Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


LEGGI per le Vaccinazioni - 1
Dal 2017 NON sono piu' facoltative !

LEGGI NAZIONALI e REGIONALI
 Italiane, che rendevano Facoltative le Vaccinazioni)
Italy fino al 2017 - Alcune Regioni italiane avevano in questi ultimi anni, promulgato leggi regionali che sostanzialmente
ABOLIVANO
l'obbligo di vaccinazione, che come competenza era attribuita alle Regioni e Province Autonome.
E così nelle Regioni italiane, non era più necessario dimostrare di aver ottenuto l'esonero.
Entro 2010 In tutte le nazioni dell'Europa avrebbero dovuto superare l'Obbligo vaccinale...ma...

SENTENZA recente di Tribunale di Napoli che spiegava che le Vaccinazioni
NON POSSONO essere OBBLIGATORIE !

Liberta di Cura e Obiezione di Coscienza
Tribunali dei minori Italiani

CASSAZIONE: NON  e' REATO NON VACCINARE i FIGLI in ITALIA
RIFORMA SANITARIA con Proposta di LEGGE Regionale per vaccinazioni FACOLTATIVE
Metalli tossici dei vaccini = Autismo vedi: PDF -  dott. M. Proietti

l'ASL DEVE per legge affiggere (esporre) su di una parete,
gli effetti collaterali dei vaccini in ogni locale ove si vaccina

Vaccino Acelluvax (Chiron-Novartis) DANNOSO
PDF degli studi sui danni dei vaccini, dal 1926 al 2009
MINISTERO della "SALUTE" italiano, avvelena i  nostri bambini con i Vaccini !
Alluminio ed altro....nei Vaccini ecco i gravi danni:
http://edgytruth.com/2016/07/18/vaccine-ingredients-comprehensive-guide/#
La scomparsa delle malattie infettive NON e' dovuta ai vaccini ! (Francais)
Lettera di un padre di bambino rovinato dai Vaccini

Premi in denaro ai medici che vaccinano...
Uno studio in inglese dimostra, che bambini NON vaccinati sono più sani che i bambini vaccinati
http://www.naturalblaze.com/2014/02/studies-prove-without-doubt-that.html
Ecco il recente studio che ha coinvolto più di 17.000 bambini fino a 19 anni
Questo studio-indagine attualmente in corso è stato avviato dall’omeopata Andreas Bachmair.
Ricerca medica sul collegamento fra Vaccini e malattie autoimmuni !
http://info.cmsri.org/the-driven-researcher-blog/first-medical-textbook-devoted-to-research-linking-vaccines-to-autoimmunity

Vaccine-story-Peer-Review-1000
Bibliografia aggiuntiva:
http://treasoncast.com/2014/04/05/anti-vaccination-peer-reviewd-research-list/

vedi qui: INGREDIENTI TOSSICI anche OCCULTI, di alcuni VACCINI analizzati
http://realtofantasia.blogspot.it/2016/01/mthfr-disturbi-neurologici-indotti.html?m=1
Danni neurologici con i Vaccini + Gravi i danni con i Vaccini
Bibliografia aggiuntiva:
http://treasoncast.com/2014/04/05/anti-vaccination-peer-reviewd-research-list/
Bibliografia su Autismo dai vaccini

400 studi scientifici sui Danni dei Vaccini
Vaccine-story-Peer-Review-1000
http://edgytruth.com/2016/08/21/vaccine-quackery-bombshell-key-studies-cited-prove-vaccines-safe-funded-almost-entirely-vaccine-manufacturers/#

USA, Dic. 2016: Il Presidente TRUMP si schiera a favore della Liberta' di scelta sui Vaccini:
http://www.vacciniinforma.it/2016/12/17/trump-si-schiera-a-favore-della-liberta-di-scelta-contro-le-vaccinazioni-coercitive/4870
...in Italia invece, li si vuole re-imporre alla faccia della liberta' !
la costrizione vaccinale e' imposta da Big Pharma con i suoi uomini,
immessi nei posti di potere e/o di chiave, delle e nelle nazioni del mondo...

L’Immunità di gregge, è la supposta carta vincente per la difesa della vaccinazione in TV, Internet, riviste mediche e giornali, sul motivo per cui dovremmo essere vaccinati più e più volte per tutta la vita, con un numero sempre crescente di vaccini e cio' per ogni malattia.
Lo sbandierato a 360° "supposto successo delle vaccinazioni" è basato fondamentalmente su "teorie" che si danno per scontate, senza controllarle. Quando si entra nei particolari si evince e si dimostra invece che il tasso di incidenza e di morte di molte malattie infettive, è diminuito radicalmente nel e dal momento in cui si registrava un miglioramento delle condizioni, igienico-sanitarie, abitative, alimentari e delle procedure di isolamento,
Pero' siccome nello stesso periodo sono stati introdotti i vaccini, la medicina ufficiale ha dato per scontato che la sola vaccinazione sia stata interamente responsabile della scomparsa di queste "malattie" e per far quadrare questa teoria fasulla, ha cambiato nome alle malattie.....QUI in queste pagine ve ne daremo la dimostrazione !

REPORT - Rai3 - Il Vaccino dell'Obbligo, ecco i Danni gravi...


Video, registrato
(telecamera nascosta) in una ASL italiana, una pediatra racconta la verita' sui Vaccini !
 

MOLTI VACCINI sono IRRADIATI con COBALTO 60 (isotopo radioattivo del metallo Cobalto) e la perdita della Radioattivita' di cio' che e' stato irradiato si esaurisce fra i 5 ed i 7 anni....dall'irradiazione...
Il Cobalto 60 è un isotopo radioattivo e instabile del cobalto che decadendo emette radiazioni ionizzanti. I raggi gamma prodotti dalla sorgente di Co-60 penetrano il materiale e deviano gli elettroni dalla loro orbita. Per le applicazioni a scopo di sterilizzazione (come viene fatto per i vaccini), questo fenomeno ha un effetto disgregante sul DNA 
vedi: la prova dell'iradiazione, nello studio nel PDF

Uno studio in inglese dimostra, che bambini NON vaccinati sono più sani che i bambini vaccinati
http://www.naturalblaze.com/2014/02/studies-prove-without-doubt-that.html

I bambini NON vaccinati sono più sani - Bologna, 28 ottobre 2015
A sostenerlo non sono pseudo-guaritori, maghi o fattucchieri. Ma oltre 120 medici che, dopo settimane di dibattiti e polemiche sul tema, escono allo scoperto con una lettera aperta all’Istituto superiore di sanità. Primo firmatario il cardiologo Roberto Gava, membro della ‘Società medicina centrata sulla persona’ di Bologna, appoggiato da oltre una ventina di professionisti emiliano-romagnoli e marchigiani.
Il corposo documento prende le mosse dalle affermazioni del presidente dell’Istituto, il professor Gualtiero Ricciardi (leggete i conflitti di interesse che questo soggetto ha con la GSK, produttore di vaccini), che ha recentemente sostenuto la sicurezza dei vaccini pediatrici: "Su 19 milioni di vaccinazioni ci sono stati soli 5 casi di reazioni gravi, peraltro non mortali".
Non è esattamente così per i firmatari della missiva che rivelano l’esistenza di "reazioni avverse che ammontano a migliaia di rilievi all’anno".
Non per questo vogliono essere classificati come i fautori del no, senza se e senza ma. E infatti nella premessa mettono in chiaro che, oggigiorno, un qualsiasi medico dotato "di buon senso" e di "un minimo di conoscenza scientifica" non può essere "contro le vaccinazioni pediatriche".
Ma poi mettono sul tavolo la loro esperienza sul campo. E cioè "pratica medica specializzata" accanto al bambino malato, non "frettolosa ma fatta di osservazione e ascolto, di considerazione di quello che lui ci comunica e subliminale e di quello che i genitori raccontano". E tutto ciò "ci ha aperto gli occhi".
La conclusione è destinata a suscitare scalpore: "I bambini non vaccinati appaiono indubbiamente e globalmente più sani, meno soggetti alle patologie infettive, specie delle vie aeree, meno soggetti ai disturbi intestinali e alle patologie croniche, meno soggetti a patologie neurologiche e comportamentali e scarsi consumatori di farmaci e di interventi sanitari".
- vedi questo studio: Confronto fra vaccinati e NON vaccinati

Negli anni 1970 in Italia il sottoscritto
(oggi consulente di mednat.org) NON ha vaccinato i propri figli (3) e si e' autodenunciato alle autorita' sanitarie per mezzo di 25 raccomandate inviate ai vari enti, dirigenti degli stessi enti "sanitari" e giornali principali italiani, e verso la fine del decennio, assieme al sig. Tremante, che ha perso 2 figli ed 1 cerebroleso, per il vaccino per la Polio, ed al dott. Dario Miedico (medico) abbiamo fondato la prima Associazione (ALV), per la Liberta' dalle Vaccinazioni.
Assieme abbiamo iniziato a divulgare i gravi danni dei vaccini in tutta Italia ed in Europa.
Dopo quasi 15 anni di propaganda sui danni dei vaccini abbiamo chiuso l'associazione ed il sig. Tremante ha fondato il Comilva.
Quindi da quella nostra iniziale associazione, sono successivamente nate tutte le altre associazioni che oggi esistono in Italia e che si battono per la Liberta' dai Vaccini.

Visionare questo PDF con tutti i Grafici e l'ininfluenza dei vaccini sulla scomparsa delle malattie

VACCINI =  immunita', NO !
Le peggiori pandemie nella recente storia dell’umanità, una su tutte la peste, sono scomparse senza l’ausilio di rimedi farmacologici. Il tasso di mortalità da malattie infettive è diminuito nel tempo in maniera proporzionale alle migliorate condizioni igienico-sanitarie, come la potabilizzazione delle acque, l’acqua corrente nelle case, le fognature, i sistemi di stoccaggio dei rifiuti, ecc. Tutti i grafici della mortalità da malattie infettive dei principali stati del mondo evidenziano come la diminuzione fosse iniziata già ai primi del 900, con un drastico calo verticale che, prima dell’introduzione negli anni cinquanta delle vaccinazioni di massa, era già arrivato a toccare il minimo storico, passando per es. negli Stati Uniti da 800 morti ogni 100mila abitanti a meno di 100. Queste informazioni così come il grafico sottostante, sono tratti dal sito governativo americano dei CDC (Centers for Disease Control and Prevention),
- http://www.cdc.gov/mmwr/preview/mmwrhtml/mm4829a1.htm

Ed oltretutto, tra le 10 principali cause di morte nel 1900, l'unica riconducibile alle malattie infettive che afferiscono agli attuali vaccini era la difterite, che però all'epoca era al decimo posto. Le prime 3 cause di morte da malattie infettive erano polmonite, tubercolosi e diarrea, che rappresentavano un terzo delle morti totali.

Anche secondo l'Associazione Britannica per il Progresso della Scienza, le malattie infantili diminuirono del 90% fra il 1850 ed il 1940, parallelamente al miglioramento delle pratiche sanitarie ed igieniche (% in linea con la curva di decrescita negli USA su menzionata).

In Ungheria negli anni trenta la popolazione delle campagne venne vaccinata contro la difterite, quella di Budapest no. Il calo del tasso di mortalità per difterite fu pressoché identico nei due gruppi. Nel 1932, il Cantone di Ginevra viene vaccinato contro la difterite, quello di Vaud solo 12 anni più tardi. Nel corso di questi 12 anni, nel cantone vaccinato i casi di difterite scendono da 137 a 20, mentre in quello non vaccinato da 135 a 25. Tra il 1940 e il 1950, in seguito alla vaccinazione di massa contro la difterite in Inghilterra il numero di decessi cala da 2.480 casi a 49; a Berlino 6 anni di non vaccinazione portano allo stesso risultato. (Fonte “Delarue, L'intoxication vaccinale” su dati OMS - tradotto anche in italiano).
Per maggiori dettagli v. nel capitolo Bibliografia; Webliografia la pubblicazione scientifica di Paolo De Bernardi.

La verità è che il cardine della cura e della prevenzione delle epidemie infettive, come per es. quella del colera ancora frequente in diverse zone del pianeta, risiede nella potabilizzazione delle acque e nel miglioramento dei servizi igienici e sanitari presso le zone di endemia.

Nella relazione della Direzione Generale del Comitato Esecutivo dell'OMS relativa al programma di lotta al vaiolo del 1977 si afferma che il vaiolo è stato debellato dal cosiddetto programma “modificato”, ovvero dall’aver rinunciato ad una vaccinazione di massa incontrollata (che a detta dell’OMS e di tanti esperti ha causato più danni che benefici e che doveva essere interrotta molti anni prima), e dando invece importanza ad una precisa vigilanza, ad un corretto isolamento dei malati e alla disinfezione di tutti gli oggetti entrati in contatto con essi.

Nel 1989 il CDC riportò: ….nelle scuole con un livello di vaccinazioni superiore al 98% si sono avute epidemie (morbillo) fra i bambini di età prescolare.., ..l'apparente paradosso è che, quando il tasso di immunizzazione al morbillo aumenta a livelli alti in una popolazione (Ndr per effetto, appunto, delle vaccinazioni di massa), il morbillo diventa una malattia delle persone immunizzate.
Tratto da: infovaccini.it

IMPORTANTE: Lettere con NOTIFICA, da spedire alla ASL !

IMPORTANTE (Escursus storico)
Le vaccinazioni non sono state obbligatorie in Italia, fino al 2017 (Legge Lorenzin)  per il soggetto al quale si richiede la vaccinazione, perche' vi era un DECRETO Legge emesso dal Ministero della Sanita'  e firmato dal Presidente della Repubblica di allora 1999, che permetteva la frequenza scolastica anche ai NON vaccinati !
Vaccini "Obbligatori" e facoltativi: ecco la NON OBBLIGATORIETA' :
In seguito al Decreto 355/99 - Presidente della Repubblica (vedi QUI), i cosiddetti "vaccini obbligatori" non sono stati più obbligatori.
Quindi i genitori che decidono di non vaccinare i propri figli potevano iscriverli nelle scuole di ogni ordine e grado.

In Italia dal 1998, diverse Regioni, es. Piemonte, Veneto (Legge del 2008), Lombardia, Toscana, Emilia Romagna (vedi: ER), Marche, Trentino, Alto Adige, ecc., (anno 2009) le vaccinazioni sono state facoltative per anni e/o sono stati ammessi comunque alla scuola dell'obbligo senza il certificato vaccinale, come da disposizioni di legge (vedi Decreto 355/99  = Decreto Presidente Repubblica 26 gennaio 1999, n. 355, pubblicato in GU 15 ottobre 1999, n. 243 - Regolamento recante modificazioni al DPR 1518/67 in materia di vaccinazioni obbligatorie) ma nel 2017 il DL Lorenzin ha disatteso TOTALMENTE le "linea guida" della Unione Europea.

Tutto cio' senza che le paventate epidemie fossero arrivate, salvo quelle inventate del ministro della NON-salute Lorenzin 119/2017 e divulgate dai mass media....compresa quella del'immunita' di gregge o Herd Immunity che e' una enorme BALLA !
(ER)  
"Nel 2016 l'Emilia Romagna (I), ha varato una Legge regionale in contrasto con la Costituzione art. 32, la Liberta' di Cura e l'art. 34 della Costituzione  il quale recita che "la Scuola e' aperta a tutti", non sta scritto che e' aperta ai soli vaccinati....ed altre leggi Regionali (vedi Veneto ed altre regioni) e le normative Europee, e soprattutto con i Diritti dell'Uomo !, che prevedono tutte/i la Tutela della salute del singolo e della collettivita' e quindi la liberta' di scelta nella cura...., che obbliga i genitori dei bambini che debbono frequentare asilo e scuola dell'obbligo a Vaccinare i propri figli pena l'esclusione dalla frequenza scolastica, impedendo di fatto ai genitori di ottemperare all'obbligo di legge alla istruzione scolastica, per il perfezionamento e completamento della personalita' dei piccoli che e' in fase di formazione e la socialita', comunicazione con i propri simili, e' importante a questo scopo !
RIBELLATEVI a questa INCOSTITUZIONALE legge regionale ! in quanto cio' pone grave e grande disparita' legislativa fra la popolazione che vive in Emilia Romagna e quella che vive libera da questo obbligo, nelle altre regioni italiane, quindi cio' significa che "la legge NON e' uguale per tutti"; lavorate quindi ad ogni livello, nella regione ove abitate, per evitare che l'idea di questa legge regionale INCOSTITUZIONALE, si propaghi ad altre regioni italiane in quanto spinte dai politici e medici collusi con Big Pharma a fare la stessa cosa...".

Anno 2017 - a questa data, si continua a NON informare i vaccinandi ed i genitori dei bambini che vanno purtroppo a vaccinare i loro figli, che le vaccinazioni "obbligatorie" per Legge = 10 vaccini per un totale di 35 vaccini propinati ai neonati nel primi 3 anni, vere bombe tossiche che producono lievi, medi e gravi danni a TUTTI i vaccinati.

IMPORTANTE segnalazione
il Veneto nel 2008, aveva cancellato la legge dell'obbligatorieta', le altre regioni italiane nel 2016 non lo avevano fatto ancora fatto...., facendo anche spendere allo stato denaro che non dovrebbe spendere, per l'esavalente perche' conteneva due vaccini NON obbligatori, ma che per i conflitti di interesse dei dirigenti degli enti statali e non, hanno fatto si che questo avvenisse...a favore dei produttori di vaccini ! ...infatti vi sono cause legali in essere nei confronti del Ministro e Ministero della "salute" per questo motivo !

Di contro alla fine del 2016, la regione Emilia Romagna, ha emanato una sua legge (Incostituzionale) che ripristina l'obbligo dei vaccini per la frequenza dell'asilo e per la scuola dell'obbligo, generando disparita' di trattamenti legislativi e di profilassi sanitarie, dei cittadini italiani, a seconda di dove vivono e cio' e' anche chiaramente Incostituzionale !

EMILIA ROMAGNA ha ILLEGITTIMAMENTE ed INCOSTITUZIONALMENTE
  varato una prima Legge regionale che reinserisce l'obbligo della vaccinazione per la scuola materna, asilo e successive....
Quindi vi suggeriamo di seguire queste istruzioni (scrivere le lettere qui preparate in bozze da personalizzare) per risolvere il problema dell'iscrizione all'asilo nido, scuola materna, ecc., ed il DL Lorenzin e' stato trasformato in Legge nazionale 119/17 ed ha resi obbligatori 10 vaccini, per un totale di 35 vaccini nei primi 3 anni, con relative sanzioni a coloro che non si vaccinano o non vaccinano i loro figli.

Infatti nel Giugno 2017 il ministro della "salute" B. Lorenzin ha preparato ed emanato un Decreto Legge (DL, quasi identico e simile ai desiderata di Big PHARMA) che poi e' divenuto Legge n° 119/17,  che obbliga a 10 Vaccini (c.a. 35  vaccini in totale con i rispettivi richiami, nei primi 3 anni....) da propinare a tutti i bambini e ragazzi fino ai 16 anni, (vedi: Danni dei Vaccini) ed impedendo l'accesso e la frequenza ad asili nido, scuole materne, elementari, medie, senza vaccinazioni ed al rifiuto di vaccinare, penalizzazioni con multe fino a € 500 (a figlio) senza la deferenza al Tribunale dei Minori, e senza la perdita della Patria Potesta' come prevedeva il DL Lorenzin.
La Legge, inoltre e' stata modificata, senza chiedere il parere del Popolo Sovrano...in quanto possessore  della "responsabilita' genitoriale", e possessore per DIRITTO della Patria Potesta', che e' un DIRITTO NATURALE, sancito dai Diritti dell'uomo e dalle leggi internazionali, il tutto con una Legge n° 119/17, chiaramente INCOSTITUZIONALE (per di piu' firmato da un presunto presidente della Republic of Italy - azienda privata e da un parlamento NON eletto dal Popolo !), perche' oltre a calpestare qualsiasi DIRITTO Naturale, Umano, e Costituzionale, impedisce ai genitori, che NON vaccinano i propri figli perche' molto attenti alla loro Perfetta Salute, di assolvere ad un dovere sancito oltre che nella Costituzione (art. 34) presente anche nei Diritti dell'infanzia, oltre ai precedenti Diritti citati, che e' quello della obbligatoria istruzione dei figli, affinche' possano inserirsi nella societa' umana nel pieno delle loro facolta' mentali, spirituali e fisiche per la realizzazione completa della propria personalita' ! !

Se per caso qualche asilo, scuola materna, elementari, medie, NON accettano i bambini/ragazzi, occorre denunciarli all'autorita' giudiziaria per azioni antiCostituzionali.
Per le altre regioni italiane, se non vengono accettati a scuola senza certificato di vaccinazione, occorre anche in questo caso denunciare il caso perche' in Italia vi sono ancora comportamenti discriminatori, da parte di certe ASL o certi sindaci,  e quindi NON tutti i cittadini sono uguali davanti alla Legge, ma sono sottoposti ad una SCHIAVITU'... !

IMPORTANTE: in Italia nel mese di Ottobre 2017, la Regione Veneto ha sospeso la somministrazione obbligatoria dei vaccini indicati dalla INCOSTITUZIONALE Legge 119/2017 della Lorenzin
https://veneta.link/comunicato-stampa-sospensione-dellobbligo-vaccinale-tuttora-in-vigore-in-veneto-aggregazione-veneta-ha-chiesto-alla-giunta-di-aggiornare-il-calendario-vaccinale-come-previsto-dalla-legge-regiona/

Visionare questo PDF con tutti i Grafici e l'ininfluenza dei vaccini sulla scomparsa delle malattie

Vaccini in EU

Da INVIARE alla COMMISSIONE EUROPEA (EU)

Alla Commissione Europea,  segnalo che in Italia è stato emanato un decreto legge del maggio 2017,che prevede la coercizione vaccinale, in contrasto con la normativa a tutela dei supremi diritti dell'uomo, e la mancata adesione a questa imposizione abusiva comporta il diniego all'accesso scolastico.
Questo provvedimento comporta altresì notevoli rischi dal punto di vista sanitario: i bambini saranno sottoposti ad una dose massiccia di vaccini (malgrado la Costituzione Europa non richiami alcun obbligo in tal senso), senza alcuna possibilità di una diagnostica pre-vaccinale che tenga conto delle suscettibilità immunitarie del singolo ricevente, con conseguente rischio d'incremento delle reazioni avverse.
Inoltre, sono previste sanzioni e ricatti che limitano e intaccano qualunque norma del diritto nazionale ed internazionale riguardante la libertà del singolo individuo.
Faccio quindi particolare richiamo ai seguenti articoli nazionali ed internazionali:
- art. 2 , 3 , 10 , 32 e 34 della Costituzione della Repubblica Italiana;
- art. II-63 , II-81 e II-84 della Costituzione dell’Unione Europea;
- art. 26 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo;
- art. 3 , 10 , 14 , 20 e 21 della Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea;
- art. 4 , 5 e 13 del Patto Internazionale sui Diritti Economici, sociali, culturali del 19/12/1966;
- art. 4 e 5 della Convenzione Internazionale contro la discriminazione nel campo dell’educazione adottata dalla 11° Conferenza Generale dell’UNESCO a Parigi del 14/12/1960;
- art. 9 Convenzione Europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali del 4/11/1950;
- art. 2 Primo protocollo aggiuntivo del 20/03/1982 della Convenzione Europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali del 4/11/1950;
- art. 2, 4 e 5 della Convenzione di Oviedo del 1977;
- art. 4 Carta Europea dei Diritti del Malato di Bruxelles;
Con osservanza, porgo i più cordiali saluti

OGNI SOGGETTO PUO' FARLO A QUESTO LINK
https://europa.eu/european-union/contact/write-to-us_en


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

CONSIGLIO IMPERATIVO:
DENUNCIATE alla Procura della Repubblica con una QUERELA i soggetti firmatari di quella "legge INIQUA" e chiedete loro i danni,  per i vari problemi anche morali che subite !
Ecco  degli esempi:

Per le Regioni (ad es. Emilia Romagna Nov. 2016) che hanno inserito delle leggi regionali incostituzionali sull'obbligo vaccinale:
http://www.vacciniinforma.it/2016/11/22/emilia-romagna-e-vaccini-codacons-pronto-pronti-a-denunciare-asili-per-abuso-di-atti-dufficio-e-violenza-privata/4836

Tratto da: VACCINI BASTA
 Salve, sono con la presente a comunicarvi quanto segue in merito alla questione ricorso per la regione Emilia Romagna.
 Dopo attenta valutazione con i legali ........, siamo riusciti a definire la seguente linea:
 - il ricorso, per evitare un rigetto come nel caso di Trieste, verrà effettuato al momento in cui avverrà la prima esclusione.
 - per ottenere l'esclusione, ed evitare anche dichiarazioni false, i genitori dovranno allegare alle richieste di iscrizione un modulo con scritto "Io sottoscritto ............. in qualità di genitore del minore..............dichiaro che il/la bambin..._ non è vaccinat..., che non intendo sottoporlo alle vaccinazioni obbligatorie ma chiedo la frequenza/iscrizione al servizio."
 Nel momento in cui la scuola riceve tale modulo, e lo deve accettare in base alla legge delle autocertificazioni, dovrà poi emettere il provvedimento di esclusione, su cui verrà scritto: "Si informano i genitori del minore ...............che in base alla legge regionale nr. 19/2016 della regione Emilia Romagna e alla dichiarazione fatta, non verrà ammesso alla frequenza/iscrizione."
 Precisate alle strutture, rassicurandole, che tale modulo serve per essere impugnato nei confronti della regione e non contro la struttura. 
 - nel momento in cui otterremo la prima esclusione, procederemo con impugnazione del provvedimento e della legge al TAR, a livello regionale. A questo ricorso potranno quindi aggiungersi tutti quei genitori della regione che hanno figli toccati dalla legge.
 - la linea del ricorso si baserà sulla libertà di scelta come genitori nel manifestare la propria potestà genitoriale, sulla questione del ricatto che si viene a creare per poter accedere a questi servizi e che condiziona il diritto allo sviluppo della personalità dei bambini e tutto ciò che concerne riguardo a questi servizi.
 
Danni dei Farmaci e Vaccini, eminenti medici/ricercatori indipendenti lo confermano

Le VACCINAZIONI OBBLIGATORIE e NON, nei PAESI della COMUNITÀ EUROPEA (EU)
- 02/03/2015  
Nazioni Europee con le Vaccinazioni Obbligatorie:
Belgio (solo per Polio), Francia, Italia (perche’ vi sono le fabbriche di vaccini), Grecia (varate sotto la vecchia dittatura) Malta, oltre a tutti i paesi ex sovietici-comunisti: Bulgaria, Repubblica Ceca, Croazia, Lettonia, Polonia, Romania, Slovacchia, Slovenia, Ungheria  = 14 Paesi

Nazioni Europee con le Vaccinazioni NON Obbligatorie:
Austria, Danimarca, Estonia, Finlandia, Germania, Irlanda, Islanda, Lituania, Lussemburgo, Norvegia, Olanda, Portogallo, Spagna, Svezia, UK.= 15 Paesi
vedi anche:  Vaccini nella UE - 1 + Vaccini nella UE - 2
e
-
http://www.epicentro.iss.it/temi/vaccinazioni/Venice2010.asp
-
http://vaccine-schedule.ecdc.europa.eu/Pages/Scheduler.aspx
-
http://www.eurosurveillance.org/images/dynamic/EE/V17N22/art20183.pdf
mail:  info@ecdc.europa.eu - citizen_reply@edcc.ec.europa.eu
- Tratto da: Eurosurveillance, Volume 17, Issue 22, 31 May 2012 -  www.efvv.eu


La vaccinazione non è obbligatoria in Norvegia e non crediamo lo sarà nel futuro prossimo.
Questo assetto è basato sul fatto che la popolazione norvegese sembra ancora avere coscienza dell'importanza della libertà personale e dei diritti individuali (e noi italiani no ?)
https://www.efvv.eu/norway-2/

GERMANIA
https://www.efvv.eu/germany-2/

LUSSEMBURGO
http://venice.cineca.org/documents/luxembourg_ip.pdf

IRLANDA
http://www.hse.ie/eng/health/Immunisation/pubinfo/newschedule/

ENGLAND
http://www.nhs.uk/Conditions/vaccinations/pages/vaccination-schedule-age-checklist.aspx

OLANDA
https://www.government.nl/topics/vaccinations/vaccination-of-children

SINGAPORE
https://www.moh.gov.sg/content/dam/moh_web/Publications/Reports/2003/cdss2002-chapter7.pdf

CANADA
http://vaccinechoicecanada.com/exemptions/immunization-is-not-mandatory-in-canada/

GIAPPONE
https://www.jpeds.or.jp/uploads/files/JPS Vaccine Schedule 20170115 ENGLISH.pdf

HONG KONG
http://www.fhs.gov.hk/english/main_ser/child_health/child_health_recommend.html

AUSTRALIA
http://www.immunise.health.gov.au/internet/immunise/publishing.nsf/Content/nips

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Domande che i Genitori debbono farsi:
- Se i Vaccini sono Farmaci e il numero delle malattie dette impropriamente “infettive” (vedi epidemie), oggi è estremamente contenuto, e tutto cio’ grazie ed in rapporto alle migliorate condizioni di igiene, di alimentazione, di bonifica del territorio ed i protocolli di cura sono assai piu’ efficaci di un tempo, perché si mantiene obbligatoria la vaccinazione di massa ?
- E’ possibile che una singola, predeterminata formulazione di farmaci, vaccini, visto il loro contenuto tossico e quindi nocivo, possa giovare ogni anno ugualmente a 500.000 bambini italiani di due-quattro mesi di vita ?
- E’ noto che la somministrazione contemporanea di 6 -7 farmaci (vaccini es. esavalente) per via iniettiva prevede una condizione morbosa caratterizzata da elevata criticità, perché questa profilassi medica, viene proposta a scopo preventivo ?
- Il programma vaccinale Italiano NON prevede un Protocollo Diagnostico Preventivo, che accerti le condizioni di salute del bambino, NON prevede un Protocollo postVaccinale e la Farmacovigilanza è passiva e/o inesistente, per cui il Pediatra che riscontra un potenziale danno da vaccino oltre a non essere in grado di diagnosticarlo, NON è tenuto per legge a denunciarlo.
La passività della farmacovigilanza sembra dedicata a proteggere il pediatra, invece del bambino ! Perché ?
- Se lo scopo dell’intervento medico è di promuovere la salute ed il benessere del bambino, perché lo sottoponiamo a un forte stress neuroimmunoendocrino in fase neonatale, quando i suoi sistemi di difesa, immunitari e metabolici, si stanno lentamente formando ?
- Il criterio di obbligatorietà viola la libertà di scelta terapeutica (di Cura), la patria potestà, per cui la vaccinazione di massa obbligatoria è nei fatti INCOSTITUZIONALE. -
Vaccinazioni Facoltative + Statistiche ISTAT sui vaccini e malattie per le quali si vaccina

- SENTENZA del Tribunale di Napoli che spiegava che le Vaccinazioni NON SONO OBBLIGATORIE !
La corte di Appello di Napoli ha rigettato la domanda di coercizione della madre che rifiutava di vaccinare la figlia, temendo per le ripercussioni sulla sua salute. vedi PDF della sentenza + Sentenza Tribunale di Bari
ed infine:
- CASSAZIONE: NON  e' piu' REATO NON VACCINARE i FIGLI in ITALIA
- Sentenza RIMINI - 2012, NON obbligo vaccinazione
- NON e' REATO NON VACCINARE i propri FIGLI
- http://www.epicentro.iss.it/discussioni/vaccinazioni/vaccinazioni.asp

- NEGARE i rischi gravi e sottovalutare la frequenza delle reazioni avverse dei vaccini; oggi le ASL parlano di vaccinazioni consigliate, pero' la legge italiane dice ancora che sono obbligatorie....e cosi' ricattano i genitori che ignorano queste cose....alle volte minacciandoli di farli sottoporre all'attenzione delle assistenti sociali indottrinate dai medici vaccinatori....

- NON CONSEGNARE al Vaccinando od ai Genitori dei bambini da vaccinare, il Foglietto accompagnatorio dei vaccini, chiamato giustamente Bugiardino, obbligatorio per legge per tutti i farmaci, quindi anche i vaccini, in modo che si possano rendere conto di quali rischi possono correre vaccinando o vaccinandosi !
vedi: Contenuto dei Vaccini

- NON dare notizia dell'esistenza di una Legge che riconosce un indennizzo ai danneggiati da vaccino;

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Visionare il: MANIFESTO EUROPEO CONTRO la VACCINAZIONE OBBLIGATORIA - 02/03/015
- European Forum for Vaccine Vigilance (efvv)

Su tutti i Paesi dell'Unione europea, 15 nazioni non hanno alcuna vaccinazione obbligatoria, mentre gli altri 14 ne hanno almeno una all'interno del proprio programma vaccinale.
È quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivista Eurosurvellance, che ha valutato 15 vaccini. In particolare, è stato notato che la vaccinazione per la poliomielite è obbligatoria in 12 Paesi per bambini e adulti, quella per difterite e tetano in 11 paesi e quella per l'epatite B in 10. Dei 15 vaccini considerati, otto rientrano in una strategia mista tra vaccini obbligatori e raccomandati.
Tutti e 29 i Paesi hanno la vaccinazione per la difterite, epatite b, Haemophilus influenzae tipo B (Hib), influenza, morbillo - orecchioni - rosolia, pertosse, polio e tetano nel loro programma vaccinale.
In totale 28 paesi hanno il vaccino per lo pneumococco, nelle loro raccomandazioni o leggi, alcuni solo per i bambini, altri anche per adulti e gruppi a rischio.
Molte altre vaccinazioni (epatite A, papilloma virus umano (HPV), meningite, tubercolosi e varicella) sono considerate almeno da 20 dei Paesi.
Il vaccino per il rotavirus invece è incluso nel programma di immunizzazione di soli 9 paesi.
In Italia, la Regione Veneto (che ha una popolazione di cinque milioni di persone) nel 2007 ha sancito FINALMENTE la FINE dell'obbligo vaccinale per tutti i nuovi nati a partire dall'1 gennaio 2008, per la difterite, tetano, poliomielite, epatite B, essendo gia' facoltativi tutti gli altri vaccini.
Fonte: www.eurosurveillance.org/images/dynamic/EE/V17N22/art20183.pdf
mail:  info@ecdc.europa.eu - citizen_reply@edcc.ec.europa.eu - Tratto da: Eurosurveillance, Volume 17, Issue 22, 31 May 2012
- www.efvv.eu

VACCINAZIONI in EUROPA:
Su 29 Paesi europei (27 dell'Unione europea, più Islanda e Norvegia) 15 nazioni non hanno alcuna vaccinazione obbligatoria, mentre gli altri 14 ne hanno almeno una all'interno del proprio programma vaccinale.
È quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivista Eurosurvellance, che ha valutato 15 vaccini. In particolare, è stato notato che la vaccinazione per la poliomielite è obbligatoria in 12 Paesi per bambini e adulti, quella per difterite e tetano in 11 paesi e quella per l'epatite B in 10. Dei 15 vaccini considerati, otto rientrano in una strategia mista tra vaccini obbligatori e raccomandati.
Tutti e 29 i Paesi hanno la vaccinazione per la difterite, epatite b, Haemophilus influenzae tipo B (Hib), influenza, morbillo - orecchioni - rosolia, pertosse, polio e tetano nel loro programma vaccinale.
In totale 28 paesi hanno il vaccino per lo pneumococco, nelle loro raccomandazioni o leggi, alcuni solo per i bambini, altri anche per adulti e gruppi a rischio.
Molte altre vaccinazioni (epatite A, papilloma virus umano (HPV), meningite, tubercolosi e varicella) sono considerate almeno da 20 dei Paesi.
Il vaccino per il rotavirus invece è incluso nel programma di immunizzazione di soli 9 paesi.
In Italia, la Regione Veneto (che ha una popolazione di cinque milioni di persone) nel 2007 ha sancito FINALMENTE la FINE dell'obbligo vaccinale per tutti i nuovi nati a partire dall'1 gennaio 2008, per la difterite, tetano, poliomielite, epatite B, essendo gia' facoltativi tutti gli altri vaccini.
Vedi anche QUI: Vaccinazioni in EU PDF + Vaccini in Europa + Vaccinazioni in Europa

UK (Gran Bretagna)
Negli anni 1950 (mese di aprile), l'Associazione Medicale Britannica, ha sospeso e proibito il vaccino per la difteritepertosse a seguito di numerosi casi di poliomielite (paralisi infantile) constatati sui bambini vaccinati da quel vaccino.
Tratto da: I ciarlatani della medicina, a pag. 170.


L'orientamento prevalente negli Stati europei EU, è la raccomandazione vaccinale e non l'obbligo. Il quadro di vaccinazione europeo relativo ai programmi vaccinali nazionali, infatti, comprende sia vaccinazioni obbligatorie sia raccomandate: dei 30 paesi (i 28 dell'Unione Europea più Islanda e Norvegia), 15 hanno almeno una vaccinazione obbligatoria all'interno del proprio programma vaccinale, mentre gli altri 15 non hanno alcuna vaccinazione obbligatoria.

Le VACCINAZIONI OBBLIGATORIE e NON, nei PAESI della COMUNITÀ EUROPEA (EU) - 02/03/2015  
Nazioni Europee con le Vaccinazioni Obbligatorie:
Belgio (solo per Polio), Francia, Italia (perche’ vi sono le fabbriche di vaccini), Grecia (varate sotto la vecchia dittatura) Malta, oltre a tutti i paesi ex sovietici-comunisti: Bulgaria, Repubblica Ceca, Croazia, Lettonia, Polonia, Romania, Slovacchia, Slovenia, Ungheria  = 14 Paesi

Nazioni Europee con le Vaccinazioni NON Obbligatorie:
Austria, Danimarca, Estonia, Finlandia, Germania, Irlanda, Islanda, Lituania, Lussemburgo, Norvegia, Olanda, Portogallo, Spagna, Svezia, UK.= 15 Paesi
vedi anche:  Vaccini nella UE - 1 + Vaccini nella UE - 2
e
-
http://www.epicentro.iss.it/temi/vaccinazioni/Venice2010.asp
-
http://vaccine-schedule.ecdc.europa.eu/Pages/Scheduler.aspx
-
http://www.eurosurveillance.org/images/dynamic/EE/V17N22/art20183.pdf
mail:  info@ecdc.europa.eu - citizen_reply@edcc.ec.europa.eu
- Tratto da: Eurosurveillance, Volume 17, Issue 22, 31 May 2012 -  www.efvv.eu

Il nuovo programma nazionale italiano (2017/2019) estende l'offerta vaccinale (che hanno reso obbligatoria)  a 10 vaccini, in totale sono 35 vaccini prima dei 3 anni, ed in controtendenza rispetto alla scelta dei principali Paesi europei
Il concetto di "obbligatorietà" si contrappone al concetto di "promozione" della salute che è alla base di qualsiasi efficace azione preventiva che consiste dell'informare la popolazione sui VERI stili di vita salubre.

La FRANCIA, che ha per ora nel 2017 le vaccinazioni ancora obbligatorie, ma sotto la pressione di popolazione e medici studiando la facoltativita' dei vaccini:

In realta' malgrado le intenzioni, hanno reso obbligatori 11 vaccini, alla fine del 2017

Riassumiamo:
Italy- Siamo l'unico paese, oltre alla Francia (2017), ad avere una serie così ampia di vaccinazioni obbligatorie.
Cosa succede in altri Stati europei, sapendo che all'interno dei vari paesi vi sono normative particolari.
In Austria le vaccinazioni sono su base esclusivamente volontaria.
In Belgio è obbligatorio solo il vaccino per la polio, mentre tutte le altre vaccinazioni sono facoltative.
In Danimarca tutte le vaccinazioni sono facoltative e prima ho parlato dell'analogia della Francia con l'Italia (non totale perché nel primo paese non è obbligatoria la vaccinazione antiepatite B introdotta da De Lorenzo che si prese una bustarella da 300.000 Euri dalla, allora, SKF)
In Germania, in Gran Bretagna e in Irlanda tutte le vaccinazioni sono volontarie.
Lo stesso può dirsi in Lussemburgo, fatta eccezione per alcune categorie professionali che si possono considerare a rischio e per le quali alcune vaccinazioni diventano obbligatorie.
In Olanda esse sono tutte facoltative.
Portogallo sono obbligatorie alcune, mentre altre sono volontarie.
In Spagna le vaccinazioni non sono obbligatorie, anche se in alcuni casi viene richiesto il certificato.
In Svizzera - che fa parte dell'Europa, ma non dell'Unione europea - le vaccinazioni sono determinate dalle autorità cantonali, che indicano quali debbano essere eseguite obbligatoriamente: allo stato sono tutte volontarie, con l'eccezione dell'antidifterica nei cantoni di lingua italiana e francese.
Questo è il panorama - sia pure esposto in modo assolutamente sintetico - della realtà dell'Unione europea ed anche dell'Europa
L'Italia - e parzialmente la Francia - sono un caso totalmente difforme....in esse le lobbies dei produttori dei vaccini sono molto influenti.....


La situazione in Italia e nel mondo

Nei paesi “sviluppati” esistono, relativamente alla pratica vaccinale, obblighi assoluti in Europa, solo in Italia e Francia, molto elasticamente in Grecia ed in tre dei cinquanta stati degli USA. In Belgio vi è quello dell’antipolio, ma non essendovi una vera e propria legge è facilmente “aggirabile”. Solo nei paesi di ex area sovietica tuttora esistono obblighi assoluti.
In Italia vi sono quattro vaccinazioni obbligatorie (
polio, tetano, difterite, epatite B), sei consigliate ed altre cinque verranno proposte nei prossimi tre anni.
Ogni regione ha però caratteristiche particolari, per esempio in Piemonte Toscana e Veneto i vaccini non saranno più obbligatori (ma consigliati) a partire dal 2008, mentre in altre regioni sono state abrogate le multe per mancata vaccinazione.
Cosa importantissima:
il presidente della Repubblica, il 26 Gennaio 1999, ha firmato un decreto che regolamenta definitivamente la posizione dei bambini non vaccinati a scuola; il D.P.R. n. 355 recita testualmente:
“La mancata certificazione delle vaccinazioni non comporta il rifiuto di ammissione dell’alunno alla scuola dell’obbligo o agli esami”. Quindi se per caso qualche scuola non accettasse i bambini non vaccinati, occorre sporgere denuncia all’autorità giudiziaria per azioni anticostituzionali.
Per gli asili la situazione è regolamentata regione per regione, ma valgono le norme e le regole come per la scuola elementari, medie, e superiori.

Ora in Italia, salvo che nel Piemonte, Veneto, Trentino
(vedi sotto), Emilia (ora rese obbligatorie nella meta' del 2016 con una legge regionale Incostituzionale), Toscana,
Puglia (sentenza di tribunale) ed altre regioni che si sono accodate a queste regioni liberali, chi si sottrae alla profilassi rischia ancora l'espulsione dalla scuola, ma ormai la prassi all'ammissione scolastica senza vaccinazioni, e' piu' o meno tollerata....
Regione Lazio, 2017: vaccini obbligatori ? vediamo le motivazioni fasulle delle circolari inviate alle ASL:
http://www.freedompress.cc/regione-lazio-nidi-e-materne-vietate-a-chi-non-si-vaccina-ecco-cosa-la-legge-di-giunta-non-dice/

USA, Dic. 2016: Il Presidente TRUMP si schiera a favore della Liberta' di scelta sui Vaccini:
http://www.vacciniinforma.it/2016/12/17/trump-si-schiera-a-favore-della-liberta-di-scelta-contro-le-vaccinazioni-coercitive/4870
...in Italia invece, li si vuole re-imporre alla faccia della liberta' !
La costrizione vaccinale e' imposta da Big Pharma con i suoi uomini, immessi nei posti di potere e/o di chiave, delle e nelle nazioni del mondo...

vedi: SCUOLA 1  + Sanzioni ? NO + Rifiuto sanzioni dell'ASL +  Lettera per la ASL + NON e' REATO NON VACCINARE i propri FIGLI + Effetto Gregge + Sfogo sdegnato di una madre verso un pediatra + ISS  ed i Vaccini + Ministero della salute informato sui danni dei vaccini, non fa NULLA
Calendario Vaccinale di San Marino PDF + Disciplina delle vaccinazioni in San Marino

AUSTRALIA - Stato del Victoria - Giugno 2016
I bambini iper intelligenti sono esenti  dai Vaccini in Australia !
Un programma scolastico per studenti dotati, sta offrendo forme di esenzione di vaccinazione e sollecitando gli studenti a evitare il Wi-Fi nelle scuole, sostenendo che i bambini dotati hanno "connessioni neurologiche extra" che li rendono più suscettibili a reazioni allergiche.
Pat Slattery, il fondatore di WiseOnes, un popolare programma per studenti dotati, che lavorano nelle scuole dello Stato del Victoria, pubblicato sul suo sito web, che i bambini dotati hanno "sensibilità fisiologiche in più per il cibo o sostanze chimiche" e sono inclini a sviluppare reazioni negative per la salute, con le vaccinazioni.
In un post che da allora è stato rimosso...., si fa riferimento a informazioni che collegano i vaccini per l'autismo, e dice ai genitori di scrivere mail, per richiedere una richiesta di esenzione vaccinazione. 
"Sono preoccupato perché sappiamo quanto i bambini dotati più sensibili sono dovute alla loro connessioni neurologiche aggiuntive. Dando loro neurotossine con i vaccini, sembra illogico. Sono disposto ad aiutare ad educare i figli in linea di rifiuto dei vaccini", scrive.
Il programma pretende di lavorare con 30 scuole vittoriane, che sono elencati sul sito web, mentre la signora Slattery porta bandiera del rifiuto, sta progettando di espandere il programma per NSW e Queensland.  Ms Slattery lavora con altri insegnanti per fornire il programma nelle scuole.

Read more:
http://www.theage.com.au/victoria/antivaccination-program-offered-to-gifted-children-in-primary-schools-20160621-gpnzzp.html#ixzz4CDbFuAMH
Follow us:
@theage on Twitter | theageAustralia on Facebook


Commento NdR: ma i bambini normali, non iper intelligenti, cioe' non dotati.....invece si possono vaccinare con le sostante tossiche vaccinali per inquinare i loro organismi..e farli facilmente ammalare....?... questo perche' i vostri figli sono carne da macello.
..genitori SVEGLIA !

Uno studio in inglese dimostra, che bambini NON vaccinati sono più sani che i bambini vaccinati
http://www.naturalblaze.com/2014/02/studies-prove-without-doubt-that.html

PROTEINE alimentari introdotte nei vaccini, per creare allergie fin da piccoli ai lattanti !
 
vedi lo studio dimostrativo in PDF

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>


IMPORTANTE:
PROPOSTA di LEGGE per  STUDIO negli  USA sullo STATO di SALUTE FRA BAMBINI VACCINATI e NON VACCINATI (di nessun vaccino)
Il DISEGNO di LEGGE n° 3069 a FIRMA della DEPUTATA MALONEY NON E' STATO APPROVATO per cui  E' RIMASTO sulla CARTA.... e NEPPURE DISCUSSO dal CONGRESSO....a dimostrazione che NON si vuole fare vere ricerche sui gravi DANNI dei VACCINI......Big Pharma ringrazia...

"Noi medici siamo plagiati, fin dall'inizio, dagli insegnamenti universitari che ci vengono propinati da un manipolo di "professori" che hanno il solo interesse di lasciarci nell'ignoranza sulla vera origine delle malattie. Alcuni di noi, alla fine, raggiungono la consapevolezza e mettono in moto delle grosse energie che provocano reazioni positive nel Tutto."
 By  Dott.
Giuseppe De Pace (medico ortopedico ospedaliero)

TROVATO un meccanismo di azione delle tossine dei VACCINI anche sul cervello  ! - 22/03/2009
ANSA, Roma - Esiste un passaggio segreto che permette alle cellule immunitarie di penetrare nel cervello e di aprire la strada ad una seconda ondata di cellule pericolose, capaci di scatenare malattie autoimmunitarie, come la sclerosi multipla, nelle quali il sistema immunitario aggredisce l’organismo al quale appartiene.
La scoperta della nuova porta, pubblicata sulla rivista Nature Immunology, potrebbe portare in futuro a nuove armi per contro la sclerosi multipla, "ma non solo: lo stesso meccanismo potrebbe essere coinvolto in altre malattie autoimmuni", osserva la coordinatrice della ricerca, l’italiana Federica Sallusto, dell’Istituto svizzero per la Ricerca in Biomedicina (Irb) di Bellinzona, diretto da Antonio Lanzavecchia.
Oltre che con Lanzavecchia, il lavoro e' stato condotto in collaborazione con Andrea Reboldi, dell’Irb, e da Antonio Uccelli, dell’università di Genova. Il passaggio segreto che permette di entrare nel cervello alle cellule apripista e' il plesso coroideo, una vera e propria matassa di vasi sanguigni nella quale viene prodotto il liquido spinale. e' una via d’ingresso alternativa a quella che da tempo e' considerata il «portone principale», ossia la barriera emato-encefalica.
Che ci fosse un’altra entrata era noto, spiegano i ricercatori, ma questa era considerata una sorta di "porta di servizio", di importanza secondaria. Adesso, osserva Lanzavecchia, "conosciamo la funzione di questa porta segreta e si può pensare a future strategie terapeutiche in grado di bloccare questo ingresso".

Altro meccanismo di azione delle tossine vaccinali di qualsiasi vaccino, anche nel cervello:
I Macrofagi molte volte trasportano le sostanze vaccinali nel cervello ed in tutti i tessuti del corpo, ecco una descrizione del  meccanismo:
L'alluminio (od altri metalloidi tossici, ad esempio il Thiomersal) contenuto in vari Vaccini esempio: influenza, esavalente  comprese, viene trasportato nel cervello dai macrofagi .... e cio' spiega il meccanismo della cosiddetta SIDS o morte nella culla, che nei fatti e' una danno vaccinale e non una nuova malattia !
Ecco spiegato il meccanismo biologico ed il diagramma del tragico evento....
Il meccanismo viene ben spiegato qui:  ciò che in realtà accade è che un tipo di globuli bianchi chiamati a macrofagi (MF) ingerisce (processo è chiamato "fagocitosi") gli AANs prima che si sciolgano. (
Aluminum Adjuvant Nanoparticles = AANs)
L'ingestione di corpi estranei è un comportamento normale per MF.
La loro funzione principale è la fagocitosi cioè la capacità di inglobare nel loro citoplasma particelle estranee, anche nanoparticelle, compresi i microrganismi (batteri e funghi estranei), e di distruggerle. Inoltre, fatto importante da tenere in considerazione in  questi casi, secernono citochine ad attività proinfiammatoria e presentano l'antigene ai linfociti T-CD4.
Quando MFs rilevano batteri o altri agenti patogeni, i loro campi magnetici li invitano ad ingerire gli agenti patogeni, e distruggerli con gli enzimi. I MFs sanno assieme ad altre cellule del sistema immunitario circa il patogeno introdotto e come rilevarlo. MFs ingeriscono anche molti tipi di nanoparticelle.
Il problema è che AANs non sono digeriti dagli enzimi MF. E gli AANs, una volta all'interno degli MF, si sciolgono lentamente.
Le AANs persistono per lungo tempo (anni) e causano nei MF a far fuoriuscire lentamente alluminio.
Gli MF che consumano gli AANs divengono altamente contaminati con l'alluminio o con altri metalli tossici e nanoparticelle ingerite, e li diffondono ovunque vanno. E vanno in tutto il corpo. MFs generalmente non viaggiano nel sangue, il che spiega il motivo per cui non si trova nel sangue l'alluminio dopo la vaccinazione
, perche' gli MF viaggiano attraverso il sistema linfatico.
I campi magnetici sono in grado di viaggiare attraverso la barriera emato-encefalica (BBB). Gli MFS, una volta caricati con AANs, agiscono come un cavallo di Troia e trasportano le AANs nel cervello. Questo è dannoso, perché il cervello è molto sensibile all' alluminio.
Senza contare le possibili microischemie (vedi le scoperte del Dott. Andrew Moulden) che possono intervenire nella microcircolazione, soprattutto cerebrale od in altri luoghi...per il fatto che i globuli bianchi e di conseguenza i macrofagi nel loro processo di fagocitosi, (ingestione delle sostanze tossiche vaccinali) possono generare,.... inoltre i macrofagi secernono, nella loro azione quando hanno ingerito le sostanze vaccinali, altre sostante PRO-infiammazioni.... con tutte le conseguenze del caso, polio = paralisi, distrofie, meningiti, sclerosi, infiammazioni croniche, gastroenteriti croniche, ecc....fino alla morte nella culla = SIDS !!

A conferma di cio' che abbiamo scritto qui sopra - Maggio 2016
Uno studio condotto da ricercatori della University of Virginia School of Medicine, negli USA, ha determinato, dopo meticolose ricerche durate anni, che il cervello è direttamente collegato al sistema immunitario tramite vasi linfatici che si pensava non esistessero. 
Si tratta di una scoperta sensazionale che ribalta decenni di insegnamenti e di teorie apprese da ogni libro di medicina.
È sorprendente che proprio tali vasi linfatici siano sfuggiti ad occhi attenti e brillanti di migliaia di ricercatori e medici dato che il sistema linfatico è stato mappato in tutto il corpo in ogni singolo dettaglio, ma il vero significato della scoperta risiede negli effetti che questa potrebbe avere sullo studio e sulle vere cause dell'autismo e/o di tutte le patologie neurologiche.
Come si studia la risposta immunitaria del cervello ?
Perché pazienti con malattie neurologiche, autismo, sclerosi multipla, ecc., presentano diversi attacchi al sistema immunitario, cioe' immunodepressioni ?, 
...ma ....ora finalmente possiamo comprendere, oltre alle cause di tali malattie, anche avvicinarci meccanicamente e realmente al problema perché il cervello è, come ogni altro tessuto, collegato al sistema immunitario periferico attraverso i vasi linfatici meningei – cosi' ha affermato Jonathan Kipnis, professore del Dipartimento UVA di Neuroscienze e direttore presso il Center for Brain Immunology and Glia (BIG) dell’Università della Virginia.

Qui nel diagramma, viene spiegato nei particolari il tragico evento:
http://vaccinepapers.org/al-adjuvant-nanoparticles-can-travel-brain/

 

Vaccini obbligatori o no, tutti quanti sono da sempre sbandierati come utili e sicuri anche e non solo dal Ministero della salute, ma esiste una sentenza ben precisa (ignorata da tutti…) che mostra come tali distinzioni fra vaccini obbligatori e non, NON possono sussistere
- vedi: Sentenza Corte Costituzionale
Le famiglie dei danneggiati da vaccino dal canto loro sottolineano “lo stato di abbandono in cui sono  state lasciate dalle cosiddette “istituzioni che dovrebbero tutelare”, infatti “tutelano” ma solo i fatturati di Big Pharma….". + Corruzione per i Vaccini

Intervista al Prof. Tridente sulle vaccinazioni - video: http://www.youtube.com/watch?v=8B_TQfD_F30  e' il, Direttore di immunologia Università di Verona (I). Egli parla del non obbligo e dell'indicazione europea che chiedeva agli stati membri di rendere facoltative le vaccinazioni obbligatorie entro il 2010.

vedi anche: http://www.epicentro.iss.it/discussioni/vaccinazioni/vaccinazioni.asp

Un VACCINO ..e' una scarica enorme di tossine invasive e pericolose !

Infatti:
ANCORA UNA BAMBINA MORTA DOPO la SOMMINISTRAZIONE dell'ESAVALENTE. - Luglio 2013
Questo VACCINO e' stato RITIRATO IN MOLTI PAESI MA NON IN ITALIA. RISARCIMENTO RECORD, PERO' NESSUNO RIDARA' PIU' LA BIMBA AI GENITORI. - Muore in culla a causa del vaccino Infanrix, risarcimento record ai genitori.
La loro bambina è morta di
Sids ("morte in culla") a pochi giorni dalla vaccinazione con il vaccino Esavalente.
Il tribunale di Pesaro ha deciso un risarcimento record di 200 mila euro alla famiglia, più un vitalizio di circa 700 euro al mese ed un ulteriore indennizzo ancora da quantificare. Una sentenza storica per l'Italia.
e molti altri ne muoiono....ancora e sempre di piu'....

Video (english):
Immunity, Infectious Disease, and Vaccination - By Raymond Obomsawin
(Immunita', Infezioni, malattie e Vaccini)
 


Uno studio scientifico mostra che il vaccino quadrivalente per il papilloma virus può causare vasculopatia autoimmuni fatali
(ovvero mortali).
Lo studio realizzato dai due medici canadesi Lucija Tomljenovic e Cristopher A. Shaw si intitola "Morte dopo il vaccino contro il papilloma virus, c'è una relazione causale o è una coincidenza ? " e si può leggere (in inglese) al seguente link
http://sanevax.org/wp-content/uploads/2012/10/Tomljenovic-Shaw-Gardasil-Causal-Coincidental-2167-7689-S12-001.pdf.
Le conclusioni dell'articolo non sono per niente ambigue: il vaccino in questione può innescare una reazione autoimmune che può essere talora mortale. Le conclusioni sono motivate dal fatto che molte delle reazioni avverse a tale vaccino finora registrate corrispondono a sintomi di vasculopatia cerebrale.
Studi come questo ovviamente mettono in un angolo tutti i ministeri della sanità che negano continuamente ogni correlazione tra le morti ed i vaccini.

Per chi è a favore delle vaccinazioni, si consiglia questo bel scritto, questa lettera concisa e convincente scritta dal medico neurologo dott. Russell Blaylock di fama mondiale, saprà smantellare tutti gli argomenti utilizzati a sostegno di questa disumana pratica barbarica. -  Dicembre 2009
Ho avuto il privilegio di incontrare il dottor Blaylock nel corso di una conferenza pochi anni fa.
Lui è molto intelligente, un pensiero chiaro, logico medico che non ha paura degli effetti negativi sulla sua carriera nell’affermare la verità sulle atrocità delle vaccinazioni. Ascoltare un medico come il dottor Blaylock che non ha alcun interesse finanziario o di altro tipo su questo argomento, solo per parlare della verità per amore dell’obbiettività è infinitamente più prezioso che ascoltare medici e altri "esperti" che lo fanno per interesse.
By Sarah, TheHealthyHomeEconomist.com

VACCINI: PERTOSSE, con quello  ACELLULARE (DTPa) si DIFFONDE l’INFEZIONE – Nov 2013
Still contagious. The current whooping cough vaccine may allow people to spread the disease even if they don't get sick, a new animal study suggests […] “There's a difference between protecting individuals from illness and bringing down the incidence of pertussis in the population,” Merkel says. “To do both we may need a different vaccine.”
TRADUZIONE
Ancora contagiosa. Un nuovo studio sugli animali suggerisce che l’attuale vaccino contro la pertosse può permettere alle persone di diffondere la malattia, anche se non si ammalano […] "C'è differenza tra proteggere gli individui dalla malattia e abbattere l'incidenza della pertosse nella popolazione", dice Merkel "Per fare entrambe le cose potremmo aver bisogno di un vaccino diverso."

FONTE: Science 25 Novembre, 2013
http://news.sciencemag.org/health/2013/11/whooping-cough-vaccine-does-not-stop-spread-disease-lab-animals

Tod J. Merkel ricercatore presso l'Ufficio ricerca vaccini e revisioni della FDA, è l' autore principale di uno studio condotto dalla stessa FDA e pubblicato in PNAS dal titolo: “Acellular pertussis vaccines protect against disease but fail to prevent infection and transmission in a nonhuman primate model” http://www.pnas.org/content/111/2/787.full.pdf )
Lo studio ha evidenziato come i babbuini vaccinati fossero protetti da sintomi severi associati alla pertosse ma non dalla colonizzazione del batterio, non si liberassero dell’infezione prima degli animali “naive” (ndt: non da esperimento), e trasmettessero facilmente la Bordetella pertussis ai loro contatti non vaccinati.
I ricercatori hanno argomentato che questo era dovuto alle differenze tra l’ immunità conferita dalla infezione contratta naturalmente e quella conferita dal vaccino. L’infezione naturale conferisce una robusta immunità cellulo-mediata (cioè mediata da cellule: i linfociti) che la vaccinazione in realtà previene favorendo l’immunità umorale (cioè mediata da anticorpi), che significa che il vaccino stimola la produzione di anticorpi ma non la memoria di cui le cellule hanno bisogno per una immunità robusta e di lunga durata.
“When you’re newly vaccinated you are an asymptomatic carrier, which is good for you, but not for the population” ovvero “quando sei stato da poco vaccinato, sei un portatore asintomatico, cosa che va bene per te ma non per il resto della popolazione” - By Tod J. Merkel
http://www.nytimes.com/2013/11/26/health/study-finds-vaccinated-baboons-can-still-carry-whooping-cough.html?_r=0

Commento NdR: Questo è esattamente l’opposto di quanto viene solitamente detto ai genitori riguardo la necessità di vaccinarsi, perché il “gregge” ha bisogno di essere vaccinato per proteggere coloro che non possono essere vaccinati (neonati, immunodepressi, ecc.)
Infatti la BALLA spaziale dell’effetto gregge (protezione del gregge = le pecore) NON esiste !
 

Un'altro studio recente della FDA, afferma che negli US:
"Ci sono stati 48.000 casi denunciati lo scorso anno 2014, nonostante gli alti tassi di vaccinazione", ha detto Anthony Fauci, MD, direttore del National Institute of Allergy e Malattie infettive del NIH. "Questa rinascita suggerisce la necessità di ricerche sulle cause che stanno dietro l'aumento di infezioni e modi più efficaci per prevenire la diffusione della malattia."
"
Questa ricerca suggerisce che, anche se gli individui immunizzati con un vaccino acellulare possono essere protetti dalle malattie, essi possono ancora essere infettati con i batteri e sono in grado di diffondere l'infezione ad altri, inclusi i bambini piccoli che sono suscettibili di malattia pertosse".
In parole povere: i vaccinati NON sono protetti dal vaccino e possono anche infettare altri soggetti.....
Tratto da: http://www.fda.gov/NewsEvents/Newsroom/PressAnnouncements/ucm376937.htm
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20200027

Il passaggio a un vaccino per la pertosse creato artificialmente, in laboratorio, con le tecniche di ingegneria genetica, è responsabile dell’aumento dei casi di mortalità verificatisi per la malattia negli Stati Uniti.
E’ quanto suggerisce e dimostra un nuovo studio a firma della Monash University, la più grande Università australiana, con campus localizzati in Malesia, Sud Africa, India e Italia.
I risultati sottolineano la necessità di condurre una ricerca simile in Australia e nel Regno Unito, sotto la supervisione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, dove i casi di pertosse sono entrati in una pericolosa spirale verso l’alto negli ultimi dieci anni, come afferma il Dr. Manoj Gambhir, Professore Associato presso la sede australiana della Monash University.


vedi: Pertosse e Cure naturali + Pertosse +  Pertosse 2 + Polio e Vaccini + Come nasce l'Unica malattia del Vivente + I germi non solo causa di malattia + Effetto Gregge Pertosse 2 + Trivalente - 2 +  Interrogazione Parlamentare + Morti per vaccino + Penta Vaccini, i loro pericoli + Meccanismo dei danni dei vaccini

UK (Gran Bretagna)
Negli anni 1950 (mese di aprile), l'Associazione Medicale Britannica, ha sospeso e proibito il vaccino per la difteritepertosse a seguito di numerosi casi di poliomielite (paralisi infantile) constatati sui bambini vaccinati da quel vaccino.
Tratto da: I ciarlatani della medicina, a pag. 170.


Quindi secondo le fonti ufficiali i soggetti, bambini, ragazzi, adulti, vaccinati con il vaccino per la Pertosse, Varicella o con il Morbillo, ecc., possono facilmente "infettare" gli altri,... purtroppo questa possibilita' e' valida anche per tutti gli altri soggetti vaccinati di QUALSIASI VACCINO  !

Nel 2014, un innovativo studio pubblicato sulla rivista Clinical Infectious Diseases
, tra gli autori del quale ci sono scienziati che lavorano per Bureau of Immunization, New York City Department of Health and Mental Hygiene e National Center for Immunization and Respiratory Diseases, Centers for Disease Control and Prevention (CDC),  ha preso in esame le prove che, nel  focolaio di morbillo scoppiato a New York nel 2011, sia gli  individui precedentemente vaccinati che quelli con "immunità" da vaccino, erano in grado di essere infettati con il morbillo e di infettare altri (trasmissione secondaria).
Questa scoperta ha suscitato anche l’attenzione dei media, come l’articolo apparso su Sciencemag.org nell’aprile 2014 intitolato:
“Per la prima volta una epidemia di morbillo è stata ricondotta ad un individuo completamente vaccinato“.
Questo studio rivoluzionario intitolato “Epidemia di morbillo tra persone "immunizzate" (vaccinate) in precedenza, New York City,  2011”, ha riconosciuto che, “il morbillo può manifestarsi anche in individui vaccinati, ma non è stata documentata la trasmissione secondaria da tali individui”.
Al fine di scoprire se individui completamente vaccinati per il morbillo siano capaci di essere infettati e di trasmettere l’infezione ad altri, gli studiosi hanno preso in esame i casi sospetti ed i contatti esposti durante l‘epidemia di morbillo del 2011 a New York. Si concentrarono su un paziente che aveva ricevuto due dosi di vaccino per il morbillo e fu scoperto che,
”su 88 contatti, quattro casi secondari avevano ricevuto due dosi di vaccino anti-morbillo o avevano una precedente positività di anticorpi IgG per il morbillo. Tutti i casi sono stati confermati in laboratorio, i sintomi clinici erano coerenti con il morbillo e presentavano un’alta presenza di anticorpi IgG caratteristica di una risposta immunitaria secondaria.”

La loro importante conclusione fu la seguente:
 ”Questa è la prima segnalazione di trasmissione del morbillo da un individuo vaccinato due volte. La manifestazione clinica e i dati di laboratorio erano tipici del morbillo in un individuo mai esposto al virus.
Casi secondari avevano risposte anticorpali anamnestiche robuste. Nessun caso terziario si è verificato nonostante i numerosi contatti. Questo focolaio sottolinea la necessità di una approfondita indagine epidemiologica e di laboratorio dei casi sospetti di morbillo a prescindere dallo status vaccinale“.
Ovviamente questo fenomeno: individuo completamente vaccinato che infetta altri individui completamente vaccinati, è stato ignorato dalle agenzie sanitarie e dai media.
Questi dati confermano la possibilità che, durante il focolaio di morbillo verificatosi a Disney, soggetti precedentemente vaccinati (chiunque facente parte del 18% che si sa essersi infettato-ammalato) possono essere stati infettati o anche aver contratto il morbillo dal vaccino e aver trasmesso il morbillo sia ai vaccinati che ai non vaccinati.
Fonte: http://www.greenmedinfo.com/blog/measles-transmitted-vaccinated-gov-researchers-confirm - a mezzo: comilva.org

Ecco altra bibliografia che dimostra questi fatti:
- http://www.hopkinsmedicine.org/kimmel_cancer_center/patient_information/Patient%20Guide%20Final.pdf
- http://www.stjude.org/stjude/v/index.jsp?vgnextoid=20206f9523e70110VgnVCM1000001e0215acRCRD
- Outbreak of Measles Among Persons With Prior Evidence of Immunity, New York City, 2011
http://cid.oxfordjournals.org/content/early/2014/02/27/cid.ciu105
- Detection of Measles Virus RNA in Urine Specimens from Vaccine Recipients 

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/7494055
- Comparison of the Safety, Vaccine Virus Shedding and Immunogenicity of Influenza Virus Vaccine, Trivalent, Types A and B, Live Cold-Adapted, Administered to Human Immunodeficiency Virus (HIV)-Infected and Non-HIV Infected Adults 
http://jid.oxfordjournals.org/content/181/2/725.full
- Sibling Transmission of Vaccine-Derived Rotavirus (RotaTeq) Associated with Rotavirus Gastroenteritis 
http://pediatrics.aappublications.org/content/125/2/e438

- Polio vaccination may continue after wild virus fades 
http://www.cidrap.umn.edu/news-perspective/2008/10/polio-vaccination-may-continue-after-wild-virus-fades
- Engineering attenuated virus vaccines by controlling replication fidelity 
http://www.nature.com/nm/journal/v14/n2/abs/nm1726.html
- CASE of VACCINE-ASSOCIATED MEASLES FIVE WEEKS POST-IMMUNISATION, BRITISH COLUMBIA, CANADA, October 2013 

http://www.eurosurveillance.org/ViewArticle.aspx?ArticleId=20649
- The Safety Profile of Varicella Vaccine: A 10-Year Review

http://jid.oxfordjournals.org/content/197/Supplement_2/S165.full
- Comparison of Shedding Characteristics of Seasonal Influenza Virus (Sub)Types and Influenza A(H1N1)pdm09; Germany, 2007 - 2011 
http://journals.plos.org/plosone/article?id=10.1371/journal.pone.0051653
- Epigenetics of Host-Pathogen Interactions: The Road Ahead and the Road Behind 

http://journals.plos.org/plospathogens/article?id=10.1371/journal.ppat.1003007
- Animal Models for Influenza Virus Pathogenesis and Transmission
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3063653/
- Acellular pertussis vaccines protect against disease but fail to prevent infection and transmission in a nonhuman primate mode 

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24277828
- Study Finds Parents Can Pass Whooping Cough to Babies
http://www.nytimes.com/2007/04/03/health/03coug.html?_r=0

- Immunized People Getting Whooping Cough
 http://www.kpbs.org/news/2014/jun/12/immunized-people-getting-whooping-cough/
 

Ecco la realta' dei Fatti:
Thiomersal (mercurio) nei vaccini per l'influenza (vedi cosa e' l'Influenza)

Video su: I BAMBINI NON VACCINATI SONO molto PIU' SANI di quelli VACCINATI !
Nel 1992 I.A.S. ha condotto un sondaggio sulla salute e la vaccinazione dei bambini della Nuova Zelanda ed ha trovato solide prove scientifiche che I BAMBINI NON VACCINATI sono PIU' SANI dei loro coetanei vaccinati !

Ben tre sentenze di accoglimento dell'opposizione dei genitori !

La Provincia autonoma di Bolzano subissa di multe (Ordinanze Ingiunzione) gli obiettori ai vaccini, ecco la prima delle difese al Giudice di Pace di Merano (Cancelleria Civile) che ha ottenuto successo.
E' stata portata avanti dall'obiettore M.C. con l'ausilio a distanza dell'Avv. Ventaloro e i suoi atti difensivi e con l'apporto locale dell'Avv. Sillani.

Le ordinanze ingiunzione erano state emesse ancora l'anno scorso, la N. 7841 del 24/01/2012, la N. 7842 e la N. 7843, sempre nella stessa data.

Le corrispondenti sentenze sono la N. 116, 117 e 115, tutte datate 31/05/2013.


Sono già molte le sentenze della Corte di Cassazione e dei Tribunali, che sanciscono il principio secondo cui un genitore che non ottempera ad una ordinanza del sindaco di vaccinazione coatta NON commette reato
La più recente è una sentenza della Prima Sezione penale Corte Cassazione depositata il 27/07/2000, mentre una delle prime fu la sentenza 2424/196 del 12/12/1990 depositata il 26/02/1991 (Pres. Aiello - Rel. Carinci - P.M. Aponte). 
In sostanza, ecco cosa dicono.
Se un sindaco, sollecitato dalla ASL, emette una ordinanza con la quale appunto ordina ai genitori di far vaccinare il figlio e il genitore non ubbidisce, non ci può essere denuncia penale ma solo sanzione amministrativa. Infatti alcuni sindaci avevano denunciato i genitori perché non avevano ottemperato ai sensi dell'art. 650 del codice penale, ma ciò non è possibile. Per chi non ubbidisce può essere prevista solo una sanzione. 
Questo perché la Cassazione ha ritenuto che l'articolo del codice sia applicabile, in merito a ordinanze sindacali, "solo nei casi di inottemperanza alle ordinanze contingibili e urgenti, di natura eccezionale, adottate dal sindaco al fine di prevenire e/o eliminare gravi danni che minaccino l'incolumità dei cittadini". 
Nei casi in cui invece l'ordinanza viene adottata in conformità a leggi o regolamenti, e quindi in situazioni di normalità, la sanzione per chi disubbidisce è sempre di natura amministrativa. 
E proprio in tale ultima categoria i giudici hanno ritenuto di dover classificare l'ordine relativo alle vaccinazioni obbligatorie.

Vaccinazioni: in  Italia, il Sindaco non può costringere a vaccinare
+ Perche' vaccinare ?
Un VACCINO ..e' una scarica enorme di tossine invasive e pericolose !

Infatti:
ANCORA UNA BAMBINA MORTA DOPO la SOMMINISTRAZIONE dell'ESAVALENTE. - Luglio 2013
Questo VACCINO e' stato RITIRATO IN MOLTI PAESI MA NON IN ITALIA. RISARCIMENTO RECORD, PERO' NESSUNO RIDARA' PIU' LA BIMBA AI GENITORI. - Muore in culla a causa del vaccino Infanrix, risarcimento record ai genitori.
La loro bambina è morta di
Sids ("morte in culla") a pochi giorni dalla vaccinazione con il vaccino Esavalente.
Il tribunale di Pesaro ha deciso un risarcimento record di 200 mila euro alla famiglia, più un vitalizio di circa 700 euro al mese ed un ulteriore indennizzo ancora da quantificare. Una sentenza storica per l'Italia.


vedi: Bibliografia Danni dei vaccini  +  Bibliografia danni 2  +  1.000 studi sui Danni dei Vaccini + Big Pharma

vedi anche Polio + Vaiolo + Difterite + Tetano  + Epatite B + Pertosse + Morbillo + Parotite + Rosolia + Meningite

Calendario Vaccinale di San Marino PDF + Disciplina delle vaccinazioni in San Marino


IMPORTANTE: OGNI tipo di Vaccino produce Stress ossidativo cellulare e quindi tissutale !

NON PAGARE le SANZIONI ASL + NON e' reato NON VACCINARE + Sentenza RIMINI - 2012, NON obbligo vaccinazione

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Vaccini, verso il superamento dell'obbligo (NdR: a livello nazionale) – 19/11/2012
Informazioni e organizzazione per una libera scelta consapevole - L’esperienza del Veneto
Milano - Già alla fine degli anni Novanta il Piano Nazionale per le Vaccinazioni aveva sottolineato l'importanza di offrire attivamente tutte le vaccinazioni, indipendentemente dal fatto che fossero obbligatorie o no. «La differenza di denominazione dal punto di vista giuridico non significa che le une siano più rilevanti delle altre ai fini della salute - spiega Franco Giovanetti, membro del Gruppo tecnico vaccini della Regione Piemonte -.
Proprio per evitare questo equivoco in Piemonte da diversi anni si è deciso di superare questa distinzione, proponendo tutte quelle obbligatorie e raccomandate sotto l'unica definizione di "vaccinazioni prioritarie"». Nel frattempo la stessa Regione decideva di sospendere le sanzioni amministrative (in pratica, una multa di 200 euro) che dovrebbero essere inflitte a chi si rifiuta di far vaccinare il proprio figlio.

TRIBUNALE - «Ma soprattutto sono state interrotte le segnalazioni al Tribunale dei Minori, che potevano comportare una limitazione o sospensione della potestà genitoriale, riservandole ai casi, una ristrettissima minoranza, in cui la mancata vaccinazione è frutto di trascuratezza e non di una scelta meditata» prosegue Giovanetti. Il ricorso ai giudici è sostituito da colloqui in cui si cercano di capire le ragioni del rifiuto, al termine dei quali si fa firmare un modulo di "rifiuto informato".
Un accordo con i tribunali è in corso anche altrove, per esempio in Lombardia. A livello nazionale il rifiuto è stato depenalizzato e la mancanza del certificato non impedisce di iscriversi a scuola, ma è solo il Veneto, almeno per ora, ad aver messo in pratica, dal 2008, una vera e propria sospensione dell'obbligo vaccinale.
L'ipotesi di una sperimentazione di questo tipo era prevista dal Piano Nazionale Vaccini 2005-2007 purché le Regioni che volessero intraprendere questo percorso disponessero di anagrafi vaccinali ben organizzate e gestite dal punto di vista informatico, di una buona copertura vaccinale di partenza, di un adeguato sistema di sorveglianza delle malattie infettive e di un efficace sistema di monitoraggio degli eventi avversi, in grado di seguire i casi nel tempo.

IN VENETO - «Non può essere una scelta affrettata - conferma Massimo Valsecchi, direttore del Dipartimento di prevenzione dell’Ulss 20 di Verona, da dove è partita l'iniziativa -. Perché il cambiamento avvenga in sicurezza, e la gente risponda positivamente, occorre offrire un servizio di qualità». La formazione del personale è indispensabile, ma ancora di più lo è la disponibilità di tempo. «Prima di informare i genitori, bisogna saperli ascoltare - prosegue il medico veronese -.
Una ricerca condotta sul territorio regionale e via web ai fini di individuare le ragioni del rifiuto, per esempio, ci ha sorpreso, mostrando che la scelta di non vaccinare era molto meno ideologica, e quella di vaccinare meno convinta, di quanto pensavamo.
I risultati degli oltre 2.300 questionari compilati dai genitori delle aree del Veneto coinvolte nella ricerca mostrano ampi margini di incertezza tra i diversi gruppi». Il 37 % dei genitori che non hanno vaccinato i loro figli, per esempio, non si sono detti affatto sicuri di proseguire in questa direzione. A volte basta poco per superare le difficoltà. Molti si dicono spaventati dal fatto di che più vaccini siano raggruppati in un'unica somministrazione.

TRASPARENZA - «Anche se questa preoccupazione non ha fondamento scientifico, quando possiamo cerchiamo di "spacchettare" i vaccini e farli separatamente. In questo modo recuperiamo una fetta di popolazione che altrimenti rischierebbe di non essere protetta» spiega Valsecchi, che prosegue: «Un'altra condizione indispensabile per il patto di fiducia che stipuliamo con i genitori è di comunicare onestamente quante e quali sono le reazioni avverse che si verificano nella nostra Regione».
Per questo è stato predisposto un Canale Verde in cui un ente indipendente, l'Università di Verona, raccoglie e verifica tutte le segnalazioni, rendendole pubbliche in un accurato rapporto annuale.
Grazie a queste e altre attenzioni, la sospensione dell'obbligo in Veneto non ha provocato un crollo della copertura vaccinale, anche se negli ultimi tempi si assiste a una certa flessione, che secondo Valsecchi non dipende da un cambiamento di mentalità da parte dei genitori, ma piuttosto dalla carenza di risorse, soprattutto in termini di personale. Un problema di cui tener conto nell'ottica di estendere questa filosofia ad altre realtà meno organizzate.

CONFLITTI D'INTERESSE
Susanna Esposito ha ricevuto finanziamenti per attività di ricerca da Crucell, GSK, Medimmune, Novartis, Pfizer, Roche. Alberto Tozzi negli ultimi due anni ha ricevuto finanziamenti per progetti di ricerca da Pfizer, GlaxoSmithKline, Sanofi Pateur MSD. Silvia Declich e Paolo D'Ancona dell'Istituto Superiore di Sanità, Massimo Valsecchi e Franco Giovanetti dichiarano di non avere conflitti di interesse sull'argomento trattato. Pierluigi Lopalco, da quando lavora per gli ECDC, in quanto funzionario della commissione europea dichiara di non avere avuto contatti con l'industria.
By Roberta Villa - Tratto da: corriere.it/salute


Gli esperti di vaccini del CDC, hanno spesso conflitti di interesse
- 18/03/2010
CDC e Conflitti di interesse - 1 + CDC e Conflitti di interesse - 2 + CDC e Conflitti di interesse - 3 + Corruzione + Danni dei Vaccini + Contro Immunizzazione

CDC conflitti di interesse anche per i vaccini + anche per la FDA
http://healthimpactnews.com/2014/cdcs-purchase-of-4-billion-of-vaccines-a-conflict-of-interest-in-overseeing-vaccine-safety/

Parlamentari pagati dalle Lobbies ? - Roma Ott. 2013 
L'intervista a un assistente di un Senatore che svelerebbe i traffici illeciti tra parlamentari e Lobbies.
Video dell'intervista: 
http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/390060/roma-parlamentari-pagati-dalle-lobbies.html

Informatore dei CDC CONFESSA la FRODE e le FALSIFICAZIONI sugli studi della correlazione VACCINO=AUTISMO

VENETO, REGIONE-LABORATORIO di BIG PHARMA
Il Veneto si sa è il laboratorio di Big Pharma (la GSK ha la sua sede italiana a Verona) dove in anteprima vengono testate le varie presunte medicine mortifere e biocide che poi saranno estese all’intero territorio nazionale. Si pensi che i costi per la sanità a carico della regione Veneto sono doppi rispetto a quelli delle altre regioni, e superano del 60% l’ammontare della disponibilità economica della Regione stessa.

 

IMPORTANTE (Italy):
Se per caso qualche asilo NON accetta i bambini, occorre denunciarli all'autorita' giudiziaria per azioni antiCostituzionali.
Per le altre regioni italiane, se non vengono accettati a scuola senza certificato di vaccinazione, occorre anche in questo caso denunciare il caso perche' in Italia vi sono ancora comportamenti discriminatori, da parte di certe ASL o certi sindaci,  e quindi NON tutti i cittadini sono uguali davanti alla Legge, ma sono sottoposti ad una SCHIAVITU'... !

vedi:
Falsita' della medicina ufficiale  +  1000 studi sui Danni dei Vaccini + Danni dei Vaccini + Statistiche Istat sui vaccini + Istat e vaccini + Contenuto dei vaccini

La Merck ammette l'inoculazione del virus del cancro - La divisione vaccini della farmaceutica Merck, ammette l'inoculazione del virus del cancro per mezzo dei vaccini.
 La sconvolgente intervista censurata, condotta dallo studioso di storia medica Edward Shorter per la televisione pubblica di Boston WGBH e la Blackwell Science, è stata tagliata dal libro "The Health Century" a causa dei sui contenuti - l'ammissione che la Merck ha tradizionalmente iniettato il virus (SV40 ed altri) nella popolazione di tutto il mondo.
 Questo filmato contenuto nel documentario "In Lies We Trust: The CIA, Hollywood & Bioterrorism", prodotto e creato liberamente dalle associazioni di tutela dei consumatori e dall'esperto di salute pubblica, Dr. Leonard Horowitz, caratterizza l'intervista ad uno dei maggiori esperti di vaccini del mondo, il Dott. Maurice Hilleman, che spiega perché la Merck ha diffuso l'AIDS, la leucemia e altre orribili piaghe nel mondo:
http://www.youtube.com/watch?v=edikv0zbAlU


Nei vaccini venduti al terzo mondo si é scoperto che molti di questi contenevano l'ormone B-hCG un anti fertile se immesso in un vaccino.
La corte Suprema delle Filippine ha scoperto che oltre 3 milioni di ragazze e donne hanno assunto questi vaccini contaminati, cosí come in Nigeria, Tailandia ecc...
Per chi non abbia ancora visto questi video-documenti scioccanti:
http://uk.youtube.com/watch?v=edikv0zbAlU
http://it.youtube.com/watch?v=wg-52mHIjhs&feature=related
Sembrerebbe che oltre al profitto a tutti i costi, ci sia dietro qualcosa d'altro....impedire alle donne dei paesi del terzo mondo... di avere figli....

IMPORTANTE:
PROPOSTA di LEGGE per  STUDIO negli  USA sullo STATO di SALUTE FRA BAMBINI VACCINATI e NON VACCINATI (di nessun vaccino)
Il DISEGNO di LEGGE n° 3069 a FIRMA della DEPUTATA MALONEY NON E' STATO APPROVATO per cui  E' RIMASTO sulla CARTA.... e NEPPURE DISCUSSO dal CONGRESSO....a dimostrazione che NON si vuole fare vere ricerche sui gravi DANNI dei VACCINI......Big Pharma ringrazia...

"Noi medici siamo plagiati, fin dall'inizio, dagli insegnamenti universitari che ci vengono propinati da un manipolo di "professori"
 che
hanno il solo interesse di lasciarci nell'ignoranza sulla vera origine delle malattie. Alcuni di noi, alla fine, raggiungono la consapevolezza e mettono in moto delle grosse energie che provocano reazioni positive nel Tutto."
 By  Dott.
Giuseppe De Pace (medico ortopedico ospedaliero)


Descrizione particolareggiata del Meccanismo dei DANNI dei Vaccini, delle Amalgami dentali e/o Metalli Tossici  (che hanno le madri durante la gravidanza) Questo meccanismo vale anche per TUTTI i Vaccini !
 

VACCINI OBBLIGATORI per legge  in ITALIA, nel 2017 sono "solo" 10 per un totale di 35 vaccini fa fare entro i 3 anni !

Difterite, Epatite B, quest'ultima resa obbligatoria con una tangente da € 300.000 (600 milioni di vecchie lire), dal produttore al ministro della salute.....tangente certificata in tribunale; il ministro e' stato condannato, ma la legge e' rimasta....
Big Pharma ringrazia...,
Poliomielite, Tetano,
pertosse, meningococco B, meningococco C, morbillo, rosolia, parotite, varicella, influenza(aggiungere eventuali altri vaccini/vaccinazioni che la lettera della ASL contiene)
ecco dei dati sulla Pericolosa Esavalente, multivaccino spacciato per tale e propinato alla ignara popolazione che NON si informa
-
vedi anche Rapporto confidenziale sulla esavalente

VACCINI sono spacciati come: Vaccinazioni raccomandate
Vaccinazioni Speciali
Vaccinazioni raccomandate per determinate categorie di persone e di lavoratori
Ecco i vaccini raccomandati facoltativi:
          
anti pneumococco  (NON obbligatoria)      
anti HPV  (NON obbligatoria)

Ep.B 0
= per i neonati di madre HBsAg positivi
Ep.B Ad
= per gli adolescenti precedentemente non vaccinati


IMPORTANTE
Abbiamo un pool di avvocati e medici, periti, specializzati nelle cause di risarcimento danni (dai vaccini, incidenti, farmaci, ospedalizzazioni,  aggressioni, ecc.) con operativita' su tutto il territorio Italiano, per assistervi per qualsiasi problema di salute/malattia, a spese modiche e prefissate, con possibilita' di avere anche una assicurazione che copre le spese legali (non di registrazione delle querele, cause, ecc.).
Per questo scrivere a: info#mednat.org (mettere a mano la @ all'interno della mail)
Possiamo assistervi legalmente anche nelle cause CONTRO la recente Legge regionale dell'Emilia Romagna, la quale vi impedisce di far frequentare gli asili nido e scuole materne ai vostri figli, pur avendone diritto per legge, chiedendo non solo la possibilita' di frequenza senza vaccinazioni, ma anche il risarcimento danni.

NON firmate MAI NESSUN foglio prestampato dalle ASL !

DECRETO Presidente Repubblica 26 gennaio 1999, n. 355 - (in GU 15 ottobre 1999, n. 243)
Regolamento recante modificazioni al DPR 1518/67 in materia di vaccinazioni obbligatorie

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Visto l'art. 87 della Costituzione;
Visto il D.P.R. 22.12.67, n. 1518, concernente regolamento per l'applicazione del titolo III del D.P.R. 11.2.61, n. 264, relativo ai servizi di medicina scolastica, ed in particolare l'art. 47;
Visto l'art. 17, comma 1, della Legge 23.8.88, n. 400;
Udito il parere del Consiglio superiore di, sanità, espresso in data 30.9.98;
Udito il parere del Consiglio di Stato, espresso dalla sezione consultiva per gli. atti normativi nell'adunanza del 28.9.98;
Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione dei 5.11.98;
Sulla proposta del Ministro della sanità, di concerto con il Ministro della pubblica istruzione;
EMANA il seguente regolamento:

Art. 1
1. L'art. 47 del D.P.R. 22.12.67, n. 1518, è sostituito dal seguente:

"Art. 47. - l. I direttori delle scuole e i capi degli istituti di istruzione pubblica o privata sono tenuti, all'atto dell'ammissione alla scuola o agli esami, ad accertare se siano state praticate agli alunni le vaccinazioni e le rivaccinazioni obbligatorie, richiedendo la presentazione da parte dell'interessato della relativa certificazione, ovvero di dichiarazione sostitutiva, ai sensi della Legge 4.1.68, n. 15, e successive modificazioni e integrazioni, e del D.P.R. 20.10.98, n. 403, comprovante l'effettuazione delle vaccinazioni e delle rivaccinazioni predette, accompagnata dall'indicazione della struttura del Servizio sanitario nazionale competente ad emettere la certificazione.
2. Nel caso di mancata presentazione della certificazione o della dichiarazione di cui al comma 1, il direttore della scuola o il capo dell'istituto comunica il fatto entro cinque giorni, per gli opportuni e tempestivi interventi, all'azienda unità sanitaria locale di appartenenza dell'alunno ed al Ministero della sanità.
La mancata certificazione non comporta il rifiuto di ammissione dell'alunno alla scuola dell'obbligo o agli esami.
3. E' fatta salva l'eventuale adozione da parte dell'autorità sanitaria di interventi di urgenza ai sensi dell'art. 117 del D.L.vo 31.3.98, n. 112.".

Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sarà inserito nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana.
E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Qualche cenno storico:

DELIBERAZIONE della GIUNTA REGIONALE, 13 marzo 2009, n. 256:
Approvazione del documento contenente “Indicazioni alle Aziende sanitarie per promuovere la
qualità delle vaccinazioni in
Emilia Romagna”, Si segnalano le pag. 20, 21, 22 del PDF
Da quel momento, anche l'Emilia Romagna entro' a far parte della lista di Regioni provviste di una Sanità moderna, piu' accondiscendente verso il rifiuto ai Vaccini (con Veneto, Lombardia, Piemonte, Toscana, Sardegna, che nel 2015 sono ormai tutte le regioni italiane che ammettono senza le vaccinazioni i bambini alla frequenza scolastica), che pero' nel 2016 ha rinnegato tutto !
Luglio 2016 - Legge regionale Emilia Romagna (legge Incostituzionale) che reintroduce l'obbligo vaccinale per la frequenza di asili e scuola

La regione
Veneto: ha deciso la sospensione dell’obbligo vaccinale dal primo gennaio 2008 con la legge regionale.n° 7 del 23 marzo 2007 http://bur.regione.veneto.it/BurvServices/Pubblica/DettaglioLegge.aspx?id=196236
Sardegna: ha sospeso le sanzioni con la delibera della Giunta Regionale del 16 dicembre 2008 n. 71/12 e allegati
http://www.regionesardegna.it/j/v/66?v=9&c=27&c1=1249&n=10&s=1&p=1)
http://www.regionesardegna.it/documenti/1_73_20081218182017.pdf pag. 36

14/07/2006 - Le vaccinazioni obbligatorie diventano facoltative anche in Trentino
Lombardia: Vaccinazioni: stop alle sanzioni amministrative con la Deliberazione Giunta Regione Lombardia n. VIII/1587 del 22.12.2005 : "Determinazioni in ordine alle vaccinazioni nell’età infantile e dell’adulto in Regione Lombardia”
http://www.sanita.regione.lombardia.it/delibere/DGR2005_1587.pdf (allegato 1 pag. 29)
08/06/2006 - Toscana: regola il dissenso: all'asilo anche senza vaccinazioni
Regolamentazione delle vaccinazioni - Accordo regionale sui Vaccini
Con delibera della Giunta Regionale (delibera della Giunta n° 369 del 22/05/06) sono state eliminate le sanzioni.
26/05/2006 - Il Piemonte cancella i vaccini obbligatori ed ha quindi sospeso le sanzioni nel 2006
http://www.regione.piemonte.it/sanita/comunicati/dwd/piano_vacc.pdf pag. 55
adeguandosi ad una prassi “tollerante” stabilita dal Tribunale per i Minorenni del Piemonte e Valle d’Aosta nel 13/06/2000.
01/11/2006 - Puglia: leggere la sentenza del tribunale, qui sotto:
Vince la libertà terapeutica del "vaccino libero"  - Ottobre 2006

Libertà di terapia: il Tribunale decide che non è obbligatorio vaccinare i propri figli - Dicembre 14, 2005
Storica decisione della Corte d'appello di Lecce:
Battaglia giudiziaria vede i genitori assolti dall’accusa di non aver vaccinato i propri figli.
Cade l'obbligo imposto dal Tribunale dei minori di Lecce, 13 dicembre 2005

Vince la libertà terapeutica del "vaccino libero".
Da oggi anche i genitori pugliesi potranno evitare ai propri figli le 4 profilassi obbligatorie previste dalla legge (antipolio, difto-tetano ed epatite B) senza correre il rischio della limitazione della patria potestà.

L’accusa era la violazione degli articoli del codice civile 330 secondo il quale “il giudice può pronunziare la decadenza dalla potestà quando il genitore viola o trascura i doveri ad essa inerenti”, e del 333: “quando la condotta di uno o di entrambi i genitori non è tale da dare luogo alla pronuncia di decadenza prevista dall’articolo, ma appare comunque pregiudizievole al figlio, il giudice, secondo le circostanze, può adottare i provvedimenti convenienti e può anche disporre l’allontanamento di lui dalla residenza familiare ovvero l’allontanamento del genitore o convivente che maltratta o abusa del minore...”.
L’applicazione del codice avrebbe potuto causare non poche noie ai genitori, perché il giudice o un tutore avrebbe potuto sostituirsi a mamma e papà per sottoporre i bambini alla discussa vaccinazione.

Ma ora, in conseguenza del pronunciamento della Corte d'appello di Lecce, le famiglie potranno decidere secondo la propria coscienza.
Sulle vaccinazioni ci sono due teorie di pensiero. Quella della legge italiana che prevede l'obbligo della profilassi per arginare eventuali epidemie, mortali in tempi ormai remoti, e quella di alcuni genitori dissidenti, secondo i quali la vaccinazione sarebbe una pratica più "pericolosa che vantaggiosa" in una societa' nella quale il benessere alimentare e lo sviluppo della sanità hanno in gran parte debellato i focolai virali.
Le famiglie di Taviano erano rappresentate dall’Avv. Carlo Madaro che ha depositato all’udienza del 02/11/05 documenti, studi e sentenze per dimostrare l'inutilità della pratica. La decisione della speciale sezione minorile è arrivata dopo che le Asl di competenza avevano segnalato alla Procura i genitori inadempienti, entrambi di Taviano.
I giudici minorili avevano ritenuto di dover applicare alla lettera la legge, per le presunte violazioni al codice civile, e ad emettere decreti di "affievolimento necessario della patria potestà limitatamente all'atto vaccinale”.

Visti i fatti, il collegio giudicante non ha potuto far altro che disporre la revoca dei provvedimenti e ripristinare la patria potestà dei genitori relativamente alla libertà di scelta sulle vaccinazioni.
Trattasi di una battaglia per il riconoscimento del principio della “Libertà Di Cura” e della libera scelta della terapia, come prosecuzione delle iniziative a suo tempo assunte dal Pretore di Maglie a favore della famosa terapia Di Bella.

Avv. Carlo Madaro - e.mail: c.madaro@libero.it

Commento NdR: Dobbiamo rallegrarci per una sentenza finalmente illuminata che, ancora una volta, come per il caso DiBella, proviene dal “profondo sud d’Italia.
E’ da notare anche che il Presidente della Repubblica il 26 gennaio 1999 ha firmato un decreto che regolamenta definitivamente la posizione dei bambini non vaccinati a scuola.

Il D.P.R. n.355 dice testualmente: "La mancata certificazione (delle vaccinazioni) non comporta il rifiuto di ammissione dell'alunno alla scuola dell'obbligo o agli esami".


In Puglia una sentenza storica apre la strada alla libertà di scelta sulle tematiche vaccinali  - Bari, 29 Dic. 2010
La Puglia ha i requisiti per deliberare il superamento dell’obbligo vaccinale
“Luogo a non provvedere” per una coppia di genitori che ha rifiutato di sottoporre il figlio alle vaccinazioni obbligatorie. Sentenza positiva che di fatto apre la strada all’obiezione legale nella Regione Puglia.
La documentazione presentata al giudice minorile è il frutto di un lavoro meticoloso, durato settimane, di concerto con la nostra associazione e la ferma volontà dei genitori a dimostrare la fondatezza delle loro convinzioni.

La sentenza è rivoluzionaria: riconosce ai genitori, in presenza di una approfondita conoscenza delle tematiche vaccinali, la libertà di scelta. Una vittoria importante che va a rafforzare, rendendole ancora più poderose, le battaglie di noi genitori obiettori. La Puglia ha i requisiti per deliberare il superamento dell’obbligo vaccinale. Tutte le problematiche relative alla formazione del personale, ammodernamento delle strutture sanitarie, istituzione della farmacovigilanza attiva seguono di pari passo la libertà di scelta e non viceversa. Costruire un ponte di collegamento fra i cittadini e lo stato costituisce l’obiettivo fondante della nostra associazione, ovvero divenire attori principali delle strategie di salvaguardia della salute dei nostri figli.

In questo contesto è utile ricordare che per legge le vaccinazioni non sono più coercibili, che da anni è stato dato libero accesso ai bambini non vaccinati a tutte le comunità infantili, che il numero di genitori obiettori è in continuo aumento e, cosa ancora più determinante, non è più possibile negare o nascondere l’intero universo dei bambini danneggiati “irrimediabilmente” dalle inoculazioni vaccinali. Tale è questa realtà che non ha impedito alla coppia pugliese di affrontare con coraggio e determinazione l’avvilente iter che dai servizi sociali, passando attraverso i colloqui con gli psicologi del consultorio locale, li ha poi scaraventati di fronte ad un giudice minorile.
Vorrei che da questa vittoria se ne ricavasse il giusto insegnamento: non dobbiamo temere le convocazioni dei tribunali minorili, è in gioco la vita dei nostri figli. La scienza è dalla nostra parte, la legge ancora di più, sopratutto quando, obblighi obsoleti, vengono superati da articoli della nostra costituzione e letteralmente spazzati da accordi internazionali (vedi Convenzione di Oviedo).
Ringrazio il presidente del Comilva nazionale, Claudio Simion, per la gentile collaborazione, l’avvocato barese Orazio Moscatello che ha seguito i genitori in tribunale e tutta la passione del nostro impegno, senza della quale non sarebbe stato possibile concretizzare la sola idea della lotta per la libertà di scelta.
By Lucia D’Augelli - Coordinatrice Comilva Puglia

Fonte:
laleva.org


15/05/2009 - In altre regioni d'Italia le vaccinazioni non erano piu' Obbligatorie !

Pubblicato dall' Avv. Conciliatore Saverio Crea - 21 Feb. 2011
rispondo a molti di voi che mi hanno chiesto se in Italia esistono sanzioni penali o amministrative per le famiglie che, consapevolmente, scelgono di non vaccinare i propri figli.
Fino al 1994 gli obiettori potevano essere deferiti al Tribunale dei Minori affinchè venisse affievolita la potestà parentale, per consentire la vaccinazione obbligatoria anche con l'ausilio della forza pubblica.

Con il Decreto Legge 273 del 6 Maggio 1994, convertito con legge 490 del 20 Novembre 1995, é stato stabilito che: "l'esecuzione delle vaccinazioni obbligatorie su minori non può essere coercitivamente imposta con intervento della forza pubblica".
Sono rimaste in vigore le sole sanzioni pecuniarie, in verità piuttosto modeste, per chi non intende dare seguito alle richieste della Amministrazione sanitaria.
E' possibile inoltre chiedere l'esonero dalle vaccinazioni, ai sensi del comma 4 dell'articolo 9 del citato Decreto, con certificato del pediatra di base o di medico specialista privato, non sindacabile da parte delle ASL.
Sono previste a livello regionale ulteriori modifiche in melius della normativa statale in Piemonte, nella Provincia autonoma di Trento, nel Veneto, nella Emilia Romagna ed in Toscana.


INTEGRAZIONE delle VACCINAZIONI (facoltative e/o raccomandate) ad OFFERTA GRATUITA con quelle OBBLIGATORIE
Delib. GR. 586 del 4/6/1999 
Con tali Piani è stato stabilito il calendario delle vaccinazioni raccomandate ad offerta gratuita integrato con il calendario delle vaccinazioni obbligatorie e sono state introdotte alcune importanti novità quali il richiamo al 12°/14° anno per Tetano/difterite adulti, una puntuale strategia per il morbillo con l’introduzione della seconda dose al 5°/6°anno come strategia di recupero dei soggetti non vaccinati nel corso del secondo anno di vita; ovvero come recupero/richiamo all’età di 11 - 12 anni, indipendentemente dall’aver superato una o due delle corrispondenti malattie, e l’estensione dell’offerta attiva della vaccinazione antitetanica a gruppi di popolazione a rischio diversi da quelli soggetti all’obbligo. Le Aziende Sanitarie sono state inoltre invitate ad avvalersi dei Medici Pediatri per la somministrazione dei vaccini dell’età pediatrica.
vedi Calendario vaccinale Italia + Sentenza RIMINI - 2012, NON obbligo vaccinazione

Rivoluzione nel nuovo piano di prevenzione in Piemonte - Lunedì, 29 maggio 2006
Fonte: La Stampa

Piemonte
cancella le vaccinazioni obbligatorie.
Prima Regione in Italia, la seconda e' la Toscana, abolisce con una rivoluzione storica le iniezioni «per legge» e riordina in due sole categorie la distinzione "obbligatorie", "consigliate" e "facoltative", fonte di confusione e incertezza per mamme e papà. Esisteranno solo vaccini "prioritari" e non. Spariscono multe e denunce al Tribunale per i minorenni, per far posto alla formazione: i genitori che decideranno di non sottoporre i figli ai vaccini finora obbligatori per la difterite, tetano, polio ed epatite B, saranno invitati a partecipare a un ciclo di lezioni sull'importanza dell'immunizzazione. Così la Regione avrà assolto il suo dovere di promozione della salute, ma non interferirà poi nella scelta consapevole delle famiglie.
Il nuovo "Piano di promozione delle vaccinazioni" viene presentato oggi, ma "La Stampa" è in grado di anticiparlo.
Sessanta pagine approvate il 10 aprile scorso al termine di un lungo lavoro che ha visto, fra l'altro, impegnato un consiglio di saggi: un pediatra, un procuratore della Repubblica in pensione, un medico legale e un eticista valdese.

        Vittorio Demicheli è il responsabile della Sanità pubblica del Piemonte: "Le vaccinazioni - spiega - costituiscono un'attività fondamentale per la prevenzione. Ma è dimostrato che il vecchio concetto di "facoltativo" veniva interpretato come sinonimo di "inutile", mentre l'imposizione era criticata. Il termine "prioritario" creerà un atteggiamento nuovo da parte delle famiglie".
Tra i motivi che hanno convinto il Piemonte a cambiare rotta c'è poi una constatazione: «"l Tribunale per i minorenni di Torino ha deciso di non voler più essere informato delle vaccinazioni obbligatorie non fatte, a meno che questo non si accompagni a maltrattamenti in famiglia. Inutile, quindi, continuare a denunciare e multare i "fuorilegge". Per chi contesta da sempre i vaccini, è un motivo in più per alimentare la crociata. Per le Regioni, solo uno spreco di tempo e denaro per contrastare ricorsi che nel 50 per cento dei casi vengono vinti dalle famiglie. Nessuno cambia idea, e si arricchiscono solamente gli avvocati".

        Dall'obbligo al diritto. Ecco il nuovo approccio. "Far capire, non costringere", dice Demicheli, che ha tradotto nel Piano 2006 l'invito del ministero a "incrementare gli interventi di ordine strutturale, organizzativo, formativo e comunicativo per consentire l'evoluzione della politica vaccinale dall'ambito degli interventi impositivi a quello della partecipazione consapevole delle famiglie".

"
Promozione delle vaccinazioni": l’offerta vaccinale in Piemonte e’ stata semplificata superando gli attuali vincoli di legge (che distinguono fra vaccinazioni obbligatorie e facoltative e che prevedono sanzioni per gli inadempienti) e istituendo due sole modalita’:

       - vaccini prioritari (offerti in modo attivo e gratuitamente)
 
- tutti gli altri vaccini (disponibili nelle aziende sanitarie a prezzo di costo)

Tratto da: http://www.regione.piemonte.it/sanita/comunicati/dwd/piano_vacc.pdf
Pero' in VENETO  i vaccini sono stati facoltativi dal 01/01/2008 + Vaccini facoltativi in Giappone

Commento NdR:
Molti paesi dell'Europa (EU) e sono la maggioranza, non prevedono le vaccinazioni obbligatorie.
In questi stessi paesi pur NON avendo la popolazione obbligatoriamente vaccinata che raggiunga la minima quota per ottenere il cosiddetto "effetto gregge" (A) (che richiederebbe almeno il 75 % della popolazione vaccinata, cosi dicevano nel 2000, ma nel 2012, lo hanno innalzato al 95%....) NON si verificano MAI situazioni medico sanitarie critiche riconducibili alla mancanza delle vaccinazioni !

In parole povere la mancanza di vaccinazioni non induce, in quelle nazioni senza l'obbligo vaccinale, la comparsa delle malattie per le quali vengono somministrati i vaccini ! deduzione i Vaccini NON servono a proteggere la popolazioni dalle malattie, anzi ne producono di nuove !
(A) - effetto gregge - definizione: e' una BALLA biologica inventata dalle Case produttrici di vaccini per spacciare le vaccinazioni come profilassi "protettrici" della popolazione. !
La prova
?
In Italia oltre 30 milioni di persone adulte NON sono state mai vaccinate con il vaccino per la Polio e da ben 40 anni, eppure NESSUNO di loro ha MAI contratto la Poliomielite ! .... e cosi' anche nelle altre nazioni dell'Europa !
Ma la gente NON sa nulla e NON viene mai informata neppure dalle autorita' "sanitarie" ...che evidentemente sono conniventi con le case farmaceutiche....!

Commento NdR: questi studi dimostrano e confermano cio' che insegniamo da decenni e cioe' che i Vaccini producono nei soggetti sottoposti a quelle infauste pratiche in-sanitarie, spacciate per tecniche preventive, Malnutrizione con perdita di fattori vitali essenziali alla vita sana, alterazione e perdita di: enzimi, flora batterica autoctona, vitamine, minerali, proteine vitali), oltre alle mutazioni genetiche occulte, immunodepressioni, intossicazioni, infiammazioni e contaminazioni da virus e/o batteri pericolosi che nel tempo possono produrre malattie le piu' disparate !
...Big Pharma ringrazia...

VACCINI OMICIDIO di MASSA
 

Italy: I Vaccini sono obbligatori SOLO per lo Stato che non puo' esimersi, dietro richiesta di un cittadino (ma NON obbligatori per il cittadino), dall'inocularli, per quali vedi: http://www.epicentro.iss.it/discussioni/vaccinazioni/vaccinazioni.asp
perche' se fossero obbligatori per il cittadino, l'obbligo sarebbe in contrasto con la Costituzione Italiana, art. 32 il quale recita:
"La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge.
La legge
non può in NESSUN caso (NdR: quindi anche nel caso della vaccinazione) violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana".


Calendario Vaccinale 2012 - 2014
Aumentano le vaccinazioni offerte “gratuitamente” (li paghiamo alle case farmaceutiche con il denaro pubblico – proveniente dalla tasse che paghiamo come cittadini)  e attivamente propagandati…
Il nuovo piano per i vaccini prevede come “obbligatori” (non e’ cosi)  quelli per: difterite, tetano, poliomelite ed epatite B.
Raccomandate invece pertosse, morbillo, rosolia e parotite, pneumococcico coniugato, per il meningococco C, vaccino per  l'Hpv, per l'influenza.
In tutto 10-12  Vaccini
!
Vera Follia, per le gravi immunodepressioni che inducono e non solo... !
A 7 anni dall'ultimo piano nazionale vaccini, targato 2005-2007, è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale, il nuovo piano nazionale vaccinale 2012-2014 con allegato un nuovo calendario nazionale delle vaccinazioni offerte (non obbligatorie) a tutta la popolazione.
Il nuovo piano supera il concetto di vaccinazione riservata all'età pediatrica ed inserisce anche i vaccini per l'influenza per gli over 65enni, anche se di fatto era già esistente.
Sono 3 le novità contenute nel nuovo piano vaccinale.
La prima riguarda il vaccino per lo Hpv (papillomavirus) che entra nel piano grazie ad un apposito stanziamento e sarà quindi gratuito per tutte le dodicenni...che si ammaleranno sempre di piu'....
La seconda riguarda altri due vaccini già offerti in molte regioni, per meningococco e per il pneumococco, la cui offerta viene calendarizzata.
L'ultima novità riguarda invece il vaccino per la varicella: se ne posticipa l'introduzione universale in tutte le Regioni al 2015 (attualmente fa parte dei programmi "vaccinali pilota" con sperimentazione del vaccino sui bambini...- di Basilicata, Calabria, P.A Bolzano, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana e Veneto).

LOMBARDIA
DELIBERA n° VIII/1587 del 22/12/2005
Determinazione in ordine alle vaccinazioni dell'età infantile e dell'adulto in Regione Lombardia.
Con questo documento si stabiliscono le linee guida della vaccinazioni dell’età infantile e dell’adulto, revisione e riordino della profilassi vaccinale.
Fra i provvedimenti che questa delibera stabilisce spiccano:
- definire  le  procedure  di  monitoraggio  degli  eventi  avversi  e  per  l’istruttoria delle pratiche d’indennizzo ai sensi della citata legge n. 210/92;
- promuovere iniziative di formazione  per valutare l’efficacia  dei  programmi  vaccinali  attivati  in  termini  di  benefici  alla salute pubblica e promuovere specifiche ricerche su reazioni avverse minori e sull’efficacia dei vaccini,
-fornire indicazioni uniformi in merito al rifiuto consapevole alla vaccinazione a minori, non dovuto a mera trascuratezza, attivando la  procedura  indicata  nel citato allegato n. 1, quale modalità attraverso cui garantire all’interessato/genitore  le  informazioni  per  renderlo  consapevole non solo dei rischi individuali ma anche dei mancati benefici che potrebbero derivare a sé e alla collettività,
- acquisire l’adesione  dei competenti Tribunali per i minorenni della Regione Lombardia in ordine alla suddetta procedura, così  diventi operativa una volta acquisita

Qui sotto  il testo integrale del provvedimento, unitamente al pronunciamento del Tribunale dei Minori di Milano e Brescia, aggiornato che lo recepisce (24 giugno 2010: rinnovato l'"Accordo sull'adozione del percorso previsto dalla DGR n. 1587/2005 "Determinazioni in ordine alle vaccinazioni dell'età infantile e dell'adulto in Regione Lombardia per i soggetti inadempienti le vaccinazioni obbligatorie".
L'accordo è stato siglato dalla Direzione Generale Sanità di Regione Lombardia e dal Presidente e dal Procuratore della Repubblica dei Tribunali dei Minorenni di Milano e Brescia e concerne la gestione dei casi di rifiuto delle vaccinazioni raccomandate.
Decreto del Tribunale dei Minori di Milano di non luogo a procedere per limitazione della potestà genitoriale per mancata vaccinazione in base alla presente delibera (17 luglio 2008).

PDF:
DELIBERA N. VIII/1587 del 22/12/2005
24 giugno 2010, Adozione del percorso previsto dalla DGR n. 1587/2005
Decreto TdM 1729-2008RG-E-6676-08

EMILIA ROMAGNA - 2013
 

CAMPANIA
Inoltre, La corte di Appello di Napoli conferma la volontarietà della vaccinazione 13-04-2011
La corte di Appello di Napoli ha rigettato la domanda di coercizione della madre che rifiutava di vaccinare la figlia, temendo per le ripercussioni sulla sua salute. vedi PDF della sentenza

Vaccini NON obbligatori.
NapoliTime propone una Legge regionale per la sospensione dell’obbligatorietà vaccinale in età evolutiva.
A seguito della inchiesta sui vaccini (
vai alla pagina Facebook dell’inchiesta) la testata giornalistica NapoliTime sollecita l’impegno di consiglieri di maggioranza e di opposizione per la presentazione e l’approvazione di una proposta di Legge regionale per la sospensione dell’obbligatorietà vaccinale in età evolutiva.
Questa proposta nasce dalla fortissima domanda di informazione riguardo i danni da vaccino, domanda alla quale non sempre corrisponde adeguata risposta da parte di Enti Governativi sanitari. Un’assenza di trasparenza da parte della Sanità Nazionale che rende sempre più urgente una soluzione definitiva al fenomeno dei danneggiati da vaccino, soprattutto in età evolutiva.


PUGLIA: Sentenza Tribunale di Bari
Il tribunale dei minori di Bari ha ammesso e legittimato la scelta di una coppia di genitori che non ha voluto sottoporre il figlio alle vaccinazioni obbligatorie, evitando di procedere nei loro confronti.
"Luogo a non provvedere" per una coppia di genitori che ha rifiutato di sottoporre il figlio alle vaccinazioni obbligatorie.
Sentenza positiva che di fatto apre la strada all'obiezione legale nella nostra regione. In questo contesto è utile ricordare che da anni è stato dato libero accesso ai bambini non vaccinati a tutte le comunità infantili, che il numero di genitori obiettori è in continuo aumento e, cosa ancora più determinante, non è più possibile negare o nascondere l'intero universo dei bambini danneggiati "irrimediabilmente" dalle inoculazioni vaccinali.
La scienza è dalla nostra parte, la legge ancora di più, soprattutto quando, obblighi obsoleti, vengono superati da articoli della nostra costituzione e letteralmente spazzati via dali accordi internazionali - vedi: Convenzione di Oviedo
Vittoria anche al Tribunale dei Minori di Taranto
Ancora un annullamento di un decreto di affievolimento della potestà genitoriale


VENETO, sono state rese Facoltative le Vaccinazioni dal 01/01/2008

(la legge Regionale e' in netto contrasto con la normativa dello Stato, che mantiene l'obbligo nelle altre regioni, quindi i cittadini non tutti sono uguali davanti alla Legge....)

Anche il Veneto entra in Europa 
Dal 01/01/2008 sospeso l'obbligo delle vaccinazioni, come gia e’ in altri Paesi della UE.
In regione Veneto e' caduto l'obbligo dei vaccini con il DDL approvato dalla Commissione del Consiglio Regione
Assessore Tosi, comunicato stampa n° 1739 del 18/102006
Il Veneto sospende dal 1 Gennaio 2008, l'obbligo della vaccinazioni per l'età evolutiva allineandosi all'Europa e promuovendo una nuova cultura in campo sanitario.
La legge che toglie l'obbligatorietà di quattro vaccinazioni (antidifterite, antipolio, antitetano e contro l'epatite B) rendendole facoltative al pari delle altre otto previste.
La Legge Statale e' molto piu' restrittiva e mantiene ancora l'obbligo dei vaccini, quindi la Legge NON  e' uguale per Tutti...

Guardate le Statistiche dei Danni dei vaccini nel Veneto e sono SOLO quelli che sono stati denunciati come tali......gli altri, e sono almeno il triplo...sono rimasti nel buio della bugia di medici disinformati ed incompetenti a rilevare e quindi diagnosticare i danni di queste prassi criminali !

FRIULI Venezia Giulia
Il Friuli Venezia Giulia eliminerà le vaccinazioni obbligatorie e le conseguenti sanzioni per chi non vi adempia. Si tratta delle vaccinazioni dei bambini per la polio, difterire, tetano ed epatite B.
Il testo del disegno di legge è in preparazione in questi giorni negli uffici dell'assessore Maria Sandra Telesca.
La Regione intende sospendere l'obbligo di certificazione di avvenuta vaccinazione ai fini scolastici per ogni ordine e grado e sta inoltre valutando l'elaborazione entro sei mesi di un protocollo regionale di gestione del rifiuto alle vaccinazioni che prospetti "un percorso informativo per i genitori e, in caso di dissenso, preveda l'acquisizione del rifiuto informato".
Secondo Telesca si tratta di una decisione in linea con le indicazioni europee e nazionali: "Si va all'eliminazione dell'obbligo", spiega, anche perché "nei cittadini è evidente la diffusa coscienza della opportunità di vaccinarsi". 
"Chiunque abbia avuto a che fare con genitori che si oppongono alle vaccinazioni - dettaglia Maria Sandra Telesca - sa che, in gran parte si tratta di persone che vogliono affermare anzitutto il diritto di scegliere liberamente. Pochi hanno un atteggiamento ideologico di opposizione a priori, e si tratta prevalentemente di militanti delle associazioni antivaccinali".

TRENTINO, l'associazione “Vaccinare Informati” scrive all’Assessore alle Politiche per la Salute - 25/02/2011
Piano Vaccinazioni Trento e Bolzano, 2012-2014
Già da molti anni l’Associazione Vaccinare Informati, nata per iniziativa di alcuni genitori e medici, è impegnata nella Regione Trentino Alto Adige a informare adeguatamente la popolazione sui rischi e benefici dei vaccini pediatrici, chiedendo con insistenza alla propria Regione di liberalizzare le vaccinazioni pediatriche come è stato fatto nel vicino Veneto.

Pochi giorni fa, l’Associazione ha scritto una lettera che ha inviato all'Assessore e alla Commissione Vaccini della Provincia Autonoma di Trento e anche alla stampa regionale per informare sull’esito dell’incontro che i responsabili dell’Associazione hanno avuto con il suddetto Assessore.
Riportiamo integralmente il testo della lettera:

“In seguito all’incontro avvenuto il 3 febbraio 2011 abbiamo avuto molte richieste di chiarimento da parte dei nostri soci.Innanzitutto esprimiamo il nostro rammarico per non essere riusciti ad approfondire con l’Assessore alcune argomentazioni e problematiche sulla situazione vaccinale della nostra Provincia.
Abbiamo la necessità di ottenere precise risposte per rispettare quelli che sono i nostri impegni presi con i soci e con i genitori che quotidianamente ci interpellano.
Ritenendo che la collaborazione tra cittadini e istituzioni sia la premessa indispensabile per il miglioramento della convivenza civile e della responsabilizzazione di ogni persona, confidiamo in una risposta alle richieste di migliaia di famiglie trentine che credono nella libertà di scelta in materia di salute.

I nostri quesiti principali sono i seguenti:
1 - Chiediamo l’effettiva entrata in vigore dell’articolo della nuova legge della sanità relativo al superamento dell’obbligo vaccinale e della sanzione amministrativa, come ribadito anche dal consigliere Roberto Bombarda.I nostri soci sono indignati quando si vedono ancora recapitare una sanzione pecuniaria, non tanto per il costo in denaro, ma per la negazione del sacrosanto diritto all’obiezione.
Già dal 2000 i vaccini nel nostro Paese sono obbligatori ma non coercitivi e molte Regioni italiane, anche senza leggi regionali, hanno tolto la multa prevedendo il consenso informato.
Il riferimento dell’assessore alla soglia del 95% di vaccinati come limite necessario per l’entrata in vigore della nuova legge contrasta in maniera clamorosa con quello che dovrebbe essere il senso della legge, riconoscere il diritto alla libertà di scelta, rendendo la legge stessa completamente inutile.
2 - Molte richieste che pervengono all’Associazione riguardano la mancanza di informazione da parte dei servizi vaccinali sui reali rischi e controindicazioni dei vaccini, efficacia e durata della protezione, distinzione tra vaccini obbligatori e consigliati.
Ai neo-genitori viene ancora recapitato un semplice invito a vaccinare il bambino, contro 7 malattie più altre 3, a 13-15 mesi (con relativi richiami) senza specificare con chiarezza che il genitore ha il diritto a praticare solo i 4 vaccini obbligatori e senza inserire i foglietti illustrativi dei farmaci, come previsto dall’articolo 7 della Legge 210 del 1992.
Spesso i genitori che chiedono di somministrare solo i vaccini obbligatori vengono criticati. Anche la documentazione, fornita solo dopo specifica richiesta dei genitori, risulta incompleta, soprattutto per quanto riguarda i dati sulle reazioni a medio e lungo termine. Chiediamo quindi che a tutti i genitori venga fornita un’informazione completa e dettagliata.

3 - Quest’ultima considerazione è, secondo noi, la più importante perché riguarda la salute sia dei vaccinati che dei non vaccinati.
Dalle molteplici segnalazioni dei genitori trentini, sappiamo che non sono poi così rare le reazioni post-vaccinali anche gravi che talora richiedono anche l’ospedalizzazione. Quasi sempre, però, tali effetti indesiderati non vengono considerati né tantomeno riportati sul libretto sanitario. Questi dati che vengono così a mancare, rappresentano un ostacolo per realizzare un’attiva farmacovigilanza, indispensabile per la salute della popolazione.
L’aspetto più grave di tutto ciò è che le famiglie colpite da un danno vaccinale non sanno a chi rivolgersi per aiutare il proprio bambino, non sanno che esiste una legge per il riconoscimento del danno e la prassi per ottenere tale riconoscimento.
Si rivolgono quindi all’Associazione, chiedendo i riferimenti sanitari pubblici in Trentino.

Chiediamo all’Assessore e alla Commissione vaccini che il Dott. Gino Burattoni e/o il Dott. Eugenio Serravalle, collaboratori dell’Associazione, possano essere inseriti nella Commissione per sostenere le istanze di una parte della società civile.
Vi invitiamo a partecipare al nostro convegno annuale che si terrà a Povo (TN), presso la sala polivalente, sabato 2 aprile, dalle ore 14.00 in poi, intitolato:  MEDICINA PREVENTIVA e VACCINI:  I NOSTRI FIGLI SONO al SICURO ?
Se ci confermate la vostra presenza, programmeremo uno spazio per un vostro intervento.
In attesa di una risposta ai nostri quesiti, vi salutiamo cordialmente”.

Associazione “Vaccinare Informati” del Trentino
Tratto da: informasalus.it

Vaccinazioni, FINALMENTE cade l'obbligo anche in Trentino  - La riforma sanitaria le rende facoltative - Luglio 2010
Le famiglie potranno scegliere - senza timori di sanzioni - se vaccinare i propri figli. La norma dovrebbe diventare operativa nel 2011, in seguito alla realizzazione del piano sulle vaccinazioni

TRENTO - Vaccinarsi in Trentino non sarà più un dovere. Nella riforma della sanità provinciale, appena licenziata dal consiglio, è prevista la «possibilità di un graduale superamento della vaccinazione obbligatoria».
Questo significa che le famiglie potranno scegliere - senza timori di sanzioni - se vaccinare i propri figli. La norma dovrebbe diventare operativa nel 2011, in seguito alla realizzazione del piano sulle vaccinazioni.
Attualmente funziona così.
Quando un neonato ha 2 mesi di vita, arriva una lettera nella quale s’invitano i familiari a vaccinare proprio figlio. In Italia i vaccini obbligatori sono quattro, per: difterite (dal 1939), polio (dal 1966), tetano (dal 1968), epatite B (dal 1991).
In ogni caso, quasi tutti i bambini ricevono, a partire dal terzo mese, l’esavalente, che pero' contiene 2 vaccini NON obbligatori, facendo rischiare la salute a molti banbini e facendo spenmdere illegalmente piu' denaro allo Stato...Big Pharma ringrazia i suoi uomini politici e medici che se ne stanno zitti....
Sei vaccini che, oltre ai quattro obbligatori, ne contengono altri due facoltativi: quello per la pertosse e le per l'influenza B. Poi, ne vengono proposti altri per il morbillo, rosolia, parotite.
Le vaccinazioni sono obbligatorie, ma non più coercitive. Questo significa che, nonostante l’obbligatorietà, una famiglia si può rifiutare di far vaccinare il proprio figlio. Questa scelta, però, comporta il pagamento di una sanzione di circa 200 euro. Una vera e propria multa (sanzione) da pagare all’Azienda sanitaria, ASL locale, che pero' puo' essere evitata, dato che vi sono altre sentenze che la annullano !.

NON PAGARE le SANZIONI ASL + NON e' reato NON VACCINARE

TRENTINO:
Non sono neppure sanzionabili i genitori che non vaccinano i figli per convincimento personale, cioe’ i genitori che non vaccinano i figli per obiezione ai vaccini - Trento (I) – Gen. 2012
Queste le disposizioni per il superamento dell’obbligo vaccinale decise in via sperimentale dalla Giunta provinciale di Trento, nel Piano vaccinale. Anche all’atto dell’iscrizione scolastica, non sarà piu’  obbligatorio presentare il certificato di avvenuta vaccinazione
La Giunta, su proposta dell’assessore alla salute e politiche sociali Ugo Rossi, ha approvato il nuovo “Piano di promozione delle vaccinazioni per la provincia di Trento”, che e’ stato elaborato dalla Commissione provinciale per le strategie vaccinali e la prevenzione delle malattie infettive.
Esso stabilisce che a partire da oggi, 13 gennaio 2012, i genitori e coloro che hanno la patria potestà sui minori se decidono, per un insuperabile convincimento personale, di non sottoporre a vaccinazione i propri figli, non sono più sanzionabili.
Il Piano conferma inoltre che, all’atto dell’iscrizione scolastica, non è obbligatorio presentare il certificato di avvenuta vaccinazione.
Questo rifiuto deve però essere espresso in forma scritta ed inviato all’Azienda provinciale per i Servizi sanitari, utilizzando un modulo che sarà fornito dalla stessa. In mancanza di tale comunicazione la mancava vaccinazione sarà soggetta a sanzione pecuniaria.
“Sono ormai alcuni anni - commenta l’assessore provinciale Ugo Rossi - che è in corso un dibattito sull’opportunità di intraprendere un graduale processo di superamento dell’obbligo vaccinale, grazie ai progressi e all’evoluzione culturale della società italiana. 

Lo ha deciso oggi la giunta provinciale di Trento approvando una delibera dell'assessore alla salute Rossi. Nel corso della seduta è stato anche approvato il Piano di promozione delle vaccinazioni per la provincia di Trento. "Sono ormai alcuni anni - commenta l'assessore provinciale - che è in corso un dibattito sull'opportunità di intraprendere un graduale processo di superamento dell'obbligo vaccinale, grazie ai progressi e all'evoluzione culturale della società italiana. L'idea di fondo è quella di prevedere il passaggio dagli interventi che impongono le vaccinazioni ad una partecipazione consapevole della comunità, dove la profilassi vaccinale venga intesa come opportunità di partecipazione informata e consapevole delle scelte riguardanti la salute, come appunto previsto dalla legge provinciale che tutela la salute in provincia di Trento".

La delibera approvata dalla Giunta, sospende quindi in via sperimentale, dalla data odierna, l'applicazione delle sanzioni pecuniarie nei confronti di coloro che rifiutano di sottoporre a vaccinazione i minori per un insuperabile convincimento personale.
Questo rifiuto deve però essere espresso in forma scritta ed inviato all'Azienda provinciale per i Servizi sanitari, utilizzando un modulo che sarà fornito dalla stessa. In mancanza di tale comunicazione la mancava vaccinazione sarà soggetta a sanzione pecuniaria.

Commento
NdR: PRIMA di andare a discutere del problema all'ASL locale, SCRIVETE come indicato QUI
  
L'obbligo dei vaccini non significa obbligo della vaccinazione. In parole povere, la legge italiana vieta le vaccinazioni forzate e sanziona i genitori che non vaccinano i figli solo con una ammenda, che in alcune regioni (ad esempio il Piemonte) nemmeno viene irrogata. e' inoltre possibile evitare le vaccinazioni esibendo un certificato del pediatra o di medico specialista che le sconsiglia espressamente, ma non fate certificati falsi, perche' in questo modo non aiutate gli altri....

Vaccini facoltativi:
La corte di Appello di Napoli conferma la volontarietà della vaccinazione 13-04-2011
La corte di Appello di Napoli ha rigettato la domanda di coercizione della madre che rifiutava di vaccinare la figlia, temendo per le ripercussioni sulla sua salute. vedi PDF della sentenza

vedi Legge Regionale in PDF: Veneto Vaccini Liberi + Vaccinazioni facoltative varie regioni + Vaccini facoltativi in Giappone + Effetto Gregge + Perche' vaccinare ? + Sentenza RIMINI - 2012, NON obbligo vaccinazione

SAN MARINO (I):
dal 2012 esiste una legge che obbliga i genitori obiettori ai vaccini, per i loro bambini
(quelli che non vogliono vaccinare i propri figli), a contrarre una polizza assicurativa per il “Danno da Contagio”….richiesta che fa ridere, perche’ siccome il danno da contagio non esiste, perché tutto e basato sulla FALSA teoria del contagio aerobico, che NON esiste, salvo ad esempio nel caso di  trasfusioni di sangue o contato e/o manipolazione di feci, per cui trattasi non di contagio aerobico, ma si tratta per le trasfusioni, di inoculazione di sangue tossico eterologo (non proprio), quindi ritenuto tossico dall’organismo ricevente, con tutti i pericoli del caso, e per la manipolazione di feci, non e' detto che i manipolatori delle feci dei bambini vaccinati, cosa che fanno tutte le madri di bambini vaccinati quando gli lavano il sederino dopo la loro cacca...NON si ammalano es. di Polio...neppure loro....si dovrebbe tenere il conto dei “possibili” contagiati  aerobici dalla data della entrata in vigore della Legge sanmarinese sul tema,  per vedere quanti bambini non vaccinati si sarebbero ammalati con il "contagio aerobico"; inoltre se fosse vera la "teoria del contagio" i bambini vaccinati, essendo portatori sani o non, dei virus e batteri vaccinali, potrebbero "contagiare" gli altri adulti e bambini non vaccinati, con i quali vengono in contatto, cosa che NON avviene mai !
Esempio:
In Italia ogni anno nascono 500 mila bambini x 40 anni = 20 milioni di bambini portatori, (di questi quasi il 95 % viene vaccinato minimo con l’esavalente che contiene  ben 6 virus vaccinali, ad esempio quello della polio); i bambini portatori "sani" crescono e vengono in contatto con tutti gli altri, eppure pur essendovi in Italia oltre 20 milioni di adulti di oltre 40 anni, NON vaccinati per la Poliomielite, NESSUNO di questi, pur essendo a contatto con quei bambini portatori "sani" del virus della Polio, si ammala…perche’ ?..., perche’ la teoria del contagio e’ FALSA !...... e cio’ vale anche per le altre "malattie" falsamente dette "contagiose"…
Riflettete bene su questi che sono fatti !


vedi anche Polio + Vaiolo + Difterite + Tetano  + Epatite B + Pertosse + Morbillo + Parotite + Rosolia + Meningite

RECENTE SENTENZA che conferma che le VACCINAZIONI NON SONO OBBLIGATORIE !
 

 


Descrizione particolareggiata del Meccanismo dei DANNI dei Vaccini, delle Amalgami dentali e/o Metalli Tossici  (che hanno le madri durante la gravidanza). Questo meccanismo vale anche per TUTTI i Vaccini !
 

Entro 2010 In tutte le nazioni dell'Europa si dovra' superare l'Obbligo vaccinale + Vaccini Facoltativi in Italia, subito

24 gennaio 2008: Giusta la decisione del Veneto, ma ogni Regione ha i suoi tempi
Il principio in base a cui la Regione Veneto ha sospeso l’obbligo vaccinale è legittimo e l’autonomia regionale in campo sanitario lo consente - Tratto da: http://www.epicentro.iss.it
vedi:
Falsita' della medicina ufficiale  +  1000 studi sui Danni dei Vaccini  + Danni dei Vaccini + Come distruggere in maniera scientifica il sistema immunitario, con i Vaccini

IMPORTANTE: questo pdf: http://www.dipmat.unipg.it/~mamone/sci-dem/nuocontri_1/debernardi.pdf
Danni Biologici dei Vaccini e Cure (dott. M. Montinari+  Danni dei Vaccini (testimonianze)

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

In Italia si vaccina troppo e con leggerezza... e molti ne restano danneggiati - 11 gennaio 2010
La libertà è cominciata in Veneto il 1 gennaio 2008 - Quanti sono a rischio ?
In Italia un’equipe di ricercatori guidata dal Premio Nobel, Renato Dulbecco, ha dimostrato che un bambino su 30.000 soffre di una immunodeficienza combinata grave, mentre nel quadro più ampio delle immunodeficienze si arriva ad un neonato su 600 (quindi, rispettivamente, 19 e più di 800 l’anno in Italia) [Fonte: “Il Giornale” 13.09.1995]. Resi pubblici i primi risultati, il Ministero ha tagliato i fondi….
Comunque, lo stesso manuale più usato dai medici in occidente, il “Manuale Merck” (edizione 1984, la prima in italiano), afferma: “Il vaccino Sabin (zuccherino) a virus è controindicato per i soggetti immunodeficienti, che dovranno quindi ricevere quello a virus (Salk)”, mentre in Italia fino al 2003, lo hanno “propinato” senza riguardi.
Nel Centro-Sud Europa, Italia compresa, tra il 1964 ed il 1999 - 2003 si è usato il Sabin, (NdR: oggi nel 2010 si utilizza il Salk) senza minimamente tentare di capire se il bambino fosse immunodepresso in quel momento, “tanto ne morivano pochi”, e nel caso, “si negava” la relazione per non creare timori, assicurandosi così delle statistiche “confortanti”.

Perché sulle statistiche non risultano i danneggiati ?
Ad esempio, la dott.ssa Marzia Zorzetto è il Presidente della Sezione di Treviso dell’ANMIC - Associazione Nazionale Mutilati ed Invalidi Civili - ed ha affermato: “Tra i nostri assistiti ce ne sono molti lesi dalle vaccinazioni. I genitori lo avevano ben capito già negli anni’50, ma per sfiducia verso ospedali e Magistratura, non tentavano neanche la lunga e costosa strada della giustizia, per un riconoscimento ed un risarcimento.
Finalmente in questi anni la cosa è stata resa possibile per la semplice via amministrativa e per una cifra che arriva a 150.000 euro, anche per fatti avvenuti anche negli anni ’50. Le richieste sono ancora pochissime solo per la mancata pubblicità della legge 210/92.

Solo gli handicappati a scuola sono oltre 150.000 pari a 1 su 40 ?
Secondo l’On. Pietro Squaglia della Margherita, nella scuola pubblica siamo passati dai 138.000 casi del 2001/2002, ai 145.000 del 2002/2003, fino ai 151.000 del 2003/2004, con un incremento annuale di circa lo 0,4-0,5%.
Pertanto dall’asilo alle scuole medie superiori su sette milioni di soggetti il rapporto risulta (allora), essere 1 su 47 individui. Oggi in Veneto ci sono 12.000 disabili a scuola su 485.000 studenti (1 su 40!) [Fonte: “Il Gazzettino” 11.09.2007].

Ha senso rifiutare i vaccini ?

Dott. M. Montinari: montinari.m@libero.it (Oggi, solo il dott. M. Montinari ha in cura migliaia di pazienti oltre a 6.500 bambini, giovani e militari autistici, rovinati dai Vaccini, curati dal 1996 al 2014)
e che è possibile individuare i soggetti più a rischio di malattie moderne prima di vaccinarli, anche se il metodo è un po’ troppo costoso (300 euro ?), per estenderlo a tutta la popolazione infantile, quindi lo Stato “risparmia” andando alla cieca, sulla pelle dei bambini.
Anche il test della Semeiotica Biofisica Quantistica e' in grado di controllare se vi sono danni da vaccino.
La Federazione del Comilva, sostiene che i vaccini costituiscono il tentativo inutile di evitare malattie estremamente improbabili, ottenendo un danno da vaccino estremamente probabile, almeno un’allergia in più di 1 su 3 soggetti.
In oltre 20 anni di Movimento di rifiuto, nessuno delle loro migliaia di figli ha avuto alcuna malattia per le quali ci si vaccina, nemmeno il “possibile” tetano, mentre in 30 anni, sui soli giornali italiani si sono visti gli elenchi di  morti ed altri gravemente ammalati da vaccino.

Un danno da vaccino ? Ad esempio l’autismo
Il fenomeno è apparso inizialmente negli USA nel 1943 e si è quadruplicato negli ultimi 10 anni.
Ad affermarlo è il dott. John Hopkins dell’Università di Baltimora.
Non solo, dal 1988 sono quasi triplicate le vaccinazioni entro i 24 mesi di vita ed i casi di autismo sono aumentati del 1700%, di fronte ad un incremento del 30% delle patologie in genere
[Fonte: Yazbak, “Journal of American Phisicians and Surgeons”, volume 8 number 4, Winter 2003].
e questi malati aumentano sempre di piu' e velocemente… .

(ANSA) - Verona, 21 gennaio 2006. E' una correlazione di fattori di ambito genetico, biologico, ambientale (come le infezioni) a provocare l'autismo, malattia segnalata in crescita esponenziale negli ultimi anni (in America ne è colpito un bambino su 250 - (NdR: nel 2010 1 su 80....) e caratterizzata dalla disarmonia dello sviluppo delle funzioni cerebrali che, di conseguenza, interagiscono male tra loro.
L'indicazione è emersa al Congresso Internazionale "La terra di mezzo - Autismo: una sfida alla scienza", organizzato dal Servizio di Neuropsichiatria Infantile e Psicologia dell'Età Evolutiva dell'U.S.L. n. 20 di Verona. ". “Tra le cause che trasformano una predisposizione genetica e immunologica allo sviluppo dell'autismo in conclamazione della malattia”, ha detto Federico Balzola, dirigente medico presso l'Unità Ospedaliera di Gastroepatologia dell'A.S.L. San Giovanni Battista di Torino, “Si ipotizza ci siano i metalli pesanti, in particolare il mercurio usato nella composizione dei vaccini, per veicolare i principi attivi”.

Il mercurio
Solo negli anni ’90 si sono dimostrati gli effetti letali delle dosi di mercurio contenute nei vaccini.
Dopo aver avvelenato due generazioni giurando che questi erano innocui, nel 2003 le “autorità” di tutto il mondo, hanno vietato il mercurio nei vaccini per bambini, ma resta l’alluminio che ha un effetto molto simile sul sistema nervoso centrale.
Chi si fida delle autorita' in.-sanitarie....è perduto !

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

ROMA — Non più punture per forza in Veneto.
La Regione annuncerà la prossima settimana in un convegno l'avvio di «un percorso per la sospensione dell'obbligo vaccinale che impegni sempre più i servizi alla corretta informazione per la scelta consapevole della popolazione».
L'obbligo verrà definitivamente sospeso da una legge locale in contrasto con quella dello Stato.

L'INIZIATIVA — Massimo Valsecchi, direttore del dipartimento di prevenzione della Asl di Verona, ritiene che dal punto di vista giuridico non ci siano ostacoli: «Lo prevede l'articolo 5 della Costituzione sulla devolution. Vogliamo dare segnali di svecchiamento. Riteniamo di essere pronti al grande passo. Da noi il 95 per cento dei bambini fanno la profilassi, c'è uno dei tassi di copertura vaccinale più alti d'Italia, i servizi sono bene organizzati per passare da un sistema coercitivo a un sistema di accettazione spontanea, senza compromettere i risultati raggiunti. Speriamo di fare da apripista».

VENETO: ECCO CHI HA VOTATO la "NOSTRA" LEGGE VOLUTA dall'ASSESSORE FLAVIO TOSI
Fonte: lì Gazzettino 8 mar 2007

Approvata la legge, con una maggioranza trasversale. 27 si su 53 e 11 no, 15 astenuti. Favorevoli: Lega Nord, parte di Forza Italia, parte del Partito Democratico Veneto (DS e Margherita), Rifondazione Comunista e Progetto Nord Est. No di AN.

Il Veneto sospende dal 1. gennaio 2008 l'obbligo della vaccinazioni per l'età evolutiva allineandosi all'Europa e promuovendo una nuova cultura in campo sanitario. Ma quanta faticai Un solo voto di scarto in consiglio regionale ha consentito di raggiungere un obiettivo che ad un certo punto della discussione sembrava compromesso tanto da costringere l'assessore Flavio Tosi a sospendere una delicata riunione con i direttori generali delle ASL e a precipitarsi in aula per meglio chiarire i termini del problema. Ventisette si, 11 no e 15 astenuti hanno consentito alla fine di approvare la legge che toglie l'obbligatorietà di quattro vaccinazioni (antidifterite, antipolio, antitetano e contro l'epatite B) rendendole facoltative al pari delle altre otto previste.
Che l'iter del provvedimento sarebbe stato tortuoso lo si era capito sin dall’inizio. Aveva cominciato il presidente del neo gruppo unico dell'Ulivo - Partito Veneto, Achille Variati, a chiedere il rinvio in commissione del provvedimento in quanto mancavano i riferimenti statistici ed epidemiologici necessari a far comprendere il perché della sospensione dell'obbligo.
Richiesta bocciata dalla maggioranza che poi si è però resa conto dell"inconsistenza dei numeri a disposizione" l'Intero gruppo di AN era contrario, l'UDC parlava di astensione, Nereo Laroni (Nuovo PSI) snocciolava una serie di dubbi, Forza Italia lasciava libertà di coscienza sul voto, il solo Daniele Stivai assicurava il voto a favore della Lega.
Quindi, l'unica interprefazione possibile e confermata anche dalla relatrice della legge On. Carla Castellani e dagli altri firmatari, è che venga applicala la tabella di conversione del 50% calcolato in relazione agli anni realmente intercorsi tra il manifestarsi dell'evento dannoso e l'ottenimento dell'indennizzo stesso {comma 2), per un massimo di 10 annualità, come previsto dal comma 1 e come voluto dal legislatore.

32) Proposta di modifica art. 1 comma 3, L. 229/05 nella parte in cui cita: "Qualora a causa delta vaccinazione obbligatoria sia derivato il decesso ..."con" Qualora sia derivato il decesso, l'avente diritto che ha prestato assistenza prevalente e continuativa ...".
Limitare l'indennizzo solo ai familiari di coloro che sono deceduti a causa della vaccinazione, sembra, oltre che molto limitativo, anche iniquo. Cosi facendo, infatti, coloro che, per prestare l'assistenza hanno dovuto rinunciare al lavoro, si ritroveranno in gravi difficoltà. Cosi facendo, inoltre, si vedrebbero ridurre in modo esponenziale le cause intentate dai genitori per vedersi riconosciuto il danno patrimoniale.

Le associazioni convenute non erano tutte allineate su questo documento e ci sono state alcune situazioni polemiche imbarazzanti durante l'incontro che non hanno certamente giovato alla nostra causa: ma tante, siamo stati abituati a ben altro da non turbarci più di tanto e andare avanti per la nostra strada. Infatti abbiamo preparato, su iniziativa del COMILVA Lombardia e con il prezioso supporto del dott. Miedico, un documento dedicato al monitoraggio dei danni da vaccino.
Vi riportiamo il cuore del progetto.

Premesso che alcuni danni da vaccino sono previsti e riconosciuti ufficialmente da parte dello Stato e dagli organi competenti, si possono distinguere almeno tre situazioni da porre in relazione allo spirito della Legge 210192:
1.     I   bambini danneggiati, che dall'anamnesi medica, presentavano patologie o alterazioni della salute che, sulla base delle indicazioni ministeriali, non  controindicavano la vaccinazione (l'esempio più frequente è quello dell'eczema atopico);
2.    I   bambini  danneggiati  che presentavano all'anamnesi delle patologie che controindicavano la vaccinazione ma erano stati vaccinati ugualmente;
3.     I bambini danneggiati che non presentavano patologie di alcun genere ed erano in buona salute.

Il caso 1. rende evidente che l'elenco delle patologie elencate come possibili controindicazioni alla vaccinazione nella circolare N 9/91 del Ministero della Sanità è incompleto: l'elenco è pericoloso per sottovalutazione. Dovrà essere formulato allo scopo un nuovo elenco alla luce delle valutazioni di una commissione ministeriale a carattere scientifico, allargata a rappresentanti e tecnici delle associazioni dei danneggiati da vaccino, che tenga conto finalmente delle esperienze vissute concretamente dagli interessati

Nel caso 2. si tratta di un grave errore da parte del personale medico responsabile della valutazione, quindi di un danno provocato dai medici. Nel caso 3. si tratta di una situazione ancora più allarmante in quanto implica che un bambino presunto sano, secondo criteri normali della valutazione dello stato di salute, è stato danneggiato dall'intervento vaccinale.
Se gli ufficiali sanitari attraverso un'attenta anamnesi non sono in grado di prevenire il danno post-vaccinale, ogni soggetto anche se presunto sano è a rischio, cosi come lo è la collettività. Questa situazione crea enormi dubbi poiché rende concreta la possibilità di un grave danno senza alcun preavviso. Bisognerebbe poter individuare dei test che evidenziassero il rischio, o meglio ritardare di almeno un anno la prima vaccinazione.

Per quanto sopra esposto per ridurre i danni da vaccino e valutare il ruolo sull'evoluzione di una qualsiasi patologia presente atta nascita si dovrebbe attuare tutta una sena di ricerche basate su:
-    Esonero automatico dalle vaccinazioni a tutti i bambini che presentano una qualsiasi patologia alla nascita e se all’anamnesi familiare risultano patologie neurologiche o genetiche (eseguire ad esempio test HLA)
- Interruzione per almeno un anno del ciclo vaccinale a tutti i bambini che dopo la vaccinazione e fino al successivo richiamo presentano una qualsiasi sospetta reazione avversa.
-    Monitoraggio di tutti i soggetti dei due punti precedenti per almeno due anni.

Rispettando questi parametri, nell'arco di dodici mesi, si potrebbe già avere una prima statistica dell'evoluzione delle singole patologie. Controllando queste statistiche anno per anno, sarà possibile evidenziare se l'interruzione vaccinale ha apportato un beneficio sostanziale nella riduzione delle patologie vaccino-correlate.

Il documento è stato consegnato nel corso dell'incontro al dott. Palumbo e ai rappresentanti delle associazioni convenute: è stato inviato inoltre al Presidente Napoletano, al presidente Prodi, al Ministro Turco e ai Governatori delle regioni italiane e delle province autonome di Trento e Bolzano.
L'iniziativa sarà seguita molto da vicino e vi aggiorneremo sugli sviluppi.
Tratto da Comilva.org

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>


LE ALTRE REGIONI — Una rivoluzione culturale che in altre realtà della penisola sarebbe ancora prematura considerata la difficoltà a far comprendere ai genitori l'importanza di proteggere i figli da alcune malattie infettive. In Calabria e a Bolzano la soglia dei bambini che hanno fatto l'anti morbillo (vaccino raccomandato, quindi non dell'obbligo ma che funge da cartina tornasole) è inferiore all'85 per cento. Altre Regioni hanno invece già ammorbidito l'obbligatorietà con delibere e circolari.
Oggi chi sottrae il bambino alle scadenze del calendario vaccinale non rischia più l'intervento dei carabinieri ne' l'espulsione da scuola. Incorre però in una denuncia ai servizi sociali e può essere chiamato dal Tribunale dei Minori, rimediando una sanzione amministrativa. Una legge annullerebbe del tutto queste situazioni.

PIÙ INFORMAZIONE — Lo smarcamento del Veneto verso la devoluzione vaccinale avverrà per gradi. L'unica preoccupazione, ritiene Valsecchi, è che la sospensione dell'obbligo induca le famiglie a trascurare la prevenzione: «I cittadini tendono a considerare meno importante ciò che è facoltativo». Le Asl si stanno preparando per intensificare l'azione di counselling, di informazione efficace. Sono partiti un anno fa i corsi per migliorare le capacità di persuasione degli operatori sanitari: «Si punterà ad ottenere dal genitore un consenso condiviso», dice Michele Gangemi presidente dell'associazione culturale pediatri, impegnato nella campagna di educazione.

GLI OBIETTORI — «È un grande gesto di civiltà, finalmente ci sarà convivenza e non solo tolleranza, è un atto di coraggio», accoglie con soddisfazione la novità Claudia Benatti, coordinatrice di Vaccinetwork (sito chiuso non si sa perche' ?).
Gli obiettori del vaccino in Italia sono l'1-2 per cento, soprattutto famiglie di bambini danneggiati dall'antipolio. Secondo Benatti si mette fine a «discriminazioni e penalizzazioni di cittadini che fanno scelte autonome. Un genitore che nega il consenso va incontro a situazioni spiacevoli. I tribunali di Piemonte, Emilia Romagna, Toscana e Liguria non chiamano più chi non rispetta l'obbligo, in Puglia e Veneto il rischio esiste per chi si sottrae all'antitetanica, nelle Marche c'è molta rigidità». Ora chi si sottrae alla profilassi rischia l'espulsione da scuola dell'obbligo....
Gli obiettori: «È un atto di coraggio, finalmente ci sarà convivenza»
By Margherita De Bac - Corr Sera del 03/FEB/2006

Commento NdR: Molti paesi dell'Europa (EU) e sono la maggioranza, non prevedono le vaccinazioni obbligatorie. In questi stessi paesi pur NON avendo la popolazione vaccinata che raggiunga la minima quota per ottenere il cosiddetto "effetto gregge" (75-85 ora nel 2012 hanno aumentato al 95 % della popolazione vaccinata) NON si sono MAI verificate ne' si verificano MAI situazioni medico sanitarie "critiche" riconducibili alla mancanza delle vaccinazioni !
In parole povere la mancanza di vaccinazioni non induce in quelle nazioni senza l'obbligo vaccinale, la comparsa delle malattie per le quali vengono somministrati i vaccini ! deduzione logica: i Vaccini NON servono a proteggere la popolazioni dalle malattie, anzi ne' producono di nuove !

Effetto gregge - definizione: e' una balla inventata dalle case produttrici di vaccini per spacciare le vaccinazioni come profilassi "protettrici" della popolazione. !
La prova
?
In Italia oltre 40 milioni di persone adulte NON sono state mai vaccinate con il vaccino per la Polio e da ben 40 anni, eppure NESSUNO di loro ha MAI contratto la Poliomielite ! .... e cosi' anche nelle altre nazioni dell'Europa !

Ma la gente NON sa nulla e NON viene mai informata neppure dalle autorita' "sanitarie" ...che evidentemente sono conniventi con le case farmaceutiche....!

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Questo l' articolo su Altra News, lo leggo e mi vengono i brividi.
Infatti la previsione dell’attivista russo (l’articolo parla di un evento delittuoso di 15 mesi fa) trova conferma oggi nella pratica dell’induzione alla vaccinazione delle bambine del Veneto per il presunto Papilloma virus. Il Veneto si sa è il laboratorio di Big Pharma dove in anteprima vengono testate le varie presunte medicine mortifere e biocide che poi saranno estese all’intero territorio nazionale.

Si pensi che i costi per la sanità a carico della regione Veneto sono pressoché doppi rispetto a quelli delle altre regioni e superano il 60% dell’ammontare della disponibilità economica della Regione.
Attualmente nelle famiglie dove vi sono bambine dai 12 anni, arrivano lettere delle relative USL che invitano perentoriamente le bimbe a vaccinarsi per il Papilloma Virus. Se andate a guardare però la lettera e a nome dell’ASL-Usl, vedete che non porta nello spazio apposito, la firma di alcun medico responsabile..il che rende il documento ILLEGITTIMO !

Ebbene genitori, fatevi carico del vostro ruolo, prendete quel foglio, andate dalle Usl-ASL di Competenza e chiedete di vedere in faccia il responsabile di queste lettere. Chiedete che vi certifichi che il vaccino non rende sterili le vostre figlie. Chiedete che vi metta per iscritto che i veleni contenuti nel vaccino non sono veleni e non hanno esiti nefasti. Non lo farà e voi capirete tutto.
A questo punto vogliate bene ai vostri figli, risparmiate loro quest’offesa criminale, rispettateli, informandovi, facendo lo sforzo di capire cos’è questo stramaledetto vaccino. Quando avrete scoperto cos’è avvertite gli amici e i parenti ne avete il dovere.
Qui a Stampa Libera facciamo la nostra parte in prima linea.

Voi avete il dovere di aiutare, informare gli altri che non sanno del pericolo che corrono i loro figli. Ho saputo di recente di scuole in cui tutte le bambine si vantavano di aver fatto il vaccino! Agli uomini che hanno superato i 50 anni mandano l’invito a farsi una biopsia per intercettare il cancro al retto, mentre alle donne mandano continui avvisi di farsi diagnosticare tumori al seno.

SI PREGA TUTTI di diffondere tali informazioni sul vaccino Gardasil-Cervarix
Alexander Goncharov, un attivista russo che ha esposto il programma di eugenetica globale, in particolare un programma di vaccinazione che e' iniziato anche in Italia nel 2011, è recentemente scomparso dopo gravi minacce per la sua vita. È scomparso la notte del 30 ottobre 2010, alle ore 22:00 circa quando è stato visto l’ultima volta lasciare il suo ufficio presso la società russa Benevolent senza fare più ritorno a casa.
Alexander Goncharov aveva giurato di diffondere quante più informazioni possibili sul programma di eugenetica globale ai professionisti medici e al pubblico. Aveva scoperto un piano per sterilizzare le donne attraverso programmi di vaccinazione in Russia, Ucraina e Bielorussia.
Dopo le minacce nello stesso giorno aveva chiesto protezione dagli amici paracadutisti, ma purtroppo sembra che non abbia ottenuto questa protezione in tempo, in quanto scomparve quella notte stessa.
Continua QUI
Con ciò che segue prendete due minuti per leggere e salvare le vite dei vostri figli.
Le vaccinazioni sono di due tipi:
1 tipo.
La vaccinazione è destinato a ragazze dai 12 a 20 anni. La vaccinazione sarà presentata sotto le spoglie apparentemente di prevenzione del cancro al seno o dell’utero.
- È una vaccinazione simile a quello usato per sterilizzare le ragazze in Messico, Nicaragua e in Iraq.

EFFETTO sul CORPO.
- Provoca aborti a 3-4 mesi di gravidanza. Oltre agli effetti diretti, l’inoculazione di grande impatto mentale perché molti aborti a gravidanza avanzata creerebbe panico e la paura di rimanere incinta.

2 tipo.
La vaccinazione è progettata per le donne oltre 45 anni.
CONTENUTO: immunoglobuline e preparati OGM.

EFFETTI sul CORPO: 
Stimolazione rapida che blocca l’immunità per 2-5 anni, per poi ridursi drasticamente fino a quando l’immunità è zero, cioè l’incapacità di combattere qualsiasi infezione.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Quale consulente di questo portale web, ho inviato questa mail alla Fnomceo.it, alla Corte Costituzionale Italiana ed altri enti a "tutela" della salute....si ma di quella dei fatturati di Big Pharma....

VACCINI TOSSICI
...intossicati per legge....il giorno della nascita vitamina K1, a 3 mesi 6 mesi, fino ai 12 anni...con i vaccini

Chi vaccina compie un atto CRIMINALE perché i tutti i Vaccini contengono tanti metalli tossici, ferro, nichel, cobalto, ed altri metalli sottoforma anche di nanoparticelle, ma ancora mercurio (thiomersal), tossina invalidante pur in dosi minori a prima, ma nei vaccini odierni vi e' soprattutto l' alluminio, che e' presente anche nella Vitamina K1 propinata alla nascita, che generano danni cerebrali come autismo ecc., oltre ad altre sostanze cancerogene come la formaldeide, proteine, es. caseina, (

La caseina rappresenta la principale causa di allergia alimentare. Questa forma di allergia è più frequente nei primi anni di vita, che e' periodo delle vaccinazioni infantili (pediatriche) e tende poi a ridursi con l'età anche se può talvolta portare anche a gravi forme di shock anafilattico ed è una forma di allergia difficile da controllare, poiché il latte o la caseina stessa, è presente in moltissimi alimenti e soprattutto nei Vaccini che vengono inoculati nella microcircolazione sanguigna attraverso i muscoli, bypassando le normali ma principali difese immunitarie: pelle e mucose.
Anche lo zucchero, il lattosio anch'esso puo' provocare disturbi anche seri, come la intolleranza al lattosio, una intolleranza alimentare che si trascina nell'età adulta.
Tutte queste sostanze tossiche vaccinali generano allergie, asma, malattie respiratorie e gastrointestinali, ecc...ed anche la morte nella culla (SIDS), non solo... ma anche le sostanze vaccinali ingegnerizzate in laboratorio (virus = sostanze geneticamente modificate = GM) per scopi occulti alla popolazione ed ai medici impreparati....clonazione di DNA umano....per generare degli automi...facilmente controllabili psichicamente....
Inoltre....
.... i vaccini sono propinati anche ai bambini per immunodeprimerli in modo da creare mantenere ed ampliare il mercato dei malati..
.. In piu' i vaccini sono irradiati dal Cobalto 60 e la radioattivita' ottenuta con l'irradiazione, viene immessa nei corpicini dei bambini...e può danneggiarli anche quando sono grandi od adulti...
... Insomma vaccinare un bambino e' un atto CRIMINALE gestito da uno "stato", sanita' collusa con le case farmaceutiche e con medici in malafede !
Di tutto cio' che affermiamo, abbiamo in mano tutte le prove, ricerche, studi pubblicati, scaricati anche dai data base medico-scientifici mondiali US !
Il contenuto di questo testo, e' la sintesi della QUERELA che stiamo presentando in tribunale (2017) contro i dirigenti della in-sanità italiana !

BIG PHARMA investe l'Italia, "capofila" delle strategie europee (UE) in materia di Vaccinazioni obbligatorie....10-12 vaccini obbligatori (DL/2017, Lorenzin) .... chissa' come, e perche'...., l'Italia e' una delle nazioni piu' corrotte come i paesi del terzo mondo....,segue la Francia con la nuova richiesta di 11 vaccini obbligatori, nel 2017....tutti "stati" agli "ordini" di Big Pharma....tutti presunti stati (i loro dirigenti ed i politici) collusi con le case farmaceutiche, e tutti quanti se ne fregano della salute dei popoli....li debbono ammalare e poi ridurre la popolazione mondiale....

http://www.aifa.gov.it/content/italia-capofila-le-strategie-vaccinali-livello-mondiale  

La ministra della in-sanita' B. Lorenzin a cena/pranzo con federazione case farmaceutiche....

Denunciata la ministra B. Lorenzin (soggetto con diploma delle scuole superiori,...ma ben collegata con OMS finanziata da Big Pharma....)

I nuovi Vaccini sono propinati per ottenere la clonazione del DNA umano in modo da poter controllare sempre meglio psichicamente la popolazione....perche' diverranno automi....magari anche con un microchip iniettato con i vaccini,,,,