Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


INFLUENZA e VACCINI
(FIASCO e MORTE (93 Bambini)...... anche con il Vaccino per l'InFLUenza - Italiano + English) 
 Bambini morti dopo la vaccinazione - vedi VIDEO
Sindrome della permeabilita' intestinale ed autismo
Il Thimerosal dei vaccini distrugge e/o altera la flora intestinale essendo una sostanza altamente tossica
 

INFLUENZA
TUTTE
le "influenze" hanno sintomi simili e questi sono: febbre (piu' o meno alta), raffreddore, mal di gola, tosse, emicrania, nausea, diarrea e vomito, stanchezza ed inappetenza.
Con la Medicina Naturale si curano eliminando le cause  infiammatorie  intestinali che la producono.
Definizione della parola Influenza, vedi.
http://www.etimo.it/?term=influenza
In sintesi si definisce cosi: "azione di una cosa che opera su di un'altra".
L'influenza e' quindi l'azione, l'induzione della ionizzazione dell'Atmosfera, cioe' la carica elettromagnetica dell'atmosfera (termico-ionica), sulla ionizzazione corporea, cioe' sulla carica elettromagnetica (termico-ionica) corporea.

Quindi, Tutto cio' che si dice da parte degli "Enti preposti" alla salute umana, medici compresi, sul raffreddore o sulle varie influenze stagionali o meno,  e' completamente FALSO !  
I virus
(nel caso delle cosiddette "epidemie" dette da virus o virali) NON sono le cause di questi sintomi, che i medici della medicina ufficiale chiamano impropriamente "malattie", bensi' sono solo le conseguenze e NON le cause di tali sintomi le influenze !

L'Influenza e la febbre sono processi BENEFICI di guarigione (crisi di eliminazione) da stati di infiammazioni latenti, magari non avvertiti, ma esistenti, dovuti soprattutto alla errata alimentazione, il mangiare poca frutta e verdura CRUDA e più cibi cotti e magari concentrati, e/o più proteine (animali e non - vedi latte, latticini, carni), e per giunta magari, ci si muove poco.
La caduta o l'innalzamento della temperatura e le variazioni dell’umidità, nei cambi di stagione, per mezzo delle variazioni degli stati ionoatmosferici e ionocorporei, forniscono al corpo del soggetto una "scossa" benefica, per cui alcuni vanno in deficit energetico e/o in crisi metabolica, e cio' comporta  un'accumulazione di scarti cellulari ovvero accumulo anche virale (virus=proteine complesse a DNA), che i medici allopati, che NON conoscono queste semplici funzioni risanatrici del Progetto Vita Sana, processo fisiologico esistente in Natura anche per gli animali, scambiano le proteine tossiche a DNA (virus), come gli "agenti" patologici dell'influenza, i quali invece sono SOLO le conseguenze di questi processi di disintossicazione ed eliminazione degli scarti metabolici cellulari, tissutali e di disinfiammazione fisiologica, per cui il "medico interno" chiamato sistema immunitario, innesca un processo espulsivo e di riequilibrio chiamato "influenza" (febbre + eliminazione del muco), che e' quindi benefica, periodo nel quale, quelli che seguono la medicina ufficiale, detta allopatica, trattano questo periodo di purificazione con i farmaci che bloccano sempre la febbre risanatrice, perdendo quindi la buona occasione per ripulirsi e guarire, mentre coloro che seguono la Medicina Naturale, i quali conoscono la febbre risanatrice, la favoriscono con digiuno e/o alimentazione adatta, affiche' la febbre effettui il suo lavoro purificatore !

Sindrome infiammatoria chiamata "Asia" scatenata dai vaccini !
ASIA_Sindrome infiammatoria-dai-vaccini-Riassunto.pdf
Tratto da:  http://www.assis.it/wp-content/uploads/2014/12/ASIARiassunto.pdf
... ed e' noto che... le infiammazioni sono foriere di qualsiasi tipo di sintomi, che i medici impreparati allopati chiamano erroneamente "malattie"....

Cio' significa che i virus (proteine tossiche a DNA eterologhe) quindi NON centrano per nulla !
Infatti le tecniche di guarigione da questi due problemi, identici con sintomi diversi, le trovate qui sotto
Ecco alcuni Consigli e Terapie Naturali per evitare o guarire dall'Influenza (qualsiasi tipo) senza farmaci ne' vaccini

Raffreddore:
La Medicina Naturale da migliaia di anni, cura il raffreddore sistemando e riordinando l'aspetto termico ed intestinale della malattia: raffreddore = eliminazione del muco prodotto nell'organismo, che avviene specialmente nei cambi di stagione per le variazioni iono atmosferiche le quali "inducono" quelle iono corporee, attivando i meccanismi di eliminazione del muco autoprodotto.
Per l'influenza e' quello stesso meccanismo Ionoatmosferico+Ionocorporeo, che induce l'eliminazione delle infiammazioni latenti esistenti nelle viscere, intestino, peritoneo, tessuti, ecc.


COSA si DEVE  FARE per  PREVENIRE e o CURARE l'influenza ?

Con queste semplici tecniche RISOLUTIVE non esiste convalescenza da farmaco....
Nelle forme lievi della crisi di eliminazioni (influenza), perche' cosi' si chiamano TUTTE le malattie di questo tipo (non vi sono differenze fra di esse), e' possibile anche farle in piedi e lavorare lo stesso, facendo a  casa comunque quelle tecniche, quindi questo comportamento e' anche un notevole risparmio per la societa', per mancanza o ridotta dei tempi della malattia e per la convalescenza inesistente.
Fate dei gargarismi con un decotto di fieno greco, equiseto e fiori d’arnica. non dimenticate anche la dieta giusta, il Crudismo. Particolarmente importanti in questo senso sono la frutta e la verdura, i succhi di frutta e le spremute.
In ogni caso fare alla prima febbre un clistere casalingo, in modo da pulire l'intestino e aiutare l'organismo ad eliminare la febbre che nasce nelle viscere e particolarmente nell'intestino e che deve esse eliminata anche dalla pelle.

Mangiare principalmente e ad ogni pasto, FRUTTA VERDURA fresca e/o essicata (la piu' varia possibile) + semi di qualsiasi tipo (pochi semi ogni giorno) + riso integrale o semi integrale + legumi cotti (pochi)  + ogni tanto pesce crudo (quello a forma di pesce) + alghe cotte e crude essicate.
Nel caso di colon irritato frullare il tutto.
In inverno, riscaldare i cibi a 30 gradi oppure utilizzare brodi naturali caldi ad ogni pasto importante.
Fare 4 o 5 pasti al giorno, cosi' come indicato, pulire l'intestino 1 volta alla settimana od assumere delle erbe emolienti 1 volta alla settimana.
Bere acqua la piu' pura possibile, latte di riso o di avena, poco quello di soia, molti succhi di frutta cruda e fresca (di tutti i tipi a seconda del gusto e/o delle necessita' di ognuno) , spremuti a freddo o frullati.
Ogni tanto un pasto (ogni 15 giorni) come e di cosa  piace, ma con MOLTA parsimonia (poco, in quantita'). 
Cosi' starete sempre bene.

Anche la VITAMINA D per l’INFLUENZA : e' molto efficace

Corruzione del Governo Svedese tramite un dirigente della farmaceutica per autorizzare un vaccino  della suina-maiala-H1N1-A !
Video: https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=61BkDx5Gh9w#t=0 

vedi anche: Vitamina D previene influenza + Catarro, tosse, raffreddore + Vaccino per l'influenza pericoloso + Vaccini inefficaci, anzi tossici

vedi anche: Cipolle
Una fetta di cipolla messa nel calzini alla notte, aiuta e di molto negli stati febbrili e di influenza.
http://www.perdavvero.com/cipollapiedi/


Associazione (link) tra Diabete di tipo 1 e il Vaccino Hib
Abbiamo avviato e finanziato uno studio in collaborazione con Tuomilehto sull'effetto del Haemophilus influenzae tipo b vaccino sul diabete di tipo 1 e ha scoperto che i dati supportano una relazione causale è probabile
J Barthelow Classen, presidente e David C Classen: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1116914/#!po=1.92308
 

Ecco la realta' dei Fatti:
Thiomersal (mercurio) nei vaccini per l'influenza (vedi cosa e' l'Influenza)

La Thachipirina (Paracetamolo) e' il peggiore metodo che, non ha alcun effetto sulle prostaglandine (mediatori della infiammazione), ma allo stesso momento e' incisiva sull'abbassamento della temperatura  del corpo.... cosi ci ricorda anche il dott. G. Parisi (medico)

Migliorare i sintomi facilitando il contagio ? Proc. R. Soc. B vol. 281 no. 1778 20132570 - Published 22 January 2014

È proprio questo ciò che fanno i farmaci contro l'influenza secondo David Earn, matematico della McMaster University di Hamilton, Ontario, e autore di uno studio appena apparso sulla rivista Proceedings of the Royal Society B: Biological Sciences. “Abbassare la febbre rende il virus più capace di diffondersi, e i risultati possono essere anche mortali”, ammonisce il ricercatore, stimando che in Nordamerica muoiano fino a mille persone l'anno a causa della maggiore diffusione dell'influenza dovuta all'uso di antifebbrili come ibuprofene, paracetamolo e acido acetilsalicilico, il cui utilizzo sempre più diffuso può portare a decine di migliaia di casi in più ogni anno. “Abbassando la febbre in modo artificioso con un antipiretico, l'organismo del malato d'influenza reagisce meno favorendo l'aumento del carico virale, ridotto invece dalla temperatura corporea elevata”, continua il matematico canadese.
I ricercatori della McMaster hanno condotto lo studio secondo un modello matematico costruito sui furetti, creature con sintomi influenzali simili a quelli dell'uomo, osservando che gli animaletti ammalati diventano più contagiosi se vengono trattati con antipiretici. “La febbre alta stimola il sistema immunitario a lottare contro l'infezione. E se la temperatura si abbassa calano le difese immunitarie, facilitando la diffusione del virus influenzale. Per questo se si prende l'influenza è meglio rimanere a casa, magari sotto le coperte”,  continua il ricercatore.
Oggi invece c'è l'abitudine di inghiottire una pastiglia per tornare subito all'asilo, a scuola o in ufficio, imbottiti di virus e più contagiosi che mai. “La febbre è un meccanismo di difesa che protegge noi stessi e gli altri”, commenta David Price, presidente della medicina di famiglia alla scuola medica McMaster. E conclude: “Lo studio è importante perché ci aiuta a capire come frenare meglio la diffusione dell'influenza”.
Ma Ian Jones, ricercatore all'Università di Reading, aggiunge: “L'influenza è una malattia complessa, e la temperatura potrebbe certo essere un elemento che ne condiziona la diffusione. Tuttavia, sono in gioco talmente tanti altri fattori che è difficile pensare che per fermare il virus basti evitare gli antipiretici”.
Mail ricevuta dal dott. Giuseppe Parisi – mail: parisi777@gmail.com

Commento NdR:  vi sono tre errori di fondo in questo pur giusto indirizzo di studio sull’influenza:
Primo:
Non sono i virus che generano l’influenza, ma il suo contrario, l'ammalamento genera anche e non solo virus, come ben descritto qui in questa pagina ed in:

influenza_raffr.htm
catarro_tosse.htm
../vaccini/influenza.htm
Cosa e’ un virus ?: virus.htm

Secondo: 
l’aumento della temperatura e’ generato dall’organismo per ristabilire il riordino del sistema enzimatico e della flora batterica intestinale, che in ogni malato sono alterati e quindi l’aumento di temperatura obbliga i batteri mutati precedentemente, a rimutarsi od a morire se non lo fanno, perche’ essi debbono ritornare a lavorare per la salute dell’ospitante:
Inoltre essa favorisce anche e non  solo, il riordino del pH digestivo che si resetta ai giusti valori appena la temperatura scende a 36,5 gradi e quindi non e’ l’abbassamento della febbre che favorisce  la "diffusione dei virus"….teoria che e’ una balla biologica, perche’ i virus sono la conseguenza della moria di batteri endogeni (mutati dall'ammalamento) nello stato di sintomo=malattia, e del rilascio nell’apoptosi cellulare e del DNA batterico  - mutato – che viene ad essere immesso nell’organismo con la morte di quei batteri mutati della flora intestinale, per precedenti comportamenti alimentari ed etici non conformi alla Perfetta Salute, che hanno generato intossicazione e quindi infiammazione latente, che con l'ammalamento e la successiva febbre che DEVE uscire dall’organismo e che non va assolutamente bloccata all’interno, pena la somatizzazione di altre forme magari anche piu’ importanti di malessere, nel tempo.
Quindi imparare a curasi con la Medicina Naturale lasciando anche il corpo a reagire da solo senza farmaci, ne' vaccini, con alimentazione crudista appropriata ed eventualmente con un clistere di camomilla per eliminare le infiammazioni che partono sempre dall'intestino...

Terzo: La Tachipirina (Paracetamolo)
DISTURBI dello SVILUPPO del bambino, e paracetamolo assunto dalla madre in gravidanza - 24/02/2014
Secondo uno studio pubblicato su Jama Pediatrics il rischio di disturbi ipercinetici e di comportamenti simili al deficit di attenzione-iperattività (Adhd) aumenta nei figli di madri che hanno assunto paracetamolo in gravidanza.
“Dato l'uso frequente del farmaco questi risultati sono rilevanti in termini di salute pubblica, ma sono necessarie ulteriori indagini” dice Jørn Olsen, ricercatore dell'Istituto di Sanità Pubblica all'Università di Aarhus in Danimarca e coautore dell'articolo. Se usati in gestazione, diversi farmaci prescrivibili possono avere conseguenze negative per il feto, ma quelli da banco sono considerati sicuri.
E il paracetamolo, noto anche come acetaminofene, è il farmaco da banco più comune: per alleviare dolori e febbre lo assume circa metà delle donne incinte, secondo stime danesi e statunitensi.
“Studi recenti indicano che l'esposizione prenatale al paracetamolo potrebbe causare disfunzioni comportamentali attraverso un'interferenza con gli ormoni sessuali o con quelli tiroidei, essenziali per lo sviluppo cerebrale” spiega il ricercatore, ricordando che l'Adhd è uno dei disturbi neurocomportamentali più comuni, caratterizzato da disattenzione, iperattività, impulsività e disregolazione emozionale, e che i disturbi ipercinetici rappresentano una forma particolarmente grave di Adhd.
Da qui sono partiti Olsen e colleghi: usando i dati del Danish National Birth Cohort i ricercatori danesi hanno identificato 64.322 bambini nati vivi e le loro madri, valutando l'uso di paracetamolo in gravidanza attraverso interviste telefoniche.
I dati sono poi stati incrociati con le prescrizioni di Ritalin un farmaco usato nell'Adhd, e con le diagnosi di disturbi ipercinetici recuperate dal Danish National Hospital Registry o dal Danish Psychiatric Central Registry ed i risultati confermano l'ipotesi: i bambini le cui madri hanno usato paracetamolo in gravidanza avevano maggiori probabilità di ricevere una diagnosi ospedaliera di disturbi ipercinetici o di usare farmaci per l''Adhd....

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

INFLUENZA e Vaccini 
vedi anche:  Influenza e raffreddore + Catarro e Tosse=Cura naturale Influenza e vaccini - 2 + Influenza SuinaAviariaSars + Influenza Spagnola + Micoplasma

Mentre governi e sanità dibattono su tempi e modalità di somministrazione del vaccino per l’Influenza Suina (A), dal premio Nobel Montagnier arriva un consiglio su come prevenire l’influenza in modo naturale - Agosto, 2009
Dal congresso su Salute e Stile di vita, tenutosi a Roma nel mese di luglio 2009, Luc Montagnier, premio Nobel per la medicina afferma che per prevenire l’influenza è necessario avere un sistema immunitario forte e reattivo. E’ necessario prevenire a partire dal semplice raffreddore e Montagnier ci consiglia di farlo da subito come prevenzione e per fare cio’ egli consiglia l’assunzione della papaia fermentata.

Commento NdR: buon consiglio, ma non  basta...inoltre Montagnier non dice che mezza verita'...e cioe' che TUTTI i soggetti vaccinati, da qualsiasi vaccino, essendo gia' immunodepressi proprio dai vaccini ricevuti in precedenza, sono i soggetti piu' a rischio; quindi cari vaccinati, cioe' immunodepressi, NON vaccinatevi mai piu' (neppure se ve lo dice il vs medico) ed iniziate subito a rinforzare, con la Medicina naturale, il vs sistema immunitario gia' rovinato dai vaccini che avete fatto, sia da piccoli che da grandi !
I NON vaccinati non avranno, seguendo i consigli della Medicina Naturalenessuna influenza o pandemia, come l'hanno falsamente chiamata quelli di BIG PHARMA ed i loro lacche'..., ovviamente per spaventare i popoli della terra e cio' per vendere vaccini e farmaci TOSSICI, di loro produzione....

Vaccino per l’Influenza:: "NON e' NECESSARIO" - Ago. 2012
Ma è davvero necessario vaccinare tutti gli under 18,  come negli USA e nella Gran Bretagna ?
Sarebbe possibile pensare a un'iniziativa simile nel nostro Paese (italy) ? No, secondo Gianni Rezza, epidemiologo e dirigente di ricerca dell'Istituto Superiore di Sanità. "I bambini e ragazzi al di sotto dei 18 anni rispondono bene all'influenza - commenta -. Negli Usa, in Gran Bretagna e altri Paesi viene raccomandato solo ed esclusivamente per rallentare la circolazione virale che dall'ambiente scolastico poi si allarga alle famiglie e a tutta la comunità (vedi Commento, su questa parte del discorso non siamo d'accordo).
Inoltre se un bambino piccolo comincia ad essere vaccinato ogni anno, poi una volta che smette di vaccinarsi rischia di prendersi tutti i ceppi in circolazione. Prendersi l'influenza rafforza il sistema immunitario dei bambini: vaccinarli quindi non serve per la loro protezione, ma per quella della comunita' per l'effetto gregge - vedi: Effetto gregge falsita' biologica e statistica".

Commento NdR: anche se non siamo d'accordo con tutto cio' che afferma questo medico dell'ISS, pero' notiamo che ogni tanto qualcuno inizia a ragionare  piu' seriamente sul tema dei vaccini...

Vaccino per l'Influenza ? NO GRAZIE

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Vitamina D, 800 volte più efficace dei vaccini - 14/11/2012.
Dal momento che esiste una sostanza capace di prevenire la influenza molto più efficacemente dei vaccini, tutti noi saremmo portati a pensare che gli scienziati avrebbero fatto di tutto per pubblicizzarla, giusto ?
In fin dei conti il nocciolo della questione non dovrebbe essere quello di proteggere bambini e adulti dalla influenza  ?

Uno studio clinico condotto dal dr. Mitsuyoshi Urashima presso la Divisione di Epidemiologia Molecolare nel Dipartimento di Pediatria presso la Università di Medicina di Minato-ku a Tokyo, ha rilevato che la vitamina D sia estremamente efficace nel prevenire la comune influenza nei bambini. Lo studio è stato pubblicato nel marzo 2010 dal Journal of Clinical Nutrition.

Si è trattato di un esperimento randomizzato su due gruppi il quale ha coinvolto 334 bambini, a metà dei quali sono stati somministrati 1.200 IU al giorno di vitamina D3, e alla altra metà un semplice placebo. Tale rigoroso studio è stato svolto seguendo scrupolosamente tutti gli standard scientifici più rigidi.

I risultati hanno detto che mentre 31 dei 167 bambini facenti parte del gruppo “placebo” hanno contratto la influenza durante i quattro mesi nei quali è proseguito lo studio, solo 18 dei 168 bambini del gruppo “vitamina D” la ha contratta. Questo significa che la vitamina D è stata responsabile di una riduzione assoluta di quasi l’8 per cento.
I vaccini antinfluenzali – secondo i più recenti dati scientifici – ottengono un 1 per cento di riduzione dei sintomi della influenza, ma creano morti premature specie nei bambini e negli anziani, oltre a gravi altri problemi:
http://www.naturalnews.com/029641_vaccines_junk_science.html

Ciò significa che la vitamina D sembra essere 800 volte più efficace rispetto ai vaccini per prevenire le infezioni influenzali nei bambini.
Tornando allo studio, un altro affascinante risultato è che per quei bambini ai quali in passato – prima dell’esperimento – era già stata somministrata vitamina D da parte dei genitori, i risultati si sono rivelati ancora migliori, in quanto in tali soggetti la vitamina D ha ridotto il rischio di influenza di quasi due terzi.
In altre parole, più di sei bambini su dieci che normalmente avrebbero contratto la influenza sono risultati protetti dalla vitamina D.

RIDUZIONE DELL’ASMA
Lo studio ha anche evidenziato come la vitamina D abbia fortemente represso i sintomi da asma bronchiale. Su 12 bambini con precedenti diagnosi di asma,  nel gruppo “vitamina D”, solo 2 hanno manifestato tali sintomi.
Sebbene questo sottoinsieme sia di dimensione piuttosto contenuta, è apparso assolutamente chiaro che la vitamina D prevenga gli attacchi di asma nei bambini, e tutto ciò si dimostra del tutto coerente con la prova antinfluenzale.

Gli SPACCIATORI di VACCINI NON SONO VERI SCIENZIATI
Ora, dal momento che la vitamina D3 ha denotato un effetto così potente nel prevenire l’influenza – 800 volte più efficace dei vaccini – i medici e le autorità sanitarie non dovrebbero darsi da fare prescrivendo la assunzione di vitamina D prima che abbia inizio la “stagione influenzale” ?

Ovviamente dovrebbero. Ma non lo faranno. Perché per costoro non è una questione di prevenzione della influenza, nè mai lo è stata. A questa gente interessa solo sfruttare la influenza come buon motivo per vaccinare più persone possibili, indipendentemente dal fatto che tali vaccini siano realmente utili (o salubri).
Nonostante la vitamina D abbia offerto una indiscutibile protezione contro tutte le infezioni influenzali, costoro ancora non la consigliano.
Perché ? Perché non credono nel nutrizionismo ! Esso infatti si pone in contrasto con la loro agenda informativa sanitaria,  la quale afferma che i nutrienti sono per lo più inutili, mentre solo i farmaci possiederebbero reali funzioni curative.
Si potrebbero pubblicare un centinaio di studi atti a dimostrare come la vitamina D sia molte volte più efficace dei vaccini, eppure ancora non la raccomandano.
Sono promotori del dogma medico piuttosto che di soluzioni reali per aiutare i pazienti. Ma questa è la storia della scienza: un sacco di persone apparentemente “intelligenti” che commettono errori marchiani su base regolare. Il che ricorda un pò i progressi della scienza: una nuova idea contesta un vecchio assunto, e dopo che tutti i difensori del vecchio assunto (sbagliato) muoiono, ecco che viene accettato il nuovo assunto, il tutto su basi per lo più dogmatiche.

Tale atteggiamento si riflette in una citazione del Dr. John Oxford, professore di virologia al Queen Mary School of Medicine di Londra, la cui reazione allo studio descritto in questo articolo è stata:
“Questo è uno studio attendibile. Ogni scienziato può constatarlo. Esiste ormai uno sfondo scientifico sempre più solido che rende la storia di vitamina D molto credibile. Ma questo studio dovrà essere replicato. Se i risultati saranno  confermati potremmo pensare di prescrivere la vitamina D unitamente ai vaccini.”
http://www.timesonline.co.uk/tol/news/uk/scotland/article7061778.ece
Avete notato le sue osservazioni conclusive ? Non ha nemmeno preso in considerazione l’idea che la vitamina D possa sostituire i vaccini. Piuttosto, afferma che la vitamina D abbia valore solo se somministrata congiuntamente ai vaccini!
Questo ostracismo “dogmatico” è riscontrabile anche in campo oncologico in merito alle erbe anti-cancro e ad altre sostanze nutritive. Ogni volta che si riscontra una reale utilità di tali sostanze anti-business, ecco che certa stampa afferma cose come:
“Beh, questa sostanza potrebbe essere utile se somministrata al paziente dopo la  chemioterapia …” ma mai in sostituzione della chemio, ovviamente.

Molti medici tradizionali e scienziati medici sono semplicemente incapaci di pensare al di fuori del box molto ristretto in cui i loro cervelli sono stati spinti dopo anni di de-formazione presso le scuole di medicina. Quando hanno a che fare con elementi contrari a ciò che è stato loro insegnato, essi stupidamente finiscono per respingerli.
Data la stupidità della maggioranza del genere umano, una credenza molto diffusa è più probabile che sia sciocca piuttosto che ragionevole.”  By Bertrand Russell

RIVISTE MEDICHE: CUSTODI dell' IGNORANZA
Gran parte delle riviste mediche non funzionano come amplificatori di verità scientifiche, ma come difensori del dogma pseudoscientifico. Per essere pubblicato un testo – nella gran parte di tali riviste – il tema trattato deve soddisfare le aspettative e le credenze tanto del giornale quanto dello editore. Così, il progresso della conoscenza scientifica in ogni giornale si limita a rispecchiare le attuali convinzioni di un singolo individuo: il direttore di quel giornale.
Quasi tutte le ricerche pionieristiche che abbiano sfidato lo status quo sono state respinte. Solo ai documenti che confermassero le convinzioni di redazione della rivista è stata regolarmente concessa la pubblicazione. Questa è una delle ragioni per cui la scienza medica, in particolare, avanza così lentamente.
Gli studi che hanno dimostrato che la vitamina D sia più efficace rispetto ai vaccini hanno visto raramente la luce del giorno nella comunità scientifica. Ciò avvalora l’opera del Journal of Clinical Nutrition, il quale ha accettato la pubblicazione di questo documento da parte Mitsuyoshi Urashima. La maggior parte delle riviste mediche non avrebbero osato pubblicarlo proprio perché mette in discussione lo status quo relativo a vaccini ed influenza.

Vedete, le riviste mediche sono in gran parte finanziate dalla industria farmaceutica. E Big Pharma non vuole accordare alcuna credibilità agli studi sulle vitamine, indipendentemente dal loro valore scientifico.
Anche se la somministrazione di vitamina D potrebbe comportare un risparmio di miliardi di dollari in America, e ridurre i costi di assistenza domiciliare, nessuno vuole concedere supporto scientifico alla vitamina D  dal momento che alle aziende farmaceutiche non sarebbe concesso di brevettare una vitamina. Essa è inoltre facilmente accessibile al costo di pochi centesimi.
Con il tempo la vitamina D sarà riconosciuta come superiore ai vaccini nel contrastare la influenza stagionale, ma per adesso dobbiamo sorbirci la sciocca propaganda di un settore che ha abbandonato la scienza, per adorare aghi e provette.

Alcune fonti dell’articolo sono riscontrabili a questo indirizzo: http://www.ajcn.org/cgi/content/abstract/ajcn.2009.29094v1
Fonte http://vigilantcitizen.com/?p=4996 - Tratto da: dionidream.com - Traduzione tratta da contiandrea.wordpress.com

Influenza 2011: "contagio" facile tra bambini ? NO
! -  Feb. 2011


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Controlliamo le evidenze disponibili, se i vaccini servono allo scopo di prevenire l'influenza.
Vi è affidabilità del risultato ?
In uno studio - riportato sulle istruzioni riguardanti un vaccino (Fluvirin 2005-2006) - si precisa che su 375 bambini l'efficacia è stata del - 7% [meno sette per cento], . in media 3.6% e 3.3% tra il gruppo vaccinato e gruppo placebo, rispettivamente) . In altre parole in questo gruppo la vaccinazione sembrava portare un lieve svantaggio a chi la faceva.

Qual è l'effetto preventivo su persone anziane in Comunità ?
Nessuno su mortalità, polmoniti, ricoveri ospedalieri :
www.dissensomedico.it/Bib_doc/Flu-vac/Flu%20vac_Lancet-2005_anziani.pdf

Quale il risultato su persone anziane in Case di Riposo ?
Molto molto modesto :
www.dissensomedico.it/Bib_doc/Flu-vac/Flu_vac_cronici_Toronto_2004.pdf

Il personale di assistenza medico infermieristica ne può trarre vantaggio ?
In uno studio effettuato recentemente in Canada, hanno osservato che si sono ammalati di più i vaccinati (50% in più) rispetto ai controlli:
www.dissensomedico.it/Bib_doc/Flu-vac/Flu_vac_cronici_Toronto_2004.pdf

E' stato valutato l'effetto sugli adulti sani ? Sì, ma con risultati deludenti:
http://www.dissensomedico.it/vaccinazioni.htm#_edn2

Forse guardando i parametri più importanti, come la mortalità, si sono notate differenze nei soggetti più a rischio di complicazioni, cioè le persone anziane ? No, negli ultimi 33 anni fino al 2005 in USA non si sono registrati miglioramenti associabili a questa pratica vaccinale.

Nei vaccini venduti al terzo mondo si é scoperto che molti di questi contenevano l'ormone B-hCG un anti fertile se immesso in un vaccino.
La corte Suprema delle Filippine ha scoperto che oltre 3 milioni di ragazze e donne hanno assunto questi vaccini contaminati, cosí come in Nigeria, Tailandia ecc...
Per chi non abbia ancora visto questi video-documenti scioccanti:
http://uk.youtube.com/watch?v=edikv0zbAlU
http://it.youtube.com/watch?v=wg-52mHIjhs&feature=related
Sembrerebbe che oltre al profitto a tutti i costi, ci sia dietro qualcosa d'altro....impedire alle donne dei paesi del terzo mondo... di avere figli....

I Vaccini creano Mutazioni Genetiche nei Mitocondri delle cellule, mutazioni che sono trasmissibili alla prole, dalla via materna. Nelle cellule infettate da virus si risvegliano i retrovirus piu’ vecchi.
Dei ricercatori hanno osservato che quando il metabolismo della cellula infettata da un virus (NdR: che puo’ essere anche vaccinale) essa viene ingannata al fine di riprodurre il virus che la infetta, pero’ in essa decade la funzionalità di alcune reazioni biochimiche di contenimento e di funzione cellulare: sintesi e specializzazione delle proteine, specializzazione degli enzimi e duplicazione del DNA.
Quindi anche l'infezione da virus vaccinale e’ in grado quindi di riattivare genomi di precedenti virus, o di quelli iniettati con i vaccini ai genitori, nonni, avi del vaccinato, virus, che erano divenuti parte del genoma delle cellule dei genitori, nonni, avi, generando anticipatamente qualsiasi tipo di patologia; il meccanismo si chiama slatentizzazione = liberare anticipatamente patologie.
Di fatto i Vaccini sono un cocktail di Tossine altamente pericolose che possono rimanere inerti per anni e riesplodere come bombe a tempo anche dopo 30-40 anni o piu’, in uno stato febbrile… che alterano il Terreno in modo importante, specie negli organismi non perfettamente sani, per problemi ereditari e/o di alimentazione inadatta alla Perfetta Salute.

 

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

MORTO per ENCEFALITE DOPO VACCINO per l’INFLUENZA - Casamassima (Ba) – Italy - 22/11/2010
In provincia di Bari nel paese di Casamassima un uomo di 75 anni e morto oggi 22/11/2010
Per Encefalite, dopo aver effettuato PREVENTIVAMENTE nel mese di Ottobre il vaccino antinfluenzale consigliato senza scrupoli e/o avvertimento della pericolosità dal personale medico della struttura ospedaliera..
Come ricorderete avevo già scritto e pubblicato vari articoli denunciando la pericolosità del vaccino e la manovra della Sanità per poter utilizzare quelle migliaia di vaccini non somministrati grazie alla campagna preventiva fatta negli anni 2008-2010 .
Gli articoli da me menzionati li potete trovare sul forum Studio Olistico Salute e Benessere

http://centrobenesserekundalini.blogfree.net/?f=277790.
Il paziente dopo aver fatto il vaccino, ritiratosi a casa, dopo alcune ore accusava vari malesseri, come cervicalgia, sensazione di brividi sul corpo, pelle sensibile al tatto.
Ricoverato d’urgenza e tenuto in osservazione i medici oggi non hanno potuto far altro che CONFERMARE il DECESSO del PAZIENTE.
Questo accade grazie alla disinformazione da parte di alcuni medici che non hanno il volere e/o la capacità di informarsi per tutelare il paziente degli eventuali rischi di salute derivati da un utilizzo di farmaci.
C’è “l'obbligo di informare pienamente il paziente, prescritto dal codice di deontologia medica” questo anche in base ad una sentenza pronunciata il 02/02/2010 dalla terza sezione civile della Corte di Cassazione registrata con il numero 2354. L’etica medica DEVE comunicare al paziente anche i rischi meno probabili.
Ovviamente questa notizia non è stata divulgata da nessuno, non ci sono enti televisivi e/o testate giornalistiche anche Regionali che ne abbiano menzionato, meglio tenere tutto a tacere per il benessere delle tasche della Sanità che divulgarne la notizia e salvaguardare la salute pubblica.
By Ventura Renato - Bioterapeuta

Commento NdR: dato che i vaccini creano immunodepressione, intossicazioni, infiammazioni e mutazioni genetiche, e' facile che vi sia dietro le intensive campagne di vaccinazioni per l'influenza (vaccino che NON serve per essere esenti dall'influenza (e' stato dimostrato che non serve a questo scopo), puo' darsi che i governi abbiano interesse a fare la propaganda per "far fuori"....piu' facilmente gli anziani...per non pagare le loro pensioni....
Questo e' cio' che ha detto proprio il ricercatore che ha inventato il vaccino il giorno della presentazione del vaccino ai medici.

In Italia a fine novembre e dicembre 2014, i giornali hanno riportato oltre 23 morti, paralisi e altre malattie autoimmuni, per la vaccinazione del Fluad, vaccino per l'influenza, i danni successivi, le paralisi, ed i problemi cardiocircolatori, sono stati occultai dai mass media, perche' ricattati da Big Pharma.....
Anche negli US si contano i morti per il vaccino per l'influenza
http://vaxtruth.org/2015/01/healthy-children-adults-vaccinated-with-flu-shot-are-dying/
 


La Merck ammette l'inoculazione del virus del cancro
- La divisione vaccini della farmaceutica Merck, ammette l'inoculazione del virus del cancro per mezzo dei vaccini.
 La sconvolgente intervista censurata, condotta dallo studioso di storia medica Edward Shorter per la televisione pubblica di Boston WGBH e la Blackwell Science, è stata tagliata dal libro "The Health Century" a causa dei sui contenuti - l'ammissione che la Merck ha tradizionalmente iniettato il virus (SV40 ed altri) nella popolazione di tutto il mondo.
 Questo filmato contenuto nel documentario "In Lies We Trust: The CIA, Hollywood & Bioterrorism", prodotto e creato liberamente dalle associazioni di tutela dei consumatori e dall'esperto di salute pubblica, Dr. Leonard Horowitz, caratterizza l'intervista al maggior esperto di vaccini del mondo, il Dott. Maurice Hilleman, che spiega perché la Merck ha diffuso l'AIDS, la leucemia e altre orribili piaghe nel mondo: http://www.youtube.com/watch?v=edikv0zbAlU

 

CONSIGLI OMEOPATCI per la cura dell'Influenza
Abbiamo appreso che la strategia Olistica e' soprattutto impostata nella correzione delle tendenze di predisposizione di una malattia. Il prodotto somministrato, correggendo questi squilibri, effettua una profonda azione terapeutica, rigenerando l'equilibrio organico.
Se il problema e' l'Influenza, che vi colpisce ad ogni anno, con sovrapposizione batterica faringea, e' conveniente farvi visitare da un Medico Olista, che vi prescrivera' la terapia piu' idonea.
Se invece si tratta di semplice Influenza non complicata, ma che vi infastidisce perche' vi colpisce anche piu' volte all'anno, allora posso offrirvi qualche utile consiglio.
Esistono delle sostanze, in granuli, che hanno una decisa azione bioterapica antivirale. Molti conosceranno il famoso oscillococcinium, prodotto che e' utile sia nella profilassi sia nella fase acuta. Per la profilassi, effettuate una dose, sotto la lingua sciolta lentamente (la parte inferiore della lingua e' riccamente vascolarizzata, e questo permette che le sostanze contenute nel prodottopossano prontamente entrare in circolo). Sara' sufficiente una dose tubo, alla settimana, al mattino.
In fase acuta, quando i primissimi sintomi arrivano, sara' opportuno assumere subito una dose di oscillococcinium, che permette di rallentare la velocita' di penetrazione cellulare del virus, determinando tempo utile all'azione di difesa dell'organismo.
Inoltre: preziosissimi sono gli Oligoelementi, metalli in tracce che permettono la catalizzazione, cioe' la velocita' delle varie azioni chimiche di difesa. Iniziate ad assumerle, gia' qualche mese prima. Sara' opportuno scegliere quale tipo di Oligoelemento somministrare, a seconda del Paziente.
Tuttavia, va' sempre bene la somministrazione della coppia di: Manganese-rame fiale. Una fiala sotto la lingua a giorni alterni tutto l'inverno.
In caso di infezione acuta con sintomi influenzali, oltre che il manganese-rame, aggiungete: Rame fiale . Una fiala sotto la lingua tre/quattro volte al giorno, MA SOLO PER UN GIORNO.
Inoltre utilissima sara' l'associazione in fase acuta di: Influenzinum 30 ch.10 granuli sotto la lingua, da ripetere dopo due ore.
Inoltre per un bimbo: Belladonna, Bryonia, Eupatorium perfoliatum, Gelsemium, Aconitum.
Tutte queste alla diluzione di 30 ch.
La scelta dei vari prodotti e' relegata alla situazione generale e clinica.
Ormai molte Mamme hanno acquisito esperienza, e sanno cosa somministrare, ma vi sono anche prodotti pronti che possono essere somministrati senza troppi problemi:
R6 (IMO)
Sono gocce, da diluire con poca acqua e somministrarle sotto la lingua: 7 gocce ogni 15 minuti in fase acuta, e dopo 10 gocce ogni due ore fino a completo benessere.
R1 (IMO)
Da preferire se c'e' febbre, per la spiccata azione sul rischio di infezioni batteriche del prodotto.
I prodotti sopra sono utili sia per uso Pediatrico sia per uso Adulto. Negli adulti la dose e' di 20 gocce. Utilissimo anche l'uso dei Fitoterapici
Si puo' utilizzare con successo:
PROBOSAN GOCCE (FARMAFIT)
E' il prodotto fitoterapico che ormai tra gli addetti ai lavori prende la denominazione del farmaco delle 100 gocce. Questo perche' va' assunto nella dose di 100 gocce sotto la lingua ad ogni ora, fino a completa risoluzione. Le 100 gocce saranno assunte 30/30/40, con una pausa di pochi secondi il tempo di assorbimento delle stesse. Questo prodotto e' consigliabile soltanto per adulti, ha una spiccatissima azione antivirale, agisce sulla corizza, su tutta la sintomatologia dolorosa, e generalmente ripristina il totale benessere entro le 18/24 ore, ma molto dipende anche dall'abitudine dell'organismo (personalmente ne ho un effetto terapeutico gia' alla prima ora).
Tutti questi prodotti si trovano normalmente in farmacia (specificate l'azienda di produzione).

UN'ULTIMA CONSIDERAZIONE IMPORTANTE
I Vaccini Allopatici, purtroppo, hanno la deleteria azione di indurre nell'organismo la predisposizione SICOTICA.
Tale Terreno di predisposizione induce nel tempo, se non corretta, tutti i fenomeni di ACCUMULO, che continuano nelle Lesioni PRE-CANCEROSE.
Se avete necessariamente effettuato la Vaccinazione antinfluenzale, o anche una qualsiasi altra vaccinazione, dopo tre giorni dalla stessa assumete:
THUYIA MK dose. La dose a digiuno al mattino lentamente sciolta sotto la lingua.
Se la vaccinazione e' toccata ad un bambino sotto i 12 anni:
SILICEA MK dose. Sciolta sotto la lingua, o se e' molto piccolo anche nel biberon del latte.
Questa azione terapeutica, contrasta la Sicosi degenerativa, che il vaccino ha determinato.
By Giuseppe Parisi


Commento NdR: i danni da vaccino non si eliminano con qualche pastiglia omeopatica; essi sono per tutta la vita parte del soggetto vaccinato e possono esplodere nel tempo con gravi malattie invalidanti !

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Chi tace i possibili danni da vaccinazione per l'influenza ha la coscienza sporca. Ed inganna chi ama
Ogni anno, la campagna mediatica per la vaccinazione per l'influenza batte la sua grancassa. In spregio alle più elementari regole sulla memoria, nonostante le polemiche roventi seguite alla falsa pandemia di H1N1 suina, già a settembre 2010 in Italia i giornali riportavano articoli dei soliti virologi che ripetevano esattamente le stesse cose dette negli anni precedenti.
Che l'influenza sarebbe stata potente e devastante, che sarebbe arrivata in anticipo, che avrebbe mietuto vittime in assenza del giusto atteggiamento vaccinale preventivo.

Ricordiamo il 2004 con la SARS e l'aviaria con l'H5N1 in cui i maggiori danni si ebbero per gli effetti dipendenti dalla paura.
Molti si vaccinarono anche se dubbiosi. In relazione alla influenza A suina H1N1 del 2009 ho detto chiaramente perché non mi sarei vaccinato in un articolo che è stato poi ripreso anche da diversi quotidiani italiani. Inoltre la prevenzione antinfluenzale  è attuabile anche attraverso forme naturali di terapia. Fortunatamente la consapevolezza e internet e la diffusione della conoscenza hanno avuto ragione e nel 2009-2010 la campagna vaccinale fu un flop assoluto. 
Noi crediamo che chi ha la convinzione di vaccinarsi abbia il diritto di farlo. Dobbiamo però ricordare che le campagne di stampa non sempre sono legate a fatti oggettivi e che la immunizzazione antinfluenzale è una profilassi forse utile, ma certamente non priva di rischi. 

I dati:
Un vaccino antinfluenzale ha, come tutti i vaccini, dei possibili benefici, e anche dei possibili danni che dovrebero essere resi noti con chiarezza per consentire scelte consapevoli ai cittadini.
La variabilità delle influenze è altissima, ed è molto difficile prevedere il tipo di diffusione che avrà: nonostante questo, tra settembre e ottobre di solito i titoli dei giornali parlano di milioni di persone ammalate che puntualmente non si verificano.
Le previsioni epidemiche spesso vengono disattese. Basta ad esempio pensare a cosa è successo nel 2009 nella stagione invernale dell'emisfero Sud. L'epidemia o pandemia H1N1 che veniva paventata ha provocato un numero irrisorio di decessi. Circa un ventesimo di quelli che ogni anno vengono riferiti alla classica influenza. La comunità scientifica anziché leggere i dati e interpretarli ha continuato a segnalare rischie  problemi in realtà falsi

Per contro sappiamo che negli anni passati intere squadre di calciatori vaccinati erano a letto con l’influenza anziché in campo.
E anche se, come ci spiegano alcuni esperti, essere vaccinati fa diminuire il pericolo di confondere i sintomi dell’influenza con quelli della SARS (o con quelli dell'aviaria, o con quelli della H1N1 A come alcuni sostengono), non si vede in che modo questo possa essere vero, considerato il numero di casi di influenza che comunque si verificano proprio tra i soggetti vaccinati.
Per quanto riguarda la possibile vaccinazione per l'H1N1, è bene invece ricordare, come spiegato sotto, quanto accaduto nel 1976 per la unica vaccinazione suina attuata fino ad ora, per capire quanto sarebbe più utile una riflessione critica prima di partire con una vaccinazione a tappeto con vaccini non ancora sperimentati. Purtroppo, nel vaccino trivalente previsto per la vaccinazione 2010/2011 è stato inserito, senza che ce ne fosse alcun bisogno, il vaccino anti H1N1 suino che tante polemiche ha scatenato lo scorso anno.

Non intendiamo entrare qui nel dibattito relativo all’efficacia di questa forma di profilassi, ma in considerazione del pubblico e martellante invito a vaccinare tutti i bambini (e non solo quelli per i quali i vantaggi potrebbero superare i rischi), ci appare doveroso contribuire oggi anche con le notizie relative ai possibili effetti dannosi, che gli organi ufficiali di informazione, in questi giorni, sembrano deliberatamente o inconsapevolmente trascurare. 

I bambini in prima linea 
In un paese libero e civile le persone devono essere informate e poter scegliere. Ma se chi stimola la vendita dei vaccini determina anche l’informazione, e questa informazione continua a dire che la vaccinazione è assolutamente innocua, i conti non tornano più. Quanto viene detto è falso e i possibili rischi, anche gravi, della vaccinazione antinfluenzale sono scientificamente dimostrati (ma scarsamente divulgati!).

Se qualcuno continua a segnalare che quanto più i bambini saranno vaccinati tanto meno avremo paura della SARS o di altre forme virali gravi e tanto meno sofferenze infliggeremo loro, mente spudoratamente, cercando solo di cavalcare un momento emotivo intenso per ottenere un vantaggio commerciale o altri vantaggi indiretti (il mantenimento della paura).

Un bambino sano che si ammala di influenza (posto che si ammali anche se viene cautelato con la necessaria profilassi comportamentale, se è ben nutrito e ha un adeguato supporto minerale e vitaminico) supera l’influenza, talvolta con l’uso di qualche sintomatico di supporto.

Restiamo sempre sorpresi dal fatto che in due metaanalisi successive la Cochrane (ente mondiale super partes, che analizza tutti i dati scientifici prodotti dalla comunità scientifica internazionali) ha confermato la inefficacia preventiva del vaccino nei bambini fino ai due anni,  e che nonostante questo venga sistematicamente indicato di vaccinare i bambini a partire dai 6 mesi di età. Perché il Ministero dà indicazioni contrarie alle conoscenze scientifiche? 

Inoltre, non ci stanchiamo di ripeterlo, ne esce guarito e con un aumento delle difese immunologiche (durante una forma virale cresce l’Interferone che ci difende, ad esempio, da future forme tumorali).
L’esperienza di chi usa forme di terapia omeopatica e naturale, per prevenire le infezioni invernali ricorrenti e l’influenza, è ampia e ben rappresentata nella popolazione italiana.

A fronte di un’informazione corretta, i cittadini potrebbero comunque scegliere, in relazione alle proprie convinzioni, se seguire un iter vaccinale con dei probabili benefici (e alcuni rischi) oppure un trattamento diverso, probabilmente benefico (ma senza alcun rischio “vaccinale”). 

Verità scientifiche nascoste sotto il tappeto 
Allora veniamo alle menzogne. Non ci stiamo riferendo al fatto che le troppe vaccinazioni potrebbero fare male (anche se sempre più dati invitano a riflettere su questo tema), perché dalla parte opposta si potrebbe dire che ci attacchiamo a un’ideologia o a un credo diversi da quelli che propone la “scienza” medica.
Facciamo dunque riferimento solo ad alcuni lavori scientifici, alcuni dei quali recentissimi, che non fanno che ribadire l’esistenza di possibili rischi da vaccinazione antinfluenzale, lavori scritti nei centri più famosi del mondo per le medicine “classiche” e convenzionali.
Cosa direste, ad esempio, se vi dicessero che vaccinando con “l’innocua vaccinazione” antinfluenzale tutti i bambini italiani ci possiamo aspettare almeno 10-15 casi di sindrome di Guillaine-Barrè (poliradicolonevrite) più del solito, cioè almeno 10-15 bambini minori di 7 anni tra cui forse anche il nostro, semiparalizzati per molti mesi e in alcuni rari casi anche per tutta la vita, con incapacità di muoversi, agire, pensare come prima?
Eppure un gruppo di epidemiologi americani segnala questo dato già dal 1998 (N Engl J Med. 1998 Dec 17;339(25):1797-802 ), un dato che va ad affiancarsi a uno studio australiano che conferma, a fronte di 67 banali eventi post-vaccinali ogni 100.000 dosi di vaccino, la frequenza di ben 16,7 eventi avversi seri ogni 100.000 dosi per i bambini sotto i 7 anni, negli anni 2000 e 2002 (Commun Dis Intell. 2003;27(3):307-23).
Ma la citazione dei lavori sui danni neurologici post vaccino antinfluenzale può continuare. Non si tratta di eventi frequentissimi, ma si tratta di eventi possibili, gravi, e chi li nega mente, crea un’informazione sanitaria artefatta.
Andiamo dalla nevrassite (Eur J Neurol. 2000 Nov;7(6):731-3) alla nevrite ottica (J Neuroophthalmol. 1996 Sep;16(3):182-4). Per una corretta informazione, è opportuno ricordare che la stessa influenza può determinare un’infiammazione del tessuto nervoso come complicanza, ma è drammatico riconoscere che la maggior parte delle 58 morti per Guillaine Barrè verificatesi nel 1977 negli USA , si verificò nei soggetti vaccinati, con insorgenza della malattia dopo 3-4 settimane dalla vaccinazione (Neurology. 1980 Sep;30(9):929-33).
Sono forse più i danni da vaccinazione di quelli che determina la malattia? Non lo sappiamo con certezza, ma esprimere un dubbio è molto diverso dal trasmettere una tracotante e colpevole certezza di innocuità. In questo caso, da immunologo, mi sentirei di esprimere ben più che un singolo dubbio.
Trovo profondamente disdicevole che la presenza di eventi pur non frequentissimi ma ben documentati a seguito della vaccinazione antinfluenzale non sia resa pubblica. Non è accettabile che il sito del Ministero della Salute fino allo scorso anno abbia evidenziato solo un modesto rialzo febbrile e la “bua sul sederino” come unici possibili danni rilevabili nel post vaccinazione. Fortunatamente per la campagna 2010/2011 ha almeno evidenziato che qualche rischio potrebbe esserci  (in una pagina raggiungibile dopo 6 click) anche se, nonostante l'evidenza scientifica qui presentata, precisa che tale evenienza è stata riferita ma mai confermata. 
I bambini paralizzati dalla vaccinazione, in fondo, non saranno tantissimi nell’economia commerciale italiana, ma ogni singolo caso merita una consapevole decisione per poter affrontare un rischio. E’ giusto che chi sceglie lo sappia, e non si senta dire che la vaccinazione è praticamente del tutto innocua, quando non è vero. Sapere le cose dopo, centuplica il livello del dramma.
Che dire, per fare un altro esempio, dei casi di ORS (sindrome oculo-respiratoria) dei quali Eurosalus ha subito parlato e che sono stati prima minimizzati e ritenuti dipendenti da un vaccino un po’ anomalo, e poi oggi addirittura riconfermati in doppio cieco contro placebo nel 44% dei soggetti che l’hanno già avuta? Il lavoro è stato pre-pubblicato on line (Clin Infect Dis. 2003 Oct 15;37(8):1059-66. Epub 2003 Sep 26) ed è stato tanto significativo da portare i suoi autori a suggerirne l’informazione specifica a chi ne ha sofferto.
Sicuramente si tratta di un problema di gravità molto relativa, ma perché chi si vaccina non deve sapere che potrebbe perdere del tutto i capelli?  Questo dato riguarda soprattutto la vaccinazione obbligatoria antiepatite B, ma in buona misura vale anche per l’antinfluenzale (JAMA. 1997 Oct 8;278(14):1176-8).
In fondo, sembra pensare l’industria vaccinale, che male c’è ad avere dei bambini calvi, se hanno evitato 4 giorni di febbre e mal di gola ?

Che dire poi se dal numero del maggio 2003 della rivista Clinical Immunology (Clin Immunol. 2003 May;107(2):116-21 ) uno dei più autorevoli studiosi americani - analizzando i 382 casi di sindrome di Guillaine-Barrè post-vaccino antinfluenzale rilevati in USA negli anni 1991-1998, cioè la bellezza di 50 casi all’anno documentatamente causati dalla vaccinazione e dal particolare quantitativo di endotossina associato al virus, confrontato a un rischio 0 (zero) per la vaccinazione con la anatossina tetanica - suggerisce che forse per la vaccinazione antinfluenzale dovrebbe essere richiesto un consenso informato scritto? Ma a cosa serve un consenso informato per qualcosa che dovrebbe fare solo bene?

Come cittadino credo che meritiamo qualcosa in più di un’informazione pubblica parziale e aggressiva come si è dimostrata quella di quest’ultima campagna per la diffusione del vaccino antinfluenzale.
La coscienza della popolazione è probabilmente cresciuta ed è in grado di percepire dove gli interessi commerciali finiscono per prevalere sul rispetto. Rimango comunque indignato.
Anche se le mie scelte possono essere diverse, rispetto e apprezzo i colleghi medici che suggeriscono la vaccinazione antinfluenzale per loro convinzione, segnalandone però i potenziali rischi.
Stigmatizzo e condanno invece la protervia commerciale che cerca di nascondere “sotto al tappeto” le verità scientifiche che tanto difende, quando diventano scomode.
Su Eurosalus abbiamo già dato ripetutamente indicazioni esaustive sulle ampie possibilità di prevenzione naturale delle forme di raffreddamento invernale, influenza compresa.
E tutti gli anni ormai riconosciamo un’aggressione di questo tipo, che puntualmente si verifica nella comunicazione televisiva e giornalistica.

Oggi, questo articolo serve solo per tranquillizzare coloro che sceglieranno consapevolmente di non fare, e di non fare eseguire ai figli la vaccinazione antinfluenzale proposta in modo così pressante e di informare serenamente coloro che in modo consapevole sceglieranno di vaccinare se stessi o di fare vaccinare i loro figli. .
Ci sono molti i motivi scientifici che sostengono questa scelta e ci sono, fortunatamente, gli strumenti per affrontare con serenità i virus vecchi e nuovi senza credere di avere fatto scelte sbagliate per i propri figli.  Siamo ancora in uno stato che deve garantire le scelte autonome e consapevoli del cittadino, che può farle, in un senso o nell'altro solo se realmente informato.
By Attilio Speciani -
Tratto da: eurosalus.com

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Per i Vaccini per l'influenza:
Ritirato vaccino per l'influenza  +  Inutilita' del vaccino per l'influenza
Siccome NON sono i virus le cause di quelle "malattie" i vaccini servono solo ad intossicare con  il contenuto dei vaccini, metalli tossici, prodotti cancerogeni, sostanze le piu' strane, nanoparticelle comprese, antibiotici, ecc. ; cio' serve ad aumentare lo stato delle  infiammazioni, anche quelle pre-esistenti, aggravando lo stato generale del corpo; a creare immunodepressione per tutta la vita del soggetto vaccinato, per le gravi sollecitazioni alle quali e' indotto il sistema immunitario + a creare mutazioni genetiche nei mitocondri, trasmissibili alla prole....

Vaccini:
Come fanno le aziende dei vaccini a preparare in anticipo di mesi....grossi quantitativi di vaccini ?, se non "sanno" quale sara' il virus dell'influenza di sei mesi dopo ?......... eppure cio' avviene regolarmente da anni, (probabilmente guardano dentro un "palla di cristallo"...) invece cio' vuol dire semplicemente che: 

IMPORTANTE
: NON e' vero che i virus sono nell'aria, come ci raccontano i medici allopati e gli "esperti" che vogliono spaventare le popolazioni con la paura delle epidemie (es. influenze tipo Spagnola, Sars, Aviaria, Suina ecc.) che si diffondono nell'aria che respiriamo, per il semplice motivo che i virus (proteine a DNA con involucro di grassi) NON possono galleggiare e quindi viaggiare  nell'aria, cioe' nelle Flugge (bollicine di vapore acqueo in sospensione nell'aria), come ci raccontano i cosiddetti "esperti", gestiti dalle multinazionali dei farmaci vaccini, perche essi sono 1.000 volte piu' grandi della piu' grossa bollicina di
vapore (Flugge) !

Con questa "prova" dell'Influenza Suina....continueranno a vendere gli antivirali che NON servono a NULLA ed inietteranno altri vaccini immunodeprimendo le popolazioni del mondo, preparando quindi la strada alla VERA futura PANDEMIA da  Essi prodotta e gestita con anni di anticipo... !

e per finire....: Influenza suina cambia anche nome. Non si e' piu' chiamata suina bensì influenza A.
Lo ha deciso l’Organizzazione mondiale della sanità dopo le pressioni arrivate dall’industria dei produttori di carne e dai governi.

Ecco come si mantiene e si amplia il mercato dei malati che genera solo salute nei fatturati delle multinazionali dei farmaci e vaccini....in miliardi di euri... ma sulla pelle di milioni di malati immediati o futuri...

Quindi e' tutto un vantaggio, NON seguire le "direttive farmacologiche o vaccinatorie" dettate dalle case farmaceutiche, di cui gli enti governativi sono solo dei lacche'...loro rappresentanti, altro che autorita' sanitarie, sono propagatori dell'unica e piu' grave malattia umana = l'ignoranza !

Per riassumere:
1 - il virus NON non e' la causa dell'influenza; infatti in Medicina Naturale insegniamo che l'influenza  (parola che contiene in se stessa la verita' della sua definizione di significato) e/o il raffreddore, che questi stati di malessere,  sono la risposta naturale a situazioni di infiammazioni intestinali o viscerali, che, richiamando il sangue dalla periferia verso le viscere infiammate, permettono l'influire del tempo (freddo/caldo) sulla cute della persona raffreddandola ! da qui il raffreddore (dolore da freddo) e l'influenza (influenza della termica e della ionizzazione dell'aria sui corpi umani); infatti questi due "malanni" sono il risultato del freddo (classico dei periodi di passaggio da una stagione all'altra) che si introduce nel corpo attraverso la pelle non ben irrorata sufficientemente dal sangue periferico per le croniche infiammazioni intestinali e per l'alterazione del pH digestivo, degli enzimi e della flora batterica producendo infiammazioni che richiamano il sangue nelle viscere, sottraendolo alla cute, quindi ci si raffredda

2 - Che le case produttrici di vaccini "inventano" il nome del virus 6 mesi prima, virus che poi "cercano e trovano"..... nei loro esami di laboratorio........ecco la forza del marketing.....

3 - SE fosse vero che l'influenza e' generata da virus dovremmo ammalarci tutti quanti, invece si ammala ed al massimo, solo il 10-15% della popolazione; e come mai in tutti i tipi di influenza, fregandosene dei virus, ma curandosi con le Tecniche della  Medicina Naturale si guarisce in massimo 3 giorni ?
Si ammalano soltanto quelli che hanno le
infiammazioni  viscerali od intestinali di un certo livello, e quindi tutti quelli che hanno uno "stato particolare" simile del loro Terreno, i liquidi del corpo - vedi Bioelettronica.

I virus quindi NON sono le cause delle malattie, bensi' le conseguenze di esse, infatti i virus sono scarti proteici a DNA (lipidi) che determinano intossicazioni ed infiammazioni piu' o meno gravi a/e per coloro che non applicano la Medicina naturale, perche'  e’ l’alterazione del "Terreno", la matrice che determina i vari sintomi che vengono definiti stupidamente con infiniti nomi.
La medicina ufficiale e' impostata su ideologie FALSE e fuorvianti -
vedi: la Teoria dei Germi di Pasteur e' Falsa

Ma non e' finita....ecco lo scenario del futuro, ormai presente:
inizieranno a generare la paura della influenza mortale, per mezzo di "ricercatori" al soldo delle multinazionali, paura che diffonderanno attraverso i mass media, e cosi' ricatteranno i politici per farsi dare i soldi per la ricerca fasulla... e impaurendo medici e sudditi del loro impero mondiale... costringeranno a poco a poco alla vaccinazione obbligatoria, magari con leggi inique varate per l'occasione....(come per l'EpatiteB)
vedi Influenza Aviaria
... ecco come si genera e si mantiene il mercato dei malati .....

Pandemia suina - A - H1N1 (o maiala, come la si deve realmente chiamare....):
Lo vedrete da soli, la vera pandemia verra' provocata dai vaccini (prodotti altamente tossici) cosi' come sono state e sono le cause dell'enorme aumento di: allergie, asma, malattie gastroenteriche, celiachia, epilessie, anemie, leucemie, malformazioni genetiche nei nascituri, distrofie, sclerosi, cancri, ecc. nei bambini e giovani.
Persino i 600 militari della divisione "folgore" controllati con appositi esami clinici, dal prof. F. Nobile (Istituto Tumori di Siena), ha dimostrato come TUTTI quanti i militari (100%) erano immunodepressi dai vaccini subiti in caserma ! (per i particolari vedi Uranio impoverito, NO sono i Vaccini.

Questi Gravi danni dei Vaccini, vengono volutamente sottaciuti alla popolazione altrimenti crolla il “mito dei vaccini” quale salvaguardia della salute.....e quella dei fatturati dei loro produttori (per  la sola influenza maiala.... guadagneranno circa 15 miliardi di Euri in 5 aziende....alla faccia dei creduloni...i polli umani che si vaccineranno…)

Esiste solo un tipo di influenza, quella che, NEI CAMBI di STAGIONE o di luogo ove ci si reca, viene a "galla" con gli stati febbrili, perche' le infiammazioni che sono gia' presenti ma latenti, nel soggetto che si ammala, vengono calamitate fuori, proprio con stato febbrile, da:
Aria (per la ionizzazione ed inquinamento o meno dell'aria diversa dai luoghi ove si vive normalmente) - o dalle mutate condizioni ionoatmosferiche del luogo ove si vive, per via di alterazioni meteorologiche.

Sole, vedi sopra quale concausa dell’aumento o diminuzione di temperatura e quindi anche della ionizzazione dell’atmosfera in modo diverso dal luogo abituale ove si vive.

Acqua (mare, lago, fiumi), sempre per le stesse condizioni di influenza sui corpi viventi di acqua aria e sole; non per nulla questi malesseri si chiamano "influenza" (e' l'influenza - lo dice la parola stessa - delle condizioni ionoatmosferiche che, lo ripeto, attiva l'eliminazione delle "malattie" preesistenti e latenti nel soggetto)
Aria, Sole, Acqua sono il "Terreno" (la Terra) ove viviamo e se queste si alterano, TUTTI i corpi degli esseri Viventi ne risentono chi piu' chi meno.

I virus NON centrano proprio nulla, per l'influenza od altre malattie, ma vengono utilizzati e sono INDISPENSABILI…a Big Pharma e filiera di sottoposti.... per generare paura agli "ignoranti" (che ignorano semplici leggi di biologia) affiche' si vaccinino e quindi si immunodeprimano sempre piu’ e cosi' possano rimanere in costante depressione immunitaria tale da somatizzare qualsiasi malattia, nel tempo futuro; cio' viene gestito ad arte da Big Pharma e filiera di sottoposti…..ed in modo da poter ampliare e mantenere sempre piu' il mercato dei malati....i quali spendono e fanno spendere ai vari Stati del mondo, servi di Big Pharma, somme ENORMI che arricchiscono SOLO le case farmaceutiche a discapito della salute di uomini ed animali, ma non quella dei loro fatturati.... !

Fatevi furbi, cari cittadini, studiate come nascono le malattie, non come lo insegnano, Big Pharma e sottoposti….ma come biologicamente nascono nel Terreno matrice di salute o di malattia !
Poi ognuno faccia la sua scelta , tanto si paga sempre sulla propria pelle ogni errore che si fa !
Personalmente, NON mi VACCINO come neppure nessuno dei miei famigliari, amici anche i miei cani non sono vaccinati.


Ecco alcuni Consigli e Terapie Naturali per evitare o guarire dall'Influenza (qualsiasi tipo) senza farmaci ne' Vaccini


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Vaccini inquinati negli USA, ed in Italia, NON si sa...... Segnalato da Silvia Milani, ULSS 13, Dolo (VE).
Fonte: Owen Dyer, Factory's loss of licence halves supply of flu vaccine to US, British Medical Journal 2004;329:876 (16 October). Anche su:
http://news.bbc.co.uk/1/hilhealthl3717726.stm, Tuesday, 5 October, 2004, 17:06 GMT 18:06 UK, Flu vaccine licence is suspended, "The UK government has suspended the manufacturing licence of major flu vaccine maker Chiron".
Gli ufficiali sanitari americani devono far fronte alla mancanza di metà della fornitura di vaccino per l'influenza prevista per questo autunno, in seguito alla decisione dell'Agenzia di Controllo della Produzione di Farmaci e Presidi Sanitari britannica di chiudere temporaneamente l'impianto di produzione di Liverpool di una delle maggiori ditte produttrici di vaccini.
L'Agenzia ha revocato I' autorizzazione alla produzione dello stabilimento della Chiron Corporation per tre mesi in seguito a un'ispezione all'impianto che ha rivelato possibili contaminazioni ed ora sono in corso ulteriori indagini. 
L'Agenzia non ha fornito altri dettagli, ma in agosto la Chiron aveva confermato che circa 4 milioni di dosi di Fluvirin (il vaccino antinfluenzale di questa stagione) erano potenzialmente contaminate con "Serratia marcescens", un batterio di solito legato a infezioni polmonari o contratte attraverso la dialisi.
Tratto da: comilva.org 

Commento NdR: visto i precedenti ed i susseguenti per l'
influenza Suina...., non e' un'errore, bensi' un'azione premeditata, per generare il mercato dei malati..... ed eventuali "pandemie" !

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

SANITA': USA -  WASHINGTON, VACCINO per l'INFLUENZA POCO EFFICACE PER ANZIANI
Il vaccino antinfluenzale ? Non serve a nulla o quasi perché non diminuisce il tasso di mortalità tra gli anziani.
Lo sostiene un recente studio realizzato dal 'National Institute of Allergy and Infectious Disease' di Chicago, secondo cui il numero dei decessi delle persone anziane negli ultimi vent'anni è rimasto invariato nonostante sia cresciuto del 65% il numero di coloro che hanno utilizzato il vaccino.
Gli scienziati, all'inizio, avevano invece previsto che il vaccino avrebbe diminuito la mortalità tra gli anziani anche del 40%, una cifra che è stata smentita dalla realtà.
Secondo i ricercatori del centro sulle malattie infettive ed allergiche di Chicago gli studi precedenti avevano evidenziato, sbagliando, un calo della mortalità in quanto non avevano preso in considerazione una serie di fattori come le complicazioni derivanti dall'influenza una volta guariti, e la mancata formazione di anticorpi nelle persone anziane.
(ANSA). - STG*RL - 14-FEB 2005

Le autorita' USA si guardano bene di segnalare all'opinione pubblica, la tragica conclusione della campagna vaccinale per l'influenza del 1976, che costo 135 milioni di dollari e fu sospesa per la sopravvenuta paralisi di circa 200 soggetti con la morte di 100 di questi; il National Inquirer accuso' il governo USA di negligenza grave !

Commento
: le BALLE che si raccontano per convincere a vaccinarsi non hanno mai fine, sono solo BUGIE e NON si parla MAI di eventi avversi dei vaccini (gravi danni), in piu' con il vaccino per l'influenza che aumenta i morti, anche fra gli anziani....non si pagano le pensioni perche'  il pensionato muore.......e lo stato risparmia !
...... e non e' finita qui:...............

Anche il "New York Times" del 28 agosto 2004 si è occupato di una questione molto scottante che ha coinvolto l'azienda farmaceutica produttrice di vaccini Chiron.
A questa url potete trovare l'articolo: http://www.nytimes.com/2004/08/28/national/28flu.html  - scritto da Lawrence K. Altman.
Cosa è accaduto ? Dopo la diffusione della notizia secondo cui alcuni lotti di vaccino antinfluenzale prodotto dalla Chiron erano avariati, l'azienda ha confermato che si sta indagando anche sull'uso di un altro vaccino in Brasile. 
Le autorità sanitarie brasiliane hanno infatti ufficialmente vietato per ora l'utilizzo del vaccino trivalente della Chiron per il morbillo, parotite e rosolia poiche' si sono manifestati, dopo il suo uso, gravi reazioni allergiche nei bambini che lo avevano ricevuto. La Chiron e le autorità brasiliane stanno quindi esaminando i casi di almeno 125 bambini con questo genere di reazioni.
La Chiron, peraltro, ha firmato un contratto con il governo degli Stati Uniti per produrre vaccini umani contro due ceppi dell'influenza dei polli che si è diffusa in Asia.
Il vaccino della Chiron che ha prodotto le tante reazioni avverse nei bambini brasiliani è prodotto in Italia; i bambini avevano manifestato molte meno reazioni avverse dopo avere ricevuto il vaccino di un'altra azienda
farmaceutica, come dichiarato dal rappresentante brasiliano della Pan AMerican Health Organization the vaccine.
Come dichiarato da rappresentanti della Chiron, il vaccino MPR è venduto in Italia, in Asia e in Sud America, ma non negli Stati Uniti.
Questa notizia è stata diffusa anche dal National Vaccine Information Center americano www.nvic.org
Se lo stesso vaccino sospeso in Brasile è venduto anche in Italia, speriamo che le autorità sanitarie italiane  indaghino a fondo anche sulla situazione dei bambini italiani che lo hanno ricevuto.
January 10, 2004
  
Commento NdR: e' passato tanto tempo ed in Italia, NESSUNO ha fatto NULLA !

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

La TOSSICITA' delle Vaccinazione e' sempre minimizzata.... 
Nessuno studio epidemiologico serio e' mai stato effettuato in Francia, quindi le encefaliti, sindrome di Guillain barré, le polmoniti gravi, le morti a breve termine , i cancri polmonari, appaiono al seguito dei vaccini, come rendono noto le case di riposo degli anziani, ma sono ben ignorati.....ed occultati....cosi come le bronchiti, l'asma ed il diabete, gli shock anafilattici, per la rianimazione il che presupporrebbe la presenza delle sostanze necessarie  nell'ambulatorio vaccinale...che mancano spesso...le interferenze fra vaccinazione per l'influenza (e non solo) e Aids sono anch'esse occultate ! ecc.

Pubblication: (Francais)
Aucune étude épidémiologique sérieuse n'étant menée en France, les encéphalites, les syndromes de Guillain Barré, les pneumonies gravissimes, les décès à court terme et même les cancers pulmonaires apparaissant dans les suites du vaccin, notamment dans les maisons de retraite (notamment les 9 décès à Sevran en janvier 2004), sont bien entendu ignorés et occultés tout comme l'exacerbation des attein­tes bronchiques, de l'asthme et du diabète, ainsi que le risque potentiel de transmission de l'ESB ou le risque de choc anaphylactique qui suppose du matériel de réanimation à disposition lors de l'injection.

Quid, de la sélection de virus plus « virulents » et agressifs, par le jeu du constant phénomène de commutation, pouvant ultérieurement faciliter l'explosion de nouvelles maladies émergentes tels le Sras ou la grippe aviaire pour laquelle les résistances aux anti-viraux ne cessent de se développer.

Bien entendu, les interférences entre le virus vaccinal de la grippe et le résultat des tests du sida sont occultés. Pourtant le New England Journal of Medecine du 9 mai 1996 avait déclaré que « la réplication du VIH est augmentée après administration du vaccin grippal à des patients infectés par le VIH.
De plus, la vaccination semble augmenter la susceptibilité à l'infection in vitro des lymphocytes des personnes non infectées », voire leur susceptibilité à d'autres infections.

En dehors de la notion de sida, le fabricant du vaccin Influvac reconnaît également ce risque sous forme de « réponses faussement positives aux épreuves sérologiques utilisant la méthode Elisa pour détecter les anticorps contre HIV1, hépatite C, et surtout HTLV1. Infirmées par le Western Blot, ces réactions transitoires (!) faussement positives seraient dues à la réponse IgM induite par la vaccination ». 
Y aurait-il donc des perturbations immunitaires - après le vaccin contre la grippe ? 
Quant à la nature de ces perturbations et leurs conséquences éventuelles, le silence est de rigueur devant les intérêts économiques en jeu...

TF1 annonçait 2.500 décès chaque année en France par la grippe, tandis qu'Antenne 2 espérait une réduction de la mortalité annuelle de 7.500 personnes avec la vaccination !

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Non funziona il vaccino per l'influenza sui bimbi: lo dice la Cochrane   [28.02.2005]
Questo illustre parere smentisce quanto sostenuto in precedenza dai Cdc di Atlanta, dall'Accademia Americana di Pediatria e dalla Public Health canadese che dal 1999 avevano raccomandato il vaccino antinfluenzale ai bimbi con meno di 2 anni. La sollecitazione a vaccinare in questo modo destò non poche perplessità e nel 2002 si poterono leggere alcuni pareri critici su Epicentro
http://www.epicentro.iss.it/focus/influenza/discussione/disc_influ.htm 
Critico fu anche un articolo uscito sul Bollettino di Informazione sui Farmaci del Ministero (n. 5-6 del 2003).
Ora la Cochrane Vaccines Field ha revisionato la letteratura concludendo che non vi sono evidenze di efficacia di una simile strategia vaccinale.
Vi riportiamo, tradotta, la parte più interessante delle conclusioni:
Traduzione: L'efficacia nei bambini piccoli è completamente non provata. Al massimo può favorire nei bambini più grandi una riduzione della lunghezza delle assenze scolastiche. I risultati sollevano dubbi sulla saggezza di affrettarsi in un programma di vaccinazione estesa dei bambini senza prove adeguate che questa funzioni o sia interamente sicura.
I vaccini antinfluenzali possono essere efficaci contro le forme di influenza che tipicamente rappresentano meno del 10% di tutti i casi, ma non vi è modo di predire che questo sarà il virus predominante nella stagione influenzale in arrivo.
Vi alleghiamo l'abstract e in fondo la url dove lo trovate.
Autori: Jefferson T, Smith S, Demicheli V, Harnden A, Rivetti A, Di Pietrantonj C.
Titolo: Assessment of the efficacy and effectiveness of influenza vaccines in healthy children: systematic review. Lancet 2005; 365:773-80  (26th of February).
Contact Tom Jefferson, MD,
toj1@aol.com

BackgroundEach year many people are ill with acute infections of the airways. Hundreds of different germs cause these infections, but the symptoms are always the same regardless of which particular germ is doing the rounds. Real influenza viruses cause—on average—only about 10% of
these infections, and the rest are commonly known as "the flu". All have the same symptoms: fever, chills, cough, stuffy nose and sometimes ear and chest infections. There is no way to distinguish real influenza from the flu unless complicated laboratory tests are carried out.
Scientists and decision makers are worried about the impact that the flu has on our lives. Recently the USA and Canada have started vaccinating children, including those aged 6 to 24 months, in the hope of reducing disease spread; admissions and visits to hospitals; deaths of elderly relatives; complications, such as ear infections and pneumonia; and absences from school and parental loss of workdays.

The review
Given the important nature of the US and Canadian decision, a group of Cochrane scientists conducted a review of the scientific evidence for the use of influenza vaccines in children. They looked at the two main types of available vaccines: those made of killed influenza viruses  (inactivated) and those made out of live but tamed influenza viruses (live attenuated). The Cochrane authors looked at over a thousand studies and selected 25 high-quality clinical trials in which vaccinated children were compared with unvaccinated children. For the first time in a review of influenza vaccines, seven of the included studies came from Russia and were translated especially for the Cochrane review. The combined results of these 25 clinical trials were first reported in the British journal, The Lancet. This summer, an expanded version of this review that includes information about the safety of vaccines will appear in the Cochrane Library.

The findings
The review found that live attenuated vaccines avoided more cases of real influenza (around 80%) than inactivated vaccines (around 65%). Both types of vaccines were not very good, however, against the type of flu that afflicts the overwhelming majority each year. There was no evidence that either type of vaccine worked in children below the age of two (and, in any case, live attenuated vaccines are not legal for this age group), or prevented hospital admissions, deaths or other complications. A few small studies suggested a possible shortening of the length of school absences.

The conclusions
Vaccination of small children is wholly unproven. At best, it may benefit older children by shortening the length of school absences. The findings call into question the wisdom of rushing into an expensive vaccination programme of children without adequate proof that it will work or that it is entirely safe.
Influenza vaccines may be effective against the type of influenza that typically accounts for less than 10% of all cases, but there is no way to accurately predict that it will be the predominant virus in the upcoming flu season.
http://www.thelancet.com/journal/vol365/iss9461/abs/llan.365.9461.primary_research.32370.1


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

INFLUENZA: Come prevenirla naturalmente
Per decenni abbiamo aderito alla credenza che l'influenza arrivava in inverno a causa del clima più rigido. Ma numerosi studi hanno completamente falsificato una tale teoria, indicando come l'influenza si presenti ai tropici nel loro "inverno, quando è ancora abbastanza caldo (solitamente durante la stagione delle piogge). No, la ragione per cui l'influenza colpisce d'inverno è un'altra.
E suggerisce una facile maniera per prevenirla.
E non si tratta di farsi vaccinare
. Lo sappiamo già che i nostri corpi producono molta meno vitamina D durante l'inverno. Ma è mai possibile che i livelli ridotti di vitamina D in inverno contribuiscano all'influenza ?
Le prove sono evidenti. Anni fa, un attento medico generico inglese, R. Edgar Hope-Simpson, ha collegato le epidemie influenzali dell'emisfero nord con il solstizio invernale. Pertanto, l'influenza arriva proprio quando i livelli di vitamina D cominciano a calare. Finora, la medicina convenzionale ha in gran parte ignorato il suo lavoro.
Due importanti riviste mediche hanno pubblicato un report firmato dal Dott. John Cannell, uno psichiatra dello Atascadero State Hospital, California. Si tratta di una struttura di massima sicurezza riservata a criminali infermi di mente.
Nel suo resoconto, il Dott. Cannell ha notato che gli altri reparti intorno al suo, erano stati soggetti a un violento attacco d'influenza nell'aprile 2005. Ma nessuno dei suoi 32 pazienti ha preso l'influenza, sebbene si fossero anche mischiati con i reclusi "infetti" degli altri reparti. Il Dott. Cannell si è interrogato sul perché il suo reparto avesse evitato l'influenza che pur aveva colpito tutti gli altri reparti.
Rapidamente ha capito che si trattava delle dosi elevate di vitamina D prescritte a tutti gli uomini sul suo reparto che li avevano "protetti", vitamina che gli altri reparti non avevano assunto.
Aveva riscontrato che i suoi pazienti, come la maggior parte di tutta l'altra gente dei paesi industrializzati, ne avevano un deficit. (Deve essere uno dei pochissimi psichiatri che prestano attenzione alla alimentazione e quindi alla nutrizione !)
I suoi sforzi per rimediare al deficit hanno potenziato il sistema immunitario dei suoi pazienti, proteggendoli completamente dall'influenza. Perché funziona ?
La scienza recentemente ha scoperto che la vitamina D stimola i nostri globuli bianchi a produrre una sostanza denominata catelicidina. I ricercatori non hanno ancora studiato questo prodotto chimico per l'influenza, ma da tempo hanno segnalato che esso attacca un'ampia varietà di agenti patogeni, tra cui funghi, virus, batteri e perfino la cosiddetta tubercolosi.
Così, troviamo che il mio suggerimento di farvi controllare il livello di vitamina D a quest'epoca dell'anno era quanto mai centrato.
Ma ora, alla luce di queste nuove informazioni, penso che non sia nemmeno necessario spendere i soldi per sottoporsi agli esami.
La vitamina D è poco costosa. E stimola il vostro corpo a produrre quello che potrebbe essere l' "antibiotico" definitivo !
Completamente atossico e che uccide soltanto gli organismi invasori (non le vostre cellule).
Dotatevi dell'incredibile protezione della vitamina D. Esponetevi al sole quando potete. Fate semplicemente attenzione a non scottarvi. Se state per lo più all'interno, suggerisco fortemente che aggiungiate vitamina D al vostro regime quotidiano.
Raccomandiamo 5.000 IU al giorno. Non vedo controindicazioni a questa dose, particolarmente nei mesi invernali !

Commento NdR: La realta' si evidenzia anche qui, basta alimentare il Terreno fisiologico, la matrice con la vitamina D ed ecco che come per incanto il sintomo chiamato "influenza" ed altri sintomi scompaiono, in quanto la malattia e' UNA SOLA, tutto il resto sono solo sintomi.
vedi: Teoria dei germi e' FALSA + Nozione di Terreno + Matrice PDF +
Influenza e tubercolosi: dott. Lawrence Broxmeyer

INOLTRE
L'INFLUENZA ed il LEGAME con il sintomo chiamato dai medici della medicina allopatica, "TUBERCOLOSI".
Ecco cosa afferma il Dott. Lawrence Broxmeyer: "Non fu un virus influenzale il vero colpevole della pandemia d'influenza del 1918-19". Più plausibilmente, la colpa era da imputarsi al sintomo "influenza" (carenza di Vitamina D che produce un'altro sintomo chiamato impropriamente, dai medici della medicina allopatica, "tubercolosi" nascosta, che causarono per la carenza di Vitamine, enzimi e di flora batterica autoctona, devastanti infiammazioni e quindi infezioni secondarie e un grande numero di vittime, per l'incapacita' e l'impreparazione dei medici, mal istruiti dalle Universita'.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
 

Vaccino per l'Influenza Haemofilica del tipo b (Hib)
  Questa malattia è causata da un battere che non ha nessuna relazione con la normale influenza e che causa l'infezione delle prime vie respiratorie e delle orecchie, infiammazioni delle cavità nasali, polmonite, epiglottite (gonfiore della gola che può interferire con la respirazione) e meningite (infiammazione delle membrane del cervello e del midollo spinale). Essa colpisce principalmente gli eschimesi, i negri americani e i bambini di colore. Nell'aprile del 1985 il vaccino Hib venne approvato per l'uso generale negli Stati Uniti e fu prontamente consigliato a tutti i bambini dai due anni in su (poiché non presenta alcuna efficacia nei bambini di meno di 18 mesi e un'efficacia incerta per quelli dai 18 ai 23 mesi).
Il periodo più critico per un attacco di questa malattia è tra i sei mesi e un anno e il 75% dei casi si verificano prima dei due anni d'età.

Il vaccino Hib viene spesso chiamato vaccino "antimeningite' o 'antimeningite spinale" ma questa terminologia è ingannevole. Il vaccino Hib è stato prodotto soltanto per offrire una certa protezione contro i batteri Hib mentre la meningite ha varie cause (tipo i germi pneumococco e meningococcus ed alcuni virus).
Al contrario, anche il germe Hib può causare infezione delle prime vie respiratorie, infezioni alle orecchie e sinusiti, ma il vaccino non ha alcuna efficacia contro queste condizioni. In uno studio preliminare condotto dal CDC (Centro federale per il controllo delle malattie) e comprendente sei aree degli Stati Uniti, il vaccino Hib dimostrò un'efficacia complessiva del 41% per il gruppo consigliato di bambini compresi tra i due e i cinque anni.

Comunque, alcune relazioni pubblicate sull'efficacia del vaccino dimostrano spesso delle percentuali notevolmente più alte perché i membri del complesso medico industriale hanno in un certo senso manomesso i risultati escludendo le aree in cui le risultanze della ricerca non combaciavano con le conclusioni che desideravano trarre.
Per esempio si scoprì che i bambini sottoposti a vaccinazione Hib nel Minnesota erano cinque volte più predisposti a contrarre la malattia rispetto ai bambini che invece non erano stati vaccinati. 
Michael Osterholm, epidemiologo dello Stato del Minnesota, arrivò infatti alla conclusione che il vaccino Hib aumenta il rischio di contrarre la malattia.
I dati raccolti nel Minnesota furono però convenientemente esclusi da almeno uno dei ricercatori sull'Hib, responsabili di riportare conclusioni imparziali agli Enti che determinano la linea di condotta in tema di vaccinazioni.
I medici sono stati avvertiti dal CDC che si possono verificare casi di Hib dopo la vaccinazione, 'prima che l'effetto protettivo del vaccino abbia inizio'. Ulteriori studi avvertono che avviene 'un aumento della suscettibilità' alla malattia nei primi sette giorni dall'inoculazione. L'AAP osserva che la protezione indotta dal vaccino non è prevista per almeno tre settimane dopo la somministrazione. I medici vengono avvisati di mettere in guardia i genitori in modo che questi facciano attenzione ai sintomi dei loro figli dopo la vaccinazione. In una ricerca condotta su 55 bambini che avevano contratto l'Hib nelle prime tre settimane dopo la vaccinazione, 39 svilupparono la meningite.

Secondo il dott. Stephen L. Coeni, ufficiale medico membro del CDC, quasi nel 70% di tutti i casi di Hib in bambini di 18 mesi o più la malattia viene contratta nei centri di assistenza diurna.
Quindi, quando il vaccino Hib venne legalmente messo in uso negli Stati Uniti, la malattia che doveva scongiurare era stata etichettata come malattia estremamente contagiosa. Però, in due studi separati condotti di recente, i ricercatori scoprirono che la malattia non ha una facile diffusione. Infatti, su 772 bambini esposti al contatto con un bambino infetto, nessuno dei 185 bambino del primo studio si ammalò e soltanto uno dei 587 bambini del secondo studio contrasse la malattia. A causa della controversia sulla sicurezza e sull'efficacia del vaccino l'AAP approvò una nuova linea di condotta che permetteva al medico di prescrivere o meno il vaccino Hib ai bambini, a propria discrezione.

 

Vaccino dell' influenza (influenza suina, russa, asiatica, ecc...)
La sicurezza e l'efficacia del vaccino anti influenzale è discutibile, specialmente perché i virus responsabili delle varie epidemie raramente corrispondono ai ceppi isolati nel vaccino inoculato durante l'anno.

Nel 1976 più di 500 persone vaccinate contro l'influenza subirono paralisi da sindrome di Guillan-Barre'.
Tra queste,
ben 30 morirono. Durante lo stesso anno l'incidenza di questa sindrome tra il personale vaccinato delle Forze Armate degli Stati Uniti fu superiore del 50% all'incidenza tra i civili non vaccinati.
Il dott. John Seal dell'Istituto nazionale delle malattie allergiche e infettive dichiara che 'tutti i vaccini anti influenzali possono provocare la sindrome Guillan-Barre'. In uno studio recente metà degli anziani che avevano richiesto il vaccino anti influenzale furono sconsigliati dai propri medici.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

USA - 93 Bambini morti di influenza, la maggior parte era Vaccinata !
vedere per gli altri morti per il vaccino per l'influenza maiala...Influenza Suina
Ninety-three Children Dead of Flu - Majority were vaccinated !  
Tratto da: New York Times article

Out of 93 recent deaths of children from the flu in the U.S., 60 had been vaccinated. What kind of a protection factor does that indicate ? Bad ? You're right. Here is a comment from Jon Rappoport, investigative reporter, on the announcement by Lawrence Altman who comments the Centers for Disease Control's statistics in the New York Times. Read those figures closely, and you will scratch your head. One thing is turned into the exact opposite - it's called spin doctoring.

WELL, LOOKIE HERE --- FLU
JANUARY 10, 2004. Lawrence Altman, the dean of American medical writers, reports on flu stats for the NY Times. After indicating that 93 children have died from the flu this season in the US, Altman states: "Thirty-three of the victims had not been vaccinated. The disease control agency [CDC] recommends vaccination for all healthy children 6 months and older."

Okay Altman...therefore ?
Are we supposed to imagine that he doesn't see the corollary of what he just wrote ? He's brain addled ?
He can't take the next logical step ?
He can't push the ball with his nose one last inch ?
He refuses to mention THAT, THEREFORE, 60 OF THE CHILDREN WHO DID DIE FROM THE FLU WERE VACCINATED AGAINST IT.

Hello ?
Gosh o gee, if I were an editor at the NY Times, I would have blasted the headline: 60 VACCINATED CHILDREN DIE OF FLU ANYWAY.
And then I might insert a sub-head: WHOLE VACCINE CAMPAIGN CALLED INTO DOUBT.
But no.
And how many readers of the Times do you imagine caught the omission ?
How many will write a letter to the paper ?
Oh well, just another day in journalism hell.
How about a little interview with a mother of a child who died, who says, "WE THOUGHT OUR GIRL WAS PROTECTED AFTER SHE GOT THE SHOT, BUT THEN SHE DIED. WHAT'S GOING ON ?"
How about asking the head of the CDC to comment on the fact that two-thirds of the kids who have died so far received the vaccine ?
This is fake news at its best. Reverse the whole meaning of the facts.
Spin it to the wrong side.
"All those kids who got the shot died, but the CDC says vaccinate your kid."
And you thought the Jayson Blair scandal at the Times was bad? It was just a tempest in a teacup.
THIS is bad. This is the kind of reporting that wouldn't even get by a bored-to-death teacher at a college journalism class. THIS is about health and illness and death.
This is madness.
Who would be the federal official to take action, to march into the CDC and start screaming? Tommy Thompson, head of Health and Human Services. Of course, Tommy was the guy back there who said there was a vial of smallpox vaccine with every American's name on it, waiting to be shot into his/her body---and a year later asserted that he was not about to get the vaccine personally because the risk was too high---and he was telling all the cabinet members to avoid taking the shot as well.
I suppose if a few thousand subscribers to the Times wrote in cancelling their subscriptions and saying why, that might jostle a few brains at the paper.
But I doubt it.
They're too busy spinning.
Way too busy.
And of course it would be entirely too much to ask how many of those kids who died were adversely affected by the vaccine. An investigation of THAT would be beyond the pale for these people.
There are cocktail parties to attend, meetings with realtors about a summer house in the Hamptons.
You have to start early to line up a good place in the Hamptons.
What are the chances that a front-line medical journal will pick up on this story in an upcoming editorial ?
About zero.
"What are we to think when a group of children die, and two-thirds of them got the vaccine against the disease..."
So, dear Times editor, this is my open letter to you. I suggest it is time to put Altman out to pasture.
Give him a patch of grass and let him ruminate. Even if he's one of your best spinners.
JON RAPPOPORT
www.nomorefakenews.com
See also:
Treatment of the flu with massive doses of vitamin C
Government and the Flu: A Short History
The Fujian virus - promoting flu vaccines
Flu Mist Anyone?
Flu shots - how useful are they?
Flu vaccine a Misty promise

Looking back at the flu season, all that talk about how severe it was fades into a bland picture of hype and propaganda (March 2004):
What Ever Happened to the Flu Scare ?

Here some more insightful news and comment from Jon Rappoport

BEST HEALTHCARE SYSTEM IN THE WORLD
JANUARY 21, 2004. I could only stand watching Bush in little spurts last night. State of the Onion address.
He propped up the US healthcare system as the best in the world---whereas last I heard, the US ranked 12 out of 13 industrial nations. Also one of his biggest applause lines was about the need to knock off extravagant lawsuits against pharmaceutical companies. You knew he was going to please his handlers with that one.

The pundits who reviewed the speech afterwards on TV actually thought his address was good work. Well, they would.
In most beginning acting classes, teachers tell students that THE one thing an actor does not do is INDICATE. In other words, an actor is supposed to REVEAL emotion. He is not supposed to REFER TO emotion in a generalized way. Well, Bush is the great indicator. He indicates all over the place.

Speaking of medical system---
Kelly O’ Meara has written a very good article in the current issue of Insight magazine. The subject ?
The flu vaccine.
She covers the issue of MERCURY, a known neurotoxin, which is present in one type of the vaccine.
Here is an excerpt:
But what about the growing number of people concerned about the amount of mercury (thimerosal) in the inactive influenza vaccine ?
It turns out that, at the very time government health officials were warning of the influenza epidemic, they also were putting out unrelated warnings about the quantities of tuna and other fish that could be ingested safely in view of the high levels of mercury in their flesh.
The Environmental Protection Agency recommends ingesting no more than 0.1 micrograms of mercury, while the FDA recommends no more than 0.4 micrograms per kilogram per day. What this amounts to is a recommendation by the EPA and the FDA that women and small children eat no more than 12 ounces of tuna or other fish or shellfish per week. This is because, according to the EPA, "mercury consumed by a pregnant or nursing woman or by a young child can harm the developing brain and nervous system."

Yet the Advisory Committee for Immunization Practices has issued a warning, passed along by the CDC, that "all children aged 6 [months] to 23 months and pregnant women in their second and third trimester" receive the inactive influenza vaccine – which contains a full 25 micrograms of mercury – 250 times the limit the EPA recommends for tuna-lovers.
Nevertheless, the CDC website says, "the benefits of influenza vaccine with reduced or standard thimerosal content outweighs the theoretical risk, if any, of thimerosal," which is of course the source of the mercury.
The CDC website also states: "Based on guidelines established by the FDA, the EPA and the Agency for Toxic Substances and Disease Registry, no child will receive excessive mercury from childhood vaccines regardless of whether or not their flu shot contains thimerosal as a preservative."
Is there a disconnect in communications between federal agencies ? Certainly the EPA and the FDA don't think the risk from exposure of children to high levels of mercury is "theoretical." Does mercury injected directly into the bloodstream of a small child stop at the neck, whereas mercury ingested from a tuna-fish sandwich does not? If EPA and FDA mercury limits are 0.1 and 0.4 micrograms, how can the CDC believe the 25 micrograms contained in the influenza vaccine is not "excessive mercury"?
According to Raymond Strikas, a spokesman for the CDC National Immunization Program, "At this point there is no confirmed proof that anyone has been harmed by mercury in vaccines. I'm not arguing that mercury isn't a neurotoxin – you're right. No one argues that point. It's got to do with the amount in vaccines – it's very small and has been eliminated in the vast majority of childhood vaccines.
There is thimerosal-free or reduced-thimerosal influenza vaccine available."
Then the "commonsense" factor cited by CDC Director Gerberding about influenza being at epidemic levels kicks in to point out that if you ingest mercury and it causes neurological problems, then it's just common sense that when you inject it into the bloodstream it will do the same.

Thimerosal is a preservative that has been used in multi-dose vials of vaccines. It contains 49 percent ethylmercury.
The CDC says "there is no convincing evidence of harm caused by low doses of thimerosal." However, in July 1999, the Public Health Service and the American Academy of Pediatrics agreed thimerosal should be eliminated "as a precautionary measure." And Strikas is correct when he advises that there is a thimerosal-free influenza vaccine. The problem, critics say, is that of the 85 million doses produced for this flu season only 3.2 million were thimerosal-free. Which lucky kids, they ask, weren't exposed to potential mercury risks ?
End of excerpt.
Yeah, LET THEM EAT MERCURY AND LET THEM GET IT SHOT INTO THEIR BODIES.
I mean, we have to allow mercury in the vaccine because mercury is an industry and there are jobs at stake.
The electorate ranks jobs as one of the main issues of the prez campaign.
JON RAPPOPORT
www.nomorefakenews.com

THE ALTMAN STORY ONE MORE TIME
JANUARY 21, 2004. Since I wrote a piece about Lawrence Altman’s NY Times article on 93 child flu deaths, there has been some feedback from people who doubt the story.
They apparently can’t believe Altman made such a blatant error, which was contained in his following statement PLUS his RESULTANT OMISSION OF THE OBVIOUS: “Thirty-three of the victims had not been vaccinated,” he wrote.
The omission was: 60 of the kids who died had therefore been vaccinated against the flu.
There have been attempts to contact Altman and get a reply from him. Nothing doing yet. After all, the obvious story here is that the majority of child deaths occurred in those who had been vaccinated.
I don’t know how many times I have to repeat this before it sinks in.
He could have framed the story properly and stated that the majority of the kids who died from the flu HAD BEEN VACCINATED. There, I’ve said it again. But he did not lead with this. He went the other way.
One person has claimed that Altman is wrong and the CDC figures do not show that 60 out of 93 kids who died were vaccinated. In that case, Altman should respond to THAT.
The website of the decidedly conventional Lucile Packard Foundation for Children’s Health picks up on Altman’s thread thusly: “The median age of children who have died this season from the flu was four years, and roughly two-thirds of the victims had been vaccinated.”
So---Altman’s story was: WOW, 33 OUT OF 93 KIDS WHO DIED FROM THE FLU WERE NOT VACCINATED.
Whereas, his story should have been: WOW, 60 OUT OF 93 KIDS WHO DIED WERE VACCINATED.
JON RAPPOPORT
www.nomorefakenews.com

FLU VACCINE AGAIN
JANUARY 22, 2004. Here is a piece on flu and flu vaccine from Midwest Nurse Week. It’s EXACTLY the kind of report that is discounted by health authorities when they make evaluations of the vaccine and how effective it is.

13.6.2002
Nursing Home Residents Get Flu Despite Getting Flu Shot
A late flu outbreak appears to be hitting Nebraska's urban areas, according to the state epidemiologist.
One of the residents died when his respiratory infection led to pneumonia.
Nearly all of the residents received flu shots before the outbreak there. No visitors were being allowed at the nursing home, and all residents were taking anti-viral drugs and eating meals in their rooms in an attempt to stop the spread of the virus. The quarantine comes two weeks after an outbreak of the flu led the Grand Island Veterans Home to take similar measures.
The Grand Island home was quarantined in February after seven cases were diagnosed at the home of 340 residents. The outbreak came even though 98% of residents were given flu shots.
Midwest Nurse Week, Vol.3, No. 2; March/April 2002, p27
JON RAPPOPORT
www.nomorefakenews.com

MORE ON THE NY TIMES ARTICLE
JANUARY 22, 2004. This is a correction. A partial correction. And a further investigation.
I have been writing about an article (January 9) in the NY Times written by Larry Altman. His article was about 93 kids who have died of the flu so far this season. And about how many of those kids were vaccinated against the flu.
In his article, Altman states that 33 of the kids who died were not vaccinated. He uses this to bolster the CDC idea that all kids should be vaccinated. I stated that if 33 kids were not vaccinated, that meant that all the other kids who died, 60 of them, were vaccinated, and Altman should have mentioned that.
It has been pointed out to me that there is another possibility: the other 60 kids had AN UNKNOWN VACCINATION STATUS. I had wrongly assumed that if this were the case, Altman would have pointed it out. I had wrong assumed that Altman would have delved further into the actual CDC reports and ferreted out the relevant material.
I went to the CDC reports and indeed discovered that this agency states the majority of the kids who died had an UNKNOWN vaccination status. Were they vaccinated ? Don’t know. Maybe yes, maybe no.
So my assumption about Altman’s lunatic omission in his Times piece was wrong. He was not omitting CDC data that said 60 kids were vaccinated and died. Of course, we DON’T KNOW the vaccine status for all those kids.
However, as I read the CDC data, I found a number of things that need comment. The CDC is not off the hook.
Not by any means. And if Altman had looked deeply into what the CDC is reporting, he would have written a completely different article. But that’s too much to ask for.
Furthermore, as I wrote recently, the first prelim study on the efficacy of the flu vaccine this season showed that it is failing to protect against the flu and flu-like illnesses. I also pointed out that this study is so badly designed that it’s garble. Yet another unknown. But certainly there is nothing in the study to suggest that people should get the vaccine.
Okay. Here are excerpts from the CDC on child deaths from the flu this season. I have added my comments in CAPS between segments from the CDC, and I have assumed, of course, that the CDC is getting accurate information----often a large leap of faith. Here we go: Since October 2003, a total of 93 influenza-associated deaths among children aged under 18 years have been reported to CDC.
All patients had evidence of influenza virus infection detected by rapid antigen testing or other laboratory tests.

COMMENT:
DID THESE CHILDREN REALLY HAVE THE FLU ? ARE THE TESTS ACCURATE? SO-CALLED ANTIBODY OR ANTIGEN TESTS NORMALLY LOOK FOR WHAT ARE PRESUMED TO BE ANTIBODIES AGAINST THE VIRUS. BUT THE PRESENCE OF ANTIBODIES MERELY SIGNALS THAT THE BODY HAS COME INTO CONTACT WITH THE VIRUS IN QUESTION----AND ANTIBODIES, IN MOST CASES, SIGNIFY THAT THE BODY HAS SUCCESSFULLY WARDED OFF THE VIRUS----NOT THAT THE BODY IS ILL BECAUSE OF THE VIRUS. ANOTHER TYPE OF TEST, THE PCR, IS USED TO AMPLIFY OR BLOW UP THE NUMBER OF VIRAL PARTICLES SO THAT THEY CAN BE DETECTED. THE USUAL MEANING OF THIS? THERE IS SO LITTLE OF THE NATURAL VIRUS THAT IT COULD NOT HARM THE BODY.

…A total of 35 (38%) of the 93 children were reported to have had underlying chronic medical conditions (Table 2), and 41 (44%) were reported to have had no underlying conditions; the medical history was unknown for 17 (18%) children.

COMMENT:
SINCE 35 OF THE CHILDREN WHO DIED ALREADY HAD CHRONIC MEDICAL CONDITIONS, THERE IS NO WAY TO SAY THAT THEY DIED FROM THE FLU. IN FACT, ASSUMING THESE CHILDREN HAD SUPPRESSED IMMUNE SYSTEMS AS A RESULT OF THEIR PRIOR MEDICAL CONDITIONS, IT WOULD HAVE BEEN DANGEROUS TO VACCINATE THEM. THE VACCINE CAN CRASH THEIR IMMUNE SYSTEMS. ALSO NOTE: THE OVERWHELMING MAJORITY OF AVAILABLE FLU VACCINE CONTAINS THE POTENT NEUROTOXIN MERCURY.

SINCE 17 OF THE 93 CHILDREN WHO DIED HAD AN UNKNOWN STATUS IN REGARD TO PRIOR MEDICAL CONDITIONS, AT BEST THE CDC CAN SAY THAT 41 CHILDREN HAVE DIED OF THE FLU THIS SEASON. IT HAS BEEN REPORTED THAT THE CDC USES A ROUGH ESTIMATE OF 92 CHILD DEATHS A YEAR FROM THE FLU AS A BASELINE. THEREFORE, TO SAY THAT THIS YEAR’S FLU SEASON IS, SO FAR, UNUSUALLY BAD, IN SO FAR AS CHILD DEATHS ARE CONCERNED, IS WRONG.

…Pneumonia was a reported complication in 25 of the 93 children. Invasive bacterial co-infections were reported in 15 children, including methicillin-resistant Staphylococcus aureus, Streptococcus pneumoniae, Streptococcus pyogenes, Enterococcus sp., Haemophilus influenzae (type b and non-typable), Neisseria meningitidis, Escherichia coli, Pseudomonas aeruginosa, Klebsiella pneumoniae, and Serratia marcescens.

SIDE NOTE: THE LAST TYPE OF BACTERIAL PNEUMONIA LISTED, SERRATIA, WAS THE GERM THAT WAS SPRAYED ALL OVER SAN FRANCISCO IN 1950, AS PART OF A BIO-WARFARE TEST. AT THE TIME, THE MILITARY CLAIMED THE GERM WAS COMPLETELY HARMLESS AND THE TEST WAS DONE JUST TO SEE HOW FAR THE GERM WOULD TRAVEL. NOW THE CDC LISTS THAT GERM IS A CAUSE OF PNEUMONIA.
GIVEN THAT THE ACTUAL FLU STATUS OF SO MANY OF THE CHILDREN WHO DIED IS IN DOUBT, IT MAY WELL BE THAT MANY OF THESE KIDS ACTUALLY DIED OF COMPLICATIONS FROM PNEUMONIA, NOT FLU.
Of the 45 children whose influenza vaccination status was reported, one child had evidence of adequate vaccination, whereas 33 (73%) were not vaccinated, and six children were partially vaccinated (i.e., they had received 1 of 2 doses); five children were reported as vaccinated, but the interval between vaccination and onset of illness was not documented.
THE CDC HAS NO IDEA WHETHER 48 OUT OF THE 93 CHILDREN WHO DIED WERE VACCINATED. MAYBE THEY WERE. MAYBE THEY WEREN’T. SO IN THE NY TIMES PIECE I HAVE BEEN WRITING ABOUT, THE ONE BY LARRY ALTMAN, THE STATEMENT THAT 33 OF THE 93 CHILDREN WHO DIED WERE NOT VACCINATED IS MISLEADING. THE SITUATION IS FAR MORE COMPLEX. ALTMAN USES THE 33 FIGURE TO MAKE THE POINT THAT ALL KIDS SHOULD BE VACCINATED.
FUTHERMORE, EVEN IF, OUT OF THE 93 KIDS WHO DIED, ONE WAS DEFINITELY VACCINATED, THAT MIGHT MEAN THAT 1 OUT OF EVERY 93 KIDS WHO GETS THE FLU VACCINE IS UNPROTECTED OR HARMED BY THE VACCINE. REMEMBER THE MERCURY ISSUE CITED ABOVE.
Influenza A viruses were isolated from respiratory specimens collected from 28 patients. A total of 55 children had influenza virus infection confirmed by rapid antigen testing and direct fluorescent antibody staining of respiratory specimens. Four additional children had influenza virus infection confirmed solely by reverse transcriptase polymerase chain reaction (RT-PCR) of respiratory specimens.
NONE OF THE TYPES OF TESTS NAMED ABOVE IS RELIABLE, EXCEPT FOR DIRECT ISOLATION OF THE VIRUS DONE FOR 28 CHILDREN. THEREFORE, THE CDC ONLY KNOWS, AT BEST, BY TEST, THAT 28 OUT OF THE 93 KIDS WHO DIED HAD THE FLU. AND NOTICE THAT THE NUMBER OF FLU VIRUSES FOUND IN THOSE 28 KIDS (CALLED TITER----NUMBER OF VIRUSES PER VOLUME OF BODY FLUID TESTED) IS NOT MENTIONED AT ALL. THIS OMISSION IS VITAL. IF ONLY A FEW VIRUSES ARE PRESENT IN THE BODY, THERE IS NO REASON TO SUPPOSE THAT THE VIRUS PLAYS ANY ROLE IN ILLNESS OF ANY KIND.
Because laboratory-confirmed influenza illnesses and deaths among children are not nationally reportable conditions, the numbers of deaths reported this season cannot be compared directly with previous influenza seasons, and the proportion of illnesses associated with death cannot be estimated.
IN OTHER WORDS, THERE IS NO WAY TO DECIDE WHETHER, AMONG CHILDREN, THIS IS A BAD FLU SEASON.
SO THE PR PUSH TO GET EVERYBODY VACCINATED WITH A SUBSTANCE WHICH OFTEN CONTAINS MERCURY AT HIGH LEVELS IS COUNTER TO HEALTH, IS A MAJOR OFFENSE.
THE CDC KNOWS VERY LITTLE ABOUT THE VACCINE STATUS OF THE KIDS WHO DIED. THE CDC KNOWS VERY LITTLE ABOUT THE ACTUAL FLU STATUS OF THE KIDS WHO DIED. THE CDC IS PUSHING A DANGEROUS VACCINE.
OTHERWISE, THEY’RE PERFECT.
JON RAPPOPORT
www.nomorefakenews.com

And here is an archived copy of that New York Times article:  93 Children Have Died From Influenza, C.D.C. Reports

BIBLIOGRAFIA
1 - Jefferson T. Influenza vaccination: policy versus evidence. BMJ 2006; 333: 912-915.
2 - Jefferson T, Smith S, Demicheli V et al. Assessment of the efficacy and effectiveness of influenza vaccine in healthy children; systematic review. Lancet 2005; 365: 773-780.
3 - Szilagji PG, Fairbrother G, Griffin MR, et al. Influenza vaccine effectiveness among children 6 to 59 months of age during 2 influenza seasons. Arch Pediatr Adolesc Med 2008;162:943-51.
4 - Jefferson T, Di Pietrantonj C. Inactivated influenza vaccines in elderly – are you sure? Lancet 2007;370:1199-00.J
5 - Jefferson T. The prevention of seasonal influenza — policy versus evidence. BMJ 2006;333:912–915.
6 - Jefferson T. Influenza. Clinical Evidence. Available at http://clinicalevidence.bmj.com/ceweb/conditions/ind/0911/0911.jsp 
7 - Jefferson T. Influenza. Clinical Evidence. Available at http://clinicalevidence.bmj.com/downloads/05-10-09.pdf
8 - Govaert TM, Thijs CT, Masurel N, et al. The efficacy of influenza vaccination in elderly individuals. A randomized double-blind placebo-controlled trial. JAMA 1994;272:1661–1665.
9 - 4. Jefferson T, Di Pietrantonj C, Debalini MG, et al. Relation of study quality, concordance, take home message, funding and impact in studies of influenza vaccines: systematic review.
BMJ 2009;338:b354.
10 - Grandori L. Vaccinare contro l'influenza i bambini sani: con quali obiettivi. Quaderni ACP 2007;14(3):122-230; 340:c2947 QQACP7; 14(3): 122-123
11 - McIntosh K, Lieu T. Is it time to give influenza vaccine to healthy infants? N Engl J Med 2000;242:275-6.
12 - Goodlee Conflicts of interest and pandemic flu. F.BMJ 2010; 340:c2947
13 - Jordan R, Olowokure B. In direct community protection against influenza by vaccinating children: a review of two recent studies from Italy and United States. Eurosurveillance Weekly 2004 Dec 16;12(51) 041216.
14 - Esposito S, Marchisio P, Bosis S. Clinical and economic impact of influenza vaccination on healthy children aged 2-5 years. Vaccine 2006;24:629-35.
15 - Bruzzone M.Grazia,Ricominciano le polemiche sui vaccini anti influenza. Lastampa.it
16 - Brownlee S
. Lenzes J. Internazionale 2009 nov;36-44

Per altra BIBLIOGRAFIA vedi: Influenza e Vaccini

Ricordiamo anche che le alterazioni degli enzimi, della flora, del pH digestivo e della mucosa intestinale influenzano  la salute,  non soltanto a livello intestinale, ma anche a distanza in qualsiasi parte dell'organismo.

Se vuoi conoscere il tuo stato di Benessere e migliorarlo con queste speciali apparecchiature modernissime,  che neppure gli ospedali hanno, prenota via mail la consulenza QUI. Esso permette anche di analizzare qualsiasi prodotto esistente e la sua compatibilita' o meno, con il soggetto analizzato
.
 vedi anche: Medicina Quantistica
 Quindi se volete fare un Test di Bioelettronica (test di controllo del livello di Salute_benessere)
....
 -
scrivete QUI: info@mednat.org