ecco la spiegazione, in sintesi, del legame e dei meccanismi dei gravi danni dei Vaccini:

TROVATO
un meccanismo di azione delle
tossine dei VACCINI anche sul cervello  ! - 22/03/2009
ANSA, Roma - Esiste un passaggio segreto che permette alle cellule immunitarie di penetrare nel cervello e di aprire la strada ad una seconda ondata di cellule pericolose, capaci di scatenare malattie autoimmunitarie, come la sclerosi multipla, nelle quali il sistema immunitario aggredisce l’organismo al quale appartiene.
La scoperta della nuova porta, pubblicata sulla rivista
Nature Immunology, potrebbe portare in futuro a nuove armi per contro la sclerosi multipla, "ma non solo: lo stesso meccanismo potrebbe essere coinvolto in altre malattie autoimmuni", osserva la coordinatrice della ricerca, l’italiana Federica Sallusto, dell’Istituto svizzero per la Ricerca in Biomedicina (Irb) di Bellinzona, diretto da Antonio Lanzavecchia.
Oltre che con Lanzavecchia, il lavoro e' stato condotto in collaborazione con Andrea Reboldi, dell’Irb, e da Antonio Uccelli, dell’università di Genova. Il passaggio segreto che permette di entrare nel cervello alle cellule apripista e' il plesso coroideo, una vera e propria matassa di vasi sanguigni nella quale viene prodotto il liquido spinale. e' una via d’ingresso alternativa a quella che da tempo e' considerata il «portone principale», ossia la barriera emato-encefalica.
Che ci fosse un’altra entrata era noto, spiegano i ricercatori, ma questa era considerata una sorta di "porta di servizio", di importanza secondaria. Adesso, osserva Lanzavecchia, "conosciamo la funzione di questa porta segreta e si può pensare a future strategie terapeutiche in grado di bloccare questo ingresso".


Altro meccanismo di azione delle tossine vaccinali di qualsiasi vaccino, anche nel cervello:
I
Macrofagi molte volte trasportano le sostanze vaccinali nel cervello ed in tutti i tessuti del corpo, ecco una descrizione del  meccanismo:
L'alluminio (od altri metalloidi tossici, ad esempio il
Thiomersal) contenuto in vari Vaccini esempio: influenza, esavalente  comprese, viene trasportato nel cervello dai macrofagi .... e cio' spiega il meccanismo della cosiddetta SIDS o morte nella culla, che nei fatti e' una danno vaccinale e non una nuova malattia !
Ecco spiegato il meccanismo biologico ed il diagramma del tragico evento....
Il meccanismo viene ben spiegato qui:  ciò che in realtà accade è che un tipo di globuli bianchi chiamati a macrofagi (MF) ingerisce (processo è chiamato "fagocitosi") gli AANs prima che si sciolgano. (
Aluminum Adjuvant Nanoparticles = AANs)
L'ingestione di corpi estranei è un comportamento normale per MF.
La loro funzione principale è la fagocitosi cioè la capacità di inglobare nel loro citoplasma particelle estranee, anche nanoparticelle, compresi i microrganismi (batteri e funghi estranei), e di distruggerle. Inoltre, fatto importante da tenere in considerazione in  questi casi, secernono citochine ad attività proinfiammatoria e presentano l'antigene ai linfociti T-CD4.
Quando MFs rilevano batteri o altri agenti patogeni, i loro campi magnetici li invitano ad ingerire gli agenti patogeni, e distruggerli con gli enzimi. I MFs sanno assieme ad altre cellule del sistema immunitario circa il patogeno introdotto e come rilevarlo. MFs ingeriscono anche molti tipi di nanoparticelle.
Il problema è che AANs non sono digeriti dagli enzimi MF. E gli AANs, una volta all'interno degli MF, si sciolgono lentamente.
Le AANs persistono per lungo tempo (anni) e causano nei MF a far fuoriuscire lentamente alluminio.
Gli MF che consumano gli AANs divengono altamente contaminati con l'alluminio o con altri metalli tossici e
nanoparticelle ingerite, e li diffondono ovunque vanno. E vanno in tutto il corpo. MFs generalmente non viaggiano nel sangue, il che spiega il motivo per cui non si trova nel sangue l'alluminio dopo la vaccinazione
, perche' gli MF viaggiano attraverso il sistema linfatico.
I campi magnetici sono in grado di viaggiare attraverso la barriera emato-encefalica (BBB). Gli MFS, una volta caricati con AANs, agiscono come un cavallo di Troia e trasportano le AANs nel cervello. Questo è dannoso, perché il cervello è molto sensibile all' alluminio.
Senza contare le possibili microischemie (vedi le scoperte del Dott. 
Andrew Moulden) che possono intervenire nella microcircolazione, soprattutto cerebrale od in altri luoghi...per il fatto che i globuli bianchi e di conseguenza i macrofagi nel loro processo di fagocitosi, (ingestione delle sostanze tossiche vaccinali) possono generare,.... inoltre i macrofagi secernono, nella loro azione quando hanno ingerito le sostanze vaccinali, altre sostante PRO-infiammazioni.... con tutte le conseguenze del caso, polio = paralisi, distrofie, meningiti, sclerosi, infiammazioni croniche, gastroenteriti croniche, ecc....fino alla morte nella culla = SIDS !!

A conferma di cio' che abbiamo scritto qui sopra - Maggio 2016
Uno studio condotto da ricercatori della University of Virginia School of Medicine, negli USA, ha determinato, dopo meticolose ricerche durate anni, che il cervello è direttamente collegato al sistema immunitario tramite vasi linfatici che si pensava non esistessero. 
Si tratta di una scoperta sensazionale che ribalta decenni di insegnamenti e di teorie apprese da ogni libro di medicina.
È sorprendente che proprio tali vasi linfatici siano sfuggiti ad occhi attenti e brillanti di migliaia di ricercatori e medici dato che il sistema linfatico è stato mappato in tutto il corpo in ogni singolo dettaglio, ma il vero significato della scoperta risiede negli effetti che questa potrebbe avere sullo studio e sulle vere cause dell'autismo e/o di tutte le patologie neurologiche.
Come si studia la risposta immunitaria del cervello ?
Perché pazienti con malattie neurologiche, autismo, sclerosi multipla, ecc., presentano diversi attacchi al sistema immunitario, cioe'
immunodepressioni ?, 
...ma ....ora finalmente possiamo comprendere, oltre alle cause di tali malattie, anche avvicinarci meccanicamente e realmente al problema perché il cervello è, come ogni altro tessuto, collegato al sistema immunitario periferico attraverso i vasi linfatici meningei – cosi' ha affermato
Jonathan Kipnis, professore del Dipartimento UVA di Neuroscienze e direttore presso il Center for Brain Immunology and Glia (BIG) dell’Università della Virginia.

Qui nel diagramma, viene spiegato nei particolari il tragico evento:
http://vaccinepapers.org/al-adjuvant-nanoparticles-can-travel-brain/

 

I virus del vaccino del morbillo, cosi come quelli degli altri vaccini, vengono sempre replicati dalle cellule del corpo e quindi vengono distribuiti in tutte le parti dell'organismo, nelle cellule e quindi nei tessuti dei vari organi, cervello compreso, andando ad ammalare in primis le cellule ed inducendo stati infiammatori (latenti, cronici od acuti) che possono produrre nel tempo, anche dopo anni, qualsiasi "malattia" !

VACCINI PEDIATRICI CORRUTTORI & VENDUTI
Si inventano malattie e si alimentano epidemie per imporre nuovi mercati e fagocitare profitti stellari.

Credo che tutti sappiano che la vaccinazione "obbligatoria" non è altro che un affare tra alcuni politici e le "famiglie" proprietarie delle multinazionali farmaceutiche che formano le Lobbies - BIG PHARMA + Big Pharma 2 + Danni dei vaccini (English)

Gli esperti di vaccini del CDC, hanno spesso conflitti di interesse - 18/03/2010
CDC e Conflitti di interesse - 1 + CDC e Conflitti di interesse - 2 + CDC e Conflitti di interesse - 3 + Corruzione + Danni dei Vaccini + Contro Immunizzazione + FDA e CDC + Corruzione per i vaccini e farmaci

CDC conflitti di interesse anche per i vaccini + anche per la FDA
http://healthimpactnews.com/2014/cdcs-purchase-of-4-billion-of-vaccines-a-conflict-of-interest-in-overseeing-vaccine-safety/

IMPORTANTE:
PROPOSTA di LEGGE per  STUDIO negli  USA sullo STATO di SALUTE FRA BAMBINI VACCINATI e NON VACCINATI (di nessun vaccino)
Il DISEGNO di LEGGE n° 3069 a FIRMA della DEPUTATA MALONEY NON E' STATO APPROVATO per cui  E' RIMASTO sulla CARTA.... e NEPPURE DISCUSSO dal CONGRESSO....a dimostrazione che NON si vuole fare vere ricerche sui gravi DANNI dei VACCINI......Big Pharma ringrazia...

"Noi medici siamo plagiati, fin dall'inizio, dagli insegnamenti universitari che ci vengono propinati da un manipolo di "professori"
 che
hanno il solo interesse di lasciarci nell'ignoranza sulla vera origine delle malattie. Alcuni di noi, alla fine, raggiungono la consapevolezza e mettono in moto delle grosse energie che provocano reazioni positive nel Tutto."
 By  Dott.
Giuseppe De Pace (medico ortopedico ospedaliero)

Parlamentari pagati dalle Lobbies ? - Roma Ott. 2013 
L'intervista a un assistente di un Senatore che svelerebbe i traffici illeciti tra parlamentari e Lobbies.
Video dell'intervista: 
http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/390060/roma-parlamentari-pagati-dalle-lobbies.html

Il CDC USA nel suo sito ufficiale dice a chiare lettere che i virus "attenuati" contenuti nel trivalente ( MMR o MPR ) iniettati nel carpo di un bambino PROLIFERANO SENZA CAUSARE UNA INFEZIONE PERICOLOSA.
MA PER VIRUS ATTENUATI COSA SI INTENDE ? ED A QUESTO PUNTO CHE SIGNIFICA VACCINAZIONE ??
ED I GENITORI SANNO CHE QUESTI VIRUS PROLIFICANO NEL CORPO DEI LORO FIGLI ?
MALATTIE CRONICHE A VITA DUNQUE, E REAZIONE CRONICA DEL SISTEMA IMMUNITARIO VERSO QUESTI VIRUS circolanti nel corpo !
Inoltre il prof Katayama nelle sue biopsie ha riscontrato in persone morte per altre ragione il virus vivo del morbillo vaccinale, per cui i vaccini provocano una infezione senza segni clinici della malattia...in qualsiasi periodo della vita, e possono innescare altre patologie derivanti dalle infiammazioni latenti nei soggetti vaccinati, es: la meningite (infiammazione alle meningi) !

Continua QUI:
http://www.autismo.in/portale/index.php/vaccini-e-autismo/item/644-speciale-vaccini-analisi-della-trasmissione-ouverture-del-17-5-2016

Ottobre 2015 – Italia, Mentre il Ministro della “Sanità” B. Lorenzin parla di una nuova ondata di morbillo a causa del calo di vaccinazioni e TUTTA la stampa ha fatto seguito a questo allarmismo....ecco i dati ufficiali dell’Istituto Superiore di Sanita’ ….e si scopre qualcosa di interessante:
Il morbillo è diminuito e NON e’ aumentato !
Sarà forse un caso che la diminuzione della malattia avvenga insieme alla diminuzione del vaccino...
non sarà certo un caso però che il Ministro della Salute lanci allarmi che si rivelino del tutto ingiustificati.
Come mai allora il Ministro ha lanciato un allarme simile, paventando azioni dure e repressive senza precedenti, per una vaccinazione forzata, se i dati ufficiali sono questi ?
Questa e’ vera e propria disinformazione che potrebbe collegarsi ad una possibile collusione.... !
A pensar male si fa peccato.....ma spesso si azzecca ! http://www.epicentro.iss.it/problemi/morbillo/bollettino/RM_News_2015_20.pdf   
Sarà forse un caso che la diminuzione della malattia avvenga insieme alla diminuzione del vaccino...non sarà certo un caso però che il Ministro della Salute lanci allarmi che si rivelano del tutto ingiustificati, con i dati ufficiali !

US - Ecco il diagramma statistico delle morti per morbillo negli States, che dimostra come i vaccini sono stati ininfluenti per ridurre i casi di morte da morbillo:

Informatore dei CDC CONFESSA la FRODE e le FALSIFICAZIONI sugli studi della correlazione VACCINO=AUTISMO

Visionate queste URL - documenti ufficiali di riviste scientifiche ove sono stati pubblicati alcuni studi sui danni dei vaccini:
http://oi62.tinypic.com/swfgo5.jpg  + http://oi60.tinypic.com/11lpj0z.jpg  + http://oi61.tinypic.com/2vik13q.jpg  +
http://oi57.tinypic.com/2i07tk2.jpg  + http://oi60.tinypic.com/14kdyjr.jpg

 
Sono efficaci i Vaccini ? - vedi ad esempio quello per la Pertosse
Ultimamente alcuni media in vari paesi del mondo, quelli legati a
Big Pharma, hanno scatenato una campagna diffamatoria contro i genitori che, essendosi informati, hanno detto "no grazie" ai vaccini.
Volete vaccinarvi ? Liberissimi di farlo ! Così le case farmaceutiche vi lasciano in pace e guadagnano un sacco di soldi sulla vostra pelle e su quella dei vostri figli….
http://www.shafaqna.com/english/component/k2/item/5102-anti-vaccination-propagandists-help-create-the-worst-whooping-cough-epidemic-in-70-years.html

Epidemie di morbillo concentrate nei vaccinati: Gli studi mostrano che il vaccino è inefficace !
"Studi e annunci di agenzie governative che documentano come le epidemie di morbillo hanno colpito il vaccinati e addirittura concentrate su di loro."
-
Sepp Hasslberger
Epidemie di morbillo concentrate nei vaccinati: Gli studi mostrano che il vaccino è inefficace, ma anche pericoloso 25/05/2012
https://www.facebook.com/notes/domenico-dambrosio/epidemie-di-morbillo-concentrate-nei-vaccinati-gli-studi-mostrano-che-il-vaccino/462190630462327
Fonte: Measles Outbreaks Centered in the Vaccinated: Studies Show Vaccine Is Ineffective 

"Studi e annunci di agenzie governative che documentano come le epidemie di morbillo hanno colpito il vaccinati e addirittura concentrate su di loro." Le cosiddette Epidemie di morbillo sono concentrate nei vaccinati: Gli studi mostrano che il vaccino è inefficace e che puo' propagare esso stesso malattia !  
Prove provenienti da agenzie sanitarie governative e di riviste mediche dimostrano chiaramente con dei documenti che il vaccino per il morbillo è inefficace. Allora, qual è la risposta ufficiale ?
Il bastione della "medicina basata sull'evidenza", ignora la sua stessa testimonianza, e "chiede più vaccinazioni, naturalmente" !Senza ulteriori indugi, ecco gli studi e gli annunci di agenzie governative che documentano come le epidemie di morbillo hanno colpito i vaccinati ed e' anche stato incentrato principalmente su di loro:
- Morbillo (Rubeola) nei bambini precedentemente immunizzati in Pediatrics Vol. 46 No. 3 settembre 1970, pp 397-402
Questo studio risale a 40 anni fa ma ed i recenti documenti dimostrano la mancanza di efficacia del vaccino per il morbillo non è una novità. In esso e' dichiarato:
"L'analisi dei dati sierologici sostenuto la tesi secondo cui l'epidemia è stata causalmente correlate ad un difetto di protezione associato all'uso del vaccino nei bambini più globulina". Esso ha inoltre dimostrato la persistenza di CF anticorpi molti anni dopo l'immunizzazione e suggerito la presenza di un fenomeno di richiamo.
Una revisione della malattia clinica dei 25 bambini che avevano ricevuto il vaccino e 22 che non aveva rivelato poca differenza nella gravità della malattia.
- Un'epidemia di morbillo tra gli studenti vaccinati delle scuole superiori - Illinois, Centers for Disease Control (CDC) 1984, Segnala:
Il CDC studiato un focolaio epidemico di morbillo dal 9 dicembre 1983-13 gennaio 1984. E 'centrato in una scuola di 411 studenti, dove il 100% di loro erano stati vaccinati.
Lo studio ha confermato le loro storie di vaccinazione. Il caso iniziale era in una ragazza di 17 anni, studente, e la fonte della sua infezione non è stato scoperta. Gli studenti erano più in contatto con lui, più è probabile che hanno ceduto al morbillo.
Il CDC inserito una nota editoriale:
"Questo dimostra che focolaio trasmissione del morbillo può avvenire all'interno di una popolazione scolastica con un livello di immunizzazione documentata 100%. Questo livello è stato convalidato nel corso dell'inchiesta dell'epidemia. Indagini precedenti di focolai di morbillo tra le popolazioni altamente vaccinati hanno rivelato fattori di rischio come lo stoccaggio improprio del vaccino, somministrato ai bambini sotto 1 anno di età, l'uso di globulina con il vaccino, e l'uso di vaccino a virus inattivati. Tuttavia, questi fattori di rischio non hanno adeguatamente spiegato il verificarsi di questa epidemia.
Gli enti sanitari, cercano di incolpare un gruppo di fallimenti del vaccino stesso, anche se mai che va oltre il punto di sole congetture (ipotesi indimostrate).
- Una epidemia di morbillo in un college con un requisito di immunizzazione prematriculation. American Journal of Public Health (1991)
Attualmente, i programmi del CDC MMR (morbillo, parotite, rosolia) il vaccino inoculato a 12-15 mesi di età. Tuttavia, questo studio ha detto: Gli studenti vaccinati a 12-14 mesi di età sono a maggior rischio rispetto a quelli vaccinati a maggiore o uguale a 15 mesi.
Questo studio ha seguito un focolaio di 84 casi di morbillo in un college Colorado, dove oltre il 98% degli studenti era stato documentato per avere "un'adeguata vaccinazione per il morbillo, sulla base di precedente infezione da morbillo, vaccino attivo del morbillo o dopo il primo compleanno, o prova sierologica dell'immunità. Almeno una di queste prove di immunità era necessaria per l'ingresso nella scuola.
- Esplosivi casi di morbillo avvenuti nella scuola, American Journal of Epidemiology , 1998
Questo studio ha esaminato il grado di "revenzione" forniti da vaccini per il morbillo, ed hanno trovato:
Che la protezione totale contro il morbillo potrebbe non essere raggiungibile, anche tra rivaccinati, quando i bambini si confrontano con intensa esposizione al virus del morbillo I(anche vaccinale).

Più grande epidemia di morbillo nelle Americhe a partire dal 2000,
- Epidemia in corso in Quebec, IDSA Boston orale astratta, 2011
Tra il 1 gennaio e il 3 agosto 2011, 727 casi di morbillo sono stati notificati in Canada. Il 65% dei casi erano i giovani di età compresa tra 10-19 anni. Solo 1,8% aveva più di 40 anni. Lo studio conclude:
Anche se questo focolaio ancora in corso si nutre in gran parte su individui non vaccinati, l'alta percentuale di casi che hanno ricevuto due dosi solleva preoccupazioni sull'efficacia del vaccino.
Questo è piuttosto strano. Si noti che la percentuale di persone oltre i 40 anni che ha avuto il morbillo è molto piccolo. Questo è il gruppo meno vaccinato con un margine significativo.
La fascia di età che è venuto giù con la più alta percentuale di casi è stato certificato in  anni 10-19, un gruppo che principalmente è stato vaccinato, ed aveva avuto in generale i vaccini pochi anni prima.
L'implicazione di cio', è che il vaccino del morbillo fornisce una "protezione limitata" od inesistente, e che la protezione limitata pare duri solo per un brevissimo tempo, oppure non esista del tutto.
Tuttavia, l'immunità naturale, in genere sulle persone oltre i 40 anni (non vaccinate) sono significativamente i soggetti con più probabilità di avere una immunità permanente.
L'affermazione che l'epidemia "si nutre in gran parte soggetti non vaccinati" sembra piuttosto stranamente "casuale". Per colpa delle persone che non sono state vaccinate per la malattia, in coloro che hanno assunto vaccini, è assurda in modo chiarissimo.
Questo, però, è il tipo di logica pseudo scientifica che viene spesso utilizzata per spingere i vaccini.
Queste documentazioni riportano tre fatti principali sul vaccino per il morbillo:
Si è ben lungi dall'essere una protezione completa, anche poco dopo che il vaccino venga somministrato. Esso perde rapidamente efficacia, con gran parte di essa svanendo nel corso di un paio d'anni, se mai l'ha avuta. E' quindi probabilmente inutile darlo a bambini di età inferiore ai 15 mesi in quanto gli anticorpi materni stessi, proteggono il bambino.
Il terzo punto, la mancanza di efficacia del vaccino per il morbillo per i bambini di età inferiore ai 15 mesi, non dovrebbe essere più sorprendente.
In un neonato il sistema immunitario NON funziona allo stesso modo come quello di un adulto. I neonati non sviluppano anticorpi mentre i bambini più grandi e gli adulti alle volte (non sempre) lo fanno.
Questo "fatto" viene ora utilizzato per spingere le persone a vaccinarsi. Il motivo addotto è quello di "proteggere" i bambini dalle malattie.
Quello che evitano di dire è che, prima della vaccinazione di massa, che i neonati sono davanti ad un rischio molto molto basso di contrarre il morbillo. Le loro madri hanno generalmente avuto l'immunità naturale per aver avuto le stesse malattie in modo naturale, sviluppando in tal modo la protezione permanente e la trasmettono ai loro bambini.
Così, i neonati sono protetti fino a quando raggiungono l'età che permette loro di rispondere alle infezioni e sviluppare la propria immunità naturale.
Mentre oggi assistiamo a madri vaccinate per il morbillo che non forniscono sufficienti immunita' ai loro figli...Quindi, poca o nessuna protezione viene fornita ai neonati dalle loro madri con le loro vaccinazioni artificialmente ricevute. Quindi, la necessità di indurre i neonati a malattie, come il morbillo è una conseguenza diretta dei vaccini !

Come si può vedere dal lavoro di coloro che spingono vaccinazione, il vaccino per il morbillo ha un valore limitato, se non  addirittura inefficace, oltre ad introdurre tossine pericolose, che nel tempo possono anche produrre danni anche e non solo gravi, in quanto vi è un rischio noto e significativo di effetti negativi dal vaccino stesso. pero' si continua a "Rivaccinare ancora e ancora e ancora", il che comporta seri rischi di danni neurologici, tra le altre forme di malattie/danni vaccinali.

Come risultato, i cosiddetti "scienziati" sono diventati in realta' pseudo-scienziati. Anche quando, come negli esempi qui riportati ed in altri molto recenti, i risultati di mostrano che le vaccinazioni non possono essere efficaci, ma nella medicina ufficiale ancora gira e si  spinge questo "paradigma": qualunque siano i risultati, le vaccinazioni vengono promosse a qualsiasi costo,  anche se i vaccinati hanno dimostrato di non essere protettiva, quindi l'affermazione sarà invece: che più vaccini devono essere inoculati.
Se divente chiaro che non e' possibile fare più vaccinazioni, si spargera' con la complicita' dei mas media, la paura e la colpa sui non vaccinati sarà promossa.

La medicina ufficiale ha deciso che le vaccinazioni verranno sempre piu' promosse, e sembra non fare alcuna differenza quanto male fanno o anche se sono particolarmente inefficaci.
I vaccini sono i responsabili di soldi anche per i medici vaccinatori (prendono premi), che trovano sempre una scusa per richiamare i bambini con i loro genitori ignoranti, nei loro studi, per la vaccinazione.
Sono diventati il futuro progetto di Big Pharma, come i loro farmaci blockbuster anche per far uscire nuovi brevetti e da poco tutto cio' è stato introdotto in linee commerciali affaristiche, anche per mezzo dei mass media
Niente, nessuna quantità di danno e nessun fatto di inefficacia sono autorizzati a stare al posto del profitto del vaccino - vedi Juggernaut - Definizione di juggernaut, dalla American Heritage Dictionary:
 "qualcosa, come una credenza o istituzione, che suscita devozione cieca e distruttiva o ai quali le persone sono sacrificati senza pietà".
http://healthimpactnews.com/2013/is-the-measles-vaccine-the-cause-of-measles-outbreak-in-pakistan/
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1646939/

Inefficacia del vaccino
http://healthimpactnews.com/2013/outbreaks-of-measles-in-vaccinated-children-intensifying/
http://www.activistpost.com/2013/09/the-2013-measles-outbreak-failing.html

Statistiche Galles (UK)
https://www.gov.uk/government/publications/measles-deaths-by-age-group-from-1980-to-2013-ons-data

Malattie riappaiono DOPO le vaccinazioni
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/1336841
http://jvi.asm.org/content/88/5/2600.abstract
http://nypost.com/2014/02/21/mumps-outbreak-at-fordham-university/
http://www.healthnewsone.org/mumps-outbreak-at-ohio-state-almost-all-were-vaccinated/
http://preventdisease.com/news/14/040314_Measles-Outbreak-Blamed-On-Unvaccinated-Despite-90-Percent-Infected-Being-Vaccinated.shtml
http://business.financialpost.com/fp-comment/lawrence-solomon-vaccines-cant-prevent-measles-outbreak s

Vaccini una frode !
http://www.naturalnews.com/042864_measles_outbreak_mumps_vaccines_scientific_fraud.html

A partire dal 1 marzo 2012, ci sono state 898 domande presentate nel programma federale Vaccine Injury Compensation (VICP) per lesioni e morti dopo la vaccinazione MMR, di cui 56 morti e 842 danneggiati gravi.
Utilizzando il motore di ricerca MedAlerts, a partire dal 9 luglio 2012 ci sono stati 6.058 eventi avversi seri riportati al Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS) Segnalazioni in collegamento con il vaccino contro il morbillo dal 1990, oltre la metà si sono verificati in bambini al di sotto dei 3 anni.
http://www.nvic.org/vaccines-and-diseases/Measles.aspx

159 CASI di MORBILLO - Stati Uniti, 1 gennaio - 24 Agosto 2013
http://www.cdc.gov/mmwr/preview/mmwrhtml/mm6236a2.htm...
Nel report del CDC di cui sopra, tra i casi che hanno contratto morbillo non ci sono stati morti !! chissa' perché ?
http://www.nvic.org/NVIC-Vaccine-News/September-2013/Measles-Reports-in-America--What-Does-It-Mean-.aspx
https://childhealthsafety.wordpress.com/2014/04/26/more-vaccine-failures-measlesmmr-vaccines-cause-measles-child-who-caught-measles-from-vaccine-was-shedding-live-vaccine-measles-virus-in-throat-and-urine/

Se i medici vaccinatori, si celano dietro la formula magica delle "circostanze misteriose" o del caso, i succitati "professionisti" devono urgentemente cambiare professione assieme a tutti gli incaricati dell'apparato sanitario...
Circostanze misteriose: 
Più di 50 scolari colpiti da svenimento dopo la somministrazione del vaccino anti morbillo 
http://tribune.com.pk/story/712640/mysterious-circumstances-over-50-schoolchildren-faint-after-measles-shots/

Oltre 50 studenti di una scuola privata di Mingora sono stati portati in ospedale per essere svenuti in seguito alla somministrazione del vaccino contro il morbillo . Dopo la le iniezioni molti degli studenti svennero e altri cominciarono a vomitare.
Il Dr Iftikhar Vice Sovrintendente Medico del Saidu Teaching Hospital ( STH ) ha detto che inizialmente sono stati portati in ospedale , 23 studenti, e altri 30 sono stati portati dopo aver sperimentato sintomi simili . “Nessuno studente è stato ricoverato, sono stati tutti dimessi dopo aver prestato il primo soccorso " “Inoltre non c'era niente di sbagliato nel vaccino. I bambini che cadono incoscienti e’ solo una "reazione rara", ha detto.....REAZIONE RARA ?.... 50 BAMBINI ?   ed il CASO NON E' ISOLATO !
Una tendenza preoccupante
I casi di bambini svenuti dopo aver ricevuto il vaccino contro il morbillo sono stati in aumento già dalla scorsa settimana. 
Il 19 maggio, circa 25 studenti della Scuola Primaria per ragazze Dalan, nel distretto di Hangu, sono svenute dopo la somministrazione del vaccino. Sono stati portati al Tehsil Headquarters Hospital Thal e dimessi dopo essere aver ricevuto le prime cure. 
L'incidente ha causato panico e rabbia tra i residenti che uscivano per le strade per protestare contro i funzionari del distretto sanitario.

Inoltre, il 21 maggio, altri sei studenti di una scuola privata in Jangal Khel, Kohat hanno perso conoscenza in seguito alla somministrazione del vaccino per il morbillo.
Il 19 maggio, due bambini come riferito sono morti di morbillo nel villaggio Guloo Bandi, nel distretto di Haripur, mentre decine di altri è stato detto che siano stati affetti da questa malattia mortale. Il 23 maggio, a tre anni, inoltre secondo come riferito è morto di morbillo in Jamrud, Khyber Agency 
Le Autorità sanitarie distrettuali hanno smentito le accuse degli abitanti del villaggio.
Il 23 maggio, un bambino di tre anni, inoltre secondo come riferito, è morto di morbillo in Jamrud, Khyber Agency.
http://www.greenmedinfo.com/blog/2013-measles-outbreak-failing-vaccine-not-failure-vaccinate1
https://childhealthsafety.wordpress.com/2013/11/07/us-centers-for-disease-control-caught-lying-about-disease-yet-again-yawn/


I soggetti, bambini, ragazzi, adulti, vaccinati con il vaccino per la Pertosse, Varicella o con il Morbillo, ecc., possono facilmente "infettare" gli altri,... purtroppo questa possibilita' e' valida anche per tutti gli altri soggetti vaccinati di QUALSIASI VACCINO  !

Nel 2014, un innovativo studio pubblicato sulla rivista Clinical Infectious Diseases, tra gli autori del quale ci sono scienziati che lavorano per Bureau of Immunization, New York City Department of Health and Mental Hygiene e National Center for Immunization and Respiratory Diseases, Centers for Disease Control and Prevention (CDC),  ha preso in esame le prove che, nel  focolaio di morbillo scoppiato a New York nel 2011, sia gli  individui precedentemente vaccinati che quelli con "immunità" da vaccino, erano in grado di essere infettati con il morbillo e di infettare altri (trasmissione secondaria).
Questa scoperta ha suscitato anche l’attenzione dei media, come l’articolo apparso su Sciencemag.org nell’aprile 2014 intitolato:
“Per la prima volta una epidemia di morbillo è stata ricondotta ad un individuo completamente vaccinato“.
Questo studio rivoluzionario intitolato “Epidemia di morbillo tra persone "immunizzate" (vaccinate) in precedenza, New York City,  2011”, ha riconosciuto che, “il morbillo può manifestarsi anche in individui vaccinati, ma non è stata documentata la trasmissione secondaria da tali individui”.
Al fine di scoprire se individui completamente vaccinati per il morbillo siano capaci di essere infettati e di trasmettere l’infezione ad altri, gli studiosi hanno preso in esame i casi sospetti ed i contatti esposti durante l‘epidemia di morbillo del 2011 a New York. Si concentrarono su un paziente che aveva ricevuto due dosi di vaccino per il morbillo e fu scoperto che,
”su 88 contatti, quattro casi secondari avevano ricevuto due dosi di vaccino anti- morbillo o avevano una precedente positività di anticorpi IgG per il morbillo . Tutti i casi sono stati confermati in laboratorio, i sintomi clinici erano coerenti con il morbillo e presentavano un’alta presenza di anticorpi IgG caratteristica di una risposta immunitaria secondaria.”

La loro importante conclusione fu la seguente:
 ”Questa è la prima segnalazione di trasmissione del morbillo da un individuo vaccinato due volte. La manifestazione clinica e i dati di laboratorio erano tipici del morbillo in un individuo mai esposto al virus.
Casi secondari avevano risposte anticorpali anamnestiche robuste. Nessun caso terziario si è verificato nonostante i numerosi contatti. Questo focolaio sottolinea la necessità di una approfondita indagine epidemiologica e di laboratorio dei casi sospetti di morbillo a prescindere dallo status vaccinale“.
Ovviamente questo fenomeno: individuo completamente vaccinato che infetta altri individui completamente vaccinati, è stato ignorato dalle agenzie sanitarie e dai media.
Questi dati confermano la possibilità che, durante il focolaio di morbillo verificatosi a Disney, soggetti precedentemente vaccinati (chiunque facente parte del 18% che si sa essersi infettato-ammalato) possono essere stati infettati o anche aver contratto il morbillo dal vaccino e aver trasmesso il morbillo sia ai vaccinati che ai non vaccinati.
Fonte: http://www.greenmedinfo.com/blog/measles-transmitted-vaccinated-gov-researchers-confirm - a mezzo: comilva.org

Ecco altra bibliografia che dimostra questi fatti:
- http://www.hopkinsmedicine.org/kimmel_cancer_center/patient_information/Patient%20Guide%20Final.pdf
- http://www.stjude.org/stjude/v/index.jsp?vgnextoid=20206f9523e70110VgnVCM1000001e0215acRCRD
- Outbreak of Measles Among Persons With Prior Evidence of Immunity, New York City, 2011
http://cid.oxfordjournals.org/content/early/2014/02/27/cid.ciu105
- Detection of Measles Virus RNA in Urine Specimens from Vaccine Recipients 

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/7494055
- Comparison of the Safety, Vaccine Virus Shedding and Immunogenicity of Influenza Virus Vaccine, Trivalent, Types A and B, Live Cold-Adapted, Administered to Human Immunodeficiency Virus (HIV)-Infected and Non-HIV Infected Adults 
http://jid.oxfordjournals.org/content/181/2/725.full
- Sibling Transmission of Vaccine-Derived Rotavirus (RotaTeq) Associated with Rotavirus Gastroenteritis 
http://pediatrics.aappublications.org/content/125/2/e438

- Polio vaccination may continue after wild virus fades 
http://www.cidrap.umn.edu/news-perspective/2008/10/polio-vaccination-may-continue-after-wild-virus-fades
- Engineering attenuated virus vaccines by controlling replication fidelity 
http://www.nature.com/nm/journal/v14/n2/abs/nm1726.html
- CASE of VACCINE-ASSOCIATED MEASLES FIVE WEEKS POST-IMMUNISATION, BRITISH COLUMBIA, CANADA, October 2013 

http://www.eurosurveillance.org/ViewArticle.aspx?ArticleId=20649
- The Safety Profile of Varicella Vaccine: A 10-Year Review

http://jid.oxfordjournals.org/content/197/Supplement_2/S165.full
- Comparison of Shedding Characteristics of Seasonal Influenza Virus (Sub)Types and Influenza A(H1N1)pdm09; Germany, 2007 - 2011 
http://journals.plos.org/plosone/article?id=10.1371/journal.pone.0051653
- Epigenetics of Host-Pathogen Interactions: The Road Ahead and the Road Behind 

http://journals.plos.org/plospathogens/article?id=10.1371/journal.ppat.1003007
- Animal Models for Influenza Virus Pathogenesis and Transmission
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3063653/
- Acellular pertussis vaccines protect against disease but fail to prevent infection and transmission in a nonhuman primate mode 

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24277828
- Study Finds Parents Can Pass Whooping Cough to Babies
http://www.nytimes.com/2007/04/03/health/03coug.html?_r=0

- Immunized People Getting Whooping Cough
 http://www.kpbs.org/news/2014/jun/12/immunized-people-getting-whooping-cough/

 


Più di 22.000 sequenze virali leggermente diverse del cosiddetto virus del morbillo !
Agli  11 pazienti del Greater Toronto Area e’ stata diagnosticata la malattia altamente contagiosa a partire dalla fine del mese di gennaio, non sono collegati (non hanno avuto contati)  tra loro in alcun modo che il personale della sanità pubblica potrebbe scoprire attraverso interviste con i pazienti ai loro genitori. Nessuno aveva recentemente viaggiato fuori del Canada in un luogo dove avrebbero potuto contrarre il morbillo
Invece, gli scienziati hanno scoperto qualcosa di nuovo: la versione del virus del morbillo in circolazione in Ontario è una variante che non è mai stato riportato nel database dell'Organizzazione Mondiale della Sanità che contiene descrizioni più di 22.000 sequenze virali , leggermente diverse del virus del morbillo trovato in tutto il mondo
Fonte:

http://www.theglobeandmail.com/news/national/virus-variant-in-toronto-measles-outbreak-unknown-to-who/article23145484/
....quindi per i vaccinatori, si dovrebbero fare 22.000 tipi di vaccini da iniettare ai poveretti creduloni che si vaccinano !

Commento NdR: in realta' di varianti, ve ne sono molti di piu’, perche’ a seconda del soggetto e quindi del metabolismo delle sue cellule, nelle quali sono stati introdotti (dalle cellule stesse) certi virus (proteine complesse a DNA) anche quelli vaccinali, questi virus, vengono “mutati”; in realta’ essendo stati modificati da un particolare metabolismo instauratisi nella cellula, essa li riproduce in modo da apparire diversi da quello che ha incamerato prima…
Ripeto,  NON sono i virus che mutano, ma bensì sono le cellule che li hanno incorporati che li alterano, cioe’ li "mutano".
Quindi a cosa servono i vaccini ? …..ad intossicare ed infiammare i soggetti che si vaccinano per creare, mantenere ed espandere il mercato dei malati !

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Morbillo e sue Complicanze:
Il morbillo non ha sintomi gravi, provoca principalmente un’eruzione cutanea, simile a quelle della rosolia o della scarlattina. Dura tra i 10 e i 20 giorni.
Una volta contratto, il morbillo dà un’immunizzazione teoricamente definitiva, quindi non ci si ammalerà più per l’intera durata della vita.
Il morbillo è diffuso in tutto il mondo. È una delle più frequenti febbri eruttive, sebbene sia molto meno comune da quando è in uso la vaccinazione con richiamo. Nei Paesi a clima temperato, colpisce i bambini verso la fine dell’inverno e a primavera. In Italia la malattia deve essere obbligatoriamente notificata alle autorità sanitarie.
I primi sintomi sono simili a quelli di un raffreddore (tosse secca, naso che cola, congiuntivite) con una febbre che diventa sempre più alta. Successivamente appaiono dei puntini bianchi all’interno della bocca. Dopo 3-4 giorni, appare l’eruzione cutanea caratteristica (esantema), composta di piccoli punti rosso vivo, prima dietro le orecchie e sul viso, e poi su tutto il resto del corpo. L’eruzione dura da 4 a 7 giorni, l’esantema scompare a cominciare dal collo. A volte, rimane una desquamazione della pelle per qualche giorno.
Le complicazioni sono relativamente rare, ma il morbillo è pur sempre responsabile di un numero compreso tra le 30 e le 100 morti ogni 100.000 persone colpite. Le complicazioni sono dovute principalmente a superinfezioni batteriche: otite media, laringite, diarrea, polmonite o encefaliti (infiammazioni del cervello).
Si riscontrano più spesso nei neonati, nei bambini malnutriti o nelle persone immunocompromesse. Di solito la diagnosi si fa solo per osservazione clinica. Eventualmente si possono ricercare nel siero degli anticorpi specifici diretti contro il virus del morbillo, dopo 3 o 4 giorni dall’eruzione.
Le più frequenti sono laringiti e laringotracheiti, polmoniti e broncopolmoniti, otiti medie, encefaliti ed encefalomieliti. Queste ultime si manifestano con frequenza di circa un caso su 1000.
La mortalità dell’encefalite morbillosa arriva al 15% e si stima che il 20-40% delle persone sopravvissute ad una encefalite morbillosa subiscano conseguenze permanenti a livello neurologico.
Una complicanza del morbillo, rara, ma dagli effetti devastanti, è la panencefalite sclerosante subacuta (PESS).
Si tratta di una encefalite a lenta evoluzione, che può manifestarsi in un caso su 100.000 a distanza di molti anni, per lo più in persone che avevano avuto il morbillo nei primi due anni di vita, oppure che era stata vaccinata a quell'eta' per il morbillo....

NON esiste malattia che non possa essere somatizzata per mezzo dei Vaccini con i propri antigeni e le sostanze tossico-nocive che essi contegono !

MORBILLO:
È evidente che il processo di progressione di un
sintomo acuto (malattia), come il morbillo, così come la sua guarigione, coinvolge una mobilizzazione generale del sistema immunitario, compresa l'infiammazione dei tessuti di accesso, l'attivazione dei leucociti e dei macrofagi, e una quantità infinita di altri meccanismi.
Una tale splendida manifestazione non lascia dubbio che tali malattie siano in effetti l'esperienza decisiva della normale maturazione fisiologica del sistema immunitario nella vita di un bimbo sano.
In quanto, non solo il bambino che supera il morbillo non sarà più suscettibile ad esso, ma anche perché una simile esperienza non può fare altro che preparare l'individuo ad una reazione più rapida ed efficace a qualsiasi infezione che lo colpirà in futuro.

Il morbillo non richiede alcuna particolare terapia se non il riposo a letto, la somministrazione di liquidi per combattere la disidratazione causata dalla febbre, talco mentolato e bagni di amido per alleviare il prurito. Per quale motivo qualcuno dovrebbe creare un vaccino per fermare o ritardare questa importantissima fase di sviluppo del nostro sistema immunitario acquisita attraverso un'infezione naturale che causa una malattia lieve ?
Le complicanze che alle volte intervengono per il morbillo, sono SOLO dovute alla GRAVE impreparazione e quindi all’incapacita’ dei medici che hanno in cura il malato, nell’aiutarlo per la eliminazione dello stato di infiammazione che viene chiamata da questi medici impreparati: "morbillo"; essi non conoscendo la Medicina Naturale sono incapaci a sanare nel modo adatto e quindi lasciano andare verso sintomi piu’ gravi, lesioni cerebrali, l’infiammazione che aumentando puo’ anche portare alla morte.

Prima e subito dopo della Seconda Guerra mondiale, quasi ogni bambino si ammalava di morbillo.
I genitori ci tenevano che i figli, prima dell'età scolastica, avessero contratto il morbillo.
Così facendo si evitava la perdita di troppe lezioni a scuola, oltre al fatto che si sapeva che, a quell'età, la malattia si manifestava senza complicazioni, mentre più avanti negli anni tutto sarebbe diventato più pericoloso.
Il dottor Gerhald Buchwald (autore di alcuni libri sui danni dei vaccini) ricorda a questo proposito: "Mia nonna un giorno disse:
- Il bambino l'anno prossimo andrà a scuola e non ha fatto ancora il morbillo. Di conseguenza fui mandato a giocare con un bambino malato di morbillo, che immediatamente mi infettò. Mia nonna mi mise a letto e mi fece degli impacchi umidi intorno ai polpacci. Abbassava la luce in camera e mi portava tante cose buone da bere e da mangiare, curandomi con affetto: e dopo pochi giorni era passato il morbillo".

L'età tipica dei pazienti affetti da morbillo, prima dell'introduzione del vaccino, andava dai 5 ai 9 anni. Dopo l'introduzione del vaccino il 64% dei soggetti colpiti aveva più di 10 anni.
L'età media durante un'epidemia di morbillo che ci fu nel 1981 all'Università della California era stata di 20/ 24 anni, di cui il 91% era stato vaccinato contro la malattia.
I primi vaccini per il morbillo furono somministrati tra il 1963 e il 1967 su un milione di bambini americani. Poco tempo dopo l'introduzione di questi vaccini i bambini cominciarono a sviluppare forme di morbillo atipico, da una parte una forma subdola, resistente al trattamento, dall'altra una forma leggera con lo sviluppo di chiazze rosse minuscole o addirittura senza chiazze. Queste forme atipiche hanno l'effetto di provocare malattie croniche di tipo degenerativo.
Abbiamo già visto che anticorpi prodotti nel sangue non sempre equivalgono a non contrarre la malattia. Nel 1984 il Ministero della Sanità degli USA dichiarò a tal proposito: "Un bambino che si trova in uno stato di sensibilizzazione immunologica, ma non è ancora immune, è per così dire in uno stato di immunizzazione inadeguata", cioè c'è la prevista risposta con anticorpi al vaccino, ma questa non basta per prevenire la malattia.
I responsabili sanitari statunitensi, alla luce del sole, rispondevano al fallimento del vaccino per il morbillo, e al conseguente fallimento del concetto stesso di vaccinazione, chiedendo di vaccinare di più. Ma furono accontentati.

Nel 1989 fu creato un tipo di vaccino per il morbillo altamente concentrato e quindi potenzialmente "immunizzante" più a lungo o meglio. Raccomandato dalla OMS (Organizzazione mondiale della Sanità), fu sperimentato sia su 1500 bambini di un quartiere di Los Angeles (Kaiser Permanente of Southern California) che su bambini del Messico, Haiti ed Africa (Centre for Disease Control, 1989-91). Fu rilevato che i bambini iniettati con tale prodotto stavano morendo in gran numero.
Le bambine africane, cui nell'esperimento fu somministrata una dose doppia rispetto a quella dei bambini, avevano una mortalità significativamente maggiore di quella dei bambini. Nel 1992 l'OMS ritirò tale vaccino dal mercato.

Per capire cosa successe, bisogna sapere che un aspetto assolutamente certo e riscontrabile in tutte le vaccinazioni consiste nella soppressione post-vaccinale delle difese immunitarie, con un massimo di caduta dei livelli di linfociti 10 giorni dopo l'inoculazione ed in molti soggetti questa immunosoppressione continua per molti anni.
Questa fase, riconosciuta universalmente negli ambienti scientifici, di fatto non è quasi mai indicata ai genitori dei bambini. L'esistenza di questa fase imporrebbe infatti una visita molto attenta ai soggetti da vaccinare per evidenziare eventuali forme morbose in atto o in incubazione, che potrebbero aggravarsi o manifestarsi proprio in conseguenza della vaccinazione.

Il super-vaccino creato per il morbillo nel 1989 risultò causare una super-soppressione (da 6 mesi a 3 anni) del sistema immunitario.
Il noto fenomeno dell'effetto depressivo del sistema immunitario fu cioè accentuato dalla particolare formulazione del vaccino.
La letteratura medica ci dà indicazioni puntuali sul fatto che i vaccini possono aumentare l'incidenza delle stesse malattie che dovrebbero prevenire. La capacità del vaccino antipertosse di stimolare l'inizio di una polio paralitica è stato noto sin dal 1909.
Nell'epidemia di polio in bambini della penisola araba dell'Oman, secondo la rivista britannica "The Lancet" (1990), la vaccinazione DPT ne fu la causa scatenante: tutte le 70 vittime (età 5-24 mesi) avevano ricevuto una iniezione di DPT entro i 30 giorni precedenti la comparsa della malattia.
La vaccinazione DPT aveva annullato la capacità di vincere il virus della polio del loro organismo.
Alla fine degli anni '40 uno studio pubblicato su American Journal of Public Health evidenziò che su 1300 casi di polio in bambini della città di New York, circa il 70% delle vittime avevano ricevuto la vaccinazione DPT nei due mesi precedenti la manifestazione della malattia.
Tenendo in mente queste informazioni capiamo ancora di più perché i vaccini non possono essere usati come una panacea dappertutto e ci apprestiamo a discutere le malattie infettive di oggi ricercando un uso mirato e intelligente, strettamente necessario, dei vaccini.
By
Lorenzo Acerra - 2002 - ‎Health & Fitness

vedi anche: Trivalente - 2 + MORTI  per il Vaccino anche per il morbillo + Effetto Gregge + Meccanismo dei danni dei vaccini + Dati ISTAT + Vaccinati con MMR (rosolia, orecchioni, morbillo) l'80% si sono ammalati di Orecchioni + Morbillo vaccini pediatrici + Morbillo (2013) in Gran Bretagna

GERMANIA - Feb. 2015
La notizia della tragedia della morte di bambini ammalati di morbillo e successivamente morti per meningite, arriva in momento in cui la capitale tedesca, Berlino (D), e’ stata colpita da una ondata della patologia tipica dell’infanzia, il morbillo e quindi di conseguenza anche della meningite che i morbillosi si ammalano, per malpractice, perche' malcurati da medici impreparati, e quindi si sta discutendo intensamente sulla opportunità di vaccinare i bambini o meno, questo perche quelli che si ammalano sono proprio i super vaccinati...vedi: la Balla della immunita' di gregge


KAZAKISTAN
Il Kazakistan ha sospeso l'immunizzazione contro il morbillo dopo una serie di ricoveri in seguito alle iniezioni.
In un primo momento, di 18 studenti di un collegio medico in Temirtau, una città nel centro del Kazakistan, sono stati ricoverati con alte temperature febbrili.
Poi, una situazione simile è accaduta a Zhanaozen, dove sono stati ricoverati 30 ragazzi, delle scuole superiori e studenti universitari.  La condizione dei primi sei era così grave che sono stati trasferiti in un reparto di terapia intensiva.
Poi, un singolo caso è accaduto in Taraz: uno studente di 16 anni, ha perso conoscenza dopo la vaccinazione ed è stato portato in una clinica psichiatrica.
"In relazione alla registrazione degli eventi avversi a seguito della vaccinazione in Temirtau e Zhanaozen, per la risoluzione del Capo dello Stato Sanitario, il Dottore della Repubblica del Kazakhstan Zhandarbek Bekshin, ha detto che la campagna di vaccinazione è stata sospesa", questa la dichiarazione del Ministero dell'Economia Nazionale del Kazakistan..
La campagna di quest'anno della vaccinazione supplementare contro il morbillo in Kazakistan è andata terribilmente storta quando decine e decine di adolescenti sono stati ricoverati in febbre ed inconsci in ospedali locali.
Tutto è iniziato nel Temirtau.  18 studenti di un collegio medico sono stati ricoverati in ospedale con l'alta temperatura dopo la vaccinazione per il morbillo, che hanno ricevuto il 10 febbraio.
Come il capo del dipartimento della salute di Karaganda Oblast Yerzhan Nurlybayev ha detto, la sindrome post-vaccinazione è stata identificata come la causa preliminare della condizione. "Questi 18 studenti di Temirtau collegio medico sono stati vaccinati per il morbillo, come parte di una grande campagna per vaccinare la popolazione. Si tratta di un vaccino indiano testati in un laboratorio medico e trovato e pubblicizzato per essere sicuro per la vaccinazione di massa. Stiamo cercando in queste cause. Ma la causa della loro condizione preliminare è la sindrome post-vaccinazione ", ha detto Nurlybayev.
In tutto, 178 studenti della facoltà di medicina hanno ricevuto il vaccino.
Secondo Nurlybayev, dei 18 studenti ospedalizzati, 17 ottenuto meglio in due giorni e sono stati dimessi dall'ospedale il 12 febbraio ha aggiunto che non sanitarie o di altri tipi di violazioni sono stati trovati in azioni dei medici che ha somministrato il vaccino.
La polizia della Divisione Starogorodsky del Dipartimento degli Affari Interni di Temirtau ha avviato un'indagine penale ai sensi dell'articolo 317 del codice penale del Kazakistan - "performance improprio di attività professionali di medico o farmaceutico." La polizia ha detto di non avere sospetti, ma i medici sono stati interrogati.
Poi venne Zhanaozen in Mangistau Oblast nel occidentale del Kazakistan. Il 20 febbraio, 30 studenti delle scuole superiori e studenti universitari di età compresa tra i 15 e 19 sono stati portati a malattie infettive all'ospedale di Zhanaozen, dopo aver ricevuto il vaccino per il morbillo.
È stato osservato che la maggior parte di loro erano ragazze. Così, secondo il vice capo del Dipartimento della protezione dei consumatori Valery Neyzer, questo fatto può curiosamente punto che la reazione potrebbe essere causato da una reazione psicologica alla puntura e non dal vaccino stesso, Lada ha riferito. Ha anche detto che là le vaccinazioni effettuate in Aktau, ma nulla del genere è accaduto lì.
Più tardi, il numero di persone in Mangistau Oblast che sono stati portati agli ospedali dopo la vaccinazione contro il morbillo è cresciuto fino a quasi 60. E 'la seconda settimana ragazzi che si lamentavano di nausea, vertigini e crampi.
Alcuni pazienti sono stati inviati al Oblast Hospital Mangistau. Uno dei ragazzi è ancora in terapia intensiva. "Il numero totale di adolescenti ricoverati in ospedale dopo la vaccinazione è di 59 persone. Di questi, 53 in Zhanaozen e sei in Beineu", ha detto il vice capo della Oblast Health Administration Almabek Biesen.
Non sono stati ancora identificati le cause esatte di cattiva salute degli adolescenti. Alcuni presumono che le complicanze possono essere causati dai vaccini di scarsa qualità o stoccaggio improprio dei farmaci. L'indagine in questo senso è stato intrapreso da epidemiologi da Astana.
Un caso a parte è verificato in Zhambyl Oblast. A 16 anni, studente di college in Taraz, una città nel sud del Kazakistan, ha perso conoscenza dopo essere stati vaccinati, KTK ha riferito il 20 febbraio.
"La mia ragazza era in buona salute. Non è mai stata seriamente malata. Ora lei è a letto in stato di incoscienza, e non reagisce a nulla. E' stata vaccinata per il morbillo il Giovedi precedente. Si e' sentita male per due giorni e poi cadde a terra il terzo giorno. Lei non è ancora tornata in sé", ha detto la madre della figlia.
Nel frattempo, i medici stavano conducendo le proprie indagini e determinato che la causa dell'incidente è stata probabilmente a terra in difficoltà a casa o una discussione con un ragazzo. Dichiarazione della madre che la figlia non aveva fidanzato non ha convinto i medici, che hanno inviato la ragazza in un ospedale psichiatrico per un ulteriore trattamento
Numerosi adolescenti in Atyrau Oblast a ovest del Kazakhstan sono stati ricoverati in ospedale dopo la vaccinazione, Ak Zhayik relazioni. Gli incidenti divennero noti il 23 febbraio perche' denunciati dai genitori degli studenti. Secondo loro, dopo che i bambini sono stati vaccinati per il morbillo, sono stati portati agli ospedali con vari sintomi: perdita di coscienza, asfissia, alcuni di loro non poteva camminare da soli.
Il Pediatra Capo di Atyrau Oblast Gulfara Umirbayeva ha detto che sei casi di ospedalizzazione dopo la vaccinazione sono stati registrati nella Oblast. "Ma non sono associati con la vaccinazione. Piuttosto, essi hanno a che fare con l'immunità indebolita e peggioramento di malattie croniche", ha detto.
3012 persone sono state vaccinate negli ultimi tre giorni in Atyrau Oblast. Altri 285 hanno rifiutato di ricevere l'iniezione......
La vaccinazione per il morbillo in Kazakhstan è stata sospesa fino al 2 marzo 2015. Entro tale data il Centro Nazionale per Expertise Drug completerà le indagini e fare l'esame del vaccino indiano che è stato utilizzato nel paese fino ad oggi.
By Dinara Urazova - Autore: Tengrinews English

ITALIA
Malgrado le falsita' fornite dall'OMS sull'Italia, riguardo alla riduzione del 25% delle profilassi vaccinali, quali cause della recrudescenza dei morbillosi....
Ecco le statistiche ufficiali dei casi dichiarati di morbillo in Italia aggiornati a gennaio 2015.
 

 

Negli US nel 2015 è emergenza morbillo in 14 stati, con 600 casi totali, tutti casi risoltosi senza morti o encefaliti, dove la copertura vaccinale per il morbillo è al 93 %, in Italia siamo a 88 %. Con una popolazione nettamente inferiore agli Usa.
Questo per capire come la Lobby di Big Phrama negli US sia talmente potente, più di quella delle armi, infatti al Senato Americano hanno proposto la vaccinazione obbligatoria per morbillo per far fronte a questa epidemia....

US - ZERO statunitensi decessi per morbillo in 10 anni, ma più di 100 morti per il vaccino per il morbillo !
qui ci sono alcuni fatti facilmente verificabili per quanto riguarda i decessi associati morbillo negli Stati Uniti negli ultimi 10 anni, e decessi associati a vaccini contro il morbillo durante lo stesso periodo di 10 anni.

In primo luogo, i Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie (CDC) mantiene un conteggio settimanale di focolai di malattie, anche mortali. Secondo una dichiarazione fatta dal Dr. Anne Schuchat, direttore del Centro Nazionale di CDC per le vaccinazioni e le malattie respiratorie, in una storia Associated Press ripresa da Fox News il 25 aprile 2014:
Non vi è stato alcun morbillo decessi segnalati negli Stati Uniti dal 2003
I Report settimanali dei CDC su morbilità e mortalità (MMWR) a partire da quella data, non hanno rivelato alcun morti per morbillo sia.
E mentre le autorità sanitarie stanno incolpando focolai di morbillo in questi ultimi anni sui bambini non vaccinati, quando si menziona il fatto che nessuno sta morendo dal morbillo negli Stati Uniti, sono pronti a girare intorno e vaccini sinistri hanno eliminato le morti per morbillo (anche se non possono eliminare la malattia stessa apparentemente)
By Brian Shilhavy
- See more at: http://vaccineimpact.com/2015/zero-u-s-measles-deaths-in-10-years-but-over-100-measles-vaccine-deaths-reported/#sthash.CJvorUmI.dpuf

CANADA BRITISH COLUMBIA - ottobre 2013
Caso di morbillo associata al vaccino 5 settimane DOPO - Vaccinazione
Descriviamo un caso di morbillo vaccino associato in un paziente di due anni, dalla British Columbia, Canada, in ottobre 2013, che ha ricevuto la sua prima dose di vaccino contenente morbillo, 37 giorni prima della comparsa dei sintomi prodromici. Identificazione questo caso associata al vaccino ritardo è verificato nel contesto di un'indagine focolaio di un cluster morbillo.
In questo rapporto si descrive un caso di morbillo-parotite-rosolia (MMR) associata al vaccino morbillo malattia che è stato positivo sia PCR e IgM, cinque settimane dopo la somministrazione del vaccino MMR. Sulla base della nostra letteratura, crediamo che questa sia la prima relazione tal caso, che ha implicazioni sia per la salute pubblica di follow-up dei casi di morbillo e la sorveglianza della sicurezza del vaccino.
Tra il 29 agosto e il 2 settembre 2013 tre persone non collegate da tutta la Fraser Valley, British Columbia, Canada, presentato con la malattia eruzione coerente con il morbillo clinici [1].
Sulla base del focolaio da parte dell'autorità sanitaria locale, nessuno dei tre casi ha avuto un'esposizione identificato un caso di morbillo o la storia di viaggi al di fuori del Canada durante il periodo di incubazione, e un caso di origine non è mai stato identificato.
Tutti e tre i casi avevano lo stesso tipo di sequenza morbillo genotipo B3 (MV / britannico Columbia.CAN / 34.13, significa id 39928, GenBank numeri di adesione KF704002 e KF704001). Morbillo genotipo B3 è endemica nelle regioni mediterranee africane e orientali dell'Organizzazione Mondiale della Sanità [2]. Due ulteriori casi di morbillo a causa di trasmissione secondaria di uno dei casi di cui sopra sono stati identificati in British Columbia nella terza settimana di settembre.
http://www.eurosurveillance.org/ViewArticle.aspx?ArticleId=20649

Studio scientifico mostra che il tasso di mortalità infantile aumenta all'aumentare del numero di dosi vaccinali somministrate.
Qui nel sito qui sotto segnalato, trovate la traduzione dell'abstract (riassunto) dell'articolo "Infant mortality rates regressed against number of vaccine doses routinely given: Is there a biochemical or synergistic toxicity?" di Neil Z Miller e Gary S Goldman, pubblicato orginalmente sulla rivista scientifica ufficiale Human & Experimental Toxicology - 2011 September; 30(9): 1429, e reperibile su internet sul sito istituzionale medico-scientifico National Center for Biotechnology Information (.nih.gov significa che è ospitato sul sito governativo del National Institute of Health, ovvero il Ministero della Salute Federale degli USA):
 
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3170075/
Continua QUI:
http://scienzamarcia.blogspot.it/2013/03/studio-scientifico-mostra-che-il-tasso.html

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

L'epidemiologia del morbillo è stata modificata dalla vaccinazione - Nov. 2013
Dapprima era una malattia eccezionale nel primo anno di vita del bambino (1), oggi è sempre più frequente anche in lattanti di pochi
 mesi.
Le donne in età fertile che non hanno avuto la malattia naturale, ma che sono state vaccinate da piccole, presentano livelli di anticorpi bassi e trasmettono al neonato una protezione inefficace.
 Inoltre è stato ipotizzato che una ridotta circolazione del virus comporti un abbassamento dei livelli anticorpali anche in donne che da bambine avevano avuto il morbillo.
Uno studio(2) ha esaminato i livelli di anticorpi contro il morbillo in 221 donne inglesi in gravidanza (87 avevano ricevuto da bambine la vaccinazione, 120 avevano sviluppato l' infezione naturale). I livelli
 medi di anticorpi sono risultati significativamente più bassi nelle donne vaccinate e nei loro figli al momento della nascita e ai successivi dosaggi effettuati a 1, 6, 9,e 12 mesi.
La presenza di anticorpi antimorbillo è stata in media rilevabile per un mese soltanto nei nati da madre vaccinata e per circa 3 mesi nei nati da madre che si era ammalata naturalmente. La quasi totalità dei bambini ha perso ogni protezione prima dei sei mesi.
Questo fenomeno si accompagna a quello già noto dello scivolamento in avanti dell'età dello sviluppo della malattia: prima della vaccinazione il morbillo era una malattia tipica dei primi 10 anni di vita, oggi è caratteristica dell'adolescenza e dei giovani adulti. In Italia nel 2008 sono stati notificati 6504 casi di morbillo, con 126 focolai epidemici in 15 Regioni. Più colpito il Piemonte, dove l' età media è stata di 17 anni (range 0-77 anni). Quasi il 60% (1247 casi) aveva un'età compresa tra 15 e 44 anni; in particolare il 23% aveva tra 15 e 19 anni, il 15% tra 20 e 24 anni e il 21% tra 25 e 44 anni.(3)
 
Nel corso del 2009 nei 32 Paesi europei partecipanti alla rete Euvac.net sono stati segnalati 7.178 casi di morbillo. Il 10% ha riguardato lattanti, il 41% bambini di 1-9 anni, il 49% soggetti di età maggiore (più di 30 anni il 18%). Le informazioni sullo stato vaccinale (ottenute nell'82% dei casi) dicono che i non-vaccinati rappresentano il 63%, ed i vaccinati il 19,4% dei malati, mentre non si conosce lo stato nel 18%.(4)
La suscettibilità dei lattanti al morbillo e la diffusione della malattia in età più avanzata sono un prezzo molto alto rispetto ai presunti benefici del vaccino. A meno che non si vogliano vaccinare anche i neonati (in sala-parto ?) o prospettare una terza o quarta dose (prima della pensione ?).
 
 1 - Bartolozzi G. Vaccini e vaccinazioni Ed. Masson
 2 - Leuridan L, et al. "Early waning of maternal measles antibodies in era of measles elimination": longitudinal study BMJ 2010;340:c1626
 3 - http://www.epicentro.iss.it/focus/morbillo/ripresaIta07-08.asp
 4 - http://www.euvac.net/graphics/euvac/pdf/annual_2009.pdf
Tratto da: eugenioserravalle.com


Prima dell’introduzione dei vaccini, il morbillo si presentava in 2 o 3 cicli all’anno e il 95% della popolazione aveva sviluppato l’immunità naturale attorno al quindicesimo anno di età.

Dopo le campagne di vaccinazione, le cose sono molto cambiate e l'immunita' naturale non esiste piu' !
Il Dr. A.W. Hedrich nel 1929 ha studiato la presenza naturale del morbillo. “Sulla base delle indagini condotte sul campo in diversi operai, si deduce che circa il 95% dei bambini presenti in città soffre di attacchi contro il morbillo a partire dal 15° anno di età”
vedi: Hedrich AW. 1930. The corrected average attack rate of measles among city children. Am. J. Epidemiol. 11 (3): 576-600

Conferma:
da quando hanno iniziato, negli Stati Uniti, a vaccinare sistematicamente quasi tutta la popolazione anche per il morbillo, dal 1982 la presenza di pertosse negli USA sta crescendo di anno in anno, con picchi nel 2005 e nel 2010 che hanno avuto caratteristiche epidemiche rilevati.
Ora un altro picco sta bersagliando gli USA nel 2012 e in questi giorni
un articolo del New England Journal of Medicine ha sollevato la questione discutendone apertamente

Dopo che i "membri del gregge" hanno smesso di acquisire l’immunità per via naturale, a causa dell’effetto vaccino qui descritto, sono aumentate vertiginosamente anche molte altre malattie: autismo, allergie, asma, malattie rare, malformazioni, cancri, l’herpes zoster, ecc..
La risposta delle autorita' ufficiali e' stata quella di incrementare i vaccini per i bambini e promuovere i vaccino anche per gli adulti !
Follia di Big Pharma per incrementare i propri guadagni per mezzo del enti a tutela della salute si ma dei fatturati di Big Pharma...

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

BAMBINA MORTA A ROMA per…”morbillo”…..(encefalite) vedi articolo comparso sulla stampa:
http://www.fimmgroma.org/images/stories/documenti/repubblica11mar15.pdf
in realta’…:
La bimba e' stata rovinata al 99% dai vaccini, che ha purtroppo subito in precedenza (vedi, esavalente, con lesione occulta e latente che con i richiami successivi si e' piano piano slatentizzata)  ed i medici impreparati, che l'hanno avuta in cura, dopo la lesione vaccinale, (intossicazione vaccinale con relativa infiammazione dei tessuti) all'intestino e relativo sistema nervoso - con probabile microischemia  nella microcircolazione nel sistema nervoso) e l'autopsia "pilotata", NON ha ricercato le "cose" (sostanze vaccinali) da cercare, ne' i luoghi ove andare a vedere.., i medici hanno purtroppo con la loro impreparazione a riconoscere i danni dei vaccini, permesso e portato alla sofferenza e quindi alla morte della piccola.

A proposito, vedo che nell'articolo da me letto, qui sopra indicato con apposita URL,  il giornalista in evidente malafede, scrive che il bambino di Berlino (D) non  era stato vaccinato, ma si vede che non e' un giornalista serio, perche' un vero giornalista prima di scrivere frasi senza senso, si INFORMA per bene.
Quel bambino era stato vaccinato (lo ha confermato il medico di famiglia) anche e non solo per il morbillo (e vi e’il documento vaccinale) ed e' proprio per questo fatto che si e' scatenata la battaglia....sui vaccini !


(AGI) - Brindisi, 4 mar. 2015 - Un bambino di tre mesi e' morto ieri, per cause ancora da chiarire, all'ospedale Perrino di Brindisi. Il piccolo era stato ricoverato all'ospedale di Francavilla Fontana (Br) a causa della febbre alta e poi trasferito d'urgenza al Perrino, dove e' deceduto a causa "di un evento infettivo fulminante" come e' scritto nel referto medico.
La direzione sanitaria del nosocomio brindisino ha disposto che sul corpicino venga effettuata l'autopsia. L'esame si terra' domani e servira' a chiarire quale sia stata la causa scatenante dell'infezione e se vi possano essere relazioni tra la morte e la vaccinazione di routine a cui il bambino era stato sottoposto una settimana fa. Al momento i genitori non avrebbero presentato denuncia, ma hanno contattato un avvocato.....
Anche in questo caso ci sono di mezzo i vaccini

Siamo ancora in pieno medio evo nella sanita' .....ed i giornalisti fanno su questo argomento, “vaccini”, fanno quasi sempre: DISINFORMAZIONE !
Questi i subdoli meccanismi dei GRAVI danni dei Vaccini, da me scoperti da decenni ! -  vedi: Interrogazione parlamentare

Anormali anticorpi dal vaccino morbillo-parotite-rosolia e CNS autoimmunità nei bambini con autismo.
J Biomed Sci. 2002 Jul-Aug;9(4):359-64.
Abnormal measles-mumps-rubella antibodies and CNS autoimmunity in children with autism.
By
Singh VK1, Lin SXNewell ENelson C. - Author information

Astratto
Autoimmunità al sistema nervoso centrale (SNC), in particolare per la proteina basica della mielina (MBP), la quale può giocare un ruolo causale nell’ autismo, un disturbo dello sviluppo neurologico.
Poiché molti bambini autistici portano elevati livelli di anticorpi per il morbillo, abbiamo condotto uno studio sierologico sul vaccino morbillo-parotite-rosolia (MMR) e gli autoanticorpi MBP.
Usando campioni di siero di 125 bambini autistici e 92 bambini di controllo, gli anticorpi sono stati dosati con ELISA o metodi immunoblotting.
Le analisi ELISA hanno mostrato un significativo aumento del livello di anticorpi MMR nei bambini autistici. Analisi immunoblotting hanno rivelato la presenza di un anticorpo MMR insolito 75 di 125 (60%) sieri autistico, ma non in sieri di controllo.
Questo anticorpo specificamente individuato, una proteina di 73-75 kD della MMR.
Questa banda di proteine, come analizzato con anticorpi monoclonali, era immunopositivo per morbillo emoagglutinina (HA) di proteine, ma non per il morbillo e la rosolia nucleoproteina o proteine ​​virali parotite.
Così l'anticorpo MMR nel siero autistico rilevato morbillo proteina HA, che è unica al morbillo subunità del vaccino. Inoltre, oltre il 90% del MMR anticorpi positivi sieri autistici erano anche positivi per autoanticorpi MBP, suggerendo una forte associazione tra MMR e CNS autoimmunità nell'autismo.
Derivanti da questa prova, vi suggeriamo una risposta anticorpale inopportuno MMR, in particolare la componente del vaccino per il morbillo in esso contenuta, potrebbe essere correlato alla patogenesi dell'autismo.
Copyright 2002, Consiglio Nazionale delle Scienze, ROC e S. Karger AG, Basel


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Il MORBILLO VIENE TRASMESSO ANCHE dai VACCINATI - 22/02/2015 
Un autorevole studio rivela che un individuo vaccinato non solo può infettarsi con il morbillo, ma può trasmettere il virus anche ad altri soggetti vaccinati – smentendo doppiamente l’affermazione che due dosi di vaccino MMR siano “efficaci nel 99% dei casi” come ampiamente sostenuto.
Fonte: http://www.greenmedinfo.com/blog/measles-transmitted-vaccinated-gov-researchers-confirm  - Tradotto da Stefania Lucianò
Uno degli errori fondamentali sulla valutazione dell’efficacia del vaccino contro il morbillo è quello di pensare che l’inoculo di due dosi di morbillo - parotite - rosolia (MMR) equivalga ad acquisire totale immunità contro questi agenti patogeni. Infatti, si ritiene che ricevere due dosi del vaccino MMR sia efficace al 99% nel prevenire il morbillo, nonostante una voluminosa bibliografia e prove basate sull’epidemiologia e sull’esperienza clinica contraddicano questo dato.
Questo modo di pensare sbagliato ha portato il pubblico, i media e le autorità ad attribuire sempre ai non vaccinati l’origine di focolai di morbillo, come quello recentemente segnalato a Disney,  anche se il 18% dei casi di morbillo si è verificato in coloro che erano stati vaccinati. L‘evidente inefficacia del vaccino è dimostrata anche dal fatto che il CDC ora richiede due dosi.
Ma i problemi che riguardano il fallimento del  vaccino MMR vanno molto più in profondità.
In primo luogo, questo vaccino comporta gravi rischi per la salute, compreso il rischio crescente di autismo, rischio che uno scienziato senior del CDC ha confessato esser stato insabbiato dalla sua agenzia. Secondo, non solo il vaccino MMR non conferisce sempre immunità, ma coloro che sono stati “immunizzati” con due dosi di vaccino MMR possono ancora trasmettere l’infezione ad altri – un fenomeno che nessuno segnala nella fretta di incolpare chi non si è vaccinato o non ha fatto le due dosi.

I vaccinati con MMR possono diffondere il morbillo
!
L’anno scorso, un innovativo studio pubblicato sulla rivista Clinical Infectious Diseases, tra gli autori del quale ci sono scienziati che lavorano per Bureau of Immunization, New York City Department of Health and Mental Hygiene e National Center for Immunization and Respiratory Diseases, Centers for Disease Control and Prevention (CDC),  ha preso in esame le prove che, nel  focolaio di morbillo scoppiato a New York nel 2011, sia gli  individui precedentemente vaccinati che quelli con immunità da vaccino, erano in grado di essere infettati con il morbillo e di infettare altri (trasmissione secondaria).
Questa scoperta ha suscitato anche l’attenzione dei media, come l’articolo apparso su Sciencemag.org nell’aprile 2014 intitolato “Per la prima volta una epidemia di morbillo è stata ricondotta ad un individuo completamente vaccinato“.
Questo studio rivoluzionario intitolato “Epidemia di morbillo tra persone immunizzate in precedenza, New York City,  2011” ha riconosciuto che, “il morbillo può manifestarsi anche in individui vaccinati, ma non è stata documentata la trasmissione secondaria da tali individui”.
Al fine di scoprire se individui completamente vaccinati per il morbillo siano capaci di essere infettati e di trasmettere l’infezione ad altri, gli studiosi hanno preso in esame i casi sospetti ed i contatti esposti durante l‘epidemia di morbillo del 2011 a New York. Si concentrarono su un paziente che aveva ricevuto due dosi di vaccino per il morbillo e fu scoperto che, ”su 88 contatti, quattro casi secondari avevano ricevuto due dosi di vaccino anti- morbillo o avevano una precedente positività di anticorpi IgG per il morbillo. Tutti i casi sono stati confermati in laboratorio, i sintomi clinici erano coerenti con il morbillo e presentavano un’alta presenza di anticorpi IgG caratteristica di una risposta immunitaria secondaria”.

La loro importante conclusione fu la seguente:
”Questa è la prima segnalazione di trasmissione del morbillo da un individuo vaccinato due volte. La manifestazione clinica e i dati di laboratorio erano tipici del morbillo in un individuo mai esposto al virus. Casi secondari avevano risposte anticorpali anamnestiche robuste. Nessun caso terziario si è verificato nonostante i numerosi contatti. Questo focolaio sottolinea la necessità di una approfondita indagine epidemiologica e di laboratorio dei casi sospetti di morbillo a prescindere dallo status vaccinale “.
Avete capito ?
Un individuo vaccinato  due volte, durante l’epidemia di morbillo a NYC, è stato in grado di trasmettere il morbillo a quattro dei suoi contatti, due dei quali avevano ricevuto due dosi di vaccino MMR e avevano precedenti valori anticorpali IgG per morbillo presumibilmente protettivi.
Questo fenomeno – individuo completamente vaccinato che infetta altri individui completamente vaccinati – è stato ignorato dalle agenzie sanitarie e dai media. Questi dati confermano la possibilità che, durante il focolaio di morbillo verificatosi a Disney, soggetti precedentemente vaccinati (chiunque facente parte del 18% che si sa essersi infettato) possono essere stati infettati o anche aver contratto il morbillo dal vaccino e aver trasmesso il morbillo sia ai vaccinati che ai non vaccinati.
Basta incolpare del fallimento dei vaccini chi non si vaccina
La morale della storia è che non si possono incolpare della morbilità e mortalità delle malattie infettive i genitori che scelgono di non vaccinare, quando la vaccinazione non conferisce l’immunità e non impedisce a coloro che sono vaccinati di infettare gli altri. In realtà, i focolai secondari di morbillo dovuti al fallimento della vaccinazione, anche in popolazioni con copertura vaccinale del 99%, capitano da decenni.
Inoltre, questi scienziati del CDC e del Bureau of Immunization hanno  evidenziato la necessità che vi sia una “accurata indagine epidemiologica e di laboratorio dei casi sospetti di morbillo, indipendentemente dallo stato vaccinale,” vale a dire che gli studiosi devono poter escludere il fallimento del vaccino e l’infezione da parte di individui completamente vaccinati come concausa dei focolai di morbillo
Invece, quello che sta accadendo, per ora, è che quando  si verifica un’epidemia di morbillo, si assume si attribuisce la  colpa alla vittima, e i media e / o le agenzie riportano che i contagiati sono non vaccinati o non totalmente vaccinati  – spesso senza prove sufficienti a sostegno di tali affermazioni.
Chiaramente tutti coloro che hanno interessi nel dibattito sul tema  vaccino si / vaccino no, devono guardare la situazione attraverso la lente d’ingrandimento dell’evidenza dei fatti, senza proclami finalizzati al compiacimento delle autorità sanitarie o semplicemente per partito preso.
Tratto da: comilva.org - Vedi:

Commento NdR: e per gli altri tipi di vaccini e' la stessa cosa ! ...ma non si fanno gli studi appropriati altrimenti crolla il mito dei vaccini...

Diffusione delle malattie con i Vaccini
Andrew Wakefield era ospite l'Agenda in una intervista sui vaccini (circa 20 minuti).
Ho contattato l’avvocato Alan Phillips per chiedere del Dott. Wakefield (medico) su quello che egli aveva detto durante una sua conferenza al Congresso sulla sicurezza dei vaccini pochi anni indietro - che aveva a che fare con la trasmissione virale orizzontale - cioè la sua diffusione anche del morbillo per mezzo dei vaccini. Questo è importante.
Quello che il Dr Wakefield  dice è che non c'è evidenza di bambini non vaccinati che sviluppino la sindrome autistica se non quella essenzialmente prodotta dal virus del vaccino del morbillo fatto ai loro fratelli o sorelle che sono stati vaccinati e hanno sviluppato l'autismo. Questo porta il problema di diffusione delle malattie per mezzo dei vaccini ad un livello completamente nuovo.
Ascoltate la sua intervista:
http://www.blogtalkradio.com/thevaccineagenda/2015/07/14/illinois-sb-1410-dr-andrew-wakefield-on-vaccine-corruption


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Il vaccino per il morbillo è inefficace; FOCOLAI spesso si VERIFICANO molto o completamente, in popolazioni VACCINATE:
· FDA. "Laboratorio FDA a rivedere le avvertenze, le istruzioni d'uso e le informazioni di precauzione [sui vaccini].» (Rockland, Maryland: FDA, 18 settembre 1992), p. 27.
· Faich, GA, et al. "Epidemia di morbillo in Rhode Island." Public Health Report 1981 maggio-giugno; 96 (3): 264-266.
· CDC. MMWR (1 febbraio 1985).
· CDC. MMWR (giugno 1984).
· CDC. MMWR (6 giugno 1987).
· Gustafson, T. "Epidemia di morbillo in una popolazione scolastica secondaria, completamente vaccinata." New England Journal of Medicine 1987; 316: 771-74.
· Markowitz, LE, et al. "Modelli di trasmissione in focolai di morbillo negli Stati Uniti, 1985-1986." New England Journal of Medicine 1989; 320: 75-81.
· Robertson, SE, et al. "Un milione di dollari epidemia di morbillo:. epidemiologia, fattori di rischio, e una strategia rivaccinazione selettiva" relazioni sulla sanità pubblica (gennaio-febbraio 1992), p. 24.
· . Edmonson, MB, et al "morbillo lievi e il fallimento del vaccino secondaria durante un'epidemia sostenuta in una popolazione altamente vaccinata." Journal of American Medical Association 1990; 263: 2467-71.
· Minnesota Department of Health. "Riepilogo Morbillo, 1987."
· CDC. "Morbillo". MMWR 1989; 38: 329-330.
· CDC. "Morbillo-Quebec." MMWR 1989; 38: 329-30.
· CDC. "Morbillo-Stati Uniti, 1990. MMWR 1991; 40 (2): 369.
· CDC. "US Childhood Immunization Update: morbillo." (Marzo 1997).
· CDC. "Morbillo-Stati Uniti, 1999." MMWR 2000; 49 (25): 557-560.
Immunità naturale è superiore:
· CDC. "I bambini di mamme vaccinati più suscettibili al morbillo." Pediatrics (novembre 1999).
· "immunità naturale per morbillo produce maggiore capacità neutralizzante di vaccinazione." Journal of Medical Virology 2000; 62: 91-98.
Il vaccino del morbillo Altera l'epidemiologia della malattia (che provoca più alti tassi di morbillo in gruppi ad alto rischio):
· Cherry, JD "La 'nuova' epidemiologia di morbillo e rosolia." Hospital Practice (luglio 1980), p. 51.
· . Macgregor, JD, et al "epidemia di morbillo in Shetland nel corso del 1977 e 1978." British Medical Journal 1981; 282 (6262): 434-436.
· oro, E. "progresso attuale in morbillo eradicazione negli Stati Uniti." Infect Med 1997; 14 (4): 297-300, 310.
· CDC. "Morbillo-Stati Uniti, 1999." MMWR 2000; 49 (25): 557-560.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Le RICERCHE MOSTRANO un NESSO fra MICROBIOMA Intestinale (intestino) e CERVELLO - 09/01/2015
Chiamate collettivamente microbioma, le migliaia di miliardi di microbi che abitano il corpo umano vivono principalmente nell’intestino, dove ci aiutano a digerire il cibo, a sintetizzare le vitamine e a difenderci dalle infezioni. Ora, recenti ricerche sul microbioma hanno dimostrato che la sua influenza si estende ben oltre l’intestino, fino ad arrivare al cervello. Negli ultimi 10 anni, vari studi hanno collegato il microbioma intestinale a una serie di comportamenti complessi, come umori ed emozioni, appetito e ansia.
Il microbioma intestinale sembra contribuire al mantenimento della funzionalità cerebrale, ma non solo: potrebbe anche incidere sul rischio di disturbi psichiatrici e neurologici, fra cui ansia, depressione e autismo.
Una delle modalità più sorprendenti con cui il microbioma influisce sul cervello è durante lo sviluppo
.
“Esistono delle finestre evolutive critiche in cui il cervello è più vulnerabile poiché si sta preparando a rispondere al mondo circostante”, spiega Tracy Baie, docente di neuroscienze presso la facoltà di veterinaria dell’Università della Pennsylvania. “Così, se l’ecosistema microbico della madre si modifica - per esempio a causa di infezioni, stress  o diete - ciò cambierà il micro bioma intestinale del neonato, e gli effetti possono durare tutta la vita.”
Altri ricercatori stanno esplorando la possibilità che il microbioma abbia un ruolo nelle malattie neurodegenerative come l’Alzheimer e il Parkinson.
Fonte: MedicalXpress.com : http://tinyurl.com/kaa2j36

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

AFRICA:
Vaccinazioni inefficaci: i bambini africani muoiono ancora di morbillo - 30 giugno 2014
Dall’inizio dell’anno 2014 in soli 7 paesi paesi subsahariani oltre 30 mila nuovi casi. Molti i bambini morti a causa della malattia, complice la denutrizione infantile. L’impegno delle Ong per coprire il 95% del continente con il vaccino
In esclusiva da News from Africa
NAIROBI - Nonostante la promozione da parte dei vari governi di campagne per la vaccinazione di tutti i bambini a rischio, l’esplosione del morbillo nel continente africano continua a preoccupare il paese. Le statistiche indicano che solo dall’inizio di quest’anno sono stati riscontrati 34.105 casi in Benin, Cameroon, Chad, Repubblica Democratica del Congo, Guinea, Nigeria e Repubblica Centrale Africana (NdR: sono tutte nazioni ove le sono state fatte le campagne di vaccinazioni per varie malattie da parte di medici senza frontiere + OMS...., il 75 % dei bambini sono stati vaccinati anche e non solo per il morbillo, quindi sono tutti immunodepressi e per di piu' malnutriti.......).
In particolare il Chad ha accusato maggiormente il colpo dell’epidemia, con almeno 7.105 casi riportati all’inizio di maggio.
Secondo il Ministero per la Salute, nove persone, soprattutto bambini sotto i cinque anni, sono morte a causa della malattia (NdR: NON SOLO per l'impreparazione dei medici e la forte malnutrizione dei soggetti).
Seco Gerard, un operatore sanitario di Medici Senza Frontiere (Msf) di Bruxelles, ha dichiarato: “La più grande sfida è quella di fermare la diffusione dell’epidemia”, in quanto il morbillo è una malattia altamente contagiosa attraverso il contatto umano.
È vergognoso che la maggior parte delle nazioni africane non sia stata in grado di contenere la diffusione dell’epidemia, anche a causa di campagne per la vaccinazione inefficaci (NdR: i vaccini non funzionano, cioe' NON proteggono !) e fatte con pochissimi fondi.
Inoltre, i bambini gravemente malnutriti sono più vulnerabili al morbillo e ciò va ad aggravare una situazione già difficile di per sé (NdR: quindi non e' la mancanza della vaccinazione che scatena la malattia, ma come afferma la Medicina Naturale e' la malnutrizione e la scarsa igiene, come giustamente viene fatto osservare !)

Agenzia giornalistica - Unicef: con vaccinazioni -13,8 milioni di morti per morbillo
Morbillo, pediatri: in Italia oltre mille casi nel 2014 - Fonte: agenzia.redattoresociale.it
Tuttavia, i governi locali stanno lavorando con le Ong internazionali come Msf ed organizzazioni come l’Unicef per promuovere campagne di vaccinazione. È significativo che Msf sia in prima linea per la vaccinazione e la cura dei bambini colpiti, in particolare negli slum e negli insediamenti rurali in Africa.
Ma le sfide ancora abbondano. “A causa di problemi logistici, come strade in cattive condizioni, non siamo stati in grado di raggiungere alcuni dei bambini bisognosi in quanto alcune comunità vivono a diversi chilometri di distanza dalle strutture sanitarie più vicine. Poi c’è la sfida di ottenere dati affidabili sul numero reale di bambini a rischio”, ha detto Gerard.

L’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) stima che per affrontare l’epidemia in maniera efficace, è necessaria una copertura del vaccino del 95 per cento (NdR: siccome le vaccinazioni sono inefficaci e l'effetto, l'immunita' di gregge NON esiste...., continuano ad aumentare le percentuali dei soggetti da vaccinare...), mentre lo scorso anno si è raggiunto solo il 73 per cento in tutto il continente.
I governi africani sono decisi a rafforzare la collaborazione con le organizzazioni internazionali per far sì che un numero maggiore di bambini venga vaccinato, per ridurre il tasso di mortalità infantile associato al morbillo. (Traduzione di Sara Marilungo)
Tratto da: redattoresociale.it

Commento NdR: i bambini muoiono perche' i medici non sono in loco, ma anche se sono in loco, NON sanno, per la loro impreparazione di base, come curare con la Medicina Naturale i bambini morbillosi....
NON si muore per il morbillo, salvo i bambini MOLTO malnutriti, ma quelli un discrete condizioni di nutrizione, se curati con la Medicina Naturale guariscono !

MORBILLO, epidemia in Gran Bretagna ? = NO, FALSO
Da un link esterno della Health Protection Agency che si chiama solo "Morbillo", si recupera un pdf (
*) con
qualche dato relativo agli ultimi 3 anni, si scopre che le più alte incidenze di morbillo sono sempre state tra novembre e marzo e che a maggio i casi (come ora sta avvenendo in questo periodo) sono sempre andati diminuendo fino quasi a scomparire.
Dai dati di quel pdf si può anche leggere che i bambini più colpiti oggi sono i ragazzi che hanno tra i 14 e i 15 anni e che quando nel 2003 avevano 5 anni (e potevano vaccinarsi per il morbillo) lo hanno fatto nel
92% dei casi.
I ragazzi di età oggi compresa tra i 9 e i 10 anni, si sono vaccinati un po' meno a 5 anni (tra l'85 e l'87% della copertura vaccinale documentata), ma oggi si stanno anche ammalando molto meno dei ragazzi di 15 anni. E parliamo sempre di un numero di casi che è 1/3 di quelli che in Italia non avevano scatenato alcuno scalpore nel 2011, e simili a quelli già avuti nel 2008 nel Regno Unito.
Vale poi la pena segnalare che anche in seguito alle polemiche relative alla
vaccinazione (o non-vaccinazione) del figliolo di Tony Blair e nonostante le defezioni dalla pratica vaccinale che quell'episodio scatenò, il livello di copertura vaccinale antimorbillosa, anche negli anni di minore vaccinazione non è mai stato minore dell'87% dei bambini.
Pensiamo alla
recente epidemia statunitense di Pertosse, intervenuta in soggetti già vaccinati, di cui Eurosalus ha parlato a lungo nelle scorse settimane.
Purtroppo nessuno oggi fa trapelare se i bambini che si ammalano nel Regno Unito siano stati già vaccinati o meno. E il fatto che i virologi che ne parlano non tocchino il problema appare grave. 
Eppure l'unica proposta che nasce è quella del programma vaccinale esteso in modo quasi obbligatorio a tutti i ragazzi intorno ai 16 anni, con una protervia che lascia qualche perplessità.
Dopo la
fraudolenta campagna per la vaccinazione anti H1N1 dell'influenza suina, e già paventando la montante campagna di informazione/paura sulla prossima aviaria H5N7, posso dire che una prima valutazione di confronto tra chi si era vaccinato e chi no sarebbe la cosa più sensata da fare.
Eppure siamo circondati da virologi "esperti" che non riescono mai a fare una considerazione sensata come questa e passano subito a accusare chi riflette prima di obbedire, di essere "l'untore". Gli aspetti che governano la libertà di scelta terapeutica dovrebbero essere un diritto per chiunque.
La mia sensazione è che oggi queste battaglie non si combattano dietro al microscopio o negli studi medici, ma direttamente a Wall Street o sul mercato azionario di Zurigo e chiedo a tutti di valutare con attenzione le notizie che ci martelleranno nei prossimi mesi, perché molti segnali contemporanei di negazione della libertà di scelta sanitaria stanno emergendo con preoccupazione in tutto il mondo, e la prima difesa nasce innanzitutto dall'essere informati e dal conoscere. 
(*)  Il link indicato porta ad una maschera in cui è preselezionato l'indicatore di riferimento per il morbillo (5001 - Measles, number of cases). Nei box sottostanti, nel caso non risultassero già preselezionati, è necessario scegliere i paesi per i quali si desidera effettuare la comparazione dei dati (Italy e United Kingdom) e l'arco temporale al quale si è interessati (2002-2013). A questo punto è possibile inoltrare la richiesta ("submit query").
By dott. Speciani – Studio medico a Londra e Milano - Tratto da eurosalus.com

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Bugie di Stato, da parte del ministro della NON salute Lorenzin (2013-2014). Maledetti  FALSARI !
CARI AMICI e GENITORI PUBBLICHIAMO i DATI UFFICIALI del MINISTERO della SANITA' INGLESE
Ci sembra doveroso e giusto precisare, per sbugiardare il lungo elenco di castronerie che sono state dette nel corso della trasmissione di Rai1 "Porta a Porta", andata in onda il 22 ottobre, durante la quale i mercanti della salute hanno affermato di tutto e di più… all’unico scopo di “convincere” gli italiani a vaccinare i propri bambini (perche’ …a Londra 250 bambini sono morti per morbillo”)
Quando sarebbe successo ?
Ministro Lorenzin, vuole spiegarci dove ha tratto le sue fonti per divulgare questa terribile e FALSA notizia ?
Ecco l’estratto della trasmissione ove la Lorenzin ha fatto queste dichiarazioni FALSE:
http://www.rai.tv/dl/replaytv/replaytv.html?day=2014-10-22&ch=1&v=431374&vd=2014-10-22&vc=1#day=2014-10-22&ch=1&v=431374&vd=2014-10-22&vc=1

Analizziamo invece, che cosa dicono i dati diffusi dal Ministero della Sanita' Inglese:
Ricerca e analisi: Notifiche di morbillo e morti in Inghilterra e nel Galles: 1940-2013
Pubblicato: 10 gennaio 2014

“PRIMA del 2006, l'ultima morte per morbillo acuto è stato nel 1992. Nel 2006, ci fu 1 caso di morte in conseguenza del morbillo in un maschio di 13 anni che aveva una malattia polmonare sottostante e stava prendendo farmaci immunosoppressori (è importante precisare che il giovane assumeva farmaci, e aveva problemi cardiaci, che con il morbillo sono risultati letali, infatti la biopsia certifica che sia stato arresto cardiaco).
Un'altra morte nel 2008 è stata a causa di morbillo acuto in un bambino non vaccinato con immunodeficienza congenita, la cui condizione non ha richiesto il trattamento con immunoglobuline.
Nel 2013 un decesso è stato segnalato in un uomo di 25 anni, dopo la polmonite acuta come complicanza del morbillo.”....
Tutti gli altri morti per morbillo dal 1992 sopra riportati sono in individui più anziani e sono stati causati dagli effetti tardivi del morbillo. Queste infezioni sono state acquisite nel corso del 1980 o anche prima, quando le epidemie di morbillo si sono verificate.

Contenuto:
Anno Notifiche Totale Morti

1940    409       521     857
1941    409       715     1.145
1942     286      341     458
1943     376      104     773
1944     158      479     243
1945     446      796     729
1946     160      402     204
1947     393      787     644
1948     399      606     327
1949     385      935     307
1950     367      725     221
1951     616      182     317
1952     389      502     141
1953     545      50       242
1954     146      995     45
1955     693      803     174
1956     160      556     28
1957     633      678     94
1958     259      308     49
1959     539      524     98
1960     159      364     31
1961     763      531     152
1962     184      895     39
1963     601      255     127
1964     306      801     73
1965     502      209     115
1966     343      642     80
1967     460      407     99
1968     236      154     51
1969     142      111     36
1970     307      408     42
1971     135      241     28
1972     145      916     29
1973     152      578     33
1974     109      636     20
1975     143      072    16
1976     55        502    14
1977     173      361     23
1978     124      067     20
1979     77        363    17
1980     139      487     26
1981      52       979    15
1982      94       195    13
1983     103      700    16
1984      62       079    10
1985      97       408    11
1986      82       054    10
1987      42       158    06
1988      86       001    16
1989      26       222    03
1990      13       302    01
1991       09      680    01
1992      10       268    02
1993      09       612    04
1994      16       375     0
1995      07       447   01
1996      05       614    0
1997      03       962   03
1998      03       728   03
1999      02       438   03
2000      02       378   01
2001      02       250   01
2002      03       232   01 *
2003      02       488    0
2004      02       356   01
2005      02       089    0
2006      03       705   01
2007      03       670   01
2008      05       088   02
2009      05       191  01
2010      02       235  0
2011      02       355  01
2012      04       210  01
2013 **  06       102  01

* Noto non essere morbillo
** Dati provvisori
Fonte: Ufficio per le statistiche nazionali

FONTE: Research and analysis, Measles notifications and deaths in England and Wales: 1940 to 2013
Published 10 January 2014
Contents
https://www.gov.uk/government/publications/measles-deaths-by-age-group-from-1980-to-2013-ons-data/measles-notifications-and-deaths-in-england-and-wales-1940-to-2013

Dati dell'Ente europeo OMS:
http://data.euro.who.int/cisid/?TabID=312156 che possiamo tutti vedere liberamente.
L'analisi dei casi di morbillo denunciati e verificati in Italia tra il 2003 e il 2013 non è molto diversa da quella dei casi di morbillo in Gran Bretagna nello stesso periodo.
Ci sono stati anni in cui i casi sono saliti un po', altri in cui sono scesi.
In Italia c'è stato un anno (il 2011) in cui c'è stata un'impennata dei casi arrivati addirittura a oltre 5.000 in un anno, calati poi l'anno dopo a 713 senza che nessuno "gridasse" all'epidemia (si era appena passati dallo "sfacelo fraudolento" del tentativo di fare vaccinare tutti gli italiani per l'inutile influenza suina H1N1 nell’anno 2010-2011)

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

GRAN BRETAGNA
Londra. 40 bambini uccisi dal vaccino MMR, la realtà potrebbe essere 10 volte più grave - 03/12/2010
 Quaranta bambini sono morti dopo una vaccinazione di routine con MMR  (Morbillo, Parotite e Rosolia) e 2.100 in più hanno subito una reazione post-vaccinale grave, le autorità sanitarie del Regno Unito sono state costrette a divulgare questa notizia in settimana - e queste cifre sono solo la punta dell'iceberg.
Due dei bambini vaccinati hanno subito danni al cervello irreversibili, e altri 1500 bambini soffrono di problemi neurologici, tra cui 11 casi di encefalite e 13 casi di epilessia e coma.
Nel complesso, ci sono stati più di 2.100 reazioni avverse al vaccino per l’infanzia nel Regno Unito negli ultimi sette anni.
La sanità inglese il Healthcare Products Regulatory Authority (MHRA), è stata costretta a rivelare questi dati in seguito ad una richiesta di un giornalista che ha fatto appello alla legislazione per la libertà di informazione.
In realtà la situazione è probabilmente molto peggiore. I casi MHRA sono solo quelli che i medici hanno riferito; dunque se i medici non credono che il vaccino sia la causa di simili patologie non lo segnaleranno. Si sospetta che solo il 10% di tutte le morti e le reazioni gravi da vaccino vengano realmente segnalate; se è così, questo significa che almeno  400 bambini siano morti a causa di un vaccino e 21.000 hanno sofferto di una reazione avversa post-vaccinale, nel solo Regno Unito.
In realtà, la situazione potrebbe essere molto peggiore in paesi come Stati Uniti, Italia e Francia, dove la vaccinazione per l'infanzia è tutt’ora obbligatoria.
Il mese scorso, il governo britannico è stato costretto da un tribunale a pagare i danni ad una madre il cui figlio ha subito gravi danni cerebrali, dopo una vaccinazione MMR. Altri 500 casi simili sono attualmente in esame presso i tribunali del Regno Unito.
Queste cifre rappresentano una grave battuta d'arresto nei rapporti tra medici e genitori.
Molti genitori hanno sempre accettato le rassicurazioni dei medici e delle autorità sanitarie che dichiarano che i vaccini sono sicuri, e che stanno facendo il loro meglio per i bambini e la comunità.
Ora invece, se le cose vanno male, i genitori potrebbero essere meno propensi a credere alle parole dei medici, che negano che il vaccino possa essere messo in causa.
 Fonti
 40 deaths linked to child vaccines over seven years
 40 UK children killed by MMR – and the true picture could be 10 times worse

Funzionari governativi hanno coperto "Massive" UK morbillo Outbreak in Altamente MMR Vaccinato Bambini & Adulti altamente vaccinati – I Funzionari hanno trattenuto The Evidence (le evidenze) - I genitori non sono stati avvertiti che i Bambini non erano protetti - BBC e’ direttamente coinvolta…
- Anno 2014
Nel 2012 e 2013 i focolai di morbillo si sono verificati in un gran numero di bambini ed adulti che erano stati vaccinati e che vivevano in zone di popolazioni altamente vaccinate nel nord dell'Inghilterra.
Nel Nord dell'Inghilterra i focolai hanno coinvolto lo stesso vaccino MMR in uso negli Stati Uniti, della Merck: MMR II.
Invece di avvertire i genitori al Nord che i loro figli erano a rischio e l'adozione di misure precauzionali, nulla è stato detto. Al pubblico britannico non è stato detto che il vaccino MMR non riusciva a proteggere i bambini dal morbillo.
Una classica tattica diversiva di disinformazione è stata impiegato dai funzionari sanitari britannici per coprire questo grande fallimento del vaccino MMR, per tentare di proteggere i bambini da una vecchia malattia dell’eta’ infantile.
CHS riporta ai suoi lettori tutti i dettagli delle cifre ufficiali, con gli estratti dei documenti ufficiali in cui sono apparsi.
Come CHS ha precedentemente riportato, un articolo del giornale pubblicato nel 2012 ha riferito che il vaccino di Merck MMR II non funzionava ed un nuovo vaccino è stato chiamato, per l'autore: esperti della Mayo Clinic confermano che il vaccino per il Morbillo sta fallendo - quindi non è il problema dei non vaccinati.
In gennaio e febbraio 2013 ci sono stati 265 casi confermati in laboratorio di morbillo nel nord dell'Inghilterra riferito Page 4 Health Protection Nota informativa 2013-19 Epidemia di morbillo in Inghilterra Jan + Feb 2013, autorizzato ad essere pubblicato dalla dottoressa Mary Ramsey della sanità pubblica England Centro per malattie infettive di vigilanza e di controllo (CIDSC).
Questi erano più della metà dei casi confermati in tutta l'Inghilterra nel 2013 fino a quel momento [450 casi confermati in laboratorio].
Continua a leggere QUI.....in English o con il traduttore Google:
https://childhealthsafety.wordpress.com/2015/02/08/officials-covered-up-massive-uk-measles-outbreak-in-highly-mmr-vaccinated-children-adults-officials-withheld-the-evidence-parents-not-warned-children-unprotected-bbc-directly-implica/

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>


RIECCO il MORBILLO in eta' adulta - Agosto 2013
Per forza, vaccinando la popolazione in tenera eta', spostate, dall'eta' (da bambini) in cui il morbillo sarebbe utile farlo e curato in modo naturale, senza farmaci, per creare la memoria immunologica per tutta la vita, all'eta' adulta con tutte le conseguenze del caso. Basta Vaccini, sono sostanze molto tossico-nocive !
Toglietevi dalla schiavitu' di Big Pharma.... - vedi i meccanismi dei Danni dei Vaccini

È ben documentato che, prima della vaccinazione per il morbillo, cicli di infezione naturale hanno aggiunto immunità al gregge.
La dimostrazione formale, che sia gli anticorpi materni quanto l’esposizione precoce all’infezione sono necessari per la protezione a lungo termine, ha evidenziato che continui cicli di re-infezione, hanno un ruolo essenziale nella costruzione di un’immunità di gregge stabile. infatti in una popolazione che non è costantemente esposta all’infezione durante la prima infanzia, sotto l’ombrello immunologico degli anticorpi materni, comporta un grave rischio di infezioni riemergenti.

- Navarini AA et al. 2010. Long-lasting immunity by early infection of maternal-antibody-protected infants. Eur J Immunol. Jan;40(1):113-6. PMID: 19877011

La vaccinazione crea un ambiente “quasi sterile” che apre la possibilità a focolai di malattie.
I tentativi di eradicare il morbillo o la polio con i vaccini, eliminano l’esposizione dei bambini a questi patogeni. Tali situazioni epidemiologiche “quasi sterili” possono effettivamente aumentare il rischio di epidemie.
Sappiamo che questo è possibile perchè ci sono state epidemie di morbillo negli Stati Uniti nelle popolazioni che erano state vaccinate al 100%.
“La scuola interessata aveva nello stesso edificio 276 studenti del liceo e 135 studenti della scuola media. Una revisione delle cartelle cliniche della scuola ha mostrato che tutti i 411 studenti erano stati vaccinati contro il morbillo, in conformità con le Leggi dell’Illinois“.
-
Measles Outbreak among Vaccinated High School Students – Illinois. MMWR. June 22, 1984 / 33(24);349-51

Nell’ambito del piano vaccinale, quando il morbillo scoppia nel bel mezzo di una situazione di “quasi sterilità“, l’unica soluzione di questo paradigma è quella di vaccinare più persone e sempre più spesso. Questa è una soluzione retrograda, rispetto al problema, se si considera che rimane sensibile anche a fronte della piena conformità.
Quello che succedeva nel passato col morbillo è che i bambini erano protetti dagli anticorpi materni, gli adulti erano protetti dall’esposizione continuata, e i bambini infettati sviluppavano normalmente la malattia diventando immuni per un lungo periodo di tempo. Adesso, mentre il vaccino contro il morbillo ha fatto decrescere l’espressione dell’infezione da morbillo, non è affatto migliorato il quadro generale. E certamente ci sono molti più problemi con gli infausti effetti collaterali del vaccino.
Prima dell’introduzione della vaccinazione, le madri erano immunizzate naturalmente dalla malattia e passavano i loro anticorpi ai neonati attraverso la placenta e il latte materno. Le madri vaccinate contro il morbillo possono avere l’immunizzazione del vaccino che, dal punto di vista immunologico, non è la stessa cosa di quella naturale.
Una delle differenze principali dell’immunità indotta col vaccino, rispetto a quella naturale, è che non può essere trasferita da madre in figlio.
Dal momento che la maggior parte dei vaccini sono forniti con una iniezione, le mucose vengono bypassate e di conseguenza vengono prodotti anticorpi nel sangue ma non nelle mucose. L’esposizione della mucosa all’infezione è ciò che contribuisce alla produzione di anticorpi nella ghiandola mammaria. L’esposizione del bambino al virus del morbillo durante l’allattamento al seno da parte di una madre immunizzata naturalmente porterebbe a una infezione asintomatica con risultati a lungo termine, garantendogli immunità per quel virus. Le madri vaccinate hanno bassi livelli di anticorpi specifici contro il virus, sia nel siero che nel latte, rispetto alle madri immunizzate naturalmente e quindi i loro bambini non risultano protetti.

I neonati le cui madri sono nate dopo il 1963 hanno avuto un tasso di attacco contro il morbillo del 33% rispetto al 12% di madri più anziane. I neonati le cui madri sono nate dopo il 1963 sono più suscettibili al morbillo rispetto ai neonati di madri più anziane. Una percetuale crescente di bambini può essere suscettibile al morbillo - Papania M. et al. 1999. Increased susceptibility to measles in infants in the United States. Pediatrics. Nov;1045(5):e59 pp 1-6. PMID 19545585
Per la malattia del morbillo vediamo che, mentre il tasso dei casi clinici può essere diminuito con la vaccinazione, i membri più sensibili del branco sono in aumento nella fascia di rischio a seguito della vaccinazione.
Il Dr. Peter Aaby ha prodotto degli interi volumi di ricerca sul morbillo in Africa. Inizialmente si credeva che l’infezione da morbillo fosse associata a soppressione immunitaria e maggiore mortalità a lungo termine, ma questa convinzione nasce dalla ricerca sul vaccino e non dalla ricerca sul morbillo naturale.
La credenza nella persistente soppressione immunitaria è stata stimolata da un aumento della mortalità dopo un alto titolo di vaccinazione contro il morbillo
- Aaby P. et al. 2002. Low mortality after mild measles infection compared to uninfected children in rural west Africa. Vaccine. Nov 22;21(1-2):120-6. PMID:12443670
Secondo Aaby: Una volta che il morbillo naturale è stato monitorato a lungo termine, la conoscenza cambia.
Quando l’infezione da morbillo è mite, il morbillo clinico non presenta mortalità in eccesso a lungo termine e può essere associato ad una migliore sopravvivenza generale rispetto a nessuna infezione clinica da morbillo. Il morbillo sub-clinico è comune tra i bambini immunizzati e non è associato ad un eccesso di mortalità.
Il morbillo è più mite quando il soggetto colpito ha buone riserve di Vitamina A e Vitamina C. Le notizie di devastazione e mortalità del morbillo, di cui si sente parlare, giungono da popolazioni che muoiono di fame.
Sapevate che il 30% dei casi di morbillo in soggetti non vaccinati sfuggono al controllo clinico, perchè in forma lieve ? Il morbillo sub-clinico è un’entità di cui molti medici non ne sono a conoscenza.
Se il morbillo sub-clinico sfugge nei soggetti non vaccinati, e si sono verificati focolai di morbillo nella popolazione vaccinata al 100%, significa che anche nella popolazione vaccinata si sono verificati casi di morbillo sub-clinico. Il morbillo quindi è ancora vivo anche se passa inosservato nei paesi vaccinati, addirittura strombazzato vicino alla scomparsa, ma quale medico ha mai considerato il morbillo atipico ?
Provate a parlarne con i vostri nonni del morbillo. Chiedetegli se hanno visto tutte le morti e le distruzioni di cui parlano. Non era una malattia che aveva bisogno di una eradicazione di massa, altrimenti tutti noi siamo da considerare dei sopravvissuti. Gli alti tassi di mortalità si sono verificati nei paesi dove i bambini erano denutriti, privi di vitamine, incapaci di difendersi dal virus in questione.
Il Dr. Alexander Langmuir è oggi conosciuto come “il padre delle malattie infettive“. Nel 1949 ha fondato negli Stati Uniti la sezione di epidemiologia che, ad oggi, è conosciuta in tutto il mondo col nome di Centers for Disease Control (CDC).
Ha anche diretto la sorveglianza contro la Polio, dopo le disavventure occorse nel 1955 a seguito di numerosi danni vaccinali. Il Dr. Langmuir sapeva che il morbillo non era una malattia da eradicare, quando disse:
A chi mi chiede “perchè vuoi eradicare il morbillo ?” rispondo con la stessa risposta che Edmund Hillary utilizzò quando gli chiesero perchè voleva scalare il monte Everest: “perchè è lì“… e così è stato fatto !
- Langmuir A.1962 .The importance of measles as a health problem. AJPH vol 52 no 2 pp1-4
Langmuir sapeva anche che, ancor prima dell’introduzione della vaccinazione, la mortalità da morbillo era diminuita ai minimi termini negli Stati Uniti quando descrisse il morbillo come "infezione autolimitante di breve durata, di moderata gravità e bassa mortalità …”
- Langmuir A.1962 .The importance of measles as a health problem. AJPH vol 52 no 2 pp1-4
Quindi il vaccino è stato prodotto perchè si poteva fabbricare e vendere, non certo perchè ne avevamo bisogno. Infatti, malgrado la grande spinta vaccinale e indipendentemente dal caso scaricabarile che ha colpito il Dr Wakefield, il morbillo non è affatto debellato e mai lo sarà grazie alla vaccinazione. E ora i bambini risultano non protetti per la carenza di anticorpi trasmessi dalla madre. Tutto nel nome della protezione della mandria di pecore, anche quando la storia evidenza il contrario.
Tratto in parte da: autismovaccini.com

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Eurosurveillance ha pubblicato nel corrente numero un report sui casi di morbillo in Italia nel periodo ottobre 2010 - dicembre 2011
http://www.eurosurveillance.org/ViewArticle.aspx?ArticleId=20480
Si tratta di un'analisi piuttosto dettagliata, dalla quale estraggo soltanto alcuni dati particolarmente interessanti:
Dal 1 ottobre 2010 al 31 dicembre 2011, l'Italia vive un elevato onere di morbillo con 5.568 casi (37,4% confermati in laboratorio), riferito alla migliore sistema di sorveglianza del morbillo (incidenza cumulativa nel periodo di riferimento di 15 mesi: 9.2/100, 000 abitanti).
Sono stati particolarmente colpiti gli adolescenti e giovani adulti, e l'età media dei casi era di 18 anni. La maggior parte dei casi (95,8%) erano o non vaccinati o non completamente vaccinati.
 
Commento NdR: e con cio’ cosa si vuol dire ?
Anche i miei figli hanno fatto come il sottoscritto e mia moglie il morbillo in forma naturale, divenendo SENZA il vaccino, immunizzati a vita ! Mentre con il vaccino, e tutti i medici seri e non in malafede, lo sanno benissimo: non esiste nessuna immunizzazione, vedi sotto per i reports.

L'eurosorveillance continua riferendo che:
Le complicanze sono state riportate per il 20,3% dei casi, tra cui 135 casi di polmonite, sette di encefalite e un caso di sindrome di Guillain-Barré.
Si è verificato un decesso in un adulto immunocompromesso. Oltre 1.300 casi sono stati ricoverati in ospedale.

Commento NdR: e cio' avviene per l'incompetenza e l'impreparazione dei medici che li hanno avuto in "cura"...
Per la medicina ufficiale, NON esiste una terapia specifica per il morbillo - Per la Medicina Naturale invece SI !

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

EVENTI AVVERSI a seguito dei vaccini per il morbillo, parotite e rosolia, in adulti riferito dal Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS), 2003-2013.
Astratto
BACKGROUND:
Esistono dati limitati sulla sicurezza del vaccino del morbillo, parotite e rosolia (MMR) negli adulti. Abbiamo esaminato segnalazioni di eventi avversi (EA) al Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS) per valutare la sicurezza in questo gruppo in precedenza poco studiato.
METODI:
VAERS è il sistema spontaneo nazionale di sicurezza del vaccino somministrato in concomitanza sorveglianza dai Centers for Disease Control and Prevention e la US Food and Drug Administration. Abbiamo cercato il database VAERS per i resoconti di adulti di età ≥19 anni che hanno ricevuto il vaccino MMR dal 1 ° gennaio 2003 al 31 luglio 2013. Abbiamo clinicamente esaminato rapporti e le cartelle cliniche disponibili per gravi eventi avversi, i rapporti di gravidanza, e le relazioni per i risultati prespecificati selezionati.
RISULTATI:
Durante questo periodo, VAERS ha ricevuto 3175 US rapporti dopo il vaccino MMR in adulti. Di questi, 168 (5%) sono stati classificati come gravi, di cui 7 casi di morte. Le femmine hanno rappresentato il 77% delle segnalazioni. I segni e sintomi più comuni per tutti i rapporti sono stati piressia (19%), eruzione cutanea (17%), dolore (13%), e artralgia (13%). Non abbiamo rilevato alcun nuovo scoperte di sicurezza empirica bayesiana data mining. Abbiamo identificato 131 segnalazioni di vaccino MMR somministrato a donne in stato di gravidanza; la maggior parte di questi vaccini erano nel primo trimestre e in 83 (62%), non è stato riportato AE.
CONCLUSIONI:
Nella nostra revisione dei dati VAERS, non abbiamo rilevato alcun nuovi o inattesi problemi di sicurezza per la vaccinazione MMR in adulti. Abbiamo identificato segnalazioni di donne in gravidanza esposte a MMR, che è un gruppo in cui il vaccino è controindicato, suggerendo la necessità di continuare l'istruzione prestatore di raccomandazioni vaccinali e di screening.
© L'Autore 2015. Pubblicato dalla Oxford University Press per conto delle Malattie infettive Society of America. Tutti i diritti riservati
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25637587


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Morbillo, guardate queste serie storiche dell'Istat.
http://seriestoriche.istat.it/fileadmin/allegati/Sanita/tavole/Tavola_4.15.1.xls
http://seriestoriche.istat.it/fileadmin/allegati/Sanita/tavole/Tavola_4.15.xls
Scaricatevi le tabelle e fattivi un grafico sulla serie storica del morbillo, dal 1888, vedrete che risultato. La curva mostra una tendenza media in netta diminuzione, con massimi e minimi, ma in netta diminuzione comunque, a prescindere dal vaccino che è stato introdotto solo in tempi molto piu' recenti.

Dal momento che la maggior parte dei vaccini sono somministrati con una iniezione, le mucose vengono bypassate e quindi gli anticorpi nel sangue possono essere prodotti, ma non gli anticorpi delle mucose.
L’esposizione mucosale è quella che contribuisce soprattutto alla produzione di anticorpi nella ghiandola mammaria.
L'esposizione di un bambino al morbillo, durante l'allattamento da una madre naturalmente immune, porterebbe ad una infezione asintomatica che darebbe come risultato ad una immunità a lungo termine,  ad esempio per il morbillo.
Madri vaccinate hanno più bassi livelli di anticorpi specifici nel siero e nel latte rispetto alle madri naturalmente immuni, e quindi i loro bambini non sono protetti, come invece avviene con le madri NON vaccinate.
"I neonati le cui madri sono nati dopo il 1963, hanno avuto un tasso di attacco di morbillo del 33%, contro il 12% per i neonati di madri più anziane."
I neonati le cui madri sono nati dopo il 1963 sono più suscettibili al morbillo di quelli che sono nati di madri più anziane. Un numero crescente di bambini nati negli Stati Uniti, può essere quindi suscettibile al morbillo anche se le madri sono vaccinate".

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

USA - La vaccinazione del morbillo negli USA ha sensibilizzato maggiormente, per mancanza di anticorpi i nati dalle madri nate dal 1963 in poi.
Da ricerche effettuate negli USA,  e' stato dimostrato che i neonati le cui madri sono nate dopo 1963, sono più suscettibili al morbillo che i bambini nati da  madri più anziane. Un numero crescente di bambini nati negli Stati Uniti da quelle madri, de' molto piu’ suscettibile dal morbillo, proprio perche' la vaccinazione delle loro madri ha ridotti in esse, gli anticorpi che passano dalla madre al neonato.

Fig. 1 – Calo della mortalità pediatrica per pertosse e morbillo in Inghilterra e Galles dal 1850 al 1970 (McKeown T. The Modern Rise of Population. Academic Press, New York, 1976)
Come potete osservare dal grafico, ancora PRIMA dell'introduzione del vaccino le due malattie (morbillo e pertosse ) stavano gia' scomparendo per contro proprio....a dimostrazione che i vaccini NON prevengono proprio NULLA !

Commento NdR: ricordo ai lettori, che i morti per queste malattie, specie i bambini, muoiono non per la malattia in se', ma per l'impreparazione dei medici allopati che li hanno in "cura"....in quanto quei medici NON conoscendo tutte le tecniche, terapie, cure possibili della medicina naturale, somministrano farmaci e vaccini, che indeboliscono immunitariamente ancora di piu' i malati fino a portarli alla morte prematura; al contrario se utilizzassero le Cure Naturali, ben descritte in questo portale, quei bambini non morirebbero !

Grafico ISS (Istituto Superiore di Sanita') = guardate la furbizia di questi FALSARI della Verita': essi eliminano dal grafico, gli anni precedenti rispetto alle date qui indicate, che fanno comprendere, come i vaccini siano stati ininfluenti alla scomparsa della morbillo.....e far credere a coloro che ignorano i veri dati, che e' stato il vaccino a far scomparire il Morbillo....

 

Anno

M

F

n.i.

Totale

1996

17924

14579

93

32596

1997

22856

18239

159

41254

1998

2313

1758

1

4072

1999

1551

1356

1

2908

2000

822

634

1

1457

2001

464

358

4

826

2002

9362

8644

14

18020

2003

6363

5609

7

11978

2004

380

305

1

686

2005

115

100

0

215

2006

302

269

0

571

2007

183

158

0

341

Casi di morbillo in Italia dal 1996 al 2007, divisi per sesso.
I dati del 2007 sono da considerarsi provvisori.

VACCINO per il Morbillo
Il morbillo è una malattia contagiosa causata da un virus che colpisce l'apparato respiratorio, la cute e gli occhi.
La sintomatologia comprende febbre alta (fino a 40,5 gradi), tosse, raffreddore e dolori, rossori e sensibilità agli occhi.
Si sviluppano dei piccoli puntini rosa con il centro grigio-biancastro all'interno della bocca. Puntini rosa e pruriginosi appaiono invece sul viso per poi estendersi su tutto il corpo. Un caso circa su 100.000 degenera in panencefalite sclerotica subacuta (SSPE) che causa un indurimento del tessuto cerebrale e quindi diventa fatale.
Nelle popolazioni esposte per la prima volta al virus insorgono gravi complicanze tra gli adolescenti e i giovani, aumentando cos" l'incidenza di casi mortali. La maggioranza dei casi di morbillo non è comunque grave, specialmente se gran parte della popolazione è già stata esposta al contagio. In genere i sintomi scompaiono dopo una o due settimane.

La cura consiste principalmente nel lasciare che la malattia faccia il suo corso.
Prima degli anni Sessanta la maggior parte dei bambini americani contraeva il morbillo.
Nel 1963 un gruppo di scienziati, guidati dal ricercatore americano John F. Enders, mise a punto un vaccino contro il morbillo.  Seguirono le inoculazioni di massa.

RISULTANZE: Un significativo declino del morbillo era già iniziato molto prima dell'introduzione del vaccino. Negli Stati Uniti e in Inghilterra era già avvenuto, tra il 1915 e il 1958, un declino di oltre il 95% dei casi mortali.
L'incidenza di mortalità da morbillo era diminuita di oltre il 95% PRIMA dell'introduzione del vaccino

(Le cifre riguardano il periodo dal 1915 al 1958)

Nel 1900 i casi mortali di morbillo erano 13,3 per 100.000 ed entro il 1955 (otto anni prima della prima vaccinazione contro il morbillo) l'incidenza della mortalità era scesa fino a 0,03 casi per 100.000 (97,7%). I casi di mortalità a metà degli anni Settanta (post vaccino) furono gli stessi di quelli avvenuti nei primi anni Sessanta (pre vaccino).

Gli scienziati non conoscono la ipotetica durata dell'immunità indotta dal vaccino. Secondo uno studio compiuto dall'OMS esiste una possibilità quattordici volte superiore che la malattia colpisca coloro che si sono sottoposti alla vaccinazione piuttosto che le persone non vaccinate.
Secondo il dott. Atkinson del CDC "la trasmissione del morbillo fra persone vaccinate è chiaramente documentata. Durante alcune epidemie (...) oltre il 95% dei casi riguardava persone vaccinate".
Di tutti i casi di morbillo registrati nel 1984 negli Stati Uniti, il 58% dei bambini in età scolastica erano stati vaccinati "adeguatamente". 
Nel 1985 il Governo Federale ha denunciato 1.984 casi di morbillo non evitabili.
Ma l'80% di questi casi "inevitabili" riguardavano persone già vaccinate.
Di recente si sono avute altre epidemie negli USA, talvolta fra una popolazione vaccinata al 100%.

Il vaccino antimorbilloso può causare atassia (incapacità di coordinare i movimenti muscolari), incapacità di apprendimento, sviluppo ritardato, meningite asettica, attacchi apoplettici, emiparesi (paresi di un lato del corpo) e la morte. Altri ricercatori hanno indagato sulla possibile relazione tra il vaccino e la sclerosi multipla, la sindrome di Rye, la sindrome di Guillan-Barre, disfunzioni della coagulazione del sangue e diabete nei giovani.
Fin dall'introduzione del vaccino la fase apicale del morbillo non si manifesta più nei bambini ma negli adolescenti e nei giovani adulti. Il rischio di complicanze è aumentato rispettivamente del 3% e del 20%.

Il vaccino non è raccomandato per i bambini che hanno meno di 15 mesi, tuttavia i bambini di quell'età sono più a rischio per le complicazioni che possono seguire il morbillo. Prima dell'introduzione del vaccino era veramente rara l'eventualità che i neonati contraessero questa malattia.
Nel 1993, invece, un quarto dei casi di morbillo si è verificato proprio in bambini con meno di un anno di età. Funzionari del CDC ammettono che questa situazione potrebbe peggiorare e ne attribuiscono la causa al numero crescente di mamme che sono state vaccinate negli anni Sessanta, Settanta e Ottanta (se si è
privi dell'immunità naturale la protezione contro il morbillo non può essere trasmessa ai figli).


MORBILLO, VACCINI ed Affari - vedi: Corruzione

Uno studio scientifico mostra che il vaccino quadrivalente per il papilloma virus può causare vasculopatia autoimmuni fatali (ovvero mortali).

Lo studio realizzato dai due medici canadesi Lucija Tomljenovic e Cristopher A. Shaw si intitola "Morte dopo il vaccino contro il papilloma virus, c'è una relazione causale o è una coincidenza ? " e si può leggere (in inglese) al seguente link
http://sanevax.org/wp-content/uploads/2012/10/Tomljenovic-Shaw-Gardasil-Causal-Coincidental-2167-7689-S12-001.pdf.
Le conclusioni dell'articolo non sono per niente ambigue: il vaccino in questione può innescare una reazione autoimmune che può essere talora mortale. Le conclusioni sono motivate dal fatto che molte delle reazioni avverse a tale vaccino finora registrate corrispondono a sintomi di vasculopatia cerebrale.
Studi come questo ovviamente mettono in un angolo tutti i ministeri della sanità che negano continuamente ogni correlazione tra le morti ed i vaccini.


Nel mondo in via di sviluppo
(paesi del terzo mondo) il morbillo resta una delle cinque prime cause di morte nei bambini sotto i cinque anni, insieme con infezioni respiratorie, diarrea, malaria e malnutrizione.
L'infezione infatti colpisce soprattutto nei primi anni di vita i bambini malnutriti e/o DOPO le vaccinazioni che subiscono, e può essere anche molto grave se i medici non sanno curarli con la medicina naturale.
Possono infatti insorgere complicanze rare ma TEMIBILI, come la polmonite e l'encefalite con conseguenze quali danni cerebrali permanenti o morte, oltre a diarrea e otite.

M
a queste sono malattie indotte dalle campagne di vaccinazione effettuate negli anni precedenti dall'OMS:
Dal 1974, OMS e UNICEF hanno varato un programma di vaccinazione infantile universale.

Il problema VERO e' che il morbillo e' una "malattia" dell'infanzia che serve ad irrobustire l'organismo - sistema immunitario -, ma se non ben curata, come oggi avviene con le "terapie farmacologiche" dei medici impreparati della medicina ufficiale, si puo' trasformare in malattia con effetti indesiderati anche gravi, quindi la soluzione del problema NON e' la vaccinazione, la quale immunodeprime il soggetto -, ma la cura GIUSTA ed efficace che solo la Medicina Naturale puo' fornire, cura che e' sconosciuta ai medici impreparati della medicina allopatica, perche' resi tali dalle universita' al servizio di Big Pharma !

CONGO - “Epidemia” di morbillo - Mar - 2011
In Congo, da settembre 2010, sono morti 21.000 soggetti (NdR: ma tanto sono neri...), perche’ sono tutti deboli immunitariamente per i vari vaccini che hanno ricevuto precedentemente da mamma OMS….la vera mafia sanitaria mondiale....
Il morbillo, se non curato e/o curato con i farmaci, o sui soggetti plurivaccinati, può portare, polmonite, disidratazione grave, infiammazione di occhi e orecchie.
Su mille persone colpite, nel Congo, 30-100 ne muoiono, significa un tasso di mortalità del 15% tra i malati, dato che cresce al 25% in zone dove l’accesso alle cure e ai vaccini è alto, perche’ sono stati vaccinati dall’OMS milioni di bambini, senza risultato di reale protezione, perche’ nei fatti non centrano i virus, ma e’ il livello di malnutrizione che producono le malattie e non i virus, come vogliono far credere per fede, gli inviati di Big Pharma….
Questo è quello che sta succedendo !
La stessa cosa e' avvenuta in Nigeria, per le epidemie di meningite...con migliaia di morti DOPO le campagne vaccinali della OMS


Nepal - Quattro bambini sono morti oggi nel distretto di Doti Nepal occidentale, DOPO aver ricevuto i vaccini per il morbillo dall'ufficio provinciale di sanità - 21/08/2012
http://www.business-standard.com/generalnews/news/4-children-die-12-taken-ill-after-receiving-vaccination/46502/
Four infants died today in Doti district of western Nepal after receiving anti-measles vaccines from district health office. The deceased were identified as Anju BK, Gauri Chiral, Milan Damai and Sujata Nepali of a village in the district. They died today, a day after a local health assistant administered anti-measles drugs to them yesterday. Twelve other children who received the drug have also fallen ill, according to the district health office.
A medical team has been dispatched from the capital to the affected area for carrying out investigation.
The exact cause of the death could not be established, according to officials.


Commento NdR: come sempre, per le criminali azioni degli organi vaccinatori della in-sanita' ufficiale, DISINFORMANO affermando che le cause "non si conoscono", il  che e' una Falsita' - Le cause sono i VACCINI !, solo dopo i vaccini si sono ammalati e sono morti !
 

ALIMENTAZIONE: La rivista New England Journal of Medicine ha recentemente pubblicato un articolo dove viene indicato che il fatto di somministrare vitamina A ai bambini colpiti da morbillo riduce la possibilità di complicanze e la probabilità di decesso.

Commento NdR: come al solito i medici ufficiali non hanno ancora il coraggio di  dire la Verita', che i vaccini sono pericolosi, infatti essi oltre ad intossicare l'organismo, alterano anche la flora batterica intestinale e gli enzimi, quindi le sostanze vitali quali minerali e vitamine vengono eliminate e/o non vengono estratte dai cibi ed il soggetto si ammala di malattie a seconda del tipo di forte alterazione nutrizionale + intossicazione ed infiammazioni.

Secondo la Medicina Naturale, il Morbillo, cosi' come la Varicella, l'acne, il fuoco di sant'Antonio, il Vaiolo. ecc., NON sono causate da virus, che sono proteine complesse a DNA, e che sono tossiche perche' eterologhe = estranee, che la medicina ufficiale chiama virus, ma esse sono causate da intossicazioni + infiammazioni che per uscire dall'organismo, perche' il sistema immunitario si attiva per ripristinare la salute, utilizza uno degli organi emuntori, la pelle e quindi esse si possono presentare, a seconda del tipo di intossicazione e del luogo dell'infiammazione, o con delle bollicine o con pustole o con foruncoli piu' o meno grossi e/o profondi, ecc., cioe' delle eruzioni cutanee di qualsiasi tipo e quindi con sintomi diversi che la medicina allopatica chiama con nomi diversi, mentre la malattia e' unica e sempre con la stessa origine.

Quello che le autorita' "sanitarie" non vogliono dire, e' che la Varicella, come tutte le altre malattie, soono frutto di intossicazioni + infiammazioni + alterazione del sistema enzimatico e della flora batterica intestinale con le conseguenti carenze nutrizionali (malnutrizione) in soggetti con Terreno disordinato oltre alle immunodepresso da vaccini e/o da mutazioni genetiche ereditate da genitori vaccinati od indotte con i vaccini inoculati in precedenza al soggetto !
In genere vi sono anche le mutazioni (genetiche, piu' o meno occulte) del braccio corto del cromosoma 6 + quella del cromosoma 10 e forse di altri che non sono ancora stati scoperti.
Il virus e' una cosa assolutamente secondaria, perche' e' il "risultato", la conseguenza della malattia stessa, non la sua causa !

Il vaccino per il morbillo e' altamente destabilizzante anche per il sistema immunitario, nervoso e gastrointestinale per il soggetto che si vaccina !!
IMPORTANTE:
OGNI tipo
di Vaccino produce Stress ossidativo cellulare e quindi tissutale !

Ai malati di morbillo basta introdurre la Vitamina A per aiutarli a stare meglio....ed occorre mettere in pratica il ns: Protocollo della Salute.

Il morbillo comunque e' una malattia che non porta mai a morte, se il medico od i genitori sanno cosa fare.
Quando inizia lo stato febbrile occorre mettere il piccolo a letto, dandogli da mangiare/bere SOLO centrifugati di frutta e verdura + farli un clisterino di camomilla e successivamente se la febbre non scende (cosa assai rara dopo il clistere) fare le 7 frizioni fredde  sulla pelle con reazioni calde a letto (con bolla acqua calda ai piedi) come indicato nel ns Portale sotto: Cure naturali /Tecniche naturali/frizioni
Con queste tecniche il "morbillo" passa in 2 max 3 giorni ed irrobustisce il Sistema immunitario per tutta la vita.
Quindi quei ragazzi MUOIONO perche' sia i genitori sia il medico curante SONO INCAPACI a sanare una malattia semplice come il morbillo....praticamente sono omicidi colposi, dovuti ad imperizia ed incapacita' del medico curante all'esercizio della professione medica (non conoscono tutte le possibili Cure naturali)...e NESSUNO ha il coraggio di dirlo !
Ma il morbillo e' una malattia anche indotta dai Vaccini effettuati in precedenza .....i quali: intossicando + alterando sistema enzimatico, la flora batterica ed il pH digestivo, portano infiammazione + immunodepressione e quindi il bambino e' facilmente preda di qualsiasi tipo di malattia...meningite compresa....oppure ad influenze mal curate, magari con antibiotici......
La scelta di rovinarsi o rovinare i propri figli e' demandata per ora ai genitori (in futuro sara' lo stato a decidere.....e' gia' nei programmi dell'OMS...).....per cui nella vita ognuno ha cio' che si merita per le scelte che fa.

Nei vaccini venduti al terzo mondo si é scoperto che molti di questi contenevano l'ormone B-hCG
un anti fertile se immesso in un vaccino.
La corte Suprema delle Filippine ha scoperto che oltre 3 milioni di ragazze e donne hanno assunto questi vaccini contaminati, cosí come in Nigeria, Tailandia ecc...
Per chi non abbia ancora visto questi video-documenti scioccanti:
http://uk.youtube.com/watch?v=edikv0zbAlU
http://it.youtube.com/watch?v=wg-52mHIjhs&feature=related
Sembrerebbe che oltre al profitto a tutti i costi, ci sia dietro qualcosa d'altro....impedire alle donne dei paesi del terzo mondo... di avere figli....

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

La Merck ammette l'inoculazione del virus del cancro - La divisione vaccini della farmaceutica Merck, ammette l'inoculazione del virus del cancro per mezzo dei vaccini.
 La sconvolgente intervista censurata, condotta dallo studioso di storia medica Edward Shorter per la televisione pubblica di Boston WGBH e la Blackwell Science, è stata tagliata dal libro "The Health Century" a causa dei sui contenuti - l'ammissione che la Merck ha tradizionalmente iniettato il virus (SV40 ed altri) nella popolazione di tutto il mondo.
 Questo filmato contenuto nel documentario "In Lies We Trust: The CIA, Hollywood & Bioterrorism", prodotto e creato liberamente dalle associazioni di tutela dei consumatori e dall'esperto di salute pubblica, Dr. Leonard Horowitz, caratterizza l'intervista ad uno dei maggiori esperto di vaccini del mondo, il Dott. Maurice Hilleman, che spiega perché la Merck ha diffuso l'AIDS, la leucemia e altre orribili piaghe nel mondo : http://www.youtube.com/watch?v=edikv0zbAlU

I Vaccini creano Mutazioni Genetiche nei Mitocondri delle cellule, mutazioni che sono trasmissibili alla prole, dalla via materna. Nelle cellule infettate da virus si risvegliano i retrovirus piu’ vecchi.
Dei ricercatori hanno osservato che quando il metabolismo della cellula infettata da un virus (NdR: che puo’ essere anche
vaccinale) essa viene ingannata al fine di riprodurre il virus che la infetta, pero’ in essa decade la funzionalità di alcune reazioni biochimiche di contenimento e di funzione cellulare: sintesi e specializzazione delle proteine, specializzazione degli enzimi e duplicazione del DNA.
Quindi anche l'
infezione da virus vaccinale e’ in grado quindi di riattivare genomi di precedenti virus, o di quelli iniettati con i vaccini ai genitori, nonni, avi del vaccinato, virus, che erano divenuti parte del genoma delle cellule dei genitori, nonni, avi, generando anticipatamente qualsiasi tipo di patologia; il meccanismo si chiama slatentizzazione = liberare anticipatamente patologie.
Di fatto i
Vaccini sono un cocktail di Tossine altamente pericolose che possono rimanere inerti per anni e riesplodere come bombe a tempo anche dopo 30-40 anni o piu’, in uno stato febbrile… che alterano il Terreno in modo importante, specie negli organismi non perfettamente sani, per problemi ereditari e/o di alimentazione inadatta alla Perfetta Salute.

Tre bambini muoiono in Bangladesh poche ore DOPO la vaccinazione per il morbillo, a pochi giorni di distanza dalla tragica morte di 4 bambini indiani che hanno iniziato a sentirsi male pochi minuti DOPO la vaccinazione.
Qui sotto la traduzione dell'articolo 3 babies died within hours after they were vaccinated pubblicato il 3 settembre 2010 sul Daily Star/Asia News Network.

BANGLADESH - Tre bambini sono morti ieri nel giro di poche ore DOPO la vaccinazione per il morbillo somministrata all'interno del Programma Espanso di Immunizzazione [Expanded Programme of Immunisation, EPI] della OMS, all'ospedale della Comunità di Kalikapur dell'unione di Guabaria nel distretto di Hizla Upazila. Le vittime sono state identificate come Toma, figlia di Profulla Dhali; Tisha, figlia di Pancham Kolu; e Pranto, figlio di Anil Kolu.
Pancham Kolu ha detto che l'assistente sanitario, che dirige la clinica,
ha vaccinato i bambini mercoledì pomeriggio. Ella ha prelevato le dosi da un'ampolla rotta nonostante l'obiezione delle madri dei bambini, ha dichiarato (Pancham Kolu, il padre di una delle bambini morte - N.d.T.)
Più tardi, una volta tornate a casa, le madri hanno visto che bambini sonnecchiavano. Ben presto i bambini di dieci mesi sono stati preda di convulsioni ed hanno iniziato a
vomitare ed a soffrire di diarrea. Le madri hanno portato di corsa i tre malati al Presidio Sanitario di Hizla Upazila dove gli infanti hanno ricevuto un primo trattamento. Intorno alle 2.30 del mattino di ieri Toma ha esalato il suo ultimo respiro.
Pranto and Tisha sono stati trasferiti all'Ospedale Barisal Sher-e-Bangla dopo che le loro condizioni sono deteriorate ma entrambi sono morti lungo la strada per l'ospedale, hanno riferito le loro madri.
L'ufficiale sanitario di Upazila, Shuvangkar Baroi,
ha ammesso che i tre sono morti DOPO  avere ricevuto le vaccinazioni dell'EPI (Programma Espanso di Immunizzazione).
Egli ha riferito che i
vaccini dell'EPI per i 9 distretti delle unioni di Harinathpur, Memania e Guabaria erano stati preservati in un frigorifero in un punto di stoccaggio presso una farmacia di Alamgir Sardar.
Mercoledì mattina i nove assistenti sanitari delle comunità, tra i quali Taslima, hanno prelevato un'ampolla ciascuno per vaccinare dieci bambini per ogni ampolla, ha detto Mizanur Rahman, un funzionario dell'EPI del complesso sanitario di Hizla Upazila.
Il funzionario ha riferito anche che ancora non sanno come Taslima abbia prelevato un'altra ampolla dopo averne usata una per vaccinare dieci bambini e che tipo di vaccino sia stato iniettato ai tre altri bambini. Taslima non ha voluto rilasciare commenti.
Anil Chandra Dutta, chirurgo civile del distretto di Barisal, riferisce che hanno istituito una commissione di inchiesta ed hanno visitato Kalikapur per raccogliere le prove e registrare le affermazioni dei testimoni.
La commissione è formata da sei membri ovvero dal Sostituto Chirurgo Civile dell'ASM Abdus Sattar, dai funzionari locali dell'Organizzazione Mondiale della Sanità Arifur Rahman e Mizanur Rahman, dal supervisore distrettuale dell'EPI Bazlur Rahman, dal pediatra Mahmud Hasan Khan dell'Ospedale di Barisal, e dal funzionario sanitario di Upazila, Shuvangkar Baroi.
Il medico Ahsan Habib, funzionario di Upazila Nirbahi, ha detto che dopo avere parlato con le famiglie delle vittime, egli ha chiesto alla polizia di indagare sull'incidente. La polizia, aprendo un'inchiesta sui tre casi di morte innaturale ha spedito i tre corpi all'obitorio dell'ospedale di Barisal per l'autopsia, ha detto Rafiqul Hossain, dirigente della stazione di polizia di Hizla.

FATE ATTENZIONE, questo e' MOLTO IMPORTANTE:
Per ogni malattia per le quali si vaccina:
Polio + Vaiolo + Difterite + Tetano + Epatite B + Pertosse + Parotite + Rosolia + Varicella + Meningite + HPV  + Influenza

....si fa SEMPRE del terrorismo mediatico sulla popolazione ignara, spaventandola, elencando le varie “malattie” che si potrebbero scatenare, se non ci si vaccina, quindi loro dicono che occorre vaccinarsi, ma questi stessi terroristi mediatici, i medici ufficiali che sponsorizzano i vaccini, non si rendono conto delle loro stupidate e qui ve lo dimostriamo:

Nella medicina ufficiale, ormai serva di Big Pharma, nelle universita’ ove si insegna medicina ai futuri medici si dice che le malattie hanno delle complicanze e che sono generate da batteri e virus (cosa non vera in quanto e’ il terreno, la matrice  adatta che permette e/o produce l’insediamento di virus e batteri), ma cio’ che non dicono o fanno finta di di dimenticare e' che, secondo questa loro teoria, anche se ve lo ripetiamo, e’ falsa,  anche gli antigeni dei vaccini, possono produrre le stesse complicanze…quindi ecco DIMOSTRATO, con le stesse argomentazioni della medicina ufficiale, che i vaccini possono produrre molte e gravi malattie !

Qualche dettaglio sulla vaccinazione per il morbillo, nella speranza che le autorità sanitarie non dimentichino il "principio di precauzione".
I primi vaccini contro il morbillo furono introdotti negli Stati Uniti nei primi anni sessanta.
Subito si assistette ad una rapidissima caduta dei casi di malattia denunciati (circa 500.000/anno nel 1963...22.231 nel 1968), tanto che le autorità sanitarie programmarono di ottenere l'eradicazione della malattia dal territorio degli Stati Uniti entro il 1° ottobre 1982. La vaccinazione di massa era stata definita efficace, innocua ed economicamente vantaggiosa (venne calcolato che, per ogni dollaro speso dal governo federale per la vaccinazione ci sarebbe stato un ritorno di 10 dollari in benefici).
Qui di seguito le caratteristiche delle epidemie che si sono verificate dopo l'introduzione della vaccinazione di massa.

GENNAIO-GIUGNO 1969: 60 casi di morbillo in una cittadina dell'Ohio di 20.000 abitanti; 14 bambini erano vaccinati e la mancata protezione fu attribuita alla cattiva conservazione del vaccino da parte del medico curante (Jama 1971,216,1311).

GENNAIO-MARZO 1970: 47 casi in una cittadina agricola del Kansas (4300 abitanti). Un terzo dei malati era stato vaccinato. Gravità del morbillo e numero di complicanze simili nei vaccinati e nei non vaccinati. L'85% della popolazione era considerata immune per pregressa malattia o per vaccinazione (Jama 1971,216,1306).
1970-71 ST.LOUIS: denunciati 10000 casi di morbillo, la metà dei quali in vaccinati (Minuti 1982,34,5).

FEBBRAIO-APRILE 1974: 71 casi in due riserve indiane del Dakota (superficie 7000 miglia quadrate, popolazione 8000 indiani). Età: 10 casi in bambini di 0-12 mesi; 20 casi=1-4 anni; 23 casi= 5-9 anni; 18 casi > di 20 anni. Mortalità 4.55% (due bambini di 0-12 mesi e uno di 1-4 anni, tutti deceduti per polmonite). Complicanze: polmonite 24 casi, otite 10 casi (J Pediatr 1977,90,13).

PRIMAVERA 1975, NEW YORK: 147 casi di morbillo in adolescenti, in gran parte considerati correttamente vaccinati.
Tre soggetti, vaccinati con virus ucciso, mostrarono gravi complicanze: il temibile morbillo atipico in 2, S. di Guillain-Barré nel terzo(J Pediatr 1977,90,17).

1977, CAMPUS UNIVERSITARIO della CALIFORNIA: 34 casi di morbillo. Una valutazione sierologica aveva mostrato che l'epidemia si era sviluppata in una popolazione considerata immune per il 91% (Minuti 1982,34,5).
1985-86: 9104 casi di morbillo in tutti gli Stati Uniti. Età: 1846 casi= 1-15 mesi; 1656 casi=16 mesi-4 anni; 4557= 5-19 anni; 1000 casi in soggetti > di 20 anni. In ottemperanza alle misure suggerite dalle autorità sanitarie per il blocco delle epidemie, molte scuole dovettero rivaccinare i propri alunni. In ARKANSAS, la cifra necessaria per il solo acquisto del vaccino da somministrare in 50 scuole fu di 850.000 dollari (N Engl J Med 1989,320,75)

FEBBRAIO-APRILE 1990, Kent County, Michigan. Descritti 25 casi di morbillo. Età: 5 casi=0-14 mesi; 7 casi=15 mesi-4 anni; 2 casi=10-14 anni; 2 casi=20-24 anni; 9 casi > di 25 anni. 11/22 bambini non avevano ancora raggiunto l'età della vaccinazione. Complicanze in 12 soggetti (diarrea=10, otite=3, polmonite=2). Ospedalizzazione necessaria per 7 soggetti.
Un ragazzo di 11 anni, non vaccinato per obiezione della famiglia, deceduto per complicanze respiratorie. Per questo soggetto non sono stati segnalati nè esclusi fattori di rischio. Il luogo del contagio è stato l'ospedale per 12 soggetti; 5 di essi facevano parte del personale ospedaliero; gli altri erano due degenti (9 e 13 mesi), tre visitatori (2,4 e 34 anni) e due pazienti del pronto soccorso (3 e 81 anni).

(5 giugno 2008) Epidemia di morbillo in Piemonte: più di 1200 casi
Dal 19 settembre 2007 al 16 maggio 2008, i casi di morbillo notificati in Piemonte sono 1233.
Più di cento i ricoveri, la maggior parte per polmonite. È stato inoltre registrato un decesso in una bambina immunodepressa.
Per i dettagli, consulta il report (pdf 35 kb).
La storia dell’epidemia negli approfondimenti di EpiCentro del 28 febbraio 2008 e del 20 dicembre 2007 (pdf 43 kb).

Commento NdR: quello che NON si dice e’ che la stragrande maggioranza dei pazienti era stata precedentemente vaccinata per il morbillo.
Contenuto dei vaccini + metalli tossici nel vaccino Morupar (vaccino ritirato dal commercio)

Immunodepressione da Vaccino - 1 + Immunodepressioni ed alterazioni immunitarie dai Vaccini + Meccanismo dei danni dei vaccini + Malattie autoimmuni + Perche' vaccinare ? 

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Il vaccino per il morbillo e gli SCONVOLGIMENTI del sistema immunitario
È ben noto come l'infezione naturale del morbillo è una tappa fondamentale nella maturazione del sistema immunitario umano. Per quale motivo qualcuno dovrebbe creare un vaccino per fermare o ritardare questa importantissima fase di sviluppo del nostro sistema immunitario, acquisita attraverso una infezione naturale che causa una malattia lieve ?
Nel 1985, alcuni studi misero in evidenza la correlazione fra il morbillo senza chiazze rosse e l'incremento dell'incidenza di malattie degenerative e di malattie autoimmunitarie.
Uno studio del 1967 descriveva la manifestazione di morbillo atipico (manifestazione estremamente violenta e alterata della malattia, che si manifesta di solito dopo la vaccinazione con virus; in 10 ragazzi che avevano ricevuto un vaccino da virus di morbillo disattivato dai 5 ai 6 anni prima. Nove di essi svilupparono polmonite che si rivelò resistente a qualsiasi trattamento.
Reazioni avverse gravi si manifestarono inoltre nei bambini in cui veniva iniettata una prima dose di vaccino con virus attenuato e la seconda con virus non attenuato. Nonostante i continui episodi di reazioni avverse al vaccino, sia locali che sistemiche, e la ovvia mancanza di efficacia, gli ufficiali sanitari continuavano a dichiararne la sicurezza e l'efficacia.
Le autorità sanitarie hanno sempre respinto i rapporti che dimostravano il fallimento della vaccinazione, e hanno definito il morbillo atipico come causato da una cattiva conservazione dei lotti o da una vaccinazione troppo precoce.

Già nel 1973 i rapporti che descrivevano i gravi disordini neurologici dovuti al vaccino per il morbillo cominciarono a fiorire in gran numero. In uno di questi venivano descritti 80 casi che si manifestarono all'incirca 30 giorni dopo la vaccinazione.
Il fatto che 45 di questi bambini avessero avuto problemi neurologici tra i 6 e i 15 giorni dopo l'iniezione, dimostrava un’associazione non casuale tra questi disturbi e la vaccinazione. Per quanto riguarda la risposta sintomatologia e il manifestarsi di reazioni avverse da vaccino, questo periodo di due settimane sembra si possa applicare anche alla vaccinazione e alla vaccinazione antipolio.
È da notare che l’informazione medica ufficiale ritiene che si possa parlare di reazioni avverse da vaccino e che quindi si possa istaurare un rapporto di causa effetto tra la vaccinazione e la sintomatologia solo se questa si manifestano entro le 48 ore dalla somministrazione.
Il vaccino per il morbillo può generare condizioni patologiche estremamente gravi, come l'atassia (perdita di coordinazione), ritardo mentale, iperattività, meningite asettica, attacchi apoplettici, paralisi ed encefaliti generalizzate.
Prima del 1900 le encefaliti erano quasi trascurabili nel panorama delle malattie infantili.

Ora, dal momento che la naturale immunizzazione verso il morbillo ed il suo contributo per lo sviluppo del sistema immunitario umano è stata ostacolata dalla vaccinazione, generazioni di bambini con la cosiddetta “immunizzazione inadeguata” cresceranno senza una propria immunizzazione da trasferire alla successiva generazione che, a sua volta, potrà contrarre il morbillo in un'età (precoce) nella quale dovrebbe essere protetta dagli anticorpi materni: con tutte le conseguenze che abbiamo appena riportato.
Tratto da: ilconsapevole.it

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Pochi pediatri sanno che cosa sono il: MRC-5, WI -38, ed il RA 273, ecco in quali vaccini si trovano:
Polio Poliovax Aventis-Pasteur...........................MRC-5
Measles, Mumps, Rubella MMR II Merck & Co............. RA273 and WI-38
Measles-Rubella Biavax II Merck & Co.................. RA 273 and WI-38
Rubella only MR-VAX Merck & Co........................ RA 273 and WI-38
Rabies Imovax Vantis-Pasteur ..................................MRC-5
Hepatitis A Hivrax Vaqta AlaxoSmithKline e Merck & Co....MRC-5
Hepatitis A-B combo Twinrix GlaxoSmithKline ............MRC-5
Chickenpox Varixax Merck & Co.......................
WI-38 and MRC-5
Smallpox Acambix 1000 Acambis ........................MRC-5
Il WI-38 é stato sviluppato dalle cellule polmonari di un feto che viene usato come cultura per l'MRC-5 e l'RA 273 , un nome in codice che significa R( Rosolia), A (Aborto del) 27 (27simo Feto) 3( Terzo tessuto asportato). I tessuti devono essere asportati dal feto non piú di 5 minuti dal momento dell'aborto.
...questo grazie a Big Pharma
 

vedi anche Trivalente - 2 + Statistiche Istat sui vaccini + Dati ISTAT sui Vaccini +  Interrogazione Parlamentare 1.000 studi sui Danni dei Vaccini

Continua in: Morbillo - 2