Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


VACCINI al MERCURIO, = AUTISMO e non solo.... 
Il Thiomersal dei vaccini produce danni anche gravi
Metalli tossici + Amalgami dentali al mercurio
Danni al sistema enzimatico da Vaccini e metalli 
By Giusy Arcidiacono (CT) - arcidiaconogiusy@hotmail.com -
Perito Commerciale - chimico
Sindrome della permeabilita' intestinale ed autismo
Metalli tossici dei vaccini = Autismo vedi: PDF dott. M. Proietti
Il Thimerosal dei vaccini distrugge e/o altera la flora intestinale essendo una sostanza altamente tossica
Ecco il recente studio che ha coinvolto più di 17.000 bambini fino a 19 anni
Questo studio-indagine attualmente in corso è stato avviato dall’omeopata Andreas Bachmair.

La Verita' sullo studio del dott. Wakefield
Dalle fibre minerali alle nanoparticelle:
....quali caratteristiche chimico-fisiche determinano la patogenicità delle polveri inalate PDF

Premi in denaro ai medici che vaccinano...
http://www.francoverzella.it/autismo-malattie-croniche/metalli-tossici-e-terapia-chelante-2/
Metalli tossici ed autismo
https://www.dionidream.com/autismo-metalli-pesanti/?utm_source=browser&utm_medium=push_notification&utm_campaign=PushCrew_notification_1492188065&pushcrew_powered
 

VACCINI al MERCURIO, INDAGINE sul collegamento con AUTISMO  + Timerosal

Ad avviso dell'Agenzia statunitense per le sostanze tossiche, che ha eseguito numerosi controlli, il "Thiomersal" sarebbe un composto pericoloso che può provocare danni cerebrali, al sistema immunitario, al fegato e ai reni. USA 2003
Vi è inoltre una soglia massima di tossicità oltre la quale l'assunzione del prodotto diviene pericolosa per la salute: tale limite massimo sarebbe superato nei vaccini per l'infanzia fino a 75 volte. I
n precedenza l'associazione si era rivolta al ministero della Sanità per chiedere che anche in Italia venissero tolti dal commercio i vaccini contenenti "Thiomersal",
ma il ministero della sanita' italiano, ha emanato un decreto per  l'eliminazione di questi prodotti dai vaccini solo a partire dal Gen. 2008 (per far terminare le scorte alle multinazionali dei vaccini)...... della salute dei sudditi....non frega a nessuno !

In Gran Bretagna verranno esaminati gli archivi di 500 medici generici. Un'inchiesta della Procura di Torino

ROMA — A due anni ne hanno già subite ventidue per prevenire polio, tetano, tifo, epatite B, difterite, pertosse, rosolia o morbillo. In media, ventidue vaccinazioni a bambino contro le 8 del 1980. L’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha sempre sostenuto le campagne per la profilassi contro le malattie infettive, ma allo stesso tempo non ha mai abbassato la guardia su eventuali pericoli per la salute che possano derivarne.  

 L’INCHIESTA — Da qui la decisione di aprire un’inchiesta su un possibile collegamento tra i vaccini al mercurio e l’autismo in Gran Bretagna. 
La ricerca dell’Oms sarà coordinata da un dirigente del ministero della Sanità inglese che esaminerà gli archivi di 500 medici generici. Obiettivo: verificare se esiste una relazione tra i bambini con gravi disturbi neurologici, tra cui dislessia e autismo, e la commercializzazione a partire dall’88, di diversi prodotti contènenti mercurio. Nessun sospetto preciso, si vuole avere però la certezza dell’ "innocenza" dei Vaccini. Una ricerca ricerca Americana suggerirebbe cautela. Anche negli Usa, infatti, si è osservata una crescita di casi di autismo e uno studio dei Centri per il controllo e la prevenzione di questa malattia ha trovato un collegamento statisticamente significante tra mercurio e alcuni disturbi dello sviluppo, come ritardi e difficoltà di linguaggio. 

LA STORIA — Nel ‘99 l’americana Food and Drug administration, la Fda, aveva accertato che la quantità di questa sostanza utilizzata come protettivo nelle fiale dei vaccini superava i limiti di sicurezza. Si decise quindi di imporre l’eliminazione  totale di mercurio alle aziende farmaceutiche che nel frattempo però, se non ancora pronte al cambiamento, avrebbero potuto continuare a vendere le scorte fino ad esaurimento. L’Unione europea ha seguito l’esempio americano con una direttiva che prevedeva la riduzione, l'eliminazione o la sostituzione del mercurio entro i tempi compatibili con quelli di produzione. Sono già in commercio diversi prodotti mercurio free, vale a dire senza mercurio.

L'ITALIA — E' dal 26 ottobre 2000 il decreto che impone alle industrie di eliminare (quindi non ci sono alternative più blande) il mercurio, ma il lasso di tempo previsto per l'operazione è lungo: sei anni dall'entrata in vigore del decreto. Sarebbe già pronto un nuovo decreto dove la data di definitivo bando viene però anticipata al 2002.
La sostanza incriminata è il triomersale. Innocuo e non tossico se utilizzato secondo dosaggi di sicurezza, ha proprietà antimicrobiche e serve a preservare il vaccino di contaminazioni che possono verificarsi durante la delicata manovra dell'inflazione che richiede condizioni di assoluta sterilità.

IL RISCHIO — "L'Italia ha mantenuto un atteggiamento molto severo — commenta Rino Rappuoli, responsabile per la ricerca sui vaccini della Chiron Corporation — Sei anni sono un periodo troppo ampio ?
È tecnicamente impossibile per un’azienda introdurre cambiamenti del genere dal giorno alla notte. E comunque le quantità di mercurio finora adoperate sono lontanissime dalla soglia di rischio. Il problema teorico è rappresentato dal fatto che oggi un bambino riceve a pause ravvicinate diversi vaccini
Ma anche sommando i microgrammi, non si dovrebbero raggiungere i livelli raccomandati". Il mercurio a dosi massicce può essere neurotossico, ma secondo Rappuoli "non c'è correlazione con l'autismo".
Un'inchiesta sui tempi italiani per la messa al bando dei vaccini al mercurio era stata aperta a febbraio dal procuratore di Torino, Raffaele Guarinello dopo l'esposto presentato da un'associazione di medici e genitori.
By Margherita De Bac - Tratto da: " Corriere della Sera" 18 giugno 2001

vedi: Vaccini al mercurio - PDF + Metalli tossici nei vaccini - Bibliografia

Da almeno 15 anni gli scienziati americani (dei CDC) sono consapevoli di una correlazione fra il mercurio dei vaccini (Timerosal) e l'Autismo. Ma invece di dare l'allarme, hanno preferito seppellire tutto“ - 23/05/2016
http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=3671

METALLI TOSSICI
Qualche anno fa li chiamavano metalli pesanti, e se ne parlava soprattutto nei giorni di grande afa estiva quando l'inquinamento e il caldo rendevano l'aria irrespirabile.
Oggi anche gli esperti li definiscono metalli tossici, e sono sostanze tossiche che penetrano in maniera insidiosa nella nostra vita attraverso, Vaccini, farmaci, amalgami dentali, protesi, cibi, acque, bevande, prodotti per l’igiene personale, rossetto, aria.
vedi anche: http://www.informasalus.it/it/articoli/tossicita-metalli-autismo.php 

Alluminio ed altro....nei Vaccini ecco i gravi danni:
http://edgytruth.com/2016/07/18/vaccine-ingredients-comprehensive-guide/#
Ecco le prove, con studi, delle varie Micro e NanoContaminazioni dei Vaccini - PDF + Nanoparticelle + Ricerca e Studio dimostrativo sul contenuto di sostanze pericolose nei Vaccini + Nanobatteri nei Vaccini


US National Library of Medicine National Institutes of Health See comment in PubMed Commons below
Toxicol Appl Pharmacol. 2010 Mar 15;243(3):283-91. doi: 10.1016/j.taap.2009.08.026. Epub 2009 Sep 2.
Mercury toxicokinetics--dependency on strain and gender.
Ekstrand J1, Nielsen JB, Havarinasab S, Zalups RK, Söderkvist P, Hultman P.
1 Molecular and Immunological Pathology, Department of Clinical and Experimental Medicine, Linköping University, SE-58185 Linköping, Sweden.

Tratto dall'Estratto:
".....La ritenzione del corpo intero (detta in inglese WBR) è stata monitorata fino allo stato stazionario dopo 5 settimane (NdR: nei topi di laboratorio), quando è stato valutato il contenuto di Hg dell'organismo.
 Nonostante l'assunzione di Hg simile, i maschi A.SW hanno raggiunto un 20- 30% di WBR significativamente più elevato e 2-5 volte più elevati di ritenzione / concentrazione renale renale totale rispetto alle femmine A.SW e ai topi B10.S.
 Un accumulo selettivo di Hg renale, ma di minore intensità è stato visto anche nei maschi B10. Rispetto ai femmine. Le differenze nell'accumulo di WBR e dell'organo Hg sono quindi regolate da geni non-H-2 e da sesso. I linfonodi mancavano il profilo di accumulo del rene, del fegato e della milza dipendente dal sesso e dal genere.
 Dopo 15 giorni senza Hg A.SW i topi hanno mostrato un 4 volte più alto WBR e fegato concentrazione di Hg, ma 11 volte maggiore concentrazione renale renale, mostrando il ruolo chiave per i reni nel spiegare l'eliminazione più lenta dell'Hg nei topi A.SW. Il tratto che ha causato un maggiore accumulo di mercurio non è stata ereditata dominante negli ibridi F1.
 I topi F2 hanno mostrato una grande variabilità inter-individuale nell'accumulo di Hg, mostrando che fattori genetici multipli influenzano la tossicocinetica Hg nel topo. La popolazione umana geneticamente eterogenea può quindi mostrare una grande variazione nella tossicocinetica di mercurio".


CONTENUTO dei VACCINI - (ingredienti dei vaccini)
 - vedi anche: Lista degli ingredienti dei vaccini e dei loro terreni di coltura, delle sostanze utilizzate nella produzione e le licenze per la produzione e commercializzazione dei vaccini

Ecco il contenuto di alcuni Vaccini con relative documentazioni sulle analisi effettuate su di essi:
 INDICE Documenti, cliccate sui Link e compariranno i relativi Documenti:
 Doc. 1  +  Doc. 2  +  Doc. 2a  +  Doc. 3  +  Doc. 3a  +  Doc. 4  +  Doc. 4a  +  Doc. 5  +  Doc. 5a  +  Doc. 6  +  Doc. 6a  +  Doc. 7  +  Doc. 7a  +  Doc. 8  +  Doc. 9  +  Doc. 10  +  Doc. 11  +  Doc. 12  +  Doc. 13  +  Doc. 14  +  Doc. 15  +  Doc.16  +  Doc.17  +  Doc.18  +  Doc.19  +  Doc. 20   +  Doc.21  +  Doc. 22  +  Doc. 23  +  Doc. 24  +  Doc.25  +  Doc. 26  +  Doc. 27  + Doc. 28  +  Doc. 29  +  Doc. 30  +  Doc. 31 

 

 Continua da  Contenuto dei Vaccini - 1 + PRODUZIONE VACCINI ed altro.... + ALL the Vaccines Are Contaminated - TUTTI i VACCINI SONO CONTAMINATI

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

 

Vaccini: Adiuvanti in Alluminio = disordini Biologicineurologici, immunitari, autismo, ecc.
https://autismovaccini.org/adiuvanti-in-alluminio-e-disordini-neurologici/  

Uno studio pubblicato qualche mese fa a dicembre 2016 sulla rivista Metabolic Brain Disease dimostra il legame tra intossicazione di metalli pesanti (specialmente piombo e mercurio) e l’insorgenza dell’autismo.
Ecco cosa affermano gli autori:
Un totale di 100 bambini sono stati analizzati in questo studio. Sono stati classificati in tre gruppi: bambini con ASD (40), bambini sani come gruppo di controllo (40), e fratelli sani dei bambini ASD (20).
I risultati hanno mostrato che i bambini con ASD avevano livelli significativamente più elevati di Hg (mercurio), Pb (piombo) e porfirine pentacarboxyporphyrin, coproporphyrin, precoproporphyrin, uroporfirine e hexacarboxyporphyrin rispetto al gruppo di controllo sano e al gruppo dei fratelli sani dei bambini ASD.
Le madri dei bambini autistici hanno mostrato una più alta percentuale di otturazioni in amalgama dentali rispetto alle madri del gruppo di controllo sano suggerendo che alti livelli di mercurio nei bambini con ASD possono riguardare la maggiore esposizione al mercurio dall’amalgama dentale materna durante la gravidanza e l’allattamento. I risultati hanno mostrato che i bambini con ASD nel presente studio avevano più elevati livelli di Hg e Pb nel sangue rispetto ai bambini sani di controllo che indicano che il metabolismo disordinato della porfirina potrebbe interferire con la patologia associata con il fenotipo neurologico autistico.

Studi dimostrano il legame tra autismo e alti livelli di mercurio
Gli scienziati hanno quindi determinato il grado di avvelenamento da mercurio nei bambini attraverso la misurazione dell’escrezione urinaria di composti organici chiamati porfirine, che fungono da biomarcatori per la tossicità del mercurio.
I ricercatori hanno anche misurato i livelli ematici di mercurio e piombo. Quindi da entrambe le analisi è stata confermata totalmente l’elevato livello di questi metalli pesanti. I ricercatori hanno dimostrato una forte correlazione tra la tossicità del mercurio e la presenza di autismo, e una correlazione diretta tra i livelli di tossicità del mercurio e la gravità dei sintomi di autismo.
Ma non è l’unico. 
Almeno sei studi americani hanno collegato presenza autismo e elevata esposizione al mercurio misurando porfirine urinarie.
Il primo studio, completato da Heyer et al. nel 2012 ha mostrato una correlazione tra la presenza di autismo e specifici porfirine urinarie associate a tossicità del mercurio. Questo lo afferma anche uno studio precedente da Kern et al. (2011, Pediatr Int 53: 147) dove porfirine specifiche associate con la tossicità del mercurio erano significativamente più alte nei bambini con autismo rispetto al gruppo di controllo non-autistico. Woods et al. nel 2010 ha osservato anche che il metabolismo della porfirina è disordinato nei bambini autistici, che non è stato osservato nei bambini di controllo non autistici. Questo ancora una volta suggerisce un aumento della tossicità del mercurio associato ai disturbi dello spettro autistico.

La più o meno gravità dei sintomi dell’autismo è stata anche correlata a livelli di porfirine specifici associati con la tossicità del mercurio. Kern et al. nel 2010 ha mostrato una forte correlazione tra il livello di gravità dell’autismo (misurato attraverso la Autism Treatment Evaluation Checklist (ATEC)) e la quantità di porfirine urinarie osservate nei bambini autistici. Geier et al. ha dimostrato anch’esso la correlazione tra porfirine urinarie e la gravità dell’autismo in uno studio in cieco utilizzando la scala di misurazione dell’autismo CARS. Questo studio è stato ulteriormente chiarito da Geier et al. (2009, J Neurol Sci 15: 280) dove i bambini con grave autismo hanno mostrato porfirine urinarie significativamente più elevate associate alla tossicità del mercurio rispetto a quei bambini con autismo lieve o controllo non autistico.

Ulteriore studio mostra il legame tra metalli pesanti e autismo
Questi risultati sono supportati da una recente ricerca che collega le esposizioni industriali di piombo, mercurio e arsenico alla prevalenza di disturbi dello spettro autistico (ASD). Lo studio, condotto da un team di 13 scienziati provenienti da università e ospedali americani, è stato pubblicato nel numero di luglio 2016 del Environmental Monitoring and Assessment. Gli autori hanno studiato i dati del Center for Disease Control e Prevention (CDC) su 4.486 bambini con spettro autistico residenti in 2.489 aree in tutto il paese. Hanno usato una sovrapposizione dei dati di inquinamento atmosferico regionale della Environmental Protection Agency per determinare se le concentrazioni nell’aria di vari metalli potrebbero essere collegati con l’autismo e hanno trovato forti correlazioni tra concentrazioni nell’ambiente di piombo, mercurio e arsenico e il verificarsi dell’autismo. Nei tratti con concentrazioni nell’aria di piombo più alte, era significativamente più alta la prevalenza di autismo, rispetto a tratti con concentrazioni di piombo più basse. Inoltre, tratti con concentrazioni di mercurio e di arsenico al di sopra del 75esimo percentile avevano una significativa più alta prevalenza di autismo rispetto ai tratti con concentrazioni di arsenico, piombo e mercurio al di sotto del 75esimo percentile.

Correlazione tra autismo e inquinamento ambientale (fumi prodotti dalle fabbriche e centrali elettriche)
Uno studio precedente pubblicato nel 2015 da un gruppo di ricerca ancora più grande ha trovato un’associazione tra la vicinanza residenziale urbana ad impianti industriali che emettono inquinanti atmosferici (arsenico, piombo o mercurio) e una maggiore prevalenza di autismo.

Altri studi recenti hanno trovato associazioni significative tra le fonti ambientali di esposizione al mercurio e l’ASD.

Uno studio, condotto dalla Division of Environmental and Occupational Disease Control, California Department of Health Services pubblicato nell’Environmental Health Perspectives nel 2006, ha implicato il mercurio, tra gli altri metalli, come l’inquinante dell’aria che è più associato a rischi di diagnosi di autismo tra un campione di bambini nati nella zona di San Francisco Bay nel 1994.
Nel frattempo, una tesi di laurea completata alla Louisiana State University nel 2006 ha rilevato un’associazione tra mercurio nel pesce, le emissioni nell’aria e i disturbi dello sviluppo, tra cui l’autismo. Sempre nel 2006 e poi nel 2009, i ricercatori hanno dimostrato che gli aumenti di mercurio ambientale emesso dalle centrali elettriche e la distanza dalle fonti di esposizione al mercurio in Texas erano significativamente correlati al rischio di un individuo di contrarre autismo.

Lo studio del 2006 ha rilevato che “in media, per ogni 1.000 libbre (453 kg) di mercurio rilasciato nell’ambiente, c’è stato un aumento del 43% del tasso di servizi di educazione speciale e un aumento del 61% del tasso di autismo.”

Lo studio del 2009 ha riferito che “per ogni ulteriori 10 miglia di distanza da fonti industriali o da centrali elettriche è associata una diminuzione del rischio del 2,0% e 1,4%, rispettivamente.”

Uno studio del 2013, svolto dai ricercatori di Harvard, ha scoperto che le donne che vivevano nelle zone con i più alti livelli di particolato diesel o mercurio nell’aria avevano due volte più probabilità di avere un bambino con autismo, rispetto a coloro che vivevano nelle zone con  livelli più bassi di inquinamento atmosferico. Tra i contaminanti “il mercurio e il cloruro di metilene sono i più associati all’autismo“, ha riferito lo studio

Conclusione. L’evidenza è confermata
A settembre 2016 è stata pubblicata una review sulla rivista Journal of Trace Elements in Medicine and Biology che analizza tutti gli studi scientifici dal 1999 ad oggi che discutono il legame tra autismo e mercurio. Ecco cosa hanno concluso i ricercatori:
“Questa revisione ha trovato 91 studi che esaminano la potenziale relazione tra mercurio e autismo dal 1999 al febbraio 2016. Di questi studi, la stragrande maggioranza (74%) suggeriscono che il mercurio è un fattore di rischio per l’autismo, rivelando effetti sia diretti che indiretti. La preponderanza delle prove indica che l’esposizione al mercurio è causale e/o contributiva nell’autismo.”
Chiaramente siamo in un disperato bisogno di ridurre l’esposizione a questi metalli altamente tossici che agiscono sinergicamente nel corpo per causare danni. Qui non abbiamo menzionato i vaccini che sono ad alto contenuto di mercurio ed altre fonti di inquinamento come il consumo di pesci predatori (tonno, pesce spada). Abbiamo bisogno di modi efficaci che aiutino a ripristinare la salute di coloro che sono stati danneggiati.
“I fattori sono molteplici: l’inquinamento, pesticidi negli alimenti, il mercurio nei cibi, le radiazioni elettromagnetiche.
Si può fare un parallelo con le malattie che colpiscono le api. Oggi si ammalano di più per colpa dei pesticidi, delle radiazioni e dei parassiti. La stessa cosa succede all’uomo e soprattutto ai bambini, più fragili e quindi più a rischio”. By Luc Montagnier, premio Nobel per la medicina
Tratto da: dionidream.com


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

J Toxicol Environ Health A. 2010;73(10):637-40. doi: 10.1080/15287391003613994."Mercury in vaccines from the Australian childhood immunization program schedule".
By Austin DW1, Shandley KAPalombo EA. - Author information
Abstract
Nonostante l'eliminazione del mercurio (Hg) -based thimerosal conservante dai vaccini presenti nel prospetto australiano del Programma per i bambini di Vaccinazione, permangono preoccupazioni tra alcuni ricercatori e genitori per la sicurezza del presente programma, in parte a causa di una paura di tracce residue di Hg.
Lo scopo di questo studio era di valutare in modo indipendente vaccini per l'infanzia per la presenza di Hg. Otto vaccini somministrati ai bambini sotto l'età di 5 anni sono stati valutati per il contenuto Hg attraverso un analizzatore di mercurio diretta DMA-80.
Sette dei vaccini 8 conteneva livelli rilevabili di Hg (meno di 1 ppb); tuttavia, 1 vaccino (Infanrix hexa) sono risultati positivi per Hg a 10 ppb. Il risultato è stato confermato e validato da ripetere le prove del campione originale. Test di follow-up è stato condotto su tre campioni supplementari di Infanrix hexa (uno dallo stesso lotto di produzione e due da molto diverso). Tutti e tre sono risultati positivi per Hg (media di 9,7 ppb).
Sebbene i livelli di Hg rilevati sono sostanzialmente inferiori rispetto a qualsiasi limite di sicurezza di esposizione stabiliti, i risultati di questo studio rivelano che esistono inesattezze nei messaggi pubblici della salute, comunicazioni professionali e documentazione ufficiali per quanto riguarda il contenuto di Hg in almeno un vaccino infanzia.
Nell'interesse della salute pubblica, spetta a produttori di vaccini e le agenzie responsabili, come la Therapeutic Goods Administration e il Dipartimento federale della Sanità e invecchiamento di affrontare la questione come una questione di urgenza.
PMID: 20391108 [PubMed - indexed for MEDLINE]

Commento NdR: come potete osservare, malgrado la "buona volonta" all'indagine, NON si effettuano delle ricerche serie per trovare TUTTE le sostanze tossico-nocive dei vaccini !
...infatti NON si sono cercate tutte le sostanze tossiche vaccinali, ma solo il mercurio e suoi derivati, inoltre le analisi di laboratorio NON hanno previsto la ricerca delle nanoparticelle dei metalli tossici, SEMPRE PRESENTI in TUTTI i Vaccini.... e' evidente che sono tutte ricerche "pilotate" !

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

La SafeMindshttp://i.ixnp.com/images/v6.25/t.gif, la principale organizzazione scientifica americana che sta investigando sui rischi che corrono i nostri bambini essendo esposti a prodotti farmaceutici che contengono mercurio - applaude al rilascio dello studio della Columbia University che dimostra la connessione tra il Thimerosal - un conservante a base di mercurio usato nei vaccini - e i danni neurologici.
"Questo studio e' un perfetto esempio delle evidenze scientifiche che l'Istituto di Medicina (IOM) americano ha ignorato quanto ha stilato il recente rapporto sul legame tra vaccini e autismo" ha dichiarato Lyn Redwood, RN, MSM, NP, presidente della SafeMinds. "La IOM era consapevole che studi come questi erano pronti ad essere resi pubblici, ma ha scelto di ignorare tutto cio' e questo e' il principale motivo per il quale noi della SafeMindshttp://i.ixnp.com/images/v6.25/t.gif abbiamo chiamato "prematuro" il rapporto della IOM".

Il Dr. Madi Hornig, professore associato della Columbia University, ha condotto questo nuovo tipo di studio-ricerca con cui ha scoperto che la somministrazione di bassi dosaggi di mercurio - come quelle contenute nei vaccini per i bambini - possono portare a cambiamenti comportamentali e neurologici in un cervello in fase di sviluppo.
"Identificare la connessione... e' estremamente eccitante perche' cosi saremo capaci di intervenire e limitare l'esposizione in una popolazione specifica", specifica il Dr. Hornig nel comunicato stampa rilasciato dalla Columbia University.
L'Immunization Safety Review Committe della IOM (Commissione di Valutazione Sicurezza dell'Immunizzazione) - ha rilasciato un esteso rapporto che voleva negava qualsiasi connessione tra i vaccini a base di mercurio e l'autismo.
"Il risultato di questo studio rende chiaro che la IOM era molto piu' interessata a supportare la propaganda del CDC che a valutare ritrovamenti scientifici come il rapporto del Dott. Hornig.
Questa informazione forzera' i governanti ad affrontare la realta' del Thimerosal e prendere un'iniziativa definitiva per proteggere i nostri bambini dai danni neurologici".
"Fino a che la CDC e la FDA non la finiranno di nascondere le ricerche mediche "cruciali" e di giocare al gioco della Enron proteggendo le loro posizioni e quelle delle lobby farmaceutiche sotto etichetta di "scienza", sara' il compito di organizzazioni indipendenti come la SafeMinds, di assicurare che ogni ricerca sia fondata scientificamente", ha concluso Redwood.
Lo studio e' stato finanziato dal MIND Institute of University of California in Davis, Ellison Medical Foundation e la SafeMinds. Una copia dello studio sara' presto disponibile sul sito della SafeMindshttp://i.ixnp.com/images/v6.25/t.gif.

Tradotto in italiano da La Leva di Archimede. Articolo originale, Yahoo News, 14 giugno 2004: New Columbia University Study Confirms IOM Vaccine-Autism Report is Wrong

VEDI ANCHE:  Filmato scaricabile, Facolta' di Medicina dell'Universita' di Calgary: How Mercury Causes Brain Neuron Degenerationhttp://i.ixnp.com/images/v6.25/t.gif, "Come Il Mercurio Causa Degenerazione Neuronale Nel Cervello".

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Thimerosal: (mercurio) un nemico che non vuole morire
Tratto dal libro "Le vaccinazioni pediatriche (revisione delle conoscenze scientifiche" del dott. Roberto Gava - Salus 2008

La Norvegia ha recentemente annunciato un divieto di impiego del mercurio, comprese le amalgami dentali, che è entrato in vigore l'1 gennaio 2008. La Svezia ha annunciato un analogo divieto ai dentisti e in Danimarca non sarà più consentito utilizzare i mercurio nelle otturazioni dopo il 1 aprile 2008.
(Le Vaccinazioni Pediatriche - Dr. Roberto Gava 2008)

Perchè si parla di autismo correlato alle vaccinazioni ?

Molti autori sostengono che la capacità del mercurio di causare varie patologie cerebrali, tra cui l'autismo, risiede proprio nella sua azione neurotossica.
Infatti in questi ultimi anni c'è stata una vera e propria "epidemia" di casi di autismo negli USA, perchè si è passati da 1 caso ogni 1.333 bambini a metà degli anni 80 (7,5 casi/10.000) a 1 caso ogni 323 bambini alla fine degli anni 90 (31,2 casi/10.000), fino ad arrivare a 1 caso ogni 166 bambini nel 2004. [1-2-3-4]
Questo aumento vertiginoso è iniziato quando negli Stati Uniti sono aumentati i vaccini pediatrici (nei bambini di 0-6 mesi e di 12-24 mesi vengono iniettati rispettivamente un minimo di 13 e 10 vaccini, con una dose totale di almeno 275 mcg di mercurio[5]) e la corrispondente somministrazione di mercurio che è in media 38-129 volte superiore ai limiti di sicurezza stabiliti dalle linee guida dell'EPA. [6]


Inoltre, uno studio americano ha dimostrato una correlazione lineare tra l'aumento dell'assunzione pediatrica di mercurio attraverso i vaccini e l'aumento dell'autismo... [7]

E' stato stimato che circa il 15% della popolazione può mostrare una suscettibilità aumentata all'esposizione al mercurio e in questi soggetti accade che i livelli di etilmercurio trovati 8 giorni dopo le vaccinazioni conducono all'inibizione del 50% dell'enzima metionina-sintetasi.
A causa di ciò i neuroni diventano incapaci di sintetizzare la cisteina, che è l'aminoacido limitativo indispensabile per la sintesi del glutatione (un antiossidante prodotto sia dal cervello che dal fegato).
Ne risulta che i neuroni sono più sensibili alla tossicità al mercurio dal momento che il glutatione è il maggior agente intracellulare deputato alla detossificazione dal mercurio e da altri metalli pesanti.
La sintesi della cisteina e del glutatione quindi, sono cruciali per la detossificazione dal mercurio e questa sintesi è ridotta nei bambini autistici., forse a causa anche di un polimorfismo epigenetico [8][9].
Praticamente risulta che i bambini autistici hanno il 20% di livelli più bassi di cisteina e il 54% di livelli più bassi di glutatione e questo compromette la loro capacità di detossificarsi e di espellere i metalli come il mercurio. [10]
A ciò consegue una più alta concentrazione di mercurio libero nel sangue, che poi viene trasferito nei tessuti e aumenta la vita media del mercurio nel corpo, rispetto a quanto accade in bambini con livelli normali di cisteina e glutatione.

Come è stato dimostrato da Bradstreet et al [11] in uno studio a cui hanno partecipato 221 bambini autistici, i bambini vaccinati mostrano una elevazione sei volte maggiore del mercurio urinario rispetto al gruppo di controllo normale dopo una appropriata mobilizzazione con l'agente chelante DMSA.
La detossificazione ritardata del mercurio danneggia gravemente le reazioni di metilazione (richieste per la corretta espressione del DNA, dell'RNA e dei neurotrasmettitori cerebrali), che a loro volta influiscono sui fattori di crescita dello sviluppo del cervello e sulle abilità attentive.
La metilazione fosfolipidica, che è cruciale per l'attenzione, è danneggiata nei soggetti autistici, in quelli con disordini da iperattività e in quelli con deficit di attenzione.

Recentemente, un gruppo di ricercatori americani ha esaminato la tossicità del Thimerosal nel corpo umano, inclusi i neuroni cerebrali.
[12] Sono stati esplorati i meccanismi neurotossici e come il corpo si detossifica dal mercurio grazie anche al glutatione. Quando però questa sostanza non è prodotta a sufficienza, il mercurio presente può legarsi con alcune proteine cellulari causando:
- rottura dei filamenti del DNA, danni alle membrane cellulari, morte cellulare,
I ricercatori hanno infatti scoperto che concentrazioni più elevate di Thimerosal aumentano il numero delle cellule uccise e che i primi segni di danno cellulare si notano già tre ore DOPO la somministrazione del vaccino

Negli ultimi due anni, gli studi che hanno dimostrato una relazione stretta tra autismo e mercurio assunto dai bambini attraverso le vaccinazioni si sono moltiplicati e i loro autori non hanno avuto dubbi:
"Le evidenze consentono di affermare che i disordini neurologici in seguito all'uso di vaccini con mercurio non sono una coincidenza".[13]
"Lo studio dimostra che l'esposizione al mercurio contenuto nei vaccini pediatrici è un rischio significativo e consistente per l'aumento dei disordini neurologici".[14]
"Noi abbiamo prodotto evidenze per sostenere l'ipotesi autismo-mercurio".[15]

Inoltre, nel marzo 2006 è uscito anche un libro che è subito diventato famoso negli USA: è il libro di David Kirby, [16] un giornalista medico-scientifico del New York Times che raccoglie un gran numero di documenti, testimonianze e prove che dimostrano quanto grande è la responsabilità del mercurio contenuto nei vaccini pediatrici nel favorire e scatenare l'autismo.

Il Dr. Mark Geier, presidente dei Genetic Centers of America, nel 2003 ha pubblicato un interessante studio in cui ha correlato l'aumento della dose di mercurio assunta dai bambini attraverso le vaccinazioni pediatriche con la prevalenza dell'autismo, dell'arresto cardiaco e dei disordini del linguaggio [17]

Come è ben evidente da questi grafici, l'andamento delle due funzioni è di tipo lineare, nel senso che quando aumenta la dose di mercurio assunta aumenta anche la prevalenza del danno e l'incremento è rispettivamente di:
- un caso di autismo ogni 100.000 bambini ogni microgrammo di mercurio
in più;
- un caso di disturbo del linguaggio ogni 100.000 bambini ogni 3 microgrammi di mercurio in più.
E' vero che il Thimerosal ormai non è più presente nei vaccini?
Dal sito www.genitoricontroautismo.org
vedi anche: Amish non vaccinano i bambini =autismo inesistente

Il 1988 fu l'anno in cui, a cominciare dal vaccino antiemofilo B, molti nuovi vaccini vennero aggiunti alla tabella delle vaccinazioni americane.
Negli anni seguenti, il numero delle vaccinazioni raccomandate per bambini sotto i due anni salì da 8 a 20. La quantità di etilmercurio iniettata nel sangue di neonati e bambini salì del 246%.
Solo nel 1999 l'American Academy of Pediatrics, i Center for Disease Control and Prevention, la Food and Drug Administration e l'Istituto Nazionale della Sanità americano emisero un comunicato congiunto che "esortava" i produttori di vaccini a rimuovere il thimerosal.
Nonostante l'esistenza di un accordo per eliminare il thimerosal dai vaccini per bambini, si scoprì poi che le scorte di vaccini contenenti thimerosal rimasero ancora in circolazione a lungo: alcune ditte farmaceutiche avevano solo cancellato il suo nome dai foglietti informativi.

Oggi, comunque, il thimerosal è ancora presente nella maggior parte dei vaccini antinfluenzali, che vengono consigliati ora anche ai bambini di più di 6 mesi di vita. Viene usato nella fabbricazione di di una serie di prodotti farmaceutici e i vaccini che in questo momento vengono venduti fuori dagli USA contengono un'alta concentrazione di thimerosal, specie quelli indirizzati verso il terzo mondo.

Il Dr. Neal Halsey era a capo del programma di vaccinazioni dell'American Academy of Pediatrics dal 1995 al 1999 e quando gli fu chiesto a proposito della quantità di mercurio che i neonati americani avevano ricevuto durante il suo incarico, rispose a un giornalista:
"La mia prima reazione fu di incredulità. Ciò che credevo, e ciò che tutti gli altri credevano era che (il mercurio) fosse veramente solo una piccola quantità, biologicamente insignificante. Onestamente credo che se le etichette avessero riportato il contenuto di mercurio in microgrammi, tutto ciò sarebbe stato scoperto anni fa, ma il fatto è che nessuno fece i calcoli."
...Per la maggior parte dei pediatri, il fatto che l'autismo abbia più di 100 sintomi e caratteristiche in comune con l'avvelenamento da mercurio...
...Il fatto che la sua incidenza sia aumentata tra i bambini americani di pari passo con l'aumento del carico di mercurio nei vaccini...
...E il fatto che non fosse mai stato diagnosticato negli USA prima degli anni 30, quando il mercurio fu aggiunto per la prima volta ai vaccini, sono tutte spiacevoli coincidenze...

La Dott.ssa Elizabeth Mumper, Professore Associato di pediatria e Medicina della famiglia all'Università della Virginia e presidentessa di Advocates for Children, una clinica pediatric di Lynchburg, dice:
"Ho visto una bibliografia contenente più di mille articoli sul thimerosal che dimostra i vari modi in cui è nocivo... Le prove ci sono, prove scientifiche buone e attendibili, ma convincere i medici a guardarle è un'altra storia... Quello che stiamo vedendo è una generazione di bimbi che sono stati avvelenati a causa di negligenza e incompetenza. Non potrei dirlo in modo più chiaro: tra vent' anni, il fatto stesso che ci sia stato un dibattito sul legame tra autismo e mercurio sarà considerato semplicemente ridicolo".

Dopo che dal 1999 il governo USA ha obbligato le ditte farmaceutiche a "togliere" questo metallo, piano piano anche le altre specialità vaccinali vendute negli altri Paesi industrializzati hanno iniziato a sostituire il mercurio tra gli eccipienti.
Il problema però ora è:
E' vero che il mercurio non è contenuto nel vaccino quando non è riportato nel foglietto informativo della confezione oppure significa solo che le ditte farmaceutiche non segnalano la sua presenza ?
Oltre al mercurio, cosa sta accadendo delle altre sostanze tossiche associate ai vaccini, come alluminio, formaldeide e nuovi composti recentemente impiegati anche se non ancora sufficientemente sperimentati ?

Infatti per quanto riguarda questo ultimo punto, bisogna ricordare, che anche l'idrossido di alluminio, altro eccipiente contenuto in molti vaccini iniettabili e di solito associato al mercurio, ha la capacità di danneggiare i tessuti cerebrali.
By Federico Povoleri

NOTE
[1] California Department of Development Service: Autistic Spectrum Disorders - Changes in the California Caseload -
An Update: 1999 to 2002. Sacramento CA: State of California 2003
[2] Yazbak F. E. Autism in United States: a prospective. J Am. Phys. Surg 8 (4); 2003
[3] Burd L. et al. Prevalence Study of pervasise developmental Child. Adolesc. Psychiatry 26: 700; 1987
[4] Ritvo E. R. et al. Epidemiologic Survey of Autism: Prevalence. Am. J. Psychiatry 146: 194; 1989
[5] Ball LK, Ball R, Pratt RD. An assessment of thimerosal use in childhood vaccines. Pediatrics 2001; 107: 1147-54
[6] Geier MR, Geier DL. Thimesoral in childhood vaccines, neurodevelopment disorders and heart disease in the United States. J Am Phys Surg; 2003; 8 (1): 6-11
[7] Geier DA, Geier MR. A comparative evaluation of the effects of MMR immunization and mercury doses from thimerosal-containing childhood vaccines on the population prevalence of autism. Med Sci Monit 2004; 10 (3): PI33-39.
[8] Deth R.C. Truth Revealed: New scientific discoveries regarding mercury in medicine and autism. Congrssional Testimony before the U.S. Of Representative. Subcommitee on Human Rights and Wellness, Sept. 8. 2004.
[9] Waly M. et al. Activation of Methionine synthase by insulin-like growth factor 1 and dopamine: a target for neurodevelopmental toxins and thimerosal. Mol. Psyachiatry 9: 358; 2004
[10] James S.J. et al. Metabolic Biomarkers of increased oxidativestress and impaired metilation capacity in children with autism. Am. J. Clin. Nutr. 80: 1611; 2004.
[11] Bradstreet J. et al: A case control study of mercury hurden in children with autistic spectrum disorders. J. Am. Phys. Surg. 8: 76;2003
[12] James SJ, Slikker W 3rd, Melnyk S, New E, Pogribna M, Jennigan S. Thimerosal neurotoxicity is associated with glutathione depletion: protection with glutathione precursors. Neurotoxicology. 2005 Jan; 26 (1): 1-8
[13] Geiser D. A, Geiser M. R. An assessment of the impact of thimerosal on childhood neurodevelopmental disorders. Pediatr. Rehabil. 6 (2): 97; 2003.
[14] Geiser D. A., Geiser M. R. A two-phased population epidemiological study of the safety of thimerosal-containing vaccines: a follow-up analysis. Med. Sci. Monit. 11 (4): 160; 2005.
[15] Blaxill M. F. et al. Thimerosal and autism? A plausible hypotesis that should not be dismissed. Medical Hypotheses 62 (5): 788; 2004.
[16] Kirby D. Evidence of Harm: Mercury in vaccines and the autism Epidemic: A Medical Controversy. St. Martin's Press, 2006
[17] Geier MR, Geier DL. Thimerosal in childhood vaccines, neurodevelopment disorders and heart disease in the United States. J Am Phys Surg; 2003; 8 (1): 6-11