Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


CONTENUTO dei VACCINI  - 2
(ingredienti dei vaccini) - Vaccines and their ingredients 
NON ESISTONO VACCINI SICURI - Tutti quanti sono TOSSICI per gli esseri Viventi
 

Continua da e per:  Contenuto dei Vaccini - 1 + Contenuto dei Vaccini (tratto da Wikipedia, che pero' e' solo parte della verita'....) + PRODUZIONE VACCINI ed altro....  + Ingredienti dei Vaccini
Per il contenuto ed i Danni della Vitamina K1, vedi QUI

Antibiotici nei Vaccini
Alcuni antibiotici possono essere utilizzati in determinate produzioni per “prevenire la contaminazione batterica durante la produzione“.
Nei fatti, gli antibiotici possono essere presenti in alcuni vaccini.
Gli antibiotici possano causare gravi reazioni allergiche in molti bambini allergici a loro volta (orticaria, gonfiore nella parte posteriore della gola, e la pressione sanguigna bassa); i genitori sono preoccupati perciò della dannosità di tali antibiotici presenti.
Tuttavia, i produttori dichiarano che gli antibiotici più suscettibili, causa delle gravi reazioni allergiche (ad esempio, penicilline, cefalosporine e sulfamidici) non sono usati nella produzione di vaccini, e quindi non sono contenuti nei vaccini.
Esempi di antibiotici utilizzati durante la fabbricazione di vaccini includono neomicina, polimixina B, streptomicina e gentamicina. Alcuni antibiotici utilizzati nella produzione di vaccini sono presenti in quantità molto piccole.
Un esempio? I vaccini dell’influenza con virus “inattivato”.
Essi sono utilizzati per ridurre la crescita batterica nelle uova, durante le fasi di lavorazione, perché queste, non sono prodotti sterili. Gli antibiotici che vengono utilizzati a dosi molto piccole,non sono stati chiaramente associati a gravireazioni allergiche.

Batteri o parti di essi

Cellule di insetto modificate geneticamente (OGM) - vaccino Fublok della Merck
FLUBLOK: nuovo vaccino antinfluenzale derivato da cellule di insetto – 10  Feb, 2013
Un nuovo vaccino antinfluenzale ha ottenuto recentemente la licenza alla commercializzazione e potremmo ritrovarlo in circolazione nel nostro paese il prossimo inverno.
Siamo entrati in contatto con alcuni giornalisti indipendenti, che hanno seguito le fasi salienti dell’approvazione da parte della FDA degli Stati Uniti, e sono emersi alcuni particolari in merito a questo vaccino che sarà il primo in assoluto a contenere proteine geneticamente modificate derivate da cellule di insetto.
Secondo il rapporto della FDA [Food and Drug Administration] il vaccino è prodotto da una piccola società chiamata Protein Sciences, si chiama FLUBLOK, contiene la tecnologia del DNA ricombinante e un virus di insetto conosciuto come baculovirus che rappresenta il pretesto per una produzione più rapida del vaccino in caso di epidemia. Questa metodica non richiede la coltivazione del virus in uova di gallina come di consuetudine.
Secondo il foglietto illustrativo del FLUBLOK, il vaccino è un trivalente combinato e contiene proteine geneticamente modificate di tre diversi ceppi influenzali: due dell’influenza A [H1N1 e H3N2] e uno dell’influenza B.
FLUBLOK è prodotto dalle cellule estratte da una specie di bruco, modificate geneticamente in modo tale da produrre elevate quantità di emoagglutinina, così da consentire al virus influenzale una penetrazione più rapida nel corpo.
Il baculovirus, un virus a forma bastoncellare, è solitamente impiegato per il controllo degli insetti che parassitano le piante, chiamato “il vaiolo degli insetti” per il ruolo positivo svolto a favore dell’uomo, causa gravi malattie a numerose specie di insetti economicamente dannose a diverse colture alimentari e non. Però, recentemente sono stati individuati baculovirus causanti gravi malattie anche in insetti utili e pertanto l’impatto sulle attività umane si sta leggermente ribilanciando.
Un virus capace di causare gravi alterazioni strutturali all’insetto ospite, causandone la morte e la liquefazione, viene quindi utilizzato per produrre un vaccino antinfluenzale.
Questo genere di virus non è conosciuto per portare gravi pericoli alla salute dell’uomo però, come tutti i virus, è fornito di rapide capacità di adattamento che gli consentono di evolversi altrettanto rapidamente e, di anno in anno, sarà possibile aspettarsi che l’utilizzo ripetuto di questo vaccino faciliterà una rapida evoluzione e un rapido adattamento dello stesso alla specie umana.
Probabilmente, per questo motivo, è stato autorizzato all’uso solamente negli adulti da 18 a 49 anni, mentre non è consigliato durante la gravidanza, l’allattamento, l’età pediatrica e l’età geriatrica.
Durante i trial clinici, che hanno coinvolto 2500 persone, ha dimostrato una bassa efficacia [44%] contro tutti i ceppi dell’influenza e non solo contro i tre ceppi contenuti nel vaccino.
Come tutti gli altri vaccini antinfluenzali anche FLUBLOK dovrà adeguarsi annualmente al ceppo virale in circolazione, e come tutti i vaccini antinfluenzali anche FLUBLOK dovrà essere valutato attentamente per il rischio potenziale di insorgenza della Sindrome di Guillain-Barré.
La sezione del foglietto illustrativo in merito a “Avvertenze e Precauzioni” pone il medico vaccinatore di fronte a pesanti responsabilità, svela ciò che accadde nel 1976 quando molte persone contrassero la Sindrome di Guillain-Barré a causa del vaccino, anche se tale associazione viene come al solito definita “inconcludente” se la Sindrome di Guillain-Barré si è verificata entro 6 settimane dal ricevimento di un vaccino antinfluenzale, la decisione di somministrare FLUBLOK dovrà basarsi su un’attenta valutazione dei rischi e dei benefici.
Altri potenziali “Effetti Collaterali” comprendono reazioni allergiche, infezioni respiratorie, cefalea, affaticamento, alterazioni immunitarie, rinorrea, e mialgia.
Fonte: autismovaccini.com

Bario solfato (contenuto in alcuni vaccini = Prevenar e Fluarix)

l'uso del solfato di bario va evitato in caso di sospetta occlusione intestinale (in quanto può solidificare, andando a formare baritomi di difficile risoluzione chirurgica) o di forte infiammazione intestinale, oppure di perforazione (in quanto il solfato di bario risulta irritante per la sierosa peritoneale, provocando una delle più gravi forme di peritonite - la fibroplastica).

Borace (Sodio decaidrato, Tetraborato di sodio)
Il Borace è stato tradizionalmente utilizzato come pesticida per uccidere le formiche.
È una sostanza neurotossica pericolosa per il sistema cardiovascolare, il sistema endocrino, il tratto gastrointestinale, il fegato. Questa sostanza è nota (in tutti gli studi effettuati sui ratti) per causare danni riproduttivi e ridurre i tassi di fertilità. Da tempo è vietato negli alimenti ma, sorprendentemente, è ancora consentito per iniezione diretta attraverso i vaccini. È tossico per tutte le cellule e ha un tasso di lenta escrezione attraverso i reni. La tossicità e la ritenzione renale provocano un effetto a cascata, causando la degenerazione del fegato, edema cerebrale e gastroenterite.
Il
Borato di sodio è un ingrediente in Gardasil, un vaccino che dicono sia per il papillomavirus umano dato alle ragazze per il cancro cervicale. Molti genitori temono gli effetti collaterali di questo ingrediente tossico, che può essere usato come veleno per topi.
L' EPA avverte che le reazioni tossiche negli esseri umani tendono ad essere maggiori nei maschi, perche' colpisce i testicoli e causa atrofia dei tubuli e basso numero di spermatozoi, cioe' genera infertilita'.


COBALTO 60 (isotopo radioattivo del metallo Cobalto)
MOLTI
VACCINI sono IRRADIATI con questo radioisotopo e la perdita della Radioattivita' di cio' che e' stato irradiato si esaurisce fra i 5 ed i 7 anni....dall'irradiazione...oltre a trovarvi in essi i vaccini, anche parti di questo metallo sintetico.
vedi: la prova dello studio nel PDF


Co(0) metal nano- (reported particle size range = 20 nm to 500 nm) and microparticles (reported particle size range = 1.9 µm to 2.7 µm) dissolve in cell-free culture medium in a concentrationand time-dependent manner while cobalt(II,III) oxide particles (reported average particle size = 372 nm) are practically insoluble in water or culture medium (Ponti et al. 2009, Ortega et al. 2014, Sabbioni et al. 2014a). Smaller particles dissolve faster than larger particles (Kyono et al. 1992, Lison 2015).
CO ( 0 ) sta per Cobalto metalico

Ortega et al. (2014), found that intracellular concentrations of solubilized cobalt ions were similar for Co3O4 and cobalt chloride in human lung cells, suggesting that Co3O4 would release cobalt ions in vivo (see Section 6.1 for details). A similar result was reported for CoO nanoparticles, which increased intracellular cobalt ion concentration in human lung fibroblasts in culture in a concentration-dependent manner (Smith et al. 2014).
non si parla della radiazione ma di cobalto metalico nano particelle che si usa nella coltura cellulare usando anche la cellula carcerogena umana

COBALTO viene usato in 3 forme nei vaccini
- radiazione gamma Cobalto
- Cobalto metallico in nanoparticelle
- cobalto esaidrato per la coltura cellulare

Tutti componenti del COBALTO sono cancerogeni tranne la vitamina B12, non solo la IARC dichiara ciò, ma anche tutti gli altri ISTITUTI PER LA RICERCA DEL CANCRO


Componenti, Eccipienti dei Vaccini - PDF (2016) - Tratto da US: www.vaccinesafety.edu

- Eccipienti dei vaccini, PDF, tratto da Pediatrics

Contaminanti: dall'intervista di un ex ricercatore- preparatore di vaccini + SV40 (virus scimmiesco)
Oltre allo SV40, cosa ha trovato nei vaccini ?
D: D’accordo, ma accantoniamo per un momento tale distinzione fra diversi tipi di agenti contaminanti. Nei lunghi anni di lavoro con i vaccini quali agenti contaminanti ha rilevato ?
R: «Bene. Le farò qualche esempio delle cose in cui mi sono imbattuto personalmente, ed anche di quanto accaduto ad alcuni mie colleghi.
Ecco una lista parziale
:
Nel vaccino contro il morbillo Rimavex abbiamo rilevato la presenza di virus dei polli; nel vaccino antipolio la presenza di acanthamoeba (acantameba, ndt), una cosiddetta ameba “mangia-cervello”, nonché di citomegalovirus della scimmia.
Virus schiumoso della scimmia nel vaccino antirotavirus.
Virus del cancro aviario
nel vaccino MMR. Vari microrganismi nel vaccino contro l’antrace. Ho riscontrato la presenza di inibitori di enzimi potenzialmente pericolosi in vari vaccini. Virus di anatra, cane e coniglio nel vaccino anti-rosolia. Virus della leucosi aviaria nel vaccino antinfluenzale. Pestivirus nel vaccino MMR».
Ecco le denunce video (sopra) del microbiologo Garth Nicolson ... mycoplasma mortali nei vaccini ...questa è una delle tante fonti video, delle sue varie denunce...

Cetiltrimetilammonio bromuro (CTAB) - Tensioattivo anionico impiegato come detergente e conservante.
Bromuro cetiltrimetilammonio è un tensioattivo cationico. E' usato per molte cose, tra cui in qualità di una soluzione tampone per l'estrazione del DNA. In base alla sua scheda di sicurezza scopriremo diverse cose:
CTMB è etichettato come "sostanza pericolosa"
 - E' irritante per la pelle
 - Grave irritante per gli occhi
 - E' pericoloso se inalato
 - E' dannoso se ingerito
 - Può provocare irritazione delle vie respiratorie
 - E' pericoloso per l'ambiente
 - E  molto tossico per gli organismi acquatici con effetti di lunga durata
 - E' infiammabile
In quasi tutti i casi di ogni tipo di contatto con CTMB, si consiglia di rivolgersi ad un medico e ti ricorda che l'CTMB non dovrebbe mai toccare qualsiasi parte del corpo umano. Essa fornisce anche informazioni di precauzione e attrezzature per usare / indossare durante la manipolazione CTMB. Nella sezione 8 Controllo dell'esposizione / protezione individuale, si consiglia di:
 - Tenere lontano da cibo, bevande e foraggi.
 - Togliere immediatamente gli abiti contaminati
 - Lavarsi le mani prima delle pause e al termine del lavoro.
 - Evitare il contatto con gli occhi e la pelle.
 
Questo cose risuonano come piuttosto gravi, perche' milioni e milioni di bambini ed adulti sono stati vaccinati ed intossicati, con questa sostanza.
Nella sezione "informazioni generali" per CTMB, si spiega che "I sintomi di avvelenamento possono comparire dopo molte ore" e il paziente deve essere osservato per un massimo di 48 ore dopo che entrano in contatto con essa. (Quanti bambini hanno una reazione ad un vaccino che non è immediata o addirittura il primo giorno ? migliaia.
E tuttavia se la reazione non è immediata, il medico pediatra, respingere la possibilità di una reazione da vaccino ancora più veloce.)
 2-fenossietanolo
 2-Phenoxyethoanol è usato come un agente antibatterico nei vaccini.
 Secondo la scheda di sicurezza (Material Safety Data Sheet), troviamo che è tossico per ingestione, inalazione, assorbito attraverso la pelle, è una pelle grave e irritante per gli occhi, e può causare difetti riproduttivi:
http://www.sciencelab.com/msds.php?msdsId=9926486 
Secondo le schede tecniche EPA, che ha dimostrato di causare alterazioni cromosomiche e mutazioni genetiche nei test, così come atrofia testicolare e l'interferenza con Riproduttività nei topi: http://www.epa.gov/ttn/atw/glycol2000.pdf
 Gli effetti collaterali noti di 2-Phenoxyethanol esposizione sono:
 - Mal di testa
 - Shock
 - Convulsioni
 - Debolezza
 - Danno renale
 - Insufficienza cardiaca
 - Insufficienza renale
 - Morte


Cloruro di benzalconio:
Cloruro benzetonio (denominato "BC") è un agente antimicrobico utilizzato come conservante in alcuni vaccini. Non ci sono state prove effettuate su esseri umani per trovare informazioni riguardanti l'iniezione di BC nel flusso sanguigno. Abbiamo cercato per oltre un anno senza fortuna nella ricerca di tali informazioni.
Ciò che è stato documentato circa BC sotto la scheda di sicurezza (Material Safety Data Sheet) è che è tossico se inalato o ingerito ed è anche pericoloso per la pelle umana.
Basato sulla sperimentazione animale, può causare mutazioni nelle informazioni genetiche e anche essere cancerogene (provocano il cancro).
Gli effetti collaterali noti di ingerire BC sono (in base alla sua scheda di sicurezza):
- Convulsioni
- Coma
- Depressione respiratoria
- Depressione del sistema nervoso centrale
- Convulsioni
- Reazione del sistema urinari

DNA/Rna ETEROLOGO, dei virus e batteri, colture per la produzione dei vaccini, utilizzati ed inoculati con òe vaccinazioni sono DNA estranei al DNA Umano, quindi molto pericolosi, per le possibili interferenze con il DNA mitocondriale nei miliardi di cellule umane.


Formaldeide - Scheda tecnica: Formaldehyde  della Merck... produttore di Vaccini che la utilizza in essi....
Gli effetti della formaldeide sono molto differenti a seconda dei casi: delle persone deboli possono presentare alcuni sintomi anche quando il tasso è al di sotto del valore raccomandato. La formaldeide provoca, anche in piccole concentrazioni, irritazioni e infiammazioni agli occhi (pruriti, lacrimazione), alla parete intestinale (intestino), alle vie respiratorie (naso, gola, polmoni) e alla pelle (arrossamento, prurito, eczemi). Può anche avere delle conseguenze a livello neurologico, traducendosi in stanchezza, angosce, emicranie, nausea, sonnolenza o vertigini.
L'esposizione alla formaldeide può sfociare in un'ipersensibilità o nello sviluppo di un'allergia. A contatto con la pelle, attraverso cosmetici o tessuti, può provocare un'allergia di contatto.
Alcuni studi epidemiologici hanno dimostrato una relazione tra lo sviluppo di tumori e le persone esposte in ambienti professionali a forti dosi di formaldeide.
La formaldeide era classificata fino al giugno 2004 come probabile cancerogeno per l’uomo (classe 2A). Le informazioni provenienti dai nuovi studi disponibili hanno rafforzato le prove a favore della sua cancerogenicità.
L’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro ha dunque classificato l’agente chimico formaldeide come “cancerogeno per l’uomo” (classe 1) sulla base della acquisizione e della valutazione di nuovi studi (2).
1 -
Kauppinen T. Toikkanen J. Pedersen D. et al Occupational exposure to carcinogens in the European Union. Occupational & Environmental Medicine. 2000, 57(1):10-8.
2 - The International Agency for Research on Cancer (IARC). IARC Monographs on the Evaluation of Carcinogenic Risks to Humans. Formaldehyde, 2-Butoxyethanol and 1-tert-Butoxy-2-propanol. Vol 88 (2004)
3 - Direttiva 96/54/CE della Commissione del 30 luglio 1996 recante ventiduesimo adeguamento al progresso tecnico della direttiva 67/548/CEE del Consiglio concernente il ravvicinamento delle disposizioni legislative, regolamentari e amministrative relative alla classificazione, all'imballaggio e all'etichettatura delle sostanze pericolose.
Ricordiamo la pubblicazione nella G.U. dell’Unione Europea (6 giugno 2014) secondo la quale la Formaldeide dal 1 aprile 2015 viene considerata: cancerogena 1/B (Regolamento U.E. n.605/2014 del 5 giugno  2014).
Formaldeide (o formalina):
La formaldeide è il conservante più comunemente usato anche dai nostri impresari di pompe funebri per la conservazione dei cadaveri. Formalina è una soluzione acquosa, o acquosa, sotto forma di formaldeide.
La formaldeide è tossica ed è noto per causare il cancro. L'Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC) classifica la formaldeide come cancerogeno per l'uomo [Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (giugno 2004). Monografie IARC sulla valutazione dei rischi cancerogeni per gli esseri umani Volume 88 (2006): Formaldeide, 2-Butossietanolo e 1-ter-Butossipropan-2-olo.
Estratto 10 GIUGNO 2011, da: http://monographs.iarc.fr/ENG/Monographs/vol88/index.php].

Nel 2011, il National Toxicology Program, un programma interagenzia del Dipartimento di Salute e Servizi Umani, ha nominato la formaldeide come cancerogeno umano noto, nella sua 12a relazione sulla cancerogeni [National Toxicology Program (giugno 2011). Relazione sulla cancerogeni, dodicesima edizione. Dipartimento di Salute e Servizi Umani, Public Health Service, National Toxicology Program. Estratto 10 GIUGNO 2011, da: http://ntp.niehs.nih.gov/go/roc12 ].

Secondo il Consiglio Nazionale delle Ricerche:
- Meno del 20% ma forse più del 10% della popolazione generale può essere suscettibile alle allergie formaldeide e può reagire acutamente a qualsiasi livello di esposizione. La formaldeide è un ossidato ad acido formico, che porta a danni acidosi e nervose.
L'acidosi può essere descritto come una condizione in cui l'acidità dei tessuti e dei fluidi del corpo è eccessivamente alta. Il fegato ed i reni possono essere danneggiati.

Altri effetti collaterali noti da esposizione alla formaldeide:
- Altera le proteine dei tessuti
- anemia
- formazione di anticorpi
- apatia
- sangue nelle urine
- dolori muscolari
- compromissione cardiaca
- palpitazioni e le aritmie
- depressione del sistema nervoso centrale
- cambiamenti nelle funzioni cognitive superiori
- dolori al petto e senso di costrizione
- raffreddori
- coma
- costipazione
- convulsioni
- morte
- distruzione dei globuli rossi
- depressione
- diarrea
- difficoltà di concentrazione
- disorientamento
- vertigini
- mal di orecchio
- eczema
- turbamenti emotivi
- fatica anche cronica
- asfissia del feto [SIDS, forse?]
- simil-influenzali o freddo come la malattia IVU
- gastrite
- infiammazione gastrointestinale
- mal di testa
- iperattività
- sindrome ipomestruale
- sistema immunitario sensibilizzante
- compromessa (breve) di attenzione
- incapacità di ricordare le parole e nomi IQ profili incoerente
- asma
- irritabilità
- itterizia
- discorsi e modelli di ritardo mentale
- sintomi di tipo schizofrenico
- ipersensibilità al suono

[Esposizione cronica e salute umana]
Tenete a mente che l'esposizione cronica - dalla fonte - significa "esposto diverse volte", come i soggetti plurivaccinati.

Fossietanolo - Un GRAVE rischio per i bambini e per quelli che si Vaccinano !
Il fenossietanolo è un conservante ampiamente usato in vari cosmetici e prodotti per la cosiddetta “cura della persona”: creme per le mani shampoo, salviettine umidificate, anche per bambini. E' stato autorizzato dal Comitato scientifico della UE....chissa' perche'...sarebbe interessante conoscere i Conflitti di interesse di quegli "esperti"....
Da circa un anno (2012) si sente parlare di fenossietanolo (phenoxyethanol), che e' un ingrediente molto comune nei cosmetici, in termini critici e sempre più allarmistici.
Il tutto è iniziato da un documento del 2012 dell’Agence nationale de sécurité du médicament et des produits de santé (ANSM), agenzia nazionale francese per la sicurezza dei farmaci, che ha evidenziato un potenziale rischio per i bambini al di sotto dei tre anni. È quindi legato alla presenza di questo conservante nei prodotti specifici a loro destinati (salviette detergenti, creme..).

L'Agenzia Francese per la Sicurezza dei Medicinali e dei Prodotti Sanitari (Ansm) fin dal 2009 ha posto l’attenzione sui rischi d’uso del fenossietanolo.
Nel 2012, ha effettuato uno studio che mostra come tale conservante, assorbito per via orale e cutanea, è sospettato di essere tossico per la riproduzione e lo sviluppo.  Questo conservante è potenzialmente pericoloso per lo sviluppo e l’authority francese ne ha sconsigliato l’uso per i piccoli fino ai 3 anni ed e' presente nei vaccini specie esavalente ed iniettato direttamente nei muscoli e quindi nei capillari del sangue....pero' in Italia tutto passa sotto silenzio...

La pericolosità, chiaramente, aumenta nel caso di cosmetici che non prevedono risciacquo come le salviettine imbevute o le paste protettive, usati più volte al giorno.
Per quanto manchino pubblicazioni sugli effetti sistemici nell’uomo di un lungo uso di cosmetici contenenti fenossietanolo, l’Ansm ha dapprima raccomandato alla Ue di limitare  la concentrazione del conservante allo 0,4% per prodotti destinati ai bambini fino a 3 anni, e poi ha lanciato l’appello di vietare il conservante nei prodotti. È un conservante presente ovunque
L’attuale regolamento dei cosmetici n. 1223/2009 prevede il fenossietanolo come conservante ammesso nei prodotti cosmetici fino ad una concentrazione massima pari all’1%. In una nostra recente inchiesta sui cosmetici non specifici per bambini, è risultato che circa la metà dei prodotti lo conteneva, sempre entro i limiti di legge.
E quindi lo hanno immesso nei Vaccini iniettabili….cosi sono piu' salutari....!

Gelatine (a seconda del tipo di vaccino queste sostanze variano di tipologia) - quelli per l'Influenza Suina contengono gelatina di maiale (ottenuta dalla bollitura della testa del maiale), per cui gli Ebrei ed i Musulmani avranno l'esenzione dalle vaccinazioni... tanto raccomandate dall' OMS

Glycerol - Glicerolo: Il glicerolo è un alcol trivalente in grado di legarsi ai gruppi carbossilici degli acidi grassi formando i trigliceridi, cioè i "lipidi semplici" più comuni. Il catabolismo dei trigliceridi porta il glicerolo all'interno della glicolisi (via anaerobica per la produzione di ATP) o della gluconeogenesi (produzione di glucosio/glicogeno).

Il glicerolo (1,2,3­propantriolo) è sicuramente il coprodotto di maggiore impatto economico nella moderna industria oleo­chimica....
continua in: http://www.minerva.unito.it/chimica&industria/ChimicaIndustria1/Ambiente/glicerolo1.htm
Effetti collaterali: angoscia, nausea, vertigini, cefalea da luce, ritenzione idrica, idratazione corporea, aumentata la sudorazione, minore frequenza cardiaca, riduzione della temperatura corporea.

Glutaraldeide, è chiamata chimicamente 1,5 pentanediale, 1,5 pentanedione, pentandial, oltre ad altre dizioni quali 1,3 diformilpropano, dialdeide glutarica, glutaral, ecc.
È un liquido incolore leggermente giallino, di odore caratteristico pungente, moderato in parte per la presenza di essenza di limone.
È miscibile con acqua e in genere con alcool.
È dotata di un forte potere irritante per le mucose oculari e nasali (soglia olfattiva: 0,04 ppm) ed è un lieve irritante cutaneo, con possibili manifestazioni di sensibilizzazione.
Gli studi più recenti sembrano escludere effetti mutageni e cancerogeni, ma sono state descritte alterazioni del sistema nervoso centrale e fetotossicità negli animali.
Largamente utilizzato come sporicida, battericida, virucida e fungicida nella sterilizzazione per immersione di strumenti medicali (strumenti endoscopici con lenti, strumenti endoscopici con fibre ottiche e plastiche).
Il TLV ceiling fissato dall’ACGIH è di 0,2 ppm, ma esso può venire facilmente superato se la sterilizzazione degli strumenti avviene in vaschette aperte.
Il Glutaraldeide è un composto organico che viene utilizzato per disinfettare attrezzature mediche e dentistiche.
Nei vaccini è usato come conservante chimico.
Ci sono stati diversi studi fatto su glutaraldeide ed è stato scoperto che l'esposizione ad esso può causare:
- asma
- reazioni allergiche (fino al 10% delle persone up può essere allergici a glutaraldeide.)
- problemi respiratori
- diarrea

Fonti: "dermatite glutaraldeide-indotta e la formaldeide indotta allergica da contatto" SCOTT M. Ravis, MD, Matthew P. Shaffer, MD, CHRISTY L. Shaffer, MD, Seena DEHKHAGHANI, MD e Donald V. BELSITO, MD, "glutaraldeide
- L'asma indotta "Quirce S, M Gómez, Bombin C, Sastre J. ottobre 1999;. 54 (10) :1121-2;.
- tossicità genetica e studi di cancerogenesi di glutaraldeide una recensione. E Zeiger, Gollapudi B, Spencer P. Res Mutat. Mar 2005, 589 (2) :136-51;
- risposte immunologiche divergenti a seguito di esposizione glutaraldeide. Azadi S, Klink KJ, BJ Meade. Pharmacol Toxicol Appl. 2004 Maggio 15, 197 (1) :1-8.

Hydrolyzed Gelatin: Puo' essere preparata e provenire da maiali e/o da umani.
"A breakdown product of gelatin. Hydrolyzed gelatin is a cholesterol-free protein source (about 95% pure protein) obtained from the fibrous insoluble protein collagen, commonly found in nature as a major constituent of skin, bones and connective tissue. Dietary gelatin is usually derived from pork, fish, or beef. In foods, the addition of hydrolyzed gelatin produces a smooth textured product that results in good mouth feel and moistness. Specifically, EAS uses hydrolyzed gelatin as a supplementary protein source, to keep bars soft and to improve the texture of particular supplements. In and of itself, the amino acid profile may not be considered optimal compared to other proteins, such as milk and soy proteins.
However, products that contain a protein blend such as those containing calcium caseinate, milk protein concentrate, soy protein isolate, whey protein isolate and hydrolyzed gelatin, delivers all the essential and nonessential amino acids and is considered a profile rich in all the amino acids necessary for muscle support and recovery. Hydrolyzed geleatin’s main benefit is to complement the protein blend and for functionality with the bar".
Tratto da: http://www.eas.com/glossary/glossary.asp?glos_pk=131

"
We reviewed data on thimerosal, aluminum, gelatin, human serum albumin, formaldehyde, antibiotics, egg proteins, and yeast proteins. Both gelatin and egg proteins are contained in vaccines in quantities sufficient to induce rare instances of severe, immediate-type hypersensitivity reactions. However, quantities of mercury, aluminum, formaldehyde, human serum albumin, antibiotics, and yeast proteins in vaccines have not been found to be harmful in humans or experimental animals".
Tratto da: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/14654615?dopt=Abstract&holding=f1000,f1000m,isrctn
Come si prepara: http://www.aapspharmscitech.org/view.asp?art=pt050341
Crea anche allergie: http://pediatrics.aappublications.org/cgi/content/full/113/1/170

H
uman diploid cells (originating from human aborted fetal tissue): Tessuti derivanti da aborti umani.
Helen Ratajczak, ricercatrice della Boehringer Ingelheim Pharmaceuticals, ha recentemente sollevato un vivace e turbolento dibattito tra chi discute il problema delle relazioni vaccino-autismo pubblicando un suo studio di revisione sulla ricerca sull’autismo, di cui abbiamo diffusamente dato notizia in questo articolo.
Si tratta di una nuova revisione di studi che esamina le varie cause ambientali dell’autismo, tra cui i vaccini e i loro componenti. Un elemento messo in luce, e che sembra essere sfuggito ai più è l’uso di cellule embrionali abortive nella produzione di vaccini.
La CBS News ha riportato: “La Dr. Ratajczak riferisce che quando i produttori di vaccini hanno dovuto eliminare il thimerosal dai vaccini (con l’eccezione dei vaccini per  l’influenza che ancora contengono thimerosal ed altri ancora in europa....), hanno cominciato a produrre alcuni vaccini utilizzando tessuti umani.
L’utilizzo di tessuti umani secondo la Ratajczak riguarda attualmente 23 vaccini.
Nel suo studio ha discusso l’aumento di incidenza dell’autismo in corrispondenza con l’introduzione di DNA umano nel vaccino MMR, e suggerisce che le due cose potrebbero essere collegate.
Le pagine della revisione contengono un dettaglio che difficilmente poteva passare inosservato, cinque parole che rivelano uno dei segreti più shoccanti di Big Pharma, delle aziende farmaceutiche cioè: “…allevato in tessuti fetali umani”
A pagina 70 si legge: “Un aumento aggiuntivo del picco di autismo si raggiunse nel 1995 quando il vaccino della varicella fu allevato in tessuti fetali umani”.
La maggior parte di noi è del tutto ignara che le cellule di cultura umana usate per riprodurre i virus dei vaccini derivano da feti abortivi da decenni ormai e chi li produce è ben felice che il pubblico continui ad ignorarlo, perché sa che questo non potrebbe essere accettato dalla gente sia per le ignote conseguenze per la nostra salute che per il credo religioso di molti.
Il vaccino contro la varicella non è l’unico prodotto in questo modo e, secondo il Sound Choice Pharmaceutical Institute (SCPI), i seguenti 24 vaccini sono prodotti usando cellule provenienti da feti abortivi e/o contenenti DNA (poi ingegnerizzato/alterato/clonato), proteine, o frammenti cellulari di colture di cellule coltivate derivate da feti umani abortivi:

Polio PolioVax, Pentacel, DT Polio Absorbed, Quadracel (Sanofi)
Measles, Mumps, Rubella MMR II, Meruvax II, MRVax, Biovax, ProQuad, MMR-V (Merck)
Priorix, Erolalix (GlaxoSmithKline)
Varicella (Chickenpox and Shingles) Varivax, ProQuad, MMR-V, Zostavax (Merck)
Varilix (GlaxoSmithKline)
Hepatitis A Vaqta (Merck)
Havrix, Twinrix (GlaxoSmithKine)
Avaxim, Vivaxim (Sanofi)
Epaxal (Crucell/Berna)
Rabies Imovax (Sanofi)

La National Network for Immunization Information (NNII) ha pubblicato sul suo sito un articolo che spiega le motivazione dell’uso di feti umani abortivi per la produzione dei vaccini e fa una piccola storia di questa “tecnica”. L’articolo afferma che i feti in questione non sono stti abortiti con lo scopo di effettuare ricerca e produrre vaccini, né sono stati i biologi a praticare essi stessi gli aborti e si dilunga nello spiegare come sia difficile e complicato produrre questi farmaci:
“La produzione di farmaci biologici (per esempio vaccini, anticorpi, ecc) è molto più difficile di quanto sia quella di farmaci chimici (ad esempio, la penicillina o aspirina). Inoltre, alcuni vaccini sono più complessi da realizzare rispetto ad altri. I batteri che vanno in vaccini batterici possono essere coltivati in semplici colture di laboratorio, ma la crescita del virus richiede cellule viventi.
I virus non possono riprodursi da soli (NdR: infatti sono solo proteine complesse a DNA). Essi ab bisognano di un ospite vivente in che li moltiplichi, come gli embrioni di pollo e le cellule da animali che sono cresciuti in coltura.
Le aziende che producono i vaccini attualmente hanno poche opzioni per la cultura virale, a causa di valide ragioni farmaceutiche e per motivi di sicurezza. Per esempio, nel caso della varicella, il virus non cresce bene nella maggior parte delle cellule se non in quelle umane.
Inoltre, le cellule umane sono da preferire perché le cellule derivate da organi di animali a volte possono portare proteine virali animali che potrebbero danneggiare le persone”.
E’ assolutamente possibile preparare vaccini virali senza l’uso di cellule umane e animali, come prova l’attuale vaccino contro l’epatite B che usa cellule di lieviti.
Perchè quindi i produttori non lo fanno, optando invece per metodi più controversi ?
Sospettiamo che ci sia uno scarso incentivo per i produttori di vaccini a sviluppare nuove tecniche dal momento che possono già fruire di quelle esistenti e che solo quando la verità diventerà più conosciuta con il conseguente spettro di un possibile calo dei loro profitti a tuffo si vedranno costretti a trovare nuove metodologie.
L’impatto che la diffusione della notizia che molti vaccini sono derivate da cellule fetali abortive avrà è potenzialmente enorme, dato il gran numero di persone che si definiscono “Per la Vita”.
Per loro scoprire che un vaccino contiene il DNA di feti abortiti è come per un musulmano scoprire che i vaccini sono derivati dal maiale ed è ovvio che saranno scioccati e indignati di venire a sapere che ai loro bambini sono stati segretamente somministrati vaccini contenenti DNA, proteine o detriti cellulari provenienti da colture di cellule derivate da feti umani abortiti.
E non stiamo parlando di una piccola parte di popolazione, alla quale dobbiamo aggiungere chi è preoccupato della cosa, non per motivi etici e religiosi, o non solo per essi, ma anche per le possibili, e forse ancora sconosciute, conseguenze pericolose sulla salute delle nuove generazioni di bambini.
Ci poniamo quindi alcune semplici domande: possibile che tutto questo non preoccupi e non interessi nessuno ?
Perché un silenzio così sordo su un tema così grave ?
Possibile che abbia così poca importanza sapere quale tipo di proteine umane, DNA, sostanze chimiche e tossine possano essere contenute in prodotti che iniettiamo nei nostri neonati, nei nostri bambini…. quanto di più sacro dovremmo avere ?
Può il profitto davvero giustificare anche questo ?
Fonte http://articles.mercola.com - Traduzione da: emergenzautismo.org di Dionidream
Nota Bene: Queste cellule umane vengono trattate per ricavarne il DNA umano, che viene poi ingegnerizzato (alterato per scopi occulti ma precisi....clonazione di DNA, quando iniettato con i Vaccini !)

Lactose - Lattosio:
il Lattosio è lo zucchero presente nel latte: è un disaccaride, risultante dall'unione di 2 zuccheri semplici, il Galattosio ed il Glucosio. Il Lattosio viene scomposto nei 2 zuccheri semplici dall'enzima lattasi. Senza questo enzima il Lattosio non può venire scomposto e quindi digerito.
L'intolleranza al Lattosio è l'incapacità presente in alcuni individui di digerire lo zucchero del latte, il Lattosio appunto, con conseguenti sintomi gastrointestinali quali flatulenza, meteorismo, crampi e diarrea. Ciò è provocato da una carenza dell'enzima deputato alla sua idrolisi, la lattasi, che scompone il Lattosio nei due composti più semplici, Glucosio e Galattosio.
L'intolleranza al lattosio è l'incapacità a digerire una quantità significativa di lattosio, il principale zucchero del latte.
Questa incapacità è causata dalla mancanza della lattasi un enzima prodotto, normalmente, dalle cellule del piccolo intestino.
La lattasi degrada lo zucchero del latte in composti più semplici che passano nel sangue.
Una quantità di lattasi insufficiente a digerire il lattosio, anche se non comporta alcun pericolo, potrebbe essere causa di stati di stress. Tutte le persone con una deficienza all'enzima lattasi, pur essendo intolleranti al lattosio, possono anche non manifestare i sintomi.
I sintomi più comuni sono nausea, crampi, gonfiori, gas e diarrea che inizia dopo circa 30 minuti o 2 ore dal consumo di lattosio.
La gravità dei sintomi dipende dalla quantità di lattosio tollerata da ciascun individuo.
Comunque tutti i bambini hanno l'enzima lattasi, enzima che scompare nell'uomo, dopo la puberta'.

Lieviti (a seconda dei tipo di vaccino questi lieviti- funghi sono diversi)

Estratto di lievito / MSG
Estratto di lievito è un nome comune usato per diverse forme di lievito elaborati. Molte persone soffrono di allergie lievito, e vaccini possono indurre una reazione anafilattica dopo essere stati vaccinati a causa del lievito.
A parte TUTTO questo, l' estratto di lievito contiene glutammato monosodico.
Molte persone hanno o un'allergia o una sensibilità di MSG.
Lo MSG è stato riconosciuto per causare:
- Emicrania e/o mal di testa
- Disturbi del sonno
- Sindrome dell'intestino irritabile
- Asma
- Diabete
- Morbo di Alzheimer
- Morbo di Lou Gehrig
- Attention Deficit Disorder
- Reazione anafilattica
- Uovo Proteine
Abbiamo già indicato alla voce "Aminoacidi", perché l'iniezione diretta con i vaccini, di proteine direttamente nel corpo è dannosa.
A parte questo, gli individui allergici alle uova può avere una seria reazione ai vaccini che contengono proteine dell'uovo.
La cosa interessante è che molti genitori non sanno che i vaccini contengono ovoprodotti, e il medico è praticamente mai aggiornato su tali informazioni, anche se sanno che i vaccini contengono ovoprodotti. Quando un bambino con allergia all'uovo ha una reazione ad un vaccino, il medico è spesso pronto a negare il fatto, che è anche una  possibilità che il vaccino abbia causato la reazione.

Mycoplasma mortali nei Vaccini
Ecco le denunce del microbiologo Garth Nicolson ... mycoplasma mortali nei vaccini (vedi il video)...questa è una delle tante fonti video, delle sue varie denunce...
- https://www.americanpharmaceuticalreview.com/Featured-Articles/117498-Potential-Mycoplasma-Contaminants-Inactivation-during-Production-of-Inactivated-Egg-Based-Viral-Vaccines/
- https://www.sgs.com/en/news/2015/12/detection-of-mycoplasma-in-biopharmaceuticals-vaccines-and-gene-cell-therapies


I
micoplasmi sono una forma di batteri che sono caratterizzati dall'assenza di una parete cellulare che circonda la membrana cellulare. Questo li rende inerti a molti antibiotici familiari, inclusi i beta-lattamici, la cui attività si basa sulla distruzione della parete cellulare
I micoplasmi (il nome banale dei Mollicutes) comprendono la classe di batteri viventi ampiamente distribuiti, con meno parete libera e uno dei più piccoli genomi noti che supportano l'auto-replicazione batterica [1].
Mentre molti micoplasmi sono commensali che colonizzano una vasta gamma di ospiti di piante, insetti, rettili, aviari, mammiferi e umani, un certo numero di specie di micoplasma sono patogene e causano malattie nei loro ospiti naturali. I micoplasmi, in particolare le specie dei generi Mycoplasma e Acholeplasma, sono anche frequenti contaminanti dei substrati vaccinali, cioè linee cellulari continue e, meno frequentemente, tessuti derivati da animali e colture cellulari primarie [2].
Ciò rappresenta una seria preoccupazione per il rischio di contaminazione da micoplasma per i laboratori di ricerca e le strutture commerciali che sviluppano e producono prodotti biologici e farmaceutici derivati da cellule.

Anche se i micoplasmi sono generalmente considerati come ospiti specifici, ci sono rapporti secondo cui i micoplasmi possono attraversare barriere di specie [3]. Sono state segnalate infezioni da micoplasma sporadico di persone immunocompetenti e immunocompromesse originate da animali domestici e selvatici [4, 5].
Questi risultati sollevano una preoccupazione sulla potenziale suscettibilità di alcuni individui, in particolare bambini e persone con immunodeficienze congenite o acquisite, a agenti micoplasmatici infettivi non umani.
Pertanto, il rischio di contaminazione accidentale da micoplasma di prodotti biologici, inclusi vaccini non inattivati ed inattivati ​​a base di uova, può essere considerato un problema di salute pubblica. Oltre alle preoccupazioni che un agente avventizio contaminante potrebbe essere trasmesso a un destinatario del vaccino, i micoplasmi interagiscono con le cellule ospiti in coltura e possono alterare molte caratteristiche metaboliche e biochimiche delle cellule, come la funzione cellulare, la morfologia, le aberrazioni cromosomiche, la diminuzione o aumento delle rese virali e produzione di citochine [2]. Cioè, la contaminazione da micoplasma può influenzare virtualmente ogni parametro, funzione e attività delle cellule in coltura [1, 2].

Video del microbiologo Garth Nicolson ... mycoplasma mortali nei vaccini

Monosodium glutamate (MSG) - http://www.superlife.ws/forum/topic/show?id=547497%3ATopic%3A30328
http://poisonevercure.150m.com/monosodium_glutamate.htm

MRC-5 cells: DNA and protein (aborted fetal tissue cells) - The invasion of MRC-5 cells induces tyrosine protein phosphorylation In certi casi queste cellule sono contaminate anche da Cytomegalovirus.
Lo
MRC-5, contiene  DNA, e' una proteina cellulare, albumina umana (4 ingredienti diversi)
Tutti questi derivano sia da tessuti umani o di sangue umano.
MRC-5, MRC-5 proteina cellulare
Per spiegare MRC-5, diamo un'occhiata ad una breve storia prima di MRC-5 è nata.
Nel 1964, durante un'epidemia di rosolia, alcuni medici ha esortato le donne che erano stati esposti al
virus della rosolia per interrompere la gravidanza. ?
(Perché il
virus prodotto dalla rosolia è un virus estremamente mite (vedi: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmedhealth/PMH0002541/ ).
La maggior parte dei soggetti non mostrano alcun sintomo, soprattutto i bambini, alcuni possono avere una eruzione cutanea tutti sul loro corpo.
Rubella diventa pericoloso quando una donna incinta è esposto al virus perché ha il potenziale di causare gravi anomalie nel bambino.)
Da uno di questi aborti che erano stati esposti al virus della rosolia, medici sviluppato un ceppo virale che divenne noto come RA/27/3 - Rosolia; abortus; 27 feto abortito; espianto dei tessuti 3. In altre parole, ci sono voluti 26 aborti per ottenere la tensione giusta.
Il virus è stato poi coltivato sul tessuto polmonare di un altro bambino abortito, e questo bambino è stato conosciuto come WI-38 - Istituto Winster 38). WI -38 era una bambina di 3 mesi di gestazione. Ciò che rende questo puo' sembrare un po' ridicolo è che i giapponesi, anni prima che il bambino abortito, è stato utilizzato per estrarre il virus della rosolia, ha dimostrato che il virus può essere prelevato da un bambino che vivente, semplicemente estraendolo con un tampone dalla loro gola.
Nel 1970, una seconda linea cellulare umana è stato creato da un ragazzo bambino a 14 settimane di gestazione e divenne noto come MRC-5.
WI-38 e MRC-5 sono diventati delle linee cellulari più usato per fare le vaccinazioni. Laboratori attualmente utilizzano queste 2 linee cellulari, così come nuove fonti (aka)) per creare nuovi vaccini.
L'uso di tessuti da aborti ha provocato un acceso dibattito perché è eticamente discutibile. Gruppi pro-life, che includono molte chiese cristiane e genitori i cui costumi sono nel condannare l'utilizzo di aborti, continuano a combattere le aziende farmaceutiche per produrre vaccini che non contengono questo tessuto.
E la cosa è che è possibile. I vaccini possono essere fatte da altre fonti.
DNA vaccinale da aborti e/o quello dei virus o batteri vaccinali:
Il DNA in genere è raccolto da tessuti di aborti. Viene utilizzato come adiuvante nei vaccini.
Nei vaccini, 100 milioni di bit e filamenti di DNA umano sono consentiti per dose. Ancora una volta, incontriamo la questione del dilemma etico per questo problema.

L'Albumina sierica umana, è una proteina stabilizzante a base di sangue umano donato da donatori selezionati. Abbiamo già discusso in precedenza perché l'iniezione di una proteina direttamente nel corpo è pericoloso.
Con questo a parte, diamo un'occhiata a punti si arriva per quanto riguarda questi 4 ingredienti diversi:

Abbiamo DNA umano, linee cellulari umane da aborti, e proteine dal sangue umano in 23 dei nostri vaccini. Quando abbiamo bisogno di una trasfusione di sangue, o di una donazione di sangue di qualche tipo, ciò che è assolutamente necessaria ?
Una partita, giusto? Per esempio, se una persona con sangue di tipo O riceve sangue di tipo A +, il risultato è fatale. Ci sono delle regole della scienza che non può essere attraversato in materia di DNA e di sangue. È indispensabile che debba essere testato durante la ricezione di qualsiasi tipo di tessuto o di sangue per garantire che un sangue fatale o tipo di tessuto non viene messa nel tuo corpo.
Così posso chiedere: Quanti di voi od i vostri figli hanno fatto un esame del sangue prima di ricevere le vaccinazioni ?
Sappiamo tutti che la risposta a questa domanda e' NESSUNO.
Il risultato di miscelazione e non corrispondenti sangue e tessuti umani con altri esseri umani può essere praticamente disastrosa. Ricordate che ogni uno di questi 4 ingredienti sono DNA umano in loro. Anche dopo che la proteina viene estratta dal sangue umano, il DNA rimane.

C'è stato un recente studio condotto dal Dott. Helen Ratajczak chiamato "Aspetti teorici di autismo:. Cause-Una rassegna"
In questo studio, il Dr. Ratajczak studiato i problemi associati con l'iniezione di tessuto umano in un'altra persona. Si prega di consultare il servizio della CBS di questo studio.
In questo rapporto CBS dice:
Ratajczak esamina anche un fattore che non è stato ampiamente discusso:
DNA umano contenuto nei vaccini.
Proprio così, il DNA umano. Ratajczak riferisce che circa lo stesso tempo i produttori di vaccini ha più thimerosal di più vaccini (con l'eccezione di vaccini contro l'influenza che ancora ampiamente contengono thimerosal), hanno cominciato a fare alcuni vaccini utilizzando tessuti umani. Ratajczak dice tessuti umani è attualmente utilizzato in
23 vaccini.
Si discute l'aumento di incidenza dell'autismo in corrispondenza con l'introduzione di DNA umano al vaccino MMR, e suggerisce i due potrebbero essere collegati. Ratajczak dice anche un picco ulteriore aumento dei casi di autismo si è verificato nel 1995 quando il pollo vaccino vaiolo è stato coltivato in tessuto fetale umano.

Perché potrebbe DNA umano potenzialmente causare danni al cervello ?
Il modo in cui Ratajczak mi ha spiegato: "Perché è il DNA umano e destinatari sono gli esseri umani, ci sono omologhi tiniker recombinaltion. Che il DNA è incorporato nel DNA dell'ospite. Ora è cambiato, l'auto alterate e il corpo lo uccide.
Dove si trova questo ? dove ha danneggiato ?..nei neuroni del cervello.
Ora avete le sostanze che stanno uccidendo delle cellule cerebrali ed è una
infiammazione in corso, NON si ferma, continua per tutta la vita di quella persona".

NAGALASE e' presente nei vaccini !....è una proteina che è creata sulle cellule tumorali HeLa. Questa proteina si trova anche in concentrazioni molto elevate nei bambini autistici. Questa proteina impedisce al corpo di utilizzare la vitamina D necessaria per combattere il cancro, prevenire l'autismo ed altre malattie neurovegetative-degenerative ed inoltre inibisce il sistema immunitario, perche' impedisce e blocca la corretta formazione di GcMAF; è introdotto nel corpo umano attraverso la pratica vaccinale ed i medici e ricercatori che avevano capito il meccanismo ed il fatto che lo si trova nei vaccini sono stati tutti UCCISI !
GcMAF (Gc protein-derived Macrophage Activating Factor) è una proteina naturale presente nel corpo, che il fegato dalla  proteina Gc (proteina legante della vitamina D) converte nel fattore attivante Gc-macrofagi.  In tutte le persone sane è il GcMAF a dare l`istruzione ai macrofagi di eseguire la ricerca nel sangue di tutto il corpo delle unità maligne (per esempio, cellule tumorali o virus) e di eliminare questi. Tuttavia, le particelle maligne secernono l’enzima Nagalase, che neutralizza la produzione di GcMAF, in modo che i macrofagi non ricevendo istruzioni, entrano in azione. Il risultato è un indebolimento del sistema immunitario.

NANOPARTICELLE +  Nanoparticelle nei vaccini (Studio di conferma PDF)
NANOTECNOLOGIA per i Vaccini: http://nwo-truthresearch.blogspot.it/2010/08/nanotecnologie-allinterno-dei-vaccini.html
Ricordiamo
(vedi per i particolari, all'inizio della pagina) che le Nanoparticelle sono sempre presenti in OGNI tipo di vaccino, come contaminanti tossici, ma OCCULTI.
Una delle caratteristiche delle nanoparticelle e' che quando inalate od inoculate assieme alle altre sostanze tossiche con i vaccini, (nei quali le nanoparticelle sono SEMPRE presenti in abbondanza e di tutti i tipi di metalli, che NON sono segnalate-indicate dai produttori negli appositi bugiardini), e' quello di avere la possibilita' di "recarsi" in qualsiasi parte dell'organismo (cellule, tessuti, organi) in soli 60 secondi !
esempio: Piombo contenuto nel vaccino Gardasil - Da una ricerca dell'Università di Pavia
A proposito del contenuto di metalli tossici nei vaccini:
Contattato, in merito, il dott. Stefano Montanari (che le ha verificate ed evidenziate con uno microscopio elettronico) così risponde:
"Ora i vaccini analizzati, sempre in un solo campione, sono 26 (oltre ad altri 15 analizzati successivamente, con lo stesso risultato)  e in tutti abbiamo rilevato la presenza di particelle solide, inorganiche, non biodegradabili e non biocompatibili. Sull’argomento ho scritto numerosi articoli facilmente reperibili in rete e non voglio ripetermi. Occorre, però, precisare ancora una volta che le particelle sono ignorate dalle leggi e, dunque, non esistono norme in proposito, che le autorità di controllo non hanno la cultura né la volontà per eseguire le indagini, che l’ispezione visiva è a dir poco qualcosa di grottesco da sostenere perché le particelle sono visibili solo al microscopio elettronico a parte qualcuna, grossolana, visibile al microscopio ottico. Certo non ad occhio. Faccio pure notare che 26 su 26 è una bella serie di coincidenze che equivale almeno a vincere per 26 anni di seguito il primo premio alla lotteria di Capodanno comprando ogni volta un solo biglietto. Quanto alla pubblicazione, i primi 19 vaccini sono descritti in una tesi di laurea che è pubblica. È bene che i non addetti ai lavori sappiano che le pubblicazioni in campo medico pretendono numeri sicuramente più alti e ricerche sistematiche su lotti di produzione; che le riviste, tutte, chiedono quattrini per pubblicare e noi non abbiamo nemmeno i soldi per pagare l’affitto del laboratorio; che nessuna rivista pubblicherebbe dati imbarazzanti per l’industria farmaceutica che provvede al loro mantenimento. By Stefano Montanari" 

Neomycin - Neomicina: aminoglicosidi, farmaco antibiotico ad ampio spettro come neomicina, paronomicina, ribostamicina, gentamicina, sisomicina, kanamicina, tobramicina, amikacina, kanendomicina, streptomicina. Il  meccanismo d’azione della Neomicina è simile a quello della streptomicina.
Come tutti gli altri antibiotici, l'uso della neomicina può determinare lo sviluppo di microrganismi resistenti, compresi i
funghi

Controindicato per soggetti affetti da tubercolosi cutanea ed Herpes simplex nonché da malattie virali con localizzazione cutanea.
Ipersensibilità individuale accertata verso i componenti. L'uso, dei prodotti per uso topico può dare origine a fenomeni di sensibilizzazione. Evitare l'uso oftalmico e l'applicazione nel canale auricolare esterno in caso di perforazione timpanica.
Come con altri antibiotici l'uso della neomicina può determinare lo sviluppo di microrganismi resistenti, compresi i funghi (candida).
La neomicina presenta potenti proprietà nefrotossiche (tossicita' per i reni)  e ototossiche (L’ototossicità è il risultato della progressiva distruzione delle cellule sensoriali vestibolari e cocleari), il rischio di sordità è generalmente collegato all'uso  del farmaco e può essere incrementato in caso di danno renale o in presenza di timpano perforato.
La neomicina può provocare paralisi neuromuscolare che si può manifestare con depressione e/o blocco respiratorio.
Può inoltre indurre nausea, vomito, sindrome da malassorbimento con steatorrea e diarrea. La neomicina somministrata per via orale provoca una riduzione della flora batterica intestinale alla quale consegue il rischio di infezioni secondarie da parte di organismi opportunisti (es. funghi). Probabilmente questa è la causa della diarrea comparsa nei pazienti trattati per lunghi periodi con neomicina  nel trattamento dell'ipercolesterolemia.

vedi: http://www.whale.to/v/antibiotics.html
N
eomycin sulfate: È un composto chimico in polvere di colore bianco o bianco giallastro ampiamente utilizzato in farmaci per uso topico (pomate, creme, lozioni, gocce oculari ed auricolari, vaccini), raramente per uso sistemico. Pericoloso anche per tutte le mucose anche quelle intestinali.

Fenolo - Phenol: Il fenolo è un composto chimico da maneggiare con assoluta cautela e precauzioni. La sua capacità di provocare lesioni, ulcerazioni, cancerogenicità e dimostrata. Occorrono quindi tutte le misure protettive previste (guanti, maschera, occhiali, camice, tuta, scarpe) durante l'utilizzo.
Il fenolo è un composto appartenente alla serie aromatica che si presenta come un solido bianco cristallino, igroscopico con odore acre caratteristico, solubile in acqua, in alcol etilico e in etere.
Viene solitamente utilizzato nei prodotti disinfettanti, nei prodotti farmaceutici ed è il prodotto di partenza di numerose sintesi industriali.
Il Fenolo (formula molecolare C6H6O, numero di C.A.S. 108-95-2) è effettivamente classificato come T (Tossico) e sulle etichette devono essere riportate le seguenti frasi Rescue (FRASI R: 24/25-34 ) a cui corrispondono i seguenti messaggi:
Tossico a contatto con la pelle ed ingestione 
Provoca ustioni
Sul D.P.O.I.M (Sax) citato in bibliografia leggiamo anche:
Elencato come Sostanza Estremamente Pericolosa (EPA). Riportato nell'elenco EPA TSCA. Velenoso per ingestione, subcutaneo, intravenoso, parenterale, intraperitoneale. Moderatamente tossico per contatto cutaneo. Irritante forte per gli occhi.
Sperimentalmente carcinogenicoe noplastogenico.
Le soluzioni di fenolo possono essere assorbite cutaneamente molto rapidamente e possono causare la morte entro 30 minuti o dopo alcune ore, in caso di esposizione prolungata di una superficie pari a 64 pollici quadrati di pelle. Esposizioni inferiori possono causare danni ai reni, fegato, pancreas, milza, edema polmonare.
L'ingestione può provocare ulcerazioni/corrosione della lingua, bocca, gola, esofago e stomaco e portare a cancrene.
Il fenolo viene rapidamente assorbito attraverso la pelle e dal tratto gastroenterico. I vapori di fenolo sono assorbiti nel sistema polmonare. A contatto con la bocca e con la gola provoca ustioni.
L'avvelenamento da fenolo causa disturbi alla digestione, disordini al sistema nervoso, dolori di testa, senso di fatica, eruzioni sulla pelle. L'ingestione di 1 grammo di fenolo è letale per l'uomo.
La criminalità e il sadismo dei nazisti utilizzò la tossicità del fenolo per affinare tecniche di sterminio. Nei campi di concentramento vennero ampiamente praticate dai medici nazisti iniezioni di fenolo per uccidere i prigionieri.
Phenol
red indicator (acido fenico).

Feti di aborti con prelievo di cellule umane per prelievo del DNA da ingegnerizzare, per produrre clonazione del DNA umano a mezzo dei Vaccini, per ottenere dei sub umani nel tempo e/o degli ibridi.....

 
 


Phenoxyethanol  - Fenossietanolo: conservante - antifreeze,  è un etere di glicole non volatile e il suo utilizzo come preservante dei prodotti cosmetici e vaccini, è stato approvato dalla Legge sui cosmetici nella concentrazione massima dell’1% nel prodotto finito. Può agire negativamente sul sistema riproduttivo e dello sviluppo. Agisce contro la flora batterica autoctona, alterandola !
Anche se sono tra le meno tossiche della loro categoria (eteri di glicole etilenico), in un avviso dell'8 novembre 2000, la Commissione di Sicurezza dei Consumatori raccomanda di sostituire queste sostanze nei prodotti cosmetici.

Piombo contenuto nel vaccino Gardasil - Da una ricerca dell'Università di Pavia

Potassium diphosphate - Disolfato di Potassio: (o Pirosolfato di Potassio) è il sale di Potassio dell'acido disolforico.

A temperatura ambiente si presenta come un solido bianco inodore. Percentuale di Potassio: 30,7%

Potassium monophosphate

Polymyxin B (Sulfate) - E' un antibiotico che puo' produrre seri effetti collaterali:

Tell your doctor immediately if any of these unlikely but serious side effects occur: fever, facial flushing, drowsiness, change in hearing or ringing in the ears, vision changes, tingling or numbness of the mouth or hands/feet. Tell your doctor immediately if any of these highly unlikely but very serious side effects occur: mental/mood changes, loss of coordination, severe headache, stiff neck, unusual weakness, change in the amount of urine, trouble breathing, unusually fast heartbeat. An allergic reaction to this drug is unlikely, but seek immediate medical attention if it occurs. Symptoms of an allergic reaction include: rash, itching, swelling, dizziness, trouble breathing.

Polysorbate 20: Il Polisorbato (additivo: E432 - emulsionante/tensioattivo, sicuramente sintetico, di derivazione petrolifera) ha attaccato al Sorbitan Laurato (solubilizzante per profumi) 20 moli di Ossido di Etilene - tossina irritante - L'ossido di etilene è tossico per inalazione; alla sua esposizione seguono mal di testa e confusione, seguiti da convulsioni, fino a colpi apoplettici e coma. È anche un irritante delle vie respiratorie e può provocare in esse versamento di liquidi anche ore dopo l'avvenuta esposizione. Sulle cavie, la sperimentazione ha dimostrato che l'ossido di etilene provoca cancro al fegato e problemi riproduttivi - aborti spontanei e mutazioni nella progenie. Sugli esseri umani non sono disponibili dati certi, ma è probabile che gli effetti siano analoghi. È accertato invece che una cronica esposizione all'ossido di etilene provochi la cataratta.
Polysorbate 80 - caratteristiche simili al Polisorbate 20 (additivo: E433 - emulsionante/tenzioattivo)
Esempio:
Il vaccino per l'influenza suina contiene degli adiuvanti che compromettono la fertilità, con riferimento al brevetto rintracciabile al seguente link www.wipo.int.
Questa notizia è direttamente correlata alla storia dei vaccini anticoncezionali diffusi fraudolentemente nel sud del mondo negli anni '90 dello secolo scorso, ma bisogna anche ricordare che il mercurio (presente nei vaccini multidose contro l'influenza suina) è di per sè una delle cause della crescente sterilità umana (vedi articolo del corriere).
Il vaccino "contro" l'influenza suina contiene coadiuvanti che compromettono la fertilità.
(NdR; Leggendo i bugiardini dei vaccini, si nota la presenza oltre ad alluminio, mercurio, formaldeide di Polisorbato 80 (detto anche Tween 80) Infatti sulla rivista specialistica Annals of Allergy, Asthma and Immunology, Volume 95, Numero 6, dicembre 2005, pp 593-599, è stato pubblicato un articolo dal titolo Polysorbate 80 in medical products and nonimmunologic anaphylactoid reactions vedi: http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S1081120610610241) le cui conclusioni sono le seguenti:
Conclusioni: il polisorbato 80 è un solvente diffusamente usato che può causare gravi reazioni anafilattoidi non immunologiche.
Traduzione a cura di Corrado Penna e di Giuditta
 


Perché i produttori di vaccini (ad esempio quello per lo HPV) vogliono  che il vaccino e le sue sostanze possano attraversare la barriera emato - encefalica ? Non c'è un rischio noto e famoso ?
Si può chiedere perché il polisorbato-80 che è nei vaccini, se vi è un rischio che ciò permette agli elementi del vaccino di attraversare la barriera emato - encefalica. Dopo tutto, che cosa sono i componenti del vaccino sono tenuti a entrare nel cervello ?
La risposta è ovvia e chiara: no !
Ho sentito da persone che si chiedevano se polisorbato 80 non sia stato utilizzato intenzionalmente nei vaccini come parte di una vasta sperimentazione medica sulla razza umana, come e’ stato osservato e successo nella seconda guerra mondiale.
Un bambino su sei soffre di una forma di disabilità dello sviluppo neurologico e delle malattie neurodegenerative negli adulti sono in aumento. E' chiaro che elementi molto negativi potrebbero influenzare il cervello umano ed ammalarlo. La domanda logica da porsi è questa: NON e' che il polisorbato 80 è volutamente utilizzato nei vaccini per causare danni, piuttosto che contribuire al bene di tutti, ed e’ parte di un importante programma che sarebbe quello di indebolire e deteriorare la razza umana ?
Ma quando la gente si avventura  per fare una domanda simile, la possibilità che questa cosa sia vera è inconcepibile per la maggior parte di essi, e sembra anche essere talmente ridicolo, come un cinismo su ciò che è generalmente accettato come vero perché "non avrebbero potuto mai fare questo" e "come possiamo sfidare il " miracolo di vaccini", e coloro che fanno questa domanda sono spesso accusati di essere complottisti e sono poi ostracizzati per il loro estremismo.
Il dibattito su questo tema è dunque così facilmente e comodamente respinto, mentre la base scientifica per questa domanda ha ancora un senso, ma non viene presa in considerazione.
Naturalmente, quando qualcosa di così ovvio e così chiaramente falso, è portato alla luce, è molto più facile per gli avversari di attaccare coloro che fanno le domande, e quindi di allontanarsi dalla scienza, piuttosto che affrontare il vero problema.
Si è detto che la presenza di polisorbato 80 nei vaccini contribuisce alla dispersione degli elementi del vaccino in tutto il corpo. Ovviamente non si specifica che uno dei possibili elementi, ad esempio il polisorbato 80 relativo al vaccino, raggiungerà precisamente il cervello, così come il funzionamento interno di quasi ogni cellula delle varie parti del corpo.
Ma nessuno studio è stato intrapreso per determinare se il polisorbato 80 può almeno parzialmente ad agire sul sistema nervoso centrale e le funzioni cellulari di tutto il corpo.
Invece, si continua ad aggiungere sempre più vaccini contieni polisorbato 80 al programma di vaccinazione e continuiamo a vedere un numero crescente di bambini e adulti affetti da malattie croniche debilitanti che interessano varie parti corpo ....
Newsletter del dottor Palevsky, 26 agosto 2013
Tratto da: http://expovaccins.over-blog.com/m/article-119738911.html

Daniel Solis, della Repubblica Ceca, ha studiato gli effetti collaterali del coadiuvante comunemente chiamato squalene, e ha scoperto che [lo squalene] è noto per la sua azione di inibitore della fertilità, oltre ad essere la causa di altri tipi di danni.
Un brevetto per un "vaccino" per ridurre la fertilità animale contiene squalene.
Il fatto di utilizzare questo coadiuvante, che indebolisce la fertilità nel "vaccino" per l'influenza suina, sottolinea che tale programma di vaccinazione di massa contro H1N1 è stato concepito essenzialmente per ridurre la popolazione mondiale.
C'è da meravigliarsi che questi vaccini siano classificati come armi biologiche da parte delle autorità di regolamentazione ?
"Mi sono concentrato sulla presenza in tali vaccini di coadiuvanti composti di monophosforyl lipide A (MPL) MF59TM (contenenti il polisorbato TweenTM 80) o AS03, AS04 noto anche come squalene, che sono immuno-sterilizzanti", ha scritto Daniel Solis.
Il brevetto del vaccino veterinario che compromette la fertilità può essere trovato on line. Esso menziona sia il coadiuvante oleoso squalene che il polisorbato TM80.
Ecco alcuni stralci del brevetto e, più in là, alcuni studi clinici sulla tossicità di questi due [coadiuvanti]: (WO/1999/034825) Il vaccino che indebolisce la fertilità e la maniera in cui va utilizzato:
Questa applicazione richiede i diritti della U.S. Provisional Application [Applicazione Sperimentale] N° 60/070,375, registrata il 2 gennaio 1998, e della US Provisional Application N° 60/071,406, registrata il 15 gennaio 1998.
Il vaccino cui si riferisce questa invenzione (...) include anche un adiuvante immunologico per migliorare la risposta immunitaria del soggetto all'antigene glicoproteina.
Esempi di adiuvanti includono l'adiuvante completo di Freund, l'adiuvante incomplete di Freund [Freund è il creatore dell'adiuvante allo squalene - N.d.T.], e un adiuvante comprendente un immunostimolante come trehalose dicorynomycolate sintetico (STDCM), nonché un olio come l'olio di squalene (cfr. P. Willis et al., J. Equine Vet. Sci.. 14,364-370 (1994)).
E' preferibile utilizzare un adiuvante comprendente il trehalose dicorynomycolate sintetico, lo squalene oleoso ed un surfactante come la lecitina. Tipicamente il vaccino viene preparato utilizzando un adiuvante che contiene lecitina (miscela di fosfolipidi) in olio di squalene.
La soluzione acquosa di glicoproteina è tipicamente una soluzione salina con tampone fosfato (PBS), e preferibilmente contiene in aggiunta Tween 80.”

Abstract:
Un vaccino comprendente un antigene derivato dalla glicoproteina della zona pellucida è efficace nel compromettere la feritilità degli animali, preferibilmente carnivori. Il vaccino può essere utilizzato come immunosterilizzante o immunocontraccettivo.
link del brevetto  +  link della descrizione
Ed ecco cosa si legge su una rivista scientifica specializzata, Annals of Allergy, Asthma and Immunology, Volume 95, Number 6, December 2005 , pp. 593-599(7):
“Il polisorbato 80 è stato identificato come l'agente causale di reazioni anafilattoidi di origine non immunologica nei pazienti. Conclusioni: il polisorbato 80 è un solvente diffusamente usato che può causare gravi reazioni anafilattoidi non immunologiche.”

Ed ecco cosa leggiamo su un altro studio scientifico (si tratta di un orrido studio di vivisezione, ed è ben noto che gli effetti dei composti chimici somministrati ad uomini e animali spesso è differente, eppure secondi i canoni della scienza ufficiale questi esperimenti dovrebbero portare alla messa al bando di sostanze che causano alle cavie simili "effetti collaterali") dal titolo Effetti a lungo termine dell'esposizione neonatale degli organi riproduttivi delle femmine dei topi al Tween 80. L'abstract (riassunto) di tale ricerca si può reperire presso l'archivio scientifico governativo statunitense:
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/8473002
Gajdova M, Jakubovsky J, Valky J., Institute of Preventive and Clinical Medicine, Limbová, Bratislava - Delayed effects of neonatal exposure to Tween 80 on female reproductive organs in rats. Food Chem Toxicol. 1993 Mar;31(3):183-90. PMID: 8473002.
 “Femmine appena nate di topo hanno ricevuto per ineizione polisorbato 80 4-7 giorni dopo la nascita. Esso ha accelerato la maturazione dei topi ed ha causato cambiamenti nella vagina e nella mucosa uterina, cambiamenti ormonali, deformità delle ovaie e and degenerazione dei follicoli.”

Altro studio sui topi dimostra che in essi lo squalene può causare una forma di artrite cronica mediata dai linfociti T; è possibile infatti leggere a questo link l'abstract della ricerca The Endogenous Adjuvant Squalene Can Induce a Chronic T-Cell-Mediated Arthritis in Rats Barbro C. Carlson*, Åsa M. Jansson*, Anders Larsson, Anders Bucht and Johnny C. Lorentzen*
E allora come può l'Organizzazione Mondiale della Sanità affermare che tale adiuvante sia innocuo
vedi http://www.who.int/vaccine_safety/topics/adjuvants/squalene/questions_and_answers/en/index.html  quando esiste la chiara evidenza che esso causi malattie autoimmuni
Infatti la presenza di anticorpi allo squalene correlano la Sindrome del Golfo ai vaccini per l'antrace (a tale riguardo si possono consultare anche tutte le prove presenti all'inizio del dossier di scienzamarcia - N.d.T.)
“Il dottor Jules Freund creatore di questo coadiuvante a base oleosa avvertì nel 1956 che gli animali cui era stata iniettata questa formulazione avevano sviluppato terribili ed incurabili malattie: aspermatogenesi allergica (arresto della produzione dello sperma), encefalopatia allergica (la versione animale della sclerosi multipla), neurite allergica (un'infiammazione dei nervi che può condurre alla paralisi) ed altri gravi disordini autoimmuni”.
Tratto da: Gary Matsumoto, Vaccine A-The Covert Government Experiment That’s Killing our Soldiers and Why GI’s are Only the First Victims (L'esperimento segreto governativo che sta uccidendo i nostri soldati), Capitolo 3. “The Greatest Story Never Told” (La più grande storia mai raccontata)
Bu Daniel Solis, Praga, Repubblica Ceca
- http://www.denikpolitika.cz/politici/daniel-solis/blog#31 + http://www.czechfp.cz/site/?p=8009
Tratto da: scienzamarcia.blogspot.com

Porcine (pig = maiale)  pancreatic hydrolysate of casein: A breakdown product which occurs when casein, a protein found in milk, is broken down by enzymes or acids.

PROTEINE alimentari introdotte nei vaccini, per creare allergie fin da piccoli ai lattanti !
vedi lo studio dimostrativo in PDF


Residual
MRC5 proteins :(human diploid cells, aborted fetuses) - cellule umane derivante da tessuti di feti abortiti
I vaccini prodotti attualmente utilizzano linee cellulari umane che provengono da feti abortiti(causano anche autismo) 
Ci sono due linee di cellule diploidi umane che furono originariamente preparate da tessuti di feti abortiti (nel 1964 e 1970) e sono tutt'ora usate per la preparazione di vaccini basati su virus attenuati:
Il primo è della linea WI-38 (Istituto di Winstar 38), contenente fibroblasti diploidi di polmone umano, provenienti da un feto femmina che è stato abortito perché "la famiglia aveva troppi bambini" (G. al di et di Sven., 1969). Fu preparato e sviluppato da Leonard Hayflick nel 1964 (L. Hayflick, 1965; G. al di et di Sven., 1969) (rif. 3) e fu catalogato come biomateriale al registro ATCC numero CCL -75. WI-38 è usato per la preparazione del vaccino storico RA 27/3 contro il rosolia (S.A. Al di et di Plotkin 1965) (rif. 4).
La seconda linea di cellule umane è MRC-5 (Consiglio di Ricerca Medico 5) (umano, polmone, embrionale) (ATCC numero CCL -171), con fibroblasti di polmone umano che provengono da un feto maschio di 14 settimane abortito per "ragioni psichiatriche" da una donna di 27 anni nel Regno Unito. MRC-5 era preparato e fu sviluppato da J.P. Jacobs nel 1966 (J.P. Al di et di Jacobs 1970) (rif. 5).
Le altre linee di cellule umane sono state sviluppate per le necessità farmaceutiche, ma non sembrerebbero coinvolte nei vaccini disponibili (rif. 6).
I vaccini che sono incriminati oggi li potete reperire dalla tabella consultabile qui e aggiornata al novembre 2009, mentre la lettera di denuncia riporta i vaccini che erano usati nel 2005 e che contenevano le celle umane provenienti da feti abortiti, WI-38 e MRC-5, ed erano i seguenti (rif. 7):

A - vaccini vivi per la rosolia (rif. 8):
- i vaccini monovalenti contro la rosolia Meruvax® (Merck U.S.), Rudivax® (Sanofi Pasteur, Fr.), ed Ervevax® (RA 27/3) (GlaxoSmithKline, Belgio);
- il vaccino combinato per la rosolia ed il morbillo, commercializzato col nome di M-R-VAX® (Merck, Stati Uniti) e Rudi-Rouvax® (AVP, Francia);
- il vaccino combinato per la rosolia e gli orecchioni introdotti sul mercato sotto il nome di Biavax® (Merck, U.S.),
- il vaccino combinato MMR (morbillo, orecchioni, rosolia) per la rosolia, gli orecchioni ed il morbillo, introdotto sul mercato sotto il nome di M-m-R® II (Merck, Stati Uniti), R.O.R.®, Trimovax® (Sanofi Pasteur, Fr.), e Priorix® (GlaxoSmithKline Regno Unito) (quest'ultimo usato attualmente in ITALIA e sottoposto a revisione nel 2004 dopo lo scandalo MORUPAR).

B - altri vaccini, anch'essi preparati con cellule di feti abortiti
- due vaccini per l'epatite A. Uno prodotto dalla Merck (VAQTA) e l'altro prodotto dalla GlaxoSmithKline (HAVRIX), entrambi sono preparati con la linea MRC-5;
- un vaccino per la varicella di pollo (e poi i bambini non sono cavie? ndr), Varivax®, prodotto da Merck che usa WI-38 e MRC-5;
- un vaccino per la poliomielite, il vaccino contenente virus di polio inattivato Poliovax® (Aventis Pasteur, Fr.) che usa MRC-5;
- un vaccino per la rabbia, Imovax®, prodotto da Aventis Pasteur, raccolto da celle diploidi umane ed infette, con ceppo di MRC-5;
- un vaccino per il vaiolo, AC AM 1000, preparato da Acambis che usa MRC-5, sembra ancora in sperimentazione.

Vaccini derivati da feti abortivi  - 14 Lug. 2011 - Una delle più inaccettabili rivelazioni sui vaccini
I vaccini prodotti attualmente utilizzano linee cellulari umane che provengono da feti abortiti.
Ci sono due linee di cellule diploidi umane che furono originariamente preparate da tessuti di feti abortiti (nel 1964 e 1970) e sono tutt’ora usate per la preparazione di vaccini basati su virus vivi attenuati:
il primo è della linea WI-38 (Istituto di Winstar 38), contenente fibroblasti diploidi di polmone umano, provenienti da un feto femmina che è stato abortito perché “la famiglia aveva troppi bambini” (G. al di et di Sven., 1969). Fu preparato e sviluppato da Leonard Hayflick nel 1964 (L. Hayflick, 1965; G. al di et di Sven., 1969) (rif. 3) e fu catalogato come biomateriale al registro ATCC numero CCL -75. WI-38 è usato per la preparazione del vaccino storico RA 27/3 contro la rosolia (S.A. Al di et di Plotkin 1965) (rif. 4).
la seconda linea di cella umana è MRC-5 (Consiglio di Ricerca Medico 5) (umano, polmone, embrionale) (ATCC numero CCL -171), con fibroblasti di polmone umano che provengono da un feto maschio di 14 settimane abortito per “ragioni psichiatriche” da una donna di 27 anni nel Regno Unito. MRC-5 è stato preparato e sviluppato da J.P. Jacobs nel 1966 (J.P. Al di et di Jacobs 1970) (rif. 5).
le altre linee di cella umane sono state sviluppate per le necessità farmaceutiche, ma non sembrerebbero coinvolte nei vaccini disponibili.
Tratto da: autismovaccini.org

Helen Ratajczak, ricercatrice della Boehringer Ingelheim Pharmaceuticals,  ha recentemente sollevato un vivace e turbolento dibattito tra chi discute il problema delle relazioni vaccino-autismo pubblicando un suo studio di revisione sulla ricerca sull'autismo, di cui abbiamo diffusamente dato notizia in questo articolo.
Si tratta di una nuova revisione di studi che esamina le varie cause ambientali dell'autismo, tra cui i vaccini e i loro componenti. Un elemento messo in luce, e che sembra essere sfuggito ai più è l'uso di cellule embrionali abortive nella produzione di vaccini.
La CBS News ha riportato:
“ La Dr. Ratajczak riferisce che quando i produttori di vaccini USA, hanno dovuto eliminare il thimerosal dai vaccini (con l'eccezione dei vaccini per l'influenza che ancora contengono thimerosal), hanno cominciato a produrre alcuni vaccini utilizzando tessuti umani.
L'utilizzo di tessuti umani secondo la Ratajczak riguarda attualmente 23 vaccini. Nel suo studio ha discusso l'aumento di incidenza dell'autismo in corrispondenza con l'introduzione di DNA umano nel vaccino MMR, e suggerisce che le due cose potrebbero essere collegate”.
Le 79 pagine della revisione contengono un dettaglio che difficilmente poteva passare inosservato, cinque parole che rivelano uno dei segreti più  scioccanti di Big Pharma, delle aziende farmaceutiche cioè: "…allevato in tessuti fetali umani"
A pagina 70 si legge:
"Un aumento aggiuntivo del picco di autismo si raggiunse nel 1995 quando il vaccino della varicella fu allevato in tessuti fetali umani".

Se state cercando di ricordare come abbia potuto sfuggirvi questo fatto così importante quando avete firmato il modello di consenso per la somministrazione dei vaccini a vostro figlio, tranquilli: non avete fatto nessun errore, perchè questa cosa non c'è scritta da nessuna parte.
La maggior parte di noi è del tutto ignara che le cellule di cultura umana usate per duplicare i virus dei vaccini derivano da feti abortivi da decenni ormai e chi li produce è ben felice che il pubblico continui ad ignorarlo, perchè sa che questo non potrebbe essere accettato dalla gente sia per le ignote conseguenze per la nostra salute che per il credo religioso di molti.
E' indegno, secondo noi, che i produttori dei vaccini e i responsabili della salute pubblica calpestino il nostro diritto all'informazione, arrogandosi la possibilità di decidere se condividere o meno queste importanti notizie con i genitori e l'opinione pubblica tutta: queste informazioni dovrebbero essere date PRIMA che si faccia la scelta di vaccinare o meno.

Quali vaccini quindi potrebbero essere prodotti usando cellule prelevate da feti abortivi ?
Il vaccino per la varicella non è l'unico prodotto in questo modo e, secondo il Sound Choice Pharmaceutical Institute (SCPI), i seguenti 24 vaccini sono prodotti usando cellule provenienti da feti abortivi e/o contenenti DNA, proteine, o frammenti cellulari di colture di cellule coltivate derivate da feti umani abortivi:
Polio PolioVax, Pentacel, DT Polio Absorbed, Quadracel (Sanofi)
Measles, Mumps, Rubella MMR II, Meruvax II, MRVax, Biovax, ProQuad, MMR-V (Merck)
Priorix, Erolalix (GlaxoSmithKline)
Varicella (Chickenpox and Shingles) Varivax, ProQuad, MMR-V, Zostavax (Merck)
Varilix (GlaxoSmithKline)
Hepatitis A Vaqta (Merck)
Havrix, Twinrix (GlaxoSmithKine)
Avaxim, Vivaxim (Sanofi)
Epaxal (Crucell/Berna)
Rabies Imovax (Sanofi)

La National Network for Immunization Information (NNII) ha pubblicato sul suo sito un articolo che spiega le motivazione dell'uso di feti umani abortivi per la produzione dei vaccini e fa una piccola storia di questa “tecnica”.
L'articolo afferma che i feti in questione non sono stati abortiti con lo scopo di effettuare ricerca e produrre vaccini, né sono stati i biologi a praticare essi stessi gli aborti e si dilunga nello spiegare come sia difficile e complicato produrre questi farmaci:
"La produzione di farmaci biologici (per esempio vaccini, anticorpi, ecc) è molto più difficile di quanto sia quella di farmaci chimici (ad esempio, la penicillina o aspirina). Inoltre, alcuni vaccini sono più complessi da realizzare rispetto ad altri.
I batteri che vanno in vaccini batterici possono essere coltivati in semplici colture di laboratorio, ma la crescita del virus richiede cellule viventi.
I virus non possono riprodursi da soli. Essi richiedono un ospite vivente in cui crescere, come gli embrioni di pollo, e le cellule da animali che sono cresciuti in coltura.
Le aziende che producono i vaccini attualmente hanno poche opzioni per la cultura virale, a causa di valide ragioni farmaceutiche e per motivi di sicurezza. Per esempio, nel caso della varicella, il virus non cresce bene nella maggior parte delle cellule se non in quelle umane. Inoltre, le cellule umane sono da preferire perché le cellule derivate da organi di animali a volte possono portare virus animali che potrebbero danneggiare le persone".
E' assolutamente possibile preparare vaccini virali senza l'uso di cellule umane e animali, come prova l'attuale vaccino per l'epatite B che usa cellule di lieviti.
Perchè quindi i produttori non lo fanno, optando invece per metodi più controversi ? Sospettiamo che ci sia uno scarso incentivo per i produttori di vaccini a sviluppare nuove tecniche dal momento che possono già fruire di quelle esistenti e che solo quando la verità diventerà più conosciuta con il conseguente spettro di un possibile calo dei loro profitti a tuffo si vedranno costretti a trovare nuove metodologie.
L'impatto che la diffusione della notizia che molti vaccini sono derivate da cellule fetali abortive avrà è potenzialmente enorme, dato il gran numero di persone che si definiscono “Per la Vita”. Per loro scoprire che un vaccino contiene il DNA di feti abortiti è come per un musulmano scoprire che i vaccini sono derivati dal maiale ed è ovvio che saranno scioccati e indignati di venire a sapere che ai loro bambini sono stati segretamente somministrati vaccini contenenti DNA, proteine o detriti cellulari provenienti da colture di cellule derivate da feti umani abortiti.
E non stiamo parlando di una piccola parte di popolazione, alla quale dobbiamo aggiungere chi è preoccupato della cosa, non per motivi etici e religiosi, o non solo per essi, ma anche per le possibili, e forse ancora sconosciute, conseguenze pericolose sulla salute delle nuove generazioni di bambini.
Ci poniamo quindi alcune semplici domande: possibile che tutto questo non preoccupi e non interessi nessuno ?
 Perchè un silenzio così sordo su un tema così grave ?
Possibile che abbia così poca importanza sapere quale tipo di proteine umane, DNA, sostanze chimiche e tossine possano essere contenute in prodotti che iniettiamo nei nostri neonati, nei nostri bambini.... quanto di più sacro dovremmo avere ?
Può il profitto davvero giustificare anche questo ?
Fonte: Mercola.com - Tratto da: emergenzautismo.org

Saccarosio (zuccheri)

Sorbitol
- Sorbitolo E420: Dolcificante molto utilizzato nell'industria alimentare, stabilizzante e agente lievitante con il nome E420. Il sorbitolo, dal punto di vista chimico è un polialcol, isomero del mannitolo e viene ottenuto per idrogenazione del glucosio.
Il suo uso è, comunque, sconsigliato soprattutto nei bambini inferiori ad 1 anno di vita (anno nel quale i piccoli vengono vaccinati). Il sorbitolo è parzialmente assorbito e metabolizzato dal corpo come fruttosio; la rimanente frazione è fermentata nel grande intestino. Durante la fermentazione, i gas prodotti potrebbero causare gonfiore e flatulenza. Nelle persone intolleranti può agire da lassativo. Crea problemi intestinali: Diarrea, gonfiore, nausea, vomito, perdita di peso, meteorismo.


Squalene (coadiuvante MS59) e' utilizzato come adiuvante anche nel vaccino per l’influenza suina - Lo hanno usato anche nella guerra del golfo, ha prodotto artrite reumatoide e molto altro.
L’adiuvante MS 59 pare essere un derivato dall’MF 59 della Chiron (controllata Novartis), ideato per la guerra del golfo e modificato per il vaccino per l’influenza aviaria (H5N1).
Questa sostanza e’ un idrocarburo, un olio, abitualmente prodotto da molti organismi animali, tra cui quello umano. Per usi farmaceutici viene estratto dal fegato dello squalo. Nei vaccini iene usato come “adiuvante” della reazione immunitaria. Vale a dire che il suo scopo è quello di tentare di aumentare-stimolare questa risposta.
E perche’ mai la stimola  ? perche' lo squalene dello squalo, cioe' eterologo, quindi TOSSICO, inserito nei corpi umani con i vaccini con’un iniezione, non viene riconosciuto come sostanza  “proVita”, ma controVita, dal sistema immunitario il quale si sovraeccita e cerca in ogni modo di eliminarlo, isolarlo, farlo espellere, se ci riesce...., e siccome non e’ facile che cio’ avvenga, il sistema immunitario va in confusione si sovraeccita e rimane in quello stato, fino a quando questa sostanza non  viene rimossa, e cio’ puo’ durare tutta la vita del vaccinato, creandogli allergie le piu’ disparate, malattie autoimmuni, gastroenteriche, allergie, asma, anemie, leucemie, celiachia, ischemie, epilessie, autismo, sclerosi, distrofie, linfomi, cancri, ecc.ecc..
Sindrome del golfo e Squalene; NON esiste malattia che non possa essere indotta dai Vaccini !
Nel 2002 venne pubblicato uno studio che collegava lo squalene, un coadiuvante sperimentale dei vaccini, ad individui che mostravano i sintomi clinici della sindrome del Golfo.
La pubblicazione fornì dei forti sospetti che lo squalene fosse alla base dei sintomi, provoca malattie del sistema immunitario
Il dott. Moonie, che a quel tempo era Ministro per i Veterani… negò categoricamente l’uso dello squalene come coadiuvante. Questo fu confermato in una lettera datata 31 agosto che fu scritta da Mr. Stephen Trout per conto di Mr. Moonie.
Nel marzo del 2003, meno di 18 mesi dopo quella risposta categorica, fiale di antrace britannico furono portate dalle onde sulla costa meridionale. Queste fiale furono analizzate e si scoprì che contenevano squalene…
Tratto da:  da :http://www.refusingtokill.net/Italian RTK/VaccinationsItalian.htm
(testimonianza di Anwen Humphreys, RAF, 19 Lug 2004).
vedi anche : http://it.wikipedia.org/wiki/Sindrome_della_guerra_del_Golfo
http://lescienze.espresso.repubblica.it/articolo/I_rischi_dell_uranio_esaurito/1291708
http://www.scienzaepace.it/contributi%20scientifici/dominici.pdf
PDF, vedi nota 6,7 righe della seconda pagina

ANSA – Trento, 06/08/2010 - L'Istituto Agrario di S.Michele all'Adige ha messo a punto un sistema che identifica l'origine dello squalene contenuto nei cosmetic e nei vaccini. Una scoperta molto importante per combattere le frodi commerciali, la pesca illegale e l'estinzione degli squali.
Lo squalene e' anche utilizzato come adiuvante nei vaccini e sotto forma di derivato (squalano) come emolliente e idratante nei cosmetici. E' prodotto principalmente dall'olio di fegato di squali di profondita', appartenenti a specie protette.

In pratica il sistema immunitario, con i vaccini ed il loro contenuto, o si sovraeccita (iperfunzionante) oppure diviene ipofunzionante, e quindi si e' facile preda di QUALSIASI malattia ! !  Big Pharma ringrazia...
vedi: Immunodepressione da vaccino + Gravi i Danni dei Vaccini +  Nanoparticelle nei vaccini (Studio di conferma PDF)

In questo articolo, il dott. Meryl Nass, riconosciuta autorità internazionale sull’antrace e vaccini relativi, spiega come lo Squalene sia presente nel vaccino per l’influenza suina e ne discute le possibili tossicità, e reazioni immuniarie abnormi, spiegando anche come l’FDA da anni non approvi nessun farmaco o vaccino che lo contenga.
Viene evidenziato anche come gli adiuvanti utilizzati da queste case farmaceutiche nel vaccino per l’influenza suina, (squalene incluso) siano stati da tempo relegati all’uso su persone sopra i 65 anni….perche’ cosi’ a quella eta’ se muoiono…non si pagano piu’ pensioni…

Daniel Solis, della Repubblica Ceca, ha studiato gli effetti collaterali del coadiuvante comunemente chiamato squalene, e ha scoperto che lo squalene è noto per la sua azione di inibitore della fertilità, oltre ad essere la causa di altri tipi di danni.
Un brevetto per un "vaccino" per ridurre la fertilità animale contiene squalene.

Streptomycin - Streptomicina: Antibiotico.
Tutti gli aminoglicosidi sono nefrotossici e ototossici. Essi possono provocare un blocco neuromuscolare, una parestesia e una neuropatia periferica. Possono verificarsi reazioni di ipersensibilità. Neomicina e kanamicina ad alte dosi (p. es., 12 g/die) per via orale possono provocare una sindrome da malassorbimento.
Neomicina e kanamicina sono più tossiche degli altri aminoglicosidi e non devono essere usate per via parenterale. Sebbene il loro assorbimento orale sia scarso, è tuttavia sempre possibile che, con l'uso prolungato, si assorba abbastanza farmaco da provocare tossicità, specie in pazienti con insufficienza renale. La streptomicina è scarsamente nefrotossica.
La gentamicina può risultare più nefrotossica di tobramicina, amikacina e netilmicina. La nefrotossicità è tuttavia solitamente reversibile e risulta più probabile a dosaggi elevati, con alte concentrazioni ematiche e nelle terapie di lunga durata, in pazienti anziani e in soggetti con malattie renali preesistenti, con disidratazione o in terapia con furosemide. Sebbene non sia approvata negli USA, la monosomministrazione (a differenza delle dosi multiple sembra ridurre la frequenza della nefrotossicità.
Streptomicina e gentamicina possono provocare con maggiore probabilità danno vestibolare, piuttosto che perdita dell'udito; mentre amikacina e netilmicina provocano perdita dell'udito più che danno vestibolare. Il danno vestibolare da streptomicina è frequente con l'uso prolungato e in pazienti con funzione renale compromessa. I sintomi e i segni sono vertigini, nausea, vomito, nistagmo e perdita dell'equilibrio. La tobramicina ha eguale influenza tanto sulla funzione vestibolare che su quella uditiva.
La tossicità sull'ottavo paio dei nervi cranici è spesso irreversibile e si verifica il più delle volte con dosi elevate, con i livelli ematici più alti o con le terapie di maggior durata, specie in pazienti anziani, in soggetti con insufficienza renale, con problemi preesistenti dell'udito o che assumano acido etacrinico, furosemide o bumetanide. I pazienti che ricevano un aminoglicoside per più di 2 sett. o che abbiano fattori predisponenti per il rischio di ototossicità devono essere monitorizzati con audiogrammi in serie.

Tra gli effetti collaterali talvolta provocati dalla streptomicina e dagli altri amminoglicosidi vi sono danni al nervo acustico e ai reni.
Un uso di antibiotici in infanzia, per esempio, aumenta il rischio di allergie...e di infiammazioni...per le disbiosi da essi indotte, specie se sono bambini vaccinati !

SucroseSaccarosio:
disaccaride (composto formato da due molecole di monosaccaridi) derivante dalla combinazione di una molecola di glucosio con una di fruttosio.

Thimerosal - Conservante: (sinonimi: tiomersal, sodio etilmercurio tiosalicilato, mercurotiolato di sodio) cioe' sostanza contenente il  49.6% di Mercurio, dal 2008 in fase di eliminazione dai Vaccini, anche in Italia.
Conservante usato in molti cosmetici, colliri e medicamenti topici.
Dove si trova: il timerosal e' stato introdotto in molti VACCINI, cosmetici quali ombretti, in gocce otologiche e nasali. E' spesso usato come conservante nei detergenti per lenti a contatto. Oggi è usato in pochissime preparazioni.
Come evitarlo e alternative disponibili:
rendere noto al medico curante dell'allergia al timerosal (chiamato anche mertiolato) prima di una prescrizione di gocce nasali, otologiche o oculari, di eventuali vaccini per via iniettiva.
Controllare che i cosmetici non contengano timerosal, se necessario contattare il produttore. Il timerosal contenuto nei preparati iniettivi (vaccini) può aggravare la dermatite.
Dal mese di luglio 1999 sono comparsi sulle principali pubblicazioni USA [MMWR (CDC, 1999), Pediatrics (AAP, 1999, Committee on Infectious Diseases, 1999), JAMA (Halsey, 1999) ] articoli richiamanti l’attenzione dei medici sui pericoli dei vaccini contenenti timerosal, in quanto essi contengono una certa quantità di mercurio, spesso al di là di quella considerata tollerabile dall’organismo umano.
Il mercurio contenuto nel timerosal corrisponde per la precisione il 49,6% del peso di quest’ultimo; il sodio timerfonato invece contiene il 45,5% di mercurio.
Diversi studi dimostrano che le patologie rilevanti sono a carico del sistema nervoso centrale e del rene, nel quale il mercurio si accumula in forma inorganica.

Questo perche' il Tiiomersal, una volta introdotto  con i vaccini, nell'organismo esso si trasforma in una sostanza altamente tossico-nociva per mezzo di un processo chimico detto di mitilazione 
Recentemente hanno detto che
vedi: Tiomerosal - vedi: Timerosal (vaccini che contengono il mercurio)

Nota bene sul Tiomersal-Thiomersal-Timerosal:
In questo studio, si legge che:
la FDA afferma che il Thimerosal può provocare un innalzamento dei valori di mercurio nel corpo umano e quindi sarebbe meglio eliminarlo dai vaccini.
http://www.fda.gov/BiologicsBloodVaccines/SafetyAvailability/VaccineSafety/UCM096228
Cosa hanno fatto le case farmaceutiche produttrici di vaccini:
...siccome la OMS e quindi anche legge (americana ed internazionale) ha posto dei limini minimi, sopra i quali la presenza del tiomersal/mercurio deve essere indicata nel bugiardino del vaccino, esse hanno diminuito la dose entro contenuta sotto i limiti di legge, e quindi oggi "appare" (sembra) che non ci sia piu', in realta', da analisi di laboratorio, si evidenzia la continua sua presenza negli stessi vaccini di prima....


Trealosio - Conservante (cosi' il vaccino si conserva piu' a lungo nell'organismo vaccinato e puo' meglio produrre i suoi DANNI) che una volta lasciati ad essiccare presenterebbero un sottile film protettivo nei confronti della sostanza attiva proteggendola dalle alte temperature e non solo, il preparato così composto verrebbe anche reidratato rapidamente, all’occorrenza, bagnandolo con l’acqua.
In una serie di studi preliminari, è stata dimostrata la validità del metodo con due diversi vaccini virali su membrane stabilizzate con zucchero, che hanno resistito per quattro mesi a 45°C senza perdere di efficacia. Tale metodica, a detta dei ricercatori, potrebbe essere assolta nei confronti di tutti i vaccini e di tutti quei farmaci, pensiamo a molti farmaci biologici, la cui conservazione debba essere prevista in frigo.

Tri (n)butylphosphate

VIRUS di qualsiasi tipo scelto per il vaccino da preparare ed inoculare a coloro che purtroppo si vaccinano, specie i bambini,  i militari ed alcune tipologie di lavoratori !

Alluminio ed altro....nei Vaccini ecco i gravi danni:
http://edgytruth.com/2016/07/18/vaccine-ingredients-comprehensive-guide/#
Ecco le prove, con studi, delle varie Micro e NanoContaminazioni dei Vaccini - PDF + Nanoparticelle + Ricerca e Studio dimostrativo sul contenuto di sostanze pericolose nei Vaccini + Nanobatteri nei Vaccini
 

PROTEINE alimentari introdotte nei vaccini, per creare allergie fin da piccoli ai lattanti !
vedi lo studio dimostrativo in PDF


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Cosa contiene il "nuovo" vaccino Pandemrix (GSK) della GlaxoSmithKline, per la suina ? - anno 2009
Documenti ufficiali dell'E.M.E.A. (scaricabili in formato Pdf, vedi note) riportano integralmente la lista dei componenti di questo farmaco.

A seguito della miscelazione, 1 dose (0,5 ml) contiene:
- virus influenzale frazionato, inattivato, contenente l'antigene (propagato in uova) equivalente a A/California/7/2009 (H1N1) ceppo di tipo v (X-179A). 3,75 microgrammi.
- AS03 composto di Squalene  (10,69 milligrammi), adiuvante;
- DL-a-tocoferolo (11,86 milligrammi),
- Polisorbato 80 (4,86 milligrammi).
- Tiomersale (sale di mercurio!), eccipiente;

Quali sono gli effetti collaterali del Pandemrix ?[3]
Come tutti i medicinali, Pandemrix può causare effetti indesiderati anche seri.
- Infiammazione transitoria cerebrale e dei nervi che comporta dolore, debolezza e paralisi.
- Restringimento od ostruzione dei vasi sanguigni con problemi renali
- Reazioni allergiche che portano ad una pericolosa diminuzione della pressione sanguigna, che, se non trattata, può portare al collasso, coma e morte
- Convulsioni
- Dolore intenso lancinante o pulsante lungo uno o più nervi
- Bassa conta piastrinica che può dar luogo a sanguinamenti o a formazione di lividi
- Reazioni cutanee generalizzate compresa orticaria.
- Dolore, rossore, gonfiore o formazione di un nodulo duro al sito di iniezione.
- Gonfiore delle ghiandole del collo, delle ascelle o dell'inguine
- Capogiri
- Diarrea, vomito, mal di stomaco, nausea

Cosa contiene il "nuovo" vaccino Prepandrix per l'aviaria ?
Documenti ufficiali dell'E.M.E.A. (scaricabili in formato Pdf, vedi note[4]) riportano integralmente la lista dei componenti di questo farmaco.

A seguito della miscelazione, 1 dose (0,5 ml) contiene:
- virus influenzale frazionato, inattivato, contenente l'antigene (propagato in uova) equivalente a A/Indonesia/05/2005 (H5N1) ceppo equivalente (PR8-IBCDC-RG2) 3.75 microgrammi
- AS03 composto di Squalene (10,69 milligrammi), adiuvante;
- DL-a-tocoferolo (11,86 milligrammi);
- Polisorbato 80 (4,86 milligrammi).
- Contiene 5 microgrammi di Tiomersale (eccipiente a base di Mercurio).
- Altri composti chimici

Quali sono gli effetti collaterali del Prepandrix ?[5]
Come tutti i medicinali, Pandendrix può causare effetti indesiderati anche seri.
- Infiammazione transitoria cerebrale e dei nervi che comporta dolore, debolezza e paralisi.
- Restringimento od ostruzione dei vasi sanguigni con problemi renali
- Reazioni allergiche che portano ad una pericolosa diminuzione della pressione sanguigna, che, se non trattata, può portare al collasso, coma e morte.
- Convulsioni
- Dolore intenso lancinante o pulsante lungo uno o più nervi
- Bassa conta piastrinica che può dar luogo a sanguinamenti o a formazione di lividi
- Reazioni cutanee generalizzate compresa orticaria.
- Gonfiore delle ghiandole del collo, delle ascelle o dell'inguine
- Capogiri
- Diarrea, vomito, mal di stomaco, nausea

Cosa possono provocare gli additivi contenuti nei vaccini ?
I "nuovi" vaccini pandemici, accettati e commercializzati dall'EMEA, contengono veleni, come:
- Tiomersale --> Questo conservante si idrolizza spontaneamente per via enzimatica a Etilmercurio, che ha un comportamento tossicologico simile a quello del Metilmercurio, per il quale sono noti da tempo e sono a disposizione numerosi dati sugli effetti neurotossici.[6]

- Squalene --> Il nostro Sistema Immunitario riconosce lo Squalene come una molecola d'olio appartenente al corpo (infatti si trova in tutto il sistema nervoso e nel cervello e si può consumarlo con l'olio d'oliva). Quando però viene iniettato e non digerito, la via d'ingresso è anormale, e incita il Sistema Immunitario ad attaccare tutto lo Squalene nel corpo, non solo quello contenuto nell'adiuvante.
Il sistema immunitario, quindi, tenterà di distruggere la molecola ovunque la trovi, inclusi i luoghi dove è vitale per la salute del sistema nervoso[7]. I veterani della Guerra del Golfo che hanno contratto la sindrome che porta questo nome ricevettero vaccini all'antrace che contenevano Squalene[8]. L'MF59 (l'adiuvante allo Squalene della Novartis, ora usato nel vaccino per la febbre suina) fu un ingrediente NON approvato nei vaccini sperimentali all'antrace e da allora è stato collegato alle malattie devastanti e autoimmuni di cui soffrono molti veterani del Golfo.[9]

Polisorbato 80 --> Questo ingrediente (inserito pure nel vaccino per il cancro al collo dell'utero "Gardasil") è noto per provocare seri effetti collaterali come: infertilità, convulsioni epilettiche, aborti spontanei e shock anafilattici anche mortali.

Avrete capito che il vero problema non sono le pandemie, create ad arte dall'establishment e propagandate da medici e media, ma i farmaci e vaccini stessi.
Tali veleni sono estremamente pericolosi per la salute umana perché aumentano la Tossiemia dell'organismo, già di per sé pieno di tossine, e scatenano reazioni allergiche molto forti che vanno ad indebolire il già indebolito sistema immunitario oltre a disperdere l'importantissima energia vitale.

Quindi questi veleni sistemici - per coloro che non lo avessero ancora compreso - servono per farci intossicare più rapidamente, predisponendoci alle malattie future.

Malattie che limitano la nostra capacità pensante (pensare fino in fondo), e che quindi impediscono di essere e divenire "uomini liberi", responsabili della nostra Vita.
Il tutto per la gioia dei Controllori.
Riferimenti:
[1] EMEA, Press Release, London 25 settembre 2009
http://www.emea.europa.eu/pdfs/human/press/pr/60627409en.pdf
[2] La Cochrane Collaboration è una iniziativa internazionale no-profit nata con lo scopo di raccogliere, valutare criticamente e diffondere le informazioni relative alla efficacia degli interventi sanitari. Attualmente oltre 14.925 operatori sanitari, ricercatori e rappresentati di associazioni di pazienti sono impegnati in oltre 97 paesi del mondo in questa attività.
http://www.cochrane.it/it/collaboration.html

[3] "Riassunto delle caratteristiche del prodotto, Par. 4 - "Possibili effetti collaterali"
http://www.emea.europa.eu/humandocs/PDFs/EPAR/pandemrix/emea-combined-h832it.pdf

[4] "Riassunto delle caratteristiche del prodotto Prepandrix"
http://www.emea.europa.eu/humandocs/PDFs/EPAR/prepandrix/emea-combined-h822it.pdf

[5] "Riassunto delle caratteristiche del prodotto, Par. 4 - "Possibili effetti collaterali"
http://www.emea.europa.eu/humandocs/PDFs/EPAR/pandemrix/emea-combined-h832it.pdf

[6] "Uso dei vaccini per l'infanzia che contengono Tiomersale"
http://www.levaccinazioni.it/Professionisti/FilesUploaded/2001~4~18~12~18~9~1940/96.asp#struttura
[7] Vaccination Liberation, Adjuvant Index Page
http://www.vaclib.org/basic/adjuvants.htm

[8] Autoimmune Technologies, News Release:
SQUALENE FOUND IN ANTHRAX VACCINE, http://www.autoimmune.com/SqualeneInVaccine.html

[9] http://www.autoimmune.com/GWSGen.html

NOTE dell'Associazione dei Medici Tedeschi:

L'associazione tedesca professionale dei medici per l'ambiente DBU, a dispetto delle comunicazioni ufficiali del governo federale, del Paul Ehrlich Institute e dei produttori che "garantiscono un vaccino sicuro", esprime preoccupazioni serie nei confronti dell'unico vaccino pandemico "Pandemrix®" della Società GlaxoSmithKline (GSK) messo a disposizione per la vaccinazione di massa.
Quel vaccino contiene 27,4 mg di AS03, un'emulsione contenente polisorbato, squalene, e tocoferolo.
I produttori come le agenzie ufficiali nascondono che lo squalene, a differenza di quando viene assunto per via orale orale (lo squalene è un prodotto naturale che si trova per esempio anche nell'olio d'oliva) se somministrato per via sottocutanea o intramuscolare diventa un immunogeno che produce un'attivazione immunitaria infiammatoria. [Da tali sostanze] le malattie autoimmuni possono essere provocate, mentre altre già esistenti possono essere invece aggravate.
Lo squalene è associato con la comparsa di una sindrome di Guillain-Barre (GBS) ed è oggi considerato la causa della Sindrome del Golfo (GWS).
In sperimentazioni sugli animali lo squalene ha portato alla manifestazione dei sintomi dell'artrite reumatoide. Lo squalene assunto da fonti alimentari viene integrato nelle membrane dell'organismo.
Una formazione di anticorpi allo squalene in seguito alla vaccinazione causa intossicazione e quindi un'infiammazione cronica alle membrane, il che spiega l'insorgenza di malattie come la Sindrome del Golfo ma anche di altre malattie degenerative del sistema nervoso come la Sclerosi Multipla, la Sclerosi Laterale Amiotrofica, la polineuropatia infiammatoria cronica demielinizzante (CIDP)- NdR: nuova forma di Polio da vaccino -  e la Sindrome di Gullain-Barré.
La realizzazione del vaccino in confezioni multi-dose è una pratica obsoleta. In fiale monodose i conservanti contenenti mercurio come il tiomersale (contenuto nel Pandemrix) sarebbero inutili.
Anche il mercurio, è dimostrato, provoca malattie autoimmuni.
vedi:
https://autismovaccini.org/2017/02/14/germania-analizzate-16-fiale-di-vaccini-tutte-inquinate/

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Gli effetti dei coadiuvanti sono così distruttivi per il corpo umano che alcuni esperti della sanità dicono che i coadiuvanti fanno parte della nuova generazione di armi biologiche o farmacologiche.
Immunologi hanno riconosciuto per decenni che una dose microscopica anche di poche molecole di coadiuvante iniettato nel corpo può causare disturbi al sistema immunitario ed è noto sin dal 1930 che i coadiuvanti di base di olio (MS 59) sono particolarmente pericolosi, questo è il motivo per il quale il loro uso è stato limitato agli esperimenti con gli animali.
Gli adiuvanti possono rompere la “tolleranza”, il che significa che è possibile disattivare il sistema immunitario nella misura in cui essa perde la sua capacità di distinguere ciò che è “auto” da ciò che è straniero. Ma se succede qualcosa che interrompe la tolleranza, il sistema immunitario diventa inesorabilmente autodistruttivo, attaccando l’organismo che è chiamato a difendere.
Un esempio: lo squalene (contenuto nei vaccini per l'influenza suina, ha contribuito alle reazioni a cascata denominate Sindrome del Golfo, artrite, fibromialgia, linfoadenopatia, eruzioni cutanee, eruzioni cutanee fotosensitive, eruzioni cutanee alle guance, sindrome da fatica cronica, cefalea cronica, perdita anormale di peli, lesioni cutanee inguaribili, stomatite aftose, vertigini, debolezza, perdita di memoria, colpi apoplettici, cambiamenti dell’umore, problemi neuropsichiatrici, effetti negativi sulla tiroide, anemia, elevato indice di eritrosedimentazione, lupus eritematoso sistemico, sclerosi multipla, Sclerosi Laterale Amiotrofica (ALS), fenomeno di Raynaud, sindrome di Sjorgren, diarrea cronica, accessi di sudore notturno e leggera febbre.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Vaccini a virus
:
Cosa e’ un virus ? NON e’ un essere vivente, come per esempio un batterio, bensi’ un pezzetto un frammento, di DNA avviluppato da un involucro, detto capside, di grassi (lipidi) quindi il virus di un vaccino e’ una “proteina complesse a Dna estraneo, quindi tossica” – pochi sanno che per esempio in un vaccino per la Poliomielite vi sono circa 1.500.000 di queste "proteine" che vengono iniettate nell’organismo umano per “tentare” di specializzare proteine che quindi destabilizzano e mandano in confusione il Sistema immunitario del soggetto vaccinato, predisponendolo e rendendolo permeabile e sensibile a qualsiasi malattia, che puo’ essere provocata oltre che dai virus (anche nascosti), dai metalli tossici iniettati, dalla formaldeide e dagli “eccipienti” e dai contaminanti,contenuti nei vaccini.
Inoltre occorre segnalare che i virus (proteine tossiche) una volta introdotte nel sangue come sempre avviene con i vaccini, sono veicolati alle cellule e quando questi virus passano la membrana cellulare entrando nel citoplasma (liquidi endocellulare), possono facilmente destabilizzare anche i mitocondri e modificare il DNA presente nel mitocondrio (che e’ la centrale energetica della cellula) oltre ad intossicarlo, generare in esso malfunzione e perdita di emissione di energia (elettroni negativi), ecco come nascono per esempio le malattie genetiche trasmissibili alla prole indotte dai vaccini, infatti dalle ricerche e scoperte del dott. M. Montinari si e’ dimostrato che i vaccini mutano anche  e non solo il braccio corto del cromosoma 6°, nel DNA, quello che controlla il sistema immunitario degli esseri umani !

Ma altre mutazioni di geni (alleli) sono possibili con i vaccini, oltre alla demielinizzazione del sistema nervoso centrale (autismo, adhd, malattie neurologiche, ecc.) per l’inibizione sostante che inducono la produzione della mielina, la quale ricopre  tutti i nervi, anche il sistema nervoso periferico puo’ essere attaccato (distrofia muscolare, che e’ una nuova forma di polio (paralisi) anche da vaccino,  ecc.) oltre alle malattie gastrointestinali indotte dalla alterazione del pH digestivo, degli enzimi, della flora batterica, con immediata e successiva irritazione della mucosa della parete intestinale, generando malnutrizione (difetti di crescita) per eccesso o per difetto, dell’organismo intero.

La metodologia emergente dei Vaccini a DNA invece implica l'iniezione di un pezzo circolare di DNA del virus (NON umano), chiamato plasmidio, che "dovrebbe" stimolare le cellule a produrre la proteina del virus che dovrebbe scatenare la risposta immunitaria, risposta che puo' essere anche abnorme e quindi pericolosissima, oltre a produrre facilmente mutazioni genetiche per materiale genetico (DNA) del virus spuria introdotto nell'organismo del vaccinato !
Nota bene: I plasmidi sono capaci di spostarsi tra le cellule (anche non uguali, ma filogeneticamente affini) influendo sulla variabilità genetica
C'è un vaccino per il vaiolo preparato con linea cellulare Vero (dal rene di una scimmia verde africana), ACAM2000 (Acambis-Baxter) 
Anche Il Vaccino per la Polio e' prodotto su Colture derivanti dal Rene delle "scimmia verde africana", la quale ha anche vari tipi di virus (portatrice sana) es. Enterovirus 71
Colture di cellule primarie e secondarie utilizzate per l’isolamento di virus enterici.

SIGLA

DESCRIZIONE

SUSCETTIBILITA’ AI VIRUS

BGM (Buffalo Green Monkey)

Rene di scimmia verde africana

Polio, Echo, Cox B, Reo. Poca per Adenovirus

VERO

Rene di scimmia verde africana

Enterovirus

MA

Rene di embrione di scimmia Rhesus

Enterovirus, Rotavirus

He-La (Human Epitelioid Carcinoma)

Cellule umane di carcinoma dell’epidermide

Adenovirus

Hep-2 (Human epidemoid larynx carcinoma)

Cellule umane di carcinoma della laringe

Enterovirus, Rotavirus

RD (Rhabdomiosarcoma)

Rabdomiosarcoma umano

Cox A, Echo. Poca per Cox B ed altri virus enterici.

HEK (Human Embrionic)

Rene di embrione umano. Primarie e secondarie.

Virus enterici

AGMK (African Green Monkey Kidney)

Cellule di rene di scimmia verde africana. Primarie

Enterovirus, Rotavirus

HAM (Human amnion)

Cellule amniotiche

Virus enterici

RMK (Rhesus Monkey Kidney)

Cellule di rene di scimmia Rhesus. Primarie

Virus enterici

WI-38

Polmone fetale umano

Virus enterici

BGN 2/RD

Coltura mista di BGM ed RD

Virus enterici

vedi anche: Scimmia verde Africana  +  Come si producono i Vaccini 

Vaccini a Batteri: cosa sono i batteri ? sono organismi unicellulari procarioti, rivestimento esterno proteico (grassi) e polisaccaridico che migliora resistenza o particolari condizioni ambientali della capsula; ha rivestimento (parete cellulare) e membrana cellulare; DNA forma circolare disperso nel citoplasma; ribosomi; contengono antigeni che possono stimolare od alterare la produzione degli anticorpi; diversi per forma.
Alcuni di essi, in determinate condizioni, possono produrre tossine e sono proprio queste tossine che vengono ad essere utilizzate per la produzione dei vaccini a batteri tentando di renderle inattivate (anatossine), ma la realta’ e’ che nei metabolismi dei corpi viventi le cose sono molto piu’ complesse e delicate di quanto non sappiano o non dicano i Produttori dei Vaccini.

Le tossine introdotte con un vaccino di questo tipo, possono anche nel tempo e non subito, determinare mutazioni batteriche di batteri e funghi autoctoni per il fatto che la flora batterica per tentare di eliminare le tossine introdotte, viene ad essere alterata nella sua funzione e possono scatenarsi delle proliferazioni anomali di batteri e/o di funghi (es. candida) le quali nel tempo determinano la comparsa di malattie le piu’ disparate fino al cancro.
Quando vi e’ la proliferazione anomala di una determinata specie di batteri e/o funghi NON autoctoni, e vi e' in contemporanea la mancanza dei rispettivi antagonisti (es. in una disbiosi) varie fasi indotte da tutti i tipi di vaccini); cio’ avviene per vari cofattori (es. l’alterazione del pH, Terreno intestinale, enzimi, flora autoctona), essa deve essere impedita o per lo meno controllata nel modo adatto, per via delle importanti tossine che essi producono e che se aumentano di quantita’ (per la proliferazione anomala de batteri o funghi in questione) permettono e favoriscono l’insorgere di determinate patologie piu’ o meno gravi.

Vaccini a siero, ovvero SIEROPROFILASSI: essa e’ realizzata iniettando nell'organismo animale od umano il siero, contente anticorpi specifici. Si tenta con questo mezzo  di attuare una protezione artificiale immediata di durata limitata. I sieri sono detti omologhi se ottenuti da sangue umano mentre eterologhi se ottenuti da sangue di altri animali… con tutte le conseguenze del caso per le anomali reazioni indotte da questo tipo di vaccini.

Alle volte alcuni Vaccini sono prodotti con “proteine sintetiche” le quali a maggior ragione possono purtroppo nel tempo, dar luogo a gravi reazioni inaspettate.

Ricordiamo che il batterio e’ un essere vivente che puo’ essere ucciso, cosa che il virus NON e’ ! quindi quando sentite affermare che un Vaccino e’ preparato con virus uccisi, questa e’ una grossa balla biologica !
Andate sul sito del Ministero della Salute + quello dell'Istituto sup. di Sanita' e vi troverete queste FALSE affermazioni !!

Fatte questa precisazioni, ricordiamo che i Vaccini a batteri, anche se “uccisi”, una volta che l’involucro esterno si rompe (e cio’ puo’ avvenire per esempio anche in uno stato febbrile, molto lontano dalla vaccinazione), il batterio “morto” produce proprio, per la sua successiva decomposizione, importanti tossine con le conseguenze del caso; ancor piu’ se il vaccino e’ prodotto a partire dalle tossine prodotte da un batterio, anche se dicono che siano "inattivate" esse sono sempre pericolose perche’ possono creare mutazioni anomale di batteri e funghi autoctoni  -  cio’ vale anche per le “proteine tossiche” (vaccini a virus) contenenti porzioni di DNA non adatto al soggetto vaccinato (proveniente da altre specie), che nel tempo questo “capside” (involucro esterno)  puo’ rompersi e rilasciare l’informazione del DNA spuria-pericoloso, generando le piu’ disparate malattie…

Inoltre i vaccini lo ricordiamo una ennesima volta, producono intossicazioni,  immunodepressione, mutazioni genetiche piu’ o meno occulte, infiammazioni, alterazione del pH digestivo, problemi neurologici anche gravi, malformazioni, ecc., ecc., come ben evidenziato nella pagina: Vaccini - Indice  ove trovate i relativi studi raccolti ed ivi pubblicati.

Controllate anche le Statistiche Istat per trovare le varie manipolazioni delle statistiche stesse e le falsita' scritte ed affermate dagli Organismi statali servi delle multinazionali dei Farmaci e Vaccini ... Big Pharma ringrazia..

Dalle fibre minerali alle nanoparticelle: quali caratteristiche chimico-fisiche determinano la patogenicità delle polveri inalate PDF
NANOTECNOLOGIA per i Vaccini: http://nwo-truthresearch.blogspot.it/2010/08/nanotecnologie-allinterno-dei-vaccini.html

Scoperti in laboratorio nuovi inquinanti presenti nei vaccini pediatrici
I vaccini hanno effetti indesiderati, noti da sempre, e riportati in letteratura. Il fatto che molti li "ignorino" non fa si che poi "spariscano".

In un recente studio pubblicato sull'International Journal of Vaccines and Vaccination, la Dr.ssa Gatti e il Dr. Montanari fanno però notare che ultimamente questi sono aumentati sia in numero che in gravità, soprattutto nei bambini, come denunciato anche dell'American Academy of Pediatrics. Oltre ai più comuni e conosciuti sintomi come febbre, irritabilità, mal di testa, ecc. ne stanno emergendo degli altri a carico dell'apparato nervoso e del cervello. I responsabili sono principalmente gli adiuvanti aggiunti al vaccino stesso, che nella maggior parte dei casi corrispondono ai sali di allumino.
È un dato di fatto che ogni giorno milioni di dosi di vaccini vengano somministrate senza problemi (ci mancherebbe altro !), ma allo stesso modo è inconfutabile che in un numero limitato di casi qualcosa di brutto succeda e il più delle volte non venga registrato, rimanendo quindi sconosciuto.
Questa premessa è ciò che ha spinto i due autori a investigare ulteriormente gli effetti indesiderati dei vaccini, ma utilizzando un punto di vista che non era ancora stato adottato prima d'ora: non più biologico ma chimico-fisico! Hanno quindi messo a punto una particolare tecnica analitica con cui sono andati a verificare la presenza di contaminanti inorganici.

I risultati dello studio
I vaccini analizzati sono stati in tutto 44; alcuni, come quello dell'influenza, erano presenti in più lotti dello stesso produttore.
Il risultato dell'analisi fatta ha confermato la presenza di sali inorganici (come il sale da cucina, NaCl) e sali di alluminio, ma sono stati rilevati anche composti micro-, submicro- e nano-molecolari (con dimensioni da 100nm a 10um) in tutti i campioni, la cui presenza NON era stata dichiarata dal Produttore nel bugiardino all'interno della confezione del vaccino.
La quantità di particolato estraneo rilevata ha lasciato sconcertati i due ricercatori, soprattutto perché i materiali inorganici identificati non sono né biocompatibili né biodegradabili, ma bioresistenti (ovvero non vengono in alcun modo modificati/smaltiti dall'organismo).
Inutile dire che si tratta di composti tossici e, come per la maggior parte dei corpi estranei, possono indurre una reazione infiammatoria nell'organismo.
Una volta iniettate queste particelle possono rimanere nei pressi del sito di iniezione formando rigonfiamenti e granulomi, ma possono anche finire nel torrente circolatorio, come ipotizzato dai ricercatori, distribuendosi in modo del tutto casuale senza alcun effetto visibile. Una volta raggiunti certi organi (come il cervello) si possono però verificare fenomeni di bio-accumulo che, come tutte le particelle estranee all'organismo, danno il via a una reazione infiammatoria cronica stabile nel tempo), perché queste particelle NON possono essere degradate.
Capite quindi cosa implica vaccinare un bambino ? Gli state "regalando" uno status infiammatorio che durerà per tutta la sua vita.
La presenza dei sali di alluminio e NaCl nei vaccini è giustificabile in quanto sono sostanze usate dai Produttori e dichiarate (di conseguenza) tra i componenti. Ma tutte le altre non dovrebbero essere presenti né in un vaccino né in nessuna altra preparazione iniettabile, proprio per le loro caratteristiche tossicologiche.


Da una verifica dei contaminanti rilevati in tutti campioni di vaccino analizzati infatti, sono possibili e credibili reazioni indesiderate in seguito alla loro iniezione, che hanno la caratteristica di essere casuali proprio per il fatto che dipendono dal luogo in cui verranno trasportati (e si depositeranno). Inutile dire che gli effetti dannosi sono molto più gravi quanto più l'organismo è piccolo, come quello dei bambini.

Da un punto di vista qualitativo i composti chimici che i due ricercatori hanno rilevato nei vaccini esaminati sono simili a quelli che hanno identificato in seguito a una ricerca sulle fonti dei diversi inquinanti ambientali. Un po' come quelli che si formano quando, ad esempio, vengono bruciati i rifiuti...

In conclusione, gli Autori suggeriscono che il tipo di analisi da loro fatta sui vaccini potrebbe rappresentare un nuovo importante parametro qualitativo per migliorare la sicurezza dei vaccini. La speranza, come loro stessi ipotizzano, è che questa sia solo una "svista" imputabile a componenti e/o procedure industriali inquinate (quindi risolvibile con un'accusa analisi del processo produttivo) e non sia intenzionale.
Studio del Dr. Montanari Stefano, in cui dimostra la presenza di inquinanti tossici nei vaccini
Fonte: Gatti AM, Montanari S. (2016) New Quality-Control Investigations on Vaccines:
Micro-and Nanocontamination. Int J Vaccines Vaccin 4(1): 00072, DOI:10.15406/ijvv. 2017.04.00072

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

All vaccines are scheduled 4 poisons.
Please note that Thiomersal is a mercury derivate. There is no known safe level for Formaldehyde or mercury derivatives.
You may like to send this list to your local paper or politician. Yes of course all these shots containing mercury, aluminium hydroxide, formaldehyde , borax, antibiotics, foreign cells are perfectly safe - young babies can tolerate endless pricks with the stuff - and don't worry about long term studies into the effect on the immune system of all the foreign proteins and poisons - the government considers that totally unecessary. Remember allergies and autoimmune disease can develop when the body tries to attack what is foreign to itself ie foreign proteins.
(Diptheria ADT vaccine): Aluminium phosphate, Thiomersal.
(BCG) Monosodium Glutamate
(CDT - Diptheria) Aluminium phosphate, Thiomersal
(Cholera): Phenol
(Diptheria - Adsorbed) Aluminium phosphate, Thiomersal
(Hep B - Engerix B.) Recombinant DNA hepatitis B surface antigen (yeast) Aluminium
(Ervevax - Rubella live) neomycin B Sulphate in human diploid cells
(Fluvax - Influenza) prepared from embryonated eggs, inactivated by B-Propiolactone and disrupted by sodium taurodeoxycholate, Thiomersal as preservative.
(Havrix 1440 Havrix Junior Hep A) Formaldehyde, Aluminium hydroxide, propagated in human diploid cells.
(H-B Vax 11 Hep B vaccine) produced in yeast cells, aluminium hydroxide, Thiomersal.
(HIB TITER Diptheria) Grown in casimino acids and yeast, Thiomersal
(Infanrix - Diptheria, Tetanus pertussis) Aluminium hydroxide, sodium chloride: 2 phenoxyethanol as preservative.
(Ipol Inactivated poliomyelitis vaccine) cultured from monkey kidney cells, formaldehyde, neomycin, strepromycin and polymyxin B.
(Meruvax II - Rubella) propogated on human diploid cells, neomycin, human serum albumin, sorbitol and hydrolysed geletin as stabilisers.
(MMR II - Measles, mumps and rubella).Grown in cell cultures of chick embryo and human diploid cell
(Pedvax HIB Haemophilus B conjugate vaccine) Aluminium hydroxide, Thiomersal, lactose and saline.
(Polio Sabin (Oral) Live attentuated vaccine) proopogated from monkey kidney tissue. magnesium chloride, neomycin B sulphate, polysorbate 80.

(Tet-Tox - Tetanus) Aluminium phosphate, Thiomersal
(Triple Antigen - Diptheria, Tetanus, Pertussis - Adsorbed) Aluminium phosphate, Thiomersal
(Twinrix - Inactivated hep A and hep B vaccine) - 2 phenoxyethanol, amino acid supplement, neomycin sulfate, polysorbate, phosphate buffer, trometamol, formaldehyde. - grown in human cell culture.
(Typhoid Vaccine) Phenol
(VAQTA Hepatitis A Vaccine Inactivated) Aluminium, Borax, sodium Chloride - grown in human cell culture.
(Vaxigrip Influenza Vaccine) grown in embryonated eggs. Formaldehyde, Thiomersal.
(tratto da "VIA", del 24.06.99)

CONTENUTO dei VACCINI - CONTENT of VACCINS
National Library of Medicine: IGM Full Record Screen

SYSTEMATIC NAME: Mercurate(1-), ethyl(2-mercaptobenzoato(2-)-O,S)-, sodium (9CI) [MESH]
Mercurate(1-), ethyl(2-(mercapto-kappaS)benzoato(2-)-kappaO)-, sodium [TSCAINV]
Mercury, ((o-carboxyphenyl)thio)ethyl-, sodium salt [RTECS]
Mercury, ethyl (2-mercaptobenzoato-S)-, sodium salt [USPDDN]
Mercury, ethyl(hydrogen o-mercaptobenzoato)-, sodium salt (8CI) [NLM]
Thimerosal [CCRIS]
Thiomersal [EINECS]
ID: 54-64-8 (CAS RN Number)
MESH HEADINGS: Thimerosal
MOLECULAR FORMULA: C9-H9-Hg-Na-O2-S [USPDDN]
C9-H9-Hg-O2-S.Na [EINECS:RTECS:TSCAINV]
NOTE: A Topical antiseptic used on skin and mucous membranes. It is also used as a preservative in pharmaceuticals. [MESH)

CLASSIFICATION CODE:
Agricultural Chemical [RTECS]
Antifungal agents [MESH]
Anti-infective agents, local [MESH]
Anti-infective, topical [USPDDN]
Drug / Therapeutic Agent [RTECS]
Fungicide, bactericide, wood preservative [RTECS]
Germicide, bactericide, disinfectant [RTECS]
Human Data [RTECS]
Mutation data [RTECS]
Organometallic [RTECS]
Pharmaceutic aid [preservative] [USPDDN]
Preservatives, pharmaceutical [MESH]
Reproductive Effect [RTECS]
Skin / Eye Irritant [RTECS]
Tumor data [RTECS]
MIXTURE NAME(S): Collyrium Eye Wash [MESH:USPDDN]
OTHER CAS REGISTRY NUMBER:
11004-81-2 (TSCAINV)
113170-85-7 (TSCAINV)
130995-49-2 (TSCAINV)
2141-27-7 (TSCAINV)
23065-35-2 (TSCAINV)
25948-50-9 (TSCAINV)
77536-61-9 (TSCAINV)
8030-32-8 (TSCAINV)
8030-33-9 (TSCAINV
LIST LOCATOR: WHMI
LOCATOR: AIDSLINE ; CANCERLIT ; CCRIS ; DART ; DSL ; EINECS ; EMIC ; EMICBACK ; ETICBACK ; GENETOX ; HSTAR ; HSTAR75 ; MEDLINE ; MED75 ; MED80 ; MED85 ; MED90 ; MED93 ; MESH ; RTECS ; TOXLINE ; TOXLINE65 ; TSCAINV ; SUPERLIST
NAME of SUBSTANCE: Ethyl(2-mercaptobenzoato-S)mercury, sodium salt [CTFA]
Sodium ethylmercurithiosalicylate [CTFA]
Thimerosal [CTFA:MESH]
Thimerosal [JAN] [USPDDN]
Trometamol - adatto a essere utilizzato come eccipiente EMPROVE® exp Ph Eur,BP,USP
[LIST] Sodium o-(ethylmercurithio)benzoate [WHMI]
Synonims: (o-Carboxyphenyl)thio)ethylmercury sodium salt [RTECS]
Caswell No. 766 [NLM]
CCRIS 4839 [CCRIS]
CTFA 03201 [CTFA]
EINECS 200-210-4 [EINECS]
Elcide 73 [NLM]
Elcide 75 [NLM]
Elicide [RTECS]
EPA Pesticide Chemical Code 078901 [NLM]
Estivin [NLM]
Ethyl (sodium o-mercaptobenzoato)mercury [RTECS:USPDDN]
Ethyl(2-mercaptobenzoato-S)mercury sodium salt [RTECS]
o-(Ethylmercurithio)benzoic acid sodium salt [RTECS]
Ethylmercurithiosalicyclic acid, sodium salt [NLM]
Ethylmercurithiosalicylate sodium [NLM]
Ethylmercurithiosalicylate sodium salt [NLM]
Ethylmercurithiosalicylic acid sodium salt [RTECS]
Ethylmerkurithiosalicilan sodny [Czech] [RTECS]
Mercurate(1-), ethyl(2-mercaptobenzoate(2-)-O,S)-, sodium salt [RTECS]
Mercurate(1-), ethyl(o-mercaptobenzoato(2-))-, sodium [NLM]
Mercurothiolate [MESH:RTECS]
Mercurothiolatum [NLM]
Mercury, ((o-carboxyphenyl)thio)ethyl-, sodium salt [NLM]
Mercury, ethyl(2-mercaptobenzoate-S)-, sodium salt [RTECS]
Mercury, ethyl(2-mercaptobenzoato-S)-, sodium salt [NLM]
Merfamin [RTECS]
Merphol [NLM]
Merseptyl (VAN) [NLM]
Merthiolate [RTECS:USPDDN]
Merthiolate salt [NLM]
Merthiolate sodium [RTECS]
Mertorgan [RTECS]
Merzonin [RTECS]
Merzonin sodium [RTECS]
Nosemack [NLM]
NSC 4794 [NLM]
SET [RTECS]
Sodium ethylmercuric thiosalicylate [RTECS]
Sodium o-(ethylmercurithio)benzoate [RTECS]
Sodium 2-(ethylmercurithio)benzoate [NLM]
Sodium ethylmercurithiosalicylate [RTECS]
Sodium merthiolate [RTECS]
Thimerasol [NLM]
Thimerosal [RTECS]
Thimerosalate [RTECS]
Thimerosalum [NLM]
Thimerosol [NLM]
Thimersalate [NLM]
Thiomerosal [NLM]
Thiomersal [MESH:RTECS]
Thiomersalat [NLM]
Thiomersalate [MESH:RTECS]
Thiomersalum [INN-Latin] [NLM]
Tiomersal [INN-Spanish] [NLM]
Tiomersale [DCIT] [NLM]
Trometamol - adatto a essere utilizzato come eccipiente EMPROVE® exp Ph Eur,BP,USP - (Synonims: Aminomethylidine trimethanol, 2-Amino-2-hydroxymethyl-1.3-propanediol, TRIS-buffer - pH:10.2 - 10.6 (6 g/l, H2O, 20 °C)  )

Thimerosal induces toxic reaction in non-sensitized animals.
Int Arch Allergy Immunol 104(3):296-301 (1994)
Uchida T, Naito S, Kato H, Hatano I, Harashima A, Terada Y, Ohkawa T, Chino F & Eto K

ABSTRACT:
"The effects of injection of thimerosal solution on nonsensitized animals was investigated. Intrafootpad injection of thimerosal solution in nonsensitized mice resulted in a swelling response which peaked 1 h after injection and lasted for more than 24 h. Histopathological examination showed that there were severe edema and infiltration of polymorphonuclear neutrophils at the site of injection. An increased vascular permeability was observed after cutaneous injection of thimerosal solution on the back of nonsensitized rats. Since mercuric chloride and methyl mercury induced severer reactions, and thiosalicylic acid had no effect, mercury contained in thimerosal would have caused the reactions observed in this study. These results suggest that part of these hypersensitivity reactions against thimerosal observed among patients were possibly induced by the toxic effect of thimerosal.
Therefore, thimerosal contained as a preservative in vaccine may augment the side-effects of the vaccination."

- vedi anche: Lista degli ingredienti dei vaccini e dei loro terreni di coltura, delle sostanze utilizzate nella produzione e le licenze per la produzione e commercializzazione dei vaccini

Ritorna
Pag. 1


Ecco il contenuto di alcuni Vaccini con relative documentazioni sulle analisi effettuate su di essi:
INDICE Documenti, cliccate sui Link e compariranno i relativi Documenti:
Doc. 1  +  Doc. 2  +  Doc. 2a  +  Doc. 3  +  Doc. 3a  +  Doc. 4  +  Doc. 4a  +  Doc. 5  +  Doc. 5a  +  Doc. 6  +  Doc. 6a  +  Doc. 7  +  Doc. 7a  +  Doc. 8  +  Doc. 9  +  Doc. 10  +  Doc. 11  +  Doc. 12  +  Doc. 13  +  Doc. 14  +  Doc. 15  +  Doc.16  +  Doc.17  +  Doc.18  +  Doc.19  +  Doc. 20   +  Doc.21  +  Doc. 22  +  Doc. 23  +  Doc. 24  +  Doc.25  +  Doc. 26  +  Doc. 27  + Doc. 28  +  Doc. 29  +  Doc. 30  +  Doc. 31 

A questo punto, ogni commento e' superfluo !

Questa è solo una piccolissima parte della Bibliografia esistente sui danni da vaccino !!
VACCINS DAMAGES
+  Bibliografia  +  Bibliografia 2  +  Bibliografia 3
Bibliografia 4  
Bibliografia Scientifica

vedi anche: Ruolo dei Vaccini nella Guerra del Golfo  +  Uranio e Vaccini - 1  +  Uranio e Vaccini - 2  +  Guerra del Golfo, Uranio o Vaccini ?  + Vaccini per militari uccidono ed ammalano !