Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


INDIA, REP. DOMINICANA, FILIPPINE.....
Il vaccino Sabin è stato contaminato da un altro virus scimmiesco lo SV 40, concausa del cancro chiamato “mesotelioma”, fin dagli anni 50’ fino agli anni 80’; in quel periodi 450 milioni di europei sono stati vaccinati con quei vaccini !!
Danni dei VACCINI (English) + Gravissimi i Danni dei vaccini
Metalli tossici dei vaccini = Autismo vedi: PDF -  dott. M. Proietti

Il Thimerosal dei vaccini distrugge e/o altera la flora intestinale essendo una sostanza altamente tossica
Ecco il recente studio che ha coinvolto più di 17.000 bambini fino a 19 anni
Questo studio-indagine attualmente in corso è stato avviato dall’omeopata Andreas Bachmair.

Vaccino Acelluvax (Chiron-Novartis) DANNOSO
20 FATTI misconosciuti sui Vaccini + Perche' vaccinare ? + I miti dei Vaccini
La scomparsa delle malattie infettive NON e' dovuta ai vaccini ! (Francais)
Lettera di un padre di bambino rovinato dai Vaccini

Premi in denaro ai medici che vaccinano...
 

Morbosità e Mortalità dopo la vaccinazione polio in Assam - CALCUTTA (India) 

INDIA - Anno 2012 
Almeno 10 bambini sono morti nello stato dell'India Nord-Orientale di Assam per effetti collaterali, dopo la somministrazione del vaccino durante una campagna di immunizzazione della polio, indetta dal Governo.
Più di 500 bambini si ammalarono e furono ammessi in ospedali governativi e privati. Gruppi di parenti circondarono gli uffici dell'amministrazione locale per protestare, in Assam, una città al sud di Silchar, la domenica, in Assam e nella restante Nazione, a migliaia di bambini fu somministrato il vaccino per la "Polio", ma entro un giorno dalla massiccia campagna di immunizzazione della "Polio", arrivarono rapporti a larga scala, degli effetti collaterali, nella città di Assam e nel Silchar. I funzionari dicono che in un villaggio, Labok 9 bambini sono morti e 1 nel Malugram, località del Silchar.
Organizzazioni non governative, che assistono il Governo in questa campagna, dicono che probabilmente in alcune aree sono stati inviati vaccini antiquati, ma i funzionari non volevano speculare, su larga scala, sulle cause degli effetti collaterali.


In realta' ecco cosa e' successo:

INDIA
 - 30 agosto 2013
Il Parlamento indiano scrive e segnala la poco ortodossa condotta della Campagna di vaccinazione PATH, (vedi: PATH  international) durante le prove del vaccino HPV (papilloma Virus).
Il Comunicato stampa dell’Agenzia di Stampa Indiana online, ha riferito che il Consiglio indiano di ricerca medica (ICMR) aveva presumibilmente giocato a doppio filo con la ONG statunitense, PATH, per promuovere gli interessi commerciali di entrambi i produttori dei vaccini per il cosiddetto cancro del collo dell'utero ed a quanto viene riferito, sono stati legata alla morte di numerose giovani ragazze indiane
Il comunicato stampa ha dichiarato che la Commissione Parlamentare indiana aveva trovato il ICMR colpevole di prestare la sua piattaforma al PATH, in un "modo improprio e illegale". [ 1 ]
Lo stesso giorno, come dall’articolo del Mail che è stato pubblicato, esso riporta un documento estremamente incriminante che è stato rilasciato da parte del Parlamento indiano, dal titolo: Seventy reports sulle irregolarità nella conduzione degli studi con uso di virus nel vaccino per il papilloma umano (HPV), importato dal PATH in India, sostenendo la loro affermazione. [ 2 ]
La relazione del Parlamento, ha dichiarato che la commissione aveva trovato il Consiglio indiano di ricerca medica (ICMR), colpevole di aiutare l'ONG statunitense PATH (Programma per la Tecnologia Adatta in Salute), a facilitare ed indirizzare gli studi relativi al vaccino per il cancro della cervice uterina, sulle ragazze giovani (24.000), mettendo in pericolo le loro vite.
Il rapporto di quarantatre pagine ha chiaramente affermato che la presenza di PATH in India era stato illegale.
Sezione 1.1 del rapporto ha dichiarato che :
"Nel mese di marzo 2010 il mondo intero è rimasto scioccato dalle notizie di stampa circa la morte di alcuni bambini e adolescenti di sesso femminile nel distretto di Khammam di Andhra Pradesh, dopo aver somministrato il vaccino con il virus (HPV).
Le prove di vaccinazione sono state effettuate da un'agenzia americana vale a dire, con il programma per la Tecnologia adatta in sanità (PATH). Il progetto è stato proposto e finanziato dalla Bill e Melinda Gates Foundation, un "ente di beneficenza" americano (NdR: Fondazione notoriamente ben legata a doppio filo con Big Pharma di cui Bill Gates e' azionista in varie aziende farmaceutiche di vaccini).

La commissione ha dichiarato che :
Diverse sono state le domande e le preoccupazioni espresse dai media sul ruolo delle agenzie governative tra cui il Consiglio indiano di ricerca medica (ICMR) and Drugs Controller General of India (DCGI) per approvazione e di aver aiutato a facilitare le prove, che erano contro tutte le leggi della terra e anche delle norme internazionali oltre alle norme etiche;
Uso improprio di fondi pubblici, strutture e uomini - energia e delle infrastrutture per un progetto privato di dubbia natura, con l'uso del logo della Missione Salute Naturale rurale (NRHM), un programma ufficiale del governo dell'Unione, durante queste vaccinazioni, per spingere a dare "rispettabilità ed approvazione ufficiale", e soprattutto la palese violazione da parte di PATH di tutte le norme giuridiche e deontologiche fissate dal governo indiano per lo scopo specifico, come anche le violazioni di tali norme prescritte e molto scrupolosamente applicate nel Paese della sua origine-sede: gli Stati Uniti d'America.

Il comitato è stato estremamente graffiante sulle attività di PATH, affermando che era loro convinzione che, nel tentativo di ottenere la vaccinazione HPV inclusa nei programmi di vaccinazione universale, PATH aveva fatto ricorso a sotterfugi chiamando gli studi clinici con diversi nomi Studi including, Observational, per tentare di dare "dimostrazioni valide" ai suoi progetti.
La commissione ha dichiarato che nel farlo, aveva gravemente compromesso la sicurezza e il benessere dei giovani ragazze e adolescenti utilizzando una documentazione auto-determinata e di auto-manutenzione, che non solo era molto deplorevole, ma una grave violazione della legge della terra.
Inoltre, il parlamento indiano ha dichiarato che era stato chiaro fin da ottobre-novembre del 2006, che l’obiettivo principale di tale percorso era di generare e spingere le "prove" a sostegno dell'introduzione del vaccino HPV Gardasil per farli includere nel programma di vaccinazione finanziato dal governo indiano. - vedi: http://www.indiankanoon.org/doc/61798348/
Tuttavia, PATH non è stata l'unica organizzazione criticata, il rapporto ha anche criticato molti altri, tra cui il Controllore Generale dei farmaci dell'India (DCGI), dichiarando:
"L'esame della Commissione ha dimostrato che lo DCGI ha anche svolto un ruolo molto discutibile in tutta la materia. Inizialmente, ha utilizzato soggetti umani,  facenti parte delle prove vaccinali e propinando un intervento invasivo come la vaccinazione, con certe regole di sperimentazioni cliniche che dovevano essere applicate.
Tuttavia, lo DCGI è rimasto uno spettatore silenzioso, successivamente, anche quando le proprie norme e regolamenti venivano così violati: le approvazioni degli studi clinici, le approvazione di marketing e licenze di importazione da parte DCGI sono state irregolari. Pertanto, il ruolo del DCGI in questa intera questione dovrebbe essere indagato penalmente".

Non solo il comitato ha trovato casi evidenti di Conflitti di interesse, ma ha anche scoperto che molti dei moduli di consenso per la vaccinazione erano stati alterati e firmati impropriamente.
Il modulo doveva essere firmato da un genitore o tutore se il soggetto era sotto l'età del consenso.
Tuttavia, il rapporto ha dichiarato: "Nel caso di Andhra Pradesh sono stati firmati 9.543 moduli, di cui 1.948 sono stati “firmati” con l’impressione del pollice, mentre il custode dell’ostello aveva firmato lui stesso 2.763 moduli".
Naturalmente questo non poteva venire alla luce prima, se non per i tre coraggiosi attivisti che nel gennaio 2013, hanno presentato una petizione scritto al Tribunale Supremo dell'India, criticando queste stesse organizzazioni.
Dico questo perché il loro caso è stato ascoltato oggi, Lunedi 2 Settembre 2013, appena tre giorni dopo il rapporto di condanna, che è stato rilasciato dal Ministero.

Quadro in materia
Nel gennaio 2013, ho scritto un articolo dal titolo, “La petizione scritta”, documentando il momento storico in cui gli attivisti Kalpana Mehta e Nalini Bhanot, insieme con il Dott. Rukminî Rao, presidente del Centro Risorse Gramya per le donne in India, hanno presentato una petizione scritta alla Corte Suprema dell'India ai sensi dell'articolo 32 della Costituzione indiana per le donne.
La petizione è stata depositata contro :
- Drug Controller General of India,
- Consiglio indiano di ricerca medica,
- Stato di Andhra Pradesh,
- Stato del Gujarat,
- PATH  internazionale,
- GlaxoSmithKline Asia Private Limited,
- MSD Pharmaceuticals Private Limited.

La petizione ha delineato una serie di gravi accuse riguardanti i vaccini HPV Gardasil ® e Cervarix ® .
Firmatari Kalpana Mehta, Nalini Bhanot e Dr. Rukmini Rao hanno riferito che i due vaccini HPV sono stati introdotti illegalmente negli stati di Andhra Pradesh e Gujarat e successivamente sono stati somministrati a migliaia di bambini indiani, vulnerabili, prima che i vaccini fossero stati riconosciuti essere sicuri.
I tre firmatari hanno detto alla corte, che anche se il governo indiano e le organizzazioni di cui sopra, conoscevano i vaccini HPV sono comunque stati di dubbio valore e con vantaggi speculativi, hanno comunque continuato ad acconsentire una prova utilizzando sia il vaccino Gardasil ® e Cervarix ® senza tener conto della potenziale messa in pericolo della vita degli adolescenti.
Per leggere la storia completa riguardante questo evento storico si prega di fare riferimento al riferimento [ 3 ]

Dopo aver frequentato il tribunale oggi, Kalpana Mehta ha inoltrato il seguente comunicato stampa:
Un passo avanti nel correggere dei guai di 24.000 vittime del PATH - ICMR disavventura
Uno studio fatto da PATH con HPV vaccini su 24.000 ragazze in Andhra Pradesh e Gujarat è stato definito un "incidente sordido " da parte del Comitato parlamentare permanente per la salute e il benessere familiare che ha trovato l'intera questione "molto intrigante e pericolosa".
Questa prova ha lasciato nella sua scia almeno 1.200 ragazze nei due stati con problemi di salute cronici.
Una petizione scritta è stata depositata presso la Corte Suprema di richiedere l'identificazione dei problemi di salute di queste ragazze e la fornitura di trattamento, insieme ad altre richieste .
Avvisi sono stati emessi per il governo indiano e il controller dei farmaci dalla Corte di Cassazione nel gennaio 2013, ma nessuno si è preoccupato di presentare una replica .
In questo ritardo insensibile in un procedimento giudiziario, il rapporto  72esimo del comitato permanente, ha rilasciato la scorsa settimana un documento che ha dimostrato di essere una benedizione sotto mentite spoglie.
I funzionari interessati dal ministero, ICMR e la DCGI, e anche da PATH si sono costituite in un comitato permanente, ma le loro spiegazioni sono state fredde e agghiaccianti.

Questo rapporto è stato posto davanti ai giudici di oggi e dagli’avvocati Colin e Gonsalves, che rappresentano i firmatari, i quali hanno ribadito la miseria delle ragazze che sono suscettibili di essere affette da patologie gravi come convulsioni, asma, demielinizzazioni del sistema nervoso centrale, encefalomielite acuta disseminata, porpora trombocitopenia idiopatica, ecc ; condizioni autoimmuni come la tiroidite e artrite reumatoide, e anche da disturbi mentali che sono abbastanza gravi da causare suicidi.
Il Comitato permanente ha inoltre dichiarato che il vaccino HPV come possibile, se non probabile, causa di istigazione suicidaria non può essere esclusa.

Dal momento del deposito della petizione principale sono venuti alla luce molti nuovi fatti su questi vaccini e le loro gravi implicazioni per la salute.
Tomljenovic e Shaw hanno esaminato campioni di tessuto cerebrale post- mortem da due giovani donne che hanno sofferto di sintomi di vasculite di tipo cerebrale a seguito di vaccinazione con il vaccino HPV Gardasil ed hanno concluso: "Il nostro studio suggerisce che i vaccini HPV contenenti antigeni HPV - 16L1 rappresentano un rischio intrinseco per innescare potenzialmente vasculopatie autoimmuni fatali ".
Dovrebbe essere noto che la vasculite cerebrale è una grave malattia che in genere si traduce in esito fatale, quando non trattata e non diagnosticata. Molti dei sintomi a seguito della vaccinazione HPV sono indicativi di vasculite cerebrale come intensi emicranie persistenti, sincope, convulsioni, tremori e formicolio, mialgia, alterazioni locomotorie, sintomi psicotici e deficit cognitivi.
Il 20 marzo 2013, gli Stati Uniti Judicial Watch basato annunciato che ha ricevuto i documenti del Dipartimento di Salute e Servizi Umani (HHS), rivelando che il suo Vaccine Injury Compensation Program Nazionale (VICP) ha assegnato 5877,71 mila dollari a 49 vittime tra cui due morti, in per il risarcimento per i vaccini per il HPV ( papillomavirus umano ), vaccini altamente controversi.
Nel frattempo una missione intrapresa da ONG nelle aree di progetto in Gujarat nel giugno 2013 ha indicato che molte delle ragazze si sono comunque sposate e si sono allontanate rendendo difficile rintracciarle e trattarle.
I firmatari hanno quindi chiesto a titolo di provvedimento provvisorio, che tutte le ragazze vaccinate devono essere esaminati da medici qualificati per accertare il loro stato di salute e di fornire adeguate cure mediche.
Al di là di queste 24.000 ragazze, gli altri consumatori dei due vaccini Gardasil e Cervarix sono a rischio, perché le due società non si sono preoccupate di aggiornare le loro informazioni del prodotto (bugiardino) per includere i gravi effetti collaterali che stanno emergendo e che devono essere inclusi nei bugiardini di altri paesi.
Nei Paesi esteri entrambe le aziende forniscono informazioni ai pazienti / utenti che li informa della efficacia, potenziali problemi e sintomi per i quali gli utenti quando si avvicinano ad una struttura medica per la vaccinazione.
I firmatari ritengono che questa informazione affermano che è anche diritto dei pazienti indiani, ragazze e donne, di avere quelle infromazioni in quanto possano poi fare una scelta razionale e prendere decisioni tempestive per cercare al limite anche assistenza medica.
By Nalini Bhanot e Kalpana Mehta

Il PATH, Sorprendentemente ha poco da dire
PATH ha risposto alla relazione parlamentare affermando quanto segue sul loro sito web:
"Oggi, Comitato permanente del Parlamento indiano sulla salute e il benessere della famiglia ha pubblicato un rapporto critico di un tumore vaccino cervicale con il progetto dimostrativo condotto in India nel 2009-2010 attraverso una collaborazione tra PATH, il Consiglio indiano di ricerca medica (ICMR), e lo stato governi di Andhra Pradesh e Gujarat .
PATH accoglie la discussione pubblica sul ruolo dei vaccini nel prevenire malattie mortali come il cancro del collo dell'utero, e ringraziamo i membri della commissione per il loro tempo e impegno nel rivedere questa materia.
Sosteniamo l'adozione di misure ragionevoli volte a rafforzare e chiarire le protezioni per i soggetti che partecipano a progetti di ricerca ulteriore.
Tuttavia, siamo turbati dalla caratterizzazione imprecisa del rapporto di questa importante opera.
PATH, e’ un'organizzazione internazionale no-profit, si impegna a soddisfare i più elevati standard scientifici, etici e legali nel nostro lavoro e di contribuire con la nostra esperienza e competenza per affrontare l'onere del cancro del collo dell'utero attraverso innovazioni trasformative come i vaccini.
Il progetto dimostrativo in India faceva parte di un progetto di quattro paesi per esplorare le strategie di fornitura di vaccini adatti e contribuire a fornire elementi di prova per le autorità sanitarie nazionali a prendere decisioni informate circa i potenziali benefici e le sfide per introdurre vaccini per il papillomavirus umano (HPV), causa primaria di cancro cervicale. " [ 4 ]

Conclusione
Dopo aver letto il rapporto parlamentare indiano, è chiaro che il PATH ha agito illegalmente e in tal modo ha messo in pericolo la vita di migliaia di ragazze indiane innocenti, molti giovani di quattordici anni, dimostrando che, ancora una volta, abbiamo la prova che la Bill and Melinda Gates Foundation hanno finanziato un progetto di valore scientifico e di salute dubbia….
Da quando i due vaccini HPV Gardasil e Cervarix hanno colpito il mercato, ci sono state segnalazioni continue di morti e disabilità causate dai vaccini.
Nonostante le prove di montaggio, tuttavia, i governi di tutto il mondo hanno rifiutato di intervenire e vietare questi vaccini pericolosi.
Grazie al coraggio di Kalpana Mehta, Nalini Bhanot e del Presidente del Centro Risorse Gramya per le donne in India, il dottor Rao Rukmini, tuttavia, questo può essere pronto per cambiare molto presto le politiche vaccinali.

References
1-
http://www.dailymail.co.uk/indiahome/indianews/article-2407569/Indian-Council-Medical-Research-endorsed-illegal-US-vaccine.html#ixzz2debpyUSM
2 - http://164.100.47.5/newcommittee/reports/EnglishCommittees/Committee on Health and Family Welfare/72.pdf
3 - http://weeklyblitz.net/2013/04/the-writ-petition/
4 - http://www.path.org/news/press-room/642/
Tratto da:  greenmedinfo.com

vedi GRAVI DANNI dei VACCINI +
Sfogo sdegnato di una madre verso un pediatra + Danni neurologici con i vaccini

Associazione temporale di alcuni disturbi NeuroPsichiatrici DOPO la vaccinazione di bambini e adolescenti:
Uno studio Pilota con  casi-controllo
http://journal.frontiersin.org/article/10.3389/fpsyt.2017.00003/full

Sindrome infiammatoria chiamata "Asia" scatenata dai vaccini !
ASIA_Sindrome infiammatoria-dai-vaccini-Riassunto.pdf
Tratto da:  http://www.assis.it/wp-content/uploads/2014/12/ASIARiassunto.pdf
... ed e' noto che... le infiammazioni sono foriere di qualsiasi tipo di sintomi, che i medici impreparati allopati chiamano erroneamente "malattie"....

MOLTI VACCINI sono IRRADIATI con COBALTO 60 (isotopo radioattivo del metallo Cobalto) e la perdita della Radioattivita' di cio' che e' stato irradiato si esaurisce fra i 5 ed i 7 anni....dall'irradiazione...
Il Cobalto 60 è un isotopo radioattivo e instabile del cobalto che decadendo emette radiazioni ionizzanti. I raggi gamma prodotti dalla sorgente di Co-60 penetrano il materiale e deviano gli elettroni dalla loro orbita. Per le applicazioni a scopo di sterilizzazione (come viene fatto per i vaccini), questo fenomeno ha un effetto disgregante sul DNA 
vedi: la prova dell'iradiazione, nello studio nel PDF

Uno studio in inglese dimostra, che bambini NON vaccinati sono più sani che i bambini vaccinati
http://www.naturalblaze.com/2014/02/studies-prove-without-doubt-that.html

I bambini NON vaccinati sono più sani - Bologna, 28 ottobre 2015
A sostenerlo non sono pseudo-guaritori, maghi o fattucchieri. Ma oltre 120 medici che, dopo settimane di dibattiti e polemiche sul tema, escono allo scoperto con una lettera aperta all’Istituto superiore di sanità. Primo firmatario il cardiologo Roberto Gava, membro della ‘Società medicina centrata sulla persona’ di Bologna, appoggiato da oltre una ventina di professionisti emiliano-romagnoli e marchigiani.
Il corposo documento prende le mosse dalle affermazioni del presidente dell’Istituto, il professor Gualtiero Ricciardi (leggete i conflitti di interesse che questo soggetto ha con la GSK, produttore di vaccini), che ha recentemente sostenuto la sicurezza dei vaccini pediatrici: "Su 19 milioni di vaccinazioni ci sono stati soli 5 casi di reazioni gravi, peraltro non mortali".
Non è esattamente così per i firmatari della missiva che rivelano l’esistenza di "reazioni avverse che ammontano a migliaia di rilievi all’anno".
Non per questo vogliono essere classificati come i fautori del no, senza se e senza ma. E infatti nella premessa mettono in chiaro che, oggigiorno, un qualsiasi medico dotato "di buon senso" e di "un minimo di conoscenza scientifica" non può essere "contro le vaccinazioni pediatriche".
Ma poi mettono sul tavolo la loro esperienza sul campo. E cioè "pratica medica specializzata" accanto al bambino malato, non "frettolosa ma fatta di osservazione e ascolto, di considerazione di quello che lui ci comunica e subliminale e di quello che i genitori raccontano". E tutto ciò "ci ha aperto gli occhi".
La conclusione è destinata a suscitare scalpore: "I bambini non vaccinati appaiono indubbiamente e globalmente più sani, meno soggetti alle patologie infettive, specie delle vie aeree, meno soggetti ai disturbi intestinali e alle patologie croniche, meno soggetti a patologie neurologiche e comportamentali e scarsi consumatori di farmaci e di interventi sanitari".
- vedi questo studio: Confronto fra vaccinati e NON vaccinati

Video su
: I BAMBINI
NON VACCINATI SONO molto PIU' SANI di quelli VACCINATI !
Nel 1992 I.A.S. ha condotto un sondaggio sulla salute e la vaccinazione dei bambini della Nuova Zelanda ed ha trovato solide prove scientifiche che I BAMBINI NON VACCINATI sono PIU' SANI dei loro coetanei vaccinati !

USA - In un comunicato stampa, datato 20 aprile 2011, il governo degli Stati Uniti ammette che i tanto decantati “vaccini sicuri” hanno ucciso e/o reso invalidi 2.699 (duemilaseicentonovantanove) bambini in un periodo di riferimento 1988/2011  – e 101 (centouno) bambini hanno sviluppato, in conseguenza alle vaccinazioni, l’autismo.
I vaccini per i bambini hanno ucciso e/o reso handicappati a vita ben 2.699 (duemilaseicentonovantanove) bambini in America, e il Governo Americano l’ha ammesso nel mese di aprile tramite il report del National Vaccine Injury Compensation Program  (dati ora aggiornati a settembre 2011) che è parte del Dipartimento della Salute Pubblica e dei Servizi Sociali – HRSA.
Anche se i ricercatori del Dipartimento della Salute Pubblica e dei Servizi Sociali continuano a insistere sul fatto che non esiste alcun legame ufficiale tra autismo e vaccinazioni, è comunque un dato di fatto che 101 (centouno) bambini hanno sviluppato l’autismo dopo la vaccinazione. I genitori hanno ricevuto come risarcimento 110 (centodieci) milioni di dollari per i danni subiti dai loro figli a causa dei vaccini.

La notizia si ripropone nel momento in cui il governo giapponese ha fermato il proprio programma vaccinale, dopo che sei bambini sono morti in seguito alla vaccinazione Hib e alla vaccinazione anti pneumococco, e rafforza ulteriormente ciò che avevo già anticipato in data 27 marzo 2011dove sottolineavo che la vera notizia era relativa al fatto che gli stessi vaccini avevano causato la morte di circa 2000 bambini negli Stati Uniti in un periodo di tempo di 4 anni dal 2006 al 2010 oltre alle innumerevoli sequele di segnalazioni avverse. - vedi: Giappone-Vaccini
L’entità dei danni causati dai trenta vaccini somministrati ai neonati e bambini piccoli è stata quindi rivelata dal Dipartimento Americano Health National Vaccine Injury Compensation Program, che ha pubblicato le cifre riguardanti l’anno 2010.
Dalle statistiche emerge che il National Vaccine Injury Compensation Program ha ricevuto richieste d’indagine da parte di 13.797 (tredicimilasettecentonovantasette) famiglie che hanno sospettato che il vaccino abbia danneggiato o ucciso un loro figlio, oltre alla maggior parte dei casi che sono ancora sotto esame. Questa è solo la punta dell’iceberg !
2.699 (duemilaseicentonovantanove) genitori sono stati finora risarciti ed è stato perciò riconosciuto un collegamento diretto col vaccino.
Il più pericoloso dei vaccini è il DTP (difterite-tetano-pertosse), che è stato oggetto di 3.979 (tremilanovecentosettantanove) richieste d’indagine, tra cui 696 decessi.
E, nonostante gli sforzi di “certi” ricercatori e di “certi” medici per tentare di smentire/insabbiare qualsiasi collegamento con i vaccini, il National Vaccine Injury Compensation Program  ha riconosciuto che in ben 101 (centouno) bambini l’autismo era stato direttamente causato da un vaccino.
Davvero singolare, più che altro perchè qui in Italia proseguono a fare la voce grossa gli insabbiatori manipolatori criminali servi del sistema, è apprendere altresì che negli ultimi ventitré anni il National Vaccine Injury Compensation Program  ha riconosciuto che 2.561 (duemilacinquecentosessantuno) casi di autismo sono stati causati dalle vaccinazioni.
Pertanto, ad oggi, dopo la nuova revisione scientifica di Helen Ratajczak che ha imposto nuove ricerche in merito alla correlazione tra autismo e vaccinazioni da svilupparsi nei prossimi 5 anni con la supervisione di ricercatori indipendenti (quelli che in modo dispregiativo vengono chiamati anti-vaccinalisti, dagli ignoranti insabbiatori manipolatori criminali servi del sistema residenti nel nostro paese), nonché dopo il recente scandalo che coinvolge il CDC e svela la natura fraudolenta degli studi riguardanti l’autismo, questo report del National Vaccine Injury Compensation Program  fornisce nel giro di poche settimane l’ennesima prova di una verità che nessuno è più in grado di controllare e fermare.Chissà se i detrattori del dott. Wakefield proseguiranno con i loro convegni su e giù per l’Italia, i loro video carichi di concetti obsoleti e le loro sovvenzioni a giornali compiacenti, per raccontare le solite panzane scritte da un giornalista colluso alla Merck ?… e chissà se il General Medical Council del Regno Unito radierà i membri del National Vaccine Injury Compensation Program ?
Se è vero che in termini giuridici tre indizi generano una prova inconfutabile, ai quali aggiungo le prove inconfutabili riguardanti mio figlio e di altri bambini riconosciuti danneggiati da vaccino, ad oggi è possibile rimarcare in modo chiaro, forte e deciso, il concetto di CRIMINE PERPETRATO a DANNO di UNA INTERA GENERAZIONE di BAMBINI.
Tutti coloro che accettano in coscienza, con dolo o con colpa, le condizioni di questo sistema politico/sanitario sempre più succube e colluso alle esigenze di mercato delle case farmaceutiche, irrispettoso dell’etica professionale, privo di ogni forma di tutela per la salute di bambini inconsapevoli, non fanno altro che rendersi complici di questo CRIMINE e come tali sono da denominare con un unico solenne appellativo: ASSASSINI.
Fonte: autismovaccini.com

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Visionare questa pagina DANNI BIOLOGICI:
La prevenzione, il riconoscimento, la cura del Danno biologico e Neuro-comportamentale indotto dalle  Vaccinazioni infantili -
By dott. Massimo Montinari & dott. Carlo Tonarelli, Associazione Universo Bambino, Associazione Pediatri Omeopati italiani, A.P.O.I.

Bibliografia per i Danni dei vaccini - vedi anche: http://www.greenmedinfo.com/page/vaccine-research

Le RICERCHE MOSTRANO un NESSO fra MICROBIOMA Intestinale (intestino) e CERVELLO - 09/01/2015
Chiamate collettivamente microbioma, le migliaia di miliardi di microbi che abitano il corpo umano vivono principalmente nell’intestino, dove ci aiutano a digerire il cibo, a sintetizzare le vitamine e a difenderci dalle infezioni. Ora, recenti ricerche sul microbioma hanno dimostrato che la sua influenza si estende ben oltre l’intestino, fino ad arrivare al cervello. Negli ultimi 10 anni, vari studi hanno collegato il microbioma intestinale a una serie di comportamenti complessi, come umori ed emozioni, appetito e ansia.
Il microbioma intestinale sembra contribuire al mantenimento della funzionalità cerebrale, ma non solo: potrebbe anche incidere sul rischio di disturbi psichiatrici e neurologici, fra cui ansia, depressione e autismo. Una delle modalità più sorprendenti con cui il microbioma influisce sul cervello è durante lo sviluppo.
“Esistono delle finestre evolutive critiche in cui il cervello è più vulnerabile poiché si sta preparando a rispondere al mondo circostante”, spiega Tracy Baie, docente di neuroscienze presso la facoltà di veterinaria dell’Università della Pennsylvania. “Così, se l’ecosistema microbico della madre si modifica - per esempio a causa di infezioni, stress  o diete - ciò cambierà il micro bioma intestinale del neonato, e gli effetti possono durare tutta la vita.”
Altri ricercatori stanno esplorando la possibilità che il microbioma abbia un ruolo nelle malattie neurodegenerative come l’Alzheimer e il Parkinson.
Fonte: MedicalXpress.com : http://tinyurl.com/kaa2j36

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Uno studio scientifico mostra che il vaccino quadrivalente per il papilloma virus può causare vasculopatia autoimmuni fatali (ovvero mortali).
Lo studio realizzato dai due medici canadesi Lucija Tomljenovic e Cristopher A. Shaw si intitola "Morte dopo il vaccino contro il papilloma virus, c'è una relazione causale o è una coincidenza ? " e si può leggere (in inglese) al seguente link
http://sanevax.org/wp-content/uploads/2012/10/Tomljenovic-Shaw-Gardasil-Causal-Coincidental-2167-7689-S12-001.pdf.
Le conclusioni dell'articolo non sono per niente ambigue: il vaccino in questione può innescare una reazione autoimmune che può essere talora mortale.
Le conclusioni sono motivate dal fatto che molte delle reazioni avverse a tale vaccino finora registrate corrispondono a sintomi di vasculopatia cerebrale.
Studi come questo ovviamente mettono in un angolo tutti i ministeri della sanità che negano continuamente ogni correlazione tra le morti ed i vaccini.

Le RICERCHE MOSTRANO un NESSO fra MICROBIOMA Intestinale (intestino) e CERVELLO - 09/01/2015
Chiamate collettivamente microbioma, le migliaia di miliardi di microbi che abitano il corpo umano vivono principalmente nell’intestino, dove ci aiutano a digerire il cibo, a sintetizzare le vitamine e a difenderci dalle infezioni. Ora, recenti ricerche sul microbioma hanno dimostrato che la sua influenza si estende ben oltre l’intestino, fino ad arrivare al cervello. Negli ultimi 10 anni, vari studi hanno collegato il microbioma intestinale a una serie di comportamenti complessi, come umori ed emozioni, appetito e ansia.
Il microbioma intestinale sembra contribuire al mantenimento della funzionalità cerebrale, ma non solo: potrebbe anche incidere sul rischio di disturbi psichiatrici e neurologici, fra cui ansia, depressione e autismo. Una delle modalità più sorprendenti con cui il microbioma influisce sul cervello è durante lo sviluppo.
“Esistono delle finestre evolutive critiche in cui il cervello è più vulnerabile poiché si sta preparando a rispondere al mondo circostante”, spiega Tracy Baie, docente di neuroscienze presso la facoltà di veterinaria dell’Università della Pennsylvania. “Così, se l’ecosistema microbico della madre si modifica - per esempio a causa di infezioni, stress  o diete - ciò cambierà il micro bioma intestinale del neonato, e gli effetti possono durare tutta la vita.”
Altri ricercatori stanno esplorando la possibilità che il microbioma abbia un ruolo nelle malattie neurodegenerative come l’Alzheimer e il Parkinson.
Fonte: MedicalXpress.com : http://tinyurl.com/kaa2j36

video del dott. Massimo Montinari a Don Chisciotte  - Ott. 2012

Incidenza di reazioni anafilattiche e di gravi reazioni avverse sistemiche DOPO vaccinazioni
Ricercatori della Kitaso University, in Giappone, hanno determinato l’incidenza delle reazioni avverse associate alle vaccinazioni.

Sono stati esaminati i casi riportati nel Programma di Post-Marketing Surveillance del Kitaso Institute, suddivisi in due categorie: reazioni allergiche e gravi reazioni sistemiche.
Il numero di pazienti con allergia alla gelatina che hanno presentato reazioni allergiche dopo "immunizzazioni" con vaccini DPT ( difterite, pertosse, tetano ) si è ridotto drasticamente dopo il 1999 quando la gelatina è stata rimossa da tutti questi vaccini.
L’incidenza di reazione anafilattica è stata stimata essere 0.63 per milione per il vaccino contro il virus dell’encefalite giapponese ( JEV ), 0.95 per il vaccino DPT e 0.68 per il vaccino antinfluenzale.
L’analisi di 67.2 milioni pratiche di immunizzazione ha evidenziato 6 casi di encefalite o di encefalopatia, 7 casi di encefalomielite disseminata acuta, 10 casi con sindrome di Guillain-Barre e 12 casi con porpora trombocitopenica idiopatica.
Il genoma del virus wild-type del morbillo è stato individuato in un paziente con encefalite ed in 2 di 4 aspirati di midollo osseo nei soggetti con porpora trombocitopenica idiopatica.
Infezioni da enterovirus o da virus wild-type di morbillo sono state individuate in diversi pazienti con reazioni avverse ascrivibili alla vaccinazione.
L’incidenza totale stimata di grave malattia neurologica dopo vaccinazione è stata di 0.1-0.2 per milione di pratiche di immunizzazione. ( Xagena_2006 )
Nakayama T, Onoda K, Vaccine 2006; Epub ahead of print

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Il vaccino Sabin (quello della Polio) miete VITTIME in Repubblica Dominicana e nelle Filippine
Il virus contenuto nel vaccino della polio, liberatosi nell'ambiente a causa della vaccinazione di massa con il vaccino Sabin, ha fatto solo nell’anno 2000, 19 vittime nella Repubblica Dominicana, che hanno riportato la polio paralitica a causa dell'infezione procurata dal virus “sabin”
Fra marzo e luglio 2001, altri 3 casi si sono verificati nelle Filippine
vedi "Mortality and Morbidity Weekly Report", 12 ottobre 2001/50(40); 874-5.

Le 3 persone erano state vaccinate in precedenza per la polio.  E’ emerso quindi chiaramente che la vaccinazione non copre dal virus del vaccino Sabin.
Vaccinando con il Sabin (il vaccino orale con virus vivo attenuato in formalina, prodotto notoriamente cancerogeno) in paesi dove non esiste un sistema fognario che divida le acque di scarico da quelle domestiche il virus vaccinico della polio viene reimmesso nell'ambiente attraverso le feci.
Anche stavolta il virus del vaccino sabin è rimasto latente nell'ambiente per un periodo sufficientemente lungo di tempo per acquisire modificazioni genetiche e riacquistare neurovirulenza,  producendo nuovi casi di malattia in soggetti già vaccinati,
Ugualmente  è accaduto anche in Africa per l’Aids……..scatenato dalle campagne vaccinali del decennio degli anni 70’
Siamo infatti di fronte ad un ulteriore nuovo e mutato virus (il Sabin), alla cui origine vi è esclusivamente la colpa umana della cosiddetta “scienza medica”, manipolatrice di virus altamente pericolosi; di fatto trattasi di guerra batteriologica…...
La celebre rivista medica Lancet già un anno ha invitato ad abbandonare il Sabin e vaccinare solo con Salk per non peggiorare la situazione.
Invece il governo filippino ha deciso di iniziare una nuova campagna di vaccinazione di massa con il Sabin…….le scorte di vaccino delle multinazionali……hanno “convinto” qualche ministro…..ad ignorare i fatti ed a smaltire quei vaccini pericolosi che sono stati inoculati, lo ricordiamo. anche su oltre 450 milioni di europei; il vaccino sabin è stato contaminato da un altro virus scimmiesco lo SV 40 concausa del cancro chiamato “mesiotelioma” dagli anni 50’ fino agli anni 80’ !!!

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
 

INDIA – Poliomielite da vaccino

post-vaccination 20001220.2234  - Poliomyelitis, suspected

Mon 12 Nov 2001 23:22:27 –0600 - Henry V. Huang - BBC News Online, Mon 12 Nov 2001 [edited]

http://news.bbc.co.uk

 

Morbidity and Mortality AFTER Polio vaccination in Assam

CALCUTTA: At least 10 children have died in India's northeastern state of Assam of side effects after being administered a vaccine during an polio immunisation campaign run by the state government. More than 500 children have been admitted to government and private hospitals after falling sick.

Angry groups of parents have surrounded offices of the local administration in protest in Assam's southern city of Silchar.

On Sunday, thousands of children were administered a Polio vaccine throughout Assam and the rest of the country.
But within a day of the massive polio immunisation campaign, reports have come in of large-scale side effects in and around the city of Silchar in southern Assam. Officials say 9 children have died in one village - Labok - while one died in Malugram locality of Silchar.

Non-governmental organisations in Silchar who assist the government in this campaign say outdated vaccines were possibly supplied in some areas. But officials were not willing to speculate on the causes of the large-scale side effects. [Byline: Subir Bhaumik]

Henry V. Huang Dept. of Molecular Microbiology Washington U. School of Medicine - Box 8230, 660 S. Euclid Avenue - St. Louis, MO 63110-1093 USA - huang@borcim.wustl.edu
 


Descrizione particolareggiata del Meccanismo dei DANNI dei Vaccini, delle Amalgami dentali e/o Metalli Tossici  (che hanno le madri durante la gravidanza) Questo meccanismo vale anche per TUTTI i Vaccini !
 


SMALLPOX VACCINE, WHO STATEMENT

Date: Tue 22 Oct 2001 - From: Jaime R. Torres, ProMED-ESP - Source: BBC Mundo [edited];

[translated by MJ) http://news.bbc.co.uk/hi/spanish/science/newsid_1613000/1613692.stm
 

WHO Statement on Smallpox Vaccination Policy

The World Health Organization, WHO, stated that it is reconsidering using the vaccine against smallpox, in light of the possible use of the virus as a biological weapon. Smallpox is considered to have been officially eradicated in 1980. For years, there have been no cases reported. Nonetheless, because of the potential for the use of the virus in terrorist actions, WHO has decided to include it in the list of 11 diseases that might be used by extremist groups.

Ian Simpson, spokesman for the organization, stated that WHO's recommendation to governments is that they verify their level of preparedness to handle diseases, including smallpox. The resurgence of fear related to smallpox was prompted by the cases of anthrax in the US.

However, unlike anthrax, smallpox is a highly contagious disease among humans. Nonetheless, the vaccine may be effective in preventing or reducing the severity of the clinical disease, up until 4 days after the person has been infected. Contrary to popular belief, the immunity conferred by the vaccine is not for life and, in many cases, it is necessary to administer booster doses every 5 to 10 years in order to maintain protective levels of neutralizing antibodies.

WHO calculates that there are close to 90 million doses of the vaccine stored by governments for use in civilian populations. However, manufacture of the vaccine involves a complex procedure and some specialists affirm that it is probable that the WHO will maintain its recommendations against massive vaccination.
For the time being, although there are no indications of a possible terrorist act with the smallpox virus, the United States has begun to multiply its vaccine reserves, according to a multi-tiered plan that even contemplates immunizing the entire population of the country.

Some scientists calculate that a massive vaccination campaign could take months, even years, and that by the time of its conclusion, the threat may well have vanished.

ProMED-mail - promed@promedmail.org

[Smallpox vaccine -- which is made from vaccinia & not smallpox virus -- saved many more lives than those who died from adverse reactions. The major problem with restarting mass vaccination in the absence of disease is that adverse reactions will kill some people -- perhaps many in this age of AIDS & lowered immunity. Remember the swine flu vaccine problems ? - Mod.JW]


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

SMALLPOX VACCINE, WHO STATEMENT (02)

Date: Fri 26 Oct 2001 - From: Daniel B. Epstein (WDC) - epsteind@paho.org
Source: Statement WHO/16, Fri 26 Oct 2001 [edited]

http://www.who.int/inf-pr-2001/en/state2001-16.html


Statement to the Press by the Director-general of the WHO, Dr Gro Harlem Brundtland: World Health Organization Announces Updated Guidance on Smallpox Vaccination

GENEVA: Following the review of guidance on smallpox vaccination I announced last week, WHO has consulted with our advisory committee and has updated the official guidance. The conclusion of the review states that:

"Existing vaccines have proven efficacy but also have a high incidence of adverse side-effects. The risk of adverse events is sufficiently high that mass vaccination is not warranted if there is no or little real risk of exposure. Individual countries that have reason to believe that their people face an increased risk of smallpox because of deliberate use of the virus are considering options for increasing their access to vaccines.

The vaccines would be given to people who are at risk of exposure to smallpox, including health and civil workers, and would be used in a search and containment exercise should an outbreak occur.

In summary, the guidance is that vaccination of entire populations is not recommended. The reason for not recommending such mass vaccination is that there is a risk of severe reactions to the vaccine, *including death*, and the fact that vaccination can prevent smallpox even after exposure to the virus.

Up to now the guidance has also stated that only those with suspected exposure to smallpox or a related virus should be vaccinated. That has not changed. What has changed is the increasing attention being given to the extent and quality of existing vaccine stocks, and to the possible need both to stimulate vaccine production and increase stocks of vaccine for use in the event of an outbreak. WHO confirms that the best method of stopping a smallpox outbreak, should it occur, remains the same -- search and containment. That means identifying persons with smallpox, identifying those people who have been in contact with them, and vaccinating them.

*People who have been vaccinated in the past are unlikely to develop the most serious effects of smallpox.*
This advice and background information on smallpox is now being made available to governments through the WHO web-site: http://www.who.int

 

Along with this advice we are providing Frequently asked Questions and Answers about smallpox and a smallpox Fact Sheet with an electronic slide set of training materials on smallpox.

Other information that will be provided to Health Ministers on request includes a list of vaccine manufacturers that have the potential to produce smallpox vaccine and the names of laboratories that can diagnose smallpox. WHO has also re-established a team of technical experts in smallpox who are available to assist countries in the investigation and response to outbreaks.

Finally, I want to emphasize that should an outbreak of smallpox be detected in any country, this should be considered an international emergency. WHO will help countries to pool available resources so as to contain the disease as rapidly and effectively as possible."

Daniel Epstein - Information Officer  Pan American Health Organization/World Health Organization 525 23rd St., NW - Washington D.C. 20037 - (by "BBC News Online", Mon 22, 26 Oct e 12 Nov 2001)

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Dall'International Society for Infectious Diseases.

POLIOMYELITIS, VACCINE-DERIVED - PHILIPPINES: 2001 - [see also:
Poliomyelitis - Dominican Republic & Haiti 2001- 1005.2415
Polio, circulation of vaccine-derived virus 2001 - 0129.0205

2000
Poliomyelitis - Dominican Rep.: control measures 2000 - 1218.2212
Poliomyelitis - Dominican Republic & Haiti: ALERT 2000 - 1202.2098
Poliomyelitis - Dominican Republic & Haiti: background 2000 - 1203.2102
Poliomyelitis - Dominican Republic & Haiti: comment 2000 - 1204.2110
Poliomyelitis - Dominican Republic & Haiti: update 2000 - 1208.2149
Poliomyelitis - Dominican Republic: visitor advice 2000 - 1215.2195]

Date: 12 Oct 2001
From: ProMED-mail:  promed@promedmail.org
Source: MMWR 50(40);874-5 [edited]
http://www.cdc.gov/mmwr/preview/mmwrhtml/mm5040a3.htm

Public Health Dispatch: Acute Flaccid Paralysis Associated with Circulating Vaccine-Derived Poliovirus --- Philippines, 2001
Three cases of acute flaccid paralysis (AFP) associated with circulating vaccine-derived poliovirus (cVDPV) isolates were reported in the Philippines during March 15--July 26, 2001.
The first case-patient, a child aged 8 years from northern Mindanao island (500 miles south of Manila) who had received 3 doses of oral polio vaccine (OPV), had onset of paralysis on
March 15. A second child, aged 3 years from Laguna province on Luzon island (60 miles south of Manila) who had received 3 OPV doses, presented with signs of meningitis but no paralysis on July 23. A third child, aged 14 months from Cavite province (25 miles from Manila and 45 miles north of Laguna province) who had received 2 OPV doses, had onset of paralysis on
July 26. No patients had traveled outside of their province of residence since birth. Characterization of isolates from the 3 patients revealed type 1 polioviruses derived from Sabin vaccine strain type 1, with a 3% genetic sequence difference between Sabin 1 vaccine and vaccine-derived poliovirus (VDPV) isolates. The 3 polioviruses are not identical but are closely related (99% sequence homology); they also appear to share an identical recombination site with a nonpolio enterovirus in the noncapsid
region of the genome. 

Following cVDPV outbreaks in the Dominican Republic and Haiti (Hispaniola) during 2000--2001 (1), the global polio laboratory network implemented additional testing requirements for all polioviruses under investigation, prospectively and retrospectively. Both an antigenic-based (ELISA) and a molecular-based test (probe hybridization) are used to determine whether a poliovirus is wild or derived from vaccine (i.e., intratypic differentiation [ITD]). Divergent ITD results (one test showing vaccine-derived and the other wild-type virus) for any poliovirus isolate now require genomic sequencing of the suspect isolates. Retrospective
testing of 2000 vaccine-related isolates from AFP cases globally has revealed no additional cVDPVs, although testing results of other isolates in the laboratory network are pending. The cVDPVs from the Philippines were detected after the implementation of new testing requirements for prospective virus investigations.

In response to these cases, the Department of Health in the Philippines 
1) enhanced surveillance by active record review for AFP cases in hospitals and other health-care facilities in the affected and neighboring provinces, 
2) established surveillance to conduct virologic investigations of aseptic meningitis at major health-care facilities, 3) collected stool samples from healthy contacts of case-patients, 
4) conducted field investigations of clustered AFP cases to determine the extent of cVDPV circulation, and 
5) assessed polio vaccination coverage in these communities. The investigations have found no unreported cases, although some AFP cases remain under investigation. To interrupt cVDPV circulation, a large-scale mass vaccination campaign with OPV is planned. 
Low routine vaccination coverage is one of the most important causes of VDPV. Because the location of the originating events is unknown, the contribution of other factors is difficult to assess; however, a combination of 2 concurrent events within the virus is necessary for cVDPV emergence: reversion of attenuating mutations to increase neurovirulence, and a presumed increase in transmission characteristics that might be related to recombination with a nonpolio enterovirus. 
The molecular basis for the second property is not understood.

Wild poliovirus was last reported in the Philippines in 1993 (2), and national vaccination rounds were last conducted in the Philippines in 1997 followed by subnational immunization days in 1998 and 1999. 
Among the areas covered were Cebu, Davao, Manila, and parts of Mindanao; however, coverage did not extend to the 3 provinces now reporting cVDPV cases. Routine coverage with 3 OPV doses has been approximately 80% nationwide since 
the early 1990s; however, coverage gaps are likely, particularly in slum areas.

Travelers to the Philippines should ensure that they are vaccinated appropriately against polio according to national recommendations (3). 

Reported by: National Epidemiology Center, National Center for Disease Prevention and Control, Research Institute of Tropical Medicine, Dept of Health; World Health Organization, Manila, Philippines. Regional Reference Laboratory, Victorian Infectious Diseases Reference Laboratory, Fairfield, Victoria, Australia. Global Specialized Laboratory, National Institute of Infectious Diseases, Tokyo, Japan. Vaccines and Biologicals Dept, World Health Organization, Geneva, Switzerland. Respiratory and Enteric Viruses Br, Div of Viral and Rickettsial Diseases, National Center for Infectious Diseases; Vaccine Preventable Disease Eradication Div, National Immunization Program, CDC.

References
CDC update: outbreak of poliomyelitis---Dominican Republic and Haiti, 2000--2001. MMWR 2001;50:855--6.
CDC. Progress toward poliomyelitis eradication---Western Pacific Region, January 1, 1996--September 27, 1997. MMWR 1997;46:1113--7. 
CDC. Poliomyelitis prevention in the United States: updated recommendations of the Advisory Committee on Immunization Practices. MMWR 2000;49(no. RR-5). 
ProMED-mail: promed@promedmail.org

[This is now the third documented episode of poliomyelitis-like illness (acute flaccid paralysis - AFP) due to circulating vaccine derived poliovirus (cVDPV) with reversion to neurovirulence. The 2 prior episodes were on the island of Hispaniola (Dominican Republic and Haiti) and in Egypt (see referenced ProMED-mail postings above). In addition, there were reports of circulating vaccine derived poliovirus in Israel identified in sewage sampling but not associated with clinical illness (also reported in above ProMED-mail postings).

One wonders if this is a case of "seek and ye shall find" or if this is an emerging problem associated with the disease. The former seems to be preliminarily ruled out by the failure of a retrospective study of over 2000 AFP associated poliovirus isolates to identify additional VDPV, albeit if it is a low level occurrence, we may miss it by virtue of the rarity of the event. If the latter is the case, one wonders why now, after approximately 50 years of use are we seeing this phenomenon. If one rejects the reference of "approximately 50 years of use" and chooses to further refine the date to when increased vaccination activities associated with the polio eradication effort began, then the time frame for widespread use is approximately 16 years, when polio eradication activities in the Americas region began.

Of note is that this has occurred in 3 different regions of the world -- the Middle East (Egypt and Israel), the Americas (Hispaniola) and now in the Western Pacific (Philippines). In 2 areas (Hispaniola and the Philippines) circulation of the wild poliovirus had been interrupted (the last reported case of wild poliovirus associated disease in the Americas was in 1991 and in the Philippines in 1993). 

In the absence of total interruption of wild poliovirus circulation world-wide there is still a need to keep up intensified vaccination efforts as the risk of disease is still present, especially in today's environment with extensive travel world-wide. The occurrence of cVDPV in association with clinical disease is very disturbing as it adds another factor into the risk benefit equation of vaccination recommendations. As mentioned in an earlier comment, a cost-efficacy analysis of switching to the inactivated
vaccine (inactivated polio vaccine - IPV) in countries that have interrupted wild virus circulation probably negates the economic viability of such a recommendation. In addition, and not an insignificant addition is that a switch to the IPV would remove the advantage of flooding the environment with the vaccine virus (the attenuated very low-neurovirulence virus) to further interrupt transmission of wild poliovirus if introduced as well as to "vaccinate" individuals who may not have directly taken the vaccine themselves. - Mod.MPP] ..............................mpp/cp/es
Tratto da "VacciNetwork" del 22.11.2001  (sito chiuso non si sa perche' ?.....)

Continua su:
Danni dei Vaccini +
 Bibliografia Danni dei vaccini  +  Bibliografia danni 2  +  1.000 studi sui Danni dei Vaccini