L'agopuntura (zhēn jiǔ in cinese mandarino) è una medicina alternativa che fa uso dell'inserzione di aghi in taluni punti del corpo umano al fine di promuovere la salute ed il benessere dell'individuo.
L'origine dell'agopuntura in Cina è incerta. I primi riferimenti bibliografici a questa pratica sono presenti nell'antico testo cinese Huangdi Neijing, il leggendario Fondamenti di medicina interna (Story dell'agopuntura) che fu compilato 305–204 a.C.
Prima di ciò, è ipotizzabile che venissero utilizzati strumenti in pietra o in osso, e quindi assolutamente lontani dalla visione che abbiamo oggi della pratica. La pratica si diffuse secoli fa in molte parti dell'Asia; attualmente include nel suo corpo teorico-pratica anche la medicina tradizionale cinese ed alcune sue forme sono anche descritte nella letteratura della medicina tradizionale coreana, nella quale viene chiamata yakchim, come pure in India.
Con il termine Agopuntura si quindi intende la stimolazione di punti della superficie corporea per mezzo di strumenti appuntiti (di legno, di osso, di ferro, di acciaio ecc.) a scopo terapeutico.
Sono stati trovati degli aghi primordiali in silice, osso, bambù, terracotta, risalenti a circa 5000 anni or sono.
Questa tecnica è stata importata in Europa dall’estremo oriente, dai Gesuiti nel 1600.
Il primo trattato uscì nel 1671 ad opera dell’Harvieu; questa tecnica è basata sul riordino dei 2 lati dell’Energia dell’Universo: quella positiva (E+) e quella negativa (E-), chiamate in estremo Oriente fin dall’antichità, forze Yang e Yin.

vedi:
http://www.geocities.com/HotSprings/Spa/4836/pvw18.html

Per la Medicina Orientale ed in particolare per quella tradizionale cinese, uomo e mondo naturale sono un tutto unico.
Il vero medico per guarire il paziente deve innanzitutto ricreare l’armonia fra gli “opposti”, tenendo conto che tutti i mutamenti fisici sono sempre legati anche a quelli del clima ed al luogo ove la persona vive.
Il ripristino di quest’ordine lo si ottiene, in certi casi, (negli altri casi vedi: Fondamenti della Medicina Naturale  +  Cure naturali) anche con questa tecnica: l'Agopuntura
Conficcando degli aghi particolari, in punti precisi del corpo indicati da mappe millenarie; una volta conficcati questi aghi, si devono produrre determinati movimenti rotatori e di leggera pressione, lasciandoli da pochi minuti a molte ore per certi casi. Questi aghi possono essere di diversi metalli a seconda di ciò che si desidera ottenere.
Il principio dell’agopuntura è quello del poter cortocircuitare (caricare o scaricare) i vari strati del corpo in modo da riequilibrare i campi ionici e le differenze di carica elettronica, che sempre si producono tra i vari strati e sistemi (nervoso, urinario, linfatico, circolatorio, epidermico, muscolare, osseo, ecc.).

L’elettro diamagnetismo corporeo segue le leggi della Fluidodinamica ed è regolato e centro mosso dall’Ego/  IO SONO (lo Spirito incarnato forma l'Anima Vivente) e sempre nel caso di “malattie”, l’energia non circola perfettamente in tutto il corpo; questo processo di blocco dell’elettromagnetismo in certe parti del corpo, crea tutti i vari sintomi di dolore, che si hanno quando si è malati, realizzando intossicazioni elettro bio chimiche nel sito del dolore.

Ideologia dell'Agopuntura:
Gli abitanti della Terra utilizzano le due forze principali (Solare, di colore giallo e quella Terrestre di colore blu, infatti l’emissione di quest’ultima energia si rispecchia nell’atmosfera rendendola azzurra) che entrano nel corpo e si incontrano in esso modulandolo e mantenendolo Vivente.
Con le apparecchiature bio elettroniche si è in grado di misurare tutte le interazioni che intervengono dopo applicazioni di agopuntura.
L’agopuntura è spiegata precisamente dalla Bio elettronica, poiché le proprietà delle molecole sono sostituite dalle proprietà degli Ioni ed il tutto è soggetto alla legge dei “quanti”.
Per esempio con la termografia si può intravedere come funziona il mondo delle energie corporee, (quelle termiche), le quali si muovono seguendo le Leggi della Fluidodinamica.

L’agopuntura utilizza delle mappe nelle quali sono indicati i “meridiani” ed i ”paralleli” del corpo; per essere più precisi dovremmo parlare non di linee, ma di punti energetici.
Questi punti sono anche localizzabili con delle semplici apparecchiature bio elettroniche.

Lo Yin e lo Yang sono gli antichi nomi Orientali della manifestazione per opposti (E+ ed E-) della Forza Eterica Informata (E), che è l’Elemento costituente dell’InFinito - eternamente Instabile - che permette la manifestazione nella Energia neutra a massa relativa ovvero la Materia sempre più complessa, fino all’Uomo ed oltre; senza questo principio di “dualità” non vi può essere Manifestazione, né presa di Coscienza su di Ella.
In effetti solo la dualità permette l’identificazione di un elemento in rapporto all’altro.

Il caldo esiste perché conosciamo anche il freddo e viceversa; senza luce non vi può essere comprensione delle tenebre; il principio maschile lo si comprende in funzione della esistenza di quello femminile ecc.; lo Yin (freddo) e lo Yang (caldo) esistono ovunque; essi sono il principio stesso della manifestazione permettendo la comprensione di ogni cosa attraverso la legge degli opposti: tesi, antitesi = giudizio = presa di Coscienza.

Tutta la pratica dell’agopuntura è essenzialmente legata alla teoria dello Yang e dello Yin che generano i cinque elementi e che è tipica della dottrina medica orientale (essa data da più di 6 mila anni) oppure la si ritrova nel culto Egizio (di 3.500 anni or sono) negli dei “Aton” (od Atom Atun), la Luce ed “Amon” le Tenebre, il nascosto, simboli del sistema binario, duale (E-) + (E+) = E materializzata) con il quale l’UniVerso si manifesta); la si ritrova anche nell’Ebraismo, nella stella di Davide con i 2 triangoli contrapposti e soprattutto nel nome (Schem) di Dio che è composto da quattro lettere di cui due uguali, ma complementari o nella teoria dei cinque elementi rappresentata graficamente nella stella a cinque punte abbinata con il nome in antico Ebraico di Dio, il Tetragramma (YAOUE`- Yod, Hé+; Vau, Hé- ) e con l’aggiunta di una quinta lettera, lo Schin, quale segno del fuoco purificatore e Traslatore, con la funzione del Trasferire da uno stato ad un altro.
Il nuovo nome che nasce da questa unione tra il Tetragramma e lo Schin, come suono diviene (YASHOUE’ - Yod, Hé-, Schin, Vau, Hé+), nome Ebraico il quale indica lo scopo della vita dell’Essere umano, cioè la funzione del divenire dell’Uomo, ovvero l’Uomo che si purifica per divenire Puro, per poter incarnare “Dio” nella forma, ovvero il dio uomo; gli Ebrei chiamavano questo divenire anche con un altra espressione: l’incarnazione della SCHEKINA; i cristiani Greci lo hanno chiamato “Gesù detto il Cristo”, che è sinonimo della Shekina Ebraica; i religiosi cristiani lo identificano erroneamente in un unico uomo e non nella possibilità del divenire di tutti gli esseri umani.

In questa tecnica medio orientale, si chiama YAOUE’, il Padre, il Creatore (con relativo ciclo) e YASHOUE’, il Figlio, il Traslante, il Trasformatore (con relativo ciclo); questi due aspetti o cicli, sono identici alla teoria Orientale che li chiama: Legge di Generazione (Padre), Legge di Controllo (Figlio).
L’Uomo in piedi con gambe divaricate e braccia aperte orizzontalmente, disegnato da Leonardo da Vinci, descrive tutti questi concetti, ma purtroppo non è stato compreso.

I 2 lati contrapposti dell’energia (maschile E+ e femminile E-) rispettivamente Yang e Yin, determinano la “nascita” di 5 (cinque) forze, elementi energia e queste entrano a far parte dell’UniVerso, attraverso tutti i “piani” della Manifestazione:
1) Spirituale o Divino: (Coscienza, pensiero = elaborazione dell’informazione con intelletto).
2) Emozionale od Astrale: (desideri, emozioni, sensazioni).
3) Fisico o Materiale: (i corpi nei quali si sviluppano i precedenti piani).

Sul piano fisico si possono identificare rispettivamente con:
- : nelle tecniche naturali, si ritrova nell’energia derivante dai processi di trasmutazione atomica, metabolici, ciclo di Krebs, trasformazioni in energia che avvengono nel corpo attraverso l’assunzione dei cibi, la fotosintesi della luce sulla pelle, ecc.
La cromo terapia (terapia con la luce) con la terapia solare o lunare, la magneto terapia; il digiuno che utilizza l’etere come nutrimento, l’agopuntura, le tecniche di digitopressione e la prano terapia, ecc., sono tecniche che rientrano nell’uso delle energie di questo elemento.

- FUOCO: l’energia derivante dal e nel corpo umano, sopra tutto quella dal calore che l’intestino produce nello scambio bio chimico che esso attiva con funghi, microbi, enzimi, ecc., aiutando la fermentazione di cibi introdotti, per poterne estrarre i fattori vitali; in Medicina Naturale o Biologica si usano tecniche di aumento termico (termo terapia) che con il caldo possono aiutare in certi casi.

- ARIA: Le varie cariche elettroniche che l’aria/atmosfera contiene, lo scambio energetico, la scissione in molecole (ossigeno, anidride carbonica) che avviene nei polmoni; in Medicina Biologica si effettuano tecniche cambiando il luogo di abitazione in fase di terapia a seconda delle necessità di ognuno.

- ACQUA: Ogni liquido introdotto nell’organismo per via orale o cutanea; l’uso delle tecniche di Medicina Biologica chiamate Idro terapiche interne, clisteri ecc.; esterne bagni, abluzioni, urino terapia, ecc., o la parte liquida dei prodotti alimentari.

- TERRA: Ogni prodotto solido introdotto nell’organismo per via orale o cutanea; l’uso delle tecniche di Medicina Biologica interne od esterne tipo fango terapia, argilla, minerali, carboni, gli integratori e la parte solida dei prodotti alimentari.

Nell’agopuntura, queste teorie si basano sui rapporti che intercorrono fra questi cinque elementi; in alcune scuole i 5 elementi sono chiamati anche in altro modo, ma il principio è identico: Etere (Legno) - Fuoco - Terra - Aria (Metallo) - Acqua. Questi nomi sono anche gli antichi nomi dei vari stati della materia.

Vi indichiamo le corrispondenze analogiche di questi elementi:
L’Etere (fegato, vescica biliare) è padre nel corpo umano del Fuoco (cuore, intestino tenue) questi è padre della Terra (milza, pancreas, stomaco) a sua volta padre del Metallo (Aria) (polmoni, colon) infine padre dell’Acqua (reni, vescica).
Ovviamente secondo questa consequenzialità ogni padre è anche figlio del precedente padre ecc.
Questa sussequenza si chiama circolo della Manifestazione, Generazione, che quando è invertito forma il cerchio della distruzione, morte.

Altra legge di interdipendenza è quella di “Controllo”:
Il Legno controlla la Terra, il Fuoco controlla il Metallo, la Terra controlla l’Acqua, il Metallo controlla il Legno, l’Acqua controlla il Fuoco; questa teoria è una sotto teoria di quella dello Yang/Yin, Vuoto - Pieno, Positivo - Negativo ecc.

Anche tutta la teoria della Bio elettronica è fondata su questa affermazione; essa dimostra con apparecchiature elettroniche la veridicità di queste antichissime conoscenze, che la moderna medicina Universitaria imperante, non ha ancora compreso.
A questi ultimi ricordiamo che per esempio il pH (del sangue, delle urine, della saliva, delle feci ecc.) può essere acido, basico; la quantità dei minerali contenuti in essi può essere alta, bassa, la potenzialità elettrica di una soluzione può essere positiva o negativa; la loro resistività elettrica (o potere dielettrico) può essere debole o forte; ogni manifestazione della vita si identifica con questi parametri duali.

Indichiamo qui sotto i vari rapporti analogici della tecnica dei cinque (5) elementi:
Legno = fegato, acido, occhi, lacrime, cistifellea, muscoli, est, alba, primavera, vento, controllo emotivo, ira, verde ecc.
Fuoco = cuore, amaro, lingua, sudore, intestino tenue, alito, circolazione, saliva, caldo estate, sud, gioia, rosso ecc.
Terra = milza, dolce, bocca, saliva, tarda estate, centro, pancreas, stomaco, connettivo riflessione, umido, bava, giallo ecc.
Metallo (in occidente è stato chiamato Aria) = polmoni, piccante, naso, sputo, autunno pomeriggio, ovest, colon, naso, pelle, tristezza, siccità, catarro, bianco ecc.
Acqua = reni, salato, urine, vescica, orecchie, ossa, freddo, inverno, notte, nord, paura, nero ecc.

A seconda degli organi o sistemi investiti dai disequilibri,  in agopuntura oltre al trattamento degli aghi si devono assumere degli “integratori d’informazione”, degli integratori naturali, delle tisane adatte a tonificare o disperdere le energie. 
Le forze Yin e Yang, quando non sono nei giusti rapporti fra di esse, scompensano organi e sistemi.

Possiamo suddividere il corpo umano in 6 zone: quella cerebrale, laringea, toracica, epigastrica, sotto ombelicale e pelvica.
Esempio
Zona pelvica:
in questa zona vi si trovano molti organi dai quali dipende l’espressione della propria personalità (maschile o femminile); se vi sono malesseri in questa zona sicuramente vi è un disordine termico/nutrizionale di uno o più organi ed un riordino nutrizionale può essere sufficiente.
Se avete dubbi profondi rispetto a voi stessi, ciò significa che non  avete più coscienza della realtà della vostra esistenza e non sapete più esprimere il vostro IO SONO - Ego, “Io esisto” e di conseguenza vi è perturbazione degli orgasmi in questa zona, ma sopra tutto  Prostata ed Utero.
Dubbi nei rapporti con gli altri, determinano malesseri nel sistema dell’erezione del pene ed in quello vaginale/clitorideo.
I malesseri nella sessualità sono legati ai disordini relazionali fra il maschio (Yang) e la femmina (Yin) nell’espressione della virilità maschile o femminile. Nella tradizione popolare la femminilità è manifestata nel seno e la mascolinità nel “pomo di adamo” (laringe) ed esiste l’interazione nella zona pelvica.

Vescica/Reni sono organi di coppia che corrispondono alla sicurezza ed alla lucidità mentale.
Essere legati a delle paure od avere punti di vista non propri (mancanza di obiettività), non accettare di vedere la realtà, possono esseri i motori determinanti per i problemi a questa coppia di organi, ma sopra tutto sulla vescica.
-
I Reni sono il sistema filtro e di eliminazione per eccellenza; quando vi è un super lavoro alimentare (mangiar troppo e male) o vi sono degli stress essi alterano la loro funzionalità.
Se essi riescono malgrado tutto ad eliminare correttamente i parassiti e le tossine, vi saranno sicuramente ripercussioni su altri organi (tiroide e colon) o sistemi (turbamenti endocrini, urinari, di fegato, cuore) che dovranno lavorare in sovraccarico.
- Il Colon, i malesseri legati a quest’organo sono legati ai problemi di assimilazione digestiva o di evacuazione biliare che si manifestano con mal funzione del transito intestinale, “andare in bagno”, per certe persone diviene un problema ossessivo.
La costipazione (stichezza) è molto spesso il risultato di una “contrazione” psicologica; una personalità chiusa ha molto più probabilità di essere costipata rispetto ad un’altra.

Zona Epigastrica: in questa zona (fegato, pancreas stomaco, vescica biliare, intestino tenue), vi si esprimono positivamente il “coraggio”, la forza nell’azione della vita quotidiana e negativamente lo “abbattimento”, lo sconforto, la mancanza di energia; la “capacità” di stare davanti alle prove, alle situazioni ed all’autocontrollo; molte persone dicono di avere difficoltà di digestione stomacale adducendo che il loro stomaco è bloccato, questo è vero in quanto le prove della vita non riescono a digerirle.
-
Il Pancreas (Pan-creas, crea- tutto), ciò significa che è l’organo fisico che collabora, attiva e stimola la “creatività”.
-
Il Fegato è l’organo del metabolismo per eccellenza; può assumere all’occorrenza il ruolo di disintossicazione di diversi organi quando essi non assolvono alle loro normali funzioni.
Collera o autocontrollo di sé, questa tensione si ripercuote sul fegato che alla lunga si “ingorga” e la vescica biliare sovraccaricata, determina molte volte la tensione anomala di certi individui che si fanno “biliosi”.
-
L’Intestino Tenue è l’organo centrale per l’assorbimento delle sostanze alimentari; quando un individuo non sceglie in modo naturale (secondo il proprio gusto, non corrotto dalla pubblicità) i cibi per il suo organismo egli non riesce facilmente e riconoscerli e ciò attiva un mal assorbimento con ripercussioni sull’equilibrio ponderale.
Esso è condizionato dalle situazioni che viviamo ad ogni istante e se le scelte conseguenti non sono di nostro gradimento, esso ne risente immediatamente e molto spesso perdiamo od aumentiamo di peso, perché assimiliamo di più o di meno.

Zona Toracica: è la zona dei “sentimenti”, comunicazione e partecipazione (comunione);
-
i Polmoni sono la connessione con l’elemento “aria”, zona ove avviene la “combustione” delle sostanze che compongono l’aria; i disequilibri nutrizionali (minerali e vitamine, fattori vitali essenziali) possono alterare l’automatismo del “soffio vitale”.
Tutto ciò che impedisce l’espressione del soffio, le contrarietà psichiche che vi fanno mancare il fiato, l’impossibilità di riuscire a vivere i propri ideali, il perfezionismo non vissuto altera le funzioni dei ritmi di questi organi. L’incapacità all’eliminazione delle sostanze tossiche da parte dei polmoni è sempre correlata con quella dell’intestino (colon).
-
Il Cuore, organo estremamente sensibile, alla riconoscenza di sé e degli altri cioè all’amore, alla donazione, alla partecipazione, ma anche ai lati negativi del non amore, all’odio, all’egocentrismo, all’indifferenza, agli stress, alla fatica, ai ritmi della vita non in sintonia con quelli dell’UniVerso, l’alimentazione non naturale, tabagismo, alcolismo, ecc.; esso è determinante per la “comunicazione” dell’informazione per le cellule di tutto l’organismo.
- Le arterie e le vene sono i “tubi” trasportatori del sangue “rosso” vitale e “nero” sporco, tossico; esse incanalano, fanno affluire e defluire le informazioni pompate dal cuore, in tutto il corpo; esse soprassiedono allo “scambio” dell’informazione, infatti quando un individuo  non “dona”  e si ritrae su di sé, egli perturba il suo sistema arterioso; quando non accetta di “ricevere” perturba quello venoso.
-
I Seni sono i “segni” più evidenti, stanno sul torace nella parte anteriore del tipo di personalità.

Zona Laringea: qui si evidenzia il verbo, la parola, l’espressione; da qui dipende l’espressione armoniosa di sé; se si è tranquilli ed in armonia, la parola è ferma, decisa e corretta, se al contrario non siamo in “sintonia” la voce trema, si fa debole o troppo forte e cambia di tono.
-
La Tiroide gioca fin dal 18° giorno dal concepimento, un ruolo importante nella formazione del Sistema Nervoso Centrale (SNC); una sua mal funzione è determinata sopra tutto dalle perturbazioni metaboliche (assimilazione o meno dei fattori vitali essenziali, minerali, vitamine, ecc.), ma l’autocensura è il suo elemento spirituale scatenante.
-
La Laringe, nel maschio al momento della pubertà la voce si differenzia e evidenzia la virilità, ed il desiderio di affermazione o meno, modifica lo stato della zona e di conseguenza altera il timbro della voce.

Zona Cerebrale: “luogo” ove avviene il ri-conoscimento o ricostruzione della “realtà”; essa ha come compito di sintetizzare e memorizzare il vissuto per mezzo dei 5+1 = 6 sensi,  l’incapacità o il non volere ri-conoscere la realtà porta inevitabilmente ad una iper o ipo funzione neuronica, il che determina una indisposizione all’adattamento.
-
L’Ipotalamo, interviene nella regolazione del sistema ormonale ricevendo informazione da tutti i suoi organi e deve intervenire se può per sormontare le difficoltà riscontrate.
-
I Capelli, sono da sempre simbolo di “potenza e libertà” sia nel maschio che nella femmina; oltre ad essere antenne ricetrasmittenti delle energie Yin e Yang (E- ed E+), essi a seconda della loro  lunghezza attivano e regolano il SNC e di conseguenza il tono della spiritualità dell’essere.
- I 5 sensi: Toccare corrisponde in Agopuntura all’Etere; la Vista al Fuoco; l’Odorato all’Aria; l’Udito all’Acqua; il Gusto alla terra. Il 6° senso è l’arricchimento della Conoscenza.

Il medico agopuntore deve sapere, esaminando il polso del malato, se tonificare o disperdere le energie; inoltre ogni vero agopuntore deve essere un conoscitore fitoterapico, ogni antico e moderno medico orientale è anche un buon tecnico erborista.
Il vero agopuntore deve saper utilizzare gli aghi nei modi adatti ai vari scopi da ottenere; vi sono direzioni e profondità precise da seguire, tempi da rispettare e manipolazioni da eseguire durante la pratica di questa tecnica.

Il più noto risultato dell’agopuntura in Italia è quello dell’anestesia praticata su pazienti prima e durante le operazioni chirurgiche; essa è stata accettata solo dopo molti anni di derisione e di resistenza.
Si auspica che questa tecnica sia sempre più adoperata negli ospedali per togliere tutti gli effetti terribilmente negativi di tutti i prodotti chimici utilizzati per le anestesie.
Ci vogliono anni per poter eliminare sia gli effetti, sia i prodotti aspirati od iniettati prima di qualsiasi operazione.

Questa scienza millenaria deve essere utilizzata per ottenere i massimi effetti duraturi, assieme alla Energo Kinesiologia, alla dottrina termica ed alle altre tecniche della Medicina Biologico Naturale.
A coloro che utilizzano queste tecniche ricordiamo  di leggere  anche cio' che e' descritto in Cure naturali, in quanto pensare che questa tecnica risolva da sola i vari problemi della salute e' puramente illusione - occorre adeguarsi e praticare il ns.:  Protocollo della Salute

Ricordiamo
anche che le alterazioni degli enzimi, della flora, del pH digestivo e della mucosa intestinale influenzano  la salute,  non soltanto a livello intestinale, ma anche a distanza in qualsiasi parte dell'organismo.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Diagnosi tradizionale in Agopuntura
L'agopuntore decide i punti da trattare osservando e mettere in discussione il paziente al fine di fare una diagnosi secondo la tradizione che lui o lei utilizza. In TCM, ci sono quattro metodi diagnostici: ispezione, auscultazione e l'olfatto, interrogandosi e palpazione.
- Ispezione si concentra sul viso e in particolare sulla lingua, comprese le analisi la linguetta dimensioni, forma, tensione, colore e rivestimento e l'assenza o la presenza di tracce di denti intorno al bordo.
- Auscultazione e l'olfatto si riferiscono, rispettivamente, all'ascolto per i suoni particolari (ad esempio dispnea) e la partecipazione all'odore del corpo.
- Indagatore si concentra sulle inchieste"sette", che sono: brividi e febbre; traspirazione; appetito, di sete e di gusto; defecazione e minzione; dolore; sonno; menses e leucorrea.
- Palpazione include la sensazione del corpo per tenera "ashi" punti e palpazione della sinistra e destra radiale pulsa a due livelli di pressione (superficiali e profondi) e tre posizioni ' Cun, Guan, Chi ' (immediatamente prossimale per la piega del polso e l'ampiezza di uno e due dita prossimalmente, di solito palpazione con l'indice, il medio e anulare).
Altre forme di agopuntura impiegano tecniche diagnostiche aggiuntive. In molte forme di agopuntura classica cinese, così come l'agopuntura giapponese, palpazione di muscoli e 'hara ' (addome) sono centrali per la diagnosi.