Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


PROTOCOLLO della SALUTE - 1  +  PRONTO SOCCORSO
Definizione della parola PROTOCOLLO:
Questa parola sta ad indicare un determinato insieme di regole e procedure da seguire, per ottenere uno scopo.
Queste regole per la Salute, da seguire per il terapeuta e/o il sofferente, sono le linee guida sulle procedure da utilizzare
in Medicina Naturale per aiutare il sofferente a recuperare la sua salute e deve essere indicato e consegnato,
da parte del terapeuta, al soggetto che intende seguire questo Protocollo.
Sintesi del Protocollo da distribuire agli amici, per TUTTE le PATOLOGIE

Il principio della legge biologica di Arndt-Schultz dice: dosi piccole sono stimolanti, dosi medie sono indifferenti,
dosi grandi bloccano, paralizzano od uccidono
”.

Prima di introdurvi negli argomenti trattati, sarebbe utile che leggeste queste pagine, per comprendere successivamente
e bene cio' che esponiamo su questo argomento molto importante ! 

INTRODUZIONE alle MEDICINE NATURALI  FONDAMENTI della MEDICINA NATURALE MEDICINA SPIRITUALE
DIAGNOSTICA Naturale - INDICE  +  Protocollo per Cancerosi - 2  +  Crisi di Eliminazione
DECALOGO della SALUTE  +  Decalogo della Vita Sana  +  Legge di Guarigione + PREVENZIONE ALIMENTARE   
Progetto Salute HDE + Diagnostica + SEMEIOTICA + Semeiotica Biofisica Quantistica
Come Funziona il Corpo Umano +  Disturbi Vari  +  Dottrina termica e Terapia del Freddo  +  Somatidi 
 Intervista a Luc Montagnier  + 
Stitichezza  +  Tossiemia  +  Vestiti Sintetici  +  Infiammazione
Intestino  +  Sindrome dell'Intestino Permeabile (LGS)  Polmoni e vie respiratorie +  Respirare bene
POMPA Sodio - Potassio  +  Intossicazione  +  Disintossicazione 
Malassorbimento  +  Mangiare crudo = Crudismo
Trasmissione malattie  +  Virus e batteri nelle Flugge ?  +  Parassiti e Veleni
Acqua contaminata e colon irritabile  +  Diarrea  +  Stitichezza
Rischio Congenito Oncologico  +  Terreno Oncologico

Riposizionamento dell'asse Cranio-Atlante-Epistrofeo
Terapia Ruffini
 


“Ogni Organismo, risponde in maniera differenziata, agendo secondo precise
leggi biologiche e biochimiche adeguandosi ogni istante, alle varie esigenze di stimolazione esterna dell'atmosfera nella quale vive; infatti tutte le variazioni iono atmosferiche, anche minime, modificano ad ogni istante 
quelle dei liquidi ( il Terreno o Matrice ) dei corpi dei vari organismi viventi

Una lesione mitocondriale (malnutrizione della
Cellula = intossicazione endo cellulare) provoca un deficit energetico, il mitocondrio non emette elettroni come dovrebbe, se si supera un certo limite di stress, lo stato-cellula produce una reazione per affrontarlo; questa reazione e' da noi definita come MALATTIA.
 


TUTTO cio' che ti hanno insegnato  sulle malattie e'
FALSO, percio' leggi....
Come Nasce la Malattia ? +  Dove e perché Nasce la Malattia ? + CONFLITTI SPIRITUALI (Causa di ogni malattia) + Infiammazione  (conCausa delle malattie fisiche) + La Bugia Pasteuriana (di Pasteur) + Falsita' della medicina ufficiale  +  Pubblico Credulone  +  Contenuto dei Vaccini + La teoria dei germi di Pasteur e' FALSA  +   Ayurveda  +   Lavaggio Energetico +  Lussazione dell'Atlante

IMPORTANTE:

Come Portale segnaliamo vari personaggi che hanno avuto contrasti con le autorita' mediche, e per essere precisi,  affermiamo che NON condividiamo in toto le loro terapie, in quanto per noi seguaci della Medicina Naturale  la malattia (cancro compreso) e' MULTIFATTORIALE, quindi NESSUN prodotto puo', da solo, guarire dal sintomo del quale si e' malati !

In SINTESI questo Protocollo vuole indicare che e' molto semplice NON ammalarsi e/o recuperare la Salute compromessa
, senza farmaci ne' vaccini, e cio' lo si puo' ottenere SOLAMENTE alimentandosi, per un periodo di almeno 2 mesi di Frutta e Verdura biodinamica CRUDA !

Per sintetizzare:
Quindi l
'UNICA malattia dell'Uomo e' in concreto, la somatizzazione dell'IGNORANZA ("danza del fuoco")- prodotta dai Conflitti di incoerenza Spirituale, e cio' significa che i primi sintomi fisiologici di questa unica malattia si manifestano in primis negli organi bersaglio dei conflitti spirituali irrisolti, e precisamente nella microcircolazione di quei tessuti, che per caduta generano immediatamente mancanza di ossigeno (O) nelle cellule e nei tessuti di quegli organi, alterando il metabolismo cellulare e  specialmente nei mitocondri con un immediato indebolimento di energia cellulare e corporea, per la mancanza di formazione di energia da parte del sistema ATP nei mitocondri e l'alterazione della funzionalita' nei tessuti di appartenenza per via delle alterazioni della microcircolazione, (sintomi misconosciuti dalla medicina ufficiale per l'impreparazione dei medici, licenziati da universita' carenti e sempre serve di Big Pharma...,  e che quindi non conoscono le varie semplici tecniche della Medicina Naturale e specialmente quelle diagnostiche della Semeiotica Biofisica Quantistica, l'UNICA tecnica diagnostica possibile per individuare, in 1 minuto di orologio ed in qualsiasi luogo anche per terra...e fin dalle origini fisiologiche nel microcircolo, il nascere dell'Unica malattia dell'Uomo, l'ammalamento, cioe' la somatizzazione dell'IGNORANZA nelle cellule e quindi nei tessuti dei vari organi interessati !
(O) - Ridotta ossigenazione cellulare e di un tessuto rispetto alle esigenze. Cio' è dovuta ad un'ostruzione nei vasi sanguigni microcapillari, e può generare numerosi sintomi. Se si prolunga questo stato si determina l'infarto del tessuto cioè la morte del tessuto o di parte di esso.

vedi: Definizione di Guarigione + Come nasce la malattia + Germi non sono la causa della malattia + Definizione della parola Malattia
 

Le malattie lo ripetiamo, nascono per gli Errori Etici che causano i Conflitti Spirituali (Cause primarie) che generano sovra eccitazione neuronica nei Due Cervelli. 
Se l'errore Etico ed il Conflitto Spirituale che ne consegue non viene rimosso, esso genera immediatamente stress cronico anche e sopra tutto al cervello di sotto quello enterico, nel Tubo digerente ed e' in quest'ultimo organo-luogo che si genera l'Infiammazione piu' pericolosa (conCausa della costipazione = stitichezza e dell'Intossicazione e quindi della alterazione del pH del Terreno = Stress Ossidativo = alterazione del metabolismo) ....queste malfunzioni sono la conCausa fisica e primaria di TUTTE le malattie 
vedi:
  +  STRESS, FUNZIONI VITALI e SISTEMA IMMUNITARIO  + Stress Ossidativo - 1 + StressOssidativo - 2

Quindi il tecnico e Vero Terapeuta dovra' aiutare il malato a ricercare le varie Cause e conCause per eliminare queste intossicazioni + infiammazioni + Parassitosi, + Terapia Ruffini  tenendo presente ed iniziando da quelle intestinali, che debbono essere SEMPRE eliminate, se si vuole guarire dalle malattie.
Vedere Come nasce e Dove e perche' nasce la malattia  +  Alimentazione  +  Emodieta 
+  Respirare bene
Tecnica della Confessione per eliminare i Conflitti Spirituali

Come Funziona il Corpo Umano

La Semeiotica Biofisica Quantistica (SBQ), insegna che, con un semplice strumento chiamato fonendoscopio e l'auscultazione delle reazioni corporee  a stimoli sui "Trigger Point" adatti, e' possibile effettuare qualsiasi tipo di diagnosi organiche, tissutali, cellulari ecc., in 1 minuto e per qualsiasi sintomo=malattia

Questo e' un Fonendoscopio

La Medicina Naturale e questo Protocollo agiscono sempre ed in primis sui Vari tipi di Terreno (Matrice)
Esso “funziona” bene, solo se il corpo reagisce e non è stato molto inquinato da Farmaci, Vaccini, Amalgami dentali, protesi, e/o terapie invasive e lesive con farmaci di sintesi. 
Se il malato ha utilizzato tecniche invasive o lesive, i risultati sono meno evidenti, ma comunque vi sono nei casi in cui le lesioni gravi non abbiano già investito organi o sistemi vitali; negli altri casi l'invalidità è permanente o puo' sopraggiungere la morte prematura.

Questo Protocollo segue queste direttive, con Cure e Tecniche assolutamente NON invasive e necessarie per ottenere gli scopi prefissati: il mantenimento della Perfetta Salute o la guarigione. - vedi anche
 Disturbi Vari

Ricordiamo che negli esseri umani, per esempio il pH del sangue deve rimanere costante attorno a pH 7.4, altrimenti la morte puo' sopraggiungere. Cosi come il pH dei liquidi del corpo i quali, per mantenere la buona salute, DEVONO rimanere leggermente basici !  e per mantenere questi valori l'alimentazione appropriata e' molto importante, vedi Emodieta
Ma un determinato pH ha enormi variabili di resistivita' (ro'), misurabile in Ohm (unita' di misura della resistenza elettrica) e di carica ionica, ovvero di potenziale elettronico (rH2), misurabile in microVolt. 
Essi sono SEMPRE correlati ed interdipendenti !
Se non si tiene conto di queste variabili e' impossibile avere un panorama chiaro, completo e descrittivo (es.:nell'esame del sangue e dei valori reali del suo pH, oppure in quello dell'urina, ecc.) della salute di un essere umano od animale:
vedi Bioelettronica  +  Introduzione alla Medicina Naturale  +  Negativizzatore  + 
Acidosi=riordino del pH  +  Terapia Ruffini

ACQUA IONIZZATA
La cura dell'acqua ionizzata (basica od acida e quella ricca di ossigeno) ormai e' utilizzata anche in certi ospedali nel mondo con risultati eclatanti, sconosciuti ai medici allopati che non conoscono la Medicina Naturale.

Essa puo' essere utilizzata a seconda dei casi, sia per via orale, da bere, sia per l'esterno del corpo per le malattie della  pelle(anche per ferite da trauma o da operazioni chirurgiche).

Nel sito qui riportato si possono vedere dei video che illustrano le varie applicazioni dell'acqua ionizzata.
vedi: http://glowing-health.com/alkaline-water/videos-aw.html
Vedere qualche applicazione di quest'acqua: ACIDA e/o BASICA  +  CISTE (eliminata con l'acqua basica)

Ricordarsi che le alterazioni degli enzimi, della flora, del pH digestivo e della mucosa intestinale influenzano  la salute,  non soltanto a livello intestinale, ma anche a distanza in qualsiasi parte dell'organismo.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

CONTROLLO dello STATO di SALUTE (anche con esami clinici) -
vedi anche Morfologia + Semeiotica  +  Diagnostica (varie Tecniche)

- Sistema Immunitario: es. un semplice emocromo e’ in grado di indicare lo stato del S.I. (Quantita’ Totale dei Linfociti = Globuli Bianchi).
- Verifica con vetrino della Goccia di Sangue del Paziente, per mezzo di un microscopio, per riscontrare la presenza o meno dei microcristalli e dell’albero del Cancro; alle volte puo' essere utile controllare il vetrino anche in Campo Oscuro.
- Verifica (in alcuni casi) del Livello e dello stato dei Liquidi Corporei con apparecchiature BioElettroniche: BTA (BEV) – pH, rH, rò.
- Tac (Tomografia Assiale Computerizzata, del cervello di sopra) - in caso di sospetto Tumore, per controllare ed evidenziare le eventuali macchie (sede del Conflitto Spirituale) dovute all’Infiammazione locale neuronica e l’alterazione del Liquor Cerebro-Rachidiano, per le Intossicazioni  che li raggiungono (in genere metalli pesanti che si accumulano nei lipidi-grassi) e/o per il processo di malnutrizione cellulare in atto, ed alterazione del pH del Terreno in ogni malato, specie in quelli di malattie degenerative.
- Verifica dello Stato Generale del Paziente, con apposite apparecchiature od altri esami, test, utili.
vedi anche Morfologia  +  Semeiotica  +  Semeiotica Biofisica Quantistica  + 
Rischio Congenito Oncologico

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Il “Protocollo” che la Medicina Naturale consiglia, è da personalizzare di volta in volta da parte del tecnico (medico, terapeuta o persona), su quali tecniche utilizzare per prime, seconde, ecc., per le loro intensità e tempi, oltre ai dosaggi dei singoli prodotti, per ottenere una graduale e controllata crisi di eliminazione delle tossine corporee  (disintossicazione + Germi non causano le malattie); ciò per evitare che nelle crisi di eliminazione il malato (grave e quindi senza energia vitale) possa stare molto male ed avvicinarsi alla morte.  
La terapia disintossicante consigliata: (questa terapia e' molto simile alla medicina del dr. Max)
Essa
agisce contemporaneamente in tre modi.

La Prima fase è la
disintossicazione forzata con alimentazione appropriata
(EMODIETA) e succhi crudi di frutta e verdura.
Si realizza somministrando ai pazienti notevoli quantitativi di succhi di frutta e di verdura biologica fresca, uno speciale passato preparato con verdure ed erbe fresche specifiche, che stimola l’eliminazione attraverso i reni ed un grande numero di clisteri di caffè (in polvere, se possibile biologico, altrimenti va bene quello che avete in casa - salvo per coloro che hanno gravi problemi cardiaci e che sono sensibili alla caffeina), poiché normalmente la caffeina serve ad aprire i dotti biliari che liberano grandi masse di materiale tossico, oltre alla assunzione di capsule di Fermenti lattici per riordinare la Flora batterica.
Vedi anche Fegato e Bile  +  Sali di Epsom  +  Fermenti e feci  +  Enzimi 
+  Respirare bene 
+  Terapia Ruffini
 

Seconda parte del trattamento, risiede nell'assunzione
plurigiornaliera di succhi crudi e freschi che aiutano il corpo a ottenere le sostanze nutrienti essenziali, i minerali e le vitamine in forma facilmente digeribile e permettono ed attivano le fasi di eliminazione attraverso gli organi e sistemi eliminatori, perche' questi succhi crudi e freschi stimolano anche e sopra tutto il fegato ed i reni ad eliminare le tossine accumulate. 
Oltre al riordino dell'alimentazione giornaliera con cibi biologici -
vedi anche:
Alimentazione +  Enzimi  +  Minerali e  Vitamine (che hanno un ruolo importante in una Dieta ben bilanciata).
Vengono somministrati alimenti: frutta e verdure, crudi o appena cotti, sempre biologici, insalate verdi e il passato già citato. 
Riordino delle postura
specialmente il riposizionamento dell'Atlante (1° vertebra della colonna)

La Terza fase del trattamento, (questo e' cio' che si consiglia nella medicina del dr. Gerson): è la terapia epatica di sostegno sotto forma di ioduro organico e inorganico, notevoli quantitativi di una combinazione di tre sali di potassio in soluzione al 10% (acetato, gluconato e fosfato di potassio), enzimi pancreatici e vitamina B3.

Noi consigliamo anche altri integratori e sostanze minerali e fitonaturali per ottenere lo stesso scopo, che sono indicati.
Terapia per l'eliminazione dei parassiti: vedi Come eliminare i Parassiti

Per l'alta pressione: utilizzare capsule di aglio+biancospino (liofilizzati, in polvere) da 6 a 8 al di' 1/2 ora prima dei pasti + equiseto in capsule 9 al di' - attenzione all'alimentazione ed alla pulizia intestinale (clistere), puo' essere utile anche lo Zapper + il controllo della Postura  +  Clistere casalingo immediato

Per stare sempre bene, seguite questi consigli, facendo attenzione che ogni individuo ha le proprie reazioni per ogni terapia o prodotto ingerito, per cui fate attenzione alle reazioni e modificate le tecniche (sostituendole/i con altre) o gli integratori utilizzati (quantità o qualità) a seconda delle reazioni e delle necessità personali di ognuno. 
Inoltre ricordiamo che e' ESSENZIALE riordinare i giusti rapporti di Ossido-Riduzione e quelli Acido-Basici migliorando le funzioni della pompa Sodio-Potassio ! ì

Controllare lo stress, aumentare l’energia vitale, riacquistare la memoria, diminuire peso o ritrovare il peso forma, Rinvigorire la propria libido, significa semplicemente ringiovanire o mantenersi tale, attraverso il Riordino delle abitudini alimentari (utilizzando cibi biodinamici che aiutino il DNA ad auto ripararsi), con aggiunta di appositi Integratori biologici calibrati (succhi di verdure e frutta bevuti molte volte: da 10 a 15 volte al dì, per l'assunzione di minerali e vitamine) sulla singola persona, sino ad arrivare alla Disintossicazione corporea, (anche il Digiuno puo' essere utile in certi casi) ricordando di riordinare anche le abitudini di lavoro, di visione sulla Vita ed i suoi scopi, ed infine confrontarsi sul problema della Morte stessa
Fatevi anche fare dei massaggi da personale qualificato, aggiungendovi anche il "Lavaggio Energetico
+  Respirare bene
Avere  buone digestioni a pH neutro o leggermente basico, significa preparare e mantenere un sangue ricco di sostanze Vitali atte a nutrireminerali, convenientemente le cellule del corpo. Oltre a riossigenare l'organismo.
Ricordiamo che le catene proteiche sanguigne “contengono nel DNA” anche l’Ego/IO della persona stessa; esse sono UNICHE ed individualizzano l’essere con tutto il suo contenuto informazionale.

Quando ci si sente deboli, svogliati, senza desiderio sessuale, metabolismo alterato e quindi sistema immunitario debole, si hanno dolori, ecc. ecc., significa che le abitudini di vita (Comportamenti) fino a quel momento sono ERRATE e quindi l’organismo si deve ammalare per costringere l’essere a cambiare Etica che iniziano con i Principi Salutari sui quali si basa questo Protocollo della Salute, in sintesi:

Tutte le Terapie  consigliate in Medicina Naturale sono valide per cittadini, tecnici e medici.

Tenere presente che tutto cio' che e' qui consigliato, serve ad irrobustire, migliorare, oltre ai vari Sistemi collegati alle varie tecniche, anche il Sistema immunitario che nei malati e' sempre compromesso.

1  -   Consigli alimentari (come, cosa, quando, mangiare), ma sopra tutto seguire le indicazioni dell'EMODIETA
2  -   Disintossicazione + Disinfiammazione dell'organismo - principalmente intestino, fegato, reni, pancreas, ecc. + Nutriterapia disintossicante per tutte le malattie degenerative
3  -  Mini diete (Minerali e Vitamine da vegetali)
con aggiunta di appositi Integratori biologici calibrati (succhi di verdure e frutta bevuti molte volte: da 10 a 15 volte al dì, per l'assunzione di minerali e vitamine + Enzimi) sulla singola persona - Umeboshi ed altri prodotti naturali

IMPORTANTE
: quando si assumono le micro diete (integratori in qualsiasi forma) e' bene assumere contemporaneamente dei fermenti lattici adatti alla persona, per aiutare l'assimilazione intestinale delle sostanze contenute nelle micro diete: sali minerali e vitamine.
4 -   Idrocolonterapia
(Lavaggio del Colon)
5 -  Riordino
della Temperatura corporea (interna-viscerale ed esterna) con Cataplasmi e/o idroterapia, secondo la Dottrina Termica 
+  Respirare bene
6  -  Riordino
della Flora batterica intestinale + Fior di Zolfo
7 - Trattamento Antiparassitario
+ Eliminazione della colonizzazione della Candida Albicans e di certi batteri es.: Stafilococco aureo, con Semi di Pompelmo - estratto glicerinato -  che e' un'antibiotico naturale oltre all'assunzione di preparati probiotici per la Flora autoctona.
Nei casi di Cancro-Tumore e' indispensabile drenare
dal corpo, con appositi cateteri, questi micro organismi.
8  -  Terapia Enzimatica nutrizionale
+ preparati probiotici per la Flora autoctona.
9  -  Fleboclisi od assunzione
di integratori di: Vitamine + Minerali (anche per Stress, antiAging)
Riordino
del pH + rH + ro' del Terreno corporeo (i liquidi) con appositi sali: Ascorbato di Potassio + ed in certi casi anche Cloruro di Magnesio +  Bicarbonato di Sodio (alle volte anche per via iniettiva in caso di cancro) 
+
  Acidosi=riordino del pH  +  Terapia Ruffini
11 -
 Bagno Turco all'Ozono, Ossigeno e Erbe (bagno Turco, solo per chi NON ha problemi cardiocircolatori)
12 -  Terapia Chelante
(Arterie Detox + Metalli Pesanti + anti Aging=Vecchiaia)
13 -  Nettolingua Ayurvedico 
  
+  Respirare bene
14 -  Pulizia Nasale Ayurvedica
15 -  Terapia Raggi Infrarossi
e/o Cromoterapia
16 - Ossigenazione
del Sangue + Linfodrenaggio (anche esercizio fisico regolare, per es. una passeggiata quotidiana di un'ora a 110-120 passi/min)
17 - Tecniche
di Respirazione + anti Stress
18 - Tecnica
della Confessione per eliminare i Conflitti Spirituali
19 – Lavaggio Energetico 
  Massoterapia  +  Yoga  + ZEN  Training Autogeno  Reflessoterapia  +  Rilassamento
20 – Informazione
sul Senso della Vita (chi sono, da dove vengo e dove vado ?)
21 – Educazione alla Salute naturale
22 - Informazione sulle varie metodiche
(diagnostiche e terapeutiche) della Medicina Naturale + Semeiotica + Semeioticabiofisica (Da utilizzarsi solo da parte di medici preparati che, secondo la SinglePatient Based Medicine, possono conoscere perfettamente il "singolo" aiutandolo in MODO PERSONALIZZATO)
23 - Riordino della Postura

A - Iniziando con la Soluzione o ridiscussione dei Conflitti Spirituali di incoerenza e di ignoranza, Cause Primarie di tutte le malattie, ritrovando le soluzioni relative o “digerendo”, cioè razionalizzando il Conflitto Spirituale con la logica e l’amore di sé stessi e verso gli altri.
Le tecniche sono quelle ad esempio dell’Auditing o “Confessione, effettuata con un bravo tecnico.
Oltre ad acquisire, studiando, conoscendo e praticando Tutte le Leggi naturali che regolano i sistemi biologici del corpo umano, in modo da poterle applicare su di se'.

B - Alimentazione appropriata ed assunzione giornaliera, per un periodo di tempo che varia a seconda delle necessità di ognuno (minimo 3 mesi), di appositi prodotti micro Nutrizionali  (Enzimi + micro diete liquide e/o solide con capsule, meglio ancora i centrifugati di verdure e/o liofilizzati e/o micronizzati (Ortica, Equiseto, Curcuma, Aglio, Biancospino, ecc.) e frutta, (mele + carote)  Medicina Cellulare + Ossigenazione + in certi casi anche l'Urino terapia
vedi anche: Alimentazione Naturale Dieta base per star bene e Nutricology +  Consigli alimentari
Fare una Dieta alimentare (indicate in questo trattato – verdure e frutta cruda di stagione (appropriate a seconda del caso) - per diminuire l'acidità dei liquidi corporei e di quella della digestione intestinale e controllare con appositi test o con la cartina tornasole che si acquista in farmacia (le indicazioni ovviamente sono meno precise), il pH salivare, urinario  e fecale, ogni due giorni per due settimane.
Importante e' l'assunzione
di: Fermenti Lattici per il riordino della Flora Batterica
Esempio di buona Alimentazione e Nutrizione: Pappa Reale (Prodotti dell'Alveare: Polline, Propolis, che e' anche un'antibiotico naturale),  Micro Diete: frutta e verdure in succhi crudi o capsule, meglio in polvere micronizzata e liofilizzata (da assumere al mattino a digiuno appena alzati con dell'acqua) + Alghe (in soluzione liquida, in capsule, in foglie) + Germoglio di grano (in ovuli o liofilizzato) e/o altri germogli + amminoacidi (in capsule) + Fermenti lattici multi batterici  +  MicroSpore particolari + Enzimi vari, specie Q10,  +  Erbe medicinali micronizzate in polvere e/o in capsule tipo: Aglio, Biancospino, Ortica, Equiseto, ecc.; particolari spezie (tè) tipo Curcuma, Zenzero, ecc. in foglie, steli, meglio in polvere micronizzata da assumere al mattino a digiuno ed anche per aditivare i cibi e/o per tisane da bere in certi casi, 2 volte al dì. In mancanza di erbe micronizzate utilizzare infusi e tisane, minerali tipo: Silice Organica + altri minerali utili.  
Questi prodotti sono assolutamente indispensabili per mantenere la salute o per ripristinarla dato che essi sono molto Immunostimolanti ed anti ossidanti !

C - Igiene intestinale totale con appositi preparati multi Batterici ed Idro Colon terapia
Si consigliano frequenti clisteri a base di infusi di caffe' (non nei casi di intolleranza alla caffeina o di problemi cardiaci) o camomilla, finocchio, per tutto il periodo della terapia disintossicante.

D - Lotta contro l'anomala acidificazione ed ossidazione dell'organismo, per ottenere il riordino del potere (A/B) Acido/Basico verso il Neutro o leggermente basico.  
Riordino
del potenziale RedOx (potenziale di Ossido/Riduzione) verso il neutro e quello Acido/Basico  verso leggermente alcalino, con appositi sali tampone  (a base di acque e/o liquidi o sali tampone che contengano e/o  Ascorbato di Potassio, Potassio, Bicarbonato di Sodio e/o Bicarbonato di Magnesio, Cloruro di Magnesio
, Urino terapia, Fior di Zolfo +  Terapia Ruffini e/o con appositi prodotti disintossicanti NON invasivi e/o qualunque altra sostanza non nociva, ponendo particolare attenzione in ogni stato patologico (sopra tutto in caso di malattie gravi) a: Stomaco - Intestino – Fegato - Reni.  
Ottimo coadiuvante: l'utilizzo giornaliero dell'
Equilibratore Ionico +  Disintossicazione  +  Disinfiammazione
Contemporaneamente ottenere
il riordino della temperatura viscerale ed esterna secondo la DOTTRINA TERMICA

E - Disintossicazione e disinfiammazione globale del corpo, da Tossine (microcristalli), Parassiti  (vermi, Funghi) con appositi preparati e/o prodotti  tipo: Omeopatici od Omotossicologici, nosodi, e/o Fitoterapici, Mallo di Noce, chiodi di Garofano, ed altri utili prodotti fitoterapici, artemisia, sali di Epsom,
Terapia Ruffini, Fior di Zolfo, Enzimi, ecc.,  e in certi casi con apparecchiature elettroniche tipo “zapper”. 
Eliminazione delle amalgami che sono otturazioni dentali colore argento.  
Durante e dopo l’eliminazione delle amalgami dentali - otturazioni color argento - (per un periodo di almeno di 45 giorni), occorre assumere un Chelante Omeopatico (assolutamente a piu' di >10° DH) per drenare dall’organismo i metalli pesanti accumulati e contenuti nella lega delle Amalgami e nei Vaccini, in genere mercurio ed alluminio.  
Cura od almeno la riduzione/controllo, dei Danni dei Vaccini (vedi gli studi del medico ricercatore dott. Massimo Montinari con eliminazione o riduzione delle tossine introdotte con quelle insane pratiche, per mezzo di appositi prodotti chelanti (omeopatici, non meno della 10 DH - e/o  Carbone vegetaleFior di Zolfo (e' meglio del prodotto Omeopatico) e/o  in certi casi il Glutatione e/o altri prodotti chelanti, non di sintesi, se possibile)
Puo' essere utile l'utilizzo di determinate analisi del sangue ed urine e/o un Mineralogramma dei capelli, onde ottenere uno schema dei metalli tossici accumulati e depositati (non circolanti).

F - Controllo della Postura del corpo e riordino della colonna vertebrale e specialmente quella dell'asse Cranio-Atlante-Epistrofeo; controllo ed eliminazione delle Malocclusioni dentali

G - Ri-Ossiegenazione cellulare e tissutale - IMPORTANTISSIMO: assumere degli appositi integratori  alimentari liquidi (centrifugati di frutta e verdure) e/o solidi - in capsule e/o in pastiglia, per ottenere questo scopo, oppure bere liquidi a base di (da 10 a 15 bicchieri al dì) di succhi di frutta e verdura centrifugati.
Il test sulle urine va fatto alla mattina appena svegliati e dopo aver gettato il primo getto di urina.
Ricordarsi che il pH urinario dovrebbe essere almeno di una unità sopra a quello salivare.
Il pH salivare, mostra la condizione intracellulare e dell'equilibrio fra sistema neurovegetativo orto e parasimpatico.
Il pH urinario, mostra come il corpo ha reagito a ciò che si è mangiato il giorno prima e che riserva vitale o neutro alcalina ha a disposizione, ossia come riesce ad ammortizzare gli eventuali alimenti acidificanti introdotti con l'alimentazione.
Il pH delle feci deve essere fra il 6,8 ed il 7,4
L’Alimentazione sana DEVE essere tendenzialmente o vegetariana con moltissime crudità, dissociata con accurato abbinamento degli alimenti, che devono essere biodinamici, biologici integrali o semi integrali nei casi di acute infiammazioni della mucosa intestinale.  
Meglio seguire l'alimentazione a seconda del gruppo sanguigno.
Nel caso di malattie gravi, occorre alimentare il soggetto con succhi (centrifugati) di frutta e verdure + pappe (cibi frullati) come i bambini piccoli.

In quasi tutti i casi (eccetto in caso di sospetta infiammazione della appendice), sono utili ed indispensabili i lavaggi intestinali (Idro Colon terapia) e/o il Digiuno  in altri casi, per rimettere a posto l’intestino e l’organismo intero. 
vedi:
  Terapia Ruffini

H - fare ogni giorno un poco di ginnastica, esercizio fisico regolare, ma in genere basta una bella passeggiata di un'ora a 110-120 passi al minuto. 
Imparare a rilassarsi ogni giorno per almeno 15 minuti:
vedi anche  Lavaggio Energetico
 + Settimo SensoMassoterapia + Yoga + ZEN Training Autogeno Reflessoterapia  +  Rilassamento  +  Respirare bene
E' anche utile danzare o fare almeno una leggera ginnastica, una volta alla settimana.


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

In caso di Febbre oppure no, seguite questi consigli: facendo attenzione che ogni individuo ha le proprie reazioni per ogni terapia o prodotto ingerito, per cui fate attenzione alle reazioni e modificate le tecniche (sostituendole con altre) o gli integratori utilizzati (quantità o qualità) a seconda delle reazioni e delle necessità personali di ognuno.

Ricordarsi che ogni malato DEVE riposarsi a letto; il corpo ha bisogno della posizione orizzontale per iniziare i processi della guarigione che sono sempre legati al magnetismo terrestre che interviene sempre e sopra tutto durante i periodi del sonno; ecco il perché del dovuto riposo da osservare in ogni tipo di malattia.
Particolare attenzione dovrà essere posta al riequilibrio termico fra viscere e cute in modo da avere una buona temperatura cutanea anche ai piedi ed alle mani; per ottenere ciò occorre utilizzare:
Cataplasmi freddi sul ventre, Frizioni fredde, Bagni di sedere, Fasciature sul tutto il corpo

Sopra tutto in caso di febbre queste tecniche avvieranno il progresso di eliminazione dello stato febbrile che di fatto è la reazione delle terminazioni nervose gastroenteriche agli stati di eccitazione e d infiammazione, che DEBBONO essere eliminati dalla pelle.  

Protocollo per Cancerosi

FLORA BATTERICA INTESTINALE e FERMENTI LATTICI VIVI  +  Enzimi Altre indicazioni in aggiunta a questo Protocollo Crisi di Eliminazione e Legge di Guarigione

Protocollo della Salute, secondo la Medicina Naturale:
Copyright dr. G. Paolo Vanoli (NON medico, ma Naturopata - Consulente in Scienza della Nutrizione e Medicine Biologico Naturali
 

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

                                                                          PRONTO SOCCORSO
PRONTO SOCCORSO IGIENISTA
È importante sapere che cosa fare in caso di emergenza.
Ma può essere ancora più importante sapere che cosa non fare. Non fatevi prendere dal panico. Pensate. I bisogni fondamentali del­la vita interverranno sempre. Aria fresca, calore, riposo e quiete, nessun farmaco. Prendete tutti i provvedimenti immediati che occorrono (come sottolineato più avanti) e telefonate ad un igienista professionista. Un atteggiamento calmo e rassicurante (senza mani­festazioni di panico, preoccupazione o stress) da parte delle persone che assistono la vittima sarà un elemento importante nel fornire le corrette condizioni per la guarigione.

SI PUÒ LASCIAR FARE alla NATURA ?
«La chirurgia non è sempre necessaria, ma è difficile stabilire chi ne ha bisogno, e chi non ne ha bisogno.
La chirurgia provoca la perdita di più sangue ancora.  Se la coagulazione avviene normalmente, non sarà necessaria alcuna Operazione.

In certi casi, la perdita supplementare di sangue durante l’operazione potrebbe provocare la morte, mentre l’organismo, lasciato a se stesso, avrebbe potuto da solo rimediare alla situazione. In altri termini, i meccanismi della coagulazione avrebbero potuto, eventualmente, fermare i vasi colpiti.
Infatti si è risaputo, in fisiologia, che i vasi colpiti si restringono nel punto del luogo ferito. Un tampone di piastrine di sangue chiude il punto aperto del vaso, poi avviene la coagulazione. Dopo questo, si formano dei filamenti nel grumo di sangue per renderlo permanente. L’emorragia si arresta e il vaso non trasporta più del sangue verso la parte ferita. Altri vasi prenderanno il cambio.
In seguito, con il passare del tempo, il corpo ristabilirà la circolazione nel vaso ferito.
Sé le circostanze igieniche sono favorevoli, forse ci si può aspettare senza variazioni il ristabilirsi del rincanalamento.
Quindi con i calmanti che bloccano una quantità di energia nervosa, necessaria alla parte ferita, e con il lavoro supplementare necessario per respingere gli antibiotici, le energie del corpo non sono tutte concentrate nella coagulazione, nella cicatrizzazione e nel rincanalamento dei vasi colpiti. Tutti questi processi naturali sono anche fermati e persino impediti.
Una rapida caduta della pressione sanguigna, significa che l’operazione è assolutamente necessaria. Il vaso colpito, può essere un grosso vaso dal quale è stato perso troppo sangue, prima che la coagulazione potesse fermarlo.
È diffìcile saperlo con esattezza, a meno che si riesca a calcolare la perdita di sangue, cosa che abitualmente è impossibile.
Se l'operazione è necessaria, gli anestetici sono necessari. Infatti, il dolore dell’operazione oltrepassa generalmente la resistenza dei soggetti.
Le perfusioni non sono necessarie e sono pericolose alla salute. Le trasfusioni non fanno che complicare le cose per l'organismo.
Si è dimostrato, sperimentalmente, che gli animali quasi morenti e che non possono nutrirsi, riformano il loro sangue più in fretta di quelli che si sono nutriti.
Il digiuno è quindi indicato se c’è una forte emorragia e i tessuti sono stati schiacciati.
Le trasfusioni di sangue ritardano la formazione del sangue nell’organismo. Infatti, la presenza di globuli rossi estranei, inganna il corpo, che avrebbe fabbricato ancor più in fretta i suoi globuli, attraverso i suoi mezzi naturali.
Inoltre, le proteine estranee di siero e di sangue estraneo, iniettati, provocano delle reazioni di difesa dell’organismo e sprecano anche delle energie preziose per la vita.
Infine diventano l’attenzione del corpo verso un altro pericolo imminente. Questo divide le energie in più compiti: quello di re­spingere il sangue estraneo, di fabbricare dei nuovi globuli rossi e di rimediare i danni. Questa procedura della trasfusione è quindi pericolosa. Infatti, cè sempre la possibilità di avere una reazione violenta verso la trasfusione, che provocherà dei sintomi gravi e anche la morte. Se si può operare senza antibiotici, né trasfusioni, né perfusioni, né iniezioni antitetaniche, né calmanti dopo l’operazione, in condizioni di pulizia ideali, invece che una semplice sterilizzazione, allora le ferite procureranno meno morti e i ristabilimenti saranno più rapidi.

APPENDICITI (acute): estremamente dolorose. Trattasi di patologia estremamente dolorosa, ed è opportuno che il paziente osservi alcune regole: Alla prima manifestazione di problemi, chiamare un medico igienista.
- Portate su le ginocchia, quanto è possibile, per alleviare il dolore e rilassare i muscoli addominali. Rilassatevi quanto più potete.
- Non bevete. 
- Non mangiate. 
- Niente di caldo, solo attendere — non interferite con clisteri. Non ci devono essere interferenze esterne, non chinarsi, spingere e premere (nell’esame medico).
- Non chinarsi, non spingere o premere sulla parte dolorante (in sede di esame medico).
- Mettere immediatamente un cataplasma di argilla o fango freddo sul ventre e/o in mancanza dell'acqua ghiacciata.
Col digiuno assoluto non solo passano progressivamente i dolori, ma si disinfiamma pure l’appendice, e si scongiura il ricorso a qualsiasi tipo di operazione chirurgica.
Se l’appendice infiammata, aggravata da sistematici errori ed eccessi nella dieta, si rompe e va in peritonite, l’intervento chirurgico per pulire la cavità addominale diventa l’unico approccio razionale di emergenza.
In quel caso è normale che ci sia una tremenda rigidità dei muscoli addominali e un forte aumento della febbre.
Se l’appendice dovesse rompersi come risultato delle interferenze esterne o se si rompe dopo un periodo di appendicite cronica, aggravata da continui errori nella dieta e da eccessi e se va in peritonite, allora certamente la chirurgia sarà necessaria per pulire la cavità addominale.
È una questione di buon senso. Di solito se non ci sono interferenze un rivestimento può formarsi attorno alla appendicite per proteggere la cavità peritoneale, ma dove ci sono state negligenza e molte interferenze, e si è sviluppata una peritonite, il Dr. Burton considera la chirurgia l’unico approccio razionale. (Nelle peritoniti vi è una tremenda rigidità dei muscoli addominali e un forte aumento della febbre).

ASFISSIA (in incendi ecc.) per fumo o gas. Portate la persona fuori dalla stanza, trascinandola sul pavimento. Non è necessario gettare acqua fredda sul viso. Metodi di rianimazione: raticare la respirazione artificiale come per l’annegamento
.

ATTACCHI CARDIACI  (occlusione delle coronarie, infar­to miocardico o ostruzione di un vaso sanguigno)

COLPO (emorragia cerebrale, rottura di vaso sanguigno con distruzione di tessuto cerebrale).
- Far distendere il soggetto in posizione supina e con la testa leggermente sollevata.

- Rimuovere i vestiti stretti. Aria fresca, calore, digiuno, Respirazione artificiale (respirazione bocca-bocca; può essere necessario un massaggio cardiaco abbastanza vigoroso se il cuore sembrasse essersi fermato). Non può essere fatta altra cosa utile. Il corpo, se è in grado di farlo, guarisce se stesso. I farmaci causerebbero solo ulteriori problemi - Chiamare immediatamente un medico cardiologo, con defribillatore.

AVVELENAMENTO (da indigestione): la tempestività è di estrema importanza in quanto si hanno soltanto dai venti ai trenta minuti, entro i quali è possibile neutralizzare i veleni. Mentre si aspetta l’arrivo di un igienista professionista o di un’altra persona che è in grado di somministrare un antidoto, si possono bere grandi quantità di acqua; tuttavia è meglio il latte. Il latte neutralizza sia i forti prodotti acidi che alcalini. Non ostacolate il vomito spontaneo o la diarrea o la febbre anche se dovesse salire a 41° C o più. Solitamente non è raccomandabile provocare il vomito soprattutto se la persona e priva di sensi o ha le convulsioni.
Provocare il vomito per mezzo di un emetico non è la stessa cosa del vomito spontaneo, e le condizioni (di salute), dopo possono peggiorare. Cercate di accertare la natura del veleno.
MORSI di SERPENTI (cobra, a sonagli, corallo): (Un serpente velenoso lascia il segno dei denti canini. Un serpente non velenoso lascia un segno a forma di «U»). È necessario fare subito attenzione, chiamare medico per antidoto, se non arriva:
Comportamento da adottare:
(A - Distendetevi e mantenete la calma, in modo da non rilasciare adrenalina.
(B - Pinza emostatica: qualcun altro dovrà applicare il più velocemente possibile sulla parte superiore del braccio della gamba o della coscia, una pinza emostatica. Legare la coscia fino a quando le pulsazioni nell’arto scompaiono.
Lasciare per 20 minuti, poi slegare per 5 minuti e legare di nuovo. Ciò può essere fatto per diverse ore, ma fate attenzione alla circolazione. Gli antidoti non dovrebbero essere usati. (Il corso di pronto soccorso della croce rossa prima consigliava di usare la pinza emostatica per le emorragie, ma recentemente ha cambiato il consiglio in: «Non usare mai la pinza emostatica» usate invece la semplice pressione).
(C - Non muovete il malcapitato: deve essere trasportato per mezzo di un veicolo. - (D) Digiunare.Antidoti per i veleni. Se il vomito è pericoloso, si può somministrare come antidoto «sciroppo di Ipecacuana» (radice secca di una pianta sudamericana). (Un antidoto è naturalmente un’altra sostanza estranea, ma un acido o un alcale forte devono essere trattati o neutralizzati). Altri antidoti, quando il vomito è pericoloso.
- Per gli acidi: latte, bicarbonato di soda, bianco d’uovo.
- Per i prodotti alcalini: latte, burro o altri grassi, aceto, succo di limone, uova crude.
Dopo di che riposarsi e digiunare per permettere al corpo di trovarsi nelle migliori condizioni per espellere i veleni e guarire il danno interno.
AVVELENAMENTO ESTERNO (da contatto): un bagno immediatamente e abbondanti applicazioni di acqua fredda. 

BRUCIATURE, TAGLI, SCOTTATURE. Mantenete pulita e aperta la ferita, ma protetta da un panno umido (inumidito con acqua). Esponete all’aria ma non al sole, specialmente per le grandi bruciature. Non usate pomate o unguenti. Il trattamento ospedaliero non è raccomandato nemmeno per ustioni di terzo grado. Utilizzare garze fresche o immergere le parti ustionate in acqua fresca: allevierà il dolore.

CHIRURGIA COSTRUTTIVA o di EMERGENZA: la chirurgia può essere consigliata o inevitabile per:

- interventi dopo incidenti

- interventi per difetti congeniti

- ernia strozzata nei bambini

- alcuni tagli cesarei

- alcune cataratte

- interventi nei danni estesi alle giunture e cartilagini

- gravidanza tubarica

- alcune forme di ernia

- grandi tumori che causano ostruzione o pressione su nervi ed organi

- interventi allo stomaco in caso di ulcere di lunga durata

- trapianti nel caso in cui un incidente ha distrutto un organo

- alcuni altri interventi.
Questi ed altri interventi non riportati nella lista devono essere decisi da un Igienista professionista.

CHIRURGHI IGIENISTI ?
«È un peccato, scrive la Vetrano, che non ci siano dei chirurghi igienisti. Se ne avessimo, le operazioni si potrebbero fare, solamente quando sono necessarie e senza i danni dei medicamenti contro il dolore, senza trasfusioni, senza antibiotici, senza perfusioni e senza iniezioni antitetaniche.
Supponiamo che un incidente abbia causato una forte emorragia interna. La chirurgia sarà solo necessaria, se l'emorragia sarà così grave da mettere la vita in pericolo.

CONVULSIONI (diverse da quelle epilettiche).
Non fare assolutamente niente. Un danno al cervello può derivare solo dalle interferenze di farmaci e/o vaccini, e non dalle convulsioni stesse.
CONVULSIONI EPILETTICHE: per evitare che la persona si morda la lingua al primo segno di una convulsione mettete un pezzo di stoffa arrotolato, o un bastoncino di legno, o una matita avvolta con cotone o nastro adesivo, tra i denti. Tardare può rendere impossibile questa operazione. Attendete. L’attacco può metterci da trenta secondi ad un’ora per placarsi. Non raccomandate ad un epilettico di interrompere l’assunzione di farmaci, eccetto che sotto la supervisione di un esperto igienista.

DISTORSIONI, STRAPPI MUSCOLARI, ROTTURA di LEGAMENTI.
- Fissate l’arto per mantenerlo in posizione e immobilizzate, inizialmente l’articolazione per un periodo iniziale. L’idroterapia in alcuni casi può alleviare il dolore. immergete l’arto in acqua fred­da (non ghiacciata) per un minuto o due. Fatelo per 5 o 6 volte, e ripetete un’ ora dopo e ogni ora o fino a quando c’ è dolore.

DOLORE
Non muovetevi. Il dolore è un utile guida. Se soppresso è come perdere la bussola. L’idroterapia (acqua fredda o calda) può essere a volte usata per lenire il dolore, se consigliata da un dottore igienista.
Quando l’incidente è grave, scrive Fry, il corpo secerne le proprie sostanze che arrestano il dolore; l'endorfina e la noradrenalina: «lo ho avuto due incidenti che hanno rischiato di costarmi la vita e lo posso confermare. Non avevo preso farmaci per alleviare il dolore, e malgrado ciò, circa 18 ore dopo questi due incidenti, il dolore era sempre insopportabile.
Sono rimasto immobile nel letto e ho digiunato. In tal modo, non ero troppo gravato dai dolori. Alleviare i dolori non fa che trattenerli. Questo non affretta il ristabilimento.
Soffrirete il minimo se vi comportate come gli animali nella natura: dormire e non muoversi, per molti giorni, senza nutrimento, fino a che il corpo ripari i danni. Le ferite si cicatrizzano due volte più in fretta durante il digiuno che mangiando». «Alleviare il dolore è un male mitigato» (Fry).

EMORRAGIE
- un panno asciutto renderà più larga la superficie interessata in modo da aiutare la coagulazione; il sangue dovrebbe coagulare in tre minuti, ma può metterci dieci minuti per ferite gravi, e può esserci la necessità di punti di sutura per bloccare la fuoriuscita del sangue. Se c’è una emorragia con grande perdita di sangue (ci può essere polso debole e abbassamento della pressione del sangue) si deve cercare di fermare l’emorragia facendo una pressione tra la ferita e il cuore (o applicando una pinza e/o laccio emostatico).
Se si usa una pinza emostatica si deve stare attenti a non bloccare tutta la circolazio­ne, cosa che può essere veramente dannosa per i tessuti al di sotto della ferita (vedere l’uso della pinza emostatica al punto: "morsi di serpenti").
Ricordate che si può perdere fino al 50% del sangue e rimanere funzionalmente efficienti; perciò avete tempo per applicare questi trattamenti di emergenza. Se è sospettata una emorragia interna, riposo completo e immobilità sono necessari per uno o due gior­ni e può essere necessaria l’operazione chirurgica.

FEBBRE. Non controllate la febbre anche se fosse maggiore di 106° Fahrenheit (41° C). Ostacolare la natura facendo abbassare la febbre è una cosa pericolosa da fare. Dopo molti anni in cui la scienza ha sostenuto che bisogna ridurre la febbre alta, recente­mente essa è arrivata alla conclusione che la sostanza prodotta dal corpo conosciuta come «interferone», funziona meglio quando c’è febbre e che una temperatura di 104° F (39° C).
PROVVEDIMENTI: DIGIUNARE, e/o mangiare SOLO vegetali crudi x 7 giorni.

FEBBRE ESTERNA  (rilevabile con termometro sotto ascella)

Non serve accanirsi col termometro a controllare la febbre esterna, sospirando e gemendo quando essa è oltre la norma. Non serve farlo nemmeno se essa va a 40 e oltre.

La febbre esterna è un fenomeno positivo e da rispettare, sia come segnale di allarme che come strumento di regolazione. Essendo la febbre strumento prezioso del sistema immunitario, che è il medico interno più affidabile del mondo intero, siamo sicuri che lui la manovra e la dirige a regola d’arte in ogni momento.

La paura della febbre è stata ingenerata in modo assurdo e sconclusionato dalla medicina nel corso della storia. Ostacolare la natura, far abbassare la febbre in vari modi, è sempre dannoso per il corpo, e a volte è assai pericoloso. Né farmaci dunque, né altri sistemi.

Già il grande Parmenide (VI-V a.C.), 2500 anni fa, nella celebre scuola filosofica greca di Elea o Velia (oggi Castellamare della Bruca-Lucania), dimostrava di essere più avanzato della medicina contemporanea, quando proclamava la famosa massima Datemi la potenza della febbre è saprò fare mirabilie.

Per decenni e secoli la cosiddetta scienza medica ha sostenuto che la febbre alta va ridotta.

Solo negli ultimi anni è in parte rinsavita, arrivando a conclusioni opposte. Ha capito infatti che l’interferone, sostanza preziosa del nostro sistema immunitario, svolge al meglio la propria opera proprio quando la febbre è al massimo, favorendo l’espulsione di eventuali accumuli virali occasionati da malattie tossicologiche tipo la polio (causata da eccesso di cibi e bevande pastorizzate e zuccherate).

 

FEBBRE INTERNA GASTROINTESTINALE (rilevabile al polso o con controllo iridologico)

La febbre esterna deriva da iniziativa del sistema immunitario, e va rispettata.

La febbre interna deriva invece da errori marchiani compiuti dal soggetto, e va dunque demonizzata.

Sono gli improvvidi e scalcinati consumatori di cibarie orrende che provocano al proprio interno, a getto continuo, fermentazioni di carboidrati e putrefazioni di proteine, seguite da emergenze immunitarie tipo la leucocitosi (aumento dei leucociti dalla quota normale di 6000 unità per dl, ai livelli patologici di 10-20000 per dl cubo di sangue).

In teoria, la febbre interna dovrebbe trasmettersi pure all’esterno, senza differenziazioni, come succede nei bambini (estremamente reattivi) e come succede nei vegani-crudisti (pure sensibilissimi a eventuali errori che possono a volte capitare), ma le cose non vanno in quel modo per la maggioranza della gente, dove le cattive abitudini prolungate generano una caduta di reattività, una specie di callo insensibile nel sistema immunitario.

La febbre gastrointestinale non coinvolge dunque il sistema immunitario, ma gli dà soltanto fastidio come irregolarità stabilizzata e localizzata, che richiama sangue verso l’interno, compromettendo la libera e fluida circolazione e lo scambio termico.

Non è più un’emergenza ma un fatto ripetuto e fisiologico che avviene contro il sistema immunitario e lo costringe un po’a lavarsi le mani di questa pazzia continuata e quotidiana, di questa disobbedienza sistematica del suo padrone nei riguardi del proprio organismo.

Gli igienisti tedeschi tipo Priessnitz, Kneipp, Kuhne, Padre Taddeo di Wisent, ed anche il cileno Manuel Lezaeta Acharan (1881-1959), seguito da Luigi Costacurta e dal filone igienistico italiano, ricorrono sistematicamente all’idroterapia, agli sbalzi termici e ai fanghi freddi, per tamponare questi squilibri termici, ottenendo da un punto di vista terapeutico di breve periodo dei risultati migliorativi privi delle grandi controindicazioni e degli effetti collaterali dei farmaci.

Nessuna demonizzazione nei loro confronti, soprattutto per il contributo culturale che essi danno nella spinta educativa verso l’alimentazione vegana e crudista.

Resta però il fatto che l’unico modo vero, corretto e stabile per normalizzare la temperatura e sfebbrare la gente, sia all’interno che all’esterno, è quello del digiuno e del cambio radicale della propria alimentazione.

In altre parole, l’idroterapia è valida come soluzione di emergenza, ma non come cura risolutiva e coerente del problema.

La grande scuola americana che sfocia in Herbert Shelton ed è viva e vegeta in Alec Burton, nonché nei vari Ralph Cinque, Frank Sabatino, Joel Fuhrman, Alan Goldhamer, Ronald Criedland, e nelle loro cliniche igienistiche americane, porta sempre e soltanto alla soluzione terapeutica-regina, che è quella della Cura-della-Non-Cura, in perfetta linea con La Natura è la Sovrana Medicatrice dei Mali, derivata da Ippocrate e dall’Olimpo Greco di Apollo, Eusculapio, Igea e Panacea.

L’acqua per Shelton è magica, ma soltanto o soprattutto in fase di purificazione interna, in fase di accompagnamento ed espulsione delle tossine verso l’esterno del corpo, restando salva come ottimo elemento naturale e curativo per la pelle, assieme all’aria, alla ginnastica, ai bagni, e ai raggi del sole.

 

FERITE

- La pulizia accurata con acqua pura è super-importante, in mancanza, utilizzare la bocca per aspirare la sporcizia e lavare le ferite con la saliva. Togliere le impurità con una pinzetta o con una garza bagnata per far uscire particelle e corpi estranei.

- Se si tratta di ferite superficiali, e' possibile disinfettarle con l'urina.
- Se si tratta di taglio profondo, coprire con banda porosa-assorbente e non con cerotti.

- Se la ferita è larga, con perdite abbondanti di sangue, serve il medico e la sutura.

- Nel caso di perforazioni (chiodi anche arrugginiti), succhiare e lavare la ferita (sputando via ovviamente cio' che si aspira), lasciar sanguinare liberamente e guariranno in modo spontaneo.

- Non si devono fare antitetaniche.

- L’introduzione di veleni nel sangue non può portare alcun beneficio.



FRATTURE e SLOGATURE.
Se c’è frattura o lussazione, meglio non muovere la vittima. Un osso rotto può aspettare l’aiuto professionale e accorto di un osteopata o di un ortopedico. Mantenere intanto immobile l’arto traumatizzato.
- Se il ferito è in stato di shock o privo di sensi, con cercare rianimazioni o altre cose simili. Rinvenirà spontaneamente.
Nella frattura di costole, il più delle volte il corpo è in grado di risistemarsi da solo, senza il bisogno di alcunché. Basta saper resistere al dolore intenso ed al fastidio provocato dal lavoro di rifusione della parte ossea nei punti di frattura.

FERITE. La pulizia è importante. Pulite profondamente con acqua pura. Togliete le impurità eventualmente con pinzette o con una garza bagnata per far uscire le particelle o i corpi estranei. Se si tratta di un taglio profondo coprite con una benda porosa (e non con cerotti). Se la ferita è larga o la perdita di sangue è abbondante andate da un medico: potrebbe essere necessaria una sutura.
FERITE da PERFORAZIONI. Lasciate defluire il sangue e guarire spontaneamente. Se è una piccola ferita o una ferita fatta con un chiodo arrugginito, lasciate sanguinare liberamente, premendo leggermente e massaggiando. Non si devono fare iniezio­ni antitetano. L’introduzione di veleni nel sangue non può portare alcun beneficio.

INCIDENTI
“I rimedi esistono, poi l’uno dopo l’altro vengono abbandonati, ma il potere del rimedio della Natura, durerà per sempre” By Dr. HM. Shelton.
La domanda che spesso ci poniamo, è sapere che cosa bisogna fare in caso d’incidente, di frattura, di milza scoppiata, di emorragia interna ?
Bisogna accettare le perfusioni, le trasfusioni, i medicamenti contro i dolori, gli anticoagulanti, i raggi X, gli antibiotici ?
Non possiamo che chiedere il parere della dott.ssa V. Vetrano, dottore in chiropratica e in medicina. Abbiamo già studiato le perfusioni e le trasfusioni, che bisogna sempre rifiutare. I raggi X sono utili per localizzare le eventuali fratture. Quanto al dolore dopo un incidente, riprendo prima, ciò che Fry ha detto a questo proposito.
INCIDENTI GRAVI
Quando l’incidente è grave, il corpo secerne endorfina e noradrenalina, sostanze adatte a contrastare il dolore. Alleviare invece il dolore mediante i farmaci non fa che trattenere il dolore stesso presso di noi.
Stando immobili a letto e digiunando i dolori diminuiscono di molto.
Soffrirete il minimo comportandovi come gli animali in libertà, che dormono, non si muovono per giorni, stando senza nutrimento fino a quando il loro corpo non auto-ripara i danni.
E’ accertato che, in fase di digiuno, grazie all’energia risparmiata non digerendo, le ferite si cicatrizzano due volte più in fretta.
Nel caso di incidenti non è sempre facile stabilire con certezza se è indispensabile o meno intervenire chirurgicamente. Qualora ci sia grave emorragia interna non ci sono altre scelte se non l’intervento chirurgico. Ma in molti casi, quando la coagulazione avviene normalmente, l’operazione non serve.
Occorre tener presente che l’intervento chirurgico non è sempre un toccasana, comportando esso notevoli rischi, facendo indebolire ulteriormente l’infortunato, e provocandogli perdita di altro sangue, quando invece l’organismo ferito, lasciato a se stesso, avrebbe potuto forse da solo rimediare alla situazione.
Nel dubbio, i medici operano quasi sempre.
Se uno muore sotto operazione loro sono a posto legalmente. Ma se uno muore perché non hanno mosso un dito, vengono automaticamente messi sotto accusa.
Chiaro che, se si opta per l’operazione, gli anestetici sono indispensabili, in quanto il dolore dell’intervento oltrepassa le capacità di resistenza umana.
L’igienismo naturale rifugge dalle trasfusioni e le sconsiglia decisamente, sia per i pericoli di reazioni difensive corporali insite in questa pratica, sia per il fatto che esse ritardano il lavoro emo-ricostruttivo da parte del sistema immunitario.

INGESSATURA - SUTURE - RAGGI X
«Nel passato, le fratture venivano rimesse senza raggi X, ma il chirurgo moderno non ha studiato questa tecnica.
I chirurghi sono stati addestrati a rimettere le ossa con l’aiuto dei raggi X, poiché è più facile e può essere più preciso. Ma il corpo non richiede una precisione al 100%.
Infatti, se si congiungono due estremità di ossa rotte, ma che un terzo solamente del diametro dell’osso tocca l’altro, la cicatrizzazione si formerà lo stesso. L’osso avrà la tendenza a restar dritto dopo qualche anno. Le cellule che formano le ossa (osteoblasti) ne metteranno un po’ di più là dove mancano, e ne toglieranno là dove ce ne sono troppe.
Nulla vale quanto l’intelligenza dell’organismo.
Le ossa rotte si cicatrizzano molto bene negli animali selvatici, senza chirurgia e senza ingessatura.
Se conoscete un chirurgo che sa rimettere le ossa senza raggi X, né punti di sutura, rivolgetevi a lui. È un peccato che i medici insistano tanto per l’uso delle suture in quasi tutte le fratture, persino nei giovani.
Le suture possono causare in seguito dei fastidi e sono inutili.
Un ultimo inconveniente nel caso che voi accettiate di sottoporvi ad un’operazione, è di rifiutare tutte le loro procedure abituali; i medici e le infermiere non sapranno che fare di voi. Saranno frustrati, si arrabbieranno e saranno ostili. Questo causerà molto risentimento. Per finire, ricordatevi che meno ci si intromette nel processo della cicatrizzazione, e meglio sarà.
 Digiunate, riposatevi, lasciate cicatrizzare alla natura le ferite, rapidamente e semplicemente, quanto è possibile». Dr. V. Vetrano. Quando si ha la possibilità, bisogna chiedere un’anestesia locale in preferenza ad un’anestesia generale. È ad un’anestesista, e non ad un medico né ad un chirurgo, che bisogna rivolgersi.
Un igienista dovrà anche chiedere all’anestesista una dose da bambino, poiché sarà troppo sensibile ad una dose normale, che potrebbe essergli nociva. Deve spiegare le ragioni ed esigere una risposta. Se è negativa bisogna cambiare ospedale, se è possibile. Al contrario, una persona che fuma, beve caffè, vino, e che man­gia comunemente, avrà bisogno di una dose normale d’anestetico.

MORSICATURE di CANI: il trattamento antirabbico può essere più pericoloso che i morsi stessi. Non allarmatevi. Lavate bene la ferita. Se profonda lasciatela sanguinare liberamente e dimenticatevene. Non fate il trattamento antirabbico o antitetanico che sono peggiori e più pericolosi dei morsi stessi.
MORSI di SERPENTI (vedi Avvelenamenti)
I serpenti velenosi lasciano il segno classico dei due forellini, mentre quelli innocui lasciano un semplice segno a forma di U.
In attesa di ricevere cura specifica, sarà opportuno distendersi e mantenere la calma.
Legare possibilmente la parte superiore dell’arto colpito per 20 minuti, poi slegare per 5 minuti e legare di nuovo. Digiunare aiuta a superare la crisi.

OCCHI, problemi da incidenti: lavatevi le mani e ruotate la palpebra dall’alto al basso. Asciugate delicatamente l’angolo dell’occhio con del cotone. Non fregate mai l’occhio, cosa che può far penetrare l’oggetto nei tessuti dell’occhio. Se l’infiammazione continua contattate un professionista. 

PULIZIA o STERILIZZAZIONE ?
In effetti, c’è una differenza tra la pulizia e la sterilizzazione. Sterilizzare significa semplicemente che tutti i batteri sono stati uccisi. Ma ci può essere ancora un po’ di sangue, di tessuto o altre sostanze organiche, sugli strumenti o sugli altri oggetti uti­lizzati nell’operazione.
La pulizia significa che tutte le materie organiche sono state lavate. Florence Nightingale aveva combattuto perla pulizia, ma la medicina optò per poca pulizia e molta sterilizzazione. Quindi è proprio l’introduzione delle materie organiche nelle parti interne del corpo, durante le operazioni, che causano le infezioni, e non sono i batteri che le causano.
Anche se gli strumenti sono sterilizzati, se un po’ di sangue vecchio o di tessuto sono introdotti nel corpo, i batteri, entrano nell’organismo in ogni modo, e cominceranno a decomporsi, producendo un’infezione, anche se il sangue e le sostanze organiche erano sterilizzate nel corpo. Essendo stati istruiti nell’idea che i batteri causano l’infezione, i medici e i chirurghi non possono capire che la sporcizia è la vera causa e non i batteri, che se ne nutrono !
Togliete la sporcizia, e i batteri non procureranno più infezioni post-operatorie. Così gli antibiotici non saranno più necessari e la cicatrizzazione e le riparazioni saranno più rapide. Non c’è infezione in un digiunatore».

PUNGIGLIONI di RICCI di MARE e MEDUSE: questi velenosi abitanti del mare iniettano una neurotossina nella vittima che provoca una sensazione di bruciore. Di solito il dolore è l’effetto più serio dell’attacco. Un po’ di bicarbonato di sodio allevierà il dolore ed il gonfiore. (St. Peters Evening Independent 5/13/75).

PUNTURA di INSETTI e di RAGNI (zanzare, vespe, calabroni, api, scorpioni, tarantole, vedove nere). Molte delle punture di questi insetti sono solo lievemente velenose. Non fate nulla e dimenticatevene. Un digiuno non è necessario a meno che non si è stati colpiti in diversi punti e risultano segni di intossicazione. Scorpioni e vedove nere causano un senso di torpore per circa 24 ore.
Se si desidera fare qualcosa, digiunare fino a che non sia passato il torpore. Un pungiglione può essere rimosso con un coltello o una lama - fate scorrere la lama affilata lungo la superficie e il pungiglione verrà fuori. Non usare nulla per alleviare il prurito o il dolore.
- Rimuovere sempre il pungiglione e far uscire qualche goccia di sangue.
PUNTURE di RICCI di MARE e MEDUSE
Questi piccoli abitanti del mare iniettano una neurotossina che provoca un intenso dolore. E’ d’obbligo ripulire la ferita da eventuali residui, e far uscire un minimo di sangue. A parte il dolore non ci sono conseguenze.
- per le meduse, pisciare sul punto specifico

RESPIRAZIONE ARTIFICIALE (bocca-bocca)

E’ indispensabile negli annegamenti, nelle scosse elettriche, negli shock di vario tipo, negli attacchi cardiaci. Sistemare l’infortunato sulla schiena, rimuovergli dalla bocca dentiere, chewing-gum o altro, sbottonargli i vestiti, accertarsi che la lingua non sia rivoltata all’indietro. Tenergli il naso chiuso e soffiare nella bocca ogni 4 secondi.

 

SANGUE dal NASO:
- fate sedere la persona su una sedia con la testa inclinata all’indietro,
- inumidite un batuffolo di cotone e inseritelo nella narice sanguinante e pressate insieme le narici per almeno cinque minuti. Dopo che l'emorragia si è fermata il cotone dovrebbe rimanere nella narice per diverse ore.

 

SCOSSE  ELETTRICHE, FULMINI, ANNEGAMENTI

E’ indispensabile ricorrere alla respirazione artificiale ed alla rianimazione. Nel caso di scossa elettrica possono occorrere anche 4-5 ore per rianimare la vittima, anche se le possibilità, dopo un’ora di tentativi, sono molto scarse.

L’effetto della respirazione artificiale è assai più rapido nei casi di annegamento.

SCOTTATURE e CONTUSIONI
Per le bruciature, Thomson raccomanda delle compresse fredde di té concentrato in infusione, per neutralizzare l’acidità delle bruciature. È risaputo che il tè è alcalino.
Secondo i sostenitori dell’argilla, la raccomandano in cataplasma. Ora, bisogna sapere che l’argilla non ha alcun potere curati­vo. In più, è difficile cambiarla ogni volta che si riscalda. Il potere curativo non appartiene che alle cellule viventi.
Una scottatura sulla pelle provocata da un forte calore è molto dolorosa sia a causa di un oggetto caldo che dal vapore. Ora, questo dolore si arresterà immediatamente se si immerge la parte colpita nell’acqua fredda o la si copre con una compressa di garza fredda. Quando l’acqua diventa tiepida, bisogna cambiarla con dell’acqua fredda. Per la compressa di garza, quando perde la sua freschezza per il calore della pelle, e la scottatura si sente di nuovo, bisogna ricambiarla. E se questa si riscalda troppo in fretta, allora bisogna mettere in questa garza un po’ di ghiaccio pestato chiuso come in un sandwich. Tutto ciò che è freddo può aiutare, ma bisogna coprire con dell’acqua, poiché l’acqua possiede un calore specifico più alto di tutte le altre sostanze. Bisogna inoltre, cambiare la garza ogni volta che il dolore ritorna. Si può continuare anche per molte ore, ma più che altro per attenuare il dolore. In effetti, sebbene l’acqua fredda sia un palliativo meno nocivo, se lo si utilizza troppo a lungo, si ferma la cicatrizzazione.
L’acqua fredda è soprattutto utile quando la si applica per raffreddare subito i tessuti bruciati ed evitare la morte delle cellule.
Le applicazioni fredde, comunque, arrestano certamente il do­lore. Non utilizzate nessuna pomata né medicamento. Il corpo procede da solo alla cicatrizzazione, e c’è solo da sorvegliare per proteggere il punto ferito. L’aloe non è necessaria. In seguito, se la bruciatura è profonda, si formerà una vescicola che non bisogna bucare. Il liquido formatosi all’interno della vescicola protegge i tessuti sottostanti. Se si protegge questa vescicola, il liquido verrà a poco a poco assorbito, al punto e nella misura che, la bruciatura si cicatrizzerà. Poi, la pelle si staccherà e cadrà.
Bisogna quindi proteggere la vescicola contro tutto ciò che potrebbe tarla scoppiare. Ciò non è facile, poiché dovrebbe rima- nere una buona apertura fino a che la crosta non si è formata. Se per esempio, la vescicola scoppia, lasciate la pelle sulla ferita, - è una buona protezione. Non levate la crosta e proteggerla fino a che la ferita non sia cicatrizzata. Nessun rimedio medicinale può aiutare la cicatrizzazione poiché sono tutti irritanti. Questo metodo dell’acqua fredda può essere utilizzato anche per le contusioni profonde quando la superficie della pelle è stata danneggiata ed esposta troppo. II freddo attenuerà il dolore, come per le bruciature, e arresterà l’emorragia.
Il raffreddamento rapido dei tessuti bruciati non ha per scopo d’attenuare solamente il dolore, ma anche d’impedire che il calore uccida più cellule. L’attenuazione del dolore sarà secondaria, e nel momento che i tessuti sono raffreddati, bisogna togliere le garze fredde, così che la cicatrizzazione, - che è un processo biologico, cominci.
Un po’ di tempo fa, un ragazzo è venuto a farmi vedere una bruciatura da vapore. Aveva molto dolore. Immediatamente gli immersi la mano nell’acqua fredda per arrestare il dolore. Poi gli diedi un pezzetto di stoffa che immerse nell’acqua e applicò sulla sua mano.
Il dolore sparì. Ma nel giro di qualche minuto ritornò. Allora gli dissi di rimettere la compressa garza dall’altro lato non scaldato dalla sua mano. Immediatamente, il dolore sparì di nuovo. In seguito posi dei pezzetti di ghiaccio per mantenere il il dolore non ritornò più, nonostante che il ghiaccio si sciolse e che la garza si intiepidì. Nello stesso tempo scoprì che la parte bruciata formò una grossa vescicola. Gli dissi allora, che questa vescicola era una protezione che doveva tenere intatta. Quando più tardi rividi questo ragazzo, la sua mano era normale. L’acqua fredda non aveva permesso di causare nessun danno alla sua ferita. E così, che si potrebbe evitare il dolore in caso di piccole ferite.

Per evitare che la vescicola non scoppi, si può bendarla con un tessuto molto morbido e asciutto; questo permetterà l’uso del membro colpito, sempreche' la ferita non sia troppo grave. Una cattiva spelatura, in seguito ad una caduta, deve essere lavata in acqua tiepida per eliminare la polvere e i granelli di sabbia. In seguito utilizzare acqua fredda. (A.M. Miller)

SOFFOCAMENTO
(dal «Dear Abbey», St. Petersbur Independent 28/12/74). «Dopo aver letto che 2600 Americani sono morti soffocati a causa del cibo o di altri oggetti, il Dr. Henry Heimlich, un chirurgo di Cincinnati, ha messo a punto una procedura per salvare le vittime da soffocamento. Stando dietro la vittima, mettere le braccia intorno alla sua vita, leggermente sopra la cintura.
Fate piegare in avanti la testa e il torso, quindi prendete stretto il vostro polso con l’altra mano e premete l’addome del paziente con forza e rapidamente, ripetendo varie volte.
Ciò spingerà il diaframma verso l’alto comprimendo l’aria nei polmoni ed espellendo l’oggetto che blocca il passaggio dell’aria. Finora le vittime da soffocamento sono spesso morte a meno che un dottore non sia stato in grado di aprire un passaggio d’aria nella gola, oppure utilizzare qualche strumento speciale per rimuovere l’ostacolo.
Anche l’articolo del «Prevention Magazine» del giugno 1975, de­scrive questa procedura, conosciuta come «la manovra Heimlich» da Henry J. Heimlich, medico, direttore del reparto chirurgia al Jewish Hospital di Cincinnati e specialista nel trattamento me­dico chirurgico, specialista dei disturbi all’esofago. Il Dr. Heimlich dice che il soffocamento da cibo uccide approssimativamente 4000 americani all’anno e tale asfissia è ora la sesta causa di morte accidentale, che sopraggiunge in 4 o 5 minuti ed è qualche volta chiamata «attacco cardiaco del caffè (ristorante)» perché si confonde facilmente con un attacco cardiaco.
Se la persona è svenuta si può modificare la procedura spingendo con i pugni e direzionando la pressione verso il petto. Se siete voi la vittima compiete la manovra su di voi o cercando di piegarvi oltre lo schienale di una sedia solida. (Luglio 1968 il Dr. Esser consiglia il libro «The Art of Survival» - l’arte di sopravvivere), Doubleday Publishing Co.).
Estratto da Hannah Hallen: ««Guida fai da te ai cibi per il piacere e la salute e manuale di vita igie­nista». (Tradotto dall’inglese a cura de A.I.I.).

TRASFUSIONI di SANGUE
- non se ne dovrebbero fare in nessun caso. Non ci sono eccezioni a questa regola. Una persona che abbia perso più del 15% del proprio sangue produrrà nuovo san­gue più velocemente che con la trasfusione.
Le trasfusioni possono causare molti problemi seri o la morte:
- Quando c’è una reazione emolitica (reazione tra i due diversi tipi di sangue) c’è una percentuale di mortalità del 50% (ci sono 15 milioni di possibili combinazioni del sangue).
- Una quantità troppo grande di sangue può causare la morte.
- Aria nel sangue può causare la morte.
- Il sangue può essere contaminato nel trattamento.
- Malattie serie vengono contratte attraverso le trasfusioni di sangue da donatori.
- Cancro, follia o alterazioni della personalità sono stati anche attribuiti a trasfusioni di sangue.
- Alterazione della personalità e casi di follia.
Non si devono nemmeno usare plasma sanguigno o soluzioni saline. Queste presentano molti degli stessi pericoli. Se si è vittima di un incidente e si viene portati all’ospedale applicate i principi dell’igiene naturale il più possibile, evitando o almeno minimizzando l’uso di farmaci.
Molti igienisti portano nel loro portafoglio dei tesserini con su scritto: «Nessun farmaco o trasfusione se in stato di incoscienza». (Vedere il mio libro «Don’t get stuck !»).

VOMITO e DIARREA

Sono reazioni naturali del corpo a veleni introdotti nell’organismo. Normalmente NON intervenire. La cura migliore resta sempre quella di un rigoroso digiuno.

- Fate attenzione alla disidratazione se il vomito e la diarrea persistono
- Se vomito e diarrea persistono a lungo c’è il rischio di disidratazioni, in questo caso si va in situazione di emergenza, e va bene chiamare il medico.

Tradotto da A.M. de Dr. Shelton’s Hygienic Review; agosto 1979; «Les Hygìenistes» n° 9.
By George Clemens - (Estratto da Dr. Shelton’s Hygienic Riview, n.12, vol.14 - tradotto da Santo Paini).

 

"Questo sito WEB vi informa", Non siamo responsabili della correttezza e/o della solvibilità degli inserzionisti del ns. Network.
 Webmaster  - Vietata la copia anche parziale dei contenuti, se non viene citata la fonte - All rights reserved - Publisher DataBit s.a.