Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


Il CANCRO,  E' un FUNGO
?  
CANCRO e MEDICINA NATURALE
(Principi, Cause, con-Cause, Diagnosi, Terapia)

Ormai nel mondo della ricerca nella scienza medica, quella che studia le vere cause delle malattie,
è sulla strada giusta.  Anche altri ricercatori arrivano alle nostre stesse conclusioni.

Vedi per esempio:  http://www.newtreatments.org/newcancer
Questo ricercatore conferma che il cancro e' legato al micoplasma (batteri + funghi): http://members.aol.com/CAbacteria/homepage.html
vedi: Terapia G. Puccio, dimostrazioni effetti del Bicarbonato di Sodio
E' INDISPENSABILE per stare sempre BENE e' l'assunzione quotidiana, p
er certi periodi, di acqua Basica a pH min. di 7,35 > 11 (almeno 1,5 lt)
Le bevande troppo saline e/o le bevande industriali, non vanno bevute giornalmente e/o spesso,
anche e per le loro forti acidita', in quanto influiscono sull'alterazione dei giusti valori di pH dell'acqua del corpo.
MAI bere dopo un pasto acqua basica, in quanto essa disturbera' le digestioni, ma berla dopo 3 ore.

L'acidosi e' la base fisiologica del Cancro -  Il Conflitto Spirituale Irrisolto, ne e' la Causa primaria
Cancro = Combattere l'acidita' per sconfiggerlo - Le ultime ricerche
Nutriterapia Biologica Metabolica x Cancro

  Circolazione sanguigna: prevenzione degli infarti e del cancro. I citrati eliminano calcificazioni arteriose. Gli ascorbati fanno il resto !
Paolo-Lissoni: i-segreti-della-pineale-anticancro-io-oncologo-vi-spiego-perche-la-medicina-esclude-di-bella/
 

Rivoluzionaria tesi del Dott. Tullio Simoncini (Oncologo) sulla "malattia del secolo !
(Questo articolo viene pubblicato in quanto affine alle scoperte sul Cancro  datate gia' dagli anni 1980, da parte della Medicina Naturale)
Continua
su: Cancro e' un Fungo ? - 1

Il problema del cancro, ancor oggi, è e rimane complesso.
Diversi ricercatori, non allineati alle spiegazioni e relative terapie della medicina ufficiale, da anni studiano il problema.
In Italia, tra gli altri, un medico romano, il dottor Tullio Simoncini, laureato in medicina e chirurgia, specializzato in Oncologia, diabetelogia e malattie del ricambio e con una laurea anche in filosofia, ha elaborato una sua teoria sul “male del secolo”. Il medico che ha partecipato a diverse conferenze e dibattiti è stato, tra l’altro, relatore al convegno “Firenze-Medicina 200)” (18-19 settembre 1999) e al “Congresso Internazionale di Oncologia” di Treviso (15-16-17 ottobre 1999). Invitato a varie trasmissioni televisive di tv private, ha dibattuto le problematiche della medicina ufficiale e di quella alternativa e ha esposto le sue teorie sul cancro. 
Ha partecipato a importanti conferenze e in quella del 4 marzo 2000 svoltasi a Perugia, era presente come relatore anche il Prof. Luigi Di Bella. 
Simoncini è presidente di un comitato composto da 30 medici che attua e ricerca su tutto il territorio terapie alternative.
Il medico, dedicatosi da tempo alla studio e cura dei tumori, presenta una teoria molto interessante sull’eziopatogenesi della malattia cancerosa. 
Egli sostiene che il cancro non, dipende, come affermano i medici oncologi della medicina ufficiale, da cause genetiche,ecc., ma è il risultato di un’affezione fungina «non visualizzata né studiata nella sua dimensione interna contenente secondo la teoria dell'oncologo dott. Tullio Simoncini, responsabile del cancro è appunto la Candida.

Ecco l’INTERVISTA + vedi: Confronto fra Chemio terapia ed Ascorbato di Potassio


"Do fungi play a role in the aetiology of cancer ? ", Reviews in Medical Microbiology 
13(1):37-42, January 2002, Wainwright, Milton
Abstract:
The recent recognition that the bacterium Helicobacter pylori potentially plays a role in the aetiology of gastric cancer has highlighted the possibility that other non-virus microorganisms, including yeasts and filamentous fungi, may also cause cancer in humans. For more than a century fungi have been implicated in the aetiology of cancer. Initially, attention was directed to yeasts in the so-called blastomycete-theory of cancer; more recently filamentous fungi have also been implicated in carcinogenesis, based largely on their ability to produce potentially carcinogenic mycotoxins. Here, the widely spread literature on the role of fungi in carcinogenesis is reviewed in the hope that it will stimulate a re-evaluation of the potential carcinogenic role of fungi.
(C) 2002 Lippincott Williams & Wilkins, Inc.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/entrez/query.fcgi?cmd=Retrieve&db=PubMed&dopt=Abstract&list_uids=99379706


Disbiosi microbica cronica è associata con il cancro al seno umano
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3885448/


Le sperimentazioni dell'ISS (Istituto Sup. di Sanita' - Italy) partono dall'evidenza che l'ambiente (Terreno)
in cui si sviluppa un tumore maligno è anch'esso acido
e le vaccinazioni e certi farmaci, producono facilmente l'alterazione del terreno verso l'acidosi....


"The immunological mechanisms of rheumatoid arthritis probably begin when antigens cross an excessively permeable intestinal mucosa" Carli P et al. Presse Med 1995;24:606-610

"Food antigens have been demonstrated in our body's circulatory and lymphatic system, gaining access through hyper-permeable intestinal mucosa. These antigens are recognized in Pyers Patch and in the liver. Cellular responses producing immunoglobulins IgG, IgA, IgM, immune complexes, macrophage, and NK cells are then produced. These cells communicate via cytokines that cause magnified immunological responses that, in turn,  cause common chronic disease". Roitt, Brostoff, Male, in "Immunology"

Visionare questo Video:
Il video effettuato dalla BBC e proposto in: http://www.mercola.com/display/router.aspx?docid=34575, rende bene l’idea di come i funghi attaccano i tessuti degli animali e dell’uomo, fino alla loro completa invasione.
Il video sostanzialmente riporta cosa accade quando le formiche della giungla ingeriscono un fungo parassita,
il cordyceps, le cui spore sono in grado di infettare il cervello di una formica ed ucciderla.
Il fungo poi si espande e cresce fino a quando si esaurisce la sorgente di nutrimento, rappresentata dai tessuti morti dell’insetto. Esistono molte specie di questo fungo, in grado di attaccare quasi tutti gli altri insetti della giungla.
Le riprese del video sono molto istruttive perché mostrano cosa avviene negli uomini quando sono attaccati dai funghi,
che tendono a proliferare indefinitamente nell’organismo fino a causarne la morte.
Dott. Tullio Simoncini (Oncologo)
http://www.nexusmagazine.com/articles/CancerIsAFungus.html
P.S. non e' detto che il fungo Cordyceps sia nocivo per l'uomo, come lo e' per la formica o per altri animali, anzi e' utilizzato da millenni dalla medicina cinese.
 

FUNGHI e CANCRO
OBIETTIVO: Per determinare la frequenza dell'infezione da fungo nelle biopsie delle lesioni mucose orali.

MATERIALI E METODI: I rapporti di istopatologia hanno pubblicato fra 1991-1995 compreso sono stati rivisti.
Durante questo periodo, una singola sezione di ogni biopsia mucosa era stata macchiata usando la tecnica periodica dello acido-Schiff (PAS).

RISULTATI: Un totale di 223 (4.7%) biopsia i funghi PAS-positivi contenuti: 191 individuo è stato influenzato, 124 (64.9%) di chi erano maschi. Vi era (P < 0.01) un'associazione positiva significativa dell'infezione da fungo con dysplasia epiteliale moderato e severo, glossite romboide mediana ed i papillomas squamoso.
Dove una biopsia successiva era disponibile, 21.9% dysplasias che sono stati infettati con i funghi hanno peggiorato nella severità istologica, rispetto a 7.6% dei dysplasias che non sono stati infettati in alcuna fase.
Ci era un'associazione negativa significativa dell'infezione da fungo con i overgrowths fibrosi benigni (P < 0.01), le ipercheratosi benigne, le reazioni del lichenoid ed i granulomas pyogenic (P < 0.05). La differenza nella frequenza dell'infezione fra la linguetta ed altri luoghi era inoltre significativamente più alta (P < 0.01). PMID: 9

CONCLUSIONI: C'è un'associazione statisticamente significativa fra l'infezione da fungo istologico-determinata ed la dysplasia epiteliale e suggeriamo che una macchia di PAS è effettuata ogni volta che la dysplasia epiteliale orale è diagnosticato, particolarmente in pazienti maschi. Sulla conferma istologica di dysplasia, la terapia antifungosa dovrebbe essere considerata nell'amministrazione  di queste lesioni.
By: 655041 PubMed - [PubMed - indexed for MEDLINE]
(tradotto con babelfish).

Altro Riferimento:
Enhancement of formation of the esophageal carcinogen benzylmethylnitrosamine from its precursors by Candida albicans.Hsia CC, Sun TT, Wang YY, Anderson LM, Armstrong D, Good RA.
Previous studies in Linxian, an area of China with a high incidence of esophageal carcinoma, showed that fungal infections are common in the esophageal epithelium of patients with either premalignant changes or early esophageal carcinoma. Fungi of the genus Candida were the most frequent invaders. In these areas nitrate and nitrite are often present in high concentrations in drinking water and staple grains.
The present studies have established the ability of Candida albicans to augment the nitrosative formation of the esophagus-specific carcinogen, benzylmethylnitrosamine (NBMA; N-nitroso-N-methylbenzylamine). Stationary C. albicans cultures, with pH held at 6.8, were incubated with the precursors of NBMA, benzylmethylamine (BMA; N-methylbenzylamine) and NaNO.
There was a significant increase in the amount of NBMA formed in these cultures, compared to precursors-only controls. The amount of NBMA synthesized depended on fungal cell number. Exponentially growing cultures were also able to cause NBMA formation. The identity of the NBMA was confirmed by high-performance liquid chromatographic coelution with authentic NBMA in three solvent systems and by mass spectroscopy. Boiled cells and conditioned medium in which cells had been incubated were not effective in enhancing nitrosation. Cultured Candida released acidic metabolites that reduced the pH of the medium when only a low concentration of buffer was present. Spontaneous nitrosation of BMA was enhanced under these acidic conditions. Thus, C. albicans infecting the esophageal epithelium could cause local formation of NBMA by both cell-mediated catalysis and extracellular decrease in pH.
By: PMID: 7015348 [PubMed - indexed for MEDLINE]

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Suppression of Friend leukemia cell-induced tumours by cellular preparations of Candida albicans
Cassone A, Scaringi L, Pesce CD, Titti F, Bistoni F, Marconi P, Rossi GB.

Inactivated cellular preparations and cell wall materials of Candida albicans (CA) were tested for their capacity to suppress the growth of Friend Leukemia Cell (FLC)-induced tumours and the infection by Friend Leukemia Virus (FLV) in histocompatible mice. Factors affecting the inhibition of tumor growth by CA cellular preparations were: i) the schedule of agent administration; ii) the method of cell inactivation; iii) the FLC load. In particular, mice given 10(7) yeast cells, inactivated by cold alkali, on days -14 and +1 with respect to 10(4) FLC challenge on day 0 did not develop tumors. A crude cell wall fraction derived from cells extracted with hot alkali was still effective in reducing (but not suppressing) tumour growth whereas a purified, particulate glucan fraction (glucan "ghosts", essentially consisting of beta 1,3-1,6 glucan) was ineffective. No cellular preparation or cell wall fraction exerted anti-FLV effects (as shown by splenomegaly measurements) nor did any CA material induce interferon-like activity in the serum of animals injected with either FLC or FLV. Therefore, the observed antitumor activity by CA was not mediated by antiviral effects but possibly due to an "adjuvant-type", nonspecific, immunopotentiation of host antitumor response, as documented in other animal tumor models.

PMID: 6355774 [PubMed - indexed for MEDLINE]

Lo studio del dott. T. Simoncini, viene introdotto nella nostra “Guida alla Salute Naturale, in quanto in sintonia con parte dei nostri punti di vista e delle nostre ricerche, iniziate decenni or sono con le quali siamo arrivate ad avere delle conclusioni abbastanza simili (ved il Commento qui sotto) alle quali è arrivato il dott. T. Simoncini e con lui abbiamo collaborato, cioe' scambiato informazioni, all'inizio del nostro incontro, con studi e ricerche teoriche-ideologiche parallele alternative.

Questo studio di portata medico scientifica non è stato ancora sintetizzato e pubblicato su riviste scientifiche per le note resistenze che esse pongono ad ogni ricerca che va contro gli indirizzi e le finalità che esse ricevono da “CHI” le finanzia.

 

Commento NdR - Jean Paul Vanoli: In uno dei vari scambi di opinione che ho avuto con il dott. Tullio Simoncini ho fatto presente che:
La Candida Albicans e' un fungo saprofita, cioe' essa produce sostanze utili e si nutre di parti morti od ammalate dei tessuti, di fatto essa e' uno degli spazzini dell'organismo; essa  fino a quando, per la presenza di microbi antagonisti che la controllano,  rimane nei valori quantitativi necessari vitali, essa e' utile all'organismo, ma quando per la mancanza di antagonisti per l'alterazione della flora autoctona residente, prolifera a dismisura, essa diviene patogena, cioe' produce anche sostanze tossiche ed inizia a veicolarsi in certe parti del corpo ove essa si puo' recare attirata dal terreno-tessuto-cellule intossicato ed in acidosi, in loco tende a proliferare a dismisura (sempre la mancanza degli antagosnisti accorpando i tessuti e quindi formando la massa tumorale che tenta alle volte anche di fagocitare. vedi: Candida concausa del cancro

Il bicarbonato agisce si sulla proliferazione della candida, basicizzando la zona ove essa prolifera.

Il rendere basici i tessuti od i liquidi serve a normalizzare il pH in loco ed a far rientrare l'abnorme proliferazione della candida in modo che essa riprenda le sue normali funzioni di aiuto all'organismo.
In questo modo anche le cellule si rimettono a funzionare bene immediatamente ove la normalizzazione del pH e' avvenuta.

Per cui in certe ricerche effettuate e' possibile, che la parte studiata-analizzata ove e' presente la Candida, non abbia tutte le condizioni reali che si presentano nei vari tipi di tessuto UMANO canceroso (intossicazione + acidosi + infiammazione + alterazione di flora autoctona  = Disbiosi microbica cronica è associata con il cancro al seno umano
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3885448/ + Conflitto spirituale irrisolto) ed ecco che essa svolge il suo normale lavoro di aiuto e non quello contro la vita dell'ospitante.
Ecco perche' NON condivido tutto cio' che afferma il dott. Tullio Simoncini sulla Candida, essa NON e' l'unica Causa fisiologica, ma una con-causa efficace della formazione del tumore (freddo o caldo), cosi come descritto nella mia tesina: CANCRO e MEDICINA NATURALE  (Principi, Cause, con-Cause, Diagnosi, Terapia); il cancro come tutte le malattie, e' quindi una malattia Multifattoriale.

Commento NdR: pur condividendo in parte le affermazioni del dott. Simoncini, quelle che riguardano il fatto che i tumori sarebbero dei funghi in parte e' vero ed in parte errato, perche' i funghi vengono inviati dal sistema immunitario assieme ai batteri, per tentare di riordinare in loco i tessuti ove ed alla cui base /livello, vi e' un  blocco informazionale dei e nei neurotrasmettitori - vedi BioElettronica - che debbono inviare segnali e funzioni da espletare ed altri autoriparatori, da e per le cellule, tessuti, ghiandole, organi....questi inviati (funghi e batteri) espletando le loro funzioni di riparazione dei tessuti colpiti dalle acidosi e malfunzioni tissutali, se non trovano antagonisti che regolano le loro quantita', mangiandoseli, proliferano a dismisura e colonizzano ulteriormente il tessuto colpito zona in cui i funghi prendono facilmente il sopravvento, (in questo caso la candida) ed avviluppano i tessuti, formando la cosiddetta massa tumorale che se circoscritta ed isolata dal contesto che la contorna, diviene il cosiddetto "tumore benigno", se al contrario non si isola dal contesto tissutale, ma prosegue come il fungo a generare le "Ife", radici/rami, perche' e' stato ormai facente parte delle funzioni del fungo che se ne e' appropriato...esso prosegue la sua nefasta azione radicandosi ed ampliando il suo raggio di azione nei tessuti vicini, in questo caso viene chiamato "tumore maligno" !
Ecco perche' il dott. Simoncini parla di tumori come funghi....ma si dimentica che la vera causa fisiologica e' il terreno in acidosi che prepara il "terreno" alla formazione del cosiddetto e falsamente chiamato "tumore"....(vedi definizione della parola malattia); inoltre il dott. Simoncini non tiene conto dei Conflitti Spirituali Irrisolti, quali VERE CAUSE del cancro di qualsiasi tipo, che se "cadono" su di un terreno in acidosi...generano malfunzione cellulare e quindi tissutale cioe' le masse cosiddette impropriamente "tumorali", le quali sono in realta' il "corpo fisico" del Conflitto Spirituale irrisolto, per cui se non si eliminano tutte le cause Spirituali e le concause fisiologiche, il cancro ricompare subito e/o nel tempo anche altrove; infatti NON vi sono metastasi, ma altri tumori in altri luoghi....secondari.
By dr.
Jean Paul Vanoli

 

Il Cancro nasce in sintesi e secondo la Medicina naturale (che non e' non legata alle multinazionali dei farmaci e Vaccini).  perche' l’organismo del canceroso e' intossicato, e la microcircolazione, nei tessuti intossicati, viene ad essere alterata, producendo, a valle di essa, nelle cellule dei tessuti investiti da quel processo: malfunzione cellulare, (nutrimento ed eliminazione = respirazione cellulare alterata = metabolismo alterato = malnutrizione cellulare e tissutale assicurata), producendo successivamente infiammazione nei tessuti e stress ossidativo cellulare e per caduta immunodepressione, e parallelamente alterazione anche del sistema enzimatico per la precedente alterazione della flora batterica, pH digestivo non regolare (e quindi l'organismo e' mancante di minerali e vitamine ed in stato di acidosi), in quelle condizioni esso e' molto facilmente parassitato da certi, parassiti batteri e funghi (candida) i quali producono anche tossine ed ulteriori infiammazioni: Ma tutto cio' e' "gestito" come Causa primordiale dai Conflitti Spirituali (consci ed inconsci) e dall'intenso stress  del vissuto.
 Il Cancro quindi e' una malattia MULTIFATTORIALE.
 Quindi il medico, il terapeuta od il soggetto stesso DEVONO operare seguendo la stessa strada percorsa per l'
ammalamento.
 Cioe' devono lavorare per
disintossicare il malato + disinfiammare l'organismo ed i tessuti interessati, ripristinare il pH digestivo, e normalizzare le digestioni + il malassorbimento sempre presente nel malato ed eliminare quei parassiti, batteri e funghi, che hanno proliferato in modo abnorme, per mancanza dei loro antagonisti + rinforzare il sistema immunitario SEMPRE compromesso in TUTTI i malati, cancerosi compresi ed eliminare i Conflitti Spirituali (quali Vere Cause) e lo stress esistenti, oltre a lavorare sul metabolismo alterato per ridurre ed eliminare lo stress ossidativo cellulare e quindi quello tissutale, sempre presenti in qualsiasi malattia e specie nel cancro, per i danni alla microcircolazione indotti dalle intossicazioni piu’ o meno intense.
E tuttavia, laddove ci sia anche una piccola volontà e speranza di vivere, un’adeguata terapia fito-nutrizionale (NdR: anche via endovena con soluzioni mineral - vitaminiche - vedi QUI il medico che utilizza con successo questo sistema -  l'ideale e utilizzare quelli non di sintesi chimica, ma di estrazione naturale - assieme all'assunzione via orale di fermenti lattici appropriati a seconda del paziente ed enzimi) può rendere normale il guarire naturalmente dal tumore, cosa che oggi vogliono farci ritenere impossibile o puramente miracoloso (vedi quei medici che alle volte preferiscono spedire il malato a Lourdes piuttosto che permettergli di curarsi naturalmente).


L'acidosi e' la base fisiologica del Cancro -  Il Conflitto Spirituale Irrisolto, ne e' la Causa primaria
Cancro = Combattere l'acidita' per sconfiggerlo - Le ultime ricerche
Nutriterapia Biologica Metabolica x il Cancro e non solo +
Terapia Biologica Metabolica CRAP + Cura metabolica per il Cancro + Stress Ossidativo + PREVENZIONE, TERAPIA per il Cancro, perche' NON si vuole applicare ? + Terreno Oncologico + Bioelettronica + Semeiotica e Biofisica

Documenti provanti l'indispensabilita' delle Vitamine della Frutta e verdura, oltre ai sali minerali:
 Doc.1 
+  Doc.2  Doc.3  +  Doc.4  +  Doc.5  +  Doc.6  +  Doc.7  +  Doc.8  +  Doc.9  +  Doc.10  +  Doc.11  +  Doc.12  +  Doc.13  +  Doc.14  +  Doc.15  +  Doc.16  +  Doc.17  +  Doc.18  +  Doc.19  +  Doc.20  +  Doc.21  +  Doc.22 +  Doc.23  +  Doc.24  +  Doc.61

IMPORTANTE SCOPERTA su Latte materno e Cancro
Ricercatori svedesi dell'Università di Lund hanno trovato risultati promettenti dalla ricerca gli effetti della sostanza sui pazienti. con cancro alla vescica  - Maggio 2017
Nei primi studi clinici con pazienti affetti da cancro della vescica, quelli iniettati con il composto ha cominciato a gettare le cellule tumorali morte attraverso la loro urina in pochi giorni.
Il composto derivante dal latte materno mira le cellule tumorali da solo, offrendo un'alternativa ai trattamenti chemio e radioterapia che danneggiano le cellule, sia sane e cancerose nel corpo.
http://www.independent.co.uk/life-style/health-and-families/health-news/breast-milk-cancer-sweden-university-of-lund-a7735351.html  

vedi anche : CURE Naturali del Cancro + Documentazione
 + Protocollo G. Puccio +  Diritti negati + Ricercatore ostacolato dalla Oncologia Ufficiale + Giornale di Sicilia + Come fare i clisteri di acqua basica + Cancro e Medicina Naturale  +  1.000 Piante per il Cancro  +  Libro del dott. Nacci  (Italiano) +  Libro del dott. Nacci in Inglese +  Condiloma eliminato con acqua basica al Bicarbonato di Sodio + Protocollo della SaluteCancro + Diagnosi precoce

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Una acuta osservazione:
Gli animali non derivano evolutivamente dai funghi, ma dalle cosiddette muffe mucillaginose (ingl. slime molds), un tipo di protisti in grado di ricorrere al suicidio di massa degli individui di una popolazione per salvarne uno che propaghi la specie. Quindi il cancro non è un fungo, però la cellula cancerosa, perdendo la sua specializzazione animale, regredisce metabolicamente al livello simil-fungino di una slime mold.
In questa foto, quella in alto a destra è lo stupefacente risultato di centinaia di milioni di anni di evoluzione a partire dalla schifezza mostrata sotto di lei (geneticamente sono molto più simili fra loro rispetto alla roba verde che si trova a lato):  http://waynesword.palomar.edu/images/fuligo6b.jpg
Notare che un buon modo per eradicare le muffe mucillaginose è quello di irrorarle con una soluzione di bicarbonato (meglio se di potassio):
http://www.ehow.com/about_6326948_black-slime-mold-soil.html + http://www.dirtdoctor.com/Slime-Mold-Newsletter_vq3267.htm
Evoluzionisticamente plausibile, vedi il riquadro a destra:  http://waynesword.palomar.edu/images/fuligo6b.jpg
By *GB* su it.salute

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Un nuovo potenziale marker per il tumore del colon – 28 Mar. 2011
Un enzima potrebbe consentire una più agevole e precoce diagnosi del tumore del colon: a scoprirlo sono stati i ricercatori dell'Università del Colorado Cancer Center guidati da Vasilis Vasiliou.
Il laboratorio di Vasiliou è specializzato nello studio del ruolo degli enzimi aldeidi deidrogenasi nel metabolismo dei farmaci nei disturbi metabolici nelle cellule normali e tumorali e nelle cellule staminali.
Come riferito sulla rivista Biochemical and Biophysical Research Communications il gruppo di Vasiliou ha analizzato i campioni di tessuto tumorale di 40 pazienti, riscontrando in 39 di essi livelli straordinariamente alti dell'enzima denominato ALDH1B1, che normalmente è presente solo nelle cellule staminali.
“In passato sono stati individuati altri potenziali biomarker, ma nessuno di essi è presente in una percentuale così alta di cellule cancerose e nessuno è sovraespresso in questa misura”, ha spiegato David Orlicky, professore associato della facoltà di medicina della CU e membro del gruppo di ricerca.
Secondo le attuali conoscenze, l'ALDH1B1 aiuta lo sviluppo o la crescita di queste cellule cancerose perché non sarebbe presente in ogni cellule con livelli così alti se fosse soltanto un prodotto di scarto del cancro, anche se occorrono ulteriori studi per riuscire a chiarire gli esatti meccanismi che portano alla sua sovraespressione.
Tratto da: lescienze.espresso.repubblica.it