Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


PANE INTEGRALE 

vedi Pane Integrale fermentato
 

Ricetta per preparare un buon pane Azzimo e/o fermentato.

Pane azzimo: 100 gr. di farina bianca integrale di grano + 100 gr di farina integrale di farro; 1 pizzico di sale + 1 cucchiaio di olio di oliva extra vergine; impastare con acqua per rendere l'impasto sodo; far riposare per 1/2 ora sotto una ciotola di vetro; stendere a ciambelle sottili ed inserire in pentola bassa antiaderente e cuocere fino a cottura come se fosse una crèpe. 
Pane Fermentato:
Per Kg. 1,3 di farina integrale, macinata a pietra, usare: 1/2 bicchiere di olio extra vergine di oliva; 1 cucchiaio da minestra colmo di sale marino integrale fino; 1 quadratino di lievito di birra, da sciogliere in acqua tiepida.
Ponete la farina a fontana su di una spianatoia e versate al centro il sale, l’olio, il lievito sciolto; unite altra acqua tiepida, quanto basta per ottenere una pasta morbida ed elastica; lavoratela energicamente con ritmo rapido ed ininterrotto per 10 minuti, ricordando che non deve mai raffreddarsi, altrimenti la lievitazione sarà compromessa.
Trascorso questo tempo, formate una palla ed avvolgetela in un telo spruzzato di farina all’interno; coprite il tutto con un panno di lana e lasciate lievitare da 3 a 9 ore in un posto senza corrente d’aria. A questo punto date alla palla la forma che desiderate; ponete la pasta su di una teglia, preventivamente oleata con poco olio oppure su di una teglia con il fondo ondulato. Introducete nel forno già caldo a 250 gradi e mantenete quella temperatura per 20 minuti circa, dopo di che diminuite a 120 gradi fino a cottura ultimata.
Devono trascorrere complessivamente circa 45 minuti.
Ricordate che consumare il pane appena sfornato, può produrre forti fermentazioni intestinali, meglio consumarlo raffermo e riscaldato.
Spesso il pane integrale si dimostra eccellente nei casi di anemia, aumenta la resistenza fisica e produce sangue di buona qualità. Il pane fatto con farina macinata di fresco, non raffinata è ricco di vitamine ed in particolare della B, di proteine e di sali minerali; in breve è sufficientemente ricco in modo da soddisfare tutti i bisogni nutrizionali dell’uomo medio.
Per essere sicuri che il vostro pane sia di prima qualità, macinatevi da soli la farina o compratela fresca presso un negozio di fiducia. La farina fresca di frumento è una base eccellente per fare il pane.
Quanto più finemente è macinata, tanto è più facile digerire il pane. Buona norma sarà quella di passare al setaccio la farina per dividere la crusca dalla farina vera e propria indi macinare più finemente la crusca e riadditivarla alla farina.
Per ricavare il massimo beneficio dal pane che mangiate, masticatelo molto e bene insalivandolo il più possibile.
Esistono varie qualità di pane, ciascuna adatta per un clima specifico o per il carattere personale.
Non ci vuole molto per variare le qualità del pane; aumentando o diminuendo le quantità di uno degli ingredienti; usando farine di qualità diverse mescolate fra di loro si ottiene un pane con sapore più ricco e con consistenze diverse.
Per ottenere il meglio dall’impasto, occorre lavorarlo per più tempo e magari con un cucchiaino di legno anziché con le mani. Il pane fatto con la farina integrale inacidita è più sano perché contiene molti enzimi che aiutano la digestione degli amidi.
Ricordiamo comunque che il pane deve essere consumato in piccole quantità nell’ambito del pasto in quanto noi mangiamo molto companatico oppure va consumato da solo.


Pane al Grano saraceno si puo' fare impastandolo con un poco di farina di grano integrale, per amalgamarne la farina:
Il Grano Saraceno vittima con l'apartheid sul cibo - 2017
Pilastro della dieta dei contadini europei nel Medioevo, ma essenziale per la prima guerra mondiale dagli Stati Uniti alla Russia, il grano saraceno, praticamente non serve per fare frittelle, e ancora molto altro, persino il pane !
Questo cibo/alimento ha sofferto un apartheid ingiusto e radicale in favore del falso cugino: grano bianco, chiamato anche "grano" o "grano duro". A meno che tu non sia Bretone, caro lettore, hai mangiato grano saraceno nei pancake negli ultimi sei mesi ? Condannato all'oblio !....E' stato stimato nel 1970 e 1980 che la scomparsa di grano saraceno non aveva in fondo importanza.
Che importa se la gente preferisce grano tenero !
Questo grano dà una farina molto bianca, con la quale si sono fatte baguette, croissant, panini croccanti !
La gente ha molti "giustificazioni" per non mangiare il "grano saraceno" terribile e primitivo, a buon mercato !
Così abbiamo lasciato che il grano saraceno scomparisse dai nostri campi, le nostre mensole e i nostri piatti senza farci nessuna domanda. La produzione è diminuita da 400 000 tonnellate a 20.000 tonnellate tra il 1918 e il 1964 negli Stati Uniti, un calo del 95%. Ed è stato solo dopo diversi decenni abbiamo capito perché i nostri antenati coltivati e consumavano il grano saraceno, al posto del grano. I benefici avrebbero dovuto saltare fuori. Ma non abbiamo visto nulla !
Il Grano saraceno, le fonti di autentica agricoltura biologica
Le virtù di grano saraceno diventano evidenti non appena si seminano:
il Grano saraceno ha la proprietà di "aprire" il terreno e tenerlo pulito di erbacce. Le pianure agricole infinite di Russia e in particolare gli Stati Uniti sono stati liquidati senza Round-Up, ma con i semi di grano saraceno, i primi coloni americani avevano avuto cura di portare con sé, cio' che ha salvato le loro vite.
Il Grano saraceno arricchisce naturalmente il terreno con fosfato. Questo impedisce lo scarico e l'utilizzo di fertilizzanti chimici con il rischio di avvelenamento fiumi e delle acque sotterranee. Questo è ciò che gli ha permesso di crescere e svilupparsi, in milioni di chilometri quadrati di terra arida: nelle steppe della Russia, Cina, Kazakistan, e nelle zone di montagna, dove i cereali non crescono, Abbiamo coltivazioni di grano saraceno (che botanicamente non è un grano, ma uno pseudo-cereali come la quinoa e l'amaranto).
I nostri "agricoltori biologici" moderni scoprono un altro motivo per la popolarità del grano saraceno antico: riduce le popolazioni di V. dahliae, un batterio che rompe la resa e la qualità delle patate. Il Grano saraceno evita pertanto moderni trattamenti, contro questa parassitosi, verticillosi, che sono inefficienti ed altamente inquinanti.
Abbiamo finalmente capito perché i nostri nonni, che praticavano la rotazione delle colture, che seminavano grano saraceno prima di piantare le patate l'anno successivo !
Infine, il grano saraceno attrae gli impollinatori ed alimenta fauna selvatica: è il garante di una sana biodiversità nelle campagne.
Le api lo amano e lo rendono uno dei migliori mieli che sono di colore scuro e molto gustoso. Forse è questo il motivo per cui il grano saraceno non era solo popolare in Occidente.
Le persone di origine asiatica lo amano, perché è con lui che produce i deliziosi spaghetti giapponesi chiamati soba, anche molto popolare in Corea. Nei paesi himalayani, c'è una sorta di porridge (farinata).
In Europa orientale e in Russia, abbiamo fatto la Kasha: chicchi decorticati e torrefatti. Anche dal punto nutrizionale e di vista culinario, il grano saraceno è molto più interessante del grano. Ha un ricco sapore di nocciola. Non contiene glutine.
Può essere consumato da persone affette da celiachia (intolleranza al glutine), per tutti i pazienti ipersensibili o che cercano di ridurre il livello di infiammazione.
Le Virtù del grano saraceno nella salute sono innumerevoli: sostituire la vostra farina di frumento con farina di grano saraceno e si perde peso perché il grano saraceno sazia più velocemente.
Esso contiene fibra più solubile e quindi ha un effetto benefico sugli intestini. Il grano saraceno è molto più digeribile del grano.
Le persone che mangiano grano saraceno al posto del grano hanno anche un minor numero di problemi di peso, meno il diabete, e meno cancro. Molti studi hanno cercato di determinare perché.
Tuttavia, sembra esserci una sinergia tra i vari componenti di grano saraceno che spiegano questo: il grano saraceno contiene molti minerali (come magnesio, 200 mg per 100 g di grano saraceno solo, ma anche fosforo, manganese, zinco), vitamine del gruppo B, e molti antiossidanti. Contiene due a dodici volte più fenoli, antiossidanti del frumento, orzo, segale e avena, ed è ricco di flavonoidi, derivati di catechina ed epicatechina (antitumorale).
L'industria farmaceutica ha estratto dai fiori e foglie del grano saraceno, vari antiossidanti, tra cui rutina, quercetina e proanthocyanes. Pochissime persone sanno, che la farina di grano saraceno è molto più fragile di altre.
Può essere refrigerato o meglio nel congelatore.
Ricette, ci sono molte ricette per frittelle o frittelle di grano saraceno. In Gran Bretagna, si sta lottando per se parlare di "pancake" o "torta", e sono in corso discussioni circa la ricetta: deve miscelare solo la farina con acqua e sale o possiamo, senza tradire, aggiungere le uova e l'olio ?
Nel resto della Francia, e' normale l'uso di farina di grano saraceno mista alle patate, cipolle, uova e latte. In Belgio, "Bouquettes Liège" ci sono frittelle che sono mescolate con farina di grano saraceno e avena, in modo uniforme con le uova, l'olio, il brandy, lievito e, naturalmente, il birra per bagnare e uvetta. Sono serviti con marmellata.
In India, chapati sono grandi frittelle di grano saraceno. In Canada, una delle specialità è la "ploye" che è, anche, una grande frittella. Ma sarebbe un peccato fermarsi lì.
Ci sono una serie di tagliatelle cinese, coreano, giapponese con grano saraceno e anche italiane: i pizzoccheri.
Grano saraceno, infine, e' un peccato non mangiare quel pasto: come ho spiegato sopra, si mangia in tutta l'Europa orientale come cereali integrali chiamati "Kasha". Entra nelle polpette in preparati, con foglie di cavolo e riccioli di tutti i tipi e come base per le insalate. Consiglio vivamente di esplorare la tradizione culinaria, che è stato per secoli il pilastro della nostra dieta. E 'anche una questione di recuperare le antiche salubre tradizioni culinarie !
Tratto da: Sante Nature Innovation - santenutrition@sante-nature-innovation.fr