Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


EFFETTI AVVERSI dei COADIUVANTI nei VACCINI 
Pag.1
Il Thimerosal dei vaccini distrugge e/o altera la flora intestinale essendo una sostanza altamente tossica
Ecco il recente studio che ha coinvolto più di 17.000 bambini fino a 19 anni
Questo studio-indagine attualmente in corso è stato avviato dall’omeopata Andreas Bachmair.

La scomparsa delle malattie infettive NON e' dovuta ai vaccini ! (Francais)
Premi in denaro ai medici che vaccinano...
Alluminio ed altro....nei Vaccini ecco i gravi danni:
http://edgytruth.com/2016/07/18/vaccine-ingredients-comprehensive-guide/#
Contenuto dei Vaccini: vedi nel Testo di questa pagina
Aluminium - Calf serum - Fetal bovine serum - Formaldehyde - Hydrolyzed gelatin - Lactose - Monosodium glutamate (MSG) - Neomycin - Phenol - Streptomycin - Sucrose - Thimerosal (49.9% Mercury) - Yeast - MRC-5 cells: DNA and protein (aborted fetal tissue cells), e molto altro...
e sono quasi tutti irradiati con il Cobalto 60 !
Nanoparticelle nei Vaccini - Studio sugli effetti
Tavole dei componenti dei Vaccini:
http://www.hopkinsvaccine.org/components.htm

Continua in: Pag. 1 - Pag. 2 - Pag. 3 - Pag. 4 - Pag. 5
PDF dei Componenti, Eccipienti dei Vaccini (2016) - Tratto da US: www.vaccinesafety.edu

MOLTI VACCINI sono IRRADIATI con COBALTO 60 (isotopo radioattivo del metallo Cobalto) e la perdita della Radioattivita' di cio' che e' stato irradiato si esaurisce fra i 5 ed i 7 anni....dall'irradiazione...
vedi: la prova dello studio nel PDF


CDC - Schede rilasciate dai CDC, indicanti gli adiuvanti/contenuti dichiarati dai fabbricanti di Vaccini (quelli NON dichiarati, ma esistenti, sono  stati individuati da analisi al microscopio elettronico), inoltre sappiamo per CERTO che NON indicano, nelle schede disponibili sul web, certe "sostanze ingegnerizzate" (GM), cioe' preparate nei loro laboratori, che pero' nelle schede rilasciate dalla FDA.....sono state CANCELLATE (cioe' coperte con pennarello nero - abbiamo in mano le prove....)....perche' esse perseguono gli "scopi" e le finalita' dei "proprietari" di Big Parma....creare malati.....e ridurre la popolazione a 500.000 di persone
Questa e' la lista del rilascio delle Licenze per i vaccini in commercio


CONTENUTO dei VACCINI - (ingredienti dei vaccini)
- vedi anche: Lista degli ingredienti dei vaccini e dei loro terreni di coltura, delle sostanze utilizzate nella produzione e le licenze per la produzione e commercializzazione dei vaccini

ECCIPIENTI dei vaccini
esempio:
Il 14 marzo, 2016 Moms Across America ha ricevuto i risultati preliminari di screening da Microbe Inotech Laboratories Inc. di St. Louis, Missouri.

 

I DATI HANNO CONFERMATO CHE TUTTI  I VACCINI analizzati SONO RISULTATI POSITIVI AL  GLIFOSATO E AD ALTRI 700 ERBICIDI A BASE DI GLIFOSATO.
IN PARTICOLARE, LE CONCENTRAZIONI DI GLIFOSATO RIGUARDANO : DTAP VACCINO (ADACEL SANOFI PASTEUR) IL QUALE CONTENEVA 0.123 PPB, L’INFLUENZA FLUVIRIN (NOVARTIS): 0.331 PPB, HEPB ENERGIX-B (GLAXO SMITHKLINE): 0.325 PPB, PNEUMONOCCAL VAX POLIVALENTI PNEUMOVAX 23, (MERCK): 0,107 PPB .
IN MODO ALLARMANTE, IL VACCINO MMR II (MERCK), CHE IL INFORMATORE CDC DR. WILLIAM THOMPSON (E NON SOLO) HA CORRELATO ALL’AUTISMO, AVEVA LIVELLI FINO A 25 VOLTE SUPERIORE RISPETTO AGLI ALTRI VACCINI, A 2.671PPB.
SI PUÒ ESSERE CONSAPEVOLI DEL FATTO CHE UNO DEI RISULTATI PIÙ CONSISTENTI NELLA RICERCA SULL’AUTISMO È PROPRIO LA GRANDE ANOMALIA DEL MICROBIOMA INTESTINALE.

Vedi: Vaccine Excipients - CDC

Ricordiamo
anche che le Nanoparticelle sono sempre presenti in OGNI tipo di vaccino, come contaminanti tossici, ma OCCULTI.
Una delle caratteristiche delle nanoparticelle e' che quando inalate od inoculate assieme alle altre sostanze tossiche con i vaccini, (nei quali le nanoparticelle sono SEMPRE presenti in abbondanza e di tutti i tipi di metalli, che NON sono segnalate-indicate dai produttori negli appositi bugiardini....), e' quello di avere la possibilita' di "recarsi" in qualsiasi parte dell'organismo (cellule, tessuti, organi) in soli 60 secondi !

Il dr. Montanari della Nanodiagnostic

Afferma: "
Le analisi che abbiamo fatto in laboratorio sui vaccini (ritrovando nanoparticelle di metalli di tutti i tipi) richiederebbero qualche spiegazione da parte di chi i vaccini li produce e di chi ne regge il business (Big Pharma) sia dal punto di vista scientifico sia da quello politico".
A RI-conferma:

NANOPARTICELLE nei VACCINI  !!


Alluminio ed altro....nei Vaccini ecco i gravi danni:
http://edgytruth.com/2016/07/18/vaccine-ingredients-comprehensive-guide/#
Ecco le prove, con studi, delle varie Micro e NanoContaminazioni dei Vaccini - PDF + Nanoparticelle + Ricerca e Studio dimostrativo sul contenuto di sostanze pericolose nei Vaccini + Nanobatteri nei Vaccini


Ecco il contenuto di alcuni Vaccini con relative documentazioni sulle analisi effettuate su di essi:
INDICE Documenti, cliccate sui Link e compariranno i relativi Documenti:
Doc. 1  +  Doc. 2  +  Doc. 2a  +  Doc. 3  +  Doc. 3a  +  Doc. 4  +  Doc. 4a  +  Doc. 5  +  Doc. 5a  +  Doc. 6  +  Doc. 6a  +  Doc. 7  +  Doc. 7a  +  Doc. 8  +  Doc. 9  +  Doc. 10  +  Doc. 11  +  Doc. 12  +  Doc. 13  +  Doc. 14  +  Doc. 15  +  Doc.16  +  Doc.17  +  Doc.18  +  Doc.19  +  Doc. 20   +  Doc.21  +  Doc. 22  +  Doc. 23  +  Doc. 24  +  Doc.25  +  Doc. 26  +  Doc. 27  + Doc. 28  +  Doc. 29  +  Doc. 30  +  Doc. 31 


PRODUZIONE VACCINI ed altro.... Contaminazioni, la storia si ripete:
http://www.vacciniinforma.it/2015/11/09/vaccini-e-contaminazioni-la-storia-che-si-ripete/3598

ALL the Vaccines Are Contaminated - TUTTI i VACCINI SONO CONTAMINATI
Ecco le prove, con studi, delle varie Micro e NanoContaminazioni dei Vaccini - PDF + Nanoparticelle

vedi: 
Bugiardini 1  +  Bugiardini 2  (elenco dei vaccini) + BUGIARDINI (Foglietti accompagnatori dei Vaccini) + Metalli tossici dei vaccini = Autismo vedi: PDFdott. M. Proietti

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

ll CDC ha ammesso che tra 1955-1963 più di 98 milioni di americani hanno ricevuto una o più dosi di un vaccino per la poliomielite che è stato contaminato da un virus per il cancro chiamato virus Simian 40 (SV40).
http://www.vaccines.news/2015-09-23-cdc-admits-98-million-americans-were-given-cancer-virus-via-the-polio-shot.html


Il CDC ha messo l'articolo nel suo sito in basso nella pagina, insieme a Google, ma poi lo ha rapidamente tolto, ma il sito è stato memorizzato nella cache, che per fortuna e' stato salvato per simboleggiare questa grande ammissione ed oscuramento.
Ad ulteriore conferma questa ammissione incredibile, assistente professore di patologia alla Loyola University di Chicago Dr. Michele Carbone è stata in grado di verificare autonomamente la presenza del virus SV40 in campioni di tessuto e tessuto osseo delle pazienti che sono morti durante quel periodo. Ha scoperto che il 33% dei campioni con tumori ossei osteosarcoma, il 40% di altri tumori ossei, e il 60% dei tumori polmonari del mesotelioma tutto conteneva questo oscuro virus. Questo lascia la postulazione che verso l'alto di 10-30.000.000 effettivamente contratta e sono stati influenzati negativamente da questo virus, per essere mortale accurate.

 

Per cui domando ai medici che ci leggono:
- cosa avviene a livello Psico-Fisico, (bioelettronico, biochimico, ecc - i vari terreni), quindi cellulare e tissutale,  quando vengono iniettati vaccini (con le loro sostanze tossico-nocive), che iniettate con un ago,  saltano le prime e principali barriere immunitarie, pelle e mucose;
-  cosa succede quindi alla micro circolazione, al citoplasma, ai mitocondri e quindi alla cellula, quando una sostanza eterologa=estranea (i vaccini ne contengono molte) li raggiunge ?
- quale e' il meccanismo che trasforma il Thiomersal (mercurio dei vaccini) che e' organico, in mercurio inorganico (metallo altamente tossico) quando si introduce nell'organismo ?
- Come mai il 30% dei vaccinati NON produce anticorpi per il vaccino (virus od altro) introdotto ?

Nota bene sul Tiomersal-Thiomersal-Timerosal:
In questo studio, si legge che:
la FDA afferma che il Thimerosal può provocare un innalzamento dei valori di mercurio nel corpo umano e quindi sarebbe meglio eliminarlo dai vaccini.
http://www.fda.gov/BiologicsBloodVaccines/SafetyAvailability/VaccineSafety/UCM096228
Cosa hanno fatto le case farmaceutiche produttrici di vaccini:
...siccome la OMS e quindi anche legge (americana ed internazionale) ha posto dei limini minimi, sopra i quali la presenza del tiomersal/mercurio deve essere indicata nel bugiardino del vaccino, esse hanno diminuito la dose entro contenuta sotto i limiti di legge, e quindi oggi "appare" (sembra) che non ci sia piu', in realta', da analisi di laboratorio, si evidenzia la continua sua presenza negli stessi vaccini di prima....


IMPORTANTE
: OGNI tipo di Vaccino produce Stress ossidativo cellulare e quindi tissutale !
MINERALOGRAMMA
(test per conoscere il livello ed il tipo di intossicazioni da minerali e metalli tossici anche dei vaccini)

L’Immunità di gregge, è la supposta carta vincente per la difesa della vaccinazione in TV, Internet, riviste mediche e giornali, sul motivo per cui dovremmo essere vaccinati più e più volte per tutta la vita, con un numero sempre crescente di vaccini e cio' per ogni malattia.
Lo sbandierato a 360° "supposto successo delle vaccinazioni" è basato fondamentalmente su "teorie" che si danno per scontate, senza controllarle. Quando si entra nei particolari si evince e si dimostra invece che il tasso di incidenza e di morte di molte malattie infettive, è diminuito radicalmente nel e dal momento in cui si registrava un miglioramento delle condizioni, igienico-sanitarie, abitative, alimentari e delle procedure di isolamento,
Pero' siccome nello stesso periodo sono stati introdotti i vaccini, la medicina ufficiale ha dato per scontato che la sola vaccinazione sia stata interamente responsabile della scomparsa di queste "malattie" e per far quadrare questa teoria fasulla, ha cambiato nome alle malattie.....QUI in queste pagine ve ne daremo la dimostrazione !
 

Gli esperti di vaccini del CDC, hanno spesso conflitti di interesse - 18/03/2010
CDC e Conflitti di interesse - 1 + CDC e Conflitti di interesse - 2 + CDC e Conflitti di interesse - 3 + Corruzione + Danni dei Vaccini + Contro Immunizzazione

CDC conflitti di interesse anche per i vaccini + anche per la FDA
http://healthimpactnews.com/2014/cdcs-purchase-of-4-billion-of-vaccines-a-conflict-of-interest-in-overseeing-vaccine-safety/

Parlamentari pagati dalle Lobbies ? - Roma Ott. 2013 
L'intervista a un assistente di un Senatore che svelerebbe i traffici illeciti tra parlamentari e Lobbies.
Video dell'intervista: 
http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/390060/roma-parlamentari-pagati-dalle-lobbies.html

Informatore dei CDC CONFESSA la FRODE e le FALSIFICAZIONI sugli studi della correlazione VACCINO=AUTISMO

Ecco il contenuto di alcuni Vaccini con relative documentazioni sulle analisi effettuate su di essi:
INDICE Documenti, cliccate sui Link e compariranno i relativi Documenti:
Doc. 1  +  Doc. 2  +  Doc. 2a  +  Doc. 3  +  Doc. 3a  +  Doc. 4  +  Doc. 4a  +  Doc. 5  +  Doc. 5a  +  Doc. 6  +  Doc. 6a  +  Doc. 7  +  Doc. 7a  +  Doc. 8  +  Doc. 9  +  Doc. 10  +  Doc. 11  +  Doc. 12  +  Doc. 13  +  Doc. 14  +  Doc. 15  +  Doc.16  +  Doc.17  +  Doc.18  +  Doc.19  +  Doc. 20   +  Doc.21  +  Doc. 22  +  Doc. 23  +  Doc. 24  +  Doc.25  +  Doc. 26  +  Doc. 27  + Doc. 28  +  Doc. 29  +  Doc. 30  +  Doc. 31 

Video su: I BAMBINI NON VACCINATI SONO molto PIU' SANI di quelli VACCINATI !
Nel 1992 I.A.S. ha condotto un sondaggio sulla salute e la vaccinazione dei bambini della Nuova Zelanda ed ha trovato solide prove scientifiche che I BAMBINI NON VACCINATI sono PIU' SANI dei loro coetanei vaccinati !

Video, Vaccinazioni Forzate = bambini handicappati e non solo....

PRINCIPI IMMUNOLOGICI: La RISPOSTA degli ANTICORPI 
Per spiegare l’azione dei coadiuvanti, dovremmo prendere in considerazione l’immunologia.
La teoria dell’efficacia di un vaccino si basa sulla capacità dei vaccini di suscitare la formazione di anticorpi; ciò ha un’efficacia variabile, a seconda della natura dell’antigene (i) e della quantità di sostanza antigenica somministrata.
Ad ogni modo, i meccanismi relativi alla diversità delle reazioni immunitarie sono complessi e a tutt’oggi non interamente noti ne' compresi. Esistono numerose teorie, la più accreditata delle quali è che la risposta degli anticorpi sia un segno di immunizzazione (acquisizione dell’immunità), ma NON e' cosi !.
L’immunità specifica rispetto ad una particolare affezione viene abitualmente considerata essere il risultato di due generi di attività: l’anticorpo umorale e la sensibilità cellulare.
La capacità di produrre anticorpi si sviluppa in parte in utero ed in parte, dopo la nascita, nel periodo neonatale. In entrambi i casi, la competenza immunologica — la capacità di rispondere immunologicamente ad uno stimolo antigenico — sembra aver origine dall’attività del timo.
Il timo inizialmente è costituito in gran parte da elementi cellulari primitivi che diventano periferici ai linfonodi ed alla milza.
Queste cellule danno origine a cellule linfoidi che hanno come esito lo sviluppo della competenza immunologica. Il timo può anche esercitare una seconda attività nella produzione di una sostanza simile ad un ormone che risulta essenziale per la maturazione di una competenza immunologica nelle cellule linfoidi, maturazione che avviene anche tramite il contatto delle cellule del timo all’interno del timo stesso.
La stimolazione dell’organismo da parte dell’antigene provoca una proliferazione di cellule della serie linfoide accompagnata dalla formazione di immunociti, e questo porta alla produzione di anticorpi. Determinati linfociti e, possibilmènte, cellule del reticolo possono essere trasformate in immunoblasti, che si sviluppano in linfociti immunologicamente attivi (“sensibilizzati”) e plasmociti (cellule del plasma). La formazione di anticorpi è legata alle cellule del plasma, mentre le reazioni di immunità cellulare sono principalmente linfocitiche.
Nessuna delle teorie relative alla formazione degli anticorpi comprende tutti i dati biologici e chimici ora disponibili; ad ogni modo, sono state prese in considerazione per esteso varie teorie principali.
La cosiddetta teoria istruttiva sostiene che l’antigene viene condotto nel locus di sintesi degli anticorpi ed ivi in qualche modo impone la sintesi degli anticorpi specifici con i luoghi reattivi che sono complementari all’antigene.
La teoria della selezione clonale, sviluppata da Bùrnett (1960), presuppone che le informazioni richieste per la sintesi degli anticorpi siano parte della genetica.
Mentre l’organismo sviluppa un’ampia gamma di doni di cellule necessarie a coprire tutti i fattori antigenici determinanti tramite una mutazione casuale nel corso dell’iniziale vita embrionale, quei doni che sono capaci di reagire agli antigeni dell’organismo (“sé”) ven­gono distrutti, lasciando soltanto quelle cellule che non sono orientate al sé (“non-sé”).
In base alla stimolazione da parte di un antigene estraneo, i doni delle cellule corrispondenti a quel particolare antigene estraneo vengono stimolate a proliferare ed a produrre gli anticorp
i.

Adiuvanti non sempre innocui e inseriti anche se il loro meccanismo è sconosciuto
«Nel 2009, Israeli et al., descrissero una nuova sindrome associata a diverse vaccinazioni ed una nuova sindrome indotta dagli adiuvanti contenuti nei vaccini. Questa sindrome comprende tutte le condizioni auto-reattive associate alla somministrazione dei vaccini anche se sono incluse in questo contesto pure le reazioni al silicone iniettato nell’organismo. La sindrome si definisce con l’acronimo ASIA. Questi poche notizie sono utile per comprendere che gli adiuvanti utilizzati nei vaccini non sono sempre innocui ed in rari casi sono anche dannosi. A ciò va aggiunto il fatto che chi li inserisce nei vaccini afferma di non sapere come gli adiuvanti funzionino. Quasi tutti i lavori scientifici internazionali sugli adiuvanti sono di parte e parecchi sono in aperta contraddizione con quanto si riesce a sapere dalla piccola parte della scienza che non è asservita al potere delle Multinazionali. Considerato che dobbiamo essere sintetici e dobbiamo confinare questa sommaria discussione alla vaccinazione anti-influenza, e che gli attuali vaccini della Novartis contengono l’adiuvante MF59; non mi resta che darvi qualche sintetica notizia. Nel 2011, un gruppo di ricercatori della Novartis affermava che la via che utilizza MF59 per esercitare il suo potere adiuvante è sconosciuta.

Nel 2010, Lucie Kalvodova, ha studiato gli effetti degli adiuvanti a base di emulsione olio-acqua contenenti squalene. In tutti i tipi cellulari studiati le goccioline dell’emulsione entravano nella cellula per un meccanismo di endocitosi. Questa assunzione da parte della cellula provocava un accumulo acuto di lipidi neutri sotto forma di goccioline lipidiche citoplasmatiche. L’accumulo realizzato comprendeva: lo squalene introdotto con l’adiuvante, gli esteri del colesterolo, i trigliceridi, gli acidi grassi ed i diacilgliceroli. Poiché molti lipidi sono molecole funzionali e l’accumulo lipidico in sede extra, rispetto ai tessuti adiposi, agisce da stimolo infiammatorio; risulta evidente che l’adiuvante ha modificato rapidamente il metabolismo lipidico nelle cellule bersaglio. Ciò per dire che l’adiuvante MF59 va per i fatti suoi e l’antigene fa lo stesso da un’altra parte.»

Il ruolo dei linfociti Th17
«Nel 2014, Gopal et al., hanno scoperto che i linfociti TH17 sono critici nel mediare l’immunità indotta da vaccino. L’interleukina essenzialmente prodotta da questi linfociti è l’IL-17 che è una potente sostanza pro-infiammatoria che media l’immunopatologia del danno polmonare dopo l’infezione influenzale nel topo. Niente panico, la Novartis sta sviluppando un’anticorpo monoclonale umano contro l’IL-17; e se loro lavorano sull’IL-17 significa che è importante e che noi abbiamo capito che una pregressa esposizione può rendere l’organismo del topo suscettibile al danno estensivo del polmone quando contrae l’influenza. Comunque, IL-17 induce l’espansione e l’accumulo di neutrofili e collega l’immunità innata con quella adattativa.»

Influenza, l'anziano sviluppa risposta chemokinica e citokinica
«Nell’influenza, in modo naturale, si sviluppa una risposta chemokinica e citokinica esuberante e questa è tanto più probabile quanto più il paziente è anziano e/o portatore di patologie. In questi soggetti, quando si ammalano di influenza, le citokine sono molto più alte rispetto ai giovani.
I ricercatori della Novartis hanno anche ipotizzato l’intervento della proteina adattatrice MyD88 per spiegare il meccanismo adiuvante dell’MF59 non dipendente dall’inflammasoma.
Li et al., nel 2012, hanno ipotizzato che l’epidemia influenzale del 2009 (suina) ha prodotto un danno polmonare fatale poiché si erano prodotti elevati livelli di IL-17. Naturalmente, non sono riuscito a trovare i lavori che dimostrano che il vaccino eleva i livelli di IL-17, ma questo non è un problema perché le interleukine IL-1β e IL-18, in sinergia con l’IL-23, possono promuovere la produzione di IL-17 stimolando i linfociti TH17 e quelli Tγδ. I linfociti TH17 ed i linfociti Tγδ sono attivati dalle citokine prodotte dalla caspasi-1 e sono importanti per le malattie autoimmuni. Per i Sali d’alluminio questa è la strada naturale; mentre per l’adiuvante MF59, anche se si mantiene il mistero, come si fa a non ipotizzare che si va a stimolare l’immunità innata, poi si possano schivare le citokine tipicamente rilasciate dagli elementi che la compongono? I linfociti TH17 sono elementi plastici potendo derivare dai TH1 e retro-convertirsi in TH1.»

Risposta al vaccino esagerata negli anziani con patologie associate
«La vaccinazione produrrebbe una risposta citokinica e chemokinica che non si è quantificata e tale risposta è, verosimilmente, più esagerata negli anziani e nei soggetti con patologie associate. Poi esiste il problema delle reiterate somministrazioni che possono aver allenato l’organismo a rispondere in modo esagerato ed inappropriato alla stimolazione antigenica.
Abbiamo il dato dei soldati coreani del 2012 che ci potrebbe aiutare e che ha dimostrato che la somministrazione del vaccino antiinfluenzale con l’adiuvante MF59 era associato con un’incidenza incrementata di eventi avversi locali e sistemici dopo la vaccinazione, anche se erano di media gravità e transitori.»

Il Dr Giannotta conclude il suo viaggio scientifico affrontando nello specifico i vaccini FLUAD e Agrippal che tuttora sotto inchiesta della magistratura: «Nelle schede tecniche del FLUAD ed dell’AGRIPPAL della Novartis si legge: “In seguito alla vaccinazione influenzale sono stati osservati risultati falsi positivi nei test sierologici utilizzati per identificare anticorpi verso l’HIV-1, l’epatite C e soprattutto l’HTLV-1 mediante il metodo ELISA. La tecnica Western Blot consente di identificare i risultati ELISA falsi positivi. Queste reazioni false positive transitorie potrebbero essere dovute alle IgM di risposta al vaccino”….vista la serietà della cosa, vi risparmio l’aneddoto finale.»

E la domanda sorge spontanea, se è un dato oggettivo che il vaccino antinfluenzale non è mai totalmente efficace poiché il virus su cui si basa la produzione arriva mutato, perché si deve spendere un tesoro immenso che va anche nelle tasche anche dei medici che consigliano la vaccinazione? L'Osservatore d'Italia in una piccola inchiesta è andata a sbirciare come la Regione Lazio attribuisce un finanziamento pari ad un incentivo ai medici che dimostrano con dei report le vaccinazioni effettuate, che è il risultato di queste combinazioni:

A) € 4,50 per ogni soggetto di eta ³ 65 anni al 31/12/2014, vaccinato direttamente dal medico ed eccedente il numero di soggetti vaccinati necessario per raggiungere l’obiettivo di copertura del 65% nella propria popolazione assistita appartenente a detta fascia di eta;
B) € 6,50 per ogni soggetto di eta ³ 65 anni al 31/12/2014, vaccinato direttamente dal medico ed eccedente il numero di soggetti vaccinati necessario per raggiungere l’obiettivo di copertura del 70% nella propria popolazione assistita appartenente a detta fascia di età;
C) € 8,50 per ogni soggetto di eta ³ 65 anni al 31/12/2014, vaccinato direttamente dal medico ed eccedente il numero di soggetti vaccinati necessario per raggiungere l’obiettivo di copertura del 75% nella propria popolazione assistita appartenente a detta fascia di età.
Tratto da: informasalus.it

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Uno studio scientifico mostra che il vaccino quadrivalente per il papilloma virus può causare vasculopatia autoimmuni fatali (ovvero mortali).

Lo studio realizzato dai due medici canadesi Lucija Tomljenovic e Cristopher A. Shaw si intitola "Morte dopo il vaccino contro il papilloma virus, c'è una relazione causale o è una coincidenza ? " e si può leggere (in inglese) al seguente link
http://sanevax.org/wp-content/uploads/2012/10/Tomljenovic-Shaw-Gardasil-Causal-Coincidental-2167-7689-S12-001.pdf.
Le conclusioni dell'articolo non sono per niente ambigue: il vaccino in questione può innescare una reazione autoimmune che può essere talora mortale. Le conclusioni sono motivate dal fatto che molte delle reazioni avverse a tale vaccino finora registrate corrispondono a sintomi di vasculopatia cerebrale.
Studi come questo ovviamente mettono in un angolo tutti i ministeri della sanità che negano continuamente ogni correlazione tra le morti ed i vaccini.

 

VACCINI OMICIDIO di MASSA
 

La Merck ammette l'inoculazione del virus del cancro - La divisione vaccini della farmaceutica Merck, ammette l'inoculazione del virus del cancro per mezzo dei vaccini.
 La sconvolgente intervista censurata, condotta dallo studioso di storia medica Edward Shorter per la televisione pubblica di Boston WGBH e la Blackwell Science, è stata tagliata dal libro "The Health Century" a causa dei sui contenuti - l'ammissione che la Merck ha tradizionalmente iniettato il virus (SV40 ed altri) nella popolazione di tutto il mondo.
 Questo filmato contenuto nel documentario "In Lies We Trust: The CIA, Hollywood & Bioterrorism", prodotto e creato liberamente dalle associazioni di tutela dei consumatori e dall'esperto di salute pubblica, Dr. Leonard Horowitz, caratterizza l'intervista ald uno dei maggiori esperti di vaccini del mondo, il Dott. Maurice Hilleman, che spiega perché la Merck ha diffuso l'AIDS, la leucemia e altre orribili piaghe nel mondo : http://www.youtube.com/watch?v=edikv0zbAlU


Nei vaccini venduti al terzo mondo si é scoperto che molti di questi contenevano l'ormone B-hCG un anti fertile se immesso in un vaccino.
La corte Suprema delle Filippine ha scoperto che oltre 3 milioni di ragazze e donne hanno assunto questi vaccini contaminati, cosí come in Nigeria, Tailandia ecc...
Per chi non abbia ancora visto questi video-documenti scioccanti:
http://uk.youtube.com/watch?v=edikv0zbAlU
http://it.youtube.com/watch?v=wg-52mHIjhs&feature=related
Sembrerebbe che oltre al profitto a tutti i costi, ci sia dietro qualcosa d'altro....impedire alle donne dei paesi del terzo mondo... di avere figli....

video del dott. Massimo Montinari a Don Chisciotte  - Ott. 2012

TROVATO il meccanismo di azione delle tossine dei VACCINI anche sul cervello  !
ANSA, Roma, 22 Mar. 2009 - Esiste un passaggio segreto che permette alle cellule immunitarie di penetrare nel cervello e di aprire la strada ad una seconda ondata di cellule pericolose, capaci di scatenare malattie autoimmunitarie, come la sclerosi multipla, nelle quali il sistema immunitario aggredisce l’organismo al quale appartiene.
La scoperta della nuova porta, pubblicata sulla rivista Nature Immunology, potrebbe portare in futuro a nuove armi per contro la sclerosi multipla, "ma non solo: lo stesso meccanismo potrebbe essere coinvolto in altre malattie autoimmuni", osserva la coordinatrice della ricerca, l’italiana Federica Sallusto, dell’Istituto svizzero per la Ricerca in Biomedicina (Irb) di Bellinzona, diretto da Antonio Lanzavecchia.
Oltre che con Lanzavecchia, il lavoro è stato condotto in collaborazione con Andrea Reboldi, dell’Irb, e da Antonio Uccelli, dell’università di Genova. Il passaggio segreto che permette di entrare nel cervello alle cellule apripista è il plesso coroideo, una vera e propria matassa di vasi sanguigni nella quale viene prodotto il liquido spinale. È una via d’ingresso alternativa a quella che da tempo è considerata il «portone principale», ossia la barriera emato-encefalica.
Che ci fosse un’altra entrata era noto, spiegano i ricercatori, ma questa era considerata una sorta di "porta di servizio", di importanza secondaria. Adesso, osserva Lanzavecchia, "conosciamo la funzione di questa porta segreta e si può pensare a future strategie terapeutiche in grado di bloccare questo ingresso".

Nei Vaccini, un nuovo vettore per aumentare le reazioni del sistema immunitario - Set. 2009
Per gli scienziati della Oregon State University, si potranno realizzare nuovi vaccini con nanoparticelle derivanti dalla lecitina di soia. Le sostanze vaccinali,  chiamate coadiuvanti, non sono degli immunogeni di per sé, e vengono inseriti per tentare di aumentare la reazione immunitaria di un vaccino e che molte volte divengono abnormi generando reazioni allergiche e malattie autoimmuni ed anche immunodepressioni e quelle delle sostanze che contiene il vaccino.
I
l problema, tuttavia, è che al momento attuale sono due le sostanze adiuvanti approvate per l'uso umano a causa della preoccupazione per la loro grave tossicità.
Sono l'idrossido di alluminio o l'allume che si trovano comunemente i vaccini come quello per l'epatite B e il tetano.
Lo studio è stato condotto finora sui topi e ha mostrato che il nuovo adiuvante – preparato con nanoparticelle derivate dalla lecitina di soia – ha favorito ed indotto una reazione immunitaria 6 volte più forte che non quando si utilizza, per esempio, l'allume.
Commento NdR: benissimo....cosi' si aumentano le possibilita' di ammalarsi di malattie indotte con questi nuovi vaccini....Big Pharma ringrazia...

Vedi Contaminanti dei Vaccini

Altri ricercatori hanno dimostrato che esistono almeno quattro differenti antigeni formati dai discendenti di una singola cellula donata. In base a tale meccanismo, le informazioni per la sintesi degli anticorpi sono contenute nel materiale genetico di ciascuna cellula (DNA) ma normalmente represse. L’antigene quindi assume il ruolo di un derepressore e avvia (provoca) la sintesi del RNA per un particolare messaggero, avendo come esito la corrispondente produzione di anticorpi. L’antigene istruirebbe la capacità geneticamente predisposta di cellule totipotenti su quali anticorpi produrre e potrebbe anche ordinare alle cellule di proliferare, dando origine a doni di cellule appropriatamente istruite.
Esistono due possibili meccanismi per l’eliminazione degli anticorpi contro il sé: la insensibilità immunologica e la paralisi immunologica. Vi sono diversi stati di insensibilità immunologica: uno è illustrato dall’esposizione di un feto o di un neonato ad un antigene prima dello sviluppo della sua capacità di riconoscere l’antigene come non-sé (incompetenza immunologica). La paralisi inimunologica deriva dall’iniezione di una assai elevata quantità di antigene in individui immunologicamente competenti; è ben nota, inoltre, la soppressione immunologica non specifica da parte di cortisone, ACTH, ipriti di azoto e irradiazione.
La sensibilità cellulare, nota anche come ipersensibilità cellulare o ritardata, dipende dallo sviluppo di linfociti immunologicamente reattivi o “sensibili” e, possibilmente, di altre cellule che reagiscono con l’antigene corrispondente per dare una tipica reazione di tipo ritardato dopo un periodo di svariate ore, giorni o persino settimane.
L’ipersensibilità cellulare dipende dall’originaria stimolazione anti-.L genica e da un periodo latente, ed è specifica nella sua risposta. L’ipersensibilità di tipo ritardato è caratteristica della risposta dell’organismo a 
vari agenti infettivi quali virus, batteri, funghi, spirochete e parassiti; essa è inoltre caratteristica della risposta dell’organismo a varie sostanze chimiche quali mercurio, endotossine, antibiotici, farmaci vari e molte altre sostanze estranee all’organismo stesso.
L’induzione di una reazione di ipersensibilità richiede la presenza nei tessuti dell’intero organismo o di determinati derivati di esso, oltre allo specifico antigene quale un lipide, oltre alla proteina del bacillo della tubercolosi. 
La sensibilizzazione ad una sostanza non-infettiva deve essere mediata attraverso la pelle o le membrane mucose che probabilmente forniscono ulteriori co-fattori necessari.
Una reazione di ipersensibilità ritardata può essere incrementata sperimentalmente tramite l’utilizzo dell’antigene in un coadiuvante di olio minerale con Mycobacterium tubercolosis aggiunto, oppure tramite l’iniezione dell’antigene direttamente nei vasi linfatici. 
La risposta di ipersensibilità ritardata è accompagnata da infiammazione leggera o grave, che può provocare danni cellulari e necrosi. La risposta infiammatoria che si verifica nell’ipersensibilità di tipo ritardato può non risultare protettiva e, in molti casi, può persino essere nociva (ad esempio, il rigetto .in caso di trapianti è direttamente collegato all’ipersensibilità ritardata).


Continua in: Pag. 2Pag. 3Pag. 4Pag. 5

Commento NdR: questi studi dimostrano e confermano cio' che insegniamo da decenni e cioe' che i Vaccini producono nei soggetti sottoposti a quelle infauste pratiche in-sanitarie, spacciate per tecniche preventive, Malnutrizione con perdita di fattori vitali essenziali alla vita sana, alterazione e perdita di: enzimi, flora batterica autoctona, vitamine, minerali, proteine vitali), oltre alle mutazioni genetiche occulte, immunodepressioni, intossicazioni, infiammazioni e contaminazioni da virus e/o batteri pericolosi che nel tempo possono produrre malattie le piu' disparate ! - vedi: Contenuto dei vaccini

 Pag. 6  -  Pag. 7  -  Pag. 8  -  Pag. 9  -  Pag. 10  -  Pag 11  -  Pag. 12  -  Pag. 13  - Pag 14  - Pag 15  -
 Pag. 16  -  Pag. 17  -  Pag. 18  -  Pag.19  -  Pag. 20  -  Pag. 21

vedi anche Dati ISTAT sui Vaccini