Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


ESAVALENTE
Il Thiomersal dei vaccini produce danni anche gravi
Metalli tossici
Danni al sistema enzimatico da Vaccini e metalli 
By Giusy Arcidiacono (CT) - arcidiaconogiusy@hotmail.com -
Perito Commerciale - chimico
Sindrome della permeabilita' intestinale ed autismo
Metalli tossici dei vaccini = Autismo vedi: PDF dott. M. Proietti
Il Thimerosal dei vaccini distrugge e/o altera la flora intestinale essendo una sostanza altamente tossica
Ecco il recente studio che ha coinvolto più di 17.000 bambini fino a 19 anni
Questo studio-indagine attualmente in corso è stato avviato dall’omeopata Andreas Bachmair.
La Verita' sullo studio del dott. Wakefield
PDF degli studi sui danni dei vaccini, dal 1926 al 2009
La scomparsa delle malattie infettive NON e' dovuta ai vaccini !
(Francais)
Lettera di un padre di bambino rovinato dai Vaccini

Premi in denaro ai medici che vaccinano...
Bibliografia aggiuntiva:
http://treasoncast.com/2014/04/05/anti-vaccination-peer-reviewd-research-list/

ESAVALENTE: Questo tipo di Vaccinazione contiene 6 (sei) vaccini  (di cui 2 facoltativi ma spacciati per obbligatori...)

Due milioni e mezzo di piccole cavie. Lo scandalo del vaccino esavalente
Rapporto confidenziale del produttore dell'Infanrix (GSK) del 2011, leggetelo
...scoprirete la realta' del vaccino esavalente
Vedi scheda tecnica dell'esavalente:
vedi: Bambini MORTI per l'ESAVALENTE ed altri vaccini 

Casi di morte (SIDS) dopo inoculazione dell'esavalente
https://www.researchgate.net/publication/7833641_Unexplained_cases_of_sudden_infant_death_shortly_after_hexavalent_vaccination
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/18538957

Quei Vaccini ritirati dal mercato di cui NESSUNO parla...
https://testmagazine.it/2015/10/17/3298/3298/


Infanrix hexa è indicato per la vaccinazione primaria e di richiamo (booster) dei bambini per: difterite, tetano, pertosse, epatite B, poliomielite ed altre malattie anche neurologiche, sids ...

Infanrix Hexa | Scheda Tecnica del Farmaco - Torrinomedica
vedi: Indice dei Farmaci, Lettera I

Infanrix Hexa - Vaccino Difterico+epatitico B Ricombinante+haemofilus Influenzae B Coniugato E Adiuvato+pertossico Acellulare+ - Consulta la Monografia del ...
Vaccino Infanrix Hexa: documento rivela una sequela di complicanze

10 dic 2012 - E' stato reso noto il contenuto di un documento sul vaccino Infanrix Hexa. Il documento rivela un lungo repertorio di complicanze: si contano ...
Pericolo esavalente: vaccino ritirato (Dr. Roberto Gava) - Informasalus

15 ott 2012 - L'esavalente (nome commerciale Infanrix HEXA e successivi....della ditta GlaxoSmithKline) è il vaccino usato anche in Italia per vaccinare i neonati a partire ...
Vaccino esavalente, ecco il documento "riservato" Glaxo che cita l'autismo ...

 

Questo e' un nuovo vaccino esavalente: Hexyon sospensione iniettabile in siringa preriempita
Vaccino (vedi contenuto) coniugato (adsorbito) contro difterite, tetano, pertosse (componente acellulare), epatite B (rDNA), poliomielite (inattivato) ed Haemophilus influenzae di tipo b
Medicinale sottoposto a monitoraggio addizionale (cioe' voi bambini fate da CAVIA ! ).
Ciò permetterà la rapida identificazione di nuove informazioni sulla sicurezza. Lei può contribuire segnalando qualsiasi effetto indesiderato riscontrato durante l’assunzione di questo medicinale.
Vedere la fine del paragrafo 4 per le informazioni su come segnalare gli effetti indesiderati (in realta' DANNI dei Vaccini)

Questo un' altro vaccino esavalente
: Vaxelis sospensione iniettabile in siringa preriempita
Medicinale sottoposto a monitoraggio addizionale.  (cioe' voi bambini fate da CAVIA ! )
Ciò permetterà la rapida identificazione di nuove informazioni sulla sicurezza. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta. Vedasi paragrafo 4.8 sulle modalità di segnalazione delle reazioni avverse.

 DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE:
Vaccino coniugato (adsorbito) antidifterico, antitetanico, antipertossico (componente acellulare), antiepatite B (rDNA), antipoliomielitico (inattivato) ed anti-Haemophilus di tipo b.

Alluminio nei Vaccini = Tossico - i nuovi vaccini esavalenti sono uguali....

CONFRONTO TRA la QUANTITA' di ALLUMINIO nella PRIMA DOSE di INFANRIX HEXA (Esavalente) e quella ASSUNTA IN 1 GIORNO dal LATTANTE MEDIANTE LATTE MATERNO o FORMULATO
vedi: SITOGRAFIA = 5000 volte di piu'.....!...poi ci sono i richiami successivi e gli altri vaccini che lo contengono !

Vaccino esavalente Infanrix Hexa - Segnalazioni di "presunte" reazioni avverse - 69 bambini con un solo tipo di reazione - DECESSO - Fonte: European Medicines Agency - Online access to suspected side-effect reports
 


28 Nov 2014 - Le tabelle mostrano i cosiddetti “eventi avversi dell'Infanrix Hexa Sk”, gli effetti collaterali del vaccino esavalente “emersi nel corso della ...: Effetti indesiderati - INFANRIX HEXA IM 1FL+1SIR+2AGH

"Rischio contaminazione", vaccino esavalente ritirato in 19 Paesi. Non in italia ...

16 Ott 2012 - Alcuni lotti di Infanrix Hexa, prodotto dalla GlaxoSmithKline e utilizzato sui neonati, vengono richiamati dall'azienda per il sospetto di contaminazione  da "bacillus ...pero' in Italia:
http://www.comilva.org/ritiro-infanrix-exa-italia-no-problem/

Il Tribunale di Milano ha stabilito che il ministero della Salute dovrà versare un assegno a un bimbo di 9 anni affetto dalla malattia dopo che nel 2006 ipotizzando una correlazione con il farmaco Infanrix Hexa Sk. Ilfattoquotidiano.it ha letto il documento della casa produttrice che cita tutte le possibili reazioni avverse.

Altro danni da vaccino risarcito, condannato il Ministero della NON salute...
 

 

La sentenza cita la perizia del medico legale Alberto Tornatore, nominato dal Tribunale milanese, il quale sottolinea che “è probabile, in misura certamente superiore al contrario, che il disturbo autistico del piccolo sia stato causato, o almeno concausato dal vaccino Infranrix Hexa Sk”, e che questo vaccino “mostra una specifica idoneità lesiva per il disturbo autistico”.
La relazione del medico legale fa riferimento a “un poderoso documento riservato della GlaxoSmithKline (GSK)”.
Un documento “confidenziale rivolto agli enti regolatori”, di 1271 pagine, quasi interamente tabelle, datato 16 dicembre 2011, che IlFattoQuotidiano.it ha avuto modo di analizzare (qui è possibile leggere la versione integrale).
Le tabelle mostrano i cosiddetti “eventi avversi dell’Infanrix Hexa Sk”, gli effetti collaterali del vaccino esavalente “emersi nel corso della sperimentazione clinica pre-autorizzazione o successivamente, fra l’ottobre 2009 e lo stesso mese del 2011”.
Il perito del Tribunale milanese fa in particolare riferimento a “cinque casi di autismo segnalati durante i trial, ma omessi dall’elenco degli effetti avversi sottoposto alle autorità sanitarie per l’autorizzazione al commercio”.

Alluminio ed altro nell'esavalente....e negli altri  Vaccini, ecco i gravi danni:
http://edgytruth.com/2016/07/18/vaccine-ingredients-comprehensive-guide/#
Ecco le prove, con studi, delle varie Micro e NanoContaminazioni dei Vaccini - PDF + Nanoparticelle + Ricerca e Studio dimostrativo sul contenuto di sostanze pericolose nei Vaccini + Nanobatteri nei Vaccini


Il nuovo vaccino esavalente: Hexyon
Oltre ai 4 vaccini obbligatori per Legge (epatite b, difterite, tetano e polio),
il vaccino esavalente Infanrix, contiene anche il vaccino: Haemophilus tipo b (Hib) coniugato e quello Pertossico (componenti acellulari), che sono 2 vaccini facoltativi, non obbligatori, e cosi  lo stato paga/regala milioni di euros a Big Pharma....., senza avere nessuna garanzia di protezione anzi...
E' noto che il vaccino esavalente Infanrix Hexa. non immunizza, anzi genera molteplici problemi, come ben illustrato dagli studi qui raccolti ad a disposizione di un eventuale Procuratore di tribunale che volesse indagare seriamente sui Vaccini ...!

Un inciso, questo vaccino e' stato piu' volte ritirato e/o bloccato dal commercio in vari paesi della EU per i vari problemi che generava...ma in Italia non si e' fatto assolutamente nulla.... ne' si e' informata la popolazione di questi FATTI !
Il nuovo vaccino pediatrico esavalente Hexyon, non e' stato ancora testato in modo sufficiente ed il test verra' fatto direttamente sulla popolazione....quali cavie da esperimento !
Hexyon è un vaccino contenente principi attivi derivati da batteri di difterite, tetano, pertosse ed. Haemophilus influenzae di tipo b, virus dell'epatite B e poliovirus inattivati (3)

COMPOSIZIONE QUALITATIVA e QUANTITATIVA
Una dose1 (0,5 ml) contiene:
Tossoide difterico non meno di 20 UI2
Tossoide tetanico non meno di 40 UI2
Antigeni della Bordetella pertussis
Tossoide pertossico 25 microgrammi
Emoagglutinina filamentosa 25 microgrammi
Poliovirus (inattivato)3
Tipo 1 (Mahoney) 40 unità di antigene D4
Tipo 2 (MEF-1) 8 unità di antigene D4
Tipo 3 (Saukett) 32 unità di antigene D4
Antigene di superficie dell'epatite B5 10 microgrammi
Polisaccaride dell'Haemophilus influenzae di tipo b 12 microgrammi (poliribosilribitol fosfato) coniugato alla proteina del tetano 22-36 microgrammi

1 Adsorbito su idrossido di alluminio, idrato (0,6 mg Al3+)
2 Come limite inferiore dell’intervallo di confidenza (p = 0,95)
3 Prodotto su cellule Vero (NdR: cellule di tessuto di reni di scimmia verde africana, utilizzate per la replicazione virale, nella produzione dei vaccini)
4 O quantità equivalente di antigene determinata mediante idoneo metodo immunochimico
5 Prodotto in cellule di lievito Hansenula polymorpha mediante tecnologia del DNA ricombinante

Il vaccino può contenere tracce di glutaraldeide (NdR: vedi anche qui e' una sostanza utilizzata per disinfettare i pavimenti....), formaldeide (sostanza cancerogena), neomicina (NdR: H317 può provocare una reazione allergica cutanea - H334 Può provocare sintomi allergici o asmatici o difficoltà respiratorie se inalato, figuriamoci se iniettato con i vaccini...), streptomicina (puo' generare danni al feto ed alla fertilita'...) e polimixina B (solfato e'un antibiotico polipeptidico con attivita' battericida), che sono utilizzate nel processo di produzione (vedere paragrafo 4.3).
Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1.
Inoltre contiene molte nanoparticelle di metalli e minerali TOSSICI che non si riesce ad eliminare facilmente !

Insomma, anche questo vaccino e' un cocktail di sostanze tossiche e quindi pericolose per generare malattie anche a lungo termine !
vedi Ministero ed enti a tutela della salute (si ma di quella dei fatturati di Big Pharma) sono stati informati dal 1996 e NESSUNO ferma questi CRIMINI contro l'umanita'....neppure i giudici dei tribunali, informati anch'essi mediante Esposti  !

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

MOLTI VACCINI sono IRRADIATI con COBALTO 60 (isotopo radioattivo del metallo Cobalto) e la perdita della Radioattivita' di cio' che e' stato irradiato si esaurisce fra i 5 ed i 7 anni....dall'irradiazione...
Il Cobalto 60 è un isotopo radioattivo e instabile del cobalto che decadendo emette radiazioni ionizzanti. I raggi gamma prodotti dalla sorgente di Co-60 penetrano il materiale e deviano gli elettroni dalla loro orbita. Per le applicazioni a scopo di sterilizzazione (come viene fatto per i vaccini), questo fenomeno ha un effetto disgregante sul DNA 
vedi: la prova dell'iradiazione, nello studio nel PDF

Uno studio in inglese dimostra, che bambini NON vaccinati sono più sani che i bambini vaccinati
http://www.naturalblaze.com/2014/02/studies-prove-without-doubt-that.html

I bambini NON vaccinati sono più sani - Bologna, 28 ottobre 2015
A sostenerlo non sono pseudo-guaritori, maghi o fattucchieri. Ma oltre 120 medici che, dopo settimane di dibattiti e polemiche sul tema, escono allo scoperto con una lettera aperta all’Istituto superiore di sanità. Primo firmatario il cardiologo Roberto Gava, membro della ‘Società medicina centrata sulla persona’ di Bologna, appoggiato da oltre una ventina di professionisti emiliano-romagnoli e marchigiani.
Il corposo documento prende le mosse dalle affermazioni del presidente dell’Istituto, il professor Gualtiero Ricciardi (leggete i conflitti di interesse che questo soggetto ha con la GSK, produttore di vaccini), che ha recentemente sostenuto la sicurezza dei vaccini pediatrici: "Su 19 milioni di vaccinazioni ci sono stati soli 5 casi di reazioni gravi, peraltro non mortali".
Non è esattamente così per i firmatari della missiva che rivelano l’esistenza di "reazioni avverse che ammontano a migliaia di rilievi all’anno".
Non per questo vogliono essere classificati come i fautori del no, senza se e senza ma. E infatti nella premessa mettono in chiaro che, oggigiorno, un qualsiasi medico dotato "di buon senso" e di "un minimo di conoscenza scientifica" non può essere "contro le vaccinazioni pediatriche".
Ma poi mettono sul tavolo la loro esperienza sul campo. E cioè "pratica medica specializzata" accanto al bambino malato, non "frettolosa ma fatta di osservazione e ascolto, di considerazione di quello che lui ci comunica e subliminale e di quello che i genitori raccontano". E tutto ciò "ci ha aperto gli occhi".
La conclusione è destinata a suscitare scalpore: "I bambini non vaccinati appaiono indubbiamente e globalmente più sani, meno soggetti alle patologie infettive, specie delle vie aeree, meno soggetti ai disturbi intestinali e alle patologie croniche, meno soggetti a patologie neurologiche e comportamentali e scarsi consumatori di farmaci e di interventi sanitari".
- vedi questo studio: Confronto fra vaccinati e NON vaccinati


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
 

METALLI TOSSICI
Qualche anno fa li chiamavano metalli pesanti, e se ne parlava soprattutto nei giorni di grande afa estiva quando l'inquinamento e il caldo rendevano l'aria irrespirabile.
Oggi anche gli esperti li definiscono metalli tossici, e sono sostanze tossiche che penetrano in maniera insidiosa nella nostra vita attraverso, Vaccini, farmaci, amalgami dentali, protesi, cibi, acque, bevande, prodotti per l’igiene personale, rossetto, aria.
vedi anche: http://www.informasalus.it/it/articoli/tossicita-metalli-autismo.php 

Associazione temporale di alcuni disturbi NeuroPsichiatrici DOPO la vaccinazione di bambini e adolescenti:
 Uno studio Pilota con  casi-controllo
 
http://journal.frontiersin.org/article/10.3389/fpsyt.2017.00003/full

L’Immunità di gregge, è la supposta carta vincente per la difesa della vaccinazione in TV, Internet, riviste mediche e giornali, sul motivo per cui dovremmo essere vaccinati più e più volte per tutta la vita, con un numero sempre crescente di vaccini e cio' per ogni malattia.
Lo sbandierato a 360° "supposto successo delle vaccinazioni" è basato fondamentalmente su "teorie" che si danno per scontate, senza controllarle. Quando si entra nei particolari si evince e si dimostra invece che il tasso di incidenza e di morte di molte malattie infettive, è diminuito radicalmente nel e dal momento in cui si registrava un miglioramento delle condizioni, igienico-sanitarie, abitative, alimentari e delle procedure di isolamento,
Pero' siccome nello stesso periodo sono stati introdotti i vaccini, la medicina ufficiale ha dato per scontato che la sola vaccinazione sia stata interamente responsabile della scomparsa di queste "malattie" e per far quadrare questa teoria fasulla, ha cambiato nome alle malattie.....QUI in queste pagine ve ne daremo la dimostrazione !

Tratto
dal BUGIARDINO del vaccini INFANRIX, QUI il PDF della relazione Confidenziale del produttore:

GlaxoSmithKline Biologicals s.a. dell'Institut 89 1330 Rixensart, Belgio

COMPOSIZIONE QUALITATIVA e QUANTITATIVA
Dopo ricostituzione 1 dose (0,5 ml) contiene: Tossoide difterico1 non meno di 30 UI Tossoide tetanico1 non meno di 40 UI Antigeni della Bordetella pertussis Tossoide pertossico1 25 microgrammi Emoagglutinina filamentosa1 25 microgrammi Pertactina1 8 microgrammi Antigene di superficie dell’epatite B2,3 10 microgrammi Virus della poliomielite (inattivati) tipo 1 (ceppo Mahoney) 40- D-unità antigene tipo 2 (ceppo MEF-1) 8.
D-unità antigene tipo 3 (ceppo Saukett) 32.
D-unità antigene Polisaccaride dell’Haemophilus tipo b 10 microgrammi (poliribosilribitol fosfato)3 Coniugato con tossoide tetanico come proteina carrier 20-40 microgrammi 1 adsorbito su alluminio idrossido, alluminio idrato (Al(OH)3) 0,95 milligrammi Al3+ 2 prodotto da cellule di lievito (Saccharomyces cerevisiae) tramite tecnologia del DNA ricombinante 3 adsorbito su fosfato di alluminio (AlPO4) 1,45 milligrammi Al3+
ECCIPIENTI
Polvere Hib: Lattosio anidro (NdR, vedi: L) Sospensione DTPa-HBV-IPV: Sodio cloruro (NaCl) Fenossietanolo (NdR: vedi F)  (2,5 mg) Medium 199 contenente principalmente aminoacidi sali minerali, vitamine, acqua per preparazioni iniettabili
(NdR, vedi L - Lattosio):
Sintomi più comuni:
- Dolori addominali, con Irritazione della mucosa intestinale
- Gonfiore addominale
- Meteorismo
- Flatulenza
- Stitichezza
- Diarrea
- Nausea
- Mal di testa
- Stanchezza - pianto frequente nei lattanti
- Eruzioni cutanee
La sintomatologia è differente da paziente a paziente, con manifestazioni di diversa entità ed importanza, a seconda del grado di carenza di produzione dell’enzima lattasi.
(NdR: vedi F -
Fenossietanolo)
L'Agenzia Francese per la Sicurezza dei Medicinali e dei Prodotti Sanitari (Ansm) fin dal 2009 ha posto l’attenzione sui rischi d’uso del fenossietanolo.
Nel 2012, ha effettuato uno studio che mostra come tale conservante, assorbito per via orale e cutanea, è sospettato di essere tossico per la riproduzione e lo sviluppo.  Questo conservante è potenzialmente pericoloso per lo sviluppo e l’authority francese ne ha sconsigliato l’uso per i piccoli fino ai 3 anni ed e' presente nei vaccini specie esavalente ed iniettato direttamente nei muscoli e quindi nei capillari del sangue....pero' in Italia tutto passa sotto silenzio...

FORMA FARMACEUTICA
Polvere e sospensione per sospensione iniettabile. Il componente antidifterico, antitetanico, antipertossico acellulare, antiepatite B, antipoliomielitico inattivato (DTPa-HBV-IPV) è una sospensione bianca torbida. Il componente liofilizzato anti-Haemophilus influenzae tipo b (Hib) è una polvere bianca.
Posologia  
Vaccinazione primaria: La schedula per l’immunizzazione primaria consiste in tre dosi di 0,5 ml (del tipo 2, 3, 4 mesi; 3, 4, 5 mesi; 2, 4, 6 mesi) o in due dosi (del tipo 3, 5 mesi).
Deve essere rispettato un intervallo di almeno 1 mese fra le dosi. La schedula “Expanded Programme on Immunization” (a 6, 10, 14 settimane di età), può essere utilizzata solo se è stata somministrata una dose di vaccino epatite B alla nascita. Le indicazioni di immunoprofilassi stabilite a livello nazionale contro l’epatite B devono essere mantenute. Quando viene somministrata una dose di vaccino contro l’epatite B alla nascita, INFANRIX hexa può essere utilizzato per la seconda dose a partire dall’età di 6 settimane.
Se fosse necessaria una seconda dose di vaccino contro l’epatite B prima di questa età, si deve utilizzare un vaccino monovalente per l’epatite B. Vaccinazione di richiamo (booster): Dopo una vaccinazione con 2 dosi (cioè 3, 5 mesi) di INFANRIX hexa deve essere somministrata una dose di richiamo almeno 6 mesi dopo l’ultima dose primaria, preferibilmente tra gli 11 ed i 13 mesi di età. Dopo vaccinazione con 3 dosi (cioè 2, 3, 4 mesi; 3, 4, 5 mesi; 2, 4, 6 mesi) di INFANRIX hexa deve essere somministrata una dose di richiamo almeno 6 mesi dopo l’ultima dose primaria e preferibilmente prima dei 18 mesi di età. Le dosi di richiamo devono essere somministrate in accordo con le raccomandazioni ufficiali, ma devono almeno includere il componente coniugato Hib.
INFANRIX hexa può essere considerato per la vaccinazione di richiamo se la composizione è in accordo con le raccomandazioni ufficiali. Modo di somministrazione INFANRIX hexa è indicato per somministrazione intramuscolare profonda, preferibilmente alternando i siti di somministrazione per iniezioni successive.

Interazioni: Non sono disponibili dati relativi all’efficacia e alla sicurezza sulla somministrazione contemporanea di INFANRIX hexa e vaccini per morbillo-parotite-rosolia.

Queste le patologie riscontrate, DOPO somministrazione del vaccino esavalente:
Infezione virale, candidosi, otite media, infezione delle prime vie respiratorie, faringite, infezione, Disturbi psichiatrici, irritabilità, pianto inconsolabile, irrequietezza, alterazioni del sistema nervoso, torpore, sonnolenza, disturbi oculari, congiuntivite, alterazioni dell’apparato respiratorio, del torace e del mediastino, bronchite, tosse, rinite, broncospasmo, laringite, stridore, alterazioni dell’apparato gastrointestinale, perdita dell’appetito, diarrea, enterite, gastro-enterite, dolore addominale, vomito, stipsi, alterazioni della cute e del tessuto sottocutaneo, rash, dermatite, eczema, disordini generali e alterazioni del sito di somministrazione, massa al sito di iniezione, indurimento, gonfiore dell’intero arto dove è avvenuta l’iniezione, dolore, rossore, gonfiore locale al sito di iniezione (≤ 50 mm), febbre ≥ 38°C, reazione al sito di iniezione, gonfiore locale al sito di iniezione (> 50 mm)*, febbre 39°C, gonfiore diffuso dell’arto dove è avvenuta l’iniezione, che coinvolge talvolta l’articolazione adiacente*, affaticamento, alterazioni del sistema immunitario Reazioni allergiche (incluso rash e prurito), reazioni anafilattoidi (inclusa orticaria) alterazioni del sistema nervoso, convulsioni (con o senza febbre), collasso o stato simile a shock (episodi ipotonici-iporesponsivi), disordini generali
I bambini che hanno ricevuto la cosiddetta falsamente un’immunizzazione primaria con vaccini antipertossici acellulari manifestano più facilmente reazioni di gonfiore dopo la somministrazione di richiamo rispetto ai bambini che hanno ricevuto un’immunizzazione primaria con vaccini a cellula intera.
Esperienza con il vaccino antiepatiteB: della GlaxoSmithKline Biologicals: sono state distribuite a bambini di età < 2 anni e sono state riportate: paralisi, neuropatia, sindrome di Guillan-Barré, encefalopatia, encefalite e meningite. Casi di trombocitopenia sono stati riportati con vaccini antiepatite B.


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

EXAVAC (Sanofi Pasteur MSD), Sospeso in via precauzionale....
il vaccino contiene anche e non solo idrossifosfato amorfo di alluminio solfato e, secondo quanto si apprende dalla scheda tecnica, può contenere tracce di formaldeide e potassio tiocianato, sostanze che possono essere utilizzate nel processo di produzione.
Le possibili reazioni avverse comprendono dolore, rossore, gonfiore ma anche effetti collaterali di maggiore gravità quali dolore alle articolazioni, parestesie, neuriti e disordini del sistema nervoso centrale quali la sclerosi multipla;
Eccipienti:

La formulazione contiene: idrossido di alluminio ed una soluzione tampone a base di fosfato bisodico, fosfato monopotassico, carbonato di sodio, bicarbonato di sodio, trometamolo (potrebbe determinare l'insorgenza, con una certa frequenza di diarrea, nausea, dispepsia, cefalea e vertigini, asma, colite pseudomembranosa, reazioni avverse da ipersensibilità ed ipotensione), saccarosio, medium 199 (miscela complessa di aminoacidi, sali minerali, vitamine ed altri ingredienti - Medium 199 è utilizzato come mezzo di crescita di ampia applicazione specie nella produzione dei vaccini. Molti terreni di coltura dei tessuti in di base per la produzione del vaccino sono stati preparati prevalentemente da prodotti animali e/o estratti tissutali), ed acqua per preparazioni iniettabili.

Dal Bugiardino:

Ciascuna dose da 0.5 ml di vaccino adiuvato contiene:
Principi attivi:
Tossoide difterico purificato uguale o superiore a 20 UI* (30 Lf)
Tossoide tetanico purificato uguale o superiore a 40 UI* (10 Lf)
Tossoide pertussico purificato 25 mcg
Emoagglutinina filamentosa pertussica purificata 25 mcg
Antigene di superficie del virus dell’Epatite B ** 5,0 mcg
Poliovirus inattivato di tipo 1 (Mahoney) 40 unità di antigene D ^
Poliovirus inattivato di tipo 2 (MEF 1) 8 unità di antigene D ^
Poliovirus inattivato di tipo 3 (Saukett) 32 unità di antigene D ^
Polisaccaride dell’Haemophilusinfluenzae di tipo b (poliribosilribitol fosfato) 12 mcg coniugato con il tossoide tetanico (24 mcg )
Adiuvato su idrossido di alluminio (0,3 mg)
* Limite inferiore dell’intervallo di confidenza (p = 0,95).
**    Antigene di superficie del virus dell’epatite B prodotto da un ceppo ricombinante 2150-2-3 del lievito Saccharomycescerevisiae.
^ Quantità di antigene nel bulk finale del prodotto, in accordo con l’O.M.S. (TRS 673, 1992)
o di una quantità antigenicamente equivalente determinata con un appropriato metodo immunochimico

Controindicazioni:

- Ipersensibilità accertata verso uno o più componenti del vaccino o grave reazione a seguito di una precedente somministrazione del vaccino.
- Encefalopatia nei 7 giorni successivi alla somministrazione di una precedente dose di un qualsiasi vaccino contenente antigeni pertussici (a cellule intere o vaccini pertussici acellulari)
In questi casi, il ciclo di vaccinazione deve essere proseguito con un vaccino che non contenga il componente antipertussico.
La vaccinazione deve essere rimandata in caso di febbre o di malattia in fase acuta.

Speciali avvertenze e precauzioni d'uso:

- Questo vaccino NON deve essere impiegato nei neonati, negli adolescenti o negli adulti.
-
I lattanti nati da madri positive per l’antigene di superficie del virus dell’epatite B (HBsAg) devono ricevere le ImmunoGlobuline anti-Epatite B (HBIG) ed il vaccino anti-Epatite B (ricombinante) alla nascita e devono completare la serie della vaccinazione anti-epatite B. Non è stata studiata la somministrazione successiva di HEXAVAC per il completamento del ciclo di vaccinazione anti-epatite B, nei lattanti nati da madri HBsAg positive e che hanno ricevuto HBIG, o nei lattanti nati da madri non testate per HBsAg.
Ai bambini nati da madri HbsAg-positive, non deve essere somministrata né la prima dose di HEXAVAC alla nascita né le dosi successive, nel corso del primo anno di vita.
- HEXAVAC deve essere somministrato con cautela nei soggetti affetti da trombocitopenia o con disordini della coagulazione in quanto questi soggetti potrebbero andare incontro a sanguinamento a seguito della somministrazione intramuscolare.
- HEXAVAC non deve essere in nessuna circostanza somministrato per via intravascolare. Nemmeno la via intradermica o la via sottocutanea devono essere usate.
- Qualora sia noto che uno dei seguenti episodi si sia verificato in relazione temporale con la somministrazione del vaccino, è opportuno valutare attentamente la decisione di somministrare ulteriori dosi di vaccini contenenti un componente antipertussico:
- Temperatura corporea >40,0 °C nelle 48 ore successive alla vaccinazione, non dovuta ad altre cause identificabili.
- Collasso o stato di shock (episodi di ipotonia-iporesponsività) nelle 48 ore successive alla vaccinazione.
- Pianto prolungato, inconsolabile la cui durata sia stata > alle 3 ore, che si sia manifestato nelle 48 ore successive alla vaccinazione.
- Convulsioni con o senza febbre, che si siano manifestate nei 3 giorni successivi alla vaccinazione.
- Trattamenti antipiretici dovrebbero essere impiegati in accordo con le linee-guida locali.

Come per tutti i vaccini iniettabili, deve essere prontamente disponibile un’adeguata attrezzatura medica per poter immediatamente intervenire in caso di reazioni anafilattiche conseguenti alla somministrazione del vaccino.
Deve essere attentamente valutata la somministrazione del vaccino nei soggetti che hanno precedentemente sviluppato gravi reazioni nelle prime 48 ore successive all’iniezione di un vaccino contenente componenti simili.
A causa del lungo tempo di incubazione dell’epatite B, è possibile che un’infezione non diagnosticata sia presente al momento dell’immunizzazione. In questo caso il vaccino potrebbe non proteggere dall’infezione da epatite B.
- HEXAVAC non protegge dalle epatiti infettive causate da altri agenti quali quelli dell’epatite A, epatite C ed epatite E o da altri agenti patogeni del fegato.
- HEXAVAC non protegge dalle infezioni invasive dovute ad altri sierotipi diversi dall’Haemophilusinfluenzae di tipo b o contro le meningiti di altra origine.
- Poiché ciascuna dose può contenere tracce non dosabili di neomicina, streptomicina e polimixina B, utilizzate durante la produzione, il vaccino deve essere somministrato adottando le dovute precauzioni nei soggetti con ipersensibilità a tali antibiotici.

L’immunogenicità di HEXAVAC potrebbe risultare ridotta da trattamenti immunosoppressivi  o da uno stato di immunodeficienza. In tali casi si raccomanda di rimandare la vaccinazione sino al termine dello stato di immunodeficienza o del trattamento immunosoppressivo. Tuttavia la vaccinazione è raccomandata nei soggetti con immunodeficienza cronica come infezione da HIV anche se la risposta anticorpale può essere ridotta.
Ad oggi non sono disponibili dati sufficienti in merito all’immunogenicità della somministrazione concomitante di HEXAVAC con PREVENAR (vaccino pneumococcico polisaccaridico coniugato, adsorbito). Tuttavia, quando nel corso degli studi clinici HEXAVAC  è stato co-somministrato con PREVENAR (vaccino pneumococcico polisaccaridico coniugato, adsorbito), il tasso di reazioni febbrili è risultato più alto se confrontato con  quello osservato a seguito della somministrazione dei soli vaccini esavalenti. Tali reazioni sono state nella maggior parte dei casi di entità moderata (febbre inferiore o pari a 39°C) e transitorie.
Hexavac non deve essere miscelato nella stessa siringa con altri vaccini o con altri farmaci somministrabili per via parenterale.

Effetti indesiderati
Dati
di farmacovigilanza derivanti dagli studi clinici  pre-registrazione
Nel corso degli studi clinici, più di 3.900 lattanti e 4.400 bambini (di età compresa tra 12 e 20 mesi) hanno ricevuto HEXAVAC.
Le reazioni più comunemente riportate, includono eritema e/o indurimento/gonfiore/dolore nel punto d’iniezione, febbre uguale o superiore a 38 °C, irritabilità , sonnolenza, perdita di appetito, insonnia, diarrea e vomito. Meno comunemente sono stati riportati febbre uguale o superiore a 40 °C, sensibilità nel punto di iniezione, pianto prolungato ed inconsolabile ed eritema e/o indurimento > 7 cm nel sito di inoculo o gonfiore nell’intero arto.
Raramente sono stati osservati convulsioni febbrili e pianto acuto. E’ stato riportato un solo caso di reazione edematosa bilaterale agli arti inferiori, ed un solo, episodio di ipotonia-iporesponsività.
Questi segni e sintomi normalmente si sono manifestati nelle 48 ore successive alla vaccinazione. Nella maggior parte dei casi si trattava di episodi di lieve entità la cui durata è stata generalmente sino a 72 ore dalla vaccinazione e che si sono poi risolti spontaneamente.
Non è stato notato nessun aumento nel numero degli effetti indesiderati tra la prima, seconda e terza dose della vaccinazione primaria, eccetto che per un lieve aumento dei casi di febbre con temperatura uguale o superiore a 38 °C dopo la seconda dose della serie primaria.
La frequenza di febbre con temperatura uguale o superiore a 40 °C aumentava dopo la dose di richiamo ma rimaneva < 1 %. I casi di eritema e/o indurimento > 7 cm nel sito di inoculo aumentavano dopo la dose di richiamo, ma rimanevano < 1 %.
In rare circostanze, i suddetti casi erano associati ad edema dell’intero arto.

Organismo nel suo insieme - Disturbi generali: reazioni allergiche, brividi, affaticamento, episodi di ipotonia-iporesponsività, malessere, edema, pallore, gonfiore o edema a livello degli arti, ingrossamento transitorio dei linfonodi locali.

Disturbi a carico del sistema nervoso centrale e periferico: convulsioni (febbrili e non febbrili), encefaliti, encefalopatia con edema acuto a livello dell’encefalo, revulsione dei bulbi oculari, sindrome di Guillain Barrè, ipotonia, neuriti.

Disturbi all’apparato gastro-intestinale: dolore addominale, meteorismo, nausea.

Disturbi a carico delle piastrine, disturbi di natura emorragica e della coagulazione: petecchie, porpora, porpora tombocitopenica, trombocitopenia.

Disturbi psichiatrici: agitazione, disturbi del sonno.

Disturbi a carico del sistema respiratorio: dispnea, stridore inspiratorio.

Disturbi a carico di cute ed annessi cutanei: angioedema, eritema, prurito, rash, orticaria.

Disturbi a carico del sistema vascolare (extracardiaco): flushing

Potenziali effetti indesiderati

Inoltre, sono stati riportati altri effetti indesiderati riferibili all’impiego di vaccini in commercio strettamente correlati ad HEXAVAC.

Gli effetti indesiderati riportati nel corso delle sperimentazioni cliniche e quelli riferibili all’impiego sul mercatodel vaccino adsorbito antidifterico, antitetanico, antipertussico acellulare, anti-Haemophilus influenzae di tipo b ed antipolio inattivato Aventis Pasteur MSD, sono inclusi nell’elenco degli effetti indesiderati di HEXAVAC.

Reazioni molto rare conseguenti alla somministrazione del vaccino Aventis Pasteur MSD anti-epatite B (ricombinante) includono alopecia, ipotensione, neurite ottica, paralisi facciale, eritema multiforme ed anafilassi. Come per altri vaccini anti-epatite B, in molti casi, la relazione causa/effetto non è stata stabilita.


Ovviamente questi sono dati inviati e pubblicati dal produttore del vaccino, con evidente conflitto di interesse....ed accettati senza controllo diretto da parte dell'AIFA e del Ministero della sanita'.....

I virus del vaccino del morbillo, cosi come quelli degli altri vaccini, vengono sempre replicati dalle cellule del corpo e quindi vengono distribuiti in tutte le parti dell'organismo, nelle cellule e quindi nei tessuti dei vari organi, cervello compreso, andando ad ammalare in primis le cellule ed inducendo stati infiammatori (latenti, cronici od acuti) che possono produrre nel tempo, anche dopo anni, qualsiasi "malattia" !
 


Trovati in autopsie proteine virali (virus), anche mutati
,  nei tessuti del cervello, fegato, reni, milza, nel 45% dei tessuti umani controllati !
 


TROVATO un meccanismo di azione delle tossine dei VACCINI anche sul cervello  ! - 22/03/2009
ANSA, Roma - Esiste un passaggio segreto che permette alle cellule immunitarie di penetrare nel cervello e di aprire la strada ad una seconda ondata di cellule pericolose, capaci di scatenare malattie autoimmunitarie, come la sclerosi multipla, nelle quali il sistema immunitario aggredisce l’organismo al quale appartiene.
La scoperta della nuova porta, pubblicata sulla rivista Nature Immunology, potrebbe portare in futuro a nuove armi per contro la sclerosi multipla, "ma non solo: lo stesso meccanismo potrebbe essere coinvolto in altre malattie autoimmuni", osserva la coordinatrice della ricerca, l’italiana Federica Sallusto, dell’Istituto svizzero per la Ricerca in Biomedicina (Irb) di Bellinzona, diretto da Antonio Lanzavecchia.
Oltre che con Lanzavecchia, il lavoro e' stato condotto in collaborazione con Andrea Reboldi, dell’Irb, e da Antonio Uccelli, dell’università di Genova. Il passaggio segreto che permette di entrare nel cervello alle cellule apripista e' il plesso coroideo, una vera e propria matassa di vasi sanguigni nella quale viene prodotto il liquido spinale. e' una via d’ingresso alternativa a quella che da tempo e' considerata il «portone principale», ossia la barriera emato-encefalica.
Che ci fosse un’altra entrata era noto, spiegano i ricercatori, ma questa era considerata una sorta di "porta di servizio", di importanza secondaria. Adesso, osserva Lanzavecchia, "conosciamo la funzione di questa porta segreta e si può pensare a future strategie terapeutiche in grado di bloccare questo ingresso".

Altro meccanismo di azione delle tossine vaccinali di qualsiasi vaccino, anche nel cervello:
I Macrofagi molte volte trasportano le sostanze vaccinali nel cervello ed in tutti i tessuti del corpo, ecco una descrizione del  meccanismo:
L'alluminio (od altri metalloidi tossici, ad esempio il Thiomersal) contenuto in vari Vaccini esempio: influenza, esavalente  comprese, viene trasportato nel cervello dai macrofagi .... e cio' spiega il meccanismo della cosiddetta SIDS o morte nella culla, che nei fatti e' una danno vaccinale e non una nuova malattia !
Ecco spiegato il meccanismo biologico ed il diagramma del tragico evento....
Il meccanismo viene ben spiegato qui:  ciò che in realtà accade è che un tipo di globuli bianchi chiamati a macrofagi (MF) ingerisce (processo è chiamato "fagocitosi") gli AANs prima che si sciolgano. (
Aluminum Adjuvant Nanoparticles = AANs)
L'ingestione di corpi estranei è un comportamento normale per MF.
La loro funzione principale è la fagocitosi cioè la capacità di inglobare nel loro citoplasma particelle estranee, anche nanoparticelle, compresi i microrganismi (batteri e funghi estranei), e di distruggerle. Inoltre, fatto importante da tenere in considerazione in  questi casi, secernono citochine ad attività proinfiammatoria e presentano l'antigene ai linfociti T-CD4.
Quando MFs rilevano batteri o altri agenti patogeni, i loro campi magnetici li invitano ad ingerire gli agenti patogeni, e distruggerli con gli enzimi. I MFs sanno assieme ad altre cellule del sistema immunitario circa il patogeno introdotto e come rilevarlo. MFs ingeriscono anche molti tipi di nanoparticelle.
Il problema è che AANs non sono digeriti dagli enzimi MF. E gli AANs, una volta all'interno degli MF, si sciolgono lentamente.
Le AANs persistono per lungo tempo (anni) e causano nei MF a far fuoriuscire lentamente alluminio.
Gli MF che consumano gli AANs divengono altamente contaminati con l'alluminio o con altri metalli tossici e nanoparticelle ingerite, e li diffondono ovunque vanno. E vanno in tutto il corpo. MFs e non viaggiano solo nel sangue, il che spiega il motivo per cui non si trova facilmente nel sangue l'alluminio dopo la vaccinazione
, perche' e' gia stato fagocitato (ingerito) dagli MF e perche' gli MF viaggiano anche attraverso il sistema linfatico.
I campi magnetici sono in grado di "viaggiare" (informare) attraverso la barriera emato-encefalica (BBB). Gli MFS, una volta caricati con AANs, agiscono come un cavallo di Troia e trasportano le AANs nel cervello. Questo è dannoso, perché il cervello è molto sensibile all' alluminio.
Senza contare le possibili microischemie (vedi le scoperte del Dott. Andrew Moulden) che possono intervenire nella microcircolazione, soprattutto cerebrale od in altri luoghi...per il fatto che i globuli bianchi e di conseguenza i macrofagi nel loro processo di fagocitosi, (ingestione delle sostanze tossiche vaccinali) possono generare,.... inoltre i macrofagi secernono, nella loro azione quando hanno ingerito le sostanze vaccinali, altre sostante PRO-infiammazioni.... con tutte le conseguenze del caso, polio = paralisi, distrofie, meningiti, sclerosi, infiammazioni croniche, gastroenteriti croniche, ecc....fino alla morte nella culla = SIDS !!

A conferma di cio' che abbiamo scritto qui sopra - Maggio 2016
Uno studio condotto da ricercatori della University of Virginia School of Medicine, negli USA, ha determinato, dopo meticolose ricerche durate anni, che il cervello è direttamente collegato al sistema immunitario tramite vasi linfatici che si pensava non esistessero. 
Si tratta di una scoperta sensazionale che ribalta decenni di insegnamenti e di teorie apprese da ogni libro di medicina.
È sorprendente che proprio tali vasi linfatici siano sfuggiti ad occhi attenti e brillanti di migliaia di ricercatori e medici dato che il sistema linfatico è stato mappato in tutto il corpo in ogni singolo dettaglio, ma il vero significato della scoperta risiede negli effetti che questa potrebbe avere sullo studio e sulle vere cause dell'autismo e/o di tutte le patologie neurologiche.
Come si studia la risposta immunitaria del cervello ?
Perché pazienti con malattie neurologiche, autismo, sclerosi multipla, ecc., presentano diversi attacchi al sistema immunitario, cioe' immunodepressioni ?, 
...ma ....ora finalmente possiamo comprendere, oltre alle cause di tali malattie, anche avvicinarci meccanicamente e realmente al problema perché il cervello è, come ogni altro tessuto, collegato al sistema immunitario periferico attraverso i vasi linfatici meningei – cosi' ha affermato Jonathan Kipnis, professore del Dipartimento UVA di Neuroscienze e direttore presso il Center for Brain Immunology and Glia (BIG) dell’Università della Virginia.

 

Qui nel diagramma, viene spiegato nei particolari il tragico evento:
http://vaccinepapers.org/al-adjuvant-nanoparticles-can-travel-brain/

 


Per chi è a favore delle vaccinazioni, si consiglia questo bel scritto, questa lettera concisa e convincente scritta dal medico neurologo dott. Russell Blaylock di fama mondiale, saprà smantellare tutti gli argomenti utilizzati a sostegno di questa disumana pratica barbarica
. -  Dicembre 2009
Ho avuto il privilegio di incontrare il dottor Blaylock nel corso di una conferenza pochi anni fa.
Lui è molto intelligente, un pensiero chiaro, logico medico che non ha paura degli effetti negativi sulla sua carriera nell’affermare la verità sulle atrocità delle vaccinazioni. Ascoltare un medico come il dottor Blaylock che non ha alcun interesse finanziario o di altro tipo su questo argomento, solo per parlare della verità per amore dell’obbiettività è infinitamente più prezioso che ascoltare medici e altri "esperti" che lo fanno per interesse.
By Sarah, TheHealthyHomeEconomist.com

VACCINI: PERTOSSE, con quello  ACELLULARE (DTPa) si DIFFONDE l’INFEZIONE – Nov 2013
Still contagious. The current whooping cough vaccine may allow people to spread the disease even if they don't get sick, a new animal study suggests […] “There's a difference between protecting individuals from illness and bringing down the incidence of pertussis in the population,” Merkel says. “To do both we may need a different vaccine.”
TRADUZIONE
Ancora contagiosa. Un nuovo studio sugli animali suggerisce che l’attuale vaccino contro la pertosse può permettere alle persone di diffondere la malattia, anche se non si ammalano […] "C'è differenza tra proteggere gli individui dalla malattia e abbattere l'incidenza della pertosse nella popolazione", dice Merkel "Per fare entrambe le cose potremmo aver bisogno di un vaccino diverso."

FONTE: Science 25 Novembre, 2013
http://news.sciencemag.org/health/2013/11/whooping-cough-vaccine-does-not-stop-spread-disease-lab-animals

Tod J. Merkel ricercatore presso l'Ufficio ricerca vaccini e revisioni della FDA, è l' autore principale di uno studio condotto dalla stessa FDA e pubblicato in PNAS dal titolo: “Acellular pertussis vaccines protect against disease but fail to prevent infection and transmission in a nonhuman primate model” http://www.pnas.org/content/111/2/787.full.pdf )
Lo studio ha evidenziato come i babbuini vaccinati fossero protetti da sintomi severi associati alla pertosse ma non dalla colonizzazione del batterio, non si liberassero dell’infezione prima degli animali “naive” (ndt: non da esperimento), e trasmettessero facilmente la Bordetella pertussis ai loro contatti non vaccinati.
I ricercatori hanno argomentato che questo era dovuto alle differenze tra l’ immunità conferita dalla infezione contratta naturalmente e quella conferita dal vaccino. L’infezione naturale conferisce una robusta immunità cellulo-mediata (cioè mediata da cellule: i linfociti) che la vaccinazione in realtà previene favorendo l’immunità umorale (cioè mediata da anticorpi), che significa che il vaccino stimola la produzione di anticorpi ma non la memoria di cui le cellule hanno bisogno per una immunità robusta e di lunga durata.
“When you’re newly vaccinated you are an asymptomatic carrier, which is good for you, but not for the population” ovvero “quando sei stato da poco vaccinato, sei un portatore asintomatico, cosa che va bene per te ma non per il resto della popolazione” - By Tod J. Merkel
http://www.nytimes.com/2013/11/26/health/study-finds-vaccinated-baboons-can-still-carry-whooping-cough.html?_r=0

Commento NdR: Questo è esattamente l’opposto di quanto viene solitamente detto ai genitori riguardo la necessità di vaccinarsi, perché il “gregge” ha bisogno di essere vaccinato per proteggere coloro che non possono essere vaccinati (neonati, immunodepressi, ecc.)
Infatti la BALLA spaziale dell’effetto gregge (protezione del gregge = le pecore) NON esiste !

 

Un'altro studio recente della FDA, afferma che negli US:
"Ci sono stati 48.000 casi denunciati lo scorso anno 2014, nonostante gli alti tassi di vaccinazione", ha detto Anthony Fauci, MD, direttore del National Institute of Allergy e Malattie infettive del NIH. "Questa rinascita suggerisce la necessità di ricerche sulle cause che stanno dietro l'aumento di infezioni e modi più efficaci per prevenire la diffusione della malattia."
"
Questa ricerca suggerisce che, anche se gli individui immunizzati con un vaccino acellulare possono essere protetti dalle malattie, essi possono ancora essere infettati con i batteri e sono in grado di diffondere l'infezione ad altri, inclusi i bambini piccoli che sono suscettibili di malattia pertosse".
In parole povere: i vaccinati NON sono protetti dal vaccino e possono anche infettare altri soggetti.....
Tratto da: http://www.fda.gov/NewsEvents/Newsroom/PressAnnouncements/ucm376937.htm
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20200027

Il passaggio a un vaccino per la pertosse creato artificialmente, in laboratorio, con le tecniche di ingegneria genetica, è responsabile dell’aumento dei casi di mortalità verificatisi per la malattia negli Stati Uniti.
E’ quanto suggerisce e dimostra un nuovo studio a firma della Monash University, la più grande Università australiana, con campus localizzati in Malesia, Sud Africa, India e Italia.
I risultati sottolineano la necessità di condurre una ricerca simile in Australia e nel Regno Unito, sotto la supervisione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, dove i casi di pertosse sono entrati in una pericolosa spirale verso l’alto negli ultimi dieci anni, come afferma il Dr. Manoj Gambhir, Professore Associato presso la sede australiana della Monash University.


vedi: Pertosse e Cure naturali + Pertosse +  Pertosse 2 + Polio e Vaccini + Come nasce l'Unica malattia del Vivente + I germi non solo causa di malattia + Effetto Gregge Pertosse 2 + Trivalente - 2 +  Interrogazione Parlamentare + Morti per vaccino + Penta Vaccini, i loro pericoli + Meccanismo dei danni dei vaccini

UK (Gran Bretagna)
Negli anni 1950 (mese di aprile), l'Associazione Medicale Britannica, ha sospeso e proibito il vaccino per la difteritepertosse a seguito di numerosi casi di poliomielite (paralisi infantile) constatati sui bambini vaccinati da quel vaccino.
Tratto da: I ciarlatani della medicina, a pag. 170.


VACCINI: PERTOSSE, con quello  ACELLULARE (DTPa) si DIFFONDE l’INFEZIONE – Nov 2013
Still contagious. The current whooping cough vaccine may allow people to spread the disease even if they don't get sick, a new animal study suggests […] “There's a difference between protecting individuals from illness and bringing down the incidence of pertussis in the population,” Merkel says. “To do both we may need a different vaccine.”
TRADUZIONE
Ancora contagiosa. Un nuovo studio sugli animali suggerisce che l’attuale vaccino contro la pertosse può permettere alle persone di diffondere la malattia, anche se non si ammalano […] "C'è differenza tra proteggere gli individui dalla malattia e abbattere l'incidenza della pertosse nella popolazione", dice Merkel "Per fare entrambe le cose potremmo aver bisogno di un vaccino diverso."

FONTE: Science 25 Novembre, 2013
http://news.sciencemag.org/health/2013/11/whooping-cough-vaccine-does-not-stop-spread-disease-lab-animals

Tod J. Merkel ricercatore presso l'Ufficio ricerca vaccini e revisioni della FDA, è l' autore principale di uno studio condotto dalla stessa FDA e pubblicato in PNAS dal titolo: “Acellular pertussis vaccines protect against disease but fail to prevent infection and transmission in a nonhuman primate model” http://www.pnas.org/content/111/2/787.full.pdf )
Lo studio ha evidenziato come i babbuini vaccinati fossero protetti da sintomi severi associati alla pertosse ma non dalla colonizzazione del batterio, non si liberassero dell’infezione prima degli animali “naive” (ndt: non da esperimento), e trasmettessero facilmente la Bordetella pertussis ai loro contatti non vaccinati.
I ricercatori hanno argomentato che questo era dovuto alle differenze tra l’ immunità conferita dalla infezione contratta naturalmente e quella conferita dal vaccino. L’infezione naturale conferisce una robusta immunità cellulo-mediata (cioè mediata da cellule: i linfociti) che la vaccinazione in realtà previene favorendo l’immunità umorale (cioè mediata da anticorpi), che significa che il vaccino stimola la produzione di anticorpi ma non la memoria di cui le cellule hanno bisogno per una immunità robusta e di lunga durata.
“When you’re newly vaccinated you are an asymptomatic carrier, which is good for you, but not for the population” ovvero “quando sei stato da poco vaccinato, sei un portatore asintomatico, cosa che va bene per te ma non per il resto della popolazione” - By Tod J. Merkel
http://www.nytimes.com/2013/11/26/health/study-finds-vaccinated-baboons-can-still-carry-whooping-cough.html?_r=0

Commento NdR: Questo è esattamente l’opposto di quanto viene solitamente detto ai genitori riguardo la necessità di vaccinarsi, perché il “gregge” ha bisogno di essere vaccinato per proteggere coloro che non possono essere vaccinati (neonati, immunodepressi, ecc.)
Infatti la BALLA spaziale dell’effetto gregge (protezione del gregge = le pecore) NON esiste !

Quindi secondo le fonti ufficiali i soggetti, bambini, ragazzi, adulti, vaccinati con il vaccino per la Pertosse, Varicella o con il Morbillo, ecc., possono facilmente "infettare" gli altri,... purtroppo questa possibilita' e' valida anche per tutti gli altri soggetti vaccinati di QUALSIASI VACCINO  !

Nel 2014, un innovativo studio pubblicato sulla rivista Clinical Infectious Diseases
, tra gli autori del quale ci sono scienziati che lavorano per Bureau of Immunization, New York City Department of Health and Mental Hygiene e National Center for Immunization and Respiratory Diseases, Centers for Disease Control and Prevention (CDC),  ha preso in esame le prove che, nel  focolaio di morbillo scoppiato a New York nel 2011, sia gli  individui precedentemente vaccinati che quelli con "immunità" da vaccino, erano in grado di essere infettati con il morbillo e di infettare altri (trasmissione secondaria).
Questa scoperta ha suscitato anche l’attenzione dei media, come l’articolo apparso su Sciencemag.org nell’aprile 2014 intitolato:
“Per la prima volta una epidemia di morbillo è stata ricondotta ad un individuo completamente vaccinato“.
Questo studio rivoluzionario intitolato “Epidemia di morbillo tra persone "immunizzate" (vaccinate) in precedenza, New York City,  2011”, ha riconosciuto che, “il morbillo può manifestarsi anche in individui vaccinati, ma non è stata documentata la trasmissione secondaria da tali individui”.
Al fine di scoprire se individui completamente vaccinati per il morbillo siano capaci di essere infettati e di trasmettere l’infezione ad altri, gli studiosi hanno preso in esame i casi sospetti ed i contatti esposti durante l‘epidemia di morbillo del 2011 a New York. Si concentrarono su un paziente che aveva ricevuto due dosi di vaccino per il morbillo e fu scoperto che,
”su 88 contatti, quattro casi secondari avevano ricevuto due dosi di vaccino anti- morbillo o avevano una precedente positività di anticorpi IgG per il morbillo . Tutti i casi sono stati confermati in laboratorio, i sintomi clinici erano coerenti con il morbillo e presentavano un’alta presenza di anticorpi IgG caratteristica di una risposta immunitaria secondaria.”

La loro importante conclusione fu la seguente:
 ”Questa è la prima segnalazione di trasmissione del morbillo da un individuo vaccinato due volte. La manifestazione clinica e i dati di laboratorio erano tipici del morbillo in un individuo mai esposto al virus.
Casi secondari avevano risposte anticorpali anamnestiche robuste. Nessun caso terziario si è verificato nonostante i numerosi contatti. Questo focolaio sottolinea la necessità di una approfondita indagine epidemiologica e di laboratorio dei casi sospetti di morbillo a prescindere dallo status vaccinale“.
Ovviamente questo fenomeno: individuo completamente vaccinato che infetta altri individui completamente vaccinati, è stato ignorato dalle agenzie sanitarie e dai media.
Questi dati confermano la possibilità che, durante il focolaio di morbillo verificatosi a Disney, soggetti precedentemente vaccinati (chiunque facente parte del 18% che si sa essersi infettato-ammalato) possono essere stati infettati o anche aver contratto il morbillo dal vaccino e aver trasmesso il morbillo sia ai vaccinati che ai non vaccinati.
Fonte: http://www.greenmedinfo.com/blog/measles-transmitted-vaccinated-gov-researchers-confirm - a mezzo: comilva.org

Ecco altra bibliografia che dimostra questi fatti:
- http://www.hopkinsmedicine.org/kimmel_cancer_center/patient_information/Patient%20Guide%20Final.pdf
- http://www.stjude.org/stjude/v/index.jsp?vgnextoid=20206f9523e70110VgnVCM1000001e0215acRCRD
- Outbreak of Measles Among Persons With Prior Evidence of Immunity, New York City, 2011
http://cid.oxfordjournals.org/content/early/2014/02/27/cid.ciu105
- Detection of Measles Virus RNA in Urine Specimens from Vaccine Recipients 

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/7494055
- Comparison of the Safety, Vaccine Virus Shedding and Immunogenicity of Influenza Virus Vaccine, Trivalent, Types A and B, Live Cold-Adapted, Administered to Human Immunodeficiency Virus (HIV)-Infected and Non-HIV Infected Adults 
http://jid.oxfordjournals.org/content/181/2/725.full
- Sibling Transmission of Vaccine-Derived Rotavirus (RotaTeq) Associated with Rotavirus Gastroenteritis 
http://pediatrics.aappublications.org/content/125/2/e438

- Polio vaccination may continue after wild virus fades 
http://www.cidrap.umn.edu/news-perspective/2008/10/polio-vaccination-may-continue-after-wild-virus-fades
- Engineering attenuated virus vaccines by controlling replication fidelity 
http://www.nature.com/nm/journal/v14/n2/abs/nm1726.html
- CASE of VACCINE-ASSOCIATED MEASLES FIVE WEEKS POST-IMMUNISATION, BRITISH COLUMBIA, CANADA, October 2013 

http://www.eurosurveillance.org/ViewArticle.aspx?ArticleId=20649
- The Safety Profile of Varicella Vaccine: A 10-Year Review

http://jid.oxfordjournals.org/content/197/Supplement_2/S165.full
- Comparison of Shedding Characteristics of Seasonal Influenza Virus (Sub)Types and Influenza A(H1N1)pdm09; Germany, 2007 - 2011 
http://journals.plos.org/plosone/article?id=10.1371/journal.pone.0051653
- Epigenetics of Host-Pathogen Interactions: The Road Ahead and the Road Behind 

http://journals.plos.org/plospathogens/article?id=10.1371/journal.ppat.1003007
- Animal Models for Influenza Virus Pathogenesis and Transmission
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3063653/
- Acellular pertussis vaccines protect against disease but fail to prevent infection and transmission in a nonhuman primate mode 

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24277828
- Study Finds Parents Can Pass Whooping Cough to Babies
http://www.nytimes.com/2007/04/03/health/03coug.html?_r=0

- Immunized People Getting Whooping Cough
 http://www.kpbs.org/news/2014/jun/12/immunized-people-getting-whooping-cough/
 


Ecco la realta' dei Fatti
:
Thiomersal (mercurio) nei vaccini per l'influenza (vedi cosa e' l'Influenza)

 


Video su
: I BAMBINI
NON VACCINATI SONO molto PIU' SANI di quelli VACCINATI !
Nel 1992 I.A.S. ha condotto un sondaggio sulla salute e la vaccinazione dei bambini della Nuova Zelanda ed ha trovato solide prove scientifiche che I BAMBINI NON VACCINATI sono PIU' SANI dei loro coetanei vaccinati !
 


Uno studio in inglese dimostra, che bambini NON vaccinati sono più sani che i bambini vaccinati

http://www.naturalblaze.com/?s=Studies+Prove+Without+Doubt+That+Unvaccinated+Children+Are+Far+H


Bambini vaccinati e non: RITIRATO lo studio che li mette a confronto
! - 04/01/2017
By Vicki Batts - Traduzione a cura di: Emanuela Lorenzi - Fonte: naturalnews.com
Ritirato lo studio che esaminava le differenze nello stato di salute fra bambini vaccinati e non vaccinati
La censura della scienza non è un fatto nuovo.
In Canada, ad esempio, hanno suscitato molte perplessità i vincoli governativi sempre più stringenti che impedivano agli scienziati di rendere note al pubblico le loro scoperte. La censura, nel suo complesso, è un problema costantemente sottostimato nella nostra società. L'elezione di Donald Trump ha certamente mostrato il fatto che i media mainstream riportano solo le narrazioni che vogliono farci vedere.

Nell'ultimo caso di censura scientifica, un articolo di una rivista scientifica è stato “rimosso,” ma solo dopo che i sostenitori dei vaccini hanno dichiarato che doveva essere eliminato. Lo studio, vedete, esaminava le differenze nello stato di salute fra bambini vaccinati e non vaccinati. I risultati indicavano che "i bambini vaccinati mostravano significativamente meno probabilità di ricevere diagnosi di varicella e pertosse rispetto ai non vaccinati, ma significativamente più probabilità di ammalarsi di polmonite, otite media, allergie e patologie del neurosviluppo - NDDs (definite come disturbo dello spettro autistico, sindrome da deficit di attenzione e iperattività, e/o  disturbo dell'apprendimento).”

Dalle segnalazioni delle madri, i ricercatori hanno scoperto che i bambini vaccinati erano più soggetti ad allergie e patologie del neurosviluppo (NDDs). Il team ha notato che anche dopo aver tenuto conto di altri fattori, la vaccinazione restava associata in modo rilevante alla presenza di patologie a carico del neurosviluppo, con una probabilità di ricevere una diagnosi di questo tipo quasi tre volte superiore rispetto al controllo. La combinazione di nascita pretermine e vaccinazione produceva un rischio persino maggiore di NDDs, aumentandone le possibilità di oltre sei volte. 

Nell'abstract, i ricercatori hanno scritto come conclusione: “In questo studio basato sui report delle madri, i vaccinati hanno avuto un tasso superiore di allergie e di patologie del neurosviluppo rispetto ai non vaccinati.
La vaccinazione, ma non la nascita pretermine, è rimasta associata in modo significativo a questo tipo di malattie dopo aver tenuto conto di altri fattori. Tuttavia, la nascita pretermine combinata con la vaccinazione  era associata ad un aumento apparentemente sinergico nello sviluppo di NDDs. Sono necessarie ulteriori ricerche che coinvolgano campioni più ampi e indipendenti per verificare e comprendere queste scoperte inattese ed ottimizzare l'impatto dei vaccini sulla salute dei bambini.”

Baxter Dmitry di Investment Watch Blog sottolinea che questo studio è stato  “rimosso” dalla rivista Frontiers In Public Health. Normalmente, è ancora possibile vedere la copia cache nell'archivio di internet. Ma Baxter afferma che anche quella è stata cancellata, dichiarando “anche la copia cache disponibile nell'archivio di internet è stata rimossa, il che denota l'esistenza di una vera e propria campagna per evitare che il pubblico venga a conoscenza di questo studio.”
Fortunatamente, è stato salvato uno screenshot dello studio prima che il tutto scomparisse per sempre da internet.
 



Prima di essere rimosso da internet, lo studio è stato sottoposto ad una enorme quantità controlli; a quanto pare in questo caso l'uso di sondaggi, che vengono ampiamente utilizzati per la raccolta dati - sarebbe in qualche modo viziato dal "biais" (forma di distorsione della valutazione causata dal pregiudizio, N.d.T.).
Fra i più suggestivi commenti pubblici, “Questo studio è caratterizzato da carente progettazione, benché i risultati non  siano impossibili.  Esso si basa sui report spontanei delle madri, inducendo al biais,” e “Ecco un altro studio spazzatura sulla rivista Frontiers. Scienziati, smettetela di recensire/pubblicare qui.”
Non è certo la prima volta che uno studio che mostri i potenziali effetti nocivi dei vaccini viene ritirato da internet.
A febbraio, la rivista Vaccine rimosse temporaneamente, e poi alla fine ritirò, uno studio che associava il vaccino contro il papillomavirus (HPV) a disturbi comportamentali nei topi.  
Pubblicare ricerche che contengono informazioni in conflitto con le narrazioni mainstream continua a mostrarsi un modo veloce e facile per trovarsi sulla lista nera della censura da parte dei media tradizionali.
Questo fatto sottolinea ancora una volta l’importanza della ricerca indipendente e dei media alternativi.

Fonti:
http://www.activistpost.com/2016/12/vaccinated-versus-unvaccinated-children-2016-health-study-pulled-from-publication.html
http://www.naturalblaze.com/2016/12/notable-study-on-vaccinated-vs-unvaccinated-children-pulled-from-web.html
http://www.universityworldnews.com/article.php?story=20130625133943361
https://vaccineimpact.com/2016/retracted-paper-linking-hpv-vaccine-to-behavioral-issues-republished/

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Vaccini: il caso Hexavac in Parlamento Italiano - 24 Gen. 2014

Il vaccino esavalente Hexavac finisce in parlamento con un’interrogazione presentata da sei senatori del Movimento 5 Stelle.
Scarsa efficacia, dati insufficienti sulla sicurezza, studi giudicati non adeguati: questa la storia del vaccino dal 2005 ad oggi. Ed ora c’è chi vuole vederci chiaro. 

Sei senatori del Movimento 5 Stelle (Romani, Taverna, Simeoni, Fucksia, Bencini e Bottici) hanno presentato una interrogazione al ministro della salute ponendo una serie di interrogativi che potrebbero gettare nuova luce sul vaccino esavalente Hexavac che si somministra ai bambini. Vi riportiamo il testo integrale dell’interrogazione:
 «Premesso che:
 "Hexavac" è un vaccino esavalente utilizzato per la prevenzione delle infezioni causate da difterite, tetano, pertosse, poliomielite, epatite ed infezioni invasive causate da Haemophilus influenzae b, ed è stato prodotto e distribuito da Sanofi Pasteur MSD a partire dal 2000;
  il 17 novembre 2005 la Commissione europea ha sospeso l'autorizzazione all'immissione in commercio su raccomandazione del comitato dell'Agenzia per i medicinali per uso umano (CHMP) a causa del sospetto di inefficacia nell'indurre protezione a breve e lungo termine nei confronti dell'epatite, mentre l'11 aprile 2012 Sanofi Pasteur MSD ha volontariamente ritirato l'autorizzazione all'immissione in commercio di Hexavac;
  l'Agenzia europea dei medicinali (EMA) ha quindi impegnato la Sanofi Pasteur MSD a condurre un primo studio clinico per misurare il livello della risposta immunitaria al virus dell'epatite B nei bambini vaccinati nel corso del primo anno di vita.
  I risultati dello studio, condotto in 6 centri vaccinali italiani tra il 2008 e il 2009 e pubblicati sulla rivista "Vaccine", hanno rilevato come solo il 60,1 per cento dei bambini vaccinati presenta valori attestanti l'efficacia dell'immunizzazione;
- risulta agli interroganti che la Sanofi Pasteur MSD sia stata la responsabile dello studio dalla fase di progettazione fino all'analisi e all'interpretazione dei dati e quindi con un evidente conflitto di interessi;
- a seguito di questi risultati l'EMA ha chiesto alla Sanofi Pasteur MSD di eseguirne un secondo sui bambini vaccinati con Hexavac 10 anni prima per valutare se abbiano bisogno di una dose di richiamo o meno relativamente alla sola immunizzazione rispetto al virus dell'epatite B.
Questo secondo studio è stato approvato sia dal comitato etico del centro coordinatore della ASL di Sassari il 21 maggio 2013 che dal comitato etico di pertinenz
a della ASL 5 Bassa friulana l'11 giugno 2013, nonché dall'Agenzia Italiana del farmaco il 5 luglio 2013;
 
Le aziende sanitarie coinvolte nello studio sottolineano la libera partecipazione, dopo un'adeguata informazione, e la raccolta del consenso degli aderenti. È però parere degli interroganti che l'informazione fornita agli aderenti non sia affatto adeguata.
Nella scheda tecnica del vaccino si riporta testualmente che "poiché i dati relativi alla sicurezza del vaccino anti-apatite B sono insufficienti quando vengono somministrate dosi addizionali in eccesso rispetto alle serie raccomandate, la rivaccinazione eseguita dopo il completamento della prima serie non è raccomandata di routine.
La rivaccinazione deve essere presa in considerazione per i soggetti ad alto rischio, dopo aver valutato il beneficio della vaccinazione rispetto al potenziale rischio di aumento delle reazioni avverse locali o sistemiche."
A questo proposito il secondo studio presenta una particolarità: non prevede due fasi, una prima fase di acquisizione dei dati sullo stato immunitario ed una seconda con l'eventuale risposta alla rivaccinazione dei soggetti non protetti;
- il protocollo prevede infatti un prelievo di sangue per valutare lo stato immunitario e contemporaneamente la somministrazione della dose di richiamo.
Un secondo prelievo è invece effettuato dopo 21-35 giorni per stabilire se la nuova immunizzazione ha avuto successo o meno.
Per le famiglie che partecipano è prevista infine la consegna di un omaggio che comprende: un termometro digitale, un righello, una tessera identificativa ed un diario dove annotare la temperatura del bambino ed eventuali reazioni locali nei 14 giorni successivi all'iniezione;
- il vaccino contiene idrossifosfato amorfo di alluminio solfato e, secondo quanto si apprende dalla scheda tecnica, può contenere tracce di formaldeide e potassio tiocianato, sostanze che possono essere utilizzate nel processo di produzione.
Le possibili reazioni avverse comprendono dolore, rossore, gonfiore ma anche effetti collaterali di maggiore gravità quali dolore alle articolazioni, parestesie, neuriti e disordini del sistema nervoso centrale quali la sclerosi multipla;
- appare agli interroganti quantomeno improbabile che genitori efficacemente informati accettino tali rischi senza la preventiva dimostrazione che lo stato immunitario del proprio figlio richiede effettivamente una dose di richiamo,
si chiede di sapere:
- se il Ministro in indirizzo sia al corrente delle ragioni per le quali il secondo studio sulla durata dell'immunizzazione del vaccino al virus dell'epatite B non preveda una prima fase di acquisizione dei dati sullo stato immunitario dei soggetti vaccinati e, solo dopo, una seconda fase di somministrazione ai soli soggetti che ne hanno bisogno;
- se non ritenga opportuno attivarsi con urgenza, per quanto di sua competenza, al fine di rendere la procedura di valutazione della copertura vaccinale il più trasparente possibile e libera da conflitti d'interesse;
- se non ritenga opportuno promuovere una verifica volta ad accertare che i genitori aderenti al secondo studio siano effettivamente informati dei maggiori rischi che i loro figli corrono nell'assumere una nuova dose di vaccino senza averne preventivamente valutato lo stato immunitario".
By Beatrice Salvemini - Tratto da aamterranuova.it
 

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
 

UE: ok a vaccino esavalente, liquido e di pronto uso – Maggio 2013
La Commissione Europea ha dato poche settimane fa l'autorizzazione comunitaria all'immissione in commercio di un nuovo vaccino esavalente pediatrico. Si tratta di un prodotto dalle caratteristiche innovative, completamente liquido e immediatamente utilizzabile.
Il vaccino viene propinato nella vaccinazione primaria e il relativi richiami, nei bambini da 6 settimane a 24 mesi di età, in conformità con le raccomandazioni ufficiali di ciascuno stato europeo.....Big Pharma soddisfatta...ringrazia...

Esavalente contaminata: http://autismovaccini.com/2012/10/16/lesavalente-contaminato-aggiornamento/

Vaccini esavalenti sotto inchiesta  
"Quasi ogni giorno, bambini muoiono di edema cerebrale a Monaco di Baviera
"- 12 ottobre, 2012

Studio scientifico mostra che il tasso di mortalità infantile aumenta all'aumentare del numero di dosi vaccinali somministrate.
 Qui nel sito qui sotto segnalato, trovate la traduzione dell'abstract (riassunto) dell'articolo "Infant mortality rates regressed against number of vaccine doses routinely given: Is there a biochemical or synergistic toxicity?" di Neil Z Miller e Gary S Goldman, pubblicato orginalmente sulla rivista scientifica ufficiale Human & Experimental Toxicology - 2011 September; 30(9): 1429, e reperibile su internet sul sito istituzionale medico-scientifico National Center for Biotechnology Information (.nih.gov significa che è ospitato sul sito governativo del National Institute of Health, ovvero il Ministero della Salute Federale degli USA):
 
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3170075/
 Continua QUI:
http://scienzamarcia.blogspot.it/2013/03/studio-scientifico-mostra-che-il-tasso.html

L’essere umano è un territorio sacro. Nessuno ha il diritto di penetrarlo. Qualsiasi intrusione, senza il consenso della persona interessata, sotto qualunque pretesto, è uno stupro. Ognuno è libero di disporre del proprio corpo, del proprio spirito e dell’anima, secondo la sua volontà. Questo diritto è inalienabile. La legge del marketing e la guerra fra le case farmaceutiche.
Articolo e traduzioni di Giuditta per TUTTOUNO e scienzamarcia.blogspot.com

Nel caso di un ritiro dal commercio di un vaccino, meglio evocarne l’inefficacia che il pericolo !
Facciamo l’esempio dell’Hexavac, sospettato di essere stato responsabile di numerosi casi fatali di edema cerebrale nei neonati.
La posta in gioco era troppo alta.
Fu detto: Il provvedimento non sarebbe legato a problemi di sicurezza del vaccino – riferisce l’Aifa – ed è stato adottato a scopo cautelativo poiché è stata rilevata una variabilità nel processo di produzione che potrebbe attenuare la sua capacità nell’indurre una risposta anticorpale a lungo termine (5-10 anni dalla vaccinazione) contro l’epatite B.
Questi falsi argomenti furono utilizzati con la complicità dell’Agenzia europea per i medicinali, per coprire l’immagine di Sanofi e per prevenire l’inchiesta, in quel momento in fase di completamento, che era stata avviata in Germania.
Ecco adesso l’ultima trovata datata 08/10/2012 da un articolo di Le Figaro: Sanofi ritira lotti di vaccini

Sanofi Pasteur MSD (Sanofi-Merck) ha ritirato alcuni lotti di vaccino contro il tifo proprio a causa dei dubbi circa la loro efficacia, ha annunciato oggi l’autorità sanitaria britannica. La decisione di ritirare dal mercato 16 lotti Typhim è stata presa a causa di problemi nel processo di fabbricazione del vaccino, secondo l’MHRA (Medicines and Healthcare products Regulatory Agency).
"Non vi è alcuna preoccupazione per quanto riguarda la sicurezza dei vaccini, ma il ritiro ha avuto luogo, perché potrebbe non essere così efficace come dovrebbe essere", ha detto Ian Holloway, uno dei dirigenti dell’agenzia.

Torniamo adesso ai vaccini esavalenti Hexavac e INFANRIX hexa
Scoop di Arte tv confermato dalla AFSSAPS (ora ANSM – Agence nationale de sécurité du médicament et des produits de santé)
01-05-2008 – Durante una manifestazione francese: un rappresentante dell’AFSSAPS ha dichiarato: "I vaccini esavalenti hanno fatto molti danni anche in Germania."
Tre giorni prima, in un documentario di Arte, un vero scoop su questo tema: "Quasi ogni giorno, i bambini morti di edema cerebrale per causa sconosciuta a Monaco di Baviera"
Sospettati i vaccini esavalenti, uno di loro è stato successivamente ritirato dal mercato. L’altro ha continuato a essere utilizzato, … ma è innocuo?

Documentario tedesco di Arte « Le vaccin, un geste anodin ? » (Il vaccino, un gesto banale ?)
Il titolo del documentario girato prevalentemente in Germania da Valentin Thurn e diffuso per la prima volta il 27 novembre 2007 su Arte Thema (ATTENZIONE ! la prima parte del documentario parla dei vantaggi dei vaccini, ma noi qui prenderemo in considerazione solo i vaccini esavalenti).
Ad un certo punto il documentario affronta i vaccini esavalenti:
"Quasi ogni giorno, i corpi dei bambini sono trasferiti presso l’Istituto di Medicina legale di Monaco di Baviera per l’autopsia, su richiesta del pubblico ministero".
Un professore di medicina legale, Randolf Penning parla con calma. In 25 anni di carriera, ha realizzato l’autopsia di più di 10000 corpi. Un giorno, improvvisamente ha constatato una moltiplicazione di casi di edema cerebrale nei neonati mai vista prima:
Le vaccin, un geste anodin_3/4 di tchels0o

"Nel 2002 abbiamo fatto per caso, nel giro di un mese, l’esame di diversi corpi di bambini che erano stati vaccinati qualche tempo prima di morire. Abbiamo scoperto che il cervello era molto duro. Per noi è un segno di una possibile morte per asfissia. Né noi né la polizia abbiamo pensato che potesse trattarsi di omicidi. Tuttavia, le morti erano sospette.
Dei 120 bambini esaminati, sei di loro sono morti lo stesso giorno della vaccinazione o il giorno dopo. Questo aumento dei casi ci ha messo in allerta. Ci sono circa 300 medici patologi in Germania, ci conosciamo tutti. Ho parlato con alcuni dei miei colleghi che avevano osservato casi simili. Secondo loro, tutto sembra indicare che vi sia un legame tra il vaccino esavalente e i decessi lo stesso giorno o entro 48 ore DOPO la vaccinazione" .
"Individui strettamente legati alle vaccinazioni ci hanno attaccati. Erano i membri del comitato permanente dei vaccini  (l’equivalente del Comitato Tecnico Scientifico di Monitoraggio relativo alle coperture vaccinali in Italia), e coloro che non accettano che si dica nulla contro i loro vaccini. Tuttavia, in nessun momento abbiamo accusato i vaccini. Quello che abbiamo fatto è puntare il dito sulla combinazione di alcuni vaccini. E’ desolante. Tentiamo di iniziare una discussione scientifica ma vi mettono al bando della professione facendovi passare come un piantagrane … o un pazzo ... "
Durante l’inchiesta, un vaccino esavalente fu ritirato dal mercato con una banale scusa.

Klaus Hartmann, un ricercatore ex dipendente del Paul Institut Ehrlicht esprime il suo interessante punto di vista:
"Stavo ancora lavorando al Paul Institut Ehrlicht quando il primo decesso provocato dal Hexavac ci fu segnalato. Secondo me non si doveva procrastinate, il vaccino doveva essere immediatamente ritirato dal mercato. Allarmati per l’aumento dei casi di morte improvvisa inspiegabili, l’EMEA (European Medicines Agency) e l’istituto di ricerca tedesco Ehrlich decisero di indagare. L’EMEA ha riunito un gruppo di esperti che hanno deciso che non c’erano dati sufficienti per prendere una drastica decisione.
L’Istituto decise di lanciare un ampio studio epidemiologico per censire tutti i casi di sindrome di morte improvvisa del lattante.
Una settimana prima dell’inizio della ricerca, nel 2005, l’EMEA ha pubblicato una dichiarazione. Quando l’ho letta sono stato molto sorpreso. Il comunicato stampa diceva che la protezione a lungo termine contro l’epatite B era insufficiente (!), e sulle raccomandazioni dell’EMEA il fabbricante ritirava più o meno di propria iniziativa, dal mercato il vaccino. Il vero motivo del ritiro è che non volevano correre il rischio di altri casi simili. In definitiva questi casi di morte infantile improvvisa non sono mai stati chiariti, ma ci sono molti indizi che suggeriscono che essi siano legati ad un problema delle vaccinazioni".

Da notare che, secondo il commento di Arte, l’altro vaccino esavalente sotto accusa ha continuato a essere commercializzato nonostante fosse anch’esso messo in causa dai patologi tedeschi e per gli stessi motivi. Ci si può allora chiedere perché l’inchiesta che doveva essere completata alla fine del 2007, è stato diretta solo contro l’Hexavac prodotto da Sanofi? Un regolamento di conti tra laboratori? Possiamo anche notare che, se in nessun momento il medico legale nomina un vaccino piuttosto che un altro, parlando di vaccini esavalenti, il ricercatore del P. Istituto Ehrlich cita solo l’Hexavac. E anche, se dopo il ritiro del vaccino, vi fu una riduzione del numero di casi osservati, la cosa sarebbe un fattore importante da tenere in considerazione.

Il vaccino esavalente GSK, colpisce a sua volta
La testimonianza dei genitori del piccolo Fabian conferma che Hexavac Sanofi non è l’unico colpevole, ma il suo fratello gemello, l’INFANRIX hexa della GSK (un vaccino esavalente pediatrico: difterite, tetano, pertosse, poliomielite, Haemophilus…) colpisce a sua volta:
Fabian è nato in Germania 24 febbraio 2006, dopo che il Hexavac è stato ritirato dal mercato fine  settembre del 2005. Secondo sua madre, durante i suoi primi cinque mesi Fabian era in perfetta salute. Sarà vaccinato un lunedì nel mese di luglio con l’unico vaccino esavalente disponibile. La sera stessa febbre alta che oscilla nei giorni successivi. Muore una settimana dopo, il lunedì 24 luglio, edema cerebrale di origine sconosciuta secondo l’autopsia. Secondo il chirurgo la vaccinazione era troppo lontana per esserne la causa! Ma secondo il bugiardino questo tipo di complicanza può verificarsi anche 7 giorni dopo la vaccinazione … prova che c’erano già stati altri casi simili. Questo è un caso che dovrebbe interessare l’Istituto Ehrlich, che sembra non aver intenzione di prendersi cura dei bambini vaccinati con GSK … vai a capire ….

Un episodio in più della guerra franco-prussiana contro la Sanofi ?
Nel 1999, la francese Rhône-Poulenc e la tedesca Hoechst fusionano per creare l’Aventis, unione per un perfetto equilibrio degli interessi francesi e tedeschi. Il matrimonio è celebrato dai due governi. Ma nel mese di ottobre del 2004, Nicolas Sarkozy, allora sindaco di Bercy, impone l’assorbimento della Aventis nel gruppo francese Sanofi, i tedeschi sono in minoranza, sono furiosi e lo faranno sapere tre anni più tardi, quando Nicolas Sarkozy torna a Berlino in qualità di Presidente della Repubblica Francese. Il caso è ancora fresco nelle menti e in tutti i commenti.

Allora, l’inchiesta decisa dal laboratorio tedesco Ehrlicht sugli effetti dei vaccini esavalenti sembra in realtà diretta solo contro il vaccino Sanofi, secondo quanto emerge dal documentario Arte e le dichiarazioni di Klaus Hartmann. Come quest’ultimo spiega, sarebbe stata la prospettiva di questa indagine, prevista per il mese di ottobre del 2005, che avrebbe precipitato il ritiro del vaccino, lasciando solo in pista  il vaccino della GSK che non sembra tuttavia meno pericoloso, secondo la testimonianza dei genitori di Fabian e le constatazioni dei medici forensi interrogati nel documentario.

Dunque sembrerebbe che il vaccino della Sanofi, senza questo episodio politico-finanziario, continuerebbe a essere utilizzato tranquillamente insieme al suo concorrente GSK, protetti tutti e due da comitati di esperti indipendenti ma la comprensivi ?

Vaccini perfettamente sicuri
"So che i nostri vaccini sono sicuri e che, sia da un punto di vista scientifico che pratico, la loro sicurezza non e’ da mettere in dubbio. Per dimostrare che sono dannosi, bisognerebbe che i metodi di censimento degli effetti negativi siano affidabili. E francamente è ben lungi dall’essere il caso in questo momento. Dovrebbero essere migliorati in modo significativo, mail costo e’ molto elevato". Prof. Heinz-Josef Schmidt Presidente della Commissione Permanente

Cerchiamo di essere chiari: se la certezza della sicurezza dei vaccini è acquisita, non c’è bisogno di nuove ricerche complesse e costose, ma se vi sono miglioramenti significativi da realizzare è che vi sono zone d’ombra e quindi una certa incertezza.
Conferma durante una conferenza (les journées de veille sanitaire de l’AFSSAPS-ANSM)

Come ogni anno, l’InVS (Istituto Superiore di Sanità francese, per quello italiano vedi QUI), il 29 e 30 novembre 2007, ho partecipato alla seconda giornata dedicata alla salute dei bambini. Vi sono state numerose comunicazioni sulle vaccinazioni. Una fra queste è stata presentata dalla signora A. Castot del dipartimento di gestione del rischio, sull’uso corretto e le informazioni dei farmaci, all’AFSSAPS, l’Agenzia francese per la sicurezza dei prodotti sanitari.
Dopo aver ricordato che la Gran Bretagna ha avuto il suo problema con le vaccinazioni MMR collegate all’autismo e la Francia con il SEP attribuito al vaccino per l’epatite B, ha aggiunto:
"I vaccini esavalenti in Germania hanno anch’essi fatto male. Ogni paese ha il suo dossier … " confermando così la realtà dello scoop di Arte. Se la popolazione tedesca è uscita segnata da questo caso e se, nonostante il ritiro del Hexavac, la diffidenza persiste, poco o nulla era filtrato in Francia.

Il vaccino esavalente in Francia
La popolazione francese ha avuto gli stessi problemi, e gli altri paesi ?
I vaccini esavalenti in Francia sono stati presi in considerazione per poter somministrare anche il vaccino contro l’epatite B infantile in combinazione con gli altri. Ma i problemi che la Francia ha avuto con questa vaccinazione nel passato, ha probabilmente contribuito a limitarne l’uso, cosa che ha probabilmente contribuito a salvare la vita di alcuni bambini.
Ci è stato detto che in Francia ci sono stati 150.000 vaccinazioni di esavalente, in particolare nelle PMI (istituti per la protezione delle madri e infanzia), e che la nostra vaccino-vigilanza non ha rilevato niente (informazione del Dr A.Castot durante la Giornata della vigilanza sanitaria).
Quest’ultimo punto non prova nulla, siamo abituati ad una forma di vigilanza un po’ assonnata … quasi l’avesse punta una mosca tse-tse! Ipotesi inoltre confermata proprio durante questa conferenza, il giorno 30 novembre, dal Dr. A. Castot (AFSSAPS), che ammise "una chiara sottostima degli effetti avversi dei vaccini" e la necessità di "fare attenzione ai segnali" per il depistaggio il più presto possibile di "un rischio emergente dopo l’AMM (autorizzazione per la commercializzazione)".E sottolineò la necessità di "un approccio più previdente" per catturare "un debole segnale, per non aspettare troppo a lungo." In altre parole, popolo dell’Afssaps e dell’ InVS, svegliatevi!

Dovete sapere che quando un’autorizzazione per la commercializzazione è concessa, il vaccino è stato appena testato in fase 3 su solo poche centinaia, al massimo poche migliaia di persone. Pertanto, il rischio di morte di 1/10000 può anche non apparire. Un incidente con un rischio minore di 1/10000 o almeno 1/1000 è classificato raro, secondo le norme della farmacovigilanza, a partire da 1/10000 è considerato molto raro.
Ma tutto dipende dal numero di vaccinazioni eseguite. Se vengono vaccinate un milione di persone all’anno potrebbero esserci un centinaio di morti l’anno, nonostante l’evento venga considerato molto raro! A titolo indicativo, il parere del CSHPF il 9 marzo 2007 sulla vaccinazione contro il Papillomavirus (Gardasil) afferma che i test fino ad oggi effettuati non permettono di identificare un rischio inferiore a 1/4000:
"La tolleranza  a questo vaccino è stata soddisfacente, ma il personale non ha consentito di rilevare un evento avverso il cui impatto potrebbe essere inferiore a 1/4000."
By Bernard Guennebaud
Fonte: http://www.votresante.org/news.php?dateedit=1209590202&page
Tratto da: altrainformazione.it

Vaccini obbligatori o no, tutti quanti sono da sempre sbandierati come utili e sicuri anche e non solo dal Ministero della salute, ma esiste una sentenza ben precisa (ignorata da tutti…) che mostra come tali distinzioni fra vaccini obbligatori e non, NON possono sussistere - vedi: Sentenza Corte Costituzionale
Le famiglie dei danneggiati da vaccino dal canto loro sottolineano “lo stato di abbandono in cui sono  state lasciate dalle cosiddette “istituzioni che dovrebbero tutelare”, infatti “tutelano” ma solo i fatturati di Big Pharma….". + Corruzione per i Vaccini

IMPORTANTE:
PROPOSTA di LEGGE per  STUDIO negli  USA sullo STATO di SALUTE FRA BAMBINI VACCINATI e NON VACCINATI (di nessun vaccino)
Il DISEGNO di LEGGE n° 3069 a FIRMA della DEPUTATA MALONEY NON E' STATO APPROVATO per cui  E' RIMASTO sulla CARTA.... e NEPPURE DISCUSSO dal CONGRESSO....a dimostrazione che NON si vuole fare vere ricerche sui gravi DANNI dei VACCINI......Big Pharma ringrazia...

"Noi medici siamo plagiati, fin dall'inizio, dagli insegnamenti universitari che ci vengono propinati da un manipolo di "professori" che hanno il solo interesse di lasciarci nell'ignoranza sulla vera origine delle malattie. Alcuni di noi, alla fine, raggiungono la consapevolezza e mettono in moto delle grosse energie che provocano reazioni positive nel Tutto."
 By  Dott.
Giuseppe De Pace (medico ortopedico ospedaliero)

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
 

RITIRO INFARIX EXA: ITALIA NO PROBLEM ? - 20/20/2012

COMUNICATI FRETTOLOSI e SILENZI IMBARAZZANTI: un’ALTRA STORIA INDEGNA
E’ del 6 ottobre 2012, la comunicazione dall’Istituto di Stato per Controllo dei Farmaci della Slovacchia (SUKL), recante URGENZA di CLASSE 1 - Ritiro immediato del vaccino esavalente
INFANRIX HEXA per rischio contaminazione batterica pericolosa (1)

Ricordiamo a tutti coloro che non lo sapessero ancora che L’esavalente (nome commerciale INFANRIX HEXA, quella prodotta dalla ditta GlaxoSmithKline) è il vaccino usato anche in Italia per vaccinare i neonati a partire dal 2° - 3° mese di vita. Questo vaccino contiene 6 antigeni che dovrebbero proteggere i nostri figli contro difterite, tetano, poliomielite, epatite B, pertosse ed emofilo tipo B.
L’Istituto di Stato per Controllo dei Farmaci della Slovacchia diffonde un documento urgente (riferimento n. 12/5541 - 389/2012/900) in cui impone il ritiro immediato dal commercio del farmaco INFANRIX HEXA (Codice 34905) della ditta Belga GlaxoSmithKline Biologicals S.A., lotto A21CB191B con data di scadenza 01-2014. Viene dichiarato testualmente:

DECISIONE: l’istituto di stato per controllo dei farmaci in Slovacchia, come ente di riferimento secondo il paragrafo 129/2,lettera k, della legge n. 362/2011 sui farmaci e articoli sanitari e su modifiche di alcune leggi impone il ritiro dal commercio del farmaco INFANRIX HEXA (10x farmaco, 10x siringa, 20x ago) codice SUKL 34905, Ente di Registrazione GLAXOSMITHKLINE BIOLOGICALS S.A., Belgio

N. del Lotto A21CB191B
Data di scadenza 01/2014
Classificazione: 1. Classe d’urgenza

MOTIVO: in base all’annuncio dell’ente di registrazione la ditta GLAXOSMITHKLINE B. S.A.,89, Rue de L’Institut, B-1330, Rixensart, Belgio, l’Istituto di stato per controllo dei farmaci impone il ritiro di questo lotto del farmaco INFANRIX HEXA dalle farmacie e dai fornitori sanitari.

MANCANZA: durante il controllo su qualità è stata riscontrata la contaminazione microbica dell’ambiente di produzione, i prodotti finali NON sono MICROBICAMENTE contaminati. Allo scopo di assicurare il mantenimento dello standard di qualità l’ente di registrazione accetta il ritiro del farmaco INFANRIX HEXA, lotto n. A21CB191B dalle farmacie e dai fornitori sanitari.

La motivazione ufficiale è quindi che durante il controllo di qualità “è stata riscontrata una contaminazione microbica dell’ambiente di produzione”. È riportato che i prodotti finali della lavorazione (cioè il vaccino in oggetto) non sono MICROBICAMENTE contaminati.

Il documento ufficiale dice che: “I pazienti che sono stati vaccinati con questo vaccino non sono a rischio a causa del vaccino stesso che soddisfa tutti i requisiti di qualità”, ma - allo scopo di assicurare il mantenimento dello standard di qualità, l’ente di registrazione accetta il ritiro del farmaco dalle farmacie e dai fornitori sanitari. Principio di precauzione o certezza della contaminazione? Per quale motivo scatenare una così plateale azione solo per “assicurare il mantenimento dello standard di qualità?’. Lascateci dire che la cosa è quantomeno sospetta!

Seconda Osservazione: perché è stata fatta questa “scoperta” dopo quasi due anni dalla data di produzione del lotto e dopo un anno della data di importazione del vaccino in Slovacchia? Come si fa a scoprire la contaminazione microbica dell’ambiente di produzione dopo 21 mesi? E nel frattempo non si è forse continuato a produrre altri lotti di vaccino (non solo l’INFARIX EXA probabilmente, dato che non sappiamo quale dia il layout delle linee produttive dell’azienda) ?
Il SUKL scrive che la data di scadenza del lotto del vaccino INFANRIX HEXA è gennaio 2014.
Questo significa che probabilmente il lotto è stato prodotto a gennaio 2011, visto che il periodo di utilizzo del lotto è di circa 3 anni. Cosa è successo? Hanno preso dei campioni dell’ambiente di produzione a gennaio 2011 e solo in ottobre 2012 hanno sottoposto questi campioni ai test sulla contaminazione batterica ? Oppure avevano i risultati dei test già a gennaio 2011 e sapevano tutto fin dall’inizio? Oppure hanno trovato il batterio Bacillus Cereus in qualche vaccino, anche se ufficialmente lo negano ?

GlaksoSmithKline (GSK) si contraddice: prima conferma che “durante l’analisi retrospettiva è stata rilevata una potenziale contaminazione microbica dell’ambiente di produzione” e poi afferma: “durante l’analisi è stata rilevata una contaminazione microbica dell’ambiente di produzione”. Poi, GSK non risponde chiaramente alla domanda: “come è possibile che il lotto sia in distribuzione già da un anno e mezzo e solo ora si sia arrivati alla scoperta della probabile contaminazione ?”.

A cosa corrisponde la classe 1 d’urgenza ? La classificazione delle urgenze è stabilita dalle norme europee (norma emea/ins/gmp/459921/2010) ed è la seguente:

1a classe d’urgenza: le urgenze che minacciano potenzialmente la vita oppure possono causare gravi danni alla salute. Provvedimento da attuare immediatamente!
2a classe d’urgenza: le urgenze che possono minacciare la salute o possono portare a cure non corrette, ma non rientrano nella classe 1. Provvedimento da attuare entro 48 ore!
3a classe d’urgenza: le urgenze che non minacciano la salute, ma il ritiro è stato effettuato per altri motivi. Provvedimento da attuare entro 5 giorni!
BACILLUS CEREUS. Ci sono ancora delle contraddizioni da parte di GSK nell’esprimersi su questo argomento: GSK spiega quali sono problemi se si mangia del cibo contaminato dal batterio che “può causare spontanee e non serie infezioni”.Sulla pagina dell’ente Statale Veterinario e Alimentare in Slovacchia si legge, invece: “il Bacillus Cereus ha la capacità di produrre 2 tipi di tossine, le quali causano 2 tipi d’intossicazione alimentare:

Tossina emetica da Bacillus Cereus: nausea, vomito, sonnolenza. La forma emetica dell’intossicazione si sviluppa dopo aver ingerito la tossina (Cereulide), che si produce nel cibo. Il periodo di incubazione è 30 minuti - 1 ora dopo l’assunzione del cibo contaminato. La malattia ha risoluzione veloce, di solito 24 ore. Sono state evidenziate intossicazioni da riso, cereali, pasta, budini di latte.
Enterotossina diarroica da Bacillus Cereus: diarrea liquida, dolori addominali. Si crea nell’intestino tenue dopo aver ingerito del cibo contaminato. L’intossicazione dura 1 giorno o più. La forma diarroica dell’enterotossicazione da Bacillus Cereus si sviluppa dopo aver mangiato carne, salse, brodi, desserts. Non richiede un trattamento farmacologico. Richiede invece la somministrazione di liquidi.
Tutto questo però riguarda gli effetti, quando il Bacillus Cereus entra nel tratto digestivo con il cibo, NON DOPO L’INOCULAZIONE DEL BACILLUS CEREUS CON IL VACCINO NEI BAMBINI (Fonte: http://www.slobodavockovani.sk/ ).

Altre indicazioni sul batterio potete trovarle nell’articolo pubblicato dal dott. Gava sull’argomento:

http://www.informasalus.it/it/articoli/ ... irato.php#:
nell’articolo del dott. Gava possiamo avere anche una buona sintesi sulla UTILITA’ e la SICUREZZA dei vaccini. Vale la pena di leggerlo con molta ATTENZIONE.

CONSEGUENZE REALI
Dalla Slovacchia apprendiamo che un bambino è deceduto all’inizio di quest’anno dopo il primo vaccino con INFANRIX HEXA, SYNFLORIX e ROTARIX, e il vaccino apparteneva a questo lotto. Una altro caso di reazione avversa è stato registrato su una bambina con seri problemi di diarrea acquosa liquida, insonnia, sangue e proteine nell'urina, test di funzionamento epatico altissimo. In un altro caso dopo la vaccinazione il bambino ha perso conoscenza ed è stato ricoverato in terapia intensiva. Ci sono episodi di neuroblastoma dopo la vaccinazione con INFANRIX HEXA:
nella capitale della Slovacchia, nel reparto oncologico di pediatria l’incidenza di neuroblastoma era di un caso all’anno circa, ma recentemente di questi bambini ce ne sono così tanti che quasi non c’è più posto nel reparto. Se è vero che il vaccino stesso non è contaminato MICROBICAMENTE e non è influenzata né sua sicurezza, né efficacia, né sono in pericolo i pazienti ai quali era stato somministrato, perché il vaccino deve essere ritirato dal commercio ?

REAZIONE A CATENA. LE NAZIONI CHE HANNO RITIRATO IL VACCINO.
Le notizie sono recentissime e pare che le Nazioni che hanno preso la decisione di ritirare il vaccino INFANRIX Hexa siano in aumento. Allo stato attuale, comunque, le nazioni sono: Slovacchia, Spagna, Germania, Australia, Canada e Francia (alla data del 16.10.2012 si sono aggiunte altre 13 nazioni). La Francia non ha ritirato solo l’esavalente, ma anche il vaccino tetravalente e il pentavalente, sempre della ditta GlaxoSmithKline. I lotti ritirati da questi Paesi, la data di ritiro e i siti che lo comunicano sono i seguenti:

SLOVACCHIA
Data del ritiro immediato: 6 ottobre 2012
Numero di lotto: A21CB191B
Siti per la consultazione:
http://www.sukl.sk
www.slobodavockovani.sk/news/sukl-naria ... ntaminacii
www.sukl.sk/buxus/docs/Inspekcia/Postre ... fanrix1210

SPAGNA
Data del ritiro immediato: 8 ottobre 2012
Numeri di lotto: A21CB187E; lo stesso giorno, la Società Spagnola del Farmaco comunica di ritirare anche il lotto 12N0010 (scadenza 31.8.2013)
Siti per la consultazione:
www.larazon.es/noticia/1481-sanidad-ret ... microbiana
www.aemps.gob.es/informa/alertas/medica ... _42-12.pdf
www.sefh.es/sefhboletin/vernoticiaboletin.php?id=5313

GERMANIA
Data del ritiro immediato: 10 ottobre 2012
Numeri di lotto: A21CB191C, A21CB193A, A21CB193B, A21CB193C, A21CB194A
Laboratori paralleli esterni e numeri di lotto interessati dal provvedimento:
EMRA-MED, KOHLPHARMA, PHARMA WESTEN, VERON PHARMA: A21CB187B
CC-PHARMA: A21CB337A
PHARMA WESTEN, EMRA-MED, KOHLPHARMA, VERON PHARMA: A21CB187C
A.C.A. MÜLLER: A20CA742A, A20CA743A
Sito per la consultazione:
www.akdae.de/Arzneimittelsicherheit/Wei ... 121010.pdf

AUSTRALIA
Data del ritiro immediato: 11 ottobre 2012
Numeri di lotto: A21CB144A; A21CB188D; A21CB188E; A21CB190A; A21CB197A; A21CB221B
Sito per la consultazione:
www.tga.gov.au/safety/alerts-medicine-i ... 121011.htm

FRANCIA
Data del ritiro immediato: 11 ottobre 2012
Numeri di lotto: sono stati ritirati tre tipi di vaccini (il tetravalente, il pentavalente e l’esavalente) della ditta GlaxoSmithKline:
INFANRIX TETRA IM: Lotto AC20B199AC
INFANRIX QUINTA: Lotti A20CA742A; A20CA743A; A20CA744B
INFANRIX HEXA: Lotto A21CB337A
Sito per la consultazione:
http://ansm.sante.fr/S-informer/Informa ... %29/fre-FR

CANADA
Data del ritiro immediato: 11 ottobre 2012
Numero di lotto: A21CB242A
Sito per la consultazione:
www.bccdc.ca/imm-vac/VaccinesBC/infanrix.htm,
Nel sito si legge il seguente comunicato dell’Agenzia di Controllo della Salute canadese (BC Centre for Disease Control): “Genitori e tutori di bambini che hanno ricevuto il vaccino ritirato possono stare certi che il loro bambino è stato vaccinato con un vaccino efficace e sicuro. Più di 20.000 dosi di questo vaccino sono state somministrate ai bambini in Canada dal mese di aprile 2012. Non ci sono state segnalazioni di problemi con questo vaccino che indicano la contaminazione batterica in Canada e in 1,2 milioni di dosi distribuite in tutto il mondo”.
Sono tutti lotti con scadenza 31 gennaio 2014, ad eccezione di un lotto ritirato in Spagna con scadenza 31-8-2013.

PERCHÉ IL NOSTRO MINISTERO NON HA FINORA NÉ SCRITTO NÉ FATTO NULLA ?
I Ministeri della Salute degli Stati suddetti hanno avvisato la popolazione affinché i genitori dei bambini che hanno ricevuto questa vaccinazione negli ultimi mesi contattino le autorità sanitarie con urgenza nel caso compaia qualsiasi disturbo. Il nostro Ministero, invece, tace.
Abbiamo solo un comunicato AIFA (2) che, di fatto, ripete come un pappagallo il contenuto del comunicato dell’ufficio stampa della Glaxo SmithKline (3), oltre al lancio dell’agenzia ANNSA (4) del 17 ottobre scorso.

Ma la cosa, così come ci viene raccontata, NON ha assolutamente senso: per chi ha un minimo di dimestichezza con il mondo del lavoro, quantunque si tratti di aziende farmaceutiche, con un altissimo livello tecnologico, è chiaro che siamo di fronte ad un maldestro tentativo di insabbiamento di una situazione che stava sfuggendo di mano. Nessuno può raccontarci che SOLO alcuni lotti contaminati sono sfuggiti al controllo dell’azienda e, solo adesso, sono stati identificati. Questo non possiamo accettarlo anche sulla base del fatto che proprio questo tipo di aziende DEVONO avere per definizione, dei sistemi di controllo talmente sofisticati da poter identificare in tempo reale qualsiasi anomalia per ogni lotto di produzione. Se così non fosse allora siamo di fronte ad una truffa di dimensioni globali.

Al nostro Ministro della Salute e al Sistema Sanitario italiano diciamo semplicemente questo:
Non è possibile affermare con sicurezza che il problema della contaminazione, così come è stato reso noto, non abbia interessato altri lotti di produzione, compresi quelli distribuito nel nostro paese, perché non è stata resa nota la tracciabilità temporale della contaminazione (intempestività dell’informazione). GlaxoSmithKline deve dichiarare la correlazione fra tutti i lotti ritirati e il periodo di presunta contaminazione delle linee di produzione.
È difficile credere, infatti, che in una sequenza temporale definita, questa contaminazione si sia manifestata ad intermittenza (a macchia di leopardo), selezionando un lotto qua e un lotto là. Quindi DOBBIAMO avere una mappatura chiara dei lotti di produzione e dobbiamo incrociarla con il periodo di contaminazione (non dichiarato). Così potremo verificare se “in mezzo” ci sono anche i lotti distribuiti in Italia.

GlaxoSmithKline non ha dichiarato l’origine della contaminazione
, né ha parlato di soluzione del problema per il futuro. Quindi, per quanto ne sappiamo, l’evento potrebbe ripetersi in ogni momento (no sono state dichiarate azioni preventive).
Per quanto ne sappiamo i rischi di contaminazione biologica correlati alla produzione dei vaccini è all’ordine del giorno: I vaccini sono pericolosi sia per i loro componenti antigenici che per i loro componenti tossicologici, perché possono contenere: virus vivi o morti, batteri, parti di DNA, frazioni antigeniche, tossine, proteine eterologhe, prioni, antibiotici, mercurio, fenolo, alluminio, formaldeide, fenossietanolo, oli e innumerevoli nuovi composti ad azione conservante o adiuvante, nanoparticelle e chissà cos’altro … e da oggi sappiamo che possono contenere anche il Bacillus Cereus.
Come conseguenza di questo vorremo essere edotti sui Piani dei Controlli dei lotti vaccinali prodotti dalle case farmaceutiche sotto contratto con il Ministero.
Giusto che ci siamo, ci farebbe piacere sapere anche qualcosa sul Piano dei Controlli sui soggetti vaccinati con i lotti potenzialmente sospetti di cui ai punti precedenti.
Chiediamo troppo? Lasciamo in allegato il COMUNICATO CONGIUNTO inviato al Ministero dalle maggiori associazioni che in Italia si battono per la libertà di scelta e per il riconoscimento del danno da vaccino.

Fonte:
http://www.comilva.org/news/ritiro_infa ... no_problem

Riferimenti:
http://www.sukl.sk
http://www.agenziafarmaco.gov.it/it/con ... ia-1610201
http://www.repubblica.it/salute/medicin ... ef=HREC2-6
http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche ... 43897.html
Tratto da: omeosan.it
 

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

ANCORA UNA BAMBINA MORTA DOPO la SOMMINISTRAZIONE dell'ESAVALENTE. - Luglio 2013
Questo VACCINO e' stato RITIRATO IN MOLTI PAESI MA NON IN ITALIA. RISARCIMENTO RECORD, PERO' NESSUNO RIDARA' PIU' LA BIMBA AI GENITORI. - Muore in culla a causa del vaccino Infanrix, risarcimento record ai genitori.
La loro bambina è morta di Sids ("morte in culla") a pochi giorni dalla vaccinazione con il vaccino Esavalente.
Il tribunale di Pesaro ha deciso un risarcimento record di 200 mila euro alla famiglia, più un vitalizio di circa 700 euro al mese ed un ulteriore indennizzo ancora da quantificare. Una sentenza storica per l'Italia.
I genitori, lui rappresentante e lei impiegata, padre e madre di altri due figli, si rivolsero subito dopo la morte della piccola ad un avvocato, ed è proprio lui a parlare dell’intera vicenda.
La battaglia legale è stata lunga ed estenuante ma alla fine i genitori hanno potuto far ricondurre la morte della loro piccola al vaccino esavalente.
L’avvocato, Luca Ventaloro, ha spiegato: “La bambina iniziò ad accusare molto presto una serie di sintomi ricollegati alla vaccinazione. Dolori articolari continui, totale inappetenza, sovvertimento del rimo del sonno/veglia. Alla morte avvenuta durante il sonno fece seguito l’autopsia che stabilì che la causa finale era stata una polmonite interstiziale. Il vaccino esavalente era stato composto da antipolio, una difto-tetanica, anti epatite B, anti pertosse e antiemofilo.”
La cosa da notare è che questo vaccino è stato ritirato dal commercio, per ordine della casa madre, in 19 paesi perchè: “durante il controllo di qualità è stata riscontrata una contaminazione microbica dell’ambiente di produzione.
È riportato che i prodotti finali della lavorazione (cioè il vaccino in oggetto) non sono microbicamente contaminati, ma, allo scopo di assicurare il mantenimento dello standard di qualità, l’ente di registrazione accetta il ritiro del farmaco/vaccino INFANRIX Hexa dalle farmacie e dai fornitori sanitari. I pazienti che sono stati vaccinati con questo vaccino non sono a rischio a causa del vaccino stesso che soddisfa tutti i requisiti di qualità”.
I paesi che hanno ritirato il vaccino esavalente sono Spagna, Francia, Germania, Slovacchia, Canada e Australia, Gran Bretagna, Belgio, Olanda, Grecia, Repubblica Ceca, Albania, Malaysia, Vietnam, Qatar, Romania, Libano, Brasile, Malta mentre in Italia il Ministro della Salute afferma di non essere interessato al problema perchè i lotti in questione non sono stati commercializzati nel nostro stato.


Gli esperti di vaccini del CDC, hanno spesso conflitti di interesse
- 18/03/2010
CDC e Conflitti di interesse - 1 + CDC e Conflitti di interesse - 2 + CDC e Conflitti di interesse - 3 + Corruzione + Danni dei Vaccini + Contro Immunizzazione

CDC conflitti di interesse anche per i vaccini + anche per la FDA

http://healthimpactnews.com/2014/cdcs-purchase-of-4-billion-of-vaccines-a-conflict-of-interest-in-overseeing-vaccine-safety/


Parlamentari pagati dalle Lobbies ? -
Roma Ott. 2013 
L'intervista a un assistente di un Senatore che svelerebbe i traffici illeciti tra parlamentari e Lobbies.
Video dell'intervista: 
http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/390060/roma-parlamentari-pagati-dalle-lobbies.html

 

Informatore dei CDC CONFESSA la FRODE e le FALSIFICAZIONI sugli studi della correlazione VACCINO=AUTISMO

 


Vaccino uccide bambina nella culla ! - (Italy), Frascati 30/05/2013
Tragedia all'asilo nido - bimbo muore nella culla
Il dramma a Frascati: ad accorgersene una delle maestre insieme alla mamma che era andata a svegliarlo.
Il bambino era stato vaccinato il giorno prima ma i medici escludono che possa essere la causa del decesso. Il piccolo è deceduto prima dell'arrivo in ospedale
Muore in culla mentre è all’asilo: dramma a Frascati. È accaduto ieri intorno alle 15.30 nella struttura di via Formello, ad accorgersi che il piccolo, I. R. di 1 anno, non respirava più è stata una delle maestre insieme alla mamma che era andata a svegliarlo.
Sono stati immediatamente chiamati i soccorsi ma per il bimbo non c’è stato nulla da fare.
Il bambino infatti è arrivato già morto all’ospedale di Frascati e i medici non hanno potuto che constatarne la morte ma sulle cause del decesso è ancora tutto da chiarire. Nelle prossime ore l’autopsia stabilirà cosa abbia provocato la morte ed è stata già avviata un’indagine dai carabinieri della compagnia di Frascati che stanno indagando sul caso: «Secondo quanto hanno riferito i medici a un primo esame si tratterebbe di morte bianca» hanno detto «ma dobbiamo attendere i risultati definitivi per stabilire esattamente cosa sia accaduto». Cause naturali dunque ma l’indagine resta aperta. Intanto i genitori del bambino, che aveva compiuto un anno lo scorso 24 maggio, sono disperati e hanno ribadito ai medici e ai carabinieri che il piccolo era in perfetta salute.
Era stato vaccinato il giorno prima.
Al momento i medici hanno escluso che il vaccino polivalente, a cui era stato sottoposto il piccolo possa essere la causa del decesso, che comunque verrà stabilità con esattezza solo dopo i risultati dell'autopsia già richiesta dalla Asl.
By Flaminia Savelli - Tratto da:roma.repubblica.it


Commento
NdR: questa e' una delle tante morti per vaccino che si vogliono a tutti i costi nascondere alla popolazione, pur di continuare a vaccinare !

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
 

Vaccino Infanrix Hexa: documento rivela una sequela di complicanze
La società farmaceutica GlaxoSmithKline è al corrente di delicate informazioni  riguardanti la sicurezza del vaccino pediatrico INFANRIX Hexa?
Un nutrito gruppo di cittadini belgi assicura che è proprio così e si rende portavoce di un’iniziativa mediatica senza precedenti, descritta nel loro articolo INFANRIX Hexa: documento riservato sconvolgente.
Infatti, è stato reso noto il contenuto di un corposo documento di 1.271 pagine  riguardanti il vaccino INFANRIX Hexa, prodotto dalla società farmaceutica GlaxoSmithKline, che garantisce la produzione del vaccino. Questo rapporto confidenziale è arrivato sul tavolo di un gruppo di cittadini che, anche a seguito dei decessi dei propri figli, si sta battendo per la libertà delle vaccinazioni e di informazioni.
In questa relazione, la società GSK ha elencato minuziosamente, come richiesto dalla legge, tutte le reazioni avverse che si sono verificate dopo l’iniezione di una dose di INFANRIX Hexa sul bambino, dalla febbre alla morte, indipendentemente dal fatto che l’effetto avverso fosse correlato con l’iniezione preventiva oppure no.
Il documento rivela un lungo repertorio di complicanze dove la società GSK se la canta e se la scrive da sola, affermando in modo presuntuoso che gli eventi sono considerati seri solo se corrispondono ai criteri medici stabiliti da se stessa.  Si contano 1.742 reazioni avverse, elencate in 41 paesi, inclusa l’Italia che detiene il primato con 595 segnalazioni: un record se si considera il fenomeno dell’under-reporting in Pediatria .
Dopo essermi fatto promotore, insieme a componenti di diverse associazioni nazionali,  di un esposto inoltrato alla Procura di Torino a seguito dei ritiri preventivi che hanno interessato diversi lotti di INFANRIX Hexa in 19 paesi al mondo,  credo che le autorità sanitarie competenti dovrebbero degnarsi di fornire ulteriori spiegazioni anzichè sostenere che questo vaccino é sicuro e controllatissimo.
E’ così sicuro e controllatissimo che, dal 23 Ottobre 2009 al 22 ottobre 2011, la ditta farmaceutica ha individuato numerosi dati e centinaia di referti medici che riportano reazioni avverse.

Anche il sottoscritto, che ha richiesto formalmente alla ditta farmaceutica alcune informazioni riguardanti la sicurezza dei lotti vaccinali somministrati al proprio figlio, si è trovato a partecipare ad un’intervista di farmacovigilanza per poi sentirsi rispondere che le informazioni potevano essere richieste secondo alcune modalità.
Tali modalità, che hanno coinvolto medici e studio legale, sono state eseguite talmente correttamente che, a quanto pare, devono aver intimorito così tanto la sede di Verona della GSK che ha invitato tutti quanti a rivolgersi al loro ufficio legale. Come concetto di democrazia a tutela della salute del cittadino non fa una piega !
A questo punto spero vivamente di cuore che qualcuno di lorsignori possa inciampare accidentalmente in questo articolo, perchè arriverete a rispondere alla Magistratura competente (italiana ed europea) di queste vostre azioni da censura a danno della salute dei bambini.

Qui di seguito i dati essenziali di questo rapporto:
1. Reazioni avverse in più di 40 paesi – Il documento della società GSK è basato su 1.742 referti medici internazionali inviati “spontaneamente” durante due anni. In totale, 41 paesi hanno partecipato allo studio. I rapporti raccolti provengono principalmente da Italia, Germania e Francia.
2. Milioni di dosi distribuite – Durante il periodo, sono state iniettate 24.283.415 dosi di vaccino INFANRIX Hexa. Sono tra 6 e 24 milioni i bambini che sono stati vaccinati, in numero variabile secondo il dosaggio raccomandato. Complessivamente, più di 70 milioni di dosi sono state distribuite dal lancio del vaccino nel 2000.
3. 825 casi differenti di complicazioni mediche – In circa trenta pagine, il documento presenta, in varie tabelle, tutte le reazioni avverse elencate nelle varie relazioni mediche redatte dopo la vaccinazione. Le reazioni avverse possono interessare tutti i sistemi e gli organi del corpo del bambino: sistema respiratorio, sistema cardiovascolare, sistema nervoso, sistema immunitario ecc.
4. Centinaia di casi gravi – Il documento riporta 559 casi gravi , ma solo 56 sono elencati nel documento ufficiale, in merito al vaccino INFANRIX hexa. L’autismo, la morte improvvisa in culla, problemi di anemia e problemi polmonari sono elencati nelle tabelle.
5. AUTISMO – A dispetto di coloro che si affannano ad affermare il contrario, gli eventi di Autismo compaiono più volte nelle tabelle riportate nel report [ad es. a pag. 27], ma non è chiaro come GSK giudichi questi eventi [nel caso di pag. 27 lo riporta nel gruppo dei “Mental Impairment Disorders” e lo classifica come Serious]. L’Autismo compare poi a pag. 626, 632, 756, 995, 1147, 1201, 1206.
6. Decesso di 14 bambini – Durante il periodo in analisi, sono stati riportati 14 decessi di bambini vaccinati. La cosa sconcertante nei report sui decessi è la chiara correlazione temporale fra vaccinazione e decesso (ad es. il primo caso a pag. 1220 avvenuto 11 giorni dopo la vaccinazione, e il secondo caso ancora 11 giorni dopo la vaccinazione - morte in culla - ma in nessuno dei due è disponibile l’autopsia), mentre la GSK dichiara il contrario a sostegno della propria opinabile linea di condotta in cui gli eventi sono considerati seri solo se corrispondono ai criteri medici stabiliti da se stessa..
7. Risultati positivi – In conclusione al documento la GSK ritiene che la tolleranza del profilo di rischio-beneficio di INFANRIX Hexa continua ad essere favorevole, malgrado questa via crucis. Infine, l’azienda farmaceutica sarebbe impegnata a sostenere le autorità a monitorare attentamente le complicazioni più gravi e i decessi.

Queste informazioni riguardano principalmente i paesi interessati alla commercializzazione [un migliaio], le autorità di regolamentazione, i professionisti della salute e alcuni privati.
Infatti,  è bene ricordare che la produzione di questo vaccino è effettuata anche in sub-appalto e non dobbiamo stupirci se durante il processo di lavorazione accadono episodi di contaminazione o ancor peggio permane il famigerato Thimerosal.
A questo proposito la GSK si dichiara impossibilitata a rilasciare una dichiarazione scritta che confermi l’assenza totale di Thimerosal dall’INFANRIX Hexa come prodotto finito, in quanto sa molto bene che è ancora utilizzato nei processi di lavorazione.

Il numero di effetti collaterali gravi, identificati in questo documento riservato, è incommensurabile in aggiunta a quelli riportati nel manuale professionale per medici e farmacisti e ciò che è ancor più scandaloso è che si tengono i genitori all’oscuro di tutto, riversando su di loro la responsabilità di firmare un consenso informato alla vaccinazione ridicolo, e totalmente inadeguato, rispetto alla mole di informazioni che vengono scambiate segretamente negli uffici di questa multinazionale della malattia.
By Gabriele Milani - Fonte: Autismo & Vaccini

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Uno studio scientifico mostra che il vaccino quadrivalente per il papilloma virus può causare vasculopatia autoimmuni fatali (ovvero mortali).
Lo studio realizzato dai due medici canadesi Lucija Tomljenovic e Cristopher A. Shaw si intitola "Morte dopo il vaccino contro il papilloma virus, c'è una relazione causale o è una coincidenza ? " e si può leggere (in inglese) al seguente link
http://sanevax.org/wp-content/uploads/2012/10/Tomljenovic-Shaw-Gardasil-Causal-Coincidental-2167-7689-S12-001.pdf.
Le conclusioni dell'articolo non sono per niente ambigue: il vaccino in questione può innescare una reazione autoimmune che può essere talora mortale. Le conclusioni sono motivate dal fatto che molte delle reazioni avverse a tale vaccino finora registrate corrispondono a sintomi di vasculopatia cerebrale.
Studi come questo ovviamente mettono in un angolo tutti i ministeri della sanità che negano continuamente ogni correlazione tra le morti ed i vaccini.

video del dott. Massimo Montinari a Don Chisciotte  - Ott. 2012


IMPORTANTE
: OGNI tipo di Vaccino produce Stress ossidativo cellulare e quindi tissutale !

Questi sono i principali vaccini per le quali si effettua la vaccinazione:

Polio + Vaiolo + Tetano  + Epatite B + Pertosse + Morbillo + Parotite + Rosolia + Meningite + HPV (Cervarix-Gardasil per Tumore all'utero) +  Varicella + Influenza

Le BUGIE di DE LORENZO, BIANCO, CIRINO POMICINO e SOCI  oltre ai Politici, per far varare l'obbligo alla Vaccinazione:

VACCINI PEDIATRICI CORRUTTORI & VENDUTI (leggete QUI, e' importante) Corruzione e CORROTTI
Si inventano malattie e si alimentano epidemie per imporre nuovi mercati e fagocitare profitti stellari.
.....
"Vaccine Nation" è un documentario che racconta l'incredibile storia di Alan Yurko e della sua famiglia.

vedi:
Spariti i Vaccini quadrivalente + Spariti vaccini trivalenti Meningite dai vaccini + Danni dei vaccini + DICHIARAZIONE  di PERICOLOSITA’ + Altri morti da VaccinoPentavalente ecco i Pericoli  +  Cerebrolesa da esavalente
 

Vaccino per la Polmonite Prevenar:
Pochi giorni fa, abbiamo pubblicato un documento confidenziale dalla GSK (più di 1200 pagine !)
Lle autorità sanitarie belghe sono state informate ed abbiamo ricevuto il documento da parte di alcuni dei dipendenti dell'Agenzia salute belga.  Si prega di scoprire in prima persona di cosa si tratta perché c'è un contrasto enorme tra quello che i genitori viene detto e la sicurezza reale di questo vaccino esavalente.
Alla fine di ogni parte di questo documento enorme, si trovano diverse segnalazioni di esiti fatali e molti di loro si sono verificato in Italia.
L'Agenzia nazionale per la salute in Italia è più lucida, a nostro parere, sulla possibile relazione tra mortalità infantile e l'uso dei vaccini esavalenti mentre l'agenzia francese nega sistematicamente questo tipo di "legame inquietante" per esempio !
Troverete il nostro comunicato stampa esplicativo in inglese e in francese qui e anche, la diffusione mediatica qui in Belgio:
(Per l'impatto mediatico, vedere di seguito le tabelle !)
 
In un periodo di due anni infatti (2009 - 2011) si sono verificati e sono stati notificati da GSK:
- 36 morti (non 14 come inizialmente calcolato)
- 14 morti tra il 23 ottobre 2010 e il 22 ottobre 2011
- 22 tra il 23 ottobre 2009 e il 22 ott 2010 .
Almeno 37 morti altri (soprattutto da morte improvvisa = SIDS) si sono verificati da quando il produttore ha lanciato il vaccino nel 2000, ma come ha ammesso in riviste mediche ufficiali, solo l'1-10% di gravi effetti collaterali del vaccino sono effettivamente presi in considerazione.
 
Ma dobbiamo anche parlare di altri documenti riservati circa la co-somministrazione di Prevenar 13 e Infanrix hexa che triplica il rischio o di effetti collaterali neurologici, come rilevato in Italia, del resto ! 
vedi: Ministero ed enti a tutela della salute informati sui danni dei vaccini NON fanno nulla.
Si prega di consultare qui per tutte le informazioni su questi nuovi documenti: http://www.initiativecitoyenne.be
http://ddata.over-blog.com/3/27/09/71/2012-2013/Initiative-Citoyenne-Press-Release-about-Prevenar-13.pdf
(I tre documenti riservati sono menzionati e poi, dopo, si trova il nostro comunicato stampa commentative in francese e in inglese)
Come si può vedere, il quotidiano belga Le Soir ben noto ha fatto la sua prima pagina di ieri con esso (più la pagina 9)
By la squadra di iniziativa Citoyenne


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
 

Notizia del mese di Ottobre 2012
“Rischio contaminazione”, vaccino esavalente RITIRATO in 19 Paesi. NON in Italia
Alcuni lotti di INFANRIX Hexa, prodotto dalla GlaxoSmithKline e utilizzato sui neonati, vengono richiamati dall'azienda per il sospetto di "bacillus cereus". Nessuna comunicazione ufficiale delle autorità italiane, la notizia trapela da un articolo-denuncia del farmacologo dott. Roberto Gava.
Il ministero della Salute, contattato, risponde: "Lotti non commercializzati da noi".
Il colosso del farmaco: "La nostra è estrema precauzione, non ci sono eventi avversi". Ma le Asl ricevono centinaia di telefonate da genitori preoccupati !
Tratto dai mass media…

Commento NdR: Ma nessuno dice che i vaccini sono contaminati da nanoparticelle molto pericolose, cosi come da sostanze TOSSICO-NOCIVE in essi contenute, immesse appositamente, oltre al fatto che iniettando batteri e/o virus (questi ultimi sono proteine complesse a DNA/Rna) quando questi + le sostanze tossiche arrivano per l’immunodepressione che i vaccini inducono, fin dentro nelle cellule, modificano le funzioni cellulari (quando non le distruggono) e quindi nascono i problemi di salute (qualsiasi e’ possibile), cioe’ i vari ed infiniti sintomi che gli ignoranti chiamano “malattie”….

Credo tutti sappiano che la vaccinazione "obbligatoria" non è altro che un affare tra alcuni politici e le "famiglie" - Lobbies - proprietarie delle multinazionali farmaceutiche - BIG PHARMA + Big Pharma 2.

Vaccino per L'epatite B, (chiamato falsamente: Antiepatite B)
Delle quattro vaccinazioni obbligatorie questa, voluta da De Lorenzo che ha  ricevuto una tangente dalla GSK, gode di molti studi pubblicati sulla sua pericolosità e nessun pediatra ha il coraggio di difenderne l'obbligo.

Vedi lo studio del dott. Marc Girard, “Pericoli autoimmuni di vaccino per l'epatite B”. Sorprendente la nuova ricerca pubblicata nella rivista
L'apoptosi indica che il vaccino contro l'epatite B, che è stato progettato per prevenire l'epatite B virale danni al fegato, provoca in realtà distruzione delle cellule del fegato.
Nello studio intitolato "vaccino contro l'epatite B induce la morte apoptotica in Hepa1-6 celle," ricercatori hanno cercato di "... stabilire un sistema modello in vitro suscettibili di indagini meccanicistiche di citotossicità indotti dal vaccino anti-epatite B, e di indagare i meccanismi di indotta dal vaccino morte cellulare. "

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Effetti indesiderati o appositamente voluti per far soldi sulla pelle di esseri indifesi col pretesto scientifico ?
"Il nome - denuncia il giornalista Gianni Lannes - è quello di un killer legalmente autorizzato ad avvelenare i bambini e a trasformarli in pazienti cronici, danneggiando irreversibilmente le loro difese immunitarie".

Si chiama "INFANRIX Hexa", costa quasi 100 euro ed è il vaccino esavalente, somministrato in un'unica soluzione, prodotto dalla britannica Glaxo, condannata più volte negli Usa per aver provocato la morte di parecchie persone.
L'obbligo di legge per i neonati riguarda solo difterite, tetano, poliomielite ed epatite B. Ma nella dose diffusa ci sono gli antigeni per altre due malattie infettive. Secondo l'Istituto superiore di sanità, la copertura è ottimale e non c'è nessun rischio provato. Anzi, «il vero scandalo è contrarre virus perché si rifiuta il vaccino».

Vaccinazioni obbligatorie in tutta Italia, tranne nelle regioni come il Veneto (ed altre regioni) dove sono diventate facoltative. «Mio figlio autistico a causa dei vaccini», ha denunciato anche l'infermiere Gabriele Milani.
La vaccinazione per l'epatite B, contenuta anch'essa nell'esavalente e introdotta «grazie alle tangenti ricevute dall'ex ministro della salute Francesco De Lorenzo», secondo Lannes è «totalmente illegale e truffaldina, in considerazione del fatto che l'ex ministro è stato condannato in via definitiva dalla Corte di Cassazione». Il ministro è sparito ma la vaccinazione è rimasta, scrive Lannes in un intervento pubblicato dal blog "Informare per Resistere", che denuncia svariati abusi commessi al solo scopo di gonfiare la spesa farmaceutica, anche sulla pelle dei piccoli pazienti e all'insaputa dei famigliari: «Sovente i genitori non sono puntualmente informati dai medici pediatri preposti al servizio delle aziende sanitarie locali, così in una botta sola vengono iniettati ai pargoli oltre a quelli obbligatori, anche i raccomandati "Haemophilus B" e pertosse».

Una madre: "Sette vaccini contemporanei alla prima somministrazione non sono troppi ?".
Se sono obbligatori solo 4 vaccini, perché invece se ne somministrano addirittura 6 e anche di più? «Non è che si usano i neonati come cavie ?», si interroga il Codacons. Oltretutto, anche nelle vaccinazioni obbligatorie si annida il pericolo invisibile dei metalli pesanti. «Il decreto ministeriale del 27 giugno 2003 aveva messo al bando il mercurio», dice Lannes, ma «a distanza di 9 anni è ancora presente nella composizione», come certificato da recenti analisi europee. Non è tutto: negli adiuvanti compare anche l'alluminio in dosi macroscopiche. «Secondo il ministero della Salute e l'istituto Superiore di sanità è tutto a posto e non c'è nessun pericolo. Inverosimile. Come la mettiamo con gli effetti collaterali e le malattie insabbiate ? Possibile che debba prevalere il profitto economico sulla salute ?».

Due sentenze giudiziarie hanno da poco scosso il mondo della pediatria: c'è una relazione tra i vaccini obbligatori, somministrati ai nostri figli, e l'autismo. Lo hanno detto due giudici, a Rimini e a Torino, disponendo risarcimenti miliardari.
Problema: i vaccini sono utili o soltanto pericolosi ? «Perché sono obbligatori da noi e in Francia, ma nel resto d'Europa solo consigliati ?».
Associazioni di genitori che hanno vissuto disgrazie cliniche dopo una vaccinazione, il Comilva e www.mednat.org, ad esempio, pubblicano in Rete studi sconosciuti all'opinione pubblica.
Per quale motivo, si interroga Lannes, il governo Monti non rende noto il numero complessivo delle persone danneggiate nel nostro paese ?
La legge 210 del 1992 parla chiaro: "Indennizzo a favore dei soggetti danneggiati da complicanze di tipo irreversibile a causa di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazione di emoderivati". E dunque: "Che ragione c'era di promulgare una normativa del genere se lo Stato è in regola ?".

Il settore, continua Lannes, è intorbidito da trucchi e pericoli, a cominciare dalla presenza "clandestina" del mercurio in alcuni composti, come il Thiomersale. «In sostanza, è consentita l'omissione di informazioni pur essendo confermato che potrebbe ugualmente avvenire una sensibilizzazione (reazione allergica) al prodotto».
Gli ultimi dati rivelano che, fra il 1993 e il 1996, ben 7.000 bambini nordamericani sono morti a seguito di reazioni avverse ai vaccini ed altri 333.000 hanno avuto danni permanenti.
In Giappone i casi di "sindrome da morte improvvisa" sono scomparsi, immediatamente dopo che l'età delle vaccinazioni obbligatorie è stata spostata dai due mesi di vita ai due anni. E' ben noto alle autorità sanitarie che col boom dei casi di autismo infantile a partire dal 1992, i neonati hanno ricevuto per ciclo vaccinale un quantità variabile tra 125 e 175 micro-grammi di mercurio, spropositata per il loro peso.
Il mercurio, continua Lannes, è contenuto anche nell'"INFANRIX Hexa", spacciato per "libero da sali di mercurio".
Idem per l'alluminio, che è «una comprovata neurotossina» ed è «l'adiuvante più comunemente utilizzato nei vaccini».
Nonostante l'uso diffuso degli adiuvanti di alluminio, la comprensione della scienza medica in merito al loro meccanismo d'azione è ancora notevolmente scarsa, spiega Lannes.
C'è anche una relativa scarsità di dati sulla tossicologia e la farmacocinetica di questi composti ma, nonostante questo, la fantasiosa nozione che l'alluminio nei vaccini è "sicuro" è spesso ampiamente accettata. «Ricerche indipendenti, tuttavia, dimostrano che gli adiuvanti in alluminio hanno la potenzialità di indurre gravi disturbi immunologici e neurologici negli esseri umani.
In particolare, l'alluminio sotto forma di adiuvante comporta un rischio di reazioni autoimmunitarie, infiammazioni cerebrali a lungo termine associate a complicazioni neurologiche con conseguenze negative, profonde e diffuse».

Se le virtù del vaccino sono spesso sopravvalutate, mentre il rischio è sempre sottovalutato, preoccupa anche la mancanza di qualsiasi valutazione tossicologica sulla somministrazione concomitante di alluminio con altri composti tossici riconosciuti, ordinariamente presenti nei vaccini.
L'elenco è lungo: formaldeide, formalina, fenossietanolo, fenolo, borato di sodio, polisorbato 80,Glutaraldeide ecc..
«Il risultato è che i bambini assumono quantità molto più elevate rispetto agli standard di sicurezza considerati dalle agenzie regolatorie, e gli adulti stanno aggiungendo quantità elevate cumulative di alluminio nei loro corpi».
Dei numerosi vaccini inoculati ai neonati, molti dei quali contengono alluminio, si è dimostrato come i bambini ottengono dosi circa 46 volte superiori a quelle considerate sicure dalle agenzie governative. «Queste megadosi possono avere un effetto devastante sul cervello, argomenta il professor Russell Blaylock (neurochirurgo, autore e docente universitario), causando danni al cervello nei bambini e l'insorgenza del morbo di Alzheimer negli adulti».

«L'alluminio è tossico», afferma Blaylock. «Un'avvincente ricerca ha dimostrato che l'alluminio è una neurotossina cumulativa, anche in piccole concentrazioni. Esso ha la tendenza a concentrarsi nell'ippocampo, una zona del cervello vitale per funzioni cruciali, tra cui apprendimento, memoria e comportamento». Recenti ricerche hanno dimostrato che l'alluminio nei vaccini sta producendo gravi problemi nel cervello dei bambini in via di sviluppo, dice il professore. «Le prove sono schiaccianti, ma molti medici e funzionari le ignorano. Rifiutano di guardare le prove perché sono spaventati dalla potenza delle evidenze».
Un quadro più che allarmante: «L'incidenza di disturbi neurologici come la sclerosi multipla, il morbo di Parkinson e Alzheimer sta esplodendo». La causa sarebbero proprio le tossine come l'alluminio dei vaccini, «e nessuno sta dicendo la verità».

Secondo l'Efsa, l'Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare, la quantità settimanale di alluminio nella dieta di una persona adulta non dovrebbe superare 1 milligrammo per ogni chilo di peso corporeo, riducendo di ben 7 volte la soglia precedente. Massima attenzione rispetto ad alcuni alimenti come pane, dolci, biscotti, cereali, spinaci, funghi e lattuga, fino ai latti artificiali per neonati.
«Dopo l'assorbimento - afferma l'Efsa - l'alluminio si distribuisce in tutti i tessuti degli animali e dell'uomo accumulandosi in alcuni di essi, in particolare nelle ossa. Il principale trasportatore degli ioni di alluminio nel plasma è la proteina legante il ferro, la transferrina. L'alluminio è in grado di penetrare nel cervello e raggiungere la placenta e il feto».

La Corte dei Conti ha convocato il Codacons in merito allo scandalo dello spreco di soldi pubblici per vaccini pediatrici inutili se non addirittura pericolosi, a seguito di un esposto del dicembre 2011.
Se in Italia sono obbligatori solo i vaccini contro difterite, tetano, polio ed epatite virale B, perché nelle Asl - denuncia il Codacons - anziché informare correttamente i genitori, spesso viene fornito ed iniettato ai piccoli il nuovo vaccino esavalente che contiene anche due vaccini facoltativi, contro pertosse e influenza ? Fatto grave: non è disponibile un'unica soluzione coi soli 4 vaccini obbligatori.
Rischio: il sovraccarico di sostanze potrebbe comportare uno choc del sistema immunitario.

Sul fronte economico, aggiunge Lannes, la procedura comporta un evidente spreco di soldi pubblici: «La maggiore spesa a carico della collettività è pari a 114 milioni di euro all'anno».
Il Codacons, che ha illustrato la questione alla Corte dei Conti, ha già inviato un esposto alla magistratura contabile, al ministero della Salute e alla Procura della Repubblica di Roma, denunciando i fatti alla luce del possibili reati di truffa e abuso d'ufficio, e chiedendo di accertare il comportamento dell'Aifa, l'Agenzia Italiana del Farmaco, cioè l'ente che autorizza la commercializzazione dei vaccini esavalenti oggi utilizzati nelle nostre Asl. «Maggiore è la spesa farmaceutica dei vaccini e più grande è il guadagno di Big Pharma», conclude Lannes.

«E' ovvio che si aumenti il numero dei vaccini, pediatrici e non solo», come quelli contro l'aviaria o addirittura l'obesità: se le multinazionali farmaceutiche non ricercassero esclusivamente il profitto economico, avrebbero commercializzato anche i soli vaccini obbligatori, fornendo ai genitori un'alternativa concreta all'esavalente. «La vaccinazione dovrebbe essere una scelta, da valutare caso per caso, dopo aver ricevuto un'informazione corretta dalle autorità sanitarie». Invece, protesta Lannes, i genitori restano al buio, «a volte pressati e minacciati psicologicamente», e quindi «accettano passivamente questo bombardamento al sistema immunitario del proprio figlio».
Domanda: "Quante altre generazioni di bambini perderanno la salute per un cinico business ?.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
 

L'esavalente è il vaccino usato anche in Italia per vaccinare i neonati a partire dal 2°-3° mese di vita
Ha la data del 6 ottobre 2012, è una comunicazione dall'Istituto di Stato per Controllo dei Farmaci della Slovacchia e reca l'urgenza di classe 1: ritiro immediato del vaccino esavalente INFANRIX Hexa per rischio contaminazione batterica pericolosa (1).

I fatti
Pochi giorni fa, il 6 ottobre scorso, l'Istituto di Stato per Controllo dei Farmaci della Slovacchia diffonde un documento urgente
(riferimento n° 12/5541 - 389/2012/900) in cui impone il ritiro immediato dal commercio del farmaco INFANRIX Hexa (Codice 34905) della
ditta belga GlaxoSmithKline Biologicals s.a., lotto A21CB191B con data di scadenza 01-2014.

La motivazione ufficiale è che durante il controllo di qualità è stata riscontrata una contaminazione microbica dell'ambiente di produzione.
È riportato che i prodotti finali della lavorazione (cioè il vaccino in oggetto) non sono microbicamente contaminati, ma, allo scopo di assicurare il mantenimento dello standard di qualità, l'ente di registrazione accetta il ritiro del farmaco INFANRIX Hexa dalle farmacie e dai fornitori sanitari. Il documento ufficiale dice che: "I pazienti che sono stati vaccinati con questo vaccino non sono a rischio a causa del vaccino stesso che soddisfa tutti i requisiti di qualità".
Cioè, il vaccino va benissimo e soddisfa tutti i requisiti di ottima qualità . eppure l'hanno fatto ritirare immediatamente! È difficile comprenderne il motivo, almeno per noi comuni mortali.
Il ritiro è stato disposto con urgenza massima: classe 1.

A cosa corrisponde la classe 1 d'urgenza ?
La classificazione delle urgenze è stabilita dalle norme europee (norma emea/ins/gmp/459921/2010) ed è la seguente:

1a classe d'urgenza: le urgenze che minacciano potenzialmente la vita oppure possono causare gravi danni alla salute. Provvedimento da attuare immediatamente !

2a classe d'urgenza: le urgenze che possono minacciare la salute o possono portare a cure non corrette, ma non rientrano nella classe 1. Provvedimento da attuare entro 48 ore !

3a classe d'urgenza: le urgenze che non minacciano la salute, ma il ritiro è stato effettuato per altri motivi. Provvedimento da attuare entro 5 giorni !

Cos'è l'esavalente ?
L'esavalente (nome commerciale INFANRIX HEXA della ditta GlaxoSmithKline) è il vaccino usato anche in Italia per vaccinare i
neonati a partire dal 2°-3° mese di vita. Questo vaccino contiene 6 antigeni che dovrebbero proteggere i nostri figli verso i seguenti germi: difterite, tetano, poliomielite, epatite B, pertosse, emofilo tipo B.
A parte la Regione Veneto, e in modo diverso qualche altra Regione, in Italia le vaccinazioni pediatriche obbligatorie sono SOLO 4 e cioè per la difterite, tetano, poliomielite, epatite B. Però, a partire dal 2003, è stato messo in commercio il vaccino esavalente (un'unica fiala vaccinale contro 6 germi) che è stato silenziosamente imposto scalzando i 4 vaccini prima disponibili e i genitori si sono trovati obbligati, senza alcuna legge dello Stato, a somministrare ai loro figli 6 vaccini contemporaneamente invece dei 4 obbligatori.
Ciò è accaduto nonostante si sappia che il rischio che un bambino ha di subire danni da vaccino è tanto maggiore quanto più il bambino è piccolo e tanto è maggiore il numero di vaccini somministrati contemporaneamente (2).

Le nazioni che hanno ritirato il vaccino e lotti incriminati
Le notizie sono recentissime e pare che le Nazioni che hanno preso la decisione di ritirare il vaccino INFANRIX Hexa siano in aumento.
Allo stato attuale, comunque, le nazioni sono: Slovacchia, Spagna,
Germania, Australia, Canada e Francia. La Francia non ha ritirato solo l'esavalente ma anche il vaccino tetravalente e il pentavalente, sempre della ditta GlaxoSmithKline.
I lotti ritirati da questi Paesi sono i seguenti:

Slovacchia
Data del ritiro immediato: 6 ottobre 2012
Numero di lotto: A21CB191B
Siti per la consultazione: http://www.sukl.sk +
- www.slobodavockovani.sk/news/sukl-nariadil-stiahnutie-vyrobnej-davky-hexavakciny-infanrix-hexa-kvoli-mikrobialnej-kontaminacii
- www.sukl.sk/buxus/docs/Inspekcia/PostregistracnaKontrola/Mimoriadne_oznamy/Rozhodnutie_Infanrix121007.pdf

Spagna
Data del ritiro immediato: 8 ottobre 2012
Numeri di lotto: A21CB187E; lo stesso giorno, la Società Spagnola del Farmaco comunica di ritirare anche il lotto 12N0010 (scadenza 31-8-2013)
Siti per la consultazione:
- www.larazon.es/noticia/1481-sanidad-retira-un-lote-de-una-vacuna-infantil-de-gsk-por-una-potencial-contaminacion-microbiana
- www.aemps.gob.es/informa/alertas/medicamentosUsoHumano/2012/docs/calidad_42-12.pdf
- www.sefh.es/sefhboletin/vernoticiaboletin.php?id=5313

Germania
Data del ritiro immediato: 10 ottobre 2012
Numeri di lotto: A21CB191C, A21CB193A, A21CB193B, A21CB193C, A21CB194A
Laboratori paralleli esterni e numeri di lotto interessati dal provvedimento:
- Emra-Med, Kohlpharma, Pharma Westen, Veron Pharma: A21CB187B
- CC-Pharma: A21CB337A
- Pharma Westen, Emra-Med, Kohlpharma, Veron Pharma: A21CB187C
- A.C.A. Müller: A20CA742A, A20CA743A
Sito per la consultazione:
- www.akdae.de/Arzneimittelsicherheit/Weitere/Archiv/2012/20121010.pdf

Australia
Data del ritiro immediato: 11 ottobre 2012
Numeri di lotto: A21CB144A; A21CB188D; A21CB188E; A21CB190A;
A21CB197A; A21CB221B
Sito per la consultazione:
- www.tga.gov.au/safety/alerts-medicine-infanrix-121011.htm

Canada
Data del ritiro immediato: 11 ottobre 2012
Numero di lotto: A21CB242A
Sito per la consultazione:
- www.bccdc.ca/imm-vac/VaccinesBC/infanrix.htm

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

L'Esavalente contiene mercurio
Sgomberiamo subito il campo da ogni dubbio con una dovuta precisazione: nell'INFANRIX HEXA (il vaccino esavalente che viene somministrato anche in Italia a tutti i nuovi nati nel 1° anno di vita e che viene spacciato per libero da sali di mercurio) in realtà è contenuto Mercurio (Hg) nella quantità di 10 ppb (parti di miliardo) ovvero 0,01 ppm (parti per milione) ovvero 0,010 mg/Litro come conferma uno studio indipendente di ricercatori australiani: Austin DW, Shandley KA, Palombo EA:
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20391108
Journal of Toxicology and Enviromental health. Part A. 2010;73(10):637-40

Commento NdR: contrariamente a cio' che dicono i famosi "enti a tutela" collusi con Big Pharma, il mercurio e' SEMPRE tossico in qualsiasi formulazione e quantita', specie sui soggetti deboli....generando in essi anche e non solo l'autismo !

Questi alcuni studi relativi ai danni neurologici che possono essere causati  in neonati di 3 mesi,
- 0,5 ppb di mercurio uccidono le cellule del neuroblastoma umano (Parran et al., Toxicol Sciences 2005; 86: 132-140),
- 20 ppb di mercurio distruggono la struttura delle membrane dei neuriti (Leong at al. - Neuroreport Journal 2001; 12: 733-37),
- 2 ppb di mercurio è la quantità massima contenuta nell'acqua potabile (disposizione EPA - massimo organo federale degli Stati Uniti) che potrebbe causare danno renale a lungo termine,
- 200 ppb di mercurio è il  limite minimo stabilito dall'EPA affinchè un liquido sia classificato come rifiuto pericoloso,
- i vaccini inutilizzati sono smaltiti come "rifiuti pericolosi a rischio infettivo" (DPR 15 LUGLIO 2003, N. 254, ALLEGATO 1), crediamo ci sia molto da meditare sulla sicurezza di questi composti che vengono iniettati in un organismo neonato totalmente immaturo dal punto di vista immunitario.

Ancora oggi, vi sentirete ripetere che questo vaccino per l'infanzia non contiene Mercurio.
Ebbene, è una pesante inesattezza a carico della salute dei nostri figli e l'ulteriore prova (a conferma dello studio indipendente citato poco sopra) è contenuta in una antecedente disposizione dell'EMEA (Ente Europeo per i Farmaci) datata 11 gennaio 2007.
In questa disposizione (EMEA/CHMP/VWP/19541/2007) si cita testualmente che il Thiomersale è un antimicrobico composto da mercurio organico che continua ad essere utilizzato sia nelle prime fasi di produzione, o come conservante nei vaccini.
Sono altresì suggerite nuove formule comunicative da inserire nei foglietti illustrativi a seconda che il Thiomersale (Thimerosal, Mercuriotiolato, Etilmercuriotiosalicilato) sia utilizzato come conservante o nella filiera produttiva.
Nel primo caso, la frase "questo medicinale contiene thimerosal (un composto di mercurio organico) come conservante e pertanto è possibile che si verifichino reazioni di sensibilizzazione" è stata sostituita con la frase "ipersensibilità a qualsiasi componente del medicinale". (NdR: vi e' una evidente collusione di Big Pharma con gli "enti a tutela"....dei fatturati di Big Pharma...)
In sostanza si maschera un'informazione vitale in merito ad un prodotto che potrebbe causare una riconosciuta sensibilizzazione, cioe' una reazione allergica di qualsiasi tipo.
Nel secondo caso, se il Thiomersale utilizzato nel processo di produzione si traduce in livelli inferiori a 40 nanogrammi per dose, o livelli non quantificabili, non sono raccomandate ulteriori dichiarazioni da inserire nelle informazioni del prodotto.
In sostanza è consentita l'omissione di informazioni pur essendo confermato che potrebbe ugualmente avvenire una sensibilizzazione (reazione allergica) al prodotto od altro !.
Il problema si infittisce quando, leggendo il foglietto illustrativo di questo vaccino, si apprende che è contenuta anche una combinazione di alluminio (fosfato di alluminio e idrossido di alluminio) alla considerevole dose (sempre riferita al neonato) di 935 microgrammi per fiala.

Un recente studio di alcuni neuroscienziati di Vancouver, CA. Shaw e L. Tomljenovic, prosegue la raccolta di domande critiche circa la presunta sicurezza dell'alluminio (presente praticamente in quasi tutti i vaccini) e dimostra come gli effetti neurotossici sono altrettanto dannosi, se non peggiori, di quelli del mercurio (Thiomersal). L'alluminio è una comprovata neurotossina ed è l'adiuvante più comunemente utilizzato nei vaccini.
Nonostante i quasi 90 anni di uso diffuso degli adiuvanti di alluminio, la comprensione della scienza medica in merito al loro meccanismo d'azione è ancora notevolmente scarsa.  C'è anche una relativa scarsità di dati sulla tossicologia e la farmacocinetica di questi composti ma, nonostante questo, la fantasiosa nozione che l'alluminio nei vaccini è sicuro è spesso ampiamente accettata.
Ricerche indipendenti, tuttavia, dimostrano chiaramente che gli adiuvanti in alluminio hanno la potenzialità di indurre gravi disturbi immunologici e neurologici negli esseri umani.
In particolare, l'alluminio sotto forma di adiuvante comporta un rischio di reazioni autoimmunitarie, infiammazioni cerebrali a lungo termine associate a complicazioni neurologiche con conseguenze negative, profonde e diffuse.
La possibilità che i falsamente propagandati "benefici del vaccino" sono sopravvalutati e il rischio di potenziali effetti avversi sottovalutati, non è rigorosamente valutata nella comunità medica e scientifica !

Un altro elemento di preoccupazione è la mancanza di qualsiasi valutazione tossicologica sulla somministrazione concomitante di alluminio con altri composti tossici riconosciuti che sono routinariamente costituenti delle preparazioni commerciali dei vaccini, per esempio: formaldeide, formalina, fenossietanolo, fenolo, borato di sodio, polisorbato 80, glutaraldeide ecc.

L'obbligo di legge per i neonati riguarda esclusivamente difterite, tetano, poliomelite ed epatite b.
Però, l'imposizione più diffusa (spesso perchè l'unica disponibile sul mercato) è quella di somministrare un vaccino esavalente dove ci sono gli antigeni per altre due malattie (pertosse e haemophilus influenzae b) che sono definiti "raccomandati", ma NON obbligatori, pur spacciandoli come tali.....

L'obbligatorietà del vaccino (NdR: non lo sono piu') non è più una motivazione sufficiente per fugare i dubbi su eventuali effetti dannosi, anche perché nella maggior parte delle regioni italiane è di fatto accettato il "dissenso informato", cioè una liberatoria firmata dai genitori che, anche dopo un eventuale colloquio con i medici dell'Asl, scelgono di rinunciare.
(NdR: MAI firmare nessun dissenso informato, ma far firmare al medico vaccinatore, questa lettera - vedi QUI)

Le illustrissime Stefania Salmaso (Direttore del centro di epidemiologa dell'Istituto superiore di Sanità) e Marta Ciofi degli Atti (esperto italiano presso l'Agenzia Europea del Farmaco - Emea, Londra - e membro del Gruppo tecnico di monitoraggio per il coordinamento operativo del Piano nazionale per l'eliminazione del morbillo e della rosolia congenita - (NdR: Enti che non rispondono MAI alle richieste di chiarimenti sui vaccini....vedi QUI), tralasciando il discorso relativo alla grande scorrettezza di questo intervento criminale, che viene portato avanti senza fornire alcuna informazione preventiva ai genitori e senza metterli nella condizione di scegliere, è gravemente scorretta anche la giustificazione che viene data e cioè che con l'esavalente si risparmiano al bambino alcune iniezioni con un ovvio vantaggio per lui. Infatti:
- è scientificamente provato che maggiore è il numero di vaccini inoculati contemporaneamente, maggiori sono gli effetti indesiderati che il bambino subisce; la riduzione del numero di iniezioni non giustifica e non compensa affatto i danni dell'esavalente; non è assolutamente sensato confrontare le cose perchè le iniezioni causano solo dolore fisico momentaneo, mentre i 6 vaccini contemporanei causano in un organismo di pochi mesi, totalmente immaturo dal punto di vista immunitario, un totale e duraturo sconvolgimento del sistema immunitario che si può esprimere con danni permanenti a carico di tutto l'organismo (anche eventi mortali); maggiore è la spesa farmaceutica dei vaccini e maggiore è il guadagno delle Case Farmaceutiche (come ha recentemente denunciato il CODACONS alla Corte dei Conti) e quindi è ovvio che esse cerchino di aumentare in tutti i modi il numero dei vaccini pediatrici (e non solo, come insegnatoci dalla pandemia bufala, Suina, H1N1, dal nuovo focolaio di aviaria in Messico oppure addirittura dal prossimo vaccino antiobesità);
- se le Case Farmaceutiche non portassero avanti esclusivamente motivazioni di profitto economico, avrebbero commercializzato anche i soli vaccini detti obbligatori (difterite, tetano, poliomielite, epatite virale B) in modo che i genitori che vogliono eseguire questi 4 vaccini avrebbero un'alternativa all'esavalente.
Come se non bastasse, in modo totalmente fuorviante, spesso nei centri vaccinali sono "offerte" e somministrate in unica seduta (contemporaneamente al vaccino esavalente) le vaccinazioni antipneumococcica (contiene 13 antigeni + Polisorbato 80, ovvero una sostanza sterilizzante !) ed antimeningococcica C per tutti i nuovi nati.

La vaccinazione dovrebbe essere una scelta, da valutare caso per caso, valutando davvero il rapporto rischio-beneficio dopo aver ricevuto un'informazione corretta dalle autorità sanitarie. Invece i genitori sono presi alla sprovvista, a volte pressati e minacciati psicologicamente, accettano passivamente questo bombardamento al sistema immunitario del proprio figlio o della propria figlia e quel che è peggio non ricevono alcuna informazione riguardante la prevenzione dai danni vaccinali (colpevolmente minimizzati e sottaciuti) come stabilito dall'Art. 7 della Legge 210/92.

Infine, ora si può serenamente affermare, la vaccinazione anti-epatite b (anch'essa contenuta nell'esavalente) introdotta grazie alle tangenti ricevute dall'ex Ministro della Salute De Lorenzo è totalmente illegale e truffaldina, in considerazione del fatto che l'ex Ministro è stato condannato in via definitiva dalla Corte di Cassazione "per il danno all'immagine arrecato alla pubblica amministrazione in relazione agli illeciti, accertati in sede penale, che avevano determinato una ingiustificata levitazione della complessiva spesa farmaceutica".
Tratto in parte da: autismovaccini.com
 


Descrizione particolareggiata del Meccanismo dei DANNI dei Vaccini, delle Amalgami dentali e/o Metalli Tossici  (che hanno le madri durante la gravidanza) Questo meccanismo vale anche per TUTTI i Vaccini !

INFANRIX HEXA
http://www.ema.europa.eu/docs/it_IT/document_library/EPAR_-_Product_Information/human/000296/WC500032505.pdf
vaccino esavalente che viene somministrato a tutti i nuovi nati nel 1° anno di vita e che viene spacciato per libero da sali di mercurio) in realtà è contenuto Mercurio nella quantità di 10 ppb (parti di miliardo) ovvero 0,01 ppm (parti per milione) ovvero 0,010 mg/Litro come conferma questo studio indipendente di ricercatori australiani che potete verificare a questo link http://www.vaccineinjury.info/news/427-mercury-in-vaccines.html

INFANRIX hexa (esavalente) è propinato per la vaccinazione primaria e di richiamo (booster) dei bambini per la difterite, tetano, pertosse, epatite B, poliomielite e per l’ Haemophilus influenzae tipo b.


Queste le affermazioni del dott. Gava
:
"Non è vero che la nuova vaccinazione esavalente è meno pericolosa delle altre precedenti (questi sono i messaggi dell'industria farmaceutica che rispondono solo ad una politica di marketing…- NdR: propagandata anche ai medici...).
La vaccinazione esavalente e’ estremamente pericolosa anche per il fatto che inocula contemporaneamente 6 vaccini ed è dimostrato (vedi anche i dati del registro VAERS americano) che maggiore è il numero di vaccini inoculati insieme, maggiore è il danno vaccinale, danno che aumenta anche tanto più il bambino è piccolo o immunologicamente debole, perche’ il suo sistema immunitario e’ ancora in fase di formazione". NdR: il quale termina di informatizzarsi solo alla morte…..)
 


Otto bambini all'ospedale DOPO vaccino esavalente
Otto bambini visitati nelle sale d'emergenze dell'ospedale di Salerno dopo avere ricevuto il vaccino esavalente. Questo è quello che è stato riscontrato dai dottori Panico, Caporale e Attena del servizio epidemiologia dell'Asl Salerno 2 e riportato sulla prestigiosa rivista medica Vaccine nel numero del 22 aprile 2005.
Gli autori dell'articolo hanno concluso che questi otto casi rientrano nell'atteso, cioè se li aspettavano, rientravano in quanto previsto. Auspichiamo naturalmente che i genitori siano stati informati anche di questo.
Gli autori ammettono anche che il foglietto illustrativo italiano del vaccino in questione (Hexavac, Aventis Pasteur) è assolutamente inadeguato a fornire informazioni necessarie e sufficienti agli operatori e quindi, aggiungiamo noi, anche ai genitori.

Piemonte - Italy: A due mesi di età un bambino ha ricevuto la prima dose di un vaccino esavalente "difterite-tetano-pertosse acellulare-epatite B-virus polio inattivato-Haemophilus influenzae B" (6 vaccini di cui 4 obbligatori e 2 facoltativi, spacciati per obbligatori nell'esavalente, dato che i produttori dei vaccini hanno anche ritirato dal commercio i vaccini quadrivalenti.....per obbligare alla vaccinazione con 6 vaccini (esavalente) !
Nei giorni successivi alla vaccinazione il bimbo era molto più irritabile del solito e al settimo giorno ha sviluppato una dermatite atopica. I genitori si sono convinti che la dermatite fosse dovuta alla vaccinazione e che la somministrazione di ulteriori dosi di vaccino avrebbe giustamente rappresentato una ulteriore minaccia per la salute del bambino.
Ed a 2 anni e mezzo lo stesso bambino, dopo una ferita, il tetano si e' scatenato obbligandolo al ricovero ospedaliero...ecco cosa puo' accadere con i Vaccini !
le tossine del tetano rimangono latenti nell'organismo ed in una situazione propizia scatenano la loro influenza nefasta sul soggetto vaccinato !
 

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

L'Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa), a seguito della raccomandazione dell'Emea
di sospendere in via precauzionale l'autorizzazione all'immissione in commercio, ha disposto il ritiro del vaccino pediatrico esavalente Hexavac*.
Il provvedimento - riferisce lAifa in una nota - non correlato a problemi di sicurezza del vaccino, è stato adottato a scopo cautelativo poiché è stata rilevata una variabilità nel processo di produzione che potrebbe attenuare la capacità del vaccino di indurre una risposta anticorpale a lungo termine (5-10 anni dalla vaccinazione) contro l'epatite B. Tale riduzione della protezione contro la malattia - spiega l'Agenzia del farmaco - non è però stata registrata a breve termine e perciò non esiste alcun rischio nell'immediato per i bambini già vaccinati con l'Hexavac e nessuna necessità di procedere in tempi brevi ad una rivaccinazione. Inoltre, al fine di garantire anche una protezione a lungo termine contro l'epatite B, il Comitato europeo per i medicinali ad uso umano ha chiesto alla ditta produttrice del vaccino, la Sanofi Aventis MSD, di attuare indagini specifiche per valutare l'opportunità di effettuare una rivaccinazione in età adolescenziale. Saranno poi le autorità sanitarie nazionali a valutare i dati e dare indicazioni sulla necessità, o meno, di effettuare richiami. Nessuna alterazione nella risposta immunitaria è stata, invece, riscontrata per quello che concerne l'efficacia protettiva del vaccino contro le altre malattie.
Il ritiro dal commercio dell'Hexavac* - sottolinea la nota - non comporterà difficoltà per la prosecuzione dei programmi vaccinali in età pediatrica poiché sono disponibili prodotti alternativi, sia esavalenti che associazioni di vaccini equivalenti, ugualmente attivi nel proteggere i bambini contro queste pericolose malattie.
Si raccomanda, dunque, a coloro che devono iniziare il ciclo di vaccinazioni, e a quanti lo hanno già iniziato con l'Hexavac* ma non ancora concluso, di condurlo a termine ricorrendo agli altri prodotti a disposizione e di non interrompere in alcun caso il programma di vaccinazioni.
Su www.agenziafarmaco.it e possibile leggere il comunicato Emea, le Domande e risposte approntate dall'Aifa per consentire ai cittadini di chiarire immediatamente i loro dubbi, la Nota informativa importante per gli operatori sanitari e le Raccomandazioni nazionali congiunte Aifa - Istituto Superiore di Sanità - Ministero della Salute. Cittadini e operatori sanitari, inoltre - conclude l'Aifa, potranno avere risposte corrette ed aggiornate, da parte di personale qualificato (medici e farmacisti), anche contattando il Numero verde Farmaci line (800571661) messo a disposizione dall'Aifa e dal Ministero della Salute.
Fonte: AdnKronos (22/09/2005)

Commento NdR:  la paura di perdere consenso ai vaccini, fa si che le case che li producono fanno rpessioni su OMS + Emea affinche' esse non diramino la verita' sui DANNI dei vaccini, in modo che anche i medici siano sviati dalla realta' dei fatti ! il crimine vince ancora una volta !

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Vaccine. 2005 Apr 22;23(22):2841-3.
Adverse events following hexavalent vaccine (Hexavac): Knowledge and informative sources.
By Panico MG, Caporale V, Attena F.
Servizio di Epidemiologia ASL SA2, Via Fabio 30, 84100 Salerno, Italy.
This report describes adverse events to vaccination in eight children in southern Italy. These children were seen in the Emergency Room of a hospital of the Local Health Unit SA2 (Salerno, Italy) after administration of hexavalent vaccine (Hexavac, Aventis-Pasteur). On analysing available documentation on the adverse reactions (label instructions, Medline), the Authors concluded the cases reported were to be expected. However, the label instructions did not give sufficient information on the type and frequency of adverse reactions. If the label instructions are to furnish complete, operative information for the vaccination units, the Italian instructions for the Hexavac vaccine can be considered inadequate.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
 

Sul sito dell'Ema (Agenzia Europea perla valutazione dei medicinali) viene riportata la notizia secondo cui il vaccino esavalente è stato messo sotto osservazione DOPO quattro (4) morti improvvise (3 in Germania e 1 in Austria) avvenute dopo la somministrazione.
Trovate il documento a questa Url
www.emea.eu.int/pdfs/human/press/pus/588903en.pdf

In sostanza, secondo quanto si legge, l'EMA (European Medicines Evaluation Agency ) darà avvio nel 2004 ad un programma di sorveglianza sui vaccini esavalenti dopo la segnalazione di alcuni bambini morti dopo essere stati vaccinati.

Nel corso di 3 anni, ci sono state 4 morti inattese subito dopo la vaccinazione esavalente in bambini di età inferiore ai 2 anni. Tre morti sono avvenute in Germania ed una in Austria.
Un'analisi retrospettiva sui dati tedeschi ha mostrato che il numero di morti inattese nei bambini nel secondo anno di vita entro 48 ore dalla somministrazione di Hexavac è risultato superiore rispetto a quanto atteso: 3 morti su 700.000 bambini (segnalate).
Gli esperti del CPMP ( Committee for Proprietary Medicinal Products ) ritengono che la relazione temporale tra vaccinazione e decesso rappresenti un segnale d'allerta, ma che attualmente questo non costituisca un rischio per la salute pubblica.
Poiché non ci sono ancora prove, ma solo sospetti, che la vaccinazione con Hexavac sia responsabile delle morti dei bambini, l'EMA darà avvio, nei primi mesi del 2004, ad un programma di sorveglianza.
Il CPMP, sulla base delle attuali informazioni:

- non ritiene che ci sia una causa biologica plausibile per spiegare la morte inattesa dei bambini nel secondo anno di vita dopo la vaccinazione con un vaccino esavalente;
- raccomanda che nessuna azione a carattere regolatorio venga presa sulla base di questi segnali, non confermati;
- raccomanda che non vengano modificate le indicazioni d'uso dei vaccini esavalenti e chiede ai medici di seguire attentamente le istruzioni di prodotto nell'impiego dell‚ Hexacac e di INFANRIX Hexa;
- rammenta ai medici che, come per tutte le medicine, devono segnalare sospette, gravi reazioni avverse associate all'impiego dei vaccini all'Autorità Sanitaria;
- conclude che la vaccinazione offre benefici sia ai bambini che all'intera popolazione, superiori rispetto ai possibili rischi.

Commento (NdR): ......Sono morti, ma tanto non sono figli dei medici vaccinatori.......
Gli "esperti" fanno parte di un comitato istituito dai proprietari-produttori dei prodotti medicinali (leggasi vaccini)......sono veramente "imPARZIALI"
E poi con le vaccinazioni continuano a distruggere i sistemi immunitari dei ns. figli di generazione in generazione......inoltre spacciano per obbligatori anche 2 vaccini facoltativi....ed i produttori dei vaccini, hanno ritirato dal commercio quelli obbligatori che erano esenti da quelli facoltativi.......falsari del commercio......e non solo !

Sostanza Tossica contenuta nei vaccini esavalenti: Trometamolo
vedi: Scheda di Sicurezza

Bibliografia: 
1 -  Bohn S, Hurni M, Bircher A J. Contact allergy to trometamol. Contact Dermatitis 2003: 48: 283–284. 
2 -  Bohn S, Hurni M, Bircher A J. Contact allergy to trometamol. Contact Dermatitis 2001: 44: 319.
vedi:
Vaccino esavalente Hexavac- Sospensione della commercializzazione per mancata efficacia della componente contro l'epatite B e non per insorgenza di eventi avversi (20 settembre 2005)
 
>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

BRASILE - (ANSA) - BRASILIA, 25 AGO - 2004 
Cinque milioni di dosi di vaccino contro il morbillo prodotto dall'italiana Chiron sono state ritirate da una campagna di vaccinazione in corso in Brasile e sono sotto inchiesta del ministero della Sanita' di Brasilia.
Secondo il ministero, la misura e' stata adottata dopo che nel primo giorno di campagna sono stati registrati cinque casi di shock anafilattico grave e altri 115 casi di reazioni allergiche varie in bambini a cui era stato somministrato il
vaccino italiano.
L'Organizzazione mondiale della Sanita' (OMS) considera normale una reazione allergica su 89mila bambini vaccinati. 
Nel caso della Chiron, afferma il ministero brasiliano, la proporzione e' stata di una reazione allergica ogni 16mila
bambini, sufficiente per sospenderne l'uso. 
'Non abbiamo registrato niente di anormale nel vaccino, certificato dall'OMS e sperimentato dal ministero, ma abbiamo preferito adottare tutte le precauzioni del caso'', ha specificato un portavoce del ministero, che ha deciso di aprire un'inchiesta per scoprire le cause del problema.(ANSA). XCN 25-AGO-04 18:31

I giornali locali pero'hanno parlato ci oltre 300 bambini MORTI !

Studio scientifico mostra che il tasso di mortalità infantile aumenta all'aumentare del numero di dosi vaccinali somministrate.
 Qui nel sito qui sotto segnalato, trovate la traduzione dell'abstract (riassunto) dell'articolo "Infant mortality rates regressed against number of vaccine doses routinely given: Is there a biochemical or synergistic toxicity?" di Neil Z Miller e Gary S Goldman, pubblicato orginalmente sulla rivista scientifica ufficiale Human & Experimental Toxicology - 2011 September; 30(9): 1429, e reperibile su internet sul sito istituzionale medico-scientifico National Center for Biotechnology Information (.nih.gov significa che è ospitato sul sito governativo del National Institute of Health, ovvero il Ministero della Salute Federale degli USA):
 
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3170075/
 Continua QUI:
http://scienzamarcia.blogspot.it/2013/03/studio-scientifico-mostra-che-il-tasso.html

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
 

Sospensione della commercializzazione di Hexavac: domande e risposte
Hexavac è un vaccino ad uso pediatrico per la difterite, tetano, pertosse, epatite B, poliomielite ed Haemophilus influenziae di tipo b.
Il Ministero della Salute italiano ha sospeso l’autorizzazione alla vendita del vaccino Hexavac nel 2005


L’EMEA ha redatto una serie di Domande & Risposte sul vaccino Hexavac e sui motivi che hanno indotto alla sua sospensione in via cautelativa.

Che cos'è Hexavac e a cosa serve ?
Hexavac è un vaccino che protegge neonati e bambini nei confronti di: difterite, tetano, pertosse, epatite B, poliomielite e da infezioni da Haemophilus influenzae tipo B.

Perché Hexavac è stato sospeso ?
Hexavac è stato sospeso come misura precauzionale per problemi relativi alla sua efficacia protettiva contro l'epatite B nel lungo periodo.
Ciò è avvenuto in seguito al riscontro di una ridotta immunogenicità ( autodifesa dell'organismo contro una malattia ) della componente relativa all'epatite B.
Si suppone che ciò dipenda da una variabilità nel processo di produzione della componente del vaccino dell'epatite B che potrebbe portare ad una diminuzione della protezione nel lungo periodo nei confronti dell'epatite B.

Un bambino vaccinato con Hexavac è protetto contro ognuna di queste sei malattie ?
Il bambino vaccinato con Hexavac è protetto contro difterite, tetano, pertosse, poliomielite e le infezioni da Haemophilus influenzae tipo B. Il problema riguarda solo l'epatite B ed in particolare la protezione a lungo termine ( 5-10 anni ). Non c'è nessun problema immediato riguardante alla protezione a breve termine contro l'epatite B.

I bambini vaccinati con Hexavac necessitano di un'ulteriore vaccinazione contro l'epatite B ?
Non c'è nessuna necessità immediata di rivaccinare i bambini già sottoposti a vaccinazione.
Comunque, il Comitato per i Prodotti Medicinali ad Uso Umano ( CHMP ) dell’EMEA ha richiesto all’azienda titolare dell’autorizzazione alla vendita, Sanofi Pasteur MSD di definire uno specifico programma di sorveglianza per valutare se i neonati ed i bambini avranno necessità di essere rivaccinati in tempi successive, ad esempio nell'adolescenza, per assicurare una protezione a lungo termine contro l'epatite B.

I bambini che hanno iniziato il ciclo vaccinale con Hexavac che cosa devono fare ?
Non c'è alcun problema immediato per i bambini che hanno già iniziato il ciclo vaccinale con Hexavac. E’ opportuno mantenere i prossimi appuntamenti programmati con il medico che indicherà come il ciclo vaccinale dovrebbe essere completato in accordo alle raccomandazioni nazionali.

Sono disponibili altri vaccini che possono essere utilizzati al posto di Hexavac ?
Vaccini alternativi ( esavalenti o combinazioni equivalenti di vaccini ) sono disponibili nell’Unione Europea nel proteggere i bambini contro queste malattie.

Che cosa significa la sospensione dell'autorizzazione alla commercializzazione di Hexavac ?
La sospensione dell’autorizzazione alla commercializzazione è una misura cautelativa, durante la quale l'azienda titolare dell’autorizzazione alla vendita può proporre soluzioni per risolvere le questioni sollevate dai Comitati Scientifici e dall’EMEA. Durante il periodo di sospensione, Hexavac non sarà disponibile.
Comunque, una volta risolto il problema, Hexavac potrà essere reintrodotto sul mercato.

Esiste qualche legame tra la sospensione di Hexavac e la precedente comunicazione del CHMP sulle morti improvvise inattese con i vaccini esavalenti ?
No, i due argomenti non sono correlati.
Il CHMP ha precedentemente rivisto il possibile legame tra le morti improvvise inattese ed Hexavac ed aveva concluso che, sulla base dell'evidenza disponibile, non c'era alcun rischio per la salute pubblica.

In quali Paesi era disponibile Hexavac ?
Hexavac era disponibile nell'Unione Europea in Austria, Cipro, Repubblica Ceca, Francia, Germania, Grecia, Italia, Lituania, Slovacchia e Svezia.
Il vaccino era disponibile a livello mondiale in altri 19 Paesi.
Fonte: EMEA, 2005 - ( Xagena_2005 )

Vaccino esavalente Hexavac: le raccomandazioni dopo la sospensione
L’Agenzia Europea dei Medicinali ( EMEA ) ha raccomandato come misura precauzionale la sospensione dell’autorizzazione all’immissione in commercio del vaccino Hexavac. Il motivo è da ricercarsi in una diminuita capacità del vaccino nello stimolare una risposta immunitaria della componente cont...
(Articolo Completo)

Morte improvvisa dopo vaccinazione con vaccino esavalente
Le vaccinazioni sono considerate essere il modo più efficace e sicuro nel prevenire le malattie infettive. I vaccini esavalenti, come Hexavac ed INFANRIX
Hexa sono considerati ben tollerati e sicuri. Tuttavia sono stati osservati diversi casi di morte avvenuti subito dopo la vaccinazione. ... (Articolo Completo)

Sospeso dal commercio il vaccino esavalente Hexavac
L'Agenzia Italiana del Farmaco, a seguito della raccomandazione dell'Emea di sospenderne in via precauzionale l'autorizzazione all'immissione in commercio, ha disposto il ritiro del vaccino pediatrico esavalente " Hexavac " attivo contro la difterite, la poliomielite, il tetano, la pertosse, l'...
(Articolo Completo)

L’EMEA ha chiesto di sospendere la commercializzazione di Hexavac
L’EMEA ( European Medicines Agency ) sta raccomandando, come misura precauzionale, la sospensione dell’autorizzazione alla vendita del vaccino Hexavac, a causa dei timori riguardanti la protezione nel lungo periodo contro l’epatite B. Hexavac è un vaccino per neonati e bambini contro difteri...
(Articolo Completo)

Sospensione della commercializzazione di Hexavac: domande e risposte
L’EMEA ha redatto una serie di Domande & Risposte sul vaccino Hexavac e sui motivi che hanno indotto alla sua sospensione in via cautelativa. Che cos'è Hexavac e a cosa serve? Hexavac è un vaccino che protegge neonati e bambini nei confronti di: difterite, tetano, pertosse, epatite B, po...
(Articolo Completo)

Sospeso dal commercio vaccino esavalente Hexavac
L'Agenzia Italiana del Farmaco ( AIFA ), a seguito della raccomandazione dell'Emea di sospenderne in via precauzionale l'autorizzazione all'immissione in commercio, ha disposto il ritiro del vaccino pediatrico esavalente Hexavac attivo contro la difterite, la poliomielite, il tetano, la pertosse...
(Articolo Completo)

Vaccini esavalenti, sorveglianza in Europa
Hexavac ed Infarix Hexa sono i soli vaccini, autorizzati nell'Unione Europea, in grado di immunizzare contro 6 malattie infettive: difterite, tetano, poliomielite, pertosse, epatite B, infezione da Haemophilus influenzae. Nel corso della riunione del 23-25 aprile 2003 il Comitato Scientifico del...
(Articolo Completo)

Highlights in farmacovigilanza: 2003
Il Bollettino d'Informazione sui Farmaci del Ministero della Salute ha riportato alcuni dei casi di farmacovigilanza più salienti del 2003 con le decisioni della CUF ( Commissione Unica del Farmaco ) e dell'EMEA , l'Agenzia Europea per il Controllo dei Farmaci. Depressione: la Paroxetina è contr...
(Articolo Completo)

Programma di sorveglianza dell'EMEA sui vaccini esavalenti
L'EMEA ( European Medicines Evaluation Agency ) darà avvio nel 2004 ad un programma di sorveglianza sui vaccini esavalenti dopo la segnalazione di alcuni bambini morti dopo essere stati vaccinati. Nel corso di 3 anni, ci sono state 4 morti inattese subito dopo la vaccinazione esavalente in ba...
(Articolo Completo)

Vaccino pediatrico esavalente
Il vaccino esavalente Hexavac fornisce protezione contro la difterite, tetano, pertosse ( acellulare ), poliomielite, le infezioni da Haemophilus influenzae di tipo b (Hib) e contro l'epatite B. Hexavac è particolarmente indicato per la vaccinazione primaria dei neonati a partire dal secondo mes...
(Articolo Completo)

Disponibile in Italia un nuovo vaccino pediatrico che protegge contro sei malattie infettive
Un nuovo vaccino esavalente il cui nome commerciale è Hexavac, è disponibile in Italia. Protegge contro la difterite, tetano, pertosse (acellulare), poliomielite, le infezioni da Haemophilus influenzae di tipo b (Hib) e contro l'epatite B. Hexavac è particolarmente indicato per la vaccinazione ...
(Articolo Completo)

Sanofi-Pasteur, dopo Hexavac l’alert dell’FDA su Menactra
3 Ottobre, 2005 Il 20 settembre l’EMEA ( European Medicines Agency ) aveva richiesto la sospensione del vaccino Hexavac per la scarsa protezione offerta dal vaccino nei confronti dell’epatite B. L’Hexavac rappresenta circa il 10% delle vendite di Sanofi-Pasteur. Hexavac...
(Articolo Completo)

Vaccino Hexavac: sospensione dell’autorizzazione all’immissione in commercio
L’EMEA ha deciso di sospendere l’autorizzazione all’immissione in commercio di Hexavac, vaccino esavalente per l’infanzia, che fornisce protezione contro sei malattie ( difterite, tetano, pertosse, poliomielite, Haemophilus influenzae di tipo B ed epatite B ). Come conseguenza Sanofi-Pasteur...
(Articolo Completo)
 

Commento (NdR): l'EMEA  e' la lunga mano della OMS e quindi dei produttori dei vaccini....per questo NON dicono la Verita' !

Commento NdR: questi studi dimostrano e confermano cio' che insegniamo da decenni e cioe' che i Vaccini producono nei soggetti sottoposti a quelle infauste pratiche in-sanitarie, spacciate per tecniche preventive, Malnutrizione con perdita di fattori vitali essenziali alla vita sana, alterazione e perdita di: flora batterica autoctona, vitamine, minerali, proteine vitali), oltre alle mutazioni genetiche occulte, immunodepressioni, intossicazioni, infiammazioni e contaminazioni da virus e/o batteri pericolosi che nel tempo possono produrre malattie le piu' disparate !

vedi: Statistiche Istat sui vaccini
+ Contenuto dei vaccini
Bibliografia per i Danni dei vaccini - vedi anche: http://www.greenmedinfo.com/page/vaccine-research

Consulenze e perizie per danni da vaccino dott.  M. Montinari  +  Interrogazione Parlamentare   
Autismo, Vaccini, la prova
-  
Il libro ormai esaurito, del dott. Massimo Montinari