Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


BUGIE CONTINUE sul CANCRO
vedi: Terapia G. Puccio, dimostrazioni effetti del Bicarbonato di Sodio
L'acidosi e' la base fisiologica del Cancro -  Il Conflitto Spirituale Irrisolto, ne e' la Causa primaria
Nutriterapia Biologica Metabolica x Cancro
  Circolazione sanguigna: prevenzione degli infarti e del cancro. I citrati eliminano calcificazioni arteriose. Gli ascorbati fanno il resto !

Il Cancro nasce in sintesi e secondo la Medicina naturale, perche' l'organismo del canceroso e' intossicato, e la microcircolazione, nei tessuti intossicati, viene ad essere alterata, producendo, a valle di essa, nelle cellule dei tessuti investiti da quel processo: malfunzione cellulare, (nutrimento ed eliminazione = respirazione cellulare alterata = metabolismo alterato = malnutrizione cellulare e tissutale assicurata), producendo successivamente infiammazione nei tessuti e stress ossidativo cellulare e per caduta immunodepressione, e parallelamente alterazione anche del sistema enzimatico per la precedente alterazione della flora batterica, pH digestivo non regolare (e quindi l'organismo e' mancante di minerali e vitamine ed in stato di acidosi), in quelle condizioni esso e' molto facilmente parassitato da certi, parassiti batteri e funghi (candida) i quali producono anche tossine ed ulteriori infiammazioni: Ma tutto cio' e' "gestito" come Causa primordiale dai Conflitti Spirituali (consci ed inconsci) e dall'intenso stress  del vissuto - Il Cancro quindi e' una malattia MULTIFATTORIALE.

Quindi il medico, il terapeuta od il soggetto stesso DEVONO operare seguendo la stessa strada percorsa per l'
ammalamento.
Cioe' devono lavorare per
disintossicare il malato + disinfiammare l'organismo ed i tessuti interessati, ripristinare il pH digestivo, e normalizzare le digestioni + il malassorbimento sempre presente nel malato ed eliminare quei parassiti, batteri e funghi, che hanno proliferato in modo abnorme, per mancanza dei loro antagonisti + rinforzare il sistema immunitario SEMPRE compromesso in TUTTI i malati, cancerosi compresi ed eliminare i Conflitti Spirituali (quali Vere Cause) e lo stress esistenti, oltre a lavorare sul metabolismo alterato per ridurre ed eliminare lo stress ossidativo cellulare e quindi quello tissutale, sempre presenti in qualsiasi malattia e specie nel cancro, per i danni alla microcircolazione indotti dalle intossicazioni piu’ o meno intense.
E tuttavia, laddove ci sia anche una piccola volontà e speranza di vivere, un’adeguata terapia fito-nutrizionale (NdR: anche via endovena con soluzioni mineral - vitaminiche - vedi QUI il medico che utilizza con successo questo sistema -  l'ideale e utilizzare quelli non di sintesi chimica, ma di estrazione naturale - assieme all'assunzione via orale di fermenti lattici appropriati a seconda del paziente ed enzimi) può rendere normale il guarire naturalmente dal tumore, cosa che oggi vogliono farci ritenere impossibile o puramente miracoloso (vedi quei medici che alle volte preferiscono spedire il malato a Lourdes piuttosto che permettergli di curarsi naturalmente).

vedi: CANCRO e MEDICINA NATURALE (Principi, Cause, con-Cause, Diagnosi, Terapia)
Seria RICERCA sul CANCRO
(ostacolata dall'Oncologia ufficiale)
La guerra contro il Cancro e' stata definitivamente vinta cinquant’anni fa, ma nessun medico oncologo-ospedaliero ve lo confessera' mai.   
vedi:
1.000 Piante per il Cancro + Libro del dott. Nacci (Italiano) + Libro del dott. Nacci in Inglese + Condiloma eliminato con acqua basica al Bicarbonato di Sodio
Visionare questa intervista:
http://www.curenaturalicancro.org/base_schermo_grande_testimonianza_dottore.htm

IMPORTANTE:
Come Portale segnaliamo vari personaggi che hanno avuto contrasti con le autorita' mediche, e per essere precisi,  affermiamo che NON condividiamo in toto le loro terapie (quelle monoterapeutiche), in quanto per noi, seguaci della Medicina Naturale  la malattia (cancro compreso) e' MULTIFATTORIALE, quindi NESSUN prodotto puo', da solo, guarire dalla malattia della quale si e' malati !
Nutriterapia Biologica Metabolica x il Cancro e non solo

vedi: Falsita' della medicina ufficiale + Diagnosi Precoce del Cancro + Diagnosi precoce: osservazione al microscopio del sangue di cancerosi e sani + Simmetria ed organizzazione dei minerali in cancerosi + La Nuova Medicina del dr. Hamer  Sistema Ontogenetico dei Microbi Terreno Oncologico + Cancro - Acqua Basica + Genetica e Cancro
+ Collegamento fra Candida e Cancro + Bibliografia: Alimentazione e Cancro


Prof. De Magistris - Ruolo dell'alimentazione nel Cancro
Il Prof. Renato De Magistris è docente di Chirurgia Generale della prima Clinica Chirurgia 
della Facoltà di Medicina e Chirurgia della Seconda Università degli Studi di Napoli. 
E’ titolare dell’insegnamento del corso di Chirurgia Generale
Le BASI FISIOPATOLOGICHE per  COMPRENDERE la GENESI delle MALATTIE CRONICO DEGENERATIVE

 

TERAPIA ALTERNATIVA Anti OSSIDANTE del ricercatore Giovanni Puccio (Palermo, Italy)
Terapia Di Bella: http://www.cancroecuradibella.it/
Terapia di padre Zago: http://aloearborescens.tripod.com/
Terapia Pantellini - Ascorbato di Potassio
Terapia del dr. Zora
Hamer, medico perseguitato dalla medicina ufficiale 
+ La medicina del dr. MAX + Dott. Hamer (Biografia) + Gia' 5000 anni fa si curava il Cancro con i carbonati !

Emmanuele (Associazione con la quale collabora il ricercatore Giovanni Puccio)
Associazione Per la Ricerca Scientifica - Via A. Cisalpino, 2 - 90128 Palermo – Italia
c/c postale: 51331064  - c/c banca: 51331064 cin G - Cab 07601 – Abi 04600
e-mail emmanuele.ars@hotmail.it

Blog: www.msn.space/emmanueleassociazione

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Le continue BUGIE sul CANCRO
Qualche tempo fa  su un giornale vi era una “lettera al direttore”, di una persona che raccontava 30 anni di lotta contro il suo tumore  (linfoma di hodgkin).
Riassumendo diceva che in 30 anni lo hanno curato sempre nello stesso modo senza nessun cambiamento sostanziale con chemio e radio ed alla fine in conseguenza delle cure, si è ritrovato con un mesotelioma e ben poche speranze ed infine e’ morto.

Cio’ dimostra che in 30 anni in Oncologia nulla è cambiato nella cura del Cancro e che le cure hanno come effetto collaterale la comparsa di altri tumori !
Cio’ porta inevitabilmente ad altre domande:
Di fatto si continua a propagandare che l'evoluzione delle cure, ha incrementato le GUARIGIONI dai tumori, assenza di recidiva o metastasi entro n°x di anni con  5< x <10 ), ma ogni volta che ci viene presentata una statistica o una indagine seria, non risulta che questi successi ci siano, anzi in prospettiva l'incidenza fatale di alcuni tumori sembra aumentare.
Pare che i soli e veri miglioramenti nelle cure ci sono stati solo nell'efficacia della chirurgia, quando applicabile, nella cura dei tumori solidi !
A sentire Veronesi una donna dovrebbe essere quasi contenta di farsi venire un tumore al seno tanto si cura benissimo poi si scopre che la cura "veronesi" è usata in pochissimi posti......e casi….
Dicono che il tumore alla prostata si cura come un mal di testa e poi si scopre che è fatale per il 40/50% dei diagnosticati.....
Pubblicizzano un nuovo strumento per la diagnosi semplice ed efficace del tumore alla prostata anche iniziale, visto in TV un po' di tempo fa, poi in altre sedi, lo presentano come un giocattolo inefficace.....
A quanto sembra ci raccontano continuamente tante scemenze !

In  Italia ogni anno muoiono circa 11.000 donne per carcinoma mammario e ogni anno a più  di 24.000  donne  viene diagnosticato un  carcinoma mammario -  http://www.mortalita.iss.it/Scripts/selcause.asp
Pare che il 75% riesca ad ottenere una sopravvivenza superiore a 5 anni con l’operazione chirurgica, e un buon 20% negli anni successivi comunque  ricade nella stessa malattia, con un tumore da qualche altra parte del corpo.........

COMUNICATO STAMPA (passato inosservato sui mass media)

Il "ministero della salute" italiano, dovrebbe fare Vera ricerca anche in questa direzione con una seria sperimentazione, non come quella fatta con il metodo DiBella..... (che e' stata manipolata).....
con 1 gruppo trattato con le terapie della Medicina Naturale e 2 gruppi di controllo, 1 trattato con la chemio/radio terapia ed 1 non trattato, cosi' si dimostrerebbe una volta per tutte, la Verita' alla cittadinanza ed infine aiutare i cancerosi a GUARIRE ed elimineremmo anche tutti i ciarlatani  !

IMPORTANTE:
Queste le dichiarazioni di un premio nobel: Otto Warburg
, lo scopritore della riboflavina (la vitamina B2), che nel 1931 vinse il nobel per la medicina, descrivendone il meccanismo di azione. In quello stesso anno fece una scoperta piuttosto scioccante, che stranamente passò inosservata. Ai nostri giorni si spendono milioni di dollari per trovare la causa del cancro, eppure lui, quasi un secolo fa, ebbe l’ardito coraggio di affermare d’aver trovato una spiegazione all’annoso dilemma.
La risposta starebbe infatti nel meccanismo estremo di sopravvivenza della cellula. Quando la carenza di ossigeno compromette la respirazione cellulare, il metabolismo viene modificato nella fermentazione. Tutto ciò che impedisce la respirazione è dunque un cancerogeno e anche tutto ciò che non è biocompatibile potenzialmente lo è. Quanto Otto Warburg afferma è disponibile in rete in questa trascrizione della conferenza che tenne a Lindau, in Germania, nel 1966:
http://healingtools.tripod.com/primecause1.html

Questo paragrafo è la chiave di volta:
"Cancer, above all other diseases, has countless secondary causes. But, even for cancer, there is only one prime cause. Summarized in a few words, the prime cause of cancer is the replacement of the respiration of oxygen in normal body cells by a fermentation of sugar".

Traduzione:
"Il cancro, ancor più che per altre malattie, ha una serie illimitata di cause secondarie. Ma, anche per il cancro, c’è una causa primaria. Riassumendo in poche parole, la prima causa del cancro è la sostituzione della respirazione dell’ossigeno nelle normali cellule del corpo con la fermentazione dello zucchero".
Farmaci, vaccini, alimentazione e stress potrebbero quindi avere un peso fondamentale nella prevenzione. Scorie e acidi si depositano col tempo nel nostro corpo e lo stress conduce a ulteriore acidosi; quando raggiungiamo i sessant’anni il nostro organismo è così mal ridotto che il meccanismo di rifornimento e smaltimento s’impantana e le cellule subiscono un processo di anaerobiosi irreversibile. Se vi aggiungiamo sostanze chimiche tossiche di ogni sorta, presenti ovunque nella società moderna, possiamo anticipare tutto di un bel po’ di anni.

Nel 1937 il professor P.G. Seeger fece un esperimento interessante: ritrasformò delle cellule neoplastiche in cellule normali, dopo averle sottoposte ad elevate pressioni di ossigeno. Goldblatt e Cameron riuscirono invece a provocare il cancro, riducendo la presenza di ossigeno nei tessuti.
Un’ulteriore conferma della tesi di Warburg ci arriva dal premio nobel Von Euler, il quale avrebbe scoperto nelle cellule del sarcoma quantità troppo basse degli enzimi necessari alla respirazione cellulare.
Se le cose stanno in questi termini, il cancro non è necessariamente un problema localizzato. Senza prendere in considerazione la salute dell’individuo nel complesso è impossibile risolvere definitivamente il problema. Non mi riferisco solo alle metastasi, ma anche ai nuovi tumori che spesso ricompaiono a distanza di tempo, dopo interventi chirurgici di successo.
Radioterapia e chemio riducono letteralmente a brandelli un corpo già debilitato in partenza. La storia di queste due terapie è di per sé un fallimento. Non ci vuole un genio per capirlo, basta osservare il numero di morti.
Che fare allora ? Beh ci sono moltissime cose che si possono fare e la miglior cura è sicuramente la prevenzione con l'insegnamento della Medicina Naturale e con le sue terapie anche per il Cancro + Nutriterapia per il cancro

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Altri annunci spettacolari...Pandolfi: sconfiggo i tumori facendoli invecchiare e morire - 17 marzo 2010

- By Maria Teresa Mura
Uno scienziato italiano compie un passo significativo verso la definitiva sconfitta del male del secolo, scoprendo come spegnere un gene iperattivo nelle cellule malate.
L’ennesimo caso di fuga di cervelli italiana regala al mondo una nuova speranza per la lotta contro il cancro: Pier Paolo Pandolfi, scienziato di fama mondiale che da anni lavora all’estero ha capito come far invecchiare i tumori, disattivando un gene chiamato Skp2 che è presente in modo anomalo in molti tipi di cancro. Spegnendolo si attiva il processo di senescenza cellulare e le cellule malate smettono di proliferare e muoiono. I risultati della ricerca  che è stata portata avanti da un un team di ricercatori internazionali, fra cui anche l’italiano Pandolfi dell’Harvard Medical School di Boston, e Manuel Serrano dello Spanish National Cancer Research Center di Madrid, sono stati pubblicati su Nature.

MUORE SOLO il CANCRO - L’effetto principale dello spegnimento del gene Skp2 è quello di portare velocemente alla senescenza e alla morte le cellule malate evitando di danneggiare in alcun modo quelle sane. Le cellule tumorali sono immortali infatti, e sono in grado di replicare il processo di divisione virtualmente all’infinito senza invecchiare, come invece accade a quelle sane, facendo proliferare il tumore. Gli scienziati hanno capito che quando l’Skp2 viene disattivato questo processo si arresta facendo letteralmente morire il cancro e solo quello. Gli studiosi hanno testato quindi l’effetto dell’interruttore in alcuni modelli animali (topi) affetti da malattia tumorale, scoprendo che il sistema funziona contro vari tipi di cancro.

Il FARMACO C’E’ GIA’ - “È già disponibile - racconta Pandolfi - un farmaco sperimentale anti-Skp2; lo abbiamo testato ed è già in fase di sperimentazione clinica2. Quello che rende rivoluzionaria, e forse definitiva, la scoperta è che l’Skp2 è presente in tutte le cellule malate, e quindi l’interruttore antigene potrebbe sconfiggere molti se non tutti i tipi di tumori. Si tratta di una piccola molecola, spiega Hui-Kuan Lin dell’Anderson Cancer Center dell’Università del Texas, che ha mostrato di fa invecchiare le colture di cellule tumorali. Il fatto che gli effetti dello speciale interruttore anti-cancro sembrano colpire solo le cellule malate – e sono indipendenti rispetto ad altri elementi chiave per l’invecchiamento cellulare – induce a pensare che il nuovo farmaco “potrebbe rivelarsi davvero una strategia utile e universale per prevenire e trattare i tumori“, continua Lin.

La PANACEA per TUTTI i TUMORI ? - Le prove effettuate su colture cellulari  e cavie sulle quali il gene Spk2 era mancante o inattivato hanno mostrato che il farmaco-interruttore restringe la formazione dei tumori. Allo stato attuale della ricerca, spiega Lin, questi esperimenti fanno pensare che  il sistema testato dagli studiosi potrebbe essere efficace contro numerosi tipi di cancro. “Stiamo conducendo dei test – continua – per capire se Skp2 potrebbe essere usato per differenti forme di cancro e per scatenare questo programma di invecchiamento cellulare“.
Secondo gli scienziati la terapia anti-Skp2 in futuro potrebbe essere usata come trattamento generale anti-cancro, in combinazione con i farmaci già usati attualmente. Lo studio di cui Pandolfi è autore senior è stato finanziato dai National Institutes of Health americani.
Tratto da giornalettismo.com

Commento NdR: si cerca sempre la solita molecola che elimina il cancro, senza rendersi conto che il cancro nasce nello spirito dell'uomo su di un Terreno alterato rispetto alla Perfetta Salute...quindi altro fallimento sul fronte della guarigione.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

CANCRO e TERRENO ONCOLOGICO
Incipit: "E' vero che ci sono fattori immodificabili che predispongono alla malattia, ma adottando uno stile di vita corretto il tumore per esempio, della mammella si può arginare. Non solo, la prevenzione passa anche per la diagnosi precoce".
Il Direttore di Repubblica Salute, i numerosi Ministri della Salute degli ultimi dieci anni, i Maestri del Pensiero Oncologico, ma anche il Cardinale Bagnasco, Arcivescovo di Genova, NON hanno mai degnato di una risposta  a domande a loro rivolte sull'Oncogenesi ! 
Tento, ancora una volta, di formularne alcune, nel Blog:
A) Se scrivete che è VERO che ci sono fattori "immodificabili" - secondo voi, naturalmente, che così scrivendo NEGATE il Libero Arbitrio - che predispongono al cancro in genere, e a quello della mammella in particolare, PERCHE' non osate nominarli definendoli CONGENITI ?
B) Perché non parlate di Terreno Oncologico e di Reale Rischio Congenito Oncologico, diagnosticato a partire dalla nascita con un FONENDOSCOPIO e riducibile con terapia medica e fisica a TO "Residuo", NON-PERICOLOSO ? LINK  
C) Perché a differenza di The los Angeles Time, The New York Times, NATURE, The Guardian, The Scientist, eccetera (V. messaggi nel Blog o chiedere a Google.com) non parlate della MANUEL'S STORY, cioè della possibilità di fare nascere da madri predisposte al cancro figli SENZA Terreno Oncologico ?
D) Come è possibile che individui intellettualmente onesti, liberi, con sufficiente cultura  e dalla buona intelligenza, NON comprendono che se oggi il CANCRO è una EPIDEMIA in continuo aumento, per generale ammissione, il fondamento RAZIONALE della presente strategia contro il cancro è SBAGLIATA e con le STESSE misure si otterranno identici fallimenti nella prevenzione di questa patologia ?
E) Perché NON dite chiaramente che lo screening del cancro (nel nostro caso il Cancro della Mammella) NON è sinonimo di Prevenzione Primaria e lo consigliate a TUTTE  le donne creando il desolante Terrorismo Psicologico Jatrogenetico ?

Risponderò solo a Commenti fatti nel Blog in modo che i Lettori possano giudicarne i contenuti e capire senso e significato della mia definizione di Medio Evo della Medicina
Fonte: Repubblica-Salute LINK
By dott. Sergio Stagnaro (medico in pensione)