Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


SOVRANITA' INDIVIDUALE - 1  
(Ritorna SOVRANO e non essere piu' suddito del
$ist€ma imperante mondiale =
TRUST schiavista = 666, la Bestia)
Come USCIRE da MATRIX
Se ti senti schiavo e vuoi liberarti dalla schiavitu' del sistema attuale imperante,
puoi farlo
SUBITO decidendo di affermarti (ritornare) come Ente od Essenza (IO SONO) Incarnata (Persona fisica) e quindi Uomo Sovrano...
...notificando alle autorita' di questo
INIQUO $ixT€ma =
Matrix, la tua Dichiarazione di Sovranita' Individuale e la Legale Rappresentanza della FINZIONE GIURIDICA,
in queste pagine indicate e sottrai i tuoi figli allo stato ribadendo con il Certificato di Esistenza in Vita, che sei operativo al di fuori dai debiti  !
Leggi con attenzione queste pagine, rifletti e decidi di cosa vuoi fare di Te Stesso !
Vedi: l'UOMO DI PAGLIA: https://www.youtube.com/watch?v=RXFrBDI_DEw
Per capire i grandi inganni: https://docs.google.com/file/d/0B1zHVL1aFF3jTENMb1p3TThpNkU/edit?pli=1
http://ilnuovorinascimentoitaliano.blogspot.it/search/label/progetto gaia
NOTIFICHE, importanti ed utili, oltre che aggiornate, le trovi QUI:
https://www.facebook.com/groups/1378538525749659/1427204277549750/?notif_t=group_activity

 

PREMESSA ESSENZIALE - vedi: Chi siamo
Continua
in:
Sovranita' Individuale - 2 + Sovranita' Individuale - 3  + Sovranita' Individuale - 4

Qui in queste pagine si parla di come, servendosi delle stesse LEGGI di STATO (il $ixT€ma), mettere in condizioni l'Essere Umano di recuperare il suo stato Naturale di Ente immortale, cioe’ Essere = Essenza Infinita, incarnato in un corpo fisico dotato di carne, ossa, sangue e Spirito e mEnte personalizzato, dotato anche e non solo di Libero Arbitrio, nascostogli e sottrattogli con un "tentativo di estorsione", effettuato alla nascita con l'inganno (si chiama FINZIONE GIURIDICA), da parte dello stato ove si nasce, dal quale comunque si puo’ uscire seguendo le indicazioni che trovate anche in queste pagine.
Noi nasciamo Liberi come gli animali, e NESSUNO dico NESSUNO puo' avanzare pretese e/o diritti sull’Essere incarnato e la Liberta’, che e’ diritto sacro e santo, e’ legata al bene dell’Essere (Benessere=Salute) ed a quello degli Esseri viventi sul pianeta Terra ed in particolare al livello Umano.
Solo avendo queste consapevolezze, possiamo caricare della giusta energia e con le giuste Parole, i Documenti adatti (trovate le bozze in queste pagine) che ci faranno recuperare la nostra piena Liberta’ e Benessere fisico ed economico, vivendo in Onore per la durata della sua "mission" sulla Terra.
La società umana libera, cioe' Sovrana, fonda la sua Libertà sulla Conoscenza e la Consapevolezza di ogni individuo che forma la collettivita’.
Ormai il tempo e’ maturo e la consapevolezza su questi temi aumenta ogni giorno in modo esponenziale negli Umani ed il
$ixT€ma sta iniziando a comprendere che la Coscienza individuale e collettiva si sta risvegliando e che ha poco tempo per sopravvivere, perche’ il "conto alla rovescia" per la sua trasformazione totale e completa nella Legge dell'AmOr, e’ gia iniziato !
By Jean Paul della discendenza Vanoli - Sovrano proclamato e dichiarato per iscritto, al
$ixT€ma.

Ricorda cara ESSENZA IMMORTALE Incarnata (
...un atto di personificazione, come l'assunzione di una forma umana da parte di un essere spirituale, divino) che:
Il Sovrano e' l'Io Sono, che risiede (residenza) sempre ed esclusivamente nel suo corpo per tutta la sua vita terrestre, per uno scopo preciso. Quando necessita, con il suo corpo, puo' avere un domicilio in un bene suo o di terzi...ma il domicilio NON e' la residenza ! infatti la parola Domicilio ha nel suo etimo la radice "dom" = casa e deriva dal latino domus = casa - vedi: http://www.etimo.it/?term=domicilio
Significato della parola Residenza = stare dentro un qualcosa, in modo abituale e non sporadico = cioe’ il proprio corpo, infatti esso e’ l’involucro ove l’Io Sono rimane, risiede, in ogni istante e per tutta la sua vita terrestre !
Al contrario il Domicilio e' un luogo ove l'Io Sono, con il suo corpo, puo' andare di tanto in tanto e puo' variare poco o tanto, come luogo, nella propria vita terrestre....
Il $i$t€ma finanziario, religioso e politico, utilizza scientemente
 termini impropri, proprio per impedire che gli Esseri Viventi, cioe’ le Essenze Incarnate che non conoscono chi sono, credano con quelle parole utilizzate razionalmente in modo improprio, che essi sono “mortali”…. Questi, per ora "padroni del mondo", sono dei veri e propri CRIMINALI !


Care ESSENZE INCARNATE
Come possono obbligare un Essere umano ad attenersi alle "loro leggi" ? (quelle del $ixT€ma).
Pensaci bene come possono ordinare ad un Essere umano di fare questo o quello ? ....solo un "padrone" (colui che ha la proprieta' su qualcuno o qualcosa) può ordinare, ma se esiste un padrone esiste uno schiavo e questo non lo potevano fare alla luce del sole.
Il $ixT€ma riesce a rubare, gestire e governare la tua obbligazione (la tua FINZIONE GIURIDICA = il tuo NOME e COGNOME, scritto in MAIUSCOLO, nel certificato di nascita e nella carta di identita'), ma quello non sei tu !... e' un'azienda di proprieta' dello stato (agenzie delle entrate cosi come lo stato Repubblic of Italy sono aziende private)...sulla quale emettono dei titoli finanziari (Bond=Titoli finanziari)
Ma nei fatti, Ti hanno fatto credere di essere quel NOME e COGNOME (scritto sul pezzo di carta e quindi sei il loro "uomo di paglia"), il loro gioco è stato quello di far identificare l'Essere umano in questa obbligazione-FINZIONE GIURIDICA = azienda, attraverso manipolazioni millenarie fino ad oggi. - vedi: l'uomo di paglia

definizione di: FINZIONE GIURIDICA
https://drive.google.com/file/d/0B1zHVL1aFF3jNG14REhnajdZN00/view
Vedi: l'UOMO DI PAGLIA: https://www.youtube.com/watch?v=RXFrBDI_DEw

Inconsciamente, oggi diventi quel “pezzo di carta”, il loro "
uomo di paglia" con la firma da parte dei tuoi genitori del certificato di nascita e vieni gestito da "loro", attraverso le loro regole commerciali e finanziarie e tu, attraverso lavaggi di testa che partono sin prima della tua nascita, quando cresci ti trovi confuso, perduto e rendendoti schiavo, fino a quando non ti "risvegli" e ti rendi consapevolmente del tuo stato e della tua Vera Identita'.
La tua UNICA e VERA identità di Divina Essenza Incarnata viene, da QUESTO SISTEMA MAFIOSO CRIMINALE, completamente annullata, diventando uno schiavo accondiscendente (per loro) una merce assoggettata al diritto marittimo, merce che con il tempo diventerà deperibile, e per appropriarsi e gestire per conto loro (i Banchieri che controllano il mondo) la tua obbligazione, i tuoi bond, emessi dalla tua nascita fino alla tua morte, lo fanno in quanto per "loro" sei disperso o muori a 7 anni e, se non compili e registri, al posto del cosiddetto, "certificato di nascita" (che legalmente si chiama: FINZIONE GIURIDICA = UOMO DI PAGLIA), il tuo VERO documento di "Dichiarazione di ESISTENZA in Vita" (vedi sotto, piu' in la', per la bozza), rimani per "loro" disperso e/o morto fino alla tua vera morte e quindi i tuoi soldi, emessi a nome tuo ed a tua insaputa, rimangono a loro e se li gestiscono alla faccia tua... !
Tu sei un valore che è immenso, un valore enorme, e sono riusciti con il loro "incantesimo" ad imprigionarti in un "pezzo di carta" straccia ed a portarti via anche tutto il tuo valore  finanziario che e' grandissimo.....
Ora sta a te scegliere, cosa fare: fare l'uomo di paglia, schiavo od il Sovrano libero dal $isT€ma e per di piu' anche ricco ?
Con amore By Raffaele Gavuglio –Tratto da Facebook.com, con ampliamenti e precisazioni del redattore di questa pagina

vedi: Finanza indice

Negli scritti qui sotto e nelle pagine susseguenti collegate troverete TUTTE le PROVE della SCHIAVITU' nella quale ci hanno introdotto, con l'
UOMO DI PAGLIA i prePotenti del mondo a nostra insaputa e "legalmente"......fin dalla nostra nascita sul pianeta Terra.
Ma qui vi offriamo
 gratuitamente, anche il mezzo per poter uscire dalla schiavitu' in modo LEGALE e come proteggere da questi CRIMINALI, voi, la vostra famiglia, i vostri beni, il vostro denaro, ecc...... !

La SOVRANITA': avv. Della Luna

L'UNICO POPOLO UMANO della TERRA - We, the People - Noi, il Popolo
-
Niente e nessuno é al di sopra di Noi, solo il Principio Universale
- Noi siamo la Nazione Sovrana. Essa non esiste senza il Popolo. Il Popolo è la sua Anima Vivente.
- Non esiste gerarchia, esistono Diritti equanimi e Volontà comune.
- Esistono Etica e Buonsenso come viatico alla Convivenza.
- Esiste il Rispetto come regola dei rapporti sociali.
- Esiste l'Onore come espressione della Garanzia.
- Esiste la Condivisione costante come esercizio della Compassione e della Solidarietà.
- Esiste la Dignità come equazione e misura del Vivere
- Non esiste il Debito, esiste il Credito attribuito per Diritto di Nascita.
- Esiste la Gioia come manifestazione dell'Energia.
- Esiste il Lavoro come dimensione del Talento.
- Esiste la Passione come motore verso l'obiettivo comune.
- Esiste la Riconoscenza per la Madre Terra e la sua Tutela in forma di tributo costante.
- Esiste l'Amore, forza primaria che crea, lega e rende eterna questa Costituzione.
- La Nazione Sovrana è un TRUST, un perfetto accordo d'onore inscindibile. Un'entità non metafisica, una Persona in nome collettivo, senza FINZIONE GIURIDICA, Una "Charta", un patto d'onore.
- Ogni Uomo e Donna Liberi e Sovrani sono la firma energetica e vivente in calce a questa Costituzione.
Sono Trust individuali che aderiscono all'Intento comune.
- L'Armonia e la Prosperità sono figli naturali di questa Nazione.
- La Volontà e l'Agire comune sono l'atto di fecondazione.

Il mio desiderio espresso, è che questo si compia ORA.....
By Valeria Gentili - vedi:
Il PARADIGMA dell'UOMO LIBERO ! - vedi: Manuale dei Diritti dell'Uomo - PDF dal sito Senato.it

AUTODETERMINAZIONE dei POPOLI
 - vedi Legge Italiana, n° 881 del 1977, per la ratifica e sottoscrizione degli accordi internazionali. Essa e' utile per far vedere e certificare a coloro che lavorano nell'amministrazione statale, che tutte le Leggi ed accordi Internazionali, sono stati accettati e debbono essere eseguiti anche dall'Italia, per gli italiani.
Ratifica ed esecuzione del patto internazionale relativo ai diritti economici, sociali e culturali, nonche' del patto internazionale relativo ai diritti civili e politici, con protocollo facoltativo, adottati e aperti alla firma a New York rispettivamente il 16 e il 19 dicembre 1966. (GU n.333 del 7-12-1977 - Suppl. Ordinario )

PRINCIPIO di AUTODETERMINAZIONE dei POPOLI
Detto principio è stato accettato e inscritto nell'articolo 1.2 della Carta dell'Organizzazione delle Nazioni Unite (firmata a San Francisco il 26 giugno 1945 ed entrata in vigore il 24 ottobre 1945), e dispone che uno degli scopi dell'Organizzazione è sviluppare tra le nazioni relazioni amichevoli fondate sul rispetto del principio dell'eguaglianza dei diritti dei popoli e del loro diritto dell'autodeterminazione.  
Detto principio attiene ai soggetti internazionali, quali i Movimenti di Liberazione Nazionale, e quindi al loro assetto e alla loro legittimazione giuridica sul piano internazionale.  

Viene riconosciuto a tre categorie di popoli:
1) ai popoli soggetti a potenza coloniale (estesa poi ai casi di cd neocolonialismo)
2) ai popoli soggetti a dominio straniero
3) ai popoli soggetti a regime razzista, ovvero che attua una discriminazione razziale.
Il diritto all'autodeterminazione è un diritto erga omnes, che quindi si può far valere nei confronti di tutti gli altri stati.  

Gli effetti pratici del principio sono che: gli stati oppressori hanno l'obbligo di consentire l'esercizio del diritto all'autodeterminazione, e non devono far ricorso all'uso della forza per negare tale diritto; i popoli hanno un pieno diritto riconosciuto all'autodeterminazione nei confronti dello stato oppressore; gli stati terzi devono sostenere i popoli in lotta per l'autodeterminazione in qualsiasi forma e astenersi dall'aiutare lo stato oppressore.
Il principio di autodeterminazione dei popoli ha definitivamente soppiantato l'ottica tradizionale della sovranità statale, poiché in questo modo uno dei principali parametri di autorità degli Stati era la soddisfazione dei bisogni e l'accettazione da parte della popolazione.
È palese che tale principio sta alla base della democrazia e ha dato il colpo di grazia agli Stati multinazionali e coloniali.
Tratto e continua QUI:
http://www.mlnv.org/main/le-leggi/  

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

La STORIA FALSIFICATA dal POTERE, cioe' dai PrePOTENTI
Gia' Honoré de Balzac diceva: "Ci sono due storie: quella ufficiale piena di menzogne, che insegnano a scuola, la storia ad “usum delphini”; e poi c'è la storia segreta, quella che contiene le vere cause degli avvenimenti, una storia ignominiosa".  
Per capire quanto avesse ragione, retrocediamo al 1302 …
In quell'anno il papa della chiesa cattolica tale Bonifacio VIII emanò la Bolla "Unam Sanctam Ecclesiam", nella quale dichiarò che "Dio" ... affidava tutti i titoli e le proprietà della Terra al papa. Le affermazioni non vennero contestate e per la regola del "silenzio assenso" presero validità "de jure" = per legge.
Poi, arrivarono altre Bolle o, proclamazioni di possesso e potere …
Nel 1455, papa Nicolo' V emanò la Bolla "Romanum Pontifex"; nel 1481, papa Sisto IV emanò la Bolla Papale "Aeterna Regis Clementia"; nel 1493, papa Alessandro VI emise la Bolla "Inter Coetera Divinae”.
Nell'insieme quelle Bolle definirono che tutte le Terre terrestri, sarebbero state di proprietà del papa, che i regnanti avrebbero governato sulle proprietà del papa per mandato di esso, che TUTTI gli umani dovevano essere considerati "incapaci di intendere e volere" e pertanto soggetti ad amministrazione coatta.
I termini della schiavizzazione vennero ulteriormente "perfezionati" nel 1531 in Inghilterra, già proprietà del pontefice come ormai tutto sulla Terra. Con il "Convocation (Soul and Enslavement) Cestui Que Vie", ogni essere vivente venne dichiarato "disperso in mare" e ciò che era incustodito, di proprietà di chi l'avrebbe saputo condurre, quindi (…per delega della chiesa…), dello Stato o Regno.
In quel tempo nacque pure il certificato di nascita, che inquadrò l'individuo come "straw man", cioè, "uomo di paglia".
Termine che trae origine dalla pratica militare di creare fantocci imbottiti di paglia impiegati come bersagli nell'addestramento, a somiglianza delle persone. E' l'equivalente di "fantoccio", privo di volontà e iniziative proprie. - vedi: UOMO DI PAGLIA

L'opera di annientamento dell'Essere umano però, non era al culmine e il cappio si strinse ancora un po' nel 1666 a Londra:
il Parlamento inglese emanò un atto chiamato Cestui Que Vie Act 1666 con il quale tutti gli uomini e le donne, poiché dispersi nel grande mare, dovevano essere dichiarati morti dopo dieci anni dalla nascita, pertanto, mai divenuti adulti.
Tutt'ora il certificato di nascita e i documenti (vale anche per noi italiani, poiché tutto ha origine dalle Bolle papali e dal Diritto Vaticano e tutto il pianeta è proprietà del papa e papato), ci dichiarano "straw man", "dispersi in mare", quindi, "defunti" entro il decimo anno di età e giuridicamente nelle mani del Trust "Cestui Que Vie".
Ora, se vuoi trovare la quadratura del cerchio, chiediti chi fondò il sistema bancario, fu la "Milizia di Cristo", meglio conosciuta come Ordine dei Templari

A proposito del DIRITTO in Italia, delle bolle Papali, del diritto Ecclesiastico e del Papa:
il diritto in Italia era fondato sul diritto Canonico, diritto Marittimo e diritto Ecclesiastico. Il diritto scritto è stato introdotto dalla Chiesa cattolica di Roma.
Nel 2000 il Papa Wojtyla, chiedendo scusa per i peccati commessi dalla Chiesa nella storia, ha ammesso il disonore facendo decadere il diritto Canonico (essendo la chiesa la massima Corte di diritto, avendolo inventato in forma scritta, nel momento in cui cade in disonore annulla il diritto stesso).
In Italia e nel Mondo anche il diritto Marittimo è decaduto con il disonore nel 2009 quando il Papa Ratzinger ha dovuto ammettere il disonore per i peccati di pedofilia di cui la Chiesa Cattolica Romana si è macchiata.
In Italia e nel Mondo anche il diritto Ecclesiastico è crollato con le dimissioni del Papa del 25 Febbraio 2013 in seguito al mandato di arresto spiccato dal Common Law (ITCCS - International Tribunal Crimes of Church and State) per la responsabilità civile e penale per i crimini su migliaia di bambini canadesi, reati odiosi e perniciosi di cui nessuno si è ancora presentato per risponderne, anzi si continua omertosamente a proteggere e tutelare i responsabili.
Attualmente sembra che la Chiesa Cattolica di Roma sia sprovvista della massima autorità rappresentante, poiché lo stesso Padre Francesco (Jorge Mario Bergoglio) si è presentato pubblicamente come Vescovo di Roma, diverso da Papa (rifiutando inoltre di indossare gli ordinari paramenti che contraddistinguono la figura papale).
In realta' il Codice Canonico impedisce che vi siano in vita due papi, quindi siccome per ora il papa precedente (Wojtyla) non e' morto, il vescovo di Roma non puo' essere eletto come papa....quindi fa finta di esserlo, tanto i fedeli, figli di Fracchia...non ne capiscono nulla..e si bevono la farsa.

Ricordo a tutti i lettori che:
....La "storia" e' sempre scritta dai vincitori i quali NON raccontano la Verità Vera, ma solo quella che loro vogliono far credere, insomma “cambiare” per non cambiare NULLA, anzi per fottere maggiormente i figli di "Fracchia"....e questi ultimi la bevono e se ne nutrono, rimanendo come dice l'Apocalisse "innebriati dal vino dalle fornicazione della bestia", il sistema di SCHIAVISMO degli Stati e dei Banchieri & C.....sui popoli del mondo !

Il sistema di SCHIAVISMO basato sul DEBITO

 

Guardate questi video, vi illustrano come i CRIMINALI BANCHIERI ed i prePOTENTI, ci hanno resi SCHIAVI....malgrado che fin dall'antichita' si indicasse all'Umanita' che l'AmOR di se' e del proprio prossimo, assieme a quello per la Natura nostra madre, fossero le prime Leggi dell'Uomo (femmina- maschio), che nei fatti sono derivanti dalle Leggi Cosmiche della manifestazione del Creato.
Queste Leggi si sono tramandate, malgrado che i vari re, governanti, dittatori, prePotenti, le avessero calpestate in tutte le parti del Mondo e risorgevano nei vari popoli stanchi delle oppressioni che subivano, arrivando da tutte le parti della Terra, e dal medio-oriente, Africa, arrivarono anche nel cristianesimo in forma meno prepotente...ma comunque indicante la via da seguire...
es. Anno 1222 dell’era volgare:
La Carta Manden (mai confutata e quindi in vigore, nonché precedente alle bolle papali anno 1302)
Dopo un preambolo indirizzato alle dodici parti della Terra ed nel nome di Mande’ tutto intero, la Charta elenca 7 dichiarazioni con vocazione universale:
1 - “ogni vita è una vita e nessuna e’ superiore ad un’altra; NESSUNO faccia torto al suo prossimo e nessuno lo martirizzi”
2 - “il torto richiede una riparazione”
3 - “aiutatevi reciprocamente”
4 - “veglia sulla patria”
5 - “combatti la servitù e la fame”
6 - “che cessino i tormenti della guerra”
7 - “chiunque è libero di dire, di fare e di vedere”

Questa Charta e' permeata di AmOr...base delle Leggi Cosmiche + Comandamenti + Diritti dell'Uomo
Quindi e' evidente che qui sono elencati e ricordati di nuovo, i Principi di Diritto alla Vita, di uguaglianza, liberta e di non discriminazione e schiavitu !
In questa carta del 1330 dell'era volgare, si ri-trovano il Rispetto della Vita nelle sua varie forme, Amore, Verita', Giustizia, Liberta’,  Equita’ e Solidarieta’, indicando la strada della NON schiavitu’ ed identifica la violenza come parte scatenante della guerra.
vedi: Manuale dei Diritti dell'Uomo PDF dal sito Senato.it

 
 

Road Toll Dodger Santos Bonacci The Uncensored Truth

SOVRANO Individuale (precisazione, lo e' SOLO colui che pratica: Amore, Verita', Giustizia, Liberta’, Equita’ e Solidarieta’)
Qualcuno ci rimprovera di essere "anarchici", dando impropriamente a quel termine un significato di "caos", (per la mancanza di comprensione delle vere definizioni della parola stessa, che al contrario indica l'Ordine nel rispetto di Se', degli Altri e della Natura = Anarchia (dal greco antico: a'ν-a'ρχή, (dal greco antico, a'ν, assenza + a'ρχός, leader o governatore) è l'organizzazione societaria agognata dall'anarchismo basata sull'idea libertaria di un ordine fondato sull'autonomia e la libertà degli individui, contrapposto ad ogni forma di potere costituito compreso quello statale), ma, come ben illustra il Sovrano Alessandro di Gaia:

"La parola "anarchia" non ha nulla a che fare con il "caos", anzi è vero il contrario; solo quando ci sono individui che impongono la loro autorità con violenza su altri, c'è il caos, non quando la società è composta da individui sovrani senza padroni e senza schiavi nel rispetto di ciascuno. Solo quando c'è la vera libertà di esistere in un mondo senza padroni e senza schiavi, c'è l'ordine e non il caos. Se ci si considera sovrani e si comprende (consapevolmente o inconsapevolmente) di non essere schiavi si è liberi e "anarchici" nella corretta accezione". 

Queste 4 pagine ( 1 + 2 + 3 + 4 ) vi informano su:

1 - Liberazione dalla Schiavitu’ di Matrix, il $ixT€ma (finanziario, religioso, politico, ecc.) e sapere come e perche’ vi hanno resi SCHIAVI  ?
2 - Cosa potete fare ridurre e/o eliminare questa schiavitu’ ?
3 - Cosa si nasconde dentro e dietro i documenti di “identita’ “ che vi hanno propinato (C.Identita',  Cod. Fisc. Passaporto, Tessera sanitaria,  ecc.) ?
4 - Cosa potete fare per salvaguardare Voi stessi la vostra famiglie ed i vostri beni dall’assalto dello Stato, Ag. delle Entrate ed Equitalia ?
5 - Come fare per salvaguardare anche la vostra salute senza farmaci ne’ vaccini, ma con la Natura ?
6 - Sovranita’ monetaria regalata ai banchieri da decenni, che ci hanno immesso in un debito pubblico immenso FASULLO, per ricattarci con esso…
7 - il Debito pubblico NON esiste, ma ci strozza, perche’ ?
8 - Chi vi ha prestato dei soldi (finanziarie e/o banche) sono veramente i proprietari del “credito” o del denaro ?
9 - Come fare per liberarvi dalla disinformazione dei mass media (TV, giornali, riviste “scientifiche”) ?
10 - Volete vivere piu’ felici e per SEMPRE ?

La consapevolezza vi liberera’ dalla schiavitu’ di questo stato in mano ai privati e colluso con il malaffare.
Dopo esservi resi consapevoli di queste orribili realta’, divulgate ed insegnate queste informazioni  a tutti coloro che conoscete.
Una lettura  all’insegna della VERA INFORMAZIONE su Voi stessi
Viva la Liberta’ !

Qui, in queste pagine, trovate le Dichiarazioni standard (2 pagine) da personalizzare, per il nuovo Sovrano consapevole che elimina da Se stesso la sudditanza dal sistema imperante che schiavizza  con: obblighi finanziari e commerciali, Religioni, Partiti, TasseSanita'  = Vaccini, farmaci, chips , ecc., gli Esseri viventi
- vedi:
Che cosa è Freenet ?

vedi anche per ulteriori informazioni (quelle del sistema), con commenti di NdR

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

SUDDITI, NON Cittadini, e', per ora, la condizione REALE di tutti gli abitanti della Terra.
1 - La condizione di "suddito" (sottoposto a comando = dal latino sub dictus) = schiavo (S), come rapporto di dipendenza che sussiste tra uno stato criminale e gli individui che permanentemente ne dipendono,
s. internazionale
, rispetto alla quale la precedente può essere distinta con la specificazione di:
s. interna
, il vincolo di dipendenza che sussiste tra uno stato e un individuo NON Sovrano ma ancora suddito, considerato in funzione dei poteri e dei doveri che il diritto internazionale prevede per lo stato stesso rispetto ad altri stati, sia per gli stranieri e gli apolidi che si trovino nel territorio dello stato, sia per gli stessi cittadini, non Sovrani.
2 - s.stens. e figurato: Condizione di dipendenza, di inferiorità. - Tratto dal dizionario Treccani
3 - Tutti i sudditi (individui) delle nazioni occidentali, sono stati schiavizzati dalla chiesa cattolica e specificatamente dalla Bolla Papale del 1302, "Unam sanctam ecclesiam" del papa Bonifacio VIII, (papa, finito nella Divina Commedia, nell'ultimo girone dell'inferno del rosacrociano Dante Alighieri (Inferno: Canto XIX) e scoprirai cosa ti hanno fatto.....la quale "chiesa" ha ripreso alcune parti del Diritto Romano per avocare al papa la funzione di Sovrano, Sommo Pontefice su tutti gli uomini della Terra
(S): schiavo, da questa parola, per contrazione linguistica popolare togliendo la h aspirata e la v, e' nata la  parola, sciao = "ciao", quindi meglio dire Ave...cosi' il "saluto" non e' offensivo.

vedi: Diritto Canonico + Diritto Ecclesiastico + Diritto marittimo
vedi: PDF della Bolla Papale + Abolizione del papato nel 2014, vedi QUI + Il sistema delle Bolle Papali Societa' senza contanti

RICOSTRUZIONE  STORICA dalle BOLLE PAPALI fino ai giorni nostri
https://oltreoppt.wordpress.com/o-p-p-t/ricostruzione-storica/


1302 (18 novembre), è la data della pubblicazione della Bolla Papale scritta da Papa Bonifacio VIII
In Italia, Noi non siamo una Repubblica ma una società privata, grazie a bolle papali antiche mai abrogate; alla nascita noi diamo il nostro consenso per essere di fatto sfruttati come schiavi per tutta la vita..firmando il certificato di nascita dei nostri figli noi li doniamo, cediamo la nostra progenie, e/o proprieta' sui figli, allo stato....

Le BOLLE PAPALI che HANNO CAMBIATO il MONDO
La lettura di questo articolo è impegnativa ma ha un’importanza vitale nella comprensione del mondo occidentale moderno e dei fatti storici che lo hanno portato allo status quo. Parla di come la legge universale del Libero Arbitrio nel corso della storia sia stata sfruttata e distorta dalla forze del Male per imprigionare ed asservire gli esseri umani. Se oggi le cose non vanno come vorremmo, è perchè noi abbiamo dato il nostro consenso affinchè accadessero, anche se non ne siamo consapevoli perchè questo ci è stato estorto in malafede con l’inganno.
Tutto ha avuto inizio il 18 Novembre 1302, la data della pubblicazione della Bolla Papale di Papa Bonifacio VIII intitolata “Unam Sanctam Ecclesiam” - PDF della Bolla Papale le - cui ripercussioni storiche fanno ancora oggi in modo che noi alla nascita diamo il nostro consenso per essere di fatto sfruttati come schiavi per tutta la vita. Armatevi di pazienza e scoprirete come…

Perché stiamo diventando sempre più poveri ?
Perché siamo oggi (2012) governati in Italia, da uno o piu' individui (politici) non eletti e/o nominato/i da altri (non eletti di nuovo), per tassarci e versare il nostro denaro o valore equivalente direttamente nelle casse dei banchieri internazionali privati !

Perché anche l’Italia ha ceduto ogni sovranità nazionale (specie quella monetaria) ad un gruppo di potere europeo privato, la BCE ?
Perché questa bancarotta di tutte le economie occidentali e' pianificata a tavolino fin dai primissimi anni ’30, e viene fatta col nostro consenso (silenzio/assenso), di cui apparentemente non sappiamo nulla !
La prima cosa da fare è capire come ottengono o come hanno ottenuto il nostro consenso e perciò, una volta compreso, saremo in grado di attuare una strategia per ritirarlo e per spezzare definitivamente questo gioco al massacro.

Cos’è questo consenso ?
Se non partiamo da qui, prima di parlare di recupero della sovranità monetaria, di elezioni democratiche e di riforme, siamo disarmati e non ne usciremo mai.
Qualsiasi cosa vorremmo o potremmo fare sarà inutile, inefficace, avremo già perso in partenza. Perciò la seconda cosa su cui ragionare è: perché per il potere mondiale chiamato anche Cabala nera è fondamentale il nostro consenso ?
Perché costoro sanno benissimo che esiste una legge universale, una legge suprema, che regola e domina tutto l’UniVerso, che va al di sopra di tutte le possibili leggi umane, che è la legge del Libero Arbitrio.

La STORIA del CONSENSO e la LEGGE UNIVERSALE del LIBERO ARBITRIO
Prima di parlare della storia dell’applicazione della legge del Libero Arbitrio, facciamo qualche esempio di applicazione di questa legge Universale, partendo da casi semplici, per arrivare a quelli che riguardano più da vicino ognuno di noi quotidianamente.
Se tu hai firmato un contratto di mutuo con la banca, che poi ti porta via la casa in caso d’insolvenza, hai dato il tuo consenso (= libero arbitrio) a quel contratto. Nessuno ti ha mai costretto. Se poi ti rechi in tribunale per la causa di pignoramento e riconosci quegli organi legislativi e quindi quei tribunali e così facendo li legittimi, hai dato il tuo consenso (= libero arbitrio) a quelle legittimazioni.  Quindi, in parole povere, siamo noi a rinnovare il contratto con questo “sistema” ogni giorno, utilizzando quei mezzi “impropri e fraudolenti” che loro ci hanno fatto credere, con un ingegnoso mezzo-inganno, indispensabili.
NOTA BENE: Legislazione Italiana in materia di Contratti:
vedi: https://docs.google.com/file/d/0B1zHVL1aFF3jLUFhSzRQSzJEaWs/edit?pli=1

PATTI sottoscritti dagli stati registrati all’ONU
https://docs.google.com/file/d/0B9PEriRP9nMtX3Z2N0RrQ0xtMms/edit?pli=1

http://www.camera.it/cartellecomuni/leg14/RapportoAttivitaCommissioni/commissioni/allegati/03/03_all_legge1977881.pdf

La prima reazione spontanea a queste affermazioni è la seguente:
tutta la nostra società funziona così e nessuno di noi per vivere, lavorare, comprarsi la casa, la macchina, andare in vacanza, sposarsi, fare dei figli, educarli e farli studiare potrebbe fare altrimenti. Ma dunque è giusto, immediatamente dopo, chiedersi: “Perché funziona così?” (domanda che ci facciamo troppo poco, quando invece è la DOMANDA fondamentale da farsi, ma siamo programmati per benino proprio per non farcela mai).

Per rispondere torniamo indietro di parecchi anni, secoli, millenni…
Vi esorto a leggere i libri e a guardare i video di Mauro Biglino (vedi link), che ha tradotto letteralmente dall’ebraico antico, con tanto di testo originale a fronte, tutto l’Antico Testamento della Bibbia.
Le sue traduzioni sono convalidate dagli anziani delle comunità ebraiche e sono divenute incontrovertibili, perché letterali e non interpretate.  Con rivelazioni davvero, davvero, davvero, davvero per menti… ”aperte”.  
Nel nostro caso lo studio di ciò che viene rivelato nella vera Bibbia, ci serve per capire l’importanza del “libero arbitro” nei giochi di potere e del legame indissolubile che esiste tra diritto, denaro, RELIGIONE e POLITICA.
Questa incredibile scoperta, con la traduzione letterale del testi, rivela la vera natura della Bibbia, che in realtà è un Codice di Diritto Mercantile Marittimo, VALIDO, APPLICATO ANCORA OGGI, pressoché inoppugnabile in qualsiasi tribunale del mondo.
Si racconta, nelle “cronache” dell’Antico testamento che il “dio” Jahvè (che si trova riportato in altri testi come Jahwe, Yahweh, Yahveh… poi vedremo chi sia questo “dio” perché non lo è affatto, ma nella traduzione “manipolata” diffusa dalla Chiesa è stato tradotto come Dio) non può obbligare Mosè a seguirlo nel cammino per la Terra Promessa (una conquista quindi, con la necessità di un piccolo esercito ?).
Jahvé infatti non è “Dio”, ma è precisamente descritto come un ALTO E POTENTE “Eloah” (da cui poi deriva il termine Allah).  È quindi UNO dei TANTI Elohìm (plurale di Eloah), la stirpe che governava quei territori, forse discendente da un altro pianeta (molto probabile, da verificare, ma non è essenziale per noi adesso…).

Una civiltà rappresentata da una gerarchia di individui di cui la Bibbia ci dà conto quando distingue Elohìm, Malachìm, Nefilìm, Anakìm, Refaìm, Emìm, Zamzummìm… Individui che si sono divisi il controllo del pianeta, come ci narrano il Libro della Genesi ed il Deuteronomio, combattendo tra di loro per affermare ed incrementare il loro potere utilizzando i popoli sottomessi. Sta di fatto che di questi Elohìm ce n’erano tantissimi, appunto, sparpagliati sulla Terra e organizzati in accampamenti (formati da due settori in genere, uno per l’autorità, l’Eloah, e l’altro per le “truppe”…angeli fiammeggianti e dotati di spada ?).
N.d.r – Conferma esatta di queste cronache si trovano anche nei testi sumerici antecedenti alla Bibbia stessa. Questo Jahvè, anche se dotato di un arma potentissima, che dalla dettagliatissima descrizione biblica sembrerebbe un’arma al plasma (Arca dell’Alleanza ?), capace d’incenerire ogni cosa, non poteva comunque obbligare Mosè a seguirlo.
Fu costretto perciò a stipulare “un’alleanza” (un contratto) con il popolo ebraico, con delle regole e delle clausole precise reciproche (io ti dò tanto, tu mi ridai tanto), tra le quali il sacrificio di animali e/o del primogenito di ogni coppia, ecc… di cui ormai sappiamo bene la “versione” che è arrivata fino ai nostri giorni.
Sempre nella Bibbia si racconta che quando decisero quindi di seguire Jahvè (il loro capo) e furono condotti alle porte della Terra Promessa, si riunirono in assemblea per decidere se continuare a seguirlo o meno, o se ritornare sotto i vecchi Elohìm, o se affidarsi ai nuovi Elohìm (i Filistei=antichi Fenici) che comandavano in questa nuova terra in cui erano arrivati.
Questo era l’o.d.g dell’assemblea.
Così, ancora una volta col loro libero arbitrio decidono di seguire Jahvè, che con la sua potentissima arma scatena la carneficina e distrugge tutte le città che incontrano nel loro cammino, uccidendo uomini, donne, vecchi e bambini (tra le quali Sodoma e Gomorra… e ci sono aneddoti significativi sulla “scelta dei giusti” da salvare dalla distruzione da parte di Jahvè e l’origine della circoncisione, oltre al mito negativo della sodomizzazione praticata in quelle regioni).

Tutta questa lunga premessa, apparentemente divagatoria, oltre a segnalare una lettura diversa della Bibbia e quindi delle nostre origini e della storia dell’Umanità, serve per definire meglio la necessità del Potere di avere il consenso, perché possa perdurare e agire. Ma serve soprattutto per porre le basi del primo legame indissolubile, come dicevo, tra la legge del Libero Arbitrio, la religione, la politica, il Codice di Diritto Mercantile Marittimo, il denaro e quel che viviamo oggi.
Ovviamente, come ogni regola e legge ha le proprie eccezioni, che in questo caso sono i massimi livelli di “disonore” che l’umanità ha raggiunto nel disattendere la legge del Libero Arbitrio:
- la riduzione in schiavitù degli africani, in secoli abbastanza recenti, perché non hanno ricevuto il beneficio di essere avvisati e quindi di scegliere che reazione avere (che è alla base di questa legge, come abbiamo detto);
-  senza andare troppo lontano, la strategia della tensione, qui in Italia, negli anni di piombo, perché le stragi sono state fatte in modo totalmente disonorevole.

Ma questo è il comportamento più autodistruttivo e meno sostenibile che il potere possa compiere e l’élite lo sa benissimo.
Perché perfino il peggiore dei satanisti massoni (deviati), che si appresta ad effettuare un sacrificio umano – la cosa più aberrante a cui noi umani comuni possiamo pensare – è obbligato a seguire queste regole e quindi a scegliere la prima vittima che si offre volontariamente, spinta da un’inspiegabile attrazione.

Oppure, un esercito che sta per invadere una nazione straniera è obbligato a dare un avvertimento allo Stato che sta per mettere a ferro e fuoco, spiegando tutte le proprie richieste. Il governo dello Stato assediato ha il libero arbitrio di rispondere sì o no. Orribile o meno, c’è stato comunque un preavviso, quindi l’onore è stato mantenuto.
Abbiate pazienza, non stiamo divagando, tutto serve per arrivare al punto focale, perché comprendere l’universalità della legge del consenso, è alla base di ciò che viviamo oggi, e andando avanti sarà dimostrato che l’élite mondiale dominante sta seguendo questa legge fin dall’inizio e la mette in pratica in ogni momento e in ogni aspetto della nostra vita.

Se non la conoscessero così dettagliatamente e se non la seguissero così scrupolosamente, il loro potere non sarebbe durato fino ad oggi. Ecco perché Jahvè aveva bisogno del consenso per agire, ecco perché, i governanti oggi, ci fanno votare.
Poiché hanno quindi bisogno assoluto del nostro consenso, come fanno a far girare il sistema (rendendolo però meno chiaro e decifrabile possibile) e a preservarlo nei secoli ? Hanno ideato un sistema perfetto che funziona secondo i principi descritti precedentemente: “avvertimento” e “silenzio assenso”; se non mi rispondi vuol dire che sei d’accordo e quindi peggio per te.
Facciamo un esempio banale che capita a tutti noi: quando la banca cambia le condizioni e lo fa spessissimo, è obbligata a mandarti un documento di trasparenza bancaria – avvertimento – che credo pochissimi di noi leggano (purtroppo !).
Se tu non rispondi è silenzio assenso. Tutta la storia del nostro mondo da millenni funziona secondo questo principio.

Le LEGGI CANONICHE e le BOLLE PAPALI
Per capire come funziona questo principio, che regola la nostra intera vita abbiamo bisogno di fare ulteriori premesse.
Cosa sono le leggi ?
Tutte le leggi derivano da Canoni, ovvero dal Diritto Canonico, - vedi il Codice - perché tutte le leggi, direttamente o indirettamente, hanno a che fare con la Legge Divina ed Ecclesiastica. Ma i Canoni in particolare sono norme o principi che traggono valore dal fatto di non essere mai stati contestati (tacito assenso). Ecco alcuni canoni, norme o principi, universalmente riconosciuti, perché nessuno ha mai detto che non lo debbano essere (molti sono per altro condivisibili perché sono alla base della civile convivenza).
1) tutti debiti devono essere pagati;
2) tutti i contratti devono essere onorati;
3) tutte le controversie portate di fronte alla legge, devono essere risolte di fronte alla legge (ovvero, se tu ricevi un’accusa, per quanto infondata, per quanto ingiusta, per quanto immorale, per quanto illegale non puoi ignorarla. E tuo l’onere di dimostrare l’infondatezza di quella accusa davanti alla legge di fronte alla quale è stata portata);
4) qualsiasi affermazione, se non viene contestata diventa valida. (importantissimo punto! Ricevi una multa, una sanzione ingiusta, viene fissata un’udienza e tu non ti presenti, cavoli tuoi, sarà chi di dovere a decidere per te e senza di te).
Nota al punto 4):  il 99% delle procedure giudiziarie si basa sulla presupposizione di qualcosa, ma il 99% degli esseri umani non si preoccupa di comprendere quali siano queste presupposizioni, o non si preoccupa di rifiutarle. In altre parole il Sistema è ancora adesso basato sul sacramento della confessione, proprio come ai tempi dell’Inquisizione, cioè è indispensabile che tu accusi te stesso. In mancanza di questo atto di auto accusa non si può procedere.
5) Il Diritto è gerarchico, discende sempre e comunque dal Diritto Divino: sopra a tutto c’è il Diritto Divino che, come tale, discende dal Divino Creatore, poi c’è il Diritto Naturale e poi il Diritto Positivo (leggi nazionali, internazionali, amministrative, private ecc…), il Diritto Positivo appartiene al gradino più basso nella scala gerarchica.
Nota al punto 5): ogni proprietà costituisce un diritto associato ad un trust, cioè ad un sistema fiduciario. I potenti, l’élite mondiale, sanno da sempre che la proprietà è un concetto fittizio. Infatti come puoi possedere un pezzo di terra?

La terra, i fiumi, i laghi, i mari appartengono al Pianeta.
Ma anche una casa; come puoi fisicamente possedere una casa o un’automobile ? Sono tutte cose per cui esistono “titoli di proprietà” e sono titoli fittizi, costituiscono cioè diritto d’uso della casa, dell’automobile e della terra finché sei vivo.
Quando sarai morto, cosa succederà a quella casa, a quell’automobile o a quel pezzo di terra, se non esistono disposizioni testamentarie, non dipende più da te. Così la casa, intesa come muri, mattoni e intonaco e la casa intesa come titolo e cioè come trust, o come sistema fiduciario, sono quindi DUE COSE BEN DIVERSE.
Il sistema fiduciario, il titolo, prevede tre parti in gioco: un esecutore, un amministratore e un beneficiario. L’esecutore è sempre quello che “concede il titolo” e in questo caso è sempre lo Stato, l’amministratore è quello che amministra il titolo (catasto o Comune), il beneficiario, in questo caso sei tu, cioè il cosiddetto “proprietario” di quel bene. Fin qui tutto più o meno normale, è tutto chiaro e non c’è nulla di strano; rimane da capire se e come, questo sistema, venga usato contro di noi.

Facciamo un enorme passo indietro nel tempo
L’attuale sistema, che è basato sul concetto di proprietà, è stato creato dagli antichi romani, i quali hanno disseminato il loro “diritto” in giro per il mondo e sappiamo come (è un karma pesantissimo che noi “italici” dobbiamo espiare nei confronti di tutto il mondo).
Ogni terra conquistata e distrutta veniva iscritta in un “registro” conservato a Roma e ogni nuova terra dell’Impero poteva essere di proprietà solo di un cittadino romano.  
Ancora oggi quindi noi viviamo in un sistema che si tramanda dall’esistenza dell’Impero Romano che di fatto, non è mai finito.  Con le invasioni longobarde, Papa Leone III, incorona Pipino il Breve come Re dei Franchi e poi Carlo Magno come Imperatore del Sacro Romano Impero.

Quindi il sistema che abbiamo oggi nell’organizzazione della proprietà e del diritto e quindi del denaro e quindi della politica, nasce nel 1302 (il 18 novembre), che è la data della pubblicazione della Bolla Papale scritta da Papa Bonifacio VIII, che aveva come titolo Unam sanctam ecclesiam”.
Bonifacio VIII è considerato uno degli uomini più corrotti, malvagi e potenti della storia della Chiesa e del mondo, tanto che lo stesso Dante lo mette nei gironi più bassi dell’Inferno. Questa Bolla Papale determina il primo sistema fiduciario ancora valido oggi. 
Bonifacio VIII, in questa Bolla, afferma che "Dio"
(il loro) aveva affidato tutti i titoli e le proprietà della Terra al Vaticano (al papa).
Questa affermazione non venne mai contestata da NESSUNO e quindi, in base al punto 4) del Canone di Diritto (vedi sopra) divenne valida. Il Vaticano perciò, nomina l’esecutore, l’amministratore e il beneficiario di questo sistema fiduciario.
L’Esecutore è l’Ordine Minore dei Francescani unito con L’Ordine dei Gesuiti (braccio armato ?) ed è ben visibile nello stemma sulla pubblicazione dell’enciclica.

L’amministratore è il Papa e i beneficiari di questo trust sono tutti gli uomini del mondo.
In pratica e tradotto in altri termini, la Bolla Papale del 1302 usa la metafora del Diritto Marittimo e dell’Ammiragliato (Bibbia) affermando che l’Unam Sanctam Ecclesiam e quindi la Prima e Unica Santa Chiesa, è l’Arca di Noè, perché mentre tutto il mondo era sommerso dalle acque, l’unica cosa che si elevava al di sopra era l’Arca.
Quindi tutti gli esseri umani, a partire da quel giorno, certificato dalla Bibbia come Codice di Diritto Nautico, sono dispersi in mare. Ed il Papa dunque reclama tutta l’autorità, tutta la proprietà, sia spirituale che temporale, fino a quando i “dispersi” non torneranno a reclamare i loro diritti.
Cosa che finora, dal 1302, non è mai avvenuta, perché tutte le Nazioni si basano su quel sistema giuridico. Questo Diritto proclamato da Papa Bonifacio VIII si basa per "Diritto Divino" (il dio dei cattolici), ecco perché non possiamo parlare di politica senza parlare di religione o di economia e finanza senza parlare di religione.
Il secondo "trust", creato sempre in Vaticano, risale al 1455, cioè circa 150 dopo la Bolla di Bonifacio VIII (quindi ancora mai contestata dopo 150 anni). Questa seconda Bolla è di natura testamentaria, cioè il Papa dispone, al momento della sua morte e della morte dei futuri Papi, come deve funzionare il diritto d’uso di tutti i privilegi e di tutte le proprietà derivanti dalla Bolla precedente di Bonifacio VIII.
Testamento di cui l’esecutore è la Curia Romana, l’amministratore è il Collegio dei Cardinali e il Beneficiario, questa volta è il Re, sulla terra di proprietà del Papa. 
Quindi in due parole "Dio" ha dato
(meglio dire avrebbe) tutto il mondo al Papa e il Papa concede pezzi di questo mondo ai Re.
Per cui da quel momento i Re del mondo hanno un mandato divino. Questa enciclica del 1455 (l’8 gennaio) si chiama “ROMANUS PONTIFEX” e fu emanata da Papa Niccolò V.

Cito un breve estratto significativo:
Poiché abbiamo concesso precedentemente, con altre lettere nostre, fra le altre cose, piena e completa facoltà al Re Alfonso V di invadere, ricercare, catturare, conquistare, soggiogare tutti i Saraceni e qualsiasi pagano e gli altri nemici di Cristo, ovunque essi vivano, insieme ai loro regni e ducati, principati, signorie, possedimenti e qualsiasi bene, mobile e immobile, che sia di loro proprietà e di gettarli in schiavitù perpetua e di occupare, appropriarsi e volgere ad uso e profitto proprio, signorie, possedimenti e beni, in conseguenza della garanzia data dalla suddetta concessione, il Re Alfonso V (di Portogallo n.d.r), o il detto infante a suo nome, hanno legittimamente e legalmente occupato isole, terre, porti , acque e le hanno possedute e le posseggono e ad essi appartengono e sono di proprietà “de jure” del medesimo Re Alfonso V e dei suoi successori, possono compiere e compiano questa pia e bellissima opera, degna di essere ricordata in ogni tempo, che noi essendo da essa favoriti per la salvezza delle anime e il diffondersi della fede e la sconfitta dei suoi nemici, consideriamo un compito che concerne Dio stesso, la sua fede, la Chiesa Universale, con tanta maggiore perfezione, in quanto rimosso ogni ostacolo, diverranno consapevoli di essere fortificati dai più grandi favori e privilegi concessi da noi e dalla Sede Apostolica.”

Appena 30 anni dopo circa, nel 1481 (il 21 giugno), viene emanata la terza Bolla, il terzo trust, o diritto fiduciario da Papa Sisto IV, chiamata “AETERNIS REGIS CLEMENTIA”, che si diversifica dalla Bolla precedente di poco, in quanto il “bene” concesso ai Re non è più la terra, ma sono gli esseri umani che abitano quella terra, che da quel momento vengono considerati incompetenti, incapaci e dunque soggetti ad amministrazione coatta.
In realtà questa Bolla di Sisto IV realizza la visione illuminata di Bonifacio VIII per cui gli esseri umani sono dispersi in mare e quindi nulla ci appartiene, siamo in bancarotta, perché non siamo mai tornati a reclamare i nostri averi e diritti e quindi è lo Stato che si deve prendere cura di noi per il nostro bene. - vedi: il sistema delle Bolle Papali

Questo è il sistema in vigore ancora oggi.
[piccola postilla:
gli originali delle Bolle del 1302, del 1455 e del 1481, non sono visibili, questo perché fino al XVIII secolo, il Vaticano scriveva le proprie Bolle non su carta, considerata un mezzo privo di vita e quindi privo di valore: a quei tempi (solo due secoli fa !) un documento per essere valido doveva essere scritto su un materiale vivente. Era perciò firmato con il sangue ed era scritto su una pergamena di pelle umana.
Parentesi nella parentesi:
la recentissima firma della Regina Elisabetta del – criminale ! - trattato di Lisbona, è stata fatto su una pergamena di capretto, poiché la Regina, come beneficiaria di un diritto divino, non può firmare un documento "morto".
Non è tutto, la storia notifica, che le Bolle Papali erano scritte su pergamene di pelle di bambini, questo spiegherebbe perché sarebbe imbarazzante per il Vaticano mostrare gli originali.
Approfitto di questa piccola interruzione del racconto per sottolineare che non c’è nessun riferimento negativo a tutte le persone di Buon Cuore (con la B e C maiuscole !) che seguono e vivono secondo i principi della Chiesa Cattolica. Il riferimento semmai è solo rivolto a quella “setta” che gestisce il mondo all’interno della Città del Vaticano. E sarebbe importante invitare i Veri Cristiani che si riconoscono in un "Dio" giusto e misericordioso, a pretendere, indagare e far luce su quello che avviene all’interno di quelle mura.
Altrimenti, davvero, non ne usciremo mai !

RICOSTRUZIONE  STORICA dalle BOLLE PAPALI fino ai giorni nostri
https://oltreoppt.wordpress.com/o-p-p-t/ricostruzione-storica/

“COSA” SIAMO NOI e “COSA” E’ la REPUBBLICA ITALIANA
Nel 1933 c’è stata la peggiore bancarotta concordata, ormai famigerata: furono azzerati i debiti e fu ANCHE proibito il possesso dell’oro da parte dei privati (vi ricordate “l’oro alla patria” ?) e gli Stati hanno conferito tutto il proprio oro, insieme a quello confiscato e raccolto, in un unico fondo globale, per custodire il quale è stata fondata la BIS, Bank for International Settlements (Banca per le Transazioni Internazionali) – che darà il via ad un’altra sconcertante storia, come il Sukarno Trust e le denunce attualissime tuttora in corso alla Federal Reserve, (ma ora non è il caso di parlarne, altrimenti rischiamo di mettere troppa carne al fuoco) – che ha sede a Basilea, in Svizzera e fu fondata e controllata dai Gesuiti e dai Cavalieri di Malta. Come per tutto il resto è facilmente verificabile e certificato, sempre per la legge del libero arbitrio.
Vi esorto a fare TUTTE le verifiche possibili e se vi va anche a fare ricerche su quel che sta succedendo con il fondo di oro globale e le richieste di risarcimento alla Federal Reserve.
Ma, sempre nel 1933 (udite, udite!,) le Nazioni diventano Società di Diritto Privato, registrate presso la SEC (Security Exchange Commission) con sede a Washington D.C., che è l’equivalente della nostra CONSOB (organismo che controlla la Borsa).
Queste Società di Diritto Privato chiamate Nazioni, apparentemente pubbliche e repubbliche, ma in realtà privatissime, possiedono oggi il DIRITTO DI PROPRIETA’ sulle persone nate in quello stato, in base alle tre Bolle Papali.
La prima istintiva reazione è: non l’Italia! Che è una Repubblica fondata sul lavoro e che ha la sua meravigliosa Costituzione!! Purtroppo invece è vero.
Andate a controllare voi stessi (in calce il link alla pagina della S.E.C): c’è la registrazione e il numero di registrazione di “ITALY REPUBLIC OF” – Company Registration Number 0000052782, con tanto di documenti di quotazioni di borsa, cessioni di quote ecc…
Il “Business Address è: “Ministero dell’Economia e delle Finanze – Via XX Settembre, 97 – Roma” e il mailing Address è : “C/O Studio Legale Bisconti, Via A. Salandra, 18 – Roma”.
Quindi l’Italia NON è una Repubblica libera e pubblica, ma una Private Company e lo Stato possiede il diritto di proprietà delle persone (noi tutti) nate sul suo territorio.
Ma abbiamo detto che la proprietà costituisce un diritto associato ad un trust, un atto fiduciario. Perché i potenti sanno che la proprietà è un concetto fittizio e quindi ANCHE LE PERSONE puoi possederle SOLO con un titolo di proprietà che conferisca il diritto d’uso.
Al momento della tua nascita, senza avvisarti, è stato creato un trust, cioè un sistema fiduciario, che ha per oggetto la tua esistenza in vita. E i tuoi genitori hanno avvallato e firmato questo trust (io ho tre figli e mi sento morire per averlo fatto tre volte !) senza essere stati avvisati.
Infatti è proprio negli anni ’30 che diventa obbligatorio, guarda caso, registrare le nascite, appropriandosi così del consenso, anche se in questo caso senza essere stati doverosamente “avvisati”. Ecco perché questo sistema è, in parte, fraudolento. In realtà il Certificato di Nascita è un avvertimento, perché è la costituzione di una personalità fittizia, che non appartiene a te, ma a loro;
Infatti se erroneamente si potesse pensare che il Certificato di Nascita appartenga a noi, basterebbe provare ad andare in una qualsiasi anagrafe di competenza a chiederne l’originale: possiamo averne una copia, un estratto, ma MAI l’originale. Come a dire che dal momento della creazione del Certificato di Nascita esistono due entità (ricordate la casa di mattoni e il titolo di proprietà su quella casa che ha bisogno di un esecutore, di un amministratore e di un beneficiario?), che sono l’essere umano in carne ed ossa e la PERSONA, cioè un intermediario fittizio o una FINZIONE GIURIDICA, quindi un trust = l'UOMO DI PAGLIA di proprieta' ed amministrazione da parte dello stato
Questo trust è creato secondo le leggi Marittime e dell’Ammiragliato (Bibbia) che trascendono sempre le leggi delle varie nazioni e che è la giurisprudenza segreta dei potenti e dell’élite. Di questo trust che viene creato al momento della nascita, sulla tua esistenza in vita, l’esecutore è sempre un organo dello Stato, ma chi è il beneficiario di questo Certificato di Nascita ? E’ la Società di Diritto Privato chiamata Repubblica Italiana (un’azienda quindi).
Ma beneficiario di cosa ?
E’ beneficiario di un bond, di un titolo di possesso, o di una quota societaria che attualmente viene stimato approssimativamente intorno, poco piu' di DUE MILIONI di DOLLARI.
In pratica lo Stato Italiano crea alla tua nascita due milioni di dollari a mezzo di un bond o titolo e il collaterale di questo bond è la tua esistenza in vita, che significa: produttività, forza lavoro (sempre meno pagata e tutelata così ci guadagnano di più), valore reale !
L’equivalenza perversa è: nascita = creazione di un bond e di denaro fittizio = collaterale la tua esistenza in vita e quindi il tuo futuro lavoro (pagato pochissimo se possibile e come stanno evidentemente facendo) = schiavitù !
Il “tuo bond” è depositato alla S.E.C, come security, o titolo fiduciario ed entra a far parte del patrimonio di quella Private Company registrata in modo ingannevole come Repubblica Italiana. Per favore verificate tutto ciò che vi è stato detto, bastano pochi secondi su Google. Ma manca ancora la terza parte per dar vita a questa FINZIONE GIURIDICA: l’amministratore, quello che per contratto (trust o certificato di nascita in questo caso) si accolla l’obbligo di prendersi cura del “bene”.
Chi è che ha questo ruolo?
Ogni qual volta, qualsiasi autorità (dal vigile urbano, al giudice della Corte Costituzionale) ti domanda “è lei Pinco Pallino ?” e tu rispondi “sì”, in quel preciso momento ti sei autonominato amministratore di quel trust.
Sei quindi caduto nel tranello in cui ti hanno messo fin dalla nascita, perché nella finzione hanno bisogno che tu ti creda l’amministratore di quella “esistenza in vita”, nella realtà invece, tu e quel trust che porta il tuo nome, siete due entità completamente distinte e separate. L’essere umano in carne ed ossa si scrive con le iniziali Maiuscole e le altre lettere minuscole (come ci hanno sempre insegnato anche a scuola), la FINZIONE GIURIDICA invece, che e' fittizia, infatti e' solo una "FINZIONE", si scrive con tutte le LETTERE MAIUSCOLE.

Controllate tutti i vostri "documenti d’identità", le comunicazioni bancarie, le notifiche erariali, il tesserino sanitario ecc…
Se provaste ad andare per esempio in banca e chiedeste all’impiegato di scrivere il vostro nome con le iniziali maiuscole e il resto minuscolo, se è un ignorantone ci proverà, ma sarà costretto a rispondervi che è impossibile perché il “sistema” non lo permette. Quindi, ricapitolando: se il 99% del diritto è basato sulla presupposizione, si presuppone che qualcosa sia vero e nessuno mette in discussione quella presupposizione perché il sistema è ancora basato sul meccanismo della “confessione”, esattamente come ai tempi dell’Inquisizione; per funzionare il sistema ha bisogno che tu accusi te stesso e quindi tutto è basato sul tuo consenso, sul tuo libero arbitrio !

E’ necessario infatti che tu accusi te stesso, ma di cosa ?, del “peccato originale”. E che cos’è ?
La FRODE !
L’utilizzo del nome che non ti appartiene, quel nome che da quando sei nato è stato scritto a lettere maiuscole e che è una proprietà intellettuale dello Stato, che ti ha messo in condizioni di usare fraudolentemente. Nel momento in cui lo usi dichiari: che sei nato privo di diritti, che sei in bancarotta, perché la tua vita, il tuo nome e la tua esistenza sono gestiti da altri che non sei tu; sei, perciò, da quando sei nato, in un regime di amministrazione controllata, dove il tuo nome non appartiene a te ma ad altri.
Ma è ancora peggio di così! Secondo il Codice dell’Ammiragliato, o Codice Marittimo (Bibbia), sei nato disperso in mare, perché questo dicono le Bolle Papali, sulle quali si basa tutto il sistema; tu, al momento della nascita e attraverso il canale uterino, sei caduto in acqua e sei disperso in mare e non sei mai riuscito a raggiungere la terra ferma, in modo da poterti alzare in piedi e affermare “io sono un essere umano libero davanti a Dio”.

Poiché le Bolle Papali si giustificano secondo mandato divino.
Perché sono loro che usano la parola "Dio", sono loro che hanno chiamato in causa "Dio" (NdR: il loro), sono loro che hanno tradotto la Bibbia con il termine "Dio" (NdR: falsificando il testo originale che mai comprende la parola "Dio"), che originariamente non VIENE MAI CITATO (a proposito la Bibbia diventa Codice di Diritto Nautico sostituendo la parola “peccato” con “debito” n.d.r).
Il diritto quindi è sempre di provenienza divina, noi siamo perciò creature “divine” (vd. vera traduzione della Bibbia) e loro lo sanno benissimo; non possono quindi creare un diritto fittizio, hanno assoluto bisogno di far discendere il loro diritto da Dio.
Quindi loro usano questo Dio (diritto) e se tu usi il loro stesso Dio, ti sei autodefinito incapace, disperso, senza diritti. Pensate la perversione, se tu utilizzi quello che loro ti hanno detto, imposto di utilizzare, dichiari e confermi di essere incapace di prenderti cura di te stesso. Quindi, ricapitoliamo: usano una Società di Diritto Privato, quotata, fingono che sia uno Stato, un ente pubblico, in realtà è privatissimo, e lo usano per fare business, quattrini, denaro, profitto !
E ci chiedono anche di pagare le tasse per mantenere una Società di Diritto Privato che non è nostra!) attraverso la tua esistenza, oggetto di quell’entità fittizia scritta tutta a lettere maiuscole, quotata alla S.E.C. di Washington D.C (US)....
Il concetto è, quindi, che se tu accetti questo presupposto, ti autodefinisci incapace, bisognoso di essere amministrato in modo coatto, perché oltre ad essere disperso in mare, quindi senza diritti e in bancarotta (non hai mai reclamato ciò che è tuo), non sai neanche chi sei !
Per assurdo, ogni autorità, infatti, deve chiederti chi sei, altrimenti non ti può toccare nemmeno con un dito. Non avrebbe la giurisdizione per farlo (si parla di diritto amministrativo, tributario, civile ecc…se uccidi qualcuno, quindi codice penale, è un po’ diverso, ma non troppo…).

I nostri Tribunali infatti sono TRIBUNALI di DIRITTO PRIVATO, quindi TRIBUNALI AZIENDALI !
Stessa cosa vale per il denaro, le banconote “euro”: siamo stati avvertiti, sopra c’è scritto “proprietà della Banca Centrale Europea”, non è nostro è della BCE, ma se noi accettiamo di usarlo, come per il nome fittizio, ci autoproclamiamo incapaci e incompetenti ai loro occhi (disperso in mare, ecc…).
Hanno creato quindi un sistema di governo chiamato cosa pubblica, che invece è privatissima, che include Partiti, Parlamento, Governo, Comuni, Tribunali, elezioni e se tu accetti di partecipare a questo gioco ti autodefinisci di nuovo incapace e incompetente (disperso in mare, ecc…), bisognoso di amministrazione coatta.
A fronte di questo lungo e, immagino sconvolgente racconto per molti di voi, la prima riflessione è:
Come facciamo a cambiare in meglio una cosa che non ci appartiene affatto ?
Ma del resto il nostro inconscio ce lo dice, nelle ultime amministrative ha votato il 50% degli aventi diritto; una persona su due considera offensivo per la propria intelligenza andare a votare. Quindi a questo punto, se è tutto chiaro, gli interrogativi sono solo due:
- Cosa possiamo fare per sottrarre il nostro consenso a questa frode che ci vede protagonisti “involontari” fin da quando siamo nati ? 
Cosa possiamo fare comprende il salvare il salvabile, dai pignoramenti per esempio, da Equitalia, perché non siamo NOI, persona fisica in carne ed ossa a dover pagare le tasse, ma è l’entità fittizia che noi legittimiamo nel momento che la usiamo fraudolentemente (lettere maiuscole).
Quindi, in modo individuale possiamo utilizzare noi le loro stesse leggi, Codice Nautico e dell’Ammiragliato (Bibbia) in maniera tale che siano loro a cadere in disonore?
Conoscendo la legge possiamo fare qualcosa ?
Domanda numero due:
Cosa possiamo fare invece collettivamente per creare un’alternativa a questo sistema marcio, fraudolento che è stato creato a loro favore a nostro totale sfavore?
Come possiamo modificarlo se non ci appartiene ?
Intanto, mentre ci pensiamo, possiamo soltanto smettere di partecipare.
Concludendo, i nodi cruciali sono due: il denaro e come si prendono le decisioni, che è sinonimo di politica. Ma c’è un punto in più che è diventato chiarissimo: non si possono trattare separatamente denaro (economia, finanza, crisi ecc…), la politica, cioè il modo in cui si prendono le decisioni, la religione e il diritto, perché per i potenti, l’élite, sono la stessa identica cosa.

Tratto da: visionealchemica.com
Fonti e link: http://blog.miglioriamo.it/category/tempo-di-cambiare/
Questa pagina prova che l’Italia NON è una “Repubblica costituzionale fondata sul lavoro”, ma una Società PRIVATA registrata presso la banca dati denominata: S.E.C. di Washington D.C., (US) in America:
http://www.sec.gov/cgi-bin/browse-edgar?action=getcompany&CIK=0000052782
http://fuoridimatrix.blogspot.it/p/schiavi-della-santa-sede-dal-1302anno.html

Cosa sono gli STATI UNITI (Americani del Nord) e chi li COMANDA ? - vedi QUI: PDF

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Il Trust come strumento di Schiavitù
In questo articolo andremo a raccontare come il Potere inizio e continua a perpetrare ancora oggi la schiavitù sugli umani a loro insaputa. Andremo a vedere come la figura di Trust si modifica e si adegua secondo lo stato di consapevolezza della massa, ma fondamentalmente rimane sempre un Trust.
Anche se nel 1300 il Trust come figura giuridica ancora non esisteva, la chiesa Cattolica li propose in modo prettamente funzionale attraverso alcune Bolle Papali:
1302 - Bolla Papale di BONIFACIO VIII: ”Unam Sanctam Ecclesiam
Con essa il papato si appropria, avocandoli alla sua tutela unica di tutti gli ESSERI UMANI DELLA TERRA, definiti “dispersi in mare” a seguito del il Diluvio e, amministrandoli di fatto, si pone egli stesso come intermediario tra il Primo Creatore e il Popolo della Terra. In altre parole Bonifacio VIII afferma:
“Siccome col Diluvio Universale, tutti gli esseri umani sono sott’acqua o, comunque dispersi in mare e, l’unico sopra le acque era Noè che, rappresenta l’Unica Santa chiesa, chi gestirà tutti beni, mobili ed immobili che, emergeranno successivamente il ritiro delle acque ?
Siccome Noi, chiesa Cattolica, siamo i DIRETTI RAPPRESENTANTI di "DIO", ci ARROGHIAMO IL DIRITTO di amministrare il tutto, fintanto che, l’uomo non torni per reclamare il suo DIRITTO”.
Questo comporta che la chiesa è l’unica che può concedere ai regnanti l’amministrazione dei territori conquistati. Potere temporale sottomesso al potere spirituale. Riassumendo il contenuto della bolla, si può dire che:
- È affermata l’unità e l’unicità della chiesa, al di fuori della quale non c’è salvezza; la chiesa è un corpo mistico con un solo capo, Gesù Cristo;
- È affermata la dottrina delle due spade: quella spirituale è usata dalla chiesa stessa, quella temporale è concessa al regno;
- Il potere temporale è subordinato a quello spirituale, così che il potere temporale è giudicato da quello spirituale;
- È necessario, ai fini della salvezza, che ogni creatura sia sottomessa al papa.

Proviamo a riassumere il pensiero della chiesa Cattolica ancora:
“Tutto il mondo e, le Anime che lo abitano, sono Nostre, della chiesa Cattolica. Siamo i Padroni del mondo
E lo sono davvero. Sai Perché ? Perchè nessuno ha mai sfidato tale RIVENDICAZIONE, nessuno ha sfidato il contenuto della UNAM SANCTAM, questa Bolla Papale che, è ancora nei loro archivi.

1455 - Bolla Papale di Sisto IV: ”Romanus Pontifex“
Questo TRUST, nasce dall’esigenza di organizzare il patrimonio della chiesa Cattolica, alla morte del Pontefice.
 Tramite l’emanazione della Bolla ROMANUS PONTIFEX, viene integrata e completata la precedente UNAM SANCTAM ECCLESIAE di Bonifacio VIII.
Grazie all’appoggio dato dal sovrano portoghese Alfonso ad una crociata contro i Turchi che avevano occupato Costantinopoli (1453), il papa riconosce al Re le conquiste fatte in terra africana, in Marocco (Ceuta, 1415) e lungo le coste del Golfo di Guinea.
Inoltre il papa garantisce: il possesso dei mari adiacenti alle terre conquistate, il diritto esclusivo di commercio, pesca e navigazione, l’esenzione delle restrizioni imposte dalla Legge Canonica sul commercio con gli Infedeli e infine (e soprattutto) il diritto di organizzare tutta l’amministrazione ecclesiastica cristiana nei nuovi territori. Riassumendo il contenuto della bolla, si può dire che:
- La chiesa da l’amministrazione al Re delle terre colonizzate
- La chiesa da la potestà al Re di espropriare tutte le terre dei popoli al di fuori della fede Cristiana come atto di Fede a "DIO".

1481 - Bolla Papale di Nicoló V: ”Aeterni Regis Clementia“
Aeterni regis (Sisto IV, 21 giugno 1481) - Conferma i contenuti del Trattato di Alcáçovas
Questa bolla, stabilisce la spartizione delle terre, che si affacciano sull’Oceano Atlantico, tra Spagna e Portogallo.
Da notare che, questo avviene 11 anni prima della spedizione di Cristoforo Colombo. 
Poco si differenzia dalla precedente ROMANUS PONTIFEX, in quanto il “bene” concesso ai Re non è più la terra, ma sono gli esseri umani che abitano quella terra, che da quel momento, quanto infedeli, vengono considerati incompetenti, incapaci e dunque soggetti ad amministrazione coatta
Attraverso questa bolla la Chiesa da la Patria Podestà degli essere viventi delle colonie al Re.

1666 - Cestui que vie Act
E’ il perfezionamento in ambito legale Inglese delle Bolle Papali ante-citate, e il Primo Trust vero e proprio.
Durante tutto il periodo delle crociate regiva la pratica della Manomorta (indica una forma di possesso rigida come quella della mano di un morto che non lascia più la presa perché contratta dalla rigidità cadaverica).
Questa pratica permetteva ai cavalieri andati in guerra di lasciare le loro proprietà ad un fiduciario, il quale non doveva tasse al Re.
La parte complessa della Mano Morta è che non considera il fatto che alcuni guerrieri scomparivano, perdendosi ogni traccia sulla loro vita o morte.
Questa caratteristica fu la causa della perdita di grandi quantità di proprietà ed introiti fiscali per lo Stato. 
Durante il periodo della Peste Nera e durante un grande incendio a Londra il Parlamento promulga, a porte chiuse, il ‘Cestui Que Vie Act’. Questo Atto aveva la funzione fondamentale di anulare l’applicazione della Mano Morta e surrogare i diritti degli uomini e delle donne.
Ecco come hanno fatto:
- Si stabilisce che le persone sono infanti, incompetenti e incapaci di gestire la propria vita per cui fondamentalmente persi.
Nell’ Atto definiscono più specificamente che le persone sono disperse in mare (lost beyond the sea). In questo modo si porta l’essere umano con diritti nella Civil Law nell’ambito della Admiralty Law. La cosa interessante è che le persone non vengono informate in modo chiaro di tale Legislazione.
- Si stabilisce che lo Stato prenda "temporaneamente" in carico quanto Fiduciario, i terreni presi in affitto da queste persone fino a quando non si avranno notizie di loro (dichiarino di essere mature, capaci, di non essere disperse in mare).
Se dopo 7 anni
la persona non dimostrasse di essere viva le terre tornano automaticamente allo Stato.
In sintesi lo stato (di Londra) ha preso la custodia di tutti e le loro proprietà in un trust. Lo Stato è diventato il fiduciario che amministra tutti i titoli per le persone e le cose, fino a quando un uomo ‘vivente’ non torni a reclamare quei titoli. (metodologia di reclamo del UCC 1 e PPSA – Admiralty law)
"Cestui que vie" è ancora in vigore OGGI. Nei seguenti articoli capirete la evoluzione di questo trust nei secoli:
La Bufala dell’Indipendenza delle Colonie
Tratto da: il portalesovrano.it -
Video: l'UOMO DI PAGLIA: https://www.youtube.com/watch?v=RXFrBDI_DEw

RICOSTRUZIONE  STORICA dalle BOLLE PAPALI fino ai giorni nostri
https://oltreoppt.wordpress.com/o-p-p-t/ricostruzione-storica/


vedi: SBATEZZATEVI

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

COSA SIAMO NOI e COSA È la "REPUBBLICA ITALIANA"
Nel  1933 c’è stata la peggiore bancarotta concordata, ormai famigerata:
- furono azzerati i debiti e fu anche proibito il possesso dell’oro da parte dei privati (vi ricordate “l’oro alla patria” ?) e gli Stati hanno conferito tutto il proprio oro, insieme a quello confiscato e raccolto, in un unico fondo globale, per custodire il quale è stata fondata la BIS, Bank for International Settlements (Banca per le Transazioni Internazionali) — che darà il via ad un’altra sconcertante storia, come il Sukarno Trust e le denunce attualissime tuttora in corso alla Federal Reserve, (ma ora non è il caso di parlarne, altrimenti rischiamo di mettere troppa carne al fuoco) — che ha sede a Basilea, in Svizzera e fu fondata e controllata dai Gesuiti e dai Cavalieri di Malta. Come per tutto il resto, è facilmente verificabile e certificato, sempre per la legge del Libero Arbitrio.

Vi esorto a fare tutte le verifiche possibili e se vi va anche a fare ricerche su quel che sta succedendo con il fondo di oro globale e le richieste di risarcimento alla Federal Reserve.
Ma, sempre nel 1933 (udite, udite !) le Nazioni diventano Società di Diritto Privato, registrate presso la SEC (Security Exchange Commission) con sede a Washington D.C., che è l’equivalente della nostra CONSOB (organismo che controlla la Borsa).
Queste Società di Diritto Privato chiamate Nazioni, apparentemente pubbliche e repubbliche, ma in realtà privatissime, in base alle tre Bolle Papali,  possiedono oggi il DIRITTO di PROPRIETÁ sulle Persone nate in quello stato =
UOMO DI PAGLIA
La prima istintiva reazione è: non l’Italia, che è una Repubblica fondata sul lavoro e che ha la sua meravigliosa Costituzione ! Purtroppo invece è vero.
Andate a controllare voi stessi (cliccate qui → www.sec.gov): c’è la registrazione e il numero di registrazione di “ITALY REPUBLIC OF” – Company Registration Number 0000052782, con tanto di documenti di quotazioni di borsa, cessioni di quote, ecc…
Il “Business Address è: “Ministero dell’Economia e delle Finanze – Via XX Settembre, 97 – Roma” e il mailing Address è : “C/O Studio Legale Bisconti, Via A. Salandra, 18 – Roma”. Dal 2014 la sede legale e' a Londra.....

Quindi l’Italia NON è una Repubblica libera e pubblica, ma una PRIVATE COMPANY e lo Stato possiede il diritto di proprietà delle Persone (noi tutti) nate sul suo territorio.
Ma abbiamo detto che la proprietà costituisce un diritto associato ad un trust, un atto fiduciario. Perché i potenti sanno che la proprietà è un concetto FITTIZIO e quindi anche le persone puoi possederle solo con un titolo di proprietà che conferisca il diritto d’uso. Al momento della tua nascita, senza avvisarti, è stato creato un trust, cioè un sistema fiduciario, che ha per oggetto la tua esistenza in vita. E i tuoi genitori hanno avvallato e firmato questo trust (io ho tre figli e mi sento morire per averlo fatto tre volte!) senza essere stati avvisati.
Infatti è proprio negli anni ’30 che diventa obbligatorio, guarda caso, registrare le nascite, appropriandosi così del consenso, anche se in questo caso senza essere stati doverosamente “avvisati”. Ecco perché questo sistema è, in parte, fraudolento. In realtà il Certificato di Nascita è un avvertimento, perché è la costituzione di una personalità fittizia, che non appartiene a te, ma a loro.
Infatti se erroneamente si potesse pensare che il Certificato di Nascita appartenga a noi, basterebbe provare ad andare in una qualsiasi anagrafe di competenza a chiederne l’originale: possiamo averne una copia, un estratto, ma MAI l’originale. Come a dire che dal momento della creazione del Certificato di Nascita esistono due entità (ricordate la casa di mattoni e il titolo di proprietà su quella casa che ha bisogno di un esecutore, di un amministratore e di un beneficiario?), che sono l’essere umano in carne ed ossa e la persona, cioè un intermediario fittizio o una FINZIONE GIURIDICA, quindi un trust =
UOMO DI PAGLIA.
Questo trust è creato secondo le Leggi Marittime e dell’Ammiragliato (Bibbia) che trascendono sempre le leggi delle varie nazioni e che è la giurisprudenza segreta dei potenti e dell’élite.
Di questo trust, che viene creato al momento della nascita, sulla tua esistenza in vita, l’esecutore è sempre un organo dello Stato, ma chi è il beneficiario di questo certificato di nascita ?  È la Società di Diritto Privato chiamata Repubblica Italiana (un’azienda quindi...che pero' e' nei fatti, in mano a certi privati.....).
Ma beneficiario di cosa ?
E su questo trust, e' anche beneficiario di un bond, di un titolo di possesso, o di una quota societaria che attualmente viene stimato approssimativamente  intorno ai 2 milioni di dollari. (NdR: come minimo, perche' in realta' e' molto ma molto di piu', in quanto vengono emessi in continuazione dei titoli con questo trust, che lo ricordiamo ancora un a volta, tutto cio' e' legato alla FINZIONE GIURIDICA, con il vostro NOME e COGNOME scritto in MAIUSCOLO =
UOMO DI PAGLIA).
In pratica lo Stato Italiano (NdR: ed i suoi Padroni, i banchieri proprietari di una banca-finanziaria US) creano alla tua nascita 2 milioni di dollari a mezzo di un bond o titolo ed il collaterale di questo bond è la tua esistenza in vita, che significa: produttività, forza lavoro (sempre meno pagata e tutelata così ci guadagnano di più), che e' il valore reale, sfruttandoti fino al limite delle tue possibilita' !
L’equivalenza perversa è: nascita = creazione di un bond e di denaro fittizio = collaterale la tua esistenza in vita e quindi il tuo futuro lavoro (pagato pochissimo se possibile e come stanno evidentemente facendo) = Schiavitù !
Il “tuo bond” è depositato alla S.E.C, come security o titolo fiduciario ed entra a far parte del patrimonio di quella Private Company registrata in modo ingannevole come Repubblica Italiana.
Per favore verificate tutto ciò che vi è stato detto, bastano pochi secondi su Google. Ma manca ancora la terza parte per dar vita a questa FINZIONE GIURIDICA: l’amministratore, quello che per contratto (trust o certificato di nascita in questo caso) si accolla l’obbligo di prendersi cura del “bene”, (NdR: ovvero e' obbligato ad assumersi la responsabilita' del bene (del Trust, cioe' pagare i suoi debiti e sottostare ai desiderata dei suoi proprietari...come uno schiavo...=
UOMO DI PAGLIA).

Chi è che ha questo ruolo ?
Ogni qual volta, qualsiasi autorità (dal vigile urbano, al giudice della Corte Costituzionale) ti domanda “è lei Pinco Pallino ?” e tu rispondi “sì”, in quel preciso momento ti sei autonominato amministratore di quel trust.  
Sei quindi caduto nel tranello in cui ti hanno messo fin dalla nascita, perché nella finzione hanno bisogno che tu ti creda l’amministratore di quella “esistenza in vita”, nella realtà invece, tu e quel trust che porta il tuo nome siete due entità completamente distinte e separate.  
L’essere umano in carne ed ossa si scrive con le iniziali Maiuscole e le altre lettere minuscole (come ci hanno sempre insegnato anche a scuola e secondo la grammatica italiana), la fittizia FINZIONE GIURIDICA invece, si scrive con tutte le LETTERE MAIUSCOLE.

Controllate tutti i vostri documenti d’identità, le comunicazioni bancarie, le notifiche erariali, il tesserino sanitario ecc…
Se provaste ad andare per esempio in banca e chiedeste all’impiegato di scrivere il vostro nome con le iniziali maiuscole e il resto minuscolo, se è un ignorantone ci proverà, ma sarà costretto a rispondervi che è impossibile perché il “sistema” non lo permette.  Quindi, ricapitolando: se il 99% del diritto è basato sulla presupposizione, si presuppone che qualcosa sia vero e nessuno mette in discussione quella presupposizione perché il sistema è ancora basato sul meccanismo della “confessione”, esattamente come ai tempi dell’Inquisizione; per funzionare il sistema ha bisogno che tu accusi te stesso e quindi tutto è basato sul tuo consenso, sul tuo libero arbitrio !

È necessario infatti che tu accusi te stesso, ma di cosa ? Del “peccato originale”. E che cos’è ?
La frode ! L’utilizzo del nome che non ti appartiene, quel nome che da quando sei nato è stato scritto a lettere maiuscole e che è una proprietà intellettuale dello Stato, che ti ha messo in condizioni di usare fraudolentemente. Nel momento in cui lo usi dichiari: che sei nato privo di diritti, che sei in bancarotta, perché la tua vita, il tuo nome e la tua esistenza sono gestiti da altri che non sei tu; sei, perciò, da quando sei nato, in un regime di amministrazione controllata, dove il tuo nome non appartiene a te ma ad altri.
Ma è ancora peggio di così !
Secondo il Codice dell’Ammiragliato, o Codice Marittimo (Bibbia), sei nato disperso in mare, perché questo dicono le Bolle Papali, sulle quali si basa tutto il sistema; tu, al momento della nascita e attraverso il canale uterino, sei caduto in acqua e sei disperso in mare e non sei mai riuscito a raggiungere la terra ferma, in modo da poterti alzare in piedi e affermare “Io Sono un essere umano libero davanti a Dio”

Poiché le Bolle Papali si giustificano secondo mandato divino.
Perché sono loro che usano la parola Dio, sono loro che hanno chiamato in causa Dio, sono loro che hanno tradotto la Bibbia con il termine "Dio", che originariamente non viene mai citato (a proposito la Bibbia diventa Codice di Diritto Nautico sostituendo la parola “peccato” con “debito” n.d.r).  
Il diritto quindi è sempre di provenienza divina, noi siamo perciò creature “divine” (vedi: vera traduzione della Bibbia) e loro lo sanno benissimo; non possono quindi creare un diritto fittizio, hanno assoluto bisogno di far discendere il loro diritto da Dio. Quindi loro usano questo Dio (il diritto) e se tu usi il loro stesso Dio, ti sei autodefinito incapace, disperso, senza diritti =
UOMO DI PAGLIA.
Pensate la perversione, se tu utilizzi quello che loro ti hanno detto, imposto di utilizzare, dichiari e confermi di essere incapace di prenderti cura di te stesso.
Quindi, ricapitoliamo: usano una Società di Diritto Privato, quotata, fingono che sia uno Stato, un ente pubblico, in realtà è privatissimo, e lo usano per fare business (quattrini, denaro, profitto ! E ci chiedono anche di pagare le tasse per mantenere una Società di Diritto Privato che non è nostra !) attraverso la tua esistenza, oggetto di quell’entità fittizia scritta tutta a lettere maiuscole, quotata alla S.E.C. di Washington D.C.
Il concetto è, quindi, che se tu accetti questo presupposto, ti autodefinisci incapace, bisognoso di essere amministrato in modo coatto, perché oltre ad essere disperso in mare, quindi senza diritti e in bancarotta (non hai mai reclamato ciò che è tuo), non sai neanche chi sei ! Per assurdo, ogni autorità, infatti, deve chiederti chi sei, altrimenti non ti può toccare nemmeno con un dito.
Non avrebbe la giurisdizione per farlo (si parla di diritto amministrativo, tributario, civile ecc…, se uccidi qualcuno, quindi codice penale, è un po’ diverso, ma non troppo…)

I nostri tribunali infatti sono tribunali di diritto privato, quindi tribunali aziendali !
Stessa cosa vale per il denaro, le banconote “euro”: siamo stati avvertiti, sopra c’è scritto “proprietà della Banca Centrale Europea”, non è nostro è della BCE, ma se noi accettiamo di usarlo, come per il nome fittizio, ci autoproclamiamo incapaci e incompetenti ai loro occhi (disperso in mare, ecc…). Hanno creato quindi un sistema di governo chiamato Cosa Pubblica, che invece è privatissima, che include partiti, Parlamento, Governo, elezioni e se tu accetti di partecipare a questo gioco ti autodefinisci di nuovo incapace e incompetente (disperso in mare, ecc…), bisognoso di amministrazione coatta.  A fronte di questo lungo e, immagino sconvolgente racconto per molti di voi, la prima riflessione è:

Come facciamo a cambiare in meglio una cosa che non ci appartiene affatto ?
Ma del resto il nostro inconscio ce lo dice, nelle ultime amministrative ha votato il 50% degli aventi diritto; una persona su due considera offensivo per la propria intelligenza andare a votare. Quindi a questo punto, se è tutto chiaro, gli interrogativi sono solo due

1. Cosa possiamo fare per sottrarre il nostro consenso a questa frode che ci vede protagonisti “involontari” fin da quando siamo nati ?
“Cosa possiamo fare” comprende il salvare il salvabile, dai pignoramenti per esempio, da Equitalia, perché non siamo noi, persona fisica in carne ed ossa a dover pagare le tasse, ma è l’entità fittizia che noi legittimiamo nel momento che la usiamo fraudolentemente (lettere maiuscole).
Quindi, in modo individuale possiamo utilizzare noi le loro stesse leggi, Codice Nautico e dell’Ammiragliato (Bibbia) in maniera tale che siano loro a cadere in disonore ? Conoscendo la legge possiamo fare qualcosa ?

2. Cosa possiamo fare invece collettivamente per creare un’alternativa a questo sistema marcio, fraudolento che è stato creato a loro favore a nostro totale sfavore?
Come possiamo modificarlo se non ci appartiene? Intanto, mentre ci pensiamo, possiamo soltanto smettere di partecipare. Concludendo, i nodi cruciali sono due: il denaro e come si prendono le decisioni, che è sinonimo di politica. Ma c’è un punto in più che è diventato chiarissimo: non si possono trattare separatamente denaro (economia, finanza, crisi ecc…), la politica, cioè il modo in cui si prendono le decisioni, la religione e il diritto, perché per i potenti, l’élite, sono la stessa identica cosa.
Tratto da: http://www.veja.it/2013/04/05/le-bolle-papali-che-hanno-cambiato-il-mondo-siamo-schiavi-dal-1302-d-c-lo-sapevate/

PDF:
Ecco descritto in modo preciso come e' nata la SCHIAVITU', come viene perpetrata e come viene ampliata dai CRIMINALI che controllano il PianEta
+ http://onepeoplefactory.org/non-ti-fermare-avanza/
vedi un sunto su come nasce la schiavitu' moderna....
https://docs.google.com/file/d/0B1zHVL1aFF3jTENMb1p3TThpNkU/edit?pli=1


IMPORTANTE
: RI-DIVENITE SOVRANI ! =  come uscire dal $i$T€ma ? ecco come + vedi: SBATEZZATEVI

Fonti e link,
vedi qui per altri particolari:
http://www.portalesovrano.it

http://blog.miglioriamo.it/category/tempo-di-cambiare/
http://fuoridimatrix.blogspot.it/p/schiavi-della-santa-sede-dal-1302anno.html
http://www.sec.gov/cgi-bin/browse-edgar?action=getcompany&CIK=0000052782

www.tempodicambiare.it
www.visionealchemica.com → fuoridimatrix.blogspot.it

Link:  hearthaware | Le Bolle Papali che hanno cambiato il mondo

Fonte: visto su Stampa Libera del 01/04/2013: http://www.stampalibera.com/?p=61788 -.... con commenti e precisazioni del redattore di questa pagina.

LEGGE dell'AMMIRAGLIATO
Jordan Maxwell: “La Struttura e il simbolismo del potere in America” e “La legge dell’Ammiragliato, la religione e il potere”.
Due brani di circa mezz’ora ciascuno tratti da due interviste a Jordan Maxwell, una delle menti piu’ illuminate d’America, presente anche nel commento di Zeitgeist.
Le due interviste sono complementari e alcuni concetti sono ripetuti, ma, anche se parla degli Stati Uniti, valgono perfettamente per l’italia e rivelano aspetti cosi’ nascosti della nostra storia e quella del Vaticano, che vale la pena sentirli due volte per realizzare meglio l’importanza di ciò che afferma.
NWO, Legge dell'Ammiragliato e Cosmologia Corporativa: Intervista a Jordan Maxwell.

Il VATICANO e la LEGGE DIVINA del LIBERO ARBITRIO
Se non partiamo da qui, prima di parlare di recupero della sovranità monetaria, di elezioni democratiche e di riforme, siamo disarmati e non ne usciremo mai..
Se tu hai firmato un contratto di mutuo con la banca, che poi ti porta via la casa in caso d'insolvenza, hai dato il tuo CONSENSO (libero arbitrio) a quel contratto. Nessuno ti ha mai costretto.
Se poi ti rechi in tribunale, per la causa di pignoramento e riconosci quegli organi legislativi e quindi quei tribunali e così facendo li legittimi, hai dato il tuo consenso (libero arbitrio) a quelle legittimazioni. Quindi, in parole povere, siamo noi a rinnovare il contratto con questo "sistema" ogni giorno, utilizzando dei mezzi "impropri e fraudolenti" che loro ci hanno fatto credere, con un ingegnoso mezzo inganno, indispensabili.

Ok il Sistema funziona cosi... ma perché funziona cosi ?
2 esempi per farvi capire meglio:
Perfino il peggiore dei satanisti massoni, che si appresta ad effettuare un sacrificio umano è obbligato a seguire queste regole e quindi a scegliere la prima vittima che si offre volontariamente, spinta da un'inspiegabile attrazione.
Oppure: un esercito, che sta per invadere una nazione straniera, è obbligato a dare un avvertimento allo Stato che sta per mettere a ferro e fuoco, spiegando tutte le proprie richieste. 
Comprendere l'universalità della legge del consenso, è alla base di ciò che viviamo oggi, e andando avanti sarà dimostrato che l'élite mondiale dominante sta seguendo questa legge fin dall'inizio e la mette in pratica in ogni momento e in ogni aspetto della nostra vita.
Se non la conoscessero così dettagliatamente e se non la seguissero così scrupolosamente, il loro potere non sarebbe durato fino ad oggi.

Capito quindi perché i governi ci fanno votare ?
Poiché hanno quindi bisogno assoluto del nostro consenso, come fanno ad aggirare il sistema

Il SILENZIO ASSENSO
Hanno ideato un sistema perfetto che funziona secondo i principi descritti precedentemente: "avvertimento" e "silenzio assenso"; se non mi rispondi vuol dire che sei d'accordo e quindi peggio per te.
Esempio, quando la banca cambia le condizioni e lo fa spessissimo, è obbligata a mandarti un documento di trasparenza bancaria - avvertimento - che credo pochissimi di noi leggano (purtroppo !).
Se tu non rispondi è silenzio assenso.
Tutta la storia del nostro mondo da millenni funziona secondo questo principio !

Le LEGGI CANONICHE e le BOLLE PAPALI
Cosa sono le leggi ?
Tutte le leggi derivano da canoni, ovvero dal Diritto Canonico, perché tutte le leggi, direttamente o indirettamente hanno a che fare con la legge Divina ed Ecclesiastica.
Ma i "Canoni" in particolare sono norme o principi che traggono valore dal fatto di non essere mai stati contestati (tacito assenso).
Ecco alcuni canoni, norme o principi, universalmente riconosciuti, perché nessuno ha mai detto che non lo debbano essere (molti sono per altro condivisibili perché sono alla base della civile convivenza).
1) tutti debiti devono essere pagati
2) tutti i contratti devono essere onorati 
3) tutte le controversie portate di fronte alla legge, devono essere risolte di fronte alla legge (ovvero, se tu ricevi un'accusa, per quanto infondata, per quanto ingiusta, per quanto immorale, per quanto illegale non puoi ignorarla. E tuo l'onere di dimostrare l'infondatezza di quella accusa davanti alla legge di fronte alla quale è stata portata) 
4) QUALSIASI AFFERMAZIONE, SE NON VIENE CONTESTATA, DIVENTA VALIDA (importantissimo punto ! Ricevi una multa, una sanzione ingiusta, viene fissata un'udienza e tu non ti presenti, cavoli tuoi, sarà chi di dovere a decider per te e senza di te).
L'attuale sistema, che è basato sul concetto di proprietà, è stato creato dagli antichi romani, i quali hanno disseminato il loro "diritto" in giro per il mondo e sappiamo come [karma pesantissimo che noi "italici" dobbiamo espiare nei confronti di tutto il mondo].

Ogni terra conquistata e distrutta veniva iscritta in un "registro" conservato a Roma e ogni nuova terra dell'Impero poteva essere di proprietà solo di un cittadino romano.
Ancora oggi quindi noi viviamo in un sistema che si tramanda dall'esistenza dell'Impero Romano, che di fatto, non è mai finito. Con le invasioni longobarde, Papa Leone III, incorona Pipino il Breve come Re dei Franchi e poi Carlo Magno come Imperatore del Sacro Romano Impero.
Quindi il sistema che abbiamo oggi nell'organizzazione della proprietà e del diritto e quindi del denaro e quindi della politica, nasce nel 1302 !!
Bonifacio VIII è considerato uno degli uomini più corrotti, malvagi e potenti della storia della Chiesa e del mondo, tanto che lo stesso Dante lo mette nei gironi più bassi dell'Inferno.
Questa
Bolla Papale determina il primo sistema fiduciario ancora valido oggi.

Il DIRITTO MARITTIMO
In pratica e tradotto in altri termini, la
Bolla Papale del 1302 usa la metafora del Diritto Marittimo e dell'Ammiragliato (la loro "Bibbia") affermando che l'Unam Sanctam Ecclesiam e quindi la Prima e Unica Santa Chiesa è l'Arca di Noè, perché mentre tutto il mondo era sommerso dalle acque, l'unica cosa che si elevava al di sopra era l'Arca. Quindi tutti gli esseri umani, a partire da quel giorno, certificato dalla Bibbia come Codice di Diritto Nautico, sono dispersi in mare.
E il Papa dunque reclama tutta l'autorità, tutta la proprietà, sia spirituale che temporale, fino a quando i "dispersi" (noi) torneranno a reclamare i loro diritti. (proclamazione della nostra SOVRANITA' individuale + Documento di ESISTENZA in Vita + Legale Rappresentante della FINZIONE GIURIDICA (le bozze dei documenti li trovate nelle pagine 1 + 2 + 3 + 4)

RICOSTRUZIONE  STORICA dalle BOLLE PAPALI fino ai giorni nostri

https://oltreoppt.wordpress.com/o-p-p-t/ricostruzione-storica/


ECCO COME ci FREGANO !
nel 1933 (udite, udite!,) le Nazioni diventano Società di Diritto Privato, registrate presso la SEC (Security Exchange Commission) con sede a Washington D.C., che è l'equivalente della nostra CONSOB (organismo che controlla la Borsa) ove sono registrate tutte le Corporations del mondo !
Queste Società di Diritto Privato chiamate Nazioni, apparentemente pubbliche e repubbliche, ma in realtà privatissime, possiedono oggi il DIRITTO di PROPRIETA' sulle persone nate in quello stato, in base alle tre Bolle Papali !
La prima istintiva reazione è: non l'Italia ! Che è una Repubblica fondata sul lavoro e che ha la sua meravigliosa Costituzione !
Quindi l'Italia NON è una Repubblica libera e pubblica, ma una Private Company e lo Stato possiede il diritto di proprietà delle persone (noi tutti) nate sul suo territorio.
vedi QUI:
REPUBBLICA dell’ITALIA è in realtà una Società/Corporazione registrata al (S.E.C.) (American Securities Exchange Act 1934)
vedi qui...per altri particolari.
Ecco i codici di spiegazione di come si opera con le transazioni economiche a livello mondiale, nel S.E.C.
http://www.ecfr.gov/cgi-bin/text-idx?tpl=%2Fecfrbrowse%2FTitle17%2F17cfr270_main_02.tpl
Ecco il PDF dell'INVESTEMENT COMPANY ACT 1940 dove si definiscono le posizioni delle società iscritte al SEC ed operanti su piazza US e non solo:
https://www.sec.gov/about/laws/ica40.pdf

...ma anche gli Stati Uniti del continente nord americano sono una societa' PRIVATA, cosi come e' ben descritto con tutti i documenti comprovanti, questo fatto, QUI in questo link: http://www.courtofages.com/earth-district.html

Visionate la cronistoria delle azioni ed il contenuto dei documenti OPPT depositati in U.C.C. QUI: http://www.oppt-italia.org/
A questo link è possibile vedere e scaricare tutti i documenti originali depositati all'UCC, divenuti Leggi a riconoscimento Internazionale:
http://i-uv.com/oppt-absolute/original-oppt-ucc-filings/
vedi anche:
http://www.scribd.com/doc/118067922/PARADIGM-DOCUMENT-FROM-THE-TREASURY-FINANCE-AG-INDUSTRIESTRASSE-21-CH-6055ALPNACH-DORF-SWITZERLAND
e/o QUI: http://ioeternaessenza.blogspot.it/2014/02/oppt-iuv-breve-storia.html

......e questi documenti: Winston Shrout Talking about Truth of OPPT UCC Filing
https://www.youtube.com/watch?v=SGjfKnAjnNI
Traduzione sintetica e chiarificante
https://docs.google.com/file/d/0B9PEriRP9nMtOFVIY0oyaERyYVE/edit?pli=1

U.C.C. = Uniform Commercial Code, regulation:
http://www.ecfr.gov/cgi-bin/text-idx?c=ecfr;sid=8e28997b5055d403b9aa28c3c14c54c0;rgn=div5;view=text;node=12%3A3.0.1.1.10;idno=12;cc=ecfr

.......e quindi la realta' e' che ci FREGANO con il "CERTIFICATO di NASCITA" = FINZIONE GIURIDICA, SEI a TUTTI gli EFFETTI UNO SCHIAVO ceduto dai tuoi genitori, allo Stato in cui nasci = Vedi QUI la PROVA del e nel Registro Anagrafico Italiano.
 (vedi dopo - R.A. - per conoscere cosa e', e dove consultarlo)
PDF:
Ecco descritto in modo preciso come e' nata la SCHIAVITU', come viene perpetrata e come viene ampliata dai CRIMINALI che controllano il PianEta

vedi anche:  https://docs.google.com/file/d/0B1zHVL1aFF3jTENMb1p3TThpNkU/edit?pli=1

IMPORTANTE, come uscire dal $ixT€ma: https://docs.google.com/file/d/0B9PEriRP9nMtZzRhS2VaR1lzQm8/edit?pli=1

Al momento della tua nascita, senza avvisarti, è stato creato un Trust (azienda), cioè un sistema fiduciario, di proprieta' dello stato e con la "FINZIONE GIURIDICA" che ti assegnano e che ha per oggetto la tua "esistenza in vita"; ed i tuoi genitori hanno avvallato questo fatto inconsapevolmente, firmando il certificato di nascita, cioe' ti hanno ceduto allo stato con questo trust statale, firmando e senza essere stati avvisati di cio' che stava avvenendo !
Infatti è proprio negli anni '30 che diventa obbligatorio, guarda caso, registrare le nascite, appropriandosi così del consenso, anche se in questo caso senza essere stati doverosamente "avvisati". Ecco perché questo
$isT€ma è fraudolento.
In realtà il Certificato di Nascita è un avvertimento, perché è la costituzione di una personalità fittizia, che non appartiene a te, ma a loro, i Padroni del mondo, del quale lo stato ove nasci e' loro vassallo.
Infatti se erroneamente si potesse pensare che il Certificato di Nascita appartenga a noi, basterebbe provare ad andare in una qualsiasi anagrafe di competenza a chiederne l'originale: possiamo averne una copia, un estratto, ma MAI l'originale.
In pratica lo Stato Italiano (AZIENDA) crea alla tua nascita due milioni di dollari a mezzo di un bond o titolo e il collaterale di questo bond è la tua esistenza in vita, che significa: produttività, forza lavoro (sempre meno pagata e tutelata così ci guadagnano di più), valore reale !
nascita = creazione di un bond e di denaro fittizio = collaterale la tua esistenza in vita e quindi il tuo futuro lavoro (pagato pochissimo se possibile e come stanno evidentemente facendo) = SCHIAVITU' =
UOMO DI PAGLIA !
Il "tuo bond" è depositato alla S.E.C, come security, o titolo fiduciario ed entra a far parte del patrimonio di quella Private Company registrata in modo ingannevole come "Repubblica Italiana=Republic of Italy".
Vedi piu' sotto il VERO ed UNICO "Atto notorio di esistenza in Vita" che va fatto registrare nel Comune di nascita e residenza da parte dei genitori o del soggetto nato quando volesse farlo.

COME la LEGGE TI FOTTE "LEGALMENTE"
Ma manca ancora la terza parte per dar vita a questa FINZIONE GIURIDICA
= (uomo di paglia): l'amministratore, quello che per contratto (trust o certificato di nascita in questo caso, di proprieta' del $isT€ma) si accolla l'obbligo di prendersi cura del "bene". 

Chi è che ha questo ruolo ?
Ogni qual volta, qualsiasi autorità (dal vigile urbano, al giudice della Corte Costituzionale) ti domanda "è lei Pinco Pallino ?" e tu rispondi "sì", in quel preciso momento ti sei autonominato amministratore di quel trust. Sei quindi caduto nel tranello in cui ti hanno messo fin dalla nascita, perché  hanno bisogno che tu ti creda l'amministratore della FINZIONE GIURIDICA (dando il tuo consenso) e di quella "esistenza in vita", nella realtà invece, tu e quel trust che porta il tuo nome siete DUE entità completamente DISTINTE e SEPARATE - Tu sei una Persona fisica fatta di carne, ossa, sangue e Spirito, l'altro e' un pezzo di carta, e/o plastica od un chip.
L'essere umano in carne ed ossa e Spirito, si scrive con le iniziali Maiuscole e le altre lettere minuscole (come ci hanno sempre insegnato anche a scuola e come prescrive la lingua Italiana), la "FINZIONE GIURIDICA invece, quella fittizia, l'azienda, si scrive con tutte le LETTERE MAIUSCOLE.
Controllate tutti i vostri documenti d'identità, le comunicazioni bancarie, le notifiche erariali, il tesserino sanitario, ecc...
Se provaste ad andare per esempio in banca e chiedeste all'impiegato di scrivere il vostro nome con le iniziali maiuscole e il resto minuscolo, se è un ignorantone ci proverà, ma sarà costretto a rispondervi che è impossibile perché il "sistema" non lo permette.
...per funzionare il "sistema" ha bisogno che tu accusi te stesso e quindi tutto è basato sul tuo consenso, sul tuo libero arbitrio !
E' necessario infatti che tu accusi te stesso, ma di cosa ?

Del "peccato originale"... E che cos'è ? La FRODE !
L'utilizzo del NOME e COGNOME, che non ti appartiene, quel nome che da quando sei nato è stato scritto a lettere maiuscole e che è una proprietà intellettuale dello Stato, che ti ha messo in condizioni di usare fraudolentemente.
Nel momento in cui lo usi, dichiari: che sei nato privo di diritti, che sei in bancarotta, perché la tua vita, il tuo nome e la tua esistenza sono gestiti da altri che non sei tu; sei, perciò, da quando sei nato, in un regime di amministrazione controllata, dove il tuo NOME non appartiene a te ma ad altri.

SE NON TI DICHIARI (NdR: di Essere ancora in vita - vedi sotto il documento di Esistenza in Vita da personalizzare e da consegnare, protocollandolo nel tuo Comune) ...TI DICHIARANO DISPERSO o MORTO (NdR: solo dopo sette/dieci anni dalla nascita, se non dichiari la tua Esistenza in vita) e QUINDI SI APPROPRIANO di "GUIDARE la TUA VITA" per mezzo dell'
UOMO DI PAGLIA che "loro" amminitrano e di cui sono i proprietari....
Secondo il Codice dell'Ammiragliato, o Codice Marittimo (Bibbia), sei nato disperso in mare, perché questo dicono le Bolle Papali, sulle quali si basa tutto il sistema; tu, al momento della nascita e attraverso il canale uterino, sei caduto in acqua e sei disperso in mare e non sei mai riuscito a raggiungere la terra ferma, in modo da poterti alzare in piedi e affermare "Io Sono un essere umano (anima vivente), cioe' Spirito incarnato, libero davanti a Dio". (NdR: in realta' nasciamo in mare = la placenta e quando nasciamo veniamo sulla Terra Ferma....) ma ci costringono a credere alla Bugia della dispersione in mare....
- noi siamo perciò creature "Divine" (vedi: vera traduzione della Bibbia = Noi Esseri viventi siamo "Dei" Immortali ed un punto di osservazione dell'INFINITO sul FINITO !) e loro lo sanno benissimo; non possono quindi creare un diritto fittizio, hanno assoluto bisogno di far discendere il "loro" diritto da "dio" (NdR: ovviamente il loro dio inventato).
Quindi loro usano questo loro "dio" (il loro "diritto") e se tu usi il loro stesso "dio", ti sei autodefinito incapace, disperso, senza diritti.
Pensate la perversione, se tu utilizzi quello che loro ti hanno detto ed imposto di utilizzare, dichiari e confermi di essere incapace di prenderti cura di te stesso.

Quindi, ricapitoliamo:
usano una "Società di Diritto Privato", quotata alla S.E.C. di Washington D.C. (US), e fingono che sia uno Stato, un ente pubblico del Popolo), in realtà è privatissimo e lo usano per fare business, quattrini, denaro, profitto per loro.... ! E ci chiedono anche di pagare le tasse per mantenere quella Società di Diritto Privato che non è nostra !, (non e' del popolo) attraverso la tua esistenza VERA, ma oggetto e proprieta' di quell'ENTITA' FITTIZIA (FINZIONE GIURIDICA =
UOMO DI PAGLIA) scritta tutta a lettere MAIUSCOLE, che ti hanno imposto alla nascita, quando Tu ti identifichi stupidamente in essa..... 
Per assurdo ogni autorità di quella "azienda privata", infatti, deve chiederti chi sei, ed avere il tuo consenso verbale o scritto, altrimenti non ti può toccare nemmeno con un dito, perche' Non ha la giurisdizione per farlo (si parla di diritto amministrativo, tributario, civile, ecc.), se hai ripreso il controllo della FINZIONE GIURIDICA (Trust=azienda), a Tuo nome, con l'apposito documento: "Autocertificazione di Legale Rappresentante della FINZIONE GIURIDICA", documento che trovi QUI.

E con QUESTO SI SPIEGA TUTTA la TRUFFA del DENARO !
TUTTI i  tribunali Italiani, infatti sono TRIBUNALI di DIRITTO PRIVATO, quindi TRIBUNALI AZIENDALI !
Stessa cosa vale per il denaro, le banconote "euro": siamo stati avvertiti, sopra c'è scritto "proprietà della Banca Centrale Europea", non è nostro, è della BCE (che e' una societa' privata in mano ai banchieri....), ma se noi accettiamo di usarlo, come per il nome fittizio, ci autoproclamiamo incapaci e incompetenti ai loro occhi (disperso in mare, ecc...).
ORA la VOSTRA DOMANDA sarà: Come facciamo a cambiare in meglio una cosa che non ci appartiene affatto ? Cosa possiamo fare per sottrarre il nostro consenso a questa frode che ci vede protagonisti "involontari" fin da quando siamo nati ?

RISPOSTA:
Informatevi sulla Sovranità Individuale e...dichiaratevi !
- QUI trovate la Promulgazione con Dichiarazione di Sovranita' Individuale + quella di Legale Rappresentante della FINZIONE GIURIDICA

Fonte:https://www.facebook.com/pages/Scienza-di-Confine/188189217954979
- vedi anche su:
http://dinai.weebly.com/1/post/2014/02/ti-spiego-perch-sei-uno-schiavo.html#sthash.lgs8Si42.dpuf
http://www.portalesovrano.it
http://www.youtube.com/watch?v=GIOyF9_M5W4

Cio' significa che da quell'anno 1302, abbiamo, come popoli occidentali, PERSO qualsiasi diritto su di noi stessi, sottoponendoci alla giurisdizione (schiavitu') papale e successivamente a quella degli stati occidentali, che, dal ridimensionamento della "potenza" papale, sono derivati e che hanno adottato norme, leggi un po' diverse da quelli delle bolle papali e del diritto Canonico ed Ecclesiastico, senza pero' cambiarne i concetti della sudditanza da esse...  !
...ed in piu' la novita' e' che dal 1933 l’Italia (la Repubblica Italiana)  è una Corporation Privata iscritta al S.E.C. Securities and Exchange Commission di WASHINGTON D.C. 20549:  REPUBLIC OF ITALY
Quindi l’Italia NON è una Repubblica Libera e Pubblica, ma una Private Company e quello Stato Possiede il Diritto di Proprietà delle Persone, nate sul Territorio ove a delineato-definito i confini territoriali, infatti rilascia un proprio documento di nascita del nascituro (valido solamente se firmato dai genitori) che rimane di sua proprieta', cosi dice quell'azienda privata, spacciata per uno Stato pubblico, cosi come tutti i documenti di identita' che essa rilascia per il solo uso, ed impone l'acquisto della "capacita' giuridica", come scritto all'art. 1 Cod.  Civile, senza chiedere il consenso al soggetto, che nasce e senza spiegare cosa sia ai suoi genitori.
La Costituzione Italiana dice:
Art. 10"L’ordinamento Giuridico Italiano si Conforma alle Norme del Diritto Internazionale Generalmente Riconosciute”.
Ricordiamo a tutti che per le Leggi/Norme sul Commercio Internazionale, accettate per iscritto anche dall’Italia, ed un Contratto e’ valido SOLAMENTE se firmato dalle parti in umido, cio' significa che una sola firma invalida il contratto.
NOTA BENE: Legislazione Italiana in materia di Contratti:
vedi: https://docs.google.com/file/d/0B1zHVL1aFF3jLUFhSzRQSzJEaWs/edit?pli=1

Definizione dello "Stato" attuale (Italiano, ma potrebbe essere applicato a qualsiasi altro stato nel mondo)
Lo Stato è una entità che "fa le leggi" ? Una sorta di Vigile Nazionale che regola il traffico ? E che si disinteressa di tutto il resto ? No. Non è questa la nostra Repubblica.
La nostra Repubblica è un Patto tra noi Cittadini, tra i cittadini italiani, perché tutti abbiamo dignità di esseri umani. E la dignità dell'uomo, secondo quel Patto, si fonda sul lavoro; perché è nel lavoro l'autonomia di decidere del proprio destino; nel lavoro la possibilità concreta, di ognuno di noi, di contribuire al benessere materiale e spirituale della nostra comunità italiana, secondo le inclinazioni e le capacità. E' il lavoro che ci fa sentire vivi.
Oggi, nell'eurozona, lo Stato non è un Repubblica. E' un esattore. E' un cuscinetto tra le Banche Private, che prestano denaro, e noi: che dobbiamo restituirlo a quelle Banche, 'attraverso' lo Stato, maggiorato di interessi: 'dopo' averlo impreziosito del valore della nostra laboriosità.
Perché, ricordiamolo: siamo NOI che diamo valore al denaro, producendo i beni ed i servizi che il denaro può comprare. Noi. Non chi lo stampa, o lo presta.
In uno Stato che fa esattore per conto di Banche Private, dalla comunità, dalla nostra comunità, dovrà, sempre!, uscire più denaro di quello che entra; ci saranno, sempre!, meno opportunità di lavoro; il lavoro sarà, sempre più!, ridotto ad un punto di equilibrio tra domanda ed offerta: come se gli uomini e le donne siano una 'merce' da scambiare sul mercato; lo Stato rimarrà impassibile, come resta impassibile oggi, nell'assistere alla distruzione del benessere e di una cultura umanistica millenaria.
I trattati dichiarano il valore assoluto della "Stabilità dei Prezzi". 
Lo fanno apertamente e nessuno ha capito, e capisce, che cosa questo significhi. E chi lo ha capito e non lo dice è complice.
Stabilità dei Prezzi significa mettere al CENTRO dell'Universo il Potere Economico. Significa tutelare i Grandi Possessori di Denaro: quelli che, senza spendere un solo giorno di lavoro, senza creare o aver mai creato, neppure, un solo granello di produzione o di benessere, moltiplicano il loro Denaro semplicemente prestandolo alla Comunità: e pretendendone la restituzione ad interesse.
Porre al centro dell'Universo la Stabilità dei Prezzi significa schiacciare l'Uomo nel rango di Restitutore di Prestiti, distruggere l'essere umano, la sua dignità, il suo diritto naturale a vivere da individuo pensante e libero.
Dunque, "Euro fuori o dentro" è un quesito che vaga nelle lande del Male: nella misura in cui lascia aperta una possibilità (per quanto, magari, nelle intenzioni, minima e microscopica) che possa prevalere una idea di Stato che schiaccia l'essere umano.
Eravamo una Repubblica e tale dobbiamo tornare ad essere riprendendo la nostra Moneta. Non c'è alternativa alla libertà.
By dr. Gennaro Varone (Giudice)


PATTI sottoscritti dagli Stati del mondo, registrati all’ONU
https://docs.google.com/file/d/0B9PEriRP9nMtX3Z2N0RrQ0xtMms/edit?pli=1

http://www.camera.it/cartellecomuni/leg14/RapportoAttivitaCommissioni/commissioni/allegati/03/03_all_legge1977881.pdf

Inoltre la Pagina di Dun & Bradstreet che è una Società Americana Leader nelle Informazioni dei Movimenti Creditizi Relativi a 220.000.000 di Aziende nel Mondo e Destinate al Marketing (B2B) Business-to-Business, dimostra che  TUTTO l’Apparato Istituzionale Italiano è PRIVATO, Governo della "Repubblica Italiana", Camera dei Deputati, Senato della Repubblica Italiana, Regioni anche Autonome, Comuni, Tribunali, Procure e tanti alti Enti e Società.

Definizione della parola Sovrano:
Al contrario, rispetto alla parola "suddito", il concetto di Sovrano (
nel senso proprio del termine, il soggetto che detiene la sovranità), differisce da quello di suddito, si riferisce a colui che è soggetto solo alla sovranità di Se stesso il quale rispetta il libero arbitrio per se e per gli altri.
La condizione del suddito implica, di per sé, situazioni giuridiche puramente passive (doveri e soggezioni), mentre quella del Sovrano implica la titolarità di diritti e delle altre situazioni giuridiche.

Questo concetto di fondo è comunque espresso, anche nella COSTITUZIONE Italiana
Art. 1, è detto che la
"sovranità appartiene al POPOLO", ed e' molto importante la frase successiva la quale afferma che: “il POPOLO la esercita nelle forme previste dalla Costituzione”.

In altre parole, la norma è come se dicesse che è illegittima qualsiasi legge che non permetta l’esercizio della Sovranità individuale da parte del cittadino.
Definizione della parola Popolo:
essa è un termine giuridico che indica l'insieme degli Esseri Viventi Umani, rappresentati dalle e nelle persone (forme umane) fisiche esistenti.

Inoltre nell'Art. 2

"La Repubblica Riconosce (vedi sotto, Riconosce: Ri - vedi sotto, Garantisce: Ga) i Diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo sia come nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità", e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.
....ma il problema e' che la...
REPUBBLICA dell’ITALIA è in realtà una Società/Corporazione registrata al (S.E.C.) (American Securities Exchange Act 1934).
S.E.C. Securities and Exchange Commission di Washington D.C. 20549: vedi, REPUBLIC of ITALY

....ma anche gli Stati Uniti del continente nord americano sono una societa' PRIVATA, cosi come e' ben descritto con tutti i documenti comprovanti, questo fatto, QUI in questo link: http://www.courtofages.com/earth-district.html

Commento
NdR: come possiamo osservare persino la legge Costituzionale dell'azienda (Company) Italia - vedi sotto -, Riconosce (RI) e DEVE Garantire (Ga) i DIRITTI INVIOLABILI dell'Uomo quale Sovrano, per diritto di nascita !
Cio' significa che lo stesso articolo Costituzionale italiano, conferma che: la Personalita' e' amministrata, svolta, gestita unicamente dall'Ente/Essere, inteso come Persona Umana, cioe' anima vivente. fatta di carne, ossa e sangue con Spirito ed energia (il soggetto stesso =
Io Sono) e la Costituzione Italiana garantisce questi diritti inviolabili dell'Essere Sovrano; cio' significa che anche la Costituzione e' al servizio del Sovrano !.
Altro e' la personalita' GIURIDICA, cioe' la possibilita' (FUNZIONE) di agire giuridicamente con e per la FINZIONE GIURIDICA.
vedi:  Legale Rappresentante della FINZIONE GIURIDICA


(RI)
- definizione della parola Riconosce, come da dizionario di italiano:
-(ri-co-nó-sce-re) v. (irr.: coniug. come conoscere)
- v.tr. (sogg-v-arg)
- Individuare, identificare qualcuno. o qualcosa di già noto;
- Dichiarare di accettare la legittimità di qualcosa o qualcuno.
- Dichiarare o accettare pubblicamente qualcuno o qualcosa come reale, legittimo.
- Accettare qualcuno in un certo ruolo: es.: (come) capo, ecc.

(Ga) - definizione della parola Garantisce, come da dizionario di Italiano:
Garantire (ga-ran-tì-re) v. (garantisco, garantisci, ecc.) - v.tr. (sogg-v-arg-prep.arg)
- Assicurare  qualcosa a qualcuno.
- Assicurare il funzionamento di un oggetto o servizio venduto, per un periodo stabilito
- Salvaguardare qualcuno da qualcosa di spiacevole; sinonimo di: tutelare, proteggere da abusi
- (sogg-v-arg) Impegnarsi per l'assolvimento di un obbligo
 

Definizione delle parole Italiane:
Procura
Potere di rappresentare una persona in atti e negozi giuridici, conferito dalla persona stessa a qualcuno (procuratore); documento che attesta tale rappresentanza.
Nel diritto la procura è l'atto giuridico rivolto a terzi, con il quale un soggetto (detto rappresentato) conferisce ad un altro soggetto (detto rappresentante) il potere di compiere in suo nome e nel suo interesse atti giuridici, i cui effetti saranno direttamente imputati al rappresentato stesso.
Procuratore
Chi rappresenta una persona fisica o giuridica, grazie alla procura ricevuta
Curatore
Il curatore è un istituto previsto dall'ordinamento giuridico italiano di assistenza di una persona fisica o giuridica inabilitata, simile alla tutela
Tutore
Tutore - nel diritto, rappresentante legale di una persona
Amministratore
Nell'ordinamento italiano, gli amministratori costituiscono l'organo cui è affidata la gestione dell'ente e la direzione dell'attività imprenditoriale - rappresentare la società
di fronte ai terzi e in giudizio.
Notario - (dal Latino, Nortaius),
il notaio (colui che prende nota) è in termini generali, un soggetto il cui coinvolgimento carattere a documenti privati ​​in tal senso che autorizza la firma.

La Costituzione per chi è stata scritta ?
Per il Popolo, ed è il Popolo che forma uno Stato, e quindi la Sovranità e’ del Popolo.

Esempio di storpiatura voluta.....: 
....dire che  "Lo Stato fa parte della Repubblica" è giusto solo il contrario.
E' la Repubblica, che basandosi sulla Costituzione, forma la Repubblica  Italiana, (Rappresentando il Popolo che e' Sovrano, cioe' e' l'insieme dei Soggetti Sovrani)
Ancor di più: 
L'accostamento tra Repubblica Italiana, rappresentante del Popolo SOVRANO, che ha formato e forma lo Stato Italiano, e la l'Azienda Italia,  è nei fatti inaccostabile ed impossibile da farsi.
 
Conclusione:
Se parliamo di Stato-Repubblica, parliamo solo e soltanto di Popolo, che esprime attraverso la Costituzione la sua Sovranità, demandandone  l'applicazione, attraverso gli Enti Locali e periferici.
Per questo motivo, non si può parlare e comparare uno Stato/Repubblica ad un' Azienda Privata (come nei fatti oggi e' in quanto essa SCHIAVIZZA e calpesta il Popolo SOVRANO, e le Sovranita' Individuali in ogni sua/loro espressione.... che lo compongono), qualsiasi essa sia e qualsiasi nome ne volesse assumere !
Non c'è nesso: "Tamquam non esset" = “Come se non esistesse”.
Tratto in parte da: movimentosovrano.blogspot.it 

Video da visionare sulla Sovranita' - il Popolo Sovrano composto da singoli Sovrani, in una Nazione Sovrana:

CARI LETTORI ed ENTI sappiate che alla Nascita di OGNI soggetto avvengono questi FATTI NASCOSTI a TUTTI:
All’atto di iscrizione sul Certificato di Nascita (Finzione Giuridica)  del Nome e Cognome scritti in MAIUSCOLO del neonato e con la firma del documento da parte dei genitori (padre e madre), avviene un fatto sconosciuto e nascosto alla popolazione di uno stato, che e’ questo: nei FATTI si vendono i propri figli ad un “finto stato di diritto”, in REALTA’ e’ una società di capitali iscritta anche al S.E.C. (US),
Questa pagina prova che l’Italia non è una “Repubblica costituzionale fondata sul lavoro”, ma una Società Privata registrata presso la S.E.C. di Washington D.C., in America (US):
http://www.sec.gov/cgi-bin/browse-edgar?action=getcompany&CIK=0000052782

REPUBBLICA dell’ITALIA (Republic of Italy) è in realtà una Società/Corporazione registrata al (S.E.C.) (American Securities Exchange Act 1934) - vedi qui...per altri particolari.
....che, sulla base del Certificato di nascita firmato dai genitori (cioe’ con il loro carpito “consenso scritto” ma a loro NON conosciuto), forma un bel TRUST nominale, dove il neonato è il BENEFICIARIO, ma pero’ NON e' l’AMMINISTRATORE del suo STESSO VALORE…. che viene invece amministrato da quel “finto stato sociale” al posto suo e/o dei genitori e tutto cio’ senza che NESSUNO sappia NULLA !


Le “FINZIONI GIURIDICHE
- 17/05/2012  - Video: l'UOMO DI PAGLIA: https://www.youtube.com/watch?v=RXFrBDI_DEw
(NdR: Sono "FINZIONI GIURIDICHE" i seguenti documenti anagrafici: Certificato di nascita, Carta di identita', Passaporto, Carta sanitaria, e qualsiasi documento nel quale il vostro NOME e COGNOME e' scritto in MAIUSCOLO; questi documenti vengono IMPOSTI dallo STATO nel quale siete nati e/o vivete ! )

Introduzione:
Queste FINZIONI GIURIDICHE possono da principio suscitare perplessità nello studente di diritto, ma costui, a una seconda riflessione, le troverà altamente benefiche ed utili: specialmente qualora risulti invariabilmente osservata la massima, che nessuna finzione sia estesa a produrre nocumento; poiché il loro utilizzo appropriato consiste nell’impedire un danno, o rimediare a un inconveniente, che potrebbe risultare dalla regola di diritto generale. Ed è dunque vero, che in: “fictione semper subsistit aequitas"
(l’equita’ narrativa sussiste sempre) 1.

FINZIONI GIURIDICHE e simili (UOMO DI PAGLIA) -  Diritto e realtà
La storia giuridica ha riflettuto a lungo – e discute ancora – su che cosa sia il diritto.
Nel corso dei secoli il termine è stato oggetto di molte definizioni, anche assai diverse tra di loro; cercandone i tratti comuni, si giunge alla conclusione che il diritto è “il complesso di norme giuridiche, che ordinano la vita di una collettività in un determinato momento storico”. Tale definizione fa emergere la stretta correlazione tra diritto e realtà, legati da un rapporto con valenza servile.
Il diritto è al servizio della realtà: sia dal punto di vista fisiologico, in quanto – il potere legislativo – regola la condotta degli individui inseriti nel tessuto sociale; sia in chiave patologica, dal momento che – il potere giudiziario -, per risolvere le controversie sorte tra i soggetti giuridici, mira all’accertamento della realtà storica.
In certi casi, però, il diritto spezza il vincolo che lo lega alla realtà, per tutelare interessi diversi ritenuti prevalenti. Tale ribellione può manifestarsi sotto diverse forme: alcune volte, comporta una rinuncia all’accertamento dei fatti storici; mentre, altre volte, crea una vera e propria modificazione sostanziale della realtà storica.
Nelle prime ipotesi rientrano, ad esempio, le norme di cui all’art.200 c.p.p., relative al segreto professionale: in questo caso l’ordinamento giuridico concede a tutta una serie di soggetti la facoltà di astenersi dal deporre su quanto hanno conosciuto in ragione del loro ministero, ufficio o professionale, rinunciando all’accertamento di una porzione del reale – quella e solo quella di loro conoscenza –, nel nome della tutela della personalità.
Del secondo ordine di casi – e ciò rileva ai fini di quest’analisi –, fa parte il mondo della “
FINZIONE GIURIDICA”, che comporta “un processo di equiparazione giuridica tra verità reale e verità legale2.

La FINZIONE GIURIDICA – si è visto – è un espediente escogitato in vista di un fine pratico, che porta ad un’ipotesi di difformità tra la realtà giuridica e la realtà storica; è un’assunzione coscientemente falsa, ma accettata per qualche fine pratico 3.
Il diritto – nella figura del legislatore o del giudice - finge che un determinato fatto sia vero o avvenuto: nonostante non vi siano prove certe e inconfutabili circa la sua effettiva verificazione o, addirittura, sebbene sussistano elementi chiari e inequivocabili che quel fatto non si è verificato (o è avvenuto diversamente).
La realtà concreta è modificata e corretta, in quanto si finge che, al posto del fatto realmente accaduto, se ne sia verificato un altro, che possa essere ricondotto ad una determinata fattispecie, sotto la quale il fatto reale non poteva essere asssunto.
Il diritto – sempre inteso nella duplice accezione di organo legislativo e organo giudiziario - predispone “
FINZIONI GIURIDICHE” = UOMO DI PAGLIA in situazioni eterogenee.
Alcune volte, la legge considera vero un fatto nell’impossibilità di accertare se il fatto sia realmente accaduto: si pensi al caso della commorienza di cui all’art.4 c.c.
Altre volte, l’ordinamento considera avvenuto un fatto, nonostante sia accertata una realtà contraria: si pensi, ad esempio, all’avveramento della condizione di cui all’art.1359 c.c.
(La condizione si considera avverata qualora sia mancata per causa imputabile alla parte che aveva interesse contrario all'avveramento di essa); in questo è palese la prevalenza della finzione sulla realtà, ben espressa dal brocardo latino: “fictio iuris idem operatur, quod veritas”: (una finzione di legge funziona nella stessa, piu’ che la verità).
In ogni caso si tratta di “cosciente deformazione di una realtà concreta cui si riconnette una conseguenza giuridica propria di una differente fattispecie" 4.

FINZIONE e presunzione
ll ricorso a una norma fittizia serve – lo si è visto - a creare una nuova realtà giuridica, nella quale si realizza ciò che, alla luce della realtà naturale, sarebbe impossibile: dicesi “fictio in re certa, contra veritatem, sine intentione celandi adversionem veritati, exclusa probatione contrarii, assumptio
(finzione, in realta’ e per la verita’, senza l’intenzione favorevole di nascondere la verita’, con l0’assunzione e l0’esclusione della prova del contrario) 5.
La presunzione, invece, è la conseguenza che la legge o il giudice trae da un fatto noto, per risalire a un fatto ignoto: dicesi praesumptio (presunzione) “in re non certa, sine intentione, si casus ferat, celandi adversionem veritati, exclusa probatione contrarii, assumptio
(in pochi casi non certi, senza l’intenzione di, come del caso, l’assunzione favorevole di nascondere la verita’ ad esclusione della prova del contrario) 6.
L’una si differenzia dall’altra per diversi motivi.
Per il fondamento: infatti, la FINZIONE non trova riscontro nella realtà, mentre la presunzione parte dal reale, anche se deformato.
Per il grado di deformazione della realtà: infatti, la finzione considera vero ciò che certamente è inesatto, mentre la presunzione considera vero ciò che in realtà è solo probabile, ma non del tutto escludibile.
Per il procedimento logico: infatti, la finzione introduce un falso, che va a prendere il posto della realtà, mentre la presunzione è una deduzione logica che, partendo da un fatto provato o notorio – e quindi da un fatto vero e reale -, permette di provare un fatto ignoto.
Per il regime probatorio: infatti, la finzione non ammette prova contraria, giacchè il “fatto finto è assunto come vero” (?), mentre la presunzione - quantomeno quella “iuris tantum” (solo la legge) - può essere superata dalla prova di un fatto contrario a quello presunto.
Il tema probatorio permette di avanzare una considerazione ulteriore. È vero che la finzione è diversa dalla presunzione, ma le differenze si attenuano notevolmente se il confronto avviene tra la “fictio” (narrativa) e la “praesumptio iuris et de iure” (presunzione dei diritti ); infatti, entrambe possiedono due caratteristiche: è noto che il fatto assunto come vero non è vero e, in ogni caso, non è ammessa prova contraria.

FINZIONE ed analogia
L'analogia è quel procedimento
“underline;" logico con cui si cerca di estendere l'applicabilità di talune regole giuridiche da un caso noto e definito ad altri casi che presentino aspetti di ragionevole somiglianza.
Ciò che separa finzione e analogia sono la natura e, per certi versi, le finalità 7.
In primo luogo l’analogia è priva di qualsivoglia aspetto di finzione. Inoltre, la “fictio” elude la necessità di individuare la “ratio” della norma da estendere analogicamente, poiché implica il riconoscimento della mancanza di una “eadem ratio” (lo stesso vale) a cui estendere una “eadem dispositivo” (il dispositivo). Nell’analogia è indispensabile la ricerca di un’altra norma con cui è risolto legislativamente un problema analogo.
Quindi, la finzione non postula la similitudine delle situazioni, ma l’irrealtà del fatto dato come ammesso; mentre, il presupposto dell’analogia, intesa come estensione di una disciplina giuridica prevista per un caso ad un caso simile, è la quasi identità della fattispecie  8.
Ciononostante, alcuni configurano le finzioni giudiziali come procedimenti analogici 9.

In questo caso, però, è necessario distinguere tra un’analogia ordinaria ed un’analogia fittizia: quella ordinaria permette agli interpreti di scoprire agevolmente la somiglianza tra due fattispecie – da prendere in considerazione per l’estensione analogica dell’una all’altra -, alla luce dei materiali giuridici e delle loro “rationes” (ragioni), che fanno già parte del giuridico esistente; l’analogia fittizia, invece, viene non già scoperta, quanto istituita dagli interpreti, dato che non è immediatamente percepibile e rintracciabile in ciò che essi hanno a disposizione.

Finzione e interpretazione estensiva
Dal confronto tra finzione e interpretazione estensiva emerge che i presupposti e gli effetti sul reale sono le principali discriminanti tra i due fenomeni.
Se la FINZIONE =
UOMO DI PAGLIA parte volontariamente da un dato FALSO, l’interpretazione estensiva inizia l’iter logico da un fatto reale ed allarga la portata dell’enunciato normativo a causa dell’identità della “ratio” delle due situazioni a confronto, dalla quale emerge l’imperfezione della previsione legislativa per la sua incapacità formale di corrispondere all’intera latitudine della situazione sostanziale.
In pratica, l’interpretazione estensiva resta nell’ambito della sola norma di riferimento e ne adegua il contenuto formale all’effettiva portata della situazione sostanziale, poiché la diversità tra le due situazioni a confronto è tale da non poter essere superata con la norma a disposizione.
Nella realtà, quindi, la fictio soccorre come “remedium ultimum” (ultimo rimedio) laddove la fattispecie è tale da non consentire l’applicazione di alcuna norma vigente; si ricorre, dunque, alla finzione quando, nemmeno in via di interpretazione estensiva e analogica, una norma può arrivare ad essere applicabile ad una data situazione di fatto.
By Bardelle Federico - Tratto da: storia del diritto -
scheda dell'autore

FINZIONE GIURIDICA: Enciclopedia Italiana TRECCANI (1932) - By Mario Rotondi
Uno fra gli artifici della tecnica giuridica, largamente praticato da tutti gli ordinamenti, è quello per cui si dà come esistente o come inesistente un fatto, indipendentemente dalla preoccupazione dell'accertamento della verità e talora anche nel riconosciuto contrasto con questa, e ciò al fine di ricollegare alla sussistenza del fatto, o alla sua mancanza, le conseguenze giuridiche che ne deriverebbero qualora esse corrispondessero alla realtà, rendendo cioè possibile o escludendo l'applicabilità di una norma al rapporto dato. In altre parole, invece di modificare le norme esistenti, si modifica artificiosamente il fatto a cui queste dovrebbero applicarsi, fingendo inesistenti alcuni elementi che osterebbero all'applicazione di una norma, o fingendo sussistenti tali altri elementi che soli ne renderebbero possibile l'applicazione. Così, per trarre un esempio dal diritto romano - che fece larga applicazione delle finzioni -, nella fictio legis Corneliae, allo scopo di salvare la validità del testamento di chi fosse morto in prigionia del nemico, e di conseguenza in condizione d'incapacità, si fingeva che il testatore fosse morto all'atto stesso in cui era stato fatto prigioniero.

È questo della finzione, come si comprende, un artificio tecnico tanto più largamente usato in quegli ordinamenti che più si presentano tradizionali e conservatori, in quanto permette, senza nessuna formale modifica delle norme vigenti, di raggiungere gli stessi effetti che si conseguirebbero da un'espressa statuizione di norme nuove.
Non ci si deve quindi stupire del largo uso che il diritto romano fece della finzione (v., per es., fictio legis Corneliae, fictio divortii, finzione codicillare, ecc.) e dell'importanza che questa ebbe come elemento di progresso giuridico, massime in quanto servì, attraverso le larghe applicazioni escogitate dal pretore, a temperare l'eccessiva rigidezza dell'ius civile adattandolo a nuove esigenze, e dando tutela a interessi che se ne presentavano degni (es. tipico l'actio publiciana).

È quindi facile osservare come l'introduzione di finzioni legali valga praticamente a soddisfare le stesse esigenze che si soddisferebbero con l'introduzione di norme nuove che richiamassero sotto l'impero di norme già statuite altri rapporti, per i quali non fossero dimostrati sussistenti tutti gli elementi che costituiscono il presupposto della loro applicazione. Sono chiari inoltre i nessi che intercorrono tra questo istituto della finzione e l'interpretazione analogica o la presunzione. Tanto la finzione quanto l'interpretazione analogica estendono in realtà l'impero della norma oltre le ipotesi di fatto previste, per applicarla anche là dove non concorrerebbero tutti i presupposti della sua applicazione. Ma, a prescindere da ciò, profonda diversità intercorre tra i due processi.
Mentre l'interpretazione analogica può essere attuata dall'interprete in base all'indagine della ratio legis, che, dimostrata nell'ipotesi espressamente disciplinata e in quella non prevista dal legislatore una sostanziale identità di situazioni giuridiche, autorizza, anzi impone (quando non sia vietato a sensi dell'art. 4 disp. prel. cod. civ.), di colmare l'apparente lacuna, nella finzione giuridica è implicita la dichiarazione dell'irrilevanza d'uno di quegli elementi che pur sarebbero condizione essenziale per l'applicazione della norma, sì che l'applicazione di questa si rende possibile solo per la dichiarata volontà del legislatore che deve espressamente statuire la finzione.

Rapporti anche più intimi intercorrono tra la finzione e la presunzione quando si tratti di presunzione stabilita per legge e tale da escludere ogni possibile dimostrazione del contrario (presunzione iuris et de iure; v. presunzione). Se una differenza si può segnare tra i due processi (ed è qui singolarmente difficile e sottile una distinzione), sembra doversi dire che nella presunzione iuris et de iure, con particolare riferimento all'aspetto probatorio e quindi processuale, si alleggerisce l'onere di una prova dando senz'altro per dimostrata l'esistenza di taluni elementi che configurano la fattispecie prevista dal legislatore; nella finzione, invece, si afferma senz'altro come esistente un fatto che esclude l'applicabilità di norma diversa e opposta a quella che si vuole applicare.
Così, per limitarsi al già fatto esempio della fictio legis Corneliae, non si erra certo affermando che essa introduce una presunzione di morte, mentre non fa che porre senz'altro come esistente un fatto (la morte all'atto della cattività) tale da arrestare l'applicabilità di quella nomia che condurrebbe necessariamente alla nullità delle disposizioni testamentarie. Considerata l'affinità esistente fra le due figure e la possibilità di raggiungere spesso con l'una o con l'altra indifferentemente lo stesso risultato, appare chiaro che il legislatore può bene spesso indifferentemente appigliarsi all'una o all'altra via.

Parlando di finzioni giuridiche non intendiamo qui discorrere né delle finzioni che possono essere escogitate dai dichiaranti nel negozio giuridico, al fine di conseguire effetti diversi da quelli che l'espressa dichiarazione di volontà manifesterebbe (simulazione), né delle cosiddette finzioni dogmatiche, attuate dalla dottrina al fine di poter dare una giustificazione logica a taluni istituti o al fine di facilitare, con spesso discutibili accostamenti, la loro costruzione dogmatica.

Bibliografia:
 F. Bernhöft, Zur Lehre von den Fiktionen, in Aus röm. u. bürgerlich. Recht, E. I. Bekker z. 16. VIII. 1907, Weimar 1907, p. 241 segg.; G. Demelius, inJahrbücher für die Dogmatik, Jena 1859, IV, p. 144 segg.; id., Die Rechtsfiktion in ihrer gesch. und dogmatischen Bedeutung, Weimar 1858; Bülow, in Archiv für civ. Praxis, LXII, p. 1 segg.; R. De Ruggiero, voce Finzione legale, in Dizionario di diritto privato.

MORTE GIURIDICA
- In senso proprio, l'espressione indica la perdita dei diritti civili in seguito a una condanna penale.
Altro sign. fig.: la condanna all'ergastolo, e in passato alla deportazione. Per estensione, riprovazione sociale che comporta il pubblico disprezzo, l'isolamento, l'emarginazione e simili.
- In senso figurato, si dice della condizione di disagio dovuta a una condizione di vita priva di stimoli, all'impossibilità di soddisfare interessi e curiosità sociali o culturali e di esprimere la propria personalità, le proprie doti o le proprie capacità. Si dice anche di uno stato d'emarginazione, in cui si resta isolati o inascoltati, oppure della difficoltà di dialogo e comprensione con l'ambiente in cui si vive come pure dell'incapacità di adattarvisi, o ancora di una condizione d'inattività forzata.
-  Infine, può inoltre riferirsi a una località geografica molto lontana da centri più vivaci, n cui ci si sente tagliati fuori dal mondo, come morti rispetto alla civiltà.

Questo a dimostrazione della differenza IMPORTANTE fra Persona fisica e FINZIONE GIURIDICA = UOMO DI PAGLIA, PERSONALITA' GIURIDICA = FUNZIONE GIURIDICA.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ed ora alcune precisazioni per "interfacciarsi" correttamente con il $ixT€ma = tutti gli Stati del mondo, in modo appropriato  e preciso.
Innanzi tutto occorre che ridiventiate Sovrani Individuali e successivamente inviando e/o protocollando nel vs Comune ove avete il vostro domicilio ed alla Prefettura dalla quale dipendete, il documento “Autocertificazione di Esistenza in Vita + quello di autocertificazione di Legale Rappresentante della FINZIONE GIURIDICA, per mezzo della vostra "personalita’-funzione-capacita’ giuridica" e vi sottraiate cosi’ dalla SCHIAVITU' nel quale siete stati immessi alla nascita e/o siete rimasti per ignoranza !
Trovate tutte le BOZZE dei documenti da preparare e personalizzare, qui nelle 4 pagine in questo portale.
Quindi per compilare in modo esatto e per essere precisi, occorre distinguere e comprendere per bene i significati che si danno a queste varie parole:

- IO SONO (Senza Nome, quindi indefinibile) - la sua definizione la trovate QUI

- Individuo (Soggetto con Nome e Cognome, e' l'individualizzazione dell'IO SONO, cio' che permette di individualizzarlo):
(dal latino individuus, parola composta dal prefisso in - privativo e dividuus "diviso" ) è il lemma corrispondente alla traduzione latina, fatta per la prima volta da Cicerone, del termine greco ἄτομος: (composto di ἀ- privativo e tema di τέμνω «tagliare»), quindi, i. vuol dire indivisibile ed è usato in filosofia per indicare che ogni singolo ente (Entita'=Essere=Spirito) ha caratteristiche tali (un'individualità = Personalita') che lo rendono unico e lo differenziano da tutti gli altri Esseri della stessa specie.
Nei fatti quindi
l’ESSERE=IO SONO=Spirito, si individua, personalizzandosi (nella forma unica e personale di un Individuo=Persona) nel corpo fisico fatto di carne, ossa, sangue e Spirito e che quindi manifesta la sua Individualita’, con la Sua Persona che assume delle caratteristiche nella sua Personalita' che lo caratterizza.

- Persona Umana, riconosciuta dalle Leggi Internazionali, ma NON dallo stato italiano !?
(Soggetto con Nome e Cognome e' la "maschera" dell'IO SONO affinche' sia individualizzabile)
Il termine "persona" deriva dal latino persōna persōnam derivato probabilmente dall'etrusco φersu, indi φersuna, che nelle iscrizioni tombali riportate in questa lingua indica "personaggi mascherati", ovvero la maschera dell'Essere/Ente/Spirito individualizzato.
L'etrusco potrebbe derivare a sua volta dal termine greco "soma",
σομα (soma, somatos) e significa "corpo, aspetto, composizione".
Sinonimo di corpo fisico - vedi anche Individuo - Ricordate che la Persona e/o l'Individuo possono essere SOLO UMANI.

- Corpo
(fatto di carne, sangue, ossa e Spirito e' la maschera fisica dell'IO SONO e serve per poterlo definire come Persona e/o Individuo)
Il termine in filosofia ripropone il significato del linguaggio comune intendendo per corpo, ogni Essere esteso nello spazio e percepibile attraverso i sensi. Un corpo umano e' fatto-costruito-creato dall'IO SONO = Spirito, con una certa forma, quella umana, e composto a grandi linee, di carne, sangue, ossa e Spirito divenendo un'Anima Vivente ed indicano le caratteristiche della forma, quelle fisiche, biologiche, meccaniche, del corpo nella sua interezza.

Definizione e Distinzioni delle varie parole utilizzare anche e non solo in Giurisprudenza:
(qui soprain questa pagina, abbiamo analizzato cosa e' la FINZIONE GIURIDICA),

- Capacita’ = lo dice la parola stessa e’ l’insieme delle possibilita’ di agire a 360° della personalita’, quale caratteristica della Persona Umana, che si individualizza nella persona, man mano che passa il tempo della sua evoluzione terrestre, manifestando la distinzione individualistica dell’IO SONO=Spirito, parte singola dell'INFINITO
Capacita’ Giuridica = l’atto dell’azione nell’agire secondo il
$ixT€ma "giuridico" al/nel quale ci si interfaccia dalla nascita, oppure ove si ha il proprio domicilio.
 

- Personalita’ = la "forma mentis", la forma della mente, cio' che caratterizza la mente, e' un'insieme di qualita', la quale informandosi, si struttura delineando a poco a poco la personalita’, la forma mentale, la caratteristica e gli attributi della Persona creata dall’IO SONO=Spirito e che esprime anche i comportamenti della persona; naturalmente non e' il soggetto, ma lo qualifica per mezzo dell'insieme delle caratteristiche individuali, non fisiche, ma mentali, attitudinali, che in quanto tali, costituiscono o conferiscono motivo di integrità e/o di distinzione fra le Persone e/o gli Individui.
La personalita' puo' essere sociale, individualista, egocentrica, altruista, ecc., essa raggruppa le varie attitudini, qualita' e funzioni della mente della Persona.
Personalita’ Giuridica = la funzione e la capacita’ di agire, secondo le "norme giuridiche", per interfacciare la Persona Fisica, per mezzo delle sue capacita e funzioni per ottenere uno scopo, in questo caso giuridico, nella societa' ed il $ixT€ma.
PERSONALITA' GIURIDICA (attribuita al Soggetto ed e' un suo diritto), infatti Noi ABBIAMO una Personalita' giuridica che e' solo una Funzione, NON SIAMO una Personalita' Giuridica perche' siamo un Persona Umana !
Questo e' quanto asserisce lo Stato (Italiano) sulla definizione di queste parole:

In diritto, la "personalità giuridica" consiste nell'avere il DIRITTO all'esercizio della capacità giuridica.
Ne consegue l'idoneità a divenire titolare di diritti e obblighi o più in generale di situazioni giuridiche soggettive.
Non va confusa con la persona giuridica, con cui si intende un soggetto cui l'ordinamento giuridico riconosce la capacità giuridica.
A sua volta la capacità giuridica non va confusa con la capacità di agire, che precisa chi possa validamente compiere azioni, atti e fatti per l'esercizio dei DIRITTI spettantigli o per l'adempimento dei doveri cui sia tenuto.
L. 25 ottobre 1977, n. 881 (questo articolo e' molto importante perche' certifica a livello Internazionale che vi e' solo la "personalita' giuridica" e NON la "Persona giuridica")
Ratifica ed esecuzione del patto internazionale relativo ai diritti economici, sociali e culturali, nonché del patto internazionale relativo ai diritti civili e politici, con protocollo facoltativo, adottati e aperti alla firma a New York rispettivamente il 16 e il 19 dicembre 1966
Articolo 16
Ogni individuo ha diritto al riconoscimento in qualsiasi luogo della sua "personalità giuridica".


- FUNZIONE = FUNZIONI:
lo dice la parola stessa, la capacita’ di funzionare, attivare azioni appropriate che raggiungano determinati scopi, da parte del Soggetto che e' la Persona Umana. Noi abbiamo funzioni, NON siamo le funzioni !
Compito (possibilita', capacita' di azione,caratteristica) specifico di un Soggetto = Persona Umana), autoassegnato, assegnato o riconosciuto da terzi nell'ambito di un'attività organizzata o di una struttura: f. amministrative, direttive; la f. respiratoria, digestiva; la f. clorofilliana; la f. di un ingranaggio, di una leva; una f. meramente decorativa; una f. matematica, ecc.
La Funzione fa comunque parte della mente del e nell’agire della Persona=individuo=Ente=Essere=IO SONO=Spirito personalizzato
Quella Giuridica = e’ la capacita’ di agire con azioni appropriate, secondo il sistema giuridico al/nel quali ci si interfaccia dalla nascita, oppure ove si ha il proprio domicilio.
Normalmente e'
attribuita come caratteristica del Soggetto = capacità giuridica: deve anche intendersi la "sintesi" degli effetti giuridici, e' una Funzione che la Persona Umana (fisica) puo' esercitare in ambito contrattuale ed in qualsiasi altro ambito giudiziario - si acquisisce alla nascita e permette al Soggetto (Persona fisica, in carne ossa, sangue e Spirito = Maschera dell'IO SONO) di svolgere funzioni di ordine giuridico = contratti ed azioni in ambito giudiziario.

- FINZIONE GIURIDICA (oggetto) = (azienda=Trust, ente impersonale oppure insieme di enti impersonali) imposto dallo stato (sistema) nel quale si nasce di cui e’ proprietario quello stato e la relativa amministrazione della FINZIONE stessa, fino al momento che l’Essere IO SONO, che ha creato la propria Persona Umana (fisico), non interviene per reclamare e sottrarre allo stato, nel quale e’ nato oppure vive, la proprieta’ e l’amministrazione di detta azienda chiamata: FINZIONE GIURIDICA (NOME E COGNOME - SCRITTI SOLO IN MAIUSCOLO) con CODICE FISCALE numero…..
Quindi FINZIONE e Persona sono due “cose” nettamente distinte, la prima e’ un oggetto (certificato di nascita, carta di identita’, passaporto, carta sanitaria, ecc…), la seconda un SOGGETTO di proprieta’ dell’
IO SONO = Spirito personalizzato, cioe' individualizzato=individuo, dal quale e’ stato creato.
Ecco perche’ occorre riprendere possesso ed amministrazione (vedi QUI la bozza del documento di legale Rappresentante) della FINZIONE GIURIDICA da parte dello  Persona = IO SONO = Spirito individualizzato, e, negli appositi documenti da presenta al $ixT€ma, NON si deve utilizzare in NESSUN caso le parole "Persona" legata alla forma Giuridica !


PRECISAZIONI

1 - NOME COGNOME  (scritto in MAIUSCOLO) "SOGGETTO" GIURIDICO = FINZIONE GIURIDICA = UOMO DI PAGLIA (e' contrabbandato come soggetto, in realta' e' una sua "immagine" (oggetto), non e' quindi il Soggetto in carne ed ossa, ovvero la Persona/Individuo Umano.
Quindi quando e' scritto in MAIUSCOLO esso NON e' un "Soggetto" ma un OGGETTO = es.: Documento di identita', passaporto, carta sanitaria, ecc., oppure caratteristiche come: Persdonalita' Giuridica, Funzione Giuridica tutte diverse dal Soggetto stesso la Persona Umana, cosi come la FINZIONE GUIRIDICA; si consiglia in Italia nei documenti, per coloro che vogliono uscire dal $ixT€ma, di sostituire, come e' indicato sopra, parole che sono la rappresentazione dell’ ”
UOMO DI PAGLIA”, che il $ixt€ma propina/aggiudica ed "incolla" alla nascita e che rappresenta infatti una ditta, un’azienda di proprieta’ dello stato ed e’ sua l’amministrazione, fino a quando il Soggetto, la Persona fisica (Nome e Cognome), non certifica con apposito documento che egli e’ l’UNICO ed indivisibile proprietario ed amministratore della FINZIONE GIURIDICA.

2 - Nome Cognome (scritto in Maiuscolo e minuscolo-alternato) = Persona = Individuo….ed e' quella che definisce il corpo fisico in carne, ossa, sangue e
Spirito, e la Persona fisica, e' la maschera, la rappresentazione dell' 'IO SONO, il creatore e proprietario della Persona e l'amministra SOLO Lui. NON e' certo di proprieta' od amministrazione da parte dello stato !

3 - nome cognome essere umano (scritto tutto in minuscolo)
 ....dizione INUTILE e fuoriviante, perche' genera confusione a chi non capisce molto di queste sottili differenze fra le varie definizioni delle parole.

Sintesi:
L'Essere umano E' la Persona fisica e la parola "Persona" nel contesto Giuridico, NON va utilizzata, anche se il codice Italiano la utilizza per imbrogliare le carte a coloro che NON sanno distinguere le cose con precisione.
 Sono SOLO due le distinzioni valide da utilizzare, la 1 e la 2.
 Il $ixT€ma utilizza appositamente parole inadatte, per confondere le idee a coloro che non studiano l'argomento; quindi e' sconsigliabile continuare ad utilizzarle, per non perpetuare l'inganno, es. NON utilizzate la parola "Persona" legandola ad una

FUNZIONE GIURIDICA = UOMO DI PAGLIA, perche' la Persona e' SOLO di proprieta' dell'IO SONO incarnato, infatti lo rappresenta ed e' stata creata da Egli, e' quindi la sua "maschera" e l'amministra SOLO Lui, lo stato non ha, ne' puo' avere NESSUNA autorita' sulla Persona fisica, salvo il caso che quella Persona compia atti CONTRO la Legge dell'AmOr del proprio prossimo o contro la Natura (vedi: Leggi Cosmiche) !

Nei documenti che il Soggetto (Persona Umana) emettitore prepara (IO SONO Nome e Cognome), quale amministratore della FINZIONE GIURIDICA (NOME E COGNOME = UOMO DI PAGLIA), si consiglia di EVITARE di utilizzare il termine "Persona Giuridica", ma di utilizzare il termine "Personalita' Giuridica", in quanto il termine "Persona" si riferisce, ve lo ricordiamo ancora una volta, esclusivamente alla Persona Umana, la Maschera (il corpo fisico=Persona-Individuo, fatta di carne, sangue, ossa, e Spirito) dell'IO SONO, (da Egli creato) cioe' al suo Nome e Cognome, affiche' l'IO SONO sia identificabile, quale autore di ogni azione e proprieta' durante la sua vita Terrestre, mentre la parola "Personalita' ", e' l'insieme delle caratteristiche, funzioni/aspetti/capacita' di agire, ma NON e' il Soggetto, la Persona Umana, che la svolge.
Il $ixT€ma ha coniato le parole "Persona Giuridica", per confondere le idee ai suoi sudditi...quindi se volete uscire da esso, utilizzate termini propri e NON impropri come quello di "Persona Giuridica", per NON avallare cio' che insegna Matrix....e perpetuare l'inganno...dell' UOMO DI PAGLIA schiavo del $ixT€ma.

Se volete uscire dalla Schiavitu' iniziate a protocollare presso il Comune ove avete il vs domicilio questo documento autocertificato:
 Legale Rappresentante della FINZIONE GIURIDICA
- vedi anche: SBATEZZATEVI (fatelo se siete stati battezzati in qualche religione cristiana o non)

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

FATE MOLTA ATTENZIONE:  per le vostre R.A. (Ricerche Anagrafiche)
Richiesta al Comune ove si e' nati, della fotocopia Anastatica del registro anagrafico completo dell'Atto di nascita
- vedi qui il modello di richiesta
Il desiderio di riscoprire le proprie origini è molto sentito soprattutto da parte degli oriundi veneti residenti nei cinque Continenti, al di là della sempre più presente necessità di venire in possesso dei documenti necessari nell'iter amministrativo di acquisto 'iure sanguinis" della cittadinanza italiana, come l'estratto dell'atto di nascita e/o matrimonio dei propri ascendenti.
La Regione non ha competenza in materia di anagrafe. Tale competenza spetta, a' sensi della vigente normativa, ai Comuni ai quali è quindi assegnata la tenuta dei registri anagrafici ed ai quali occorre rivolgersi per effettuare ricerche anagrafiche.
Pur tuttavia, nella consapevolezza dell'importanza che assume per i nostri emigranti ed oriundi ritrovare le proprie origini ed al fine di agevolare questa ricerca, di seguito si forniscono alcune informazioni che si auspica possano essere di utilità.
I registri di stato civile sono distinti in settori con le registrazioni della nascita, delle pubblicazioni di matrimonio, del matrimonio, di morte e talvolta di cittadinanza. Le registrazioni contengono dati estremamente significativi non solo dal punto di vista anagrafico ma anche sociale, come la professione esercitata dai genitori, e il grado di alfabetizzazione posseduto (attraverso la firma).

Fino al 1 settembre 1871, erano le parrocchie competenti alla conservazione dei registri dello stato civile.
Infatti, conformemente a quanto prevedeva la legislazione austriaca, le funzioni di Ufficiale dello stato civile erano espletate dai parroci, titolari delle scritturazioni e della conservazione dei registri dello stato civile. Pertanto, per il periodo antecedente al 1 settembre 1871, è necessario individuare con precisione la parrocchia di nascita e quella di residenza, ove diversa dalla prima, ed indirizzare alla parrocchia stessa la richiesta di certificazione anagrafica.
In tal senso, utile motore di ricerca delle parrocchie italiane è: www.parrocchie.it.

A partire dal 1 settembre 1871 sono stati attivati gli Uffici comunali dello stato civile.
Dopo tale data, quindi, sono i Comuni preposti alla tenuta dei registri di nascita e/o matrimonio della popolazione residente. Per contattare un Comune italiano, il sito http://portale.ancitel.it/ancitel.cfm indica numeri di telefono e fax, casella di posta elettronica e anche l'eventuale sito internet.
Di conseguenza, per poter acquisire l'estratto dell'atto di nascita e/o matrimonio dei propri ascendenti, è necessario individuare con esattezza l'anno e il Comune di nascita degli stessi, per poter poi indirizzare la ricerca o presso le parrocchie o presso gli uffici anagrafici comunali.
Per acquisire informazioni documentali sui propri ascendenti di sesso maschile, inoltre, vi è la possibilità di contattare gli Archivi di Stato, presenti in ciascun capoluogo di provincia, che sono preposti alla tenuta dei registri di leva militare e dei relativi ruoli matricolari delle persone nate all'interno del territorio provinciale; questi documenti permettono di conoscere dati anagrafici e sociali dei giovani italiani che hanno svolto il servizio militare.
Tratto da: http://www.regione.veneto.it/web/veneti-nel-mondo/ricercheanagrafiche

Alla Nascita, OLTRE all'ATTO di NASCITA VIENE COMPILATO il CEDAP
Ecco le LINEE GUIDA di COMPILAZIONE del CEDAP
Ci sono dati interessanti sulla composizione della nostra codificazione.
Può essere utile a quelli che stanno cercando il nostro codice GMDN.

Dalle linee guida per le ostetriche nei parti a domicilio risulta:
- è obbligatorio la presenza, oltre che dell'ostetrica anche di altro soggetto sanitario, ma ed anche il seguente iter documentale:
- compilazione attestato di nascita
- compilazione CEDAP
- consegna Agenda della Salute del neonato
- chiusura della cartella ostetrica
- L'Osservatorio Regionale
1 - Sulla base dei CEDAP che l’ostetrica è tenuta a consegnare all’Ospedale di riferimento, per l’inoltro informatico dei dati all’Osservatorio regionale e nazionale sulle nascite, sarà monitorato il livello di assistenza relativo al parto a domicilio;
2 - attraverso le registrazioni delle Centrali 118 verranno registrati tutti i parti programmati a domicilio e quelli in cui è stato richiesto l’intervento di trasporto.
By Fernanda Vigagni - Scarica il PDF delle Linee guida CEDAP 
Tratto da: https://www.facebook.com/groups/notificadicortesia/404174416390208/?notif_t=group_comment_reply 

SCHEDATI in Italia, i NEONATI dalle BIOBANCHE PEDIATRICHE
http://movimentosovrano.blogspot.it/2014/12/italia-schedati-i-neonati-dalle.html

Vedi altre INFO sul tema: https://realtimeboard.com/app/48648258/Il-registro-anagrafico-delle-nascite/
Attestazione di nuovo nato in auto-certificazione
https://docs.google.com/file/d/0B9PEriRP9nMtc3ppb0xMQ0g1bWM/edit?pli=1

ATTENZIONE: Ecco il PRIMO Essere incarnato/nato sulla Terra Italica, che e' stato registrato all'anagrafe di un Comune Italiano con le Indicazioni sulla Sovranita' Individuale, anche in questo caso    

vedi anche QUI

http://ilcentro.gelocal.it/chieti/cronaca/2014/05/17/news/chieti-genitori-evitano-alla-bimba-il-debito-pubblico-che-ciascuno-di-noi-ha-dalla-nascita-1.9244317


Registrata una bambina Sovrana
- Ortona (I) - 16/08/2014
Elide, definita da Sos Utenti la prima bimba "sovrana" d’Abruzzo, è stata "blindata" in un trust dai genitori, che hanno anche rinunciato a sottoporla ai vaccini obbligatori e hanno restituito il suo codice fiscale.
La piccola di Ortona, che adesso ha poco più di tre mesi, era finita sulle pagine dei giornali perché alla nascita è stata iscritta all’Anagrafe con una complessa procedura; lo scopo - spiega l’associazione dei consumatori che in questo percorso ha assistito i genitori di Elide - è di "renderla indipendente dallo Stato italiano affinché non gravi su di lei il fardello del debito pubblico".
La madre e il padre della bambina, Ilenia e David, nei giorni scorsi hanno restituito ufficialmente il codice fiscale attribuito alla neonata, "evitando così - dichiara Gennaro Baccile, presidente onorario e portavoce di Sos Utenti - che venisse marchiata come un prodotto da supermercato con codice a barre senza concordare con i genitori l'uso che di detto codice lo Stato intende fare.
La piccola - prosegue Baccile - è stata blindata in un trust contro ogni possibile aggressione personale giuridico-patrimoniale presente e futura da creditori che non siano annessi al trust" -
 vedi piu' sotto altri particolari...

CHIETI (I) 16/0572014
Non hanno voluto cedere la loro piccola allo Stato italiano, come ogni genitore fa, quando iscrive (firmando) il proprio figlio appena nato all’anagrafe del Comune di nascita.
È accaduto a Ortona, una giovane coppia, Davide impiantista e Ilenia casalinga, si è affidata all’assistenza legale di SOS Utenti, l’associazione con sede nella città di San Tommaso, che combatte con successo i casi di usura bancaria. Ed è proprio il presidente onorario del sodalizio Gennaro Baccile e la moglie che hanno fatto da testimoni a questa singolare procedura, la seconda in Italia – il primo caso si è verificato nel Comune di Milano – che ieri mattina ha bloccato per un paio d’ore l’ufficio municipale ortonese.
La piccola da ieri è Sovrana, appartiene a sé stessa e deve sottostare alle leggi del diritto internazionale e non a quello dello Stato italiano. Per essere chiari, non è che sia esente dal rispetto delle regole civili e penali cui ogni uomo è tenuto, anche se vivesse in Inghilterra o in India, ma non a quelle dello Stato fiscale, che all’atto di nascita già ti carica di un debito quello pubblico.
"Esisti per questo ti tasso".
Ecco la piccola ortonese ha rotto uno schema: non sarà compresa in quelle statistiche che ti trasforma in un debitore ancora prima della nascita.
Cosa succede quando i genitori iscrivono all’anagrafe il proprio figlio ?
L’atto viene stilato con il nome e cognome del nato in lettere maiuscole. "Con questo documento", spiega Baccile, "si permette la completa cessione del bimbo alla Corporation Italia, una società privata a sua volta associata al SEC (vedi sotto, Securities and Exchange Commission, l’ente statunitense preposto alla vigilanza della borsa valori), contestualmente si emette un bond, una obbligazione e sulla testa del neonato, solo perché esiste, su di lui grava già il debito pubblico.
Ecco questo David e Ilenia Seccia non lo hanno permesso, non hanno permesso che la loro bambina, potesse perdere la sua identità umana per diventare una FINZIONE GIURIDICA".
Naturalmente la volontà dei genitori ha creato qualche problema ai dipendenti dell’anagrafe ortonese, forse all’oscuro di questo singolare vincolo cui ogni italiano all’atto di iscrizione all’anagrafe resta imbrigliato. Questo è il secondo caso in Italia, il primo è avvenuto a Lainate (Milano).
Ma ad Ortona è successo qualcosa di più. Infatti mentre a Lainate (Milano), l’ufficiale dell’anagrafe ha preso atto della volontà dei genitori con un verbale, e segnalato il fatto alla Procura della Repubblica, quello di Ortona, anche guidato dai legali di SOS utenti, ha iscritto la bambina in un altro foglio, con diverso numero di protocollo, il numero 1 di un registro che probabilmente avrà altri adepti.
In quel documento è scritto il nome della piccola "della dinastia Seccia". "Tutto rigorosamente con maiuscole e minuscole a loro posto", aggiunge Baccile, "e non come un McDonald’s, o una qualsiasi società quotata in borsa".
La storia è molto singolare e sembra che questa situazione giuridico-fiscale esista dalla crisi del 1929. "Quando", osserva Baccile, "per salvare gli Stati alleati dal disastro economico, i banchieri si accollarono il debito, ma ipotecando le ricchezze dei cittadini degli Stati delle corporate. Per il quale ogni cittadino, ancora prima di nascere, ha un debito".
 

Vi racconto una storia...... 
......C'era una volta Pinco Pallino, un bimbo nato in un ospedale di un comune della s.p.a. Italia.
Pinco Pallino era un bambino bellissimo, i suoi genitori erano felicissimi di averlo avuto. Distratti dagli eventi così belli non si accorsero, di aver messo alla luce un Essere di carne e Spirito, ma che con una firma di consenso subdolamente strappata loro dal
$isT€ma, (con il certificato di nascita) lo "legarono" al “fratello di paglia”: "PINCO PALLINO".

PINCO PALLINO, non poteva muoversi perche’ era inanimato (era infatti un pezzo di carta = FINZIONE GIURIDICA = UOMO DI PAGLIA) e fu consegnato al perfido SISTEMA che si appropriò di esso e gli diede forma in vari documenti (codice fiscale, carta di identita’, carta sanitaria, passaporto, ecc.).

Pinco Pallino crebbe ed a 18 anni (in Italia) conobbe il "fratello PINCO PALLINO", iniziarono da subito a fare assieme le stesse cose, avevano così tanto feeling che Pinco Pallino si identificò completamente in suo "fratello PINCO PALLINO" e diventarono mentalmente un’unica cosa.

Ma PINCO PALLINO era di proprietà del SISTEMA e questo lo trattava come un "cretino incapace di prendere decisioni", Pinco Pallino così unito al "fratello di paglia" che lo seguiva in tutto e per tutto pensando di essere la stessa cosa, pensate che prendeva ogni ordine del SISTEMA e doveva fare anche cose che andavano contronatura, insomma un perfetto schiavo.

Un giorno però Pinco Pallino capì che il SISTEMA stava esagerando e con enormi sforzi di consapevolezza capì l'inganno.
Pinco Pallino prese in mano la situazione, riprese suo "fratello di paglia" e lo tolse dalle grinfie del SISTEMA e, con Amore ma anche decisione e fermezza, sconfisse quegli abusi indegni in nome della vera Umanità.

FINE

Chi è che da vita e continua a tenere in vita PINCO PALLINO ?
La risposta è semplice, Pinco Pallino in carne, ossa e Spirito, colui che si identifica ogni giorno inconsapevolmente in quei documenti di carta e/o plastica.
Domanda: Un essere umano può ordinare ad un altro essere umano di fare questo o quello ?
la risposta è NO. Come può un essere umano dare ordini ad un altro essere umano ? Un essere umano che dà ordini ad un altro essere umano, sarebbe un padrone e chi prende ordini uno schiavo.

Cosa regolamenta il sistema ? Il sistema regolamenta semplicemente il tuo “UOMO DI PAGLIA=PINCO PALLINO”, cioe' la “FINZIONE GIURIDICA” che ti ritrovi in ogni documento emesso dal sistema, con il tuo NOME e COGNOME scritto in MAIUSCOLO, vedi Certificato di Nascita, Carta di Identita', Carta Sanitaria, Passaporto, Certificato Fiscale, Agenzia delle Entrate, Equitalia, ecc. !

SVEGLIATI è ORA ! - By Raffaele Gavuglio

Video: l'UOMO DI PAGLIA: https://www.youtube.com/watch?v=RXFrBDI_DEw
video sul Certificato di Nascita:
 

vedi anche: Glossario per Sovranita' Individuale + ACCESSO al VALORE di Io Sono + Il PARADIGMA dell'UOMO LIBERO !

"Questo sito WEB vi informa", Non siamo responsabili della correttezza e/o della solvibilità degli inserzionisti del ns. Network.
 Webmaster  - Vietata la copia anche parziale dei contenuti, se non viene citata la fonte - All rights reserved - Publisher DataBit s.a.