Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


BAMBINI ed il  Mercurio nei vaccini e nelle amalgami dentali, oltre all'alluminio...
(studio del CDC che afferma che il Mercurio dei vaccini non e' tossico e quindi fa bene...)
Il Thiomersal dei vaccini produce danni anche gravi
Metalli tossici + Amalgami dentali al mercurio
Danni al sistema enzimatico da Vaccini e metalli 
By Giusy Arcidiacono (CT) - arcidiaconogiusy@hotmail.com -
Perito Commerciale - chimico
Sindrome della permeabilita' intestinale ed autismo
Metalli tossici dei vaccini = Autismo vedi: PDF dott. M. Proietti
Il Thimerosal dei vaccini distrugge e/o altera la flora intestinale essendo una sostanza altamente tossica
Ecco il recente studio che ha coinvolto più di 17.000 bambini fino a 19 anni
Questo studio-indagine attualmente in corso è stato avviato dall’omeopata Andreas Bachmair.

La Verita' sullo studio del dott. Wakefield
Dalle fibre minerali alle nanoparticelle:
quali caratteristiche chimico-fisiche determinano la patogenicità delle polveri inalate PDF

Premi in denaro ai medici che vaccinano...
http://www.francoverzella.it/autismo-malattie-croniche/metalli-tossici-e-terapia-chelante-2/
Metalli tossici ed autismo
https://www.dionidream.com/autismo-metalli-pesanti/?utm_source=browser&utm_medium=push_notification&utm_campaign=PushCrew_notification_1492188065&pushcrew_powered
 

Bambini al Mercurio
Esaminando un gruppo di bambini iperattivi (ADHD + Autismo ed altro) si sono riscontrati una predominanza di maschi, un legame con l'asma, eczemi, ed altri stati allergici, nonche', in base all'esame dei capelli (mineralogramma), una carenza di zinco ed un eccesso di mercurio (Thimerosal).
Il mercurio e' contenuto nei Vaccini (visionare perche' molto importante) e nelle Amalgami dentali dei genitori madri/padri; la carenza di zinco anche una conseguenza dei danni del mercurio ) dovuti alla perdita di flora batterica intestinale autoctona (batteri + enzimi)  e di conseguenza instaurazione di malnutrizione generata dai vaccini e dalle amalgami dentali....il mercurio passa anche la barriera della placenta.....entra nel ciclo del latte materno ed intossica il bambino/a.

METALLI TOSSICI
Qualche anno fa li chiamavano metalli pesanti, e se ne parlava soprattutto nei giorni di grande afa estiva quando l'inquinamento e il caldo rendevano l'aria irrespirabile.
Oggi anche gli esperti li definiscono metalli tossici, e sono sostanze tossiche che penetrano in maniera insidiosa nella nostra vita attraverso, Vaccini, farmaci, amalgami dentali, protesi, cibi, acque, bevande, prodotti per l’igiene personale, rossetto, aria.
vedi anche: http://www.informasalus.it/it/articoli/tossicita-metalli-autismo.php 

Alluminio ed altro....nei Vaccini ecco i gravi danni:
http://edgytruth.com/2016/07/18/vaccine-ingredients-comprehensive-guide/#
Ecco le prove, con studi, delle varie Micro e NanoContaminazioni dei Vaccini - PDF + Nanoparticelle + Ricerca e Studio dimostrativo sul contenuto di sostanze pericolose nei Vaccini + Nanobatteri nei Vaccini

QUANTO é DANNOSO il MERCURIO ? = Molto, vedi anche. Autismo + Timerosal
Il mercurio è il secondo + tossico elemento sulla terra,secondo solo al plutonio. La quantità di mercurio contenuta in un termometro è sufficiente a contaminare un piccolo lago.
La tossicità del mercurio è stata collegata a molte gravi malattie, come asma, allergie, artrite, alzheimer, sclerosi multipla, depressione, schizofrenia, disabilità nell'apprendimento, autismo, immunodepressione, ecc..

COME PUO'  un BAMBINO ESSERE STATO AVVELENATO dal MERCURIO ?
Molti genitori credono, perche’ ne hanno visto gli effetti sul loro figlio/a, che il maggior responsabile sia il Thimerosal, un conservante usato nei vaccini e in altre medicine.
Il Thimerosal e’  mercurio.
Nell'ottobre del 1998, la FDA proibì l'uso del thimerosal nelle farmacie e sin dal luglio del 1989 "incoraggiò" i produttori a rimuovere il thimerosal dai vaccini. Alcuni lo hanno fatto; altri no.
Di recente (2009), e’ contenuto in alcuni vaccini per l’influenza suina. Oggi, altri vaccini sono prodotti senza thimerosal o ne contengono solo una "traccia".
Ogni vaccino che contiene thimerosal eccede le linee guida per la salute EPA che sono di 0,1 mcg/kg/day.
Da quando i vaccini multipli (tipo esavalente) sono somministrati nello stesso giorno, la quantità di mercurio introdotta nel bambino è molte volte sopra questo limite di guardia.

Vaccini obbligatori o no, tutti quanti sono da sempre sbandierati come utili e sicuri anche e non solo dal Ministero della salute, ma esiste una sentenza ben precisa (ignorata da tutti…) che mostra come tali distinzioni fra vaccini obbligatori e non, NON possono sussistere - vedi: Sentenza Corte Costituzionale
Le famiglie dei danneggiati da vaccino dal canto loro sottolineano “lo stato di abbandono in cui sono  state lasciate dalle cosiddette “istituzioni che dovrebbero tutelare”, infatti “tutelano” ma solo i fatturati di Big Pharma….". + Corruzione per i Vaccini

IMPORTANTE da ricordare:
Una delle caratteristiche dei danni cellulari dei vaccini e’ quella di inibire e/o alterare la formazione di proteine essenziali allo sviluppo regolare dei tessuti ed organi di un bambino, e fra questa una si chiama Eps8 e gioca un ruolo fondamentale nei processi di memoria e apprendimento.
Milano 2013 (I) - A svelarne i meccanismi molecolari, un team di ricercatori italiani dell’Università degli Studi di Milano, Istituto di Neuroscienze del Cnr e Humanitas. Lo studio, pubblicato su Embo Journal, aprirà la strada a nuovi percorsi di cura per affrontare i gravi problemi legati ad autismo e ritardo mentale e dello sviluppo.

Il dott. Moulden Canadese, ha fatto delle importanti ricerche sui danni neurologici dei vaccini:
http://healthimpactnews.com/2014/dr-andrew-moulden-every-vaccine-produces-harm/

AUSTRALIA - Stato del Victoria - Giugno 2016
I bambini iper intelligenti sono esenti  dai Vaccini in Australia !
Un programma scolastico per studenti dotati, sta offrendo forme di esenzione di vaccinazione e sollecitando gli studenti a evitare il Wi-Fi nelle scuole, sostenendo che i bambini dotati hanno "connessioni neurologiche extra" che li rendono più suscettibili a reazioni allergiche.
Pat Slattery, il fondatore di WiseOnes, un popolare programma per studenti dotati, che lavorano nelle scuole dello Stato del Victoria, pubblicato sul suo sito web, che i bambini dotati hanno "sensibilità fisiologiche in più per il cibo o sostanze chimiche" e sono inclini a sviluppare reazioni negative per la salute, con le vaccinazioni.
In un post che da allora è stato rimosso...., si fa riferimento a informazioni che collegano i vaccini per l'autismo, e dice ai genitori di scrivere mail, per richiedere una richiesta di esenzione vaccinazione. 
"Sono preoccupato perché sappiamo quanto i bambini dotati più sensibili sono dovute alla loro connessioni neurologiche aggiuntive. Dando loro neurotossine con i vaccini, sembra illogico. Sono disposto ad aiutare ad educare i figli in linea di rifiuto dei vaccini", scrive.
Il programma pretende di lavorare con 30 scuole vittoriane, che sono elencati sul sito web, mentre la signora Slattery porta bandiera del rifiuto, sta progettando di espandere il programma per NSW e Queensland.  Ms Slattery lavora con altri insegnanti per fornire il programma nelle scuole.

Read more:
http://www.theage.com.au/victoria/antivaccination-program-offered-to-gifted-children-in-primary-schools-20160621-gpnzzp.html#ixzz4CDbFuAMH
Follow us:
@theage on Twitter | theageAustralia on Facebook


Commento NdR: ma i bambini normali, non iper intelligenti, cioe' non dotati.....invece si possono vaccinare con le sostante tossiche vaccinali per inquinare i loro organismi..e farli facilmente ammalare....?... questo perche' i vostri figli sono carne da macello.
..genitori SVEGLIA !

Ecco la spiegazione, in sintesi, del legame e dei meccanismi dei gravi danni dei Vaccini:

TROVATO
un meccanismo di azione delle tossine dei VACCINI anche sul cervello  ! - 22/03/2009
ANSA, Roma - Esiste un passaggio segreto che permette alle cellule immunitarie di penetrare nel cervello e di aprire la strada ad una seconda ondata di cellule pericolose, capaci di scatenare malattie autoimmunitarie, come la sclerosi multipla, nelle quali il sistema immunitario aggredisce l’organismo al quale appartiene.
La scoperta della nuova porta, pubblicata sulla rivista Nature Immunology, potrebbe portare in futuro a nuove armi per contro la sclerosi multipla, "ma non solo: lo stesso meccanismo potrebbe essere coinvolto in altre malattie autoimmuni", osserva la coordinatrice della ricerca, l’italiana Federica Sallusto, dell’Istituto svizzero per la Ricerca in Biomedicina (Irb) di Bellinzona, diretto da Antonio Lanzavecchia.
Oltre che con Lanzavecchia, il lavoro e' stato condotto in collaborazione con Andrea Reboldi, dell’Irb, e da Antonio Uccelli, dell’università di Genova. Il passaggio segreto che permette di entrare nel cervello alle cellule apripista e' il plesso coroideo, una vera e propria matassa di vasi sanguigni nella quale viene prodotto il liquido spinale. e' una via d’ingresso alternativa a quella che da tempo e' considerata il «portone principale», ossia la barriera emato-encefalica.
Che ci fosse un’altra entrata era noto, spiegano i ricercatori, ma questa era considerata una sorta di "porta di servizio", di importanza secondaria. Adesso, osserva Lanzavecchia, "conosciamo la funzione di questa porta segreta e si può pensare a future strategie terapeutiche in grado di bloccare questo ingresso".

Altro meccanismo di azione delle tossine vaccinali di qualsiasi vaccino, anche nel cervello:
I Macrofagi molte volte trasportano le sostanze vaccinali nel cervello ed in tutti i tessuti del corpo, ecco una descrizione del  meccanismo:
L'alluminio (od altri metalloidi tossici, ad esempio il Thiomersal) contenuto in vari Vaccini esempio: influenza, esavalente  comprese, viene trasportato nel cervello dai macrofagi .... e cio' spiega il meccanismo della cosiddetta SIDS o morte nella culla, che nei fatti e' una danno vaccinale e non una nuova malattia !
Ecco spiegato il meccanismo biologico ed il diagramma del tragico evento....
Il meccanismo viene ben spiegato qui:  ciò che in realtà accade è che un tipo di globuli bianchi chiamati a macrofagi (MF) ingerisce (processo è chiamato "fagocitosi") gli AANs prima che si sciolgano. (
Aluminum Adjuvant Nanoparticles = AANs)
L'ingestione di corpi estranei è un comportamento normale per MF.
La loro funzione principale è la fagocitosi cioè la capacità di inglobare nel loro citoplasma particelle estranee, anche nanoparticelle, compresi i microrganismi (batteri e funghi estranei), e di distruggerle. Inoltre, fatto importante da tenere in considerazione in  questi casi, secernono citochine ad attività proinfiammatoria e presentano l'antigene ai linfociti T-CD4.
Quando MFs rilevano batteri o altri agenti patogeni, i loro campi magnetici li invitano ad ingerire gli agenti patogeni, e distruggerli con gli enzimi. I MFs sanno assieme ad altre cellule del sistema immunitario circa il patogeno introdotto e come rilevarlo. MFs ingeriscono anche molti tipi di nanoparticelle.
Il problema è che AANs non sono digeriti dagli enzimi MF. E gli AANs, una volta all'interno degli MF, si sciolgono lentamente.
Le AANs persistono per lungo tempo (anni) e causano nei MF a far fuoriuscire lentamente alluminio.
Gli MF che consumano gli AANs divengono altamente contaminati con l'alluminio o con altri metalli tossici e nanoparticelle ingerite, e li diffondono ovunque vanno. E vanno in tutto il corpo. MFs generalmente non viaggiano nel sangue, il che spiega il motivo per cui non si trova nel sangue l'alluminio dopo la vaccinazione
, perche' gli MF viaggiano attraverso il sistema linfatico.
I campi magnetici sono in grado di viaggiare attraverso la barriera emato-encefalica (BBB). Gli MFS, una volta caricati con AANs, agiscono come un cavallo di Troia e trasportano le AANs nel cervello. Questo è dannoso, perché il cervello è molto sensibile all' alluminio.
Senza contare le possibili microischemie (vedi le scoperte del Dott. Andrew Moulden) che possono intervenire nella microcircolazione, soprattutto cerebrale od in altri luoghi...per il fatto che i globuli bianchi e di conseguenza i macrofagi nel loro processo di fagocitosi, (ingestione delle sostanze tossiche vaccinali) possono generare,.... inoltre i macrofagi secernono, nella loro azione quando hanno ingerito le sostanze vaccinali, altre sostante PRO-infiammazioni.... con tutte le conseguenze del caso, polio = paralisi, distrofie, meningiti, sclerosi, infiammazioni croniche, gastroenteriti croniche, ecc....fino alla morte nella culla = SIDS !!

A conferma di cio' che abbiamo scritto qui sopra - Maggio 2016
Uno studio condotto da ricercatori della University of Virginia School of Medicine, negli USA, ha determinato, dopo meticolose ricerche durate anni, che il cervello è direttamente collegato al sistema immunitario tramite vasi linfatici che si pensava non esistessero. 
Si tratta di una scoperta sensazionale che ribalta decenni di insegnamenti e di teorie apprese da ogni libro di medicina.
È sorprendente che proprio tali vasi linfatici siano sfuggiti ad occhi attenti e brillanti di migliaia di ricercatori e medici dato che il sistema linfatico è stato mappato in tutto il corpo in ogni singolo dettaglio, ma il vero significato della scoperta risiede negli effetti che questa potrebbe avere sullo studio e sulle vere cause dell'autismo e/o di tutte le patologie neurologiche.
Come si studia la risposta immunitaria del cervello ?
Perché pazienti con malattie neurologiche, autismo, sclerosi multipla, ecc., presentano diversi attacchi al sistema immunitario, cioe' immunodepressioni ?, 
...ma ....ora finalmente possiamo comprendere, oltre alle cause di tali malattie, anche avvicinarci meccanicamente e realmente al problema perché il cervello è, come ogni altro tessuto, collegato al sistema immunitario periferico attraverso i vasi linfatici meningei – cosi' ha affermato Jonathan Kipnis, professore del Dipartimento UVA di Neuroscienze e direttore presso il Center for Brain Immunology and Glia (BIG) dell’Università della Virginia.

Qui nel diagramma, viene spiegato nei particolari il tragico evento:
http://vaccinepapers.org/al-adjuvant-nanoparticles-can-travel-brain/

 


DANNI NEUROLOGICI anche con il mercurio

 

Prima del bando della FDA, negli USA, il mercurio era aggiunto anche a colliri, prodotti per lenti a contatto, spray nasali, creme contraccettive, creme per emorroidi, ecc., in Italia e' ancora contenuto in certi prodotti anche di cosmesi.

QUALI SONO le ALTRE FONTI per POTERSI INTOSSICARE ?
-Amalgama dentale
-pesce (soprattutto tonno e salmone)
-alcune vernici
-termometri( soprattutto se si rompono)
-tubi di luce fluorescente
E' importante notare che il mercurio presente nel corpo della madre passa al bambino, attraverso la placenta, e dopo attraverso il latte. Una sorte di esposizione prenatale

SE il MERCURIO E' CONTENUTO nei VACCINI; PERCHE' NON TUTTI i BAMBINI  si AMMALANO ?
La sensibilità al mercurio varia enormemente da persona a persona, come la naturale capacità del corpo di disintossicarsi e/o dipende anche dove il mercurio va a depositarsi.
Alcuni bambini possono liberarsi del mercurio facilmente, mentre in altri, le tossine rimangono nel corpo più a lungo, depositandosi nel cervello e in altri organi.

QUALCUNO ha ATTUALMENTE CURATO il SUO BAMBINO AUTISTICO con  la CHELAZIONE (disintossicazione dal mercurio) ?
Il libro "Turning Lead Into Gold"descrive molti casi di bambini con "tendenze autistiche" che migliorano enormemente dopo la chelazione ed una terapia alimentare adatta.
Dr. AMY (USA) ed il dott. M. Montinari (Italy) ed altri ricercatori (G. Puccio - Italy) stanno ottenendo meravigliosi risultati nella loro pratica con i bambini, e numerosi genitori hanno riportato miglioramenti nei loro bambini autistici con ogni ciclo di applicazione dei loro protocollo di disintossicazione e non solo.

-Il MEDICO DICE che il BAMBINO NON è INTOSSICATO PERCHE’ il LIVELLO di MERCURIO nelle URINE e nel SANGUE è ENTRO i VALORI NORMALI.
Molti medici hanno più familiarità con l'avvelenamento da piombo rispetto a quello da mercurio e quindi si sbagliano.
Le analisi del sangue e delle urine vengono utilizzate per misurare il piombo ma sono inadeguate per il mercurio. Questo perché una volta che il mercurio entra nel corpo non lascia tracce nel sangue, ma si accumula  negli organi interni. Quindi, l'analisi del sangue e delle urine può servire solo se la persona è stata esposta a una grande quantità di mercurio e recentemente.
Una esposizione cronica (amalgama) o vecchia (vaccino) non può essere rivelata con questo test.
Una migliore via per misurare il livello di mercurio è l'analisi del CAPELLO od una speciale analisi del sangue con appositi test per rilevare le tracce di mercurio, ma il mineralogramma e’ comunque il miglior test.

COME POSSO DISINTOSSICARE il BAMBINO dal MERCURIO ?
L'analisi del capello è economica, non invasiva ed accurata, per determinare il livello di mercurio nel corpo. Mentre i medici analizzano il capello e mettono a punto il programma di disintossicazione, i genitori possono iniziare ad usare supplementi dietetici che aiutano il processo di chelazione.

I più importanti sono:
-4 volte al giorno: vtamin B complex - Vitamin C -
con frequenza  non critica: Zinco- Magnesio - VItamin E

SE  il TEST RIVELA che il BAMBINO è INTOSSICATO; COSA si DEVE FARE ?
Se il tuo bambino ha otturazioni dentali con amalgama, Devi trovare un dentista che te la sostituisca con altre sostanze, MERCURY_FREE.

Poi dovrai trovare un medico che può aiutarti con la chelazione. Tenere bene presente che i  medici
in genere non hanno familiarità con la tossicità del mercurio. Non cercare un medico "regulare", ma un medico "alternativo", come  un’omeopata, ecc.

CHELAZIONE - QUALI SONO gli AGENTI DISINTOSSICANTI ?
Gli agenti per chelare il mercurio sono DMPS (2,3dimercaptopropanesulfonate sodium )
- DMSA (2,3 mesoDi MercaptoSuccinic Acid Generic name:Succimer. Trade name: Chemet) e ALA (alpha lipoic acid)

CHE COSA è DMPS
DMPS è stato approvato per la composizione di farmaci ed è eccellente per rimuovere il mercurio dal corpo, SE usato correttamente. Sfortunatamente molti medici usano impropriamente questi agenti chelanti che possono essere molto pericolosi se non usati bene.

CHE COSA è DMSA ?
DMSA è un farmaco approvato dalla FDA per l'avvelenamento di piombo nei bambini. Funziona anche per il mercurio DMSA, rimuove il mercurio da ogni parte del corpo eccetto il cervello perché non può attraversare la sue barriera.

CHE COSA è ALA ?
Alpha lipoid acid è un supplemento che funziona nella chelazione del mercurio.
Diversamente dai precedenti può attraversare la barriera del cervello e può così rimuovere il mercurio anche da li. Non può essere usato per una esposizione recente al mercurio (fino a tre mesi)

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Vaccini: Adiuvanti in Alluminio = disordini Biologicineurologici, immunitari, autismo, ecc.
https://autismovaccini.org/adiuvanti-in-alluminio-e-disordini-neurologici/  

Uno studio pubblicato qualche mese fa a dicembre 2016 sulla rivista Metabolic Brain Disease dimostra il legame tra intossicazione di metalli pesanti (specialmente piombo e mercurio) e l’insorgenza dell’autismo.
Ecco cosa affermano gli autori:
Un totale di 100 bambini sono stati analizzati in questo studio. Sono stati classificati in tre gruppi: bambini con ASD (40), bambini sani come gruppo di controllo (40), e fratelli sani dei bambini ASD (20).
I risultati hanno mostrato che i bambini con ASD avevano livelli significativamente più elevati di Hg (mercurio), Pb (piombo) e porfirine pentacarboxyporphyrin, coproporphyrin, precoproporphyrin, uroporfirine e hexacarboxyporphyrin rispetto al gruppo di controllo sano e al gruppo dei fratelli sani dei bambini ASD.
Le madri dei bambini autistici hanno mostrato una più alta percentuale di otturazioni in amalgama dentali rispetto alle madri del gruppo di controllo sano suggerendo che alti livelli di mercurio nei bambini con ASD possono riguardare la maggiore esposizione al mercurio dall’amalgama dentale materna durante la gravidanza e l’allattamento. I risultati hanno mostrato che i bambini con ASD nel presente studio avevano più elevati livelli di Hg e Pb nel sangue rispetto ai bambini sani di controllo che indicano che il metabolismo disordinato della porfirina potrebbe interferire con la patologia associata con il fenotipo neurologico autistico.

Studi dimostrano il legame tra autismo e alti livelli di mercurio
Gli scienziati hanno quindi determinato il grado di avvelenamento da mercurio nei bambini attraverso la misurazione dell’escrezione urinaria di composti organici chiamati porfirine, che fungono da biomarcatori per la tossicità del mercurio.
I ricercatori hanno anche misurato i livelli ematici di mercurio e piombo. Quindi da entrambe le analisi è stata confermata totalmente l’elevato livello di questi metalli pesanti. I ricercatori hanno dimostrato una forte correlazione tra la tossicità del mercurio e la presenza di autismo, e una correlazione diretta tra i livelli di tossicità del mercurio e la gravità dei sintomi di autismo.
Ma non è l’unico. 
Almeno sei studi americani hanno collegato presenza autismo e elevata esposizione al mercurio misurando porfirine urinarie.
Il primo studio, completato da Heyer et al. nel 2012 ha mostrato una correlazione tra la presenza di autismo e specifici porfirine urinarie associate a tossicità del mercurio. Questo lo afferma anche uno studio precedente da Kern et al. (2011, Pediatr Int 53: 147) dove porfirine specifiche associate con la tossicità del mercurio erano significativamente più alte nei bambini con autismo rispetto al gruppo di controllo non-autistico. Woods et al. nel 2010 ha osservato anche che il metabolismo della porfirina è disordinato nei bambini autistici, che non è stato osservato nei bambini di controllo non autistici. Questo ancora una volta suggerisce un aumento della tossicità del mercurio associato ai disturbi dello spettro autistico.

La più o meno gravità dei sintomi dell’autismo è stata anche correlata a livelli di porfirine specifici associati con la tossicità del mercurio. Kern et al. nel 2010 ha mostrato una forte correlazione tra il livello di gravità dell’autismo (misurato attraverso la Autism Treatment Evaluation Checklist (ATEC)) e la quantità di porfirine urinarie osservate nei bambini autistici. Geier et al. ha dimostrato anch’esso la correlazione tra porfirine urinarie e la gravità dell’autismo in uno studio in cieco utilizzando la scala di misurazione dell’autismo CARS. Questo studio è stato ulteriormente chiarito da Geier et al. (2009, J Neurol Sci 15: 280) dove i bambini con grave autismo hanno mostrato porfirine urinarie significativamente più elevate associate alla tossicità del mercurio rispetto a quei bambini con autismo lieve o controllo non autistico.

Ulteriore studio mostra il legame tra metalli pesanti e autismo
Questi risultati sono supportati da una recente ricerca che collega le esposizioni industriali di piombo, mercurio e arsenico alla prevalenza di disturbi dello spettro autistico (ASD). Lo studio, condotto da un team di 13 scienziati provenienti da università e ospedali americani, è stato pubblicato nel numero di luglio 2016 del Environmental Monitoring and Assessment. Gli autori hanno studiato i dati del Center for Disease Control e Prevention (CDC) su 4.486 bambini con spettro autistico residenti in 2.489 aree in tutto il paese. Hanno usato una sovrapposizione dei dati di inquinamento atmosferico regionale della Environmental Protection Agency per determinare se le concentrazioni nell’aria di vari metalli potrebbero essere collegati con l’autismo e hanno trovato forti correlazioni tra concentrazioni nell’ambiente di piombo, mercurio e arsenico e il verificarsi dell’autismo. Nei tratti con concentrazioni nell’aria di piombo più alte, era significativamente più alta la prevalenza di autismo, rispetto a tratti con concentrazioni di piombo più basse. Inoltre, tratti con concentrazioni di mercurio e di arsenico al di sopra del 75esimo percentile avevano una significativa più alta prevalenza di autismo rispetto ai tratti con concentrazioni di arsenico, piombo e mercurio al di sotto del 75esimo percentile.

Correlazione tra autismo e inquinamento ambientale (fumi prodotti dalle fabbriche e centrali elettriche)
Uno studio precedente pubblicato nel 2015 da un gruppo di ricerca ancora più grande ha trovato un’associazione tra la vicinanza residenziale urbana ad impianti industriali che emettono inquinanti atmosferici (arsenico, piombo o mercurio) e una maggiore prevalenza di autismo.

Altri studi recenti hanno trovato associazioni significative tra le fonti ambientali di esposizione al mercurio e l’ASD.

Uno studio, condotto dalla Division of Environmental and Occupational Disease Control, California Department of Health Services pubblicato nell’Environmental Health Perspectives nel 2006, ha implicato il mercurio, tra gli altri metalli, come l’inquinante dell’aria che è più associato a rischi di diagnosi di autismo tra un campione di bambini nati nella zona di San Francisco Bay nel 1994.
Nel frattempo, una tesi di laurea completata alla Louisiana State University nel 2006 ha rilevato un’associazione tra mercurio nel pesce, le emissioni nell’aria e i disturbi dello sviluppo, tra cui l’autismo. Sempre nel 2006 e poi nel 2009, i ricercatori hanno dimostrato che gli aumenti di mercurio ambientale emesso dalle centrali elettriche e la distanza dalle fonti di esposizione al mercurio in Texas erano significativamente correlati al rischio di un individuo di contrarre autismo.

Lo studio del 2006 ha rilevato che “in media, per ogni 1.000 libbre (453 kg) di mercurio rilasciato nell’ambiente, c’è stato un aumento del 43% del tasso di servizi di educazione speciale e un aumento del 61% del tasso di autismo.”

Lo studio del 2009 ha riferito che “per ogni ulteriori 10 miglia di distanza da fonti industriali o da centrali elettriche è associata una diminuzione del rischio del 2,0% e 1,4%, rispettivamente.”

Uno studio del 2013, svolto dai ricercatori di Harvard, ha scoperto che le donne che vivevano nelle zone con i più alti livelli di particolato diesel o mercurio nell’aria avevano due volte più probabilità di avere un bambino con autismo, rispetto a coloro che vivevano nelle zone con  livelli più bassi di inquinamento atmosferico. Tra i contaminanti “il mercurio e il cloruro di metilene sono i più associati all’autismo“, ha riferito lo studio

Conclusione. L’evidenza è confermata
A settembre 2016 è stata pubblicata una review sulla rivista Journal of Trace Elements in Medicine and Biology che analizza tutti gli studi scientifici dal 1999 ad oggi che discutono il legame tra autismo e mercurio. Ecco cosa hanno concluso i ricercatori:
“Questa revisione ha trovato 91 studi che esaminano la potenziale relazione tra mercurio e autismo dal 1999 al febbraio 2016. Di questi studi, la stragrande maggioranza (74%) suggeriscono che il mercurio è un fattore di rischio per l’autismo, rivelando effetti sia diretti che indiretti. La preponderanza delle prove indica che l’esposizione al mercurio è causale e/o contributiva nell’autismo.”
Chiaramente siamo in un disperato bisogno di ridurre l’esposizione a questi metalli altamente tossici che agiscono sinergicamente nel corpo per causare danni. Qui non abbiamo menzionato i vaccini che sono ad alto contenuto di mercurio ed altre fonti di inquinamento come il consumo di pesci predatori (tonno, pesce spada). Abbiamo bisogno di modi efficaci che aiutino a ripristinare la salute di coloro che sono stati danneggiati.
“I fattori sono molteplici: l’inquinamento, pesticidi negli alimenti, il mercurio nei cibi, le radiazioni elettromagnetiche.
Si può fare un parallelo con le malattie che colpiscono le api. Oggi si ammalano di più per colpa dei pesticidi, delle radiazioni e dei parassiti. La stessa cosa succede all’uomo e soprattutto ai bambini, più fragili e quindi più a rischio”. By Luc Montagnier, premio Nobel per la medicina
Tratto da: dionidream.com


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

J Toxicol Environ Health A. 2010;73(10):637-40. doi: 10.1080/15287391003613994."Mercury in vaccines from the Australian childhood immunization program schedule".
By Austin DW1, Shandley KAPalombo EA. - Author information
Abstract
Nonostante l'eliminazione del mercurio (Hg) -based thimerosal conservante dai vaccini presenti nel prospetto australiano del Programma per i bambini di Vaccinazione, permangono preoccupazioni tra alcuni ricercatori e genitori per la sicurezza del presente programma, in parte a causa di una paura di tracce residue di Hg.
Lo scopo di questo studio era di valutare in modo indipendente vaccini per l'infanzia per la presenza di Hg. Otto vaccini somministrati ai bambini sotto l'età di 5 anni sono stati valutati per il contenuto Hg attraverso un analizzatore di mercurio diretta DMA-80.
Sette dei vaccini 8 conteneva livelli rilevabili di Hg (meno di 1 ppb); tuttavia, 1 vaccino (Infanrix hexa) sono risultati positivi per Hg a 10 ppb. Il risultato è stato confermato e validato da ripetere le prove del campione originale. Test di follow-up è stato condotto su tre campioni supplementari di Infanrix hexa (uno dallo stesso lotto di produzione e due da molto diverso). Tutti e tre sono risultati positivi per Hg (media di 9,7 ppb).
Sebbene i livelli di Hg rilevati sono sostanzialmente inferiori rispetto a qualsiasi limite di sicurezza di esposizione stabiliti, i risultati di questo studio rivelano che esistono inesattezze nei messaggi pubblici della salute, comunicazioni professionali e documentazione ufficiali per quanto riguarda il contenuto di Hg in almeno un vaccino infanzia.
Nell'interesse della salute pubblica, spetta a produttori di vaccini e le agenzie responsabili, come la Therapeutic Goods Administration e il Dipartimento federale della Sanità e invecchiamento di affrontare la questione come una questione di urgenza.
PMID: 20391108 [PubMed - indexed for MEDLINE]

Commento NdR: come potete osservare, malgrado la "buona volonta" all'indagine, NON si effettuano delle ricerche serie per trovare TUTTE le sostanze tossico-nocive dei vaccini !
...infatti NON si sono cercate tutte le sostanze tossiche vaccinali, ma solo il mercurio e suoi derivati, inoltre le analisi di laboratorio NON hanno previsto la ricerca delle nanoparticelle dei metalli tossici, SEMPRE PRESENTI in TUTTI i Vaccini.... e' evidente che sono tutte ricerche "pilotate" !

Consulenze e perizie per danni da vaccino dott.  M. Montinari  +  Interrogazione Parlamentare   
Autismo, Vaccini, la prova
-  
Il libro ormai esaurito, del dott. Massimo Montinarii

Gli anticorpi che dovrebbero essere indotti da un vaccino NON indicano immunità. Ciò che mette molti medici in confusione è che parte della reazione nei confronti del vaccino porta alla produzione di anticorpi. Ciò è falsamente considerato immunità.

MINERALOGRAMMA (test per conoscere il livello ed il tipo di intossicazioni da minerali e metalli tossici anche dei vaccini)

video del dott. Massimo Montinari a Don Chisciotte  - Ott. 2012

È ormai accertato che il mercurio è un elemento tossico per l'uomo e l'ambiente. Per questo è stata promossa a livello europeo una campagna volta a ridurre progressivamente l'impiego del mercurio, cominciando dalla sostituzione degli strumenti di misurazione per i quali è già possibile utilizzare una alternativa altrettanto valida. Ne sono un esempio i tradizionali termometri, che possono già essere sostituiti con quelli al gallio, ma anche altri strumenti, come manometri, barometri, sfingomanometri, ecc...sono destinati ad essere rimpiazzati. La gradualità di questo processo implica la permanenza in circolazione degli strumenti a mercurio ancora per parecchio tempo. Purtroppo, forme di smaltimento non adeguate disperdono il mercurio nell'ambiente e possono rappresentare un rischio sanitario per l'uomo. Il mercurio infatti nell'ambiente si può trasformare in metilmercurio, in grado di concentrarsi nella catena alimentare e l'uomo, che è l'ultimo anello della catena, può assumere mercurio attraverso prodotti ittici contaminati. Ognuno di noi può contribuire a ridurre la dispersione nell'ambiente del mercurio anche adottando pochi semplici provvedimenti in caso di rottura di un termometro.

In caso di rottura del termometro

Immediatamente dopo la rottura di un termometro è consigliabile allontanare i bambini e le donne incinte dalla zona in cui si trova il mercurio e prima di effettuare qualsiasi manovra per la raccolta del metallo, è consigliabile togliere i gioielli che si indossano (bracciali e anelli) perché il mercurio forma con l'oro un amalgama, rovinandoli definitivamente.

Il provvedimento più importante è di limitarne l'evaporazione e per fare ciò è bene:

evitare di frammentare ulteriormente le particelle fuoriuscite;

non utilizzare l'aspirapolvere o la scopa per raccogliere il mercurio per non contaminare la polvere e l'aria;

raccogliere i cocci di vetro del termometro e procedere a recuperare il mercurio facendolo scivolare su un foglio di carta o aspirandolo con una siringa senza ago o trattenendolo con il nastro adesivo.

non buttare il mercurio nel lavandino in quanto questo si accumula nel sifone ed evapora all'apertura dell'acqua calda.

Il mercurio recuperato va riposto in un contenitore non metallico, provvisto di tappo, versando sopra un po' di acqua fredda e chiudendo il tappo.

Dal momento che il mercurio riflette bene la luce, illuminando con una torcia elettrica la zona interessata dalla rottura dello strumento si possono individuare eventuali residui di metallo ancora presenti nell'ambiente.

È necessario ventilare i locali prima di soggiornarvi, in particolare la parte bassa, più prossima al pavimento, dove i vapori pesanti di mercurio tendono a stazionare.

Il mercurio raccolto non deve essere smaltito attraverso i normali rifiuti urbani, ma attraverso ditte specializzate per la gestione di rifiuti tossici (in genere nelle farmacie si trova, accanto al cassonetto per la raccolta dei medicinali scaduti, anche una vaschetta per la raccolta dei termometri e dei loro resti).
 

Tossicità

Il mercurio elementare (quello presente nei termometri) è un metallo liquido che, anche a temperatura ambiente, è in grado di evaporare. I vapori possono venire inalati e penetrare così nell'organismo. In caso di rottura di un termometro il rischio più rilevante deriva quindi dall'inalazione dei vapori di mercurio. Fortunatamente alle normali temperature ambientali l'evaporazione è lenta, ma anche basse concentrazioni sono considerate dannose per la salute, soprattutto se i vapori persistono in un ambiente chiuso.

I soggetti più a rischio sono i bambini, che per la loro altezza, respirano l'aria più vicina al suolo e le donne incinta, per il fatto che il mercurio passa la barriera placentare ed è tossico per il feto.

Non è irritante invece per la pelle e le mucose e l'assorbimento attraverso la cute è trascurabile.

Non provoca conseguenze neppure l'ingestione accidentale di gocce di mercurio in seguito alla rottura di un termometro, in quanto il mercurio metallico non è assorbito a livello intestinale.

Tratto da: saninforma.it

Commento NdR: Comunque malgrado cio' il mercurio e' contenuto in certi Vaccini anche per l'influenza


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

MERCURIO dei VACCINI non fa male...
Lo studio è stato finanziato dal Center for Disease Control (CDC)
Lo studio più atteso che era in corso d'opera da quasi un decennio per quanto riguarda la correlazione tra thimerosal e l'autismo è stato pubblicato lo scorso 13 settembre 2010 su Pediatrics.
Lo studio campione che ha valutato in oltre mille bambini (precisamente 256 affetti da autismo e 752 sani) la relazione tra l’esposizione ai vaccini – e in particolare al thimerosal contenuto in alcuni di essi – e il rischio appunto di essere colpiti dall’autismo afferma che non esiste correlazione.
Lo studio è stato finanziato dal Center for Disease Control (CDC) e condotto da più parti con un interesse univoco alla tutela nell'uso dei vaccini.

Il personale interessato allo studio ha visto coinvolto:
- i ricercatori del CDC responsabili nella ricerca sui vaccini e nella loro promozione;
- Abt Associates, un'organizzazione di ricerca a contratto la cui maggior parte di clienti sono produttori di vaccini;
- la sezione National Immunization Program del CDC, ovvero i promotori del programma di immunizzazione globale (vaccinazioni di massa);
- America's Health Insurance Plans (AHIP) il gruppo commerciale per il settore assicurativo sanitario;
- tre HMO (health maintenance organization ) che ricevono ingenti finanziamenti dai produttori di vaccini per condurre la ricerca sui vaccini e rilasciare la relativa licenza.

La pianificazione di questo studio è iniziata nel 2001. Nel corso dello studio, condotto per un periodo di nove anni, il grande pannello di consulenti che fornivano input agli investigatori è stato ridotto a un piccolo sottoinsieme entro la fine dello studio medesimo. Il grande pannello iniziale raccomandato per la verifica del disegno di studio in ultima analisi, nonchè il personale impiegato, era quindi insufficiente a rispondere alla domanda della correlazione tra l'esposizione al thimerosal e i tassi di autismo. Il CDC e AHIP hanno respinto la collaborazione di consulenti esterni.

La constatazione curiosa riportata dallo studio è che "una maggiore esposizione al mercurio da thimerosal nei vaccini è protettiva (???) contro i danni sullo sviluppo neurologico e di fatto diminuisce il rischio di avere una diagnosi di autismo".
Tradotto in parole povere: se il mercurio è scientificamente sano per i nostri bambini... perchè lo abbiamo eliminato dai termometri ?... anzichè un bel panino col miele, iniziamo a preparare panini al mercurio con l'avvallo "scientifico" della CDC e di Pediatrics.

Come mi pregiai scrivere nel 2009 all'ex Ministro della Salute Sen. Maurizio Sacconi (il testo della lettera potete scaricarlo qui) "la CDC è nella poco invidiabile situazione di aiutare a sviluppare i vaccini, contribuire al loro sviluppo, pagare per la somministrazione ed essere responsabile per la loro sicurezza, è come mettere una volpe a guardia di un pollaio”. 
Se vogliamo utilizzare uno dei tanti commenti al lavoro di Pediatrics "If there was a study exonerating cigarettes leading to lung cancer funded by the Phillip Morris company would you take it on face value?" ovvero "se c'era uno studio a discapito delle sigarette come generatori del cancro al polmone finanziato dalla società Phillip Morris, quale era il valore nominale dello studio?"... la risposta è fin troppo scontata!
La constatazione della CDC va contro ogni folle logica a promozione della salute e un crescente corpo di lavoro, formatosi in ogni lato del pianeta terra, che ha condotto studi in modelli animali per verificare l'esposizione al thimerosal: questo lavoro fornisce la prova schiacciante del pregiudizio e come lo sviluppo neurologico nei bambini esposti al thimerosal risulti clinicamente rilevante. 
La prima risposta immediata, in merito allo studio di Pediatrics, porta la firma di un'organizzazione scientifica no-profit statunitense: SafeMinds. SafeMinds ha pubblicato una dettagliata analisi contraria allo studio di Pediatrics, pubblicherà ulteriori risposte nel prossimo futuro, e credo non sarà la sola.
Nessun medico accerterà mai la verità se è pagato direttamente dall'azienda che ha interessi ad occultarla e questo lo afferma direttamente la Presidenza del Consiglio dei Ministri COMITATO NAZIONALE PER LA BIOETICA
Tratto da: autismovaccini.spilnder.com
vedi: Metalli tossici nei vaccini - Bibliografia


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

J Toxicol Environ Health A. 2010;73(10):637-40. doi: 10.1080/15287391003613994."Mercury in vaccines from the Australian childhood immunization program schedule".
By Austin DW1, Shandley KAPalombo EA. - Author information
Abstract
Nonostante l'eliminazione del mercurio (Hg) -based thimerosal conservante dai vaccini presenti nel prospetto australiano del Programma per i bambini di Vaccinazione, permangono preoccupazioni tra alcuni ricercatori e genitori per la sicurezza del presente programma, in parte a causa di una paura di tracce residue di Hg.
Lo scopo di questo studio era di valutare in modo indipendente vaccini per l'infanzia per la presenza di Hg. Otto vaccini somministrati ai bambini sotto l'età di 5 anni sono stati valutati per il contenuto Hg attraverso un analizzatore di mercurio diretta DMA-80.
Sette dei vaccini 8 conteneva livelli rilevabili di Hg (meno di 1 ppb); tuttavia, 1 vaccino (Infanrix hexa) sono risultati positivi per Hg a 10 ppb. Il risultato è stato confermato e validato da ripetere le prove del campione originale. Test di follow-up è stato condotto su tre campioni supplementari di Infanrix hexa (uno dallo stesso lotto di produzione e due da molto diverso). Tutti e tre sono risultati positivi per Hg (media di 9,7 ppb).
Sebbene i livelli di Hg rilevati sono sostanzialmente inferiori rispetto a qualsiasi limite di sicurezza di esposizione stabiliti, i risultati di questo studio rivelano che esistono inesattezze nei messaggi pubblici della salute, comunicazioni professionali e documentazione ufficiali per quanto riguarda il contenuto di Hg in almeno un vaccino infanzia.
Nell'interesse della salute pubblica, spetta a produttori di vaccini e le agenzie responsabili, come la Therapeutic Goods Administration e il Dipartimento federale della Sanità e invecchiamento di affrontare la questione come una questione di urgenza.
PMID: 20391108 [PubMed - indexed for MEDLINE]

Commento NdR: come potete osservare, malgrado la "buona volonta" all'indagine, NON si effettuano delle ricerche serie per trovare TUTTE le sostanze tossico-nocive dei vaccini !
...infatti NON si sono cercate tutte le sostanze tossiche vaccinali, ma solo il mercurio e suoi derivati, inoltre le analisi di laboratorio NON hanno previsto la ricerca delle nanoparticelle dei metalli tossici, SEMPRE PRESENTI in TUTTI i Vaccini.... e' evidente che sono tutte ricerche "pilotate" !