Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


MELANOMA eliminato facilmente
con  TINTURA di IODIO e
Condiloma eliminato con Acqua basica al Bicarbonato di Sodio
Vedi anche Ciste nel braccio eliminata con Acqua basica
vedi: Terapia G. Puccio, dimostrazioni effetti del Bicarbonato di Sodio
CURE Naturali del Cancro
, qualsiasi
L'acidosi e' la base fisiologica del Cancro -  Il Conflitto Spirituale Irrisolto, ne e' la Causa primaria
Nutriterapia Biologica Metabolica x Cancro
  Circolazione sanguigna: prevenzione degli infarti e del cancro. I citrati eliminano calcificazioni arteriose. Gli ascorbati fanno il resto !

Caso clinico
Paziente di 60 anni affetta da melanoma palpebra inferiore destra con progressione anche nella congiuntiva.
Nell’ottobre 2000 le viene proposto trattamento laser e intervento chirurgico con successiva ricostruzione plastica.
La paziente, però, rifiuta momentaneamente le terapie proposte e si sottopone alle mie cure.
Per 10 giorni effettua dei lavaggi con bicarbonato di sodio nella congiuntiva, che eliminano completamente la massa che protudeva nel suo interno.
Per tutto il mese successivo viene effettuata una spennellatura con tintura di iodio al 7% al giorno sulla massa neoplastica ripetuta 20-30 volte nella stessa seduta, con il risultato di ottenere la quasi completa distruzione della neoplasia.
Viene ripetuto un ciclo con le stesse modalità dopo 1 mese, che porta alla sua eliminazione completa.
Le fotografie 1 e 2, fatte nel mese di ottobre 2000, che mostrano la neoplasia all’inizio, in realtà sono state prese quando era già incominciata la prima fase con il bicarbonato di sodio. Prima dell’inizio della terapia, la massa nell’occhio era ancora più grande.
Le fotografie 3 e 4, fatte nel mese di maggio 2002, dimostrano che la neoplasia, una volta sparita dopo una terapia durata 2 mesi, non si è più presentata a distanza di un anno e mezzo, permanendo solo un piccolo esito cicatriziale.
 

Commento Ndr: ....e non sono le sole dimostrazioni...ne abbiamo altre di medici che, seguendo le nostre indicazioni, hanno ottenuto risultati spettacolari con il cancro.

vedi anche Melanoma all'orecchio guarito con Tintura di Iodio (Testimonianza):
http://www.curenaturalicancro.org/base_schermo_grande_melanoma_orecchio.htm

Testimonianza: Melanoma al polpaccio guarito :
www.curenaturalicancro.org/base_schermo_grande_melanoma_polpaccio.htm

Testimonianza: Trattamento di Condiloma con  Bicarbonato di Sodio ed acqua
Sintesi di una esperienza vissuta in prima persona da un utente. - Tratto da: Luogocomune.net
Voglio riportare l´esperienza che ho fatto su me stesso con il bicarbonato di sodio.
Io sono stato affetto da condilomi al pene, molti anni fa, ed ho applicato la terapia convenzionale che prevede una innumerevole serie di sedute dal dermatologo, per bruciarli, visto che trattati in questo modo i condilomi ritornano.
Comunque sono guarito alla fine.

Alcuni mesi fa, pero’ mi sono ritornati, e la cosa mi creo qualche problema psicologico, visto che sapevo cosa avevo dovuto sopportare per toglierli la volta precedente.
Ma stavolta avevo letto di Simoncini e delle sue teorie sul bicarbonato di sodio.
Ho comprato una bustina di bicarbonato di sodio in polvere in farmacia, al costo di pochi euro.
Ne ho messo un po’ in un bicchiere, ed ho versato sopra un po’ di acqua, trattandosi di trattamento esterno non mi sono limitato ad una soluzione a bassa percentuale, ma ho fatto un po’ ad occhio, e praticamente ho utilizzato molto bicarbonato e poca acqua, formando una specie di cremetta bianca, che poi ho versato con un cucchiaino sulle parti infette e richiuso il prepuzio.
Il giorno dopo i condilomi sono diventati bianchissimi, ed un po’ maggiorati nella dimensione.
Il quarto giorno di trattamento (1 volta al giorno) sono definitivamente scomparsi.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Altro
Caso clinico: Paziente di 48 anni affetta da melanoma all'orecchio sinistro.
Nel febbraio 2011 le viene proposto l'intervento chirurgico con successiva ricostruzione plastica.
La paziente, però, rifiuta le terapie proposte e si sottopone alle mie cure.
Per tutto il mese successivo viene effettuata una spennellatura con tintura di iodio al 7% al giorno sulla massa neoplastica ripetuta 20-30 volte nella stessa seduta, con il risultato di ottenere la completa distruzione della neoplasia.

- diagnosi clinica e invito da parte dei medici ad operarsi: http://i48.tinypic.com/2cmr6v9.jpg
- lei rifiuta e inizia la terapia a base di T.I.: http://i47.tinypic.com/30m4vti.jpg + http://i49.tinypic.com/fvdzsw.jpg
- dopo 2 settimane di cura: http://i50.tinypic.com/16bzgiv.jpg
- dopo 4 settimane di cura si forma la crosta: http://i49.tinypic.com/344bbie.jpg
- dopo circa 6 settimane di cura; la terapia viene sospesa: http://i48.tinypic.com/2e1vatw.jpg

La neoplasia, una volta sparita dopo una terapia durata 2 mesi, non si è più presentata a distanza di un anno, permanendo solo un piccolo esito cicatriziale.
Considerazioni finali:
I melanomi possono essere distrutti con terapia locale con tintura di iodio opportunamente somministrata.
Nel caso vi sia una localizzazione secondaria ai linfonodi oppure c'è già un interessamento della membrana basale dell'epidermide, bisogna prima effettuare un ciclo endovena con flebo di bicarbonato di sodio al 5%, che impedisce la propagazione negli organi interni.
E' opportuno iniziare sempre in questi casi col bicarbonato, perché nel melanoma la candida, che si è abituata maggiormente a metabolizzare le proteine dello strato della melanina, quando viene aggredita dal bicarbonato,difficilmente riesce a sopravvivere.
Se si pratica invece l'operazione inversa, cioè se si comincia con la tintura di iodio, c'è il rischio che si spinga la candida celermente negli organi interni.
Così come ad esempio può accadere se si effettuano interventi chirurgici senza copertura con bicarbonato di sodio.
La terapia applicata in questo caso è risultata efficace anche con altri tumori della pelle come epiteliomi e basaliomi.

Dr. Tullio Simoncini (Oncologo)
Tratto da: www.curenaturalicancro.org


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Melanoma ? - Escluso in 1 secondo con la Semeiotica Biofisica Quantistica.
Il Reale Rischio Congenito di Melanoma.
Solo se vivrete in modo giusto, i sogni verranno da voi”. By Randy Pausch.

Melanoma: cose note.
Il melanoma è un tumore della pelle che colpisce ogni anno circa 6 mila italiani, con 1.200 morti. Questa cifra è sufficiente per evidenziare sia l’importanza della diagnosi precoce sia il senso ed il significato di un mio commento critico, messo in rete nel sito di Adnkronos recentemente, in risposta critica ad alcuni consigli pratici del Prof. Umberto Veronesi.
vedi: http://www.adnkronos.com/IGN/Salute/?id=1.0.2048876468
 
“Stagnaro ha scritto (08/04/2008 - ore 13:57). Non condivido affatto, more solito, le generiche affermazioni del Prof. Umberto Veronesi, che continua desolantemente a tacere sull’esistenza del Terreno Oncologico e del Reale Rischio Congenito Oncologico.
Il melanoma, a differenza di quello che pensa il celebre Oncologo, può insorgere esclusivamente in individui positivi per il Terreno Oncologico e naturalmente colpiti dal Reale Rischio Congenito di tumore della pelle, il melanoma appunto.

Una previsione, che l’ex-ministro della Salute potrebbe, se ci riuscisse, utilizzare per falsificare tutte le mie teorie in oncologia. Forse anche il Prof. sa che le affermazioni del tipo TUTTE sono ricchissime di informazioni e quindi, dal punto di vista epistemologico, passibili di facile confutazione ! Ebbene, ecco la mia affermazione-previsione: TUTTE le madri di pazienti sofferenti di melanoma sono portatrici di Terreno Oncologico, magari nella variante latente.

Infine, leggo nella notizia di Adnkronos: “(il melanoma, ndr.) colpisce ogni anno circa 6 mila italiani, con 1.200 morti”. Ebbene, a mio parere, di queste 1.200 morti annuali qualcuno, silenzioso sul Terreno Oncologico, dovrebbe sentirsi responsabile”.

Il breve commento, sebbene ignorato dal destinatario come facilmente previsto, mi ha suggerito  suggerito questo articolo, efficace contributo alla lotta al melanoma su vastissima scala ad iniziare dalla nascita dei singoli individui a rischio.

Nel pomeriggio dello stesso giorno, 8 aprile 2008, deciso a scrivere l’articolo, ho inviato al Prof. Paolo Manzelli, a cui devo la nascita e il  termine di Semeiotica Biofisica Quantistica, la seguente mail:

“Carissimo e preziosissimo amico Paolo,
sai dell’articolo inviato stamane al Direttore di un sito amico, sulla diagnosi di cuore sano in un secondo con la Semeiotica Biofisica Quantistica: il termine è tuo ! Ora ti informo, che ho appena scritto un commento su Adnkronos a proposito delle affermazioni del solito oncologo Umberto Veronesi sul melanoma. Spero che Adnkronos pubblichi anche questo commento. 
Mi sono soffermato sulla esistenza del Terreno Oncologico e del
Reale Rischio Congenito Oncologico nel melanoma, senza minimamente dire che, grazie alle tue “teorie” sulla Energia-Informazione, pura, catalitica, propria della realtà non locale, OGGI il medico può riconoscere o escludere in UN SOLO SECONDO il Reale Rischio Congenito di melanoma: non sarei stato capito…da chi NON vuole comprendere.
Ecco il mio esperimento: io – Terreno Oncologico positivo – non presento il reale rischio di melanoma; il riflesso gastrico aspecifico (= corpo e fondo dello stomaco si dilatano, mentre il giunto antro-pilorico si contrae) non appare affatto con l’inizio del pizzicotto cutaneo “intenso”. Tuttavia, applicata una molletta per appendere i panni (sono rimasto un povero medico pratico…) in un'altra area cutanea, causando localmente una ingravescente acidosi istangica (= il
Reale Rischio Congenito Oncologico, a causa del rimodellamento microcircolatorio, da me descritto, secondario alle mutazioni genetiche in cellula(e) della cute, secondo la teoria dell’Angiobiopatia, causa una ingravescente ipossigenzione dell’istangio), all’inizio dello stimolo intenso, compare, simultaneo, il riflesso gastrico aspecifico.
Inoltre, ripetuta la stimolazione dopo circa 15 sec. (aggravamento dell’ipossia nell’altra area cutanea !) il successivo, simultaneo, più intenso, riflesso gastrico aspecifico è seguito dalla Contrazione Gastrica tonica, caratteristica della lesione tumorale, ancorché iniziale.
Spero di essermi espresso chiaramente nell’illustrare questa ennesima corroborazione delle tue teorie, e delle  positive conseguenze nella Medicina sia Diagnostica sia Preventiva.
Il Prof. Umberto Veronesi (al quale, tu mi credi, auguro Ogni Bene) non capirebbe nulla di tutto questo !
Diceva Platone che alla base della Retorica c’è la Volontà di intenderci. Spiegato il motivo della povertà  ANCHE dei nostri politici !
Un abbraccio.
By dott. Sergio Stagnaro (medico)

Come sempre, immediata e saggia è stata la risposta di Paolo:
“Caro Sergio, perchè il tempo di diagnosi si riduca ad un secondo e' necessario che il medico quale ricettore di informazione abbia formato il cervello in modo da essere capace di capire e condividere ciò che tu hai sperimentato. Einstein disse che la scienza non e fatta di scoperte ma di dubbi che l' intelletto umano libero da condizionamenti può risolvere, infatti e' solo dai dubbi che può nascere una nuova scienza.
Paolo”

Chi legge l’abbondante letteratura sul melanoma rimane stupito per la vastità e profondità delle attuali conoscenze dei clinici, dermatologi e oncologi, su questo argomento dal punto di vista biologico molecolare, fisio-patologico, istologico, assai meno da quello della diagnosi precoce, che tale in realtà non è mai con il solo aiuto delle attuali semeiotiche, inclusa quella per immagini ed il laboratorio.
Tuttavia, uno spirito libero di pensare e con la mente aperta rimane di gran lunga più stupefatto di fronte alla elevata mortalità annuale per questo tumore !
Per questi fatti non confutabili, vediamo i reali motivi dell’ennesima sconfitta che l’Oncologia  registra anche nella lotta al melanoma.

Melanoma: cose ignorate o acriticamente rifiutate.
Il melanoma “può” colpire soltanto soggetti positivi per il Terreno Oncologico e il Reale Rischio Congenito di melanoma.
Questi nuovi concetti medici sono ormai conosciuti in tutto il mondo perchè pubblicati in famose riviste e/o nei loro websites. Unica eccezione è rappresentata dalla stragrande maggioranza degli oncologi, specialmente italiani, tutti finora d’accordo sia nel rifiutare un confronto su questi argomenti, sia nel rispondere alle mie domande inquietanti sulla esistenza o meno di questa predisposizione al cancro, solido e liquido (ibidem).
L’alterazione del sistema psiconeuroendocrinoimmunologico, fondato sopra una citopatia mitocondriale funzionale trasmessa dalla madre, l’Istangiopatia Congenita Acidosica Enzimo-Metabolica, è diagnosticato e quantificato con un semplice fonendoscopio a partire dalla nascita.
A sua volta, il Reale Rischio Congenito Oncologico, dipendente dal Terreno Oncologico, caratterizzato da un tipico rimodellamento microcircolatorio, dove il ruolo centrale è svolto dai Dispositivi Endoarteriolari di Blocco neoformati-patologici, tipo I, sottotipo a) oncologici, è riconosciuto clinicamente in modo quantitativo ed agevolmente monitorato.

Come si legge nella lettera inviata a Paolo Manzelli, nel sano, il pizzicotto cutaneo “intenso” (preferendo la cute di un arto,, per motivi semeiotico-biofisico-quantistici), non provoca “simultaneamente” il riflesso gastrico aspecifico, ma dopo un tempo di latenza di 16 sec. precisi indipendentemente dall’età - vedi in Scienza, e in www.semeioticabioficia.it

Al contrario, nel soggetto con Terreno Oncologico e Reale Rischio Congenito di melanoma, localizzato in qualsiasi area cutanea, l’inizio della “intensa” stimolazione della pelle mediante pizzicotto è “simultanea” al riflesso gastrico aspecifico, seguito dopo due secondi circa dalla Contrazione Gastrica tonica, caratteristica espressione semeiotico-biofisica di lesione neoplastica.

I valori parametrici sono in relazione alla gravità della sottostante alterazione; le intensità estreme dei valori parametrici sono di 0,5 cm. nel lieve Reale Rischio Congenito e 2 cm. o più nel melanoma in atto.
Ne consegue che l’assenza del riflesso gastrico aspecifico, simultaneo alla intensa stimolazione cutanea, permette al medico di escludere bedside in 1 secondo la presenza non solo di un melanoma, ma anche quella del suo Reale Rischio Congenito.

In caso positivo, successivamente il medico individua la sede esatta della patologia mediante pressione lieve-moderata, mirata, prima manuale e poi  digitale, per ovvii motivi di praticità, causa della nota sintomatologia semeiotico-biofisica (Stagnaro-Neri M., Stagnaro S. Introduzione alla Semeiotica Biofisica.
Il Terreno Oncologico. Ed. Travel Factory, Roma, 2004.   http://www.travelfactory.it
Alla base di questa semplice manovra, affidabile nell’escludere in un secondo sia il melanoma sia il suo reale rischio, è la realtà non locale, insegnatami all’età di 76 anni da Paolo Manzelli, e che non ho mai trovato prima in nessuna delle infinite ed ineffabili creazioni scientifiche di tantissimi illustri colleghi.

Diagnosticato il reale rischio, lo si tratta con la dieta, etimologicamente intesa, nota perfino agli oncologi, ma specialmente con la somministrazione per tutta la vita di Melatonina-Coniugata, secondo Di Bella-Ferrari, associata ad applicazioni di NIR-LED, in modo personalizzato.

Il melanoma in atto, invece, diagnosticato rapidamente in pochi secondi, può essere affidato allo specialista oncologo.
By dott. Sergio Stagnaro - Fondatore della Semeiotica Biofisica Quantistica - dottsergio@semeioticabiofisica.it

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

TINTURA di IODIO, per la CURA di LESIONI CARCINOGENE della PELLE - ULTERIORI CONFERME:
Ecco l' articolo di un medico canadese esperto di problemi di tiroide, dott. David Derry, che conferma che la tintura di Iodio e' efficace nel rimuovere questi problemi; i particolari li trovate QUI nella traduzione in italiano:
Tratto da: http://thyroid.about.com/library/derry/bl2a.htm

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

ALTRI CASI di GUARIGIONE da MELANOMA

Eccovi una delle nuove tante testimonianze per la cura del Melanoma cutaneo, curato dal dott. T. Simoncini, Oncologo. con una semplice terapia a base di T.d.I. (tintura di iodio).

FOTO N.1
Antebrazo izquierdo 2 melanomas recidiva (avambraccio con recidiva di 2 melanomi) :
http://www.freeimagehosting.net/7a156

FOTO N.2
Antebrazo izquierdo  al 6º dia tratamiento (avambraccio dopo il 6 giorno di trattamento con terapia T.D.I.) :
http://www.freeimagehosting.net/c894e

FOTO N.3
Antebrazo izquierdo con la aplicacion de yodo formacion de la tercera escara (Avambraccio al 16 giorno di trattamento forma crosta) :
http://www.freeimagehosting.net/f9a22

FOTO N.4
Copia de Antebrazo izquierdo (avambraccio al 28 giorno di trattamento):
http://www.freeimagehosting.net/3542a

FOTO N.5
Copia de Antebrazo izquierdo (avambraccio al 36 giorno di terapia, la quale viene sospesa in quanto il paziente e' guarito) :
http://www.freeimagehosting.net/50b42

Conclusione:
Il caso illustrato dimostra inequivocabilmente quanto sia efficace l'azione della tintura di iodi nei confronti delle masse neoplastiche, cioè fungine. Una strada che si dimostra così efficace, innocua e immediata, andrebbe sempre tentata.
By dott. T. Simoncini, Oncologo.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Il Cancro nasce in sintesi e secondo la Medicina naturale, perche' l’organismo del canceroso e' intossicato, e la microcircolazione, nei tessuti intossicati, viene ad essere alterata, producendo, a valle di essa, nelle cellule dei tessuti investiti da quel processo: malfunzione cellulare, (nutrimento ed eliminazione = respirazione cellulare alterata = metabolismo alterato = malnutrizione cellulare e tissutale assicurata), producendo successivamente infiammazione nei tessuti e stress ossidativo cellulare e per caduta immunodepressione, e parallelamente alterazione anche del sistema enzimatico per la precedente alterazione della flora batterica, pH digestivo non regolare (e quindi l'organismo e' mancante di minerali e vitamine ed in stato di acidosi), in quelle condizioni esso e' molto facilmente parassitato da certi, parassiti batteri e funghi (candida) i quali producono anche tossine ed ulteriori infiammazioni: Ma tutto cio' e' "gestito" come Causa primordiale dai Conflitti Spirituali (consci ed inconsci) e dall'intenso stress  del vissuto.
Il Cancro quindi e' una malattia MULTIFATTORIALE.
Quindi il medico, il terapeuta od il soggetto stesso DEVONO operare seguendo la stessa strada percorsa per l'
ammalamento.
Cioe' devono lavorare per
disintossicare il malato + disinfiammare l'organismo ed i tessuti interessati, ripristinare il pH digestivo, e normalizzare le digestioni + il malassorbimento sempre presente nel malato ed eliminare quei parassiti, batteri e funghi, che hanno proliferato in modo abnorme, per mancanza dei loro antagonisti + rinforzare il sistema immunitario SEMPRE compromesso in TUTTI i malati, cancerosi compresi ed eliminare i Conflitti Spirituali (quali Vere Cause) e lo stress esistenti, oltre a lavorare sul metabolismo alterato per ridurre ed eliminare lo stress ossidativo cellulare e quindi quello tissutale, sempre presenti in qualsiasi malattia e specie nel cancro, per i danni alla microcircolazione indotti dalle intossicazioni piu’ o meno intense.

L'acidosi e' la base fisiologica del Cancro -  Il Conflitto Spirituale Irrisolto, ne e' la Causa primaria
Cancro = Combattere l'acidita' per sconfiggerlo - Le ultime ricerche
CRAP: Nutriterapia Biologica Metabolica x il Cancro e non solo:  Terapia Biologica Metabolica CRAP + Cura metabolica per il Cancro +
 Stress Ossidativo + PREVENZIONE, TERAPIA per il Cancro, perche' NON si vuole applicare ? + Terreno Oncologico + Bioelettronica + Semeiotica e Biofisica

Documenti provanti l'indispensabilita' delle Vitamine della Frutta e verdura, oltre ai sali minerali:
 Doc.1 
+  Doc.2  Doc.3  +  Doc.4  +  Doc.5  +  Doc.6  +  Doc.7  +  Doc.8  +  Doc.9  +  Doc.10  +  Doc.11  +  Doc.12  +  Doc.13  +  Doc.14  +  Doc.15  +  Doc.16  +  Doc.17  +  Doc.18  +  Doc.19  +  Doc.20  +  Doc.21  +  Doc.22 +  Doc.23  +  Doc.24  +  Doc.61

vedi anche : CURE Naturali del Cancro + Documentazione
 + Protocollo G. Puccio +  Diritti negati + Ricercatore ostacolato dalla Oncologia Ufficiale + Giornale di Sicilia + Come fare i clisteri di acqua basica + Cancro e Medicina Naturale  +  1.000 Piante per il Cancro  +  Libro del dott. Nacci  (Italiano) +  Libro del dott. Nacci in Inglese +  Condiloma eliminato con acqua basica al Bicarbonato di Sodio + Protocollo della SaluteCancro + Diagnosi precoce

"Questo sito WEB vi informa", Non siamo responsabili della correttezza e/o della solvibilità degli inserzionisti del ns. Network.
 Webmaster  - Vietata la copia anche parziale dei contenuti, se non viene citata la fonte - All rights reserved - Publisher DataBit s.a.