"I medicinali, per tutto il periodo in cui sono in commercio, sono oggetto di attenzione da parte dell’Agenzia del Farmaco che verifica la correttezza delle modalità di produzione, ne quantifica il consumo da parte dei cittadini, presta attenzione alla eventuale comparsa di reazioni avverse, valuta i risultati di nuove ricerche che dimostrino cambiamenti nel rapporto tra rischio e beneficio nell’uso di farmaci.
Queste attività consentono all’AIFA di assumere le decisioni e i provvedimenti necessari per assicurare la qualità, la sicurezza e l’efficacia dei farmaci in commercio nel nostro Paese.

Riflessione: si evidenzia qui e si confessa che l'AIFA NON effettua nessun controllo, analisi sui prodotti (farmaci e vaccini) in commercio, si fida solo delle carte, fornite dai produttori, al massimo si reca nelle aziende di produzione per verificare le "modalita' di produzione".
Sarebbe interessante sapere in questi ultimi 5 anni quante volte l'ente (AIFA) e' andato nei laboratori di produzione dei vaccini a verificare le "modalita' di produzione"...?

Domanda:
ma tutti questi "enti a tutela" che  che ci stanno a fare, se nei FATTI guardano solo le "carte", i documenti ricevuti dai Produttori dei vaccini, (leggasi Big Pharma) se sono burocraticamente in ordine.....ma i VERI controlli sono assenti !