Tutte le radiazioni ionizzanti sono in grado di danneggiare il DNA del tessuto bersaglio.
Le cellule sono, in genere, scarsamente capaci di riparare i propri danni e quindi vanno in contro facilmente a morte cellulare.